Analizzatore Larson-Davis

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Analizzatore Larson-Davis"

Transcript

1 Analizzatore Larson-Davis System 824 MANUALE di RIFERIMENTO Versione 1.22

2 Pagina lasciata vuota intenzionalmente

3 Indice Introduzione 2 Gestione dei Setup 3 Aprire un Setup 3 Salvare un Setup 3 Lettura del Setup dall analizzatore 3 Invio un Setup 3 Stabilire la connessione 3 Impostazioni addizionali per Windows 95/98 4 Connessione tramite modem 5 Controllo dell analizzatore 7 Visualizzazione 8 Finestre valori 12 Scaricamento della memoria 13 Gestione dei file 14 Gestione degli strumenti 15 Esecuzione delle misure 16 Esecuzione guidata 17 Esecuzione guidata (con firmware 3.xxx) 26 Documento di destinazione 26 Problemi nella connessione con l analizzatore 27 Problemi nella connessione con l applicazione principale 28 Pagina 1

4 Introduzione La finestra analizzatore funziona da interfaccia tra il documento e il vostro analizzatore. Nella finestra analizzatore stabilite la connessione con lo strumento, eseguite le misure con lo strumento collegato oppure scaricate i dati delle misure che già si trovano nella memoria dello strumento. Figura 1 - Finestra Analizzatore Per aprire la finestra analizzatore fate clic sull elemento della barra dei menu chiamato 824. Se avete più di una interfaccia analizzatore (ad esempio 2800/2900/3200 e 824) il programma inserirà una voce di menu chiamata Analizzatori e in quel menu un comando per ciascuna interfaccia. Siccome alla finestra analizzatore corrisponde un file eseguibile diverso da quello dell applicazione principale, potete anche lanciarlo senza prima eseguire l applicazione principale. In quest ultimo caso non è possibile eseguire misure né scaricare dati non essendoci nessun documento aperto in grado di ricevere i dati stessi. In ogni caso non è possibile eseguire più di un istanza della finestra analizzatore. Se scegliete due volte il comando del menu, oppure l icona del Program manager, l istanza corrente viene riattivata e visualizzata. 2

5 Gestione dei Setup La gestione dei Setup di LD824 viene fatta con i comandi che trovate nel menu Setup. Il meccanismo di salvataggio è simile a quello di altre applicazioni, la differenza è che in questo caso parliamo di Setup invece che di documento. L analizzatore 824 contiene più di uno strumento, selezionabile a piacere, e ogni tipo ha un suo setup particolare. I setup dei vari tipi di strumento sono tra di loro incompatibili. Aprire un Setup Per aprire un Setup esistente fate clic sul pulsante Apri nella barra degli strumenti oppure scegliete il comando Apri nel menu Setup. La finestra di dialogo standard per l apertura di un documento vi consente di scegliere quale file contiene il Setup che si vuole aprire. All interno di questa finestra potete scorrere i dischi e le cartelle o i dischi connessi in rete per cercare il file richiesto. Salvare un Setup Per salvare il Setup corrente fate clic sul pulsante Salva nella barra degli strumenti, oppure scegliete il comando Salva dal menu Setup. Il Setup viene così salvato nello stesso file dal quale era stato aperto. Se il Setup è nuovo allora viene aperta la finestra Salva col Nome dove potete specificare il nome del file di salvataggio. Per salvare il Setup in un file diverso da quello di origine scegliete il comando Salva con Nome dal menu File. La finestra standard Salva con nome è visualizzata; lì potete specificare il nuovo nome di file, oppure potete scorrere i dischi o le directory dove volete salvare il file. Lettura del Setup dall analizzatore Ogni volta che la connessione con l analizzatore viene effettuata, o ogni volta che viene cambiato il tipo di strumento, la finestra analizzatore rilegge il setup completo dall analizzatore stesso. Il setup della finestra analizzatore 824 corrisponde sempre al setup dell analizzatore collegato. Invio di un Setup Non è necessario inviare manualmente un setup all analizzatore. E sufficiente caricarlo aprendo il file corrispondente ed il setup viene inviato immediatamente all analizzatore. Ovviamente è possibile caricare ed inviare solo i setup corrispondenti al tipo di strumento attualmente selezionato nell 824. Stabilire la connessione Per eseguire la connessione dovete controllare i parametri di comunicazione impostati nella finestra analizzatore e quelli impostati sullo strumento. Computer Per impostare i parametri di comunicazione dal lato del computer, eseguite il comando Connessione nel menu Analizzatore. Nella finestra di dialogo impostate la porta di comunicazione, il baud-rate e il tipo di controllo di flusso. Analizzatore Non è necessario impostare anche i parametri di comunicazione sull analizzatore. Il programma dovrebbe essere in grado di sistemare automaticamente i parametri. Impostazioni addizionali per Windows 95/98 Gli utenti di Windows 95/98 devono eseguire una ulteriore impostazione del sistema operativo per poter ottenere una comunicazione stabile. Questa impostazione riguarda la dimensione del buffer di trasmissione della porta seriale 3

6 che deve essere impostato al minimo, altrimenti l 824 visualizzerà il messaggio Overrun error. 1. Aprire il pannello di controllo 2. Fare doppio-click sull icona Sistema 3. Cliccare su Gestione Periferiche 4. Selezionare la porta di connessione usata nel collegamento con l Cliccare sul pulsante Proprietà 6. Cliccare su Impostazioni della porta 7. Cliccare sul pulsante Avanzate 8. Finalmente impostare il Buffer di trasmissione a 1 (minimo) 9. Confermare l impostazione cliccando su OK in tutte le finestre di dialogo aperte. Figura 2 - Finestra di connessione analizzatore Il parametro Controllo di flusso è disponibile solo per velocità di comunicazione inferiori o uguali a 9600 baud. Per velocità superiori è fisso su Hardware. Abilitando il campo Crea file di registro, viene creato un file dove è registrato il flusso di dati tra l analizzatore e il computer. Il file si chiama CAPTURE.TXT. Questa opzione può essere utile per risolvere i problemi di comunicazione tra computer e analizzatore. Una volta eseguite queste operazioni potete eseguire la connessione sia facendo clic sul pulsante Connetti nella finestra di connessione, sia premendo il corrispondente pulsante sulla barra degli strumenti. Quando l analizzatore è collegato e la connessione stabilita, potete vedere alcune informazioni riguardanti l analizzatore con il comando Informazioni sull Analizzatore nel menu?. 4

7 Figura 3 - Finestra di informazioni analizzatore Gli altri comandi del menu Analizzatore servono per controllare direttamente lo stato dello strumento. Il comando Disconnette termina la connessione corrente con l analizzatore. I comandi Run, Stop, Reset e Store inviano il corrispondente comando all analizzatore. Il comando Pannello di Controllo apre o chiude la finestra del pannello di controllo, dove si trovano tutte le impostazioni dell analizzatore. Il comando Gestione File... apre una finestra di dialogo dove è possibile manipolare direttamente i file contenuti nell 824. Il comando Setup handler apre invece la finestra per il controllo del tipo di strumento e del tipo di setup impostato sull analizzatore. L ultimo comando, Sincronizza orologio, imposta l orologio dell analizzatore sullo stesso tempo del computer. Connessione tramite modem La connessione via modem non funzione con Windows 3.x, ma richiede Windows 95, 98 o NT 4.0. Con la versione 1.22 è stata introdotta la possibilità di collegamento con lo strumento tramite modem e linea telefonica. Per riuscire a collegarsi tramite il modem è necessario capire il tipo di connessione e i dispositivi necessari. Il collegamento via modem Il collegamento via modem è composto da cinque dispositivi: il PC, il modem collegato al PC (modem locale), la linea telefonica, il modem collegato all analizzatore (modem remoto) e l analizzatore. Per una corretta connessione il PC deve essere in grado di comunicare correttamente con il modem locale, Il modem locale deve comunicare con il modem remoto e il modem remoto deve comunicare con l analizzatore. 5

