LEGGE DI STABILITA 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LEGGE DI STABILITA 2014"

Transcript

1 LEGGE DI STABILITA 2014 Forlì, 9 gennaio 2014 Prot. n. 6/2014 La legge di stabilità per il 2014, n. 147 del 27 dicembre 2013, ha introdotto alcune modifiche in materia di: Detrazioni e deduzioni Irpef; Iva; ACE - Deduzione per utili investiti in azienda; Rivalutazione dei beni di impresa e delle immobilizzazioni; Rivalutazione delle partecipazioni non quotate e dei terreni; Tassazione per le società agricole; Deducibilità delle perdite su crediti; Deducibilità leasing; Imposta di registro PPC; Determinazione Irap; Limite alle compensazioni; Canoni di affitto; Tassazione rendite finanziarie; Rimborsi Irpef e 730 Dopo aver pubblicato diversi approfondimenti su specifici argomenti riteniamo utile fornire di seguito un elenco redatto dal rag. Tosoni sulle ulteriori novità e sui principali nuovi adempimenti. 1

2 DETRAZIONI E DEDUZIONI IRPEF Detrazioni per lavoro dipendente: comma 127 1) È previsto un aumento delle detrazioni derivanti dal lavoro dipendente e un ampliamento degli scaglioni per cui sono previste detrazioni da lavoro dipendente. La misura della detrazione è pari ad euro per redditi complessivi compresi entro gli euro all anno; per redditi compresi tra euro e è prevista una detrazione decrescente all aumentare del reddito compresa tra euro e 0. Detrazioni per ristrutturazioni edilizie e risparmio energetico: comma 139 2) La Legge di stabilità ha operato una proroga delle maggiori detrazioni previste per lavori di ristrutturazione edilizia, riqualificazione energetica, nonché per l adozione di misure antisismiche. Tutte le detrazioni elencate vanno ripartite in 10 quote annuali. Questo il quadro delle detrazioni dopo gli interventi della Legge di stabilità: le spese sostenute per gli interventi di ristrutturazione edilizia, risanamento conservativo, restauro su immobili residenziali, nonché le spese per la costruzione di garage o posti auto pertinenziali fino al 31 dicembre 2014 sono detraibili nella misura del 50% fino ad un ammontare massimo delle spese pari ad euro per ogni unità immobiliare; le spese sostenute dal 1 gennaio 2015 al 31 dicembre dello stesso anno, sono detraibili detrazione nella misura del 40% con lo stesso ammontare massimo; dal primo gennaio 2016 le spese sostenute per questi interventi saranno detraibili nella misura del 36% e con un limite di intervento per ogni unità immobiliare pari ad euro La detrazione andrà ripartita in ogni caso in 10 quote annuali; diversamente, in base al dato letterale della Legge di stabilità, in caso di immobili ristrutturati da parte di imprese edili o cooperative edilizie e ceduti entro sei mesi dalla fine dei lavori, la detrazione spetterà unicamente nella misura del 36% e con un limite massimo di euro ; le spese per interventi di efficienza energetica sostenute fino al 31 dicembre 2014 sono detraibili dall Irpef e dall Ires nella misura del 65%; dal primo gennaio 2015 al 31 dicembre 2015, le spese sostenute per i medesimi interventi sono detraibili nella misura del 50%; dal primo gennaio, le spese sostenute per interventi di efficienza energetica, rientreranno tra le spese previste per interventi di ristrutturazione edilizia e saranno detraibili nel limite del 36%. La detrazione va ripartita in 10 quote annuali; le spese sostenute fino al 31 dicembre 2014 per l adozione di misure antisismiche sono detraibili nella misura del 65% in 10 quote annuali, se le spese sono sostenute dal primo gennaio 2015 al 31 dicembre 2015 la detrazione spetta nella misura del 50% da ripartire comunque in 10 quote annuali; le spese sostenute a partire dal primo gennaio 2016 per l adozione di misure antisismiche rientreranno nel novero delle spese per ristrutturazione edilizia con misura massima della detrazione pari al 36%. Le spese sostenute sono detraibili indipendentemente dalla zona sismica in cui l immobile è situato. le spese sostenute entro il 31 dicembre 2014 da parte di soggetti che possono fruire della detrazione prevista per i lavori di ristrutturazione edilizia per l acquisto di mobili o elettrodomestici di classe energetica elevata, fruiscono a loro volta della detrazione nella misura del 50% entro il limite massimo di euro di spesa e comunque non superiore alle spese sostenute per lavori di ristrutturazione. Somme restituite al soggetto erogatore: comma 174 3) A partire dalla dichiarazione per i redditi 2013, le somme restituite al soggetto erogatore se assoggettate a tassazione in anni precedenti, sono deducibili dal reddito complessivo. L'ammontare 2

3 non dedotto nel periodo d'imposta di restituzione può essere dedotto nei successivi periodi d'imposta oppure può essere richiesto il rimborso dell'imposta corrispondente. È questo il caso di importi pagati dal datore di lavoro, come il TFR, che successivamente il lavoratore si trova a dover restituire per qualsiasi ragione (somme non dovute, contenzioso con il datore di lavoro, erogazione in eccesso). Detrazioni per oneri: commi ) Entro il 31 gennaio dovrà essere adottato un Decreto per la razionalizzazione delle spese per cui si può fruire della detrazione del 19% in dichiarazione dei redditi (spese mediche, interessi su mutui prima casa, assicurazioni vita, spese funebri, spese per corsi universitari, asilo, etc) volto a tutelare le persone disabili e non autosufficienti. Se tale decreto non venisse adottato, si procederà ad un taglio lineare della misura prevista per le detrazioni che saranno ridotte al 18% per l anno 2013 e al 17% per l anno Reddito imponibile per soggetti transfrontalieri: comma 175 5) Il reddito di lavoro dipendente prestato, in via continuativa, all'estero in zona di frontiera o in paesi limitrofi al territorio nazionale concorre a formare il reddito solo per la parte eccedente euro. IVA Web tax: comma 33 6) L articolo 17-bis nel D.P.R. 633/1972 in materia di IVA, introdotto dal comma 33 della Legge di stabilità, prevede che i soggetti passivi IVA che intendono acquistare pubblicità online possano farlo solo da soggetti in possesso di una partita IVA italiana. Allo stesso modo, le pubblicità ed i link sponsorizzati che appaiono su motori di ricerca o siti visualizzabili dall Italia, possono essere acquistati esclusivamente attraverso soggetti dotati di partita IVA italiana. Iva al 4% sulle prestazioni socio sanitarie: comma 172 7) Il comma 172, prevede che le prestazioni sociosanitarie, educative o di assistenza domiciliare e similari scontino l iva al 4% solo se rese da cooperative sociali disciplinate dalla Legge 381/2001. Se rese da altre cooperative queste prestazioni scontano l iva ordinaria al 22%. Iva al 10% sui distributori automatici: comma 173 8) La somministrazione di cibi e bevande attraverso distributori automatici a partire dal primo gennaio 2014 non sconta più l Iva al 4% ma l imposta è aumentata al 10%. DEDUZIONE PER UTILI REINVESTITI IN AZIENDA ACE: COMMI 137, 138 9) La norma introdotta nel 2011 prevede la possibilità per le imprese i regime di contabilità ordinaria, che mantengono gli utili in azienda, senza prelevarli, di apportare una rettifica in diminuzione del reddito imponibile. Il comma 137 prevede che la misura di tale rettifica, stabilita nella misura del 3% degli utili non prelevati fino all esercizio in corso al 31/12/13, venga aumentata per l esercizio in corso 31/12/2014 all 4% e per i due esercizi successivi al 4,5% e 4,75%. Il calcolo degli acconti da versare nei prossimi periodi di imposta va effettuato senza considerare la maggior deducibilità degli utili mantenuti in azienda. 3

