DAL FONOGRAFO ALL MP3

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DAL FONOGRAFO ALL MP3"

Transcript

1 DAL FONOGRAFO ALL MP3 Testo del documentario illustrativo dell evoluzione degli strumenti di riproduzione del suono Copyright: Casa della Musica-Casa del Suono / Mediavision s.n.c Casa del Suono, piazzale S. D Acquisto, Parma - INTRODUZIONE La possibilità di conservare le immagini e i suoni della realtà quotidiana è sempre stata un aspirazione dell uomo, anche se è nel corso dell Ottocento che prendono corpo le prime soluzioni capaci di realizzarla concretamente. Ad aprire la strada sono le tecniche di riproduzione fotografica; ma già a metà del secolo si verificano i primi seri tentativi di registrazione sonora. IL FONOGRAFO Il primo apparecchio realmente capace di registrare e riprodurre i suoni venne realizzato dall inventore americano Thomas Alva Edison, che nel suo laboratorio a Menlo Park, nel New Jersey, diede vita al Phonograph (fonografo) o Talking Machine (macchina parlante). È la notte del 18 luglio 1877 quando Edison scopre il principio della registrazione, che intuisce mentre è impegnato a testare il diaframma di un telefono insieme ai suoi collaboratori. Nasce così il fonografo a cilindro. L apparecchio era composto da un cornetto acustico che convogliava il suono verso una membrana metallica, la quale, vibrando, incideva un solco attraverso una punta o stilo. Questo tracciava un solco più o meno profondo su un sottile foglio di stagno, che era avvolto intorno a un cilindro rotante. L operazione di lettura avveniva riportando il cilindro nella posizione iniziale e facendo ripercorrere allo stilo il solco già inciso. IL FONOGRAFO: EVOLUZIONE Il fonografo sbalordì non solo per la possibilità che offriva - registrare la voce e riascoltarla in qualsiasi momento - ma anche per la semplicità che lo caratterizzava dal punto di vista meccanico. L invenzione non tardò a mettere in moto l intelligenza creativa di altri tecnici e scienziati, che si dedicarono al perfezionamento del fonografo. Tra questi, il fisico Alexander Graham Bell, noto per l'invenzione del telefono. Interessato alla riproduzione del suono, Bell svolse diversi esperimenti sul fonografo partendo dai risultati di Edison. Le ricerche sfociarono nella presentazione del Graphophone (grafofono), un apparecchio molto simile e, nel contempo, decisamente migliore rispetto a quello di Edison. La superficie di riproduzione, infatti, non era più di carta stagnola - riutilizzabile solo poche volte - ma di cartone ricoperto 1

2 di cera, che consentiva una migliore incisione e la riduzione del rumore di fondo; la manovella era sostituita da un motore a pedale; la capacità di registrazione raggiungeva i due minuti e, infine, era dotato di un auricolare per un migliore ascolto dei suoni. Brevettato il 27 giugno 1885, il grafofono ottiene un successo tale da indurre Edison a riconsiderare le potenzialità della sua invenzione; così, il 16 giugno 1888, vede la luce il Perfected Phonograph. La superficie di riproduzione è un cilindro di cera che si differenzia da quello di Bell per la qualità del materiale, che consente un numero di utilizzi assai superiore. Impiegato nella costruzione di bambole parlanti e per eseguire inni in chiesa, l apparecchio di Edison vedrà il proprio uso più popolare e remunerativo dal punto di vista commerciale nelle sale da fonografo e nelle macchine a gettoni, solitamente poste negli hotel e nelle stazioni ferroviarie. Successivamente Edison produrrà, incalzato dal successo della concorrenza, un fonografo da casa, l'edison Standard Phonograph, una macchina di elevata qualità venduta a 40 dollari; ma è solo nel 1899 che lancerà il GEM, modello realmente popolare acquistabile con circa 10 dollari. Riguardo alla qualità delle registrazioni fonografiche, non va dimenticato l apporto di un italiano impiantato in America, il novarese Gianni Bettini, che perfezionò l apparecchio ottenendo un notevole successo per il maggiore pregio delle riproduzioni. Ma Bettini ha anche un altro merito. Frequentatore della buona società americana, amante dell opera lirica e del teatro, amico di interpreti famosi, egli ebbe modo - per piacere personale - di registrare le loro voci nello studio che aveva allestito nella sua villa. Si deve a lui, quindi, se ci sono pervenute le voci di grandi cantanti e attori, fra i quali Sarah Bernhardt, e persino la voce di Papa Leone XIII. IL GRAMMOFONO Nel frattempo, il mondo della registrazione si era arricchito di una nuovo ritrovato: il Gramophone (grammofono), il primo giradischi della storia. Brevettato nel novembre 1887, il grammofono venne realizzato da un tedesco emigrato negli Stati Uniti, Emile Berliner, il cui apparecchio determinò l affermazione del disco quale supporto di registrazione per gran parte del XX secolo. Il materiale utilizzato da Berliner per le sue prime sperimentazioni fu un disco in vetro. Negli anni successivi la macchina venne perfezionata. Particolare importanza rivestì la sostituzione del disco di vetro con uno di zinco, da cui Berliner - con opportuni trattamenti - ottenne un negativo : vale a dire una matrice originale dalla quale si potevano ricavare copie positive realizzate in gommalacca. Per un certo periodo il cilindro fonografico e il disco si fecero concorrenza; poi il disco si impose in modo graduale sul mercato perché poteva contenere brani di durata maggiore, era più pratico e agevole da usare, meno ingombrante e delicato, e, infine, facilmente riproducibile in grande quantità e con costi irrisori. 2

3 LA REGISTRAZIONE Tanto in America quanto in Europa, l industria della registrazione continuò ininterrottamente il proprio sviluppo dagli inizi del Novecento al 1930, con la sola parentesi determinata dalla Grande Guerra. Sul mercato apparvero macchine facilmente trasportabili o addirittura portatili. Negli anni Venti e Trenta, infatti, non si contano gli apparecchi in miniatura immessi sul mercato. La palma del più piccolo spetta probabilmente al famoso Mikiphone, prodotto nel 1924 da una ditta svizzera: chiuso stava in una scatola cilindrica del diametro di 10 cm. e di altezza inferiore ai 5. Quanto a dimensioni, quindi, il Mikiphone è stato il vero precursore, con almeno mezzo secolo di anticipo, dei moderni walkman e lettori portatili di CD. Soppiantato il supporto a cilindro, a questo punto il disco era la soluzione quasi universalmente adottata. La registrazione, tuttavia, continuava ad essere di tipo acustico, ovvero ottenuta solo attraverso le vibrazioni dell aria, emessa dalle voci e dagli strumenti e catturata da imbuti metallici più o meno grandi. Il sistema, oltre a essere particolarmente laborioso, non era in grado di restituire i suoni più deboli, né quelli più acuti o più gravi, e, inoltre, snaturava il loro timbro. A questi inconvenienti si affiancava la ridotta durata della registrazione, e un sensibile rumore di fondo. Furono queste le cause principali dell iniziale avversione per la musica registrata da parte dei migliori interpreti della musica colta. Le prime registrazioni, infatti, riguardarono soprattutto musiche di destinazione popolare, dai caratteri semplici e poco raffinati: tutto ciò, insomma, che suonava forte, rapido e ritmato, come le marce civili e militari affidate alle bande e la musica leggera, il cui concetto cominciava a nascere proprio allora. LA REGISTRAZIONE ELETTRICA Nel 1924 il passaggio dall incisione acustica a quella elettrica rappresentò una vera e propria rivoluzione. L innovativo sistema di registrazione prevedeva che le onde sonore fossero recepite dal microfono, il nuovo strumento che sostituiva il vecchio imbuto dell incisione acustica, per poi essere trasformate in segnali elettrici. A differenza di quanto accadeva in precedenza, ora l'intensità di questi segnali poteva essere variata attraverso un altro dispositivo elettrico: l amplificatore. Il nuovo sistema, che iniziò ad affermarsi dalla fine degli anni Venti, risolveva le principali limitazioni della registrazione acustica poiché captava anche i suoni più deboli, estendeva la gamma delle frequenze dei suoni registrabili e permetteva di definire meglio i timbri delle voci e degli strumenti, che in questo modo acquisivano una dimensione più realistica e simile all originale. Una diretta conseguenza dell evoluzione qualitativa delle tecniche di registrazione e di riproduzione del suono ebbe enormi ripercussioni anche nell ambito dell altra forma di riproduzione tecnologica tipica del Novecento: il cinematografo. Il 6 Agosto 1926, al 3

