Strumenti innovativi per la valutazione di efficacia degli ausili

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Strumenti innovativi per la valutazione di efficacia degli ausili"

Transcript

1 Convegno ADM Areha / Exposanità Ausili e mercato gli ausili per disabili tra norma e mercato, tra diritto e bisogno Bologna 19 maggio 2012 Strumenti innovativi per la valutazione di efficacia degli ausili Ing. Renzo Andrich Polo Tecnologico Fondazione Don Carlo Gnocchi Onlus, Milano

2 Osservatorio Biomedicale Veneto Progetto Inno Med Studio Analisi dell efficacia e dell efficienza delle forniture protesiche Obiettivo Esaminare un campione di forniture protesiche effettuate da alcune aziende in territorio veneto, per analizzare: 1) l impatto economico interno alle aziende (costi aziendali di produzione e fornitura) 2) l impatto economico per il Servizio Sanitario e per la comunità(costi sociali) 3) l efficacia percepita da parte degli utenti degli ausili forniti;

3 Piano di lavoro Prodotti su misura 3 aziende 2 tipologie di prodotto IMECAP > Tracciamento costi di produzione e fornitura Audit 5 utenti/azienda QUEST> Analisi dell outcome SCAI> Analisi del costo sociale Ausili di serie 3 aziende 2 tipologie di prodotto 5 utenti/azienda QUEST> Analisi dell outcome SCAI> Analisi del costo sociale

4 Appropriatezza Efficacia L intervento consegue l obiettivo Efficienza Lo consegue facendo un uso ottimale delle risorse Risultati Sul piano clinico, personale, familiare, sociale Positivi, negativi, neutri Costi Tecnologia, manutenzione, servizi, tempo/uomo Investimenti, risparmi, spostamenti di risorse

5 ICF Asse dell attività/partecipazione d1 - Apprendimento e applicazione delle conoscenze d2 Compiti e richieste generali d3 - Comunicazione d4 -Mobilità d5 -Cura della propria persona d6 Vita domestica d7 Interazioni e relazioni interpersonali d8 Aree di vita principali d9 Vita sociale, civile e di comunità 1 qualificatore -> performance 2 qualificatore -> capacità senza assistenza Restrizione: 0> nulla 1 > lieve 2 > media 3 > grave 4 > completa Es. d Media limitazione nella performance nel camminare per brevi distanze Grave limitazione nella capacità di camminare per brevi distanze

6 ICF Asse dei fattori contestuali ambientali e1 e1 Prodotti e tecnologia e2 e2 Ambiente naturale e cambiamenti effettuati dall uomo e3 e3 Relazioni e sostegno sociale e4 e4 --Atteggiamenti e5 e5 Servizi, sistemi e politiche.1.1 lieve barriera.2.2 media barriera.3.3 sostanziale barriera.4.4 completa barriera lieve facilitatore medio facilitatore sostanziale facilitatore completo facilitatore e Grave Grave barriera costituita dalla dalla qualità della della luce luce E Medio facilitatore costituito da da ausili ausili per per la la comunicazione

7 La research question ICF Fattore contestuale ambientale barriera facilitatore compl sostan moder lieve no lieve moder sostan compl Partecipazione rispetto ad una determinata attività Completa restrizione Grave restrizione Moderata restrizione Lieve restrizione Nessuna restrizione

8 It is better to be vaguely right than exactly wrong (Ezra Mishan on valuation of life and limb) It is better to have an imprecise estimate of the right concept than a precise estimate of the wrong concept (Bengt Jönsson, CMT s 20th anniversary 2005) Fonte/ By Jacobs P, Hailey D, Jones A (University of Alberta, Canada): Economic evaluation for assistive technology policy decisions. Journal of Disability Policy Studies, 14, 2003,

9 Misurare l outcome come efficacia / utilità? Outcome in terms of effectiveness / utility? Efficacia livello di conseguimento degli obiettivi prefissati effectiveness extent to which pre-defined objectives are met Utilità valore percepito dall utente degli obiettivi raggiunti utility user-perceived value of achieved objectives Altan Distrofia Muscolare n.134/1999

10 QUEST L. Demers, R. Weiss Lambrou, b. Ska, 2000 Quebec User Evaluation of Satisfaction with Assistive Technology Strumento per valutare la soddisfazione dell utente rispetto all uso di un ausilio Questionario autocompilato a 12 items Indaga su due aspetti di soddisfazione Rispetto al prodotto (8 items) Rispetto al servizio(4 items) Ad ogni item si risponde con una scala a 5 punti

11 QUEST: esempio Quanto sei sei soddisfatto rispetto a a Item punteggio. 5. La facilità d uso del tuo ausilio Commenti 1 > non non soddisfatto per per niente 2 > non non molto soddisfatto 3 > più piùo meno soddisfatto 4 > abbastanza soddisfatto 5 > molto soddisfatto

12 Il questionario di soddisfazione dell utente (1/2)

13 Il questionario di soddisfazione dell utente (2/2)

14 User rating prototype

15 User rating prototype

16 User rating prototype

17 User rating prototype

18 User rating prototype

19 Un tentativo: lo strumento FABS/M Facilitators and Barriers Survey for people with lower limb Mobility impairment (Gray et al, 2008) Indaga su 6 fattori ambientali: Ausili per la mobilità personale Caratteristiche dell ambiente domestico Caratteristiche dell ambiente esterno Caratteristiche delle destinazioni più comuni Accessibilità delle destinazioni più comuni Ambiente sociale: servizi e atteggiamenti Per ciascun fattore esamina Quanto sia percepito come facilitatore o barriera E con che frequenza

20 Esempio del questionario FABS/M From section 1 Personal mobility devices Please check on of the following mobility devices that you use most often when you participate in community activities Manual wheelchair / Power wheelchair / Scooter / Cane / Crutches/ Walker / Other device / Do not use any type of mobility device How often do you use this device in your community? Always / Often / Sometimes / Never How does your device influence your participation in community activities Helps a lot / Helps some / Limits some / Limits a lot

21 Modulo informatizzato per la relazione di valutazione ausili

22 Relazione di valutazione ausili Persone presenti alla valutazione Quadro clinico (sintesi) Richiesta iniziale dell utente Ausili giàin uso Sintesi delle analisi e delle prove fatte nel corso della valutazione Soluzioni proposte Eventuali avvertenze e controindicazioni Componenti del team che ha svolto la consultazione Firma (manuale o digitale) Allegati tecnici (schede ausilio, testi, foto )

23 Il modello ImEcAP per l analisi dei costi degli ausili Costo Sociale dell ausilio = C Costo di prodotto + Costo di percorso K S = C + K

24

25 L equazione IMECAP modello generale per il calcolo dei costi delle prestazioni K [ ] n r q (1 s ) (1 c ) (1 m ) = i i i i r i costo unitario della risorsa utilizzata q i quantitàutilizzata di tale risorsa s i percentuale di costi indiretti specifici c i percentuale di costi indiretti comuni m percentuale di mark-up

26 Il Foglio di lavoro IMECAP Polo Tecnologico Biomedical Technology Department Progetto ImEcAP Studio sull'impatto economico dell'assistenza protesica: tracciamento dei costi delle prestazioni Foglio 1: Analisi dei profili e dei costi unitari delle risorse umane e strumentali utilizzate Scheda compilata dall'azienda/associazione/centro: Risorse utilizzate per risorsa risorsa risorsa risorsa risorsa risorsa risorsa risorsa risorsa risorsa la fornitura delle prestazioni Nome della risorsa Tipologia di risorsa costo unitario della risorsa (euro) unità di misura: h (/ora) oppure p (/prestaz.) % costi indiretti specifici 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% % costi indiretti comuni totale costo unitario aziendale Dati utili alla stima dei costi indiretti specifici h medie/sett. dedicate complessivamente h medie/sett. dedicati direttamente alle prestazioni h medie/sett. dedicati indirettamente alle prestazioni h.medie/sett. dedicate ad altre attività percentuale da attribuire ai costi indiretti specifici 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% Dati utili alla stima del costo orario delle risorse strumentali Ammortamento annuo (solo risorse strumentali) Cotso orario (ammort./ 52 settimane / h dedicate sett) Tipologia di risorsa Nome Descrizione della risorsa

