Gioco d azzardo: dalla prevenzione al trattamento

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gioco d azzardo: dalla prevenzione al trattamento"

Transcript

1 Gioco d azzardo: dalla prevenzione al trattamento Genova 24 feb 2012 Matteo Iori Presidente dell Associazione Onlus Centro Sociale Papa Giovanni XXIII di Reggio Emilia che dal 2000 gestisce interventi di aiuto e trattamento per giocatori d azzardo (1028 richieste di aiuto e 618 giocatori seguiti nei 5 gruppi settimanali per giocatori d azzardo) Presidente del CONAGGA (Coordinamento Nazionale Gruppi per Giocatori d Azzardo) che raccoglie Enti diffusi su tutto il territorio nazionale (da Catanzaro a Trento) che da anni si occupano di interventi sulla dipendenza da gioco d azzardo attraverso attività di cura prevenzione - informazione trattamento. Nei propri anni di attività gli Enti aderenti al Coordinamento hanno avuto in trattamento 3139 persone con problemi inerenti il gioco d azzardo (su 6445 richieste di aiuto) e ogni mese gestiscono 140 gruppi di trattamento per giocatori e loro familiari in 17 diverse località 1

2 Parlerò di: Quali argomenti? 1 Fenomeno socio/economico del gioco d azzardo. La storia del gioco dai divieti al primato mondiale, dalle scelte governative che promuovono i giochi alle entrate per l Erario. 2 Dalla promozione alla prevenzione (se così si può chiamare) 3 Gioco d azzardo fra uso abuso e dipendenza: risultati di ricerca Fenomeno socio/economico del gioco d azzardo. La storia del gioco, dai divieti al primato mondiale, dalle scelte governative che promuovono i giochi, alle entrate per l Erario. 2

3 Storia del gioco d azzardo Il gioco d azzardo come lo conosciamo oggi, in Italia ha un origine che risale al 1500 quando, a Genova, si scommetteva sui nomi dei personaggi eleggibili a cariche pubbliche. In un primo tempo si svolgeva clandestinamente, per venire poi legalizzato con una legge costituzionale nel Divieti e permessi si susseguirono per secoli Negli anni 30 il gioco viene poi definito in modo più specifico dalle leggi italiane, leggi tutt ora in vigore. Di gioco d azzardo si tratta nel Codice Penale (del 1930), agli articoli 718 e seguenti e nel Codice Civile (del 1942) agli articoli 1933 e seguenti, e nel Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza (TULPS) del 1931 nell articolo 110. Tutte queste leggi definiscono i limiti del gioco d azzardo e ruotano intorno al concetto di «alea» (cioè «il caso») nel gioco: dove il risultato del gioco dipenda totalmente o in modo prevalente dalla fortuna rispetto all abilità, e dove su questo risultato si scommettono soldi, vi è gioco d azzardo. I legislatori ritennero che questi tipi di giochi dovessero essere vietati dalla legge. L articolo 721 del codice penale dice «sono giochi d azzardo quelli nei quali ricorre il fine di lucro e la vincita o la perdita è interamente o quasi interamente aleatoria». 3

4 Nel codice civile (art e 1934) si sottolinea che mentre i giochi sportivi sono tutelati e leciti, quelli aleatori sono vietati. Il gioco d azzardo viene considerato un attività immorale e socialmente dannosa, che fomenta la cupidigia di denaro, incentiva l avversione al risparmio, deprime la dignità della persona e le impedisce di realizzare uno sviluppo armonico della propria personalità ed è causa di molte tragedie individuali e familiari. Questo impianto legislativo è superato da una serie di disposizioni successive che trasformano il divieto in un cosiddetto «divieto con riserva di permesso», una delle tecniche di controllo giuridico delle attività che potrebbero esporre a rischio gli interessi pubblici (ordine pubblico e sicurezza) e che quindi devono essere fortemente vigilate e eventualmente autorizzate. Costante aumento di giochi su proposte politiche Il trend di crescita del gioco autorizzato nel nostro Paese è sicuramente attribuibile anche agli impulsi generati dalle manovre economiche. Dalla metà degli anni 90 tutti i Governi hanno costantemente introdotto nuove offerte di gioco d azzardo pubblico. Nel 1997 vengono introdotte la doppia giocata di Lotto e Superenalotto e le Sale scommesse; nel 1999 investitura ufficiale per il Bingo; nel 2003 spazio in Finanziaria alle Slot machine, nella Finanziaria 2005, ecco introdotte la terza giocata del Lotto, le scommesse Big Match, nel 2006 i nuovi corner e punti gioco per le scommesse, 4

5 tra il 2007 e il 2008 (col decreto Bersani sulle liberalizzazioni) vengono promossi i giochi che raggiungono l utente (sms, telefonici, digitale terrestre) e dall agosto 2008 è reso legale il gioco d azzardo on-line (ma con limitazioni); nel 2009 e 2010 (decreto n.39 del 28 aprile 2009 Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici nella regione Abruzzo ) nascono: nuove lotterie ad estrazione istantanea, nuovi giochi numerici a totalizzazione nazionale con estrazioni giornaliere (Win for Life), giochi on-line senza limitazioni: giochi di sorte a quota fissa (quindi anche Roulette, il gioco dei Dadi, ecc) e giochi di carte organizzati in forma diversa dal torneo quindi anche le partite a poker in solitario con il computer con puntate fino a euro, le VLT (Video Lottery) che sono una sorta di slot machine con premi più alti ma molto più costose. Nel 2011 arrivano altri giochi d azzardo molto innovativi. Si sanciscono le modalità di funzionamento dei giochi di sorte legati al consumo: gioco pensato per chi va a fare la spesa. In pratica le massaie alla cassa del supermercato potranno avere "la possibilità" di non ritirare il resto del pagamento della spesa e, fino a 5 euro alla volta, scegliere di giocarlo nello scontrino con la speranza di vincere. Inoltre viene istituito il gioco del Bingo a distanza, l'apertura di ben sale da gioco per tornei di poker dal vivo, l aumento del numero delle VideoLottery del 14%, l apertura di nuovi punti vendita di scommesse ippiche e sportive, si amplia l offerta di giochi numerici, viene introdotto un nuovo gioco promosso in ambito europeo, e un concorso aggiuntivo mensile del SuperEnalotto. 5

6 A livello mondiale, il mercato regolamentato dei giochi ha registrato, nel 2009, una raccolta complessiva di circa 335 miliardi di dollari, sostanzialmente in linea rispetto al L'Europa e il Nord America hanno rappresentato ognuna circa un terzo del totale della raccolta mondiale, rispettivamente con il 34% e il 32%. Il contesto del Gioco Se l Europa ha un terzo del mercato mondiale, l Italia spicca su tutte in Europa. Se analizziamo le nazioni a noi più vicine, scopriamo che l Italia nel 2009 ha fatturato 54,4 miliardi di euro, mentre Spagna e Francia (che hanno anch esse una lunga tradizione di gioco d azzardo) hanno fatturato: Spagna 17 miliardi di euro, Francia 19,3 miliardi. Se analizziamo nazioni lontane, che da sempre giocano, vediamo ad esempio che l Italia è il primo mercato al mondo delle lotterie istantanee: i nostri Gratta e Vinci hanno raccolto 12,3 miliardi di dollari nel solo 2010, il 19% per mercato mondiale. Al secondo posto il mercato francese (affidato alla FdJ) che vale «appena» 5,6 miliardi, mentre il terzo in classifica è il mercato cinese (affidato a due operatori (China Welfare e China Sports Lottery) raccolgono 4,7 miliardi circa. 6

7 A fronte di un evidente contrazione dei consumi familiari negli ultimi anni, cresce la voglia di giocare nella speranza del colpo di fortuna. Secondo l Istat nel 2010 al Nord e al centro è ferma la spesa per alimentari e bevande. Il 65,3% dei nuclei familiari ha comprato meno cibo e il 13,6% ha diminuito anche la qualità. Da un analisi della Coldiretti emerge che sono scesi gli acquisti delle famiglie a tavola, con riduzione record del 9% per la frutta e dell 8% dei prodotti ittici, ma diminuiscono anche il pane (-7%), i prodotti lattiero caseari (-6%), e le carni (-5%). Al contempo invece è cresciuta la spesa per il gioco. La spesa in Italia per il gioco d azzardo è passata dai 14,3 miliardi di euro incassati nel 2000, ai 18 del 2002, ai 24,8 raccolti nel 2004, ai 28,5 nel 2005, ai 35,2 miliardi di euro nel 2006, ai 42 nel 2007, ai 47.5 miliardi del 2008, 54,4 nel 2009, ai 61,4 del 2010, ai 79,9 miliardi del La somma maggiore arriva dalle slot machine (oltre la metà del fatturato totale), seguono i gratta e vinci (14,3% del mercato), il lotto (8,5%), poi il superenalotto, poi gli skill game, le scommesse sportive, il bingo, le scommesse ippiche. Matteo Iori - Associazione Onlus "Centro Sociale Papa Giovanni XXIII" 7

8 Fatturato dei giochi d azzardo negli ultimi anni GIOCO in miliardi di euro 79, , ,8 28,5 35, ,5 54,4 61, Previsione giocato regionale - anno popolazione maggiorenne

