CS ETF (IE) on Credit Suisse Global Alternative Energy

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CS ETF (IE) on Credit Suisse Global Alternative Energy"

Transcript

1 CS ETF (IE) on Credit Suisse Global Alternative Energy Supplemento al Prospetto Informativo Il presente Supplemento contiene informazioni relative al CS ETF (IE) on Credit Suisse Global Alternative Energy (il "Fondo"), un Fondo di CS ETF (IE) plc (la "Società"), che è una Società di investimento di tipo aperto, multicomparto, con capitale variabile, soggetta alle leggi irlandesi e autorizzata dalla Banca Centrale d'irlanda (la "Banca Centrale"), il cui indirizzo è il seguente: Block D, Iveagh Court, Harcourt Road,, Dublin 2, Irlanda. Il presente Supplemento fa parte del Prospetto Informativo e può essere distribuito e letto soltanto unitamente allo stesso (salvo per coloro che hanno precedentemente ricevuto il Prospetto Informativo della Società datato 23 gennaio 2012, e successive modifiche e integrazioni (il "Prospetto Informativo")). IL PRESENTE DOCUMENTO È IMPORTANTE. PRIMA DI PROCEDERE ALL ACQUISTO DELLE AZIONI, È NECESSARIO ASSICURARSI DI COMPRENDERE BENE LA NATURA DI TALE INVESTIMENTO, I RISCHI IMPLICATI E LE PROPRIE CIRCOSTANZE PERSONALI. IN CASO DI DUBBI IN MERITO AI CONTENUTI DEL PRESENTE SUPPLEMENTO, È OPPORTUNO CHIEDERE CONSIGLIO AD UN CONSULENTE APPROPRIATAMENTE QUALIFICATO. I termini con la lettera maiuscola usati in questo Supplemento hanno il significato che viene loro attribuito nella sottostante sezione Definizioni o nel Prospetto Informativo. Oltre a investire in azioni e titoli legati ad azioni, valori mobiliari e altre attività idonee, ai fini dell investimento e di un efficace gestione del portafoglio, è intenzione della Società effettuare investimenti per conto del Fondo, ove possibile, in strumenti finanziari derivati ( SFD ). Alcuni rischi legati agli investimenti in SFD sono indicati nel Prospetto Informativo alla sezione intitolata Fattori di rischio. È necessario tener conto (a) di possibili conseguenze fiscali, (b) dei requisiti giuridici e normativi, (c) di qualsiasi restrizione di cambio o di requisiti di controllo dei cambi e (d) di qualsiasi altro requisito governativo o di altri permessi o formalità nelle quali è possibile incorrere in base alle leggi del Paese del quale si è cittadini, o nel quale si ha residenza o domicilio e che possono riguardare l'acquisto, la detenzione o la cessione di Azioni. CS ETF (IE) plc Sicav multicomparto con separazione patrimoniale fra i Comparti In data 23 gennaio 2012 JFS/ / v7 1

2 INFORMAZIONI IMPORTANTI Idoneità dell'investimento Le Azioni non sono a capitale protetto. Il valore delle Azioni può aumentare o diminuire e potrebbe non essere possibile rientrare in possesso del capitale inizialmente investito. Per una trattazione dei rischi che devono essere valutati dall'investitore, consultare la sezione intitolata "Fattori di rischio" del Prospetto Informativo e la sezione intitolata "Altre informazioni - Fattori di rischio" del presente Supplemento. Un investimento di questo tipo è adatto unicamente ad investitori che siano in grado (da soli o con l'ausilio di un consulente finanziario o di altro consulente) di valutare le qualità e i rischi di questo tipo di investimento e che abbiano risorse sufficienti per poter sostenere qualsiasi perdita che ne dovesse risultare. I contenuti di questo documento non hanno lo scopo di contenere (e non si deve considerare che contengano) consulenza relativa a questioni di tipo finanziario o legale, né relativa all'investimento, né di qualsiasi altro tipo. Profilo dell'investitore tipico Il Fondo è adatto ad investitori che mirano a conseguire un incremento del capitale e disposti ad accettare un livello di volatilità medio-alto. Responsabilità Gli Amministratori (i cui nomi sono elencati nella sezione del Prospetto Informativo intitolata "Amministratori della Società") si assumono la responsabilità delle informazioni contenute nel Prospetto Informativo e nel presente Supplemento. Sulla base delle conoscenze e delle convinzioni degli Amministratori (i quali hanno adottato tutte le ragionevoli misure atte a garantirlo) le informazioni contenute nel presente Supplemento, se lette congiuntamente al Prospetto Informativo (completato, modificato o integrato dal presente Supplemento), corrispondono ai fatti alla data di pubblicazione del presente Supplemento e non omettono nulla che possa influire sul significato delle stesse. Disposizioni generali Il presente Supplemento riassume informazioni sulle Azioni e sul Fondo. È necessario inoltre far riferimento al Prospetto Informativo, che è separato dal presente documento e descrive la Società fornendo informazioni generali sulle offerte di Azioni nella Società. Nessuna decisione deve essere presa rispetto alle Azioni finché non si sia ricevuta una copia del Prospetto Informativo. Qualora sussistesse una qualsiasi incongruenza tra i contenuti del Prospetto Informativo e quelli del presente Supplemento, per quanto riguarda tale incongruenza prevarranno i contenuti del presente Supplemento. Il presente Supplemento e il Prospetto Informativo devono essere entrambi letti attentamente nella loro interezza prima di prendere una qualsiasi decisione di investimento riguardante le Azioni. Alla data di pubblicazione del presente Supplemento, la Società non ha alcun prestito di capitale in essere (prestiti a termine inclusi) o costituito ma non emesso; non ha in essere alcun mutuo, addebito o altri prestiti o passività in forma di prestiti, inclusi scoperti bancari e passività in accettazione o accettazione di crediti; non è impegnata in acquisti a rate o leasing finanziari, fideiussioni o sopravvenienze passive di altra natura. Distribuzione del presente Supplemento e Limitazioni alla vendita La distribuzione del presente Supplemento è consentita solo se accompagnata da una copia del Prospetto Informativo, dell'ultima relazione annuale e del bilancio certificato della Società e del Fondo (tranne per coloro che hanno ricevuto il Prospetto Informativo precedentemente) e, se pubblicato dopo tale relazione, di una copia dell'ultima relazione semestrale e del bilancio non certificato. La distribuzione del presente Supplemento e l'offerta o l'acquisto delle Azioni, in alcune giurisdizioni, possono essere sottoposte a limitazioni. Se si riceve una copia del presente Supplemento e/o del Prospetto Informativo non si devono considerare questi documenti come costituenti un'offerta, un invito o una sollecitazione a sottoscrivere Azioni a meno che, nella giurisdizione competente, questo tipo di offerta, invito o sollecitazione possa legittimamente essere effettuato in assenza di conformità a qualsiasi registrazione o altro requisito giuridico. Chi fosse interessato all'acquisto di Azioni dovrà informarsi in merito e osservare tutte le leggi e i regolamenti in vigore in ciascuna giurisdizione pertinente. In particolare è necessario informarsi in merito ai requisiti giuridici, alla disciplina sul controllo dei cambi in vigore e alla normativa fiscale vigente nel Paese del quale si è cittadini, o nel quale si ha residenza o domicilio. JFS/ / v7 2

