IVA: rimborso credito Normativa e procedure operative

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IVA: rimborso credito 2013. Normativa e procedure operative"

Transcript

1 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N IVA: rimborso credito 2013 Normativa e procedure operative Categoria: Iva Sottocategoria: Rimborso Per i soggetti che si trovano strutturalmente a credito d imposta, a partire dal 1 Febbraio è possibile chiedere il rimborso del credito Iva 2013, presentando la Dichiarazione Iva autonoma. I casi in cui può essere chiesto il rimborso Iva sono dettati dall art. 30, D.P.R. 633/1972. La richiesta del rimborso del credito Iva annuale avviene compilando: il quadro VX, rigo VX4, della dichiarazione annuale Iva, per chi presenta la Dichiarazione Iva autonoma; la sezione III, del quadro RX di Unico 2014, per chi presenta la dichiarazione unificata. In base a quanto stabilito dall art 38-bis, D.P.R. n. 633/72, per ottenere il rimborso del credito Iva annuale, il soggetto interessato deve prestare un idonea garanzia. Premessa In via preliminare, si segnala che l art. 183 della Direttiva 2006/112/CE sancisce che, in caso di credito Iva, gli Stati membri possono decidere se riportare l eccedenza al periodo successivo o procedere al rimborso secondo procedure da essi stabilite. In via generale, i soggetti che presentano la Dichiarazione Iva a credito possono: utilizzarlo in compensazione nel mod. F24, a partire dall (codice tributo 6099 ), per il pagamento di tributi, contributi o premi. Si ricorda che: la compensazione orizzontale del credito Iva annuale o trimestrale, nel mod. F24, per importi superiori a annui, può essere effettuata, esclusivamente, attraverso i servizi 1

2 telematici forniti dall Agenzia delle Entrate dal giorno 16 del mese successivo a quello di presentazione della dichiarazione annuale o dell istanza trimestrale; per poter compensare il credito Iva annuale per importi superiori a annui, è necessario anche il rilascio del visto di conformità da parte di un soggetto abilitato. L art. 9 D.L. 35/2013, a decorrere dal 2014: aumenta da ,90 a il limite di crediti fiscali e contributivi che possono essere compensati mediante modello F24; il limite aumenta ad per i subappaltatori edili, se il volume d affari registrato nell anno precedente, è costituito per almeno l 80% da prestazioni rese in subappalto. richiedere il credito a rimborso, al ricorrere di determinati requisiti e, comunque, in caso di cessazione dell attività. Le due procedure non sono alternative, in quando il credito può essere destinato in parte in compensazione e in parte chiesto a rimborso. La richiesta del rimborso La richiesta del rimborso del credito Iva annuale avviene compilando: il quadro VX, rigo VX4, della dichiarazione annuale Iva per chi presenta la Dichiarazione Iva autonoma; si ricorda che con riferimento alle modalità di presentazione della dichiarazione Iva autonoma, si deve tener conto di quanto disposto: dal D.L. n. 78/2009, secondo il quale i contribuenti tenuti alla presentazione della dichiarazione Iva in forma unificata (se a credito d imposta), possono scegliere di presentare la dichiarazione Iva in forma autonoma, cioè sganciata dal modello Unico; dalla Circolare 25 gennaio 2011, n. 1, con la quale l Agenzia delle Entrate ha esteso la facoltà di presentare la dichiarazione Iva a febbraio anche ai contribuenti con saldo Iva annuale a debito, eliminando la disparità di trattamento tra i soggetti a debito e quelli a credito. In taluni casi (società di capitali e altri soggetti Ires con periodo d imposta non coincidente con l anno solare, soggetti, diversi dalle persone fisiche, con periodo d imposta chiuso in data anteriore al ecc.), è obbligatoria la presentazione della Dichiarazione Iva autonoma. 2

3 la sezione III, del quadro RX di Unico 2014, per chi presenta la dichiarazione unificata. La richiesta di rimborso L art. 30, comma 2 e 4, D.P.R. 633/1972 detta i casi in cui può essere chiesto il rimborso. Per tale richiesta deve sussistere uno dei seguenti requisiti (l eccedenza detraibile deve derivare da una di queste condizioni): Aliquota media delle operazioni attive inferiore a quella degli acquisti; Operazioni non imponibili superiori al 25% del totale delle operazioni effettuate; Acquisti di beni ammortizzabili e spese per studi e ricerche; Prevalenza di operazioni non soggette ad Iva; Soggetti non residenti. Il credito Iva deve essere superiore a 2.582,28. Il rimborso può essere richiesto anche solo per una parte del credito, ancorché inferiore al predetto importo minimo. Indipendentemente dal verificarsi dei suddetti requisiti, il rimborso Iva può essere chiesto: in caso di cessazione dell attività, anche se il relativo importo è inferiore a 2.582,28; se le dichiarazioni degli ultimi 3 anni presentano un credito, ancorché di importo inferiore a 2.582,28, è possibile richiedere il rimborso, ai sensi del comma 4 del citato art. 30, limitatamente al minor credito Iva risultante dalle dichiarazioni annuali relative al triennio, per la parte non chiesta già a rimborso / non compensata nel mod. F24. Posso chiedere altresì il rimborso Iva i produttori agricoli che hanno effettuato operazioni non imponibili ex. art. 34, comma 9, D.P.R. 633/

4 Cessazione attività Il rimborso del credito Iva, dunque, spetta, a prescidere da limiti quantitativi, ai contribuenti che hanno cessato l attività nel corso del Per data di cessazione dell attività deve intendersi la data di ultimazione delle operazioni di liquidazione dell azienda. Per le società di capitali, tale data coincide con la chiusura del bilancio finale di liquidazione. Per le società di capitali (non per quelle dipersone) condizione per ottenere il rimborso è l'avvenuto deposito presso il Registro delle imprese tenuto dalla C.C.I.A.A. del bilancio finale di liquidazione (R.M , n. 140/E). In mancanza del procedimento legale di liquidazione, o con riferimento alle società di persone, il rimborso può essere effettuato a favore di un terzo o degli ex soci della società cessata, qualora questi provvedano a presentare dichiarazione sostitutiva di atto notorio. La stessa dovrà contenere: i soggetti destinatari del rimborso; le quote di partecipazione di ciascun socio al capitale; la data di cessazione dell'attività. Aliquota media delle operazioni attive inferiore a quella degli acquisti Il requisito in esame prevede che venga esercitata, prevalentemente o esclusivamente, un attività per la quale: ALIQUOTA MEDIA OPERAZIONI Inferiore ALIQUOTA MEDIA ATTIVE + 10% ALIQUOTA ACQUISTI E MEDIA OPERAZIONI ATTIVE IMPORTAZIONI Per il calcolo delle aliquote medie si deve tener conto delle seguenti operazioni: OPERAZIONI ATTIVE Operazioni imponibili Comprese OPERAZIONI PASSIVE Acquisti e importazioni imponibili per i quali è ammessa la detrazione Compresi 4

5 cessioni di oro da investimento imponibili a seguito di opzione, e cessioni di oro industriale e di argento puro; Spese generali; Canoni di leasing. cessioni di rottami ex art. 74, commi 7 e 8; operazioni con applicazione del reverse charge ex art. 17, commi 6 e 7; cessioni nei confronti di soggetti terremotati. Escluse Cessioni beni ammortizzabili Esclusi Acquisti e importazioni di beni ammortizzabili Esempio Nel 2013, Alfa Srl ha maturato un credito Iva di e presenta la seguente situazione: aliquota media operazioni attive 13,85% aliquota media operazioni attive maggiorata 10% 15,23% aliquota media operazioni passive 15,30% Poiché l'aliquota sulle operazioni attive maggiorata del 10%, è inferiore a quella sulle operazioni passive, la società può richiedere il rimborso del credito Iva. Operazioni non imponibili superiori al 25% delle operazioni effettuate Il requisito in esame, prevede che venga esercitata, prevalentemente o esclusivamente, un attività per la quale: Operazioni non imponibili 2013 Maggiori 25% Operazioni effettuate nel