27 Polo Tecnologico Biomedical Technology Department Progetto ImEcAP Studio sull'im patto econom ico dell'assistenza protesica: tracciam ento dei costi delle prestazioni Foglio 2: Tempo (minuti) o unità dedicate da ciascuna risorsa all'erogazione della prestazione Scheda compilata dall'azienda/associazione/centro: Risorse utilizzate per risorsa risorsa risorsa risorsa risorsa risorsa risorsa risorsa risorsa risorsa la fornitura delle prestazioni Nome della risorsa Tipologia di risorsa Elenco Ausili su Misura in stoffa doppia normale, per uomo in stoffa doppia normale, per donna in stoffa doppia, con panciera contentiva, per uomo in stoffa doppia, con panciera contentiva, per donna in stoffa doppia normale, per uomo in stoffa doppia normale, per donna in stoffa doppia, con panciera contentiva, per uomo in stoffa doppia, con panciera contentiva, per donna busto a tre punti per iperestensione dorsolombare SU MISURA Polo Tecnologico Biomedical Technology Department Progetto ImEcAP Studio sull'impatto economico dell'assistenza protesica: tracciamento dei costi delle prestazioni Foglio 3: Costo della componentistica utilizzata Scheda compilata dall'azienda/associazione/centro: Costo % costi Costo Elenco Ausili su Misura diretto indiretti aziendale Descrizione dei principali componenti utilizzati in stoffa doppia normale, per uomo in stoffa doppia normale, per donna in stoffa doppia, con panciera contentiva, per uomo in stoffa doppia, con panciera contentiva, per donna in stoffa doppia normale, per uomo in stoffa doppia normale, per donna in stoffa doppia, con panciera contentiva, per uomo in stoffa doppia, con panciera contentiva, per donna busto a tre punti per iperestensione dorsolombare SU MISURA

28 Polo Tecnologico Biomedical Technology Department Progetto ImEcAP Studio sull'impatto economico dell'assistenza protesica: tracciamento dei costi delle prestazioni Foglio 4: Costo dei materiali utilizzati Scheda compilata dall'azienda/associazione/centro: Costo % costi Costo Elenco Ausili su Misura diretto indiretti aziendale Descrizione dei principali materiali utilizzati e delle rispettive quantità in stoffa doppia normale, per uomo in stoffa doppia normale, per donna in stoffa doppia, con panciera contentiva, per uomo in stoffa doppia, con panciera contentiva, per donna in stoffa doppia normale, per uomo in stoffa doppia normale, per donna in stoffa doppia, con panciera contentiva, per uomo in stoffa doppia, con panciera contentiva, per donna busto a tre punti per iperestensione dorsolombare SU MISURA Polo Tecnologico Biomedical Technology Department Progetto ImEcAP Studio sull'impatto economico dell'assistenza protesica: tracciamento dei costi delle prestazioni Foglio 5: Costo dei servizi utilizzati Scheda compilata dall'azienda/associazione/centro: Costo % costi Costo Elenco Ausili su Misura diretto indiretti aziendale Descrizione dei principali servizi utilizzati in stoffa doppia normale, per uomo in stoffa doppia normale, per donna in stoffa doppia, con panciera contentiva, per uomo in stoffa doppia, con panciera contentiva, per donna in stoffa doppia normale, per uomo in stoffa doppia normale, per donna in stoffa doppia, con panciera contentiva, per uomo in stoffa doppia, con panciera contentiva, per donna busto a tre punti per iperestensione dorsolombare SU MISURA con struttura univalva in materiale termoplastico

29 Polo Tecnologico Biomedical Technology Department Progetto ImEcAP Studio sull'impatto economico dell'assistenza protesica: tracciamento dei costi delle prestazioni Foglio 6: Costo aziendale della prestazione Scheda compilata dall'azienda/associazione/centro: Risorse utilizzate per risorsa risorsa risorsa risorsa risorsa risorsa Compo Mate Ser TOTALE Tariffa Mark up la fornitura delle prestazioni nenti riali vizi proposta Nome della risorsa Tipologia di risorsa Elenco Ausili su Misura in stoffa doppia normale, per uomo 0,00% in stoffa doppia normale, per donna 0,00% in stoffa doppia, con panciera contentiv a, per uomo 0,00% in stoffa doppia, con panciera contentiv a, per donna 0,00% in stoffa doppia normale, per uomo 0,00% in stoffa doppia normale, per donna 0,00% in stoffa doppia, con panciera contentiv a, per uomo 0,00% in stoffa doppia, con panciera contentiv a, per donna 0,00% busto a tre punti per iperestensione dorsolombare SU MISURA 0,00% Audit Verifica del corretto tracciamento dei costi Verifica della corretta attribuzione dei costi indiretti

30 COSTO SOCIALE COSTI DIRETTI COSTI INDIRETTI COSTI MARGINALI COSTI FISSI COSTO SOCIALE DELL INTERVENTO COSTO SOCIALE DEL NON INTERVENTO = COSTO SOCIALE AGGIUNTIVO

31 Un esempio delle stime SCAI (intervento: consentire di entrare/uscire di casa mediamente unavolta al giorno, superando il dislivello di un piano) Soluzione (4 alternative) Servoscala con piattaforma Elevatore per interni Montascale mobile Con due assistenti Prezzo d acquisto Costo sociale diretto in 5 anni Spesa da parte dell utente Spesa da parte dell ASL Spesa da parte del Comune Recupero fiscale Spesa complessiva in 5 anni

32 SCAI: categorie di costo sociale diretto SCAI: direct social cost categories I costi comprendono: Apparecchiatura manutenzione servizi collegati assistenza umana Livello A: chiunque Livello B: forza fisica Livello C: professionale Costs include: equipment maintenance related services human assistance Level A: anybody Level B: strenght Level C: professional

33 Ipotesi: durata tecnica anni anni Valorizzazione assistenza livello A: A: /ora Soluzione 1 Elementi economici: Ausilio chiavi in in mano Consumo /anno Manutenzione /anno Assistenza 10 /azione livello A da da parte dei dei familiari (per (per abbassare/alzare la la pedana) Soluzione (4 alternative) Servoscala con piattaforma Elevatore per interni Montascale mobile Con due assistenti Prezzo d acquisto Costo sociale diretto in 5 anni Spesa da parte dell utente Spesa da parte dell ASL Spesa da parte del Comune Elementi finanziari: Recupero fiscale Spesa complessiva in 5 anni Acquisto ausilio (9.880 ), ), più più Consumo/manutenzione, meno: Recupero fiscale 36% 36% Contributo del del Comune (L (L 13/89)

34 Ipotesi: durata tecnica anni anni Nessuna necessità di di assistenza umana Elementi economici: Ausilio chiavi in in mano Consumo /anno Manutenzione /anno Soluzione 2 Soluzione (4 alternative) Servoscala con piattaforma Elevatore per interni Montascale mobile Con due assistenti Prezzo d acquisto Costo sociale diretto in 5 anni Spesa da parte dell utente Spesa da parte dell ASL Spesa Elementi da parte finanziari: del Comune Recupero Acquisto fiscale ausilio ( ), più Spesa complessiva in 5 anni Elementi finanziari: Acquisto ausilio ( ), più Consumo/manutenzione, meno: Recupero fiscale 36% 36% Contributo del del Comune (L (L 13/89)