4 RIVALUTAZIONE BENI E PARTECIPAZIONI D AZIENDA: COMMI ) Riaperta la possibilità per le imprese soggette ad IRES di rivalutare le immobilizzazioni materiali e/o immateriali e le partecipazioni in imprese controllate o collegate iscritte tra le immobilizzazioni finanziarie che risultano dal bilancio dell esercizio in corso al 31 dicembre Gli immobili merce, oggetto dell attività delle imprese non possono essere oggetto di rivalutazione poiché non risultano iscritti tra le immobilizzazioni. Modalità: La rivalutazione deve essere eseguita nell esercizio successivo a quello in corso al 31/12/2012 e quindi per i soggetti con l esercizio coincidente con l anno solare, la rivalutazione deve essere iscritta nel bilancio chiuso al 31/12/2013. La rivalutazione non può riguardare singoli beni, ma deve essere operata per classi omogenee (terreni, fabbricati industriali, attrezzature, macchine d ufficio ed elettroniche, etc etc); deve essere indicata nel libro inventari e si deve fornire adeguata informativa nella nota integrativa al bilancio. Riconoscimento fiscale: il riconoscimento fiscale del maggior valore decorre dal terzo esercizio successivo a quello in cui si è eseguita la rivalutazione, quindi per i soggetti con l esercizio coincidente con l anno solare, i maggiori ammortamenti saranno riconosciuti dal periodo di imposta Per poter fruire del maggior valore fiscale derivante dalla rivalutazione è necessario versare un imposta sostitutiva pari al 16% per i beni ammortizzabili ed al 12% per i beni non ammortizzabili. Il versamento deve avvenire in tre rate annuali senza l applicazione di interessi con la stessa scadenza prevista per il versamento delle imposte sui redditi a partire dal 16 giugno 2014 per le imprese con l esercizio coincidente con l anno solare. Affrancamento: per poter affrancare il saldo attivo derivante dalla rivalutazione e quindi poter distribuire gli utili derivanti dall operazione, è necessario versare un ulteriore imposta sostitutiva pari al 10% del maggior valore dei beni o delle partecipazioni rivalutate. L imposta sostitutiva va versata secondo le stesse scadenze previste per quella prevista per il riconoscimento fiscale. Cessione di beni rivalutati: nel caso di cessione di beni rivalutati, il riconoscimento del maggior valore fiscale scatta a partire dal quarto esercizio successivo a quello in cui si è eseguita l operazione. Nel caso quindi di imprese con l esercizio solare, il maggior valore è riconosciuto ai fini della cessione o estromissione dai beni di impresa a partire dal Le plusvalenze o minusvalenze realizzate prima di tale data andranno calcolate e tassate in base al valore antecedente alla rivalutazione. In tal caso, le imposte sostitutive già versate potranno essere stornate dalle imposte derivanti dalla cessione. Riallineamento in seguito ad operazioni di concentrazione aziendale: pagando la stessa imposta sostitutiva prevista per le rivalutazioni dei beni di impresa (16%) è possibile dare riconoscimento fiscale ai maggiori valori delle partecipazioni di controllo iscritte a bilancio a seguito di operazioni straordinarie a titolo di avviamento, marchi di impresa o altre attività immateriali. L imposta sostitutiva va versata in unica soluzione entro il termine di versamento delle imposte sui redditi per l esercizio in cui si è optato per il riconoscimento fiscale; gli effetti fiscali decorrono dal secondo esercizio successivo a quello del pagamento dell imposta sostitutiva (nel caso di soggetti solari quindi dall esercizio 2016). In caso di cessione a titolo oneroso dei beni oggetto del riallineamento prima del quarto esercizio successivo al pagamento della imposta sostitutiva (anno 2018), gli effetti fiscali si intendono revocati e la plusvalenza sulla cessione andrà calcolata sul valore fiscale precedente al riallineamento. 4

5 RIVALUTAZIONE DEI TERRENI E DELLE PARTECIPAZIONI: 156, ) Confermata la possibilità per le persone fisiche di rivalutare i terreni, sia edificabili che agricoli, e le partecipazioni di qualsiasi tipo purché in imprese che non siano quotate in borsa posseduti alla data del primo gennaio Modalità: entro il 30 giugno 2014 la perizia con cui si determina il valore rivalutato dei terreni o delle partecipazioni deve essere asseverata. Per poter fruire del maggior valore in sede di determinazione delle plusvalenze è necessario versare interamente l imposta sostitutiva entro il 30 giugno 2014 o in tre rate annuali con interessi del 3% annuo. Imposta sostitutiva: l imposta sostitutiva è pari al 4% del nuovo valore rivalutato nel caso di partecipazioni qualificate (superiori al 20% del capitale sociale per le società di capitali ed al 25% per le società di persone) e terreni, mentre è pari al 2% del nuovo valore derivante dalla rivalutazione nel caso di partecipazioni non qualificate. Versamento: I codici tributo sono invariati: il numero 8055 per le partecipazioni ed il numero 8056 per i terreni. TASSAZIONE PER LE SOCIETÀ AGRICOLE: COMMA 36 12) Viene revocato lo stop previsto per le società agricole (Snc, Sas e Srl) di determinazione catastale del reddito in base all articolo 32 del Tuir. Le Società che hanno iniziato l attività nel 2013 per tale anno sono vincolate al criterio del bilancio; esse potranno optare dal periodo di imposta 2014 per la tassazione catastale. Per le società che avevano optato in esercizi precedenti, continua a valere la scelta adottata e non è necessario effettuare alcuna opzione nel Quindi le società agricole, diverse dalle società per azioni, che non hanno optato negli esercizi precedenti, potranno farlo anche nei prossimi periodi di imposta. PERDITE SU CREDITI: COMMA ) Dall esercizio in corso al 31 dicembre 2013 viene ampliata la possibilità per le imprese di dedurre le perdite su crediti. Infatti l articolo 101 comma 5 del Tuir prevede ora le seguenti casistiche in cui le perdite su crediti sono deducibili: se il debitore è assoggettato a procedure concorsuali o ha chiuso un accordo di ristrutturazione del debito; per i debiti di modesta entità dopo 6 mesi dalla scadenza se ancora non pagati (il limite è di euro per le imprese di dimensione rilevante e per le altre imprese); quando il diritto alla riscossione è prescritto; quando la cancellazione dei crediti dal bilancio è operata in applicazione dei princìpi contabili: in questo ultimo caso la circolare 26/E/2013 illustra una serie di situazioni pratiche in cui l Agenzia ritiene che si possa cancellare il credito dal bilancio senza commettere violazioni. In particolare l Agenzia ritiene che nei casi di cessione del credito, sia pro soluto che pro solvendo, e nei casi di prescrizione delle somme derivanti dal credito, si possa operare la cancellazione del credito dal bilancio e la perdita derivante sia deducibile. LEASING DEDUCIBILITÀ PER PROFESSIONISTI E IMPRESE: COMMI ) Le novità in materia di deducibilità dei contratti di leasing sono valide per i contratti di leasing 5

6 stipulati dopo l entrata in vigore del Decreto Stabilità. Per i contratti in essere a tale data valgono le norme precedenti. Durata dei contratti di leasing La deduzione dei canoni di leasing relativi a beni immobili strumentali è ammessa per un periodo non inferiore a 12 anni. La durata minima per i beni mobili strumentali è invece pari alla metà del periodo di ammortamento previsto per beni della stessa categoria. Nel caso di contratti di locazione finanziaria con durata inferiore ai limiti stabiliti, la deduzione ai fini fiscali va riportata alla durata minima prevista dalla normativa fiscale. Parimenti nel caso di contratti che abbiano durata maggiore del limite previsto dalla normativa, la deducibilità seguirà la durata del contratto. Per i contratti di leasing stipulati precedentemente all entrata in vigore del 1 gennaio 2014 valgono le vecchie regole in materia di deduzione. IMPOSTA DI REGISTRO NOVITÀ Cessione dei contratti leasing: commi ) A partire dal primo gennaio 2014 la cessione di contratti di leasing relativi ad immobili strumentali da parte dei soggetti utilizzatori è soggetta ad imposta di registro nella misura del 4%. La base su cui calcolare l imposta è pari al prezzo pattuito per la cessione del contratto aumentato delle quote capitali sulle rate non ancora pagate e della maxirata finale. In questo modo l imposta di registro dovuta in caso di cessione del contratto di leasing è pari a quanto si sarebbe dovuto pagare cedendo l immobile strumentale anziché il contratto (imposte ipotecaria e catastale rispettivamente del 3% e 1%). Piccola proprietà contadina: commi ) Dal primo gennaio 2014 tutte le agevolazioni in materia di imposta di registro (terreni montani, compendio unico) sono soppresse, ad eccezione della norma relativa alla Piccola Proprietà Contadina. Quindi gli atti di trasferimento a titolo oneroso di terreni agricoli e relative pertinenze (fabbricati rurali) a favore di coltivatori diretti o imprenditori agricoli professionali iscritti alla previdenza agricola sono soggetti ad imposta di registro ed ipotecaria per 200 euro ciascuna e ad imposta catastale nella misura dell 1% del prezzo di trasferimento. Gli atti di trasferimento di terreni agricoli che non possono fruire della agevolazione prevista sono soggetti ad imposta di registro nella misura del 12% e imposte ipotecaria e catastale pari ad euro 50 ciascuna. IRAP Deduzione Irap per incremento occupazionale: comma ) Ai fini Irap, a partire dall esercizio di imposta in corso al 31 dicembre 2014 è prevista una deduzione pari fino a euro per ciascun nuovo dipendente assunto, in aggiunta alla deduzione già prevista per ciascun lavoratore a tempo indeterminato. Limiti di deducibilità: la deducibilità è prevista nella misura massima di euro e comunque in misura non superiore all incremento del costo per personale dipendente generato dall assunzione. 6

