Ict, Modena esempio da imitare

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ict, Modena esempio da imitare"

Transcript

1 Presentata la ricerca sulla penetrazione dell Information technology tra le aziende modenesi, realizzata da Net Consulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Ict, Modena esempio da imitare Consapevolezza che i nuovi strumenti sono essenziali per l efficienza dell impresa. Investimenti confermati per quanto la crisi lo renda possibile. È così che gli imprenditori della nostra provincia riescono a distinguersi nel panorama nazionale. Ma c è ancora molto da fare di Federica Vandini - Foto Elisabetta Baracchi Essere all avanguardia assicura van - taggi competitivi preziosi, soprattutto in tempi di crisi, ma non e sclu - de margini di miglioramento e crescita, oggi bloccati non per scarsa sensibilità ma per difficoltà economiche. Potrebbe es sere così sintetizzata l approfondita ricerca sul rapporto tra le aziende modenesi e le tecnologie informatiche e della comunicazione, condotta da Net Consulting su un campione di 4 imprese del territorio, suddivise Il progetto Industriali di Modena e Reggio Emilia partner dell Università sull Ict La ricerca e il dialogo costante con l università devono diventare un abitudine di tutte le imprese, indipendentemente dalla loro dimensione, da conoscenze o da singoli interessi. Soprattutto in tema di tecnologie informatiche: «Finora ci sono stati interventi spot, su iniziativa di una o dell altra parte», spiega Massimo Bruni, respon sabile del settore Ict di Confindustria Modena, «ed è invece necessario creare un modello che possa essere applicato in modo sistematico». Da questa convinzione è nata l ultima iniziativa, realizzata in collaborazione con il Club digitale degli Industriali di Reggio Emilia, con cui i rapporti sono molto stretti: le due associazioni hanno infatti sottoscritto un protocollo con il Centro interdipartimentale di ricerca industriale dell ateneo di Modena e Reggio Emilia, So - ftech, per trasferire i risultati della ricerca industriale alle piccole im prese del settore Ict. «Anche se al momento è solo un atto formale», precisa Bruni, «ha sancito la volontà di tutti di iniziare un percorso preciso, affinché la collaborazione reciproca sia strutturata». «Nonostante gli sforzi già compiuti finora, le collaborazioni tra i no - stri due mondi rimangono ancora poco diffuse e spesso estemporanee, senza seguito», osserva la professoressa Rita Cucchiara, che dirige Softech. «Con questa intesa cercheremo proprio di intervenire su questo aspetto, e di aumentare la competitività e il tasso di innovazione nelle aziende di settore delle due province», di fatto prendendo per mano i piccoli imprenditori e portandoli fisicamente in laboratorio. «Il rapporto con la ricerca universitaria è diventato un nodo fondamentale, non possiamo più permetterci di esserne distanti. Certo, un confronto c era già prima», ricorda Luca Torri, presidente del Club digitale degli Industriali di Reggio Emilia, «ma ora si tratta di fare un passo in più: accorpando le esigenze in un protocollo possiamo pensare anche a prodotti comuni». Inizialmente, il lavoro si concentrerà Da sinistra: Rita Cucchiara, direttore di Softech, il Centro interdipartimentale di ricerca industriale dell ateneo geminiano; Luca Torri, presidente del Club digitale degli Industriali di Reggio Emilia soprattutto su uno dei settori trainanti del territorio, in cui si contano numerose eccellenze: la meccatronica e le sue aziende spesso ramificate tra Milano, Roma e l estero. «Ma il protocollo è trasversale», precisa Torri, «e si applica a tutti gli ambiti: mira in un primo mo - mento a presentare le imprese e le loro attività in università per stabilire un contatto duraturo, poi si potrà scendere nel particolare anche con la creazione di laboratori specializzati». Dopotutto, il nu - cleo reggiano-modenese è rodato, e recentemente ha rafforzato il gioco di squadra partecipando insieme a un progetto sull education valley, nell ambito del bando nazionale delle Smart Cities. 40 OUTLOOK - Gennaio/Febbraio Gennaio/Febbraio - OUTLOOK 41

2 Composizione panel Industria 51% Servizi % La ricerca su Modena è stata condotta a settembre da NetConsulting. Hanno risposto alla websurvey 4 imprese, di cui oltre l 80 per cento è composto da aziende tra 10 e addetti % 3% Ottimizzazione processi Sviluppo nuovi prodotti-servizi Fonte: NetConsulting, Websurvey 0% 5 5% 52% Riduzione costi 50% Miglioramento relazioni clienti % Sviluppo mercati esteri Maggior focus sul mercato (Mktg) % Ict % Pubblica amministrazione locale 8% Finance 4% Trasporti 2% Utility 2% Le principali priorità di business Valori % su totale aziende 33% % % % % % Crescita Ict in azienda Alleanze Italia Modena Miglioramento relazioni con i fornitori % Acquisizioni 4% tra industria (51 per cento) e servizi ( per cento), Ict stesso ( per cento), pub blica amministrazione (8 per cento), finance (4 per cento), utility e trasporti (2 per cento). Il rapporto, realizzato all interno di una iniziativa di Repubblica Affari& Fi nanza, Samsung e Gazzetta di Modena e presentato presso la sede di Confindustria Mo de na, si è concentrato per la maggior parte su realtà di piccole dimensioni, che meglio rispecchiano il dna del tessuto produttivo sia modenese sia nazionale. E ha dimostrato che sul territorio si concentra un altissima percentuale di procedimenti virtuosi, grazie a una molteplicità di iniziative per migliorare la propria competitività: aggregazioni e cooperazione, distretti e reti di imprese, presenza all estero, produzioni di qualità riconosciuta e certificata, e appunto anche scelte di investimento in In for ma - tion technology. L indagine, condotta sia a livello nazionale sia su molte altre piccole realtà territoriali, ha mostrato come le imprese modenesi siano frenate oggi soprattutto dalla cri si economica e dalle conseguenze del terremoto del maggio scorso, pur con tempi di reazione invidiabili. E soprattutto con la previsione, per più della metà delle imprese intervistate, di mantenere inalterata la spesa in Information technology, a differenza della media nazionale dove, a fronte di un crescente interesse verso le tecnologie, la spesa It si presenta in flessione. Il ha infatti registrato in Italia un calo del 4,1 per cento rispetto al 10, e anche il si è chiuso negativamente. Il mercato It in Italia Dati in milioni di euro e variazioni % Fonte: NetConsulting, -4.1% -2.% -1.0% -5.% -.0% % % % % parziale E-commerce tallone d Achille «Ogni comparto costituisce davvero un caso a sé», precisa Massimo Bruni, responsabile del settore Ict di Confindustria Mo - dena, «perché ogni tecnologia serve a finalità specifiche, e il suo uso va calato nelle singole realtà». Ma un tratto comune riunisce le aziende modenesi, «rimandate» in e-commerce perché appena l 8 per cento vi fa ricorso, nonostante il boom di casi come Amazon o Yoox. «Qui ci sono po ten zialità inespresse», afferma Bruni, «non solo sul piano della compravendita, su cui si tende un po ad appiattire tutto il concetto di com - Servizi Software Assistenza tecnica Hardware mercio elettronico, ma anche nel modo di au tomatizzare l efficienza e nella possibilità di raggiungere davvero ogni angolo del mondo». Il salto definitivo, insomma, sta in un cambio di mentalità che per alcuni è ancora da fare, e in una maggiore attenzione ai fornitori, oggi un po meno considerati dei clienti finali ma non meno importanti. Su questo aspetto c è comunque una forte pre - A Modena è forte l attenzione verso le nuove tecnologie, a partire dagli investimenti in Information technology, perché si avverte la necessità di cogliere tutte le occasioni per migliorare la competitività: aggregazioni e cooperazione, distretti e reti di imprese, presenza all estero e produzioni di qualità riconosciuta e certificata Oggi le imprese modenesi sono frenate soprattutto dalla crisi economica e dalle conseguenze del sisma del maggio scorso, anche se con tempi di reazione invidiabili. Ma a differenza della tendenza nazionale, più della metà delle imprese intervistate hanno intenzione di mantenere inalterata la spesa in Information technology sa di coscienza, indice della necessità di recuperare capacità produttiva a condizioni economiche più sostenibili. «Serve un ul teriore sforzo culturale, perché è ancora diffusa più di quel che appare la percezione del sistema informatico come costo, e non come investimento». Su questo, co - munque c è anche un po di autocritica da parte degli stessi addetti ai lavori: «Forse da parte nostra è mancata la capacità di fa - Con l aiuto dell Università di Modena e Reggio Emilia si cerca di aumentare la competitività e il tasso di innovazione nelle aziende di settore delle due province 42 OUTLOOK - Gennaio/Febbraio Gennaio/Febbraio - OUTLOOK 43