4 "Warner Theater" di New York, fu presentato il primo film con una sua colonna sonora, Don Juan, con protagonista John Barrymore. Si trattava, tuttavia, di un film non parlato, ma solo con musiche e qualche effetto sonoro. Il primo vero film sonoro a tutti gli effetti fu presentato al pubblico il 23 gennaio 1927: The Jazz Singer, regia di Alan Crosland, con protagonista Al Jolson. Il sistema, denominato Vitaphone, consisteva in una speciale macchina da proiezione collegata meccanicamente a un grammofono. IL MAGNETOFONO Già nel 1885 Edison aveva intuito la possibilità di effettuare una registrazione del suono attraverso la modifica dello stato magnetico di un supporto metallico. Questo sistema di registrazione, tuttavia, divenne possibile solo nel 1898, quando il danese Poulsen creò il Magnetophone (magnetofono), impiegando come supporto un filo d acciaio. Esso poteva essere riutilizzato, cancellando quanto precedentemente inciso, mediante il passaggio di un flusso di corrente continua nel magnete. Dall invenzione di Poulsen si sarebbe poi sviluppata, alcuni decenni più tardi, la tecnologia dei magnetofoni o registratori, che non si avvarranno più di un filo metallico quale supporto da magnetizzare, bensì di un nastro di materiale plastico ricoperto da ossidi metallici. I primi magnetofoni vennero prodotti negli anni Trenta in Germania, dalla A.E.G. di Amburgo con la collaborazione della Telefunken. Nonostante si trattasse di apparecchi ingombranti, rumorosi e costosi, la loro qualità sonora era superiore a quella del disco. Oltre a una migliore resa qualitativa, inoltre, il nastro presentava l enorme vantaggio di potere essere cancellato e, quindi, riutilizzato. Con il nastro magnetico nacque anche la possibilità di effettuare il cosiddetto editing del suono, ovvero la modifica delle sue caratteristiche durante la fase di copiatura. Tutto ciò costituì un progresso determinante nel settore della registrazione professionale, ma fu soprattutto nell ambito dell uso amatoriale che il nastro produsse i maggiori effetti dal punto di vista della fruizione della musica: in particolare, esso contribuì alla diffusione della registrazione fatta in casa, che, dagli anni Sessanta in poi, coincise con la produzione di apparecchi sempre più economici e versatili. LA RADIOFONIA Parallelamente all'evoluzione delle tecniche per la registrazione del suono, altri studiosi si dedicavano al perfezionamento della sua trasmissione a distanza. Nel 1894, il giovane studente bolognese Guglielmo Marconi intuì, sulla base delle recenti scoperte sulla natura delle onde elettromagnetiche, che tali onde potevano essere utilizzate per trasmettere messaggi a distanza, senza alcun filo di collegamento e al di là di qualsiasi ostacolo. Ignorato dal ministero italiano competente, nel 1896 Marconi 4

5 fu costretto a recarsi in Inghilterra sia per brevettare il telegrafo senza fili, sia per garantirsi le condizioni migliori per il proseguimento delle sue ricerche sulla radiocomunicazione. Sostenuto dal governo inglese, Guglielmo Marconi rende la radiotelegrafia una realtà, con trasmissioni che arrivano a coprire distanze sempre maggiori. Il 12 dicembre 1901 lo scienziato italiano compie il grande salto: riesce a trasmettere e a ricevere la prima emissione radiotelegrafica attraverso l Oceano Atlantico. Ben presto i progressi della tecnica permisero di trasmettere non solo i segnali del codice telegrafico Morse, ma direttamente la voce umana: nacque così la telefonia senza fili. Le esigenze militari della Prima Guerra Mondiale portarono all affinamento dei sistemi di radiotrasmissione e alla nascita della radio come oggi la conosciamo. Alla fine degli anni Venti il perfezionamento delle tecniche di trasmissione permise di realizzare l ambizioso progetto della radiodiffusione circolare - il cosiddetto broadcasting - che determinò la nascita delle prime società di radiodiffusione. L Italia dà ufficialmente inizio alle trasmissioni radio il 6 ottobre 1924, in un contesto politico autoritario che legherà indissolubilmente lo sviluppo del nuovo mezzo di comunicazione al processo di costruzione della società fascista. Vita e costume vennero segnati profondamente dall avvento e dalla progressiva diffusione della radio. l cuore pulsante delle radio, fin dall origine era costituito da un insieme di valvole. Efficaci ma con molti punti deboli: lente, fragili e ingombranti. Tali punti deboli vennero superati solo con l introduzione del transistor, un nuovo semiconduttore che rendeva possibile la miniaturizzazione dei circuiti elettronici. Immesso sul mercato nel 1948, il transistor presentava diversi vantaggi: oltre alle dimensioni minime, infatti, utilizzava una tensione di pochi Volt e assorbiva pochissima energia durante il funzionamento. Divenne così possibile costruire apparecchi di formati molto ridotti e dotati di alimentazione a pile. Le radioline, vale a dire le radio in miniatura che fu possibile produrre grazie al transistor non necessitavano di alcun collegamento alla rete e avevano un formato che si poteva definire realmente tascabile. IL SUONO: DALLA RIPRODUZIONE ALLA PRODUZIONE All inizio la radio venne accolta con scetticismo nell'ambiente dello spettacolo e, in particolare, in quello musicale. Ne è un esempio il memorabile rifiuto del più celebre direttore d orchestra della prima metà del Novecento, Arturo Toscanini, il quale,in un primo momento, non accettò che le sue esecuzioni fossero trasmesse dalla radio. Il caso, e l evoluzione tecnologica del sistema di trasmissione, vollero che, pochi anni dopo, proprio Toscanini finisse per diventare il musicista più conosciuto al mondo proprio grazie alle trsmissioni radiofoniche. Nel 1937, infatti, Toscanini fu posto alla direzione di un orchestra, creata appositamente per lui dall emittente NBC (National Broadcasting Company) di New York, che lo fece conoscere a un pubblico vastissimo e composto non solo da appassionati. Ciò nonostante, Toscanini mantenne sempre un 5