9 Chi gioca e perchè? Secondo il Rapporto 2011 sul Coordinamento della Finanza Pubblica della Corte dei Conti: «il consumo dei giochi interessa prevalentemente le fasce sociali più deboli ed è legato alla scarsa diffusione della cultura scientifica, oltre che al desiderio di comprarsi un sogno. La crescita del pensiero razionale, ovviamente da favorire in tutti gli strati della società, è destinata a riportare anche in Italia il livello delle scelte di consumo per i giochi in linea con quello di paesi, come la Francia, in cui la cultura scientifica, molto più diffusa, induce a scegliere in modo più informato e consapevole, con la conseguenza di portare ad escludere scelte per definizione perdenti». Per ora di razionale c è poco Solo il 16% degli italiani si dice «molto interessato» alle informazioni scientifiche contro il 30% della media Ue. L Italia risulta essere tra i paesi più superstiziosi d Europa e con il 58% di rispondenti che ritengono di essere «più fortunati ai numeri di altre persone», sono preceduti solo da Lettonia (60%) e Repubblica Ceca (59%). Matteo Iori - Associazione Onlus "Centro Sociale Papa Giovanni XXIII" 9

10 L industria del gioco oggi L industria del gioco d azzardo è la 3 in Italia per fatturato, preceduta solo da Eni e l Enel. Solo 3 anni fa era la 5. Purtroppo ha anche un altro primato: è al secondo posto in Italia fra le cause di Usura. Il gioco d azzardo è la seconda causa di ricorso a debiti e/o usura in Italia ha dichiarato la Consulta Nazionale delle Fondazioni Antiusura. Comunque il gioco d azzardo viene considerato come una sorta di tassa occulta ; come attività utile e proficua per le casse dello Stato. ma è davvero una tassa occulta così conveniente? Spese per il gioco e Erario Giocato Entrate per l'erario 79, ,8 28,5 35, ,5 54,4 61, ,3 6,16 6,72 7,2 7,7 8,8 8,

11 ANNO Spesa complessiva Entrata erariale miliardi di euro 7.3 miliardi ,5 miliardi di euro 6,16 miliardi miliardi di euro 6.72 miliardi miliardi di euro 7.2 miliardi miliardi di euro 7.75 miliardi miliardi di euro 8.8 miliardi F = 29.4% = 21,6% = 19% = 17% = 16.3% = 16,1% ,4 miliardi di euro 8.83 miliardi = 14,4% ,9 miliardi di euro 9 miliardi = 11,2% Un costante calo percentuale Se potessimo paragonare i miliardi con le percentuali 90 Giocato (miliardi) Entrate per l'erario (miliardi) Sul totale del giocato (%) 80 79, ,4 54,4 47, ,2 29, ,8 21, ,3 16,1 14,4 11,2 7,3 6,1 6,7 7,2 7,7 8,8 8,

12 Ma com è possibile? Con la penuria di risorse che c è?! Ma siamo sicuri? Lampante l esempio delle slot machine Nella manovra finanziaria del 2008 l aliquota di tassazione era del 13,4%. Nella finanziaria del 2009 «più incassi e meno paghi». E la filosofia dello Stato per la tassazione delle rendite delle new slot (le cosiddette slot machine ): meno tasse più alto è l incasso. In pratica se le slot incassano quanto nel 2008 il gestore deve pagare una tassa unica del 12,6%, se incrementa l incasso del 15% paga l 11,6% e così via fino a scendere all 8% se l incasso è incrementato del 65%. Marketing e campagne di persuasione di massa. La sirena che incanta i giocatori. 12

13 La diffusione del gioco e le politiche di marketing aggressivo Giornali, televisioni, siti e pubblicità su internet, radio, poster, manifesti La promozione sul gioco d azzardo non conosce confini. E in tanti seguono il canto delle sirene Il pensiero magico e il gioco patologico Non è mai esistita, e mai esisterà al mondo, una lotteria perfettamente equa. Lo scriveva Adam Smith, il primo economista della storia, nel diciottesimo secolo, aggiungendo che nessun uomo, per quanto sano, è immune dall assurda fiducia nella propria fortuna. 13

14 La fortuna e gli errori del pensiero magico : In qualche modo tutti i giocatori (a maggior ragione i giocatori patologici) associano tra loro in concatenazioni causali avvenimenti che non hanno alcun legame. (es inseguire il numero ritardatario) e vi sono messaggi sociali e comunicativi che spingono ad arte i giocatori a ritenere che certe circostanze li avvicinino alla vincita. Che la vincita sia a portata di mano basta essere disponibili a tendere la mano al gioco. Chi vuol essere più ricco?! 14

15 Quindi? Per diventare uno che conta, per fare invidia al vicino, per apprezzare il bello della vita, per avere tutto nella vita basta giocare e vincere. In fondo dicono che sia alla portata di tutti. E «potrebbe essere proprio il tuo il biglietto fortunato!» 15

16 Non farlo volare via! E tempo di sognare Non nell impegno che ti permetterà di affrontare le difficoltà, bensì nella fortuna che ti cambierà la vita. 16

17 Proposte inviate direttamente a casa a persone anziane senza alcuna richiesta Verità magia illusione 17

18 Quale informazione? Da un lato si è «bombardati» di pubblicità sui giochi d azzardo. Da un altro lato non ci sono altrettante informazioni sulla sua pericolosità, e anzi qualcuno ritiene che le industrie del gioco possano «facilitare» silenzi un po complici dei mass media. Articoli che rimandano l idea di un futuro roseo grazie al gioco Articoli che promuovono «errori cognitivi» 18

19 Esempio dell informazione televisiva ufficiale «abbiamo qualche speranza in più» «ci sono buone notizie» «vince anche chi non azzecca il 6» «c è molta più possibilità» «era ora» La televisione non è da meno «si potrà vincere fino a 1000 euro, che non è poi così male, visti i tempi che corrono» Dubbio Le multinazionali del gioco, che spendono decine di milioni di euro in pubblicità, hanno forse la possibilità di «stimolare» certi servizi sui mass media? Matteo Iori - Associazione Onlus "Centro Sociale Papa Giovanni XXIII" pubblicità del Superenalotto Ma è peggio illudere le persone o lavorare sulle loro frustrazioni? Bella scommessa IL TUO CAPO È UN INCOMPETENTE RACCOMANDATO. E ORA CHE QUALCUNO GLIELO DICA Oggi puoi vincere ben 43 milioni di euro! Gioca oggi. Diventa Milionario! 19

20 Quanti lavoratori frustrati si saranno immedesimati? Quanti avranno sognato di uscire dal luogo di lavoro a testa alta e stimati dai colleghi? E ovviamente questi messaggi colpiscono soprattutto le persone più fragili da un punto di vista sociale, culturale e professionale... Che più facilmente credono davvero che la grande vincita sia a portata di mano e possa risolvere i loro problemi... 20

21 E la possibilità di cambiare vita e di diventare qualcuno «è data a tutti», anche ai giovanissimi Matteo Iori - Associazione Onlus "Centro Sociale Papa Giovanni XXIII" Chi tramite evidentissime scritte che invitano a Giocare responsabilmente 21

22 Ma quale «gioco responsabile»? Ma in realtà come sappiamo l interesse delle aziende del gioco è quello di promuovere i giochi d azzardo e convincere sempre più persone a giocare e a sperare in un sogno che cambi la loro vita. E le comunicazioni sono pensate per arrivare a tutti i target di clienti possibili. Per tutti coloro che sono stressati e affaticati la soluzione c è! 22

23 Per tutti coloro che hanno difficoltà ad arrivare a fine mese e non hanno i soldi per pagare il Mutuo la soluzione c è! Del resto come diceva il rapporto 2011 della Corte dei Conti: «il consumo dei giochi interessa prevalentemente le fasce sociali più deboli ed è legato al desiderio di comprarsi un sogno» E c è un sogno che aspetta ognuno di noi! «io sogno il parco per il mio bambino» «voglio champagne ghiacciato a tutte le ore» «con un sistema in ricevitoria si sistema la mia compagnia» «darò ai miei figli un futuro splendente» Ma ricorda: gioca il giusto! Ma il giusto per chi? Per la Sisal? 23

24 C è un età giusta per ogni gioco? Piuttosto c è un gioco giusto (pensato ad hoc) per ogni età! E nel frattempo l importante è fidelizzare anche i giovani» soprattutto per i nuovi giochi su internet utilizzando coloro che riconoscono come modelli. Buffon Totti Melita Toniolo Grande Fr. Paris Hilton Panatta 24

25 Il problema delle credenze errate Secondo la ricerca del Centro Interuniversitario per la Ricerca sulla Genesi e sullo Sviluppo delle Motivazioni Prosociali e Antisociali dell Università «La Sapienza» i fattori più importanti che possono determinare un approccio al gioco di tipo problematico, sono di natura individuale: credenze errate riguardo alle probabilità di vincita e al proprio controllo sulla giocata, impulsività, basso auto-controllo, propensione al rischio e familiarità. Elementi sui quali è possibile intervenire agendo sulla comunicazione per incrementare l autoefficacia, fornendo informazioni per ridurre le credenze errate e costruendo messaggi informativi e pubblicitari chiari. Proviamo a ragionare un po sulle credenze errate In considerazione del fatto che i Gratta e Vinci sono un gioco che coinvolge tutte le fasce di popolazione, dai giovanissimi agli anziani, e che rappresentano il secondo gioco più diffuso in Italia, proviamo a comprenderlo un po meglio e a costruire un po di messaggi informativi chiari che possano ridurre le credenze errate e le false percezioni. Visto che i Gratta e Vinci più venduti in assoluto sono «Turista per sempre» e «il Miliardario», utilizzerò quest ultimo per le riflessioni seguenti 25