3 Economia SERVIZI DI RECUPERO E TRASPORTO RIFIUTI SPECIALI NON PERICO- LOSI/CARTA E CARTO- NE/PLASTICA/ROT- TAMI FERROSI/LEGNO ECC... CLA RICICLA 00 srl è un azienda leader nel settore, che può trarre diverse tipologie di rifiuti riciclabili, con un organizzazione industriale ed una rete commerciale diffusa sul territorio regionale. Pur conservando l anima del business nel riciclo della carta da macero, nel corso degli anni RICICLA 00 srl ha saputo diversificare la propria offerta attivando la possibilità di trattare altri materiali come: PLASTICA, I ROTTA- MI FERROSI, LEGNO E RIFIUTI VARI NON PERICOLOSI. Per tutti i materiali trattati la RICICLA 00 srl è in possesso delle regolari autorizzazioni provinciali. L azienda fornisce servizi in vari settori utilizzando attrezzature, automezzi e strutture in piena affidabilità e competenza. Le fasi princi pali di produzione per tutti i materiali trattati da RICICLA 00 srl sono: RITIRO E COMMERCIO DI MATERIALE SFUSO O IMBALLATO CON O SENZA CONTAINER NOLEGGIO CONTAINER SCARRABILI NOLEGGIO COMPATTORI COMPATTATORI NOLEGGIO PRESSE STAZIONARIE TRITURAZIONE CON MACCHINE SPECIALI IMBALLAGGIO DISPONIBILITÀ DI PERSONALE PRESSO LA SEDE DEL CLIENTE VALUTAZIONE DI SISTEMI E METODI PER IL CORRETTO RECUPERO EMISSIONE DOCUMENTI FISCALI PER CONTO DEL CLIENTE DICHIARAZIONE PER LA DETASSAZIONE DELLA TARIFFA/TASSA RIFIUTI La RICICLA 00 srl ritira i materiali dagli Enti Pubblici, dalle aziende e dai singoli privati e li trasporta al proprio impianto dove con le operazioni di: CERNITA, SMISTAMENTO PER TIPOLOGIA, TRITURAZIONE, RIDUZIONE VOLUMETRICA, IMBALLAGGIO, li prepara per essere conferiti alle cartiere, nel caso della carta e del cartone, o negli appositi siti di lavorazione, come materie prime secondarie per la rigenerazione nei processi produttivi. un settore specifico è dedicato al trattamento di documenti cartacei che richiedono una particolare attenzione come quelli provenienti da banche ed uffici pubblici, per i quali la RICICLA 00 srl garantisce la completa riservatezza. RICICLA00 srl: via Vittorio Bachelet n Campogalliano Modena Tel / Fax re vedere il valore dell investimento. In tem - po di crisi, quando si tende a chiudersi più sul breve periodo e a ragionare su orizzonti ristretti, è necessario un tentativo in più per far allungare lo sguardo». Gestire i dati e il cambiamento Tuttavia, non è solo una questione di por tafoglio. Al di là del tempo impiegato per ripagare i programmi, le strumentazioni o le piattaforme nuove, il cambiamento si scon t ra spesso con la ritrosia di chi è costretto a modificare metodo e strumenti di lavoro dopo anni di consuetudine e pratiche rodate. «L innovazione costringe a ripensare tut ta l attività, e a volte nella routine quotidiana il personale fatica a trovare spazio per questo. Forza a un cambiamento non im me diato e soprattutto non scontato», ammette Bruni. «Un classico esempio di ciò è l adozione di diversi programmi gestionali, o sistemi di videoconferenza tra sedi diverse di un azienda o di un gruppo: nonostante sia evidente il risparmio di tempo e di costi di viaggio e spostamenti, inizialmente ab b iamo notato che si continua a preferire la trasferta». In tema di gestione dei dati e dei documenti, le realtà modenesi hanno indicato poi come fortemente critici la tempestività di accesso alle informazioni contenute nei do cumenti, e la possibilità di tracciare l i - ter dei documenti nelle interazioni interne ed esterne. Criticità, quest ultima, definita dagli analisti «assolutamente prevedibile, considerando la vocazione del tessuto imprenditoriale locale che vede prevalere settori come il biomedicale e l alimentare, condizionati da esigenze di trac c iabilità dei processi (di ricerca e sviluppo, produttivi, logistici) sia per esigenze normative sia di certificazione». Più elevata rispetto alla me dia nazionale, anche in seguito a obblighi normativi, risulta dunque l adozione della posta elettronica certificata, della firma di gitale, dell invio di fatture elettroniche, e di interazioni online con la pubblica am m inistrazione. Questo vantaggio si riflette anche nell hardware, grazie per esempio al l introduzione di stampanti multifunzione. Sul territorio, i settori che 5% 2% 3% Posta elelettronica certificata Valori % su totale aziende Fonte: NetConsulting, 5% 5% Sito Internet Adozione non prevista % % Fatturazione elettronica (out) più domandano soluzioni di gestione documentale e che stanno dando un maggiore impulso alla domanda sono quello delle telecomunicazioni & media, il finance e le utility. Anche in questo caso c è una sensibilità più alta, a fronte di una spesa nazionale che nel valeva poco meno di 00 milioni di euro, in calo dell 1, per cento rispetto al l anno 10. I numeri del risparmio Ma al di là della congiuntura cosa spin - ge le aziende a investire in questa particolare area dell It? «In primis, la necessità di preservare e gestire un patrimonio informativo sempre più consistente e sempre più destrutturato che, se ben utilizzato, di - ven ta un fattore strategico di competitività», spiegano i ricercatori. «In seconda bat- Interazione digitale con la P.a. Adozione prevista oltre il Soluzioni Ict adottate a Modena 2% Firma digitale 2 5% 4% 3% e- procurement Adozione prevista nel «Ogni settore costituisce un caso a sé», precisa Massimo Bruni, imprenditore e responsabile del settore Ict di Confindustria Modena, «perché l uso della tecnologia va calato nelle singole realtà». Il tratto comune attuale per le aziende modenesi è che solo l 8 per cento fa ricorso all e-commerce. «Invece esistono potenzialità inespresse non solo nella compravendita ma anche nel modo di automatizzare l efficienza e nella possibilità di raggiungere ogni angolo del mondo» 35% 4 Conservazione sostitutiva 2 % 15% 43% Fatturazione elettronica (in) Già adottata 2% % e-commerce 4% % RFID tuta, l impatto positivo che processi e flussi do cumentali ottimizzati generano sui costi gestionali e infine la necessità di razionalizzare i costi e ottimizzare i processi». Per esempio, a livello nazionale è stato notato che si riduce il costo di gestione del singolo documento, considerando che ogni documento perso o archiviato in modo er - ra to costa a una realtà aziendale 1 euro e ogni documento duplicato o stampato più volte euro. Inoltre, si riducono i tempi dedicati alla ricerca, all analisi e all archiviazione della carta, attività che secondo Net Consulting copre normalmente il 40 per cen to del tempo lavorativo. L introduzione del fascicolo elettronico del dipendente porta a ridurre i tempi di processo dell area Ri sor se umane del 5 per cento e i costi di ge stione della documentazione dei dipendenti dell 80 per cento. Infine, la fatturazione e lettronica genera risparmi fino al 0 per cen to, e l ot- Massimo Bruni, responsabile del settore Ict di Confindustria Modena Gennaio/Febbraio - OUTLOOK 45

