Riassunto. Summary PREMESSA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Riassunto. Summary PREMESSA"

Transcript

1 Large Animals Review, Anno 8, n. 4, Agosto CONTROLLO DEGLI E~TRI, DELLE OVULAZIONI EDELLA FECONDITA IN PECORE DA LATTE: EFFICIENZA DI UN TRATTAMENTO CORTO DI5 GIORNI (FGA +PGF 2cy, +PMSG) ED EFFETTI DELLA ASSOCIAZIONE DI GNRH~~ GIOVANNI MARTEMUCCI, ANGELA GABRIELLA D'ALESSANDRO, ALDO NARDI Dipartimento PRO. GE.S.A. - Università degli Studi di Bari - Via G. Amendola, 1651A Bari Riassunto Su 270 pecore adulte da latte, durante il periodo di monta primaverile (fine maggio - giugno) e di ipoattività sessuale (aprile), è stata studiata l'efficacia di un trattamento corto di 5 giorni (FGA + PGF 2 «+ PMSG) nel controllo degli estri, dell'ovulazione e della fecondità, evalutata la associazione del GnRH. Sono state rilevate le manifestazioni estrali, il tasso di ovulazione ela performance riproduttiva all'espletamento dei parti. t risultati conseguiti dimostrano che il trattamento corto di 5 giorni è in grado di controllare efficacemente gli estri e le ovulazioni, sia in animali ciclici che in ipoattività riproduttiva, mentre l'associazione del GnRH ai trattamenti di induzione e sincronizzazione degli estri non migliora la fecondità. Summary During both breeding (fast May - June) and non-breeding period (Aprif), on 270 adult dairy ewes efficiency of a short treafment for 5 days based on FGA + PGF 20 + PMSG and the effects of GnRH addition to the synchronization treatments were eva!uated. Oestrus, ovu!ations and fecundity were detected. The resu!ts indicate that the 5 days treatment is able to contro! oestrus and ovu!ation in dairy ewes treated during both breeding and non-breeding season whife GnRH association to the synchronization treatments does not improve the reproductive performance. PREMESSA ni e PMSGI~; inoltre i trattamenti luteolitici possono essere utilizzati solo su animali ciclici. I trattamenti con pessari Negli ovini il regime produttivo è discontinuo perché vaginali contenenti acetato di fluorogestone (FGA) per 12 condizionato da una attività riproduttiva di tipo stagiona - 14 giorni seguiti dalla gonadotropina sierica di cavalla le. Le tecniche di induzione e sincronizzazione degli estri gravida PMSG alla rimozione del pessario si sono dimosono in grado di colmare questo gap riproduttivo e con strati efficaci 14, ma è stato rilevato che trattamenti progesentire la programmazione degli accoppiamenti e delle na stativi relativamente lunghi influenzano negativamente la scite e, quindi, delle produzioni di carne, latte e derivati. fertilità l, 12, 2>, 25. Inoltre, negli animali sottoposti a tratta Tra le diverse metodologie di controllo degli estri degli mento ormonale il latte prodotto sino a qualche giorno ovini, le tecniche armonali costituiscono una strategia più dopo la fine del trattamento non può essere utilizzato, coflessibile alle diverse condizioni di allevamento della peco stituendo una notevole limitazione all'applicazione della ra l6, I trattamenti con prostaglandina F 2 c< forniscono una metodologia su animali in lattazione. Va sottolineato che fertilità inferiore rispetto a quella ottenuta con progestage" tale condizione rappresenta lo stato fisiologico di gran parte degli ovini allevati in Italia durante la monta primaverile, che rappresenta il periodo tradizionale di accoppiamento delle razze e popolazioni ovine allevate in Italia.., Lavoro eseguilo con Fondi di Ateneo (ex MURST 60%) e nell'ambito dell'atti"ilà dì ricerca del Centro di Rjcerche sui Ruminanti Minori (CNR). Alcuni studi hanno dimostrato la possibilità di ridurre la durata del trattamento farmacologico di induzione e, ;