7 Modalità di fruizione: per poter fruire della deduzione dalla base imponibile Irap è necessario che i contratti di assunzione siano a tempo indeterminato e che l assunzione generi un incremento del numero dei lavoratori rispetto al numero dei lavoratori della stessa categoria mediamente assunti per l anno precedente. In caso di società controllate o collegate, l aumento occupazionale va valutato al netto degli eventuali decrementi avvenuti nelle altre società del gruppo. Durata della agevolazione: la deduzione spetta per l esercizio di imposta in cui è avvenuto l incremento occupazionale e per i due successivi. L agevolazione decade se negli esercizi successivi a quello dell assunzione il numero di lavoratori risulta inferiore o pari a quello risultante dall esercizio in cui è avvenuta l assunzione. Irap e transfer pricing: commi ) I commi 281 e 282 introducono anche per la determinazione dell Irap la disciplina del transfer pricing prevista dall articolo 110 comma 7 del Tuir. Per la determinazione del valore della produzione ai fini Irap, nel caso di operazioni tra l impresa italiana e società non residenti nel territorio dello Stato, che direttamente o indirettamente controllano l'impresa, ne sono controllate o sono controllate dalla stessa società che controlla l'impresa, i prezzi di trasferimento andranno valutati in base al valore normale dei beni o servizi oggetto dell operazione. COMPENSAZIONI: COMMA ) A decorrere dal periodo di imposta in corso al 31 dicembre 2013 l obbligo, fino all esercizio scorso previsto solo per i crediti IVA, del visto di conformità per i soggetti che utilizzano in compensazione importi superiori a euro è esteso anche ai crediti relativi alle imposte sui redditi, alle addizionali, alle ritenute alla fonte ed all Irap. Quindi, per poter utilizzare in compensazione crediti per un importo superiore ad euro ciascuno, è necessario che venga apposto sulla singole dichiarazioni da cui scaturisce il credito il visto di conformità da parte del professionista incaricato. Per i soggetti sottoposti a controllo contabile, il visto di conformità può essere sostituito dalla sottoscrizione della dichiarazione da parte del soggetto incaricato della revisione legale dei conti. A differenza di quanto previsto per le compensazioni IVA, in attesa di chiarimenti, le compensazioni possono essere effettuate a partire dal primo gennaio 2014 e non solo successivamente alla presentazione della dichiarazione. PAGAMENTO CANONI DI AFFITTO: COMMA 50 20) A partire dal primo gennaio 2014 i pagamenti di canoni di locazione di immobili ad uso abitativo non possono tassativamente essere effettuati in contanti e devono necessariamente avvenire per mezzo di strumenti che garantiscano la tracciabilità finanziaria dell operazione. Il divieto è anche preordinato all ottenimento delle agevolazioni e detrazioni fiscali previste per le locazioni abitative. TASSAZIONE RENDITE FINANZIARIE Imposta di bollo su attività finanziarie: comma ) Dal primo gennaio 2014, l'imposta di bollo sui conti deposito e su altri investimenti finanziari sarà pari al 2 per mille. Non è più prevista una misura minima né per persone fisiche né per le imprese 7

8 (per il 2013 era pari ad euro 34,20). Al contrario per le imprese è prevista una misura massima pari ad euro L'imposta di bollo sui conti correnti delle persone fisiche rimane pari ad euro 34,20. IVAFE: comma ) Dal primo gennaio 2014 anche l'imposta sulle attività finanziarie detenute all'estero aumenta al 2 per mille (1,5%) per l anno PRESENTAZIONE 730 E RIMBORSI IRPEF 23) A partire dai modelli 730 presentati nel 2014, gli eventuali rimborsi di imposta superiori ad euro non verranno più erogati dal proprio datore di lavoro ma dall'agenzia delle Entrate entro sei mesi dalla data di presentazione della dichiarazione 730 dopo aver svolto controlli preventivi anche documentali sulle somme chieste a rimborso. Tasso interessi legali: dal 1 gennaio 2014 il tasso legale degli interessi è fissato al1%. TASI ed IMU La TASI si applica sul possesso o la detenzione a qualsiasi titolo di fabbricati (compresa l abitazione principale) e di aree edificabili; il soggetto che occupa l unità immobiliare assolve la tassa nella misura dal 10% al 30%, mentre il titolare del diritto reale versa la restante parte. La base imponibile è quella prevista per l IMU; l aliquota dell imposta è pari allo 0,1% (0,25% per l anno 2014, salvo modifiche in corso), ma la aliquota Tasi più Imu non può superare quella massima dell Imu. I termini di versamento sono stabiliti dal Comune, con un minimo di due rate, oppure in unica soluzione al 16 giugno. L Imu diviene definitiva e la struttura normativa non cambia. Risultano esenti da imposta oltre alla abitazione principale, anche i fabbricati delle imprese di costruzione destinati alla vendita ed i fabbricati rurali strumentali. Altre novità in materia di Imu riguardano le abitazioni principali di categoria A/1, A/8, A/9 e relative pertinenze non esenti da imposta per le quali la aliquota è del 4 per mille (variabile in più o in meno di due punti) e si applica la detrazione di 200 euro elevabile fino all ammontare dell imposta. Per i terreni agricoli posseduti e coltivati da coltivatori diretti od Iap si applica il coefficiente di determinazione della base imponibile ridotto a 75 (anziché 110); per gli altri terreni il coefficiente e 135. L imposta municipale è deducibile dal reddito di impresa e di lavoro autonomo nella misura del 20% (elevata al 30% per l anno 2013) in base al criterio di cassa (articolo 99 del Tuir) e riguarda i beni immobili strumentali per natura o destinazione delle imprese e degli esercenti arti e professioni. L Imu non è deducibile ai fin i Irap, mentre la Tasi è interamente deducibile. Rag. Gian Paolo Tosoni 8

LEGGE DI STABILITA 2014

LEGGE DI STABILITA 2014 LEGGE DI STABILITA 2014 Forlì, 9 gennaio 2014 Prot. n. 6/2014 La Legge di stabilità per il 2014, n. 147 del 27 dicembre 2013, ha introdotto alcune modifiche in materia di: Detrazioni e deduzioni Irpef;

Dettagli

3. Detrazione per acquisto di mobili e grandi elettrodomestici

3. Detrazione per acquisto di mobili e grandi elettrodomestici CIRCOLARE gennaio 2014: La Legge di Stabilità e le altre novità fiscali Vi riepiloghiamo le principali e più rilevanti novità introdotte in materia fiscale dalla Legge 27.12.2013 n 147 (Legge di Stabilità

Dettagli

STUDIO. Monosi dott. Raffaele. Dottore Commercialista Revisore Contabile

STUDIO. Monosi dott. Raffaele. Dottore Commercialista Revisore Contabile Circolare di gennaio 14 Santa Lucia di Piave, lì 7 gennaio 14 Oggetto: : Finanziaria 2014 prima parte È stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la Finanziaria 2014 (Legge 27.12.2013, n. 147) c.d. «Legge

Dettagli

CIRCOLARE N. 32 2013/2014 DEL 15 GENNAIO 2014

CIRCOLARE N. 32 2013/2014 DEL 15 GENNAIO 2014 CIRCOLARE N. 32 2013/2014 DEL 15 GENNAIO 2014 Lega Italiana Calcio Professionistico Alle Società di 1 a e 2 a Divisione della Lega Italiana Calcio Professionistico LORO SEDI Circolare n. 1 2014 dell Ufficio

Dettagli

Informativa n. 1/2014 Legge di Stabilità 2014, le principali novità

Informativa n. 1/2014 Legge di Stabilità 2014, le principali novità Informativa n. 1/2014 Legge di Stabilità 2014, le principali novità Sommario Premessa 2 Web Tax 2 Sostegno all agricoltura 2 Nuova deduzione ai fini IRAP 2 Incremento ACE 2 Proroga delle detrazioni per

Dettagli

CIRCOLARE DI AGGIORNAMENTO AI CLIENTI

CIRCOLARE DI AGGIORNAMENTO AI CLIENTI CIRCOLARE DI AGGIORNAMENTO AI CLIENTI Anno IV, n. 1 GENNAIO 2014 I N D I C E LEGGE DI STABILITà n. 147/2013... 3 Canoni di locazione Immobili abitativi... 3 Aumento detrazione Irpef lavoro dipendente...