4 Una piccola innovazione può diventare un grande valore. Proteggila Maroscia & Associati timizzazione dei dispositivi e dei pro cessi di stampa può portare a risparmiare fino al 40 per cento. Da Marconi agli stranieri Su tutto questo calcolo, va però necessariamente inserita la politica e l annoso tema delle infrastrutture digitali. «Il digital divide è sempre più un vessillo sventolato in base a interessi o per business, ma non credo che costituisca il vero problema», afferma Bruni. «La fibra è certamente preferibile, ma dopotutto non è indispensabile: ci si può collegare via satellite o via ra - dio. Il problema vero è più ampio e radicato, ed è la mancanza di una politica industriale specifica per l Ict. Anche in questo caso è una questione di orizzonte corto, di mancanza di lungimiranza. Ed è un aspetto che contrasta fortemente, per esempio, con la nostra marcata vocazione all export e con la nostra storia: il telefono e la radio in fondo sono stati inventati da due italiani. Oggi invece, stiamo diventando terra di conquista per le multinazionali, che stanno colonizzando le piccole eccellenze nate negli anni Sessanta e Settanta». Questa e - sigenza, secondo Bru ni, è destinata a crescere finché non diventerà imprescindibile, «come l allaccio alla rete elettrica». E Mo - dena? «Modena si salva grazie al saper e vo - ler fare, e alla sua cultura imprenditoriale in cui convivono piccole e medie imprese con colossi stranieri, che per loro modus o - perandi sono rispettosi e attenti all innovazione di processo, più che di prodotto». In ogni caso, il settore guarda al con un leggero ottimismo: «Credo che il punto di non ritorno sia ormai passato, per quanto senza investimenti e senza fiducia si rischia di chiudersi in un circolo vizioso. Ma è quando si va molto bene o molto male che bisogna tirare fuori i conigli dal cilindro. E l Ict è un cilindro profondissimo». Le conclusioni «È evidente che ci troviamo in uno scenario, privato e pubblico, fortemente condizionato dalla difficile situazione congiunturale», concludono le ultime pagine del report. «La consapevolezza che investimenti in Ict, anche nell ambito della ge - stione documentale, possano rappresentare uno strumento che abilita queste strategie e supporta le politiche di miglioramento del business non è proprio scontata. L aspetto positivo è che si rileva una sensibilità crescente verso questa tematica e una altrettanto crescente propensione a investirvi». Insomma, non tutte le aziende sono pronte, per questioni di natura culturale e soprattutto per limitate capacità di spesa, a investire in soluzioni che vadano a ottimizzare i propri flussi documentali. Come si diceva, tuttavia, rispetto alla realtà nazionale l analisi del territorio di Modena evidenzia importanti aspetti positivi, come «una tendenza a mantenere in - variata la spesa in Information technology in un contesto di mercato negativo, in ge - nerale e per criticità territoriali. Ma so - prattutto, chi tale spesa intende aumentarla prevede incrementi significativi anche Ma non è solo una questione economica. Si tratta anche di combattere la ritrosia di chi è costretto a modificare metodi e strumenti di lavoro dopo anni di consuetudine e pratiche rodate. «L innovazione impone di ripensare tutta l attività, costringe a mettere in atto un cambiamento profondo e soprattutto non scontato», ricorda Bruni Nella realtà modenese c è già una forte presa di coscienza sull utilità dell Ict. Ma serve ancora il salto definitivo, «Serve un ulteriore sforzo culturale», afferma Bruni, «perché è diffusa più di quel che appare la percezione del sistema informatico come costo e non come investimento» per progetti indirizzati alla gestione dei documenti. Si tratta di un tessuto imprenditoriale strutturato per operare secondo lo giche di filiera e distrettuale, con elevate esigenze di tracciabilità dei processi, che da tempo ha iniziato ad automatizzare le re - lazioni, interne ed esterne, e i relativi flussi documentali». Infine, c è una chiara conferma del fat - to che investimenti in ambito documentale generano risultati positivi ed evidenti anche sul business: quasi il per cento delle realtà interpellate dall indagine di - chiara che da interventi di digitalizzazione dei flussi documentali possano derivare incrementi del fatturato superiori al 2 per cento. Per questo, nell ottica di creare mag - giore consapevolezza sull utilità dell In - for mation technology, il territorio modenese viene definito «un esempio per altre realtà, anche in un momento difficile come quello attuale». Gennaio/Febbraio - OUTLOOK 4