35 Soluzione 3 Elementi economici: Ausilio chiavi in in mano Se Se l orizzonte temporale fosse maggiore di di 7 anni anni andrebbe acquistato più piùvolte Consumo /anno Manutenzione /anno Assistenza 30 (10 effettivi), 2 volte volte al al giorno, livello B, B, da da parte di di personale pagato Ipotesi: durata tecnica 7 anni anni Valorizzazione assistenza livello B: B: /ora Soluzione (4 alternative) Servoscala con piattaforma Elevatore per interni Montascale mobile Con due assistenti Prezzo d acquisto Costo sociale diretto in 5 anni Spesa da parte dell utente Spesa Elementi da parte finanziari: dell ASL Spesa Acquisto da parte del Comune ausilio (ASL) (ASL) più più Recupero fiscale Consumo/manutenzione Spesa (utente), complessiva in 5 anni più più Assistente pagato dal dal Comune (mattino) Assistente pagato dall utente (pomeriggio)

36 Soluzione 4 Ipotesi: Valorizzazione assistenza livello B: B: /ora) Elementi economici: Assistenza (10 (10 effettivi) 2 persone, 2 volte al al giorno, livello B Elementi finanziari: Assistente pagato dal dal Comune (mattino) Assistente pagato dall utente (pomeriggio) Soluzione (4 alternative) Servoscala con piattaforma Elevatore per interni Montascale mobile Con due assistenti Prezzo d acquisto Costo sociale diretto in 5 anni Spesa da parte dell utente Spesa da parte dell ASL Spesa da parte del Comune Recupero fiscale Spesa complessiva in 5 anni

37 Qual èil non-intervento? Opzione 1: non uscire dall appartamento Quali sono le conseguenze? E ragionevole? E accettabile sotto il profilo etico? Opzione 2: affidarsi all aiuto umano anziché tecnologico due aiutanti per trasportare su e giùdalle scale Opzione 3:??

38 Nel caso si consideri la soluzione due aiutanti come il non intervento Soluzione (4 alternative) Servoscala con piattaforma Elevatore per interni Montascale mobile Prezzo d acquisto Costo sociale diretto in 5 anni Spesa da parte dell utente Spesa da parte dell ASL Spesa da parte del Comune Recupero fiscale Spesa complessiva in 5 anni = = =

39 Programma di facilitazione ambientale = Somma degli interventi Nel calcolo economico di ogni intervento occorre tenere conto delle risorse rese disponibili dagli interventi precedenti! Esempio:

40

41 Grazie per l attenzione

Studio sull Efficacia delle carrozzine elettroniche nella domiciliarietà - POwered Wheelchairs Effectiveness in Real life study (POWER)

Studio sull Efficacia delle carrozzine elettroniche nella domiciliarietà - POwered Wheelchairs Effectiveness in Real life study (POWER) Ricerca corrente 2014 Titolo: Studio sull Efficacia delle carrozzine elettroniche nella domiciliarietà - POwered Wheelchairs Effectiveness in Real life study (POWER) Anagrafica progetto: Responsabile Progetto:

Dettagli

QUEST. Quebec User Evaluation of Satisfaction with assistive Technology

QUEST. Quebec User Evaluation of Satisfaction with assistive Technology QUEST Quebec User Evaluation of Satisfaction with assistive Technology versione 2.0 L. Demers, R. Weiss-Lambrou & B. Ska, 2000 Traduzione italiana a cura di Fucelli P e Andrich R, 2004 Introduzione Il

Dettagli

La Fondazione Don Carlo Gnocchi Onlus www.dongnocchi.it

La Fondazione Don Carlo Gnocchi Onlus www.dongnocchi.it La Fondazione Don Carlo Gnocchi Onlus www.dongnocchi.it Fondata nel 1952 da don Carlo Gnocchi Founded in 1952 by don Carlo Gnocchi 3800 dipendenti + 1600 collaboratori 5400 employees 28 Centri (di cui

Dettagli

FABS/M (Facilitators and Barriers Survey/Mobility 1 ) Valutazione di Facilitatori e Barriere/Mobilità (Traduzione sperimentale in lingua italiana)

FABS/M (Facilitators and Barriers Survey/Mobility 1 ) Valutazione di Facilitatori e Barriere/Mobilità (Traduzione sperimentale in lingua italiana) FABS/M (Facilitators and Barriers Survey/Mobility 1 ) Valutazione di Facilitatori e Barriere/Mobilità (Traduzione sperimentale in lingua italiana) n.prog.: Iniz: Luogo di abitazione: Data di nascita: Dominio

Dettagli

Renzo Andrich renzo.andrich@siva.it

Renzo Andrich renzo.andrich@siva.it Gruppo di Studio SIGG La cura nella fase terminale della vita sostenuto da un contributo non condizionato della Fondazione Alitti SOSTENIBILITA DELLE CURE DI FINE VITA TRA CULTURA E ORGANIZZAZIONE Bologna

Dettagli

Strumenti per il progetto individuale in Unità Spinale Dal bisogno di cura, alla cura del bisogno

Strumenti per il progetto individuale in Unità Spinale Dal bisogno di cura, alla cura del bisogno Strumenti per il progetto individuale in Unità Spinale Dal bisogno di cura, alla cura del bisogno Studio e comparazione dei costi sociali dell ausilio Luigi Reale lreale@istud.it Ostia, 12 Novembre 2010

Dettagli

DOLORE PSICHE E QUALITA DI VITA

DOLORE PSICHE E QUALITA DI VITA Convegno Nazionale Società Italiana di Chirurgia Ginecologica Endometriosi: patologia, clinica ed impatto sociale Sabato 8 Marzo 2014 - Bergamo ENDOMETRIOSI DOLORE PSICHE E QUALITA DI VITA A. Signorelli

Dettagli

Dai trattamenti ai sostegni: il progetto di vita nella residenzialità per disabili adulti. Opera Don Orione AIRIM

Dai trattamenti ai sostegni: il progetto di vita nella residenzialità per disabili adulti. Opera Don Orione AIRIM Dai trattamenti ai sostegni: il progetto di vita nella residenzialità per disabili adulti Opera Don Orione AIRIM Tre focus Il prodotto : QOL (qualità di vita) Il paradigma : dai trattamenti ai sostegni

Dettagli

Strumenti per il cambiamento: l informazione sugli ausili e la misurazione dei risultati

Strumenti per il cambiamento: l informazione sugli ausili e la misurazione dei risultati Ausili e soluzioni per la qualità della vita in una società che cambia: sfide e opportunità Bologna 16 dicembre 2010 Strumenti per il cambiamento: l informazione sugli ausili e la misurazione dei risultati

Dettagli

La prescrizione di ausili : momento terapeutico o momento burocratico?

La prescrizione di ausili : momento terapeutico o momento burocratico? Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Scienze della Formazione Milano Fondazione Don Carlo Gnocchi ONLUS Polo tecnologico Milano La prescrizione di ausili : momento terapeutico o momento burocratico?