26 Innanzi tutto: quanto si vince? Basta cercare la Gazzetta Ufficiale in cui è stato istituito il gioco Gazzetta Ufficiale N. 214 del 14 Settembre 2005 MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 5 agosto 2005 Indizione e modalita' tecniche di svolgimento della lotteria nazionale ad estrazione istantanea denominata «Miliardario». Art. 2. Vengono messi in distribuzione n di biglietti Art. 5. La massa premi ammonta ad euro ,00 suddivisa nei seguenti premi: n. 5 premi di euro ,00; n. 25 premi di euro ,00; n. 250 premi di euro ,00; n premi di euro 1.000,00; n premi di euro 500,00; n premi di euro 100,00; n premi di euro 50,00; n premi di euro 25,00; n premi di euro 20,00; n premi di euro 15,00; n premi di euro 10,00; n premi di euro 5,00. Possibilità di vincita e somma relativa 28,7% 5 6,8% 10 0,9% 1,2% ,3% 25 0,4% 50 0,22% 100 0,025% 500 0,01667% ,5% perdenti 0,000833% , % , %

27 Quindi? Quindi si scopre che: - il 61,5% sono perdenti - il 28,7% non fanno vincere nulla (il «guadagno» è pari alla spesa) - solo il restante 9,8% permette di vincere qualcosa - le possibilità di vincere più di 20 è di 0,95% - la possibilità di vincere 500 mila è dello 0, % Ma quant è 0, %?? Proviamo a renderlo più comprensibile Lunghezza del biglietto: 15,3 centimetri 27

28 Sapendo che su 30 milioni di biglietti stampati ce ne sono 5 da euro, significa 1 ogni 6 milioni di biglietti. Moltiplicando la lunghezza del biglietto (15,3 cm) per 6 milioni, otteniamo 918 km di lunghezza. Se stendessimo una fila ininterrotta di biglietti «il Milionario» sulla strada da Milano a Potenza arriveremmo a 912 km (comprese tutte le curve, le salite, le discese ). E potendone scegliere e grattare solo 1 avremmo la stessa possibilità di vincere il super premio. Ma se è così difficile vincere allora perché ogni tanto si legge sul giornale che qualcuno vince? Sembrerebbe facile E semplicemente la teoria dei grandi numeri. Stefano Bortoli responsabile del Gruppo Lottomatica, ha dichiarato che «Durante il terzo trimestre del 2010 sono stati venduti circa 561 milioni di biglietti Gratta & Vinci». Questo significa che in un anno vengono venduti 2 miliardi e 240 milioni di biglietti del Gratta e Vinci. Come se ogni maggiorenne che abita in Italia ne comprasse 48. E ovvio che ogni tanto qualcuno vince. E un paio di miliardi perdono Ma la nostra mente memorizza solo i pochi che vincono e che vengono pubblicizzati su tutti i giornali. Anche perché nessun giornale scrive articoli sui perdenti 28

29 Gli errori della nostra mente. Che qualcuno conosce meglio di noi - Nei Gratta e Vinci generalmente è riportato a quanto ammonta la «massa premi» totali. Ed è sempre una cifra molto grossa, ma in questa cifra viene considerata anche la parte di biglietti che come «vincita» ridanno lo stesso importo speso per il biglietto Ed è sempre la parte più grossa del montepremi (ad esempio ne Il Miliardario su 105 milioni di premi, oltre 43 milioni sono corrispondenti allo stesso prezzo del biglietto). E come se prendessi 5 euro dalla tasca destra e li mettessi nella tasca sinistra avendo la sensazione di aver vinto qualcosa C è da sentirsi un po stupidi, vero? Eppure purtroppo la nostra mente ci fa un brutto scherzo: interpretiamo questa «vincita» come se avessimo guadagnato qualcosa, e diventa un rinforzo ad acquistare di nuovo dei biglietti. E chi organizza il gioco lo sa bene - Così come sanno bene che un numero molto vicino al numero vincente viene considerato come un «quasi vinto» e diviene un rinforzo ulteriore a giocare di nuovo «Pensieri Magici» a proposito ma i numeri sui biglietti sono stampati proprio a caso? O qualcuno al Caso dà «un aiutino»? La ricerca «Pensieri Magici», finanziata dalla Fondazione Manodori della Cassa di Risparmio di Reggio Emilia, vuole verificare se sui biglietti vi è una rilevanza percentualmente significativa di numeri «perdenti» che si discostano di poco dai numeri «vincenti». Numeri molto vicini a quello vincente fungono da «rinforzo» mentale; viene considerato dalla nostra mente (in modo totalmente illogico) come una «quasi vincita». Ad esempio se il numero vincente è il 35 e io troverò il 34 sarò portato a pensare: «Accidenti! Stavo per vincere ci sono proprio andato vicino. Ne compro un altro!» 29

30 I biglietti acquistati sono stati 120 (per complessivi 600 ). Di questi il 36% erano vincenti (premi che andavano da un minimo di 5 ad un massimo di 25 ). Con il ricavato dei biglietti vincenti si sono acquistati altri biglietti e via via si è proseguito fino all esaurimento delle risorse vinte. Alla fine sono stati grattati 226 biglietti de «Il Miliardario» da 5. Vediamo cosa emerge dai risultati della ricerca Percentuali di vincite calcolate dalla Gazzetta Ufficiale e percentuali dei risultati della ricerca «Pensieri Magici» ,717 61,507 28,700 28,761 6,767 5,752 Gazz Uff ricerca Quasi uguali, quindi risultati molto plausibili anche per le osservazioni che seguiranno 1,167,885,900,442,300,

31 Secondo la Gazzetta Ufficiale la possibilità di trovare il numero corrispondente al premio da è dello 0, % (pari a 1 su ). E molto interessante notare che su 226 biglietti, quelli con i numeri interpretabili come «quasi vinto», in quanto a un solo numero di distanza dal maxi premio, sono stati ben 91! Pari al 40,3% dei biglietti! (ben di più dello 0, %...); Inoltre considerando anche quelli che avevano un solo numero di distanza dal premio da la percentuale sale al 56,7%! Quindi oltre un biglietto su due fanno credere che la vincita sia vicina. Ma ovviamente non lo è affatto! Credenze erronee che stimolano il gioco Possibilità reale di vincere un premio da o euro (c è ma è minuscola e non si vede a occhio nudo) 0,0001 Possibilità percepita come «quasi vincita» di un premio da o euro = 56% 43,3 56,7 99,

32 Cosa fa l AAMS (Amministrazione Autonoma Monopoli di Stato) in tutto questo? Cosa ha pensato per i più giovani? Prevenzione o promozione? Le ricerche più recenti e i flussi di mercato (spinti da un enorme campagna di marketing e promozione), dimostrano che i giovani sono sempre più attratti dai giochi on-line E l Aams intende aiutarli Secondo Antonio Tagliaferri, direttore dei Giochi di Aams intervistato da Repubblica nel novembre 2010, «i Monopoli stanno portando avanti il programma "Giovani e Gioco" per affrontare il problema delle dipendenze e della compulsivita da gaming». L'iniziativa, costata circa 100mila euro, ha toccato 15 principali città italiane, per un totale di oltre 70mila contatti. Parla, soprattutto, di "investimento culturale", il direttore generale dei Monopoli, Raffaele Ferrara, che ha espresso l'intenzione di potenziare il progetto, magari anche coinvolgendo le fasce dei minori più piccoli, che, ha ricordato, essere ugualmente a rischio di finire nelle trappole del gioco vietato. Questa iniziativa è filtrata nelle scuole superiori grazie alla collaborazione degli Uffici Scolastici Regionali e Provinciali, sollecitati da una specifica nota dei Miur per caldeggiare la diffusione del progetto direttamente negli istituti target. 32

33 Ma vediamo come è fatto questo dvd che viene presentato agli studenti Solo alcuni estratti del Dvd, quelli che considero più preoccupanti. Nella prima parte si aiuta il giovane a identificarsi con i personaggi (di cui uno un po più ribelle e l altro che fa il bravo ragazzo ). Entrambi, in un modo o nell altro, fanno capire che giocano e che il gioco è divertente e può far arricchire 33

34 Nella seconda parte si comincia a dare un altro messaggio: sfruttando un equivoco mentale si parla dell importanza del gioco e di quella del rischio (senza nominare l azzardo). E ovvio che se la lezione e il dvd sono sul gioco d azzardo i messaggi positivi sul gioco tendono ad essere interpretati come messaggi positivi sul gioco d azzardo 34

35 35

36 36

37 Nella terza parte si comincia a dare un nuovo messaggio: dopo aver già detto che il gioco è fondamentale nella vita per maturare e crescere, dopo aver detto che per evolvere è necessario anche rischiare, ora c è un terzo messaggio L importanza dell on-line, line, e di internet. Non dimentichiamoci che le previsioni dicono che i giochi d azzardo on-line (liberalizzati totalmente nel 2010) siano un mercato destinato a crescere tra i più giovani. 37

