TIPI DI TITOLI ABILITATIVI NECESSARI PER L ESECUZIONE DEGLI INTERVENTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TIPI DI TITOLI ABILITATIVI NECESSARI PER L ESECUZIONE DEGLI INTERVENTI"

Transcript

1 TIPI DI TITOLI ABILITATIVI NECESSARI PER L ESECUZIONE DEGLI INTERVENTI Manutenzione Ordinaria Il proprietario dell immobile può effettuare l intervento senza effettuare nessuna comunicazione al Comune. senza asseverazione del professionista. con asseverazione del professionista SCIA. Il proprietario deve solamente depositare il modello di comunicazione disponibile sul sito internet prima di procedere all esecuzione dei lavori senza attendere autorizzazione comunale. Per tali tipi di opere non è necessario rivolgersi ad un professionista abilitato. L intervento è gratuito e può essere realizzato successivamente all inoltro del modello. Per effettuare la comunicazione di inizio lavori, il proprietario deve rivolgersi ad un professionista(geometra, Architetto, Ingegnere) per far compilare l asseverazione sull apposito modello scaricabile direttamente dal link, successivamente al deposito presso gli Uffici Comunali potrà procedere all esecuzione dei lavori senza attendere autorizzazione. L intervento non è soggetto a diritti di segreteria La segnalazione certificata di inizio attività permette al cittadino di iniziare immediatamente l attività edilizia previa presentazione della documentazione necessaria a firma di un professionista abilitato. L intervento è soggetto al pagamento dei diritti di segreteria pari a 52,00, pratica amministrativa che permette al cittadino, rivolgendosi ad un professionista(geometra, Architetto ecc.), di iniziare i lavori attendendo il silenzio assenso del Comune dopo 30 giorni dal deposito presso gli Uffici Comunali. L intervento è soggetto al pagamento dei diritti di segreteria pari a 52,00. E necessario predisporre un progetto a firma di un professionista abilitato ed attendere il rilascio del Permesso da parte del Comune che avverrà mediamente in giorni dalla presentazione della pratica a seconda della complessità dell intervento. L intervento è soggetto al pagamento dei diritti di segreteria pari a 52,00

2 Abbaini TIPO DI INTERVENTO MODALITÀ Costruzione di nuovi abbaini TIPO DI AUTORIZZAZIONE NECESSARIA PRESCRIZIONI E DOCUMENTAZIONE Accorpamenti di locali o di altre unità immobiliari Ampliamento con formazione di volumi tecnici Accorpamenti di locali o di altre unità immobiliari Costruzione di locali Verificare la conformità all art. 33 del Regolamento Edilizio Ampliamento locali Antenna televisiva o parabolica Ascensore Demolizione e/o costruzione ampliando volumetrie esistenti Nuova installazione o sostituzione, anche con modelli diversi, di antenna tv centralizzata Nuova installazione o sostituzione di quello preesistente (interno) con altro avente caratteri essenziali diversi, oppure per adeguamento L. 13/89 Devono essere installate in conformità all art. 37 del Regolamento edilizio Ascensore Asfaltatura Nuova installazione da eseguire all esterno dell edificio Eseguire l asfaltatura di aree pertinenziali all edificio La superficie oggetto di asfaltatura non dovrà essere superiore a 400 mq considerando anche le aree già impermeabilizzate. Documentazione fotografica Aumento delle unità immobiliari Aumento del numero delle unità immobiliari (numero di alloggi), mantenendo inalterata la superficie. Verifica della compatibilità urbanistica. Intervento non ammissibile nelle zone 3b2 e 3b3 Autobloccanti Autorimessa Posa di nuova pavimentazione con superficie pavimentata totale, compresa esistente, non superiore ai 400 mq Realizzazione di nuova edificio da destinare ad autorimessa Deve essere allegata documentazione fotografica che rappresenti tutta l area oggetto di pavimentazione. Documentazione fotografica.

3 Autorimessa Trasformazione di locale esistente in autorimessa senza opere E necessario verificare che siano rispettate tutte le prescrizioni previste dal DM Entro 30 giorni dalla fine dell intervento è necessario procedere alla denuncia all Agenzia del Territorio (Catasto) dell avvenuta variazione. Bagno Costruzione di nuovo bagno interno ad abitazione Bagno Rifacimento piastrelle e sostituzione sanitari Bagno Sistemazioni senza alterare i caratteri originali Balconi Balconi Barriere architettoniche Barriere architettoniche Eliminazione Interventi volti all eliminazione di barriere architettoniche che non comportino la realizzazione di rampe o di ascensori esterni, ovvero manufatti che alterino la sagoma dell edificio Rampe esterne all edificio Intervento di ristrutturazione edilizia Barriere architettoniche Botola Box auto Caldaia Ascensore esterno Realizzazione di botola per il collegamento di due piani Sostituzione di caldaia esistente Verificare l art. 15 delle Norme Tecniche di Attuazione Deposito a lavori ultimati della dichiarazione di conformità dell impianto D.M. 37/2008 La nuova caldaia deve essere a condensazione

4 Cambio di destinazione tra categorie diverse: Da cantina a camera Cambio della destinazione d uso Da garage a camera Da locale commerciale a residenziale Ecc. Cambio della destinazione d uso Cambio della destinazione d uso preesistente All interno della stessa categoria come: da deposito a cantina o da cucina a camera (Per gli edifici ricadenti in centro storico) Verificare rispetto alle norme igenico sanitarie. Non è possibile effettuare il cambio di destinazione d uso delle locali aventi le seguenti destinazioni d uso: cantina e autorimessa Caminetto Posizionamento di caminetto nell area pertinenziale del fabbricato Caminetto da interno Nuova realizzazione Devono rispettare l art. 39 comma 2 del Regolamento Edilizio e sono soggette al termine dei lavori al deposito della certificazione di conformità ai sensi del D.M. 37/2008 Caldaia Nuova installazione all esterno di immobile privo di impianto Manutenzione straordinaria L intervento deve rispettare l art. 33 del Regolamento Edilizio Caldaia Cancelli esterni Cancelli esterni passo carraio Sostituzione caldaia esistente senza aumento di potenzialità Sostituzione in armonia con recinzione esistente di passo carraio Entro 30 giorni dall installazione deve essere deposito certificato di conformità D.M. 37/2008 Nel caso di cancello automatizzato è necessario il deposito della certificazione di conformità D.M. 37/2008 Richiedere il nulla osta all ente proprietario della strada. Canne fumarie interna o esterna o rifacimento modificando i caratteri preesistenti Devono rispettare l art. 39 comma 2 del Regolamento Edilizio e sono soggette al termine dei lavori al deposito della certificazione di conformità ai sensi del D.M. 37/2008 Citofoni, video citofoni Sostituzione o nuova installazione con le opere murarie occorrenti Condizionatore Installazione Deve rispettare l art. 33 comma 6 del Regolamento Edilizio

5 Cornicioni Davanzali finestre e balconi Deposito per attrezzi da giardino da realizzarsi nell area di pertinenza di fabbricati residenziali Destinazione d uso Destinazione d uso Facciata Finestra Finestra in alluminio Finestra Finestra Nuova formazione o rifacimento con caratteristiche diverse da quelle preesistenti Nuova realizzazione o sostituzione di quelli preesistenti con altri aventi caratteristiche diverse (materiali, finiture e colori) Costruzione di struttura in legno e copertura non eseguita con materiali di recupero con superficie lorda non superiore a 9 mq. Cambio della destinazione d uso preesistente All interno della stessa categoria come: da deposito a cantina o da cucina a camera Cambio di destinazione tra categorie diverse: Da cantina a camera Da garage a camera Da locale commerciale a residenziale Ecc. Tinteggiatura dell intera facciata Sostituzione del serramento con materiale o colori differente Sostituzione con serramenti in alluminio Sostituzione con altro serramento dello stesso materiale e colorazione Trasformazione di finestra in porta o modifica limitata di quelle preesistente (Per gli edifici ricadenti in centro storico) Nessuna Autorizzazione Il locale di deposito deve avere una superficie massima di 9 mq e altezza massima di mt.3 al colmo Non è possibile effettuare il cambio di destinazione d uso delle locali aventi le seguenti destinazioni d uso: cantina e autorimessa all art. 33 del Regolamento Edilizio all art. 53 del Regolamento Edilizio Documentazione da allegare all art. 53 del Regolamento Edilizio Documentazione da allegare Deve essere mantenuta la larghezza dell attuale finestra ( da finestra a porta)