6 atteggiamento critico nei confronti della musica trasmessa o riprodotta sul disco. Questo si spiega soprattutto con la sua biografia, visto che era nato nel 1867 e la sua concezione della musica era legata in modo indissolubile a quella esperienza dal vivo che nessun strumento tecnologico averbbe mai potuto sostituire. Ben diverso, ovviamente, doveva essere l atteggiamento delle generazioni di musicisti che erano nate quando la musica riprodotta o trasmessa attraverso la radio iniziava ad avere un ruolo di primaria importanza. Il caso più emblematico è quello del pianista canadese Glenn Gould. Gould fu un deciso assertore della performance in studio e, in linea con questa convinzione, nel 1964 decise di rinunciare all esibizione dal vivo per dedicarsi in modo esclusivo alla musica registrata. Gould considerava la registrazione un vero e proprio atto interpretativo capace di conferire qualcosa di nuovo e di diverso alla musica che veniva eseguita.. In quel contesto, lo studio di registrazione iniziava a essere considerato come una sorta di strumento innovativo al servizio della musica. L esempio più noto di questa tendenza è rappresentato dai BEATLES, che al culmine del loro successo, decidono di abbandonare l esecuzione dal vivo e scelgono il disco come mezzo di espressione più originale e autentico. INNOVAZIONI: MICROSOLCO, HI-FI, STEREOFONIA Le sperimentazioni musicali e l evoluzione stessa della musica dipendono anche dall avvento del microsolco e dai nuovi tipi di dischi messi in commercio, come il 33 e il 45 giri. È il 1931 quando la RCA presenta il primo, vero microsolco a 33 giri, la cui diffusione effettiva comincerà tuttavia diversi anni dopo, per affermarsi stabilmente solo nella seconda metà del Novecento. Grazie alla possibilità di realizzare solchi più sottili rispetto ai vecchi 78 giri, i 33 giri realizzati in un mateiale plastico chiamato vinile e chiamati anche Long-Playing o LP consentono di diminuire notevolmente la velocità di rotazione rispetto al vecchio standard di 78 giri al minuto, e, di conseguenza, permettono una maggiore durata di ascolto. Mentre il 33 giri consente di registrare fino a 30 minuti di musica su una singola facciata, ed è quindi particolarmente adatto a ospitare brani di lunga durata come quelli della musica classica, il 45 giri ha invece una durata media di pochi minuti per facciata, ed è indicato per la musica leggera e per l impiego nel juke-box. LA DIVULGAZIONE Nel frattempo entravano in scena nuovi strumenti di lettura musicale, come il jukebox, la fonovaligia e il mangiadischi, il walkman. Il juke-box era un fonoriproduttore di notevoli dimensioni, in grado di riprodurre il brano musicale che l utente sceglieva all interno di una lunga lista di titoli che corrispondevano ai dischi contenuti nel jukebox. La selezione avveniva con l'inserimento di una moneta nell apparecchio. Il successo del juke-box i cui primi esemplari risalgono ai primi decenni del Novecento 6

7 ebbe un impennata decisiva negli anni Cinquanta, con l avvento del rock n roll. Emblema del sogno americano, la scatola sonora determinò la nascita del consumo collettivo della musica registrata e il formarsi delle prime sottoculture giovanili. Il declino del juke-box iniziò negli anni Settanta, in concomitanza con l affermazione delle discoteche come nuovi centri deputati alla socializzazione musicale. Fonovaligie e mangiadischi, invece, comparvero nella seconda metà del Novecento, sulla scia delle diverse tipologie di grammofoni portatili nati nei decenni precedenti. I nuovi apparecchi ebbero una diffusione sempre più ampia e popolare dagli anni Sessanta in poi. Nello stesso periodo, il concetto di portatilità si applicò anche ad un altro prodotto: l autoradio. Come suggerisce il nome, si trattava di un apparecchio destinato a corredare l automobile di un apparecchio per la ricezione radiofonica; solo in un secondo momento venne adattata anche alla lettura di nastri magnetici di vario formato. Fra questi, il più fortunato e duraturo fu senza dubbio la musicassetta. La musicassetta è un supporto fonografico registrabile, costituito da un nastro magnetico e da un involucro di plastica. Venne lanciata sul mercato dalla Philips nel 1963 e, in pochi anni, si impose a livello mondiale. Il nastro presentava il grande vantaggio di essere riscrivibile, ovvero registrabile innumerevoli volte, una peculiarità che permetteva di creare compilation personali. La sua diffusione fu legata in modo indissolubile alla nascita di un altro apparecchio portatile, il walkman, un piccolo lettore stereofonico di musicassette che funzionava a batterie e che consentiva esclusivamente l ascolto in cuffia. Il walkman, che deve il proprio nome a un modello prodotto dalla Sony, vide la luce alla fine degli anni Settanta, quando si affiancò alla generazione di registratori portatili dotati di altoparlante, che utilizzavano le musicassette già da qualche anno. Molto più piccolo e maneggevole rispetto a quegli apparecchi, il walkman, riscosse un successo immediato, che si protrarrà fino agli anni Novanta, quando verrà soppiantato dai lettori CD portatili e, a breve distanza, dai lettori di files MP3. IL SUONO DIGITALE La digitalizzazione del suono fu introdotta ufficialmente negli studi di registrazione nel La Philips infatti, aveva messo a punto un nuovo sistema di registrazione e di riproduzione digitale del suono e lo aveva immesso sul mercato con il nome di Compact disc o CD. Nel nuovo sistema, alla qualità dl suono si affiancano altri vantaggi fondamentali: la leggerezza, la maneggevolezza, la possibilità di accesso casuale e l assenza di usura, determinata dal fatto che non vi è contatto materiale tra il disco e il raggio laser che serve alla sua lettura. Il CD si sostituì progressivamente al disco in vinile, rispetto al quale conteneva molta più musica, e iniziò ad essere utilizzato nei contesti più diversi; ciò grazie all avvento del lettore CD portatile, ma anche alla nuova possibilità di ascolto in auto o tramite computer. La tecnologia digitale ha aperto la strada anche al concetto di multimedialità. La possibilità di 7

8 memorizzare e manipolare i suoni, anche in ambito domestico, è stata esaltata da Internet e dall immenso patrimonio informativo messo a disposizione dalla rete. Ciò ha rappresentato una vera e propria rivoluzione in diversi campi, compreso quello musicale. Il costante aumento di accessi alla rete ha indotto a cercare nuove soluzioni capaci di conciliare la limitata velocità di trasmissione con la crescente richiesta di contenuti multimediali. Da queste ricerche è nato, a metà degli anni Novanta, l MP3, un formato che consente di creare file-audio tanto leggeri da potere viaggiare agevolmente nella rete senza andare troppo a scapito della qualità sonora. La diffusione degli MP3 e dei software gratuiti per la loro realizzazione e la loro lettura hanno trasformato radicalmente l universo musicale e il modo stesso di acquisire e di ascoltare la musica. Basti pensare alla possibilità di condividere gratuitamente i contenuti digitali attraverso il file-sharing: fenomeno che libera l ascoltatore da ogni legame con chi ha prodotto la musica e nel contempo lo inserisce in un gruppo di ascolto virtuale. Tramite Internet, i lettori di musica digitale offrono l opportunità di creare compilation assolutamente personalizzate. Essi, infatti, permettono la selezione indipendente di ciascun brano, a prescindere dall artista che lo esegue e dall album di appartenenza, ma anche la scelta del posizionamento in memoria, sulla base dell ordine più congeniale al singolo utente. Uno dei lettori di musica digitale più diffusi è l ipod della Apple, che - dal ne ha già commercializzate diverse generazioni. CONCLUSIONE In questo modo, a ben vedere, si perpetua la rivoluzione inaugurata da Edison alla fine dell Ottocento, quando la riproduzione del suono era solo un curioso sistema di comunicazione che interrompeva il rapporto diretto tra l esecutore e l ascoltatore. Oggi, quando lo sviluppo della tecnologia influisce sensibilmente sulle caratteristiche e sulla natura del suono, nuove figure professionali si sostituiscono al ruolo che un tempo avevano i compositori e gli interpreti, al punto che sempre più spesso si parla legittimamente di produzione anziché di riproduzione del suono. Al contrario, e nonostante la straordinaria evoluzione tecnologica degli ultimi cent anni, rimane quasi invariata la posizione di chi ascolta la musica. Infatti anche oggi la tecnologia sostituisce il rapporto diretto tra l esecutore e l ascoltatore, e perpetua il miracolo dei tempi lontanissimi del fonografo, quando era stato per la prima volta possibile ascoltare i suoni e le voci di persone che non si trovavano presenti nello stesso momento e nello stesso luogo in cui l ascolto avveniva. 8