8 Connessione PC-Modem locale Questa connessione deve avvenire senza grossi problemi. Si tratta di installare correttamente il modem in Windows poi il programma è in grado di usare in maniera trasparente qualsiasi tipo di modem riconosciuto da Windows. Connessione Model locale-modem remoto Anche questa connessione deve avvenire senza problemi. I modem sono progettati per accordarsi tra loro su come meglio connettersi tra loro. Connessione Modem remoto-analizzatore per 824 con versioni di firmware precedenti la 3.xxx Questa è la connessione problematica. Infatti l analizzatore non è a conoscenza del modem, né lo si può riprogrammare per comandare adeguatamente il modem. In qualche modo il modem deve essere impostato manualmente usando un computer e un programma di comunicazione tipo HyperTerminal. I problemi che si incontrano si possono riassumere in 3 categorie. Cavo di collegamento Il cavo seriale standard dell analizzatore è un cavo Null-Modem e quindi adatto solo al collegamento con il computer. La soluzione è di usare un cavo modem (ad es. quello standard fornito con il vostro modem) oppure di usare il cavo Larson-Davis interponendo un adattatore Null-Modem. La prima soluzione potrebbe anche non funzionare (dipende dal cavo usato), la seconda dovrebbe sempre funzionare. Velocità di comunicazione Il baud-rate nell analizzatore è fisso. Si deve fare in modo che il modem comunichi sempre alla stessa velocità dell analizzatore, in caso contrario l analizzatore continuerà ad emettere RS232 ERROR. In genere tutti i modem hanno un comando per impostare una velocità di comunicazione fissa, anche se non essendo un comando standard ognuno usa il formato che vuole. In alcuni casi potrebbe essere necessario mantenere fissa anche la velocità di comunicazione tra modem locale e modem remoto, allo stesso valore impostato nell analizzatore. Segnali di controllo Può anche essere richiesto qualche comando supplementare che controlla come il modem si comporta con i segnali di controllo RS232. Si è visto che con alcuni modem è necessario ignorare il DTR, oppure mantenere sempre attivo il DSR. Non esistendo una regola sicura si deve andare per tentativi ed errori. Una volta trovata l impostazione corretta del modem la si deve memorizzare, altrimenti viene persa ogni volta che il modem si spegne. Per memorizzare la configurazione tutti i modem hanno il comando AT&W. AVVERTENZA! Anche quando tutto è sistemato correttamente, l analizzatore continua a dare errori durante la fase di connessione. Infatti il modem manda dei codici all apparecchio collegato durante la connessione (RING, CONNECT, ecc.) che l analizzatore non è in grado di capire. Quando la connessione è stabilita il modem diventa trasparente per l analizzatore e tutto ricomincia a funzionare correttamente. 6

9 Connessione Modem remoto-analizzatore per 824 con versioni di firmware 3.xxx o superiori Dalla versione 3.xxx in poi sono presenti i comandi di controllo della connessione modem e quindi i problemi di connessione tra modem e 824 spariscono. Normalmente la stringa di inizializzazione del modem remoto predefinita nello strumento è sufficiente per il corretto funzionamento. Sono state fatte prove con due modem anonimi ed entrambi hanno funzionato senza nessuna modifica della stringa di inizializzazione. In alcuni casi sarà necessario aggiungere dei comandi particolari alla stringa di inizializzazione. Se ad esempio si vuole usare un modem cellulare sarà necessario inserire il comando per comunicare il PIN al modem cellulare, al momento dell accensione. Controllo dell analizzatore Una volta eseguita la connessione, il controllo dell analizzatore deve essere fatto solo dall applicazione. Mentre la connessione è in corso è comunque possibile agire sulla tastiera dello strumento, per cambiare qualsiasi tipo di impostazione. Naturalmente l impostazione manuale può portare a una discrepanza tra l impostazione dell analizzatore e quella del programma. In questo caso per tornare alla situazione normale è necessario terminare la connessione e rifarla di nuovo. Il controllo dell analizzatore avviene tramite una finestra chiamata Pannello di Controllo. Figura 4 - Pannello di controllo dell analizzatore Nel Pannello di Controllo sono visualizzate delle schede che contengono i comandi di impostazione dell analizzatore. Siccome le impostazioni sono diverse per ciascun tipo di strumento selezionabile nell 824, esiste un pannello di controllo diverso per ciascuno strumento. Il titolo della finestra riporta la sigla dello strumento corrente. Oltre alle schede sono presenti anche quattro pulsanti, uno per inviare all analizzatore il comando RUN, uno per lo STOP, uno per il comando RESET ed infine per il comando STORE. Facendo click sul tasto RESET viene aperto un menu con la scelta del tipo di reset da eseguire. Visualizzazione La finestra analizzatore è in grado di visualizzare i dati in tempo reale, come sono visualizzati sull analizzatore. La finestra stessa può essere suddivisa in pannelli, con un grafico in ciascun pannello, in modo da visualizzare diversi aspetti dei dati dell analizzatore. 7

10 I grafici visualizzabili sono di quattro tipi: spettri, SLM, time history e sonogramma. I grafici di tipo spettro e SLM visualizzano sempre un blocco di dati che appartengono allo stesso istante temporale. La time history visualizza l andamento nel tempo di un singolo dato scelto da un blocco. Il grafico SLM visualizza con delle barre i valori della parte SLM dell analizzatore; ovviamente l analizzatore deve essere impostato su uno dei modi che comprende quei valori. Nel grafico time history l asse delle ascisse rappresenta sempre il tempo e la sua ampiezza deve essere impostata dall utente. In questo grafico si possono rappresentare un numero di tracce a piacere. Nel sonogramma l asse X rappresenta il tempo e l asse Y la frequenza. Il livello viene rappresentato con la scala colore. Figura 5 - Esempio di grafico con menu contesto L impostazione dei grafici di ciascun pannello avviene con un menu contesto. Fate click con il tasto di destra del mouse all interno del pannello desiderato e scegliere il comando dal menu. I primi quattro comandi permettono di scegliere quale tipo di grafico deve essere visualizzato. Il comando Proprietà apre la finestra di dialogo dove si possono impostare i vari parametri, mentre il comando Finestra Valori apre o chiude la finestra valori corrispondente. E possibile aprire la finestra delle proprietà anche facendo doppio-clic con il tasto di sinistra. La finestra di proprietà è strutturata in maniera uguale per tutti i tipi di grafico. La prima pagina chiamata Generale permette l impostazione dell aspetto generale del grafico. La seconda pagina contiene i parametri che controllano l asse orizzontale del grafico. La terza pagina quelli dell asse verticale. Infine l ultima pagina contiene le impostazioni delle tracce visualizzate nel grafico. Nelle figure seguenti sono un esempio delle pagine di proprietà del grafico. Quelle di seguito descritte appartengono al grafico di tipo spettro. 8

11 Figura 6 - Proprietà spettro - Pagina Generale Nella pagina Generale impostate: Bordo Fate click su questo pulsante per impostare la penna usata per disegnare il bordo del grafico. Fondo Carattere Intestazione Fate click su questo pulsante per impostare il colore di fondo del grafico. Fate click su questo pulsante per cambiare il tipo di carattere usato nell intestazione (didascalia) del grafico. Figura 7 - Proprietà spettro - Asse orizzontale Nella pagina Asse orizzontale impostate: Griglia principale imposta la penna usata per tracciare la linea di griglia principale. Griglia secondaria Carattere imposta la penna usata per tracciare la linea di griglia secondaria. imposta il tipo di carattere usato per disegnare le 9

12 etichette dell asse. Figura 8 - Proprietà grafico - Asse verticale La pagina Asse verticale contiene i seguenti parametri. Griglia principale imposta la penna usata per tracciare la linea di griglia principale. Griglia secondaria Inizio, Fine, Passo Carattere imposta la penna usata per tracciare la linea di griglia secondaria. Inserire i valori che definiscono l ampiezza dell asse verticale e il passo delle etichette. imposta il tipo di carattere usato per disegnare le etichette dell asse. L ultima scheda contiene le impostazioni di disegno dello spettro. Figura 9 - Proprietà spettro - Impostazione tracce E possibile visualizzare 5 spettri contemporaneamente. Lo spettro Live è quello letto dallo strumento, mentre gli spettri Min, Max, Leq e SEL sono calcolati 10

13 dall applicazione. Questi spettri sono azzerati ogni qualvolta si clicca sul pulsante RUN del Pannello di Controllo. Gli spettri calcolati non sono nesìcessariamente uguali a quelli equivalenti calcolati nell analizzatore. I tre pulsanti in alto a sinistra permettono di selezionare la curva di pesatura (tra Flat, A e C) da applicare agli spettri del grafico. Gli spettri Min e Max sono disponibili solo se la pesatura è Flat. Per ogni spettro si deve impostare: Disegno Scegliere in questa lista il modo di disegno dello spettro. La scelta è tra: linee, barre e contorno di barre. Penna Colore barra imposta la penna usata per disegnare le linee o il contorno delle barre. imposta il colore delle barre. Nel grafico di tipo SLM sono rappresentati dei valori indipendenti tra di loro. E possibile abilitare uno a uno questi valori. Figura 10 - Proprietà SLM - Impostazione tracce I parametri di questa scheda sono: Colore Barra Imposta il colore della traccia selezionata. Nome Aggiunge barra Rimuove barra Nome della traccia come visualizzato sul grafico. Cliccate questo pulsante per aggiungere una traccia alla lista di quelle visualizzate. per eliminare la traccia selezionata. 11

14 Figura 11 - Proprietà Time History - Impostazione tracce I parametri delle tracce della time history sono: Colore Penna Imposta il colore della traccia selezionata. Nome Aggiunge barra Rimuove barra Nome della traccia come visualizzato sul grafico. Cliccate questo pulsante per aggiungere una traccia alla lista di quelle visualizzate. per eliminare la traccia selezionata. Finestre valori A ciascuno dei pannelli visualizzati è possibile associare una finestra valori che rappresenta il valore corrente come rappresentato nella didascalia del grafico. E possibile impostare a piacere il carattere usato un ciascuna finestra valori in modo da renderlo leggibile anche a distanza. Per impostare il carattere usato nella finestra valori fare click con il tasto di destra all interno della finestra desiderata. Nel menu contesto si trovano due comandi: uno per impostare il carattere dei numeri e uno per l intestazione. Figura 12 - Esempio di finestra valori collegata ad un grafico SLM Il tipo ed il numero di valori rappresentato dipendono dal tipo di grafico presente nel pannello collegato. Scaricamento della memoria L analizzatore 824 può memorizzare i dati all interno della memoria. L 824 è anche in grado di memorizzare diverse misure in files, ma un solo file o misura può essere richiamato nella memoria di esecuzione. 12