38 Nella quarta parte c è un altro tema.. Visto che il progetto è pubblicizzato dall Aams come un intervento di prevenzione contro i rischi del gioco d azzardo, ovviamente c è anche un pezzo sull argomento. Una parte del dvd che mette in luce almeno qualche rischio e non solo la grande utilità dei giochi on-line Ma, a mio avviso, il messaggio lascia di nuovo a desiderare: chi ha problemi col gioco è presentato come un malato, un pazzo, qualcuno in cui molto difficilmente i giovani potranno identificarsi (quindi un rischio che sentiranno molto lontano) 38

39 39

40 Ma non è finito c è anche una quinta parte più interattiva, dove i ragazzi possono indagare la propria personalità con un test. Dal test possono uscire tre risultati, il ribelle (ma è piuttosto difficile totalizzare così pochi punti), il normale e il bravo ragazzo. 40

41 Giochi e popolazione. Che impatto ha questo proliferare di giochi d azzardo sulla popolazione? Quanti e chi sono i giocatori patologici? Cosa c è in Italia per garantire loro una cura? 41

42 In aumento il popolo di giocatori e «di giocati» Secondo l Eurispes il 69,9% degli italiani ha giocato d azzardo almeno una volta nell ultimo anno. «C è una stretta correlazione tra l incertezza e il gioco. Quanto più c è incertezza tanto più si punta a vincere il superenalotto. L incertezza del futuro porta a un oscillamento continuo tra paura e speranza» ha detto Remo Bodei, professore di Filosofia presso la University of California di Los Angeles Paradossalmente chi ha meno paga di più. Chi ne paga maggiormente le conseguenze? Le persone più fragili e con meno rete sociale. Il gioco d azzardo è diffusissimo in Italia ma coinvolge maggiormente determinate categorie di persone: le fasce più deboli. Secondo i dati Eurispes nel gioco investe di più chi ha un reddito inferiore: giocano il 47% degli indigenti, il 56% degli appartenenti al ceto medio-basso, il 66% dei disoccupati. 42

43 Del resto il premio Nobel dell economia Milton Fridman già negli anni 50 sottolineava la potenzialità del gioco d azzardo per fare business sfruttando le persone più povere. Secondo Fridman «il modello di business dell industria dell azzardo può raggiungere dei grandi traguardi se fa un business sulla povertà perché un alto bacino a cui può attingere è quello di chi ha poco reddito». Ma forse è una novità degli ultimi anni. O forse no «Premendo al Senato Fiorentino di riparare efficacemente all eccessiva dissipazione di tempo e di denaro, che a grave danno delle Famiglie bisognose si fa coll abuso del Giuoco» (Editto del Consigliere di Stato del 1799) 43

44 E una parte delle persone diventa dipendente dal gioco d azzardo Secondo il Censis Le dipendenze da gioco d azzardo sono cresciute enormemente in questi ultimi anni, riducendo progressivamente anche la loro connotazione di genere: con un meccanismo potente di rinforzo reciproco è aumentata l accessibilità al gioco, la proporzione dei giocatori insieme all incidenza delle forme patologiche o problematiche. Non tutti i giochi sono uguali: alcuni sono a maggior rischio di dipendenza E utile sottolineare che ci sono giochi con alcune caratteristiche che li rendono più a rischio di creare dipendenza. Negli anni 90 i giochi d azzardo avevano caratteristiche diverse, ma purtroppo negli ultimi anni quelli che hanno avuto maggior successo e diffusione sono ben diversi. I giochi creano più facilmente dipendenza se hanno: Minore lasso di tempo fra una partita e l altra (cioè si può giocare di continuo senza attese) Assenza di relazioni umane (quindi uomo/macchina) Spazialità diffusa (cioè è facile trovarli in ogni luogo) Temporalità diffusa (cioè ci si può giocare ad ogni orario) Stimoli visivi / sonori (luci, suoni, pubblicità) 44

RISULTATI DELLA RICERCA

RISULTATI DELLA RICERCA RISULTATI DELLA RICERCA 2011 Ricerca nazionale sul gioco d'azzardo 2011- Ricerca nazionale sulle abitudini di gioco degli italiani - curata dall Associazione Centro Sociale Papa Giovanni XXIII, e coordinata

Dettagli

Il costi sociali del gioco d azzardo

Il costi sociali del gioco d azzardo Il costi sociali del gioco d azzardo Roma, 4 dicembre 212 Matteo Iori CONAGGA «Coordinamento Nazionale Gruppi per Giocatori d Azzardo» Italia fra i primi paesi al mondo per spesa procapite Nel 211 il mercato

Dettagli

Dr. Alessandra Alberti Ser.T. zona Valtiberina Dip.to Dipendenze A.USL 8

Dr. Alessandra Alberti Ser.T. zona Valtiberina Dip.to Dipendenze A.USL 8 Dr. Alessandra Alberti Ser.T. zona Valtiberina Dip.to Dipendenze A.USL 8 Normalmente azzardo perché il gioco d azzardo è anch esso una forma di gioco normale, ma anche perché possiamo dire che in qualche

Dettagli

Da sempre si gioca d azzardo ma nel tempo le cose sono aumentate

Da sempre si gioca d azzardo ma nel tempo le cose sono aumentate Di cosa parliamo quando parliamo di gioco d azzardo: le forme e i luoghi di gioco 17 dicembre 2015 Reggio Emilia di Matteo Iori Presidente dell Associazione Onlus Centro Sociale Papa Giovanni XXIII di

Dettagli

«Il fenomeno del gambling e le buone prassi» 15 ottobre 2013 ANCONA. Costante aumento di giochi su proposte politiche

«Il fenomeno del gambling e le buone prassi» 15 ottobre 2013 ANCONA. Costante aumento di giochi su proposte politiche «Il fenomeno del gambling e le buone prassi» 15 ottobre 2013 ANCONA di Matteo Iori Associazione Onlus «Centro Sociale Papa Giovanni XXIII» Presidente dell Associazione Onlus Centro Sociale Papa Giovanni

Dettagli

Epidemiologia del gioco d azzardo in Campania ed indirizzi regionali. Dott. Biagio Zanfardino (Funzionario regionale) 24 gennaio 2015

Epidemiologia del gioco d azzardo in Campania ed indirizzi regionali. Dott. Biagio Zanfardino (Funzionario regionale) 24 gennaio 2015 Formazione sul GAP ed indirizzi regionali Dott. Biagio Zanfardino (Funzionario regionale) 24 gennaio 2015 Direzione Generale per la Tutela della Salute U.O.D. «Interventi sociosanitari» 1 NORMATIVA STATALE

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

L importante è... ...evitare gli eccessi. Guida al gioco. ...divertirsi responsabilmente!...prevenire il gioco minorile!

L importante è... ...evitare gli eccessi. Guida al gioco. ...divertirsi responsabilmente!...prevenire il gioco minorile! L importante è......evitare gli eccessi...divertirsi responsabilmente!...prevenire il gioco minorile! Guida al gioco RESPONSABILE RISERVATO AL RICEVITORE aams aams aams Per diffondere il gioco responsabile,

Dettagli

Coordinamento Nazionale Gruppi per Giocatori d Azzardo

Coordinamento Nazionale Gruppi per Giocatori d Azzardo Coordinamento Nazionale Gruppi per Giocatori d Azzardo - Spett.le Ministero dell Interno All attenzione del Ministro, On. Roberto Maroni - Spett.le Ministero dell Economia e delle Finanze All attenzione

Dettagli

Il gioco d azzardo e FISCALITA

Il gioco d azzardo e FISCALITA Il gioco d azzardo e FISCALITA 11 aprile 2013 di Matteo Iori CoNaGGA e Associazione Onlus «Centro Sociale Papa Giovanni XXIII» 90 80 70 60 50 40 30 20 10 0 14,3 Fatturato dei giochi d azzardo negli ultimi

Dettagli

CONSIGLIO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO XIV LEGISLATURA - ANNO 2011. Disposizioni in materia di gioco d azzardo

CONSIGLIO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO XIV LEGISLATURA - ANNO 2011. Disposizioni in materia di gioco d azzardo CONSIGLIO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO XIV LEGISLATURA - ANNO 2011 DISEGNO DI LEGGE, n. Disposizioni in materia di gioco d azzardo D'iniziativa dei consiglieri Mattia Civico, Margherita Cogo, Sara

Dettagli

«Il fenomeno del gioco d azzardo» 19 giugno 2013 CHIETI. Costante aumento di giochi su proposte politiche

«Il fenomeno del gioco d azzardo» 19 giugno 2013 CHIETI. Costante aumento di giochi su proposte politiche «Il fenomeno del gioco d azzardo» 19 giugno 2013 CHIETI di Matteo Iori Presidente dell Associazione Onlus Centro Sociale Papa Giovanni XXIII di Reggio Emilia che dal 2000 gestisce interventi di aiuto e

Dettagli

Anche gli anziani. L azzardoinsidia glianziani Giocano7sudieci 16,4% il caso MARIA TERESA MARTINENGO. Slot e videopoker minacciano le pensioni

