a cura di Raffaella Massaro e Sandro Sanseverinati

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "a cura di Raffaella Massaro e Sandro Sanseverinati"

Transcript

1 Elaborazione promossa dalla Sezione Servizi Innovativi e Tecnologici di CONFINDUSTRIA PADOVA IL RUOLO DEI SERVIZI INNOVATIVI E TECNOLOGICI NELLA STRUTTURA ECONOMICA DI PADOVA E DEL VENETO Settembre 2010 a cura di Raffaella Massaro e Sandro Sanseverinati

2 Sommario Premessa pag. 3 LE ATTIVITA DEI SERVIZI INNOVATIVI E TECNOLOGICI pag. 3 CRESCITA E DIMENSIONI DEI SERVIZI INNOVATIVI E TECNOLOGICI A PADOVA E NEL VENETO pag. 4 La dinamica delle imprese pag. 4 L andamento dell occupazione pag. 7 La ricchezza prodotta pag. 9 La dinamica del settore sulla base dell indagine VenetoCongiuntura pag. 9 La formazione superiore pag. 10 Comunicazione e Stampa, Studi 2

3 IL RUOLO DEI SERVIZI INNOVATIVI E TECNOLOGICI NELLA STRUTTURA ECONOMICA DI PADOVA E DEL VENETO Premessa Da almeno venti anni in tutti i Paesi avanzati è in atto il passaggio da un economia prevalentemente manifatturiera ad un sistema orientato ad una maggiore integrazione con i servizi. Si parla dell affermarsi di una economia della conoscenza trainata principalmente dal potenziamento delle tecnologie, delle applicazioni e dei servizi ad esse connessi, sia dal lato dell offerta che da quello della domanda e caratterizzata dalle professionalità high-skilled impiegate dalle imprese più innovatrici. Con la diffusione su vasta scala del nuovo paradigma dell innovazione, si è avvertita la necessità di definire e analizzare più chiaramente una parte del più classico settore terziario. Si tratta di quella parte dei servizi che basano il proprio valore aggiunto sulla tecnologia e soprattutto sulle professionalità e la capacità di creare innovazione, per ciò stesso definiti servizi innovativi e tecnologici. Ne è emerso un quadro, a livello nazionale, le cui caratteristiche essenziali al 2008 possono essere così brevemente riassunte: 1 milione di imprese (20% ca. del totale nazionale); 2,5 milioni di addetti (13% ca. del totale nazionale); 1,3 milioni di dipendenti (10% ca. del totale nazionale); 324 miliardi di fatturato annuo (12% ca. del totale nazionale); 143 miliardi di valore aggiunto (13% ca. del totale nazionale); 24 miliardi l anno di investimenti (8% ca. del totale nazionale); 48,5 miliardi di spese per il personale (11% ca. del totale nazionale); I SERVIZI INNOVATIVI E TECNOLOGICI Proprio dalla considerazione che esiste, ormai dall inizio del nuovo millennio, un vasto campo di servizi alle imprese che fanno del mix di innovazione e di nuove tecnologie il loro know-how e il loro business, si è reso necessario valutare la dimensione economica e le principali caratteristiche strutturali e dinamiche dei servizi innovativi e tecnologici, settore in cui viene ricompresa una serie di attività legate da rapporti di contiguità funzionale e di interdipendenza strutturale che ne giustificano l inserimento nella stessa filiera. Qui di seguito se ne fornisce una descrizione sintetica con l indicazione, per ciascuna area, di alcune attività che ne fanno parte: 1. Comunicazione e marketing Studi di mercato, sondaggi di opinione, servizi di promozione pubblicitaria, agenzie di informazioni commerciali, agenzie di relazioni esterne, etc. 2. Consulenza Studi legali, tecnici e notarili, consulenza finanziaria e commerciale, servizi di selezione e collocamento di personale. 3. Ingegneria, territorio e ambiente Studi di architettura e ingegneria, aereofotogrammetria, cartografia, etc. Comunicazione e Stampa, Studi 3

4 4. Servizi integrati agli immobili e alle infrastrutture Servizi di compravendita e locazione di beni immobili, comprese le attività di facility management. 5. Informatica e attività connesse Servizi informatici, elaborazione elettronica dei dati, etc. 6. Prove, controlli, valutazione e certificazione Controlli di qualità, certificazioni, collaudi e analisi tecniche dei prodotti, ricerca e sviluppo. 7. Radiotelevisioni Programmazione e trasmissione di programmi radiofonici e televisivi. 8. Telecomunicazioni Reti di telecomunicazioni fisse e mobili, servizi di accesso a internet, etc. 9. Altri servizi per l economia e le persone Servizi per traduzione e interpretariato, agenzie di recupero crediti, logistica aziendale, attività dei call center, etc. CRESCITA E DIMENSIONI DEI SERVIZI INNOVATIVI E TECNOLOGICI A PADOVA E NEL VENETO La dinamica delle imprese Nel periodo compreso fra il e il le unità produttive (imprese e unità locali) dei servizi innovativi e tecnologici (SI) in provincia di Padova sono passate da unità locali a , con un aumento del +106,9%. Nello stesso periodo, il complesso delle imprese di tutti i settori (esclusa agricoltura) ha registrato un aumento del +24,6%: da unità locali a In particolare, il numero delle imprese manifatturiere è rimasto sostanzialmente stabile (+0,1% da a ), le unità locali delle costruzioni sono cresciute del +49,3% (da a ), gli altri comparti del terziario del +7,4% (da a ). L incidenza dei servizi innovativi e tecnologici sul totale delle imprese attive in provincia di Padova è passata dal 9,9% nel 1998 al 16,5% nel 2009, una percentuale superiore a quella del totale Veneto dove l incidenza dei SI è cresciuta dal 8,1% nel 1998 al 13,6% nel Nello stesso periodo, le aziende manifatturiere hanno subìto una quasi speculare contrazione, passando dal 21,8% del totale al 17,5% (nel Veneto dal 22,1 al 18,0%). Padova è la provincia veneta con il maggior numero di imprese dei SI: la sua quota sul totale regionale è del 24,9%. Alcune attività dei servizi innovativi e tecnologici hanno registrato nel periodo dinamiche di crescita particolarmente rilevanti: prime fra tutte le telecomunicazioni, passate da 25 a 222 unità locali con un incremento del +788%. Crescono del +169,2% (da 325 a 875) le attività di consulenza ingegneristica, del territorio e dell ambiente; del +122,9% quelle di prove, controlli e certificazioni (da 96 a 214 unità locali); del +120,1% quelle di comunicazione, marketing e altre attività di consulenza (da a 2.731). Crescono del +139,3% le unità locali di servizi integrati agli immobili e alle infrastrutture, che costituiscono quasi la metà del totale, passando da a unità. Aumentano le attività dell informatica, da a unità (+55,6%) e i servizi radiotelevisivi (+22%). Le variazioni sono tutte positive, come del resto avviene anche a livello regionale dove il risultato complessivo si mostra altrettanto importante: +110,9%. Comunicazione e Stampa, Studi 4