Tecniche di Ripresa 1. Docente: Francesco Lenzi ziofrank@me.com

Tecniche di Ripresa 1. Docente: Francesco Lenzi ziofrank@me.com Tecniche di Ripresa 1 Docente: Francesco Lenzi ziofrank@me.com Francesco Lenzi Nato a Milano Formazione tra l Italia e gli USA Produttore artistico, recording/mixing/mastering Chitarrista, MIDI programmer,

Dettagli

Istituto Istruzione Secondaria Superiore ETTORE MAJORANA

Istituto Istruzione Secondaria Superiore ETTORE MAJORANA PRESENTAZIONE In questa parte del laboratorio si andranno ad affrontare una serie di esperienze per scoprire il funzionamento del telefono e delle sue parti fondamentali, si ripeterà l esperienza di Meucci,

Dettagli

V. Franceschelli Diritto delle comunicazioni AA 2014 / 2015

V. Franceschelli Diritto delle comunicazioni AA 2014 / 2015 DIRITTO delle COMUNICAZIONI -Communication Law & Policy- V - Telegrafo Telefono Lezione di giovedì 6 novembre 2014 comunicazioni Strade Posta Telegrafo Telefono Stampa Radio Televisione Internet Convergenza

Dettagli

DALLA TEORIA ALLA PRATICA

DALLA TEORIA ALLA PRATICA DALLA TEORIA ALLA PRATICA Comunicare a distanza: il telefono a filo La prima esperienza di telecomunicazione (dal greco tele = distante) si realizza con due piccoli contenitori di plastica, cartone o metallo,

Dettagli

I compositori e gli esecutori sono pagati dalle corti, o da committenti ricchi di varia natura, o infine per le loro rappresentazioni nei teatri o

I compositori e gli esecutori sono pagati dalle corti, o da committenti ricchi di varia natura, o infine per le loro rappresentazioni nei teatri o IL MERCATO MUSICALE 1) Breve storia Tre percorsi musicali ( dall antichità al 1877 in Europa ): musica popolare, religiosa e colta. L offerta musicale avviene dal vivo (performing music) La prima ha uno

Dettagli

L'immaginazione che registra il suono

L'immaginazione che registra il suono LA RADIO L'immaginazione che registra il suono 1877 Alva Edison, a New York, inventa il fonografo. Attraverso il fonografo si dette il via all'epoca della registrazione. Inizialmente il fonografo venne

Dettagli

Tecnologie di riproduzione e registrazione del segnale audio: una breve storia

Tecnologie di riproduzione e registrazione del segnale audio: una breve storia Tecnologie di riproduzione e registrazione del segnale audio: una breve storia Fonografo A cura del Corso di Studi in Ingegneria del Suono Dopo aver inventato il telegrafo, Edison era riuscito nel 1877

Dettagli

Guglielmo Marconi. Reginald Fessenden Nikola Tesla

Guglielmo Marconi. Reginald Fessenden Nikola Tesla Guglielmo Marconi Reginald Fessenden Nikola Tesla Telefono mobile Telefono fisso L'invenzione della radio è frutto di una serie di esperimenti tenuti alla fine dell'ottocento che dimostravano la possibilità

Dettagli

Gli italiani che hanno fatto la storia dell elettricità ALESSANDRO VOLTA

Gli italiani che hanno fatto la storia dell elettricità ALESSANDRO VOLTA Gli italiani che hanno fatto la storia dell elettricità ALESSANDRO VOLTA Quasi tutte le macchine elettriche che usiamo derivano dagli studi e dalle invenzioni di italiani. A parte il personal computer,

Dettagli

Gli apparecchi acustici.

Gli apparecchi acustici. Gli apparecchi acustici. a cura del dott. P. Gentile Il problema della sordità è nato insieme a all uomo e, essendo un problema più sociale che corporeo, sin dai tempi più lontani si è cercato di porvi

Dettagli

I mutamenti tecnologici fra le due guerre.

I mutamenti tecnologici fra le due guerre. I mutamenti tecnologici fra le due guerre. Vediamo ora i cambiamenti tecnologici tra le due guerre. È difficile passare in rassegna tutti i più importanti cambiamenti tecnologici della seconda rivoluzione

Dettagli

SUONI IN SCATOLA. Enrico Strobino. Un avventura del 900

SUONI IN SCATOLA. Enrico Strobino. Un avventura del 900 1 Enrico Strobino SUONI IN SCATOLA Un avventura del 900 Fino all inizio del secolo scorso la musica è sempre stata eseguita dal vivo. Fin dalle origini fare musica ha sempre significato che uno o più esseri

Dettagli

DALLA TEORIA ALLA PRATICA

DALLA TEORIA ALLA PRATICA DALLA TEORIA ALLA PRATICA Comunicare a distanza: il telefono a filo La prima esperienza di telecomunicazione (dal greco tele = distante) si realizza con due piccoli contenitori di plastica, cartone o metallo,

Dettagli

La seconda rivoluzione industriale

La seconda rivoluzione industriale La seconda rivoluzione industriale L Inghilterra, che si era industrializzata per prima, rimase per tutto il XIX secolo il principale paese nel commercio internazionale. Dal 1870 in poi, però, l industria

Dettagli

Scuola Media della Repubblica di San Marino Circoscrizione 1 a (proff. Franca De Luca Mirella Moretti) Musica e tecnologia, un incontro possibile

Scuola Media della Repubblica di San Marino Circoscrizione 1 a (proff. Franca De Luca Mirella Moretti) Musica e tecnologia, un incontro possibile Scuola Media della Repubblica di San Marino Circoscrizione 1 a (proff. Franca De Luca Mirella Moretti) Musica e tecnologia, un incontro possibile Breve introduzione storica Da sempre, anche escludendo

Dettagli

Il tuo podcast. Giuliano Gaia - Stefania Boiano

Il tuo podcast. Giuliano Gaia - Stefania Boiano Giuliano Gaia - Stefania Boiano Sommario 1. Che cos è il podcasting... 7 2. Trovare e ascoltare i podcast... 15 3. Creare il primo podcast... 33 4. Podcast di qualità... 65 5. Sperimentare... 99 6. Di

Dettagli

invenzionii i La 2^ Rivoluzione industriale scoperte

invenzionii i La 2^ Rivoluzione industriale scoperte telefono Telegrafo senza fili automobile invenzionii i 1800 Sviluppo Industriale elettricità aereo cinema La 2^ Rivoluzione industriale Italia e altri paesi medicina ferro scoperte progressi petrolio coloranti

Dettagli

Come funziona la radio? Informazioni agli insegnanti

Come funziona la radio? Informazioni agli insegnanti Informazioni agli insegnanti 1/7 Compito Gli alunni guardano un filmato e danno prova del loro apprendimento rispondendo alle domande della scheda di lavoro. Obiettivo Gli alunni imparano come nasce e

Dettagli

Antonio Meucci: inventore e tecnologo 1

Antonio Meucci: inventore e tecnologo 1 Antonio Meucci: inventore e tecnologo 1 1. Un secolo di inventori Prima di trattare specificatamente della vita di Antonio Meucci (Firenze 1808 New York 1889) conviene ricordare che essa si sovrappone

Dettagli

il suono in natura propagazione

il suono in natura propagazione musica e tecnologia il suono in natura generazione un suono nasce perché un oggetto (la fonte sonora) vibra cioè compie un movimento oscillatorio velocissimo in poco spazio (Solo se ci sono tutte e quattro

Dettagli

LA RADIO COMPIE NOVANT ANNI

LA RADIO COMPIE NOVANT ANNI LA RADIO COMPIE NOVANT ANNI USCITA DIDATTICA PRESSO RADIO MONTE VELINO (AVEZZANO) REALIZZATA IL GIORNO 4 NOVEMBRE 2014, IN ORARIO ANTIMERIDIANO CLASSI COINVOLTE: 3A e 3B SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

Dettagli

Manuale d uso. rev. 270406

Manuale d uso. rev. 270406 Manuale d uso istudio rev. 270406 1 Indice Capitolo 1: istudio il convertitore di film e musica per ipod Capitolo 2: Primi passi Come fare per...5 Installazione...5 Capitolo 3: Usare istudio Impostazioni...7

Dettagli

ATTENZIONE: per importanti informazioni sulla prevenzione di danni all udito, consulta Importanti informazioni sulla sicurezza a pagina 166.

