NUOVI MODELLI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE PER LE PMI Prof. Avv. Marco Tupponi (Università di Bologna e Macerata)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NUOVI MODELLI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE PER LE PMI Prof. Avv. Marco Tupponi (Università di Bologna e Macerata)"

Transcript

1 NUOVI MODELLI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE PER LE PMI Prof. Avv. Marco Tupponi (Università di Bologna e Macerata) per le PMI. In che modo possiamo intendere Nuovi modelli d internazionalizzazione A) Nuovi modelli nel senso di nuovi Paesi che da qualche anno si affacciano Oppure sulla ribalta mondiale del Commercio Internazionale. B) Nuovi modelli nel senso che sia in astratto che in concreto si sono definiti dei parametri diversi per internazionalizzarsi. Rispondendo al punto A) se si prendono come esempio i Paesi emergenti sono certamente nuovi modelli, ma non certamente possibili da imitare, almeno per i Paesi Occidentali ad economia avanzata, ma solo da conoscere, da studiare, da approfondire per trovare alleanze e fonti di crescita e di sbocco rispetto alla produzione occidentale. Non penso che Cina ed India, (ma lo stesso discorso lo si potrebbe fare per Brasile, Russia od Indonesia) per dire due potenze emergenti, possano essere modelli a cui ispirarsi o peggio ancora da imitare.

2 La Cina è ancora sottoposta ad un regime dittatoriale e dirigistico nonostante le note aperture economiche volute negli anni 80 dal Piccolo Timoniere Teng Xiao Ping coniugando comunismo e attività privata d impresa nel senso pragmatico ed unilaterale di scopo di lucro. L India, pur essendo la più grande democrazia al mondo, ha un tessuto sociale che per noi occidentali è improponibile. D altra parte con riferimento al punto B) non credo che i modelli economici siano tout court esportabili perché troppo legati ad un territorio, ad una cultura, ad una storia, credo, invece, che essi si debbano conoscere per integrarsi da ogni punto di vista compreso quello giuridico che è il terreno su cui andrò a tracciare questo mio breve contributo. Spesso le PMI non si lanciano, come, invece, dovrebbero fare, in modo strutturato sui mercati esteri, ma utilizzano solo con una politica del mordi e fuggi o come sub fornitori di Società estere più grandi. Ed alla domanda perché usano questa strategia altrettanto spesso ci si sente rispondere perché la conoscenza del Paese dove si esporta non è sufficiente e la paura di radicarsi anche in un altra parte del mondo che non sia l Italia, oltre lo sforzo economico, le sovrasta.

3 Quindi compito di tutti noi è comunicare nozioni che permettano ai Piccoli e Medi Imprenditori di sentirsi protetti nell andare verso l estero. Cercare di far comprendere, ognuno nel proprio ramo di attività, noi giuristi per la parte giuridica, che il mondo è diverso, ma nello stesso tempo, oramai da svariati decenni, si sta tentando, anche a livello concettuale, di fare delle integrazioni tra i vari modelli. Gli sforzi sia comunitari che extra UE (penso, ad esempio, al ruolo svolto dalla ICC di Parigi cioè dalla Camera di Commercio Internazionale, dall UNCITRAL cioè dalla Commissione presso l ONU volta ad uniformare il diritto privato, dall UNIDROIT cioè all Istituto, che ha sede a Roma, teso anch esso a dare un omogeneità al diritto privato e che nel 1995 ha emanato i Principi dei Contratti del Commercio Internazionale, od ancora al WTO cioè all Organizzazione Mondiale del Commercio) che si stanno compiendo per omogeneizzare il Diritto del Commercio Internazionale sono e saranno sempre più alla base di una ricerca di uniformità. E sempre più giunto il tempo delle integrazioni tra common law e civil law non arroccandosi sulle differenze (tra le tante, per esempio, il modo di concludere un contratto od il meccanismo di trasferimento dello proprietà), ma sulle similitudini.

4 Si pensi, storicamente, all importanza che il diritto romano ha avuto per entrambi i Sistemi Giuridici. - la mentalità e l ottica processuale di produzione del diritto per il common law; - il dogmatismo giustinianeo per il Code Napoleon od il BGB tedesco. Una strategia vincente è quella di creare alleanze internazionali tra imprese cercando di comprendere i mercati non solo per conquistarne di nuovi, ma per globalizzare il Commercio con regole comuni di comportamento sia nella sfera dell etica che del diritto. Si hanno già svariati esempi a tal proposito: il principio di correttezza, che nel nostro codice è definito all art. 1175, è un principio universale. Tanto per fare dei paralleli internazionali ne parla, per esempio, l inizio di ogni schema contrattuale predisposto dalla ICC di Parigi e ne parlano anche all art. 1.7 dei Principi UNIDROIT. Oppure in tema di trattative che, se sfociano in un affidamento per una delle due parti e vengono abbandonate in modo valutato scorretto, potrebbero essere foriere di una responsabilità precontrattuale o per violazione delle trattative (per esempio arbitrato tra Alitalia e KLM di qualche anno fa).

5 Non ci dobbiamo appiattire, e lo dico soprattutto alle PMI (in fondo i BIC sono anche un incubatoio), su sistemi giuridici o contrattuali altrui, ma dobbiamo usare i temi dell innovazione e della ricerca, se non è possibile usare quelli della finanza per la dimensione ridotta delle nostre imprese ed anche i principi che il diritto internazionale dei contratti ci offre (si pensi al Principio Universale di Autonomia Contrattuale), per creare situazioni contrattuali differenti rispetto agli schemi standard offerti dalle Multinazionali.. Ogni Paese dovrebbe sforzarsi, ed in questo ambito certamente l Italia giuridicamente è all avanguardia, ad accogliere e capire le diversità presenti negli altri Paesi (si pensi, per quanto riguarda l Italia, alla riforma del 95 in tema di diritto internazionale privato, che sollecita il giudice ed il nostro ordinamento più in generale, ad applicare, in quanto compatibili, i sistemi giuridici altrui, oppure, ancora, la recente riforma delle Società che, in tema di Organismi societari, accoglie, così da poterli usare in alternativa, oltre il sistema tradizionale già presente nel nostro codice civile, sia il sistema monistico di origine anglosassone, che quello dualistico di origine tedesca. Riprendendo un argomento di cui ho già accennato all inizio di questo mio intervento vorrei sottolineare la necessità che tutti noi, che assistiamo, a vario titolo, sia come consulenti privati che come enti pubblici le PMI nelle loro sfide sul