Dettagli

L ICF - Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute

L ICF - Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute L ICF - Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute CHE COS È È una classificazione della salute e dei domini ad essa correlati che aiuta a descrivere i cambiamenti

Dettagli

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi Allegato B REGOLAMENTO PER LA PREDISPOSIZIONE E PER IL FINANZIAMENTO DELLE IMPEGNATIVE DI CURA DOMICILIARE PER PERSONE CON GRAVE DISABILITÀ PSICHICA ED INTELLETTIVA (ICDp) 1. Premessa La normativa nazionale

Dettagli

Elementi di analisi dei costi degli ausili

Elementi di analisi dei costi degli ausili PORTALE SIVA sulle tecnologie per la disabilità e l autonomia Elementi di analisi dei costi degli ausili Renzo Andrich Polo Tecnologico Fondazione Don Carlo Gnocchi Onlus, Milano Riassunto. Il prezzo di

Dettagli

La soddisfazione media complessiva

La soddisfazione media complessiva Nell'ottica del miglioramento continuo della qualità dell offerta formativa, il Settore "Studio, Organizzazione e Metodo - Formazione del Personale" implementa indagini di Customer Satisfaction (CS) finalizzate

Dettagli

SCAI (Siva Cost Analysis Instrument) Foglio 1 Obiettivi del programma

SCAI (Siva Cost Analysis Instrument) Foglio 1 Obiettivi del programma Foglio 1 Obiettivi del programma Quadro clinico Anamnesi personale e familiare Obiettivi del programma Evoluzione probabile in assenza di interventi Risultati previsti a livello individuale Risultati previsti

Dettagli

Risultati del Questionario sulla soddisfazione degli utenti di Technology Innovation - 2010

Risultati del Questionario sulla soddisfazione degli utenti di Technology Innovation - 2010 Risultati del Questionario sulla soddisfazione degli utenti di Technology Innovation - 2010 User satisfaction survey Technology Innovation 2010 Survey results Ricordiamo che l intervallo di valutazione

Dettagli

WP7 Predisposizione strumenti condivisi da utilizzare: protocollo ICF PEI

WP7 Predisposizione strumenti condivisi da utilizzare: protocollo ICF PEI WP7 Predisposizione strumenti condivisi da utilizzare: protocollo ICF PEI Premessa: la necessità di sviluppare strumenti di valutazione basati su ICF Il livello di partecipazione alle attività scolastiche

Dettagli

Budget Impact Analysis (claudio.jommi@pharm.unipmn.it) Claudio Jommi @ Università del Piemonte Orientale, Economia e Regolazione del Farmaco pag.

Budget Impact Analysis (claudio.jommi@pharm.unipmn.it) Claudio Jommi @ Università del Piemonte Orientale, Economia e Regolazione del Farmaco pag. Budget Impact Analysis (claudio.jommi@pharm.unipmn.it) pag. 1 Confronto tra CEA e BIA La CEA stima i costi e l efficacia incrementali lifetime di una nuova terapia, rispetto ai trattamenti attualmente

Dettagli

Customer Satisfaction SISSA 2012

Customer Satisfaction SISSA 2012 Customer Satisfaction SISSA 2012 1 - PERIODO DI SVOLGIMENTO DELL INDAGINE 31 luglio 2012-15 settembre 2012 2 - OBIETTIVI GENERALI L obiettivo principale è stato quello di effettuare una prima indagine

Dettagli

ICF DALLA CONDIVISIONE DEL LINGUAGGIO, ALL OSSERVAZIONE PARTECIPATA

ICF DALLA CONDIVISIONE DEL LINGUAGGIO, ALL OSSERVAZIONE PARTECIPATA La rivoluzione dell ICF: ogni persona, in qualunque momento della vita, può avere una condizione di salute che in un contesto sfavorevole diventa disabilità. M. Leonardi ICF DALLA CONDIVISIONE DEL LINGUAGGIO,

Dettagli

Indagine di customer satisfaction per la valutazione del sito internet dell Agenzia

Indagine di customer satisfaction per la valutazione del sito internet dell Agenzia Dicembre 2015 Indagine di customer satisfaction per la valutazione del sito internet dell Agenzia Sommario MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELL INDAGINE... 3 1.1 OBIETTIVO DELL INDAGINE... 3 1.2 MODALITÀ DI DEFINIZIONE

Dettagli

Esempio basato sullo schema di Scheda sintetica. SCHEDA SINTETICA Informazioni chiave per gli aderenti (in vigore dal ******)

Esempio basato sullo schema di Scheda sintetica. SCHEDA SINTETICA Informazioni chiave per gli aderenti (in vigore dal ******) Esempio basato sullo schema di Scheda sintetica OMEGA FONDO P E N S I O N E N E G O Z I A L E P E R I L A V O R A T O R I D E L S E T T O R E ALFA ( O M E G A ) iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con

Dettagli

Misurare l outcome, prevenire l abbandono degli ausili: Metodi e strumenti

Misurare l outcome, prevenire l abbandono degli ausili: Metodi e strumenti Misurare l outcome, prevenire l abbandono degli ausili: Metodi e strumenti Ing. Claudia Salatino Area Tecnologie Assistive Centro per l Innovazione ed il Trasferimento Tecnologico IRCCS S.M.Nascente, Milano

Dettagli

Useful information. Borgo San Luigi http://www.borgosanluigi.it/ HOW TO GET TO MONTERIGGIONI

Useful information. Borgo San Luigi http://www.borgosanluigi.it/ HOW TO GET TO MONTERIGGIONI Useful information Borgo San Luigi http://www.borgosanluigi.it/ Strada della Cerreta, 7 - Località San Luigi Strove - 53035 Monteriggioni (Siena) Tel. +39 0577 301055 - Fax: +39 0577 301167 - info@borgosanluigi.it

Dettagli

ZED OMNIFUND fondo pensione aperto

ZED OMNIFUND fondo pensione aperto Zurich Life Insurance Italia S.p.A. ZED OMNIFUND fondo pensione aperto SCHEDA SINTETICA La presente Scheda Sintetica costituisce parte integrante della Nota Informativa. Essa è redatta al fine di facilitare

Dettagli

ICF ed INCLUSIONE PROF.SSA EMANUELA D AMBROS LICEO STATALE C. PORTA ERBA

ICF ed INCLUSIONE PROF.SSA EMANUELA D AMBROS LICEO STATALE C. PORTA ERBA ICF ed INCLUSIONE PROF.SSA EMANUELA D AMBROS LICEO STATALE C. PORTA ERBA La scuola oggi presenza sempre più diffusa di alunni con Bisogni Educativi Speciali. SEN SPECIAL EDUCATIONAL NEEDS Occorre ripensare

Dettagli

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORTI DIPENDENTI MINISTERO AFFARI ESTERI ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORT I DIPENDENTI MINISTE RO AFFARI ESTER I ATTESTATO

Dettagli

Come favorire la competitività e la sostenibilità con la nuova ISO 9001:2015

Come favorire la competitività e la sostenibilità con la nuova ISO 9001:2015 Come favorire la competitività e la sostenibilità con la nuova ISO 9001:2015 Lucio Galdangelo - Fieramilano 02/10/2014 Come cambierà la norma ISO 9001 2015 ISO 9001:2015 2012 New Work Item Proposal per

Dettagli

NOTA PER LA COMPILAZIONE: OVE LE DOMANDE PROPONGANO UNA RISPOSTA CON OPZIONI PREDEFINITE, BARRARE QUELLA SCELTA. HEAD OFFICE ADRESS (Indirizzo)

NOTA PER LA COMPILAZIONE: OVE LE DOMANDE PROPONGANO UNA RISPOSTA CON OPZIONI PREDEFINITE, BARRARE QUELLA SCELTA. HEAD OFFICE ADRESS (Indirizzo) QUESTIONARIO PER L ASSICURAZIONE DELLA RESPONSABILITÀ CIVILE PROFESSIONALE DEL GRAFOLOGO NOTA PER LA COMPILAZIONE: OVE LE DOMANDE PROPONGANO UNA RISPOSTA CON OPZIONI PREDEFINITE, BARRARE QUELLA SCELTA