Dettagli

Studio Dottori Commercialisti Dottori Commercialisti e Revisori Contabili

Studio Dottori Commercialisti Dottori Commercialisti e Revisori Contabili Roma, 24 gennaio 2014 Gent.li CLIENTI Loro Sedi Via mail Oggetto: Circolare n. 2/2014 principali novità fiscali 2014 1 Gentili Clienti, La legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 1473), in vigore dall

Dettagli

STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI

STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI Varese, 20 Gennaio 2014 OGGETTO : Legge 27.12.2013 nr. 147 Legge di stabilità 2014 pubblicata sulla G.U. nr. 302 del 27.12.2013 S.O. n.87. È stata approvata la

Dettagli

LA LEGGE DI STABILITA 2014

LA LEGGE DI STABILITA 2014 Numero circolare 1 Data 20/01/2014 LA LEGGE DI STABILITA 2014 Abstract: Rif.to normativo: Recentemente è stata pubblicata sulla G.U. la Finanziaria 2014, c.d. Legge di stabilità 2014, che tra le principali

Dettagli

Oggetto. Contenuto. Circolare Numero 10/2014. C i r c o l a r e d e l 1 6 g e n n a i o 2 0 1 4 P a g. 1 di 5

Oggetto. Contenuto. Circolare Numero 10/2014. C i r c o l a r e d e l 1 6 g e n n a i o 2 0 1 4 P a g. 1 di 5 C i r c o l a r e d e l 1 6 g e n n a i o 2 0 1 4 P a g. 1 di 5 Circolare Numero 10/2014 Oggetto LEGGE STABILITÀ 2014 NOVITÀ IN TEMA DI REDDITO D IMPRESA Contenuto La Legge di stabilità 2014, ovvero la

Dettagli

CIRCOLARE N 1 DEL 14.01.2014

CIRCOLARE N 1 DEL 14.01.2014 STUDIO BURLONE - CRISA Dottori Commercialisti e Revisori contabili CIRCOLARE N 1 DEL 14.01.2014 LEGGE DI STABILITA La Legge di Stabilità (147/2013) è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 27 dicembre

Dettagli

Sindacato Unitario Specialità Ortognatodonzia Largo Re Umberto, 104 - Tel. 011 50.28.20 - Fax 011 50.31.53-10128 TORINO. CIRCOLARE n.

Sindacato Unitario Specialità Ortognatodonzia Largo Re Umberto, 104 - Tel. 011 50.28.20 - Fax 011 50.31.53-10128 TORINO. CIRCOLARE n. S.U.S.O. Sindacato Unitario Specialità Ortognatodonzia Largo Re Umberto, 104 - Tel. 011 50.28.20 - Fax 011 50.31.53-10128 TORINO CIRCOLARE n. 1/2014 La presente per informare i signori Associati sulle

Dettagli

LEGGE DI STABILITA' - La legge di Stabilità 2014 in pillole

LEGGE DI STABILITA' - La legge di Stabilità 2014 in pillole LEGGE DI STABILITA' - La legge di Stabilità 2014 in pillole IRPEF Detrazioni per gli interventi finalizzati al risparmio energetico (di cui all art. 1, comma 48, legge 220 del 13.12.2010) Le detrazioni

Dettagli

LEGGE STABILITA 2016: ASSEGNAZIONE DI BENI A SOCI TRASFORMAZIONE IN SO- CIETA SEMPLICE ESTROMISSIONE IMMOBILE DELL IMPRENDITORE INDIVIDUALE

LEGGE STABILITA 2016: ASSEGNAZIONE DI BENI A SOCI TRASFORMAZIONE IN SO- CIETA SEMPLICE ESTROMISSIONE IMMOBILE DELL IMPRENDITORE INDIVIDUALE OGGETTO: Circolare 5.2016 Seregno, 4 marzo 2016 LEGGE STABILITA 2016: ASSEGNAZIONE DI BENI A SOCI TRASFORMAZIONE IN SO- CIETA SEMPLICE ESTROMISSIONE IMMOBILE DELL IMPRENDITORE INDIVIDUALE La legge di Stabilità

Dettagli

Circolare 1/2014 Spett.li clienti in indirizzo INDICE

Circolare 1/2014 Spett.li clienti in indirizzo INDICE Circolare 1/2014 Spett.li clienti in indirizzo Reggio Emilia, li 27/02/2014 Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità fiscali INDICE 1 Premessa... 2 2 Sintesi delle principali

Dettagli

SOMMARIO CAPITOLO 1 PREMESSA CAPITOLO 2 REDDITO D IMPRESA

SOMMARIO CAPITOLO 1 PREMESSA CAPITOLO 2 REDDITO D IMPRESA SOMMARIO CAPITOLO 1 PREMESSA 1.1 Principali novità fiscali della Legge di Stabilità 2014 CAPITOLO 2 REDDITO D IMPRESA 2.1 Novità in materia di deduzioni 2.2.1 Presupposto soggettivo 2.2.2 Misura dell agevolazione

Dettagli

LEGGE DI STABILITA 2015: FOCUS SULLE PERSONE FISICHE

LEGGE DI STABILITA 2015: FOCUS SULLE PERSONE FISICHE Milano, 19 gennaio 2015 CIRCOLARE CLIENTI N. 5/2015 LEGGE DI STABILITA 2015: FOCUS SULLE PERSONE FISICHE La Legge n. 190/2014 (la cd Legge di Stabilità 2015 ) ha previsto diverse misure fiscali di interesse

Dettagli

Modello730/2014: analisi delle principali novità

Modello730/2014: analisi delle principali novità A cura di Celeste Vivenzi Modello730/2014: analisi delle principali novità Premessa generale E' stato approvato dall'agenzia delle Entrate con un provvedimento del 15 gennaio 2014 il nuovo Modello 730

Dettagli

LEGGE DI STABILITA 2016 Legge n. 208 del 28/12/2015 ALTRE DISPOSIZIONI DI PARTICOLARE INTERESSE MERCOLEDI 6 APRILE 2016

LEGGE DI STABILITA 2016 Legge n. 208 del 28/12/2015 ALTRE DISPOSIZIONI DI PARTICOLARE INTERESSE MERCOLEDI 6 APRILE 2016 LEGGE DI STABILITA 2016 Legge n. 208 del 28/12/2015 ALTRE DISPOSIZIONI DI PARTICOLARE INTERESSE MERCOLEDI 6 APRILE 2016 NUOVA DETRAZIONE IRPEF SULL IVA PER L ACQUISTO DI IMMOBILI IN CHE COSA CONSISTE:

Dettagli

La Finanziaria 2014 1 parte

La Finanziaria 2014 1 parte INFORMA AZIENDE La Finanziaria 2014 1 parte (Legge di Stabilita 2014 pubbl. G.U. n.147 il 27/12/2013) DETRAZIONI PER EFFICIENZA ENERGETICA-RISTRUTT EDILIZIA PAGAMENTO CANONI LOCAZIONI IMMOBILI ABITATIVI

Dettagli

IMPOSTA UNICA COMUNALE - IUC

IMPOSTA UNICA COMUNALE - IUC IMPOSTA UNICA COMUNALE - IUC TARI tassa sui rifiuti TASI tassa sui servizi indivisibili (illuminazione pubblica, manutenzione strade, vigilanza urbane ecc.) IMU imposta municipale sugli immobili Esenti:

Dettagli

730/2015 quadro E: novità per la detrazione delle spese elededuzionidalreddito Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista

730/2015 quadro E: novità per la detrazione delle spese elededuzionidalreddito Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista 730/2015 quadro E: novità per la detrazione delle spese elededuzionidalreddito Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista ADEMPIMENTO " NOVITA " FISCO Il Quadro E del Mod. 730 deve essere utilizzato

Dettagli

LA LEGGE DI STABILITA 2014

LA LEGGE DI STABILITA 2014 - # #$*.' /! 0.1 '*" 0 - '* - %)1"2!* 354687:9;=6@??A>B B,4 CD>E F>GD>G>G8H A@IJK6 L:M@? NG>ODPQ>E@RO>Q 7K6>S5G>ODPQ@R>RG>T U>VW 6X4? NM@9= 4??6@Y[ZKB,\]@4A=:4??6^KA@W_W MX` ^:46@? 4ZKB,4 9 4B "!!$#