6 mercato globale, abbiamo e cioè offrire conoscenze specifiche alle singole imprese per non temere la così detta globalizzazione. Tra tutte le informazioni ne accenno ad una che mi sta particolarmente a cuore: i finanziamenti alle PMI che i Paesi dell Est appena entrati nell UE riceveranno da Bruxelles in quanto zone disagiate (utilizzando uno schema italiano la Legge 488 per l Obiettivo 1). Occhio a questo mare di danaro che tutti possono intercettare in quanto si parla di PMI per esempio di diritto Polacco, Ungherese, Ceco ecc. ma per costituire una Società in questi Paesi non necessita più avere anche un Partner cittadino locale si possono costituire società a totale capitale italiano, ma di diritto straniero e come tale possibili beneficiarie del finanziamento. E questi Paesi non pagano lo scotto della troppa lontananza come per esempio la Cina o l India. Concludendo questa mia breve chiacchierata le nostre Istituzioni, gli Enti Privata, i Consulenti, il mondo delle Imprese si sforzino sempre più di capire il mondo non solo per commercializzare puramente e semplicemente i propri prodotti, ma anche e soprattutto per creare una strategia sui mercati. E questo come sarà possibile? Stringendo alleanze cioè trovando dei Partners in loco con cui creare Joint Ventures per aggredire quei mercati!!!

7 Il vecchio detto che una società si deve costituire tra un numero dispari di soci inferiore a tre è una sonora stupidaggine in tema di internazionalizzazione perché il futuro, anche delle PMI, potrà essere roseo solo tramite alleanze. Grazie!!! Marco Tupponi E mail:

LA PROPRIETA INTELLETTUALE QUALE STRUMENTO CHIAVE NELLE STRATEGIE COMMERCIALI DEL MERCATO GLOBALE

LA PROPRIETA INTELLETTUALE QUALE STRUMENTO CHIAVE NELLE STRATEGIE COMMERCIALI DEL MERCATO GLOBALE LA PROPRIETA INTELLETTUALE QUALE STRUMENTO CHIAVE NELLE STRATEGIE COMMERCIALI DEL MERCATO GLOBALE di Avv. Elena Marangoni e-mail info@elenamarangoni.com Le aziende devono guardare alla Proprietà Intellettuale

Dettagli

Nuove Imprese Esportatrici

Nuove Imprese Esportatrici Nuove Imprese Esportatrici 4 seminari per le aziende che vogliono iniziare ad esportare Il percorso formativo si compone di quattro seminari gratuiti sulle tecniche di commercio estero. E rivolto principalmente

Dettagli

Commercio internazionale e norme applicabili ai contratti internazionali

Commercio internazionale e norme applicabili ai contratti internazionali STUDIO LEGALE INTERNAZIONALE AVV. ALFONSO MARRA GIURISTA LINGUISTA ABILITATO AL BILINGUISMO TEDESCO - ITALIANO DALLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO IDONEO ALL ESAME DI STATO DI COMPETENZA LINGUISTICA CINESE

Dettagli

DIRITTO COMMERCIALE INTERNAZIONALE

DIRITTO COMMERCIALE INTERNAZIONALE DIRITTO COMMERCIALE INTERNAZIONALE PARTE GENERALE A/A 2014-2015 PROF. AVV. ROBERTO CECCON UNIVERSITÀ DI TRENTO FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA 1 ES: AZIONE AVANTI IL GIUDICE STRANIERO Un produttore francese

Dettagli

Indice. 1 Direttive, Costituzione, codici, leggi ------------------------------------------------------------------ 3

Indice. 1 Direttive, Costituzione, codici, leggi ------------------------------------------------------------------ 3 INSEGNAMENTO DI DIRITTO DELL ECONOMIA LEZIONE III FONTI DEL DIRITTO DELL IMPRESA PROF. MARIA ROSARIA NADDEO Indice 1 Direttive, Costituzione, codici, leggi ------------------------------------------------------------------

Dettagli

Un gruppo di specialisti al servizio delle imprese, per fornire agli imprenditori e alle loro aziende una consulenza integrata e di qualità,

Un gruppo di specialisti al servizio delle imprese, per fornire agli imprenditori e alle loro aziende una consulenza integrata e di qualità, Un gruppo di specialisti al servizio delle imprese, per fornire agli imprenditori e alle loro aziende una consulenza integrata e di qualità, condividendo il rischio d impresa. Caro Imprenditore, Ho trascorso

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Avvertenza... pag. XV. Indice bibliografico...» XVII. Parte Prima I SOGGETTI E LE FONTI DEL DIRITTO DEL COMMERCIO INTERNAZIONALE

INDICE SOMMARIO. Avvertenza... pag. XV. Indice bibliografico...» XVII. Parte Prima I SOGGETTI E LE FONTI DEL DIRITTO DEL COMMERCIO INTERNAZIONALE INDICE SOMMARIO Avvertenza... pag. XV Indice bibliografico...» XVII INTRODUZIONE... pag. 1 1. Globalizzazione dell economia e universalità del diritto...» 1 2. I diritti dell uomo nell economia globale...»

Dettagli

LIBRO VERDE DELLA COMMISSIONE SULLE OPZIONI POSSIBILI IN VISTA DI UN DIRITTO EUROPEO DEI CONTRATTI PER I CONSUMATORI E LE IMPRESE COM(2010)348.

LIBRO VERDE DELLA COMMISSIONE SULLE OPZIONI POSSIBILI IN VISTA DI UN DIRITTO EUROPEO DEI CONTRATTI PER I CONSUMATORI E LE IMPRESE COM(2010)348. Avv. Stefano Garbarino Piazza Dante n. 6/4-16121 GENOVA 0039010592378 - fax 00390105536979 stefano.garbarino@sflgroup.it nome utente: Avv. 187394469 numero di identificazione: 62147965194-55 LIBRO VERDE

Dettagli

Tuttavia l attrattiva dei Mercati Emergenti per le società commerciali occidentali resta, in prospettiva, estremamente rilevante.

