RIPARTIAMO DA QUI PIÙ DI DUEMILA IMPRESE SI SONO INCONTRATE AL MATCHING UN OTTIMO SEGNALE PER TUTTA L ECONOMIA ITALIANA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RIPARTIAMO DA QUI PIÙ DI DUEMILA IMPRESE SI SONO INCONTRATE AL MATCHING UN OTTIMO SEGNALE PER TUTTA L ECONOMIA ITALIANA"

Transcript

1 2012 DICEMBRE 7ANNO I CDO Basilicata CDO Foggia 4 PRIMO PIANO TEMPO DI CLASSIFICHE ARRIVA QUELLA DEL SOLE 8 VITA CDO LE CONVENZIONI CDO AL FIANCO DELLE IMPRESE 12 VITA D AZIENDA LE STORIE DI LINKEM ED IMPRESITALIA RIPARTIAMO DA QUI PIÙ DI DUEMILA IMPRESE SI SONO INCONTRATE AL MATCHING UN OTTIMO SEGNALE PER TUTTA L ECONOMIA ITALIANA

2 DICEMBRE PRIMOPIANO Il Sole illumina le nuove imprese SALVATORE DE MARTINO 6 TERRITORIO Alla sfida della Grande Capitanata 10 VITACDO Risparmiare sui costi aziendali è possibile VITA D AZIENDA FINANZA Migliorare il rating. La sfida delle aziende VITA D AZIENDA EDITORIALE SOMMARIO Lavorare con fiducia Il segnale del Matching ha vissuto a fine novembre un momento importante: il Matching. Sin dall inizio tra i padiglioni di FieraMilano si è concretizzato pienamente il titolo dell Assemblea Nazionale di delle Opere: Con l audacia del realismo. E proprio la stessa audacia che ha portato le imprese presenti e le quasi settanta provenienti dalla Puglia e dalla Basilicata ad incontrarsi, confrontarsi, progettare e programmare possibili partnership e non solo. Il Matching è stato un esempio di come si debba lavorare con fiducia. anche nel prossimo anno lavorerà al fianco delle imprese e per questo la parte centrale del giornale viene dedicata alle convenzioni che CDO ha stipulato con alcuni partner in vari campi strategici. E poi i vari appuntamenti informativi come il seminario sul rating delle imprese. Tutto questo per affermare quanto sia importante creare un associazione tra imprese e della quale le imprese siano protagoniste. Linkem, internet senza limiti e senza fili ANNA LISA SCAIOLA L Inail non è un problema Grazie ad Impresitalia SALVATORE DE MARTINO Massimo Mezzina Direttore Foggia Editore: Centro Grafico srl Via Manfredonia (1ª trav.) Foggia Registrazione Tribunale di Foggia N. 9/12 (cron. 1011) Direttore Responsabile: Salvatore de Martino Caporedattore: Fabio Quitadamo Redazione: Nicola Capurso, Riccardo Di Maso, Marilena Ferrucci, Loredana Perrone, Anna Lisa Scaiola Progetto grafico: Mediafarm srl - via San Severo Km 2, Foggia Stampa: Centro Grafico srl - Via Manfredonia (1ª trav.) Foggia Distribuzione: City Service - viale degli Artigiani, Foggia Pubblicità: Faicon soc. coop. - via Gramsci, 39/A tel Foggia Per metterti in contatto con la redazione scrivi a:

3 4 5 DICEMBRE 2012 PRIMOPIANO SALVATORE DE MARTINO invariate le posizioni dell anno precedente. Potenza è stabile al 76 posto e Matera che si attesta al 77 posto (+1 rispetto al 2011, ndr). Per quanto riguarda gli aspetti economici partiamo dalla ricchezza prodotta. Il Pil pro capite in euro delle province di Puglia e Basilicata va dai 17 mila euro di Potenza ai euro di Foggia. La sezione Affari e Lavoro della classifica è sicuramente però quella più interessante dal punto di vista degli spunti economici. Qui la classifica si ribalta poiché le province lucane soccombono a quelle pugliesi e a guidare queste ultime c è Foggia con il suo 77 posto seguita da Bari all 87 posto e Brindisi al 90 posto. Un dato importante che porta ad un miglioramento in questa particolare sezione per la Capitanata, dovuto soprattutto al 19 posto nella sezione Lo spirito d iniziativa, che riguarda le imprese registrate su 100 abitanti. Secondo i dati di Movimprese-Infocamere elaborati dal quotidiano economico, la provincia di Foggia a settembre 2012 conta quasi 12 imprese registrate per ogni 100 abitanti contro le 10,75 di Matera e le 10,13 di Potenza. Fanalino di coda di questa sezione è Taranto con 8,29 imprese registrate su 100 abitanti. Un dato quello della Capitanata che fa sicuramente ben sperare e che dimostra come il tessuto economico locale sia vivo, ma che non sembra essere supportato in maniera adeguata dagli altri protagonisti territoriali. Un altro dato positivo per la Capitanata è dato dalla sezione Propensione ad investire dove ancora una volta, sfatando anche a nostro avviso un luogo comune sul tema, la provincia di Foggia primeggia sulle altre di Puglia e Basilicata, con il suo 73 posto nel Rapporto impieghi/depositi (i dati sono riferiti al 2011, ndr). Due posizioni più in basso c è Bari e subito dopo Taranto, con Potenza quart ultima sulla propensione ad investire. La province pugliesi in special modo, ma anche quella di Potenza si attestano a metà classifica per quanto concerne l export, con Taranto come prima provincia del Mezzogiorno (52 posto). Stessa cosa non può dirsi per la sezione riguardanti gli imprenditori under 30, dove Taranto è soltanto terz ultima. A guidare questa speciale classifica è ancora una volta la provincia di Foggia con quasi 44 giovani imprenditori per mille della stessa età. Siamo certamente lontani dai quasi 70 di Prato, ma vogliamo pensare che proprio dallo spirito d iniziativa e dai giovani imprenditori possa partire una nuova stagione per l economia pugliese e lucana. E un buon proposito di fine anno, che dovrà essere necessariamente incoraggiato però dall azione congiunta delle varie istituzioni che devono supportare gli imprenditori vogliosi di investire e crescere nel proprio territorio. Il Sole illumina le nuove imprese torna la classifica del quotidiano economico. Spicca tra i dati la buona performance della Capitanata per lo spirito d iniziativa Fine anno è tradizionalmente tempo di bilanci per tutti. E puntuali arrivano le classifiche sulla qualità della vita. Tra le tante sicuramente la più famosa e più attesa è quella del quotidiano economico Il Sole 24 Ore, che ogni anno dà la sua pagella alle varie province italiane. Una pagella che vede la presenza di numerosi indicatori, come il tenore di vita, gli affari ed il lavoro, i servizi, l ambiente, la salute, il tempo libero ed altro ancora. Ma come si posizionano in questa classifica le province della Puglia e della Basilicata e quali sono gli aspetti economici fondamentali che escono fuori dall annuale graduatoria. Nella classifica generale della Qualità della Vita riscontriamo una flessione generale delle province pugliesi con il triste ultimo posto di Taranto, che ha ricevuto il testimone da Foggia, unica provincia pugliese a migliorare la propria posizione in classifica scalando sei posizioni ed arrivando al 101 posto. Caduta rovinosa di Brindisi che perde diciotto posizioni passando al 104 posto. Si difendono le province lucane che mantengono pressoché