Dettagli

La fiscalità dei contratti di locazione. Milano, 29 gennaio 2013

La fiscalità dei contratti di locazione. Milano, 29 gennaio 2013 La fiscalità dei contratti di locazione Milano, 29 gennaio 2013 1 Fiscalità connessa ai contratti di locazione Imposte dirette Per il locatore non imprenditore, ai fini della determinazione del reddito

Dettagli

Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015. Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti

Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015. Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015 Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti Soggetti interessati Sono obbligati alla presentazione della dichiarazione dei redditi (Mod. Unico PF 2015) i contribuenti

Dettagli

NOTIZIARIO FISCALE N. 1 DEL 14 GENNAIO 2008

NOTIZIARIO FISCALE N. 1 DEL 14 GENNAIO 2008 NOTIZIARIO FISCALE N. 1 DEL 14 GENNAIO 2008 PARTE I PESCA E ACQUACOLTURA Legge Finanziaria per il 2008 (L. 24 dicembre 2007 n. 244, pubblicata nel Supplemento Ordinario n. 285 della G.U. 28 dicembre 2007,

Dettagli

Circolare n. 4 04 Febbraio 2013. Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di imposte dirette INDICE. 1 Premessa... 3

Circolare n. 4 04 Febbraio 2013. Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di imposte dirette INDICE. 1 Premessa... 3 Circolare n. 4 04 Febbraio 2013 Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di imposte dirette INDICE 1 Premessa... 3 2 Deducibilità delle auto aziendali e dei professionisti... 3 2.1 Auto aziendali...

Dettagli

Art.6 Misure fiscali per lavoro e imprese Comma 1- Prevede una variazione nella formula del calcolo della detrazione da lavoro dipendente.

Art.6 Misure fiscali per lavoro e imprese Comma 1- Prevede una variazione nella formula del calcolo della detrazione da lavoro dipendente. DISEGNO DI LEGGE DI STABILITA 2014 Analisi delle misure di carattere fiscale, finanziario e previdenziale. Da nota tecnica del 22 Ottobre 2013 Dipartimento Democrazia Economica, Economia Sociale, Fisco,

Dettagli

Legge di stabilità 2016 - Principali novità

Legge di stabilità 2016 - Principali novità Legge di stabilità 2016 - Principali novità Di seguito si riepilogano le principali novità della legge di stabilità per il 2016, in vigore dall 1.1.2016. ARGOMENTO Regime fiscale agevolato per autonomi

Dettagli

Informativa per la clientela

Informativa per la clientela Informativa per la clientela Informativa n. 20 del 14 gennaio 2013 Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di imposte dirette INDICE 1 Premessa... 3 2 Deducibilità delle auto aziendali e dei professionisti...

Dettagli

Modello 730/2015 novità

Modello 730/2015 novità Modello 730/2015 novità Saverio Cinieri Dottore Commercialista Revisore Contabile Giornalista pubblicista Agg. 24/03/2015 1 Principali riferimenti normativi Provvedimento del Direttore dell Agenzia delle

Dettagli

GUIDA ALL'ACCONTO DELLE IMPOSTE DI NOVEMBRE 2013 : ANALISI ED APPROFONDIMENTI

GUIDA ALL'ACCONTO DELLE IMPOSTE DI NOVEMBRE 2013 : ANALISI ED APPROFONDIMENTI GUIDA ALL'ACCONTO DELLE IMPOSTE DI NOVEMBRE 2013 : ANALISI ED APPROFONDIMENTI a cura di Celeste Vivenzi Entro il prossimo 02/12/2013 (il 30/11 cade di sabato) va versata la 2 o unica rata degli acconti

Dettagli

Il Modello UNICO per persone fisiche

Il Modello UNICO per persone fisiche Immacolata Di Rienzo (Commercialista in Caserta) Il Modello UNICO per persone fisiche Persone fisiche non esercenti attività di lavoro autonomo Persone fisiche esercenti attività di impresa o di arti e

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio N. 14 del 25 Ottobre 2013 Ai gentili clienti Loro sedi Ddl stabilità per il 2014: le prime anticipazioni della stampa Premessa Recentemente il Consiglio dei Ministri ha

Dettagli

Il disegno di legge di Stabilità 2014

Il disegno di legge di Stabilità 2014 Bari, 25 Ottobre 2013 Largo Sorrentino, 6 70126 Tel. 080/5565371 Fax 080/5565322 E-mail: bari@confagricoltura.it Il disegno di legge di Stabilità 2014 Il Consiglio dei Ministri ha approvato, su proposta

Dettagli

AGEVOLAZIONI FISCALI SULLE RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE. a cura di Paola Martina

AGEVOLAZIONI FISCALI SULLE RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE. a cura di Paola Martina AGEVOLAZIONI FISCALI SULLE RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE a cura di Paola Martina RIFERIMENTI NORMATIVI Art. 1 co, 87 Legge di stabilità 2014 D.L. 4 giugno 2013 n. 63, convertito, con modifiche, dalla L. 3

Dettagli

Centro di Assistenza Fiscale Dipendenti e Pensionati. Modello 730/2015 LE PRINCIPALI NOVITA'

Centro di Assistenza Fiscale Dipendenti e Pensionati. Modello 730/2015 LE PRINCIPALI NOVITA' Centro di Assistenza Fiscale Dipendenti e Pensionati Modello 730/2015 LE PRINCIPALI NOVITA' Le principali novità contenute nel modello 730/2015 sono le seguenti: - il CUD è stato sostituito dalla Certificazione

Dettagli

ASSEGNAZIONE BENI AI SOCI * TRASFORMAZIONE IN SOCIETA SEMPLICE * ESTROMISSIONE IMMOBILE DELL IMPRENDITORE INDIVIDUALE

ASSEGNAZIONE BENI AI SOCI * TRASFORMAZIONE IN SOCIETA SEMPLICE * ESTROMISSIONE IMMOBILE DELL IMPRENDITORE INDIVIDUALE SCHEDA MONOGRAFICA TMG ASSEGNAZIONE BENI AI SOCI * TRASFORMAZIONE IN SOCIETA SEMPLICE * ESTROMISSIONE IMMOBILE DELL IMPRENDITORE INDIVIDUALE Data aggiornamento scheda 18 gennaio 2016 Redattore Davide David

Dettagli

CIRCOLARE N. 01/2008 Treviso, 30 gennaio 2008

CIRCOLARE N. 01/2008 Treviso, 30 gennaio 2008 A TUTTI I CLIENTI LORO SEDI CIRCOLARE N. 01/2008 Treviso, 30 gennaio 2008 OGGETTO: Legge Finanziaria 2008 In data 21 dicembre 2007 è stata definitivamente approvata la legge Finanziaria 2008 che contiene

Dettagli

STUDIO GIANI DOTTORI COMMERCIALISTI

STUDIO GIANI DOTTORI COMMERCIALISTI Milano, 11 gennaio LEGGE DI STABILITA La legge di Stabilità è approdata in Gazzetta Ufficiale (n. 302 del 30 dicembre 2015, Suppl. Ord. n. 70). Anticipiamo in estrema sintesi le principali novità in ambito

Dettagli

Legge di Stabilità 2014: le principali novità in materia di Fisco e di Lavoro

Legge di Stabilità 2014: le principali novità in materia di Fisco e di Lavoro Legge di Stabilità 2014: le principali novità in materia di Fisco e di Lavoro Come noto è stata approvata in via definitiva la legge di Stabilità n. 147 del 27 dicembre 2013,pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale

Dettagli

Novità modello 730/2013 e modello Unico Persone Fisiche2013 (Fascicolo1) Roma, 26 marzo 2013

Novità modello 730/2013 e modello Unico Persone Fisiche2013 (Fascicolo1) Roma, 26 marzo 2013 Novità modello 730/2013 e modello Unico Persone Fisiche2013 (Fascicolo1) Roma, 26 marzo 2013 RAPPORTO TRA IMU E IRPEF EFFETTI SUI REDDITI DEI TERRENI E DEI FABBRICATI RAPPORTO IMU -IRPEF REDDITI FONDIARI

Dettagli

Oggetto: Aspetti fiscali legge di stabilità 2014

Oggetto: Aspetti fiscali legge di stabilità 2014 Ufficio Tributario Oggetto: Aspetti fiscali legge di stabilità 2014 In data 27/12/2013 è stata pubblicata con G.U. n. 302 la l. n. 147/12 ( Legge di stabilità ) recante Disposizioni per la formazione del