Anche gli anziani. L azzardoinsidia glianziani Giocano7sudieci 16,4% il caso MARIA TERESA MARTINENGO. Slot e videopoker minacciano le pensioni il caso MARIA TERESA MARTINENGO Anche gli anziani sono a rischio di dipendenza dal gioco d azzardo. E non importa se la pensione è modesta, anzi. La speranza di potersi permettere un «piccolo lusso», la

Dettagli

E ancora un gioco? Dipartimento Dipendenze Az. USL8 AREZZO

E ancora un gioco? Dipartimento Dipendenze Az. USL8 AREZZO E ancora un gioco? Dipartimento Dipendenze Az. USL8 AREZZO Elisa Casini 1, Fiorenzo Ranieri 2 Campione e metodi Il campione di ricerca è costituito da 384 soggetti di età compresa tra i 16 e i 20 anni

Dettagli

Presentazione Rapporto Nomisma 2009 Gioco & Giovani

Presentazione Rapporto Nomisma 2009 Gioco & Giovani Presentazione Rapporto Nomisma 2009 Gioco & Giovani Le principali indicazioni emerse dal Rapporto Paolo Bono Nomisma Mercoledì 30 settembre 2009 CONI Comitato Olimpico Nazionale Italiano IL MERCATO DEI

Dettagli

LA RICERCA DEL GIOCO

LA RICERCA DEL GIOCO Torna alla Ricerca completa LA RICERCA DEL GIOCO (Sintesi) Ricerca sul fenomeno del gioco d azzardo problematico tra la popolazione giovanile di Reggio Emilia La storia del gioco d azzardo è strettamente

Dettagli

La diffusione del gioco d azzardo tra i giovani. Simone Feder

La diffusione del gioco d azzardo tra i giovani. Simone Feder La diffusione del gioco d azzardo tra i giovani Simone Feder 2004: Fabio Fabio, un ragazzo di 15 anni chiedeva un consiglio per aiutare suo padre, caduto da alcuni mesi in una rete sconosciuta che catturava

Dettagli

DIPARTIMENTO DIPENDENZE

DIPARTIMENTO DIPENDENZE DIPARTIMENTO DIPENDENZE PIANO DI INTERVENTO TERRITORIALE SUL GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO 2014 (Misura 1- DGR n.856/2013 Sensibilizzazione e informazione della popolazione) PREMESSA Il presente Piano recepisce

Dettagli

Scommesse e concorsi a pronostico

Scommesse e concorsi a pronostico Scommesse singole ippiche e sportive Scommesse e concorsi a pronostico La percentuale di probabilità di vincita si ricava dal rapporto tra il singolo esito e il numero di esiti possibili, ovvero: (Singolo

Dettagli

9 marzo 2016. Tassazione giochi

9 marzo 2016. Tassazione giochi Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori Nota a cura di Paola Serra Tassazione giochi 9 marzo 2016 Introduzione La tassazione dei giochi ha subito profondi cambiamenti nel tempo, rispondendo alle mutate

Dettagli

Realizzato nell ambito del programma generale di intervento 2010 della Regione Lazio con l utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico

Realizzato nell ambito del programma generale di intervento 2010 della Regione Lazio con l utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico Realizzato nell ambito del programma generale di intervento 2010 della Regione Lazio con l utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico Ludopatia Per ludopatia (o gioco d azzardo patologico)

Dettagli

Il gioco d azzardo. Aspetti generali e situazione in Trentino

Il gioco d azzardo. Aspetti generali e situazione in Trentino Il gioco d azzardo Aspetti generali e situazione in Trentino A cura dell Osservatorio per la salute Dipartimento politiche sanitarie Provincia autonoma di Trento Trento, 29 dicembre 2012 Il gioco d azzardo

Dettagli

A che gioco giochiamo? di Alessandra Campitelli Psicologa, counselor Associazione Ama Frentania Onlus

A che gioco giochiamo? di Alessandra Campitelli Psicologa, counselor Associazione Ama Frentania Onlus A che gioco giochiamo? di Alessandra Campitelli Psicologa, counselor Associazione Ama Frentania Onlus I messaggi che ci arrivano Che cos è il gambling patologico È una dipendenza comportamentale ( dipendenza

Dettagli

I loro clienti si dedicano maggiormente alle slot e ai gratta&vinci, come mostrato nel grafico sottostante:

I loro clienti si dedicano maggiormente alle slot e ai gratta&vinci, come mostrato nel grafico sottostante: REPORT GIOCO D AZZARDO Come MOVIMENTO NO SLOT in questi mesi abbiamo somministrato ai gestori dei locali, bar, tabacchi e sale slot un questionario per cercare di capire il fenomeno dell azzardo nella

Dettagli

ORDINE DEL GIORNO IN MERITO ALLE ATTIVITÀ E POLITICHE DI SENSIBILIZZAZIONE RISPETTO AI RISCHI PATOLOGICI CONNESSI AL FENOMENO DEL GIOCO D AZZARDO

ORDINE DEL GIORNO IN MERITO ALLE ATTIVITÀ E POLITICHE DI SENSIBILIZZAZIONE RISPETTO AI RISCHI PATOLOGICI CONNESSI AL FENOMENO DEL GIOCO D AZZARDO ORDINE DEL GIORNO IN MERITO ALLE ATTIVITÀ E POLITICHE DI SENSIBILIZZAZIONE RISPETTO AI RISCHI PATOLOGICI CONNESSI AL FENOMENO DEL GIOCO D AZZARDO approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 17

Dettagli

IL GIOCO PROBLEMATICO: PREVALENZA, FATTORI DI PROTEZIONE E DI RISCHIO

IL GIOCO PROBLEMATICO: PREVALENZA, FATTORI DI PROTEZIONE E DI RISCHIO IL GIOCO PROBLEMATICO: PREVALENZA, FATTORI DI PROTEZIONE E DI RISCHIO Ricerca Commissionata da Lottomatica Group spa Claudio Barbaranelli Sapienza Università di Roma Centro Interuniversitario per la Ricerca

Dettagli

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est che gioca e scommette

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est che gioca e scommette OSSERVATORIO NORD EST Il Nord Est che gioca e scommette Il Gazzettino, 20.07.2010 NOTA METODOLOGICA I dati dell'osservatorio sul Nord Est, curato da Demos & Pi, sono stati rilevati attraverso un sondaggio

Dettagli

La classe 1 A Liceo Musicale Grosseto polo L. Bianciardi presenta

La classe 1 A Liceo Musicale Grosseto polo L. Bianciardi presenta La classe 1 A Liceo Musicale Grosseto polo L. Bianciardi presenta Il business del gioco in Italia è enorme e in rapida crescita: nel 2001 la raccolta annua era pari a 14 miliardi di euro. Oggi ammonta

Dettagli

E ancora un gioco? Report della ricerca

E ancora un gioco? Report della ricerca CONCORSO PER LE SCUOLE MEDIE SUPERIORI a.s. 2010/2011 E ancora un gioco? Report della ricerca Dott.ssa Elisa Casini Psicologa Ricercatrice Centro Documentazione Ser.T. Arezzo Ce.Do.S.T.Ar. Dipartimento

Dettagli

Alcune proposte per combattere l azzardo. Luigino Bruni (Lumsa) 18 maggio 2015

Alcune proposte per combattere l azzardo. Luigino Bruni (Lumsa) 18 maggio 2015 Alcune proposte per combattere l azzardo Luigino Bruni (Lumsa) 18 maggio 2015 Alcune premesse Prima di arrivare al tavolo della regolazione, sono necessarie alcune premesse sull azzardo e sull azzardo

Dettagli

Alcuni dati sul fenomeno del Gioco d Azzardo in Italia e in provincia di Bergamo

Alcuni dati sul fenomeno del Gioco d Azzardo in Italia e in provincia di Bergamo DIPARTIMENTO DELLE DIPENDENZE Direttore dott. Marco Riglietta via Borgo Palazzo, 130-24125 Bergamo Italy Tel +390352270382 - Fax +390352270393 www.asl.bergamo.it/dipartimentodipendenze (PEC): protocollo@pec.asl.bergamo.it

Dettagli

Alcuni dati sul fenomeno del Gioco d Azzardo in Italia e in provincia di Bergamo

Alcuni dati sul fenomeno del Gioco d Azzardo in Italia e in provincia di Bergamo DIPARTIMENTO DELLE DIPENDENZE Direttore dott. Marco Riglietta via Borgo Palazzo, 130-24125 Bergamo Italy Tel +390352270382 - Fax +390352270393 www.asl.bergamo.it/dipartimentodipendenze (PEC): protocollo@pec.asl.bergamo.it

Dettagli

RAGAZZI IN GIOCO PROGETTO LUDOPATIE IN COLLABORAZIONE CON

RAGAZZI IN GIOCO PROGETTO LUDOPATIE IN COLLABORAZIONE CON IN COLLABORAZIONE CON Aprile 2014 CAMPIONE Fasce di età 25,0% 25,0% 25,0% Totale Italia 35-39 anni 20,2% 40-44 anni 26,3% 45-49 anni 34,6% Oltre 49 anni 18,9% 25,0% TOTALE 100,0% Sesso Totale Italia Maschio

Dettagli

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est che gioca e scommette

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est che gioca e scommette OSSERVATORIO NORD EST Il Nord Est che gioca e scommette Il Gazzettino, 05.05.2009 NOTA METODOLOGICA I dati dell'osservatorio sul Nord Est, curato da Demos & Pi, sono stati rilevati attraverso un sondaggio

Dettagli

COMUNE DI ARGELATO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI ARGELATO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI ARGELATO PROVINCIA DI BOLOGNA ORDINANZA DEL SINDACO ORDINANZA SINDACO / 11 Del 14/10/2015 OGGETTO: DISCIPLINA DEGLI ORARI PER L'ESERCIZIO DELLE ATTIVITA' DI GIOCO LECITO SUL TERRITORIO COMUNALE.

