SALVINI NEWS IL 2014: UN ANNO RICCO DI NOVITÀ.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SALVINI NEWS IL 2014: UN ANNO RICCO DI NOVITÀ."

Transcript

1 Presidio Ospedaliero Bollate Presidio Ospedaliero Garbagnate Presidio Ospedaliero Passirana Presidio Ospedaliero Rho Nuovo Ospedale Garbagnate SALVINI NEWS Rivista di informazione dell Azienda Ospedaliera Guido Salvini PERIODICO TRIMESTRALE. Iscrizione Tribunale di Milano n. 43. Dicembre N.3. PROGETTO GRAFICO: Design E20. STAMPA: TGM S.n.c Cologno Monzese IN QUESTO NUMERO pag. 2 Novità Gastroenterologia: un moderno ecoendoscopio. La task force di medicina nucleare. Inaugurata a Rho la nuova emodinamica. Nuove tecnologie Un casco 3D. La medicina di laboratorio. Il nuovo ospedale pag. 10 Riconoscimenti Il dottor Corrado D Urbano in Cina. Dipartimento Internazionale per le cure palliative e terapia del dolore. Premiato il progetto CISED. Garbagnate: tra cura e fede Bollate e il WWF per l oasi del Caloggio pag. 7 pag. 9 pag. 13 pag. 14 IL 2014: UN ANNO RICCO DI. Il 2014 è stato anno ricco di novità per la nostra Azienda Ospedaliera. Possiamo affermare che è partito il grande rilancio dei nostri presidi di Garbagnate, Bollate, Rho e Passirana. Dal Governo e dalla Regione sono arrivati i tanto attesi 47 milioni che ci hanno permesso di completare il nuovo ospedale di Garbagnate fare interventi importanti su quello di Rho e programmare interventi su Bollate e Passirana. Nel presidio rhodense è stato terminato l ampliamento della seconda sala di emodinamica con un importante qualificazione del servizio, coerente con le linee guida nazionali e regionali nonché con i più alti standard di qualità, sono partiti anche i lavori per la ristrutturazione del pronto soccorso che termineranno entro la data di avvio del tanto atteso EXPO, è stata trasferita la sede della facoltà di laurea in infermieristica ed è diventato operativo uno dei più moderni laboratori di microbiologia dotato delle più avanzate e apparecchiature scientifiche. A Bollate è stato trasferito il Servizio di Neuropsichiatria territoriale ed è in dirittura d arrivo l area dedicata alle attività odontoiatriche e al poliambulatorio ospedaliero. Sempre a Bollate è stata ampliata e dotata di una seconda gamma camera la medicina nucleare che si è gemellata con quella di Niguarda, dando vita alla prima Medicina Nucleare Interaziendale della Lombardia. A Garbagnate è già in corso il trasloco degli uffici amministrativi nel nuovo ospedale che dovrebbe diventare completamente operativo con tutte le attività sanitarie in primavera. In questo presidio la regione Lombardia ha riconosciuto uno dei nove centri di riferimento di macroarea trasfusionale regionale, inoltre grazie al proficuo lavoro costruito negli anni l azienda è stata individuato come una dei 4 hub regionali per la terapia del dolore, riconoscendo la lungimiranza di chi ci ha preceduto è l altissima professionalità degli attuali dirigenti che consentono di curare ed assistere a domicilio circa 600 pazienti all anno affetti da patologie oncologiche e non. Il Presidio di Passirana è stato individuato dalla Regione Lombardia come il punto di riferimento regionale per il sostegno della domiciliarità delle persone con fragilità con relativa stipula di convenzione con INAIL. Continua > PERIODICO A DIVULGAZIONE GRATUITA -

2 La nostra Azienda nell anno che sta per finire ha inoltre dato vita al rimboschimento con piantine,di una zona di parco delle Groane rispettando l impegno preso quando erano state tagliate le piante per realizzare il nuovo ospedale ed è stato rinnovato l accordo anche per l area del Caloggio di Bollate che per altri sei anni sarà gestita dal Wwf. Su richiesta del comune di Bollate è stata trovata una sede anche alla Seo-Protezione Civile che nell anno nuovo sarà operativa nell ospedale, nonché della Pubblica Assistenza di Senago. Sul fronte gestionale un grande apprezzamento deve essere fatto all area logistica e della conservazione documentale che hanno messo in atto un ambizioso ed importante progetto volto alla conservazione del patrimonio documentale ed artistico dei quattro presidi ospedalieri con accordi con l archivio di stato e la soprintendenza. Sono in corso attività grazie all interessamento della Dg cultura della Regione attività di conservazione e trasferimento del patrimonio mobiliare del PO di Garbagnate che non può trovare collocazione nel nuovo ospedale. Un ringraziamento va riconosciuto al personale che si è prodigato per le molteplici iniziative intraprese di miglioramento per il raggiungimento degli obiettivi realizzati e per quelli in programma per Ermes Maltagliati 1 Gastroenterologia. Donato un moderno ecoendoscopio. Il dottor Gianpiero Manes chiamato a scrivere le linee europee per l endoscopia. La gastroenterologia della Salvini si arricchisce di una moderna attrezzatura che è entrata in funzione presso il servizio di Garbagnate. Si tratta di un ecoendoscopio che è stato donata dalla ditta Boston Scientific. L eco-endoscopia è una tecnica che, come dice il nome, consente di eseguire una ecografia dall interno del corpo, introducendo cioè attraverso la bocca o l ano un endoscopio che porta sulla sua punta una piccola sonda ecografica. Il grande vantaggio della ecoendoscopia rispetto alla ecografia convenzionale (quella che viene fatta poggiando una sonda sulla pancia) è di mettere in contatto o avvicinare notevolmente la sonda ecografica all organo che si vuole studiare, evitando quindi tutte quelle strutture, quali la parete addominale, il grasso, l aria presente nell intestino, che normalmente rendono la ecografia meno precisa. La ecoendoscopia è dunque un esame molto preciso che permette di studiare con accuratezza la parete degli organi che compongono l apparato digerente (l esofago, lo stomaco il duodeno e la parte finale dell intestino) e la struttura di organi vicini allo stomaco ed all intestino quali il pancreas, la colecisti, le vie biliari, il fegato, la milza ed il rene sinistro. Consente inoltre di valutare la presenza e le caratteristiche dei linfonodi addominali e toracici. Un ulteriore grande vantaggio offerto dalla ecoendoscopia è la possibilità di eseguire prelievi di tessuti introducendo sotto guida ecografica un ago all interno della lesione sospetta. La ecoendoscopia offre inoltre anche l opportunità di fare piccoli interventi quali il drenaggio di raccolte addominale e pancreatiche che, altrimenti, dovrebbe essere trattate chirurgicamente. La tecnica con cui si esegue la ecoendoscopia è relativamente semplice ed è simile ad una endoscopia di durata un po maggiore. La procedura ha una durata che va dai 30 ai 60 minuti. L esame viene effettuato in sedazione cosciente mediante anestesia locale della gola e con somministrazione endovenosa di un ansiolitico e di un oppiaceo. Solo in casi selezionati l esame potrebbe richiedere una sedazione profonda con l assistenza di un anestesista. La maggior parte delle ecoendoscopie possono essere eseguite ambulatorialmente, prescritte dal medico di famiglia e rimborsate dal SSN. Solo le procedure operative possono richiedere un ricovero ordinario o in DH. I campi principali di applicazione tipici della ecoendoscopia sono la diagnosi delle patologie ostruttive delle vie biliari (calcoli, tumori), la diagnosi delle patologie infiammatorie e neoplastiche del pancreas, la diagnosi dei tumori dell esofago, stomaco ed intestino. La ecoendoscopia ha oggi un ruolo insostituibile nella stadiazione di vari tumori dell apparto digerente e, talvolta, dell apparato respiratorio. Consente infatti di valutare il grado di infiltrazione da parte del tumore della parete dell organo e la presenza di metastasi linfonodali ed epatiche. Il dottor Gianpiero Manes che dirige la gastroenterologia fa parte del gruppo europeo della Società Europea di Endoscopia (ESGE) che sta scrivendo le linee guida per l endoscopia. Ne mese di novembre sono state pubblicate le linee guida per le protesi del colon e tra gli autori il suo nome compare con quello di altre tre italiani. Bollate-Niguarda: è nata la task force di medicina nucleare. BOLLATE - E nata l Unità Operativa Interaziendale di Medicina Nucleare. Grazie ad una convenzione stipulata tra le Aziende Ospedaliere Salvini di Garbagnate e Niguarda-Ca Granda di Milano sarà migliorata l offerta qualitativa e quantitativa delle prestazione medicina nucleare erogate presso le due strutture sanitarie con particolare riferimento ai pazienti ricoverati e quelli residenti nel territorio di competenza. L importante accordo qualifica ancor di più l Unità Operativa bollatese che di recente è stata dotata di una seconda Gamma camera e permetterà anche di valorizzare le competenze professionali degli operatori della Medicina Nucleare. Il Dipartimento dei Servizi Diagnostici della Salvini è diretto dal dottor Alberto Cazzulani mentre quello di Niguarda, il Dipartimento Tecnologie Avanzate Diagnostico Terapeutiche è diretto dal dottor Claudio Rossetti. Gli obiettivi principali, come sottolineato dal direttore generale Ermenegildo Maltagliati oltre che qualitativi e quantitativi delle due strutture puntano a definire procedure unificate per tutte le prestazioni erogate. Saranno attivate procedure di integrazione del personale medico con particolare riferimento alle prestazioni quali PET e terapia radio metabolica, coordinando l aggiornamento tecnologico e quello tecnico-professionale del personale operante. Questa convenzione permetterà al servizio di essere continuativo e di non subire delle interruzioni. A Bollate è già operativa la nuova gamma camera e grazie alla presenza del secondo medico verranno ottimizzati i tempi di lavorazione e programmazione degli esami afferma Tiziana Caldarulo direttore sanitario d Azienda Ciò consentirà una significativa riduzione dei tempi d attesa. L accordo prevede anche che i pazienti già accettati dalla medicina nucleare di Bollate, che sarebbero stati rinviati in caso di guasti od interruzioni tecniche, possano essere trasferiti a Niguarda per espletare gli esami richiesti. Questa iniziativa è da considerarsi una anticipazione e sperimentazione della nuova organizzazione in rete degli ospedali - spiega il dottor Giuseppe Genduso, direttore sanitario del Niguarda - con lo scopo di migliorare la qualità e disponibilità di prestazioni ad alta tecnologia attraverso la qualificazione dei professionisti e condivisione delle risorse tecnologiche ed umane. Iscrizione Tribunale di Milano n.43 del Direttore Editoriale: Ermenegildo Maltagliati. Direttore Responsabile: Silvano Santambrogio. Comitato di Redazione: Tiziana Caldarulo, Loredana Luzzi, Fabio Florianello. Il presente numero è stato chiuso il 22 dicembre