4 6 TERRITORIO massimo mezzina Direttore Foggia 7 Alla sfida della Grande Capitanata Il cambiamento deve partire da noi La nostra provincia ha bisogno di una linea strategica Un percorso che deve coinvolgere tutte le istituzioni Nelle ultime settimane le cronache hanno dato ampio risalto alla notizia dell annessione dei comuni della BAT alla nostra provincia. Naturalmente diverse sono state le reazioni nei due territori: in casa nostra unanime entusiasmo per un annessione che sembra possa far tornare venti di dinamicità ad un territorio da troppo tempo apatico e bloccato; nel nord barese invece i soliti moti di campanilismo per una decisione non condivisa. Poste così, le cose non sembrano affatto semplici da mediare e si rischia, così come annunciato da qualche politico ben informato (anche se poco elegante), di dover assistere ad un aborto o ad una semplice unione di territori, privo di una qualsiasi base comune strategica che possa rilanciare la nuova grande Capitanata. In tutta questa vicenda però ciò che è davvero singolare a mio avviso è l atteggiamento emerso in casa nostra che ancora una volta fa emergere, quella che ormai sembra essere il comune denominatore di un modo di essere di cui non riusciamo proprio a fare a meno. Per noi foggiani sembra proprio che l autodeterminazione sia un concetto astratto: la nostra salvezza può venire solo dal di fuori, sia esso il potente di turno che decide per noi o l imprenditore illuminato che viene ad investire sul nostro territorio, salvo poi scoprire che se lo fa è solo per un suo tornaconto, se non a volte per mera speculazione. Allora vien da farsi tutti una domanda: ma cosa ci manca? Cosa è che ci impedisce di essere protagonisti del nostro futuro, artefici del nostro sviluppo? Probabilmente tanti anni di assistenzialismo ci hanno svuotato, ci hanno tolto quel poco di verve umana che nei primi decenni successivi al dopoguerra ha caratterizzato i nostri padri, dandogli la possibilità di ricostruire una città devastata dalla guerra e di tracciare, a volte inconsapevolmente, partendo dal semplice lavoro di ogni giorno, direttrici di sviluppo che hanno cambiato il nostro modo di essere e prima ancora le nostre economie. Semplici artigiani nell Alto Tavoliere ad esempio hanno creato un distretto del mobile che per diversi anni ha saputo imporsi sui mercati nazionali; tenaci agricoltori hanno dato vita ad un distretto conserviero nel Basso Tavoliere, che ancora oggi tramanda impulsi di positività. Non occorre perciò aspettare la rinascita dal di fuori, sebbene la possibile annessione della Bat può aprire scenari interessanti e di sicuro stimolo. Questi scenari potranno essere virtuosi però solo se la provincia di Foggia saprà presentarsi all appuntamento avendo chiara una sua identità e soprattutto una linea strategica di sviluppo sulla quale chiamare a confrontarsi i cugini dell oltre Ofanto, operando insieme per lo sviluppo territoriale. Tanti sono i temi sui quali agire: dalle infrastrutture alla competitività per le nostre imprese, chiamate sempre più a confrontarsi con i mercati internazionali; dalla cultura come patrimonio per crescere,all Università come luogo del sapere autentico che possa permeare un intera comunità. Solo così la grande provincia potrà avere una connotazione che vada oltre la mera composizione ai fini della spending review. Di certo questo percorso non potrà avvenire delegando a terzi ciò che non è delegabile: l idea chiara di chi si è e di dove si vuole andare. Di questi temi bisognerebbe cominciarne a parlare, dentro e fuori le istituzioni, in modo da stimolare la voglia di crescere e svilupparsi. Il desiderio è il primo motore dell uomo che va alimentato per cambiare realmente la situazione di stasi nella quale da troppo tempo ci troviamo.

5 8 DICEMBRE VITACDO anna lisa scaiola Risparmiare sui costi aziendali è possibile Partner CDO sul ramo Energia e Gas, consente di risparmiare fino al 20% del costo dell energia in bolletta, grazie ad un programma Tutti per Uno che prevede la diminuzione progressiva del prezzo grazie al doppio sconto: Bonus consumi e Bonus Tutti per Uno, che premia la fedeltà del cliente e la capacità di fare squadra delle aziende associate a. Ed ancora l analisi dei premi Inail versati. Grazie all accordo con Impresitalia (ne parliamo in maniera più approfondita a pag.13, ndr) è possibile istruire una pratica amministrativa che consente di definire il giusto importo dei premi da versare e il rimborso del surplus già versato. Vanno inoltre ricordati i numerosi accordi per la gestione di Carte carburante con Eni-Agip e Total Erg, il noleggio di automobili e veicoli commerciali con Avis, Hertz, Maggiore e Europcar; l acquisto di vetture e veicoli commerciali con Audi, Fiat, Renault e Volkswagen, la telefonia con Vodafone, Wind, Tim e Telecom Italia; il comparto dei viaggi e dell ospitalità con i numerosi alberghi convenzionati e il settore delle attrezzature e del materiale per l ufficio con Ricoh. A questi si aggiungono gli accordi che i soci e i Partner della sede locale di CDO Foggia mettono a disposizione della rete delle altre imprese associate. Lo stato delle convenzioni è costantemente aggiornato sul sito e su Verificare la convenienza delle convenzioni CDO è molto semplice: è sufficiente contattare i nostri uffici e chiedere l analisi dei costi di uno o più servizi al numero o scrivendo a DALLE CONVENZIONI BANCARIE AL CAMPO DELLE ASSICURAZIONI. ATTENZIONE RIVOLTA ALLE PRINCIPALI ESIGENZE DELLE IMPRESE Fine anno, tempo di bilanci consuntivi e di budget previsionali. In queste stime in cui sono impegnati tutti gli imprenditori molta attenzione deve essere posta ai costi dei servizi no-core, quindi non legati al ciclo produttivo. Sembra un dato non influente, in realtà si tratta di una voce di costo sulla quale, a ben guardare, si può risparmiare complessivamente dal 15 al 30%, senza rinunciare all efficienza dei servizi o addirittura migliorandola. Una buona prassi per le imprese associate a è quella di verificare con la sede locale l esistenza di convenzioni con partner nazionali e locali che consentano l abbattimento di costi per servizi per i quali normalmente non ci si sofferma a valutare alternative rispetto ai consueti fornitori. Vanno annoverate, per la frequenza di utilizzo Fine anno, tempo di bilanci e di previsioni. Vi guidiamo nel mondo delle convenzioni CDO e per il risparmio conseguente, sicuramente le convenzioni bancarie con i principali istituti di credito, Banco di Napoli, Banca Popolare di Milano, Monte dei Paschi di Siena, Unicredit e Banca Nazionale del lavoro. Una stima dei calcoli del risparmio effettuati stabilisce che l 85% dei soci che utilizzano la convenzione bancaria ha un risparmio medio annuo di circa Nel campo delle assicurazioni la convenzione con il nostro partner Assiteca, che attraverso un semplice check up assicurativo consente di trovare, rispetto ai rischi più significativi per le aziende, la polizza giusta al prezzo più conveniente. Un servizio assicurativo cucito su misura per i soci. Per le aziende con un alto costo energetico ma per tutte le PMI, Utilità, storico Una scuola per le opere sociali E partita lo scorso 22 Novembre il ciclo 2012/2013 della Scuola Opere, realizzata dalla CDO Opere Sociali insieme all Associazione Scuola di Impresa. In questi anni la Scuola Opere è stata l occasione di approfondire l importanza culturale delle opere sociali attraverso momenti assembleari con testimoni autorevoli che hanno affrontato lo scopo, gli strumenti e le difficoltà. Anche quest anno la scuola opere è dedicata ad un tema specifico Come gli strumenti realizzano lo scopo dell opera. Obiettivo di questo nuovo ciclo è quello di approfondire come l utilizzo degli strumenti possa sostenere gli operatori nel comunicare lo scopo e l identità di un opera sociale. Argomento del primo incontro la raccolta fondi. Ad aprire il primo incontro, moderato da Monica Poletto, presidente della CDO Opere Sociali, Mariella Carlotti curatrice della mostra Ad Usum Fabricae. L infinito plasma l opera: la costruzione del Duomo di Milano. Ascoltare il racconto e vedere documenti di donazioni effettuate da persone di ogni estrazione sociale, è stato fondamentale per capire come sia necessario immedesimarsi con lo scopo delle opere per contribuirne in qualche modo alla crescita. Successivamente è intervenuto Domenico Mongiello, economo generale della Fraternità Sacerdotale dei Missionari di San Carlo Borromeo che ha evidenziato come la cura delle relazioni sia un elemento fondamentale nella dinamica raccolta fondi. Infine Paola Pozzo, responsabile del fundraising nella Cooperativa Sociale il Carro di Paullo, ha descritto l esperienza di una cooperativa che ha iniziato a guardare al fund rasing in maniera sistematica. Il prossimo appuntamento è fissato per il prossimo 26 gennaio 2013 alle ore durante il quale si parlerà del tema dell organizzazione dell opera. Tutti gli incontri si svolgono presso la sede di CDO Opere Sociali in via Legnone a Milano ed in video collegamento presso la sede di CDO Foggia. Per saperne di più sui prossimi appuntamenti ed iscriverti al percorso puoi contattare il referente delle opere sociali Fabio Quitadamo all indirizzo o visitare il sito F.Q.