6 Finestra Fognatura Nuova apertura o rifacimento con dimensioni e/o percorso diversi da quello preesistente, con opere interne o esterne (dal limite della proprietà fino alla fognatura pubblica) Nel caso vi sia la necessità di eseguire opere su proprietà pubblica deve essere ottenuta specifica autorizzazione. Fontana Posizionamento di fontana nell area di pertinenza del fabbricato Nessuna Autorizzazione Forno in muratura Realizzazione di forno in muratura nell area di pertinenza del fabbricato con finalità di arredo da giardino Nessuna Autorizzazione Fotovoltaico Installazione di pannelli aderenti alla falda di copertura del tetto Esclusa la zona del centro storico e fabbricati in zona di vincolo ambientale Gazebo Costruzione finalizzata all arredo da giardino. E necessaria autorizzazione nel caso di finalità diverse Garage Giochi per bambini Posizionamento di altalene e scivoli Grondaie Nuova installazione o sostituzione con modifiche della situazione preesistente Gradini scale Impianto di riscaldamento sostituzione gradini interni, modificando la forma, le dimensioni o i materiali preesistenti Installazione in fabbricato privo di impianto Relazione dettagliata dell'intervento; a conclusione dei lavori consegnare il certificato di conformità dell'impianto ai sensi del D.M. 37/2008 Impianto di riscaldamento Sostituzione impianto esistente con uno nuovo anche differente dal precedente, depositare certificato di conformità D.M. 37/2008

7 Impianti tecnici Costruzione di nuovi volumi all art. 33 comma 1 del Regolamento Edilizio Impianto idraulico Riparazioni Impianto elettrico Sostituzione o riparazione con innovazioni rispetto al preesistente depositare certificato di conformità D.M. 37/2008 Inferriata fissa Costruzione, ampliamento o sostituzione Infissi esterni Sostituzione con stessi materiali e forme Intercapedine Intonaci esterni facciata Isolamento termico Realizzazione di intercapedine completamente interrata Rifacimento tinteggiatura dell intera facciata Realizzazione di interventi di isolamento dei solai o delle pareti o del tetto E necessario presentare un piccolo elaborato che evidenzi la posizione della nuova intercapedine. all art. 33 del Regolamento Edilizio Documentazione da allegare all allegato Energetico Comunale Loculi cimiteriali Lucernari Mansarda Mansarda recupero a fini abitativi Posa Modifiche interne ed esterne con opere edilizie, senza modificarne la destinazione d uso Recupero dei sottotetti legge regionale 21/98 I materiali dovranno essere congruenti al contesto circostante Manto di copertura Manto di copertura Sostituzione parziale con gli stessi materiali Sostituzione dell'intero manto di copertura

8 Marciapiede Nuova realizzazione Documentazione fotografica Marciapiede Sistemazione Montacarichi Muretti di recinzione Nuova installazione interna all edificio all art. 52 del Regolamento Edilizio Muri di sostegno Muri interni all immobile Nuova Costruzione o demolizione all art. 33 comma 1 del Regolamento Edilizio Pannelli solari, fotovoltaici e termici Parapetti e balconi Nuova installazione Rifacimento o sostituzione con altri aventi caratteri diversi da quelli preesistenti Parapetti e balconi Rifacimento con gli stessi materiali Passo carrabile o modificazione Pavimenti Rifacimento di pavimentazioni esistenti Da realizzarsi all esterno dalle zone A(Centro storico) e zone di vincolo ambientale. Non è ammesso il bollitore sul tetto. I pannelli devono essere posizionati aderenti al manto di copertura. Documentazione fotografica dell'edificio fabbricato con indicazione della falda d'intervento. Documentazione fotografica con elaborato grafico della nuova tipologia. Intervento di manutenzione ordinaria E necessario il nulla osta dell ente proprietario della strada e deve essere rispettato quanto previsto dall art. 47 del Regolamento Edilizio Intervento di manutenzione ordinaria Pavimentazione esterna Nuova pavimentazione o sostituzione della preesistente modificando la superficie e i materiali Deve essere rispettato il limite massimo di 400 mq di superficie totale pavimentata. Oltre tale limite è necessario effettuare la verifica dell indice di permeabilità pari al 40% dell area libera.

9 Pensilina protezione autovetture Pensilina a copertura di balcone Posa Pergolato Per giardino Deve essere rispettato quanto previsto dall art. 47 bis del Regolamento Edilizio Piscina Costruzione Documentazione da allegare al presentare Portone esterno Sostituzione con lo stesso materiale Porta esterna Porta esterna Porte interne allargamento Porta esterna Recinzione Recinzione Recinzione Ricostruzione di edificio Trasformazione in finestra Nuova apertura Con demolizioni di modesta entità realizzazione di chiusure o aperture interne che non modifichino lo schema distributivo delle unità immobiliari e dell edificio. Posa con materiali diversi da esistente Realizzazione di nuova recinzione in area pertinenziale al fabbricato principale Realizzazione di recinzione con muretto non realizzata in area pertinenziale all edificio. Posizionamento di nuova recinzione in semplice rete plastificata di colorazione verde senza cordolo Demolizione e ricostruzione di edificio con sagoma differente dal preesistente Se di modesta entità nessuna autorizzazione all art. 52 e all art. 32 comma 7 del Regolamento Edilizio all art. 52 e all art. 32 comma 7 del Regolamento Edilizio Sono esclusi gli interventi da realizzarsi in aree vincolate

10 Ricostruzione di edificio Risparmio Energetico Demolizione e ricostruzione con la stessa volumetria e sagoma di quello preesistente Opere per l isolamento delle strutture del fabbricato (pareti, tetto,solai) Salvavita Installazione all allegato Energetico Comunale deve essere depositato certificato di conformità D.M. 37/2008 Sanitari Sostituzione di impianti e apparecchiature Sanitari Realizzazione di servizio igienico interno Serra Serra Scala esterna Scala interna Scavi Le serre mobili stagionali, sprovviste di strutture in muratura, funzionali allo Svolgimento dell attività agricola. con intelaiatura metallica corredata con materiale trasparente sia per le pareti laterali comprensive della porta che per la copertura di scala aperta Nuova installazione Movimentazione terra non finalizzata all arredo da giardino Dimensione massima 15 mq L intervento deve essere realizzato in area pertinenziale al fabbricato residenziale Serramenti esterni Serramenti esterni Soppalco Nuova installazione o sostituzione con altri aventi finiture e colori diversi dai precedenti Sostituzione con serramenti dello stesso materiale e colorazione all art. 53 del Regolamento Edilizio Documentazione da allegare Devono essere rispettate le trasmittanze termiche previste per legge Devono essere rispettate le prescrizioni dell art.55.

11 Strada asfaltata privata Strada Asfaltatura di strada esistente Nuova Costruzione Documentazione fotografica; Relazione descrittiva della caratteristica dell intervento Strada Tavernetta Asfaltatura di strada sterrata Trasformazione di locale ad uso tavernetta. Il locale deve essere usato in modo sporadico e non continuativo. Nessuna Autorizzazione Documentazione fotografica; Relazione descrittiva della caratteristica dell intervento Non è possibile mutare la destinazione d uso dei locali autorimessa Tegole Sostituzione parziale di alcune tegole Nessuna Autorizzazione Tegole Sostituzione totale Temporanee Tende retrattili Tende retrattili Le opere dirette a soddisfare obiettive esigenze contingenti e temporanee e ad essere immediatamente rimosse al cessare della necessità e, comunque, entro un termine non superiore a novanta giorni; Posa di tende retrattili che occupino solamente aree private. Se già presenti altre sullo stesso edificio devono essere della stessa colorazione. Posa di tende retrattili su suolo pubblico o di uso pubblico Nessuna Autorizzazione. Richiesta di occupazione spazi pubblici all art. 56 del Regolamento Edilizio all art. 56 del Regolamento Edilizio Terra Movimento terra strettamente pertinenti all esercizio dell attività agricola e le pratiche agro-silvo-pastorali. Terrazzi Rifacimento della piastrellatura Terrazzo Costruzione di terrazzo in sostituzione di tetto esistente