3 Rho: inaugurata la nuova emodinamica. Una nuova e moderna sala di emodinamica è entrata in funzione all ospedale di Rho. All inaugurazione è intervenuto l assessore regionale alla salute, Mario Mantovani che nel suo intervento ha sottolineato l importanza di questo storico servizio di cui ne è ora responsabile il professor Giuseppe De Angelis. Presenti alla cerimonia il direttore generale della Salvini Ermenegildo Maltagliati, quello della Asl Giorgio Scivoletto, i consiglieri regionali Carlo Borghetti e Marco Tizzoni, il direttore sanitario dell Azienda, Tiziana Caldarulo, quello amministrativo Loredana Luzzi oltre al personale ospedaliero. Il servizio di emodinamica cardiovascolare del presidio ospedaliero di Rho, annesso alla Unità Operativa Complessa di Cardiologia e UTIC è tra i primi ad essere stato attivato in Lombardia ad opera del Prof. Binda, allora presidente dell ANMCO, associazione nazionale cardiologi ospedalieri, nel lontano che, insieme all emodinamica,. Per anni è stato il riferimento di diagnostica cardiovascolare nell hinterland milanese, per la valutazione di pazienti con cardiopatia ischemica e cardiopatie congenite, allora molto frequenti. In quel tempo, le emodinamiche attive erano sostanzialmente, quella dell Ospedale Niguarda di Milano e dell Ospedale di Varese. Solo Successivamente nacquero altre emodinamiche, come quella del vicino Ospedale Sacco, Ospedale San Carlo, Policlinico, Ospedale San Paolo etc e delle cliniche convenzionate. Ma il fiore all occhiello del servizio è rappresentato dall interventistica: infatti, da circa 20 anni è operativa anche l attività interventistica cardiovascolare, quindi non solo procedure diagnostiche, ma anche terapeutiche, consistente in angioplastiche prevalentemente coronariche elettive e, soprattutto, in angioplastiche primarie, cioè trattamento dell infarto miocardico acuto, di pazienti provenienti dalla rete del 118 e quelli auto presentati nei pronto soccorsi dei tre presidi per acuti. Da allora è attiva la reperibilità 24 ore per il trattamento dell infarto miocardico acuto. Inoltre, da qualche mese si effettuano anche altre procedure interventistiche, come la valvuloplastica aortica, che in molti casi rappresenta unica terapia in pazienti anziani, fragili con stenosi valvolare aortica severa, una volta destinati a morte precoci e con sofferenze inaccettabili e l applicazione della circolazione extracorporea per lo shock cardiogeno. Nonostante l accrescersi del numero di emodinamiche nel milanese, l emodinamica di Rho è in continua crescita in termini di numero di procedure diagnostiche ed interventistiche, rispondendo efficacemente al bisogno di salute della cittadinanza dell ASL corrispondente. 4 5

4 Grazie al lavoro coordinato di tutti gli attori sanitari e amministrativi dell azienda, unito alla sensibilizzazione dei medici curanti del territorio e del 118 sull offerta dei servizi sanitari disponibili dell azienda, si è assistito negli ultimi anni ad un incremento significativo delle procedure interventistiche per acuti e per pazienti elettivi, confermando un miglioramento dell indice di gradimento della scelta di farsi curare presso la nostra azienda. ECCO I DATI DEGLI ULTIMI 3 ANNI: Anno 2012: cororonarografie: 833, angioplastiche coronariche totali 412, di cui primarie 146. Anno 2013: coronarografie: 945, angioplastiche coronariche totali 435, di cui primarie 150. Anno 2014 al 10 dicembre: coronarografie 1174, angioplastiche totali 523, di cui primarie 170. Inoltre nel 2014 sono state effettuate per la prima volta già 10 valvuloplastiche aortiche e altri interventi innovativi, come devices per la circolazione extracorporea in pazienti con shock cariogeno, trattamento interventistico dell ipertensione arteriosa etc. 2 Rho: un casco 3D per interventi chirurgici ed urologici. Il dispositivo testato in sala operatoria. C è sempre più tecnologia, sicurezza e precisione nella sale operatorie. Una delle ultime novità arriva dall ospedale di Rho dove nei giorni scorsi è stato testato un innovativo dispositivo di tecnologia avanzata della Sony che permette di effettuare interventi di chirurgia mini-invasiva in condizioni di altissima sicurezza e di massima precisione a tutela sia dei pazienti che degli operatori. Per la seconda volta in Italia (un unica preliminare esperienza è stata recentemente effettuata presso l Università La Sapienza sede di Latina ), questo device è stato utilizzato dalle equipe del primario di urologia, Tiziano Zago e da quello di chirurgia Eugenio Morandi in due interventi di chirurgia oncologica con tecnica laparoscopica avanzata ed in un intervento endourologico per la rimozione di un calcolo ureterale. Il dispositivo consiste in un sistema di visualizzazione stereoscopica 3D che consente di convogliare le immagini ad alta definizione NUOVE TECNOLOGIE del monitor su un casco montato direttamente sulla testa del chirurgo. Il casco e munito di un display regolabile e consente all operatore di mantenere una posizione ergonomica osservando il campo operatorio in 3D esattamente davanti agli occhi. Le immagini stereoscopiche così ottenute sono condivisibili, attraverso un secondo apparecchio, anche dal secondo operatore. La disponibilità di sistemi avanzati di visualizzazione dell immagini intraoperatorie che forniscono migliori dettagli anatomici risulta ad oggi fondamentale in ambito chirurgico per ottimizzare efficacia e sicurezza degli interventi. Questo specifico dispositivo, consente agli operatori una migliore postura di lavoro in particolare per gli interventi di lunga durata. L uso del 3D è stato sperimentato nei mesi scorsi anche nelle sale operatore della chirurgia generale dell ospedale di Garbagnate 6 7

5 NUOVE TECNOLOGIE La medicina di laboratorio al servizio dei cittadini. 3 Garbagnate: il nuovo ospedale è una realtà proiettata nel futuro. Da gennaio inizieranno i trasferimenti di alcuni uffici amministrativi. Poi, via via gradatamente sarà la volta dei reparti e degli ambulatori. E ormai una realtà il nuovo ospedale di Garbagnate, un nosocomio proiettato nel futuro. I sindaci del Distretto Sanitario 1, accompagnati dal direttore generale dottor Ermenegildo Maltagliati e dal dirigente medico del presidio garbagnatese, hanno visitato la nuova ed imponente struttura che è ormai ultimata. Il nuovo Salvini risulta al top della tecnologia con robot che collegati ad un sistema Gps trasportano tutto il materiale destinato ai reparti. In un prossimo futuro le cartelle cliniche saranno elettroniche e potranno essere consultate, aggiornate e compilate direttamente dal letto dei pazienti dove sono installati dei monitor polifunzionali. Grazie al finanziamento arrivato dallo Stato e dalla Regione si stanno ultimando arredi e servizi tecnologici ed informatici. Il nuovo ospedale avrà circa 500 posti letto, un migliaio di parcheggi sotterranei ed esterni, 6 sale operatorie, 6 sale parto. Costo dell opera euro. Il nuovo modello clinico-organizzativo del Laboratorio di Microbiologia dell AO G. Salvini consolidato presso il Presidio Ospedaliero di Rho, tiene conto, dell essenza della Diagnosi Infettivologica che si sostanzia nella quotidiana risposta al quesito clinico espresso da pazienti e medici, nonchè delle esigenze di qualità, di accessibilità dei pazienti così come delle necessità economiche ed organizzative. In seno al progetto di riorganizzazione generale della UOC Medicina di Laboratorio e Microbiologia diretta dal Dr. Giuseppe Giuliani, il Laboratorio di Microbiologia del PO di Rho rappresenta sicuramente uno dei laboratori più all avanguardia in Italia per innovazione tecnologica e automazione. In partnership con Becton Dickinson Diagnostic System, azienda leader nel settore diagnostico medicale, è stato realizzato un eccellente progetto di reingegnerizzazione tecnologica dei processi del laboratorio di microbiologia. Ad esempio, l introduzione della spettrometria di massa ha comportato la riduzione del tempo necessario per l identificazione batterica da 24 ore a pochi minuti consentendo al clinico di operare, nel più breve tempo possibile, la più corretta terapia antibiotica empirica ragionata. Il laboratorio di microbiologia, unico a livello aziendale e operativo 365 giorni all anno, è in grado di processare in completa automazione la totalità dei campioni biologici che necessitano di una diagnosi batteriologica, azzerando il rischio di contaminazione e assicurando il massimo della qualità e della sicurezza biologica per i pazienti e per gli operatori sanitari. Questo è stato reso possibile grazie all inserimento di una Work Cell Automation, catena in completa automazione, capace di gestire i campioni biologici nelle fasi di accettazione, semina, incubazione e lettura digitale garantendo tracciabilità e standardizzazione dell intero flusso diagnostico dei pazienti. L innovazione tecnologica introdotta presso il Laboratorio di Microbiologia del PO di Rho risponde alle esigenze odierne dell area clinica, ricevere dati diagnostici accurati, rapidi e standardizzati al fine di garantire il miglior management del paziente. Prosegue il più complesso percorso di riqualificazione e riorganizzazione dell intera Medicina di Laboratorio che si sta conducendo in armonia e coerenza con le indicazioni programmatiche di Regione Lombardia in materia di modernizzazione della rete dei laboratori lombardi. 8 9