6 10 VITACDO FABIO QUITADAMO 11 FINANZA Dal Matching un esempio positivo per l imprenditoria Migliorare il rating La sfida delle aziende Si è conclusa con un bilancio molto positivo l ottava edizione di Matching, svoltasi dal 26 al 28 novembre 2012 nella cornice di FieraMilano: oltre 45mila gli incontri tra i duemila imprenditori partecipanti e presenze da 45 Paesi. Internazionalizzazione, reti ed innovazione le chiavi per la crescita delle imprese. L edizione 2012, caratterizzata da una rinnovata veste degli spazi espositivi e da otto Distretti tematici per favorire l incontro tra professionisti dello stesso settore, si è contraddistinta anche per il successo riscosso dai 125 workshop in programma. Questi appuntamenti hanno toccato i principali fattori in gioco per avviare e sostenere la ripresa in un momento così delicato per la nostra economia. Le case history di reti tra imprese, l internazionalizzazione con il coinvolgimento di oltre 100 buyer per scoprire opportunità concrete nei mercati esteri e l innovazione sostenibile sono emersi quali driver per guidare la crescita. Questi tre giorni di Matching hanno visto la collaborazione di migliaia tra imprenditori e professionisti venuti da tutto il mondo per incontrarsi in modo professionale ha dichiarato Bernhard Scholz, Presidente di e per individuare insieme nuove soluzioni alle esigenze del mercato e delle rispettive imprese. Un tale livello di impegno e professionalità fa comprendere quanto sia vitale l imprenditorialità Oltre 45 mila incontri, più di duemila le imprese impegnate NELL APPUNTAMENTO CDO italiana e quanto i singoli imprenditori mostrino una reale disponibilità al cambiamento, fattore indispensabile per diventare più competitivi. Se a questo si accompagneranno le necessarie riforme di sistema potremo davvero guardare con maggior positività al Per gli imprenditori del nostro territorio, l evento di Milano rappresenta un occasione unica per rafforzare relazioni e stabilire contatti utili alla crescita della propria azienda, presentare i propri progetti di sviluppo per i quali trovare partner nazionali ed internazionali. Anche per loro il bilancio è stato molto positivo dichiara Massimo Mezzina, Direttore CDO Foggia, presente al Matching con una delegazione pugliese e lucana di circa 70 aziende. Gli otto Distretti tematici hanno coinvolto le filiere Agroalimentare, Edilizia, Energia ambiente e sostenibilità, Finanza, Information Technology, Logistica, Meccanica, Sanità per un totale di 22 settori produttivi rappresentati. La nona edizione di Matching avrà luogo a Milano dal 25 al 27 novembre Nel corso dell anno si svolgeranno anche i quattro momenti dell edizione internazionale di Matching: Matching Qatar, Doha (18-21 marzo); Costruendo Russia, Mosca (19-22 maggio); Matching Brasile, San Paolo (23-26 giugno); Matching Cina, Shanghai e Wenzhou (27-30 ottobre). Per maggiori informazioni oppure Il seminario organizzato da CDO Foggia in collaborazione con BFS Partner. Un importante momento di confronto e dialogo tra banche ed imprese Come posso migliorare il mio rating? Consigli e strategie per gestire la finanza aziendale. E stato questo il titolo dell incontro, che si è svolto il 4 dicembre presso la sede di CDO Foggia. L incontro ha visto gli interventi tra gli altri di Tommaso Birelli, responsabile BFS Partner. Numerosi gli imprenditori presenti in sala, che hanno dato vita insieme ai relatori al seminario. Il rapporto tra banca ed impresa è sempre più complesso per una serie di ragioni, prima su tutte il Credit Crunch, la cosiddetta stretta sul credito. Altro aspetto importante è quello del rating assegnato dagli istituti di credito alle imprese. Ed è proprio su questo che si è concentrata gran parte dell analisi di Tommaso Birelli, Responsabile di BFS Partner. Birelli ha puntato l attenzione sui criteri di assegnazione del rating, sottolineando come la valutazione sia frutto di un analisi non solo quantitativa e quindi riguardante la situazione patrimoniale, economica e finanziaria dell impresa, ma anche qualitativa, dove gli aspetti valutati sono vari, tra cui il posizionamento sul mercato e l andamento del settore di appartenenza. Altro aspetto che viene considerato nella valutazione è quello del comportamento dell impresa nei confronti delle banche. E naturale che le imprese possono adottare delle strategie operative per il miglioramento del rating e lo possono fare grazie al ruolo fondamentale che possono ricoprire i consulenti di BFS Partner. Strategie che passano da un check up aziendale mirato a conoscere IL PMI TUTORING l andamento economico-finanziario e da un monitoraggio costante della Centrale Rischi. Importante in questo contesto è senza dubbio stabilire i criteri di scelta delle banche con cui lavorare e avere un maggior grado di trasparenza verso le banche. Infine Birelli ha parlato degli strumenti che BFS Partner e delle Opere mettono a disposizione delle imprese per migliorare il rapporto tra le banche e le imprese, come le convenzioni bancarie ed il PMI Tutoring. Il Pmi Tutoring è un progetto innovativo finalizzato ad accompagnare le imprese associate CDO nel rapporto con le banche al fine di ottenere nuovi finanziamenti e linee di credito. Il servizio riguarda la predisposizione di un memorandum sulla società e sulle motivazioni della richiesta, la riclassificazione dei dati di bilancio e la raccolta dei documenti necessari alla delibera di finanziamento. Ne parleremo in maniera più approfondita con gli esperti di BFS Partner nei prossimi numeri.

7 12 13 DICEMBRE 2012 VITA D AZIENDA Linkem, accesso a internet senza limiti e senza fili Cambia il modo di comunicare anche attraverso il web Sono in aumento le famiglie italiane definite mobile only Pensare di vivere senza essere connessi a internet, oggi è praticamente impossibile. Sarà per questo che il consumo di banda larga cresce in modo esponenziale spinto soprattutto dalla diffusione dei social network e delle applicazioni video. Fanno sempre più la parte del leone i terminali mobili: la diffusione di smartphone e tablet sta raggiungendo livelli importanti e l Italia in questo è tra i primi paesi al Mondo. Sulla scia di questo fenomeno sono in aumento le famiglie italiane definite mobile only, ovvero che scelgono addirittura di non attivare una linea fissa presso la loro abitazione. In questo scenario di mercato in grande evoluzione, stanno emergendo una serie di operatori che, sfruttando tecnologie all avanguardia si stanno ritagliando fette di mercato sempre più consistenti. Linkem si colloca tra questo novero di nuovi operatori, grazie alla sua tecnologia innovativa senza fili infatti è in grado di arrivare in tanti luoghi dove altri operatori non riescono con tecnologie basate sul cavo. Linkem dispone di una rete interamente di sua proprietà attraverso la quale i clienti non hanno bisogno di attivare una linea telefonica fissa e le consente di raggiungere tutte quelle zone in divario digitale. Linkem copre tutta la città di Foggia ed i comuni vicini come Carapelle, San Severo, Stornarella, Torremaggiore e Lucera. Nella sola città di Foggia sono circa tremila le famiglie che hanno scelto Linkem. L offerta verso la clientela Privata è particolarmente semplice, prevede solo due offerte internet, proprio per offrire il massimo della trasparenza. Un offerta in abbonamento Linkem No Limits a partire da 12,90 euro al mese con modem incluso e l altra prepagata Linkem No Limits Ricaricabile a partire da 49 euro e due mesi di traffico incluso. Linkem pensa anche al target Business, proponendo l offerta in abbonamento Linkem Office a partire da 25 euro al mese. Parlando di prestazioni, si può navigare fino a 7 Mega bit in download e 1 Mega in upload, con un traffico di tempo e di dati senza limiti. Sicuramente dei dati interessanti e sempre più a disposizione di tutti, dato che oggi questa azienda arriva a coprire il 30% del territorio nazionale; alla fine del 2012 saranno oltre le famiglie che usano il servizio Linkem. L Amministratore Delegato Davide Rota (in foto) sottolinea: La strategia di Linkem è quella di rivolgersi alle famiglie che si trovano in zone in vero divario digitale raggiungendo gli utenti con azioni di marketing mirate e strettamente connesse alle realtà territoriali: la partnership tecnologica con lo Stadio San Nicola di Bari e la sponsorhip della squadra di basket di Rieti sono solo alcune delle iniziative con cui l azienda mira ad instaurare, con i territori dove lavora, un legame sempre più forte. L Inail non è un problema Grazie ad Impresitalia Una società di consulenza aziendale nata negli anni 80 Che guida le imprese nel rapporto con l ente Nei primi anni 80 alcuni affermati professionisti decisero di dar vita ad un attività di consulenza aziendale. Impresitalia è oggi una realtà che offre consulenza per la richiesta di riduzione del premio Inail per le aziende e che ha stretto una convenzione con la. Il progetto si compone di tre fasi. Il primo step è dato dalla verifica iniziale gratuita. Richiede la disponibilità di alcuni documenti inviati da Inail a fine anno precedente e alcune informazioni relative all attività dell azienda. Nel giro di 15 giorni Impresitalia produce un primo rapporto in cui si indicano i settori aziendali in cui si ritiene opportuno intervenire. Successivamente viene sottoscritto l accordo in cui si stabilisce gli estremi del rapporto Cliente-Impresitalia. Sulla base dell incarico conferito viene approfondita l analisi in ogni minimo dettaglio, individuato per ogni lavoratore la collocazione corretta e prodotta da parte di Impresitalia tutta la documentazione necessaria da inviare a Inail per la messa in opera delle correzioni. Questa viene sottoposta all Azienda, che una volta presa visione, la sottoscriverà e la inoltrerà all Istituto. Dopo queste prime due fasi preparate per tempo e messe in opera in sede di successiva autoliquidazione Inail, si potrà affermare senza alcun dubbio che il rapporto con Inail è correttamente inquadrato. Questo è requisito indispensabile per procedere con la terza fase relativa ad una istanza annuale (da presentare entro il 28 febbraio) che fa riferimento all applicazione delle norme sulla salute e sicurezza dell ambiente di lavoro (D.L. 81 del 2008, ndr). Tale istanza verrà analizzata e redatta in collaborazione con un Tecnico Impresitalia e il Responsabile sicurezza dell azienda. Gli argomenti contemplati riguardano in particolare: formazione sulla sicurezza; manutenzione impianti e macchine; sorveglianza sanitaria ed altro. Una volta terminata l analisi viene verificato se i requisiti sono sufficienti per l inoltro. In caso negativo Impresitalia suggerirà di non procedere; l azienda non avrà alcun costo e il Responsabile della sicurezza sarà consapevole delle lacune che dovranno essere colmate per presentare l istanza l anno successivo. In caso positivo l istanza verrà inoltrata. Entro 120 giorni l Inail darà la risposta e in sede di successiva autoliquidazione si maturerà il beneficio ottenuto. SDM ESEMPIO Istanza presentata entro il 28 febbraio 2013; Inail risponde entro l estate; al 16 febbraio 2014 in sede di autoliquidazione 2013 si maturerà il beneficio concesso da Inail con opportuno documento. Il beneficio previsto può essere valutato in una percentuale intorno al 15 % del premio annuale Inail corrisposto (il riferimento normativo recita: dal 7% al 30% dei valori medi delle voci di tariffa). Tutti i servizi erogati da Impresitalia sono a totale carico e rischio della stessa. Il Cliente corrisponderà gli emolumenti previsti contrattualmente solo se Impresitalia apporterà benefici e solo dopo che saranno maturati e saranno una quota parte di questi: - Benefici derivanti dalla seconda fase (messa in opera della riduzione degli importi di premi Inail): verranno condivisi al 50% i benefici derivanti dal primo biennio. Per l azienda perdureranno al 100% per tutto il futuro. - Benefici derivanti dalla terza fase (riduzione tariffe medie comprese tra il 7% e il 30%): verranno condivisi al 70% per il Cliente e al 30% per Impresitalia.