2 52 Controllo degli estn; detle (Jvu!aZlOl1i e della fecondità Ùt pecore da la!te sincronizzazione degli estri associando ad un trattamento progestativo corto di 7-9 giorni una singola somministrazione di PGF 2 o:> 48, 24 ore prima o alla rimozione del progescageno; 7, lo, ll, JY. Il trattamento esplicherebbe la sua azione attraver~o il progestageno, per prevenire l'ovulazione e la formazione di UOVO corpo luteo, e la proseaglandina f 2 o.' che determinerebbe la lisi del corpo Iuteo eventualmente presente. La risposti! ai trattamenti resta comunque condizionata da diversi fattori quali il genotipo, l'età, lo stato fisiologico dejl'cmimalej, La gonadorejina ipotalamica (GnRH) sembra offrire una possibilità per migliorare 1'efficacia dei trattamenti farmacologici e alcuni studi depongono a favore di un suo impiego nei protocolli di controllo ormonale degli estri e delle ovulazion i, poiché è ~tato riscontrato un incremento della fecondità negli animali trartatp' 22, 29. Il presente lavoro ha avuto lo ~C()Po di valutare nelle pecore da latte: a) l'effìcacia, nel controllo degli estri, delle ovulazioni e della fecondità, di un trattamento corto di 5 giorni con progestageno + PGF 2 <x e PMSG, durante il periodo tradizionale di monta primaverile e in condizioni di ipoattività riproduttiva; b) l'effetto sulla fecondità dell'associazione dd GnRH al trattamento ormonale di controllo degli estri. MATERIALI EMETODI Per la sperimenra:6one sono state considerate complessivamente 270 pecore adulte da latte allevate secondo tecnica ttadizionale sulla Murgia barese nord-occidentale. Per i trattamenti ormonali sono stati utilinaei: - FGA, acetato di fluorogestone in pessario vaginale (30 mg; Cbronogesl, lntervet, Italia) - PGF 2w c1oprostenolo (50 /-lg, i.m.; Estrumate, Schering - Plough) - PMSG (400 UI, i.m.; Intervet, Italia) - GnRH, Fertagyl (50!1g, i.m.; Intervet). Alla fine della primavera (fine maggio - giugno), periodo tradizionale di monta sulla Murgia barese, 170 pecore da latte in fine laltazione sono state suddivise in 4 lotti per i seguenti trattamenti ormonali. Per lo studio della durata del trattamento: 1) FGA per 5 giorni + PGF 2 c< (al ritiro dei pessari) ~ PMSG (al ritiro dei pessari) (N= 60) 2) FGA per 14 giorni + PMSG (al ritiro dei pessari); controllo (N = 60). Per lo studio dell'effetto sulla fecondità dell'associazione del GnRH al trattamento di controllo degli estri: 3) FGA per 5 gìorni + PGF 2 ù. (al ritiro dei pessari) + PMSG (al ritiro dei pessari) + GnRH (alla 30' ora dal ritiro pessari) (N = 25) 4) FGA per 14 giorni + PMSG (al ritiro dei pessari) + GnRH (alla 30" ora dal ritiro pessari) (N = 25). In aprile, corrispondente al periodo di ipoattività sessua, le l5, loo pecore da latte in produzione (600 g/d) sono state suddivise in 4 lotti per i seguenti trattamenti onnonali: 1) FGA per 5 giorni + PGF 2 1;t (al ritiro dei pessari) + PMSC (al ritiro dei pessaril (N= 25) 2) FGA per 12 giorni + PMSG (al ritiro dei pessari); controllo (N = 25). Per lo studio dell'effetto sulla fecondità dell'associnione del GnRH al trattamento di controllo degli estri: 3) FCA per 5 giorni + PGF 2 ù. (al ritiro dei pessari) + PMSG (al ritiro dei pessari) + GnRE-J (alla 30' ora dal ritiro pessari) (N = 25) 4) FGA per 14 giorni + PMSG (al ritiro dei pessari) + GnRH (alla 30" 'ora dal ritiro pessari) (N = 25). Per gli accoppiamenti sono stati costituiti lotti di femmine. Gli arieti, con un rapporto maschi/femmine di 1:6, sono stati immessi nei lotti di pecore dalla 36' (lotti A e BJ o dalla 24' ora (lotti C e D), sino alla 120" ora successiva al riti l'o dei pessari vaginali e sostituiti (turnati tra i lotti) ogni 12 ore. Per lo studio dell'inflllenza dejl'associazione del GnRH ai trattamenti di induzione e sincronizzazione degli estri, per i lotti sperinlentali A), nei due periodi di trattamento, sono stati considerati 25 soggetti. I dati sono staù sottoposti ad analisi statistica. Le differenze fra le medie sono state valutate con il test t di Student; le differenze tra le percentuali sono state confrontate con il test del chi quadro 26. Un soggetto del lotto A) non figura nella elaborazione dei dati per perdita del pessario vaginale. RISULTATI EDISCUSSIONE Nella Tabella l sono riportati i risultati delle manife~tazioni estrali in entrambi i periodi di trattamento, ed il tasso di ovulazione. Durante il periodo di monta primaverile, sia il