12 Tettoie Tetto Tetto Tetto Tramezzi interni Tinteggiatura esterna Travi (tetto) Vasche per la raccolta delle acque Varianti al Varianti alla Varianti alla S.C.I.A Costruzione di nuove tettoie Sostituzione dell intera copertura compresa la parte strutturale e relativo cordolo Modifica della pendenza delle falde senza aumento della volumetria Sostituzione manto di copertura e listelli senza interessare la parte portante Demolizione o costruzione Rifacimento intera facciata Sostituzione totale per formazione nuovo tetto Realizzazione di vasche per la raccolta delle acque meteoriche Varianti a Permessi di costruire che incidono sui parametri urbanistici o sulle volumetrie, che modificano la destinazione d'uso e la categoria edilizia, che alterano la sagoma dell'edificio e che violano le eventuali prescrizioni contenute nel permesso di costruire. Variante a. già presentata Varianti ai Permessi di costruire, realizzate in corso d opera, rispetto al progetto assentito, che non incidono sui parametri urbanistici e sulle volumetrie, che non modificano la destinazione d'uso, che non alterano la sagoma o i prospetti dell edificio, e violano le prescrizioni contenute nel titolo abilitativo. in Variante Il cordolo deve rispettare quanto prescritto dall art.39 comma 10 del Regolamento edilizio Documentazione da allogare al progetto all art. 33 del Regolamento Edilizio Deposito sismico Da presentare prima dell esecuzione dei lavori oggetto di variante Da presentare prima dell esecuzione dei lavori oggetto di variante.

13 Varianti ai Permessi di costruire, realizzate in corso d opera, rispetto al progetto assentito, che non incidono sui parametri Varianti al urbanistici e sulle volumetrie, che non modificano la destinazione d'uso, che non alterano la sagoma o i prospetti dell edificio, e violano le prescrizioni contenute nel titolo abilitativo. Velux Veranda Veranda Veranda Posa nuovo velux Sostituzione delle pareti di tamponamento Trasformazione di balcone in veranda Da presentare prima della data di fine lavori e comunque prima dei 3 anni dalla data di inizio lavori. all art. 32 comma 8 del Regolamento Edilizio Documenti da allegare al progetto all art. 32 comma 8 del Regolamento Edilizio. Inoltre deve essere conforme all art. 16 delle N.T.A. all art. 32 comma 8 del Regolamento Edilizio. Inoltre deve essere conforme all art. 16 delle N.T.A. Zanzariera Nuova installazione Zoccolo esterno facciata Zoccolo esterno facciata Sostituzione Nessuna Autorizzazione

TIPO DI AUTORIZZAZIONE NECESSARIA. Denuncia Inizio Attività. Se di modesta entità nessuna autorizzazione. Permesso a Costruire. Nessuna autorizzazione

TIPO DI AUTORIZZAZIONE NECESSARIA. Denuncia Inizio Attività. Se di modesta entità nessuna autorizzazione. Permesso a Costruire. Nessuna autorizzazione TIPO DI INTERVENTO MODALITÀ TIPO DI AUTORIZZAZIONE NECESSARIA PRESCRIZIONI Abbaini Costruzione di nuovi abbaini Denuncia Inizio Attività Accorpamenti di locali o di altre unità immobiliari Accorpamenti

Dettagli

Il proprietario dell immobile può effettuare l intervento senza effettuare nessuna comunicazione al Comune

Il proprietario dell immobile può effettuare l intervento senza effettuare nessuna comunicazione al Comune Utilizzando la tabella sotto riportata è possibile verificare per ogni singolo intervento quale procedura adottare per procedere all esecuzione dei lavori. Manutenzione Ordinaria Il proprietario dell immobile

Dettagli

COSA SI PUO' DETRARRE

COSA SI PUO' DETRARRE COSA SI PUO' DETRARRE Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità alle normative edilizie locali. INTERVENTI

Dettagli

Esempi degli interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef

Esempi degli interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef Accorpamenti di locali o di altre unità immobiliari Allargamento porte Allargamento porte e finestre esterne Allarme finestre esterne Ampliamento con formazione di volumi tecnici Apertura interna Ascensore

Dettagli

Detraibile. Installazione di macchinari esterni

Detraibile. Installazione di macchinari esterni INTERVENTI SULLE SINGOLE UNITA' IMMOBILIARI INTERVENTI MODALITÀ CONDIZIONI DI DETRAIBILITÀ Accorpamenti di locali o di altre unità Spostamento di alcuni locali da una unità immobiliare ad altra o anche

Dettagli

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF 5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità

Dettagli

Interventi ammessi alla detrazione irpef del 36%

Interventi ammessi alla detrazione irpef del 36% CARTONGESSO CONTROSOFFITTI SISTEMI DI ISOLAMENTO TERMOACUSTICO TINTEGGIATURE Ufficio: Magazzino: Via Fistomba 8/II Cap. 35131 PADOVA Via Lisbona 8/A Cap. 35127 Z.I. PADOVA P. Iva : 02933440790 P. Iva.

Dettagli

4. Le tipologie di interventi ammessi alla detrazione (*) I - LE RISTRUTTURAZIONI NELLE ABITAZIONI

4. Le tipologie di interventi ammessi alla detrazione (*) I - LE RISTRUTTURAZIONI NELLE ABITAZIONI 4. Le tipologie di interventi ammessi alla detrazione (*) I - LE RISTRUTTURAZIONI NELLE ABITAZIONI INTERVENTI MODALITÀ CONDIZIONI DI DETRAIBILITÀ Accorpamenti di locali spostamento di alcuni locali da

Dettagli

ABACO TIPOLOGIA INTERVENTI EDILIZI

ABACO TIPOLOGIA INTERVENTI EDILIZI ABACO TIPOLOGIA INTERVENTI EDILIZI L'eventuale presenza di vincoli normativi può comportare modifiche al titolo edilizio di base specificato nel seguente Abaco. Nel caso si rimanda alla specifica normativa

Dettagli

Allegato A Interventi liberi Interventi ammissibili con D.I.A. Interventi ammissibili con Permesso di costruire

Allegato A Interventi liberi Interventi ammissibili con D.I.A. Interventi ammissibili con Permesso di costruire Allegato A Interventi liberi Interventi ammissibili con D.I.A. Interventi ammissibili con Interventi Titolo abilitativo Ampliamento di locali - senza aumento della Slp (spostamento di tavolati interni

Dettagli

ELENCO DELLE PROCEDURE AMMINISTRATIVE OPERE DI MANUTENZIONE ORDINARIA NON SOGGETTE A TITOLO EDILIZIO

ELENCO DELLE PROCEDURE AMMINISTRATIVE OPERE DI MANUTENZIONE ORDINARIA NON SOGGETTE A TITOLO EDILIZIO ELENCO DELLE PROCEDURE AMMINISTRATIVE OPERE DI MANUTENZIONE ORDINARIA NON SOGGETTE A TITOLO EDILIZIO In alcuni casi, pur non necessitando di alcun titolo abilitativo, la consistenza o le modalità dell

Dettagli

ATTI BILITANTI ALLA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI

ATTI BILITANTI ALLA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI ATTI BILITANTI ALLA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI TIPOLOGIA DESCRIZIONE STRUMENTO Abbaino Accorpamento di locali o altre unità immobiliari Adeguamento Antisismico Adeguamento igienicofunzionale Alberatura

Dettagli

ALLEGATO A - IL REGIME DELLE AUTORIZZAZIONI -

ALLEGATO A - IL REGIME DELLE AUTORIZZAZIONI - ALLEGATO A - IL REGIME DELLE AUTORIZZAZIONI - Intervento Manutenzione ordinaria (articolo 6, comma 1, lettera a: articolo 3, comma 1, lettera a) Libero Titolo Eliminazione di barriere architettoniche che

Dettagli

Scopri i dettagli sul sito Elmec4You e prenotati per partecipare all incontro informativo.