8 14 INPILLOLE ALIMENTARE CDO Opere Sociali Colletta Alimentare: 9622 volte grazie. Si è svolta sabato 24 novembre la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. La XVI edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare ha visto protagonisti più di supermercati in tutta Italia ed è stata uno spettacolo di gratuità che ha cambiato coloro che vi hanno partecipato, come dimostrano i numerosissimi messaggi ricevuti. Grazie all aiuto di più di volontari sono state raccolte tonnellate di prodotti alimentari, confermando sostanzialmente, nonostante la crisi, il dato dell edizione Il cibo raccolto verrà distribuito alle oltre strutture caritative convenzionate con la Rete Banco Alimentare che assistono ogni giorno poveri. Il Presidente della Fondazione Banco Alimentare Onlus Andrea Giussani, ringraziando tutti i volontari e i donatori, afferma che, ancora una volta, l opportunità di donare tocca le radici della persona e, contro il pessimismo, rilancia una piccola o grande responsabilità individuale. In Capitanata sono state raccolte più di 33 tonnellate di alimenti. Soddisfazione per la giornata del 24 novembre è stata espressa anche dal Presidente del Banco Alimentare della Daunia Francesco Vassalli Onlus Giuseppe Brescia, che ha sottolineato come la Colletta Alimentare sia uno straordinario momento per la nostra comunità. L attività del Banco Alimentare continua per tutto l anno ed aspettiamo presso la nostra sede di via Manfredonia a Foggia tutti quei donatori che si sono avvicinati a noi attraverso il piccolo grande gesto della Colletta. LETTURECDO PER IL LAVORO CDO CDO Il sogno londinese nelle storie di Forte Cambiano i tempi ma Londra resta un punto di riferimento per molti italiani, che vedono nella capitale del Regno Unito la possibilità di crescere professionalmente ed economicamente. La Londra degli Italiani è la storia del sogno d Oltremanica, raccontata in 272 pagine da Alessandro Forte, nato a Lucera, laureato alla Bocconi e trapiantato a Londra dove lavora presso una banca d affari. Il sogno della City di oggi è un tutt uno con le storie di due secoli di emigrazione che hanno coinvolto gli italiani. Si passa quindi agevolmente da chi fuggiva dall Italia per necessità due secoli fa, vedendo in Londra un ancora di salvezza scappando dalla miseria delle aride campagne meridionali, per approdare al miraggio della patria della Rivoluzione industriale, a chi oggi sbarca nella metropoli del Regno Unito e che oggi viene etichettato come un cervello in fuga. Tante storie che scorrono agevolmente e piacevolmente nella rivisitazione di Alessandro Forte. La Londra degli Italiani è edito da Aliberti. Assunzione in sostituzione di lavoratori assenti per maternità/paternità Art. 10 L. 53/2000 e art. 4 L. 151/2001 Per l impresa Il lavoro somministrato, più comunemente definito lavoro interinale, è una forma di lavoro dipendente, attraverso cui il giovane viene assunto da una società dotata di apposita autorizzazione ministeriale (Agenzia per il lavoro) e successivamente inviato in missione presso un utilizzatore, ovverosia un azienda che ne abbia fatto richiesta. Il lavoratore somministrato è a tutti gli effetti (retributivi e contributivi) trattato come tutti i lavoratori dipendenti dell azienda. La missione di norma è a tempo determinato, e può essere prorogata fino a un massimo di 36 mesi. Per il giovane È una delle forme di ingresso nel mondo del lavoro più utilizzata. Nel 30% dei casi la missione si trasforma in un rapporto di lavoro, a tempo determinato o indeterminato, con l utilizzatore. Il lavoratore riceve la retribuzione contrattualmente stabilita per i dipendenti dell azienda impiegati nella medesima mansione.

9

SEMINARIO LEASING E NOLEGGIO OPERATIVO: SERVIZI FINANZIARI DI COMPAGNIA DELLE OPERE DI MILANO. Milano, 11 marzo 2015

SEMINARIO LEASING E NOLEGGIO OPERATIVO: SERVIZI FINANZIARI DI COMPAGNIA DELLE OPERE DI MILANO. Milano, 11 marzo 2015 SEMINARIO LEASING E NOLEGGIO OPERATIVO: SERVIZI FINANZIARI DI COMPAGNIA DELLE OPERE DI MILANO Milano, 11 marzo 2015 Premessa: Il ruolo di Compagnia delle Opere, i servizi finanziari Bisogno a cui risponde

Dettagli

BILANCIO SOCIALE 2009-2010

BILANCIO SOCIALE 2009-2010 BILANCIO SOCIALE 20092010 83 Sobrietà come modo di vivere il rapporto con gli altri e con le cose, rifiutando nell acquistare, nel mangiare e bere, nel consumare quel possesso e quell arbitrio chiusi in

Dettagli

Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio

Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio C E N S I S Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio III Quadrimestre 2008 Monitor Lazio è promosso dall Unione Regionale delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura

Dettagli

------ Tuttavia, la previdenza complementare si sta sviluppando lentamente e, a dieci anni dall avvio, necessita di ulteriori impulsi.