15 Ciascun blocco di dati può contenere diversi RUN/STOP. L applicazione converte i dati di ciascun RUN/STOP in una singola misura. E possibile scaricare i dati solo dalla memoria di esecuzione. Per scaricare dei dati da un file lo si deve prima richiamare e poi lo si può scaricare. Per scaricare le misure dovete usare il comando Scarica dall Analizzatore nel menu Misure. L esecuzione guidata della lettura dei dati è composta da due pagine. Figura 13 - Lettura guidata - Metodo di trasferimento dati Nella prima pagina si sceglie il metodo di lettura dall analizzatore tra Binaria e ASCII. La lettura binaria è il metodo più veloce quando si scaricano lunghe time history. La lettura ASCII è migliore quando i dati da scaricare sono pochi. 13

16 Figura 14 - Lettura guidata - Selezione file Nella seconda pagina scegliere quali file scaricare dalla memoria e se si devono leggere anche i dati correnti. Figura 15 - Lettura guidata - Memorizzazione dati Nella terza pagina si devono impostare i dati da memorizzare nella misura. Alla fine dell esecuzione guidata il programma inizia subito la lettura dei dati, memorizzandoli temporaneamente in un file. Al termine vengono richiesti i soliti parametri di descrizione della misura, una volta per ciascun RUN/STOP presente nei dati. Gestione dei file La gestione dei file dell analizzatore 824 si attiva con il comando Gestione File dal menu Analizzatore. 14

17 Figura 16 - Finestra di gestione dei file La finestra di dialogo visualizza la lista dei file presenti nell 824 ed i comandi per la loro gestione. Sopra la lista due campi indicano la dimensione della memoria utilizzata e di quella libera. Sotto vi è l indicazione del nome del file correntemente richiamato. Il pulsante Richiama, carica il file selezionato nella memoria di lavoro in modo che possa essere scaricato. Il pulsante memorizza salva i dati della memoria di lavoro in un file all interno dell analizzatore. Elimina vi permette di cancellare il file selezionato dalla memoria dell analizzatore. Gestione degli strumenti La gestione degli strumenti dell analizzatore 824 si attiva con il comando Gestione Setup dal menu Analizzatore. I primi 5 tipi di strumento sono permanenti e non possono essere modificati o cancellati. 15

18 Figura 17 - Finestra di gestione degli strumenti La finestra di dialogo visualizza la lista dei setup presenti nell 824 ed i comandi per la loro gestione. La lista visualizza i vari tipi di strumento memorizzati nell analizzatore. Sotto la lista c è il nome dell ID corrente e il numero di ID allocati. Usare il pulsante Cambia... per modificare il numero di strumenti che si possono salvare nell analizzatore. Richiama Richiama l ID selezionato come strumento attivo. L analizzatore deve essere in Reset-ALL per cambiare il tipo di strumento. Crea Memorizza Crea un nuovo ID usando l impostazione dello strumento corrente. Memorizza i cambiamenti effettuati al setup corrente sostituendo quello di origine. Elimina Elimina l ID selezionato nella lista. La casella Solo lettura viene usata per proteggere il setup selezionato dall essere sovrascritto. Esecuzione delle misure Oltre al semplice scaricamento dei dati contenuti nella memoria dell analizzatore, potete eseguire delle misure sotto il controllo dell applicazione. Per eseguire una misura scegliete l appropriato comando del menu Misura. L esecuzione guidata di una misura vi aiuterà nelle impostazioni necessarie per l esecuzione di una misura. Sono previsti quattro modi di eseguire una misura. Questi modi si differenziano tra loro per il metodo usato per iniziare e terminare una misura. Lo schema seguente descrive ciascun modo. Manuale La misura inizia al comando di START dell utente e termina dopo un periodo di tempo prestabilito. Trigger In questo modo l applicazione manda l analizzatore in modo RUN e controlla continuamente i valori misurati; quando le condizioni di trigger sono raggiunte, allora inizia la misura. La misura può avere una durata prestabilita 16

19 oppure può terminare quando le condizioni di trigger non sono più valide. Timer Giornaliero La misura inizia allo scadere di un timer impostato dall utente ed ha una durata prestabilita. In questo modo sono eseguite una sequenza di misura con cadenza giornaliera. L utente imposta la data di partenza e il numero di giorni di misura. Per ogni giorno l applicazione è in grado di eseguire una o due misure, con inizio stabilito da un timer e durata prestabilita dall utente. Esecuzione guidata L esecuzione guidata di una misura si sviluppa lungo una serie di finestre di dialogo dove vengono man mano inseriti i parametri per l esecuzione della misura stessa. Figura 18 - Esecuzione Guidata - Descrizione misura Nella prima pagina dell esecuzione guidata, dovete impostare il nome della misura e gli altri parametri identificativi. Questi parametri sono usati nell applicazione principale per identificare la misura, quindi è importante impostarli correttamente. Il programma visualizza come default gli ultimi valori usati. Nella finestra principale è comunque possibile modificare di nuovo i dati identificativi di una misura. Nella seconda pagina si scelgono i dati da memorizzare nella misura. 17

20 Figura 19 - Esecuzione guidata - Scelta dei dati da memorizzare Inizialmente sono inclusi i dati attualmente visualizzati ma è comunque possibile aggiungere o togliere dati in questa finestra. Memorizzazione spettro Scegliere se memorizzare lo spettro e in quale banda d ottava. Tempo trascorso come calcolato dal computer Aggiungi Rimuovi Se questa casella è vuota, gli spettri saranno memorizzati con il tempo teorico di media impostato. Se è impostata il computer calcolerà con il suo orologio interno il tempo di ciascuno spettro. per aggiungere valori dal SLM. per eliminare il dato selezionato nella lista. Nella pagina seguente dovete scegliere il modo di esecuzione della misura. 18

21 Figura 20 - Esecuzione Guidata - Impostazione generale In primo luogo si deve scegliere il modo di inizio della misura. Vedi la descrizione dei modi di avvio di una misura nel paragrafo precedente. Poi è possibile impostare una password per controllare l accesso a persone non autorizzate durante l esecuzione della misura. Quando inserite una password viene disabilitata la possibilità di interrompere prematuramente la misura, finchè non viene inserita la password corretta. 19

22 Figura 21 - Esecuzione Guidata - Misura manuale La misura manuale inizia al comando di START dell utente e termina dopo un periodo di tempo prestabilito. I parametri da impostare sono l intervallo di campionamento e la durata della misura in secondi. Il programma calcola automaticamente il numero di spettri richiesto per coprire la durata. 20

23 Figura 22 - Esecuzione Guidata - Misura con trigger Nella pagina di impostazione del trigger dovete inserire le condizioni di trigger (inizio misura) e quelle di fine misura: Bin Scegliere di quale banda, inclusi i valori SLM, si deve controllare il livello del segnale per determinare l inizio della misura. Livello di soglia Termina dopo un tempo prefissato Termina quando il livello scende sotto la soglia Un trigger solo Riattiva automaticamante Numero di spettri di pre- Inserire il livello in db a parità o oltre il quale la misura ha inizio. Il programma continua a monitorare il segnale prestabilito e quando questo raggiunge o supera la soglia, scatta l inizio della misura. Scegliere questa opzione se si vuole che ciascuna misura abbia una durata prefissata. Scegliere questa opzione se si vuole che la misura termini quando il livello monitorato scende sotto la soglia di trigger. Scegliere questa opzione se si vuole misurare un solo evento, alla fine del quale la misura guidata sarà terminata. Scegliere questa opzione se si vogliono misurare più eventi di seguito. Al termine di un evento il trigger viene riattivato pronto per scattare di nuovo. L applicazione è in grado di memorizzare uno o più spettri (fino a 1000) precedenti l istante di trigger in 21

24 trigger memorizzati Durata della misura Durata minima di un evento Tempo dopo la discesa sotto la soglia modo da avere la registrazione degli istanti precedenti l evento che fa scattare il trigger. E la durata della misura in secondi per lunghezza prefissata. Rappresenta la durata minima di un evento (da quando il livello sale oltre la soglia a quando ridiscende sotto la soglia). Gli eventi con durata inferiore a questo valori sono automaticamente scartati. Rappresenta il tempo che il programma includerà nella misura a partire dal momento che il segnale scende sotto la soglia di trigger. Questo valore corrisponde anche alla distanza minima tra due eventi consecutivi. Se infatti il segnale risale sopra la soglia prima che il numero di secondi impostato sia trascorso, la misura viene riavviata come se il segnale non fosse mai sceso sotto la soglia. Figura 23 - Esecuzione Guidata - Misura con timer Le impostazioni necessarie per la misura con timer sono: la durata della misura e la data e ora di inizio. 22

25 Figura 24 - Esecuzione Guidata -Misura giornaliera Nel modo giornaliero si deve dapprima impostare la data di inizio ed il numero di giorni da ripetere. Poi per ciascun blocco di devono inserire l ora di inizio della misura e la sua durata. Il secondo blocco, se abilitato deve iniziare un tempo ragionevole dopo il termine del blocco precedente. Se nel vostro calcolatore è installata almeno una scheda audio, la pagina successiva riguarderà l impostazione della registrazione del segnale audio durante la misura. 23

