PROGETTO UE APPEACE - War Places/Peace Citizens

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGETTO UE APPEACE - War Places/Peace Citizens"

Transcript

1 PROGETTO UE APPEACE - War Places/Peace Citizens

2 Municipality of Usti nad Labem In Flander Field Museum Ypres National Liberation Museum Maribor Museu Memorial de l Exili La Junquera Chiesa della Pace Museo della Linea Gotica Orientale Museo della Linea dei Goti Istituto per la Storia della Resistenza e dell Italia Contemporanea History Museum of Bosnia and Herzegovina Sarajevo Municipality of Sandanski Dimofelia Kavala

3 Le 5 guerre del Novecento L'Europa nel '900 è stata teatro di 5 terribili guerre Guerre balcaniche Prima guerra mondiale Guerra civile spagnola Seconda guerra mondiale Guerra civile jugoslava

4 INVASORI / INVASI --- EUROPEI CARNEFICI / VITTIME --- EUROPEI Montescudo, Gemmano, Montegridolfo Linea Gotica Orientale (25/8/ /9/1944) Maribor Pohorje - gennaio 1943 i partigiani sloveni bloccano truppe italo-tedesche, battaglia emblema della lotta di Liberazione Sandanski Bulgaria in diverse guerre ha occupato i paesi vicini (inclusa Kavala) Cimitero di guerra tedesco / programma rivolto ai giovani Kavala Occupata da bulgari : Guerre balcaniche /WWI /WWII La 5a Scuola Superiore di Kavala ( ) Ypres WWI invasa, rasa al suolo dai tedeschi, uso del gas WWII invasa ancora Mayors of Peace (Hiroshima) Ústí nad Labem Annessa dalla Germania come parte di Sudeti Fine WWII tedeschi in fuga MUME Fine 1938-inizio persone passarono in Francia / uomini e donne sconfitti dalla guerra civile in Spagna e Catalogna Sarajevo Mostra permanente Sarajevo assediata, 1336 giorni dell assedio (5/4/ /21996)

5 OBIETTIVO DEL PROGETTO CREARE UNA RETE EUROPEA DEI LUOGHI DI GUERRA PER LA PACE 1) PROMUOVERE LA PACE (art. 3 del TUE) ed EDUCARE UNA CITTADINANZA EUROPEA ATTIVA PER LA PACE 2) INFLUENZARE ATTIVAMENTE L'AGENDA DELL'UNIONE stimolando e sostenendo il suo ruolo politico di PACIFICATRICE NEI CONFLITTI 3) SOSTENERE I CITTADINI NELLA COMPRENSIONE DELLA STORIA EUROPEA e nella RICERCA DEI VALORI COMUNI 4) CONCRETIZZARE UNA RETE EUROPEA DI ISTITUZIONI AMMINISTRATIVE E CULTURALI E DI REALTÀ ASSOCIATIVE dotata di strumenti didattici e comunicativi per attivare quotidianamente cittadinanza e istituzioni europee, nella difesa dell unico futuro possibile per l Europa: un futuro di pace e di unione nel rispetto delle diversità.

6 STRUTTURA DEL PROGETTO APPARTENERE ALL'EUROPA I PARTNER SI METTONO IN GIOCO IN UNA DIMENSIONE EUROPEA PER INCIDERE POSITIVAMENTE SUL FUTURO DELL'EUROPA, mettendo a fuoco i valori che ci rendono una COMUNITA' COESA e SUPERANDO I PREGIUDIZI E LE DIFFIDENZE TRA PAESI STORICAMENTE NEMICI. CONDIVIDERE LA STORIA Fornire una lettura condivisa dei 5 grandi conflitti del Novecento. Mettere a fuoco le responsabilità, le crudeltà, le violenze, le ingiustizie, subite o perpetrate in passato nei e/o dai nostri paesi, ma anche il coraggio dell'obbedienza e della disobbedienza, il comune sacrificio della popolazione inerme, il comune dolore generato dalla violenza. I partner con questa attività, che sarà presente in tutti gli eventi, intendono PRODURRE UNO STRUMENTO PER CONTRIBUIRE ALLA COMPRENSIONE E CONDIVISIONE DELLA STORIA DELL'UNIONE EUROPEA e alla sostituzione dei punti di vista nazionali con il PUNTO DI VISTA EUROPEO. EDUCARE ALLA PACE IN UN LUOGO DI GUERRA Singolarmente e localmente tutti i partner stanno già facendo, ma questo non è più sufficiente per promuovere attivamente la pace e i valori comuni della scelta europeista (i conflitti in corso vicino a noi e il consenso che raccolgono i nazionalisti e gli antieuropeisti ne sono la prova). LA NUOVA RETE CONSENTIRÀ DI ESSERE PIÙ INCISIVI NELLA PROMOZIONE DELLA PACE.

7 PROGRAMMA DELLE ATTIVITA 7 EVENTI, della durata di tre giorni ciascuno, strutturano il progetto attraverso 3 ambiti di scambio e condivisione: 1) CONDIVIDERE LA STORIA 2) EDUCARE ALLA PACE IN UN LUOGO DI GUERRA 3) APPARTENERE ALL'EUROPA

8 1) CONDIVIDERE LA STORIA 5 focus sulle guerre combattute in Europa nel Novecento: a) Guerre balcaniche ( ); b) Prima guerra mondiale ( ); c) Guerra civile spagnola ( ); d) Seconda guerra mondiale ( ); e) Guerra civile jugoslava ( ). Le nazioni coinvolte nel progetto sono state in momenti diversi oppressori e/o vittime. Sperimentare metodi per facilitare la costruzione di una lettura storica comune europea sulle 5 guerre. Ogni guerra sarà specificatamente trattata in uno o più eventi in base agli scenari da visitare. Questo ambito di scambio e condivisione si concretizza con: -Visite guidate ai musei e ai luoghi teatro di guerra / metodo: conoscere per condividere + dare concretezza ad eventi storici astratti + far emergere la storia delle comunità locali nella "grande storia" / protagonista: partner ospitante -Punti di vista a confronto / metodo: focus group / protagonisti: tutti i partner con i loro diversi punti di vista si confrontano sulla lettura dei fatti -Condiviso o Non condiviso / metodo: griglia ponderata di condivisione delle affermazioni chiave (le affermazioni chiave emerse dalle attività e votate in ogni evento dai partecipanti internazionali e locali consentirà di misurare la condivisione della memoria comune europea sugli eventi bellici) / conduce: tutti i partner con i loro diversi punti di vista.