5 L andamento di maggiore interesse è rappresentato dal fatto che, anche in un anno come il 2009 caratterizzato da una pesante crisi trasversale a tutti i settori, nell ambito dei servizi innovativi e tecnologici si assista ad un ulteriore incremento nel numero delle aziende attive. Il settore realizza infatti una variazione positiva del +1,6%, a fronte di una contrazione nel numero complessivo delle aziende (-0,2%) con una punta del -1,7% nel settore manifatturiero. Nel dettaglio delle singole attività emerge un incremento sensibile (+9,2%) delle attività di consulenza ingegneristica, del territorio e dell ambiente, degli altri servizi per l economia e le persone (traduzione e interpretariato, agenzie di recupero crediti, logistica aziendale, attività dei call center, etc.) con il +8%, delle telecomunicazioni (+7,8%) e dei servizi radiotelevisivi (+7%); in flessione nel 2009 rispetto all anno precedente solo i servizi integrati agli immobili e alle infrastrutture (-0,4%). Le unità locali dei Servizi Innovativi e Tecnologici a Padova e nel Veneto Attività economiche Padova valore assoluto Valore assoluto var. % 09/98 Attività manifatturiere , ,5 0,1 Costruzioni , ,7 95,8 Servizi Innovativi e Tecnologici , ,5 106,9 Commercio, alberghi e altri servizi , ,3 7,4 Totale economia (senza agricoltura) , ,0 24,6 Veneto var. % 09/98 valore assoluto valore assoluto. Attività manifatturiere , ,0 3,0 Costruzioni , ,9 96,9 Servizi Innovativi e Tecnologici , ,6 110,9 Commercio, alberghi e altri servizi , ,4 10,0 Totale economia (senza agricoltura) , ,0 26,1 Fonte: Ufficio Studi Confindustria Padova su dati Infocamere Comunicazione e Stampa, Studi 5

6 Le unità locali dei Servizi Innovativi e Tecnologici a Padova var % 09/98 var % 09/08 Telecomunicazioni ,0 7,8 Servizi integrati agli immobili e alle infrastrutture ,3-0,4 Attività immobiliari su beni propri ,3-3,9 Locazione di beni immobili propri e sublocaz ,6 7,7 Attività immobiliare per conto terzi ,9-1,8 Informatica e attività connesse ,6 1,5 Consulenza per install. elaboratori elettronici ,9 186,2 Fornitura software e consulenza informatica ,3-1,2 Elaborazione elettronica dati ,4-0,2 Attività delle banche dati ,0 31,3 Manutenzione e riparazione macch. uff. e elaboratori ,9-4,7 Altre attività connesse all'informatica (1) ,6-2,9 Prove, controlli, valutazione e certificazione ,9 1,9 R & S scienze naturali e ingegneria ,0-3,8 R & S scienze sociali e umanistiche ,0 16,7 Collaudi e analisi tecniche ,0 4,2 Comunicazione, marketing e consulenza ,1 0,7 Pubblicità ,1 3,5 Servizi ricerca, selezione e fornitura personale ,3-14,9 Att. legali, contabilità, consulenza fiscale e direzionale ,9 0,9 Ingegneria, territorio e ambiente ,2 9,2 Altri servizi per l'economia e le persone ,1 8,0 Radiotelevisione ,0 7,0 TOTALE SERVIZI INNOVATIVI E TECNOLOGICI ,9 1,6 Le unità locali dei Servizi Innovativi e Tecnologici nel Veneto var % 09/98 var % 09/08 Telecomunicazioni ,7 3,4 Servizi integrati agli immobili e alle infrastrutture ,6 0,5 Attività immobiliari su beni propri ,5-2,7 Locazione di beni immobili propri e sublocaz ,3 8,1 Attività immobiliare per conto terzi ,7-2,0 Informatica e attività connesse ,1 2,0 Consulenza per install. elaboratori elettronici ,5 155,0 Fornitura software e consulenza informatica ,2-0,3 Elaborazione elettronica dati ,9 0,7 Attività delle banche dati ,7 29,5 Manutenzione e riparazione macch. uff. e elaboratori ,4-1,0 Altre attività connesse all'informatica ,2-1,7 Prove, controlli, valutazione e certificazione ,1 4,9 R & S scienze naturali e ingegneria ,8 4,4 R & S scienze sociali e umanistiche ,7 15,6 Collaudi e analisi tecniche ,2 4,4 Comunicazione, marketing e consulenza ,8 8,2 Pubblicità ,9 3,2 Servizi ricerca, selezione e fornitura personale ,3-8,7 Att. legali, contabilità, consulenza fiscale e direzionale ,0 17,5 Ingegneria, territorio e ambiente ,8 3,9 Altri servizi per l'economia e le persone ,3 4,5 Radiotelevisione ,6 0,5 TOTALE SERVIZI INNOVATIVI E TECNOLOGICI ,9 2,2 Fonte: Ufficio Studi Confindustria Padova su dati CCIAA di Padova Comunicazione e Stampa, Studi 6

7 Le unità locali dei Servizi Innovativi e Tecnologici: peso di Padova sul Veneto Telecomunicazioni 41,7 23,4 24,4 Servizi integrati agli immobili e alle infrastrutture 22,7 22,5 22,3 Attività immobiliari su beni propri 23,9 23,1 22,8 Locazione di beni immobili propri e sublocaz. 31,2 21,4 21,4 Attività immobiliare per conto terzi 12,3 22,4 22,5 Informatica e attività connesse 24,2 24,1 24,0 Consulenza per install. elaboratori elettronici 18,4 29,0 32,5 Fornitura software e consulenza informatica 26,1 25,9 25,7 Elaborazione elettronica dati 23,9 22,6 22,4 Attività delle banche dati 19,4 18,2 18,4 Manutenzione e riparazione macch. uff. e elaboratori 24,1 24,6 23,6 Altre attività connesse all'informatica 21,1 24,8 24,4 Prove, controlli, valutazione e certificazione 24,9 22,4 21,8 R & S scienze naturali e ingegneria 30,7 28,8 26,6 R & S scienze sociali e umanistiche 21,1 26,7 26,9 Collaudi e analisi tecniche 21,8 19,3 19,3 Comunicazione, marketing e consulenza 54,5 46,4 43,2 Pubblicità 27,4 24,6 24,6 Servizi ricerca, selezione e fornitura personale 32,7 23,1 21,5 Att. legali, contabilità, consulenza fiscale e direzionale 97,0 74,8 64,2 Ingegneria, territorio e ambiente 20,4 25,1 26,4 Altri servizi per l'economia e le persone 22,7 21,6 22,3 Radiotelevisione 29,2 31,1 33,2 TOTALE SERVIZI INNOVATIVI E TECNOLOGICI 25,4 25,1 24,9 Fonte: Ufficio Studi Confindustria Padova su dati CCIAA di Padova L andamento dell occupazione Nel periodo compreso fra i due ultimi censimenti Istat ( ) gli occupati nei servizi innovativi e tecnologici in provincia di Padova sono passati da a , pari a un aumento del +105,2%. Nel 2001 gli addetti ai SI rappresentavano l 11,3% del totale della forza lavoro occupata: Padova era la provincia veneta con la più alta incidenza di addetti in questo comparto. Già nel 1991 la composizione degli occupati a Padova mostrava un peso consistente dei servizi innovativi, pari al 6,2% del totale contro il 5,2% del Veneto, indicando come questa provincia percorresse prima di altre la strada di una terziarizzazione di qualità. Fra il 1991 e il 2001 sono stati creati in provincia di Padova nuovi posti di lavoro (da a ). La metà di questi sono stati creati nei servizi innovativi e tecnologici (20.938), a fronte di un calo di addetti nelle attività manifatturiere (da a ). Comunicazione e Stampa, Studi 7