------ Tuttavia, la previdenza complementare si sta sviluppando lentamente e, a dieci anni dall avvio, necessita di ulteriori impulsi. COMUNICATO STAMPA COVIP: la crisi dei mercati finanziari ha sottoposto i fondi pensione a una prova severa, ma il sistema della previdenza complementare ha tenuto. A marzo 2009 sono 4,9 milioni gli iscritti

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E GLI ENTI COOPERATIVI Divisione VIII PMI e Artigianato Indagine

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA COMUNICATO STAMPA Siglato il quinto accordo tra il Gruppo bancario e Piccola Industria Confindustria DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE

Dettagli

CON LO SGUARDO VERSO I BALCANI

CON LO SGUARDO VERSO I BALCANI INTERNAZIONALIZZAZIONE POMPEO TRIA CON LO SGUARDO VERSO I BALCANI Pompeo Tria del gruppo Step Impianti presenta la strategia per il prossimo triennio. Tre parole chiave: internazionalizzazione, innovazione

Dettagli

Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese pugliesi: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati

Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese pugliesi: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese pugliesi: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati Presentati oggi i risultati dello studio di UniCredit, dedicato

Dettagli

SCUOLA DELLE OPERE 2014-2015. Lavorare insieme condizione per la scoperta e per il cambiamento

SCUOLA DELLE OPERE 2014-2015. Lavorare insieme condizione per la scoperta e per il cambiamento SCUOLA DELLE OPERE 2014-2015 Lavorare insieme condizione per la scoperta e per il cambiamento Presentazione LA SCUOLA DELLE OPERE PROFIT E NON PROFIT INSIEME La Scuola delle Opere ha quale scopo principale

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

MANIFESTO APERTO VERSO IL PATTO COMUNITARIO VENETO Per una Responsabilità Sociale d Impresa e di Territorio

MANIFESTO APERTO VERSO IL PATTO COMUNITARIO VENETO Per una Responsabilità Sociale d Impresa e di Territorio OLTRE LA CRISI MANIFESTO APERTO VERSO IL PATTO COMUNITARIO VENETO Per una Responsabilità Sociale d Impresa e di Territorio Nel nostro mondo sempre più globalizzato viviamo in una condizione di interdipendenza

Dettagli

Silvia Trampetti. il finanziamento per il diritto allo studio: una nuova proposta

Silvia Trampetti. il finanziamento per il diritto allo studio: una nuova proposta Silvia Trampetti il finanziamento per il diritto allo studio: una nuova proposta Riflessioni e idee per l inclusione finanziaria di studenti universitari meritevoli Prefazione a cura del Prof. Dott. G.

Dettagli

AGENDA LAZIO 2013 uno scenario per il futuro dell'economia laziale

AGENDA LAZIO 2013 uno scenario per il futuro dell'economia laziale AGENDA LAZIO 2013 uno scenario per il futuro dell'economia laziale Documento di sintesi A poche settimane dalle elezioni regionali, il Rapporto Agenda Lazio 2013, promosso dall Associazione ex-consiglieri

Dettagli

- 2 trimestre 2014 -

- 2 trimestre 2014 - INDAGINE TRIMESTRALE SULLA CONGIUNTURA IN PROVINCIA DI TRENTO - 2 trimestre 2014 - Sommario Riepilogo dei principali risultati... 2 Giudizio sintetico sul trimestre... 3 1. Il quadro generale... 4 1.1

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI E DELLE OPPORTUNITà PER IL VOLONTARIATO

CARTA DEI SERVIZI E DELLE OPPORTUNITà PER IL VOLONTARIATO CARTA DEI SERVIZI E DELLE OPPORTUNITà PER IL VOLONTARIATO Identità DarVoce è un associazione di volontariato di secondo livello in quanto i suoi soci sono associazioni di volontariato; ha personalità giuridica;

Dettagli

Executive summary della normativa sulle startup innovative

Executive summary della normativa sulle startup innovative Executive summary della normativa sulle startup innovative Gennaio 2014 2 Fare dell Italia la prossima startup nation Il 4 ottobre 2012 il Consiglio dei Ministri ha approvato il Decreto Legge contenente

Dettagli

L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES

L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES Pier Francesco Asso ECONOMIA SICILIANA Si illustrano alcuni risultati del IV rapporto di ricerca della Fondazione RES dedicato

Dettagli

SOMMARIO PARTE PRIMA: IDENTITÀ DEL COMITATO ITALIANO PER L UNICEF ONLUS 8 PARTE SECONDA: RELAZIONE SOCIALE 18

SOMMARIO PARTE PRIMA: IDENTITÀ DEL COMITATO ITALIANO PER L UNICEF ONLUS 8 PARTE SECONDA: RELAZIONE SOCIALE 18 SOMMARIO LETTERA DEL PRESIDENTE 4 NOTA INTRODUTTIVA E METODOLOGICA 6 IL COINVOLGIMENTO DEGLI STAKEHOLDER 7 PARTE PRIMA: IDENTITÀ DEL COMITATO ITALIANO PER L UNICEF ONLUS 8 1.1 CONTESTO DI RIFERIMENTO 9

Dettagli

L etica come investimento:

L etica come investimento: L etica come investimento: il coinvolgimento in cause sociali ragione sociale: Monti Ascensori S.p.a. provincia: Bologna addetti: 140 settore: installazione, manutenzione e riparazione di ascensori sito

Dettagli

Pur in presenza della crisi economica Nordiconad continua a crescere ed a investire

Pur in presenza della crisi economica Nordiconad continua a crescere ed a investire Comunicato stampa Pur in presenza della crisi economica Nordiconad continua a crescere ed a investire Il bilancio consuntivo 2013 Nordiconad è una delle otto cooperative associate a Conad ed è presente

Dettagli

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO Ufficio Comunicazione&Studi Confartigianato del Veneto ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO INDAGINE CONGIUNTURALE ANDAMENTO 2 SEMESTRE 2010 PREVISIONE 1 SEMESTRE 2011 In collaborazione con INDAGINE

Dettagli

AUDIZIONE. MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi. X Commissione del Senato - X Commissione della Camera. Roma, 27 marzo 2014

AUDIZIONE. MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi. X Commissione del Senato - X Commissione della Camera. Roma, 27 marzo 2014 AUDIZIONE MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi X Commissione del Senato - X Commissione della Camera Roma, 27 marzo 2014 CICLO ECONOMICO IN MIGLIORAMENTO 2 CICLO ECONOMICO IN MIGLIORAMENTO

Dettagli

Corporate Social Responsability

Corporate Social Responsability Corporate Social Responsability elemento strategico per il successo dell impresa Il significato La Corporate Social Responsability, in italiano Responsabilità Sociale delle Imprese, può essere definita

Dettagli

La misurazione degli investimenti nel turismo

La misurazione degli investimenti nel turismo OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE Novembre 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro dell opera: Termine rilevazione: ottobre 2013 Casi: 352 Periodo

Dettagli

Comunicazione e valutazione Leader, verso la prospettiva 2020

Comunicazione e valutazione Leader, verso la prospettiva 2020 REPORT Comunicazione e valutazione Leader, verso la prospettiva 2020 Mestre, 28 giugno 2012 Regione del Veneto - Direzione Piani e Programmi Settore Primario Autorità di Gestione PSR Veneto 2007-2013 Il

Dettagli

PIANO PER UNO SVILUPPO RESPONSABILE Documento sulle linee programmatiche-strategiche 2013>2018 In votazione

PIANO PER UNO SVILUPPO RESPONSABILE Documento sulle linee programmatiche-strategiche 2013>2018 In votazione PIANO PER UNO SVILUPPO RESPONSABILE Documento sulle linee programmatiche-strategiche 2013>2018 In votazione INTRODUZIONE Pace e Sviluppo dopo 20 anni di attività come Cooperativa si trova ad essere tra

Dettagli

WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO GLI INCENTIVI PER L OCCUPAZIONE A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA

WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO GLI INCENTIVI PER L OCCUPAZIONE A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO GLI INCENTIVI PER L OCCUPAZIONE A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 INCENTIVI PER I LAVORATORI IN CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA

Dettagli

Il ruolo dello Sport Veneto nel panorama nazionale. Forum di settore e incontro conclusivo

Il ruolo dello Sport Veneto nel panorama nazionale. Forum di settore e incontro conclusivo Il ruolo dello Sport Veneto nel panorama nazionale Forum di settore e incontro conclusivo anni 2013/2014 Il ruolo dello Sport Veneto nel panorama nazionale FORUM di SETTORE e INCONTRO CONCLUSIVO Nell ambito

Dettagli

Digital Marketing Area

Digital Marketing Area Digital Marketing Area Digital Strategy Web Communication Search Engine Optimization Online Advertising Social Media Marketing Web Copywriting Analytics and Web Reputation Ci hanno scelto: elogic s.r.l.

Dettagli

RELAZIONE DEL PRESIDENTE FONDIMPRESA, GIORGIO FOSSA. Sono diversi anni che la nostra economia attraversa una fase di grande e diffusa difficoltà.