6 4 RICONOSCIMENTI Garbagnate: il dottor Corrado D Urbano in Cina per parlare della chirurgia laparoscopica a Garbagnate ed in Italia. Importante riconoscimento per la chirurgia laparoscopica dell ospedale di Garbagnate. Da ormai 3 anni in questo ospedale vengono pressoché quotidianamente eseguiti interventi di chirurgia laparoscopica maggiore prevalentemente per neoplasie del colon-retto e dello stomaco. Il direttore dell Unità Operativa Chirurgia 2, dottor Corrado D Urbano è stato invitato in Cina dove ha portato la sua esperienza al 2 Congresso Internazionale di chirurgia laparoscopica gastrointestinale Cme/Tme che si è svolto a Whuan. A volere sul palco degli oratori il dottor D Urbano, è stato personalmente il professor Gong Jianping, titolare della cattedra di chirurgia laparoscopica del Tongji Medical Hospital, uno dei massimi centri d eccellenza mondiali che si occupano di queste patologie. Accanto all unico chirurgo italiano c erano l inglese professor Bill Heald padre della chirurgia dei tumori rettali ed ideatore della TME (Total Mesorectal Exision) che ha rivoluzionato l approccio chirurgico dei tumori del retto e il tedesco Werner Hohenberger. I partecipanti al convegno erano oltre tremila provenenti da ogni parte del mondo anche se gli organizzatori hanno rivolto la loro scelta su tre chirurghi europei, compreso Corrado D Urbano. Il primario dell ospedale garbagnatese ha illustrato le tecniche di chirurgia laparoscopica avanzata per il trattamento del cancro gastrico, i risultati personali e le linee guida italiane. RICONOSCIMENTI Il Dipartimento Interaziendale per le Cure Palliative e la Terapia del Dolore diventa hub regionale. Alla guida il dottor Michele Sofia. Un altro importante riconoscimento per il Dipartimento Interaziendale per le Cure Palliative e per la Terapia del Dolore che interessa tutto il territorio dell Asl Milano 1, comprese le Aziende Ospedaliere di Garbagnate, Legnano e la clinica San Carlo di Paderno. Grazie al lavoro svolto quotidianamente da questo centro, la Regione Lombardia ha inserito il Dipartimento nei 4 centri hub lombardi, con funzioni di coordinamento della rete regionale di terapia del dolore. L identificazione di questi quattro centri, (Azienda Ospedaliera Salvini di Garbagnate, Ospedale di Niguarda, Azienda Ospedaliera Macchi di Varese e Fondazione Maugeri di Pavia), si è basata sulla valutazione del possesso di requisiti organizzativi e quali-quantitaivi precedentemente individuati dal Gruppo di Approfondimento Tecnico (GAT). Il direttore di questo Dipartimento interaziendale, il dottor Michele Sofia ha espresso grande soddisfazione per il risultato raggiunto affermando che il riconoscimento è la conferma, una volta di più, di essere eccellenza nel panorama regionale e nazionale, grazie anche al grande lavoro svolto in questi ultimi anni da parte di tutti gli operatori. La lungimiranza e l attenzione delle attuali direzioni strategiche dell azienda Salvini e di chi ha posto le basi organizzative affinchè questa struttura crescesse in competenza ed operatività, ha consentito il raggiungimento di questo importante obiettivo di cui ne beneficeranno in primo luogo tutti quei pazienti che quotidianamente si confrontano e lottano contro la sofferenza. Soddisfazione per il riconoscimento è stata espressa anche dal direttore generale dell Azienda Ospedaliera Salvini e dai direttori sanitario Tiziana Caldarulo e amministrativo Loredana Luzzi

7 IL PROGETTO CISED DELLA SALVINI PREMIATO IN REGIONE LOMBARDIA RICONOSCIMENTI 5 Garbagnate: la lunga storia di cura e di fede, verso e con i malati, continua... Aperta nel 1923 la Chiesa di San Carlo Borromeo è sempre stata punto di riferimento, meditazione e preghiera di milioni di malati e cittadini della zona. Ora con il nuovo ospedale la storica chiesa che fine farà? Si è tenuta in aula Gaber il 2 dicembre la premiazione ufficiale del concorso regionale con un evento molto partecipato dal titolo Miglioramento continuo della qualità della documentazione sanitaria. The Gold Project: presentazione dei progetti vincenti per la gestione della documentazione sanitaria Alla presenza dei rappresentanti di numerose aziende sanitarie il Direttore Generale della DG Salute Walter Bergamaschi ha premiato i progetti vincitori per ciascuna delle quattro categorie progettuali. L AO Salvini è risultata vincitrice del primo premio sull area tematica n. 3 denominata Integrazione interdisciplinare e interprofessionale con il progetto denominato CISED Progetto CISED Clinical Imaging System per gli esami di endoscopia digestiva nella gastroenterologia aziendale: un sistema per l interoperabilità, la tracciabilità dei processi e sicurezza del paziente, integrato SIO e SISS. Dall esecuzione dell esame alla CLS (Conservazione Legale Sostitutiva) Il progetto, che vede come team learder il Responsabile dei Sistsemi informativi Aziendali Guido Meregalli - ha consentito di attivare l utilizzo del Sistema denominato Endox che consente la gestione centralizzata degli esami eseguiti nelle tre Gastroenterologie dei Presidi Ospedalieri di Garbagnate, Rho e Bollate; il sistema è integrato dal punto di vista dei dati clinici e con tutti gli applicativi gestionali del sistema informativo ospedaliero quali l Anagrafica Pazienti Centralizzata (BAC certificata NAR e MEF), la Gestione Ricoveri e il CUP centro unificato di prenotazione -. La consegna ufficiale del premio dichiara il Direttore Amministrativo Loredana Luzzi è l occasione per ringraziare i nostri colleghi che con questo progetto hanno applicato un modello di lavoro interdisciplinare e multiprofessionale e la Regione Lombardia che con questa iniziativa ha consente alle Aziende di dimostrare ed apprendere le buone pratiche di gestione in una modalità integrata e sinergica. La gestione delle informazioni cliniche ed amministrative in modalità integrata ha infatti importanti ricadute sulla qualità dell assistenza sanitaria. Questo il pensiero di don Claudio, cappellano dell Ospedale e del Diacono Elio. C era una volta, così iniziano le favole, ma qui si tratta di realtà. C era una volta un medico, Guido Salvini, che, visitando i malati nelle borgate circostanti, si rese conto e iniziò a prendersi cura di molti di loro, toccati dal mal sottile, la tubercolosi. Se il buongiorno si vede dal mattino, l attenzione e la premura di quest uomo, vide ben presto il coinvolgendo anche di coloro che erano preposti al Bene Comune dei cittadini e della stessa chiesa locale. Se l ospedale è un po metafora della vita: non finisce mai, ad uno che si chiude se ne apre un altro; del resto, parafrasando un espressione di Gesù, possiamo dire che i malati li abbiamo sempre con noi. A proposito del nuovo ospedale, credo di aver capito che sarà dotato di tecnologie, le più avanzate, anche per quanto riguarda la diagnostica e gli interventi di cura delle varie malattie: ben vengano! Spendo solo una parola perché, nella cura di ogni malato, a questi traguardi della tecnica applicata al raggiungimento della salute, si favorisca sempre quel rapporto umano tra personale curante e paziente che tiene conto della singolarità di ogni persona nelle sue diverse componenti: fisica, psichica, relazionale, spirituale. In parole semplici per tutti coloro che sono e saranno chiamati ad avvicinare ogni persona malata, auspico che avvenga ciò che è stato detto dal professor Guido Tattoni, primario e fondatore del reparto di chirurgia vascolare: Lavorò con quell assoluta umanità che voleva dire: prima di tutto il paziente. Ci accompagni, nel nostro servizio verso i malati, quell espressione che san Camillo de Lellis, patrono dei malati e del personale ospedaliero, ripeteva spesso ai confratelli: Più cuore in quelle mani! 12 13