6 Tra le operazioni NON imponibili vanno ricomprese: cessioni all'esportazione, operazioni assimilate e servizi internazionali (artt. 8, 8-bis e 9); le cessioni effettuate nei confronti di esportatori abituali, a seguito di dichiarazione d intento, ancorché le stesse non concorrano alla formazione del plafond; operazioni con la Città del Vaticano e San Marino (art. 71) e con organismi internazionali (art. 72); cessioni UE di beni (artt. 41 e 58, D.L. n. 331/93); cessioni UE ed esportazioni di beni estratti da un deposito Iva (art. 50- bis, comma 4, lett. f e g, D.L. n. 331/93); prestazioni delle agenzie di viaggio rese fuori UE (art. 74-ter); esportazioni di beni usati soggetti al regime del margine (art. 37, D.L. n. 41/95). Operazioni effettuate nel 2013 Per le operazioni effettuate nel 2013, si deve fa rriferimento alla somma dei righi: VE40 (volume d'affari) + rigo VE38 (cessioni beni ammortizzabili e passaggi interni) Esempio Nel 2013, Alfa Srl ha maturato un credito Iva di e presenta la seguente situazione: Operazioni non imponibile Volume d affari Operazioni non imponibili/volume d affari*100 28,57%. Alfa può chiedere il rimborso Iva. 6

7 Acquisti di beni ammortizzabili e spese per studi e ricerche Nel caso in questione, il rimborso spetta limitatamente all Iva relativa all acquisto / importazione di beni ammortizzabili, nonché di beni e servizi per studi e ricerche. Come chiarito dall Amministrazione Finanziaria, per l individuazione dei beni ammortizzabili, occorre far riferimento alle norme previste per le imposte sui redditi ossia all ammortizzabilità degli stessi. Nel caso di specie, il rimborso può essere chiesto: - per gli acquisti di beni ammortizzabili effettuati nel 2013; - per gli acquisti di beni ammortizzabili effettuati negli anni precedenti, la cui Iva non è stata chiesta a rimborso né utilizzata in compensione. L Amministrazione Finanziaria ha affrontato numerosi casi particolari, che vengono riepilogati nella seguente tabella. Fattispecie Beni ammortizzabili acquisiti tramite contratto di appalto Acconti acquisti di attrezzature ammortizzabili Acconti contratto preliminare Acquisto terreno Spese pluriennali beni di terzi Rimborso Iva Si (C.M. 2/E/1990) Si (R.M. 111/E/2002) No, (C.M. 179/E/2005 e 6/E/2006) No, (R.M. 238/E/1996) Si se dotate di autonoma funzionalità (R.M. 179/E/2005) Prevalenza operazioni extra - territoriali Il suddetto requisito implica che: Operazioni extra territoriali Superiori al 50% Operazioni effettuate Quadro VE, rigo VE39, Dichiarazione Iva 2014 Operazioni effettuate 7

8 Le istruzioni alla Dichiarazione Iva 2014 precisano che per stabilire la sussistenza della prevalenza, in aggiunta alle operazioni di cui al rigo VE39, vanno considerate anche: le esportazioni e le operazioni a queste assimilate (artt. 8, 8-bis e 9, D.P.R. n. 633/72); le operazioni intraue ex artt. 41 e 58, D.L. n. 331/93. Soggetti non residenti Minor credito Iva risultante dalle Dichiarazioni Iva ultimo triennio Il rimborso del credito Iva, può essere richiesto anche dagli operatori non residenti: identificati direttamente ai fini Iva ex art. 35-ter, ovvero che hanno nominato in Italia un rappresentante fiscale, ai sensi dell art. 17, comma 3, attraverso il quale è effettuata la richiesta del rimborso. Altra ipotesi di rimborso, è il caso in cui le dichiarazioni degli ultimi 3 anni presentino un credito. Nel caso in esame, è possibile richiedere il rimborso limitatamente al minor credito Iva, risultante dalle dichiarazioni annuali relative al triennio, anche se inferiore ad 2.582,28, per la parte non chiesta già a rimborso / non compensata nel modello F24. Esempio Alfa S.r.l presenta la seguente situazione Anno Credito Utilizzo Riportato nel Riportato nel Poiché il credito 2013 risulta il minore importo del triennio, la società può chiedere a rimborso il relativo ammontare, pari a Esempio Alfa S.r.l presenta la seguente situazione Anno Credito Utilizzo Riportato nel Utilizzato in compensazione Residuo Poiché il credito 2012, al netto della compensazione, risulta il minor importo del triennio, la società può chiedere a rimborso il relativo ammontare, pari a

9 Compilazione Dichiarazione Iva 2014 In caso di presentazione della Dichiarazione Iva autonoma, per la richiesta del rimborso del credito Iva, è necessario compilare il rigo VX4 presente nel modello Iva E bene sottolineare che il rimborso è eseguito: con la procedura semplificata, dall Agente della riscossione, per importi fino a (in luogo del precedente pari a ,90) / per i subappaltatori del settore edile che presentano un volume d affari 2013, costituito per almeno l 80% da prestazioni rese in esecuzione di contratti di subappalto; con la procedura ordinaria, da parte del competente Ufficio, per gli importi eccedenti il predetto limite o in caso di cessazione dell attività o assoggettamento a procedure concorsuali. Va indicata la quota parte di rimborso, non superiore a / , che sarà effettuato tramite la procedura semplificata, ossia direttamente dall Agente della riscossione. Importo chiesto a rimborso 9

10 Campo 3: causale del rimborso 1 Cessazione attività; 2 Aliquota media; 3 Operazioni non imponibili; 4 Acquisti e importazioni di beni ammortizzabili e di beni e servizi per studi e ricerche; 5 Operazioni non soggette ad Iva, ex artt. da 7 a 7-septies; 6 Condizioni previste dall art. 17, comma 3 (soggetti non residenti); 7 Esportazioni ed altre operazioni non imponibili effettuate da produttori agricoli; 8 Rimborso della minore eccedenza detraibile nel triennio; 9 Tale codice va utilizzato nel caso in cui il contribuente, oltre a possedere i requisiti, di cui al precedente codice 8, abbia acquistato anche beni ammortizzabili o beni / servizi per studi e ricerche. In tal caso, l Iva relativa a tali acquisti non deve essere già stata compresa nel minor credito chiesto a rimborso. 10 Rimborso della minore eccedenza di credito non trasferibile al gruppo IVA. Le garanzie In base a quanto stabilito dall art. 38-bis, DPR n. 633/72, per ottenere il rimborso del credito IVA annuale il soggetto interessato deve prestare un idonea garanzia: di durata pari a 3 anni dall esecuzione del rimborso o, se inferiore, al periodo mancante al termine per l accertamento; costituita da: - una cauzione in titoli di Stato o garantiti dallo Stato, al valore di borsa, ovvero - una fideiussione rilasciata da un istituto di credito o un azienda commerciale ritenuta affidabile da parte dell Amministrazione Finanziaria, o una polizza fideiussoria rilasciata da un assicurazione. Le garanzie possono essere cumulate e devono comprendere, oltre all ammontare dell imposta, anche i relativi interessi. 10