26 Figura 25 - Esecuzione Guidata - Registrazione audio Normalmente la registrazione del segnale audio è disabilitata. Cliccare su Abilita la registrazione sonora per attivare gli altri campi. Selezionare dapprima il dispositivo audio (se ne avete più di uno), poi la risoluzione audio desiderata. Fate molta attenzione a scegliere una risoluzione elevata perché si può esaurire lo spazio a disposizione sul disco in breve tempo. Le condizioni di registrazione dipendono dal modo di esecuzione della misura che avete scelto in precedenza. Se state usando il modo trigger allora l inizio della registrazione avverrà con le stesse condizioni di frequenza e soglia impostati per la misura. La lunghezza della registrazione sarà pari al valore impostato in questa finestra. In tutti gli altri casi si devono impostare in questa finestra le condizioni di inizio della registrazione audio. E possibile registrare fino a 5 secondi prima dell evento che fa scattare la registrazione. Il campo Tempo registrabile approssimato, vi dà un indicazione di quanto tempo è possibile registrare in base allo spazio disponibile sul disco rigido. I file temporanei dell applicazione sono localizzati nella directory temporanea di Windows, e quindi lo spazio che si deve controllare è quello del disco con la directory temporanea. Con la versione 1.20 è stato introdotto il controllo della riattivazione della registrazione. Sono previsti due metodi, utilizzabili contemporaneamente. Il primo stabilisce che dopo uno spezzone audio il successivo può avvenire solo se il livello scende sotto la soglia. Il secondo stabilisce un tempo minimo tra due registrazioni consecutive. 24

27 Figura 26 - Esecuzione Guidata - Riassunto misura Nell ultima pagina dell esecuzione guidata, viene visualizzato un riassunto delle impostazioni della misura. Fate clic sul pulsante START per far partire la misura. Prima di avviare la misura, l applicazione esegue un test per verificare se la velocità di trasmissione dei dati è compatibile con il tempo di media impostato. Se il tempo impiegato per leggere un campione non è inferiore al tempo di media, viene visualizzata una finestra di avviso. Figura 27 - Finestra del controllo della velocità di trasmissione In questa finestra viene riportato il tempo medio di lettura di un campione (mediato su 10 campioni). Il primo valore viene misurato mantenendo attiva la gestione dei messaggi di Windows, mentre il secondo viene misurato con i messaggi disabilitati. Quando la gestione dei messaggi da parte di Windows è disabilitata, l applicazione impiega un minor tempo nel leggere un campione, ma durante la lettura rimane completamente bloccata. In questo caso l unico sistema per interrompere la misura è l uso del tasto Esc. 25

28 Esecuzione guidata (con firmware 3.xxx) Con la versione di firmware 3.xxx è stato introdotto nell analizzatore 824 un nuovo sistema di lettura dei dati, che permette di ottimizzare i tempi durante l esecuzione guidata. In questo sistema l analizzatore invia automaticamente i dati ad intervalli prefissati. L applicazione ha così tempo per ridisegnare il video, e cosa più importante la durata degli intervalli viene calcolata con precisione dal clock dello strumento. L invio automatico dei dati viene usato solo per intervalli di tempo inferiori a 5 secondi. Oltre i 5 secondi viene usato il modo normale. I cambiamenti introdotti per supportare questa nuova possibilità riguardano principalmente la durata degli intervalli. Strumento Durata intervalli SSS, ISM, LOG, TAL La risoluzione è di 1/8 di secondo (0.125 s), quindi i tempi disponibili sono 0.125, 0.250, 0.375, RTA La risoluzione è di 1/32 di secondo ( s) FFT La risoluzione è di 1/32 di secondo ( s), ma il limite inferiore è I tempi disponibili partono da in avanti con passi di 1/32 di secondo. I tempi di questa tabella sono possibili solo se la velocità di comunicazione è sufficiente. Si consiglia quindi di usare la massima velocità possibile per la connessione. Inoltre l impostazione del parametro Tempo trascorso come calcolato dal computer viene ignorata. La durata degli intervalli è garantita dallo strumento e quindi non vi è più la necessità di usare il tempo del PC. Documento di destinazione Siccome è possibile avere più di una copia aperta dell applicazione principale, può esistere più di un documento che è in grado di ricevere i dati delle misure. 26

29 Figura 28 - Finestra per la selezione del documento di destinazione Quando eseguite una misura oppure state scaricando dati dalla memoria, e più di un documento è in grado di ricevere i dati, viene visualizzata una finestra con l elenco dei documenti disponibili. Scegliete in questa finestra quale documento dovrà ricevere i dati. Problemi nella connessione con l analizzatore Quando succedono dei problemi nella connessione tra la finestra analizzatore e l analizzatore stesso, l applicazione vi informa con un messaggio di avviso. Qui elenchiamo i possibili messaggi con le cause che li determinano e la possibile soluzione. ATTENZIONE! Accesso negato sulla porta seriale COMx. Questo messaggio viene visualizzato quando cercate di usare una porta seriale che è già usata da un altro dispositivo o da un altra applicazione. Se la porta è occupata da un altro dispositivo (es. il mouse), specificate un altra porta. Se la porta è usata da un altra applicazione, chiudete l applicazione o scegliete un altra porta. ATTENZIONE! Impossibile leggere dall analizzatore... La causa principale di questo messaggio è la mancanza della connessione fisica tra computer e analizzatore. Ad esempio quando il cavo non è collegato oppure quando l analizzatore è spento. ATTENZIONE! Un errore di time-out è accaduto sulla porta seriale COMx. Se questo messaggio viene visualizzato quando state tentando la connessione, allora probabilmente la velocità di comunicazione dell analizzatore non corrisponde a quella impostata nella finestra di Connessione. Se il messaggio viene visualizzato dopo che la connessione è stata stabilita, allora si tratta di un errore software; ad esempio il vostro analizzatore ha una nuova revisione di firmware non ancora supportata dall applicazione. ATTENZIONE! Un errore è avvenuto sulla porta seriale COMx... Questo messaggio non deve essere visualizzato in condizioni normali. Vi informa di qualche problema hardware durante la comunicazione. Il valore Codice d Errore identifica il codice d errore riportato da Windows. 27

30 L errore più comune riportato da Windows è il numero 2 (CE_OVERRUN). Questo errore indica che il sistema operativo non è riuscito a leggere un byte dalla porta seriale prima dell arrivo del successivo. In caso di codice di errore 2: 1. Controllate che il vostro calcolatore sia dotato di porte seriali con buffer (UART 16550). 2. Controllate nelle risorse della porta seriale che il buffer sia abilitato. 3. Se il problema persiste provate a diminuire la velocità di comunicazione. 4. Disabilitate gli screen saver. 5. Se il calcolatore è un portatile e avete Windows 95, aprite la finestra del controllo dell Alimentazione dal Pannello di Controllo. Fate click sul pulsante Avanzate e aprite la pagina Risoluzione dei problemi. Là Disattivate il polling dello stato dell alimentazione! Problemi nella connessione con l applicazione principale Quando succedono dei problemi nella connessione tra la finestra analizzatore e l applicazione principale, l applicazione vi informa con un messaggio di avviso. Qui elenchiamo i possibili messaggi con le cause che li determinano e la possibile soluzione. ATTENZIONE! Collegamento con l applicazione principale impossibile.. L applicazione principale non è attiva. Fate partire l applicazione principale e rieseguite il comando. L applicazione principale funziona, ma è bloccata da una precedente interruzione della connessione. Terminate l applicazione principale, fatela ripartire e rieseguite il comando. ATTENZIONE! Documento destinazione non disponibile. Trasferimento dati interrotto.. La causa di questo messaggio è che il documento di destinazione non è ancora pronto. Aspettate che l applicazione principale abbia creato il documento e rieseguite il comando. ATTENZIONE! Impossibile aprire il file di scambio dati.. ATTENZIONE! Impossibile mappare il file di scambio dati.. I dati sono inviati dalla finestra analizzatore all applicazione principale attraverso un file di scambio. Questo file viene creato nell indirizzario temporaneo di Windows. Controllate che l impostazione dell indirizzario temporaneo sia corretto e che l indirizzario stesso esista. Controllate lo spazio libero sul disco con l indirizzario temporaneo. Se il documento di destinazione e l indirizzario temporaneo sono sullo stesso disco, e state eseguendo una misura che richiede n kb, ricordate che dovrete avere più di 2n kb liberi su quel disco. ATTENZIONE! Errore XXX nell applicazione principale. Questo messaggio non dovrebbe comparire in condizioni normali. Esso riferisce di problemi nell applicazione principale. Probabilmente state usando versioni non compatibili dell applicazione principale e della finestra analizzatore. Provate eventualmente a reinstallare il software. 28

5-1 FILE: CREAZIONE NUOVO DOCUMENTO

5-1 FILE: CREAZIONE NUOVO DOCUMENTO Capittol lo 5 File 5-1 FILE: CREAZIONE NUOVO DOCUMENTO In Word è possibile creare documenti completamente nuovi oppure risparmiare tempo utilizzando autocomposizioni o modelli, che consentono di creare