Tuttavia l attrattiva dei Mercati Emergenti per le società commerciali occidentali resta, in prospettiva, estremamente rilevante. Contratti di compravendita e distribuzione internazionale: strategie negoziali e aspetti giuridici dei rapporti con i Mercati Emergenti, in particolare con la Cina 1 Da alcuni decenni i Paesi occidentali

Dettagli

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Alberto Majocchi La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Dato che sono del tutto incompetente sul tema oggetto dell incontro odierno, sono

Dettagli

CORSI INTERAZIENDALI GRATUITI

CORSI INTERAZIENDALI GRATUITI CORSI INTERAZIENDALI GRATUITI per DATORI DI LAVORO, DIPENDENTI DI IMPRESE CON SEDE NELLA PROVINCIA DI RIMINI e LIBERI PROFESSIONISTI Progetti approvati dalla Provincia di Rimini SCHEDA DI ADESIONE DA INVIARE

Dettagli

INTERNAZIONALIZZAZIONE DELL IMPRESA ITALIANA

INTERNAZIONALIZZAZIONE DELL IMPRESA ITALIANA INTERNAZIONALIZZAZIONE DELL IMPRESA ITALIANA Aspetti pratici, legali e tributari, dei contratti di distribuzione, di licenza di marchi e brevetti, i prezzi di trasferimento e l accertamento fiscale Bologna,

Dettagli

vorrei anzitutto ringraziare la Camera di Commercio di Novara e l Università Amedeo Avogadro per avermi

vorrei anzitutto ringraziare la Camera di Commercio di Novara e l Università Amedeo Avogadro per avermi La responsabilità sociale delle imprese nel contesto del processo di internazionalizzazione e globalizzazione dei mercati Novara, 28 novembre 2005 Intervento Cari amici, vorrei anzitutto ringraziare la

Dettagli

STRATEGIE E MODALITA DELL INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PMI Relatore Nicla Picchi Azienda: Picchi, Angelini & Associati Studio Legale

STRATEGIE E MODALITA DELL INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PMI Relatore Nicla Picchi Azienda: Picchi, Angelini & Associati Studio Legale Picchi,Angelini&Associati STRATEGIE E MODALITA DELL INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PMI Relatore Nicla Picchi Azienda: Picchi, Angelini & Associati Studio Legale Internazionalizzazione (in generale) Processo

Dettagli

L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI

L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI Ottobre 2012 1 L ATLANTE DEL MADE IN ITALY Le rotte dell export italiano prima e durante la crisi La crisi dell economia

Dettagli

I SOGGETTI E LE FONTI

I SOGGETTI E LE FONTI INDICE SOMMARIO Premessa alla terza edizione.................................. pag. XIX Premessa alla seconda edizione...............................» XXI Premessa alla prima edizione.................................»

Dettagli

I contratti internazionali

I contratti internazionali I contratti internazionali I contratti internazionali sono quei contratti che presentano legami (in senso tecnico collegamenti) con territori sottoposti all'autorità di stati diversi, quindi governati

Dettagli

sustainable Codice di condotta del settore tessile e della moda tedesco

sustainable Codice di condotta del settore tessile e della moda tedesco sustainable Codice di condotta del settore tessile e della moda tedesco Premessa Le aziende del settore tessile e della moda tedesco professano la propria responsabilità com-merciale a prescindere del

Dettagli

Fonte: indagine UniCredit 2010 sulla fiducia I RISULTATI PRINCIPALI. Indice di fiducia complessivo

Fonte: indagine UniCredit 2010 sulla fiducia I RISULTATI PRINCIPALI. Indice di fiducia complessivo COMUNICATO STAMPA Settimo Rapporto UniCredit sulle Piccole Imprese La ricerca di nuovi mercati: la sfida delle piccole imprese fra cambiamento e tradizione Presentato a Roma, lo studio è stato dedicato

Dettagli

OECD Science, Technology and Industry: Scoreboard 2005. Scienza, Tecnonologia e Industria: Quadro di valutazione OCSE 2005. Sommario Esecutivo

OECD Science, Technology and Industry: Scoreboard 2005. Scienza, Tecnonologia e Industria: Quadro di valutazione OCSE 2005. Sommario Esecutivo OECD Science, Technology and Industry: Scoreboard 2005 Summary in Italian Scienza, Tecnonologia e Industria: Quadro di valutazione OCSE 2005 Riassunto in italiano Sommario Esecutivo Prosegue la tendenza

Dettagli

NOME DOCENTE: Prof. Avv. GIUSEPPE RUSSO Prof. Avv. ROBERTO SCHIFANI

NOME DOCENTE: Prof. Avv. GIUSEPPE RUSSO Prof. Avv. ROBERTO SCHIFANI CORSO DI LAUREA: GIURISPRUDENZA INSEGNAMENTO: DIRITTO PRIVATO COMPARATO NOME DOCENTE: Prof. Avv. GIUSEPPE RUSSO Prof. Avv. ROBERTO SCHIFANI OBIETTIVI DEL CORSO: L occasione di tenere un Corso di diritto

Dettagli

Università di Macerata. L internazionalizzazione delle PMI: problemi e prospettive

Università di Macerata. L internazionalizzazione delle PMI: problemi e prospettive Università di Macerata Facoltà di Giurisprudenza Dipartimento di Studi Giuridici ed Economici L internazionalizzazione delle PMI: problemi e prospettive Francesca Spigarelli spigarelli@unimc.it Tecnologia,

Dettagli

APPROCCIO RAGIONATO ALLE CLAUSOLE DI SCELTA DEL FORO, ARBITRATO E LEGGE APPLICABILE. LA LEGGE APPLICABILE ALLE OBBLIGAZIONI CONTRATTUALI (ROMA I)

APPROCCIO RAGIONATO ALLE CLAUSOLE DI SCELTA DEL FORO, ARBITRATO E LEGGE APPLICABILE. LA LEGGE APPLICABILE ALLE OBBLIGAZIONI CONTRATTUALI (ROMA I) L AVVOCATO NEL CONTESTO INTERNAZIONALE ED EUROPEO TERZO MODULO - IL CONTRATTO COMMERCIALE CON L ESTERO 26 maggio 2015 APPROCCIO RAGIONATO ALLE CLAUSOLE DI SCELTA DEL FORO, ARBITRATO E LEGGE APPLICABILE.