11 Le stesse vanno prestate a seguito di richiesta da parte: dell Agente della riscossione, formulata dallo stesso entro 10 giorni dal ricevimento dei dati relativi alla richiesta di rimborso ad esso trasmessa dall Agenzia delle Entrate, se il contribuente si avvale della c.d. procedura semplificata; dell Agenzia delle Entrate se l erogazione del rimborso è effettuata mediante la procedura ordinaria. La prestazione della garanzia non è necessaria: o per coloro che hanno presentato richiesta di rimborso per un importo non superiore a euro 5.164,57. Si precisa che, tale limite va riferito all intero periodo d imposta e non alla singola richiesta di rimborso (art. 38-bis e R.M. n. 165/E del 3 novembre 2000); o coloro che chiedono a rimborso un importo non superiore al 10% del totale dei versamenti eseguiti sul conto fiscale nei due anni precedenti la data della richiesta, compresi i versamenti eseguiti mediante compensazione ed esclusi quelli conseguenti ad iscrizione a ruolo, dedotti i rimborsi già erogati. Ai fini della verifica del 10%, si cumulano i rimborsi erogati nei due anni precedenti la richiesta (art. 21 del decreto 28 dicembre 1993, n. 567); o i curatori e i commissari liquidatori, in relazione ai rimborsi per un ammontare complessivo non superiore a euro ,40. Tale limite, va riferito a tutti i rimborsi erogati nel corso della procedura concorsuale e non ai singoli periodi d imposta (cfr. R.M. n. 54/E del 19 giugno 2002); o i soggetti indicati nell art. 8 del D.L. 25 settembre 2001, n.351 convertito in L. 23 novembre 2001, n. 410, recante disposizioni di privatizzazione e valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico e di sviluppo dei fondi comuni di investimento immobiliare. Le imprese virtuose Sono esonerate dalla presentazione di idonea garanzia, tra l altro, le c.d. imprese definite virtuose che soddisfano le condizioni di affidabilità e solvibilità stabilite dal comma 7 del citato art. 38-bis. Sono definite virtuose le imprese che: - se esercitano l attività da almeno 5 anni; - non hanno ricevuto notifica di avvisi di accertamento o di rettifica relativi all Iva dovuta o all eccedenza detraibile dai quali risulti, per ogni anno, una differenza tra importi accertati e imposta dovuta / 11

12 eccedenza di credito superiore: al 10% degli importi dichiarati, se non superiori a ,69; al 5% degli importi dichiarati, se superiori a ,69, ma non a ,90; ll 1% degli importi dichiarati, o comunque a ,69, se quanto dichiarato supera ,90. Le imprese in esame sono esonerate dalla prestazione delle garanzie, se la richiesta di rimborso è collegata alla sussistenza di uno dei seguenti requisiti: 1. aliquota media operazioni attive inferiore a quella degli acquisti; 2. operazioni non imponibili superiori al 25% delle operazioni effettuate; 3. prevalenza di operazioni non soggette ad Iva ex artt. da 7 a 7-septies, D.P.R. n. 633/72. Per beneficiare dell esonero, è necessario presentare una dichiarazione sostitutiva di atto notorio, attestante le seguenti condizioni: 1. rispetto a quanto risultante dall ultimo bilancio approvato non sono intervenute: - diminuzioni patrimoniali superiori al 40%; - diminuzioni della consistenza degli immobili superiori al 40%, a seguito di cessioni non effettuate nella normale gestione dell attività esercitata; 2. non è cessata l attività né sono state effettuate cessioni d azienda o rami d azienda compresi nell ultimo bilancio approvato; 3. non sono state cedute, nel caso in cui il rimborso sia richiesto da una società di capitali non quotata in mercati regolamentati, nell anno precedente la richiesta, azioni o quote della società stessa, per un importo superiore al 50% del capitale sociale; 4. sono stati regolarmente versati i contributi previdenziali e assistenziali. La dichiarazione sostitutiva va presentata a seguito di richiesta da parte: dell Agente della riscossione, se il contribuente si avvale della procedura semplificata; dell Agenzia delle Entrate, se l erogazione del rimborso è effettuata con la procedura ordinaria. Il comma 8 art. 38-bis, Decreto Iva prevede che l ammontare del rimborso senza garanzia non può eccedere il 100% della media dei versamenti affluiti nel conto fiscale nel corso del biennio precedente. 12

13 Barrare per indicare impresa virtuosa Indicare l importo erogabile senza garanzia. Subappaltatori e operatività Si segnala infine che: - il campo 4 è riservato ai contribuenti che possono accedere, ai sensi dell art. 38-bis, comma 9, D.P.R. n. 633/72 all erogazione del rimborso in via prioritaria, ossia entro 3 mesi dalla richiesta. In tale ipotesi, va evidenziato il codice corrispondente alla categoria di appartenenza, ossia: 1. Subappaltatori operanti nel settore edile che effettuano prestazioni di servizi con applicazione del reverse charge, ex art. 17, comma 6, lett. a); 2. Soggetti esercenti le attività individuate dal codice ATECOFIN (codice ATECO ), ossia che svolgono attività di recupero e preparazione per il riciclaggio di cascami e rottami metallici; 3. Soggetti esercenti le attività individuate dal codice ATECOFIN (codice ATECO ), ossia che producono zinco, piombo e stagno, nonché i semilavorati degli stessi metalli di base non ferrosi; 4. Soggetti esercenti le attività individuate dal codice ATECOFIN (codice ATECO ), ossia che producono alluminio e semilavorati. - il campo 5 va barrato per indicare la situazione di subappaltatori che nel 2013 presentano un volume d affari costituito per almeno l 80% da prestazioni rese in esecuzione di contratti di subappalto nel settore edile. Il limite annuo per la compensazione è pari a ; - il campo 6 va barrato per indicare che si tratta di società operativa. 13

14 Si ricorda infatti, che ai sensi dell art. 30, comma 4, L. n. 724/94 il credito Iva risultante dalla dichiarazione annuale delle società non operative (c.d. di comodo ) non può essere: richiesto a rimborso; utilizzato in compensazione nel mod. F24 (compensazione c.d. orizzontale ); ceduto. - Riproduzione riservata - 14

IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE

IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE INFORMATIVA N. 088 02 APRILE 2013 IVA IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE Artt. 30 e 38-bis, DPR n. 633/72 Provvedimento Agenzia Entrate 20.3.2012 I soggetti in possesso di specifici requisiti possono

Dettagli

4.2.11 QUADRO VX DETERMINAZIONE DELL IVA DA VERSARE O DEL CREDITO D IMPOSTA

4.2.11 QUADRO VX DETERMINAZIONE DELL IVA DA VERSARE O DEL CREDITO D IMPOSTA 4.2.11 QUADRO VX DETERMINAZIONE DELL IVA DA VERSARE O DEL CREDITO D IMPOSTA Il quadro VX contiene i dati relativi all IVA da versare o all IVA a credito e deve essere compilato esclusivamente dai contribuenti

Dettagli

RICHIESTA DI RIMBORSO DEL CREDITO IVA RELATIVO ALL ANNO 2011

RICHIESTA DI RIMBORSO DEL CREDITO IVA RELATIVO ALL ANNO 2011 RICHIESTA DI RIMBORSO DEL CREDITO IVA RELATIVO ALL ANNO 2011 Con la presente informativa, si ricordano ai clienti le regole generali per chiedere il rimborso del credito IVA 2011. Dallo scorso anno a seguito

Dettagli

Roma, 10 febbraio 2005 CIRCOLARE N. 27 / 2005 Prot. 88

Roma, 10 febbraio 2005 CIRCOLARE N. 27 / 2005 Prot. 88 Pb-(mod_09_I_Ed_02_Rev_01 / g:segreteria 2005\CIRCOLARI\AM SERVIZI\gest rimb iva.doc / 14/02/05) Roma, 10 febbraio 2005 CIRCOLARE N. 27 / 2005 Prot. 88 AGLI ENTI ASSOCIATI FR/ FISCO ENTI PUBBLICI ECONOMICI

Dettagli

MODELLO IVA 2010 Periodo d imposta 2009

MODELLO IVA 2010 Periodo d imposta 2009 CODICE FISCALE MODELLO IVA 2010 Periodo d imposta 2009 MODELLO VR/2010 RICHIESTA DI RIMBORSO DEL CREDITO IVA RELATIVO AL 2009 CONTRIBUENTE Cognome, denominazione o ragione sociale Nome Data di nascita

Dettagli

LE NUOVE REGOLE PER IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA

LE NUOVE REGOLE PER IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA LE NUOVE REGOLE PER IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA In presenza di un credito IVA risultante dalla dichiarazione annuale al contribuente è concesso di scegliere tra: il riporto all anno successivo con utilizzo