8 Addetti ai Servizi Innovativi e Tecnologici a Padova e nel Veneto Attività economiche Padova valore valore assoluto assoluto var. % add. 01/91 Attività manifatturiere , ,5-1,0 Costruzioni , ,6 15,8 Servizi Innovativi e Tecnologici , ,3 105,2 Commercio, alberghi e altri servizi , ,7 11,0 Totale economia (senza agricoltura) (1) , ,0 12,9 Veneto valore valore assoluto assoluto. var. % add. 01/91 Attività manifatturiere , ,0 2,3 Costruzioni , ,9 17,8 Servizi Innovativi e Tecnologici , ,1 96,5 Commercio, alberghi e altri servizi , ,9 12,1 Totale economia (senza agricoltura) , ,0 13,2 Fonte: Ufficio Studi Confindustria Padova su dati ISTAT Una recente stima dell Ufficio Studi di Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici basata su dati ISTAT ed EUROSTAT consente di aggiornare i dati relativi agli addetti al 2009, fissandone il totale a : in più rispetto al 1999 (28.600). Padova concentra il 20,5% del totale regionale degli addetti ai SI e realizza un incremento nel decennio del +66,8%. Tale percentuale sale al +82,1% nel comparto dei servizi di comunicazione, marketing e consulenza (ingegneristica e altra). Fra il 1999 e il 2009 il peso dell occupazione nei SI è passato dall 8,6% del totale provinciale (escluso agricoltura) al 12,0% (11,3% nella media del Veneto). Addetti ai Servizi Innovativi e Tecnologici a Padova e nel Veneto Padova var % Veneto '09/' peso % var % Pd/Veneto '09/' Telecomunicazioni , ,0 28,0 34,0 Attività Immobiliari , ,8 20,4 20,6 Informatica , ,3 24,7 29,7 Ricerca & Sviluppo , ,7 23,1 32,1 Altri servizi alle imprese (Pubblicità, Marketing, Comunicazione, Ingegneria, Servizi professionali) , ,9 16,5 17,3 RadioTv , ,5 33,3 33,3 Totale , ,0 19,5 20,5 Fonte: Stima Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici su dati ISTAT, EUROSTAT Comunicazione e Stampa, Studi 8

9 La ricchezza prodotta Le imprese di servizi innovativi e tecnologici generano l 11,2% della ricchezza (valore aggiunto) prodotta in provincia di Padova nel 2009, pari a milioni di euro. Il contributo di questo settore al totale del valore aggiunto continua ad aumentare: nell ultimo decennio l incremento è stato del +94,5%. Stessa dinamica, ma meno veloce, si riscontra nella media regionale (+80,6%), anche se l incidenza dei SI sul totale del valore aggiunto (9,4% nel 2009) è inferiore a quella registrata in provincia di Padova (11,2%). Valore aggiunto dei Servizi Innovativi e Tecnologici a Padova e nel Veneto Migliaia di euro Padova var % Veneto '09/' peso % Pd/Veneto var % '09/' Telecomunicazioni , ,4 28,0 34,0 Attività Immobiliari , ,8 20,4 20,6 Informatica , ,8 24,7 29,7 Ricerca & Sviluppo , ,6 23,1 32,1 Altri servizi alle imprese (Pubblicità, Marketing, Comunicazione, Ingegneria, Servizi professionali) , ,8 16,5 17,3 RadioTv , ,0 33,3 33,3 Totale , ,6 20,9 22,5 Fonte: Stima Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici su dati ISTAT, EUROSTAT La congiuntura dei servizi innovativi e tecnologici sulla base dell indagine VenetoCongiuntura Dal primo trimestre 2009 l indagine VenetoCongiuntura di Unioncamere relativa alle imprese dei servizi è stata parzialmente revisionata allo scopo di ottenere stime significative anche a livello provinciale. In particolare l attenzione è stata rivolta a tre specifici settori economici: alberghi, ristoranti e servizi turistici; trasporti e logistica; servizi innovativi e tecnologici. Quest ultimo settore è stato ottenuto accorpando le attività connesse all informatica e alle telecomunicazioni con quello dei servizi avanzati alle imprese. Principali indicatori congiunturali dei servizi innovativi e tecnologici (var. anno precedente) 1 trim 09 2 trim 09 3 trim 09 4 trim 09 Media trim 10 Padova Fatturato -13,4-3,7 +12,2 +1,8-0,8 +19,3 Prezzi di vendita +0,6-1,8-1,4-2,1-1,2-1,3 Occupazione -12,4 +4,7 +2,6 +3,1-0,5 +5,0 Veneto Fatturato -1,1 2,8 6,4-0,6-0,8 +10,3 Prezzi di vendita -0,1-0,6-1,4-1,2-1,2-0,2 Occupazione -1,0 +3,0 +2,4 +1,3 +1,3 +3,2 Fonte: Ufficio Studi Confindustria Padova su dati CCIAA di Padova - Indagine VenetoCongiuntura Comunicazione e Stampa, Studi 9

10 Secondo i dati di VenetoCongiuntura i servizi innovativi e tecnologici, a differenza degli altri settori del terziario, hanno evidenziato una buona performance nel corso del Il fatturato ha registrato una variazione media annua del -0,8%, valore negativo dovuto però all andamento del primo (-13,4%) e secondo (-3,7%) trimestre, dal momento che nel terzo trimestre si registra un ottima performance (+12,2%) confermata dal valore positivo del quarto (+1,8%). Buona anche la dinamica dei prezzi di vendita, in aumento solo nel primo trimestre (+0,6%) con una variazione annua del -1,2%. Dati positivi anche sul versante dell occupazione, che pur registrando una variazione media annua pari a -0,5%, mostra dati col segno più dal secondo trimestre del Stando a questi risultati si tratta dell unico settore di attività che è riuscito a mantenere un trend positivo nell anno della crisi, confermando il ruolo trainante per la crescita dell economia provinciale. Gli andamenti del primo trimestre 2010 confermano e consolidano questi dati, con il fatturato in aumento del +19,3%, i prezzi in calo del -1,3% e l occupazione in aumento del +5% (da valutare, però, tenendo conto che il confronto è con il primo trimestre 2009, forse il punto più basso della crisi). La formazione superiore L investimento in alta formazione, con l innovazione e l internazionalizzazione, è un asset su cui si deve agire se si intende riposizionare il sistema produttivo verso un economia della conoscenza, generata dall integrazione tra industria innovativa e servizi innovativi e tecnologici. La presenza di una Università ad elevato valore aggiunto come quella padovana costituisce una formidabile opportunità in una fase in cui è fondamentale potere disporre di un capitale umano di prim ordine. I numeri di Padova sono significativi. L Ateneo padovano si colloca al quarto posto in Italia per numero di laureati/diplomati dopo le Università di Roma, Bologna, Napoli. Sono i cervelli laureati a Padova nel 2009, il 4% del totale nazionale. Se a questo si aggiunge che in termini di iscritti l Università di Padova rappresenta invece il 3,4% del totale, risulta evidente la efficienza/efficacia della formazione superiore presente sul territorio. L occupabilità dei laureati inoltre sembra avere a Padova una marcia in più. Se si considera la condizione occupazionale dei laureati a un anno, tre anni e cinque anni dalla laurea si può osservare come le percentuali sul totale si mantengano costantemente superiori a quelle registrate nella media degli atenei italiani. Nel 2009 la percentuale di occupati laureati a Padova nel 2008 è del 62,4%, a fronte del 57,5% del totale degli atenei; sui laureati nel 2006 la quota di occupati è dell 85,7% (77,7% il dato nazionale), nel 2004 del 92,2% (86,9%). Comunicazione e Stampa, Studi 10