Dettagli

ADOLESCENTI E GIOCO D AZZARDO

ADOLESCENTI E GIOCO D AZZARDO ADOLESCENTI E GIOCO D AZZARDO Un fenomeno in crescita: qualche dato Il rapporto Eurispes 2007 conferma le preoccupazioni sulla diffusione delle conseguenze del gioco sui giovani e riporta dati allarmanti

Dettagli

www.servizisocialionline.it ARTICOLI DI SERVIZIO SOCIALE Gioco d azzardo e disagio sociale: Qual è il prezzo del rischio? di Paolo Gandolfo*

www.servizisocialionline.it ARTICOLI DI SERVIZIO SOCIALE Gioco d azzardo e disagio sociale: Qual è il prezzo del rischio? di Paolo Gandolfo* www.servizisocialionline.it ARTICOLI DI SERVIZIO SOCIALE Gioco d azzardo e disagio sociale: Qual è il prezzo del rischio? di Paolo Gandolfo* La problematica della dipendenza dal gioco d azzardo è divenuta

Dettagli

Asl8_AW_Azzardo:Layout 1 10/07/12 16.09 Pagina 1. gioco d azzardo, da divertimento a dipendenza

Asl8_AW_Azzardo:Layout 1 10/07/12 16.09 Pagina 1. gioco d azzardo, da divertimento a dipendenza Asl8_AW_Azzardo:Layout 1 10/07/12 16.09 Pagina 1 gioco d azzardo, da divertimento a dipendenza Asl8_AW_Azzardo:Layout 1 10/07/12 16.09 Pagina 2 2 con il gioco? Ecco un breve questionario per valutare la

Dettagli

Gioco d azzardo: fra economia, media, patologia e differenze

Gioco d azzardo: fra economia, media, patologia e differenze Gioco d azzardo: fra economia, media, patologia e differenze Roma, 16 settembre 215 di Matteo Iori Presidente dell Associazione Onlus Centro Sociale Papa Giovanni XXIII di Reggio Emilia che dal 2 gestisce

Dettagli

Il gioco online in Italia. Carlo Gualandri Presidente e Amministratore Delegato Gioco Digitale e bwin Italia

Il gioco online in Italia. Carlo Gualandri Presidente e Amministratore Delegato Gioco Digitale e bwin Italia Il gioco online in Italia Carlo Gualandri Presidente e Amministratore Delegato Gioco Digitale e bwin Italia Titolo, Le nuove Capri frontiere 8-9 ottobre del mercato consumer, Capri 8 ottobre 2009 Il gioco

Dettagli

COMUNICATO STAMPA IL GIOCO A DISTANZA AL 31 MARZO 2009. ANALISI DEI DATI

COMUNICATO STAMPA IL GIOCO A DISTANZA AL 31 MARZO 2009. ANALISI DEI DATI Ministero dell Economia e delle Finanze Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato UFFICIO STAMPA COMUNICATO STAMPA IL GIOCO A DISTANZA AL 31 MARZO 29. ANALISI DEI DATI Presentiamo in queste pagine

Dettagli

HUMAN HIGHWAY E DOXA PER AAMS G@ME IN ITALY INDAGINE SUL GIOCO ONLINE IN ITALIA QUINTA WAVE. Milano, Luglio 2011

HUMAN HIGHWAY E DOXA PER AAMS G@ME IN ITALY INDAGINE SUL GIOCO ONLINE IN ITALIA QUINTA WAVE. Milano, Luglio 2011 HUMAN HIGHWAY E DOXA PER AAMS G@ME IN ITALY INDAGINE SUL GIOCO ONLINE IN ITALIA QUINTA WAVE Milano, Luglio 2011 1 G@ME IN ITALY NATURA E OBIETTIVI DELLA RICERCA G@me in Italy è una ricerca annuale prodotta

Dettagli

CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO

CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO Sommario Nel primo capitolo di questo quaderno lei ha ritenuto che il gioco d azzardo sta causando problemi nella sua vita. Si è posto obiettivi

Dettagli

Elsa Marcaccini. Psicologa psicoterapeuta. Dipartimento di Patologia delle Dipendenze «C. Olievenstein» ASL TO 2

Elsa Marcaccini. Psicologa psicoterapeuta. Dipartimento di Patologia delle Dipendenze «C. Olievenstein» ASL TO 2 Elsa Marcaccini Psicologa psicoterapeuta Dipartimento di Patologia delle Dipendenze «C. Olievenstein» ASL TO 2 Intervento presentato al Convegno «A che gioco giochiamo», organizzato dal Forum del Volontariato,

Dettagli

GIOCO D'AZZARDO concetti numeri casi {04/10/2013} CentroStudi

GIOCO D'AZZARDO concetti numeri casi {04/10/2013} CentroStudi GIOCO D'AZZARDO concetti numeri casi {04/10/2013} CentroStudi UN'INDUSTRIA CHE NON CONOSCE CRISI? I DATI DI AAMS RACCOLTA GIOCHI GENNAIO OTTOBRE 2012 70 262 MILIONI DI EURO 38 404 MILIONI DI EURO (APPARECCHI)

Dettagli

gioco d azzardo in Italia è un problema serio che va affrontato e risolto; esso

gioco d azzardo in Italia è un problema serio che va affrontato e risolto; esso IL GIOCO D AZZARDO Il gioco d azzardo in Italia è un problema serio che va affrontato e risolto; esso cresce giorno per giorno, portando molte persone a bruciarsi il proprio stipendio in 10 minuti, guadagnato

Dettagli

Ing.%Giovanni%Carboni% %3%ottobre%2013%% 1%

Ing.%Giovanni%Carboni% %3%ottobre%2013%% 1% STORIA%E%ATTUALITÀ%DEL%GIOCO%A%DISTANZA%ITALIANO% Abstract( La presente scheda fornisce una sintesi della storia del gioco a distanza con vincita in denaro in Italia,interminidinormativaedidimensionietrenddelmercato.

Dettagli

Storia del gioco d azzardo. Da sempre si gioca d azzardo ma nel tempo le cose sono aumentate. formazione sul gioco d azzardo. Progetto Lazio in Gioco

Storia del gioco d azzardo. Da sempre si gioca d azzardo ma nel tempo le cose sono aumentate. formazione sul gioco d azzardo. Progetto Lazio in Gioco Fra divieti e concessioni formazione sul gioco d azzardo Progetto Lazio in Gioco 1589 CONCESSO da Sisto V 1721 CONCESSO da Innocenzo XIII 1731 CONCESSO da Papa Clemente XII 1676 VIETATO dal Cardinale Cybo

Dettagli

EPIDEMIOLOGIA DEL GIOCO D AZZARDO

EPIDEMIOLOGIA DEL GIOCO D AZZARDO EPIDEMIOLOGIA DEL GIOCO D AZZARDO Fabio Voller Alice Berti Settore Sociale Osservatorio di Epidemiologia Presentazione del volume GAP - Il gioco d azzardo patologico Orientamenti per la prevenzione e la

Dettagli

Il fenomeno del gioco d azzardo e le implicazioni con la criminalità organizzata

Il fenomeno del gioco d azzardo e le implicazioni con la criminalità organizzata Il fenomeno del gioco d azzardo e le implicazioni con la criminalità organizzata Modena 30 novembre 2012 Matteo Iori Associazione Onlus «Centro Sociale Papa Giovanni XXIII» Presidente del CONAGGA (Coordinamento

Dettagli

Articolo pubblicato sul periodico Dal fare al dire. n. 1 (2011), pp. 54-62

Articolo pubblicato sul periodico Dal fare al dire. n. 1 (2011), pp. 54-62 Articolo pubblicato sul periodico Dal fare al dire n. 1 (2011), pp. 54-62 GIOVANI E GIOCO D AZZARDO: INDAGINE ESPLORATIVA SULLA CONOSCENZA E SULLE ABITUDINI DI GIOCO DEGLI STUDENTI BIELLESI LOREDANA ACQUADRO*

Dettagli

ITIS A.Volta Frosinone

ITIS A.Volta Frosinone ITIS A.Volta Frosinone LE DIPENDENZE DA GIOCO Accanto alle tradizionali forme di dipendenza da sostanze (droghe e alcol) è oggi in costante aumento il fenomeno delle nuove dipendenze o new addictions.