3 Definizioni I termini e le espressioni utilizzati nel presente Supplemento hanno, salvo quando ivi diversamente definiti, lo stesso significato ad essi attribuito nelle definizioni del Prospetto Informativo. TERMINI APPLICABILI ALLE AZIONI RAPPRESENTATIVE DI PARTECIPAZIONI NEL FONDO Obiettivo di investimento L obiettivo di investimento del Fondo consiste nel fornire la performance dell Indice di Riferimento (ossia l Indice Credit Suisse Global Alternative Energy Net USD) dedotte commissioni e spese del Fondo. L Indice di Riferimento è un indice ponderato sulla capitalizzazione di mercato concepito per riflettere la performance dei mercati delle energie alternative a livello mondiale con riferimento ai rendimenti di 30 importanti società in cinque settori, nel rispetto di un requisito minimo in termini di volume medio degli scambi. I cinque settori (Gas naturale, Eolico, Solare, Bioenergia/Biomassa e Geotermico/Energia idroelettrica/celle a combustibile/batterie) presentano un limite massimo pari al 20% dell'indice di Riferimento al fine di impedire a singoli settori di dominare lo stesso Indice di Riferimento. Inoltre, il peso di ciascun titolo presenta un limite pari al 10% dell Indice di Riferimento. Il limite viene definito in occasione del rendiconto semestrale. L Indice di Riferimento si basa su una metodologia basata su regole sviluppata da Credit Suisse Private Banking Research e calcolata e gestita da Deutsche Börse. L'Indice di Riferimento è un indice net total return, ossia i dividendi netti dei suoi elementi costitutivi vengono reinvestiti dopo aver detratto eventuali imposte applicabili. Politica di investimento Al fine di raggiungere l'obiettivo di investimento, la Società prevede di investire, per conto del Fondo, tutti o sostanzialmente tutti i proventi netti di qualsiasi emissione di Azioni con la modalità di seguito indicata. (i) azioni e titoli legati ad azioni che fanno riferimento ai componenti dell Indice di Riferimento, comprese azioni ordinarie, azioni privilegiate, ricevute di deposito per tali titoli e altri titoli aventi caratteristiche azionarie, nell intento di replicare quanto più esattamente possibile la performance dell'indice di Riferimento. Di conseguenza, il principale criterio per la selezione dei singoli titoli e titoli azionari non è la loro percezione di attrattiva, crescita potenziale o valore, ma piuttosto la loro idoneità in termini di raggiungimento dell'obiettivo di investimento di replicare la performance dell'indice di Riferimento. Il Fondo può investire fino al 20% del suo Valore Patrimoniale Netto in tali titoli e titoli azionari emessi dallo stesso ente al fine di replicare l Indice di Riferimento. Il limite può essere aumentato fino al 35% per un singolo emittente in presenza di condizioni eccezionali di mercato. Per raggiungere il suo obiettivo di investimento, il Fondo potrà anche investire in futures sull Indice di Riferimento; tali futures e tutti gli investimenti del Fondo saranno quotati o negoziati su un mercato o una borsa valori come descritto nell Appendice II del Prospetto Informativo. Tuttavia, a seconda delle condizioni prevalenti del mercato e/o delle rispettive ponderazioni dei componenti dell Indice di Riferimento durante la vita del Fondo, il Gestore degli investimenti può decidere di investire i proventi netti di qualsiasi emissione di Azioni (alla Data di Emissione Iniziale o successivamente) con le modalità alternative elencate di seguito. Le seguenti metodologie di investimento alternative (elencate ai successivi punti da (ii) a (v)) non sono destinate a essere reciprocamente esclusive e potrebbero essere usate singolarmente o collettivamente in diverse combinazioni, nel qual caso il costo di tale passaggio (eventuale) non sarà a carico degli Azionisti. (ii) azioni e titoli legati ad azioni come menzionati al precedente punto (i) sulla base di un metodo ottimizzato di campionamento. Nell utilizzare un metodo di campionamento ottimizzato, il Fondo potrebbe investire in una selezione rappresentativa dei titoli dell'indice di Riferimento invece che in tutti i titoli dell'indice di Riferimento o in titoli che non fanno parte dello stesso, qualora il Gestore degli Investimenti ritenga che tali titoli consentiranno di raggiungere l obiettivo di investimento. Una tale selezione di titoli sarà basata su una procedura matematica di ottimizzazione con lo scopo di determinare un portafoglio col minimo rischio di divergenza rispetto alla performance dell'indice di di Riferimento; JFS/ / v7 3

4 (iii) (iv) futures sull Indice di Riferimento o altri indici finanziari che fanno riferimento allo stesso mercato o a un mercato sostanzialmente analogo a quello dell Indice di Riferimento o futures azionari su uno o più componenti dello stesso; tali futures saranno quotati o negoziati su una borsa o un mercato come stabilito nell Appendice II del Prospetto Informativo. Laddove il Fondo guadagna esposizione ad indici finanziari diversi dall'indice di Riferimento, gli indici finanziari saranno strettamente correlati all'indice di Riferimento e tale esposizione sarà ai fini della gestione della liquidità e/o per favorire la riduzione del tracking error. L'utilizzo di tali futures non genererà alcuna leva finanziaria e l'importo figurativo degli stessi sarà interamente coperto dalla liqudità o mezzi equivalenti a liquidità nell'ambito del Fondo; swap (ossia un contratto tra il Fondo e una Controparte Autorizzata per scambiare flussi di cassa con un altro flusso in virtù di un contratto quadro, conformemente ai requisiti dell'international Swaps and Derivatives Association; tali swap possono comprendere swap funded (con pagamento di provvista) e non funded (senza pagamento di provvista) (come più dettagliatamente descritto di seguito nella sezione "Utilizzo dei Contratti derivati Swap") (gli "Swap"). La finalità degli Swap consiste nell'acquisire esposizione indiretta all'indice di Riferimento (come descritto più in dettaglio nella successiva sezione intitolata "Utilizzo dei Contratti derivati - Swap"). L'utilizzo di tali Swap non genererà alcuna leva finanziaria all'interno del Fondo ed è previsto che questa politica di investimento determinerà la ricezione, da parte degli Azionisti, del rendimento dell'indice di Riferimento al netto delle commissioni e delle spese del Fondo; (v) un portafoglio di valori mobiliari o altre attività idonee (compresi futures e opzioni) che potrebbero comprendere o fornire esposizione indiretta a tutti i titoli costituenti dell Indice di Riferimento, un campione ottimizzato degli stessi o valori mobiliari non connessi o altre attività idonee. Essi saranno strumenti azionari e legati ad azioni, titoli a reddito fisso come strumenti convertibili, titoli di prim ordine, strumenti del mercato monetario, strumenti a tasso variabile e commercial paper, titoli garantiti da attività, compresi i Titoli di Finanza Strutturata che offrono la performance dell'indice di Riferimento (e che non includono derivati) o di altri indici finanziari facenti riferimento allo stesso mercato o a un mercato sostanzialmente analogo a quello dell'indice di Riferimento o uno o più componenti dello stesso, e/o quote di altri organismi di investimento collettivo di tipo aperto, compresi altri Fondi della Società. Quasiasi strumento di cui sopra può essere emesso o disposto da una società appartenente al Gruppo Credit Suisse. Qualora il Fondo investa in titoli e/o altre attività idonee che complessivamente non replicano del tutto l Indice di Riferimento, esso può perfezionare Swap finalizzati a scambiare, direttamente o indirettamente, parte della o l'intera performance del prezzo e il reddito percepito in relazione a tali titoli e/o altre attività idonee con la performance di alcuni o di tutti gli elementi costitutivi dell Indice di Riferimento, come più dettagliatamente descritto di seguito nella sezione "Utilizzo dei Contratti derivati Swap". In tal caso il Fondo non avrà alcuna esposizione al mercato o al credito relativamente ai particolari titoli e altre attività idonee (la performance del prezzo delle quali e il reddito conseguito sulle stesse sono scambiati in base alle condizioni degli Swap) nella misura in cui gli Swap prevedano che il Fondo paghi la performance del prezzo e il reddito percepito sulla stessa alla Controparte Autorizzata, salvo in caso di inadempienza della Controparte Autorizzata degli Swap. L'adozione di questa politica d'investimento non genererà alcuna leva finanziaria nell'ambito del Fondo ed è previsto che essa determinerà la ricezione, da parte degli Azionisti, del rendimento dell'indice di Riferimento al netto di commissioni e spese del Fondo. Azioni, strumenti legati ad azioni, futures, Swap, valori mobiliari, altre attività idonee elencate al precedente punto (v), eventuale liquidità accessoria e altri strumenti (detenuti ai fini di un efficace gestione di portafoglio e di copertura valutaria) detenuti dal Fondo costituiranno l "Attivo del Fondo" ai fini del Prospetto Informativo. Indipendentemente dalla politica di investimento perseguita, il Fondo sarà gestito in modo tale da non essere soggetto a leva finanziaria per finalità di investimento. Ulteriori informazioni relative alla politica di investimento del Fondo sono riportate nella parte principale del Prospetto Informativo, ai paragrafi "Obiettivi e politiche d'investimento" e "Restrizioni agli Investimenti". Utilizzo dei Contratti derivati Swap Il Fondo può perfezionare Swap con entità appartenenti al Gruppo Credit Suisse o a qualsiasi altra entità idonea (ossia la Controparte Autorizzata ) in virtù dei quali il Fondo avrà diritto a ricevere dalla Controparte Autorizzata la performance di alcuni o di tutti gli elementi costitutivi dell Indice di Riferimento. JFS/ / v7 4