RELAZIONE DEL PRESIDENTE FONDIMPRESA, GIORGIO FOSSA. Sono diversi anni che la nostra economia attraversa una fase di grande e diffusa difficoltà. CONVEGNO IL FUTURO DEL LAVORO SI CHIAMA FORMAZIONE Roma, 19 aprile, Auditorium Parco della Musica RELAZIONE DEL PRESIDENTE FONDIMPRESA, GIORGIO FOSSA Sono diversi anni che la nostra economia attraversa

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

LIBERI DI INNOVARE, LIBERI DI SCEGLIERE. Manifesto per l energia del futuro

LIBERI DI INNOVARE, LIBERI DI SCEGLIERE. Manifesto per l energia del futuro LIBERI DI INNOVARE, LIBERI DI SCEGLIERE Manifesto per l energia del futuro È in discussione in Parlamento il disegno di legge sulla concorrenza, che contiene misure che permetteranno il completamento del

Dettagli

www..it Newsteca s.r.l. Via Poerio, 43-20129 Milano [T] +39 02 2024 1122 [F] +39 02 2024 1096 [e] marketing@newsteca.it

www..it Newsteca s.r.l. Via Poerio, 43-20129 Milano [T] +39 02 2024 1122 [F] +39 02 2024 1096 [e] marketing@newsteca.it Newsteca s.r.l. Via Poerio, 43-20129 Milano [T] +39 02 2024 1122 [F] +39 02 2024 1096 [e] marketing@newsteca.it 03. Chi siamo Clicca sulla sezione per andare direttamente alla pagina interessata 04. Mission

Dettagli

Indagine congiunturale rapida su quarto trimestre 2014 e primo trimestre 2015

Indagine congiunturale rapida su quarto trimestre 2014 e primo trimestre 2015 Indagine congiunturale rapida su quarto trimestre 2014 e primo trimestre 2015 Clima sempre cauto: SI al bonus lettura per rilanciare la cultura del Paese. NO all esplosione dei costi energetici. Il deprezzamento

Dettagli

Libia, esserci oggi per assicurarsi un futuro.:: Camera di commercio di Udine ::.

Libia, esserci oggi per assicurarsi un futuro.:: Camera di commercio di Udine ::. Libia, esserci oggi per assicurarsi un futuro.:: Camera di commercio di Udine ::. http://www.ud.camcom.it/p42a1795c1450s63/libia--esserci-oggi-per-assicurarsi-un... Page 1 of 2 14/03/2013.:: Camera di

Dettagli

Talent Management Survey. Risultati

Talent Management Survey. Risultati Risultati Luglio 2012 Nell attuale scenario, per HR si pone la sfida di garantire un collegamento costante tra le strategie di business e le iniziative di gestione del Talento. I cambiamenti legati a globalizzazione

Dettagli

RICHIESTE PER IL RINNOVO DEL CCNL GOMMA PLASTICA INDUSTRIA

RICHIESTE PER IL RINNOVO DEL CCNL GOMMA PLASTICA INDUSTRIA RICHIESTE PER IL RINNOVO DEL CCNL GOMMA PLASTICA INDUSTRIA TRIENNIO 2010-2012 L attuale crisi finanziaria ed economica mondiale trae origine dalla bolla immobiliare che ha maggiormente coinvolto paesi

Dettagli

Documento di sintesi del programma I-Start 2013... Premessa... Analisi delle attività a totale carico pubblico...

Documento di sintesi del programma I-Start 2013... Premessa... Analisi delle attività a totale carico pubblico... Umbria Innovazione Scarl Documento di sintesi del programma I-Start 2013 Risultati dei progetti a totale carico pubblico e a costi condivisi Sommario Documento di sintesi del programma I-Start 2013...

Dettagli

Catalogo 2010 Terzo settore e Associazionismo

Catalogo 2010 Terzo settore e Associazionismo Catalogo 2010 Terzo settore e Associazionismo PRESENTAZIONE CORSI PER LE ORGANIZZAZIONI DEL TERZO SETTORE Strategie di marketing, Comunicazione e Fund Raising: Una sfida e una necessita per le organizzazioni

Dettagli

Marketing e comunicazione nel settore assicurativo: Come aumentare la redditività dell agenzia. www.ifoap.it

Marketing e comunicazione nel settore assicurativo: Come aumentare la redditività dell agenzia. www.ifoap.it Marketing e comunicazione nel settore assicurativo: Come aumentare la redditività dell agenzia www.ifoap.it INDICE Il Marketing strategico e il marketing operativo La campagna di comunicazione L Analisi

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 6 maggio 2013 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 Nel 2013 si prevede una riduzione del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari all 1,4% in termini reali, mentre per il 2014, il recupero

Dettagli

COM-PA 8 novembre 2006 Sintesi dell intervento del Dott. Carlo Bianchessi

COM-PA 8 novembre 2006 Sintesi dell intervento del Dott. Carlo Bianchessi COM-PA 8 novembre 2006 Sintesi dell intervento del Dott. Carlo Bianchessi Ringrazio per l invito a partecipare a questo convegno. Nel mio intervento, svilupperò la case-history di un progetto su cui stiamo

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

100% energia pulita Multiutility è identificativo di energia generata da sole, acqua, vento e terra RECS. certificati

100% energia pulita Multiutility è identificativo di energia generata da sole, acqua, vento e terra RECS. certificati 100% energia pulita 100% energia pulita Multiutility è identificativo di energia generata da sole, acqua, vento e terra la cui origine è tracciata e garantita grazie al sistema di certificazione RECS (Renewable

Dettagli

PROGRAMMA CORSI 1. LA QUALITÀ DEL FRONT OFFICE NELLE STRUTTURE ALBERGHIERE E RISTORATIVE

PROGRAMMA CORSI 1. LA QUALITÀ DEL FRONT OFFICE NELLE STRUTTURE ALBERGHIERE E RISTORATIVE CORSI 1. LA QUALITÀ DEL FRONT OFFICE NELLE STRUTTURE ALBERGHIERE E RISTORATIVE In un mondo del lavoro altamente competitivo, nel quale l offerta turistica è molto vasta e i clienti possono scegliere tra

Dettagli

Seminario Il controllo di gestione e la misurazione delle performance

Seminario Il controllo di gestione e la misurazione delle performance Seminario Il controllo di gestione e la misurazione delle performance Intervento del Direttore Generale della Banca d Italia Fabrizio Saccomanni 13 giugno 2012 Do il benvenuto a tutti i partecipanti a

Dettagli

LA CRISI RAFFREDDA L ENTUSIASMO DEI MANAGER ITALIANI PER LA CORPORATE RESPONSIBILITY

LA CRISI RAFFREDDA L ENTUSIASMO DEI MANAGER ITALIANI PER LA CORPORATE RESPONSIBILITY LA CRISI RAFFREDDA L ENTUSIASMO DEI MANAGER ITALIANI PER LA CORPORATE RESPONSIBILITY 1 Quasi dimezzate rispetto al 2009 le imprese che considerano la Corporate Responsibility come parte integrante della

Dettagli

Indagine sulle micro, piccole e medie imprese: sintesi dei principali risultati

Indagine sulle micro, piccole e medie imprese: sintesi dei principali risultati Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per la Politica Industriale, la Competitività e le Piccole e Medie Imprese ex Div. VIII PMI e artigianato Indagine sulle micro, piccole e medie imprese:

Dettagli

Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa

Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa Lo scenario: Il punto di partenza L isolamento che Castelfranco Veneto soffre da anni è testimoniato anche dalla mancanza di strategia e di progettualità

Dettagli

P R O M O S. Il tuo partner per l internazionalizzazione. 4 Marzo 2015. Internazionalizzazione e marketing territoriale

P R O M O S. Il tuo partner per l internazionalizzazione. 4 Marzo 2015. Internazionalizzazione e marketing territoriale Internazionalizzazione e marketing territoriale P R O M O S CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA MILANO Il tuo partner per l internazionalizzazione Dal 1786 l istituzione al servizio

Dettagli

INNOVARE PER VINCERE QUARANTA TRA IMPRENDITORI E MANAGER ALL INCONTRO CON PIETRO BAZZONI. L INIZIO DI UN PERCORSO E DI UN CONFRONTO.

INNOVARE PER VINCERE QUARANTA TRA IMPRENDITORI E MANAGER ALL INCONTRO CON PIETRO BAZZONI. L INIZIO DI UN PERCORSO E DI UN CONFRONTO. 15 ANNO 2014 FEBBRAIO/ MARZO III Compagnia delle Opere CDO Foggia-BAT 7 VITACDO IN CAPITANATA ARRIVA GA.FI. SUD 10 TERRITORIO FARE IMPRESA NEL MEZZOGIORNO 12 FINANZA NUOVA SABATINI: INVESTIRE NELL IMPRESA

Dettagli

In copertina la sede centrale di Multifidi Consorzio di riferimento di Pmi Sicilia

In copertina la sede centrale di Multifidi Consorzio di riferimento di Pmi Sicilia In copertina la sede centrale di Multifidi Consorzio di riferimento di Pmi Sicilia I Servizi Attraverso aziende partner e la rete delle Sedi Provinciali dell associazione PMISICILIA svolge un ruolo di

Dettagli

Appuntamenti Formativi

Appuntamenti Formativi Appuntamenti Formativi GENNAIO - MAGGIO 2015 Seminari e Corsi CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO Via Gorizia, 49-42124 REGGIO EMILIA Tel. 0522.791979 - Fax: 0522.302110 E.mail: darvoce@darvoce.org

Dettagli

I differenti ruoli nel progetto SEPA (Single Euro Payments Area)

I differenti ruoli nel progetto SEPA (Single Euro Payments Area) ABI SPIN 2006 SWIFT ITALY I fattori del cambiamento Regolamentazione e competizione I differenti ruoli nel progetto SEPA (Single Euro Payments Area) Antonio Finocchiaro Vice Direttore generale della Banca

Dettagli

Un Percorso strutturato per promuovere le imprese nei mercati internazionali

Un Percorso strutturato per promuovere le imprese nei mercati internazionali SCHEDA CASOTTI Un Percorso strutturato per promuovere le imprese nei mercati internazionali Il commercio internazionale 15,0 10,0 Scambi manifatturieri e PIL mondiale (var. annua a prezzi costanti) var.