9 2) EDUCARE ALLA PACE IN UN LUOGO DI GUERRA I partner hanno individuato 5 temi chiave per scambiare idee, metodi e buone pratiche allo scopo di supportare e qualificare l'operato di ogni singolo partner in un'ottica di rete europea. I 5 temi chiave sono: a) DIDATTICA LABORATORIALE b) RACCONTO AUDIOVISIVO c) ALLESTIMENTO DEI REPERTI E DEI MATERIALI d) SUGGESTIONE DEI LUOGHI e) RIEVOCAZIONE DEGLI EVENTI Questi ambiti di scambio e condivisione si concretizzano con: a)workshop metodologici sull'educazione alla pace indirizzata a gruppi target diversificati / metodo: imparare facendo /conduce: partner esperti b)videoforum / metodo: forum e/o focus group / conduce: partner esperti c)workshop con allestitori-comunicatori che conducono la visita dei musei / metodo: focus group itinerante / conduce: partner ospitante d)visite ai luoghi teatro di guerra o memoriali o monumenti o cimiteri guidate da semiologi-comunicatori-allestitori-storici /metodo: focus group itinerante / conduce: partner ospitante e)workshop comparativo sulle celebrazioni-rievocazioni / metodo: focus group /conduce: partner esperti

10 3)APPARTENERE ALL'EUROPA SVILUPPARE I CONTATTI ISTITUZIONALI tra i partner e tra questi e i soggetti locali regionali nazionali ed europei con: -incontri (tavole rotonde, meeting, incontri multilaterali,...) -appuntamenti (calendarizzare le date chiave europee) -risorse (finanziamenti, risorse umane, competenze, promozione,...) SVILUPPARE COINVOLGIMENTO DI CITTADINI E TARGET GROUP promuovendo e organizzando: -attività in condivisione (workshop, visite, videoforum..) -attività artistiche collaterali (performance, teatro, musica..) -media partner locali, nazionali, europei La RETE DEI LUOGHI DI GUERRA PER LA PACE si costituirà attraverso una Dichiarazione comune scritto e sottoscritta alla fine del programma da parte di tutti i partner sull'importanza della conoscenza del passato a lavorare per un mondo più pacifico e più sicuro. Associazione internazionale MAYORS OF PEACE.

11 TARGET GROUP CITTADINANZA TARGET SCOLASTICI DI OGNI ORDINE E GRADO TARGET ASSOCIATIVI (VOLONTARIATO, CULTURA, TEMPO LIBERO, PERFORMER,..) MONDI ACCADEMICI E DELLA RICERCA TARGET ISTITUZIONALI (LOCALI, REGIONALI, NAZIONALI, EUROPEI)

12 Programma del primo evento in Italia novembre GIORNO DI ATTIVITÀ - Giovedì 20/11/2014 Ore 9 14 Contesto: Montescudo(Trarivi) Museo della Linea Gotica Orientale - CONTATTI ISTITUZIONALI: Richiesta la presenza dei tre Sindaci, dell'istituto Storico, di un rappresentante della Provincia e uno della Regione, Repubblica S. Marino, Dirigenti scolastici, Direttori dei Musei, Responsabili comunali dell'organizzazione del Giorno della Memoria, Docenti di storia,... - I PARTNER SI PRESENTANO - VISITA GUIDATA da prof. Lagari e storia del Museo e della Chiesa della Pace - FOCUS SU ALLESTIMENTO con don Mario Molari, allestitori e Soprintendenza Ore FOCUS TOUR, tour con focus group guidato da prof...(in attesa di conferma): Ai Cimiteri di guerra (con simbolica firma dei registri) a Coriano e Rimini + San Marino con incontro istituzionale (Dipartimento Studi Storici) e visita delle gallerie rifugio Ore Contesto: Rimini - Sala Convegno sulla Linea Gotica e Sala Mostra CONVEGNO SULLA LINEA GOTICA (prevedere un intervento/saluto dei partner UE) Accoglienza: Istituto per la Storia della Resistenza e dell'italia Contemporanea Visita guidata dal prof. Angelo Turchini alla MOSTRA FRATELLI

13 2 GIORNO DI ATTIVITÀ - Venerdì 21/11/2014 Ore 9 12 Contesto: Montegridolfo Museo della Linea dei Goti VISITA AL MUSEO DELLA LINEA DEI GOTI guidata da prof. Daniele Diotallevi RACCONTO DELLA BATTAGLIA DI MONTEGRIDOLFO di prof. Terzo Maffei e Alessandro Agnoletti Laboratori didattici, con classi e insegnanti di una scuola coinvolta nel progetto, su Archeologia dello sfollato, a cura di Sonia Migani e Tiziano Casoli Ore CONDIVIDERE LA STORIA Coaching per costruire la griglia ponderata delle affermazioni chiave sulla WWII e le altre guerre del Novecento (tra i partecipanti saranno coinvolti residenti che hanno avuto esperienza, diretta o mediata da familiari, della WWII e delle guerre civili di Spagna ed ex Yugoslavia) Ore Contesto: Montescudo Teatro Rosaspina Aperitivo Cena nel foyer del Teatro Rosaspina Ore CONCERTO - Prevedere durante la serata la presentazione del progetto e dei partner

14 3 GIORNO DI ATTIVITÀ - Sabato 22/11/2014 Ore 9 11 Contesto: Gemmano (Onferno) Sala Multimediale della RNO di Onferno RACCONTO AUDIOVISIVO E VIDEOFORUM Filmati e Racconti a cura di Silvana Cerruti, ricercatrice, autrice di La guerra all improvviso Filmati portati dai partner Videoforum animato da prof.. (da confermare) Ore Contesto: Gemmano RACCONTO DELLA BATTAGLIA DI GEMMANO TREKKING NEI LUOGHI DI RIFUGIO DELLA POPOLAZIONE CIVILE guidato da Francesco D Agostino e Silvana Cerruti Ore Chiusura delle attività, accompagnamento degli ospiti europei alla stazione di Rimini o Riccione

15 COMUNICARE LA STORIA COMUNICARE LE ATTIVITA DI PROGETTO - REALIZZARE UN LOGO (immagine e nome) del progetto (e in seguito anche della rete) - SVILUPPARE UN BLOG aggiornato quotidianamente da uno dei partecipanti - PRODURRE BREVI FILMATI da caricare sul web e sui siti istituzionali - Uno spazio dedicato alle attività di progetto su tutti i SITI WEB ISTITUZIONALI dei partner - Ogni Comune organizzerà una CAMPAGNA DI INFORMAZIONE attraverso il sito web della città e dei musei coinvolti, e le loro pagine sui SOCIAL NETWORK - Pagine del progetto sui principali SOCIAL NETWORK - NEWSLETTER - Una MAILING LIST COMUNE AI PARTNER per diffondere newsletter e risultati del progetto - ORGANIZZARE EVENTI INFORMATIVI LOCALI per raggiungere i gruppi target e coinvolgere le comunità locali sia prima sia dopo gli eventi - Realizzare CONFERENZE STAMPA - Veicolare i risultati del progetto sui PERIODICI INFORMATIVI DELLE ISTITUZIONI partecipanti - Coinvolgere tutte LE RETI DELLE SINGOLE ORGANIZZAZIONI. - Prevedere PERFORMANCES ARTISTICHE di grande impatto in un serata dei giorni di evento.