ATTENZIONE: per importanti informazioni sulla prevenzione di danni all udito, consulta Importanti informazioni sulla sicurezza a pagina 166. Musica 8 Ottenere musica Ottieni musica e altri contenuti audio su ipad. Acquistare musica da itunes Store: vai su itunes Store. Consulta Capitolo 22, itunes Store, a pagina 119. icloud: accedi a tutti

Dettagli

Memoria secondaria. Memoria secondaria

Memoria secondaria. Memoria secondaria Memoria secondaria La CPU opera su programmi e dati presenti nella RAM, ma questa da sola non basta a contenere tutti i programmi e i dati presenti sull elaboratore. Per questo motivo i dati e i programmi

Dettagli

La musica e la tecnologia

La musica e la tecnologia 69 Ingegnere - Musicista Docente Istituto italiano per le tecnologie musicali Docente Informatica musicale Università Roma e Bologna La musica e la tecnologia Uno sguardo sul processo di trasferimento

Dettagli

COMPETENZE CHIAVE PER I BAMBINI DI TRE ANNI. Traguardi formativi

COMPETENZE CHIAVE PER I BAMBINI DI TRE ANNI. Traguardi formativi COMPETENZE PER I BAMBINI DI TRE ANNI Traguardi formativi COMUNICAZIONE NELLA MADRELINGUA I DISCORSI E LE PAROLE COMPETENZE Comprendere un nuovo argomento trattato in sezione. Sapersi esprimere migliorando

Dettagli

Guida rapida al collegamento e all uso. HDD Network Audio Component NAC-HD1E. Collegamenti... 2. Ascolto di CD o trasmissioni radio...

Guida rapida al collegamento e all uso. HDD Network Audio Component NAC-HD1E. Collegamenti... 2. Ascolto di CD o trasmissioni radio... 3-213-272-51(1) Guida rapida al collegamento e all uso Collegamenti... 2 Ascolto di CD o trasmissioni radio... 5 HDD Network Audio Component NAC-HD1E Nel presente manuale sono illustrate le modalità di

Dettagli

IL PRINCIPIO DI ETERODINA

IL PRINCIPIO DI ETERODINA IL PRINCIPIO DI ETERODINA di Giuseppe Zella EVOLUZIONE E RIVOLUZIONE DELLE TELECOMUNICAZIONI Il processo di miscelazione del debole segnale proveniente dall'antenna ricevente con quello dell'oscillatore

Dettagli

- Laboratorio aperto - Guglielmo Marconi

- Laboratorio aperto - Guglielmo Marconi Guglielmo Marconi L aspetto più entusiasmante della scienza è che essa incoraggia l uomo a insistere nei suoi sogni. La scienza esige una mente duttile. Non serve interrogare l universo con una formula.

Dettagli

Le memorie di massa. Il disco floppy 1

Le memorie di massa. Il disco floppy 1 Le memorie di massa Tutti i sistemi di elaborazione dispongono di alcuni supporti per memorizzare permanentemente le informazioni: le memorie di massa Dischetti o floppy disk Dischi fissi o hard disk CD

Dettagli

Sistemi audio musicali eleganti e sottili con funzioni multiple: NAS-Z200iR e CMT-Z100iR

Sistemi audio musicali eleganti e sottili con funzioni multiple: NAS-Z200iR e CMT-Z100iR Milano, luglio 2009 Sistemi audio musicali eleganti e sottili con funzioni multiple: NAS-Z200iR e CMT-Z100iR NAS-Z200iR Sistema audio compatto "completo" Nessun eccesso esteriore: semplice, sottile e dalla

Dettagli

www.ferroviedellostato.it 00161 Roma Piazza della Croce Rossa, 1 Alta Velocità. Una storia di successi tutti italiani

www.ferroviedellostato.it 00161 Roma Piazza della Croce Rossa, 1 Alta Velocità. Una storia di successi tutti italiani Piazza della Croce Rossa, 1 00161 Roma www.ferroviedellostato.it Alta Velocità. Una storia di successi tutti italiani Alta Velocità. Una storia di successi tutti italiani La storia dell Alta Velocità inizia

Dettagli

Termini che è necessario capire:

Termini che è necessario capire: Per iniziare 1........................................ Termini che è necessario capire: Hardware Software Information Technology (IT) Mainframe Laptop computer Unità centrale di elaborazione (CPU) Hard

Dettagli

Il gruppo TTS è orgoglioso di far parte di

Il gruppo TTS è orgoglioso di far parte di Garanzia e assistenza Il prodotto è corredato da una garanzia di un anno per problemi rilevati durante il normale uso. Usi impropri dei Easi-Listener o l'apertura dell'unità invalidano la garanzia. Tutte

Dettagli

L'applicazione dei metadati gestionali nel processo di digitalizzazione dell'archivio Sonoro - Audiovisivo della Discoteca di Stato

L'applicazione dei metadati gestionali nel processo di digitalizzazione dell'archivio Sonoro - Audiovisivo della Discoteca di Stato L'applicazione dei metadati gestionali nel processo di digitalizzazione dell'archivio Sonoro - Audiovisivo della Discoteca di Stato Francesco Baldi L'utilizzo dei metadati per la gestione degli oggetti

Dettagli

Guida rapida alla connessione e all impostazione

Guida rapida alla connessione e all impostazione 3-300-262-53(1) Da leggere subito Guida rapida alla connessione e all impostazione Guida rapida alle funzioni principali IT HDD Network Audio System NAS-SC55PKE 2008 Sony Corporation Printed in Malaysia

Dettagli

Museo della Scuola e del Libro per l Infanzia

Museo della Scuola e del Libro per l Infanzia Museo della Scuola e del Libro per l Infanzia ATTIVITA DIDATTICA 2011/12 Visita guidata Destinatari: scuole elementari, medie e superiori; visitatori singoli Dal cortile dell intervallo all aula degli

Dettagli

Seminario IAML Italia Bibliocom, Roma, 28 Ottobre 2004

Seminario IAML Italia Bibliocom, Roma, 28 Ottobre 2004 Seminario IAML Italia Bibliocom, Roma, 28 Ottobre 2004 Cos è Classical Music Library? http:// www.classical.com Hanno detto Tutti sono stati favorevolmente impressionati da quando abbiamo sottoscritto

Dettagli

Diritto d autore e nuove tecnologie

Diritto d autore e nuove tecnologie Diritto d autore e nuove tecnologie Capitolo I: Il diritto d autore 1. Origini del diritto sulle opere dell ingegno. 2. La normativa italiana 3. La legge 22 aprile del 1941 n. 633 sul diritto d autore

Dettagli

Personal Audio. 22. gennaio 2013 BOSE CAMPUS

Personal Audio. 22. gennaio 2013 BOSE CAMPUS Personal Audio 22. gennaio 2013 Diffusori Bluetooth SoundDock 10 La Dock Bluetooth SoundDock 10 consente la riproduzione stereo Bluetooth di musica da un telefonino abilitato. La guida d onda brevettata

Dettagli

INDUSTRIA CERAMICA VICENTINA

INDUSTRIA CERAMICA VICENTINA INDUSTRIA CERAMICA VICENTINA Vicenza, 1914-2009 Una storia lunga quasi un secolo. L' Industria Ceramica Vicentina venne fondata dalle famiglie Boschieri, Carta e Vaccari nel 1924 in Viale della Pace a

Dettagli

COMPOSIZIONE PER TEATRO E CINEMA

COMPOSIZIONE PER TEATRO E CINEMA CONSERVATORIO DI MUSICA BONPORTI TRENTO Via S. Maria Maddalena CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO BIENNIO SUPERIORE SPERIMENTALE COMPOSIZIONE PER TEATRO E CINEMA PIANO DEGLI STUDI biennio_compos_teatro_cinema.rtf

Dettagli

La struttura del libro

La struttura del libro Introduzione La fotografia digitale è ormai entrata prepotentemente nella nostra vita. Apparecchi fotografici dalle funzionalità sempre più avanzate sono alla portata di tutti e le loro dimensioni, sempre

Dettagli

COMUNICAZIONE. Comunicazione, cosa significa?