5 Il Fondo può perfezionare Swap con una entità appartenente al Gruppo Credit Suisse o con qualsiasi altra entità idonea (la "Controparte Autorizzata") in conformità ai quali il Fondo sarà tenuto a corrispondere alla Controparte Autorizzata (i) alcuni o tutti i proventi netti di qualsiasi emissione di Azioni o (ii) pagamenti legati al rendimento su alcuni o su tutti i titoli azionari e altre attività idonee elencati al precedente paragrafo (v). La Controparte Autorizzata degli Swap e la Società (per conto del Fondo) hanno stipulato un Contratto Quadro dell International Swaps and Derivatives Association 2002 (compresi eventuali contratti di supporto, appendici o allegati dello stesso) (il Contratto Quadro ISDA ) e ratificheranno ogni operazione Swap. La conferma potrà essere sottoscritta prima o dopo la rispettiva transazione e potrà essere in forma elettronica. I contratti swap saranno sempre valutati in conformità a quanto stabilito dal Prospetto Informativo. La valutazione degli Swap rifletterà i movimenti relativi della performance dell Indice di Riferimento e la detenzione, da parte del Fondo, di valori mobiliari e/o altro Attivo del Fondo eventualmente citati negli Swap. A seconda del valore degli Swap, il Fondo dovrà effettuare o ricevere un pagamento alla/dalla Controparte Autorizzata. Qualora il Fondo debba effettuare un pagamento alla Controparte Autorizzata, tale pagamento sarà erogato cedendo alcuni o tutti i valori mobiliari e/o altre Attività del Fondo in cui il Fondo ha investito. Come stabilito nella Sezione 5 del Prospetto Informativo, la Società si accerterà che l'esposizione al rischio di Controparte Autorizzata ai sensi degli Swap non superi mai i limiti previsti dai Regolamenti e dalla Banca Centrale. Di conseguenza, la Società ridurrà l esposizione alla Controparte Autorizzata inducendo quest ultima, se necessario, a rilasciare adeguate Garanzie reali alla Società per conto del Fondo interessato (o come altrimenti consentito dalla Banca Centrale), secondo le condizioni del Contratto Quadro ISDA, conformemente ai Limiti agli Investimenti. In alternativa, la Società potrebbe ridurre la propria esposizione al rischio di Controparte Autorizzata azzerando gli Swap. L effetto dell azzeramento degli Swap è ridurre la contabilizzazione al valore di mercato degli Swap e di conseguenza l esposizione netta alla controparte. La Garanzia reale e/o i meccanismi di azzeramento sopra descritti possono essere utilizzati dalla Controparte Autorizzata anche per ridurre la propria esposizione al Fondo, che determinerebbe un pagamento corrispondente dal Fondo alla Controparte Autorizzata. I contratti Swap possono essere risolti da ciascuna delle parti in qualsiasi momento al verificarsi di determinati eventi relativi sia al Fondo sia alla Controparte Autorizzata compresi, a titolo puramente esemplificativo, casi di inadempimento (come mancato pagamento, violazione contrattuale o bancarotta) oppure un evento di risoluzione (che non sia dovuto a colpa delle parti, ma, ad esempio, a illegalità o a una variazione delle leggi fiscali o contabili), nel qual caso la parte non inadempiente o la parte non colpita ha rispettivamente diritto a calcolare il valore di chiusura degli Swap e lo farà in linea con i principi standard del settore fissati nel Contratto Quadro ISDA. Il Fondo potrebbe pertanto sottoscrivere nuovi Swap (salvo laddove gli Amministratori lo reputino sconsigliabile) o investire direttamente nei titoli sottostanti dell Indice di Riferimento ovvero, qualora gli Amministratori stabiliscano che non è ragionevolmente possibile conseguire l obiettivo d investimento, il Fondo potrà essere chiuso conformemente alle disposizioni del Prospetto Informativo. Prestito titoli e operazioni di riacquisto Ai fini di un'efficace gestione del portafoglio, la Società può perfezionare un contratto di prestito titoli e /o Operazioni di Riacquisto con istituti finanziari (compresa un'entità appartenente al Gruppo Credit Suisse come prenditore o controparte esclusiva nell Operazione di Riacquisto) che abbiano un rating creditizio minimo, al momento del perfezionamento della relativa operazione, di A2 (S&P) o equivalente, o il cui rating implicito sia ritenuto dal Fondo di livello almeno pari a tale rating (una Controparte ). Tali accordi di prestito titoli e Operazioni di Riacquisto saranno soggetti alle condizioni, ai limiti e ai requisiti stabiliti dalla Banca Centrale e dalle disposizioni del Prospetto Informativo. In tali operazioni, la Garanzia reale si sposterà tra la Società e la Controparte interessata (o come altrimenti permesso dalla Banca Centrale) al fine di mitigare l eventuale rischio di controparte. La Società, per conto del Fondo, ha presentato alla Banca Centrale la propria politica di gestione del rischio che consente di misurare, monitorare e gestire accuratamente i vari rischi associati all'utilizzo di strumenti finanziari derivati. Su richiesta la Società fornirà agli azionisti informazioni supplementari riguardanti i metodi di gestione del rischio utilizzati, compresi i limiti quantitativi applicati a tutte le evoluzioni recenti delle caratteristiche del rischio e del rendimento delle principali categorie di investimento. Gestione efficiente del portafoglio La Società può inoltre (ai fini dell efficiente gestione del portafoglio e gestione della liquidità e non per finalità di investimento) investire in depositi liquidi, strumenti del mercato monetario e quote di organismi di investimento collettivo del mercato monetario disciplinati da OICVM. Inoltre la società può investire in JFS/ / v7 5