Dettagli

Master Universitario di I livello in. Gestione e Sviluppo dei Progetti Internazionali

Master Universitario di I livello in. Gestione e Sviluppo dei Progetti Internazionali Master Universitario di I livello in Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti del master in Gestione e Sviluppo dei Progetti Internazionali le competenze

Dettagli

I Contratti Internazionali

I Contratti Internazionali I Contratti Internazionali Avv. Luisa Brevi 18.06.2014 Programma: Quadro generale: cos è un contratto internazionale Impostazione generale dell operazione: Due diligence Impostazione specifica: i documenti

Dettagli

Tavola Rotonda La regione Abruzzo per le imprese Strumenti di sostegno SIMEST per lo sviluppo sui mercati esteri

Tavola Rotonda La regione Abruzzo per le imprese Strumenti di sostegno SIMEST per lo sviluppo sui mercati esteri Tavola Rotonda La regione Abruzzo per le imprese Strumenti di sostegno SIMEST per lo sviluppo sui mercati esteri Mauro Pietrangeli Dipartimento Sviluppo Advisory e Rappresentante SIMEST per la Regione

Dettagli

INTERVENTI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE PROGRAMMA ATTIVITÀ 2012

INTERVENTI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE PROGRAMMA ATTIVITÀ 2012 INTERVENTI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE PROGRAMMA ATTIVITÀ 2012 Area Commercio e Promozione Estero Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Treviso www.tv.camcom.it promozione@tv.camcom.it

Dettagli

SENZA FRONTIERE 10 TREND EMERGENTI

SENZA FRONTIERE 10 TREND EMERGENTI SENZA FRONTIERE 10 TREND EMERGENTI PER IL SETTORE ASSICURATIVO OSSERVATORIO REPUTATIONAL & EMERGING RISK 1 6 SENZA FRONTIERE L Internazionalizzazione come direttrice strategica per intercettare i benefici

Dettagli

EXPORT CHALLENGE Le attese delle P.M.I. NOVEMBRE 2014

EXPORT CHALLENGE Le attese delle P.M.I. NOVEMBRE 2014 EXPORT CHALLENGE Le attese delle P.M.I. NOVEMBRE 2014 Obiettivi e metodologia della ricerca QUAERIS ha realizzato per EXPORT CHALLENGE un sondaggio tra aziende del Nord Est dedite all internazionalizzazione

Dettagli

Congresso Esportare di più si può, si deve

Congresso Esportare di più si può, si deve ICE AGENZIA PER LA PROMOZIONE ALL ESTERO E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE ITALIANE Congresso Esportare di più si può, si deve Lecce, 16 ottobre 2014 Giovanni Sacchi Direttore Ufficio di coordinamento

Dettagli

Il Patto Globale. Corporate Leadership in the World Economy

Il Patto Globale. Corporate Leadership in the World Economy Il Patto Globale. Corporate Leadership in the World Economy Kofi Annan * Abstract Il Segretario Generale delle Nazioni Unite, Kofi Annan, propose per primo il Global Compact in un discorso al World Economic

Dettagli

Studio Legale. www.advokatibeograd.rs

Studio Legale. www.advokatibeograd.rs Studio Legale Studio Legale Kopilovic & Kopilovic è uno studio legale con sede a Belgrado. La sua innovazione sta nell aver prestato particolare attenzione all ambiente internazionale. Lo Studio è specializzato

Dettagli

INTERNAZIONALIZZAZIONE

INTERNAZIONALIZZAZIONE INTERNAZIONALIZZAZIONE la società di servizi di Confindustria Avellino Minimaster sull internazionalizzazione OBIETTIVI: I processi di globalizzazione oggi in atto stanno mettendo in luce la necessità

Dettagli

QUANDO L EXPORT DIVENTA NECESSARIO

QUANDO L EXPORT DIVENTA NECESSARIO CHECK-IN RAPPORTO EXPORT ONLINE SU SACE.IT/RAPPORTOEXPORT QUANDO L EXPORT DIVENTA NECESSARIO 12 SACEMAG ANDARE OLTRE I BRIC E PUNTARE SUI NEXT GENERATION MARKET PER LE MIGLIORI OPPORTUNITÀ GEOGRAFICO-SETTORIALI,

Dettagli

Parte Terza LE BANCHE E IL MERCATO MOBILIARE

Parte Terza LE BANCHE E IL MERCATO MOBILIARE Parte Terza LE BANCHE E IL MERCATO MOBILIARE 1002 Gabriele Racugno 2 2 Gli strumenti. Generalità 1003 Sezione I Generalità Sommario 1. Il finanziamento dell impresa. 2. La fonte del finanziamento. Autofinanziamento

Dettagli

L internazionalizzazione del sistema economico milanese

L internazionalizzazione del sistema economico milanese L internazionalizzazione del sistema economico milanese Il grado di apertura di un sistema economico locale verso l estero rappresenta uno degli indicatori più convincenti per dimostrare la sua solidità

Dettagli

INTERVENTO PROF. GIORGIO BARBA NAVARETTI

INTERVENTO PROF. GIORGIO BARBA NAVARETTI INTERVENTO PROF. GIORGIO BARBA NAVARETTI Grazie mille Gianni e grazie mille alla fondazione Italcementi Pesenti per questo invito. Credo che oggi il punto fondamentale sia cercare di ragionare su quella

Dettagli

Corporate Social Responsibility

Corporate Social Responsibility Corporate Social Responsibility Prof. Gianluca Colombo Professore Ordinario di Economia aziendale, all Università Svizzera Italiana e all Università degli Studi dell Insubria. MBCF. Il panorama delle imprese

Dettagli

www.centroestero.org

www.centroestero.org COMPETERE NEL MONDO Le attività del sistema Piemonte all estero Camere di commercio Province Comuni Regione Piemonte Centro Estero Associazioni di categoria Banche PROGETTI D AREA, D SERVIZI, INIZIATIVE

Dettagli

GESTIONE DEI MANAGER PER LE SEDI ESTERE PIANIFICAZIONE DELLE POLITICHE GESTIONALI E DELLA MOBILITA DEI MANAGER

GESTIONE DEI MANAGER PER LE SEDI ESTERE PIANIFICAZIONE DELLE POLITICHE GESTIONALI E DELLA MOBILITA DEI MANAGER GESTIONE DEI MANAGER PER LE SEDI ESTERE PIANIFICAZIONE DELLE POLITICHE GESTIONALI E DELLA MOBILITA DEI MANAGER I contenuti del mio intervento vogliono porre l attenzione su aspetti che per molti di noi