16 Chiesa della Pace Museo della Linea Gotica Orientale Montescudo - ITALIA In Flander Field Museum Ypres - BELGIO Museu Memorial de l Exili La Junquera - SPAGNA History Museum of Bosnia and Herzegovina Sarajevo BOSNIA ED ERZEGOVINA

17 SETTE EVENTI ORGANIZZATI IN SETTE PAESI 1 evento Novembre 2014 Italia 2 evento Febbraio 2015 Spagna 3 evento Maggio 2015 Belgio 4 evento Settembre 2015 Slovenia 5 evento 4-6 Febbraio 2016 Repubblica Ceca 6 evento Maggio 2016 Bulgaria 7 evento Agosto 2016 Italia

18 IL PROGETTO PUO ESSERE ANCHE UN OCCASIONE PER SVILUPPARE ATTIVITA LOCALI IN UNA DIMENSIONE EUROPEA A Mettere in rete i luoghi della memoria presenti in Valconca B Realizzare un Poli-Centro di Educazione alla Storia del XX secolo e di Educazione alla Pace C Sperimentare un ruolo politico attivo in azioni a favore della pace nel mondo / Adesione all associazione internazionale Sindaci per la Pace E Creare un unica Associazione per la gestione e promozione delle attività legate ai luoghi della memoria incluso il Poli-Centro D Creare un Comitato scientifico che affianca l attività del Poli-Centro di Educazione

Capire i conflitti Praticare la pace centenario della Grande Guerra Capire i conflitti Praticare la pace. tema del conflitto

Capire i conflitti Praticare la pace centenario della Grande Guerra Capire i conflitti Praticare la pace. tema del conflitto Progetto Scuola 2014-18 Capire i conflitti Praticare la pace Quando si parla di guerra si parla spesso di vinti e vincitori, qui invece ci sono storie di persone partecipante del 2012 In occasione del

Dettagli

20 giugno Giornata Mondiale del Rifugiato (GMdR)

20 giugno Giornata Mondiale del Rifugiato (GMdR) 20 giugno Giornata Mondiale del Rifugiato (GMdR) DIRITTO DI ASILO: NELLA MIA CITTÀ ACCOGLIENZA PER I RIFUGIATI QUANDO La Giornata Mondiale del Rifugiato (GMDR) è stata istituita con la risoluzione n. 55/76

Dettagli

Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016

Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016 Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016 Premessa Educare alla pace è responsabilità di tutti ma la scuola ha una responsabilità

Dettagli

Costruiamo insieme una nuova cultura!

Costruiamo insieme una nuova cultura! Cittadinanza &Costituzione - Programma nazionale di EducAzione alla pace e ai Diritti Umani La mia scuola per la pace promosso dal Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani

Dettagli

Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016

Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016 Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016 Premessa Educare alla pace è responsabilità di tutti ma la scuola ha una responsabilità

Dettagli

Il clima cambia! Cambiamo anche noi! Progetta la casa intelligente.

Il clima cambia! Cambiamo anche noi! Progetta la casa intelligente. In collaborazione con: con il patrocinio di: Il clima cambia! Cambiamo anche noi! Progetta la casa intelligente. Progetto di educazione e informazione rivolto alle scuole primarie e secondarie di primo

Dettagli

PROGETTO COOPERAZIONE DECENTRATA PER IL RAFFORZAMENTO ISTITUZIONALE DEI COMUNI MONTANI BOSNIACI

PROGETTO COOPERAZIONE DECENTRATA PER IL RAFFORZAMENTO ISTITUZIONALE DEI COMUNI MONTANI BOSNIACI PROGETTO COOPERAZIONE DECENTRATA PER IL RAFFORZAMENTO ISTITUZIONALE DEI COMUNI MONTANI BOSNIACI INTRODUZIONE Nell ambito delle iniziative legate alla Tregua Olimpica realizzate dai partner istituzionali

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA PACE ATTRAVERSO GLI SCAMBI INTERCULTURALI

EDUCAZIONE ALLA PACE ATTRAVERSO GLI SCAMBI INTERCULTURALI EDUCAZIONE ALLA PACE ATTRAVERSO GLI SCAMBI INTERCULTURALI Intercultura è una ONLUS, associazione di volontariato ed ente morale riconosciuto con DPR n. 578/85. E presente in 147 città italiane ed in 65

Dettagli

Bambine e Bambini costruttori di pace

Bambine e Bambini costruttori di pace Istituto Comprensivo V. Tortoreto SCUOLA PRIMARIA Delia e Filippo Costantini Passo San Ginesio Bambine e Bambini costruttori di pace anno scolastico 2004-05 DATI IDENTIFICATIVI DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA

Dettagli

PROGETTI IN RETE PROGETTO LA SCUOLA IN PIAZZA

PROGETTI IN RETE PROGETTO LA SCUOLA IN PIAZZA PROGETTI IN RETE PROGETTO LA SCUOLA IN PIAZZA Premessa: Il progetto La Scuola in Piazza, nasce dall esigenza di ricercare forme e momenti di incontro della scuola con il proprio territorio di appartenenza.

Dettagli

SCHEDA PROGETTI SCN COMUNE DI FORMIA 2015

SCHEDA PROGETTI SCN COMUNE DI FORMIA 2015 SCHEDA PROGETTI SCN COMUNE DI FORMIA 2015 NOME PROGETTO: PER UNA SCUOLA DELL INCLUSIONE 2014 AMBITO D INTERVENTO: Assistenza scolastica agli alunni diversamente abili AMBITO TERRITORIALE: I volontari svolgeranno

Dettagli

Genus Bononiae per le Scuole. - Servizi educativi - Genus Bononiae. Musei nella Città

Genus Bononiae per le Scuole. - Servizi educativi - Genus Bononiae. Musei nella Città Genus Bononiae per le Scuole - Servizi educativi - Genus Bononiae. Musei nella Città I Sevizi educativi di Genus Bononiae. Musei nella Città hanno elaborato per l anno scolastico 2015-2016 una nuova offerta

Dettagli

COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca

COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca MUSEO STORICO DELLA RESISTENZA Sant Anna di Stazzema COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca PARCO NAZIONALE DELL A PACE Parco nazion Alla cortese attenzione di: Dirigenti

Dettagli

Corso volontari museali

Corso volontari museali Corso volontari museali coordinamento dei volontari e dei progetti museali tutti i martedì di novembre dalle 15,00 alle 17,00 Promosso da: MUSEO DEI BENI CULTURALI CAPPUCCINI DI GENOVA In collaborazione

Dettagli

Piano di Azione Educativa sugli OdM attraverso i Gemellaggi Scolastici Nord-Sud. Università Ca Foscari. Venezia, 10 febbraio 2010

Piano di Azione Educativa sugli OdM attraverso i Gemellaggi Scolastici Nord-Sud. Università Ca Foscari. Venezia, 10 febbraio 2010 Piano di Azione Educativa sugli OdM attraverso i Gemellaggi Scolastici Nord-Sud Università Ca Foscari Venezia, 10 febbraio 2010 Premesse In riferimento all obiettivo di sensibilizzare ed educare allo sviluppo

Dettagli

Le Carte della Diversità in Europa

Le Carte della Diversità in Europa Le Carte della Diversità in Europa La Commissione Europea, negli ultimi anni, ha incoraggiato i datori di lavoro a inserire con maggiore impegno, la gestione della diversità e delle pari opportunità nelle