6 contratti di cambio a termine con la Controparte Autorizzata per finalità di copertura. Tali contratti di cambio a termine hanno l'effetto di bloccare il prezzo al quale l'indice di Riferimento o il titolo costituente dello stesso possono essere acquistati in una data futura. Limiti agli investimenti Gli investitori, in particolare, devono prestare attenzione al fatto che al Fondo vengono applicate le limitazioni generali all'investimento delineate alla sezione "Limiti agli investimenti" del Prospetto Informativo. Il Fondo non investirà oltre il 10% del suo patrimonio netto in altri OICVM o in altri organismi di investimento collettivo (OIC). Conseguenze di Eventi di turbativa Come più dettagliatamente descritto nel Prospetto informativo, al verificarsi di un Evento di turbativa, tra cui un Evento di turbativa e rettifica dell Indice (e senza limitazione alcuna ai poteri personali degli Amministratori), (i) una Controparte Autorizzata (agendo in qualità di Agente di Calcolo o in altra funzione) può (a) risolvere uno o più dei relativi Swap o (b) apportare correzioni ai termini o alla valutazione dei relativi Swap e altri contratti derivati per riflettere tale evento; tale rettifica potrebbe influire sul Valore Patrimoniale Netto; e/o (ii) gli Amministratori potrebbero sospendere temporaneamente il calcolo del Valore Patrimoniale Netto e di qualsiasi sottoscrizione, rimborso e conversione di Azioni; e/o (iii) gli Amministratori potrebbero, in determinate circostanze, chiudere il Fondo in alcune circostanze. Prestiti In conformità alle disposizioni generali stabilite nel Prospetto Informativo alla voce "Poteri di ricorso al prestito e concessione di prestiti" la Società, per conto del Fondo, potrà prendere a prestito fino al 10% del Valore Patrimoniale Netto del Fondo su base temporanea. Tali prestiti dovranno essere usati soltanto per finalità di liquidità a breve termine allo scopo di coprire il riscatto delle Azioni. Leva finanziaria Indipendentemente dalla politica d'investimento perseguita, il Fondo sarà gestito in modo tale da non essere sottoposto a leva finanziaria per finalità di investimento. Sebbene non sia previsto che il Fondo sarà sottoposto a leva finanziaria ai fini di un efficace gestione di portafoglio, qualsiasi leva finanziaria derivante da tecniche di gestione efficace del portafoglio sarà conforme ai requisiti della Banca Centrale e non sarà superiore al 10% del Valore Patrimoniale Netto del Fondo e sarà misurata usando l'approccio di impegno spiegato più dettagliatamente nella politica di gestione del rischio. Politica dei dividendi Il Fondo non prevede il pagamento di dividendi. Tuttavia gli Amministratori potranno, a loro assoluta discrezione, determinare di dichiarare dividendi rispetto a qualsiasi Classe di Azioni e gli Azionisti saranno avvisati di conseguenza. Eventuali dividendi dovuti dal Fondo saranno corrisposti in conformità alla Politica dei Dividendi indicata nel Prospetto Informativo. Il pagamento dei dividendi potrebbe anche essere pari a zero. Non esiste alcuna garanzia che sia dichiarato un dividendo. Per maggiore chiarezza, l'eventuale pagamento di un dividendo ridurrà di conseguenza il Valore Patrimoniale Netto della relativa Classe di Azioni. Ricorso limitato Un Azionista avrà diritto soltanto a considerare le attività del Fondo rispetto a tutti i pagamenti relativi alle proprie Azioni. Se il valore netto realizzato del Fondo è insufficiente a pagare le somme dovute rispetto alle Azioni, l Azionista non avrà diritto ad ulteriori pagamenti per quanto riguarda tali Azioni, né ad avanzare rivendicazioni o esercitare ricorso nei confronti delle attività di qualunque altro Fondo o di qualunque altra attività della Società. Quotazione Sarà presentata richiesta alla SIX Swiss Exchange e/o ad altre borse valori che gli Amministratori possano determinare di volta in volta (la "Borsa Valori di pertinenza") per la quotazione delle Azioni emesse disponibili all emissione e per l ammissione alla quotazione sul listino ufficiale e alla contrattazione su ogni Borsa valori di pertinenza alla Data di Avvio o in prossimità della stessa. Il presente Supplemento, insieme al Prospetto Informativo, rappresenta il prospetto di quotazione ai fini della quotazione delle Azioni sul listino ufficiale e alla negoziazione sul mercato principale di ciascuna Borsa valori di pertinenza. JFS/ / v7 6

7 Exchange Traded Fund Il Fondo è di tipo Exchange Traded Fund ("ETF", Fondo quotato in borsa). Le Azioni di questo Fondo (se quotate nelle Borse Valori di pertinenza) sono completamente trasferibili tra gli investitori. Si prevede che le Azioni saranno acquistate e vendute da parte di investitori istituzionali sul mercato secondario, così come avviene per le Azioni ordinarie di una Società commerciale quotata. Informazioni generali riguardanti il Fondo Tipo Valuta di base Giorno Lavorativo Giorno di Negoziazione Scadenza della negoziazione Dimensione minima del Fondo Momento di Valorizzazione Data di regolamento Sito Web Aperto USD Un giorno (diverso dal sabato o dalla domenica) in cui (i) le banche commerciali sono aperte per la normale attività a Dublino, Londra e Zurigo; (ii) il sistema Trans-European Real-time Gross Settlement Express Transfer (TARGET) è aperto: (iii) i mercati in cui viene negoziato il 90% dei componenti dell Indice di Riferimento) sono aperti; (iv) l'indice di Riferimento è calcolato dal Fornitore dell'indice; (v) la Cassa di Compensazione è aperta e (vi) i mercati valutari esteri sono aperti ed effettuano pagamenti (comprese le negoziazioni e i depositi in valuta estera) a Londra o qualsiasi altro giorno o giorni che gli Amministratori possano di volta in volta determinare e comunicare in anticipo agli Azionisti. Per evitare dubbi, tutti i Giorni Lavorativi saranno stabiliti sul sito Web e vi sarà almeno un Giorno di Negoziazione a cadenza quindicinale. Ciascun Giorno Lavorativo e altri giorni eventualmente stabiliti dagli Amministratori e da essi notificati anticipatamente agli Azionisti. Ore (ora di Dublino) del relativo Giorno di Negoziazione. EUR (o equivalente nella valuta di base) (ora di Dublino) del Giorno lavorativo successivo al Giorno di Negoziazione di pertinenza. Fino a quattro Giorni lavorativi dopo il Giorno di Negoziazione di pertinenza. Descrizione delle Azioni Classe di Azioni ISIN Prezzo iniziale di emissione Importo minimo delle sottoscrizioni/paniere Importo minimo di rimborso/paniere Partecipazione Minima B IE00B3YKW880 USD 60, Azioni /=1 Paniere, salvo diversamente stabilito dagli Amministratori. Agli investitori saranno comunicate eventuali modifiche all'importo minimo delle sottoscrizioni/paniere Azioni /= 1 Paniere, salvo diversamente stabilito dagli Amministratori. Agli investitori saranno comunicate eventuali modifiche all'importo minimo di rimborso/paniere. N/D Commissioni e spese (A) Le seguenti commissioni saranno applicate a ciascuna Azione e saranno a carico degli Azionisti (e non saranno a carico della Società per conto del Fondo, e di conseguenza non influenzeranno il Valore Patrimoniale Netto del Fondo): Classe di Azioni B Commissione di Fino al 6% sottoscrizione* Commissione di rimborso** Fino al 3% Commissione di conversione Fino al 3% Costo di transazione del Fino al 6% Mercato primario JFS/ / v7 7