Dettagli

Risultati dell indagine per la rilevazione del grado di soddisfazione del Centro Diurno Disabili del Comune di Calolziocorte

Risultati dell indagine per la rilevazione del grado di soddisfazione del Centro Diurno Disabili del Comune di Calolziocorte Risultati dell indagine per la rilevazione del grado di soddisfazione del Centro Diurno Disabili del Comune di Calolziocorte 01 A cura di Àncora Servizi Premessa metodologica Àncora Servizi, in collaborazione

Dettagli

Riguardo le ABITUDINI ALIMENTARI degli ADOLESCENTI

Riguardo le ABITUDINI ALIMENTARI degli ADOLESCENTI Riguardo le ABITUDINI ALIMENTARI degli ADOLESCENTI Indagine svolta dalla classe 2AL Indirizzo Linguistico I.S. Liceo di Faenza Hanno collaborato alla elaborazione dei dati alcuni alunni di 5AC Indirizzo

Dettagli

INSTALLARE PALLADIO USB DATA CABLE IN WINDOWS XP/ME/2000/98

INSTALLARE PALLADIO USB DATA CABLE IN WINDOWS XP/ME/2000/98 rev. 1.0-02/2002 Palladio USB Data Cable INSTALLARE PALLADIO USB DATA CABLE IN WINDOWS XP/ME/2000/98 (tutti i KIT, escluso KIT MOTOROLA V6x-T280) La procedura di installazione del Palladio USB Data Cable

Dettagli

Comparing health related quality of life for severe chronic heart failure in home care and outpatient services

Comparing health related quality of life for severe chronic heart failure in home care and outpatient services Barbara Bini Phd Student, Laboratorio di Management e Sanità, Istituto di Management, scuola Superiore Sant Anna Comparing health related quality of life for severe chronic heart failure in home care and

Dettagli

Get Instant Access to ebook Guida Agli Etf PDF at Our Huge Library GUIDA AGLI ETF PDF. ==> Download: GUIDA AGLI ETF PDF

Get Instant Access to ebook Guida Agli Etf PDF at Our Huge Library GUIDA AGLI ETF PDF. ==> Download: GUIDA AGLI ETF PDF GUIDA AGLI ETF PDF ==> Download: GUIDA AGLI ETF PDF GUIDA AGLI ETF PDF - Are you searching for Guida Agli Etf Books? Now, you will be happy that at this time Guida Agli Etf PDF is available at our online

Dettagli

ENPCOM European network for the promotion of the Covenant of Mayors

ENPCOM European network for the promotion of the Covenant of Mayors ENPCOM European network for the promotion of the Covenant of Mayors Censimento e monitoraggio dei consumi energetici e comportamento dei cittadini Controllo Energetico dei Consumi degli Edifici Monitoraggio

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico INDAGINE SULLA CUSTOMER SATISFACTION DELL "HELPDESK REACH 214 Sintesi dei risultati Roma, febbraio 215 Indagine sulla customer satisfaction dell Helpdesk REACH - 214

Dettagli

Indagini di Customer Satisfaction. Museo Napoleonico. Settembre Ottobre 2011. Data 13/11/2011

Indagini di Customer Satisfaction. Museo Napoleonico. Settembre Ottobre 2011. Data 13/11/2011 Data 13/11/2011 Indagini di Customer Satisfaction Museo Napoleonico Settembre Ottobre 2011 Indice Il documento si articola nei seguenti capitoli: Premessa e nota metodologica Sintesi dei risultati Medie

Dettagli

...DA OLTRE 30 ANNI FACCIAMO LA COSA CHE CI RIESCE MEGLIO, VENDITE E MANUTENZIONI DI VALORE... PIATTAFORME ELEVATRICI

...DA OLTRE 30 ANNI FACCIAMO LA COSA CHE CI RIESCE MEGLIO, VENDITE E MANUTENZIONI DI VALORE... PIATTAFORME ELEVATRICI ...DA OLTRE 30 ANNI FACCIAMO LA COSA CHE CI RIESCE MEGLIO, VENDITE E MANUTENZIONI DI VALORE... PIATTAFORME ELEVATRICI C.da Ralla - Tel. 0983.200665 87064 Corigliano Calabro http://www.kabergroupitalia.it

Dettagli

Budget Impact Analysis (Parte teorica) Claudio Jommi Professore Associato di Economia Aziendale, Università Piemonte Orientale

Budget Impact Analysis (Parte teorica) Claudio Jommi Professore Associato di Economia Aziendale, Università Piemonte Orientale Budget Impact Analysis (Parte teorica) Claudio Jommi Professore Associato di Economia Aziendale, Università Piemonte Orientale pag. 1 Confronto tra CEA e BIA La CEA stima i costi e l efficacia incrementali

Dettagli

MODELLO DI ENERGY AUDIT

MODELLO DI ENERGY AUDIT MODELLO DI ENERGY AUDIT Modello di Energy Audit Work Package n : 4 Deliverable nº: 13 Partner coordinatore di questo deliverable: A.L.E.S.A. Srl The sole responsibility for the content of this publication

Dettagli

Accomodamento ragionevole e disabilità L approccio biopsicosociale e l ICF

Accomodamento ragionevole e disabilità L approccio biopsicosociale e l ICF Accomodamento ragionevole e disabilità L approccio biopsicosociale e l ICF Paola Bucciarelli I architetto 4inclusion Supporting Human Diversity Through Inclusive Design Disabilità e accomodamento ragionevole:

Dettagli

quali sono scambi di assicurazione sanitaria

quali sono scambi di assicurazione sanitaria quali sono scambi di assicurazione sanitaria Most of the time, quali sono scambi di assicurazione sanitaria is definitely instructions concerning how to upload it. quali sono scambi di assicurazione sanitaria

Dettagli

COMUNE DI PISA DIREZIONE SERVIZI EDUCATIVI AFFARI SOCIALI

COMUNE DI PISA DIREZIONE SERVIZI EDUCATIVI AFFARI SOCIALI COMUNE DI PISA DIREZIONE SERVIZI EDUCATIVI AFFARI SOCIALI REPORT DI RILEVAZIONE DEL GRADIMENTO DEL SERVIZIO EDUCATIVO 0-3 anni Anno Scolastico 2011/12 A cura della Direzione Servizi Educativi - Affari

Dettagli

WELCOME. Go to the link of the official University of Palermo web site www.unipa.it; Click on the box on the right side Login unico

WELCOME. Go to the link of the official University of Palermo web site www.unipa.it; Click on the box on the right side Login unico WELCOME This is a Step by Step Guide that will help you to register as an Exchange for study student to the University of Palermo. Please, read carefully this guide and prepare all required data and documents.