11 Studenti laureati/diplomati nel Primi 10 Atenei Totale di cui donne Roma - Università degli studi "La Sapienza" Bologna - Università degli studi Napoli - Università degli studi "Federico II" Padova - Università degli studi Torino - Università degli studi Firenze - Università degli studi Milano - Università degli studi Milano - Politecnico Milano - Università Cattolica del "Sacro Cuore" Catania - Università degli studi TOTALE ATENEI ITALIANI Fonte: Ufficio Studi Confindustria Padova su dati MIUR Tasso di occupazione dei laureati a uno/tre/cinque anni dalla laurea nell Università di Padova - Indagine a un anno* a tre anni** a cinque anni** Agraria 63,3 83,3 91,7 Economia 55,6 60,0 95,7 Farmacia 89,0 94,4 96,6 Giurisprudenza 51,8 59,7 94,9 Ingegneria 58,0 96,8 98,0 Lettere e Filosofia 52,8 72,9 85,5 Medicina e Chirurgia 92,9 89,3 95,1 Medicina veterinaria 68,7 90,0 100,0 Psicologia 45,2 84,4 89,9 Scienze della Formazione 84,9 91,9 96,1 Scienze mm.ff.nn. 48,2 91,5 84,3 Scienze politiche 60,1 87,1 90,4 Scienze statistiche 65,2 non disponibile 100,0 Totale Padova 62,4 85,7 92,2 Totale Atenei 57,5 77,7 86,9 Fonte: Ufficio Studi Confindustria Padova su dati Alma Laurea * dati riferiti a tutti i laureati ** dati riferiti ai laureati pre-riforma Comunicazione e Stampa, Studi 11

I SERVIZI MANTENGONO IL TREND DI CRESCITA :+0,6% NEGATIVO L ANDAMENTO DELLE VENDITE AL DETTAGLIO:-1%

I SERVIZI MANTENGONO IL TREND DI CRESCITA :+0,6% NEGATIVO L ANDAMENTO DELLE VENDITE AL DETTAGLIO:-1% Venezia, 26 dicembre 2008 COMUNICATO STAMPA Indagine congiunturale Unioncamere del Veneto sulle imprese del commercio e dei servizi III trimestre 2008 I SERVIZI MANTENGONO IL TREND DI CRESCITA :+0,6% NEGATIVO

Dettagli

LA PUBBLICITA IN SICILIA

LA PUBBLICITA IN SICILIA LA PUBBLICITA IN SICILIA Quadro produttivo, articolazione della spesa e strategie di sviluppo Paolo Cortese Responsabile Osservatori Economici Istituto G. Tagliacarne Settembr e 2014 Gli obiettivi del

Dettagli

Costruzioni: mercato interno sempre più debole. Niente ripresa nel 2014

Costruzioni: mercato interno sempre più debole. Niente ripresa nel 2014 Costruzioni: mercato interno sempre più debole. Niente ripresa nel 2014 Roma 28 novembre 2013 - Nel 2012 il volume economico generato dal sistema italiano delle costruzioni, compresi i servizi, è stato

Dettagli

8. Occupazione e forze di lavoro

8. Occupazione e forze di lavoro 8. Occupazione e forze di lavoro Dall Indagine continua sulle forze di lavoro condotta dall Istat risulta che nel 2005 erano occupate, a Roma, 1.086.092 persone, mentre a livello provinciale gli occupati,

Dettagli

CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 3 trimestre 2015 e previsioni 4 trimestre 2015

CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 3 trimestre 2015 e previsioni 4 trimestre 2015 CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 3 trimestre 2015 e previsioni 4 trimestre 2015 Udine, 20 novembre 2015 Corso Vittorio Emanuele II, 47-33170 Pordenone - Tel. +39 0434 381211 - fax +39 0434

Dettagli

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e Centro Studi COSTRUZIONI: ANCORA IN CALO I LIVELLI PRODUTTIVI MA EMERGONO ALCUNI SEGNALI POSITIVI NEL MERCATO RESIDENZIALE, NEI MUTUI ALLE FAMIGLIE E NEI BANDI DI GARA I dati

Dettagli

L economia della Lombardia

L economia della Lombardia Presentazione Rapporto Cremona giugno 15 giugno 2015 2015 Sala Maffei - Camera di Commercio, Cremona 15 giugno 2015 La congiuntura la contabilità nazionale Le prime stime indicano (finalmente) segnali

Dettagli

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica:

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica: VERSIONE PROVVISORIA Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano Audizione dell Istituto nazionale di statistica: Dott. Roberto Monducci Direttore

Dettagli

SPECULA LOMBARDIA. 19 novembre 2013 Cristina Zanni Area Ricerca Formaper

SPECULA LOMBARDIA. 19 novembre 2013 Cristina Zanni Area Ricerca Formaper SPECULA LOMBARDIA 19 novembre 2013 Cristina Zanni Area Ricerca Formaper Gli approfondimenti Andamento della domanda di lavoro in relazione allo stock di laureati per settore I profili richiesti dai principali

Dettagli

Flash Industria 4.2011

Flash Industria 4.2011 15 febbraio 2011 Flash Industria 4.2011 Nel quarto trimestre 2011, sulla base dell'indagine VenetoCongiuntura, la produzione industriale ha registrato una flessione del -1,4 per cento rispetto allo stesso

Dettagli

Regione Campania. 1. Dati congiunturali del secondo trimestre 2014

Regione Campania. 1. Dati congiunturali del secondo trimestre 2014 1 Regione Campania 1. Dati congiunturali del secondo trimestre 2014 Il saldo tra iscrizioni e cessazioni Il secondo trimestre del 2014 mostra un deciso rafforzamento numerico del sistema imprenditoriale

Dettagli

PRIMO RAPPORTO SULLA COOPERAZIONE IN ITALIA. Giuseppe Roma DG Censis. Roma 29 novembre 2012

PRIMO RAPPORTO SULLA COOPERAZIONE IN ITALIA. Giuseppe Roma DG Censis. Roma 29 novembre 2012 PRIMO RAPPORTO SULLA COOPERAZIONE IN ITALIA Giuseppe Roma DG Censis Roma 29 novembre 2012 La forza della cooperazione nell economia italiana 80 mila cooperative Circa 1 milione 350 mila occupati (7,2%

Dettagli

L INDUSTRIA VENETA AFFRONTA LO SHOCK FINANZIARIO

L INDUSTRIA VENETA AFFRONTA LO SHOCK FINANZIARIO Venezia, 10 novembre 2008 COMUNICATO STAMPA Indagine congiunturale di Unioncamere del Veneto sulle imprese manifatturiere III trimestre 2008 L INDUSTRIA VENETA AFFRONTA LO SHOCK FINANZIARIO Trimestre negativo

Dettagli

6 marzo 2015. Andamento del valore aggiunto totale e dei servizi (Numero indice I trim. 2008 = 100, valori concatenati)

6 marzo 2015. Andamento del valore aggiunto totale e dei servizi (Numero indice I trim. 2008 = 100, valori concatenati) Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO. I risultati del comparto siderurgico. Apparecchi meccanici. Macchine elettriche

Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO. I risultati del comparto siderurgico. Apparecchi meccanici. Macchine elettriche Osservatorio24 def 27-02-2008 12:49 Pagina 7 Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO 2.1 La produzione industriale e i prezzi alla produzione Nel 2007 la produzione industriale

Dettagli

Il mercato immobiliare a Bologna nel 2012. Luglio 2013

Il mercato immobiliare a Bologna nel 2012. Luglio 2013 Il mercato immobiliare a Bologna nel 2012 Luglio 2013 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione a cura di: Marisa Corazza Mappe a cura di:

Dettagli

Ufficio Statistica. NELLA PROVINCIA DI RIMINI Anno Accademico 2008 / 2009

Ufficio Statistica. NELLA PROVINCIA DI RIMINI Anno Accademico 2008 / 2009 Ufficio Statistica 8 OSSERVATORIO ISTRUZIONE UNIVERSITARIA NELLA PROVINCIA DI RIMINI Anno Accademico 2008 / 2009 Coordinamento: Dott.ssa Rossella Salvi Rilevazione ed elaborazione dati: Nicola Loda Fonte:

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 16 DICEMBRE 2010 Microimprese ancora in affanno ma emergono i primi timidi segnali di miglioramento negli investimenti Calano