8 * La Commissione di sottoscrizione viene detratta dalla somma corrisposta da un Investitore per la sottoscrizione di Azioni e viene versata alla Società di Gestione. La Società di Gestione può rinunciare, totalmente o parzialmente, alla Commissione di Sottoscrizione nel caso in cui le Azioni acquistate da un Azionista corrispondano almeno all'importo Minimo di Sottoscrizione/Paniere o ad un suo multiplo o per qualsiasi altra ragione a discrezione esclusiva della Società di Gestione. Il totale della Commissione di Sottoscrizione e del Costo di Transazione nel Mercato primario addebitato ad un investitore all atto della sottoscrizione non supererà il 6%. ** La Commissione di rimborso è dedotta dai proventi di rimborso dovuti all'investitore e viene versata alla Società di Gestione, la quale può rinunciarvi totalmente o parzialmente nel caso in cui le Azioni riscattate da un Azionista corrispondano almeno all'importo Minimo di Rimborso/Paniere o ad un suo multiplo o per qualsiasi altra ragione a discrezione esclusiva della Società di Gestione. Il totale della Commissione di Rimborso e del Costo di Transazione nel Mercato primario addebitato ad un investitore all atto del rimborso non supererà il 3%. *** la Commissione di Conversione viene detratta dai proventi di rimborso utilizzati per l acquisto delle Azioni della Nuova Classe ed è dovuta alla Società di Gestione. La Società di Gestione può rinunciare interamente o parzialmente alla Commissione di Conversione nel caso in cui le Azioni riscattate o acquistate da un Azionista corrispondano almeno all Importo minimo di rimborso/paniere o a un multiplo dello stesso o per qualsiasi altra ragione a esclusiva discrezione della Società di Gestione. (B) Separatamente e distintamente dalla Commissione di Sottoscrizione, Commissione di Conversione e dalla commissione di Rimborso, le quali saranno detratte dall importo di investimento ricevuto da un investitore o detratto dai proventi di rimborso dovuti all investitore o utilizzati per l'acquisto delle Azioni della Nuova Classe (a seconda dei casi), la Società sosterrà per conto del Fondo le seguenti commissioni e spese che influiranno sul Valore Patrimoniale Netto della rispettiva Classe di Azioni del Fondo; Classe di Azioni TER B Fino allo 0,65% all'anno Il TER, espresso come una percentuale del Valore Patrimoniale Netto della Classe di Azioni di pertinenza del Fondo, rappresenta le commissioni e spese dovute dalla Società per conto della rispettiva Classe di Azioni del Fondo in relazione alla Commissione di Gestione e alle Spese Amministrative (all infuori delle Spese Eccezionali), compresa eventuale IVA ove applicabile, come riportato in dettaglio nel Prospetto Informativo. Eventuali Spese Eccezionali saranno ulteriormente addebitate al Fondo e ridurranno il Valore Patrimoniale Netto della Classe di Azioni di pertinenza del Fondo. Tuttavia, il TER effettivo sostenuto dalla relativa Classe di Azioni del Fondo potrebbe effettivamente essere inferiore al TER massimo sopra indicato. Durante la vita del Fondo, il TER Massimo potrebbe dover essere aumentato di tanto in tanto. Tali aumenti saranno soggetti alla previa approvazione degli Azionisti, in conformità alle disposizioni dello Statuto. La sezione intitolata "Commissioni e spese" dovrebbe essere letta congiuntamente alle sezioni Commissioni e Spese e Prezzi di Emissione e di Riacquisto/Calcolo del Valore Patrimoniale Netto/Valutazione dell Attivo del Prospetto Informativo. JFS/ / v7 8