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca L I C E O S T A T A L E G a l i l e o G a l i l e i Liceo Scientifico- Liceo delle Scienze Applicate - Liceo Linguistico Via S. Francesco n. 63-24043

Dettagli

PROGRAMMA DELLE ATTIVITA. Venerdì 4 novembre

PROGRAMMA DELLE ATTIVITA. Venerdì 4 novembre PROGRAMMA DELLE ATTIVITA Venerdì 4 novembre IL TEATRO DELLE COSE A CURA DEL DIPARTIMENTO EDUCAZIONE DELLA FONDAZIONE MERZ CON LA PARTECIPAZIONE DEL GRUPPO DI LAVORO E DEL PUBBLICO DELLA FIERA Restituzione

Dettagli

alcune proposte per la scuola 2014

alcune proposte per la scuola 2014 alcune proposte per la scuola 2014 mostra multimediale AUTOBIOGRAFIA DI UN MONDO EX: LE COSE RACCONTANO 3 ottobre/23 novembre concorso letterario a premi PAROLE IN ORBITA scadenza il 10/11 Il Gioco degli

Dettagli

Mai più violenza sulle donne

Mai più violenza sulle donne Mai più violenza sulle donne L iniziativa, alla prima edizione, intende sollecitare, nell ambito delle attività didattiche e di ricerca, un approfondita analisi, da parte dei docenti e degli studenti della

Dettagli

La Scuola di Volontariato. Il tema: gratuità e felicità. Metodologia didattica

La Scuola di Volontariato. Il tema: gratuità e felicità. Metodologia didattica La Scuola di Volontariato La Scuola di Volontariato è promossa dal Coge Emilia Romagna e dal Coordinamento Centri di Servizio per il Volontariato Emilia Romagna con l intento di stimolare riflessioni sugli

Dettagli

Olocausto Giornata della Memoria

Olocausto Giornata della Memoria Olocausto Giornata della Memoria In collaborazione con Scuola e società A questa guida corrisponde una pagina Internet di educa.ch, sulla quale trovate il file PDF della guida stessa per la sua consultazione

Dettagli

AVIS NELLE SCUOLE: STRUMENTI EDUCATIVI DI PROMOZIONE AL DONO ED ALLA CITTADINANZA ATTIVA

AVIS NELLE SCUOLE: STRUMENTI EDUCATIVI DI PROMOZIONE AL DONO ED ALLA CITTADINANZA ATTIVA AVIS NELLE SCUOLE: STRUMENTI EDUCATIVI DI PROMOZIONE AL DONO ED ALLA CITTADINANZA ATTIVA RINA LATU Sabato 17 Ottobre 2015 PALERMO CHI SIAMO Principali attività svolte da AVIS su tutto il territorio nazionale

Dettagli

SCHEDA PROGETTI SCN COMUNE DI FORMIA 2009

SCHEDA PROGETTI SCN COMUNE DI FORMIA 2009 SCHEDA PROGETTI SCN COMUNE DI FORMIA 2009 NOME PROGETTO: COMUNE DI FORMIA IMPARO A VOLARE - 2009 AMBITO D INTERVENTO: assistenza educativa domiciliare sociale, scolastico a favore di minori con disagio

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

Obiettivo Specifico Le azioni previste per il raggiungimento della creazione dello spazioattiva idee sono:

Obiettivo Specifico Le azioni previste per il raggiungimento della creazione dello spazioattiva idee sono: :.. la res publica è cosa del popolo; e il popolo non è un qualsiasi aggregato di gente, ma un insieme di persone associatosi intorno alla condivisione del diritto e per la tutela del proprio interesse

Dettagli

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER INSEGNANTI AL MUSEO DEL NOVECENTO

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER INSEGNANTI AL MUSEO DEL NOVECENTO CORSO DI AGGIORNAMENTO PER INSEGNANTI AL MUSEO DEL NOVECENTO Organizzato da Museo del Novecento Ad Artem, concessionario servizi educativi Museo del Novecento In collaborazione con Casa editrice Il Castoro

Dettagli

EDUCARE AL VOLONTARIATO

EDUCARE AL VOLONTARIATO EDUCARE AL VOLONTARIATO ASSOCIAZIONI E FAMIGLIE IN RETE MEETING EDUCAZIONE SCOGLITTI - SICILIA 7-9 DICEMBRE 2012 PER EDUCATORI VOLONTARI UN ALLEANZA VINCENTE A PARTIRE DAL RICONOSCIMENTO RECIPROCO Le agenzie

Dettagli

Immagimondo Festival di viaggi, luoghi e culture 2015 18esima edizione Scheda presentazione sponsor. 19 settembre 4 ottobre

Immagimondo Festival di viaggi, luoghi e culture 2015 18esima edizione Scheda presentazione sponsor. 19 settembre 4 ottobre Immagimondo Festival di viaggi, luoghi e culture 2015 18esima edizione Scheda presentazione sponsor 19 settembre 4 ottobre Patrocinato da L associazione Les Cultures Il progetto Immagimondo I numeri del

Dettagli

PROGETTI DI INTERESSE REGIONALE 2014. di cui al punto 4.3.4 lett. a) e b) Obiettivo generale 5 Asse 3 Educazione alla cittadinanza globale

PROGETTI DI INTERESSE REGIONALE 2014. di cui al punto 4.3.4 lett. a) e b) Obiettivo generale 5 Asse 3 Educazione alla cittadinanza globale ALLEGATO B Regione Toscana Direzione generale della Presidenza - Settore Attività Internazionali D.C.R. n. 26 del 04/04/2012 Piano Integrato delle attività internazionali PROGETTI DI INTERESSE REGIONALE

Dettagli

I CARE PON F3 FSE04-POR SICILIA-2013 COD.

I CARE PON F3 FSE04-POR SICILIA-2013 COD. IL 14 Istituto Comprensivo K. Wojtyla - Scuola Capofila il 15 Istituto Comprensivo P. Orsi l Istituto Comprensivo N. Martoglio L istituto di istruzione Superiore Nautico G.A. d.targia di Siracusa presentano:

Dettagli

@Architetti di Apprendimento The meeting point to learn, experience and share. www.archittettidiapprendimento.it

@Architetti di Apprendimento The meeting point to learn, experience and share. www.archittettidiapprendimento.it @Architetti di Apprendimento The meeting point to learn, experience and share www.archittettidiapprendimento.it FINALITÀ DESTINATARI ORGANIZZAZIONE L Hdemia@ArchitettidiApprendimento si colloca fra le

Dettagli

Differenze e diversità - Si può essere diversi e uguali? La Giornata dell Intercultura nella scuola

Differenze e diversità - Si può essere diversi e uguali? La Giornata dell Intercultura nella scuola Differenze e diversità - Si può essere diversi e uguali? La Giornata dell Intercultura nella scuola Un mondo di DIVERSITÀ Un percorso per le pari opportunità nella diversità attraverso il Teatro, la Danza

Dettagli

ISTITUTO TECNICO NAUTICO STATALE BUCCARI 09125 Cagliari Viale Colombo, 60 Tel +39/070-300303/301793 Fax +39/070-340742 E-Mail: mail@itnbuccari.