Dettagli

IL RIMBORSO E LA COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE

IL RIMBORSO E LA COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE Circolare N. 24 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 29 marzo 2011 IL RIMBORSO E LA COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE In presenza dei necessari requisiti il credito IVA maturato in periodi

Dettagli

ULTIME NOVITÀ FISCALI

ULTIME NOVITÀ FISCALI Circolare nr.03/2015 Ai sig.ri Clienti E loro sedi ULTIME NOVITÀ FISCALI Diritto CCIAA 2015 Decreto Ministero Sviluppo economico 8.1.2015 Tremonti-quater Circolare Agenzia Entrate 19.2.2015, n. 5/E È stato

Dettagli

Credito IVA: rimborsi e compensazione

Credito IVA: rimborsi e compensazione Sandra Migliaccio Agenzia delle Entrate - DR Piemonte, Ufficio Fiscalità Generale Credito IVA: rimborsi e compensazione 1 L utilizzo del credito IVA Compensazione verticale Rimborso del credito IVA annuale

Dettagli

Rimborsi IVA: il nuovo art. 38-bis, D.P.R. 633/1972

Rimborsi IVA: il nuovo art. 38-bis, D.P.R. 633/1972 Sandra Migliaccio (Agenzia delle Entrate - DR Piemonte Ufficio Fiscalità Generale) Rimborsi IVA: il nuovo art. 38-bis, D.P.R. 633/1972 1 L utilizzo del credito IVA Compensazione verticale Rimborso del

Dettagli

Modello IVA TR. Modalità di compilazione per la richiesta di rimborso (o utilizzo in compensazione) del credito IVA Trimestrale.

Modello IVA TR. Modalità di compilazione per la richiesta di rimborso (o utilizzo in compensazione) del credito IVA Trimestrale. Modello IVA TR Modalità di compilazione per la richiesta di rimborso (o utilizzo in compensazione) del credito IVA Trimestrale scadenze & more Ai sensi dell articolo 38-bis del DPR 633/1972, la richiesta

Dettagli

Utilizzo del credito infrannuale

Utilizzo del credito infrannuale Rimborsi Utilizzo del credito infrannuale di Ciro D Ardìa L adempimento Oggetto Presentazione del modello per la richiesta di rimborso/compensazione del credito IVA infrannuale. Soggetti interessati Contribuenti

Dettagli

Rimborso IVA secondo trimestre: istanza entro martedì 31 luglio 2012

Rimborso IVA secondo trimestre: istanza entro martedì 31 luglio 2012 N. 308 del 25.07.2012 La Memory A cura di Mauro Muraca Rimborso IVA secondo trimestre: istanza entro martedì 31 luglio 2012 Entro il prossimo 31 luglio 2012, i contribuenti interessati ad ottenere il rimborso

Dettagli

CREDITO IVA Il nuovo modello di garanzia per il rimborso

CREDITO IVA Il nuovo modello di garanzia per il rimborso CREDITO IVA Il nuovo modello di garanzia per il rimborso Con un apposito provvedimento il Direttore dell Agenzia delle Entrate ha approvato un nuovo modello di garanzia per la richiesta di rimborso dell

Dettagli

Ai gentili Clienti Loro sedi. OGGETTO: La compensazione/rimborso del credito IVA del 2 trimestre 2013

Ai gentili Clienti Loro sedi. OGGETTO: La compensazione/rimborso del credito IVA del 2 trimestre 2013 Roma 24/07/2013 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: La compensazione/rimborso del credito IVA del 2 trimestre 2013 Gentile Cliente, La presente per informarla che entro il prossimo 30 luglio 2013 va

Dettagli

Fiscalità Edilizia. SPLIT PAYMENT: -Le regole per la compensazione o il rimborso del credito IVA-

Fiscalità Edilizia. SPLIT PAYMENT: -Le regole per la compensazione o il rimborso del credito IVA- Fiscalità Edilizia SPLIT PAYMENT: -Le regole per la compensazione o il rimborso del credito IVA- Febbraio 2015 INDICE Premessa... 3 Compensazione credito IVA... 3 Rimborsi IVA Le nuove regole dal 2015...

Dettagli

LE NUOVE REGOLE PER IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA 2014

LE NUOVE REGOLE PER IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA 2014 INFORMATIVA N. 029 29 GENNAIO 2015 IVA LE NUOVE REGOLE PER IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA 2014 Artt. 30 e 38-bis, DPR n. 633/72 Risoluzioni Agenzia Entrate 27.12.2005, n. 179/E; 28.12.2007, n. 392/E e 9.6.2009,

Dettagli

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: LE NUOVE REGOLE PER IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA 2014 PAG. 2

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: LE NUOVE REGOLE PER IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA 2014 PAG. 2 CIRCOLARE N. 07 DEL 05/02/2015 SOMMARIO Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: LE NUOVE REGOLE PER IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA 2014 PAG. 2 IN SINTESI: In alternativa all utilizzo del

Dettagli

DAMIANO ADRIANI Dottore Commercialista

DAMIANO ADRIANI Dottore Commercialista 1/8 OGGETTO MODALITÀ DI UTILIZZO DEL CREDITO IVA ANNUALE RIFERIMENTI NORMATIVI ART. 10, D.L. 1 LUGLIO 2009 N. 78 CONV. IN L. 3 AGOSTO 2009 N. 102 - ARTT. 30, 3 COMMA, 38-BIS, D.P.R. 26.10.1972 N. 633;

Dettagli

Semplificazione fiscale La nuova disciplina dei rimborsi tributari

Semplificazione fiscale La nuova disciplina dei rimborsi tributari Semplificazione fiscale La nuova disciplina dei rimborsi tributari Artt. 13, 14 e 15, d.lgs. 21 novembre 2014, n. 175 Semplificazione fiscale e dichiarazione dei redditi precompilata di Leda Rita Corrado

Dettagli

La circolare che guida passo passo al rispetto degli adempimenti

La circolare che guida passo passo al rispetto degli adempimenti Fiscal Adempimento La circolare che guida passo passo al rispetto degli adempimenti N. 13 26.03.2012 Presentazione istanza rimborso o compensazione infrannuale Entro fine aprile 2012 si dovrà presentare

Dettagli

CHIARIMENTI IN MATERIA DI COMPENSAZIONE DEI CREDITI IVA

CHIARIMENTI IN MATERIA DI COMPENSAZIONE DEI CREDITI IVA Dottori commercialisti revisori contabili dott. Roberto Bozzo dott. Giovanni Beniscelli In collaborazione con: dott. Giovanni Battista Raggi dott. Luca Leone Avvocati In collaborazione con: avv. Dante

Dettagli

COMUNICAZIONE IVA 2010 E CHIARIMENTI UFFICIALI PER COMPENSAZIONI IVA

COMUNICAZIONE IVA 2010 E CHIARIMENTI UFFICIALI PER COMPENSAZIONI IVA CIRCOLARE n. 03/2010 Pesaro, 25 gennaio 2010 Spett.li Clienti Loro SEDI COMUNICAZIONE IVA 2010 E CHIARIMENTI UFFICIALI PER COMPENSAZIONI IVA 1 Chiarimenti compensazioni iva: 1.1 Compensazione verticale

Dettagli

LA LETTRE FISCALE. Notiziario mensile N E W S 1. RICHIESTA DI RIMBORSO DEL CREDITO IVA RELATIVO ALL ANNO 2011

LA LETTRE FISCALE. Notiziario mensile N E W S 1. RICHIESTA DI RIMBORSO DEL CREDITO IVA RELATIVO ALL ANNO 2011 LA LETTRE FISCALE Notiziario mensile N E W S CIRCOLARE INFORMATIVA Febbraio 2012 1. RICHIESTA DI RIMBORSO DEL CREDITO IVA RELATIVO ALL ANNO 2011 Dallo scorso anno a seguito della soppressione del modello