5 CODICE TITOLO EX. Brand Management CATALOGO FEBBRAIO MARZO APRILE MAGGIO GIUGNO SETTEMBRE OTTOBRE NOVEMBRE CORSI CODICE TITOLO EX.1 International Business Development ND.1 Organizzarsi per il cliente Analisi del posizionamento strategico ND.3 Sviluppo organizzativo e cambiamento per competere ND4 Ridisegnare l organizzazione con il minimo costo 1 8 ND.1 5 Parlare in pubblico e comunicare con efffificacia ND.2 Problem solving Gestione del tempo Leadership e Teambuilding ND.11 Tecniche di commercio internazionale ND. Reti di vendita all estero 10 ND. Web marketing all estero 1 EX La pianificazione dell internazionalizzazione Finanza per imprenditori e manager ND.2 D.Lgs. 1 Responsabilità amministrativa dell impresa 3 ND.4 Dalla contabilità al bilancio 10, 10,, ACQUISTI E LOGISTICA LOGISTICA ACQUISTI EX.41 ND.141 ND.1 Formazione per i capi reparto ND.2 Quality by design ND.3 Audit efffificaci ND.4 La gestione a scorta dei materiali 4, 10,1 SIIQ.1 Modulo A SIQ.2 Modulo B (B4+B5), 5,,14,,,, SIQ.3 Modulo C SIQ.4 Gestione della Sicurezza: corso per Dirigenti SIQ.5 Formazione per preposti SIQ. RLS base 1,,,,,, 1,3,8,10,15,1,,,2,,, 15,1,,,2,31,,,,, SIIQ. RLS aggiornamento 14, SIQ.8 Prevenzione incendi BASE rischio MEDIO (5+3), SIQ. Prevenzione incendi AGGIORNAMENTO rischio MEDIO (2+3), SIQ.0 Primo Intervento BASE rischio Basso e Medio SIQ.2 Primo Intervento AGGIORNAMENTO rischio Basso e Medio La gestione efficace degli acquisti Sales management Businnes Writing 2 14 ND.153 Gestire le richieste e i reclami del cliente ND.154 Comunicazione al telefono MARKETING MARKETING EX. 1 Marketing management ND.1 Piani di marketing ND.2 Benchmarking 10 ND.3 Social marketing ND.4 L offerta non n rifiutabile 1 SIIQ.2 PES PAV SIIQ.3 Aggiornamento Normativo D.Lgs. 81 5,,,, Negoziare con successo con la PNL 2 ND.151 ND VENDITE COMMERCIALE COMMERCIALE E VENDITE EX.51 Sicurezza macchinario Inventory manager ND.143 Logistica distributiva e trasporti ND.144 Supply chain management starting from basic ND.142 ICT e Logistica SICUREZZA ND.1 ND.3 Contabilità generale NOVEMBRE 14 ND.14 Il contratto nazionale di vendita AMMINISTRAZIONE, AMMINIS TRAZIONE, FINANZA E CON CONTROLLO TROLLO EX.31 OTTOBRE PRODUZIONE ND.4 G GIUGNO SETTEMBRE MA AGGIO 4 15 Gestione efffificace dei collaboratori: dalla relazione al feedback DN.3 APRILE RISORSE UMANE EX. MARZO EXPOR EXPORT T ORGANIZZAZIONE E SVI SVILUPPO LUPPO ND.2 FEBBRAIO 5, 14,,, 5,,,,,, SIIQ.4 Comunicazione dell emergenza SIIQ.5 Tecniche di formazione per formatori della Sicurezza SIIQ. Sicurezza alla guida SIIQ. Misurazione, valutazione e riduzione del rischio rumore SIIQ.8 Ambienti Confinati SIIQ. OCRA Movimenti ripetitivi e MMC SIQ.2 Formazione per tutti i lavoratori,, Informazioni su Per ABBONAMENTI contattare Nuova Didactica, Corso Cavour 5 Modena, tel 05

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Ottobre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Modena NetConsulting 2012 1

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Novembre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Novembre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Novembre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Verona NetConsulting 2012 1

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Ottobre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Perugia NetConsulting 2012 1

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Ottobre 2012. Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Ottobre 2012. Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Ottobre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Firenze NetConsulting 2012 1 INDICE 1 Introduzione...

Dettagli

Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese pugliesi: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati

Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese pugliesi: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese pugliesi: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati Presentati oggi i risultati dello studio di UniCredit, dedicato

Dettagli

Export manager per il settore della nautica da diporto

Export manager per il settore della nautica da diporto PROGETTO COFINANZIATO DALL UNIONE EUROPEA Progetto formativo per Export manager per il settore della nautica da diporto FORMAZIONE SUPERIORE Progetto formativo per Export manager per il settore della nautica

Dettagli

Questionario per l Innovazione

Questionario per l Innovazione Questionario per l Innovazione Confindustria, con il progetto IxI - Imprese per l Innovazione - intende offrire un significativo contributo al processo di diffusione della cultura dell innovazione e dell

Dettagli

Il Terziario Innovativo e l e-government come opportunita per la ripartenza del territorio

Il Terziario Innovativo e l e-government come opportunita per la ripartenza del territorio Il Terziario Innovativo e l e-government come opportunita per la ripartenza del territorio Domenico Favuzzi Presidente Terziario Innovativo e Comunicazione di Confindustria Bari e BAT Agenda 1. Contesto

Dettagli

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi Marketing & Sales: le reazioni alla crisi I risultati di un indagine empirica 1 1. IL CAMPIONE ESAMINATO 2 Le imprese intervistate Numero imprese intervistate: 14 Imprese familiari. Ruolo centrale dell

Dettagli

ICT nelle medie imprese: la sfida della complessità tra efficienza e innovazione. Raffaello Balocco Politecnico di Milano

ICT nelle medie imprese: la sfida della complessità tra efficienza e innovazione. Raffaello Balocco Politecnico di Milano ICT nelle medie imprese: la sfida della complessità tra efficienza e innovazione Raffaello Balocco Politecnico di Milano Agenda Investimenti in ICT e competitività Le ICT come reale leva strategica La

Dettagli

Premio Innovazione ICT Smau Business Roma. Roma, 24 marzo

Premio Innovazione ICT Smau Business Roma. Roma, 24 marzo Premio Innovazione ICT Smau Business Roma 1 Pierantonio Macola Amministratore Delegato Smau 2 Il nuovo ruolo di Smau In due giorni tutta l innovazione di cui hanno bisogno le imprese e le Pubbliche Amministrazioni

Dettagli

Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese toscane: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati

Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese toscane: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese toscane: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati Presentati i risultati dello studio di UniCredit, dedicato

Dettagli

Presentazione: Realizzare il piano strategico aziendale: il valore aggiunto dell outsourcing della logistica.

Presentazione: Realizzare il piano strategico aziendale: il valore aggiunto dell outsourcing della logistica. Presentazione: Realizzare il piano strategico aziendale: il valore aggiunto dell outsourcing della logistica. Autore: Andrea Alberio, Logistic Manager Lechler SpA Azienda: Lechler è un azienda italiana

Dettagli

< < 2 OBIETTIVI 2 DIMENSIONI

< < 2 OBIETTIVI 2 DIMENSIONI MILANO 17-19 Ottobre 2012 Progetto Smau Milano 2012 Smau Milano è il più importante momento d incontro tra i principali fornitori di soluzioni ICT e gli imprenditori e i decisori aziendali delle imprese

Dettagli

Italia: Imprese e Futuro Giugno 2010

Italia: Imprese e Futuro Giugno 2010 Giugno 2010 Premessa L obiettivo dell indagine è stato quello di registrare il sentire delle Aziende Italiane rispetto alla situazione economica attuale e soprattutto quali sono le aspettative per gli

Dettagli

Industria: I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012

Industria: I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012 34indicatori Industria: stabile la produzione I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012 E. S. Produzione sugli stessi livelli dello scorso anno, debole la domanda interna, ma rimane

Dettagli

LABORATORIO INNOVAZIONE PMI Progetto di Fondo Perequativo 2002

LABORATORIO INNOVAZIONE PMI Progetto di Fondo Perequativo 2002 Azienda Speciale Camera di Commercio di Lecco LABORATORIO INNOVAZIONE PMI Progetto di Fondo Perequativo 22 UNA SINTESI DEI RISULTATI In collaborazione con Versione st/15 aprile 25 Progetto Laboratorio