9 DESCRIZIONE GENERALE DELL'INDICE DI RIFERIMENTO L'Indice di riferimento è l Indice Credit Suisse Global Alternative Energy ("l Indice di riferimento"). L'Indice di Riferimento è descritto ulteriormente in seguito ma rappresenta soltanto un estratto delle informazioni disponibili da fonti pubbliche. Gli Amministratori, la Società di Gestione, Credit Suisse AG o altri sponsor successori all'indice di Riferimento (il "Fornitore dell'indice") e il Gestore degli investimenti non si assumono alcuna responsabilità per quanto riguarda l'accuratezza e la completezza di tali informazioni. L Indice di Riferimento è un indice ponderato sulla capitalizzazione di mercato concepito per riflettere la performance dei mercati delle energie alternative a livello mondiale con riferimento ai rendimenti di 30 importanti società in cinque settori, nel rispetto di un requisito minimo in termini di volume medio degli scambi. I cinque settori (Gas naturale, Eolico, Solare, Bioenergia/Biomassa e Geotermico/Energia idroelettrica/celle a combustibile/batterie) presentano un limite massimo pari al 20% dell'indice di Riferimento al fine di impedire a singoli settori di dominare lo stesso Indice di Riferimento. Inoltre, il peso di ciascun titolo presenta un limite pari al 10% dell Indice di Riferimento. Il limite viene definito in occasione del rendiconto semestrale. L Indice di Riferimento si basa su una metodologia basata su regole sviluppata da Credit Suisse Private Banking Research e calcolata e gestita da Deutsche Börse. L'Indice di Riferimento è un indice net total return, ossia i dividendi netti dei suoi elementi costitutivi vengono reinvestiti dopo aver detratto eventuali imposte applicabili. Alla fine del 30 settembre 2011, l'indice di Riferimento era composto da 30 elementi costitutivi. L'Indice di Riferimento viene rivisto e ribilanciato ogni sei mesi, ma potrebbe essere corretto anche in altri periodi al fine di riflettere attività societarie quali fusioni e acquisizioni. L Indice di Riferimento è calcolato in USD su base giornaliera. L Indice di Riferimento è fissato a USD 100 alla data di base del 31 dicembre Fornitore dell'indice e sito web L'Indice di Riferimento è fornito da Credit Suisse AG. Ulteriori dettagli sull'indice di riferimento sono disponibili sul sito ALTRE INFORMAZIONI Fattori di rischio Alcuni rischi connessi alle Azioni sono illustrati nella sezione del Prospetto Informativo intitolata Fattori di rischio. Inoltre, gli Azionisti dovranno tener conto di quanto segue: (a) I Comparti della Società sono soggetti a separazione patrimoniale e disciplinati dalla legge irlandese e, in quanto tali, in Irlanda le attività di un Comparto non possono essere utilizzate per soddisfare le passività di un altro comparto. Tuttavia, è necessario considerare che la Società è un entità legale individuale che può operare o detenere attività per proprio conto, o essere soggetta a rivendicazioni in altre giurisdizioni, le quali potrebbero non riconoscere tale separazione. Non è possibile garantire che i tribunali di tutte le giurisdizioni fuori dall'irlanda rispettino le limitazioni di responsabilità definite in precedenza. (b) Al verificarsi di un Evento di turbativa, di turbativa e rettifica dell Indice (e senza limitazione alcuna ai poteri personali degli Amministratori dettagliatamente descritti nel Prospetto Informativo); (i) possono essere apportate correzioni volte a riflettere tale evento (compresa la rettifica dell Indice di Riferimento, del calcolo del livello dell Indice di Riferimento e/o modifiche ai termini dei contratti derivati), che potrebbero influire in misura significativa sul Valore Patrimoniale Netto del Fondo; (ii) gli Amministratori potrebbero temporaneamente sospendere il calcolo del Valore Patrimoniale Netto e le sottoscrizioni, i riscatti e gli scambi di Azioni e il pagamento dei proventi di rimborso conformemente alle disposizioni del Prospetto Informativo alla sezione Sospensione del calcolo del Valore Patrimoniale Netto ; e/o (iii) gli Amministratori potrebbero, in alcune circostanze esposte nel Prospetto Informativo, chiudere il Fondo. (c) Il rendimento dovuto in base agli Swap perfezionati con una controparte è soggetto al rischio di credito della controparte. Inoltre, in base agli Swap la controparte agirà generalmente in qualità di agente di calcolo ( Agente di Calcolo ), adempirà ai compiti convenuti nel Contratto Quadro ISDA e ratificherà i relativi Swap. Si rammenta agli Azionisti che saranno esposti non solo al rischio di credito nei confronti della controparte ma anche al potenziale conflitto di interessi JFS/ / v7 9

10 derivante dal fatto che la controparte agisce come Agente di calcolo. La controparte compirà ogni possibile sforzo per risolvere tali conflitti di interesse in modo equo (tenendo conto dei propri obblighi e doveri) e di garantire che gli interessi della Società e degli Azionisti non siano ingiustamente pregiudicati. Gli Amministratori ritengono che la controparte sarà qualificata e competente per agire in qualità di Agente di Calcolo. Eventuali valutazioni fornite dalla controparte nel suo ruolo di Agente di calcolo, saranno verificate almeno settimanalmente da un soggetto indipendente dalla controparte, incaricato dall'agente amministrativo e approvato dalla Banca Depositaria. (d) Il Fondo è altamente dinamico e potrebbe mostrare un potenziale di crescita e performance degli investimenti superiore alla media, a seconda dell'ambiente economico. Le opportunità per una crescita superiore alla media potrebbero, in alcune circostanze, comportare fluttuazioni estreme, positive e negative, nel Valore Patrimoniale Netto del Fondo. (e) Il valore degli investimenti e il reddito da essi derivante, e pertanto il valore delle Azioni e il reddito dalle stesse derivante, sono soggetti a oscillazioni e l investitore potrebbe non recuperare la somma investita. L esposizione del Fondo è legata alla performance degli elementi costitutivi dell Indice di Riferimento che, a sua volta, è esposto all andamento generale del mercato (in termini sia positivi che negativi). Fattori di rischio aggiuntivi relativi al Fondo Poiché alcuni costituenti dell'indice di Riferimento sono ubicati in mercati emergenti, si richiama l'attenzione degli investitori del Fondo sui seguenti rischi aggiuntivi associati all'investimento nei mercati emergenti: (a) (b) (c) (d) Rischi relativi ai titoli dei mercati emergenti: Gli investimenti nei mercati mobiliari cui l'indice di Riferimento è legato sono soggetti ai rischi inerenti ai mercati emergenti in generale. Tali rischi potrebbero comprendere l'imposizione di limiti sulle partecipazioni di titoli quotati da parte di investitori esteri e il requisito per gli investitori esteri di mantenere un conto di negoziazione soltanto presso una società finanziaria autorizzata nel mercato di pertinenza. Ciò potrebbe contribuire a creare illiquidità del mercato mobiliare interessato, nonché mancanza di flessibilità e incertezza relativamente al contesto della negoziazione. Rischi legali e normativi: Le leggi e i regolamenti che influiscono su un investimento in titoli di un mercato emergente spesso non sono sufficientemente sviluppati e/o affermati come le leggi e i regolamenti dei paesi sviluppati, potrebbero non essere concepiti per coprire un investimento specifico effettuato attraverso una società veicolo di fondi, potrebbero essere formulati con minor concisione o altrimenti in modo ambiguo tale da determinare differenze di interpretazione e, in alcuni paesi, potrebbero non esser stati verificati. Di conseguenza, il livello di vigilanza normativa nei mercati mobiliari pertinenti potrebbe essere inferiore rispetto ai mercati mobiliari di paesi sviluppati. Inoltre, in caso di contenzioso legato a valori mobiliari che implichi una parte straniera, in linea generale si applicheranno le leggi e i regolamenti di questi paesi (salvo ove diversamente previsto da un trattato internazionale applicabile) e i sistemi giudiziari di questi paesi potrebbero non essere trasparenti ed efficaci come quelli dei paesi più sviluppati; non vi è inoltre alcuna garanzia di riuscire a far valere i propri diritti tramite procedimenti legali e le sentenze dei tribunali stranieri potrebbero non essere riconosciute. Volumi di contrattazione e volatilità: I mercati mobiliari dei paesi emergenti presentano spesso dimensioni ridotte, minori volumi di contrattazione e orari di contrattazione più brevi rispetto ai mercati mobiliari dei paesi sviluppati. Le capitalizzazioni di mercato delle società quotate sulle borse valori dei mercati emergenti sono spesso ridotte rispetto a quelle dei mercati mobiliari principali dei paesi più sviluppati. Di conseguenza, tali titoli sono spesso significativamente meno liquidi, più volatili e soggetti a spread denaro/lettera molto più ampi rispetto ai titoli quotati sui mercati mobiliari dei paesi sviluppati. Rischio di cambio: Alcune valute dei mercati emergenti sono soggette a controllo. Vi è inoltre un livello limitato di liquidità nei mercati dei cambi per alcune valute dei mercati emergenti. I summenzionati fattori potrebbero influire negativamente sul Valore Patrimoniale Netto del Fondo e/o determinare un Evento di Turbativa. Per ulteriori informazioni sui rischi consultare inoltre il Prospetto Informativo. Varie I singoli Fondi correnti della Società sono riportati nell'appendice A al Prospetto informativo. JFS/ / v7 10