Dettagli

L ISTRUZIONE UNIVERSITARIA NELLA PROVINCIA DI RIMINI

L ISTRUZIONE UNIVERSITARIA NELLA PROVINCIA DI RIMINI L ISTRUZIONE UNIVERSITARIA NELLA PROVINCIA DI RIMINI 1) GLI STUDENTI UNIVERSITARI RESIDENTI NELLA PROVINCIA DI RIMINI 1 Nell anno accademico 2003/2004 i riminesi iscritti a Corsi di Laurea (vecchio e nuovo

Dettagli

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 25/01/2013

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 25/01/2013 Elaborazione flash Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 25/01/2013 Alcuni indicatori economici Focus sull artigianato nella provincia di Vicenza Dati a supporto della mobilitazione nazionale Rete Imprese

Dettagli

PROGETTO DITER. Secondaria di I grado

PROGETTO DITER. Secondaria di I grado Scheda D.I.Ter N. 9/aggiornamento a giugno 2013 Allievi stranieri a scuola in Piemonte. Aggiornamento 2012 La crescita del numero di allievi stranieri in Piemonte è proseguita nell anno scolastico 2011/12

Dettagli

2.5 Imprese, creatività e internazionalizzazione

2.5 Imprese, creatività e internazionalizzazione 2.5 Imprese, creatività e internazionalizzazione La creatività è uno dei principali driver della competitività del nostro sistema produttivo. Le imprese che investono in creatività e nelle capacità individuali

Dettagli

MOVIMPRESE NATALITA E MORTALITA DELLE IMPRESE ITALIANE REGISTRATE PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA - 2 TRIMESTRE 2015 -

MOVIMPRESE NATALITA E MORTALITA DELLE IMPRESE ITALIANE REGISTRATE PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA - 2 TRIMESTRE 2015 - MOVIMPRESE NATALITA E MORTALITA DELLE IMPRESE ITALIANE REGISTRATE PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA - 2 TRIMESTRE 2015 - Sono 96.369 le imprese registrate alla Camera di commercio al 30 giugno 2015,

Dettagli

La laurea giusta per trovare

La laurea giusta per trovare La laurea giusta per trovare un lavoro stabile e soddisfacente Diplomati e laureati: quanti trovano lavoro Con un titolo di studio elevato si riesce a trovare lavoro più facilmente. Lo confermano i risultati

Dettagli

Padova, 28 Marzo 2007. a cura di: Osservatorio sul Mercato Locale del Lavoro Roberta Rosa

Padova, 28 Marzo 2007. a cura di: Osservatorio sul Mercato Locale del Lavoro Roberta Rosa Università degli Studi di Padova Servizio Stage e Mondo del Lavoro Occupazione e professionalità nelle imprese venete di consulenza amministrativa, fiscale, legale e notarile Progetto FSE Ob. 3 Mis. C1

Dettagli

La laurea giusta per trovare

La laurea giusta per trovare La laurea giusta per trovare un lavoro stabile e soddisfacente? Diplomati e laureati: quanti trovano lavoro? Con un titolo di studio elevato si riesce a trovare lavoro più facilmente. Lo confermano i risultati

Dettagli

I principali risultati dell Osservatorio Intesa Sanpaolo-Mediocredito sui contratti di rete in Italia. Giovanni Foresti Servizio Studi e Ricerche

I principali risultati dell Osservatorio Intesa Sanpaolo-Mediocredito sui contratti di rete in Italia. Giovanni Foresti Servizio Studi e Ricerche I principali risultati dell Osservatorio Intesa Sanpaolo-Mediocredito sui contratti di rete in Italia Giovanni Foresti Servizio Studi e Ricerche Torino, 3 luglio 2014 Agenda 1 L identikit delle imprese

Dettagli

COMUNE DI REGGIO EMILIA. Osservatorio economico, coesione sociale, legalità Economia e Credito Luglio 2010

COMUNE DI REGGIO EMILIA. Osservatorio economico, coesione sociale, legalità Economia e Credito Luglio 2010 Osservatorio economico, coesione sociale, legalità Economia e Credito Luglio 21 1 Pagina Pagina Pagina Demografia delle imprese reggiane Andamento congiunturale Fallimenti Pagina Pagina Protesti Credito

Dettagli

1. PREMESSA. Politecnico Innovazione 1

1. PREMESSA. Politecnico Innovazione 1 E-BUSINESS IN CIFRE 1. PREMESSA Valutare il grado di penetrazione dell e-business nelle Pmi significa analizzare qual è il ruolo che le tecnologie sono chiamate a svolgere all interno delle aziende: nelle

Dettagli

INDICATORI SOCIO-ECONOMICI SU FIRENZE

INDICATORI SOCIO-ECONOMICI SU FIRENZE L istruzione a Firenze La diffusione dell istruzione tra le varie classi della popolazione non soltanto misura l efficacia del sistema scolastico di un dato sistema sociale, ma fornisce anche una misura

Dettagli

L ECONOMIA REGGIANA alle soglie del 2015

L ECONOMIA REGGIANA alle soglie del 2015 Osservatorio economico, coesione sociale, legalità L ECONOMIA REGGIANA alle soglie del 2015 i principali indicatori A cura dell Ufficio Studi della Camera di Commercio di Il contesto internazionale Stime

Dettagli

Flash Industria 3.2011

Flash Industria 3.2011 08 novembre 2011 Flash Industria 3.2011 Nel terzo trimestre 2011, sulla base dell'indagine VenetoCongiuntura, la produzione industriale ha registrato una crescita del +2,0 per cento rispetto allo stesso

Dettagli

Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione

Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione - 26 maggio 2015 - Continua a crescere il numero di start-up innovative nel nostro Paese: a fine aprile avevano

Dettagli

Identità, specificità, fabbisogni e traiettorie di sviluppo delle imprese del Terziario Innovativo

Identità, specificità, fabbisogni e traiettorie di sviluppo delle imprese del Terziario Innovativo Identità, specificità, fabbisogni e traiettorie di sviluppo delle imprese del Terziario Innovativo Cosenza, 21 maggio 2014 Finalità della ricerca 1. Offrire un contributo conoscitivo relativamente a consistenze

Dettagli

Indagine L attività delle Agenzie Immobiliari in Italia nel 2010 Roma, aprile 2011

Indagine L attività delle Agenzie Immobiliari in Italia nel 2010 Roma, aprile 2011 Indagine L attività delle Agenzie Immobiliari in Italia nel 2010 Roma, aprile 2011 Obiettivi L Indagine sull attività delle Agenzie Immobiliari realizzata nel 2010 ha come obiettivo principale la verifica

Dettagli

BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A

BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A L economia del Veneto Venezia, 17 giugno 2014 Le imprese L'eredità della crisi Indice del PIL (2007=100) Nel Nord Est la riduzione cumulata del PIL è di 8 punti percentuali.