ISTITUTO TECNICO NAUTICO STATALE BUCCARI 09125 Cagliari Viale Colombo, 60 Tel +39/070-300303/301793 Fax +39/070-340742 E-Mail: mail@itnbuccari. ISTITUTO TECNICO NAUTICO STATALE BUCCARI 09125 Cagliari Viale Colombo, 60 Tel +39/070-300303/301793 Fax +39/070-340742 E-Mail: mail@itnbuccari.it ISTITUTO TECNICO NAUTICO STATALE BUCCARI CAGLIARI & LICEO

Dettagli

RELAZIONE FINALE DEL PROGETTO DI.SCOL.A.

RELAZIONE FINALE DEL PROGETTO DI.SCOL.A. RELAZIONE FINALE DEL PROGETTO DI.SCOL.A. Con il Consiglio di Lisbona e negli obiettivi della dichiarazione di Copenaghen si è tracciato un percorso ambizioso da realizzare entro il 2010: realizzare la

Dettagli

Scheda - progetto. per l elaborazione del POF A) RISORSE UMANE

Scheda - progetto. per l elaborazione del POF A) RISORSE UMANE 1 Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio LICEO SCIENTIFICO STATALE A. LABRIOLA Codice meccanografico - RMPS 010004 Codice Fiscale 80222130587 Scheda -

Dettagli

Ogni scuola un grande Laboratorio dei Valori Programma nazionale La mia scuola per la pace 2010-2011 Costruiamo insieme una nuova cultura!

Ogni scuola un grande Laboratorio dei Valori Programma nazionale La mia scuola per la pace 2010-2011 Costruiamo insieme una nuova cultura! Ogni scuola un grande Laboratorio dei Valori Programma nazionale La mia scuola per la pace 2010-2011 Costruiamo insieme una nuova cultura! Guida per la realizzazione dei laboratori Introduzione 7 operazioni

Dettagli

BIBLIOTECA CIVICA DEI RAGAZZI

BIBLIOTECA CIVICA DEI RAGAZZI BIBLIOTECA CIVICA DEI RAGAZZI PROGRAMMA DI ATTIVITÀ PER LE SCUOLE 2010/2011 Bì, il centro per i bambini e i giovani che ospita al suo interno la Biblioteca Civica per i ragazzi, un importante spazio museale

Dettagli

TITOLO DEL PROGETTO SCUOLE COINVOLTE CAPOFILA I.C. VIA N. M. NICOLAI

TITOLO DEL PROGETTO SCUOLE COINVOLTE CAPOFILA I.C. VIA N. M. NICOLAI MISURE DI ACCOMPAGNAMENTO 2013-2014 PROGETTI DI FORMAZIONE E RICERCA TITOLO DEL PROGETTO «PER UNA COMUNITA CHE COSTRUISCE SAPERI E PRATICA CITTADINANZA» SCUOLE COINVOLTE CAPOFILA I.C. VIA N. M. NICOLAI

Dettagli

XVII Meeting sui Diritti Umani Laboratori della Partecipazione Democratica

XVII Meeting sui Diritti Umani Laboratori della Partecipazione Democratica XVII Meeting sui Diritti umani Firenze 10 Dicembre 2013 Mandela Forum XVII Meeting sui Diritti Umani Laboratori della Partecipazione Democratica Laboratori della Partecipazione Democratica - Future Workshop

Dettagli

Educare alla Solidarietà, alla Pace e alla Mondialità. Metodologia applicativa per la Scuola Secondaria di I Grado

Educare alla Solidarietà, alla Pace e alla Mondialità. Metodologia applicativa per la Scuola Secondaria di I Grado Educare alla Solidarietà, alla Pace e alla Mondialità Metodologia applicativa per la Scuola Secondaria di I Grado PREMESSA LA CITTADINANZA PER I RAGAZZI CHE FREQUENTANO LE NOSTRE ISTITUZIONE SCOLASTICHE

Dettagli

Prot. 262/09. Venezia, 18 dicembre 2009

Prot. 262/09. Venezia, 18 dicembre 2009 Prot. 262/09 Venezia, 18 dicembre 2009 Ogg.: Presentazione del Progetto Europeo Sensibilizzazione ed educazione allo sviluppo in Europa anno 2010-2011 Egregi Signori/Direttori scolastici, siamo lieti di

Dettagli

PREMESSA. Piano Animatore Digitale per PTOF 2016/2019

PREMESSA. Piano Animatore Digitale per PTOF 2016/2019 La Scuola che cambia Proposta progettuale dell Animatore Digitale Ins. Francesca Cocchi Dirigente Scolastico Rosella Puzzuoli Allegato al POF TRIENNALE 2016/2019 PREMESSA Il Piano Nazionale per la Scuola

Dettagli

Laboratorio della Memoria

Laboratorio della Memoria Comune di Gemmano Laboratorio della Memoria Progetto 2006 a cura dell Auser Provinciale di Rimini 1 Laboratorio della Memoria 2006 Premessa Il presente progetto è la prosecuzione del progetto approvato

Dettagli

Iniziative nazionali e comunitarie nel settore del Volontariato

Iniziative nazionali e comunitarie nel settore del Volontariato Iniziative nazionali e comunitarie nel settore del Volontariato Dott.ssa Rita Sassu ECP Europe for Citizens Point Lucca, 25 febbraio 2012 Anno Europeo del Volontariato Volontariato: Libera scelta Libera

Dettagli

Istituto Comprensivo Via Aldo Moro Buccinasco

Istituto Comprensivo Via Aldo Moro Buccinasco Istituto Comprensivo Via Aldo Moro Buccinasco La Scuola Classi : scuola formata da 7 corsi completi 21 classi 14 tempo normale e 7 tempo prolungato Organico docenti: circa 55 docenti quasi tutti di ruolo

Dettagli

Azioni di sensibilizzazione ed educazione alla mondialità

Azioni di sensibilizzazione ed educazione alla mondialità Azioni di sensibilizzazione ed educazione alla mondialità I annualità Obiettivi. costruire capacità di comunicazione e dialogo interculturale tra gli studenti delle scuole secondarie superiori italiane;.