Dettagli

PROGETTO I.C.A.R.O. Centro di Orientamento e Tutorato di Ateneo ORI06

PROGETTO I.C.A.R.O. Centro di Orientamento e Tutorato di Ateneo ORI06 Scelta del corso di studi (informazione) Orientamento in itinere - counseling Stage di apprendimento dell uso di strumenti informatici specifici a seconda della tipologia di disabilità Orientamento in

Dettagli

Risultati dell indagine sul benessere dei dipendenti 2014

Risultati dell indagine sul benessere dei dipendenti 2014 Risultati dell indagine sul benessere dei dipendenti 2014 (art. 14 comma 5 - d.lgs 150/2009) sintesi dati Generali, per Area e tipologia di dipendente Le Amministrazioni pubbliche, nella prospettiva di

Dettagli

Anno di studio all estero

Anno di studio all estero Anno di studio all estero Premessa Durante il periodo di studio all estero l alunno è regolarmente iscritto alla scuola di appartenenza e, quindi, la scuola deve mettere in atto una serie di misure di

Dettagli

ICF-CY. Uso dell'icf-cy Come strumento di valutazione

ICF-CY. Uso dell'icf-cy Come strumento di valutazione ICF-CY Uso dell'icf-cy Come strumento di valutazione Dott.ssa Marianna Piccioli Supervisore Scienze della Formazione Primaria Università degli Studi di Firenze Che cosa è l ICF? Si tratta della classificazione

Dettagli

COMUNE di SAN COLOMBANO AL LAMBRO BORGO INSIGNE (Titolo Araldico) Provincia di MILANO. Report finale. Servizio Gestione Sistema Qualità

COMUNE di SAN COLOMBANO AL LAMBRO BORGO INSIGNE (Titolo Araldico) Provincia di MILANO. Report finale. Servizio Gestione Sistema Qualità COMUNE di SAN COLOMBANO AL LAMBRO BORGO INSIGNE (Titolo Araldico) Provincia di MILANO 1^ INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION Il Servizio di Assistenza Domiciliare Dicembre 21 Report finale Servizio Gestione

Dettagli

CAPITALIZZARE DAL PASSATO PER ECCELLERE NEL FUTURO

CAPITALIZZARE DAL PASSATO PER ECCELLERE NEL FUTURO Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano IL VALORE DEL VIAGGIO NEL TEMPO Nuovo Museo del Duomo 22 Maggio 2014 LA STORIA E GLI ACQUISTI Procurement Hour CAPITALIZZARE DAL PASSATO PER ECCELLERE NEL FUTURO

Dettagli

Corso di Perfezionamento Tecnologie per l autonomia e l integrazione sociale delle persone disabili Anno Accademico 2006/2007

Corso di Perfezionamento Tecnologie per l autonomia e l integrazione sociale delle persone disabili Anno Accademico 2006/2007 Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Medicina e Chirurgia Roma Fondazione Don Carlo Gnocchi ONLUS Centro S.Maria della Pace Roma Corso di Perfezionamento Tecnologie per l autonomia e l integrazione

Dettagli

BOLOGNA CITY BRANDING

BOLOGNA CITY BRANDING BOLOGNA CITY BRANDING La percezione di Bologna Web survey su «testimoni privilegiati» FURIO CAMILLO SILVIA MUCCI Dipartimento di Scienze Statistiche UNIBO MoodWatcher 18 04 2013 L indagine Periodo di rilevazione:

Dettagli

Gestionale Customer Satisfaction Day 2015 13 Maggio 2015 ore 10 Aula Magna Scuola Politecnica

Gestionale Customer Satisfaction Day 2015 13 Maggio 2015 ore 10 Aula Magna Scuola Politecnica Gestionale Customer Satisfaction Day 2015 13 Maggio 2015 ore 10 Aula Magna Scuola Politecnica Prof. Rosa Di Lorenzo Coordinatore del Consiglio Interclasse dei Corsi di Studio in Ingegneria Gestionale 1

Dettagli

MIGLIORAMENTO DELLE PERFORMANCE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE

MIGLIORAMENTO DELLE PERFORMANCE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE PON 2007-2013 Competenze per lo sviluppo (FSE) Asse II Capacità istituzionale Obiettivo H MIGLIORAMENTO DELLE PERFORMANCE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE 2011-2013 Percorso Autovalutazione Guidata CAF Feedback

Dettagli

Dal profilo dell'alunno alla progettazione del contesto e delle. di qualità

Dal profilo dell'alunno alla progettazione del contesto e delle. di qualità Dal profilo dell'alunno alla progettazione del contesto e delle azioni per un'inclusione scolastica di qualità Chiara Carabelli I.C. S. Fedele Intelvi Carabelli Chiara 1 indice Dalla diagnosi al profilo

Dettagli

SCHEMA PER ATTRIBUZIONE PUNTEGGI OFFERTE. FONDO SANI.IN.VENETO (Punteggio massimo totale: 100 punti)

SCHEMA PER ATTRIBUZIONE PUNTEGGI OFFERTE. FONDO SANI.IN.VENETO (Punteggio massimo totale: 100 punti) SCHEMA PER ATTRIBUZIONE PUNTEGGI OFFERTE FONDO SANI.IN.VENETO (Punteggio massimo totale: 100 punti) SEZIONE A SOLIDITÀ ED AFFIDABILITÀ SOCIETARIA E SPECIALIZZAZIONE (punteggio massimo attribuibile per

Dettagli

SCHEDA SINTETICA (dati aggiornati al 30-4-2015)

SCHEDA SINTETICA (dati aggiornati al 30-4-2015) FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE DEI GIORNALISTI ITALIANI FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE A CAPITALIZZAZIONE PER I LAVORATORI DEL SETTORE DEI GIORNALISTI PROFESSIONISTI,PUBBLICISTI E PRATICANTI SCHEDA SINTETICA

Dettagli

SOSTANZE STUPEFACENTI E PERCEZIONE SOCIALE: UN INDAGINE TRA I LAVO- RATORI VICENTINI

SOSTANZE STUPEFACENTI E PERCEZIONE SOCIALE: UN INDAGINE TRA I LAVO- RATORI VICENTINI SOSTANZE STUPEFACENTI E PERCEZIONE SOCIALE: UN INDAGINE TRA I LAVO- RATORI VICENTINI Luca Sinigallia Il Borgo Onlus Presentazione Con questo breve e sintetico rapporto di ricerca si intendono proiettare

Dettagli

CONCETTI GENERALI. Tecnologie per l autonomia e la partecipazione delle persone con disabilità corso di alta formazione

CONCETTI GENERALI. Tecnologie per l autonomia e la partecipazione delle persone con disabilità corso di alta formazione Tecnologie per l autonomia e la partecipazione delle persone con disabilità corso di alta formazione Fondazione Don Carlo Gnocchi ONLUS-IRCCS Centro S. Maria Nascente Milano 5 febbraio 2014 Organizzazione

Dettagli

RILEVAZIONE DELLA CUSTOMER SATISFACTION UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO

RILEVAZIONE DELLA CUSTOMER SATISFACTION UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO REPORT INDAGINE Provincia di Lecce RILEVAZIONE DELLA CUSTOMER SATISFACTION UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO Dicembre 2013 REPORT: UFFICIO DI STATISICA FONTE DATI: UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO INDICE

Dettagli

Famiglie di tabelle fatti

Famiglie di tabelle fatti aprile 2012 1 Finora ci siamo concentrati soprattutto sulla costruzione di semplici schemi dimensionali costituiti da una singola tabella fatti circondata da un insieme di tabelle dimensione In realtà,

Dettagli

ICF : approccio educativo. Elisabetta Ghedin Facoltà di Scienze della Formazione

ICF : approccio educativo. Elisabetta Ghedin Facoltà di Scienze della Formazione ICF : approccio educativo Elisabetta Ghedin Facoltà di Scienze della Formazione LINEE GUIDA PER L INTEGRAZIONE SCOLASTICA DEGLI ALUNNI CON DISABILITA L ICF sta penetrando nelle pratiche di diagnosi condotte

Dettagli

Asset Management Bond per residenti in Italia

Asset Management Bond per residenti in Italia Asset Management Bond per residenti in Italia Agosto 2013 1 SEB Life International SEB Life International (SEB LI www.seb.ie) società irlandese interamente controllata da SEB Trygg Liv Holding AB, parte

Dettagli

Società per la Biblioteca Circolante Programma Inglese Potenziato

Società per la Biblioteca Circolante Programma Inglese Potenziato Società per la Biblioteca Circolante Programma Inglese Potenziato STRUTTURE GRAMMATICALI VOCABOLI FUNZIONI COMUNICATIVE Presente del verbo be: tutte le forme Pronomi Personali Soggetto: tutte le forme

Dettagli

ICF CLASSIFICAZIONE INTERNAZIONALE DEL FUNZIONAMENTO DELLA DISABILITA E DELLA SALUTE. Prof. Emanuela D Ambos. Liceo Statale C.Porta.