Dettagli

IMMIGRATI E ASSISTENZA SANITARIA UN CASO DI STUDIO:IL COMUNE DI LUZZARA

IMMIGRATI E ASSISTENZA SANITARIA UN CASO DI STUDIO:IL COMUNE DI LUZZARA Abstract dell elaborato di tesi in Storia e Filosofia dei Diritti Umani di Beatrice Gabrielli: IMMIGRATI E ASSISTENZA SANITARIA UN CASO DI STUDIO:IL COMUNE DI LUZZARA Corso di laurea in Culture e Diritti

Dettagli

Player mondiale con un identità globale

Player mondiale con un identità globale PROTAGONISTI. Parla il presidente di Indesit Company Player mondiale con un identità globale Nata come impresa familiare, oggi è una multinazionale che persegue una politica di brand acquisition. Vittorio

Dettagli

Master Universitario di I livello in. Gestione e Sviluppo dei Progetti Internazionali

Master Universitario di I livello in. Gestione e Sviluppo dei Progetti Internazionali Master Universitario di I livello in Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti del master in Gestione e Sviluppo dei Progetti Internazionali le competenze

Dettagli

POSIZIONE DEL COPA E DELLA COGECA SUI SISTEMI DI ASSICURAZIONE DELLA QUALITÀ NELL AMBITO DELLA CATENA ALIMENTARE

POSIZIONE DEL COPA E DELLA COGECA SUI SISTEMI DI ASSICURAZIONE DELLA QUALITÀ NELL AMBITO DELLA CATENA ALIMENTARE Comitato delle Organizzazioni Professionali Agricole dell'ue Confederazione Generale delle Cooperative Agricole dell UE PR(06)249F1 6 dicembre 2006 P(06)222F1 POSIZIONE DEL COPA E DELLA COGECA SUI SISTEMI

Dettagli

VE(N)DERE OLTRE LA CRISI. Profilo e strategie di risposta delle imprese italiane alla crisi internazionale

VE(N)DERE OLTRE LA CRISI. Profilo e strategie di risposta delle imprese italiane alla crisi internazionale VE(N)DERE OLTRE LA CRISI Profilo e strategie di risposta delle imprese italiane alla crisi internazionale Assocamerestero l Associazione delle Camere di Commercio Italiane all Estero (CCIE), e Unioncamere,

Dettagli

16. Il contratto: nozioni generali; formazione; trattative e responsabilità precontrattuale (lezione) IL CONTRATTO

16. Il contratto: nozioni generali; formazione; trattative e responsabilità precontrattuale (lezione) IL CONTRATTO IL CONTRATTO 1 Nozione: art. 1321. Accordo tra due o più parti diretto a costituire, regolare, estinguere un rapporto giuridico patrimoniale. Funzione del contratto: fonte di obbligazioni (art. 1173 efficacia

Dettagli

DA EXPORT MANAGER A PROJECT MANAGER PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE

DA EXPORT MANAGER A PROJECT MANAGER PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE FORMAZIONE.Upgrading DA EXPORT MANAGER A PROJECT MANAGER PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE Come elaborare un strategia e pianificare un progetto per crescere nei mercati internazionali PERCHE La globalizzazione

Dettagli

RISPARMIO E PROTEZIONE FISCALE

RISPARMIO E PROTEZIONE FISCALE Vorrei cominciare con il raccontarti una storia realmente accaduta: Un mio cliente possiede una azienda a conduzione familiare nel ricco veneto. L azienda non solo ha dato da mangiare alla sua famiglia

Dettagli

Il marchio come strumento di competitività di un impresa

Il marchio come strumento di competitività di un impresa Il marchio come strumento di competitività di un impresa RINGRAZIAMENTI buonasera, sono Aldo Fittante e prima di tutto vorrei ringraziare l organizzazione di questo Forum Internazionale ed i Colleghi relatori.

Dettagli

PROGETTO CLUB DEGLI ESPORTATORI

PROGETTO CLUB DEGLI ESPORTATORI ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO ECONOMICO E LA COMPETITIVITÀ DEL SISTEMA LOMBARDO Asse 2 Internazionalizzazione misura D PROGETTO CLUB DEGLI ESPORTATORI AVVISO PER LA SELEZIONE DI IMPRESE ANNO 2010

Dettagli

PREPARATI ALLA EMO. PROMOZIONE E BUSINESS: Progetto Focus Paesi

PREPARATI ALLA EMO. PROMOZIONE E BUSINESS: Progetto Focus Paesi PREPARATI ALLA EMO PROMOZIONE E BUSINESS: Progetto Focus Paesi Apri le porte con le chiavi della conoscenza Costruisci il tuo percorso formativo Investi per accrescere il tuo business EMO MILANO 2015 l

Dettagli

SIMEST: Partner d impresa per la competizione globale

SIMEST: Partner d impresa per la competizione globale SIMEST: Partner d impresa per la competizione globale Seminario di preparazione alla Missione Imprenditoriale in Iran Vincenzo Pagano Dipartimento Sviluppo e Advisory Referente SIMEST Area Nord Est Vicenza,

Dettagli

PMI. ed INTERNAZIONALIZZAZIONE: SFIDA. sempre possibile. una

PMI. ed INTERNAZIONALIZZAZIONE: SFIDA. sempre possibile. una PMI ed INTERNAZIONALIZZAZIONE: una SFIDA sempre possibile PMI ed INTERNAZIONALIZZAZIONE: una sempre possibile SFIDA Dopo il successo della prima edizione, CNA Servizio Estero propone ESTER 2011, un nuovo

Dettagli

Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering. Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008

Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering. Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008 Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008 Signor Presidente della Repubblica italiana Giorgio Napolitano, Signor Presidente

Dettagli

Catania, 12 febbraio 2002. Magnifico Rettore, Autorità tutte, cari studenti, cari professori, signore e signori,

Catania, 12 febbraio 2002. Magnifico Rettore, Autorità tutte, cari studenti, cari professori, signore e signori, 1 Intervento del Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Letizia Moratti all inaugurazione dell anno accademico all Università degli studi di Catania Catania, 12 febbraio 2002 Magnifico

Dettagli

Compravendita internazionale : quale legge si applica? Qual è il giudice competente a giudicare?