11 Liberatoria The Credit Suisse EONIA Total Return Index ("Indice") è proprietà esclusiva di ed è attualmente sponsorizzato da Credit Suisse International ("Fornitore dell'indice"). The CS ETF (IE) on EONIA (il Fondo ) non è in alcun modo sponsorizzato, sostenuto, venduto o promosso dal Fornitore dell'indice. Il Fornitore dell'indice non ha alcun obbligo di prendere in considerazione le esigenze del Gestore o dei proprietari del Fondo, né di alcuna altra persona, nella composizione, determinazione o calcolo dell'indice (né in attività che causano il calcolo dell'indice). Il Fornitore dell'indice non è responsabile e non ha partecipato alla determinazione dei prezzi o dei quantitativi del Fondo né alla determinazione dei tempi di emissione o vendita del Fondo né al calcolo tramite il quale il Fondo deve essere convertito in liquidità. Il Fornitore dell'indice non ha alcun obbligo o responsabilità in relazione all amministrazione, al marketing o alla commercializzazione del Fondo. Inoltre, il Fornitore dell'indice non rilascia alcuna garanzia né dichiarazione di qualsiasi natura, esplicita o implicita, relativamente all'opportunità di investire nel Fondo, ai risultati da ottenere con l'uso dell'indice e/o al livello a cui l'indice si trova in un momento particolare di un giorno particolare o altrimenti. Il Fornitore dell'indice non garantisce l'accuratezza e/o la completezza dell'indice né di alcun dato in esso contenuto e non sarà responsabile, né per negligenza né altrimenti, verso alcuna persona relativamente ad alcun errore o omissione nell'indice o nel calcolo dell'indice né ad alcun obbligo di consigliare alcuna persona di alcun errore o omissione ivi contenuti. Il Fornitore dell'indice declina esplicitamente tutte le garanzie e condizioni di commerciabilità o idoneità ad alcuno scopo particolare e qualsiasi garanzia o condizione esplicite o implicite relativamente all'indice e a qualsiasi dato in esso contenuto. Fatto salvo quanto sopra senza limitazione alcuna, in nessun caso il Fornitore dell'indice sarà responsabile di danni particolari, punitivi, indiretti o conseguenti (inclusi mancati profitti) derivanti dall'utilizzo dell'indice o di dati ivi inclusi, anche se preventivamente informato della possibilità di detti danni. GLI AMMINISTRATORI DELLA SOCIETÀ, LA SOCIETÀ DI GESTIONE E IL GESTORE DEGLI INVESTIMENTI, CONGIUNTAMENTE "PARTI RESPONSABILI", NON GARANTISCONO L ESATTEZZA NÉ LA COMPLETEZZA DI ALCUNA DELLE DESCRIZIONI DELL'INDICE DI RIFERIMENTO O DEI DATI ALLEGATI; LE PARTI RESPONSABILI NON HANNO ALCUNA RESPONSABILITÀ PER ERRORI, OMISSIONI O INTERRUZIONI. LE PARTI RESPONSABILI AUTORIZZATE NON FORNISCONO ALCUNA GARANZIA, ESPLICITA O IMPLICITA, NEI CONFRONTI DEL FONDO, DI ALCUN AZIONISTA DEL FONDO, NÉ DI ALCUNA ALTRA PERSONA O ENTITÀ IN ORDINE ALL'INDICE QUI DESCRITTO. IL FORNITORE DELL'INDICE NON FORNISCE ALCUNA GARANZIA ESPLICITA O IMPLICITA E DECLINA ESPRESSAMENTE TUTTE LE GARANZIE RELATIVE ALLA COMMERCIABILITÀ O ALL'ADEGUATEZZA, PER UN DETERMINATO FINE O UTILIZZO DELL'INDICE DI RIFERIMENTO O DELLA STRATEGIA O DI QUALSIASI DATO IVI INCLUSO. SENZA ALCUNA LIMITAZIONE DI QUANTO PRECEDE, IN NESSUN CASO IL FORNITORE DELL'INDICE SARÀ RITENUTO RESPONSABILE DI ALCUN DANNO SPECIALE, ESEMPLARE, INDIRETTO O CONSEQUENZIALE O PER QUALSIASI MANCATO PROFITTO, ANCHE SE INFORMATO DELLA POSSIBILITÀ DEL VERIFICARSI DI TALI DANNI. JFS/ / v7 11

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"):

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la Società): 24 luglio 2014 Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"): ETFS WNA Global Nuclear Energy GO UCITS ETF (ISIN: IE00B3C94706)

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short db x-trackers su indici daily short ETF su indici daily short: investire nei mercati orso L investimento in un ETF db x-trackers correlato ad indice daily short è destinato unicamente ad investitori sofisticati

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI );

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI ); CONVENZIONE TRA il Ministero dello Sviluppo Economico, con sede in Roma, Via Vittorio Veneto 33, Codice fiscale n. 80230390587 (di seguito il Ministero ); E Associazione Bancaria Italiana, con sede in

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione A) Informazioni generali 1. L Impresa di assicurazione Parte I del Prospetto d Offerta - Informazioni sull investimento e sulle coperture assicurative Parte I del Prospetto d Offerta Informazioni sull

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI Il Governo della Repubblica Italiana ed il Governo del Regno del Marocco (qui

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy 1. INTRODUZIONE Il presente documento definisce e formalizza le modalità ed i criteri adottati da Banca Popolare di Spoleto S.p.A. (di seguito, la Banca

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

Orientamenti ABE in materia di. valore a rischio in condizioni di stress (VaR in condizioni di stress) EBA/GL/2012/2

Orientamenti ABE in materia di. valore a rischio in condizioni di stress (VaR in condizioni di stress) EBA/GL/2012/2 Orientamenti ABE in materia di valore a rischio in condizioni di stress (VaR in condizioni di stress) EBA/GL/2012/2 Londra, 16.05.2012 1 Oggetto degli orientamenti 1. Il presente documento contiene una

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO Il presente Documento Informativo (di seguito anche Documento ) rivolto ai Clienti o potenziali Clienti della Investire Immobiliare SGR S.p.A è redatto in conformità a quanto prescritto

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

Requisiti di informativa relativi alla composizione del patrimonio Testo delle disposizioni

Requisiti di informativa relativi alla composizione del patrimonio Testo delle disposizioni Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Requisiti di informativa relativi alla composizione del patrimonio Testo delle disposizioni Giugno 2012 Il presente documento è stato redatto in lingua inglese.