Scopri i dettagli sul sito Elmec4You e prenotati per partecipare all incontro informativo. i d o s e.. p l i. i e t r i a l r g u To rutt t s i! r E S E P S E L A C I R A SC Il 6 giugno scorso sono stati confermati i meccanismi di detrazione fiscale per determinati interventi che rientrano nella

Dettagli

NORMATIVA e PROCEDURE per INTERVENTI EDILIZI

NORMATIVA e PROCEDURE per INTERVENTI EDILIZI NORMATIVA e PROCEDURE per INTERVENTI EDILIZI Normativa di riferimento Attività libera e Comunicazione Inizio Attività Legge n. 73 del 22 maggio 2010 che riscrive l art. 6 del DPR 380/2001 Comunicazione

Dettagli

TIPOLOGIA INTERVENTO TITOLO ABILITATIVO RIFERIMENTO NORMATIVO DESCRIZIONE INTERVENTO COSTI. D.P.R. 380/01 art. 6 modificato dall'art. 5 L.

TIPOLOGIA INTERVENTO TITOLO ABILITATIVO RIFERIMENTO NORMATIVO DESCRIZIONE INTERVENTO COSTI. D.P.R. 380/01 art. 6 modificato dall'art. 5 L. TIPOLOGIA INTERVENTO TITOLO ABILITATIVO RIFERIMENTO NORMATIVO DESCRIZIONE INTERVENTO COSTI ordinaria manutenzione D.P.R. 380/01 art. 6 e L.R. 12/05 art. 27 gli interventi edilizi che riguardano le opere

Dettagli

COMUNICAZIONE DI ATTIVITA EDILIZIA LIBERA art. 6 D.P.R. 380/2001 e successive modifiche ed integrazioni

COMUNICAZIONE DI ATTIVITA EDILIZIA LIBERA art. 6 D.P.R. 380/2001 e successive modifiche ed integrazioni COMUNICAZIONE DI ATTIVITA EDILIZIA LIBERA art. 6 D.P.R. 380/2001 e successive modifiche ed integrazioni Al fine di rendere più agevole la procedura si elencano gli interventi previsti dall art. 5 del Regolamento

Dettagli

COMUNE DI MALCESINE aggiornato a dicembre 2015

COMUNE DI MALCESINE aggiornato a dicembre 2015 COMUNE DI MALCESINE aggiornato a dicembre 2015 Si evidenzia che: PRONTUARIO DEGLI INTERVENTI EDILIZI E DEI TITOLI ABILITATIVI - Tutte le modifiche dell aspetto esteriore dello stato dei luoghi necessitano

Dettagli

Interventi edilizi e titoli abilitativi, differenze tra CIL, CILA, SCIA, Super-DIA e Permesso di costruire

Interventi edilizi e titoli abilitativi, differenze tra CIL, CILA, SCIA, Super-DIA e Permesso di costruire Interventi edilizi e titoli abilitativi, differenze tra CIL, CILA, SCIA, Super-DIA e Permesso di costruire Interventi edilizi e titoli abilitativi, in questo articolo analizziamo le definizioni di CIL,

Dettagli

Prontuario dei Lavori Edili

Prontuario dei Lavori Edili TIPOLOGIA DESCRIZIONE STRUMENTO Abbaino Accorpamento di locali o altre unità immobiliari Adeguamento Antisismico Adeguamento igienico -funzionale Alberatura Realizzazione senza aumento di volume e coerente

Dettagli

Manutenzione ordinaria

Manutenzione ordinaria Manutenzione ordinaria Allarme (impianto) Androne Antenna Balconi Caldaia Caloriferi condizionatori Cancelli esterni Canna fumaria Cantine e Riparazione senza innovazioni o con sostituzione di alcuni elementi

Dettagli

La Legge Regionale 20 aprile 2015 n. 17 RIORDINO E SEMPLIFICAZIONE IN MATERIA EDILIZIA

La Legge Regionale 20 aprile 2015 n. 17 RIORDINO E SEMPLIFICAZIONE IN MATERIA EDILIZIA Comune di Jesi Sportello Unico Edilizia Incontro con i professionisti 26 maggio 2015 La Legge Regionale 20 aprile 2015 n. 17 RIORDINO E SEMPLIFICAZIONE IN MATERIA EDILIZIA LEGGE REGIONALE 20 APRILE 2015

Dettagli

costruttivi mantenendo le caratteristiche preesistenti - opere di modifica con variazione delle caratteristiche preesistenti - nuova costruzione

costruttivi mantenendo le caratteristiche preesistenti - opere di modifica con variazione delle caratteristiche preesistenti - nuova costruzione CASISTICA DEGLI INTERVENTI E RELATIVO REGIME AUTORIZZATIVO OPERA INTERVENTO REGIME ALBERATURE - piantumazione o abbattimento - potatura (*) AMPLIAMENTO EDIFICI opere di ristrutturazione e di modifica che

Dettagli

Art. 9 Manutenzione ordinaria

Art. 9 Manutenzione ordinaria Comune di Padova Settore Edilizia Privata Settore Pianificazione Urbanistica Piano Regolatore Generale Nuovo Regolamento Edilizio Comunale (Approvato con Deliberazione del C.C. n. 41 del 05/06/2006) Specifiche

Dettagli

COMUNICAZIONE DI OPERE NON SOGGETTE AD ATTO ABILITATIVO ( art. 6 comma 1 lett. a), b),c),d),e) DPR 380/2001 e s.m.i.)

COMUNICAZIONE DI OPERE NON SOGGETTE AD ATTO ABILITATIVO ( art. 6 comma 1 lett. a), b),c),d),e) DPR 380/2001 e s.m.i.) Prot. COMUNE DI TERNO D ISOLA Provincia di Bergamo Via Casolini, n. 7-24030 Terno d Isola (BG) Tel. 035/49.40.001 - fax 035/90.44.98 www.comune.ternodisola.bg.it tecnico@comune.ternodisola.bg.it PRATICA

Dettagli

Comune di Trissino Provincia di Vicenza

Comune di Trissino Provincia di Vicenza Comune di Trissino Provincia di Vicenza MODULISTICA ONLINE 2014 www.comune.trissino.vi.it servizi tecnici pianificazione e sviluppo del territorio edilizia privata Definizione dei TIPI di INTERVENTO aggiornato

Dettagli

ELENCO DELLE OPERE EDILIZIE ED I RELATIVI TITOLI ABILITATIVI

ELENCO DELLE OPERE EDILIZIE ED I RELATIVI TITOLI ABILITATIVI CITTA DI GUIDONIA MONTECEIO Provincia di Roma AREA IV URBANISTICA E ASSETTO DE TERRITORIO EENCO DEE OPERE EDIIZIE ED I REATIVI TITOI ABIITATIVI Elenco delle opere edilizie con l' indicazione della procedura

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER RISTRUTTURAZIONI (50%)

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER RISTRUTTURAZIONI (50%) LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER RISTRUTTURAZIONI (50%) pag. 1/8 DESCRIZIONE L agevolazione è applicabile alle abitazioni facenti parte di edifici interamente ristrutturati dal 1 Gennaio 2008 al 31 Dicembre

Dettagli

PROCEDURE EDILIZIE: INTERVENTI EDILIZI RIFERIMENTI NORMATIVI dicembre 2011 art. 10 comma 1 DPR 380/01 art. 10 c.1 DPR 380/01

PROCEDURE EDILIZIE: INTERVENTI EDILIZI RIFERIMENTI NORMATIVI dicembre 2011 art. 10 comma 1 DPR 380/01 art. 10 c.1 DPR 380/01 PdC PROCEDURE EDILIZIE: INTERVENTI EDILIZI RIFERIMENTI NORMATIVI dicembre 2011 art. 10 comma 1 DPR 380/01 art. 10 c.1 DPR 380/01 art. 3 comma 1 lett. e) DPR 380/01 [art.27 lett. e) LR 12/05] a) gli interventi

Dettagli

ELENCO DESCRITTIVO DEGLI INTERVENTI EDILIZI CON RIFERIMENTO AL TITOLO ABILITATIVO A CUI SONO ASSOGGETTATI

ELENCO DESCRITTIVO DEGLI INTERVENTI EDILIZI CON RIFERIMENTO AL TITOLO ABILITATIVO A CUI SONO ASSOGGETTATI Comune di VARAPODIO PROVINCIA DI REGGIO CAABRIA 2015 AREA TECNICA SETTORE URBANISTICA CARTA DEI SERVIZI EENCO DESCRITTIVO DEGI INTERVENTI EDIIZI CON RIFERIMENTO A TITOO ABIITATIVO A CUI SONO ASSOGGETTATI