Dettagli

G P P N D R 7 1 P 1 4 L 7 2 7 S

G P P N D R 7 1 P 1 4 L 7 2 7 S G P P N D R P L S MODELLO IVA 0 Periodo d imposta 0 QUADRO VE DETERMINAZIONE DEL VOLUME D AFFARI E DELLA IMPOSTA RELATIVA ALLE OPERAZIONI IMPONIBILI Sez. - Conferimenti di prodotti agricoli e cessioni

Dettagli

Novità in materia di Rimborsi IVA

Novità in materia di Rimborsi IVA Circolare 4 del 2 febbraio 2015 Novità in materia di Rimborsi IVA INDICE 1 Premessa...2 2 Ambito applicativo...2 3 Rimborsi di importo fino a 15.000,00 euro...3 4 Rimborsi di importo superiore a 15.000,00

Dettagli

STUDIO SERVIDIO VIA SANTO STEFANO, 11 40125 BOLOGNA ITALY TEL. (+39) 051 26.06.20 FAX (+39) 051 22.16.19. Bologna, 28 Ottobre 2013

STUDIO SERVIDIO VIA SANTO STEFANO, 11 40125 BOLOGNA ITALY TEL. (+39) 051 26.06.20 FAX (+39) 051 22.16.19. Bologna, 28 Ottobre 2013 DOTT. ANDREA ALBERGHINI DOTT. ALFREDO ODDONE DOTT. FEDERICO BENNI DOTT. DARIO CURTI DOTT. CLAUDIO MARCANTOGNINI DOTT. PIETRO BUFANO Bologna, 28 Ottobre 2013 Oggetto: Circolare n. 35/2013 del 28 Ottobre

Dettagli

CIRCOLARE N. 7 / 2015. IL RIMBORSO / COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE

CIRCOLARE N. 7 / 2015. IL RIMBORSO / COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE Egregi CLIENTI - Loro SEDI Treviso, 9 aprile 2015. CIRCOLARE N. 7 / 2015. IL RIMBORSO / COMPENSAZIONE DEL CREDITO TRIMESTRALE I contribuenti possono richiedere, al sussistere di specifiche condizioni,

Dettagli

Oggetto:Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2011

Oggetto:Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2011 Vicenza, Gennaio 2012 Oggetto:Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2011 Gentile cliente, al fine di adempiere agli obblighi previsti dalle scadenze fiscali

Dettagli

NOVITA NORMATIVE IVA ANNO D IMPOSTA 2010

NOVITA NORMATIVE IVA ANNO D IMPOSTA 2010 NOVITA NORMATIVE IVA ANNO D IMPOSTA 2010 Normativa comunitaria e normativa nazionale L imposta sul valore aggiunto è disciplinata da leggi nazionali che sono subordinate alle direttive comunitarie. Queste

Dettagli

Comunicazione Dati Iva relativa al 2009

Comunicazione Dati Iva relativa al 2009 PERIODICO INFORMATIVO N. 08/2010 Comunicazione Dati Iva relativa al 2009 Come di consueto entro la fine del mese di febbraio va presentata, esclusivamente in via telematica, la Comunicazione dati IVA.

Dettagli

GUIDA ALLA COMUNICAZIONE ANNUALE DEI DATI IVA 2014: SCADENZA AL 28 FEBBRAIO 2014 a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale

GUIDA ALLA COMUNICAZIONE ANNUALE DEI DATI IVA 2014: SCADENZA AL 28 FEBBRAIO 2014 a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale GUIDA ALLA COMUNICAZIONE ANNUALE DEI DATI IVA 2014: SCADENZA AL 28 FEBBRAIO 2014 a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Entro il 28 febbraio 2014 i titolari di partita Iva sono tenuti a presentare

Dettagli

L ALIQUOTA IVA AL 21% E I CHIARIMENTI

L ALIQUOTA IVA AL 21% E I CHIARIMENTI L aliquota IVA al % e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate L ALIQUOTA IVA AL % E I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE NOVITÀ: L art., comma -bis, D.L. n. 8/0, c.d. Manovra di Ferragosto ha aumentato

Dettagli

Genova, 5 Marzo 2015. Esercitazione pratica. Dott. Paolo Guerrera Dott. Luca Giacometti

Genova, 5 Marzo 2015. Esercitazione pratica. Dott. Paolo Guerrera Dott. Luca Giacometti Genova, 5 Marzo 2015 Esercitazione pratica Dott. Paolo Guerrera Dott. Luca Giacometti 1 art. 8-bis 1 comma DPR 633/72 Sono assimilate alle cessioni all'esportazione, se non comprese nell'articolo 8: a)

Dettagli

DOTTORI COMMERCIALISTI - REVISORI CONTABILI

DOTTORI COMMERCIALISTI - REVISORI CONTABILI DOTTORI COMMERCIALISTI - REVISORI CONTABILI Dott. M A U R O R O V I D A 16128 GENOVA - Via Corsica 2/18 Dott. F R A N C E S C A R A P E T T I Telef.: +39 010 876.641 Fax: +39 010 874.399 Dott. L U C A

Dettagli

Oggetto: Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2012

Oggetto: Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2012 Vicenza, 23 Gennaio 2013 Oggetto: Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2012 Gentile cliente, al fine di adempiere agli obblighi previsti dalle scadenze fiscali

Dettagli

SPAZIANI & LONGO ASSOCIATI

SPAZIANI & LONGO ASSOCIATI Circolare numero 04 del 3 febbraio del 2012 Oggetto: Comunicazione annuale dati Iva anno d imposta 2011 I soggetti IVA tenuti alla presentazione della dichiarazione annuale sono obbligati a trasmettere

Dettagli

IL NUOVO REGIME FORFETARIO, LA RETTIFICA DELLA DETRAZIONE IVA E IL MOD. IVA 2015

IL NUOVO REGIME FORFETARIO, LA RETTIFICA DELLA DETRAZIONE IVA E IL MOD. IVA 2015 INFORMATIVA N. 073 09 MARZO 2015 IVA IL NUOVO REGIME FORFETARIO, LA RETTIFICA DELLA DETRAZIONE IVA E IL MOD. IVA 2015 Art. 1, commi da 54 a 89, Finanziaria 2015 Art. 19-bis2, DPR n. 633/72 Circolare Agenzia

Dettagli

LA COMUNICAZIONE DATI IVA RELATIVA AL 2014

LA COMUNICAZIONE DATI IVA RELATIVA AL 2014 INFORMATIVA N. 034 04 FEBBRAIO 2015 IVA LA COMUNICAZIONE DATI IVA RELATIVA AL 2014 Art. 8-bis, DPR n. 322/98 Provvedimenti Agenzia Entrate 17.1.2011 e 15.1.2015 Circolare Agenzia Entrate 25.1.2011, n.

Dettagli

INDICE. Prefazione all edizione 2009... pag. 13 CAPITOLO PRIMO L UTILIZZO DEL CREDITO IVA ANNUALE

INDICE. Prefazione all edizione 2009... pag. 13 CAPITOLO PRIMO L UTILIZZO DEL CREDITO IVA ANNUALE INDICE Prefazione all edizione 2009... pag. 13 CAPITOLO PRIMO L UTILIZZO DEL CREDITO IVA ANNUALE 1.1 Detrazione su Iva a debito... pag. 21 1.2 Compensazione con altre imposte... pag. 21 1.3 Cessione nell

Dettagli

DICHIARAZIONE ANNUALE IVA E COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA NOVITÀ

DICHIARAZIONE ANNUALE IVA E COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA NOVITÀ Circolare informativa per la clientela n.4 del 05 febbraio 2015 DICHIARAZIONE ANNUALE IVA E COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA NOVITÀ In questa Circolare 1. Modelli Iva 2015 Approvazione 2. Dichiarazione annuale

Dettagli

Fiscalità Edilizia. SPLIT PAYMENT: -Le regole per la compensazione o il rimborso del credito IVA-

Fiscalità Edilizia. SPLIT PAYMENT: -Le regole per la compensazione o il rimborso del credito IVA- Fiscalità Edilizia SPLIT PAYMENT: -Le regole per la compensazione o il rimborso del credito IVA- Marzo 2015 INDICE Premessa... 3 Compensazione credito IVA... 3 Rimborsi IVA Le nuove regole dal 2015...