Dettagli

COMUNE di BITONTO CITTA METROPOLITANA DI BARI

COMUNE di BITONTO CITTA METROPOLITANA DI BARI COMUNE di BITONTO CITTA METROPOLITANA DI BARI 15 - SERVIZIO DI POLIZIA LOCALE ORDINANZA N. 362 del 26/11/2015 OGGETTO: Disciplina comunale degli orari di esercizio delle sale giochi autorizzate ai sensi

Dettagli

FASE A - QUALITATIVA GLI ADOLESCENTI ITALIANI E IL GIOCO D AZZARDO

FASE A - QUALITATIVA GLI ADOLESCENTI ITALIANI E IL GIOCO D AZZARDO FASE A - QUALITATIVA GLI ADOLESCENTI ITALIANI E IL GIOCO D AZZARDO Sintesi dei risultati L indagine sul gioco d azzardo, commissionata dall Autorità Garante per l Infanzia e l Adolescenza, restituisce

Dettagli

MOZIONE ex Art. 109 Misure di prevenzione del gioco d azzardo patologico L ASSEMBLEA CAPITOLINA. Premesso che

MOZIONE ex Art. 109 Misure di prevenzione del gioco d azzardo patologico L ASSEMBLEA CAPITOLINA. Premesso che MOZIONE ex Art. 109 Misure di prevenzione del gioco d azzardo patologico L ASSEMBLEA CAPITOLINA Premesso che - dalla Legge n. 220 del 13 dicembre 2010, emerge la necessità che il Ministero dell Economia

Dettagli

Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI

Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI Perché un Osservatorio sul turismo scolastico? L Osservatorio Touring sul turismo scolastico

Dettagli

Il gioco: dalla normalità alla patologia

Il gioco: dalla normalità alla patologia Il gioco: dalla normalità alla patologia 1 Zingarelli 2009 GIOCO Ogni attività compiuta da bambini o adulti per svago, divertimento o sviluppo di qualità fisiche o intellettuali All'estrazione del Lotto

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DEL 28.02.2013 SUL GIOCO D AZZARDO

COMUNICATO STAMPA DEL 28.02.2013 SUL GIOCO D AZZARDO COMUNICATO STAMPA DEL 28.02.2013 SUL GIOCO D AZZARDO Invito alla Conferenza Stampa per il giorno venerdì 01 marzo 2013, alle ore 12, presso la sala giunta, al primo piano di Villa Rana, in via Roma 6 a

Dettagli

Famiglia, infanzia e povertà.

Famiglia, infanzia e povertà. Università Politecnica delle Marche Facoltà di Economia G. Fuà Convegno Povertà, Infanzia, Immigrazione in occasione del 70 Anniversario della Mensa del Povero Ancona, 5 aprile 2008 Famiglia, infanzia

Dettagli

Proposta di legge Norme per la prevenzione, il contrasto e il trattamento della dipendenza dal gioco

Proposta di legge Norme per la prevenzione, il contrasto e il trattamento della dipendenza dal gioco Proposta di legge Norme per la prevenzione, il contrasto e il trattamento della dipendenza dal gioco d azzardo patologico, nonché delle problematiche e delle patologie correlate Il progetto di legge regionale

Dettagli

CONSUMI DI SOSTANZE PSICOATTIVE E ALTRI COMPORTAMENTI A RISCHIO NELLA POPOLAZIONE STUDENTESCA

CONSUMI DI SOSTANZE PSICOATTIVE E ALTRI COMPORTAMENTI A RISCHIO NELLA POPOLAZIONE STUDENTESCA CONSUMI DI SOSTANZE PSICOATTIVE E ALTRI COMPORTAMENTI A RISCHIO NELLA POPOLAZIONE STUDENTESCA I dati relativi alle prevalenze dei consumi di sostanze psicoattive, legali ed illegali, nella popolazione

Dettagli

LA DIPENDENZA DALLE SLOT MACHINE MARCON CHIARA E MARTINELLO CHIARA

LA DIPENDENZA DALLE SLOT MACHINE MARCON CHIARA E MARTINELLO CHIARA LA DIPENDENZA DALLE SLOT MACHINE MARCON CHIARA E MARTINELLO CHIARA EFFETTI DELLA DIPENDENZA DALLE SLOT MACHINE CONSEGUENZE DA DIPENDENZA COME USCIRE DA QUESTO FENOMENO QUANTO E DIFFUSO ATTUALMENTE NEL

Dettagli

Delibera Numero 36 del 31/03/2016

Delibera Numero 36 del 31/03/2016 COMUNE DI FIORANO MODENESE Provincia di Modena Delibera Numero 36 del 31/03/2016 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Oggetto : ISTITUZIONE DEL TAVOLO TECNICO PER LA PROGETTAZIONE DI AZIONI PER

Dettagli

Originale Ordinanza Sindacale

Originale Ordinanza Sindacale Originale Ordinanza Sindacale N. 13 data 04/06/2015 Classifica VIII Oggetto: DISCIPLINA COMUNALE DEGLI ORARI DI ESERCIZIO DELLE SALE GIOCHI E DEGLI ORARI DI FUNZIONAMENTO DEGLI APPARECCHI CON VINCITA IN

Dettagli

PARTE LA RIVOLUZIONE SANITÀ LE NOVITÀ PER MEDICI, ASL E FAMIGLIE

PARTE LA RIVOLUZIONE SANITÀ LE NOVITÀ PER MEDICI, ASL E FAMIGLIE PARTE LA RIVOLUZIONE SANITÀ LE NOVITÀ PER MEDICI, ASL E FAMIGLIE 06 Scommesse e fumo 06 SCOMMESSE E FUMO Dipendenza da gioco, cure garantite per legge di Matteo Iori Con la legge sulla Sanità il Governo

Dettagli

DDL Prevenzione, cura e riabilitazione della dipendenza da gioco d azzardo patologico Relazione accompagnatoria

DDL Prevenzione, cura e riabilitazione della dipendenza da gioco d azzardo patologico Relazione accompagnatoria DDL Prevenzione, cura e riabilitazione della dipendenza da gioco d azzardo patologico Relazione accompagnatoria La diffusione del fenomeno del gioco d azzardo e la forte preoccupazione per le ricadute

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

COMUNE DI RUBIERA (Provincia di Reggio Emilia) C O P I A

COMUNE DI RUBIERA (Provincia di Reggio Emilia) C O P I A (Provincia di Reggio Emilia) C O P I A DELIBERAZIONE DELLA N. 67 DEL 26/05/2015. OGGETTO: PIANO REGIONALE PER IL CONTRASTO, LA PREVENZIONE, LA RIDUZIONE DEL RISCHIO DI DIPENDENZA DAL GIOCO PATOLOGICO 2014-2016.

Dettagli

Mettiamoci in Gioco Confindustria Sistema Gioco Italia. Protocollo di intesa. 1. Premessa terminologica

Mettiamoci in Gioco Confindustria Sistema Gioco Italia. Protocollo di intesa. 1. Premessa terminologica Mettiamoci in Gioco Confindustria Sistema Gioco Italia Protocollo di intesa 1. Premessa terminologica Premesso: a) Che nel dibattito pubblico si è nel tempo consolidata la prassi di utilizzare la dizione

Dettagli

L azzardo non èun gioco

L azzardo non èun gioco L azzardo non èun gioco Gioco d azzardo legale e rischio dipendenza tra le persone over 65 incontrate da Auser Torino, Fabbrica delle e 3 marzo 2014 1 Gioco d azzardo -il giocatore punta qualcosa, -la

Dettagli

1) Tabacco. Trend fumo attuale di tabacco a 15-16 aa

1) Tabacco. Trend fumo attuale di tabacco a 15-16 aa Comportamenti rispetto a fumo, alcol, droghe e gioco d azzardo fra gli adolescenti dell Alto Friuli Risultati di un indagine svolta nel 2011 dal Dipartimento delle Dipendenze Gianni Canzian, psichiatra,

Dettagli

Presentazione del Report In Breve n. 11/2012 alla IV Commissione consiliare 16 maggio 2013

Presentazione del Report In Breve n. 11/2012 alla IV Commissione consiliare 16 maggio 2013 Gioco d azzardo d e dipendenzad Presentazione del Report In Breve n. 11/2012 alla IV Commissione consiliare Lo scopo di una Informativa Breve La collana In Breve fornisce ai Consiglieri regionali informazioni

Dettagli

GIOCO D AZZARDO: RISCHIO SPERANZA E ILLUSIONE

GIOCO D AZZARDO: RISCHIO SPERANZA E ILLUSIONE GIOCO D AZZARDO: RISCHIO SPERANZA E ILLUSIONE CONFERENZA STAMPA DEL 12 NOVEMBRE 2014 PRESENTAZIONE DEI PRIMI RISULTATI DELLA RICERCA A cura di Paolo Molinari e Anna Zenarolla, IRES FVG Impresa Sociale

Dettagli

CAPITOLO UNO AUTOVALUTAZIONE DELLE ABITUDINI DI GIOCO D AZZARDO

CAPITOLO UNO AUTOVALUTAZIONE DELLE ABITUDINI DI GIOCO D AZZARDO CAPITOLO UNO AUTOVALUTAZIONE DELLE ABITUDINI DI GIOCO D AZZARDO Sommario Questo capitolo tratta di gioco d azzardo e di gioco d azzardo problematico. Le esercitazioni di questo capitolo le consentiranno