Dettagli

Le novità della dichiarazione dei redditi 2014

Le novità della dichiarazione dei redditi 2014 Le novità della dichiarazione dei redditi 2014 4 di Efrem Carlo Longoni Anche quest anno saranno numerose le novità di cui tenere conto in sede di determinazione del carico fiscale e di compilazione dei

Dettagli

Legge di stabilità 2014

Legge di stabilità 2014 Dr. Anton Pichler Dr. Walter Steinmair Dr. Helmuth Knoll Sparkassenstraße 18 Via Cassa di Risparmio I-39100 Bozen Bolzano T 0471.306.411 F 0471.976.462 E info@interconsult.bz.it I www.interconsult.bz.it

Dettagli

I TRIBUTI. Tributi locali (ICI sostituita a far data dall anno 2012 dall IMU)

I TRIBUTI. Tributi locali (ICI sostituita a far data dall anno 2012 dall IMU) I TRIBUTI I cittadini sono tenuti a concorrere alla spese pubblica in ragione della loro capacità contributiva, come recita l articolo 53 della Costituzione Italiana. I tributi che gravano sui cittadini

Dettagli

SOCIETA NON OPERATIVE DOPO LE NOVITA DELLA FINANZIARIA 2007

SOCIETA NON OPERATIVE DOPO LE NOVITA DELLA FINANZIARIA 2007 SOCIETA NON OPERATIVE DOPO LE NOVITA DELLA FINANZIARIA 2007 La legge Finanziaria 2007 è nuovamente intervenuta sulla disciplina delle società non operative, già oggetto di modifiche da parte del Decreto

Dettagli

DEDUCIBILITA INTERESSI PASSIVI. 16 marzo 2009 Dott. Rag. Vito Dulcamare

DEDUCIBILITA INTERESSI PASSIVI. 16 marzo 2009 Dott. Rag. Vito Dulcamare DEDUCIBILITA INTERESSI PASSIVI 16 marzo 2009 Dott. Rag. Vito Dulcamare DEDUCIBILITA INTERESSI PASSIVI ALTRI INTERESSI SU IMMOBILI PATRIMONIO SU VEICOLI A MOTORE SOGGETTI IRPEF SOGGETTI IRES BANCHE ASSICURAZIONI

Dettagli

R O S S I & A S S O C I A T I

R O S S I & A S S O C I A T I R O S S I & A S S O C I A T I C o r p o r a t e A d v i s o r s Main Office: Via S. Radegonda, 8 - Milano www.rossiassociati.it Tel +39 02.874271 Fax +39 02.72099377 NEWS SETTIMANALE Gennaio 2013 nr. 2

Dettagli

NOTA INFORMATIVA N. 2/2013. Legge di stabilità 2013 (L. 24/12/2012 n. 228) Parte Prima // Principali disposizioni in materia fiscale - IRES ed IRPEF

NOTA INFORMATIVA N. 2/2013. Legge di stabilità 2013 (L. 24/12/2012 n. 228) Parte Prima // Principali disposizioni in materia fiscale - IRES ed IRPEF Dottori Commercialisti Associati ASSOCIATI: GIOVANNI ALBERTI Professore Ordinario di Economia Aziendale in quiescenza CLAUDIO UBINI ALBERTO CASTAGNETTI ELISABETTA UBINI PIAZZA CITTADELLA 6 37122 VERONA

Dettagli

Roma, 22 Gennaio 2013. Ai Corrispondenti C.A.F. UIL S.p.A. LORO SEDI. Circolare n. 05/2013

Roma, 22 Gennaio 2013. Ai Corrispondenti C.A.F. UIL S.p.A. LORO SEDI. Circolare n. 05/2013 Roma, 22 Gennaio 2013 Prot. n. 58/2013/CDA/SS/GN Ai Corrispondenti C.A.F. UIL S.p.A. LORO SEDI Circolare n. 05/2013 Oggetto: nuovo Modello 730/2013, redditi 2012: principali caratteristiche Con il provvedimento

Dettagli

L utilizzo della riserva da rivalutazione

L utilizzo della riserva da rivalutazione Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 92 26.03.2014 L utilizzo della riserva da rivalutazione Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Riserve L'art. 15, comma 18, D.L. 185/2008

Dettagli

SCROVEGNI PARTNERS S.R.L.

SCROVEGNI PARTNERS S.R.L. CIRCOLARE Spettabili Padova, 21 dicembre 2012 CLIENTI LORO SEDI Oggetto: Vendita e locazione di immobili nuovi adempimenti fiscali. VENDITA Con la presente Vi informiamo che si applica il meccanismo dell

Dettagli

LA RIVALUTAZIONE DEGLI IMMOBILI DELLE IMPRESE

LA RIVALUTAZIONE DEGLI IMMOBILI DELLE IMPRESE LA RIVALUTAZIONE DEGLI IMMOBILI DELLE IMPRESE a cura di Diego Cigna Direzione Regionale dell Emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Fiscalità delle Imprese e Finanziaria LA RIVALUTAZIONE DEGLI

Dettagli

Il regime della cedolare

Il regime della cedolare STUDIO Russo commercialisti Ai Clienti dello Studio RUSSO Il regime della cedolare secca Il calcolo della tassazione agevolata e le modalità di opzione alla luce dei chiarimenti di prassi in materia. Il

Dettagli

INFORMATIVA VIA E-MAIL GENNAIO 2014

INFORMATIVA VIA E-MAIL GENNAIO 2014 INFORMATIVA VIA E-MAIL GENNAIO 2014 Illustrissimi soci, confidiamo farvi cosa gradita nel comunicarvi le principali novità giuridiche e fiscali di inizio anno, per la cui elaborazione dobbiamo ringraziare

Dettagli

Oggetto: DL 13.05.2011 n. 70 convertito nella L. 12.7.2011 n. 106 (c.d. decreto sviluppo ) - Novità in materia di imposte dirette

Oggetto: DL 13.05.2011 n. 70 convertito nella L. 12.7.2011 n. 106 (c.d. decreto sviluppo ) - Novità in materia di imposte dirette PIAZZA DELLA VITTORIA, 8/20 16121 GENOVA TEL: 010 553241 FAX: 010 5532460 E-MAIL: studio.genova@stsnet.it C. F. E P. IVA: 03022160109 Ai Signori Clienti Loro Sedi Genova, 2 settembre 2011 CIRCOLARE N.

Dettagli

Assegnazione e cessione beni ai soci

Assegnazione e cessione beni ai soci MAP Assegnazione e cessione beni ai soci Le novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2016 A cura di Alberto Marengo Dottore Commercialista in Torino L articolo esamina la disciplina introdotta dalla

Dettagli

Studio Paolo Simoni. Dottori Commercialisti Associati CIRCOLARE N. 8/2015 LEGGE DI STABILITA PER IL 2015: PRIMI CHIARIMENTI

Studio Paolo Simoni. Dottori Commercialisti Associati CIRCOLARE N. 8/2015 LEGGE DI STABILITA PER IL 2015: PRIMI CHIARIMENTI Dott. Paolo Simoni Dott. Grazia Marchesini Dott. Alberto Ferrari Dott. Federica Simoni Rag. Lidia Gandolfi Dott. Francesco Ferrari Dott. Enrico Ferra Dott. Agostino Mazziotti Bologna, 10/02/2015 Ai Signori

Dettagli

LA LEGGE DI STABILITÀ 2014

LA LEGGE DI STABILITÀ 2014 Circolare Fiscale n. 2 26/01/2014 LA LEGGE DI STABILITÀ 2014 A seguire, proponiamo una tabella di sintesi delle principali novità contenute nella Legge di Stabilità per l anno 2014. Le norme, salvo differente

Dettagli

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.it Informativa n. 22 del 27 luglio 2011 DL 13.5.2011 n. 70 convertito

Dettagli

CIRCOLARE A) IVA E IMPOSTE INDIRETTE SULLA LOCAZIONE

CIRCOLARE A) IVA E IMPOSTE INDIRETTE SULLA LOCAZIONE CIRCOLARE Padova, 1^ ottobre 2007 SPETT.LI CLIENTI LORO SEDI Oggetto: Locazione di immobili e altre problematiche fiscali. Con la presente Vi informiamo che è stata pubblicata la Legge 448/2006, che ha

Dettagli

NOVITA FISCALI DELLA LEGGE DI STABILITA 2013 CON PARTICOLARE RIGUARDO ALLA RIVALUTAZIONI DI IMMOBILI E PARTECIPAZIONI. Dott.ssa Giovanna Castelli 1