8 6 Bollate: l azienda ospedaliera rinnova il contratto con il WWF per l oasi del Caloggio di Bollate. L Azienda Ospedaliera Salvini ha rinnovato per altri sei anni al Wwf il contratto di comodato d uso gratuito dell Oasi del Caloggio di Bollate. L accordo è stato sottoscritto in questi giorni e permetterà di continuare a gestire i terreni in località Caloggio, di proprietà della Salvini, diventati uno di punti qualificanti delle aree protette della città. Con questo accordo l Azienda Ospedaliera ha riconfermato la convenzione già in atto dal 1993 e recentemente scaduta. Nella richiesta del prolungamento del comodato, l Oasi WWF sottolineava l importanza dell area di alto valore naturalistico vissuta anche dalla popolazione per le passeggiate, le osservazioni sul campo, per le gite delle scuole del territorio. Un area sulla quale nel corso di questi anni, il WWF ha investito molto, sia in risorse umane che finanziarie, per trasformare questo luogo, ove regnava il degrado e l abusivismo, in un luogo fruibile da tutti ed un punto d incontro fra uomo e natura. In vent anni le aree occupate da terzi sono state ripulite (ben 10 i cassoni di camion di rifiuti raccolti), il bosco è stato riqualificato, rinfoltito, rimboschiti 10mila mq di terreni, sono state create zone umide e sentieri naturalistici coinvolgendo anche i ragazzi del Centro Diurno Disabili di Bollate. Un lavoro immenso ed importante per la salvaguardia di un oasi verde che ogni anno è teatro di iniziative e giornate che coinvolgono tutti i cittadini. Bollate: la SEO trova casa in ospedale. Grazie ad un accordo fra l Azienda Ospedaliera Salvini, il Comune di Bollate e la SEO i volontari di protezione civile avranno una nuova sede nell ospedale di Bollate. Alla presentazione di questo accordo, avvenuta nell aula giunta di Bollate erano presenti il direttore generale della Salvini, Ermenegildo Maltagliati, il sindaco Stefania Lorusso con l assessore alla Sicurezza e Protezione civile Fabio Boniardi, e Giuseppe Silvestre con Gianluigi De Moliner, in rappresentanza della SEO - Protezione civile. A sottolineare l importanza dell evento hanno presenziato anche Simona Bordonali, assessore alla Sicurezza e Protezione civile di Regione Lombardia e Stefano Bolognini, assessore alla Sicurezza e Protezione civile della Provincia di Milano. L assessore Bordonali, ringraziando Azienda Salvini e Comune per l accordo raggiunto, ha espresso la sua soddisfazione per la nascita di questo polo di protezione civile che sarà un valido supporto anche ad Expò. Parole di elogio per l opera svolta dai volontari della Seo sono venute anche dall assessore Bolognini, dal sindaco Lorusso e dall assessore Boniardi che li ha definiti angeli custodi. La nuova sede si trova nell ex casa delle suore dell ospedale. I lavori di sistemazione inizieranno a metà gennaio l inaugurazione è prevista per il mese di aprile. A91CC-9192-A4 A91CC-9192-A4 Innoviamo per far progredire la salute umana. Le Le risposte Siemens migliorano la vita delle persone con innovazioni in in diagnostica per immagini e di laboratorio, terapia e IT per la la sanità. Il desiderio di felicità è insito in ogni essere umano. Stiamo migliorando la vita di 83 milioni di persone, ogni Il desiderio di felicità è insito in ogni essere umano. Stiamo migliorando la vita di 83 milioni di persone, ogni Poiché la possibilità di vivere una vita felice dipende da anno, lottando contro le sei malattie più letali del Poiché la possibilità di vivere una vita felice dipende da anno, lottando contro le sei malattie più letali del una buona salute, Siemens continua ad innovare per pianeta. Siamo presenti in città in rapida crescita e in una buona salute, Siemens continua ad innovare per pianeta. Siamo presenti in città in rapida crescita e in migliorare la salute umana. Stiamo aiutando gli ospedali villaggi remoti per prolungare la vita dei singoli individui migliorare la salute umana. Stiamo aiutando gli ospedali villaggi remoti per prolungare la vita dei singoli individui ad operare più efficacemente garantendo ai professionisti e per migliorare la qualità della vita di tutti. Affinché ad operare più efficacemente garantendo ai professionisti per migliorare la qualità della vita di tutti. Affinché sanitari un migliore supporto decisionale per assistere sempre più persone possano vivere una vita più lunga, sanitari oltre 195 un mila migliore pazienti supporto ogni ora. decisionale per assistere più sempre appagante più persone e più felice. possano vivere una vita più lunga, oltre 195 mila pazienti ogni ora. più appagante e più felice. 14 Answers for life. Answers for life.

9 PRENOTAZIONI DI VISITE E ACCERTAMENTI SPECIALISTICI SENZA CODE Prenotazioni visite ed esami specialistici Cancellazione delle prenotazioni effettuate Spostamento delle prenotazioni effettuate Informazioni Servizio Sanitario Nazionale Numero verde gratuito Call Center Regionale, è attivo dal lunedì al sabato, esclusi i festivi, dalle ore 8.00 alle Libera Professione Numero verde gratuito Call Center Regionale, è attivo dal lunedì al sabato, esclusi i festivi, dalle ore 8.00 alle Per prenotazioni in regime di Servizio Sanitario Nazionale è necessario avere l'impegnativa del medico. Per prenotazioni in regime di Libera Professione è necessario fornire: Cognome e Nome dell assistito - Recapito telefonico - Codice Assistito e/o Codice Fiscale - Luogo e data di nascita - Cognome e Nome del Medico e/o branca specialistica - Ospedale di effettuazione della visita. PAGAMENTI Poliambulatorio di Arese, Via Col di Lana, 10: dal lunedì al venerdì (esclusi i festivi) dalle ore 8,00 alle 12,30 e dalle ore 13,30 alle 16,00. Presso il CUP di Arese sono accettati pagamenti POS e contanti. Nel Presidio Ospedaliero di Bollate: CUP: dal lunedì al venerdì (esclusi i festivi) dalle ore 8,00 alle ore 16,00 - Sul totem di prenotazione selezionare la voce LIBERA PRO- FESSIONE e attendere la chiamata agli sportelli contraddistinta dalla lettera G. Presso il CUP sono accettati pagamenti POS e contanti. Ufficio Ricevimento: lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle 8.00 alle Mercoledì dalle 8.00 alle Presso l'ufficio Ricevimento sono accettati solo pagamenti POS. Nel Presidio Ospedaliero di Garbagnate: Ufficio Cassa: dal lunedì al venerdì (esclusi i festivi) dalle ore 8,30 alle ore 16,30 solo pagamenti prestazioni LIBERA PROFESSIONE e ticket di Pronto Soccorso. Ufficio Ricevimento: dal lunedì al venerdì (esclusi i festivi) dalle ore 08,00 alle ore 19,30 - il sabato dalle ore 9,00 alle ore 13,00. CUP: dal lunedì al venerdì (esclusi i festivi) dalle ore 8,15 alle ore 16,00. Nel Presidio di Passirana è possibile pagare le prestazioni erogate in regime di libera professione presso: Ufficio Cassa (atrio Ospedale): dal lunedì al venerdì (esclusi i festivi) dalle ore 8,00 alle ore 12,30 e dalle ore 13,30 alle ore 16,00. Poliambulatorio di Paderno Dugnano, Viale della Repubblica, 13: dal lunedì al venerdì (esclusi i festivi) dalle ore 8,00 alle ore 12,30 e dalle ore 13,30 alle ore 16,00. Presso il CUP di Paderno Dugnano sono accettati pagamenti POS e contanti. Nel Presidio di Rho: CUP di Via Legnano, 22 - Rho: dal lunedì al venerdì (esclusi i festivi) dalle ore 8,00 alle ore 16,00. Sul totem di prenotazione selezionare la voce LIBERA PROFESSIONE e attendere la chiamata agli sportelli contraddistinta dalla lettera G. Presso il CUP sono accettati pagamenti POS e contanti. Ufficio Ricevimento (atrio Ospedale): dal lunedì al venerdì (esclusi i festivi) dalle ore 8,00 alle ore 18,30. - il sabato (esclusi i festivi) dalle ore 9,00 alle ore 13,00. Presso l'ufficio Ricevimento sono accettati solo pagamenti POS. GRAZIE A

Visite ed esami ambulatoriali

Visite ed esami ambulatoriali IST301 www.cardiologicomonzino.it Nel sito web sono disponibili tutte le informazioni relative al, comprese quelle riportate nel presente documento; è inoltre possibile prenotare visite ed esami ed iscriversi

Dettagli

OFFERTA SERVIZI. Servizi Sanitari Ospedalieri. Assistenza Primaria

OFFERTA SERVIZI. Servizi Sanitari Ospedalieri. Assistenza Primaria OFFERTA SERVIZI Servizi Sanitari Ospedalieri Questi servizi vengono resi all interno del Presidio Ospedaliero di Bobbio e si declinano in: primo intervento urgente valutazioni diagnostico specialistiche

Dettagli

Presidi Ospedalieri: Bollate, Garbagnate M.se, Passirana, Rho

Presidi Ospedalieri: Bollate, Garbagnate M.se, Passirana, Rho Unità Operativa Complessa di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva Direttore dr. Gianpiero Manes Presidi Ospedalieri: Bollate, Garbagnate M.se, Passirana, Rho Presidio di Rho, Corso Europa 250, 20017,

Dettagli

S.S.D. ONCOLOGIA. OSPEDALE SESTRI LEVANTE sesto piano DIPARTIMENTO MEDICO. Direttore Dipartimento e Responsabile SSD Marco SCUDELETTI

S.S.D. ONCOLOGIA. OSPEDALE SESTRI LEVANTE sesto piano DIPARTIMENTO MEDICO. Direttore Dipartimento e Responsabile SSD Marco SCUDELETTI S.S.D. ONCOLOGIA OSPEDALE SESTRI LEVANTE sesto piano DIPARTIMENTO MEDICO Direttore Dipartimento e Responsabile SSD Marco SCUDELETTI CPSE Francesca STAGNARO Per maggiori informazioni visita il sito www.asl4.liguria.it

Dettagli

Progetto co-finanziato da MINISTERO DELL INTERNO UNIONE EUROPEA. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi L OSPEDALE IN TASCA

Progetto co-finanziato da MINISTERO DELL INTERNO UNIONE EUROPEA. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi L OSPEDALE IN TASCA Progetto co-finanziato da UNIONE EUROPEA MINISTERO DELL INTERNO Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi H L OSPEDALE IN TASCA 1 INDICE Il Pronto Soccorso Il ricovero in ospedale Le

Dettagli

O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte. ..Tornando a casa

O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte. ..Tornando a casa Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a..tornando a casa Gentile Sig. / Sig.ra, sta per tornare a casa dopo un periodo di ricovero presso la nostra Struttura

Dettagli

ESPERIENZA LOMBARDA DI ASSISTENZA GLOBALE AL MALATO E AL LUNGOVIVENTE ONCOLOGICO. Davide Petruzzelli

ESPERIENZA LOMBARDA DI ASSISTENZA GLOBALE AL MALATO E AL LUNGOVIVENTE ONCOLOGICO. Davide Petruzzelli SCHEDA PROGETTO Titolo ESPERIENZA LOMBARDA DI ASSISTENZA GLOBALE AL MALATO E AL LUNGOVIVENTE ONCOLOGICO Area Proponente Strutture coinvolte malato oncologico (interventi per migliorare: cura, assistenza,