Dettagli

QUANTO EMERGE DAL 15 RAPPORTO sulle retribuzioni

QUANTO EMERGE DAL 15 RAPPORTO sulle retribuzioni SEGNALI IN BUSTA PA Per la prima volta dopo cinque anni, nel tengono le retribuzioni nonostante il calo dell occupazione. Un segnale buono anche se per considerarlo l inizio di una fase specifica è necessaria

Dettagli

Indice p. 1. Introduzione p. 2. I Benefici quantificabili offerti dalle tariffe dell energia elettrica p. 3

Indice p. 1. Introduzione p. 2. I Benefici quantificabili offerti dalle tariffe dell energia elettrica p. 3 Energia elettrica: a quanto ammontano i risparmi aggiuntivi che derivano dai servizi accessori offerti con Indice: Indice p. 1 Introduzione p. 2 I Benefici quantificabili offerti dalle tariffe dell energia

Dettagli

Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione

Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione - 26 maggio 2015 - Continua a crescere il numero di start-up innovative nel nostro Paese: a fine aprile avevano

Dettagli

Compagnie dirette UN MERCATO IN OTTIMO STATO DI SALUTE

Compagnie dirette UN MERCATO IN OTTIMO STATO DI SALUTE SPECIALE Compagnie dirette UN MERCATO IN OTTIMO STATO DI SALUTE FORTE CRESCITA DELLA RACCOLTA PREMI E UN RISULTATO NETTO DI SETTORE CHE PASSA DA UNA PERDITA COMPLESSIVA DI OLTRE 18 MILIONI DI EURO DEL

Dettagli

Aci Brescia: il futuro dell Ente è un bene comune

Aci Brescia: il futuro dell Ente è un bene comune Aci Brescia: il futuro dell Ente è un bene comune di Attilio Camozzi Presidente Aci Brescia C i siamo lasciati alle spalle un anno complesso. Il 2014 va negli archivi della storia recente. Confido che

Dettagli

RELAZIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014

RELAZIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014 Nucleo di Valutazione RELAZIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014 (ex art. 5, comma 21 della Legge 24 dicembre 1993 n. 537) - GIUGNO 2015 - DOC 07/15 Sommario: 1. Obiettivi e struttura

Dettagli

Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato

Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato 1 Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato quindi un milione di copie, pari a poco meno del 20% del

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE OBIETTIVO EUROPA srl CALL FOR TENDERS: COME PARTECIPARE AI BANDI DI GARA DELLA COMMISSIONE EUROPEA

CORSO DI FORMAZIONE OBIETTIVO EUROPA srl CALL FOR TENDERS: COME PARTECIPARE AI BANDI DI GARA DELLA COMMISSIONE EUROPEA 1 CORSO DI FORMAZIONE OBIETTIVO EUROPA srl CALL FOR TENDERS: COME PARTECIPARE AI BANDI DI GARA DELLA COMMISSIONE EUROPEA PRESENTAZIONE DEL CORSO ROMA, 29 APRILE 2014 CORSO INTENSIVO DEDICATO AI BANDI DI

Dettagli

Compra Linkem e sostieni la tua squadra!

Compra Linkem e sostieni la tua squadra! Compra Linkem e sostieni la tua squadra! SUBITO PER TE 50 VELOCE, FACILE, LINKEM. in collaborazione con LINKEM e FIDAL: INSIEME per lo SPORT Compra Linkem e sostieni la tua squadra! Per ogni contratto

Dettagli

Indagine conoscitiva sui prezzi dell energia elettrica e del gas come fattore strategico per la crescita del sistema produttivo del Paese

Indagine conoscitiva sui prezzi dell energia elettrica e del gas come fattore strategico per la crescita del sistema produttivo del Paese All. 1 - Prot. n. 363/13SB ASSOCIAZIONE NAZIONALE INDUSTRIALI PRIVATI GAS E SERVIZI ENERGETICI Indagine conoscitiva sui prezzi dell energia elettrica e del gas come fattore strategico per la crescita del

Dettagli

FORMULARIO DI CANDIDATURA

FORMULARIO DI CANDIDATURA AVVISO PUBBLICO A PRESENTARE PROPOSTE NEL SETTORE DELLE POLITICHE GIOVANILI Azione ProvincEgiovani Anno 2013 FORMULARIO DI CANDIDATURA Parte I Identificazione della proposta Parte II.a Informazioni sul

Dettagli

Testata: Il Quotidiano del Sud Data: 16 Maggio 2015 Pag.: 16

Testata: Il Quotidiano del Sud Data: 16 Maggio 2015 Pag.: 16 Testata: Il Quotidiano del Sud Data: 16 Maggio 2015 Pag.: 16 Testata: Il Quotidiano del Sud Data: 16 Maggio 2015 Pag.: 30 Testata: Il Quotidiano del Sud Data: 17 Maggio 2015 Pag.: 19 Testata: Irpinia News

Dettagli

La Cassa Depositi e Prestiti viene da lontano ed il suo lungo percorso storico è caratterizzato da tre

La Cassa Depositi e Prestiti viene da lontano ed il suo lungo percorso storico è caratterizzato da tre (bozza non corretta) Accesso al credito: il ruolo di Cassa depositi e prestiti. Gli strumenti di sostegno alle PMI ed alle Pubbliche Amministrazioni" GIOVEDI' 14 GIUGNO 2012 FERMO (Sala dei Ritratti -

Dettagli

I principi per INGEGNERIA SENZA FRONTIERE si articolano su tre livelli: principi fondamentali principi di quotidianità principi di operatività

I principi per INGEGNERIA SENZA FRONTIERE si articolano su tre livelli: principi fondamentali principi di quotidianità principi di operatività I principi per INGEGNERIA SENZA FRONTIERE si articolano su tre livelli: principi fondamentali principi di quotidianità principi di operatività I principi fondamentali sono quelli che definiscono il senso

Dettagli

Le biomasse al test convenienza

Le biomasse al test convenienza Luglio / Agosto 2012 - Anno 5 - Numero 45 24 Le biomasse al test convenienza Nel settore termico investire in bioenergie è sempre un affare. Nella generazione di elettricità, invece, il vantaggio è legato

Dettagli

Chi può partecipare alla proposta?

Chi può partecipare alla proposta? Irecoop Veneto presenta l opportunità per le cooperative aderenti al fondo interprofessionale FONCOOP di utilizzare le risorse a Valere sull Avviso 21 per coltivare la crescita della propria organizzazione

Dettagli

LE SFIDE PER IL 2015

LE SFIDE PER IL 2015 MERCATO & COMPAGNIE LE SFIDE PER IL 2015 di LAURA SERVIDIO L ATTESA CRESCITA, PER IL PROSSIMO ANNO, SARÀ LENTA. MA PER IL SETTORE ASSICURATIVO NON MANCANO LE OPPORTUNITÀ. TRA QUESTE, L EVOLUZIONE DEL MODELLO

Dettagli

Portafoglio. prodotti

Portafoglio. prodotti Portafoglio prodotti 2015 Introduzione La crisi ha profondamente modificato la società: oggi non siamo più in un paese di benessere in cui il volontariato si occupava di alcune nicchie di svantaggio e

Dettagli

ORGANIZZAZIONE, PIANIFICAZIONE E

ORGANIZZAZIONE, PIANIFICAZIONE E ORGANIZZAZIONE, PIANIFICAZIONE E CRESCITA DELLO STUDIO PROFESSIONALE Roberto Cunsolo Commercialista in Catania Catania 27 marzo 2014 Guida alla gestione dei piccoli e medi studi professionali Modulo 2:

Dettagli

Corso in Progettazione socio-culturale per Banche del tempo

Corso in Progettazione socio-culturale per Banche del tempo Corso in Progettazione socio-culturale per Banche del tempo Modulo 2 Principi e Tecniche di Fund Raising d.ssa Marta Buzzatti Fonte: Manuale di fund raising F. Ambrogetti, M.Coen Cagli, R. Milano FUND

Dettagli

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti www.trevisovolontariato.org Il Laboratorio Scuola & Volontariato è un iniziativa del Coordinamento delle associazioni di volontariato della Provincia

Dettagli

Avviso Comune. Efficienza energetica, opportunità di crescita per il Paese

Avviso Comune. Efficienza energetica, opportunità di crescita per il Paese CONFINDUSTRIA Avviso Comune CGIL CISL UIL Efficienza energetica, opportunità di crescita per il Paese Il contesto Con l accordo europeo 20-20-20 l Italia dovrà raggiungere importanti ed onerosi obiettivi

Dettagli

Progetto PercoRSI. Rete responsabile. Cambiamento = Apertura = Saper Co. COnnettersi, COndividere, COllaborare, COprogettare

Progetto PercoRSI. Rete responsabile. Cambiamento = Apertura = Saper Co. COnnettersi, COndividere, COllaborare, COprogettare Progetto PercoRSI Rete responsabile Cambiamento = Apertura = Saper Co. COnnettersi, COndividere, COllaborare, COprogettare Con il contributo di: Partner operativo Finalità generali di PercoRSI Dal 2004

Dettagli

Bilancio 2014 Car Server S.p.A.