Dettagli

ROADSHOW PMI ECONOMIA, MERCATO DEL LAVORO E IMPRESE NEL VENETO. A cura dell Ufficio Studi Confcommercio

ROADSHOW PMI ECONOMIA, MERCATO DEL LAVORO E IMPRESE NEL VENETO. A cura dell Ufficio Studi Confcommercio ROADSHOW PMI ECONOMIA, MERCATO DEL LAVORO E IMPRESE NEL VENETO A cura dell Ufficio Studi Confcommercio LE DINAMICHE ECONOMICHE DEL VENETO Negli ultimi anni l economia del Veneto è risultata tra le più

Dettagli

INDAGINE TRIMESTRALE SETTORE SERVIZI. 1 trimestre 2015 Allegato Statistico. Unioncamere Lombardia Funzione Informazione economica

INDAGINE TRIMESTRALE SETTORE SERVIZI. 1 trimestre 2015 Allegato Statistico. Unioncamere Lombardia Funzione Informazione economica INDAGINE TRIMESTRALE SETTORE SERVIZI 1 trimestre 201 Allegato Statistico Unioncamere Lombardia Funzione Informazione economica Maggio 201 1. Gli indicatori congiunturali Nel primo trimestre 201 le imprese

Dettagli

2.1 Gli effetti della crisi sulle imprese

2.1 Gli effetti della crisi sulle imprese Osservatorio economico,coesione sociale, legalità 3 Rapporto sulla coesione sociale nella provincia di Reggio Emilia 2.1 Gli effetti della crisi sulle imprese COMUNE DI REGGIO EMILIA La crisi economica

Dettagli

Aprile 2008. Analisi dell andamento del mercato del lavoro e dei fabbisogni formativi nella provincia di Livorno

Aprile 2008. Analisi dell andamento del mercato del lavoro e dei fabbisogni formativi nella provincia di Livorno FABBISOGNI FORMATIVI E MERCATO DEL LAVORO Aprile 2008 Analisi dell andamento del mercato del lavoro e dei fabbisogni formativi nella provincia di Livorno L economia provinciale All interno dell economia

Dettagli

Ingegneri, Industria: creazione di valore tecnologico sociale

Ingegneri, Industria: creazione di valore tecnologico sociale Ingegneri, Industria: creazione di valore tecnologico sociale Venezia, 30 settembre 2015 La Tavola Rotonda si pone l obiettivo di analizzare i nuovi orientamenti che il sistema produttivo italiano può

Dettagli

OSSERVATORIO PERMANENTE

OSSERVATORIO PERMANENTE DIPARTIMENTO DI SCIENZE STATISTICHE PAOLO FORTUNATI UNIVERSITÀ DI BOLOGNA ALMA MATER STUDIORUM OSSERVATORIO PERMANENTE SUL TRASPORTO CAMIONISTICO IN INTERPORTO BOLOGNA INDAGINE CONGIUNTURALE - I SEMESTRE

Dettagli

CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 4 trimestre 2015 e previsioni 1 trimestre 2016

CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 4 trimestre 2015 e previsioni 1 trimestre 2016 CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 4 trimestre 2015 e previsioni 1 trimestre 2016 Trieste, 19 febbraio 2016 Corso Vittorio Emanuele II, 47-33170 Pordenone - Tel. +39 0434 381211 - fax +39 0434

Dettagli

STATO DI FATTO E DINAMICHE

STATO DI FATTO E DINAMICHE STATO DI FATTO E DINAMICHE Veneto e Treviso. Unità locali del totale economia DINAMICA RECENTE DEL TOTALE ECONOMIA ( numero indice 2012=100 ) VARIAZIONE PER MACROSETTORE 2012 2014 TREVISO 100,5 100 99,5

Dettagli

La situazione congiunturale per l industria manifatturiera trevigiana al primo trimestre 2015

La situazione congiunturale per l industria manifatturiera trevigiana al primo trimestre 2015 CONGIUNTURA & APPROFONDIMENTI Report n. 7 Maggio 2015 La situazione congiunturale per l industria manifatturiera trevigiana al primo trimestre 2015 A cura dell Area Studi e Sviluppo Economico Territoriale

Dettagli

INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI

INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI RISULTATI GENERALI Nel settore dei Servizi, come noto, sono presenti realtà produttive molto varie e tra loro non omogenee. Il settore ha dato nel complesso segni di

Dettagli

Costruzioni, investimenti in ripresa?

Costruzioni, investimenti in ripresa? Costruzioni, investimenti in ripresa? Secondo lo studio Ance nelle costruzioni c'è ancora crisi nei livelli produttivi ma si riscontrano alcuni segnali positivi nel mercato immobiliare e nei bandi di gara

Dettagli

Le imprese a Bologna nel 2013

Le imprese a Bologna nel 2013 Le imprese a Bologna nel 2013 Aprile 2014 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione: Stefano Venuti e Paola Ventura Le elaborazioni sono

Dettagli

FILIERA MULTIMEDIALE

FILIERA MULTIMEDIALE FILIERA MULTIMEDIALE Aggiornamento dati a Dicembre 2010 DEFINIZIONE DELLA FILIERA MULTIMEDIALE Definizione delle filiera Multimediale HARDWARE E ASSISTENZA TECNICA CANALE INDIRETTO SERVIZI E APPARATI DI

Dettagli

ADDETTI ALLA COMUNICAZIONE INTERNA D IMPRESA STATISTICHE. Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione?

ADDETTI ALLA COMUNICAZIONE INTERNA D IMPRESA STATISTICHE. Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione? ADDETTI ALLA COMUNICAZIONE INTERNA D IMPRESA STATISTICHE Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione? Laureati La principale facoltà che prepara gli ADDETTI ALLA COMUNICAZIONE

Dettagli

Unioncamere, lavoro: 47mila lavoratori difficili da reperire nel 2013, 18mila in meno del 2012 Unioncamere Ministero del Lavoro Job&Orienta

Unioncamere, lavoro: 47mila lavoratori difficili da reperire nel 2013, 18mila in meno del 2012 Unioncamere Ministero del Lavoro Job&Orienta Unioncamere, lavoro: 47mila lavoratori difficili da reperire nel 2013, 18mila in meno del 2012 Più evidente quest anno il disallineamento dovuto al numero di alcuni profili professionali o alle loro competenze

Dettagli

I principali risultati dell Osservatorio Intesa Sanpaolo-Mediocredito sui contratti di rete in Italia. Giovanni Foresti Servizio Studi e Ricerche

I principali risultati dell Osservatorio Intesa Sanpaolo-Mediocredito sui contratti di rete in Italia. Giovanni Foresti Servizio Studi e Ricerche I principali risultati dell Osservatorio Intesa Sanpaolo-Mediocredito sui contratti di rete in Italia Giovanni Foresti Servizio Studi e Ricerche Ascoli Piceno, 24 ottobre 2014 Agenda 1 L identikit delle

Dettagli

Il sistema creditizio in provincia di Pisa

Il sistema creditizio in provincia di Pisa Il sistema creditizio in provincia di Pisa Consuntivo anno 2013 Pisa, 31 luglio 2014. La presenza bancaria in provincia di Pisa risente del processo di riorganizzazione che sta attraversando il sistema

Dettagli

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO Ufficio Comunicazione&Studi Confartigianato del Veneto ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO INDAGINE CONGIUNTURALE ANDAMENTO 2 SEMESTRE 2010 PREVISIONE 1 SEMESTRE 2011 In collaborazione con INDAGINE

Dettagli

L INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA Il credito in provincia di Firenze al terzo trimestre 2013

L INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA Il credito in provincia di Firenze al terzo trimestre 2013 CAMERA DI COMMERCIO DI FIRENZE L INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA Il credito in provincia di Firenze al terzo trimestre 213 U.O. Statistica e studi III 213 Da questo trimestre inizia la pubblicazione di un

Dettagli

Lo scenario socio-economico del Mezzogiorno: l effetto della crisi su famiglie, giovani e imprese

Lo scenario socio-economico del Mezzogiorno: l effetto della crisi su famiglie, giovani e imprese Lo scenario socio-economico del Mezzogiorno: l effetto della crisi su famiglie, giovani e imprese Salvio CAPASSO Responsabile Ufficio Economia delle Imprese e del Territorio Napoli, 12 maggio 2015 Agenda

Dettagli

QUADERNO. n.2 2015 I QUADERNI. dell edilizia FUORI DAL TUNNEL. n.3 2015. primo identikit delle imprese edili

QUADERNO. n.2 2015 I QUADERNI. dell edilizia FUORI DAL TUNNEL. n.3 2015. primo identikit delle imprese edili QUADERNO tecnico n.2 2015 dell edilizia n.3 2015 FUORI DAL TUNNEL primo identikit delle imprese edili sommario Introduzione p. 3 Le cartine di tornasole dell edilizia p. 4 I segnali positivi p. 5 Identikit