Dettagli

Alta tecnologia per giovani ingegneri

Alta tecnologia per giovani ingegneri L azienda fondata da Piero Ferrari rappresenta un esempio della capacità modenese di primeggiare nell automotive e in altri settori specialistici Alta tecnologia per giovani ingegneri Dalla Formula 1 all

Dettagli

Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio

Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio C E N S I S Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio III Quadrimestre 2008 Monitor Lazio è promosso dall Unione Regionale delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura

Dettagli

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI PREMESSA L importanza crescente delle caratteristiche locali nello spiegare l andamento industriale ed economico del Paese

Dettagli

Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli obiettivi delle attività previste in

Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli obiettivi delle attività previste in PROGRAMMA STRATEGICO TRIENNALE 2011-2013 Per La Realizzazione Del Sistema Informativo Regionale Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli

Dettagli

Sul Web sono editoria, turismo e telecomunicazioni i settori più attivi

Sul Web sono editoria, turismo e telecomunicazioni i settori più attivi Tel. +39 0421 65261 Mob. + 39 348 0862267 ufficiostampa@mm-one.com Sul Web sono editoria, turismo e telecomunicazioni i settori più attivi Sfruttano al meglio le potenzialità offerte dalla rete per sviluppare

Dettagli

Reti di INDUSTRIA 4.0

Reti di INDUSTRIA 4.0 DALLA DIGITALIZZAZIONE DELLE IMPRESE ALLA DIGITALIZZAZIONE DELLA SUPPLY CHAIN LA COMPETITIVITÀ DELLA SUPPLY CHAIN Bologna, 27 novembre 2015 Questa presentazione Imprese e competizione globale Supply Chain,

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso SIOS

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso SIOS Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso SIOS Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.4 Le opportunità per le imprese derivanti

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI

INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Ravera Mario e-mail mario_ravera@fastwebnet.it Nazionalità Italiana Data di nascita 04/10/1969 ESPERIENZA LAVORATIVA Esperienze professionali (incarichi ricoperti)

Dettagli

Dr. Irnerio Del Treppo Direttore Generale Kuvera SpA Nola, 18 gennaio 2010

Dr. Irnerio Del Treppo Direttore Generale Kuvera SpA Nola, 18 gennaio 2010 Dr. Irnerio Del Treppo Direttore Generale Kuvera SpA Nola, 18 gennaio 2010 Kuvera spa Kuvera S.p.A. opera nel settore Retail di borse, valigie piccola pelletteria, accessori e oggettistica. Kuvera S.p.A.

Dettagli

Progetto Analisi del fenomeno della precoce mortalità delle imprese e del passaggio generazionale

Progetto Analisi del fenomeno della precoce mortalità delle imprese e del passaggio generazionale Progetto Analisi del fenomeno della precoce mortalità delle imprese e del passaggio generazionale progetto realizzato con il contributo Segreteria organizzativa Adeguarsi al cambiamento E-commerce e organizzazione

Dettagli

Store.Valtellina.it. Descrizione iniziativa

Store.Valtellina.it. Descrizione iniziativa Store.Valtellina.it Descrizione iniziativa Sondrio, 28 Maggio 2010 1 STORE.VALTELLINA.IT - INFORMATIVA ALLE IMPRESE 1.1 Introduzione Store.Valtellina.it nasce per promuovere i prodotti di eccellenza del

Dettagli

gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale

gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale Gestione documentale Gestione documentale Dalla dematerializzazione dei documenti

Dettagli

Finalità. Requisiti soggetto proponente. Attività oggetto di finanziamento

Finalità. Requisiti soggetto proponente. Attività oggetto di finanziamento Bando di concorso per la concessione di contributi alle pmi per favorire lo sviluppo di progetti, prodotti, servizi, processi e modelli organizzativi innovativi nonche l adozione di tecnologie e servizi

Dettagli

La Business Intelligence per competere e governare il cambiamento Vittorio Arighi Practice Leader Netconsulting

La Business Intelligence per competere e governare il cambiamento Vittorio Arighi Practice Leader Netconsulting La Business Intelligence per competere e governare il cambiamento Vittorio Arighi Practice Leader Netconsulting 9 ottobre 2014 L andamento del PIL a livello mondiale: l Italia continua ad arretrare Mondo

Dettagli

Competere con la logistica Esperienze innovative nella Supply Chain alimentare

Competere con la logistica Esperienze innovative nella Supply Chain alimentare Competere con la logistica Esperienze innovative nella Supply Chain alimentare M. Bettucci R. Secchi V. Veronesi Unit Produzione e Tecnologia Il libro è frutto del lavoro di ricerca svolto con il Gruppo

Dettagli

Documento di sintesi del programma I-Start 2013... Premessa... Analisi delle attività a totale carico pubblico...

Documento di sintesi del programma I-Start 2013... Premessa... Analisi delle attività a totale carico pubblico... Umbria Innovazione Scarl Documento di sintesi del programma I-Start 2013 Risultati dei progetti a totale carico pubblico e a costi condivisi Sommario Documento di sintesi del programma I-Start 2013...

Dettagli

Corso in Store Management

Corso in Store Management in collaborazione con presenta Corso in Store Management EDIZIONE SICILIA INDICE 1) Premessa 2) Obiettivo 3) Il profilo professionale in uscita: lo Store Manager 4) Organizzazione delle attività 5) Programma

Dettagli

INDICE. 1.Perché fare Qualità. 2. Qualità e non-qualità. 3. Le potenzialità del Sistema di gestione. 4. La ISO 9001:2015

INDICE. 1.Perché fare Qualità. 2. Qualità e non-qualità. 3. Le potenzialità del Sistema di gestione. 4. La ISO 9001:2015 LE NOVITA INDICE 1.Perché fare Qualità 2. Qualità e non-qualità 3. Le potenzialità del Sistema di gestione 4. La ISO 9001:2015 1. PERCHE FARE QUALITA Obiettivo di ogni azienda è aumentare la produttività,

Dettagli

InfoRes s.r.l. membro di Cast Group

InfoRes s.r.l. membro di Cast Group InfoRes s.r.l. membro di Cast Group S i s t e m i d i s t a m p a e v o l u t i INFORES Il senso del fare impresa è quello di costruire soluzioni su misura(niente di più, niente di meno) fornendo esattamente

Dettagli

L internazionalizzazione delle imprese italiane. Dati di sintesi, strategie organizzative e modelli di management

L internazionalizzazione delle imprese italiane. Dati di sintesi, strategie organizzative e modelli di management L internazionalizzazione delle imprese italiane Dati di sintesi, strategie organizzative e modelli di management L internazionalizzazione produttiva delle imprese italiane Fenomeno complesso e differenziato

Dettagli

in collaborazione con presenta Corso Store Manager EDIZIONE CAMPANIA

in collaborazione con presenta Corso Store Manager EDIZIONE CAMPANIA in collaborazione con presenta Corso Store Manager EDIZIONE CAMPANIA INDICE 1) Premessa 2) Obiettivo 3) Il profilo professionale in uscita: lo Store Manager 4) Organizzazione delle attività 5) Programma