COMUNICAZIONE. Comunicazione, cosa significa? COMUNICAZIONE La comunicazione è un esigenza primaria dell uomo, che si è espressa nella preistoria attraverso graffiti e disegni, proseguendo fino all invenzione della stampa e della radio, per arrivare

Dettagli

L industria musicale e le principali professioni

L industria musicale e le principali professioni L industria musicale e le principali professioni Questo testo sintetizza le funzioni e i ruoli delle principali figure professionali dell industria musicale e discografica, menzionando persone e strutture

Dettagli

LE RETI DI COMUNICAZIONE

LE RETI DI COMUNICAZIONE LE RETI DI COMUNICAZIONE (Prima parte) Settembre 2002 I diritti di riproduzione, di memorizzazione elettronica e di adattamento totale o parziale con qualsiasi mezzo, compresi i microfilm e le copie fotostatiche

Dettagli

Lezione 8: Suono (1) Sommario. Informatica Multimediale. Docente: Umberto Castellani

Lezione 8: Suono (1) Sommario. Informatica Multimediale. Docente: Umberto Castellani Lezione 8: Suono (1) Informatica Multimediale Docente: Umberto Castellani Sommario Introduzione al suono Rappresentazione del suono Elaborazione digitale Standard MIDI Sintesi del suono Parlato (Speech)

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE E.GALICE

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE E.GALICE Prot.n. 572/E4 Oggetto: Concorso Inventiamo una banconota Attraverso la realizzazione del bozzetto di una banconota immaginaria si può infondere, nei ragazzi, la consapevolezza che le monete sono un veicolo

Dettagli

Introduzione 7. In principio era a disco 9 1. Come funziona(va) il telefono 9 2. La rete pubblica (PSTN) 10 3. Voglia di servizi 12

Introduzione 7. In principio era a disco 9 1. Come funziona(va) il telefono 9 2. La rete pubblica (PSTN) 10 3. Voglia di servizi 12 Indice-Sommario Introduzione 7 In principio era a disco 9 1. Come funziona(va) il telefono 9 2. La rete pubblica (PSTN) 10 3. Voglia di servizi 12 Telefonate locali, interurbane, intercontinentali; Audio

Dettagli

invisibile Bluetooth, la porta

invisibile Bluetooth, la porta Tecnologia Mobile Bluetooth, la porta invisibile L interfaccia Bluetooth, presente ormai in una gran parte dei moderni telefoni cellulari, permette di collegare numerose periferiche: ecco come funziona

Dettagli

L organizzazione scientifica del lavoro

L organizzazione scientifica del lavoro L organizzazione scientifica del lavoro Con la seconda rivoluzione industriale, le macchine divennero più veloci e più grandi, come tutto l insieme degli impianti di manifattura. La tendenza all ingrandimento,

Dettagli

TRAGUARDI FORMATIVI COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE

TRAGUARDI FORMATIVI COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE CAMPI D ESPERIENZA: IMMAGINI SUONI E COLORI (TEATRO) Padroneggiare gli strumenti Seguire spettacoli di vario Rappresentare situazioni attraverso necessari ad un utilizzo dei tipo(teatrali,musicali il gioco

Dettagli

Istruzioni per l uso NWZ-S515 / S516 / S615F / S616F / S618F. 2007 Sony Corporation 3-219-717-53 (1)

Istruzioni per l uso NWZ-S515 / S516 / S615F / S616F / S618F. 2007 Sony Corporation 3-219-717-53 (1) Istruzioni per l uso NWZ-S515 / S516 / S615F / S616F / S618F 2007 Sony Corporation 3-219-717-53 (1) Informazioni sui manuali Con il lettore sono forniti i manuali riportati di seguito. Inoltre, dopo avere

Dettagli

Book 1. Conoscere i computer. Cos'è un dispositivo: Hardware, Software, Sistemi operativi e Applicazioni.

Book 1. Conoscere i computer. Cos'è un dispositivo: Hardware, Software, Sistemi operativi e Applicazioni. Book 1 Conoscere i computer Cos'è un dispositivo: Hardware, Software, Sistemi operativi e Applicazioni. Centro Servizi Regionale Pane e Internet Redazione a cura di Roger Ottani, Grazia Guermandi, Sara

Dettagli

I LABORATORI ESPRESSIVI: CREATIVITA E METODOLOGIA. EDUCAZIONE VISIVA IL LINGUAGGIO DELLE IMMAGINI

I LABORATORI ESPRESSIVI: CREATIVITA E METODOLOGIA. EDUCAZIONE VISIVA IL LINGUAGGIO DELLE IMMAGINI I LABORATORI ESPRESSIVI: CREATIVITA E METODOLOGIA. EDUCAZIONE VISIVA IL LINGUAGGIO DELLE IMMAGINI Nel laboratorio vengono presentati e analizzati, attraverso la sperimentazione di materiali e tecniche

Dettagli

Cosa occorre per avere l Alta Definizione in Blu-ray?

Cosa occorre per avere l Alta Definizione in Blu-ray? Cosa occorre per avere l Alta Definizione in? LETTORE BLU-RAY O PS3 Il è il formato ottico di nuova generazione per l intrattenimento a casa tua. Questo formato garantisce la massima risoluzione dell immagine.

Dettagli

Musica e computer. Audio digitale e tecnologie MIDI. Prima parte: Dal suono all elettricità La conversione analogico/digitale

Musica e computer. Audio digitale e tecnologie MIDI. Prima parte: Dal suono all elettricità La conversione analogico/digitale Musica e computer: Audio digitale e tecnologie MIDI prima parte Musica e computer Audio digitale e tecnologie MIDI Prima parte: Dal suono all elettricità La conversione analogico/digitale Obiettivi del

Dettagli

La qualità si vede... e si sente

La qualità si vede... e si sente La qualità si vede... e si sente Da anni ci preoccupiamo di ottenere la migliore Selezioniamo e testiamo, negli ambienti in cui qualità dell audio in installazioni per chiese, verranno utilizzati, le migliori

Dettagli

La musica da utilizzare nei cortometraggi

La musica da utilizzare nei cortometraggi Riceviamo spesso email come queste: 1) Salve a tutti! Mi complimento con voi per il sito e i consigli. Ho provato a cercare nel vostro sito delucidazioni riguardo l'inserimento di musica commerciale all'interno

Dettagli

Lez. 5 Memorie Secondarie

Lez. 5 Memorie Secondarie Prof. Giovanni Mettivier 1 Dott. Giovanni Mettivier, PhD Dipartimento Scienze Fisiche Università di Napoli Federico II Compl. Univ. Monte S.Angelo Via Cintia, I-80126, Napoli mettivier@na.infn.it +39-081-676137

Dettagli

Analisi dei media. Parte prima Cultura, comunicazione e informazione. (Selezione di diapositive) Angela Maria Zocchi

Analisi dei media. Parte prima Cultura, comunicazione e informazione. (Selezione di diapositive) Angela Maria Zocchi Analisi dei media Parte prima Cultura, comunicazione e informazione. (Selezione di diapositive) Ottocento rivoluzione industriale; globalizzazione delle comunicazioni; penny press; telefono; cinema. Telefono