Dettagli

MANUALE D USO Agosto 2013

MANUALE D USO Agosto 2013 MANUALE D USO Agosto 2013 Descrizione generale MATCHSHARE è un software per la condivisione dei video e dati (statistiche, roster, ) delle gare sportive. Ogni utente abilitato potrà caricare o scaricare

Dettagli

Manuale Terminal Manager 2.0

Manuale Terminal Manager 2.0 Manuale Terminal Manager 2.0 CREAZIONE / MODIFICA / CANCELLAZIONE TERMINALI Tramite il pulsante NUOVO possiamo aggiungere un terminale alla lista del nostro impianto. Comparirà una finestra che permette

Dettagli

Manuale dell utente. InCD. ahead

Manuale dell utente. InCD. ahead Manuale dell utente InCD ahead Indice 1 Informazioni su InCD...1 1.1 Cos è InCD?...1 1.2 Requisiti per l uso di InCD...1 1.3 Aggiornamenti...2 1.3.1 Suggerimenti per gli utenti di InCD 1.3...2 2 Installazione...3

Dettagli

NOTE OPERATIVE PER L AGGIORNAMENTO DA WINCODY 2.2 A WINCODY 2.3

NOTE OPERATIVE PER L AGGIORNAMENTO DA WINCODY 2.2 A WINCODY 2.3 NOTE OPERATIVE PER L AGGIORNAMENTO DA WINCODY 2.2 A WINCODY 2.3 Il passaggio dalla versione 2.2.xxx alla versione 2.3.3729 può essere effettuato solo su PC che utilizzano il Sistema Operativo Windows XP,

Dettagli

Installazione del Driver per l adattatore USB-RS485 Leggere con attenzione le istruzioni e conservarle

Installazione del Driver per l adattatore USB-RS485 Leggere con attenzione le istruzioni e conservarle ADDENDA AL MANUALE D USO Luglio 2013 Installazione del Driver per l adattatore USB-RS485 Leggere con attenzione le istruzioni e conservarle Indice "1.1 Installazione del Driver PL2303 da installer" 2 "1.2

Dettagli

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DRIVER WINDOWS 7 (32 O 64 BIT)

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DRIVER WINDOWS 7 (32 O 64 BIT) PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DRIVER WINDOWS 7 (32 O 64 BIT) PREMESSA: Per installare i driver corretti è necessario sapere se il tipo di sistema operativo utilizzato è a 32 bit o 64 bit. Qualora non si conosca

Dettagli

Manuale dell utente. Ahead Software AG

Manuale dell utente. Ahead Software AG Manuale dell utente Ahead Software AG Indice 1 Informazioni su InCD...3 1.1 Cos è InCD?...3 1.2 Requisiti per l uso di InCD...3 1.3 Aggiornamenti...4 1.3.1 Suggerimenti per gli utenti di InCD 1.3...4 2

Dettagli

3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software

3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software Pagina 29 di 47 3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software Come abbiamo già detto in precedenza, l informatica si divide in due grandi mondi : l hardware

Dettagli

FRERVIEW2: PROGRAMMA PER LA SUPERVISIONE DELLE MISURE ELETTRICHE Vers. 3.0

FRERVIEW2: PROGRAMMA PER LA SUPERVISIONE DELLE MISURE ELETTRICHE Vers. 3.0 FRERVIEW2: PROGRAMMA PER LA SUPERVISIONE DELLE MISURE ELETTRICHE Vers. 3.0 Descrizione Generale E un programma di monitoraggio e supervisione in grado di leggere, memorizzare, preparare reports, visualizzare

Dettagli

Introduzione. Introduzione a NTI Shadow. Panoramica della schermata iniziale

Introduzione. Introduzione a NTI Shadow. Panoramica della schermata iniziale Introduzione Introduzione a NTI Shadow Benvenuti in NTI Shadow! Il nostro software consente agli utenti di pianificare dei processi di backup continui che copiano una o più cartelle ( origine del backup

Dettagli

GPS MANAGER Manuale Utente

GPS MANAGER Manuale Utente GPS MANAGER Manuale Utente Introduzione GPS Manager è il software AIM che mette la tecnologia GPS al servizio del pilota. Esso permette infatti di entrare in pista e cominciare a registrare i tempi sul

Dettagli

Procedura aggiornamento firmware H02

Procedura aggiornamento firmware H02 Procedura aggiornamento firmware H02 Sommario Introduzione... 3 Caratteristiche versione firmware... 3 Strumentazione necessaria e requisiti di base... 3 Procedura aggiornamento... 4 Appendice... 11 Risoluzione

Dettagli

idaq TM Manuale Utente

idaq TM Manuale Utente idaq TM Manuale Utente Settembre 2010 TOOLS for SMART MINDS Manuale Utente idaq 2 Sommario Introduzione... 5 Organizzazione di questo manuale... 5 Convenzioni... Errore. Il segnalibro non è definito. Installazione...

Dettagli

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE AUDITGARD Serratura elettronica a combinazione LGA ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE Le serrature AuditGard vengono consegnate da LA GARD con impostazioni predefinite (impostazioni di fabbrica); pertanto non

Dettagli

'LVSHQVD :LQGRZV GL0&ULVWLQD&LSULDQL

'LVSHQVD :LQGRZV GL0&ULVWLQD&LSULDQL 'LVSHQVD 'L :LQGRZV GL0&ULVWLQD&LSULDQL ',63(16$',:,1'2:6,QWURGX]LRQH Windows 95/98 è un sistema operativo con interfaccia grafica GUI (Graphics User Interface), a 32 bit, multitasking preempitive. Sistema

Dettagli

41126 Cognento (MODENA) Italy Via Bottego 33/A Tel: +39-(0)59 346441 Internet: http://www.aep.it E-mail: aep@aep.it Fax: +39-(0)59-346437

41126 Cognento (MODENA) Italy Via Bottego 33/A Tel: +39-(0)59 346441 Internet: http://www.aep.it E-mail: aep@aep.it Fax: +39-(0)59-346437 QUICK ANALYZER Manuale Operativo Versione 5.3 Sommario 1.0 Generalità... 2 CONTRATTO DI LICENZA... 3 2.0 Configurazione dei Canali... 4 2.1 Gestione DataLogger IdroScan... 7 3.0 Risultati di Prova... 9

Dettagli

Manuale d uso. Applicazione client Postecert Firma Digitale per Postemailbox

Manuale d uso. Applicazione client Postecert Firma Digitale per Postemailbox per Postemailbox Documento pubblico Pagina 1 di 22 Indice INTRODUZIONE... 3 REQUISITI... 3 SOFTWARE... 3 HARDWARE... 3 INSTALLAZIONE... 3 AGGIORNAMENTI... 4 AVVIO DELL APPLICAZIONE... 4 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE...

Dettagli

Capitolo 26: schemi di installazione

Capitolo 26: schemi di installazione Capitolo 26: schemi di installazione Avviate MasterChef dall icona presente sul vostro Desktop. Nota: Se state utilizzando una versione dimostrativa, una volta caricato il programma, un messaggio vi comunicherà

Dettagli

Compilazione rapporto di Audit in remoto

Compilazione rapporto di Audit in remoto Compilazione rapporto di Audit in remoto Installazione e manuale utente CSI S.p.A. V.le Lombardia 20-20021 Bollate (MI) Tel. 02.383301 Fax 02.3503940 E-mail: info@csi-spa.com Rev. 1.1 23/07/09 Indice Indice...

Dettagli

Podium View TM 2.0 Software di cattura delle immagini Visual Presenter Manuale d uso - Italiano

Podium View TM 2.0 Software di cattura delle immagini Visual Presenter Manuale d uso - Italiano Podium View TM 2.0 Software di cattura delle immagini Visual Presenter Manuale d uso - Italiano Indice 1. Introduzione... 2 2. Requisiti di sistema... 2 3. Installa Podium View... 3 4. Connessione all

Dettagli

Caratteristiche principali

Caratteristiche principali Caratteristiche principali Telefono piccolo e leggero con interfaccia USB per la telefonia VoIP via internet. Compatibile con il programma Skype. Alta qualità audio a 16-bit. Design compatto con tastiera

Dettagli

Manuale riferito alla versione 1.2.0

Manuale riferito alla versione 1.2.0 Manuale riferito alla versione 1.2.0 1 INDICE Pag. 1 INSTALLAZIONE DI XSTREAMING 3 1.1 AZIONI PRELIMINARI 3 1.1.1 OTTENERE UN FILE DI LICENZA 3 1.2 INSTALLAZIONE 3 1.3 VERSIONI 3 1.4 CONFIGURAZIONE HARDWARE

Dettagli

Le Proprietà della Barra delle applicazioni e Menu Start di Giovanni DI CECCA - http://www.dicecca.net

Le Proprietà della Barra delle applicazioni e Menu Start di Giovanni DI CECCA - http://www.dicecca.net - Introduzione Con questo articolo chiudiamo la lunga cavalcata attraverso il desktop di Windows XP. Sul precedente numero ho analizzato il tasto destro del mouse sulla Barra delle Applicazioni, tralasciando

Dettagli

Con accesso remoto s'intende la possibilità di accedere ad uno o più Personal Computer con un modem ed una linea telefonica.