Dettagli

S. C. di GASTROENTEROLOGIA OSPEDALE SAN BASSIANO

S. C. di GASTROENTEROLOGIA OSPEDALE SAN BASSIANO S. C. di GASTROENTEROLOGIA OSPEDALE SAN BASSIANO PRESENTAZIONE DELLA STRUTTURA La Struttura Complessa di Gastroenterologia rappresenta il punto di riferimento per il territorio ed il nosocomio ospedaliero

Dettagli

Il San Filippo Neri può essere considerato uno degli. Ospedali romani all avanguardia per. l aggiornamento tecnologico. Non possiamo immaginare una

Il San Filippo Neri può essere considerato uno degli. Ospedali romani all avanguardia per. l aggiornamento tecnologico. Non possiamo immaginare una IL DIRETTORE GENERALE Il San Filippo Neri può essere considerato uno degli Ospedali romani all avanguardia per quanto concerne l aggiornamento tecnologico. Non possiamo immaginare una medicina moderna

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Cerrai Federico Data di nascita 15 aprile 1956. Nome. Amministrazione

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Cerrai Federico Data di nascita 15 aprile 1956. Nome. Amministrazione CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Cerrai Federico Data di nascita 15 aprile 1956 Qualifica Medico specialista Amministrazione Incarico attuale Dirigente medico di I livello Numero telefonico

Dettagli

CURE PALLIATIVE MODELLI APPLICATIVI E LINEE DI SVILUPPO IN ITALIA. Furio Zucco

CURE PALLIATIVE MODELLI APPLICATIVI E LINEE DI SVILUPPO IN ITALIA. Furio Zucco CURE PALLIATIVE MODELLI APPLICATIVI E LINEE DI SVILUPPO IN ITALIA Furio Zucco Past President SICP Direttore Dipartimento Gestionale Anestesia Rianimazione Terapia del dolore e Cure palliative AO G.Salvini

Dettagli

RAPPORTI UNIVERSITA E OSPEDALI DI INSEGNAMENTO. Marco Bosio Direttore Sanitario Aziendale

RAPPORTI UNIVERSITA E OSPEDALI DI INSEGNAMENTO. Marco Bosio Direttore Sanitario Aziendale RAPPORTI UNIVERSITA E OSPEDALI DI INSEGNAMENTO Marco Bosio Direttore Sanitario Aziendale UNIVERSITA CATTOLICA DEL SACRO CUORE E stata fondata da Padre Agostino Gemelli nel 1921 E presente in 4 città: Milano,

Dettagli

UNITA OPERATIVA GASTROENTEROLOGIA

UNITA OPERATIVA GASTROENTEROLOGIA pag. 7 AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA SCHEDA INFORMATIVA UNITA OPERATIVE CLINICHE UNITA OPERATIVA GASTROENTEROLOGIA PRESIDIO OSPEDALE POLICLINICO MA 28 Rev. 3 del 01/06/08 Ultimo aggiornamento

Dettagli

MODALITA DI ORGANIZZAZIONE E REMUNERAZIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA DOMICILIARE A CARATTERE OSPEDALIERO

MODALITA DI ORGANIZZAZIONE E REMUNERAZIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA DOMICILIARE A CARATTERE OSPEDALIERO Allegato A) MODALITA DI ORGANIZZAZIONE E REMUNERAZIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA DOMICILIARE A CARATTERE OSPEDALIERO Attività di ospedalizzazione presso il domicilio Si definisce attività di ospedalizzazione

Dettagli

Assistenza domiciliare integrata (A.D.I.) cure palliative a favore di pazienti terminali residenti nei distretti di

Assistenza domiciliare integrata (A.D.I.) cure palliative a favore di pazienti terminali residenti nei distretti di FORUMPA SANITA' 2001 A.S.L. della Provincia di Milano n 1 Dipartimento ASSI Assistenza domiciliare integrata (A.D.I.) cure palliative a favore di pazienti terminali residenti nei distretti di Corsico e

Dettagli

Servizio Sanitario Nazionale Regione Veneto Comitato Consultivo Zonale Venezia

Servizio Sanitario Nazionale Regione Veneto Comitato Consultivo Zonale Venezia Servizio Sanitario Nazionale Regione Veneto Comitato Consultivo Zonale Venezia Incarichi vacanti nei Servizi delle AULSS della Provincia di Venezia Pubblicazione II trimestre 2011 Ostetricia e Ginecologia

Dettagli

RAZIONALE ED OBIETTIVI DIDATTICI

RAZIONALE ED OBIETTIVI DIDATTICI PRESIDENTI COMITATO ORGANIZZATORE Giovanni Battista D Errico COMITATO SCIENTIFICO Vincenzo Contursi Giovanni Battista D Errico SEGRETERIA SCIENTIFICA SIICP-Società Italiana Interdisciplinare per le Cure

Dettagli

MEDICINA INTERNA. Ospedale di Santa Margherita Ligure DOVE SIAMO. Responsabile: Prof. Roberto FRANCESCHINI

MEDICINA INTERNA. Ospedale di Santa Margherita Ligure DOVE SIAMO. Responsabile: Prof. Roberto FRANCESCHINI MEDICINA INTERNA Ospedale di Santa Margherita Ligure Responsabile: Prof. Roberto FRANCESCHINI Capo Sala : Sig.ra Giulia PARETI DOVE SIAMO La struttura è situata al TERZO piano dell Ospedale di Santa Margherita

Dettagli

Visite ed esami ambulatoriali

Visite ed esami ambulatoriali Visite ed esami ambulatoriali II di Milano è un Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifi co (IRCCS) dedicato alle malattie cardiovascolari. E convenzionato con l Università degli Studi di Milano.

Dettagli

PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO DELLE PAZIENTI CON PATOLOGIA DELLA MAMMELLA

PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO DELLE PAZIENTI CON PATOLOGIA DELLA MAMMELLA Direzione Sanitaria PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO DELLE PAZIENTI CON PATOLOGIA DELLA MAMMELLA Il carcinoma della mammella rappresenta la neoplasia più frequente nel sesso femminile, in tutte le fasce

Dettagli

Conferenza Programmatica Regionale per l Oncologia

Conferenza Programmatica Regionale per l Oncologia Direzione Regionale Sanità e Servizi Sociali Centro di Riferimento Oncologico Regionale Conferenza Programmatica Regionale per l Oncologia L esperienza del CRO e il programma di una Rete Oncologica Regionale

Dettagli

Presidi Ospedalieri: Bollate, Garbagnate M.se, Passirana, Rho

Presidi Ospedalieri: Bollate, Garbagnate M.se, Passirana, Rho Presidi Ospedalieri: Bollate, Garbagnate M.se, Passirana, Rho DIREZIONE GENERALE Tel. 02/994302447 - Fax 02/994302979 E-mail: dirgen@aogarbagnate.lombardia.it La Unità Operativa di Cure Palliative con

Dettagli

EVENTO E.C.M. Educazione Continua in Medicina

EVENTO E.C.M. Educazione Continua in Medicina EVENTO E.C.M. Educazione Continua in Medicina CONVEGNO: PATOLOGIA EPATOBILIARE ED INTESTINALE: CLINICA-DIAGNOSI-TERAPIA. Terapia ablativa percutanea ed ecografia con mezzo di contrasto: stato dell arte

Dettagli

Informazione per pazienti. Il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) per tumore alla mammella

Informazione per pazienti. Il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) per tumore alla mammella Informazione per pazienti Il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) per tumore alla mammella Questo opuscolo è stato realizzato per fornire alcune utili informazioni sul percorso seguito

Dettagli

Unità Operativa di Endoscopia Digestiva

Unità Operativa di Endoscopia Digestiva I NOSTRI IMPEGNI NEI CONFRONTI DEGLI UTENTI Garanzia e tutela Il personale si impegna ad effettuare, a cadenze stabilite, la rilevazione della soddisfazione degli utenti e garantisce che i risultati delle

Dettagli

organizzazione della prevenzione e dell assistenza in oncologia.

organizzazione della prevenzione e dell assistenza in oncologia. Testo aggiornato al 15 dicembre 2005 Linee guida del Ministero della sanità 1 febbraio 1996 Gazzetta Ufficiale 20 febbraio 1996, n. 42 Linee guida in applicazione di quanto previsto nel Piano sanitario

Dettagli

S. C. di CHIRURGIA GENERALE OSPEDALE SAN BASSIANO

S. C. di CHIRURGIA GENERALE OSPEDALE SAN BASSIANO S. C. di CHIRURGIA GENERALE OSPEDALE SAN BASSIANO PRESENTAZIONE DELLA STRUTTURA La Struttura Complessa di Chirurgia fa parte del Dipartimento di Chirurgia Generale e d Urgenza. Comprende la Struttura Semplice

Dettagli

ADOSITALIA onlus BRESCIA ASSOCIAZIONE DONNE OPERATE AL SENO BRESCIA. Via Tosio, N 1 Tel 03042155 brescia.adositalia@gmail.com

ADOSITALIA onlus BRESCIA ASSOCIAZIONE DONNE OPERATE AL SENO BRESCIA. Via Tosio, N 1 Tel 03042155 brescia.adositalia@gmail.com ADOSITALIA onlus BRESCIA ASSOCIAZIONE DONNE OPERATE AL SENO BRESCIA Via Tosio, N 1 Tel 03042155 brescia.adositalia@gmail.com ADOSITALIA ADOS = Associazione Donne Operate al Seno Siamo un associazione di

Dettagli

La Casa della Salute di Marlia

La Casa della Salute di Marlia Comune di Capannori La Casa della Salute di Marlia Un polo socio-sanitario integrato per i cittadini della Piana di Lucca 30 marzo 2011 1 Un polo sanitario multifunzionale Il complesso sanitario di Marlia,

Dettagli

Il Decreto attuativo della Regione Lazio: Punto di arrivo o punto di sviluppo?