Dettagli

Il management cooperativo e l innovazione

Il management cooperativo e l innovazione AZIENDE IN RETE NELLA FORMAZIONE CONTINUA Strumenti per la competitività delle imprese venete Il management cooperativo e l innovazione DGR n. 784 del 14/05/2015 - Fondo Sociale Europeo in sinergia con

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LA POLITICA INDUSTRIALE, LA COMPETITIVITA E LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE DIV. VII PMI, Startup innovative e reti di impresa Indagine sulle PMI eccellenti

Dettagli

CHI SIAMO. Viale Assunta 37 20063 Cernusco s/n Milano 02-92107970 info@cimscarl.it

CHI SIAMO. Viale Assunta 37 20063 Cernusco s/n Milano 02-92107970 info@cimscarl.it CHI SIAMO C.I.M. non è un comune consorzio ma una società consortile creata dopo approfonditi studi ed esperienze maturate da un gruppo di specialisti in grado di operare in molte aree geografiche del

Dettagli

Stealth è una soluzione per: UNICO E DISTRIBUITO, COME LE AZIENDE DELLA MODA

Stealth è una soluzione per: UNICO E DISTRIBUITO, COME LE AZIENDE DELLA MODA Stealth è una soluzione per: UNICO E DISTRIBUITO, COME LE AZIENDE DELLA MODA ESPANSIONE INTERNAZIONALE, MAGGIORE INTEGRAZIONE NELLA GESTIONE DEI DATI E MIGLIORAMENTO DELLA STANDARDIZZAZIONE DELLE PROCEDURE,

Dettagli

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business.

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. ACCREDITED PARTNER 2014 Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Gariboldi Alberto Group Srl è una realtà

Dettagli

CBI 2011 Corporate Banking and Electronic Invoice

CBI 2011 Corporate Banking and Electronic Invoice CBI 2011 Corporate Banking and Electronic Invoice Dematerializzazione e Transazioni elettroniche: una necessità per lo sviluppo 0 Paolo Angelucci Presidente Assinform Milano, 1 dicembre 2011 Il profilo

Dettagli

Marketing & Sales oltre la crisi: i risultati di un analisi empirica. Relatore Giancarlo Ferrero

Marketing & Sales oltre la crisi: i risultati di un analisi empirica. Relatore Giancarlo Ferrero 1 Marketing & Sales oltre la crisi: i risultati di un analisi empirica Relatore Giancarlo Ferrero AUTORI DELLA RICERCA Università degli Studi di Macerata Elena Cedrola Giacomo Gisti Università Politecnica

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 177 del 31 12 2014

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 177 del 31 12 2014 50888 50889 50890 Sezione 1 - Offerta Formativa Trasversale e di Base Sezione Percorso Il sistema e le procedure degli Uffici Giudiziari Formativo Obiettivi del modulo Livello Durata (in ore) Prerequisiti

Dettagli

Le imprese Web Active in Italia

Le imprese Web Active in Italia Le imprese Web Active in Italia per settore di attività Introduzione p. 2 Obiettivo e variabili utilizzate p. 2 La classifica p. 4 Analizziamo i dati p. 5 Metodologia p. 9 1 Le imprese Web Active in Italia

Dettagli

Risultati indagine: Le aziende e la mobilità sostenibile

Risultati indagine: Le aziende e la mobilità sostenibile Risultati indagine: Le aziende e la mobilità sostenibile Cisalpina Research è il centro studi creato da Cisalpina Tours per rilevare dati e tendenze, opportunità e sfide del mercato dei viaggi d affari.

Dettagli

Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale. Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere

Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale. Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere MultiPiani si occupa dal 1994 di Comunicazione e Marketing strategico, rivolgendosi

Dettagli

INDAGINE SICURSERVIZI SUI FABBISOGNI FORMATIVI DEL SETTORE SICUREZZA

INDAGINE SICURSERVIZI SUI FABBISOGNI FORMATIVI DEL SETTORE SICUREZZA INDAGINE SICURSERVIZI SUI FABBISOGNI FORMATIVI DEL SETTORE SICUREZZA Per Il settore in cifre presentiamo il rapporto sulle esigenze formative del settore sicurezza, realizzato da Sicurservizi per conto

Dettagli

Incontro Postelprint con OO SS 1/08/2006

Incontro Postelprint con OO SS 1/08/2006 Incontro Postelprint con OO SS 1/08/2006 Forecast 2006 Piano 2007-2009 Executive Summary Roma, 12 giugno 2006 La mission di Postel Postel ha saputo anticipare l evoluzione dello scenario modificando il

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

Calendario corsi (data di avvio)

Calendario corsi (data di avvio) Calendario corsi (data di avvio) forlì - cesena 8 DIREZIONE E SVILUPPO D IMPRESA Principi di Project management per l ottimizzazione dei tempi e dei costi di progetto Tecniche operative per la costruzione

Dettagli

Comer Academy. La sede

Comer Academy. La sede Comer Academy Nata nel 2008 per sostenere il processo di cambiamento dell azienda, Comer Academy è il centro per la diffusione della cultura dell eccellenza alla base del modello di business di Comer Industries.

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

GREEN IT. Ancora soltanto un ipotesi o già una interessante mainstream? Marzo 2008. GREEN IT rel 1.2

GREEN IT. Ancora soltanto un ipotesi o già una interessante mainstream? Marzo 2008. GREEN IT rel 1.2 GREEN IT Ancora soltanto un ipotesi o già una interessante mainstream? Marzo 2008 GREEN IT rel 1.2 1 INDICE Visione di insieme I diversi aspetti del GREEN IT Cosa dicono gli IT Manager 7 buoni motivi per

Dettagli

Ciò che Pensi determina ciò che Ottieni. Napoleon Hill

Ciò che Pensi determina ciò che Ottieni. Napoleon Hill Ciò che Pensi determina ciò che Ottieni. Napoleon Hill ThinkGet S.r.l. nasce con una mission molto chiara: Sostenere gli individui e le organizzazioni nella realizzazione del successo desiderato. Costituita

Dettagli

COME RIDURRE I COSTI ED I RISCHI NEI TRASPORTI E NELLE SPEDIZIONI INTERNAZIONALI

COME RIDURRE I COSTI ED I RISCHI NEI TRASPORTI E NELLE SPEDIZIONI INTERNAZIONALI COME RIDURRE I COSTI ED I RISCHI NEI TRASPORTI E NELLE SPEDIZIONI INTERNAZIONALI Recuperare efficacia ed efficienza nelle vendite e negli acquisti AREA TRANSPORT MANAGEMENT Seminario Specialistico COME

Dettagli

Obiettivi conoscitivi

Obiettivi conoscitivi Corso di International Accounting Università degli Studi di Parma - Facoltà di Economia (Modulo 1 e Modulo 2) LAMIB Strumenti avanzati di management accounting. Profili internazionali. Anno Accademico

Dettagli

Fabbrica Intelligente & Formazione

Fabbrica Intelligente & Formazione Fabbrica Intelligente & Formazione Lo scenario emergente Ieri: strategia di costo Delocalizzazione competitiva Oggi: strategia di innovazione servizio Caratteri Strategia di localizzazione Strategia di