Dettagli

Sistemi Web per il turismo - lezione 2 -

Sistemi Web per il turismo - lezione 2 - Sistemi Web per il turismo - lezione 2 - 8 Considerare il computer coma una calcolatrice sembra un po limitativo rispetto a quello che solitamente vediamo succedere sui computer intorno a noi come ad esempio

Dettagli

L AUDIO ED IL SUO TRATTAMENTO. Mauro Mancini

L AUDIO ED IL SUO TRATTAMENTO. Mauro Mancini L AUDIO ED IL SUO TRATTAMENTO DI Mauro Mancini La scheda audio Le qualità sonore del computer dipendono dalla qualità della scheda audio Ingressi ed uscite audio Dipendono dalla scheda; questi i più diffusi:

Dettagli

Speciale: Apple Remote

Speciale: Apple Remote 30 Speciale: Apple Remote Un telecomando per itunes Apple Remote permette di sfruttare iphone come un telecomando capace di gestire musica, film e e-book Apple Remote è un semplice software che trasforma

Dettagli

I mass-media. di Roberto Cirone

I mass-media. di Roberto Cirone I mass-media di Roberto Cirone I mass-media, conseguenza dello sviluppo tecnologico, condizionano ormai tanta parte del nostro vivere quotidiano. Analizziamo gli effetti socialmente positivi e quelli negativi.

Dettagli

Manuale Utente all uso dell Interfaccia WEB del Cocktail Audio X10 (ver0.9)

Manuale Utente all uso dell Interfaccia WEB del Cocktail Audio X10 (ver0.9) Manuale Utente all uso dell Interfaccia WEB del Cocktail Audio X10 (ver0.9) ATTENZIONE : Assicurarsi che la versione del firmware installata nell X10 sia la R1644 o superiore al fine di poter far funzionare

Dettagli

Presidio Crema Mediaexpo 2011

Presidio Crema Mediaexpo 2011 Comune di Crema Assessorato Pubblica Istruzione Presidio Crema Mediaexpo 2011 L Istituto Comprensivo e il Comune di Trescore Cremasco(CR) D. D. 2 Circolo e il Comune di Crema (CR) il Presidio ISS di Crema(CR)

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEGROTTO TERME SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: MUSICA - CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEGROTTO TERME SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: MUSICA - CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PRIMA DELLA eventi sonori dal punto di vista qualitativo, spaziale e in riferimento alla loro fonte. Esplora diverse possibilità espressive della voce, di oggetti sonori e strumentali musicali, imparando

Dettagli

La musica come passione, arte, linguaggio, emozione

La musica come passione, arte, linguaggio, emozione La musica come passione, arte, linguaggio, emozione Da una tradizione secolare nel settore della costruzione degli strumenti musicali e della lavorazione dei metalli in terra di Toscana, scaturisce: Pistoia

Dettagli

Cuffie Magneto-Planari MANUALE UTENTE

Cuffie Magneto-Planari MANUALE UTENTE Cuffie Magneto-Planari MANUALE UTENTE 1 Indice Informazioni importanti per la sicurezza ---------------------------------------- 3 Introduzione ----------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Francesco Corbetta. Idea Vasco Rossi. Phasar Edizioni

Francesco Corbetta. Idea Vasco Rossi. Phasar Edizioni Francesco Corbetta Idea Vasco Rossi Phasar Edizioni Francesco Corbetta Idea Vasco Rossi Proprietà letteraria riservata. 2005 Francesco Corbetta 2005 Phasar Edizioni, Firenze. www.phasar.net I diritti di

Dettagli

UPLAYER MP3 USB PENDRIVE PLAYER

UPLAYER MP3 USB PENDRIVE PLAYER MP3 USB PENDRIVE PLAYER MANUALE D USO SISTEMI INTEGRATI AUDIO VIDEO LUCE 2 INDICE 1) INTRODUZIONE...4 2) ILLUSTRAZIONE SINTETICA DEI COMANDI...5 3) MODALITA DI FUNZIONAMENTO...6 3.1) SCHEMA COMPLESSIVO...6

Dettagli

L e-book a scuola. 1 Al tema sono peraltro dedicati alcuni lavori specifici, fra i quali in italiano si segnala per

L e-book a scuola. 1 Al tema sono peraltro dedicati alcuni lavori specifici, fra i quali in italiano si segnala per L e-book a scuola Arriviamo così a un ultimo tema su cui vorrei spendere qualche parola. Un tema che richiederebbe peraltro, per essere trattato con l attenzione e il rigore che sarebbero necessari, ben

Dettagli

Uniqual Bring your sound everywhere you want

Uniqual Bring your sound everywhere you want Uniqual Bring your sound everywhere you want SPEAKER BLUETOOTH Trasforma qualsiasi superficie nel tuo altoparlante personale SOUNDWAVER Speaker bluetooth a vibrazione portatile Finiture eleganti Bluetooth

Dettagli

M E D I A I N F O R M A T I O N

M E D I A I N F O R M A T I O N M E D I A I N F O R M A T I O N Esclusiva partnership fra Naim, produttore inglese audio e Bentley Motors, per creare il migliore sistema al mondo per la riproduzione della musica auto La partnership Naim

Dettagli

Prima della fotografia

Prima della fotografia LA FOTOGRAFIA Prima della fotografia Gli esperimenti sul rapporto fra luce e immagine cominciano nell'antica Grecia e attraversano tutta la storia della società occidentale. Antenati della foto e del cinema

Dettagli

Istituto Comprensivo Gandhi as 2014-15 Curricolo ARTE E IMMAGINE Scuola Infanzia Campo di esperienza: Immagini, suoni e colori

Istituto Comprensivo Gandhi as 2014-15 Curricolo ARTE E IMMAGINE Scuola Infanzia Campo di esperienza: Immagini, suoni e colori Istituto Comprensivo Gandhi as 2014-15 Curricolo ARTE E IMMAGINE Scuola Infanzia Campo di esperienza: Immagini, suoni e colori TRAGUARDI DI COMPETENZA Comunicare, esprimere emozioni, raccontare, utilizzando

Dettagli

NEWSLETTER BIBLIOTECA

NEWSLETTER BIBLIOTECA 1 di 5 02/02/2013 10.23 LA NEWSLETTER MENSILE DELLA BIBLIOTECA PROVINCIALE PASQUALE ALBINO DI CAMPOBASSO NEWSLETTER BIBLIOTECA Agosto 2012 - numero 6 Tutti i colori della lettura in Biblioteca Albino Il

Dettagli

Progetto MUSICA 2020. I.C. Mazzini Castelfidardo

Progetto MUSICA 2020. I.C. Mazzini Castelfidardo Progetto MUSICA 2020 I.C. Castelfidardo Nel Comune di Castelfidardo è radicata la motivazione all educazione musicale, visto che la produzione degli strumenti musicali, costituisce una colonna portante

Dettagli

Proteggi il tuo Udito

Proteggi il tuo Udito Proteggi il tuo Udito 3 Il tuo udito è prezioso Nell arco della nostra vita siamo bombardati da un flusso costante di suoni nelle scuole, a casa, al lavoro, ovunque. Talvolta questi suoni sono così forti

Dettagli

IL CURRICOLO PER IL PRIMO CICLO D ISTRUZIONE SCUOLA PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MUSICA

IL CURRICOLO PER IL PRIMO CICLO D ISTRUZIONE SCUOLA PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MUSICA IL CURRICOLO PER IL PRIMO CICLO D ISTRUZIONE SCUOLA PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MUSICA MUSICA SCUOLA PRIMARIA - CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI METODOLOGIE E STRATEGIE

Dettagli

Fasi. Relazione finale della Progettazione Learning English through podcasting Docente Roberta Pizzullo Classe E12- Progettazione I anno Corso DOL-