Dettagli

COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA Provincia di Bologna

COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA Provincia di Bologna COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA Provincia di Bologna ORDINANZA DEL SINDACO ORDINANZA N. 9 Del 29/01/2016 OGGETTO: DISCIPLINA DEGLI ORARI DI FUNZIONAMENTO DEGLI APPARECCHI E CONGEGNI AUTOMATICI CON VINCITA

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO NONA LEGISLATURA PROGETTO DI LEGGE N. PROPOSTA DI LEGGE d'iniziativa dei Consiglieri Pipitone, Marotta DISPOSIZIONI PER LA PREVENZIONE, LA RIDUZIONE DEL RISCHIO ED IL CONTRASTO

Dettagli

Solo un gioco? Full Immersion

Solo un gioco? Full Immersion Solo un gioco? Il campione I dati so stati raccolti fra gennaio e maggio 2014 in 7 istituti superiori della provincia di Monza e Brianza, in 23 classi del terzo e quarto an. So stati intervistati più di

Dettagli

Comune di Bologna Segreteria Generale

Comune di Bologna Segreteria Generale N. O.d.G. 377/2013 Adottato il: 11/11/2013 PG.N. 173946/2013 Comune di Bologna Segreteria Generale OGGETTO: ORDINE DEL GIORNO PROPOSTO DAL SINDACO E DALLA GIUNTA PER L'ADESIONE AL MANIFESTO DEI SINDACI

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato

Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato Qui voglio fare un esempio per capire dove siamo arrivati col denaro: Ammettiamo che io non abbia a disposizione quasi nulla come denaro, ma voglio

Dettagli

ANALISI MERCATO DEL GIOCO E DEL SETTORE NEWSLOT

ANALISI MERCATO DEL GIOCO E DEL SETTORE NEWSLOT ANALISI MERCATO DEL GIOCO E DEL SETTORE NEWSLOT ELABORAZIONE DATI A CURA DEL CENTRO STUDI AUTOMAT INDICE DEL DOCUMENTO AUDIZIONE DR. MAGISTRO ALLA COMMISSIONE FINANZE DELLA CAMERA DEI DEPUTATI...2 SCENARIO

Dettagli

Alla domanda Quali sono secondo te le Nuove Tecnologie?, le risposte degli intervistati si distribuiscono come evidenziato dal Grafico 1.

Alla domanda Quali sono secondo te le Nuove Tecnologie?, le risposte degli intervistati si distribuiscono come evidenziato dal Grafico 1. RISULTATI INTERVISTE INTERNET GENERATION Allo scopo di valutare l impatto delle KMT sui pre-adolescenti, rispetto alle dimensioni di naturalizzazione, interattività, empowerment e gap culturale, sono state

Dettagli

Ricerca «Ragazzi in gioco» 2014. Paolo Molinari, IRES FVG

Ricerca «Ragazzi in gioco» 2014. Paolo Molinari, IRES FVG Ricerca «Ragazzi in gioco» 2014 Paolo Molinari, IRES FVG Un intervento di ricerca azione partecipata Un percorso di ascolto costruito assieme a gruppo di adolescenti e ragazzi (piano di lavoro, strumenti,

Dettagli

FASE A - QUALITATIVA GLI ADOLESCENTI ITALIANI E IL GIOCO D AZZARDO

FASE A - QUALITATIVA GLI ADOLESCENTI ITALIANI E IL GIOCO D AZZARDO FASE A - QUALITATIVA GLI ADOLESCENTI ITALIANI E IL GIOCO D AZZARDO Analisi dei risultati Il profilo degli adolescenti: ancorati alla famiglia e proiettati nel web La fotografia degli adolescenti italiani

Dettagli

COMUNICATO STAMPA IL GIOCO A DISTANZA AL 31 OTTOBRE 2009. ANALISI DEI DATI

COMUNICATO STAMPA IL GIOCO A DISTANZA AL 31 OTTOBRE 2009. ANALISI DEI DATI Ministero dell Economia e delle Finanze Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato UFFICIO STAMPA COMUNICATO STAMPA IL GIOCO A DISTANZA AL 31 OTTOBRE 29. ANALISI DEI DATI Presentiamo in queste pagine

Dettagli

NOTE INFORMATIVE SULLE PROBABILITA DI VINCITA DEI GIOCHI PUBBLICI CON VINCITE IN DENARO OFFERTI DALLA RETE LOTTOMATICA

NOTE INFORMATIVE SULLE PROBABILITA DI VINCITA DEI GIOCHI PUBBLICI CON VINCITE IN DENARO OFFERTI DALLA RETE LOTTOMATICA DEI GIOCHI PUBBLICI CON VINCITE IN DENARO OFFERTI DALLA RETE LOTTOMATICA PROBABILITA DI VINCITA La probabilità di vincita è qui definita, gioco per gioco, in funzione delle singole specificità. Per i giochi

Dettagli

La voce dei donatori

La voce dei donatori La voce dei donatori Uno studio sul grado di soddisfazione e di efficienza percepita dai Donatori nei confronti dell organizzazione e delle attività dell Avis Comunale RE www.avis.re.it Gli obiettivi della

Dettagli

New Slot e sistemi di gioco VLT a Brescia

New Slot e sistemi di gioco VLT a Brescia COMUNE DI BRESCIA Settore Statistica, audit, programmazione e controllo di gestione Servizio Statistica New Slot e sistemi di gioco VLT a Brescia Documentazione per la Commissione Consiliare Commercio,

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE Prot. 2010/ 43745 /Giochi Ltt INDIZIONE E MODALITÀ TECNICHE DI SVOLGIMENTO DELLA LOTTERIA AD ESTRAZIONE ISTANTANEA CON PARTECIPAZIONE A DISTANZA DENOMINATA RISULTATO FINALE ON LINE IL DIRETTORE GENERALE

Dettagli

Rapporto AlmaDiploma sulla condizione occupazionale e formativa dei diplomati di scuola secondaria superiore ad uno, tre e cinque anni dal diploma

Rapporto AlmaDiploma sulla condizione occupazionale e formativa dei diplomati di scuola secondaria superiore ad uno, tre e cinque anni dal diploma Rapporto AlmaDiploma sulla condizione occupazionale e formativa dei diplomati di scuola secondaria superiore ad uno, tre e cinque anni dal diploma Cosa avviene dopo il diploma? Il nuovo Rapporto 2014 sulla

Dettagli

Uno dei cardini, delle mission aziendali di Flashbet, è quello di garantire un gioco legale e soprattutto responsabile.

Uno dei cardini, delle mission aziendali di Flashbet, è quello di garantire un gioco legale e soprattutto responsabile. Gioco Responsabile Uno dei cardini, delle mission aziendali di Flashbet, è quello di garantire un gioco legale e soprattutto responsabile. Partendo dalle regole, sempre chiare e precise, attraverso la

Dettagli

staminali Ricercatore su cellule

staminali Ricercatore su cellule Ricercatore su cellule staminali Ci sono molte buone ragioni per accettare questo progetto: La ricerca sulle cellule staminali embrionali offre la possibilità di accrescere le nostre conoscenze sulle cellule

Dettagli

Osservatorio Blog 2014. Una ricerca sulla blogosfera europea e italiana di Imageware e IPREX

Osservatorio Blog 2014. Una ricerca sulla blogosfera europea e italiana di Imageware e IPREX Osservatorio Blog 2014 Una ricerca sulla blogosfera europea e italiana di Imageware e IPREX 1 Indice 1. Introduzione e metodologia... 3 2. L attività di blogging... 4 2.1. Temi e fonti di ispirazione...

Dettagli

C9902 - LOTTOMATICA SCOMMESSE/NEWCO Provvedimento n. 19433

C9902 - LOTTOMATICA SCOMMESSE/NEWCO Provvedimento n. 19433 BOLLETTINO N. 2 DEL 2 FEBBRAIO 2009 45 C9902 - LOTTOMATICA SCOMMESSE/NEWCO Provvedimento n. 19433 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 15 gennaio 2009; SENTITO il Relatore

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

gioco&mercato Il punto vendita terra di conquista L esplosione

gioco&mercato Il punto vendita terra di conquista L esplosione L eterna sfida fra Lottomatica e Sisal e tra questi due concessionari e i Terzi incaricati si fa sempre più accesa. Facciamo i conti in tasca agli esercenti A cura di Remo Molinari e Marco Cerigioni gioco&mercato

Dettagli

DA PASSATEMPO. Andrea Finessi Direttore Dipartimento per le Dipendenze Azienda ULSS 19 ADRIA. Rovigo 8-Giugno 2013

DA PASSATEMPO. Andrea Finessi Direttore Dipartimento per le Dipendenze Azienda ULSS 19 ADRIA. Rovigo 8-Giugno 2013 DA PASSATEMPO A DIPENDENZA Andrea Finessi Direttore Dipartimento per le Dipendenze Azienda ULSS 19 ADRIA Rovigo 8-Giugno 2013 LE DIMENSIONI DEL FENOMENO GIOCO D AZZARDO 1. In Italia il gioco d azzardo

Dettagli

Cap. 1: Fattori di rischio e fattori di protezione

Cap. 1: Fattori di rischio e fattori di protezione Cap. 1: Fattori di rischio e fattori di protezione Il capitolo illustra in che modo i fattori di rischio e i fattori di protezione influenzano i comportamenti di abuso, i segnali precoci di rischio, i

Dettagli