Dettagli

A più voci contro la dispersione scolastica

A più voci contro la dispersione scolastica A più voci contro la dispersione scolastica 1. Contesto dell intervento Abbandoni, interruzioni formalizzate, frequenze irregolari, ripetenze, ritardi : hanno nomi diversi le disfunzioni che caratterizzano

Dettagli

Le Olimpiadi entrano nelle scuole Firmato il protocollo tra TOROC e MIUR

Le Olimpiadi entrano nelle scuole Firmato il protocollo tra TOROC e MIUR COMUNICATO STAMPA 26/2003 Le Olimpiadi entrano nelle scuole Firmato il protocollo tra e MIUR (TORINO, 17 MARZO 2003) Valentino Castellani, presidente del e la senatrice Maria Grazia Siliquini, sottosegretario

Dettagli

Lifelong Learning Programme - Programma di apprendimento permanente

Lifelong Learning Programme - Programma di apprendimento permanente Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Il trattato UE Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Articolo 149 Contribuire allo sviluppo della qualità dell istruzione

Dettagli

I.C. GIOVANNI FALCONE SAN GIOVANNI LA PUNTA PROGETTO CONTINUITA ORIENTAMENTO ANNO SCOLASTICO 2015/2016

I.C. GIOVANNI FALCONE SAN GIOVANNI LA PUNTA PROGETTO CONTINUITA ORIENTAMENTO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 I.C. GIOVANNI FALCONE SAN GIOVANNI LA PUNTA PROGETTO CONTINUITA ORIENTAMENTO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 LA SCUOLA CREA LE OCCASIONI PER LA CRESCITA DI CIASCUN ALLIEVO IO CREO IO APPRENDO Scuola dell infanzia

Dettagli

CARTA DI INTENTI DELLA RETE ITALIANA DEI SISTEMI TERRITORIALI PER LO SVILUPPO UMANO ~ LA COOPERAZIONE

CARTA DI INTENTI DELLA RETE ITALIANA DEI SISTEMI TERRITORIALI PER LO SVILUPPO UMANO ~ LA COOPERAZIONE CARTA DI INTENTI DELLA RETE ITALIANA DEI SISTEMI TERRITORIALI PER LO SVILUPPO UMANO ~ LA COOPERAZIONE Nell'ambito dei lavori del 3 Forum "Territori in rete per lo sviluppo umano", che si è svolto a Sassari

Dettagli

2/3 - Cantieri di Cittadinanza: educare alla legalità e costruire partecipazione

2/3 - Cantieri di Cittadinanza: educare alla legalità e costruire partecipazione Regione Toscana Bando 2014 Contributi regionali per la promozione della cultura della legalità democratica www.regione.toscana.it/bandolegalita Progetti di educazione alla legalità offerti alle scuole

Dettagli

Target Persone straniere vittime di tratta e sfruttamento sessuale, lavativo, accattonaggio

Target Persone straniere vittime di tratta e sfruttamento sessuale, lavativo, accattonaggio Titolo DIVENTARE PROTAGONISTI DELLA PROPRIA STORIA Servizi di riferimento 1. Sportello Accoglienza vittime di tratta SEDE TORINO CORSO TRAPANI 91 B Il Servizio prevede l accoglienza delle persone in un

Dettagli

PROTOCOLLO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA E PRIMARIA

PROTOCOLLO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA E PRIMARIA PROGETTO CONTINUITA e ORIENTAMENTO Continuità tra ordini di scuola All interno dell Istituto comprensivo assume una particolare rilevanza la continuità del processo educativo tra i tre ordini di scuola.

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD DIREZIONE DIDATTICA LORENZINI CASERTA Sede centrale: Viale Cappiello, 23 81100 CASERTA (CE) Tel./fax 0823443641 Cod. Fiscale 93082920617 Codice Meccanografico Scuola CEEE100002 E-mail: ceee100002@istruzione.it

Dettagli

PROGETTO NAZIONALE QUALITÀ E MERITO (PQM)

PROGETTO NAZIONALE QUALITÀ E MERITO (PQM) PROGETTO NAZIONALE QUALITÀ E MERITO (PQM) Le note riportate corrispondono ad alcune sezioni estratte dalla documentazione accessibili online all indirizzo www.pqm.indire.it. Le sezioni integralmente riportate

Dettagli

Potocollo d Intesa TRA. Scuole.. Provincia.. Università.

Potocollo d Intesa TRA. Scuole.. Provincia.. Università. Il presidente Potocollo d Intesa TRA Comitato per la Qualità della Vita Scuole.. Comuni Provincia.. Università. Enti PER IL PROGETTO LA GRANDE GUERRA E LA SOCIETÀ TARANTINA: dall Arsenale ai luoghi, alle

Dettagli

VISTO ildecreta legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni; VISTO ildecreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163;

VISTO ildecreta legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni; VISTO ildecreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163; MOO. 247. VISTA la legge 23 agosto 1988, n. 400, recante "Disciplina dell' attivita di Governo e ordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri", e successive modificazioni; VISTO il decreto legislativo

Dettagli

Piano Offerta formativa 2009-2010 AREA 1: RIDUZIONE DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA

Piano Offerta formativa 2009-2010 AREA 1: RIDUZIONE DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA Piano Offerta formativa 2009-2010 AREA 1: RIDUZIONE DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA 1.1 Attività di recupero e sostegno In ottemperanza con le i disposizioni ministeriali e proseguendo sulla linea da anni

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

Insieme contro la violenza di genere

Insieme contro la violenza di genere CONCORSO MARKETING SOCIALE E COMUNICAZIONE PER LA SALUTE. Sezione STUDENTI Insieme contro la violenza di genere Campagna di comunicazione contro la violenza sulle donne Studenti che presentano il progetto:

Dettagli

GLI OBIETTIVI DEL MILLENNIO

GLI OBIETTIVI DEL MILLENNIO ALLEGATO 3 Incontri con esperto del Comune di Terni Assessorato alla Cooperazione Internazionale- sugli Otto Obiettivi del Millennio GLI OBIETTIVI DEL MILLENNIO Proposta formativa educativa per le scuole

Dettagli

Commerciale grafico, odontotecnico, ottico determinabili DA VINCI

Commerciale grafico, odontotecnico, ottico determinabili DA VINCI TIPOLOGIA DEL PROGETTO Finanziamento totale da parte di soggetti esterni: SI NO Se SI, entità del finanziamento: Finanziamento parziale da parte di soggetti esterni: SI NO Se SI, entità del finanziamento:

Dettagli

Programma Sabato 25 ottobre Modena

Programma Sabato 25 ottobre Modena Memoria della seconda guerra mondiale- Approccio comparato Italia - Francia Ruolo nell'insegnamento utilizzo delle risorse locali Resistenza e Deportazione Corso di formazione dal 26 al 31 ottobre 2008

Dettagli

Gioventù in Azione 2007-2013

Gioventù in Azione 2007-2013 Gioventù in Azione 2007-2013 Gioventù in Azione Un programma comunitario per i giovani dai 13 ai 30 Promuove la mobilità di gruppo e individuale, la partecipazione, e il protagonismo giovanile Opera nel

Dettagli

Learning fraternity, per una terra di tutti Progetto di Educazione allo Sviluppo Anno scolastico 2015-2016

Learning fraternity, per una terra di tutti Progetto di Educazione allo Sviluppo Anno scolastico 2015-2016 Learning fraternity, per una terra di tutti Progetto di Educazione allo Sviluppo Anno scolastico 2015-2016 «Nessuno educa nessuno, nessuno si educa da solo, gli uomini si educano a vicenda in un contesto

Dettagli

Venezia, 26 novembre 2014. Ai Dirigenti scolastici delle Scuole Secondarie di I grado degli Istituti Comprensivi della provincia di Venezia LORO SEDI

Venezia, 26 novembre 2014. Ai Dirigenti scolastici delle Scuole Secondarie di I grado degli Istituti Comprensivi della provincia di Venezia LORO SEDI Venezia, 26 novembre 2014 Ai Dirigenti scolastici delle Scuole Secondarie di I grado degli Istituti Comprensivi della provincia di Venezia LORO SEDI E p.c. Al Dirigente dell U.S.T. di Venezia Al presidente

Dettagli

Il Liceo Economico Sociale. IL PORTALE DEI LES E LA COMMUNITY: istruzioni per l uso

Il Liceo Economico Sociale. IL PORTALE DEI LES E LA COMMUNITY: istruzioni per l uso Il Liceo Economico Sociale IL PORTALE DEI LES E LA COMMUNITY: istruzioni per l uso I LES nel progetto nazionale: voi siete parte di questo! 2 I numeri del progetto 360 Licei Economico- sociali coinvolti

Dettagli

Progetto L Europrogettazione a Scuola: opportunità di studio, lavoro e formazione nell U.E.