Fasi. Relazione finale della Progettazione Learning English through podcasting Docente Roberta Pizzullo Classe E12- Progettazione I anno Corso DOL- Relazione finale della Progettazione Learning English through podcasting Docente Roberta Pizzullo Classe E12- Progettazione I anno Corso DOL- Contenuti I contenuti del progetto sono stati discussi e poi

Dettagli

CyberLink. PowerDVD Mobile. Guida per l'utente

CyberLink. PowerDVD Mobile. Guida per l'utente CyberLink PowerDVD Mobile Guida per l'utente Copyright e limitazioni Tutti i diritti riservati. Non è consentito riprodurre nessuna porzione della presente pubblicazione, memorizzarla in un sistema di

Dettagli

Il telegrafo La strumentazione Fonte: Museo della scienza e della tecnica di Milano

Il telegrafo La strumentazione Fonte: Museo della scienza e della tecnica di Milano Il telegrafo La strumentazione Fonte: Museo della scienza e della tecnica di Milano Storia delle Comunicazioni Prof. Stefano Maggi Dott. Annalisa Giovani La Pila di Volta La Pila di Volta è stato il primo

Dettagli

PROGETTO : " COLORI E SUONI "

PROGETTO :  COLORI E SUONI Scuola dell' Infanzia Paritaria " MAGIC SCHOOL 2 " coop.soc. Via G. Meli, 8-90010 Ficarazzi PROGETTO : " COLORI E SUONI " Anno scolastico 2013 / 2014 Insegnante : Roberta Semilia P R O G E T T O : COLORI

Dettagli

DICA TRENTATRE' Il nuovo sistema di diagnosi Ducati Di Gianpaolo Riva

DICA TRENTATRE' Il nuovo sistema di diagnosi Ducati Di Gianpaolo Riva MONDO DUCATI On-Line Marzo 2005 DICA TRENTATRE' Il nuovo sistema di diagnosi Ducati Di Gianpaolo Riva Nella seconda metà degli anni 80, Ducati decise di iniziare la produzione in serie dell allora neonato

Dettagli

IL CURRICOLO DI SCUOLA MUSICA

IL CURRICOLO DI SCUOLA MUSICA IL CURRICOLO DI SCUOLA MUSICA SCUOLA DELL INFANZIA - IMMAGINI, SUONI, COLORI SCUOLA PRIMARIA - MUSICA SCUOLA SECONDARIA I GRADO - MUSICA SCUOLA INFANZIA Nell ambito dell educazione musicale trovano attuazione

Dettagli

Incrementa le performance dei tuoi apparecchi acustici. Gamma Accessori Wireless Phonak

Incrementa le performance dei tuoi apparecchi acustici. Gamma Accessori Wireless Phonak Incrementa le performance dei tuoi apparecchi acustici Gamma Accessori Wireless Phonak La moderna tecnologia degli apparecchi acustici rende piacevoli l ascolto e la comprensione nella maggior parte delle

Dettagli

CALL FOR ENTRY. Ro.Bot Festival Digital Paths into music and art. 2a edizione Bologna 17-19 settembre 2009. www.robotfestival.it

CALL FOR ENTRY. Ro.Bot Festival Digital Paths into music and art. 2a edizione Bologna 17-19 settembre 2009. www.robotfestival.it CALL FOR ENTRY Ro.Bot Festival Digital Paths into music and art 2a edizione Bologna 17-19 settembre 2009 www.robotfestival.it COSA È ROBOT FESTIVAL: RoBOt è un festival internazionale di musica elettronica

Dettagli

Disponibile in finitura bianco lucido o nero sarà in vendita da Novembre a Euro 159,00.

Disponibile in finitura bianco lucido o nero sarà in vendita da Novembre a Euro 159,00. Wireless Speaker M-BTP50 Elevata potenza, grande durata della batteria, design elegante e suono senza compromessi; questi sono i contenuti distintivi di M-BTP50 un progetto sviluppato in Italia di Macrom.

Dettagli

CENT RO D I COORD I NAM ENTO CENTRO DI COORDINAMENTO RAEE MANUALE PER LE AZIENDE DI TRATTAMENTO DEL CDC RAEE CELLULARE

CENT RO D I COORD I NAM ENTO CENTRO DI COORDINAMENTO RAEE MANUALE PER LE AZIENDE DI TRATTAMENTO DEL CDC RAEE CELLULARE CENT RO D I COORD I NAM ENTO CENT RO D I COORD I NAM ENTO CENTRO DI COORDINAMENTO RAEE Il telefono cellulare, comunemente chiamato cellulare o telefonino, è un apparecchio radio mobile per la comunicazione

Dettagli

La nascita e l evoluzione della TV Informazioni agli insegnanti

La nascita e l evoluzione della TV Informazioni agli insegnanti Informazioni agli insegnanti 1/6 Compito Gli alunni svolgono una serie di compiti su diversi temi e presentano i risultati in classe. Obiettivo Gli alunni si fanno un idea della storia della TV e del suo

Dettagli

1. Le unità di uscita

1. Le unità di uscita 1. Le unità di uscita Paolo Giangrandi giangran@dimi.uniud.it Università degli Studi di Udine 01/06/2007 Sommario 1. Le unità di uscita...1 Introduzione...3 Display binario a lampadina...6 Display digitali

Dettagli

Presentazione Nunziata Francesco 3^ A MERCURIO

Presentazione Nunziata Francesco 3^ A MERCURIO Presentazione Nunziata Francesco 3^ A MERCURIO INTRODUZIONE Con l invenzione della stampa e il suo progressivo miglioramento la cultura e il sapere hanno potuto circolare più facilmente. Ma la storia,

Dettagli

Ottanta anni fa: la prima immagine televisiva in Italia

Ottanta anni fa: la prima immagine televisiva in Italia Ottanta anni fa: la prima immagine televisiva in Italia Marzio Barbero e Natasha Shpuza 1. 80 anni fa E il 28 febbraio 1929 quando due ingegneri, Alessandro Banfi Nota 1 e Sergio Bertolotti Nota 2, riescono

Dettagli

GLI STATI UNITI. LA COBELLIGERANZA STATUNITENSE NELLA 1a GUERRA MONDIALE

GLI STATI UNITI. LA COBELLIGERANZA STATUNITENSE NELLA 1a GUERRA MONDIALE GLI STATI UNITI tra riconversione post-1a guerra mondiale, Wall Street e Grande Crisi, e secondo dopoguerra slides lezione 12.05.2010 LA COBELLIGERANZA STATUNITENSE NELLA 1a GUERRA MONDIALE GLI USA: sono

Dettagli

UN ANNO DI MUSICA CON IL MAESTRO GIUSEPPE VERDI

UN ANNO DI MUSICA CON IL MAESTRO GIUSEPPE VERDI UN ANNO DI MUSICA CON IL MAESTRO GIUSEPPE VERDI PERCORSO INTERDISCIPLINARE DI MUSICA TECNOLOGIA IMMAGINE ITALIANO STORIA Classi 4 C e 5 B a.s. 2013 /2014 Il 10 ottobre 2013 noi alunni di tutta la Scuola

Dettagli

Proposta formativa A.S. 2014 2015

Proposta formativa A.S. 2014 2015 Proposta formativa A.S. 2014 2015 Premio Consiglio Comunale di Portogruaro 12^ Edizione Laboratorio audiovisivo sul tema della promozione nuova Biblioteca comunale La Biblioteca con i tuoi occhi! Premesse

Dettagli

Radio R 4.0 IntelliLink Domande frequenti. Italiano. Ottobre 2015. Elenco dei contenuti

Radio R 4.0 IntelliLink Domande frequenti. Italiano. Ottobre 2015. Elenco dei contenuti Elenco dei contenuti 1. Audio... 1 2. Phone... 2 3. Apple CarPlay... 3 4. Android Auto... 3 5. Gallery... 5 6. Other... 5 1. Audio D: Come posso passare da una sorgente audio all altra (ad es. tra radio

Dettagli