Compravendita internazionale : quale legge si applica? Qual è il giudice competente a giudicare? Compravendita internazionale : quale legge si applica? Qual è il giudice competente a giudicare? La realtà commerciale del settore dei beni di consumo tecnici e tecnologici è caratterizzata dalla commercializzazione

Dettagli

INTERVISTA CON DON LAMBERTO PIGINI

INTERVISTA CON DON LAMBERTO PIGINI I PROTAGONISTI STORIE IMPRENDITORIALI lavorare con creatività INTERVISTA CON DON LAMBERTO PIGINI Dalla formazione all animazione, viaggio nell arcipelago del PiginiGroup: Eli, Rainbow, Eko, Tecnostampa,

Dettagli

Understanding the market: HCS High Cosmetic Solution

Understanding the market: HCS High Cosmetic Solution Understanding the market: HCS High Cosmetic Solution Interessate al mondo della cosmesi, in un giorno di sole partiamo per Milano per far visita a una giovane realtà, nata nel 2012, che ha già avuto grandi

Dettagli

Eva Wiesmann, Dipartimento di Studi Interdisciplinari su Traduzione, Lingue e Culture, Università di Bologna

Eva Wiesmann, Dipartimento di Studi Interdisciplinari su Traduzione, Lingue e Culture, Università di Bologna Recensione di Tradurre il diritto. Nozioni di diritto e linguistica giuridica, a cura di Stefania Cavagnoli ed Elena Ioriatti Ferrari, Padova: Cedam, 2009 Eva Wiesmann, Dipartimento di Studi Interdisciplinari

Dettagli

CORSO DI LAUREA: GIURISPRUDENZA LAUREA MAGISTRALE

CORSO DI LAUREA: GIURISPRUDENZA LAUREA MAGISTRALE CORSO DI LAUREA: GIURISPRUDENZA LAUREA MAGISTRALE INSEGNAMENTO: DIRITTO DELLA CONCILIAZIONE, DELLA MEDIAZIONE E DELL ARBITRATO NOME DOCENTE: Prof. Avv. Damiano Marinelli marinelli@areaconsulenze.it NOME

Dettagli

SINTESI E PRINCIPALI CONCLUSIONI

SINTESI E PRINCIPALI CONCLUSIONI SINTESI E PRINCIPALI CONCLUSIONI IL CONTESTO GLOBALE Negli anni recenti, la crescita economica globale si è mantenuta elevata. La principale economia mondiale, cioè gli Stati Uniti, è cresciuta mediamente

Dettagli

Capitolo 1 L OBIETTIVAZIONE DEL CONTRATTO NELLE MODERNE TEORIE GIURIDICHE E LE ULTERIORI SIGNIFICATIVITÀ DEL CONTESTO TECNOLOGICO

Capitolo 1 L OBIETTIVAZIONE DEL CONTRATTO NELLE MODERNE TEORIE GIURIDICHE E LE ULTERIORI SIGNIFICATIVITÀ DEL CONTESTO TECNOLOGICO XV Presentazione del Prof. Guido Alpa... Introduzione... IX XXXIII Capitolo 1 L OBIETTIVAZIONE DEL CONTRATTO NELLE MODERNE TEORIE GIURIDICHE E LE ULTERIORI SIGNIFICATIVITÀ DEL CONTESTO TECNOLOGICO 1. La

Dettagli

LA POLITICA ENERGETICA DELL UNIONE EUROPEA

LA POLITICA ENERGETICA DELL UNIONE EUROPEA LA POLITICA ENERGETICA DELL UNIONE EUROPEA Che ruolo ha l energia nel processo di integrazione europea? L energia è il motore dell Europa. Il benessere di persone, industrie ed economia dipende da un energia

Dettagli

FORUM INTERNAZIONALIZZAZIONE

FORUM INTERNAZIONALIZZAZIONE FORUM INTERNAZIONALIZZAZIONE IL NUOVO DRIVER DI SVILUPPO PER BANCHE E IMPRESE STRUMENTI E POLITICHE PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE EMMA BONINO MINISTRO DEL COMMERCIO INTERNAZIONALE Roma, lunedì 26 giugno

Dettagli

RUOLO DEL DIRITTO DELLE PROFESSIONI GIURIDICHE NELLA NOSTRA SOCIETA. Intervento dell Avv. Michele Dipace. Avvocato Generale dello Stato

RUOLO DEL DIRITTO DELLE PROFESSIONI GIURIDICHE NELLA NOSTRA SOCIETA. Intervento dell Avv. Michele Dipace. Avvocato Generale dello Stato RUOLO DEL DIRITTO DELLE PROFESSIONI GIURIDICHE NELLA NOSTRA SOCIETA Intervento dell Avv. Michele Dipace Avvocato Generale dello Stato 1. Sono veramente onorato di poter intervenire nella giornata del laureato

Dettagli

COMPANY PROFILE SETTORE: INTERNAZIONALIZZAZIONE D IMPRESA

COMPANY PROFILE SETTORE: INTERNAZIONALIZZAZIONE D IMPRESA COMPANY PROFILE SETTORE: INTERNAZIONALIZZAZIONE D IMPRESA Premesse: SA Soluzioni Aziendali srl nasce dalla ventennale esperienza dei Soci fondatori nel management di impresa e nella consulenza aziendale.

Dettagli

INDICE PARTE PRIMA. Capitolo I UN LINGUAGGIO GIURIDICO CONDIVISO PER L EUROPA (S. Patti)

INDICE PARTE PRIMA. Capitolo I UN LINGUAGGIO GIURIDICO CONDIVISO PER L EUROPA (S. Patti) INDICE Introduzione... xi PARTE PRIMA UN LINGUAGGIO GIURIDICO CONDIVISO PER L EUROPA 1. Il linguaggio giuridico delle relazioni familiari... 3 2. Le espressioni obsolete.... 4 3. Il linguaggio condiviso...