Progetto L Europrogettazione a Scuola: opportunità di studio, lavoro e formazione nell U.E. Progetto L Europrogettazione a Scuola: opportunità di studio, lavoro e formazione nell U.E. SPERIMENTAZIONE IN MATERIA DI ORIENTAMENTO AL LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE, ISTRUZIONE IN AMBITO EUROPEO

Dettagli

LA STORIA DELLA CROCE ROSSA. Istruttore D.I.U. Vanessa Seren Bernardone

LA STORIA DELLA CROCE ROSSA. Istruttore D.I.U. Vanessa Seren Bernardone LA STORIA DELLA CROCE ROSSA Istruttore D.I.U. Vanessa Seren Bernardone Henry Dunant (8 maggio 1828 30 ottobre 1910) 24 giugno1859 BATTAGLIA di SOLFERINO Henry Dunant organizza i soccorsi collaborando con

Dettagli

ASS.ONLUS PICCOLI AMICI. COSTITUITA IL 2 OTTOBRE 2000 Via del Carabiniere 6 33170 Pordenone c.f: 91049500936 Aggiornamento 27 marzo 2014

ASS.ONLUS PICCOLI AMICI. COSTITUITA IL 2 OTTOBRE 2000 Via del Carabiniere 6 33170 Pordenone c.f: 91049500936 Aggiornamento 27 marzo 2014 ASS.ONLUS PICCOLI AMICI COSTITUITA IL 2 OTTOBRE 2000 Via del Carabiniere 6 33170 Pordenone c.f: 91049500936 Aggiornamento 27 marzo 2014 LA NOSTRA STORIA L Associazione ONLUS Piccoli Amici nasce il 2 ottobre

Dettagli

QUESTIONARIO DOCENTI Riepilogo (48 questionari compilati)

QUESTIONARIO DOCENTI Riepilogo (48 questionari compilati) QUESTIONARIO DOCENTI Riepilogo (48 questionari compilati) 1) Pensi alla sua istituzione scolastica, comprensiva delle diverse sedi e dei diversi gradi di scuola. Quanto è d accordo con le seguenti affermazioni?

Dettagli

Evento Il cammino tra i papaveri. Ricordo del 24 maggio di un secolo fa nell ambito del progetto Cento anni fa...la Grande Guerra

Evento Il cammino tra i papaveri. Ricordo del 24 maggio di un secolo fa nell ambito del progetto Cento anni fa...la Grande Guerra Evento Il cammino tra i papaveri. Ricordo del 24 maggio di un secolo fa nell ambito del progetto Cento anni fa...la Grande Guerra Premessa: In occasione del centenario dell entrata in guerra dell Italia,

Dettagli

LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE

LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE GOVERNO ITALIANO Dipartimento Politiche Comunitarie COMMISSIONE EUROPEA PARLAMENTO EUROPEO LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE

Dettagli

Allegato B Dgr n. 1382 del 12/05/2009 pag. 1/7

Allegato B Dgr n. 1382 del 12/05/2009 pag. 1/7 Allegato B Dgr n. 382 del 2/05/2009 pag. /7 Sezione A - ADEMPIMENTI DI LEGGE Gestione Archivio Pace e Gestione attività dell archivio ai sensi articolo 2 lett. c) Diritti Umani presso della L.R. n. 55/999

Dettagli

famiglia zero punto 20 marzo 2016 MAXXI Museo delle arti del XXI secolo Roma Sono stati richiesti i Patrocini di

famiglia zero punto 20 marzo 2016 MAXXI Museo delle arti del XXI secolo Roma Sono stati richiesti i Patrocini di famiglia punto zero Sono stati richiesti i Patrocini di 20 marzo 2016 MAXXI Museo delle arti del XXI secolo Roma Parlare di famiglia oggi vuol dire parlare del luogo per eccellenza in cui coesistono una

Dettagli

REGIONE TOSCANA Direzione Generale della Presidenza Settore Attività Internazionali

REGIONE TOSCANA Direzione Generale della Presidenza Settore Attività Internazionali All. D REGIONE TOSCANA Direzione Generale della Presidenza Settore Attività Internazionali LEGGE REGIONALE 22 MAGGIO 2009 n. 26 PIANO REGIONALE PER LA PROMOZIONE DI UNA CULTURA DI PACE PERIODO 2007/2010

Dettagli

REGIONE TOSCANA Direzione Generale della Presidenza Settore Attività Internazionali

REGIONE TOSCANA Direzione Generale della Presidenza Settore Attività Internazionali All. D REGIONE TOSCANA Direzione Generale della Presidenza Settore Attività Internazionali LEGGE REGIONALE 22 MAGGIO 2009 n. 26 PIANO REGIONALE PER LA PROMOZIONE DI UNA CULTURA DI PACE PERIODO 2007/2010

Dettagli

SCHEDA PROGETTI SCN COMUNE DI FORMIA 2015

SCHEDA PROGETTI SCN COMUNE DI FORMIA 2015 SCHEDA PROGETTI SCN COMUNE DI FORMIA 2015 NOME PROGETTO: DECISAMENTE ABILI 2014 AMBITO D INTERVENTO: affiancamento alle persone diversamente abili nelle attività di socializzazione a domicilio e nelle

Dettagli

MILLEVOCI CENTRO DI DOCUMENTAZIONE E LABORATORIO PER UN EDUCAZIONE INTERCULTURALE. La sfida di un progetto operativo interistituzionale

MILLEVOCI CENTRO DI DOCUMENTAZIONE E LABORATORIO PER UN EDUCAZIONE INTERCULTURALE. La sfida di un progetto operativo interistituzionale MILLEVOCI CENTRO DI DOCUMENTAZIONE E LABORATORIO PER UN EDUCAZIONE INTERCULTURALE La sfida di un progetto operativo interistituzionale CHI SIAMO Il Centro Interculturale Millevoci è una risorsa che opera

Dettagli

RUOLO E FINALITA DELLE ASSOCIAZIONI FEMMINILI IN UNA SOCIETA IN RAPIDA E CONTINUA EVOLUZIONE

RUOLO E FINALITA DELLE ASSOCIAZIONI FEMMINILI IN UNA SOCIETA IN RAPIDA E CONTINUA EVOLUZIONE Carissime amiche, nel ringraziare ancora per avermi eletta nel ruolo di vice Presidente del Distretto Sud Est, vi saluto augurandovi un Anno Sociale all insegna dell impegno e dell amicizia vera. Il mio