Bilancio 2014 Car Server S.p.A. Car Server S.p.A. Sede legale 42124 Reggio Emilia, Via G. B. Vico, 10/c Capitale sociale: Euro 11.249.859 P. IVA e numero di Iscrizione Registro Imprese RE N 01610670356 Il presente bilancio è stato approvato

Dettagli

Relazione dell Assessore Paolo Magnanensi. Seminario Il Bilancio di Genere nella Provincia di Pistoia. Martedì 7 dicembre 2010

Relazione dell Assessore Paolo Magnanensi. Seminario Il Bilancio di Genere nella Provincia di Pistoia. Martedì 7 dicembre 2010 Assessorato politiche inerenti lo sviluppo sostenibile, l industria, l artigianato, l innovazione produttiva, l università, la scuola, l istruzione, la formazione professionale, coordinamento politiche

Dettagli

REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato

REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato OSSERVATORIO CONGIUNTURALE SULL ARTIGIANATO E LA PICCOLA IMPRESA IN LIGURIA L Osservatorio Congiunturale sull Artigianato e la Piccola Impresa in Liguria

Dettagli

Camera dei Deputati X Commissione (Attività Produttive, Commercio e Turismo) Audizione del Presidente di RetImpresa Aldo Bonomi

Camera dei Deputati X Commissione (Attività Produttive, Commercio e Turismo) Audizione del Presidente di RetImpresa Aldo Bonomi Camera dei Deputati X Commissione (Attività Produttive, Commercio e Turismo) Audizione del Presidente di RetImpresa Aldo Bonomi Risoluzione in commissione n. 7/00574 in tema di reti di impresa Roma, 7

Dettagli

COSA HA VERAMENTE DETTO IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE

COSA HA VERAMENTE DETTO IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE 75 i dossier www.freefoundation.com COSA HA VERAMENTE DETTO IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE NEL RAPPORTO CONCLUSIVO DELLA MISSIONE IN ITALIA DEL 3-16 MAGGIO 17 maggio 2012 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE

Dettagli

NAUTICA & TURISMO Pag. 1

NAUTICA & TURISMO Pag. 1 Pag. 1 C AMPAGNA DI C OMUNICAZIONE PER LA N AUTICA ED IL T URISMO COSTIERO Piano per la qualificazione dell immagine nazionale e internazionale del turismo e della nautica da diporto ATTORI Pubbliche amministrazioni,

Dettagli

Progetto ELENA MOROLLI CONSULENTE

Progetto ELENA MOROLLI CONSULENTE Progetto ELENA MOROLLI CONSULENTE IL CONSULENTE CONNESSO AL CAMBIAMENTO ELENA MOROLLI vuole offrire ai suoi clienti consulenza su più fronti: anomalie bancarie, comunicazione web&social, tecnologica L

Dettagli

FONDAZIONE COMUNITARIA NORD MILANO ONLUS MODELLO OPERATIVO DELL ATTIVITA EROGATIVA

FONDAZIONE COMUNITARIA NORD MILANO ONLUS MODELLO OPERATIVO DELL ATTIVITA EROGATIVA PREMESSE Per una fondazione grantmaking (di erogazione), l attività erogativa è per definizione l attività istituzionale insieme alla gestione del patrimonio. Per garantire un flusso puntuale e trasparente

Dettagli

LE RETI D'IMPRESE: esperienze a confronto _

LE RETI D'IMPRESE: esperienze a confronto _ LE RETI D'IMPRESE: esperienze a confronto _ 10 Novembre 2015 Verona Dott.ssa Margherita Marin Dott. Giuseppe Guido Stefenello DI COSA PARLIAMO: 1. COS È IL CONTRATTO DI RETE: PRINCIPALI CARATTERISTICHE

Dettagli

Nuovo Modello di Sviluppo delle BCC/CRA

Nuovo Modello di Sviluppo delle BCC/CRA Nuovo Modello di Sviluppo delle BCC/CRA Editoriale Futuro da scrivere. E questo il titolo del documento predisposto da Federcasse in preparazione del 14 Congresso Nazionale del Credito Cooperativo tenutosi

Dettagli

ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO

ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO NUOVE IMPRESE E INVESTIMENTI PRODUTTIVI Finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto Inail 2014/2015 Contributi per il miglioramento della sicurezza sul lavoro Nuove

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE S. PERTINI

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE S. PERTINI Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE S. PERTINI Via Napoli, n.3-00045 GENZANO DI ROMA Tel.06121125600

Dettagli

RELAZIONE INTRODUTTIVA ALLA INIZIATIVA CGIL FP INCA DEL 26 NOVEMBRE RENDIMENTI PENSIONI TFR TFS E FONDI COMPLEMENTARI PERSEO - SIRIO

RELAZIONE INTRODUTTIVA ALLA INIZIATIVA CGIL FP INCA DEL 26 NOVEMBRE RENDIMENTI PENSIONI TFR TFS E FONDI COMPLEMENTARI PERSEO - SIRIO RELAZIONE INTRODUTTIVA ALLA INIZIATIVA CGIL FP INCA DEL 26 NOVEMBRE RENDIMENTI PENSIONI TFR TFS E FONDI COMPLEMENTARI PERSEO - SIRIO Care compagne e cari compagni, sono molte le ragioni che ci hanno convinto

Dettagli

Una multiutility di successo al servizio di ogni singolo cliente

Una multiutility di successo al servizio di ogni singolo cliente Una multiutility di successo al servizio di ogni singolo cliente Optima è attenta al tuo tempo e al tuo denaro. [...] il tempo è la cosa più preziosa che un uomo possa spendere. Teofrasto La multiutility

Dettagli

Centro Servizi del Distretto

Centro Servizi del Distretto Centro Servizi del Distretto Idea progettuale Progetto integrato per il rilancio e lo sviluppo del Distretto dell Abbigliamento Valle del Liri Il Centro Servizi del Distretto Idea progettuale 1 Premessa

Dettagli

Quanto donano le imprese. Dati e proiezioni

Quanto donano le imprese. Dati e proiezioni Istituto per la Ricerca Sociale Quanto donano le imprese. Dati e proiezioni La ricerca presentata oggi è stata realizzata dall Istituto per la Ricerca Sociale per conto del Summit della Solidarietà, nell

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali COMUNICATO STAMPA CREDITO, CATANIA: NUOVI STRUMENTI PER L AGRICOLTURA ITALIANA Il nostro Paese sta attraversando una congiuntura difficile ed uno

Dettagli

La ricchezza Private in Italia

La ricchezza Private in Italia La ricchezza Private in Italia Il contesto attuale, lo scenario futuro, le prossime sfide: una leva per la sostenibilità del sistema e la solidità del paese 14 giugno 2011 Indice 1. La ricchezza Private

Dettagli

PROVINCIA DI BARLETTA ANDRIA TRANI

PROVINCIA DI BARLETTA ANDRIA TRANI PROVINCIA DI BARLETTA ANDRIA TRANI BANDO PROGETTO CREATTIVITA Premessa Il presente bando si colloca nell'ambito del progetto CreAttività, presentato per il cofinanziamento dalla Provincia di Barletta Andria

Dettagli

Fundraising. Un altro welfare è possibile. Sintesi dell intervento introduttivo di Massimo Coen Cagli Direttore Scientifico della Scuola di Roma

Fundraising. Un altro welfare è possibile. Sintesi dell intervento introduttivo di Massimo Coen Cagli Direttore Scientifico della Scuola di Roma Fundraising. Un altro welfare è possibile Sintesi dell intervento introduttivo di Massimo Coen Cagli Direttore Scientifico della Scuola di Roma Premessa: il senso dell itinerario Fundraising un altro Welfare

Dettagli