Dettagli

Executive Summary Rapporto 2013/2014

Executive Summary Rapporto 2013/2014 Executive Summary Rapporto 2013/2014 In collaborazione con Anticipazione dei risultati Il settore del management consulting presenta Un mercato molto frammentato, dove sono presenti 18.450 imprese di cui

Dettagli

Bologna 76% Urbino 14,8% Milano 2,0% Ferrara 1,8% Ancona 1,5% Altri atenei 4,6%

Bologna 76% Urbino 14,8% Milano 2,0% Ferrara 1,8% Ancona 1,5% Altri atenei 4,6% L ISTRUZIONE UNIVERSITARIA NELLA PROVINCIA DI RIMINI 1) GLI STUDENTI UNIVERSITARI RESIDENTI NELLA PROVINCIA DI RIMINI 1 Il monitoraggio degli studenti riminesi iscritti a corsi di laurea, scuole di specializzazione

Dettagli

Le imprese del farmaco motore della rete dell hi-tech in Italia

Le imprese del farmaco motore della rete dell hi-tech in Italia Le imprese del farmaco motore della rete dell hi-tech in Italia La farmaceutica è un patrimonio manifatturiero che il Paese non può perdere La farmaceutica e il suo indotto 174 fabbriche 62.300 addetti

Dettagli

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE Estratto dall Osservatorio Congiunturale sull Industria delle Costruzioni Luglio 1985 1986 1987 1988 1989 1990 1991 1992 1993

Dettagli

Il Management Consulting in Italia

Il Management Consulting in Italia Il Management Consulting in Italia Sesto Rapporto 2014/2015 Università di Roma Tor Vergata Giovanni Benedetto Corrado Cerruti Simone Borra Andrea Appolloni Stati Generali del Management Consulting Roma,

Dettagli

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis Filiale di Campobasso, Banca d Italia Campobasso, 18 giugno 2015 L economia italiana La prolungata flessione del PIL si è attenuata Andamento

Dettagli

- 2 trimestre 2014 -

- 2 trimestre 2014 - INDAGINE TRIMESTRALE SULLA CONGIUNTURA IN PROVINCIA DI TRENTO - 2 trimestre 2014 - Sommario Riepilogo dei principali risultati... 2 Giudizio sintetico sul trimestre... 3 1. Il quadro generale... 4 1.1

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Salerno Indicatori socio-economici -0,60% -28,3%

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Salerno Indicatori socio-economici -0,60% -28,3% Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Marzo 13 SALERNO NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 13 1 Provincia di Indicatori socio-economici Figura 1 Negli ultimi dieci anni la popolazione

Dettagli

Capitolo 24. Risultati economici delle imprese

Capitolo 24. Risultati economici delle imprese Capitolo 24 Risultati economici delle imprese 24. Risultati economici delle imprese Per saperne di più... Eurostat. http://europa. eu.int/comm/eurostat. Imf. World economic outlook. Washington: 2012.

Dettagli

PROSPETTIVE DEL MERCATO IMMOBILIARE BUSINESS DI MONZA E BRIANZA NELLA COMPETIZIONE TRA TERRITORI. Elena Molignoni

PROSPETTIVE DEL MERCATO IMMOBILIARE BUSINESS DI MONZA E BRIANZA NELLA COMPETIZIONE TRA TERRITORI. Elena Molignoni PROSPETTIVE DEL MERCATO IMMOBILIARE BUSINESS DI MONZA E BRIANZA NELLA COMPETIZIONE TRA TERRITORI Elena Molignoni Mercato dei capannoni industriali Il comparto dei capannoni industriali ha evidenziato nel

Dettagli

Questa presentazione fornisce informazioni su quali sono gli sbocchi occupazionali dei laureati del 2009 che hanno terminato gli studi e si sono

Questa presentazione fornisce informazioni su quali sono gli sbocchi occupazionali dei laureati del 2009 che hanno terminato gli studi e si sono 1 Questa presentazione fornisce informazioni su quali sono gli sbocchi occupazionali dei laureati del 2009 che hanno terminato gli studi e si sono presentati sul mercato del lavoro. Tali informazioni provengono

Dettagli

Roma 20 maggio 2015 ore 10.30. Camera dei deputati Sala della Regina Piazza di Montecitorio

Roma 20 maggio 2015 ore 10.30. Camera dei deputati Sala della Regina Piazza di Montecitorio Roma 20 maggio 2015 ore 10.30 Camera dei deputati Sala della Regina Piazza di Montecitorio La domanda estera sostiene l economia PIL E COMPONENTI DELLA DOMANDA IN ITALIA Variazioni congiunturali percentuali

Dettagli

l Comuni del Chianti e le attività produttive: struttura e dinamica imprenditoriale dell Area

l Comuni del Chianti e le attività produttive: struttura e dinamica imprenditoriale dell Area l Comuni del Chianti e le attività produttive: struttura e dinamica imprenditoriale dell Area Impruneta, 20 ottobre 2012 Riccardo Perugi Unioncamere Toscana - Ufficio Studi Indice dei contenuti 1. Una

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Parma Indicatori socio-economici -41,7% Parma Indicatori immobiliari

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Parma Indicatori socio-economici -41,7% Parma Indicatori immobiliari Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Marzo 13 PARMA NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 13 1 Provincia di Indicatori socio-economici Figura 1 Negli ultimi dieci anni la popolazione è

Dettagli

Industria: I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012

Industria: I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012 34indicatori Industria: stabile la produzione I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012 E. S. Produzione sugli stessi livelli dello scorso anno, debole la domanda interna, ma rimane

Dettagli

Il settore metalmeccanico in provincia di Padova Al 30 giugno 2011

Il settore metalmeccanico in provincia di Padova Al 30 giugno 2011 Il settore metalmeccanico in provincia di Padova Al 30 giugno 2011 Collana Rapporti N. 631 INDICE 3 - Presentazione e sintesi 4 Parte 1^ Insediamenti produttivi a pag. 1.1- Totale provincia di Padova

Dettagli

L università piemontese nel 2014/15

L università piemontese nel 2014/15 5/6 6/7 7/8 8/9 9/1 1/11 11/12 12/13 13/14 14/15 L università piemontese nel 214/15 SISFORM Osservatorio sul sistema formativo piemontese ARTICOLO 2/ 215 (AGOSTO) QUANTI UNIVERSITARI STUDIANO IN PIEMONTE?

Dettagli

Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio

Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio C E N S I S Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio III Quadrimestre 2008 Monitor Lazio è promosso dall Unione Regionale delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura

Dettagli

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica Centro Studi Il Report I DATI CONTENUTI NEL RAPPORTO IMMOBILIARE 2015-SETTORE RESIDENZIALE DELL OSSERVATORIO DELL AGENZIA DELLE ENTRATE PUBBLICATO IL 2 LUGLIO SCORSO CASA, QUOTAZIONI IN PICCHIATA A SALERNO

Dettagli

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE IMPRESE: ANDAMENTO 2014

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE IMPRESE: ANDAMENTO 2014 BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE IMPRESE: ANDAMENTO 2014 SIMONE CAPECCHI * Cresce ancora la domanda di credito da parte delle imprese ma si raffredda negli ultimi 2 trimestri. Al

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI STRUTTURALI 4 TRIMESTRE 2014 START-UP INNOVATIVE Elaborazioni a: 20 gennaio 2015 Principali evidenze A fine dicembre 2014 il numero di startup innovative

Dettagli

VALORI ECONOMICI DELL AGRICOLTURA 1

VALORI ECONOMICI DELL AGRICOLTURA 1 VALORI ECONOMICI DELL AGRICOLTURA 1 Secondo i dati forniti dall Eurostat, il valore della produzione dell industria agricola nell Unione Europea a 27 Stati Membri nel 2008 ammontava a circa 377 miliardi

Dettagli

Tassi di crescita del tessuto imprenditoriale. Anni 2002-2012 2002 2003 2004 2005 2006* 2007* 2008* 2009* 2010* 2011*

Tassi di crescita del tessuto imprenditoriale. Anni 2002-2012 2002 2003 2004 2005 2006* 2007* 2008* 2009* 2010* 2011* Si attenua la dinamica imprenditoriale Scende, anche se di poco, per la prima volta in 10 anni il numero di imprese registrate a Torino e provincia. Cala il tasso di natalità e sale quello di mortalità.