Dettagli

RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI

RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI RADICI DEL PRESENTE Progetto promosso da Assicurazioni

Dettagli

TRASFORMARE LO SPIRITO UMANO PER UN MONDO LIBERO DA ARMI NUCLEARI

TRASFORMARE LO SPIRITO UMANO PER UN MONDO LIBERO DA ARMI NUCLEARI TRASFORMARE LO SPIRITO UMANO PER UN MONDO LIBERO DA ARMI NUCLEARI www.senzatomica.it È per noi tempo di applicare la stessa equazione di Einstein per far sgorgare l infinito potenziale che esiste nel profondo

Dettagli

Relazione finale del progetto

Relazione finale del progetto Relazione finale del progetto Un percorso nella Cappella Palatina DOL 2009 classe E_13 tutor Domenico Franzetti Corsista: Vincenza Saia Il progetto Un percorso nella cappella Palatina nasce dall esperienza

Dettagli

I docenti di italiano L2 di «Certifica il tuo italiano». Gli esiti del monitoraggio

I docenti di italiano L2 di «Certifica il tuo italiano». Gli esiti del monitoraggio I docenti di italiano L2 di «Certifica il tuo italiano». Gli esiti del monitoraggio Mariagrazia Santagati Università Cattolica, Fondazione Ismu Mariagrazia Santagati Università Cattolica Fondazione Ismu

Dettagli

SCHEDA PROGETTI SCN COMUNE DI FORMIA 2009

SCHEDA PROGETTI SCN COMUNE DI FORMIA 2009 SCHEDA PROGETTI SCN COMUNE DI FORMIA 2009 NOME PROGETTO: COMUNE DI FORMIA DECISAMENTE ABILI 2009 AMBITO D INTERVENTO: affiancamento alle persone diversamente abili nelle attività di socializzazione a domicilio

Dettagli

In collaborazione con. www.progettoscuola.expo2015.org www.expo2015.org

In collaborazione con. www.progettoscuola.expo2015.org www.expo2015.org In collaborazione con ti, ia! n o r P za, v en t r a p www.progettoscuola.expo2015.org www.expo2015.org MONZA APRIPISTA DEL PROGETTO: UN CONCORSO E 100 IDEE PER LA FASE PILOTA Sono state le scuole dell

Dettagli

TUTTI I COLORI DEL CALCIO

TUTTI I COLORI DEL CALCIO S e t t o r e G i o v a n i l e e S c o l a s t i c o TUTTI I COLORI DEL CALCIO P r o g r a m m a d i s e n s i b i l i z z a z i o n e 2 0 1 5 / 2 0 1 6 p e r l i n t e g r a z i o n e e l a l o t t a

Dettagli

PROGETTI SCUOLA MEDIA

PROGETTI SCUOLA MEDIA PROGETTI SCUOLA MEDIA Ad ampliamento delle attività curriculari vengono proposti progetti che si collocano in un ottica di continuum rispetto alla normale programmazione e che vanno ad ampliare ulteriormente

Dettagli

PARTENARIATO MULTILATERALE COMENIUS European pupils closer together Alunni europei insieme più vicini

PARTENARIATO MULTILATERALE COMENIUS European pupils closer together Alunni europei insieme più vicini PARTENARIATO MULTILATERALE COMENIUS European pupils closer together Alunni europei insieme più vicini Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile

Dettagli

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO MOTIVAZIONE... 3 OBIETTIVI DEL PROGETTO... 5 METODOLOGIA... 6 PIANO DI LAVORO... 8 GRUPPI DI RIFERIMENTO.IMPATTO... 9 2 MOTIVAZIONE

Dettagli

EDUCARE AL VOLONTARIATO

EDUCARE AL VOLONTARIATO EDUCARE AL VOLONTARIATO ASSOCIAZIONI E FAMIGLIE IN RETE MEETING EDUCAZIONE SCOGLITTI - SICILIA 7-9 DICEMBRE 2012 PER EDUCATORI VOLONTARI UN ALLEANZA VINCENTE A PARTIRE DAL RICONOSCIMENTO RECIPROCO Le agenzie

Dettagli

COMENIUS MULTILATERALE

COMENIUS MULTILATERALE COMENIUS MULTILATERALE The Earth cannot be recycled! Eco kids Eco parents 09/06/2015 1 SCUOLE PARTNER PIATTAFORMA E-TWINNING 09/06/2015 2 PROGETTO DI DURATA BIENNALE INIZIO: 1 AGOSTO 2012 FINE: 31 LUGLIO

Dettagli

P.A.I. (Piano Annuale dell Inclusività)

P.A.I. (Piano Annuale dell Inclusività) P.A.I. (Piano Annuale dell Inclusività) I dati si riferiscono all anno scolastico 2014/2015 Approvato nel Collegio dei Docenti del 12 giugno 2015 Gli alunni certificati in base alla Legge 104/1992 Tabella

Dettagli

PROGETTO DIDATTICO LAVORARE IN CONTINUITA

PROGETTO DIDATTICO LAVORARE IN CONTINUITA Comune di Casalecchio di Reno ASILO NIDO R. VIGHI PROGETTO DIDATTICO LAVORARE IN CONTINUITA Per un progetto di territorio: uno spazio e un tempo per l incontro Anno educativo 2007/2008 A cura del Collettivo

Dettagli

Festa dell Europa 2007 50 Anniversario dei Trattati di Roma. Giardino Inglese dal 4 al 9 maggio 2007 Palermo. Programma.

Festa dell Europa 2007 50 Anniversario dei Trattati di Roma. Giardino Inglese dal 4 al 9 maggio 2007 Palermo. Programma. Festa dell Europa 2007 50 Anniversario dei Trattati di Roma Giardino Inglese dal 4 al 9 maggio 2007 Palermo Programma Venerdì 4 Maggio Giardino Inglese Mattina: Allestimento Villaggio Europeo: viaggio

Dettagli

Agenzia dell Unione europea per i diritti fondamentali (FRA) MEMO / 26 gennaio 2010

Agenzia dell Unione europea per i diritti fondamentali (FRA) MEMO / 26 gennaio 2010 Agenzia dell Unione europea per i diritti fondamentali (FRA) MEMO / 26 gennaio 2010 Considerare l olocausto dal punto di vista dei diritti umani: il primo studio a livello di Unione europea sull istruzione

Dettagli

Realizzare la valutazione inclusiva

Realizzare la valutazione inclusiva LA VALUTAZIONE NELLE CLASSI COMUNI IT Realizzare la valutazione inclusiva La fase conclusiva del progetto La valutazione nelle classi comuni dell Agenzia ha visto un dibattito e una spiegazione del concetto

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV)

PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV) PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV) 1 1. LA NASCITA DELLA SCUOLA Durante la 1^ guerra mondiale Gino Toso figlio di Angelo Toso, aveva un cuore grande e generoso, per questo

Dettagli