NOVITA FISCALI DELLA LEGGE DI STABILITA 2013 CON PARTICOLARE RIGUARDO ALLA RIVALUTAZIONI DI IMMOBILI E PARTECIPAZIONI. Dott.ssa Giovanna Castelli 1 NOVITA FISCALI DELLA LEGGE DI STABILITA 2013 CON PARTICOLARE RIGUARDO ALLA RIVALUTAZIONI DI IMMOBILI E PARTECIPAZIONI Dott.ssa Giovanna Castelli 1 LA LEGGE DI STABILITA 2013 La legge di stabilità 2013

Dettagli

NOVITA LEGISLATIVE. Gennaio 2014. 1. Detrazione 55% - 65% - 50% (risparmio energetico) 2. Detrazione 36% - 40% - 50% (ristrutturazioni edilizie)

NOVITA LEGISLATIVE. Gennaio 2014. 1. Detrazione 55% - 65% - 50% (risparmio energetico) 2. Detrazione 36% - 40% - 50% (ristrutturazioni edilizie) NOVITA LEGISLATIVE Gennaio 2014 1. Detrazione 55% - 65% - 50% (risparmio energetico) 2. Detrazione 36% - 40% - 50% (ristrutturazioni edilizie) 3. Mini Imu prima casa (24/01/2014) 4. Mod. 730 crediti superiori

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA DI ECONOMIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA DI ECONOMIA Le problematiche civilistiche e fiscali delle operazioni di finanza strutturata bancaria e dei fondi immobiliari UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA DI ECONOMIA Lezione del 11 febbraio 2014 Lezione

Dettagli

Le regole, la misura e le modalità di fruizione delle detrazioni fiscali sulle RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE e sul RISPARMIO ENERGETICO

Le regole, la misura e le modalità di fruizione delle detrazioni fiscali sulle RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE e sul RISPARMIO ENERGETICO Le regole, la misura e le modalità di fruizione delle detrazioni fiscali sulle RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE e sul RISPARMIO ENERGETICO Relatori: Bazzarello Antonella: Dottore Commercialista e revisore contabile

Dettagli

Corso di Economia Pubblica Lezione 2 - IRPEF

Corso di Economia Pubblica Lezione 2 - IRPEF (materiale gentilmente concesso dalla Prof.ssa Alessandra Casarico) Corso di Economia Pubblica Lezione 2 - IRPEF Prof. Paolo Buonanno paolo.buonanno@unibg.it Schema dell IRPEF T=t(Y-d)-f Reddito complessivo

Dettagli

Servizio circolari per la clientela Circolare n. 3 del 28 gennaio 2013

Servizio circolari per la clientela Circolare n. 3 del 28 gennaio 2013 Servizio circolari per la clientela Circolare n. 3 del 28 gennaio 2013 1 Premessa 2 Deducibilità delle auto aziendali e dei professionisti 2.1 Auto aziendali 2.2 Auto dei professionisti 2.3 Auto concesse

Dettagli

Circolare N.42 del 20 Marzo 2014

Circolare N.42 del 20 Marzo 2014 Circolare N.42 del 20 Marzo 2014 DL salva Roma-ter: le principali novità Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DL salva Roma-ter (DL n.

Dettagli

INFORMATIVA N. 2/2013

INFORMATIVA N. 2/2013 STUDIO RENZO GORINI DOTTORE COMMERCIALISTA REVISORE CONTABILE COMO 1.2.2013 22100 COMO - VIA ROVELLI, 40 TEL. 031.27.20.13 E mail: segreteria@studiogorini.it FAX 031.27.33.84 INFORMATIVA N. 2/2013 LEGGE

Dettagli

CONVERTITA IN LEGGE LA MANOVRA CORRETTIVA DEI CONTI PUBBLICI

CONVERTITA IN LEGGE LA MANOVRA CORRETTIVA DEI CONTI PUBBLICI Periodico plurisettimanale Area: TAX & LAW 12 settembre 2006 CONVERTITA IN LEGGE LA MANOVRA CORRETTIVA DEI CONTI PUBBLICI In sede di conversione in Legge del DL 223/2006 (c.d. Decreto Bersani) sono state

Dettagli

STUDIO CARPIO - PORZIO DOTTORI COMMERCIALISTI REVISORI CONTABILI LA FINANZIARIA 2014

STUDIO CARPIO - PORZIO DOTTORI COMMERCIALISTI REVISORI CONTABILI LA FINANZIARIA 2014 Recentemente è stata pubblicata sulla G.U. la Finanziaria 2014 che tra le principali disposizioni di natura fiscale prevede: Canoni di locazioni immobili (commi 49 e 50): è disposto l obbligo di effettuare

Dettagli

DISCIPLINA FISCALE DEGLI INCENTIVI PER GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI

DISCIPLINA FISCALE DEGLI INCENTIVI PER GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DISCIPLINA FISCALE DEGLI INCENTIVI PER GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI (rif. Circ. n. 46/E dell Agenzia Entrate del 19 luglio 2007) Principali novità della circolare 1. I contributi spettanti a titolo di tariffa

Dettagli

I dossier fiscali. Telefisco 2014 - Le risposte dell Agenzia delle Entrate - Circolare 14 maggio 2014, n.10/e -

I dossier fiscali. Telefisco 2014 - Le risposte dell Agenzia delle Entrate - Circolare 14 maggio 2014, n.10/e - I dossier fiscali Telefisco 2014 - Le risposte dell Agenzia delle Entrate - Circolare 14 maggio 2014, n.10/e - Maggio 2014 SOMMARIO Deducibilità IMU... 3 Bonus mobili... 3 Rivalutazioni beni d impresa...

Dettagli

LE NOVITA FISCALI INTRODOTTE DALLA MANOVRA ESTIVA

LE NOVITA FISCALI INTRODOTTE DALLA MANOVRA ESTIVA Seminario LE NOVITA FISCALI INTRODOTTE DALLA MANOVRA ESTIVA Firenze 13 settembre 2006 Viareggio 14 settembre 2006 Novità in tema di fiscalità delle operazioni finanziarie del settore immobiliare Leasing

Dettagli

Burani & Lancellotti COMMERCIALISTI ASSOCIATI Modena

Burani & Lancellotti COMMERCIALISTI ASSOCIATI Modena Spett.li Clienti Loro Sedi, lì 14 Gennaio 2013 OGGETTO: Legge di stabilità 2013 ed altre disposizioni La Legge di Stabilità per il 2013 (L.228/2012) contiene molte novità e assorbe alcuni importanti provvedimenti

Dettagli

FISCO Gli sconti per la casa

FISCO Gli sconti per la casa Con le novità introdotte in Parlamento FISCO Gli sconti per la casa Per i proprietari: Ici, interessi sui mutui, ristrutturazioni ed efficienza energetica. Per gli inquilini: sconti Irpef Redistribuzione

Dettagli

STUDIO SESANA ASSOCIATI. Legge 24 dicembre 2007 n. 244

STUDIO SESANA ASSOCIATI. Legge 24 dicembre 2007 n. 244 LEGGE FINANZIARIA per il 2008 Legge 24 dicembre 2007 n. 244 Con la presente Circolare è nostra intenzione portare a Vostra conoscenza per grandi linee e senza pretesa di completezza, impossibile considerata

Dettagli

Impianti FV oltre i 3 kw accatastabili, presentata interrogazione alla Camera

Impianti FV oltre i 3 kw accatastabili, presentata interrogazione alla Camera casaeclima.com http://www.casaeclima.com/ar_17457_rinnovabili-fotovoltaico-fotovoltaico-agenzia-delle-entrate-rendite-catastali-impianti-fvoltre-i-3-kw-accatastabili-presentata-interrogazione-alla-camera.html

Dettagli

STUDIO ASSOCIATO PAGANI DOTTORI COMMERCIALISTI E REVISORI DEI CONTI

STUDIO ASSOCIATO PAGANI DOTTORI COMMERCIALISTI E REVISORI DEI CONTI STUDIO ASSOCIATO PAGANI DOTTORI COMMERCIALISTI E REVISORI DEI CONTI Via G. Frua, 24 Sergio Pagani 20146 Milano Paolo D. S. Pagani Tel. +39 (02) 46.07.22 Raffaella Pagani Fax +39 (02) 49.81.537 Ornella

Dettagli

DIREZIONE PROVINCIALE ANCONA AREA SERVIZI FISCALI. C on far ti gi an at o Im pr es e An c on a

DIREZIONE PROVINCIALE ANCONA AREA SERVIZI FISCALI. C on far ti gi an at o Im pr es e An c on a DIREZIONE PROVINCIALE ANCONA AREA SERVIZI FISCALI Ancona 07/01/2014 Fiscale guida alla Legge di Stabilità ovvero alla finanziaria 2014 È stata pubblicata sul S.O. n. 87/L della G.U. 27.12.2013, n. 302