Dettagli

INTERVENTI EDILIZI CONSEGUENTI AL SISMA IVA

INTERVENTI EDILIZI CONSEGUENTI AL SISMA IVA INTERVENTI EDILIZI CONSEGUENTI AL SISMA IVA QUALIFICAZIONE GIURIDICA DEGLI INTERVENTI Art.31 L.457/1978 Allegato L.R. 31/2002 IDENTIFICAZIONE DEGLI INTERVENTI Titolo abilitativo Dichiarazione sostitutiva

Dettagli

Le agevolazioni fiscali per la tua casa. Quarto video

Le agevolazioni fiscali per la tua casa. Quarto video Quarto video 1 Nel primo video abbiamo parlato di: Le agevolazioni fiscali per la tua casa 1. introduzione alle agevolazioni fiscali; 2. in cosa consiste 3. chi può usufruirne, 4. cumulabilità con altre

Dettagli

COMUNE DI CITTADELLA PROVINCIA DI PADOVA

COMUNE DI CITTADELLA PROVINCIA DI PADOVA COMUNE DI CITTADELLA PROVINCIA DI PADOVA Palazzo Mantegna Via Indipendenza, 41 35013 Cittadella (PD) P.I 00731540282 C.F. 81000370288 Tel. 049-9413411 Fax 049-9413419 4 SETTORE EDILIZIA PRIVATA ED URBANISTICA

Dettagli

Allarme (Sistema di segnalazione acustico e/o visivo di tentativi di furto, scasso, ecc.)

Allarme (Sistema di segnalazione acustico e/o visivo di tentativi di furto, scasso, ecc.) Accorpamento di unità immobiliari Adeguamento antisismico Interventi edilizi e titoli abilitativi L elenco di seguito riportato individua il titolo abilitativo necessario per l esecuzione di ciascuna delle

Dettagli

ATTIVITA EDILIZIA LIBERA

ATTIVITA EDILIZIA LIBERA MODELLO A ATTIVITA EDILIZIA LIBERA Comune di L Aquila Settore Edilizia ATTIVITA EDILIZIA LIBERA art. 6, comma 1 e 2, lettere a-b-c-d-e DPR 380/2001 così come modificato dalla Legge 73/10 Visto Arrivare

Dettagli

SETTORE URBANISTICA, EDILIZIA PRIVATA E SPORTELLO UNICO PER LE IMPRESE ABBATTIMENTO ALBERI

SETTORE URBANISTICA, EDILIZIA PRIVATA E SPORTELLO UNICO PER LE IMPRESE ABBATTIMENTO ALBERI SETTORE URBANISTICA, EDILIZIA PRIVATA E SPORTELLO UNICO PER LE IMPRESE ABBATTIMENTO ALBERI Deve essere presentata comunicazione relativa all abbattimento degli alberi. Solo nel caso in cui le piante interessate

Dettagli

Via/p.zza n. Sezione censuaria di Foglio n. Mappali. I sottoscritt dichiara altresì che le opere avranno inizio a decorrere dal giorno

Via/p.zza n. Sezione censuaria di Foglio n. Mappali. I sottoscritt dichiara altresì che le opere avranno inizio a decorrere dal giorno Comune di Tradate E dilizia P rivata/servizi U rbanistici COMUNICAZIONE DI ATTIVITA EDILIZIA LIBERA art. 27 comma A della L.R. 12/2005 e art. 6 comma 1 del D.P.R. 380/01 modificato dalla Legge n. 73/10

Dettagli

COME SCEGLIERE LA PROCEDURA EDILIZIA CORRETTA

COME SCEGLIERE LA PROCEDURA EDILIZIA CORRETTA COME SCEGLIERE LA PROCEDURA EDILIZIA CORRETTA Per facilitare l'individuazione del procedimento più appropriato si forniscono di seguito alcune indicazioni di carattere generale, sottolineando che con l'entrata

Dettagli

Circolare Studio Prot. N. 30/06 del 25/09/06

Circolare Studio Prot. N. 30/06 del 25/09/06 Circolare Studio Prot. N. 30/06 del 25/09/06 Monza, lì 25/09/06 A tutti i Clienti Loro Sedi Oggetto: Aliquote IVA nell edilizia Detrazione fiscale del 36% per manutenzione di immobili Riferimenti normativi:

Dettagli

I nuovi incentivi fiscali del 50 % e del 65 % sul recupero edilizio

I nuovi incentivi fiscali del 50 % e del 65 % sul recupero edilizio I nuovi incentivi fiscali del 50 % e del 65 % sul recupero edilizio ISTRUZIONI PER L USO PARTE EDILE Sala «Arturo Succetti» Sondrio 18 luglio 2013 OPERE EDILI PER LE QUALI SPETTANO LE AGEVOLAZIONI FISCALI

Dettagli

D.Lgs. 33/2013. Art.23 Obblighi di pubblicazione concernenti i provvedimenti amministrativi - Anno 2015 - S.C.I.A. presentate -

D.Lgs. 33/2013. Art.23 Obblighi di pubblicazione concernenti i provvedimenti amministrativi - Anno 2015 - S.C.I.A. presentate - D.Lgs. 33/2013. Art.23 Obblighi di pubblicazione concernenti i provvedimenti amministrativi - Anno 2015 - presentate - N. d'ordine Servizio Oggetto Contenuto Soggetto Presentatore Estremi di presentzione

Dettagli

Attività edilizie e titoli abilitativi

Attività edilizie e titoli abilitativi Attività edilizie e titoli abilitativi quando, dove e come rr 27 luglio 2012 rev 1.01 Attività edilizia libera interventi edilizi per i quali non è richiesto alcun titolo abilitativo, né è prevista alcuna

Dettagli

COMUNE DI GALLIO Provincia di Vicenza PIANO REGOLATORE GENERALE VARIANTE PER I CENTRI STORICI DEL CAPOLUOGO E DELLA FRAZIONE DI STOCCAREDDO

COMUNE DI GALLIO Provincia di Vicenza PIANO REGOLATORE GENERALE VARIANTE PER I CENTRI STORICI DEL CAPOLUOGO E DELLA FRAZIONE DI STOCCAREDDO COMUNE DI GALLIO VARIANTE PER I CENTRI STORICI DEL CAPOLUOGO E DELLA FRAZIONE DI STOCCAREDDO SCHEDA DI RILEVAMENTO E DI NORMATIVA N. 143 UNITA DI RILEVAMENTO / CENTRO STORICO del Capoluogo della frazione

Dettagli

COMUNICAZIONE DI ATTIVITA EDILIZIA LIBERA D.P.R. 380/2001 e s.m.i., art. 6 comma 2

COMUNICAZIONE DI ATTIVITA EDILIZIA LIBERA D.P.R. 380/2001 e s.m.i., art. 6 comma 2 Mod. A.E.L.2 pratica n. Al Comune di TICINETO Servizio Edilizia COMUNICAZIONE DI ATTIVITA EDILIZIA LIBERA D.P.R. 380/2001 e s.m.i., art. 6 comma 2 Il sottoscritto residente a via n. telefono in qualità

Dettagli

COMUNE DI GALLIO Provincia di Vicenza PIANO REGOLATORE GENERALE VARIANTE PER I CENTRI STORICI DEL CAPOLUOGO E DELLA FRAZIONE DI STOCCAREDDO

COMUNE DI GALLIO Provincia di Vicenza PIANO REGOLATORE GENERALE VARIANTE PER I CENTRI STORICI DEL CAPOLUOGO E DELLA FRAZIONE DI STOCCAREDDO COMUNE DI GALLIO VARIANTE PER I CENTRI STORICI DEL CAPOLUOGO E DELLA FRAZIONE DI STOCCAREDDO SCHEDA DI RILEVAMENTO E DI NORMATIVA N. 182 UNITA DI RILEVAMENTO / CENTRO STORICO del Capoluogo della frazione

Dettagli

MODELLO UNICO per gli interventi di: manutenzione ordinaria e straordinaria

MODELLO UNICO per gli interventi di: manutenzione ordinaria e straordinaria Comune di CIVITAVECCHIA (Provincia di Roma) MODELLO UNICO per gli interventi di: manutenzione ordinaria e straordinaria SPAZIO PER PROTOCOLLO Al COMUNE di CIVITAVECCHIA Servizio 9 - Governo del Territorio