Dettagli

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI Gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Comunicazione dati IVA per l anno 2014 Dichiarazione IVA per l anno 2014 - Chiusure contabili 2014 Entro lunedì 2 marzo 2015 deve

Dettagli

Informativa per la clientela

Informativa per la clientela Informativa per la clientela Informativa n. 8 del 26 gennaio 2011 Novità in materia di rimborsi, dichiarazioni e comunicazioni dati IVA INDICE 1 Premessa... 2 2 Nuove modalità di presentazione delle richieste

Dettagli

Le novità del quadro VA si possono sintetizzare nel modo seguente:

Le novità del quadro VA si possono sintetizzare nel modo seguente: GUIDA PRATICA ALLA DICHIARAZIONE IVA 2013 Premessa generale Lo scopo di questo contributo è quello di analizzare le principali novità contenute nella modulistica IVA-2013 (per il periodo d'imposta 2012)

Dettagli

STUDIO ANTONELLI. Forlì, 27 settembre 2004

STUDIO ANTONELLI. Forlì, 27 settembre 2004 Dott. Alessandro Antonelli TRIBUTARISTA - PUBBLICISTA REVISORE CONTABILE Dott.ssa Giancarla Berti COMMERCIALISTA REVISORE CONTABILE Dott. Federico Mambelli ASSISTENTE Dott. Alessandro Mengozzi COMMERCIALISTA

Dettagli

MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE

MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 3 del decreto legislativo 30 giugno 003 n.

Dettagli

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: IL MOD. IVA 2016 PAG. 2

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: IL MOD. IVA 2016 PAG. 2 CIRCOLARE N. 03 DEL 20/01/2016 SOMMARIO Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: IL MOD. IVA 2016 PAG. 2 IN SINTESI: L Agenzia delle Entrate ha recentemente emanato il Provvedimento di

Dettagli

OGGETTO: Check list visto di conformità

OGGETTO: Check list visto di conformità Informativa per la clientela di studio N. 29 del 18.02.2015 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Check list visto di conformità Per poter effettuare compensazioni orizzontali del credito IVA annuale,

Dettagli

IVA ADEMPIMENTI DICHIARATIVI 2013

IVA ADEMPIMENTI DICHIARATIVI 2013 Ai Gentili Clienti IVA ADEMPIMENTI DICHIARATIVI 2013 Di seguito si illustrano per sommi capi gli aspetti principali dei suddetti adempimenti. Scadenze Comunicazione Iva Presentazione 28/02/2013 Dichiarazione

Dettagli

IVA 2015. 1. Dichiarazione annuale Iva per l anno d imposta 2014 (Modello Iva 2015)

IVA 2015. 1. Dichiarazione annuale Iva per l anno d imposta 2014 (Modello Iva 2015) Circolare n. 1/2015 Pagina 1 di 9 A tutti i Clienti Loro sedi Circolare n. 1/2015 del 23 gennaio 2015 (tutte le circolari sono consultabili anche sul nostro sito all indirizzo www.bdassociati.it ) Riferimenti

Dettagli

La Comunicazione Dati Iva 2014 entro il 28.02.2014

La Comunicazione Dati Iva 2014 entro il 28.02.2014 Numero 24/2014 Pagina 1 di 10 La Comunicazione Dati Iva 2014 entro il 28.02.2014 Numero : 24/2014 Gruppo : Oggetto : Norme e prassi : IVA COMUNICAZIONE DATI IVA PROVVEDIMENTO DIRETTORE AGENZIA DELLE ENTRATE

Dettagli

L'INVIO DELLE DICHIARAZIONI D'INTENTO PER IL 2016

L'INVIO DELLE DICHIARAZIONI D'INTENTO PER IL 2016 L'INVIO DELLE DICHIARAZIONI D'INTENTO PER IL 2016 Come noto, agli esportatori abituali è concessa la possibilità di acquistare / importare beni e servizi senza applicazione dell IVA nel limite del plafond

Dettagli

Comunicazione e dichiarazione IVA/2015 ANNO 2014

Comunicazione e dichiarazione IVA/2015 ANNO 2014 Comunicazione e dichiarazione IVA/2015 ANNO 2014 Raccolta dati e richiesta documentazione Oggetto: Richiesta dati e documentazione per la predisposizione della Comunicazione e dichiarazione annuale IVA/2015

Dettagli

ADEMPIMENTI DEL CONTRIBUENTE. La dichiarazione annuale 2016 anno d imposta 2015

ADEMPIMENTI DEL CONTRIBUENTE. La dichiarazione annuale 2016 anno d imposta 2015 ADEMPIMENTI DEL CONTRIBUENTE La dichiarazione annuale 2016 anno d imposta 2015 pagina 1 di 16 La dichiarazione annuale IVA Consente la liquidazione definitiva del debito o del credito del contribuente

Dettagli

Piacenza, 04 Settembre 2015 Alle Cooperative in indirizzo

Piacenza, 04 Settembre 2015 Alle Cooperative in indirizzo SERVIZIO FISCALE Piacenza, 04 Settembre 2015 Alle Cooperative in indirizzo Prot. n. 105 Oggetto: NUOVO MODELLO DI POLIZZA FIDEIUSSORIA O FIDEIUSSIONE BANCARIA PER IL RIMBORSO IVA Provv. Direttore Agenzia

Dettagli

Anno 2013 N. RF160. La Nuova Redazione Fiscale CONTRIBUENTI EX MINIMI: I PRINCIPALI ADEMPIMENTI DICHIARATIVI

Anno 2013 N. RF160. La Nuova Redazione Fiscale CONTRIBUENTI EX MINIMI: I PRINCIPALI ADEMPIMENTI DICHIARATIVI Anno 2013 N. RF160 ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale www.redazionefiscale.it Pag. 1 / 7 OGGETTO RIFERIMENTI CIRCOLARE DEL 12/07/2013 CONTRIBUENTI E MINIMI: I PRINCIPALI ADEMPIMENTI DICHIARATIVI ART.

Dettagli

Fiscal News N. 17. Credito Iva 2013. La circolare di aggiornamento professionale 20.01.2014. Premessa

Fiscal News N. 17. Credito Iva 2013. La circolare di aggiornamento professionale 20.01.2014. Premessa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 17 20.01.2014 Credito Iva 2013 Categoria: Versamenti Sottocategoria: In compensazione L utilizzo in compensazione orizzontale del credito IVA

Dettagli

DICHIARAZIONE ANNUALE IVA

DICHIARAZIONE ANNUALE IVA Dott. Renato Portale per DICHIARAZIONE ANNUALE IVA La dichiarazione annuale consente la liquidazione definitiva del debito o del credito del contribuente consiste nella comunicazione della somma algebrica

Dettagli

Studio Dott.ssa Concetta Pettrone

Studio Dott.ssa Concetta Pettrone Informativa per la clientela di studio N. 06 del 07.01.2015 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: IVA nuove regole sui rimborsi Gentile Cliente, Con l art. 13 del Decreto Semplificazioni Fiscali (D.Lgs.

Dettagli

MODELLO IVA BASE 2015

MODELLO IVA BASE 2015 BOZZA INTERNET del //0 MODELLO IVA BASE 05 Periodo d imposta 0 Informativa sul dei dati personali (art. D.lgs. n.9/00) Finalità del Con questa informativa l Agenzia delle Entrate spiega come utilizza i

Dettagli

Abolita la Comunicazione annuale dati IVA

Abolita la Comunicazione annuale dati IVA Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 307 29.10.2014 D.D.L. di Stabilità 2015: Dichiarazione IVA entro Febbraio Abolita la Comunicazione annuale dati IVA Categoria: IVA Sottocategoria:

Dettagli

COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA ; Scadenza 28.02.2014 Verifica, predisposizione e invio telematico.

COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA ; Scadenza 28.02.2014 Verifica, predisposizione e invio telematico. INFORMATIVA N. 3 / 2014 Ai gentili Clienti dello Studio COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA ; Scadenza 28.02.2014 Verifica, predisposizione e invio telematico. DICHIARAZIONE ANNUALE IVA ; Verifica e predisposizione

Dettagli

L UTILIZZO DEL CREDITO IVA ANNUALE E IL VISTO DI CONFORMITÀ DEL MOD. IVA 2012

L UTILIZZO DEL CREDITO IVA ANNUALE E IL VISTO DI CONFORMITÀ DEL MOD. IVA 2012 INFORMATIVA N. 024 27 GENNAIO 2012 IVA L UTILIZZO DEL CREDITO IVA ANNUALE E IL VISTO DI CONFORMITÀ DEL MOD. IVA 2012 Art. 10, DL n. 78/2009 Circolari Agenzia Entrate 23.12.2009, n. 57/E; 15.1.2010, n.

Dettagli

COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA : SCADENZA AL 29 FEBBRAIO 2016

COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA : SCADENZA AL 29 FEBBRAIO 2016 COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA : SCADENZA AL 29 FEBBRAIO 2016 a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Con Provvedimento dell Agenzia delle Entrate del 15.1.2016 sono state aggiornate le istruzioni

Dettagli

ISTRUZIONI. Qualora il termine sopra indicato scada di sabato o in un giorno festivo lo stesso è prorogato al primo giorno feriale successivo.

ISTRUZIONI. Qualora il termine sopra indicato scada di sabato o in un giorno festivo lo stesso è prorogato al primo giorno feriale successivo. MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE ISTRUZIONI Gli articoli di legge richiamati nel modello e nelle istruzioni si riferiscono al D.P.R. 26 ottobre

Dettagli

Dichiarazione Iva 2012: focus sulle novità

Dichiarazione Iva 2012: focus sulle novità Numero 22/2012 Pagina 1 di 7 Dichiarazione Iva 2012: focus sulle novità Numero : 22/2012 Gruppo : IVA Oggetto : DICHIARAZIONE IVA Norme e prassi : PROVVEDIMENTO AGENZIA DELLE ENTRATE PROTOCOLLO N. 2012/5810

Dettagli

Focus di pratica professionale di Norberto Villa. Le società di comodo in Unico 2011

Focus di pratica professionale di Norberto Villa. Le società di comodo in Unico 2011 Focus di pratica professionale di Norberto Villa Le società di comodo in Unico 2011 Il prospetto del quadro RF Il quadro RF del modello Unico SC 2011 contiene le informazioni necessarie per verificare

Dettagli

ISTRUZIONI MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE

ISTRUZIONI MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE ISTRUZIONI Gli articoli di legge richiamati nel modello e nelle istruzioni si riferiscono al D.P.R. 26 ottobre

Dettagli

Circolare n. 4/2014 IL VERSAMENTO DEL SALDO IVA 2013

Circolare n. 4/2014 IL VERSAMENTO DEL SALDO IVA 2013 Ai gentili Clienti Loro Sedi Circolare n. 4/2014 IL VERSAMENTO DEL SALDO IVA 2013 Gentile cliente, La informo che entro il 17 marzo prossimo scade il versamento del saldo iva per il 2013 calcolato sulla

Dettagli

News di approfondimento. OGGETTO: Lo spesometro: dati 2012 da inviare entro il 12/21 novembre 2013

News di approfondimento. OGGETTO: Lo spesometro: dati 2012 da inviare entro il 12/21 novembre 2013 News di approfondimento N. 25 16 Ottobre 13 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Lo spesometro: dati 2012 da inviare entro il 12/21 novembre 2013 Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA

LA COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA LA COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA Tavole sinottiche a cura di Angelo Tubelli Dottore Commercialista Studio Tributario e Societario Andreani 1 LA COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA A decorrere dal 1 gennaio 2010,

Dettagli

N. 33 FISCAL NEWS. 20.01.2012 Il regime degli ex minimi. Premessa. La circolare di aggiornamento professionale

N. 33 FISCAL NEWS. 20.01.2012 Il regime degli ex minimi. Premessa. La circolare di aggiornamento professionale a cura di Antonio Gigliotti www.fiscal-focus.it www.fiscal-focus.info N. 33 FISCAL NEWS La circolare di aggiornamento professionale 20.01.2012 Il regime degli ex minimi Categoria Sottocategoria Regimi

Dettagli

Bozza del 21/12/2011. genzia. ntrate IVA BASE. Dichiarazione IVA BASE 2012 Periodo d imposta 2011 MODULISTICA

Bozza del 21/12/2011. genzia. ntrate IVA BASE. Dichiarazione IVA BASE 2012 Periodo d imposta 2011 MODULISTICA Bozza del //0 genzia ntrate IVA BASE Dichiarazione IVA BASE 0 Periodo d imposta 0 MODULISTICA Bozza del //0 MODELLO IVA BASE 0 Periodo d imposta 0 Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi

Dettagli

LE NUOVE REGOLE PER IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA L UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA

LE NUOVE REGOLE PER IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA L UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA Egregi CLIENTI - Loro SEDI Treviso, 4 febbraio 2015. CIRCOLARE N. 3 / 2015. LE NUOVE REGOLE PER IL RIMBORSO DEL CREDITO In presenza di un credito risultante dalla dichiarazione annuale al contribuente

Dettagli

OGGETTO: UTILIZZO DEL CREDITO IVA 2013

OGGETTO: UTILIZZO DEL CREDITO IVA 2013 Ai gentili Clienti Loro sedi Circolare n. 4 del 14/1/2014 OGGETTO: UTILIZZO DEL CREDITO IVA 2013 Con la presente vogliamo rammentare ai contribuenti le modalità di utilizzo del credito onde evitare errate,

Dettagli

INDICE GUIDA OPERATIVA

INDICE GUIDA OPERATIVA GUIDA OPERATIVA MODELLI DI DICHIARAZIONE ANNUALE IVA 1 Premessa 1 Novità 1 Soggetti che presentano la dichiarazione IVA in via autonoma 3 Struttura dei modelli 3 Modalità e termini di presentazione della

Dettagli

R21 - QUADRO RZ - DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI D IMPOSTA RELATIVA A INTERESSI, ALTRI REDDITI DI CAPITALE E REDDITI DIVERSI

R21 - QUADRO RZ - DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI D IMPOSTA RELATIVA A INTERESSI, ALTRI REDDITI DI CAPITALE E REDDITI DIVERSI R21 - QUADRO RZ - DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI D IMPOSTA RELATIVA A INTERESSI, ALTRI REDDITI DI CAPITALE E REDDITI DIVERSI 21.1 Generalità Il quadro RZ deve essere compilato dai soggetti che hanno corrisposto

Dettagli

RISOLUZIONE N. 54/E. Roma, 16 marzo 2007. Oggetto: Istanza di interpello DPR 26 ottobre 1972, n. 633 l ALFA S.r.l.

RISOLUZIONE N. 54/E. Roma, 16 marzo 2007. Oggetto: Istanza di interpello DPR 26 ottobre 1972, n. 633 l ALFA S.r.l. RISOLUZIONE N. 54/E Roma, 16 marzo 2007 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Oggetto: Istanza di interpello DPR 26 ottobre 1972, n. 633 l ALFA S.r.l. La Direzione Regionale ha trasmesso un istanza

Dettagli

MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE

MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 3 del decreto legislativo 30 giugno 003 n.