ICF CLASSIFICAZIONE INTERNAZIONALE DEL FUNZIONAMENTO DELLA DISABILITA E DELLA SALUTE. Prof. Emanuela D Ambos. Liceo Statale C.Porta. ICF CLASSIFICAZIONE INTERNAZIONALE DEL FUNZIONAMENTO DELLA DISABILITA E DELLA SALUTE Prof. Emanuela D Ambos. Liceo Statale C.Porta.Erba Parte I. Integrare ed includere sono sinonimi? Integrazione e Inclusione

Dettagli

La stanza magica P3S per l apprendimento dei bambini con disabilità Carlo Riva

La stanza magica P3S per l apprendimento dei bambini con disabilità Carlo Riva La stanza magica P3S per l apprendimento dei bambini con disabilità Carlo Riva desiderio Dobbiamo arricchire ogni giorno l immaginario nostro e dei ragazzi intorno alle radici di questa tensione al conoscere,

Dettagli

Progetto Scienze 3.14 Scuole in rete A.S 2013-2014. Responsabile Dott.ssa Paola Tacconi

Progetto Scienze 3.14 Scuole in rete A.S 2013-2014. Responsabile Dott.ssa Paola Tacconi Progetto Scienze 3.14 Scuole in rete A.S 2013-2014 Responsabile Dott.ssa Paola Tacconi QUESTIONARIO DI GRADIMENTO PER LE INSEGNANTI Al fine di ottenere una valutazione del livello di gradimento delle insegnanti

Dettagli

Parte 1 Parte 2 Parte 3 Parte Trasversale

Parte 1 Parte 2 Parte 3 Parte Trasversale STRUTTURA Parte 1: Motivazioni e sfide per la migrazione di applicazioni Parte 2: Metodologia di migrazione delle applicazioni nel cloud Parte 3: Casi di studio Parte Trasversale: Comunicazione PASSAGGIO

Dettagli

Revisione del D.M.332/99, Regolamento per l assistenza protesica.

Revisione del D.M.332/99, Regolamento per l assistenza protesica. Roma, 02 ottobre 2014 Senato della Repubblica XII Commissione: Igiene e sanità "Indagine conoscitiva sulla sostenibilità del Servizio sanitario nazionale, con particolare riferimento alla garanzia dei

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 20079-2-2015

Informazione Regolamentata n. 20079-2-2015 Informazione Regolamentata n. 20079-2-2015 Data/Ora Ricezione 13 Novembre 2015 19:10:18 AIM -Italia/Mercato Alternativo del Capitale Societa' : H-FARM S.p.A. Identificativo Informazione Regolamentata :

Dettagli

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL 1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL BENE COMUNE Una comunità di oltre 139 mila soci impegnati, nel quotidiano come nelle emergenze, in attività sociali e sanitarie di aiuto alle persone in difficoltà

Dettagli

Benefici, costi e aspettative della certificazione ISO 14001 per le organizzazioni italiane

Benefici, costi e aspettative della certificazione ISO 14001 per le organizzazioni italiane Università degli Studi di Padova Dipartimento Ingegneria Industriale Centro Studi Qualità Ambiente In collaborazione con ACCREDIA Ente Italiano di Accreditamento Benefici, costi e aspettative della certificazione

Dettagli

LA SACRA BIBBIA: OSSIA L'ANTICO E IL NUOVO TESTAMENTO VERSIONE RIVEDUTA BY GIOVANNI LUZZI

LA SACRA BIBBIA: OSSIA L'ANTICO E IL NUOVO TESTAMENTO VERSIONE RIVEDUTA BY GIOVANNI LUZZI Read Online and Download Ebook LA SACRA BIBBIA: OSSIA L'ANTICO E IL NUOVO TESTAMENTO VERSIONE RIVEDUTA BY GIOVANNI LUZZI DOWNLOAD EBOOK : LA SACRA BIBBIA: OSSIA L'ANTICO E IL NUOVO Click link bellow and

Dettagli

Casino Nobile Musei di Villa Torlonia

Casino Nobile Musei di Villa Torlonia Data 10/11/2011 Indagini di Customer Satisfaction Casino Nobile Musei di Villa Torlonia Settembre Ottobre 2011 2 Indice Il documento si articola nei seguenti capitoli: Premessa e nota metodologica Sintesi

Dettagli

Syllabus. Corso On-Line. POSitivitiES. Learning. Applied Positive Psychology for European Schools

Syllabus. Corso On-Line. POSitivitiES. Learning. Applied Positive Psychology for European Schools PositivitiES Applied Positive Psychology for European Schools POSitivitiES Positive European Schools Corso On-Line Learning This project has been funded with support from the European Commission.This publication

Dettagli

L attività riabilitativa estensiva e di mantenimento nel Lazio Progetti avviati nel 2004

L attività riabilitativa estensiva e di mantenimento nel Lazio Progetti avviati nel 2004 Sistema Informativo per l Assistenza Riabilitativa L attività riabilitativa estensiva e di mantenimento nel Lazio Progetti avviati nel 2004 Roma, 15 luglio 2005 La Classificazione Internazionale del Funzionamento,

Dettagli

Indagine sulla soddisfazione per i servizi sanitari dei cittadini del territorio dell ULSS 3 di Bassano del Grappa

Indagine sulla soddisfazione per i servizi sanitari dei cittadini del territorio dell ULSS 3 di Bassano del Grappa Indagine sulla soddisfazione per i servizi sanitari dei cittadini del territorio dell ULSS 3 di Bassano del Grappa Rocco Micciolo Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale Università degli Studi di

Dettagli

STRUMENTO N 9 REPORT INDAGINE

STRUMENTO N 9 REPORT INDAGINE STRUMENTO N 9 REPORT INDAGINE REPORT INDAGINE Roma, 11 maggio Comune di Bisceglie RILEVAZIONE DELLA CUSTOMER SATISFACTION DEL SERVIZIO FRONT OFFICE "Accesso e utilizzo dei servizi di sportello" Strumento

Dettagli

HANDIMATICA 2014 Strumenti informatici nel processo di presa in carico logopedica del paziente con Deterioramento Cognitivo Cronico Progressivo

HANDIMATICA 2014 Strumenti informatici nel processo di presa in carico logopedica del paziente con Deterioramento Cognitivo Cronico Progressivo HANDIMATICA 2014 Strumenti informatici nel processo di presa in carico logopedica del paziente con Deterioramento Cognitivo Cronico Progressivo LE TECNOLOGIE ASSISTIVE NEL PROCESSO DI PRESA IN CARICO LOGOPEDICA

Dettagli

Transizione energetica per la sostenibilità Ricerca tecnologica e politica industriale

Transizione energetica per la sostenibilità Ricerca tecnologica e politica industriale Transizione energetica per la sostenibilità Ricerca tecnologica e politica industriale Carlo Manna, ENEA IEFE Bocconi, Milano 5 dicembre 2012 Obiettivo sostenibilità: Affrontare i fattori di rischio per

Dettagli

Nota informativa per i potenziali aderenti

Nota informativa per i potenziali aderenti Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 1241 Nota informativa per i potenziali aderenti La presente Nota informativa si compone delle seguenti quattro sezioni: Scheda sintetica Caratteristiche della

Dettagli

PORTALE SIVA sulle tecnologie per la disabilità e l autonomia Carrozzine elettroniche e ausili per la mobilità esterna