Il Decreto attuativo della Regione Lazio: Punto di arrivo o punto di sviluppo? Il Decreto attuativo della Regione Lazio: Punto di arrivo o punto di sviluppo? Francesco Cognetti Istituto Regina Elena Camera dei Deputati 2 Dicembre 2010 Perché una rete oncologica? Integrare tutte le

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO U.O.C. UROLOGIA. Informazioni Generali

REGOLAMENTO INTERNO U.O.C. UROLOGIA. Informazioni Generali REGOLAMENTO INTERNO U.O.C. UROLOGIA - I N D I C E - - Informazioni generali - Attività svolta - Accesso al servizio - Il reparto - Standards di Qualità Informazioni Generali U.O.C. DI UROLOGIA Direttore:

Dettagli

Allegato esplicativo del Progetto di qualificazione e riorganizzazione dell attività Ospedaliera e Territoriale della Montagna Pistoiese

Allegato esplicativo del Progetto di qualificazione e riorganizzazione dell attività Ospedaliera e Territoriale della Montagna Pistoiese Allegato esplicativo del Progetto di qualificazione e riorganizzazione dell attività Ospedaliera e Territoriale della Montagna Pistoiese Descrizione specifica delle attività e della collocazione del 1

Dettagli

DIREZIONE GENERALE SICUREZZA DEI LAVORATORI E DEGLI AMBIENTI DILAVORO CONTROLLO DIGESTIONE

DIREZIONE GENERALE SICUREZZA DEI LAVORATORI E DEGLI AMBIENTI DILAVORO CONTROLLO DIGESTIONE Organigramma DIREZIONE GENERALE SICUREZZA DEI LAVORATORI E DEGLI AMBIENTI DILAVORO CONTROLLO DIGESTIONE AREA DI SUPPORTO DIREZIONALE PER L ORGANIZZAZIONE E LO SVILUPPO (ASDOS) INGEGNERIA CLINICA DIREZIONE

Dettagli

L'organizzazione aziendale

L'organizzazione aziendale L'organizzazione aziendale Organigrammi: - struttura organizzativa dell'azienda - unità operative in staff alla direzione generale - dipartimento di prevenzione - distretto socio-sanitario unico - ospedale

Dettagli

Via Venezian, 1 20133 Milano direttore.sanitario@istitutotumori.mi.it Recapito telefonico ore ufficio 02 23902676 fax 02 23902854

Via Venezian, 1 20133 Milano direttore.sanitario@istitutotumori.mi.it Recapito telefonico ore ufficio 02 23902676 fax 02 23902854 CURRICULUM VITAE E PROFESSIONALE DOTT. VITO CORRAO Informazioni personali Data di nascita 9 agosto 1955 Luogo di nascita Mazara del Vallo (TP) Codice fiscale CRR VTI 55M09 F061M Comune iscrizione liste

Dettagli

I MEDICI DI MEDICINA GENERALE DI PROVAGLIO D ISEO CARTA DEI SERVIZI

I MEDICI DI MEDICINA GENERALE DI PROVAGLIO D ISEO CARTA DEI SERVIZI I MEDICI DI MEDICINA GENERALE DI PROVAGLIO D ISEO CARTA DEI SERVIZI La Repubblica Italiana tutela la salute, come fondamentale diritto dell individuo ed interesse della collettività. La tutela della salute

Dettagli

L ASSOCIAZIONE ITALIANA GASTROENTEROLOGI ED ENDOSCOPISTI DIGESTIVI OSPEDALIERI PRESENTA:

L ASSOCIAZIONE ITALIANA GASTROENTEROLOGI ED ENDOSCOPISTI DIGESTIVI OSPEDALIERI PRESENTA: L ASSOCIAZIONE ITALIANA GASTROENTEROLOGI ED ENDOSCOPISTI DIGESTIVI OSPEDALIERI PRESENTA: LO SCREENING DEL CANCRO COLON-RETTALE AIGO PER I PAZIENTI: INFORMAZIONE SANITARIA A CURA DELLE COMMISSIONI AIGO

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Via della Mattonaia 31 Firenze Telefono 335-6349326; 0544-285745 Fax 0544/285395 E-mail m.margheri@ausl.ra.it

Dettagli

curriculum vitae Dott. Renato Luciano Rizzi

curriculum vitae Dott. Renato Luciano Rizzi Formato Europeo Curriculum Vitae di Renato Luciano Rizzi Informazioni personali Rizzi Renato Luciano 20149 Via Cuneo, 5 02460970 3386073966 0248002810 fax rizzimd@hotmail.com Nazionalità Italiana Luogo

Dettagli

MultiMedica. Tumore al seno: il nostro percorso diagnostico terapeutico. IRCCS Istituto di Ricovero e Cura. m Istituto di Ricovero e Cura

MultiMedica. Tumore al seno: il nostro percorso diagnostico terapeutico. IRCCS Istituto di Ricovero e Cura. m Istituto di Ricovero e Cura COMUNICAZIONE BLZ E IMMAGINE m IRCCS MultiMedica m Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Via Milanese, 300 - Sesto S. Giovanni (Mi) MultiMedica Castellanza Viale Piemonte, 70 - Castellanza

Dettagli

Presidenza. Presidenza. Direzione

Presidenza. Presidenza. Direzione Presidenza Presidenza Ufficio Segreteria Generale Generale Generale di Staff Comitato Scientifico Farmacia Galliera Comitato unico di garanzia (CUG) Uffici: Coordinatore Scientifico Stampa Sicurezza app.

Dettagli

ARIANNA CONIGLIO VIA BORSI 10 - BRESCIA. coniglio@med.unibs.it

ARIANNA CONIGLIO VIA BORSI 10 - BRESCIA. coniglio@med.unibs.it F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo ARIANNA CONIGLIO VIA BORSI 10 - BRESCIA Telefono 030-393507 Fax 030-3397476 E-mail coniglio@med.unibs.it

Dettagli

Mini Guida Informativa per i dipendenti

Mini Guida Informativa per i dipendenti ASSICASSA Piano Sanitario Dipendenti a cui si applica il CCNL Telecomunicazioni Mini Guida Informativa per i dipendenti Sintesi delle Condizioni del Piano Sanitario MINI GUIDA AL PIANO SANITARIO ASSICASSA

Dettagli

Corso di Gastroenterologia ed Epatologia per MMG

Corso di Gastroenterologia ed Epatologia per MMG Corso di Gastroenterologia ed Epatologia per MMG Fabrizio Magnolfi Direttore Struttura Complessa di Gastroenterologia Ospedale S. Donato - Arezzo Arezzo, Sala Convegni Ordine dei Medici, 16 dicembre 2006

Dettagli

Premessa 2. Riferimenti Normativi 3. Considerazioni Preliminari 3. Gli elementi costitutivi della Rete Regionale Cure Palliative 4

Premessa 2. Riferimenti Normativi 3. Considerazioni Preliminari 3. Gli elementi costitutivi della Rete Regionale Cure Palliative 4 Linee Guida regionali per lo sviluppo della rete per le cure palliative in Puglia, in attuazione dell Atto d Intesa sottoscritto in Conferenza Stato Regioni (Rep. N. 152/2012) pagina Premessa 2 Riferimenti

Dettagli

Autorizzazione all esercizio di attività sanitarie in Emilia Romagna

Autorizzazione all esercizio di attività sanitarie in Emilia Romagna Autorizzazione all esercizio di attività sanitarie in Emilia Romagna Normativa di riferimento Art. 43 della legge n. 833 del 23.12.78 istitutiva del Servizio Sanitario Nazionale; D. Lgs 502/92 e successive

Dettagli

C L I N I CA V E T E R I N A R I A T I BA L D I. Gentile cliente, ho il piacere di presentare la nostra carta dei servizi.

C L I N I CA V E T E R I N A R I A T I BA L D I. Gentile cliente, ho il piacere di presentare la nostra carta dei servizi. CARTA DEI SERVIZI Presentazione Gentile cliente, ho il piacere di presentare la nostra carta dei servizi. Questo importante strumento è stato concepito per portarla a conoscenza dei servizi erogati all

Dettagli

Gabriella Farina. gabriella.farina@fbf.milano.it. Italiana - CF FRNGRL59S51L682X

Gabriella Farina. gabriella.farina@fbf.milano.it. Italiana - CF FRNGRL59S51L682X F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Gabriella Farina Fax 0039.0263632216 E-mail gabriella.farina@fbf.milano.it Nazionalità Italiana - CF FRNGRL59S51L682X

Dettagli

Conferenza Stampa. Cure intermedie: attivi 6 posti. all ASP Bassa Est San Mauro Abate di Colorno

Conferenza Stampa. Cure intermedie: attivi 6 posti. all ASP Bassa Est San Mauro Abate di Colorno Conferenza Stampa Cure intermedie: attivi 6 posti all ASP Bassa Est San Mauro Abate di Colorno Mercoledì 17 settembre 2014 - ore 11.30 Sala riunioni Servizio Attività Tecniche AUSL di Parma Via Spalato

Dettagli

Relazione del Direttore Generale. al bilancio economico preventivo 2015

Relazione del Direttore Generale. al bilancio economico preventivo 2015 A.O. CARDARELLI NAPOLI Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale e di Alta Specializzazione Via Antonio Cardarelli, 9-80131 Napoli Relazione del Direttore Generale al bilancio economico preventivo 2015

Dettagli

PROGETTO DI RIORGANIZZAZIONE DIPARTIMENTALE NEL SETORE TRAPIANTI

PROGETTO DI RIORGANIZZAZIONE DIPARTIMENTALE NEL SETORE TRAPIANTI PROGETTO DI RIORGANIZZAZIONE DIPARTIMENTALE NEL SETORE TRAPIANTI L attività dei prelievi e trapianti d organo inizia nel 1988. Essa ha subito nel corso degli anni un progressivo, anche se irregolare, aumento,

Dettagli

)$6,'(/352*(772. &RVWLWX]LRQHGLXQJUXSSRGLSLORWDJJLR aziendale e nomina in ogni sede di sperimentazione di