Con accesso remoto s'intende la possibilità di accedere ad uno o più Personal Computer con un modem ed una linea telefonica. Tecnologie informatiche ACCESSO REMOTO CON WINDOWS Con accesso remoto s'intende la possibilità di accedere ad uno o più Personal Computer con un modem ed una linea telefonica. Un esempio di tale servizio

Dettagli

Tutor System v 3.0 Guida all installazione ed all uso. Tutor System SVG. Guida all'installazione ed all uso

Tutor System v 3.0 Guida all installazione ed all uso. Tutor System SVG. Guida all'installazione ed all uso Tutor System SVG Guida all'installazione ed all uso Il contenuto di questa guida è copyright 2010 di SCM GROUP SPA. La guida può essere utilizzata solo al fine di supporto all'uso del software Tutor System

Dettagli

Capitolo 1 Installazione del programma

Capitolo 1 Installazione del programma Capitolo 1 Installazione del programma Requisiti Hardware e Software Per effettuare l installazione del software Linea Qualità ISO, il computer deve presentare una configurazione minima così composta:

Dettagli

Splash RPX-i Color Server. Guida alla soluzione dei problemi

Splash RPX-i Color Server. Guida alla soluzione dei problemi Splash RPX-i Color Server Guida alla soluzione dei problemi 2006 Electronics for Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da

Dettagli

BMSO1001. Management Utilities. Istruzioni d uso 02/10-01 PC

BMSO1001. Management Utilities. Istruzioni d uso 02/10-01 PC BMSO1001 Management Utilities Istruzioni d uso 02/10-01 PC 2 Management Utilities Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Concetti

Dettagli

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione Università degli Studi dell Aquila Corso ECDL programma START Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione Maria Maddalena Fornari Aprire il programma Per creare un nuovo documento oppure per

Dettagli

1. Introduzione. 2. Installazione di WinEMTLite. 3. Descrizione generale del programma

1. Introduzione. 2. Installazione di WinEMTLite. 3. Descrizione generale del programma Indice 1. Introduzione...3 2. Installazione di WinEMTLite...3 3. Descrizione generale del programma...3 4. Impostazione dei parametri di connessione...4 5. Interrogazione tramite protocollo nativo...6

Dettagli

POSTA ELETTRONICA Per ricevere ed inviare posta occorrono:

POSTA ELETTRONICA Per ricevere ed inviare posta occorrono: Outlook parte 1 POSTA ELETTRONICA La posta elettronica è un innovazione utilissima offerta da Internet. E possibile infatti al costo di una telefonata urbana (cioè del collegamento telefonico al nostro

Dettagli

Smart Business Connect con impianto telefonico virtuale

Smart Business Connect con impianto telefonico virtuale Smart Business Connect con impianto telefonico virtuale Istruzioni per l uso per la app / il client Business Communication (con pacchetto di comunicazione «standard») 1 Sommario 1. Introduzione... 4 2.

Dettagli

WinRiPCo GESTIONE INOLTRO ISTANZE EDILIZIE

WinRiPCo GESTIONE INOLTRO ISTANZE EDILIZIE WinRiPCo GESTIONE INOLTRO ISTANZE EDILIZIE GUIDA ALL INSTALLAZIONE DEL SOFTWARE L installazione e successiva configurazione del software complessivamente non richiedono più di 5 minuti. Affinché tutta

Dettagli

Manuale Installazione e Configurazione

Manuale Installazione e Configurazione Manuale Installazione e Configurazione INFORMAZIONI UTILI Numeri Telefonici SERVIZIO TECNICO HOYALOG.......02 99071281......02 99071282......02 99071283........02 99071284.....02 99071280 Fax 02 9952981

Dettagli

Modulo 2 Uso del computer e gestione dei file

Modulo 2 Uso del computer e gestione dei file Modulo 2 Uso del computer e gestione dei file 2.1.1.1 Primi passi col computer Avviare il computer Windows è il sistema operativo più diffuso per la gestione dei personal computer, facile e amichevole

Dettagli

GUIDA UTENTE WEB PROFILES

GUIDA UTENTE WEB PROFILES GUIDA UTENTE WEB PROFILES GUIDA UTENTE WEB PROFILES... 1 Installazione... 2 Primo avvio e registrazione... 5 Utilizzo di web profiles... 6 Gestione dei profili... 8 Fasce orarie... 13 Log siti... 14 Pag.

Dettagli

Hi-Pro 832 Hotel GUIDA RAPIDA

Hi-Pro 832 Hotel GUIDA RAPIDA Hi-Pro 832 Hotel GUIDA RAPIDA 7IS-80376 29/06/2015 SOMMARIO FUNZIONI ALBERGHIERE... 3 Richiamo funzioni tramite menu... 3 Check-in... 3 Costi... 4 Cabine... 4 Stampe... 5 Sveglia... 6 Credito... 6 Stato

Dettagli

Il Personal Computer. Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2

Il Personal Computer. Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2 Il Personal Computer Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2 1 accendere il Computer Per accendere il Computer effettuare le seguenti operazioni: accertarsi che le prese di corrente siano tutte

Dettagli

ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE

ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE PREMESSA La presente guida è da considerarsi come aiuto per l utente per l installazione e configurazione di Atollo Backup. La guida non vuole approfondire

Dettagli

Guida introduttiva all uso di ONYX

Guida introduttiva all uso di ONYX Guida introduttiva all uso di ONYX Questo documento spiega come installare e preparare ONYX Thrive per iniziare a stampare. I. Installazione del software II. Uso del Printer & Profile Download Manager

Dettagli

MANUALE D USO SWEDA MASTER

MANUALE D USO SWEDA MASTER MANUALE D USO SWEDA MASTER COMPATIBILE WINDOWS VISTA Versione 1.2.0.3 Manuale RTS WPOS1 INDICE INDICE... 2 LEGENDA... 2 PREMESSA... 3 VERSIONI DEL PROGRAMMA... 3 COMPATIBILITA CON WINDOWS VISTA... 3 PROGRAMMAZIONE

Dettagli

F-Series Desktop Manuale Dell utente

F-Series Desktop Manuale Dell utente F-Series Desktop Manuale Dell utente F20 it Italiano Indice dei contenuti Legenda di icone e testo...3 Cos'è F-Series Desktop?...4 Come si installa F-Series Desktop sul computer?...4 Come ci si abbona

Dettagli

Blue s Recorder. Configurazioni di utilizzo C A P I T O L O 3

Blue s Recorder. Configurazioni di utilizzo C A P I T O L O 3 Capitolo 3 Blue s Recorder 21 C A P I T O L O 3 Blue s Recorder Blue s Recorder è un programma di bufferizzazione dei dati per sistemi Windows: riceve una serie di caratteri dalla porta seriale e li scrive

Dettagli

progecad NLM Guida all uso Rel. 10.2

progecad NLM Guida all uso Rel. 10.2 progecad NLM Guida all uso Rel. 10.2 Indice Indice... 2 Introduzione... 3 Come Iniziare... 3 Installare progecad NLM Server... 3 Registrare progecad NLM Server... 3 Aggiungere e attivare le licenze...

Dettagli

La seguente procedura permette di configurare il Vostro router per accedere ad Internet. Vengono descritti i seguenti passaggi:

La seguente procedura permette di configurare il Vostro router per accedere ad Internet. Vengono descritti i seguenti passaggi: Configurazione di base WGR614 La seguente procedura permette di configurare il Vostro router per accedere ad Internet. Vengono descritti i seguenti passaggi: 1. Procedura di Reset del router (necessaria

Dettagli

Corso di Introduzione all Informatica MS-WINDOWS. Esercitatore: Fabio Palopoli

Corso di Introduzione all Informatica MS-WINDOWS. Esercitatore: Fabio Palopoli Corso di Introduzione all Informatica MS-WINDOWS Esercitatore: Fabio Palopoli IL SISTEMA OPERATIVO Il Sistema Operativo è il software che permette l interazione tra uomo e macchina (hardware). Il S.O.

Dettagli

Crotone, maggio 2005. Windows. Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it

Crotone, maggio 2005. Windows. Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it Crotone, maggio 2005 Windows Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it Sistema Operativo Le funzioni software di base che permettono al computer di funzionare formano il sistema operativo. Esso consente

Dettagli

Quantum Blue Reader QB Soft

Quantum Blue Reader QB Soft Quantum Blue Reader QB Soft Manuale dell utente V02; 08/2013 BÜHLMANN LABORATORIES AG Baselstrasse 55 CH - 4124 Schönenbuch, Switzerland Tel.: +41 61 487 1212 Fax: +41 61 487 1234 info@buhlmannlabs.ch

Dettagli

INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso

INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso INDICE INTRODUZIONE... 3 COME IMPOSTARE LA PAGINA INIZIALE... 3 LA WORK AREA... 3 LE VOCI DI MENU... 5 IL MENU FILE... 5 IL MENU MODIFICA... 6 IL MENU VISUALIZZA...