PORTALE SIVA sulle tecnologie per la disabilità e l autonomia Carrozzine elettroniche e ausili per la mobilità esterna PORTALE SIVA sulle tecnologie per la disabilità e l autonomia Carrozzine elettroniche e ausili per la mobilità esterna Antonio Caracciolo Servizio DAT Centro IRCCS S.Maria Nascente Fondazione Don Carlo

Dettagli

SISTEMA DI VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE

SISTEMA DI VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE SISTEMA DI VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE 1) PRINCIPI I principi, cui si ispira il sistema di valutazione, riguardano la trasparenza dei criteri e dei risultati, l adeguata informazione e la partecipazione

Dettagli

Approcci agili per affrontare la sfida della complessità

Approcci agili per affrontare la sfida della complessità Approcci agili per affrontare la sfida della complessità Firenze, 6 marzo 2013 Consiglio Regionale della Toscana Evento organizzato dal Branch Toscana-Umbria del PMI NIC Walter Ginevri, PMP, PgMP, PMI-ACP

Dettagli

ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITA NELLO STUDIO LEGALE

ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITA NELLO STUDIO LEGALE 22 aprile 2015 ore 14:30 / 18:30 Sala della Fondazione Forense Bolognese Via del Cane, 10/a Presiede e modera Avv. Federico Canova Consigliere dell Ordine degli Avvocati di Bologna ANALISI,REVISIONEEIMPLEMENTAZIONEDIUNMODELLO

Dettagli

Uno sguardo ai sistemi di fornitura degli ausili negli altri Paesi europei

Uno sguardo ai sistemi di fornitura degli ausili negli altri Paesi europei Uno sguardo ai sistemi di fornitura degli ausili negli altri Paesi europei Lucia Pigini CITT (Centro di Innovazione e Trasferimento Tecnologico) IRCCS Fondazione Don Carlo Gnocchi Dai risultati di uno

Dettagli

La qualità vista dal monitor

La qualità vista dal monitor La qualità vista dal monitor F. Paolo Alesi - V Corso di aggiornamento sui farmaci - Qualità e competenza Roma, 4 ottobre 2012 Monitoraggio La supervisione dell'andamento di uno studio clinico per garantire

Dettagli

Secondo il Patto per la Salute 2014-2016

Secondo il Patto per la Salute 2014-2016 CORSO DI FORMAZIONE MANAGERIALE Standard Generali di Qualità per l Assistenza Ospedaliera Secondo il Patto per la Salute 2014-2016 Bologna, settembre 2015 febbraio 2016 MANAGEMENT & policy making Il Patto

Dettagli

AREA FORMAZIONE PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO RELAZIONE VALUTAZIONE DI FINE CORSO QUESTIONARI DI GRADIMENTO CORSI DI INFORMATICA 2004.

AREA FORMAZIONE PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO RELAZIONE VALUTAZIONE DI FINE CORSO QUESTIONARI DI GRADIMENTO CORSI DI INFORMATICA 2004. UMACROAREA RISORSE UMANE AREA FORMAZIONE PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO RELAZIONE DI FINE CORSO QUESTIONARI DI GRADIMENTO CORSI DI INFORMATICA 2004. Nel corso dei mesi di novembre e dicembre dello scorso anno

Dettagli

Guida utente User Manual made in Italy Rev0

Guida utente User Manual made in Italy Rev0 Guida utente User Manual Rev0 made in Italy Indice/Index Informazioni generali General Info... 3 Guida Rapida per messa in funzione Start Up procedure... 3 Login Login... 3 Significato dei tasti Botton

Dettagli

Get Instant Access to ebook Venditore PDF at Our Huge Library VENDITORE PDF. ==> Download: VENDITORE PDF

Get Instant Access to ebook Venditore PDF at Our Huge Library VENDITORE PDF. ==> Download: VENDITORE PDF VENDITORE PDF ==> Download: VENDITORE PDF VENDITORE PDF - Are you searching for Venditore Books? Now, you will be happy that at this time Venditore PDF is available at our online library. With our complete

Dettagli

REPORT SUI RISULTATI DEI PERCORSI FORMATIVI

REPORT SUI RISULTATI DEI PERCORSI FORMATIVI REPORT SUI RISULTATI DEI PERCORSI FORMATIVI Sommario. I percorsi formativi di Impresa creativa: missione possibile.... Formazione e consulenza ad hoc per giovani creativi.... Rimini.... Cesena.... Faenza....

Dettagli

1 - Cos è l accessibilità e a chi è destinata

1 - Cos è l accessibilità e a chi è destinata 1 - Cos è l accessibilità e a chi è destinata di Michele Diodati michele@diodati.org http://www.diodati.org Cosa significa accessibile 2 di 19 Content is accessible when it may be used by someone with

Dettagli

Politecnico di Torino. Porto Institutional Repository

Politecnico di Torino. Porto Institutional Repository Politecnico di Torino Porto Institutional Repository [Other] Open Access e anagrafe della ricerca: l esperienza al Politecnico di Torino Original Citation: Morando M. (2010). Open Access e anagrafe della

Dettagli

Valutazione sull utilizzo dei montascale a cingoli e analisi di soluzioni alternative

Valutazione sull utilizzo dei montascale a cingoli e analisi di soluzioni alternative Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Medicina e Chirurgia Roma Fondazione Don Carlo Gnocchi ONLUS Centro S.Maria della Pace Roma Corso di Perfezionamento Tecnologie per l autonomia e l integrazione

Dettagli

Circolare n. 61 Perugia, 01 ottobre 2015. Agli alunni delle classi seconde terze quarte Ai genitori Al personale ATA Sede

Circolare n. 61 Perugia, 01 ottobre 2015. Agli alunni delle classi seconde terze quarte Ai genitori Al personale ATA Sede Chimica, Materiali e Biotecnologie Grafica e Comunicazione Trasporti e Logistica Istituto Tecnico Tecnologico Statale Alessandro Volta Scuol@2.0 Via Assisana, 40/E - loc. Piscille - 06135 Perugia Centralino

Dettagli

APPROVVIGIONAMENTO E QUALIFICA DEI FORNITORI

APPROVVIGIONAMENTO E QUALIFICA DEI FORNITORI Pag.1 di 6 APPROVVIGIONAMENTO E QUALIFICA DEI FORNITORI 1. Scopo e campo di applicazione 2. Terminologia e abbreviazioni 3. Responsabilità 4. Modalità operative 5. Riferimenti 6. Archiviazione 7. Allegati

Dettagli

La NeurostimolazioneMidollare nel trattamento del dolore cronico post-intervento vertebrale

La NeurostimolazioneMidollare nel trattamento del dolore cronico post-intervento vertebrale "Da HTA a Hospital-based HTA: un evoluzione sostenibile?" Con il patrocinio di: Con il contributo incondizionato di: La NeurostimolazioneMidollare nel trattamento del dolore cronico post-intervento vertebrale

Dettagli

Estratto del Bilancio Sociale 2012-2013

Estratto del Bilancio Sociale 2012-2013 Sofocle diceva L opera umana più bella è di essere utile al prossimo noi di ConFamily ONLUS ci proviamo e per questo ci impegniamo Estratto del Bilancio Sociale 2012-2013 Come nasce Confamily Onlus Un

Dettagli

IL RISPARMIATORE RESPONSABILE

IL RISPARMIATORE RESPONSABILE IL RISPARMIATORE RESPONSABILE L INDAGINE COSA CONOSCENZA E INTERESSE VERSO GLI INVESTIMENTI SRI IMPORTANZA DELLE TEMATICHE AMBIENTALI, SOCIALI E DI GOVERNANCE ASPETTATIVE DEGLI INVESTITORI PRIVATI PER

Dettagli