Dettagli

LE MODALITÀ DI DETERMINAZIONE DELL IRAP NELLE IMPRESE INDIVIDUALI E NELLE

LE MODALITÀ DI DETERMINAZIONE DELL IRAP NELLE IMPRESE INDIVIDUALI E NELLE LE MODALITÀ DI DETERMINAZIONE DELL IRAP NELLE IMPRESE INDIVIDUALI E NELLE SOCIETÀ DI PERSONE La base imponibile Irap delle imprese individuali e delle società di persone, secondo quanto stabilito dall

Dettagli

Associazione Commercialisti Salerno SALERNO 07/02/2014 LE NOVITÀ DELLA LEGGE DISTABILITÀ. Relatore: Dott. Riccardo PATIMO

Associazione Commercialisti Salerno SALERNO 07/02/2014 LE NOVITÀ DELLA LEGGE DISTABILITÀ. Relatore: Dott. Riccardo PATIMO Associazione Commercialisti Salerno SALERNO 07/02/2014 LE NOVITÀ DELLA LEGGE DISTABILITÀ Relatore: Dott. Riccardo PATIMO IL POTENZIAMENTO DELL ACE 2 POTENZIAMENTO DELL ACE (ex art. 1, D.L. 201/2011) (L.

Dettagli

PERCORSO FORMATIVO L AMMINISTRATORE IMMOBILIARE: professionista domani CONDOMINIO E FISCO Parte seconda

PERCORSO FORMATIVO L AMMINISTRATORE IMMOBILIARE: professionista domani CONDOMINIO E FISCO Parte seconda PERCORSO FORMATIVO L AMMINISTRATORE IMMOBILIARE: professionista domani CONDOMINIO E FISCO Parte seconda IMPOSTE TASSE CONTRIBUTI - IMPOSTA prelievo coattivo di ricchezza senza specifica prestazione di

Dettagli

Recupero edilizio e riqualificazione energetica

Recupero edilizio e riqualificazione energetica CIRCOLARE SPECIALE LEGGE DI STABILITA' Recupero edilizio e riqualificazione energetica Più tempo a disposizione per usufruire delle detrazioni d imposta previste per la riqualificazione energetica degli

Dettagli

LEGGE DI STABILITA 2016: ISTRUZIONI PER L USO

LEGGE DI STABILITA 2016: ISTRUZIONI PER L USO 2015 Studio Pavan Daniela dottore commercialista e revisore contabile via G. Garibaldi 104/A 35043 Monselice (PD) e-mail: daniela.pavan@studiopavan.eu sito web: http:// www.studiopavan.eu tel. 0429/73659

Dettagli

Legge di stabilità 2014

Legge di stabilità 2014 Legge di stabilità 2014 Principali novità fiscali 1 PREMESSA Con la L. 27.12.2013 n. 147 è stata emanata la legge di stabilità per il 2014, entrata in vigore l 1.1.2014. Prima ancora della relativa entrata

Dettagli

Circolare Studio Prot. N 10/15 del 03/03/2015

Circolare Studio Prot. N 10/15 del 03/03/2015 Circolare Studio Prot. N 10/15 del 03/03/2015 MD/cm Monza, lì 03/03/2015 A Tutti i C l i e n t i Loro Sedi Oggetto : NUOVO REGIME FORFETTARIO PER PERSONE FISICHE Riferimenti: Legge n. 190/2014 (c.d. Legge

Dettagli

DECRETO SVILUPPO 2011

DECRETO SVILUPPO 2011 CIRCOLARE INFORMATIVA N. 3 AGOSTO 2011 DECRETO SVILUPPO 2011 E stata pubblicata sulla gazzetta ufficiale 12.07.2011, n. 160, la Legge 12.07.2011 n. 106 di conversione del D.L. 70/2011 c.d. Decreto Sviluppo.

Dettagli

SIENA SINTESI MANOVRA MONTI INDICE

SIENA SINTESI MANOVRA MONTI INDICE SIENA SINTESI MANOVRA MONTI INDICE 1. MONETA ELETTRONICA PER LE PENSIONI 2. LIBRETTI DI DEPOSITO AL PORTATORE BANCARI O POSTALI 3. I.S.E.E. 4. DETRAZIONI RISTRUTTURAZIONI ED INTERVENTI PER RIQUALIFICAZIONE

Dettagli

LA MANOVRA ESTIVA 2008

LA MANOVRA ESTIVA 2008 Seminario LA MANOVRA ESTIVA 2008 Arezzo 8 ottobre 2008 Lucca 9 ottobre 2008 Firenze 14 ottobre 2008 D.L. n. 112/2008 Il nuovo regime fiscale dei fondi di investimento immobiliari Dott. Fabio Giommoni Fondi

Dettagli

LE NOVITÀ DEL DECRETO C.D. SALVA ROMA-TER

LE NOVITÀ DEL DECRETO C.D. SALVA ROMA-TER Riferimenti normativi: LE NOVITÀ DEL DECRETO C.D. SALVA ROMA-TER Artt. 1 e 2, DL n. 16/2014 Con la pubblicazione sulla G.U. 6.3.2014, n. 54 è entrato in vigore, a decorrere dal 6.3.2014, il DL n. 16/2014,

Dettagli

Rivalutazione beni d impresa

Rivalutazione beni d impresa Legge di stabilità 2014 art. 1, commi 140-146 2 PUÒ ESSERE ANCHE SOLO CIVILISTICA? Ossia il maggior valore può essere iscritto in bilancio senza assolvere l imposta sostitutiva, e quindi senza rilevare

Dettagli

Il punto di pratica professionale. Novità modello 730/2013: come cambiano le modalità di compilazione della dichiarazione

Il punto di pratica professionale. Novità modello 730/2013: come cambiano le modalità di compilazione della dichiarazione Il punto di pratica professionale Novità modello 730/2013: come cambiano le modalità di compilazione della dichiarazione a cura di Carlo Cavalleri e Sergio Deangelis Consulenti del Lavoro in Genova Da

Dettagli

STUDIO CIGANOTTO CINELLI MANGIONE DOTTORI COMMERCIALISTI

STUDIO CIGANOTTO CINELLI MANGIONE DOTTORI COMMERCIALISTI STUDIO CIGANOTTO CINELLI MANGIONE DOTTORI COMMERCIALISTI A tutti i Clienti Loro indirizzi email Circolare n. 1/2014 del 24.01.2014 Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità fiscali

Dettagli

Gli aspetti fiscali dei diversi strumenti/canali di finanziamento

Gli aspetti fiscali dei diversi strumenti/canali di finanziamento FINANZIARE IN MODO EQUILIBRATO LA CRESCITA Gli aspetti fiscali dei diversi strumenti/canali di finanziamento slide 1 FINANZIAMENTO CREDITO BANCARIO FINANZIAMENTO SOCI LEASING CAMBIALI FINANZIARIE PRESTITI

Dettagli

Le novità di Unico 2013

Le novità di Unico 2013 Le novità di Unico 2013 4 di Efrem Carlo Longoni Sono stati numerosi gli interventi legislativi nel 2011 e 2012 che hanno interessato la determinazione del reddito d impresa, di lavoro autonomo o del carico

Dettagli

N. 33 FISCAL NEWS. 20.01.2012 Il regime degli ex minimi. Premessa. La circolare di aggiornamento professionale

N. 33 FISCAL NEWS. 20.01.2012 Il regime degli ex minimi. Premessa. La circolare di aggiornamento professionale a cura di Antonio Gigliotti www.fiscal-focus.it www.fiscal-focus.info N. 33 FISCAL NEWS La circolare di aggiornamento professionale 20.01.2012 Il regime degli ex minimi Categoria Sottocategoria Regimi

Dettagli

Novità Fiscali della Legge 90/2013 di conversione del DL 63 del 4/6/2013 e altre novità

Novità Fiscali della Legge 90/2013 di conversione del DL 63 del 4/6/2013 e altre novità CIRCOLARE agosto 2013: Novità Fiscali della Legge 90/2013 di conversione del DL 63 del 4/6/2013 e altre novità La legge n. 90 del 3/8/2013 di conversione del DL n. 63 del 4 giugno 2013 ha introdotto alcune

Dettagli

COMUNE DI CARMIGNANO DI BRENTA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA

COMUNE DI CARMIGNANO DI BRENTA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA COMUNE DI CARMIGNANO DI BRENTA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 21 del 31/07/2012 INDICE Art. 1 - Oggetto del regolamento Pag.

Dettagli