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

ABSOLUTE INSIGHT FUNDS PLC. Seconda Appendice al Prospetto informativo

ABSOLUTE INSIGHT FUNDS PLC. Seconda Appendice al Prospetto informativo ABSOLUTE INSIGHT FUNDS PLC Seconda Appendice al Prospetto informativo La presente Seconda Appendice costituisce parte integrante e deve essere letta contestualmente al prospetto informativo, datato 17

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari Circ.-CFB 98/2 Commerciante di valori mobiliari Pagina 1 Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari (Commerciante di valori mobiliari)

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO Informazioni Societarie Fondazione Prada Largo Isarco 2 20139 Milano, Italia P.IVA e codice fiscale 08963760965 telefono +39.02.56662611 fax +39.02.56662601 email: amministrazione@fondazioneprada.org TERMINI

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Regolamento emittenti TITOLO II CAPO II SEZIONE IV Art. 87 (Comunicazioni dei capigruppo Comunicazioni delle operazioni di compravendita

Dettagli

Accordo d Uso (settembre 2014)

Accordo d Uso (settembre 2014) Accordo d Uso (settembre 2014) Il seguente Accordo d uso, di seguito Accordo, disciplina l utilizzo del Servizio on line 4GUEST, di seguito Servizio, che prevede, la creazione di Viaggi, Itinerari, Percorsi,

Dettagli

Contratto di Assicurazione sulla Vita Unit Linked Life Portfolio Italy

Contratto di Assicurazione sulla Vita Unit Linked Life Portfolio Italy CREDIT SUISSE LIFE & PENSIONS AG (ITALIAN BRANCH) Via Santa Margherita 3 Telefono +39 02 88 55 01 20121-Milano Fax +39 02 88 550 450 REA Registro Imprese di Milano n. 1753146 C.F. Part. IVA 04502630967

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI La Repubblica Italiana ed il Regno dell Arabia Saudita desiderando intensificare

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Titoli di debito. Giugno 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Titoli di debito. Giugno 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Titoli di debito Giugno 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale in Viale Umberto I n. 4, 00060 Formello (Rm) Tel. 06/9014301 Fax 06/9089034 Cod.Fiscale 00721840585 Iscrizione Registro Imprese Roma e P.Iva 009260721002 Iscritta all Albo

Dettagli

Termini e condizioni generali di acquisto

Termini e condizioni generali di acquisto TERMINI E CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CONDIZIONI DEL CONTRATTO L ordine di acquisto o il contratto, insieme con questi Termini e Condizioni Generali ( TCG ) e gli eventuali documenti allegati e

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY)

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY) POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY) 15.11.2013 La presente politica intende definire la strategia di esecuzione degli ordini di negoziazione inerenti a strumenti finanziari

Dettagli

Direttive della CAV PP D 02/2013

Direttive della CAV PP D 02/2013 italiano Commissione di alta vigilanza della previdenza professionale CAV PP Direttive della CAV PP D 02/2013 Indicazione delle spese di amministrazione del patrimonio Edizione del: 23.04.2013 Ultima modifica:

Dettagli

------------------- CONVENZIONE DELL'AIA SULLA LEGGE APPLICABILE AD ALCUNI DIRITTI SU STRUMENTI FINANZIARI DETENUTI PRESSO UN INTERMEDIARIO

------------------- CONVENZIONE DELL'AIA SULLA LEGGE APPLICABILE AD ALCUNI DIRITTI SU STRUMENTI FINANZIARI DETENUTI PRESSO UN INTERMEDIARIO ------------------- CONVENZIONE DELL'AIA SULLA LEGGE APPLICABILE AD ALCUNI DIRITTI SU STRUMENTI FINANZIARI DETENUTI PRESSO UN INTERMEDIARIO Gli Stati firmatari della presente convenzione, coscienti della

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI UNIVERSITA ROMA TRE FACOLTA DI ECONOMIA PROF. UGO MARINELLI Anno accademico 007-08 1 COMPRENSIONE DELL IMPRESA

Dettagli

POPOLARE VITA S.p.A.

POPOLARE VITA S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA IN FORMA MISTA, A PREMIO UNICO CON RIVALUTAZIONE ANNUALE DEL CAPITALE (TARIFFA N. 560) Orizzonte Sicuro Il presente Fascicolo Informativo, contenente: la Scheda Sintetica;

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza.

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza. Condizioni di utilizzo aggiuntive di Acrobat.com Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza. SERVIZI ONLINE ADOBE RESI DISPONIBILI SU

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.4 1 La Markets

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: Scheda Sintetica; Nota Informativa; Condizioni di Assicurazione

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

ETFS Commodity Securities Limited

ETFS Commodity Securities Limited ETFS Commodity Securities Limited (Costituita e registrata in Jersey ai sensi della Companies (Jersey) Law 1991 (e successivi emendamenti) con numero di registrazione 90959. Sottoposta alla regolamentazione

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Conti d ordine. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Conti d ordine. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Conti d ordine Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM)

Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM) Certezza Più Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM) Il presente Fascicolo Informativo, contenente la Scheda Sintetica, la Nota Informativa,

Dettagli

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018 Banco Popolare Società Cooperativa - Sede legale in Verona, Piazza Nogara, n. 2 Società capogruppo del Gruppo bancario Banco Popolare Iscritta all albo delle banche al n. 5668 Capitale sociale, al 31 marzo

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI INFORMAZIONI GENERALI La Direttiva MIFID (2004/39/CE), relativa ai mercati degli strumenti finanziari, introduce

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE BancoPostaFondi SGR BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE del Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Armonizzato denominato BancoPosta Obbligazionario

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

D E X I A Q U A N T MODULO DI SOTTOSCRIZIONE

D E X I A Q U A N T MODULO DI SOTTOSCRIZIONE Il presente modulo è l unico valido ai fini della sottoscrizione in Italia delle classi di azioni dei comparti dell OICVM Dexia Quant, Società d investimento a capitale variabile di diritto Lussemburghese

Dettagli

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla IDEMDJD]LQH 1XPHUR 'LFHPEUH %52 (56 21/,1( 68//,'(0 nel 2002, il numero di brokers che offrono la negoziazione online sul minifib è raddoppiato, passando da 7 nel 2001 a 14. A novembre due nuovi brokers

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

«Dexia Crediop Obbligazioni legate all Inflazione con floor 28.03.2012 di nominali massimi Euro 250.000.000»

«Dexia Crediop Obbligazioni legate all Inflazione con floor 28.03.2012 di nominali massimi Euro 250.000.000» Sede legale e amministrativa: Via Venti Settembre, 30 00187 Roma Tel. 06.4771.1 Fax 06. 4771.5952 Sito internet: www.dexia-crediop.it n iscrizione all Albo delle Banche: 5288 Capogruppo del Gruppo bancario

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori. Documentazione Informativa e Contrattuale

Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori. Documentazione Informativa e Contrattuale Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori Documentazione Informativa e Contrattuale Sommario INFORMAZIONI GENERALI SULLA BANCA, SUI SERVIZI D INVESTIMENTO E SULLA SALVAGUARDIA

Dettagli

SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto

SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto Relazione semestrale SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto R.C.S. Luxembourg B 136 880 Non si accettano sottoscrizioni basate sul presente

Dettagli

CONVENZIONE QUADRO TRA

CONVENZIONE QUADRO TRA PROVINCIA DI PESARO E URBINO CONVENZIONE QUADRO Espletamento dei servizi finanziari connessi all emissione di prestiti obbligazionari ed altri servizi finanziari accessori e servizio di advisory per la

Dettagli

Arkema France Condizioni generali di vendita

Arkema France Condizioni generali di vendita Arkema France Condizioni generali di vendita Ai fini delle presenti Condizioni Generali di Vendita (di seguito CGV ), il termine Venditore indica Arkema France, Acquirente indica la persona a cui il Venditore

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A.

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. Decorrenza 3 Gennaio 2011 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. 1. Obiettivo Nel rispetto della direttiva 2004/39/CE

Dettagli