Dettagli

MADE IN ITALY: CANZIO, PER INTERNAZIONALIZZAZIONE SPESI 228 MLN=

MADE IN ITALY: CANZIO, PER INTERNAZIONALIZZAZIONE SPESI 228 MLN= MADE IN ITALY: CANZIO, PER INTERNAZIONALIZZAZIONE SPESI 228 MLN= (AGI) - Roma, 7 mar. - "I finanziamenti assegnati per le attivita' di internazionalizzazione ammontano a circa 228 milioni di euro". Lo

Dettagli

Evoluzione dei principali mercati: quali sviluppi si prospettano nell internazionalizzazione delle PMI italiane

Evoluzione dei principali mercati: quali sviluppi si prospettano nell internazionalizzazione delle PMI italiane Evoluzione dei principali mercati: quali sviluppi si prospettano nell internazionalizzazione delle PMI italiane Paolo Di Benedetto Responsabile Dipartimento Valutazione Investimenti e Finanziamenti 21

Dettagli

Alla ricerca della crescita perduta:

Alla ricerca della crescita perduta: Alla ricerca della crescita perduta: Alla ricerca opportunità della crescita e ritorni perduta: di un Italia opportunità più internazionale. e ritorni di un Italia più internazionale. roma, 19 novembre

Dettagli

Convegno ANFIA. Torino, 7 maggio 2013

Convegno ANFIA. Torino, 7 maggio 2013 Convegno ANFIA Torino, 7 maggio 2013 Scaletta presentazione Dott. Bonomi INTRODUZIONE anche se il momento è difficile e carico di incertezze bisogna cercare di capire quali sono le occasioni per migliorare

Dettagli

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA Hannover Messe 2014 Walking Press Conference, 8 Aprile 2014 L industria Elettrotecnica ed Elettronica in Italia ANIE rappresenta da sessant anni l industria

Dettagli

Progetto a supporto della Internazionalizzazione. Presentazione di International Professional Network

Progetto a supporto della Internazionalizzazione. Presentazione di International Professional Network Progetto a supporto della Internazionalizzazione Presentazione di International Professional Network AJM CONSULTING è uno studio di consulenza italo-polacco che offre un supporto concreto alle piccole

Dettagli

d.ssa Alessandra D Attilio incontro di studio 20 marzo 2014

d.ssa Alessandra D Attilio incontro di studio 20 marzo 2014 L incontro odierno prosegue sulla scia di quello del 3 dicembre 2013, nell intento di affrontare problematiche che investono aspetti di diritto societario, ma anche del diritto di famiglia e del diritto

Dettagli

LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA

LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA Martedì 7 giugno 2005, dalle ore 15 alle ore 20, si è svolto il 3 convegno alla Camera dei Deputati dell Associazione Nazionale ConVoglio Valori (per il 1

Dettagli

Gli stranieri in Italia

Gli stranieri in Italia Gli stranieri in Italia E straniero, evidentemente, chi non è cittadino italiano. Tuttavia, nell epoca della globalizzazione questa definizione negativa non è più sufficiente per identificare le regole

Dettagli

Capitolo 9. di internazionalizzazione delle PMI. Alessandro Baroncelli, Luigi Serio - Economia e gestione delle imprese

Capitolo 9. di internazionalizzazione delle PMI. Alessandro Baroncelli, Luigi Serio - Economia e gestione delle imprese Capitolo 9 Reti d impresa d e processi di internazionalizzazione delle PMI Indice Le principali teorie e modelli di internazionalizzazione Le esperienze di internazionalizzazione delle pmi italiane La

Dettagli

ESPERIENZE DELLE IMPRESE NEI PROCESSI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE

ESPERIENZE DELLE IMPRESE NEI PROCESSI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE ESPERIENZE DELLE IMPRESE NEI PROCESSI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE Il Gal Città di Castel del Monte ha avuto l incarico di individuare dei casi studio per imprese del settore agroalimentare in relazione ai

Dettagli

ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI MILANO

ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI MILANO Tavolo 5: Organizzare i nostri studi Referenti: Francesca Simonetti, Alessandro Trivelli, Consiglieri Ordine degli Architetti PPC di Milano Segretario referente: Anna Missaglia Partecipano al tavolo: Lorenzo

Dettagli

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE ALDO SMOLIZZA* Qualche anno fa svolgevo un attività internazionale e a seguito di quell attività conoscevo molto bene le indicazioni del Fondo Monetario Internazionale.

Dettagli

SEMINARIO. Idee per lo sviluppo competitivo del sistema produttivo regionale. Comunicazione dell Assessore Regionale alle AA.PP. PI. IT.

SEMINARIO. Idee per lo sviluppo competitivo del sistema produttivo regionale. Comunicazione dell Assessore Regionale alle AA.PP. PI. IT. SEMINARIO I MERCATI DEL BRASILE, DEL GIAPPONE E DELLA REPUBBLICA DI COREA: UN OPPORTUNITÀ D INTERNAZIONALIZZAZIONE PER LE AZIENDE LUCANE Potenza, 22/11/2012 Aula Magna Università degli Studi di Basilicata

Dettagli

BCC Business Community Confindustria SVILUPPARE IL BUSINESS RISPARMIARE NEGLI ACQUISTI

BCC Business Community Confindustria SVILUPPARE IL BUSINESS RISPARMIARE NEGLI ACQUISTI BCC Business Community Confindustria SVILUPPARE IL BUSINESS RISPARMIARE NEGLI ACQUISTI RELAZIONE DEL PRESIDENTE ALBERTO SCANU (12 giugno 2008) Ancora una volta Confindustria ci da l'opportunità di presentare

Dettagli

THE AUTOMOBILE SECTOR

THE AUTOMOBILE SECTOR Crisis in a Global Economy. Re-planning the Journey Pontifical Academy of Social Sciences, Acta 16, 2011 www.pass.va/content/dam/scienzesociali/pdf/acta16/acta16-montezemolo.pdf THE AUTOMOBILE SECTOR LUCA

Dettagli

SOLUZIONI PER CRESCERE ALL ESTERO: GLI STRUMENTI SIMEST E BERS. Carlo de Simone Responsabile Funzione Desk Italia

SOLUZIONI PER CRESCERE ALL ESTERO: GLI STRUMENTI SIMEST E BERS. Carlo de Simone Responsabile Funzione Desk Italia SOLUZIONI PER CRESCERE ALL ESTERO: GLI STRUMENTI SIMEST E BERS Carlo de Simone Responsabile Funzione Desk Italia Ancona, 6 giugno 2013 MISSIONE SIMEST promuove l internazionalizzazione delle imprese italiane