Dettagli

Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC

Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC 1 Introduzione Indice Accesso all applicazione 3 Installazione di Vodafone Applicazione Centralino 3 Utilizzo dell Applicazione Centralino con accessi ad internet

Dettagli

DINAMIC: gestione assistenza tecnica

DINAMIC: gestione assistenza tecnica DINAMIC: gestione assistenza tecnica INSTALLAZIONE SU SINGOLA POSTAZIONE DI LAVORO PER SISTEMI WINDOWS 1. Installazione del software Il file per l installazione del programma è: WEBDIN32.EXE e può essere

Dettagli

Guida all installazione e utilizzo del software Airbag Crash Cleaner

Guida all installazione e utilizzo del software Airbag Crash Cleaner Guida all installazione e utilizzo del software Airbag Crash Cleaner 2 ECUmania.it Learn, think and improve Sommario 1 Operazioni Preliminari... 4 1.1 Verifica dei requisiti di sistema... 4 1.2 Rimozione

Dettagli

Printer Driver. Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP.

Printer Driver. Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP. 4-153-310-42(1) Printer Driver Guida all installazione Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP. Prima di usare questo software Prima di usare il driver

Dettagli

Procedura di aggiornamento del firmware Display Remoto IntellyGreenPV

Procedura di aggiornamento del firmware Display Remoto IntellyGreenPV Procedura di aggiornamento del firmware Display Remoto IntellyGreenPV 1) Introduzione Il seguente documento descrive la procedura di aggiornamento del firmware del Display Remoto IntellyGreenPV. Per eseguire

Dettagli

Procedura aggiornamento firmware

Procedura aggiornamento firmware Procedura aggiornamento firmware Sommario Introduzione... 3 Caratteristiche versione firmware... 3 Strumentazione necessaria e requisiti di base... 3 Operazioni preliminari... 4 Procedura aggiornamento...

Dettagli

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DRIVER WINDOWS 8 (32 O 64 BIT)

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DRIVER WINDOWS 8 (32 O 64 BIT) PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DRIVER WINDOWS 8 (32 O 64 BIT) PREMESSA: Per installare i driver corretti è necessario sapere se il tipo di sistema operativo utilizzato è a 32 bit o 64 bit. Qualora non si conosca

Dettagli

Gateway KNX/DALI 64/16 GW 90872. Manuale utente del Dali Control Service and Comissioning Wizard 1.2.1

Gateway KNX/DALI 64/16 GW 90872. Manuale utente del Dali Control Service and Comissioning Wizard 1.2.1 Gateway KNX/DALI 64/16 GW 90872 Manuale utente del Dali Control Service and Comissioning Wizard 1.2.1 1 Copyright and Notes Il Dali Control Service and Comissioning Wizard 1.2.1 e la relativa documentazione

Dettagli

Programma F Manuale del programma aggiuntivo Clone Clone 1. Generalità.

Programma F Manuale del programma aggiuntivo Clone  Clone 1. Generalità. Programma F rif.: ma-pf-clone ver1.0 Manuale del programma aggiuntivo Clone per la linea di sistemi di visione artificiale HQV / Vedo Questa parte illustra le caratteristiche del programma Clone. Troverete

Dettagli

SMS-GPS MANAGER. Software per la gestione remota ed automatizzata dei telecontrolli gsm con e senza gps

SMS-GPS MANAGER. Software per la gestione remota ed automatizzata dei telecontrolli gsm con e senza gps SOFTWARE PER LA GESTIONE DEI TELECONTROLLI SMS-GPS MANAGER Software per la gestione remota ed automatizzata dei telecontrolli gsm con e senza gps Rev.0911 Pag.1 di 8 www.carrideo.it INDICE 1. DESCRIZIONE

Dettagli

Manuale di installazione ed utilizzo del software di Controllo MatrixCTLR

Manuale di installazione ed utilizzo del software di Controllo MatrixCTLR Manuale di installazione ed utilizzo del software di Controllo MatrixCTLR Vi preghiamo di leggere attentamente queste istruzioni prima di installare il software e di lavorare con esso. Ver.3.0.0 1 rev.

Dettagli

Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino

Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino 1 Introduzione Indice Accesso all applicazione 3 Installazione di Vodafone Applicazione Centralino 3 Utilizzo dell Applicazione Centralino con accessi ad

Dettagli

INSTALLAZIONE NUOVO CLIENT TUTTOTEL (04 Novembre 2014)

INSTALLAZIONE NUOVO CLIENT TUTTOTEL (04 Novembre 2014) INSTALLAZIONE NUOVO CLIENT TUTTOTEL (04 Novembre 2014) Se la Suite risulta già stata installata e quindi sono già presenti le configurazioni di seguito indicate, si prega di andare direttamente alla fine

Dettagli

Il Desktop. Gli elementi del Desktop. Icona Risorse del computer. Icona Cestino. Icona Risorse di rete. Lezione 3 piccolo manuale di Windows

Il Desktop. Gli elementi del Desktop. Icona Risorse del computer. Icona Cestino. Icona Risorse di rete. Lezione 3 piccolo manuale di Windows Ing. Irina Trubitsyna Ing. Ester Zumpano Università degli Studi della Calabria Anno Accademico 2003-2004 2004 Lezione 3 piccolo manuale di Windows Il Desktop Il desktop è ciò che viene visualizzato sullo

Dettagli

Il sofware è inoltre completato da una funzione di calendario che consente di impostare in modo semplice ed intuitivo i vari appuntamenti.

Il sofware è inoltre completato da una funzione di calendario che consente di impostare in modo semplice ed intuitivo i vari appuntamenti. SH.MedicalStudio Presentazione SH.MedicalStudio è un software per la gestione degli studi medici. Consente di gestire un archivio Pazienti, con tutti i documenti necessari ad avere un quadro clinico completo

Dettagli

SartoCollect v1.0 - Installazione e istruzioni per l'esecuzione

SartoCollect v1.0 - Installazione e istruzioni per l'esecuzione SartoCollect v1.0 - Installazione e istruzioni per l'esecuzione Grazie per il vostro recente acquisto di SartoCollect. Il software SartoCollect vi consentirà di importare direttamente i dati del vostro

Dettagli

ECDL Modulo 2. Contenuto del modulo. Uso del computer e gestione dei file

ECDL Modulo 2. Contenuto del modulo. Uso del computer e gestione dei file ECDL Modulo 2 Uso del computer e gestione dei file Contenuto del modulo Per iniziare Il desktop Organizzare i file Semplice editing Gestione della stampa Esercitazioni 1 Per iniziare (1) Per iniziare a

Dettagli

WinRiPCo GESTIONE INOLTRO ISTANZE EDILIZIE

WinRiPCo GESTIONE INOLTRO ISTANZE EDILIZIE WinRiPCo GESTIONE INOLTRO ISTANZE EDILIZIE GUIDA ALL INSTALLAZIONE DEL SOFTWARE L installazione e successiva configurazione del software complessivamente non richiedono più di 5 minuti. Affinché tutta

Dettagli

Utilizzo di Blue s. Avvio di Blue s C A P I T O L O 7. Come avviare il programma e inserire la password

Utilizzo di Blue s. Avvio di Blue s C A P I T O L O 7. Come avviare il programma e inserire la password Capitolo 7 83 C A P I T O L O 7 Avvio di Blue s Questo capitolo introduce l'utilizzatore all'ambiente di lavoro e alle funzioni di aggiornamento delle tabelle di Blue s. Blue s si presenta come un ambiente

Dettagli

Procedura aggiornamento firmware

Procedura aggiornamento firmware Procedura aggiornamento firmware Sommario Introduzione... 3 Caratteristiche versione firmware... 3 Strumentazione necessaria e requisiti di base... 3 Operazioni preliminari... 4 Procedura aggiornamento...

Dettagli

PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO

PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO 2 Uso del Computer e Gestione dei file ( Windows XP ) A cura di Mimmo Corrado MODULO 2 - USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILE 2 FINALITÁ Il Modulo 2, Uso del computer

Dettagli

Installazione di Zelio Soft 2 su Microsoft Windows Vista

Installazione di Zelio Soft 2 su Microsoft Windows Vista Installazione di Zelio Soft 2 su Microsoft Windows Vista 1. Installazione di Zelio Soft 2 v4.1: Per prima cosa installare Zelio Soft 2 (versione 4.1) lanciandone il setup (doppio click sul file Setup.exe

Dettagli

Procedure per l upgrade del firmware dell Agility

Procedure per l upgrade del firmware dell Agility Procedure per l upgrade del firmware dell Agility L aggiornamento firmware, qualsiasi sia il metodo usato, normalmente non comporta il ripristino dei valori di fabbrica della Centrale tranne quando l aggiornamento

Dettagli

Quaderni di formazione Nuova Informatica

Quaderni di formazione Nuova Informatica Quaderni di formazione Nuova Informatica Airone versione 6 - Funzioni di Utilità e di Impostazione Copyright 1995,2001 Nuova Informatica S.r.l. - Corso del Popolo 411 - Rovigo Introduzione Airone Versione

Dettagli

Gestione Laboratorio: Manuale d uso per l utilizzo del servizio Windows di invio automatico di SMS

Gestione Laboratorio: Manuale d uso per l utilizzo del servizio Windows di invio automatico di SMS Gestione Laboratorio: Manuale d uso per l utilizzo del servizio Windows di invio automatico di SMS Sito Web: www.gestionelaboratorio.com Informazioni commerciali e di assistenza: info@gestionelaboratorio.com

Dettagli

Manuale Utente Archivierete Novembre 2008 Pagina 2 di 17

Manuale Utente Archivierete Novembre 2008 Pagina 2 di 17 Manuale utente 1. Introduzione ad Archivierete... 3 1.1. Il salvataggio dei dati... 3 1.2. Come funziona Archivierete... 3 1.3. Primo salvataggio e salvataggi successivi... 5 1.4. Versioni dei salvataggi...