Dettagli

MODELLO IVA BASE 2014

MODELLO IVA BASE 2014 BOZZA INTERNET del //0 MODELLO IVA BASE 0 Periodo d imposta 0 Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. del D.Lgs. n. 9 del 00 Finalità del trattamento Dati personali Modalità del

Dettagli

COSTITUZIONE ED UTILIZZO DEL PLAFOND

COSTITUZIONE ED UTILIZZO DEL PLAFOND Circolare N. 51 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 10 luglio 2009 COSTITUZIONE ED UTILIZZO DEL PLAFOND Al sussistere di determinate condizioni, i soggetti che operano abitualmente con l estero

Dettagli

Il Punto sull Iva. Le novità della dichiarazione Iva 2008 a cura di Francesco Facchini

Il Punto sull Iva. Le novità della dichiarazione Iva 2008 a cura di Francesco Facchini Il Punto sull Iva Le novità della dichiarazione Iva 2008 a cura di Francesco Facchini Premessa Nel presente intervento verranno esaminate le novità della dichiarazione Iva 2008 da inviare esclusivamente

Dettagli

Circolare Studio Prot. N 10/15 del 03/03/2015

Circolare Studio Prot. N 10/15 del 03/03/2015 Circolare Studio Prot. N 10/15 del 03/03/2015 MD/cm Monza, lì 03/03/2015 A Tutti i C l i e n t i Loro Sedi Oggetto : NUOVO REGIME FORFETTARIO PER PERSONE FISICHE Riferimenti: Legge n. 190/2014 (c.d. Legge

Dettagli

LE NOVITA' IVA 2012 DICHIARAZIONE ANNUALE

LE NOVITA' IVA 2012 DICHIARAZIONE ANNUALE O C S E 1 LE NOVITA' IVA 2012 DICHIARAZIONE ANNUALE Francesco Campanile Dirigente Ministero Economia e Finanze Revisore dei conti CNSD Dottore commercialista Docente di Diritto Tributario internazionale

Dettagli

MODELLO IVA BASE 2016

MODELLO IVA BASE 2016 MODELLO IVA BASE 06 Periodo d imposta 0 Informativa sul dei dati personali ai sensi dell art. D.lgs. n.96/00 in materia di protezione dei dati personali Con questa informativa l Agenzia delle Entrate spiega

Dettagli

SOCIETA NON OPERATIVE DOPO LE NOVITA DELLA FINANZIARIA 2007

SOCIETA NON OPERATIVE DOPO LE NOVITA DELLA FINANZIARIA 2007 SOCIETA NON OPERATIVE DOPO LE NOVITA DELLA FINANZIARIA 2007 La legge Finanziaria 2007 è nuovamente intervenuta sulla disciplina delle società non operative, già oggetto di modifiche da parte del Decreto

Dettagli

RIMBORSO IVA INFRANNUALE

RIMBORSO IVA INFRANNUALE RIMBORSO IVA INFRANNUALE Manuale Operativo Rel. 4.70.10 Indice GUIDA DI RIFERIMENTO... 3 INTRODUZIONE... 3 GESTIONE MODELLO... 4 Scelta di menu... 4 Gestione modello... 4 Menu Modello... 4 Menu Dati...

Dettagli

Le principali novità del modello Iva 2010 a cura di Sergio Pellegrino e Giovanni Valcarenghi

Le principali novità del modello Iva 2010 a cura di Sergio Pellegrino e Giovanni Valcarenghi Il Punto sull Iva Le principali novità del modello Iva 2010 a cura di Sergio Pellegrino e Giovanni Valcarenghi Premessa Con Provvedimento del Direttore dell Agenzia delle Entrate di data 15 gennaio 2010

Dettagli

Modelli di dichiarazione 2012: in sintesi le novità

Modelli di dichiarazione 2012: in sintesi le novità Modelli di dichiarazione 2012: in sintesi le novità a cura di Fabio Bonicalzi (*) Sul sito Internet dell Agenzia delle Entrate sono stati pubblicati i Provvedimenti di approvazione dei seguenti modelli

Dettagli

Adempimenti Iva 2016 e riflessi dichiarativi delle novità 2015

Adempimenti Iva 2016 e riflessi dichiarativi delle novità 2015 Adempimenti Iva 2016 e riflessi dichiarativi delle novità 2015 Bologna, 26 Gennaio 2016 Argomenti 2 Novità e termini di presentazione della Dichiarazione IVA La gestione del credito IVA Reverse charge

Dettagli

Limite aggiunto dall art. 52 della legge fiscale collegata alla finanziaria 2000 - L. 342/2000.

Limite aggiunto dall art. 52 della legge fiscale collegata alla finanziaria 2000 - L. 342/2000. Il commento 1. Normativa di riferimento L istituto del rimborso trimestrale IVA è disciplinato dall art. 38-bis, co. 2, D.P.R. 633/1972 e successive modificazioni ed integrazioni. Il contribuente può richiedere

Dettagli

DICHIARAZIONE IVA 2010

DICHIARAZIONE IVA 2010 SOMMARIO FILMATO VideoFisco 20.01.2010 Info al n. 0376-775130 SINTESI DEGLI ADEMPIMENTI CASI PARTICOLARI NOVITÀ NELLA COMPILAZIONE DEL MODELLO DICHIARAZIONE IVA 2010 Provv. Ag. Entrate 15.01.2010 - D.P.R.

Dettagli

Focus di pratica professionale di Fabio Colombo. Il quadro RX della dichiarazione dei redditi

Focus di pratica professionale di Fabio Colombo. Il quadro RX della dichiarazione dei redditi Focus di pratica professionale di Fabio Colombo Il quadro RX della dichiarazione dei redditi Il quadro RX della dichiarazione dei redditi espone i crediti relativi alla liquidazione delle imposte in essa

Dettagli

LE NOVITÀ DEL MOD. UNICO 2013 SC

LE NOVITÀ DEL MOD. UNICO 2013 SC INFORMATIVA N. 081 25 MARZO 2013 DICHIARAZIONI LE NOVITÀ DEL MOD. UNICO 2013 SC Istruzioni mod. UNICO 2013 SC Nel mod. UNICO 2013 SC sono presenti alcune novità connesse con l operatività di una serie

Dettagli

Dichiarazione annuale IVA 2016 - periodo d'imposta 2015

Dichiarazione annuale IVA 2016 - periodo d'imposta 2015 Dichiarazione annuale VA 2016 - periodo d'imposta 2015 Cliente N.ro nformazioni generali o Scelta presentazione modello VA in via autonoma Si O - No O o Visto di conformità per compensazione credito oltre

Dettagli

LA DEDUCIBILITÀ DELL IRAP PER IL 2012

LA DEDUCIBILITÀ DELL IRAP PER IL 2012 INFORMATIVA N. 082 26 MARZO 2013 IMPOSTE DIRETTE LA DEDUCIBILITÀ DELL IRAP PER IL Art. 6, DL n. 185/2008 Art. 2, comma 1, DL n. 201/2011 Istruzioni mod. UNICO 2013 Nel mod. UNICO 2013 le imprese / lavoratori

Dettagli

genzia ntrate UNICO Società di persone

genzia ntrate UNICO Società di persone genzia ntrate 2013 PERIODO D IMPOSTA 2012 UNICO Società di persone INDICATORI DI NORMALITÀ ECONOMICA UNICO SOCIETÀ DI PERSONE L articolo 1, comma 19, primo periodo, della legge n. 296 del 2006 (Legge Finanziaria

Dettagli

Visto di conformità. La normativa e la sua applicazione. A cura di: Marco Sigaudo. (testo aggiornato al 04/02/2013)

Visto di conformità. La normativa e la sua applicazione. A cura di: Marco Sigaudo. (testo aggiornato al 04/02/2013) Visto di conformità La normativa e la sua applicazione (testo aggiornato al 04/02/2013) A cura di: Marco Sigaudo Sommario Introduzione e novità 2013... 3 Comunicazione dati iva... 4 Compensazioni... 5

Dettagli

Dichiarazione annuale Iva 2012 per anno 2011 - Modello richesta dati

Dichiarazione annuale Iva 2012 per anno 2011 - Modello richesta dati Dichiarazione annuale Iva 2012 per anno 2011 - Modello richesta dati Cliente N.ro Informazioni generali o Copia prospetto riepilogativo "dichiarazione Iva annuale per anno 2011" stampata da Vs. computer.

Dettagli