Dettagli

QUESITO ALIQUOTA IVA SU RISTRUTTURAZIONE PRIMA CASA

QUESITO ALIQUOTA IVA SU RISTRUTTURAZIONE PRIMA CASA QUESITO ALIQUOTA IVA SU RISTRUTTURAZIONE PRIMA CASA ATTENZIONE: la risposta ai quesiti è stata formulata attenendosi alle leggi vigenti all' epoca della richiesta. Pertanto si consiglia di verificare se

Dettagli

PRIME INDICAZIONI OPERATIVE SULL'APPLICABILITA' DELLA SCIA NEL COMUNE DI BAGNOLO IN PIANO PER L'ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI EDILIZI

PRIME INDICAZIONI OPERATIVE SULL'APPLICABILITA' DELLA SCIA NEL COMUNE DI BAGNOLO IN PIANO PER L'ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI EDILIZI PRIME INDICAZIONI OPERATIVE SULL'APPLICABILITA' DELLA SCIA NEL COMUNE DI BAGNOLO IN PIANO PER L'ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI EDILIZI Con l'approvazione del DL 70/2011 entrato in vigore il 14 maggio 2011

Dettagli

ATTIVITA EDILIZIA LIBERA DEL COMUNE DI BASSANO DEL GRAPPA

ATTIVITA EDILIZIA LIBERA DEL COMUNE DI BASSANO DEL GRAPPA Protocollo Municipale ATTIVITA EDILIZIA LIBERA Art. 6 del DPR. n. 380/2001 - per interventi edilizi relativi ai lavori di: OGGETTO ALLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA ALLO SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE

Dettagli

INDICE. Presentazione... Introduzione...

INDICE. Presentazione... Introduzione... Presentazione... Introduzione... INTERVENTI EDILIZI... Interventi subordinati a permesso di costruire... Interventi subordinati a denuncia di inizio attività... Attività edilizia libera... LEGISLAZIONE

Dettagli

PROVVEDIMENTI SUE - SUAP DESCRIZIONE LAVORI

PROVVEDIMENTI SUE - SUAP DESCRIZIONE LAVORI 3 02/01/2015 SCIA - VARIANTE IN CORSO D'OPERA NON SOSTANZIALE ALLA POS. 193/12 53 07/01/2015 SCIA - SANATORIA L.R. 23/2004 ART. 18 COMMA 2 PER CAMBI DI DESTINAZIONE D'USO DI VANI CON OPERE IN EDIFICIO

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2016 I quesiti più frequenti aggiornamento marzo 2016 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE DEL PIANO ALLEGATO D

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE DEL PIANO ALLEGATO D Ai sensi art. 65 L.R. 1/2005 s.m.i. Corte Malgiacca COMUNE DI CAPANNORI Provincia di Lucca FRAZIONE DI GRAGNANO LOC. DETTA CORTE MALGIACCA NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE DEL PIANO ALLEGATO D INTERVENTO DI

Dettagli

COMUNICAZIONE DI OPERE NON SOGGETTE AD ATTO ABILITATIVO ( art. 6 comma 2 lett. b),c),d),e) DPR 380/2001 e s.m.i.)

COMUNICAZIONE DI OPERE NON SOGGETTE AD ATTO ABILITATIVO ( art. 6 comma 2 lett. b),c),d),e) DPR 380/2001 e s.m.i.) Prot. COMUNE DI TERNO D ISOLA Provincia di Bergamo Via Casolini, n. 7-24030 Terno d Isola (BG) Tel. 035/49.40.001 - fax 035/90.44.98 www.comune.ternodisola.bg.it tecnico@comune.ternodisola.bg.it PRATICA

Dettagli

Bonus mobili ed elettrodomestici

Bonus mobili ed elettrodomestici Bonus mobili ed elettrodomestici Come e quando richiedere l agevolazione fiscale Si può usufruire di una detrazione Irpef del 50% per l acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore

Dettagli

S P A Z I O R I S E R V A T O A G L I U F F I C I C O M U N A L I

S P A Z I O R I S E R V A T O A G L I U F F I C I C O M U N A L I S P A Z I O R I S E R V A T O A G L I U F F I C I C O M U N A L I AL COMUNE DI T O R T O N A S P O R T E L L O U N I C O P E R L E D I L I Z I A C O M U N I C A Z I O N E D I A T T I V I T A D I E D I

Dettagli

COMUNE DI FERRARA. Installazione di pannelli solari aderenti o integrati nella copertura.

COMUNE DI FERRARA. Installazione di pannelli solari aderenti o integrati nella copertura. COMUNE DI FERRARA INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICI ESISTENTI E TITOLI EDILIZI RICHIESTI Principali casistiche per gli interventi sull edilizia esistente, a partire dal 1 luglio 2008

Dettagli

VADEMECUM PER L APPLICAZIONE DELLE DIVERSE PROCEDURE EDILIZIE SEMPLIFICATE, IN FUNZIONE DEL TIPO DI INTERVENTO PREVISTO

VADEMECUM PER L APPLICAZIONE DELLE DIVERSE PROCEDURE EDILIZIE SEMPLIFICATE, IN FUNZIONE DEL TIPO DI INTERVENTO PREVISTO COMUNE DI PIADENA Provincia di Cremona Sede Municipale: Piazza Garibaldi n. 3 - Tel. 0375.98125 - Fax n. 0375.98733 VADEMECUM PER L APPLICAZIONE DELLE DIVERSE PROCEDURE EDILIZIE SEMPLIFICATE, IN FUNZIONE

Dettagli

Attività edilizia libera. Attività soggette a comunicazione

Attività edilizia libera. Attività soggette a comunicazione REGIMI PROCEDURALI A CUI È SOGGETTA L ATTIVITÀ EDILIZIA IN SICILIA APPENDICE NORMATIVA Attività edilizia libera (Art. 6 L.R. 37/85) Per la realizzazione degli interventi edilizi rientranti nel "regime

Dettagli

MANUTENZIONE ORDINARIA EDILIZIA LIBERA 12

MANUTENZIONE ORDINARIA EDILIZIA LIBERA 12 2 Al Comune di BARLASSINA SUAP SUE P.zza Cavour, 3 20825 BARLASSINA (MB) PEC / comune.barlassina@pec.regione.lombardia.it CIAL da compilare a cura del SUE/SUAP MANUTENZIONE ORDINARIA EDILIZIA LIBERA 12

Dettagli

TITOLI EDILIZI, PROCEDIMENTI E ONEROSITÀ DOPO LO SBLOCCA ITALIA E LA LEGGE SUL CONSUMO DI SUOLO

TITOLI EDILIZI, PROCEDIMENTI E ONEROSITÀ DOPO LO SBLOCCA ITALIA E LA LEGGE SUL CONSUMO DI SUOLO TITOLI EDILIZI, PROCEDIMENTI E ONEROSITÀ DOPO LO SBLOCCA ITALIA E LA LEGGE SUL CONSUMO DI SUOLO Mauro Cavicchini Consulente di urbanistica e di edilizia marzo 2015 PRIMA DELLA CURA Attività edilizia libera

Dettagli

ATTIVITA EDILIZIA LIBERA

ATTIVITA EDILIZIA LIBERA ATTIVITA EDILIZIA LIBERA AL COMUNE DI MONOPOLI Sportello per unico per l edilizia Via B. Isplues 14/a 70043 MONOPOLI (BA) Il/I/La sottoscritto/i/a ai sensi dell articolo 6, comma 2, d.p.r. 6 giugno 2001,

Dettagli

Allegato alla determinazione DU n. 6 del 08/04/2013

Allegato alla determinazione DU n. 6 del 08/04/2013 PRONTUARIO DEGLI INTERVENTI EDILIZI, DEI TITOLI ABILITATIVI E DELLE SANZIONI Tipologia di intervento edilizio Descrizione Titolo Abilitativo Sanzione 1 - Abbaino Creazione di aperture nella copertura in

Dettagli

ELENCO DESCRITTIVO DEGLI INTERVENTI EDILIZI CON RIFERIMENTO AL TITOLO ABILITATIVO A CUI SONO ASSOGGETTATI

ELENCO DESCRITTIVO DEGLI INTERVENTI EDILIZI CON RIFERIMENTO AL TITOLO ABILITATIVO A CUI SONO ASSOGGETTATI CARTA DEI SERVIZI CITTÀ DI FARA IN SABINA PROVINCIA DI RIETI 2013 SETTORE PIANIFICAZIONE ED ASSETTO DE TERRITORIO SPORTEO UNICO PER EDIIZIA - UFFICIO URBANISTICA CARTA DEI SERVIZI EENCO DESCRITTIVO DEGI