Dettagli

COMPANY PROFILE. www.profiservicesrl.com

COMPANY PROFILE. www.profiservicesrl.com COMPANY PROFILE Chi siamo Pratiche Uffici Pubblici e Enti Profiservice offre attività e servizi a supporto del business di Professionisti, Studi e Aziende. Siamo in continua evoluzione e crescita nel settore

Dettagli

3.3.3.2.0 Responsabili di magazzino e della distribuzione interna. Evoluzione del ruolo professionale nel settore Tessile-Abbigliamento-Calzature

3.3.3.2.0 Responsabili di magazzino e della distribuzione interna. Evoluzione del ruolo professionale nel settore Tessile-Abbigliamento-Calzature 3.3.3.2.0 Responsabili di magazzino e della distribuzione interna Le professioni comprese in questa unità raccolgono, controllano e archiviano la documentazione sulle merci esistenti, in entrata e in uscita

Dettagli

Il mercato IT nelle regioni italiane

Il mercato IT nelle regioni italiane RAPPORTO NAZIONALE 2004 Contributi esterni nelle regioni italiane a cura di Assinform Premessa e obiettivi del contributo Il presente contributo contiene la seconda edizione del Rapporto sull IT nelle

Dettagli

Costruzioni: mercato interno sempre più debole. Niente ripresa nel 2014

Costruzioni: mercato interno sempre più debole. Niente ripresa nel 2014 Costruzioni: mercato interno sempre più debole. Niente ripresa nel 2014 Roma 28 novembre 2013 - Nel 2012 il volume economico generato dal sistema italiano delle costruzioni, compresi i servizi, è stato

Dettagli

Premio Innovazione ICT

Premio Innovazione ICT Premio Innovazione ICT Sistemi gestionali, Business Intelligence e CRM Produzione di omogeneizzatori e di pompe ad alta pressione Dipendenti: 30 Fatturato: 8 milioni di Euro L integrazione tra sistema

Dettagli

Camera dei Deputati X Commissione Attività produttive, commercio e turismo

Camera dei Deputati X Commissione Attività produttive, commercio e turismo Camera dei Deputati X Commissione Attività produttive, commercio e turismo RISOLUZIONE IN COMMISSIONE 7/00574 AUDIZIONE 6 maggio 2015 CONTRATTI DI RETE COME STRUMENTO DI POLITICA ECONOMICA Le organizzazioni

Dettagli

LIVELLO DI INFORMATIZZAZIONE

LIVELLO DI INFORMATIZZAZIONE LIVELLO DI INFORMATIZZAZIONE 10 9 8 7 74% 10 88% 74% 91% 67% 74% 10 89% 82% 25% 6 57% 75% 5 4 44% SI NO Base: totale aziende Fonte: EY-TOW, 2015 Il livello di informatizzazione delle aziende Piemontesi

Dettagli

LA CRISI RAFFREDDA L ENTUSIASMO DEI MANAGER ITALIANI PER LA CORPORATE RESPONSIBILITY

LA CRISI RAFFREDDA L ENTUSIASMO DEI MANAGER ITALIANI PER LA CORPORATE RESPONSIBILITY LA CRISI RAFFREDDA L ENTUSIASMO DEI MANAGER ITALIANI PER LA CORPORATE RESPONSIBILITY 1 Quasi dimezzate rispetto al 2009 le imprese che considerano la Corporate Responsibility come parte integrante della

Dettagli

economico congiunturale

economico congiunturale indicatori Economica Numero 6 novembre-dicembre 55 Osservatorio economico congiunturale indicatori ll punto sull economia della provincia di 56 Economica Numero 6 novembre-dicembre I RISULTATI DI BILANCIO

Dettagli

L'evoluzione dei Sistemi Informativi e i nuovi modelli di offerta 23 ottobre 2009. www.osservatori.net

L'evoluzione dei Sistemi Informativi e i nuovi modelli di offerta 23 ottobre 2009. www.osservatori.net L'evoluzione dei Sistemi Informativi e i nuovi modelli di offerta: opportunità e sfide in un momento di crisi Mariano Corso School of Management Politecnico di Milano Milano, 23 ottobre 2009 Ricerca ALCUNI

Dettagli

L Area Nord: rispetto a 5 anni fa

L Area Nord: rispetto a 5 anni fa Conclusioni 1 L Area Nord: rispetto a 5 anni fa L Area Nord, nonostante la crisi del 2009 che ha peggiorato le condizioni rispetto al 2008, è comunque cresciuta in termini di ricavi del 25% rispetto al

Dettagli

ACCOUNT MANAGEMENT nell ICT

ACCOUNT MANAGEMENT nell ICT ACCOUNT MANAGEMENT nell ICT Maturità di molte applicazioni su cliente, interlocutori sempre più tecnicamente preparati e esigenti, banalizzazione di know how e di processo nelle diverse offerte spingono

Dettagli

Come stanno rapidamente cambiando le preferenze sulle

Come stanno rapidamente cambiando le preferenze sulle WHITE PAPER MARZO 2013 Come stanno rapidamente cambiando le preferenze sulle modalità di contatto e interazione tra utente e azienda Fonte Dati: Forrester Research Inc I marchi registrati citati nel presente

Dettagli

La risposta di Cerved Group ai bisogni di crescita delle Aziende Italiane. ANDREA RICOTTI Bardolino, 18 Maggio 2011

La risposta di Cerved Group ai bisogni di crescita delle Aziende Italiane. ANDREA RICOTTI Bardolino, 18 Maggio 2011 La risposta di Cerved Group ai bisogni di crescita delle Aziende Italiane ANDREA RICOTTI Bardolino, 18 Maggio 2011 Agenda Proposta Cerved Group oggi Area Databank: Competenze e Specificità La Codifica

Dettagli

Sellers Ln. Buyers Rd. M e d i c a l L o g i c B u y e r. Logisan

Sellers Ln. Buyers Rd. M e d i c a l L o g i c B u y e r. Logisan Logisan Buyers Rd. Sellers Ln. Non riuscivo a trovare l'auto sportiva dei miei sogni, così l'ho costruita da solo... Ferdinand Porsche Mission Ottimizziamo i processi aziendali che da sempre affliggono

Dettagli

TECNICO DI SPEDIZIONE, TRASPORTI E LOGISTICA

TECNICO DI SPEDIZIONE, TRASPORTI E LOGISTICA TECNICO DI SPEDIZIONE, TRASPORTI E LOGISTICA Corso GRATUITO per giovani e adulti disoccupati, già in possesso di conoscenze e capacità nel settore Rif. PA n 2015-4134/RER Finanziato dalla Regione Emilia

Dettagli

L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015

L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015 Maggio 2015 L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015 Presentazione Rapporto UNIDI definitivo sul mercato 2013 e stima 2014 Il progetto KEY-STONE Presentazione rapporto sul periodo

Dettagli

IL SETTORE DELL'ARTIGIANATO NELLA PROVINCIA DI AREZZO

IL SETTORE DELL'ARTIGIANATO NELLA PROVINCIA DI AREZZO IL SETTORE DELL'ARTIGIANATO NELLA PROVINCIA DI AREZZO Avvertenze Il presente documento è stato realizzato da CNA FORMAZIONE srl utilizzando anche fonti istituzionali comunitarie, nazionali, regionali e

Dettagli

DARE VALORE ALLE IMPRESE

DARE VALORE ALLE IMPRESE DARE VALORE ALLE IMPRESE Estero, crescita, nuova imprenditoria Accordo Intesa Sanpaolo - Confindustria Piccola Industria indice 2 UN IMPEGNO COMUNE PER LA CRESCITA 3 I PUNTI CHIAVE DEL NUOVO ACCORDO 4

Dettagli

Soluzioni. per le Imprese CHINA

Soluzioni. per le Imprese CHINA Soluzioni per le Imprese CHINA Il nostro team Fondazione Italia Cina e Camera di Commercio Italo Cinese hanno raggiunto un accordo di integrazione e hanno dato vita ad un unica sezione per l erogazione

Dettagli

Assessore alle Attività Produttive Regione Emilia Romagna.