Dettagli

Procedura aggiornamento firmware

Procedura aggiornamento firmware Procedura aggiornamento firmware Sommario Introduzione... 3 Caratteristiche versione firmware... 3 Strumentazione necessaria e requisiti di base... 3 Operazioni preliminari... 4 Procedura aggiornamento...

Dettagli

Procedura aggiornamento firmware. Prestige

Procedura aggiornamento firmware. Prestige Procedura aggiornamento firmware Prestige Sommario Introduzione... 3 Caratteristiche versione firmware... 3 Strumentazione necessaria e requisiti di base... 3 Procedura aggiornamento... 4 Appendice...

Dettagli

Videoregistratori Serie DX

Videoregistratori Serie DX Pagina:1 DVR per telecamere AHD, analogiche, IP Manuale programma CMS Come installare e utilizzare il programma client per i DVR Pagina:2 Contenuto del manuale In questo manuale viene descritto come installare

Dettagli

Procedura aggiornamento firmware

Procedura aggiornamento firmware Procedura aggiornamento firmware Sommario Introduzione... 3 Caratteristiche versione firmware... 3 Strumentazione necessaria e requisiti di base... 3 Operazioni preliminari... 4 Procedura aggiornamento...

Dettagli

Scansione. Stampante/copiatrice WorkCentre C2424

Scansione. Stampante/copiatrice WorkCentre C2424 Scansione In questo capitolo sono inclusi i seguenti argomenti: "Nozioni di base sulla scansione" a pagina 4-2 "Installazione del driver di scansione" a pagina 4-4 "Regolazione delle opzioni di scansione"

Dettagli

TiAxoluteNighterAndWhiceStation

TiAxoluteNighterAndWhiceStation 09/09-01 PC Manuale d uso TiAxoluteNighterAndWhiceStation Software di configurazione Video Station 349320-349321 3 INDICE 1. Requisiti Hardware e Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

COMUNE DI PESCARA SETTORE TRIBUTI COMUNICAZIONE ICI PROCEDURA DI COMPILAZIONE

COMUNE DI PESCARA SETTORE TRIBUTI COMUNICAZIONE ICI PROCEDURA DI COMPILAZIONE COMUNE DI PESCARA SETTORE TRIBUTI COMUNICAZIONE ICI PROCEDURA DI COMPILAZIONE INSTALLAZIONE DEL PROGRAMMA Requisisti di sistema L applicazione COMUNICAZIONI ICI è stata installata e provata sui seguenti

Dettagli

USO DEL PROGRAMMA FLIP

USO DEL PROGRAMMA FLIP Corso di BASCOM 8051 - (Capitolo 2 ) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM 8051. Autore: DAMINO Salvatore. Gestione BZ1 e T1. Dopo avere preso confidenza con la generazione del ns. primo programma,

Dettagli

1 SPIEGAZIONE DEI DATI PRESENTI NELLA SCHERMATA DEI PRESTITI

1 SPIEGAZIONE DEI DATI PRESENTI NELLA SCHERMATA DEI PRESTITI CIRCOLAZIONE Prestiti/Restituzioni 1 - Spiegazione dei dati della schermata dei Prestiti 2 - Opzioni del Prestito 3 - Ricerca di un Utente 4 - Accesso al record (tessera) dell Utente 5 - Ricerca di un

Dettagli

Your Detecting Connection. Manuale utente. support@xchange2.net

Your Detecting Connection. Manuale utente. support@xchange2.net Your Detecting Connection Manuale utente support@xchange2.net 4901-0133-4 ii Sommario Sommario Installazione... 4 Termini e condizioni dell applicazione XChange 2...4 Configurazione delle Preferenze utente...

Dettagli

Utilità plotter da taglio Summa

Utilità plotter da taglio Summa Utilità plotter da taglio Summa 1 Utilità plotter da taglio Nelle righe seguenti sono descritte le utilità che possono essere installate con questo programma: 1. Plug-in per CorelDraw (dalla versione 11

Dettagli

Ultr@ VNC: Guida (parte 1)

Ultr@ VNC: Guida (parte 1) Ultr@ VNC: Guida (parte 1) Vi presento la guida in italiano per l installazione e l utilizzo di Ultra VNC :http://ultravnc.sourceforge.net. Le potenzialità del programma ve le abbiamo già presentate :http://www.femetal.it/9/ultravncrecensione,

Dettagli

DESKTOP. Uso del sistema operativo Windows XP e gestione dei file. Vediamo in dettaglio queste parti.

DESKTOP. Uso del sistema operativo Windows XP e gestione dei file. Vediamo in dettaglio queste parti. Uso del sistema operativo Windows XP e gestione dei file DESKTOP All accensione del nostro PC, il BIOS (Basic Input Output System) si occupa di verificare, attraverso una serie di test, che il nostro hardware

Dettagli

FrerEnergy: PROGRAMMA PER LA SUPERVISIONE DEI CONSUMI DI ENERGIA ELETTRICA

FrerEnergy: PROGRAMMA PER LA SUPERVISIONE DEI CONSUMI DI ENERGIA ELETTRICA FrerEnergy: PROGRAMMA PER LA SUPERVISIONE DEI CONSUMI DI ENERGIA ELETTRICA Descrizione Generale E un programma di supervisione in grado di comunicare, visualizzare, memorizzare e stampare i consumi dell

Dettagli

teamspace TM Sincronizzazione con Outlook

teamspace TM Sincronizzazione con Outlook teamspace TM Sincronizzazione con Outlook Manuale teamsync Versione 1.4 * teamspace è un marchio registrato di proprietà della 5 POINT AG ** Microsoft Outlook è un marchio registrato della Microsoft Corporation

Dettagli

Acer erecovery Management

Acer erecovery Management 1 Acer erecovery Management Sviluppato dal team software Acer, Acer erecovery Management è uno strumento in grado di offrire funzionalità semplici, affidabili e sicure per il ripristino del computer allo

Dettagli

Manuale configurazione rete, accesso internet a tempo e posta elettronica

Manuale configurazione rete, accesso internet a tempo e posta elettronica accesso internet a tempo e posta elettronica Indice 1. REQUISITI NECESSARI -------------------------------------------------------------------------- 4 1.1. PREDISPORRE I COLLEGAMENTI --------------------------------------------------------------------

Dettagli

Guida per l'installazione SENSORE PER RADIOVIDEOGRAFIA RX4. Responsabile di redazione: Francesco Combe Revisione: Ottobre 2012

Guida per l'installazione SENSORE PER RADIOVIDEOGRAFIA RX4. Responsabile di redazione: Francesco Combe Revisione: Ottobre 2012 Guida per l'installazione SENSORE PER RADIOVIDEOGRAFIA RX4 Responsabile di redazione: Francesco Combe FH056 Revisione: Ottobre 2012 CSN INDUSTRIE srl via Aquileja 43/B, 20092 Cinisello B. MI tel. +39 02.6186111

Dettagli

Installazione della tablet sul supporto. Installazione guidata

Installazione della tablet sul supporto. Installazione guidata Manuale d uso ! AVVIO Prima di utilizzare il dispositivo ARNOVA per la prima volta, caricare completamente la batteria. Caricamento della batteria 1.Collegare il cavo di alimentazione fornito al dispositivo

Dettagli

Office 2007 Lezione 02. Le operazioni più

Office 2007 Lezione 02. Le operazioni più Le operazioni più comuni Le operazioni più comuni Personalizzare l interfaccia Creare un nuovo file Ieri ci siamo occupati di descrivere l interfaccia del nuovo Office, ma non abbiamo ancora spiegato come

Dettagli

. A primi passi con microsoft a.ccepss SommarIo: i S 1. aprire e chiudere microsoft access Start (o avvio) l i b tutti i pro- grammi

. A primi passi con microsoft a.ccepss SommarIo: i S 1. aprire e chiudere microsoft access Start (o avvio) l i b tutti i pro- grammi Capitolo Terzo Primi passi con Microsoft Access Sommario: 1. Aprire e chiudere Microsoft Access. - 2. Aprire un database esistente. - 3. La barra multifunzione di Microsoft Access 2007. - 4. Creare e salvare

Dettagli

Configurazione di una connessione DUN USB

Configurazione di una connessione DUN USB Configurazione di una connessione DUN USB Cercare la lettera "U" in questa posizione È possibile collegare lo smartphone Palm Treo 750v e il computer mediante il cavo di sincronizzazione USB per accedere

Dettagli

Aggiornamento, backup e ripristino del software

Aggiornamento, backup e ripristino del software Aggiornamento, backup e ripristino del software Guida per l utente Copyright 2007 Hewlett-Packard Development Company, L.P. Windows è un marchio registrato negli Stati Uniti di Microsoft Corporation. Le

Dettagli

Splash RPX-ii Color Server. Guida alla soluzione dei problemi

Splash RPX-ii Color Server. Guida alla soluzione dei problemi Splash RPX-ii Color Server Guida alla soluzione dei problemi 2007 Electronics for Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato

Dettagli