Dettagli

RECUPERO EDILIZIO DI ABITAZIONI,

RECUPERO EDILIZIO DI ABITAZIONI, RECUPERO EDILIZIO DI ABITAZIONI, su singole unità anche rurali (Detrazioni Irpef 50% fino a 96mila euro di spesa per unità immobiliare, utilizzabili in 10 anni). Misure antisismiche su abitazioni principali

Dettagli

Modello SEMPLIFICATO per l edilizia protocollo comunale marca da bollo 16,00 (1)

Modello SEMPLIFICATO per l edilizia protocollo comunale marca da bollo 16,00 (1) Allo Sportello Unico per l Edilizia del Comune di posta elettronica certificata: Modello SEMPLIFICATO per l edilizia protocollo comunale marca da bollo 16,00 (1) Quadro A Dati dei richiedenti _ nato/a

Dettagli

Associazione Artigiani e P.M.I. del Biellese. Bonus mobili ed elettrodomestici, l Agenzia delle Entrate aggiorna la Guida e le FAQ

Associazione Artigiani e P.M.I. del Biellese. Bonus mobili ed elettrodomestici, l Agenzia delle Entrate aggiorna la Guida e le FAQ Associazione Artigiani e P.M.I. del Biellese Via Repubblica 56-13900 Biella Tel: 015 351121 - Fax: 015 351426 - C. F.: 81067160028 Internet: www.biella.cna.it - email: mailbox@biella.cna.it Certificato

Dettagli

RELAZIONE ASSEVERATA DEL PROGETTISTA resa ai sensi dell articolo 26, comma 1, della Legge Regionale 11.11.2009, n 19 Codice Regionale dell Edilizia

RELAZIONE ASSEVERATA DEL PROGETTISTA resa ai sensi dell articolo 26, comma 1, della Legge Regionale 11.11.2009, n 19 Codice Regionale dell Edilizia RELAZIONE ASSEVERATA DEL PROGETTISTA resa ai sensi dell articolo 26, comma 1, della Legge Regionale 11.11.2009, n 19 Codice Regionale dell Edilizia Il sottoscritto cognome e nome nato/a a provincia il

Dettagli

Bonus mobili ed elettrodomestici

Bonus mobili ed elettrodomestici MAGGIO 2014 Bonus mobili ed elettrodomestici Come e quando richiedere l agevolazione fiscale La detrazione Si può usufruire di una detrazione Irpef del 50% per l acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici

Dettagli

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI MOD. 1 CIL COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI COMUNE DI MELITO DI NAPOLI (Provincia di Napoli) SETTORE V - ASSETTO E SVILUPPO DEL TERRITORIO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA SERVIZIO TRASFORMAZIONI EDILIZIE Riservato

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI MANUFATTI LEGGERI

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI MANUFATTI LEGGERI COMUNE DI REGGELLO PROVINCIA DI FIRENZE REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI MANUFATTI LEGGERI (APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 33 DEL 01.04.2014) INDICE Art. 1 - Oggetto e ambito di applicazione

Dettagli

Le agevolazioni fiscali per la tua casa

Le agevolazioni fiscali per la tua casa Nel primo video abbiamo parlato di: Introduzione alle agevolazioni fiscali In cosa consiste Chi può usufruirne Cumulabilità con altre agevolazioni Aliquota IVA applicabile 1 Cosa vediamo nel secondo video

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

COMUNE DI FERRARA SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE SERVIZIO QUALITÀ EDILIZIA SPORTELLO UNICO EDILIZIA. NP 3534/10 Ferrara 15.06.

COMUNE DI FERRARA SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE SERVIZIO QUALITÀ EDILIZIA SPORTELLO UNICO EDILIZIA. NP 3534/10 Ferrara 15.06. COMUNE DI FERRARA SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE SERVIZIO QUALITÀ EDILIZIA SPORTELLO UNICO EDILIZIA NP 3534/10 Ferrara 15.06.2010 Agli Uffici del Servizio Qualità e del SUE OGGETTO Conversione in

Dettagli

ATTIVITA PROFESSIONALE. DIRITTI DI SEGRETERIA (es. Comune di Roma)

ATTIVITA PROFESSIONALE. DIRITTI DI SEGRETERIA (es. Comune di Roma) ATTIVITA PROFESSIONALE PREZZI (*esclusi: IVA e CNPAIA 4%, diritti di segreteria P.A.- COMPUTO-METRICI, CAPITOLATI, CONTRATTI, DIREZIONE LAVORI, N.O. VINCOLI, PROGETTO STRUTTURALE, RELAZIONE GEOLOGICA,

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE REGIONE PIEMONTE BU18 07/05/2015 Comune di Rivalta di Torino (Torino) Deliberazione di C.C. n. 4 del 28/01/2015: Regolamento Edilizio Comunale. Modifica e sostituzione articolo 18 e inserimento nuovi articoli

Dettagli

Prontuario dell attività edilizia 2005

Prontuario dell attività edilizia 2005 COMUNE DI MIRANO Camera Commercio Industria Artigianato Agricoltura Venezia Prontuario dell attività edilizia 2005 Sindaco Gianni Fardin Assessore Edilizia Privata Giancarlo Boccotti Assessore Urbanistica

Dettagli

IL SOTTOSCRITTO. Cognome Nome Codice fiscale nato a il, residente a Prov. CAP in via n. Civ. tel. fax. cell. Casella Posta Elettronica o PEC @

IL SOTTOSCRITTO. Cognome Nome Codice fiscale nato a il, residente a Prov. CAP in via n. Civ. tel. fax. cell. Casella Posta Elettronica o PEC @ Comune di Cavaion Veronese Provincia di Verona Ufficio Tecnico Edilizia Privata Piazza G.Fracastoro, 8 37010 Cavaion Veronese www.comunecavaion.it - ediliziaprivata@comunecavaion.it Tel. lunedì mercoledì

Dettagli

ART. 18 RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO

ART. 18 RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO ART. 18 RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO * Definiscono gli interventi rivolti a conservare l'organismo edilizio e ad assicurarne la funzionalità mediante un insieme sistematico di opere che nel rispetto

Dettagli

D.I.A. (Denuncia Inizio di Attività edilizia) Elenco documenti da allegare alla richiesta:

D.I.A. (Denuncia Inizio di Attività edilizia) Elenco documenti da allegare alla richiesta: D.I.A. (Denuncia Inizio di Attività edilizia) 1. Relazione asseverata; 2. Elaborati progettuali; 3. Copia Atto Notarile di proprietà della area o del titolo che legittimi i richiedenti ad effettuare i

Dettagli

ELENCO DELLE AUTORIZZAZIONI PAESAGGISTICHE RILASCIATE. PUBBLICAZIONE AI SENSI DELL ART. 146 COMMA 13 DEL D.LGS. 42/2004.

ELENCO DELLE AUTORIZZAZIONI PAESAGGISTICHE RILASCIATE. PUBBLICAZIONE AI SENSI DELL ART. 146 COMMA 13 DEL D.LGS. 42/2004. ELENCO DELLE AUTORIZZAZIONI PAESAGGISTICHE RILASCIATE. PUBBLICAZIONE AI SENSI DELL ART. 146 COMMA 13 DEL D.LGS. 42/2004. DATA E PROT. RILASCIO OGGETTO 27.05.2010 prot. n. 6016 Posa di tubo di derivazione

Dettagli

TIMBRO PROTOCOLLO N. PRATICA

TIMBRO PROTOCOLLO N. PRATICA COMUNE DI PORDENONE TIMBRO PROTOCOLLO N. PRATICA Nominativo del dichiarante (1) altri titolari oltre al presente dichiarante NO SI n (in caso di più dichiaranti, compilare una scheda anagrafica per ogni

Dettagli

Periodico informativo n. 103/2015

Periodico informativo n. 103/2015 Periodico informativo n. 103/2015 OGGETO: Alberghi: bonus per ristrutturazioni e riqualificazione energetica Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza

Dettagli

TIMBRO PROTOCOLLO N. PRATICA

TIMBRO PROTOCOLLO N. PRATICA LOGO COMUNE TIMBRO PROTOCOLLO Nominativo del dichiarante (1).... SI altri titolari oltre al presente dichiarante NO.. (in caso di più dichiaranti, compilare una scheda anagrafica per ogni singolo soggetto)

Dettagli

AL COMUNE DI TRIESTE AREA CITTA TERRITORIO E AMBIENTE SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA ED EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA MOBILITA E TRAFFICO

AL COMUNE DI TRIESTE AREA CITTA TERRITORIO E AMBIENTE SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA ED EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA MOBILITA E TRAFFICO 01/04/2014 comune di trieste piazza Unità d'italia 4 34121 Trieste tel. 040 6751 www.comune.trieste.it partita iva 00210240321 ORIGINALE DEL MODULO da consegnare al PROTOCOLLO GENERALE, sito al pianoterra

Dettagli

COMUNE DI MONSUMMANO TERME Provincia di Pistoia Settore Servizi Tecnici Pianificazione e Gestione del Territorio Servizio Urbanistica Allegato A

COMUNE DI MONSUMMANO TERME Provincia di Pistoia Settore Servizi Tecnici Pianificazione e Gestione del Territorio Servizio Urbanistica Allegato A COMUNE DI MONSUMMANO TERME Provincia di Pistoia Settore Servizi Tecnici Pianificazione e Gestione del Territorio Servizio Urbanistica Allegato A REGOLAMENTO ARREDI DELLE AREE PERTINENZIALI Atto collegato

Dettagli

Ai Gentili Clienti Loro sedi

Ai Gentili Clienti Loro sedi Consulenza Tributaria, del lavoro e gestionale Centro elaborazione dati contabili Elaborazione cedolini paga Scheda n. 28 del 20 ottobre 2006 Ai Gentili Clienti Loro sedi L IVA AGEVOLATA IN EDILIZIA Il

Dettagli

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO PRATICA CAEL N DEL COMUNICAZIONE ATTIVITÀ EDILIZIA LIBERA (Art 6 DPR 380/2001 Art 80 LRT 1/2005) AL COMUNE DI GAVORRANO Ufficio Edilizia privata Piazza Buozzi, 16 Il sottoscritto nato a il Codice Fiscale

Dettagli

INTERVENTI ESEGUITI IN AMBITO A0 INTERVENTI EDILIZI

INTERVENTI ESEGUITI IN AMBITO A0 INTERVENTI EDILIZI RELAZIONE TECNICA Il Comune di Zoppola è dotato di Piano Regolatore Comunale adeguato alla L.R.52/91, adottato con Delibera del Consiglio Comunale n 63 del 25.09.1998 ed approvato con Delibera del Consiglio

Dettagli

ELENCO DELLE AUTORIZZAZIONI PAESAGGISTICHE RILASCIATE. PUBBLICAZIONE AI SENSI DELL ART. 146 COMMA 13 DEL D.LGS. 42/2004.

ELENCO DELLE AUTORIZZAZIONI PAESAGGISTICHE RILASCIATE. PUBBLICAZIONE AI SENSI DELL ART. 146 COMMA 13 DEL D.LGS. 42/2004. ELENCO DELLE AUTORIZZAZIONI PAESAGGISTICHE RILASCIATE. PUBBLICAZIONE AI SENSI DELL ART. 146 COMMA 13 DEL D.LGS. 42/2004. DATA E PROT. RILASCIO OGGETTO 27.05.2010 prot. n. 6016 Posa di tubo di derivazione

Dettagli

C O M U N E D I S A N T O R S O Piazza Aldo Moro n. 8 - Cap 36014 - Cod. Fiscale 00280750241 UFFICIO EDILIZIA PRIVATA ED URBANISTICA

C O M U N E D I S A N T O R S O Piazza Aldo Moro n. 8 - Cap 36014 - Cod. Fiscale 00280750241 UFFICIO EDILIZIA PRIVATA ED URBANISTICA Timbro di registrazione al Protocollo Comunale Marca da bollo in vigore RICHIEDENTE: DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA (la richiesta deve essere compilata in ogni sua parte) Il sottoscritto nato

Dettagli

DOMANDA DI RILASCIO DEL CERTIFICATO DI AGIBILITA (articoli 24 e 25 del d.p.r. n. 380 del 2001; articoli 3.1.7 e 3.1.8 del R. L. I.

DOMANDA DI RILASCIO DEL CERTIFICATO DI AGIBILITA (articoli 24 e 25 del d.p.r. n. 380 del 2001; articoli 3.1.7 e 3.1.8 del R. L. I. Comune di Agnadello Provincia di Cremona Area Tecnica Sportello Unico edilizia Responsabile del procedimento: P.G. Marca da bollo da euro 14,62 DOMANDA DI RILASCIO DEL CERTIFICATO DI AGIBILITA (articoli

Dettagli

ATTIVITÀ EDILIZIA LIBERA E ABUSIVISMO EDILIZIO. Kristina Tomic

ATTIVITÀ EDILIZIA LIBERA E ABUSIVISMO EDILIZIO. Kristina Tomic AREA CITTÀ E TERRITORIO SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA ed EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA, MOBILITA e TRAFFICO ATTIVITÀ EDILIZIA LIBERA E ABUSIVISMO EDILIZIO Kristina Tomic Responsabile Abusivismo Edilizio Comune

Dettagli

enricomilone@hotmail.com Manarch nov.2013

enricomilone@hotmail.com Manarch nov.2013 enricomilone@hotmail.com Manarch nov.2013 CIL CILA SCIA PdC TIPI DI LAVORI EDILIZI La esecuzioni di lavori in edilizia è regolata da leggi e regolamenti. I lavori di nuova costruzione sono generalmente

Dettagli

PRONTUARIO DEI TITOLI EDILIZI (aggiornato al 23 novembre 2014)

PRONTUARIO DEI TITOLI EDILIZI (aggiornato al 23 novembre 2014) PRONTUARIO DEI TITOLI EDILIZI (aggiornato al 23 novembre 2014) LEGENDA: AEL : Attività Edilizia Libera CIL : Comunicazione Inizio Lavori CILA : Comunicazione Inizio Lavori Asseverata SCIA : Segnalazione

Dettagli

LEGGE REGIONALE 15/2013

LEGGE REGIONALE 15/2013 LEGGE REGIONALE 15/2013 SEMPLIFICAZIONE DELLA DISCIPLINA EDILIZIA Pubblicata il 31 luglio 2013 In vigore dal 28 settembre 2013 -tranne art.55, in vigore dal 31 luglio 2013-13/10/09 - Esercitazione Pratica

Dettagli

REGOLAMENTO EDILIZIO UNIFICATO

REGOLAMENTO EDILIZIO UNIFICATO COMUNE DI CAPANNOLI REGOLAMENTO EDILIZIO UNIFICATO ALLEGATO A disposizioni diversificate in rapporto alle specificità dei singoli Comuni 1 INDICE TITOLO I Disposizioni diversificate Capo I - Norme specifiche

Dettagli

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO VENERDI 21 GENNAIO 2011 PRATO - PALAZZO DELLE PROFESSIONI

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO VENERDI 21 GENNAIO 2011 PRATO - PALAZZO DELLE PROFESSIONI SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO VENERDI 21 GENNAIO 2011 PRATO - PALAZZO DELLE PROFESSIONI La nuova disciplina comunale dell ATTIVITA EDILIZIA LIBERA alla luce della modifica dell art. 6 del T.U. n. 380/2001

Dettagli

Bonus mobili ed elettrodomestici

Bonus mobili ed elettrodomestici Dicembre 2013 Bonus mobili ed elettrodomestici Come e quando richiedere l agevolazione fiscale La detrazione Si può usufruire di una detrazione Irpef del 50% per l acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici

Dettagli

COMUNE DI ORDONA. Provincia di Foggia AREA TECNICA. Al Responsabile del Settore Tecnico del Comune di Ordona

COMUNE DI ORDONA. Provincia di Foggia AREA TECNICA. Al Responsabile del Settore Tecnico del Comune di Ordona RICHIESTA DI RILASCIO DEL CERTIFICATO DI AGIBILITA' (articoli 24 e 25 del d.p.r. n. 380 del 2001) Pratica Edilizia N. 20 COMUNE DI ORDONA Provincia di Foggia protocollo AREA TECNICA Marca da bollo da 14,62

Dettagli