)$6,'(/352*(772. &RVWLWX]LRQHGLXQJUXSSRGLSLORWDJJLR aziendale e nomina in ogni sede di sperimentazione di /$1829$25*$1,==$=,21($0%8/$725,$/( 1(// $=,(1'$86/',)(55$5$ L attività specialistica ambulatoriale nell Azienda USL di Ferrara è una delle principali attività d assistenza sanitaria che impegna oltre il

Dettagli

leofrizzuti@tiscali.it

leofrizzuti@tiscali.it F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo VIA G. CRASSO 11 87050 SERRA PEDACE (CS) ITALIA Telefono 0984-436566 Fax 0984-436093 E-mail leofrizzuti@tiscali.it

Dettagli

radiologia.pochiari@aochiari.it

radiologia.pochiari@aochiari.it INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell Ufficio/U.O./Servizio VILMA FIORI Dirigente Medico (BS) Dirigente Medico Radiologo 0307102282

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Data di nascita 18/09/1951. Occupazione desiderata e/o Settore professionale. Componente dell Organismo Indipendente di Valutazione

CURRICULUM VITAE. Data di nascita 18/09/1951. Occupazione desiderata e/o Settore professionale. Componente dell Organismo Indipendente di Valutazione CURRICULUM VITAE Informazioni personali Nome / Cognome RENATO MALTA Codice fiscale MLTRNT5P18B486N Indirizzo di residenza Via Matrice, 52 92022 Cammarata Domicilio Via Houel, 5 90138 Palermo Telefono +

Dettagli

Protocollo POD. Nuove Reti Sanitarie Ospedalizzazione Domiciliare Riabilitativa Postcardiochirurgica. Modifiche del documento

Protocollo POD. Nuove Reti Sanitarie Ospedalizzazione Domiciliare Riabilitativa Postcardiochirurgica. Modifiche del documento Protocollo del percorso di Ospedalizzazione Domiciliare riabilitativa postcardiochirurgica Versione aggiornata al 16/01/2012 Modifiche del documento Le modifiche rispetto alla versione pubblicata nell

Dettagli

Roberto Nardi Via Carlo Porta 52 0332-850152. rnardi56@gmail.com. Servizio Sanitario della Regione Lombardia:

Roberto Nardi Via Carlo Porta 52 0332-850152. rnardi56@gmail.com. Servizio Sanitario della Regione Lombardia: F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E- mail Nazionalità Data di nascita Roberto Nardi Via Carlo Porta 52 0332-850152 rnardi56@gmail.com Italiana

Dettagli

Dirigente medico I livello Istituto Tumori-Fondazione Pascale-Napoli. f.tatangelo@istitutotumori.na.it

Dirigente medico I livello Istituto Tumori-Fondazione Pascale-Napoli. f.tatangelo@istitutotumori.na.it CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome TATANGELO FABIANA Data di nascita 25/02/1957 Qualifica Amministrazione Dirigente medico I livello Istituto Tumori-Fondazione Pascale-Napoli Incarico

Dettagli

Progetto di SIMULTANEOUS HOME CARE del paziente oncologico in fase avanzata di malattia.

Progetto di SIMULTANEOUS HOME CARE del paziente oncologico in fase avanzata di malattia. Progetto di SIMULTANEOUS HOME CARE del paziente oncologico in fase avanzata di malattia. Unità Operativa di Oncologia Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi di Varese Area territoriale: Distretto di Varese,

Dettagli

CURRICULUM VITAE FORMATIVO E PROFESSIONALE DEL DOTT. RENATO CRESCENTI, nato a Messina il 01/07/1964

CURRICULUM VITAE FORMATIVO E PROFESSIONALE DEL DOTT. RENATO CRESCENTI, nato a Messina il 01/07/1964 CURRICULUM VITAE FORMATIVO E PROFESSIONALE DEL DOTT. RENATO CRESCENTI, nato a Messina il 01/07/1964 INFORMAZIONI PERSONALI Nome: Crescenti Renato Data di nascita: 01/07/1964 Qualifica: Dirigente Medico

Dettagli

Dott. Valerio GENOVESE

Dott. Valerio GENOVESE CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE Dott. Valerio GENOVESE Specialista in: Chirurgia d Urgenza e Pronto Soccorso Anestesia e Rianimazione GENERALITA Nome e Cognome Indirizzo abitazione Data/luogo di nascita

Dettagli

ALLEGATO N. 2. L'organizzazione aziendale

ALLEGATO N. 2. L'organizzazione aziendale Azienda ULSS n. 8 - Piano triennale di prevenzione della corruzione 2014-2016 ALLEGATO N. 2 L'organizzazione aziendale Organigrammi: - struttura organizzativa dell'azienda - unità operative in staff alla

Dettagli

SALVINI NEWS. Novità Nuovo ospedale. Nuovi dirigenti.

SALVINI NEWS. Novità Nuovo ospedale. Nuovi dirigenti. Presidio Ospedaliero Bollate Presidio Ospedaliero Garbagnate Presidio Ospedaliero Passirana Presidio Ospedaliero Rho Nuovo Ospedale Garbagnate SALVINI NEWS Rivista di informazione dell Azienda Ospedaliera

Dettagli

DERMATOLOGIA. i v OSPEDALE SESTRI LEVANTE DIPARTIMENTO MEDICO. quinto piano. www.asl4.liguria.it. Responsabile Dipartimento: Marco Scudeletti

DERMATOLOGIA. i v OSPEDALE SESTRI LEVANTE DIPARTIMENTO MEDICO. quinto piano. www.asl4.liguria.it. Responsabile Dipartimento: Marco Scudeletti DERMATOLOGIA G a d i u i a i z i v r se OSPEDALE SESTRI LEVANTE DIPARTIMENTO MEDICO quinto piano www.asl4.liguria.it Responsabile Dipartimento: Marco Scudeletti Responsabile S.C. Dermatologia: Anna Nigro

Dettagli

Unità Operativa Aziendale Malattie Infettive

Unità Operativa Aziendale Malattie Infettive Presidi Ospedalieri di Ravenna, Faenza, Lugo Dipartimento Medico 2 Unità Operativa Aziendale Malattie Infettive Guida ai Servizi Presidi Ospedalieri di Ravenna, Faenza, Lugo Dipartimento Medico 2 Unità

Dettagli

DIREZIONE GENERALE SERVIZIO ATTIVITA SPERIMENTALI E MALATTIE RARE

DIREZIONE GENERALE SERVIZIO ATTIVITA SPERIMENTALI E MALATTIE RARE DIREZIONE GENERALE SERVIZIO ATTIVITA SPERIMENTALI E MALATTIE RARE Servizio Comunicazione viale Duca degli Abruzzi, 15 25124 Brescia Tel. 030/3838315 Fax 030/3838280 E-mail: servizio.comunicazione@aslbrescia.it

Dettagli

Curriculum formativo e professionale del Dott. Arcangelo Correra

Curriculum formativo e professionale del Dott. Arcangelo Correra Curriculum formativo e professionale del Dott. Arcangelo Correra Il Dott. Arcangelo Correra nato a Maddaloni il 5 Marzo 1958, dopo gli studi classici, frequenta la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell

Dettagli

La specializzazione in Medicina di Comunità è stata collocata nella classe della Medicina Clinica Generale.

La specializzazione in Medicina di Comunità è stata collocata nella classe della Medicina Clinica Generale. La specializzazione in Medicina di Comunità è stata collocata nella classe della Medicina Clinica Generale. Decreto MIUR su Riassetto delle Scuole di specializzazione di area sanitaria G.U. n. 285 del

Dettagli

A.S.L. NO Azienda Sanitaria Locale

A.S.L. NO Azienda Sanitaria Locale Novara, 5 marzo 2013 CONTINUITA E CENTRALITA DEL PAZIENTE: LE DIRETTRICI DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELL ASL NO Oggi, martedì 5 marzo 2013 alle 11.00, alla presenza del Presidente della Regione Piemonte,

Dettagli

Laboratorio Logistica del Paziente (LLP) Strumenti e soluzioni per ottimizzare la gestione dei flussi dei pazienti IV edizione

Laboratorio Logistica del Paziente (LLP) Strumenti e soluzioni per ottimizzare la gestione dei flussi dei pazienti IV edizione Laboratorio Logistica del Paziente (LLP) Strumenti e soluzioni per ottimizzare la gestione dei flussi dei pazienti IV edizione Il Laboratorio Il Laboratorio logistica del paziente (LLP) è una comunità

Dettagli

I CONVEGNO DI CARDIORISONANZA 2008

I CONVEGNO DI CARDIORISONANZA 2008 Azienda Ospedaliera Ospedale Niguarda Ca Granda Dipartimento A. De Gasperis Azienda Ospedaliera Ospedale Niguarda Ca Granda I CONVEGNO DI CARDIORISONANZA 2008 Promosso dall Unita di Risonanza Magnetica

Dettagli

Il caso dell'azienda Ospedaliera Ca'Granda Niguarda di Milano

Il caso dell'azienda Ospedaliera Ca'Granda Niguarda di Milano Il caso dell'azienda Ospedaliera Ca'Granda Niguarda di Milano Dall'ospedale tradizionale all'intensità di cure: opportunità organizzative, criticità e gestione del cambiamento Ospedale Niguarda: carta

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

Storia, missione e valori

Storia, missione e valori Storia, missione e valori Il Centro Cardiologico Monzino di Milano è sin dal 1992 uno degli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) italiani e l unico monospecialistico cardiovascolare.

Dettagli

INNOVAZIONE GESTIONALE IN SANITA. RIORGANIZZAZIONE DEI PROCESSI TECNICO AMMINISTRATIVI IN MATERIA DI ACQUISTI E LOGISTICA. ESPERIENZE A CONFRONTO.