Assessore alle Attività Produttive Regione Emilia Romagna. 41 EMILIA ROMAGNA Gian Carlo Muzzarelli Assessore alle Attività Produttive Regione Emilia Romagna. La Regione Emilia-Romagna è al fi anco delle imprese artigiane, perché per assicurare più prospettive

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

PRINCIPALI CLIENTI. Nota: ne aggiungiamo altri o ridestribuiamo i loghi

PRINCIPALI CLIENTI. Nota: ne aggiungiamo altri o ridestribuiamo i loghi Roberto Canelli La dematerializzazione di flussi informativi rende più efficiente e sicuro il processo di ricevimento merci tramite l integrazione tecnologica di RF-ID e DESADV Sait, 18 settembre 2014

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DELLE INFRASTRUTTURE LOGISTICHE

TECNICO SUPERIORE DELLE INFRASTRUTTURE LOGISTICHE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DELLE INFRASTRUTTURE LOGISTICHE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DELLE INFRASTRUTTURE

Dettagli

ICT: le leve nella creazione del valore

ICT: le leve nella creazione del valore ICT: le leve nella creazione del valore di Alessio Piccioni Consulente Mondaini Partners Srl Le soluzioni ICT rappresentano un investimento sempre più di rilevanza strategica, che incide profondamente

Dettagli

Osservatorio sul Documento Digitale

Osservatorio sul Documento Digitale Osservatorio sul Documento Digitale primo rapporto Sintesi dei risultati Aprile 2006 1 INDICE 1 EXECUTIVE SUMMARY... 4 2 OBIETTIVI E METODOLOGIA... 6 3 GESTIONE DOCUMENTALE E DOCUMENTO DIGITALE... 7 4

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA

TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA

Dettagli

SCENARI DEL TURISMO. 11-12 2015 www.mastermeeting.it

SCENARI DEL TURISMO. 11-12 2015 www.mastermeeting.it Smartphone e Tablet hanno registrato tassi di crescita in termini di acquisti turistici pari rispettivamente al 70% e al 20%. Credit: Sony Xperia Cresce il turismo in Italia, giunto ormai nel 2015 a un

Dettagli

Colore e Multifunzione a supporto della comunicazione aziendale

Colore e Multifunzione a supporto della comunicazione aziendale di Massimo Fucci Il colore, da sempre, consente di comunicare con maggiore efficacia. Anche nelle aziende manifatturiere il colore facilita la comunicazione tra l ufficio tecnico e gli altri comparti aziendali

Dettagli

Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics

Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics La suite Microsoft Dynamics comprende soluzioni integrate, flessibili e semplici da utilizzare per automatizzare i

Dettagli

PROPOSTE DELLE PARTI SOCIALI SU CRESCITA E OCCUPAZIONE RICERCA E INNOVAZIONE

PROPOSTE DELLE PARTI SOCIALI SU CRESCITA E OCCUPAZIONE RICERCA E INNOVAZIONE PROPOSTE DELLE PARTI SOCIALI SU CRESCITA E OCCUPAZIONE RICERCA E INNOVAZIONE Ricerca e Innovazione: leve prioritarie per la crescita La nuova politica di Europa 2020 richiama il ruolo delle imprese e la

Dettagli

REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato

REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato OSSERVATORIO CONGIUNTURALE SULL ARTIGIANATO E LA PICCOLA IMPRESA IN LIGURIA L Osservatorio Congiunturale sull Artigianato e la Piccola Impresa in Liguria

Dettagli

Estratto dal paper: Il processo di adozione delle tecnologie informatiche nelle imprese artigiane di servizio: un analisi multivariata

Estratto dal paper: Il processo di adozione delle tecnologie informatiche nelle imprese artigiane di servizio: un analisi multivariata Estratto dal paper: Il processo di adozione delle tecnologie informatiche nelle imprese artigiane di servizio: un analisi multivariata Pinuccia Calia, Ignazio Drudi La diffusione e la penetrazione dell

Dettagli

Fixed asset management. Servizi e applicazioni Censit RFID per gestione patrimoniale, identificazione e tracciabilità

Fixed asset management. Servizi e applicazioni Censit RFID per gestione patrimoniale, identificazione e tracciabilità Fixed asset management Servizi e applicazioni Censit RFID per gestione patrimoniale, identificazione e tracciabilità CHI SIAMO COME LE IDEE... Censit nasce dall esperienza pluriennale di una società COMMERCIAL

Dettagli

ARTICOLO 59 NOVEMBRE/DICEMBRE 2012 L ANALISI DEI PROCESSI PER MIGLIORARE LE PERFORMANCE AZIENDALI 1. http://www.sinedi.com

ARTICOLO 59 NOVEMBRE/DICEMBRE 2012 L ANALISI DEI PROCESSI PER MIGLIORARE LE PERFORMANCE AZIENDALI 1. http://www.sinedi.com http://www.sinedi.com ARTICOLO 59 NOVEMBRE/DICEMBRE 2012 L ANALISI DEI PROCESSI PER MIGLIORARE LE PERFORMANCE AZIENDALI 1 Dall inizio del manifestarsi della crisi nel 2008 lo scenario economico è profondamente

Dettagli

Polo Innovazione Automotive e Istituto Tecnico Superiore Sistema Meccanica. Raffaele Trivilino Direttore Polo Innovazione Automotive

Polo Innovazione Automotive e Istituto Tecnico Superiore Sistema Meccanica. Raffaele Trivilino Direttore Polo Innovazione Automotive Polo Innovazione Automotive e Istituto Tecnico Superiore Sistema Meccanica Raffaele Trivilino Direttore Polo Innovazione Automotive CONTENUTI a) La filiera Automotive in Italia e in Abruzzo b) La sfida,

Dettagli

Seminario «Imprese, mercati, nuove tecnologie e nuovi settori: come cambia l organizzazione aziendale nello scenario competitivo»

Seminario «Imprese, mercati, nuove tecnologie e nuovi settori: come cambia l organizzazione aziendale nello scenario competitivo» Seminario «Imprese, mercati, nuove tecnologie e nuovi settori: come cambia l organizzazione aziendale nello scenario competitivo» Torino, 28-30 Novembre 2011 Luca Pignatelli Demografia (2010-2011) Popolazione

Dettagli