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

REDAZIONE E NEGOZIAZIONE DEI CONTRATTI INTERNAZIONALI

REDAZIONE E NEGOZIAZIONE DEI CONTRATTI INTERNAZIONALI REDAZIONE E NEGOZIAZIONE DEI CONTRATTI INTERNAZIONALI UNIVERSITA DI TRENTO ROBERTO CECCON AVVOCATO PROFESSORE A C. DI DIRITTO COMMERCIALE INTERNAZIONALE RUOLO DEL GIURISTA NEGOZIATORE E REDATTORE DI NUOVE

Dettagli

Castel MAC SpA CODICE ETICO

Castel MAC SpA CODICE ETICO CODICE ETICO Castel Mac S.p.A. adotta il presente Codice Etico, che si ispira ai principi del D.Lgs 231 Disciplina della Responsabilità Amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni

Dettagli

La formalizzazione della rete: le diverse forme di collaborazione Milano, 16 febbraio 2015

La formalizzazione della rete: le diverse forme di collaborazione Milano, 16 febbraio 2015 La formalizzazione della rete: le diverse forme di collaborazione Milano, 16 febbraio 2015 Dalla rete all internazionalizzazione delle PMI Milano, 16 marzo 2015 L operatività di una rete di imprese all

Dettagli

Come italiani, salviamo esseri umani, perché crediamo nei valori umani e nel rispetto della vita umana.

Come italiani, salviamo esseri umani, perché crediamo nei valori umani e nel rispetto della vita umana. signore e signori, è un grande onore per il mio Paese, per l Italia, essere qui oggi. Vorrei ringraziare la Repubblica Federale Democratica d Etiopia e il Presidente dell Assemblea Generale, Sam Kutesa,

Dettagli

KEY SOLUTION S.R.L. IL CODICE ETICO E DISCIPLINARE DI COMPORTAMENTO SOMMARIO: 1. Premessa. 2. I principi generali. 3. Il Sistema di controllo interno.

KEY SOLUTION S.R.L. IL CODICE ETICO E DISCIPLINARE DI COMPORTAMENTO SOMMARIO: 1. Premessa. 2. I principi generali. 3. Il Sistema di controllo interno. KEY SOLUTION S.R.L. IL CODICE ETICO E DISCIPLINARE DI COMPORTAMENTO SOMMARIO: 1. Premessa. 2. I principi generali. 3. Il Sistema di controllo interno. 4. I rapporti con i Dipendenti e con i Collaboratori.

Dettagli

In questo articolo. PARERE LEGALE USATO O RIFIUTO? di Maurizio Iorio MARKETPLACE 76

In questo articolo. PARERE LEGALE USATO O RIFIUTO? di Maurizio Iorio MARKETPLACE 76 PARERE LEGALE USATO O RIFIUTO? di Maurizio Iorio LA DIFFERENZA TRA PRODOTTI USATI E RIFIUTI (E QUINDI POSSIBILI RAEE) I PRODOTTI USATI POSSONO ESSERE TRASPORTATI SENZA PARTICOLARI FORMALITÀ E COSTI COME

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica DOCUMENTO Disegno di Legge A.S. 3270 Disposizioni in materia di professioni non regolamentate in Ordini o Collegi (22 giugno 2012) L - Associazione Nazionale Consulenti Tributari,

Dettagli

Contratti di distribuzione Disciplina sui ritardi di pagamento

Contratti di distribuzione Disciplina sui ritardi di pagamento Contratti di distribuzione Disciplina sui ritardi di pagamento Corso di Diritto civile, A.A. 2014-2015 Prof. Giuseppe Vettori 7 ottobre 2014 Mario Mauro I contratti di distribuzione I contratti di distribuzione

Dettagli

Avv. FABIO ROSSI. Avv. Fabio Rossi Via G. Carducci 37, Napoli c/o Studio Legale Cioffi&Associati Tel. 081/409.419 Cell.

Avv. FABIO ROSSI. Avv. Fabio Rossi Via G. Carducci 37, Napoli c/o Studio Legale Cioffi&Associati Tel. 081/409.419 Cell. Avv. Fabio Rossi Via G. Carducci 37, Napoli c/o Studio Legale Cioffi&Associati Tel. 081/409.419 Cell. 349/8163910 rossi@cioffieassociati.it fabiorossi@avvocatinapoli.legalmail.it Avv. FABIO ROSSI Dati

Dettagli

CORSO DI DIRITTO DEL COMMERCIO INTERNAZIONALE

CORSO DI DIRITTO DEL COMMERCIO INTERNAZIONALE CORSO DI DIRITTO DEL COMMERCIO INTERNAZIONALE VI^ LEZIONE I sistemi di pagamento e le garanzie internazionali Docente: Dr. Gianni ANGELUCCI 1 I PAGAMENTI E LE GARANZIE INTERNAZIONALI Moneta e Strumenti

Dettagli

COLLEGIO DI MILANO. - Prof.ssa Cristiana Maria Schena Membro designato dalla Banca d'italia

COLLEGIO DI MILANO. - Prof.ssa Cristiana Maria Schena Membro designato dalla Banca d'italia COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: - Prof. Avv. Antonio Gambaro Presidente - Prof.ssa Cristiana Maria Schena Membro designato dalla Banca d'italia - Prof. Avv. Emanuele Lucchini Guastalla Membro

Dettagli

Osservazioni Piano triennale internazionalizzazione 2016-2018 22/2/2016

Osservazioni Piano triennale internazionalizzazione 2016-2018 22/2/2016 Osservazioni Piano triennale internazionalizzazione 2016-2018 22/2/2016 L'internazionalizzazione delle imprese è uno dei primari obiettivi per il rilancio del sistema produttivo regionale, che può contribuire

Dettagli

L affido condiviso: la potestà dei genitori e l esercizio della stessa secondo la nuova legge. Avv. A. Fissore

L affido condiviso: la potestà dei genitori e l esercizio della stessa secondo la nuova legge. Avv. A. Fissore Corso di formazione dell avvocato della famiglia e del minore. Lunedì 12 febbraio 2007 L affido condiviso: la potestà dei genitori e l esercizio della stessa secondo la nuova legge. Avv. A. Fissore Art.

Dettagli

Lo scopo. Finalità sociale ed efficienza economica possono camminare insieme.

Lo scopo. Finalità sociale ed efficienza economica possono camminare insieme. Èsotto gli occhi di tutti: nella realtàsociale che ci circonda il disagio e le difficoltàeconomiche stanno crescendo, coinvolgendo persone, famiglie, gruppi sociali. Cresce il bisogno ma non crescono le

Dettagli