INNOVAZIONE GESTIONALE IN SANITA. RIORGANIZZAZIONE DEI PROCESSI TECNICO AMMINISTRATIVI IN MATERIA DI ACQUISTI E LOGISTICA. ESPERIENZE A CONFRONTO. INNOVAZIONE GESTIONALE IN SANITA. RIORGANIZZAZIONE DEI PROCESSI TECNICO AMMINISTRATIVI IN MATERIA DI ACQUISTI E LOGISTICA. ESPERIENZE A CONFRONTO. Padova, 25 maggio 2010 La logistica e la sicurezza dei

Dettagli

chi si prende cura di voi

chi si prende cura di voi chi si prende cura di voi Strutture accreditate per prestazioni specialistiche ambulatoriali Sanità Presso le seguenti strutture della provincia di Cremona tutti gli assistiti potranno ottenere prestazioni

Dettagli

Nome RAIMONDO GIUSEPPE Indirizzo Cosenza via Don Gaetano Mauro, 30 Telefono 0984 481420 347 8933389 Fax E-mail lraimondo@tiscali.

Nome RAIMONDO GIUSEPPE Indirizzo Cosenza via Don Gaetano Mauro, 30 Telefono 0984 481420 347 8933389 Fax E-mail lraimondo@tiscali. F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome RAIMONDO GIUSEPPE Indirizzo Cosenza via Don Gaetano Mauro, 30 Telefono 0984 481420 347 8933389 Fax E-mail

Dettagli

COMITATO DI COORDINAMENTO DEL DIPO

COMITATO DI COORDINAMENTO DEL DIPO COMITATO DI COORDINAMENTO DEL DIPO VERBALE n. 4/2012 PRESENTI: v. allegato firme presenze Di seguito si riportano sinteticamente le risultanze dell incontro tenutosi in data 12 dicembre 2012 presso la

Dettagli

Pagina 1/ 5- Curriculum vitae di Rosiello Renato CURRICULUM VITAE

Pagina 1/ 5- Curriculum vitae di Rosiello Renato CURRICULUM VITAE Pagina 1/ 5- Curriculum vitae di Rosiello Renato CURRICULUM VITAE FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail Nazionalità Data e Luogo di nascita Renato

Dettagli

LA RETE DELLE CURE PALLIATIVE NELL ASL 2 SAVONESE

LA RETE DELLE CURE PALLIATIVE NELL ASL 2 SAVONESE CENTRO DI TERAPIA DEL DOLORE E CURE PALLIATIVE Direttore: dott. Marco Bertolotto LA RETE DELLE CURE PALLIATIVE NELL ASL 2 SAVONESE Le Cure Palliative forniscono il sollievo dal dolore e da altri gravi

Dettagli

DIRETTORE SC PEDIATRIA

DIRETTORE SC PEDIATRIA DIRETTORE SC PEDIATRIA PROFILO OGGETTIVO Caratteristiche e attività dell Azienda L Azienda Ospedaliera Ospedale Maggiore di Crema è costituita dalle seguenti strutture: Presidio Ospedale Maggiore di Crema

Dettagli

ASCOLTO Secondo noi l ascolto è la necessaria premessa per l accoglienza e la comprensione dei bisogni della persona malata e dei suoi familiari.

ASCOLTO Secondo noi l ascolto è la necessaria premessa per l accoglienza e la comprensione dei bisogni della persona malata e dei suoi familiari. LA CARTA DEI VALORI ASCOLTO Secondo noi l ascolto è la necessaria premessa per l accoglienza e la comprensione dei bisogni della persona malata e dei suoi familiari. DIGNITÀ Ci impegniamo ogni giorno per

Dettagli

1 Diagnostica vascolare Doppler, vasi del collo e arti inferiori. Appuntamento tramite CUP con richiesta del medico di base

1 Diagnostica vascolare Doppler, vasi del collo e arti inferiori. Appuntamento tramite CUP con richiesta del medico di base Questa guida vuol rendere più facile l accesso ai Servizi che vengono erogati nel Quartiere 3 di Firenze dall Azienda sanitaria a cui fanno capo in convenzione i medici di famiglia, i pediatri con i loro

Dettagli

La Rete Ligure di Cure Palliative 1

La Rete Ligure di Cure Palliative 1 La Rete Ligure di Cure Palliative 1 1. Premessa epidemiologica 2. Le cure palliative 3. Il modello organizzativo 3.1 La rete di cure palliative della regione Liguria 3.2 Le reti locali di cure palliative

Dettagli

SALVINI NEWS. ai fatti! Dalle parole...

SALVINI NEWS. ai fatti! Dalle parole... Presidio Ospedaliero Bollate Presidio Ospedaliero Garbagnate Presidio Ospedaliero Passirana Presidio Ospedaliero Rho Nuovo Ospedale Garbagnate SALVINI NEWS Rivista di informazione dell Azienda Ospedaliera

Dettagli

Programma degli interventi per la definizione del Piano Regionale di Governo delle Liste di Attesa per il triennio 2010-2012

Programma degli interventi per la definizione del Piano Regionale di Governo delle Liste di Attesa per il triennio 2010-2012 Allegato alla Delib.G.R. n. 20/3 del 26.4.2011 Programma degli interventi per la definizione del Piano Regionale di Governo delle Liste di Attesa per il triennio 2010-2012 Premessa In base alle attività

Dettagli

Capitolo 5 - Sistema di relazioni e strumenti di comunicazione

Capitolo 5 - Sistema di relazioni e strumenti di comunicazione Capitolo 5 - Sistema di relazioni e strumenti di comunicazione 150 Segnaletica: bacheche e totem/espositori Bacheche Nel corso dell anno si è provveduto alla rimozione delle bacheche precedentemente collocate

Dettagli

F O R M A T O INFORMAZIONI COGNEIN PAOLA ESPERIENZA LAVORATIVA E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E.

F O R M A T O INFORMAZIONI COGNEIN PAOLA ESPERIENZA LAVORATIVA E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E. F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e Nome COGNEIN PAOLA Telefono +393357783786 Fax E-mail pcognein@gmail.com Nazionalità Italiana Data di

Dettagli

Ricovero. www.cardiologicomonzino.it

Ricovero. www.cardiologicomonzino.it IST300 www.cardiologicomonzino.it Nel sito web sono disponibili tutte le informazioni relative al, comprese quelle riportate nel presente documento; è inoltre possibile prenotare visite ed esami ed iscriversi

Dettagli

TRASFERIMENTO DELLE TERAPIE ONCOLOGICHE E ONCO-EMATOLOGICHE COMPRESE DAL DRG 410 A LIVELLO AMBULATORIALE REGIONE ABRUZZO

TRASFERIMENTO DELLE TERAPIE ONCOLOGICHE E ONCO-EMATOLOGICHE COMPRESE DAL DRG 410 A LIVELLO AMBULATORIALE REGIONE ABRUZZO TRASFERIMENTO DELLE TERAPIE ONCOLOGICHE E ONCO-EMATOLOGICHE COMPRESE DAL DRG 410 A LIVELLO AMBULATORIALE REGIONE ABRUZZO SOMMARIO PREMESSA... 2 CLASSIFICAZIONE... 3 CAMPO DI APPLICAZIONE... 3 CRITERI LOGISTICI

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. DR.VILANI CAMILLO Data di nascita 08/01/1953. Dirigente - Cardiologia-UCIC di Magenta

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. DR.VILANI CAMILLO Data di nascita 08/01/1953. Dirigente - Cardiologia-UCIC di Magenta INFORMAZIONI PERSONALI Nome DR.VILANI CAMILLO Data di nascita 08/01/1953 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO

Dettagli

AZIENDA U.S.L. 5 PIS DISTRETTO DI PISA Assistenza Domiciliare

AZIENDA U.S.L. 5 PIS DISTRETTO DI PISA Assistenza Domiciliare FORUM P.A. SANITA' 2001 AZIENDA U.S.L. 5 PIS DISTRETTO DI PISA Assistenza Domiciliare Parte 1: Anagrafica Titolo del Progetto: Assistenza Domiciliare Amministrazione proponente: AZIENDA U.S.L. 5 PISA Unità

Dettagli

ABIO Brianza - Associazione per il Bambino in Ospedale Ospedale San Gerardo - Via Pergolesi 33-20900 Monza Villa Serena, 2 Piano

ABIO Brianza - Associazione per il Bambino in Ospedale Ospedale San Gerardo - Via Pergolesi 33-20900 Monza Villa Serena, 2 Piano ABIO Brianza - Associazione per il Bambino in Ospedale Villa Serena, 2 Piano Tel. 039 233 3653-039 233 9443 Fax 039233 2450 E-mail abiobrianza@hsgerardo.org Sito www.abiobrianza.org Da lunedì a venerdì,

Dettagli

Il distretto sanitario di Cividale si presenta. A cura di Graziella Mauro Responsabile infermieristica Distretto di Cividale

Il distretto sanitario di Cividale si presenta. A cura di Graziella Mauro Responsabile infermieristica Distretto di Cividale Il distretto sanitario di Cividale si presenta A cura di Graziella Mauro Responsabile infermieristica Distretto di Cividale Il Distretto è una struttura dell Azienda per i servizi sanitari territoriali

Dettagli

Policlinico Universitario Campus Bio-Medico di Roma

Policlinico Universitario Campus Bio-Medico di Roma Policlinico Universitario Campus Bio-Medico di Roma Nel cuore della cultura Policlinico Universitario Campus Bio-Medico - Via Álvaro del Portillo, 200-00128 Roma Italia Agenda 1. PUNTI CHIAVE 2. CHI SIAMO

Dettagli

MO D E L L O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

MO D E L L O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E MO D E L L O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Curriculum Vitae Dr Badin Adolfo Data di Nascita 19/03/1955 Qualifica Dirigente Medico di I livello : IAS Amministrazione USL

Dettagli

Oggi in via Sant Eufemia la firma del progetto. Piacenza e provincia avranno un équipe specializzata nelle cure palliative domiciliari

Oggi in via Sant Eufemia la firma del progetto. Piacenza e provincia avranno un équipe specializzata nelle cure palliative domiciliari Comunicato stampa Oggi in via Sant Eufemia la firma del progetto Piacenza e provincia avranno un équipe specializzata nelle cure palliative domiciliari grazie ad una convenzione tra Ausl, Fondazione e

Dettagli