Dettagli

TrendRa, l'indagine di CNA sull andamento economico e occupazionale dell artigianato a Ravenna

TrendRa, l'indagine di CNA sull andamento economico e occupazionale dell artigianato a Ravenna TrendRa, l'indagine di CNA sull andamento economico e occupazionale dell artigianato a Ravenna Venerdì 9 Ottobre 2015 Si intravede qualche segnale di ripresa, ma i principali indicatori economici rimangono

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2015 1. Venezia Evoluzione delle compravendite. Settore residenziale Settore non residenziale (1)

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2015 1. Venezia Evoluzione delle compravendite. Settore residenziale Settore non residenziale (1) Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Novembre 215 Venezia VENEZIA NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 215 1 Venezia Evoluzione delle compravendite Figura 1 Settore residenziale Settore

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

INDUSTRIA METALMECCANICA ITALIANA INDAGINE CONGIUNTURALE. Sintesi per la stampa

INDUSTRIA METALMECCANICA ITALIANA INDAGINE CONGIUNTURALE. Sintesi per la stampa INDUSTRIA METALMECCANICA ITALIANA INDAGINE CONGIUNTURALE Sintesi per la stampa Roma, 11 settembre 2014 Sintesi per la Stampa L attività produttiva del settore metalmeccanico, dopo la fase recessiva protrattasi

Dettagli

ENTE BILATERALE TURISMO Della Regione Lazio OSSERVATORIO DEL MERCATO DEL LAVORO NEL SETTORE TURISTICO

ENTE BILATERALE TURISMO Della Regione Lazio OSSERVATORIO DEL MERCATO DEL LAVORO NEL SETTORE TURISTICO ENTE BILATERALE TURISMO Della Regione Lazio OSSERVATORIO DEL MERCATO DEL LAVORO NEL SETTORE TURISTICO 1 Rapporto 2007 sulla occupazione nelle imprese ricettive, di viaggi e di ristorazione della Provincia

Dettagli

Le situazioni di crisi nel settore metalmeccanico

Le situazioni di crisi nel settore metalmeccanico Osservatorio sindacale Le situazioni di crisi nel settore metalmeccanico 17 S.O.S. INDUSTRIA METALMECCANICA In caduta libera i dati dell occupazione 17 Rapporto sulle situazioni di crisi nel settore metalmeccanico

Dettagli

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA Hannover Messe 2014 Walking Press Conference, 8 Aprile 2014 L industria Elettrotecnica ed Elettronica in Italia ANIE rappresenta da sessant anni l industria

Dettagli

PUBBLICI ESERCIZI E STUDI DI SETTORE Evidenze e prospettive

PUBBLICI ESERCIZI E STUDI DI SETTORE Evidenze e prospettive S Studi di Settore PUBBLICI ESERCIZI E STUDI DI SETTORE Evidenze e prospettive L analisi dei risultati derivanti dall applicazione degli studi di settore offre molteplici spunti di riflessione in relazione

Dettagli

rapporto sull economia della provincia di Rimini

rapporto sull economia della provincia di Rimini rimini 18 marzo 2016 rapporto sull economia della provincia di Rimini Massimo Guagnini riservatezza Questo documento è la base per una presentazione orale, senza la quale ha quindi limitata significatività

Dettagli

La Ricerca e Sviluppo in Italia nel periodo 2003-2005

La Ricerca e Sviluppo in Italia nel periodo 2003-2005 7 ottobre 2005 La Ricerca e Sviluppo in Italia nel periodo 2003-2005 L Istat presenta i principali risultati delle rilevazioni sulla Ricerca e Sviluppo intra-muros 1 (R&S) in Italia, riferiti alle imprese,

Dettagli

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza l andamento dell economia reale e della finanza PL e Credito Bancario Perché un report trimestrale? A partire dal mese di dicembre 2014 SE Consulting ha avviato un analisi che mette a disposizione delle

Dettagli

Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i trend e le proposte per la crescita

Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i trend e le proposte per la crescita Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i trend e le proposte per la crescita Alessandro Nova Università L. Bocconi Roma, 18 febbraio 2014 Filiera della carta 2014 - Alessandro Nova 1 La Filiera della

Dettagli

Il commercio internazionale dei servizi: il turismo

Il commercio internazionale dei servizi: il turismo Il commercio internazionale dei servizi: il turismo Grafico 1 Andamento del tasso di cambio fra Euro e Dollaro Usa La situazione di instabilità politica e sociale che ha come epicentro il Medio Oriente

Dettagli

MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI

MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI Silvano Carletti * Nei suoi primi cinque appuntamenti (l ultimo a fine settembre 2015) il Targeted Longer-Term Refinancing Operations (TLTRO)

Dettagli

Claudio GAGLIARDI Segretario Generale Unioncamere

Claudio GAGLIARDI Segretario Generale Unioncamere GreenItaly Rapporto NUTRIRE IL FUTURO 2013 Claudio GAGLIARDI Segretario Generale Unioncamere L attuale momento della vita economica del Paese AUMENTANO I FALLIMENTI 8.900 nei primi 9 mesi dell anno: +6%

Dettagli

Capitolo 2.3. La situazione internazionale. Relazione Annuale

Capitolo 2.3. La situazione internazionale. Relazione Annuale Capitolo 2.3 Il turismo in Piemonte Carlo Alberto Dondona Si ringraziano Cristina Bergonzo (Sviluppo Piemonte Turismo), Amedeo Mariano(Città Metropolitana di Torino Sistema Informativo Turistico) La situazione

Dettagli

REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato

REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato OSSERVATORIO CONGIUNTURALE SULL ARTIGIANATO E LA PICCOLA IMPRESA IN LIGURIA L Osservatorio Congiunturale sull Artigianato e la Piccola Impresa in Liguria

Dettagli

LE VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA FOCUS SULL INDUSTRIA FARMACEUTICA

LE VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA FOCUS SULL INDUSTRIA FARMACEUTICA LE VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA FOCUS SULL INDUSTRIA FARMACEUTICA Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare, diceva Seneca. Oggi l Italia, con la crisi quasi alle spalle

Dettagli

L industria immobiliare italiana 2012: opportunità per la crescita

L industria immobiliare italiana 2012: opportunità per la crescita L industria immobiliare italiana 2012: opportunità per la crescita GUALTIERO TAMBURINI ASSEMBLEA ANNUALE FEDERIMMOBILIARE ROMA, 18 GENNAIO 2012 Il quadro macroeconomico PIL ed occupazione (variazioni %

Dettagli

Lunedì 9 presentazione della ricerca con l assessore Aprea Lombardia, tre laureati su quattro trovano lavoro entro un anno Milano Bergamo Brescia

Lunedì 9 presentazione della ricerca con l assessore Aprea Lombardia, tre laureati su quattro trovano lavoro entro un anno Milano Bergamo Brescia Lunedì 9 presentazione della ricerca con l assessore Aprea Lombardia, tre laureati su quattro trovano lavoro entro un anno Stabile (19%), a termine (18%), stage (12%), impresa (12%) Grazie al Jobs Act

Dettagli