trattamento di 14 giorni con FGA + PMSG che il trattamento combinato di 5 giorni con FCA + PC + PM SG induce l'estro in tutte le pecore trattate; in condizione di ipoattività sessuale, il trattamento di 5 giorni induce l'estro in 23 su 25 animali (92%). Questi lisultati sono in accordo con quelli di altre ricerche su animali ciclici, sottoposti a trattamento combinato con progestagcni c PGF 2Cl per 9 giorni 19, 7 giorni 7 o per 5 giorni 2, e su animali in ipoatùvità ovarica trattati per 9 giornp. L'intervallo tra la fine del trattamento ormonale e la comparsa dell'estro risulta similare nelle pecore trattate per 5 giorni e ndlotto controllo. Nei soggetti in ipoattività sessuale la comparsa dell'estro risulta anticipata di 10 ore (P<O,Ol) rispetto alle pecore sincronizzate durante il periodo tradizionale di monta primaverile. Il ta~s() medio di ovulazione nelle pecore del lotto A) risulta sovrapponibile rispetto a quello del lotto B) (2, l vs 1,9). Nella Tabella 2 sono riportati i risultati di performance riproduttiva in relazione ai trattamenti farmacologici. In ambedue j periodi considerati, il trattamento classico di 14 giorni determina una maggiore fertilità (pecore partoritel pecore trattate) e una minore prolificità (nati! pecore partorite); le differenze non sono statisticamente significative. La fecondità (natii pecore trattate), che sintetizza i due parametri di fertilità e di prolificità, registrata nel lotto trattato per 5 giorni con FGA + PG + PM SG, risulta sovrapponibile a quella delle pecore sottopo" ste al trattamento di 14 giorni con fga + PMSG, sia durante il periodo tradizionale di monta che in condizioni di ipoattività sessuale (88,1 vs 96,6% e 100 vs 84,0%, rispettivamente).

3 , Largr: Ammah Re1)ir:1k~ Anno 8, fi. 4, Agosto Tabella 1 Elfetli del trattamento ormonale sulle manifestazioni estrali e sul tasso di ovulazione Lotto Trattamento Pecore trattate (N) Pecore in estro (%) Fine trattamento - comparsa estro Tasso di ovulazione Ore (H D.S-J (N.) (x cf D.S.) Periodo di monta primaverile (fine maggio - giugno) A FGA(1) + PGIZ) + PMSGI3) ,0 ± 17,6 A 20 1,9 ± 1.0 B FGAI') + PMSG(3) ,2 ± 15,7A ± 0,5 Periodo di ipoattività sessuale (aprile) A FGA(I}+ PG(2) + PMSGI3) 25 foo 34,0 ± 5,58 B FGAI4' + PMSG(3) ,5 ± 6,6 8 FGA (30 mg in pessario vaginale) : (1: 5 giorni; (41 14 giorni; (5) 12 giorni (21 Prostaglandina F2 (l' cloprostenolo, 50 fj.g Lm. al ritiro passari (31 Gonadotropina sierica di cavalla gravida, 400 UI al ritiro pessari Avs B: P<0.01 Tabella 2 Effetti del trattamento ormonale su Ila performance riproduttiva Lotto Trattamento Pecore trattate (N.) Fertilità (%) Prolific/tj (%) Fecondità (%) Periodo di monta primaverile (fine maggio - giugno) A FGAI') + PGI 2 1+ PMSG(3j 60 65,0 149,0 96,6 B(Controllo) FGAI4i + PMSG(3) 59 52,5 167,7 88,1 Periodo di ipoattività sessuale (aprile) A FGAI'I+ PGI21 + PMSG(3) 25 60,0 140,0 34,0 B(Controllo) FGAI'I + PMSG(3) 25 64,0 156,0 100 (I) (2) (3) 1'115) : vedi Tabella 1 Tabella 3 EtfeUi dell'associazione di GnRH al trallamento di sincronizzazione degli estri durante il periodo di monta primaverile (fine maggio - giugno) su Ila performance riproduuiva Lotto Trattamento Pecore trattate (N.) Fertilità (%) Pro/itieità (%) Fecondità (%) A (Controllo) FGAIll + PG(21 + PMSGI3\ ,0 95,8 C FGAl') + PG(2} + PMSG(3) + GnRH' 6l 25 54,1 145,4 66,6 B(Controllo) FGA(4} + PMSG(3) 25 54,1 177,0 95,8 D FGNI) + PMSG(3) + GnRH(6) 25 60,0 140,0 84,0 Il) (ZI (3) ('l (S) : vedi Tabella 1 (6' ; GnRH, 50 pg Lm., 30 ore dopo la rimozione del pessario vaginale Il trattamento di 5 giorni con progestageno e prosta pritning di progesterone può essere ulteriormente ridotto, glandina F 2a si è dimostrato efficace nel controllare gli a 4 giorni, senza alterare la risposta estrale e la Eertilità 21. est ri, l'ovulazione e la fecondità, in accordo con i risulta ti La riduzione del trattamento combinato a 4 giorni potrebdi Beck et al. 2 ottenuti su pecore merinizzate. Questi Au be comunque compromettere la sua efficacia, poiché la tori hanno utilizzato 125!lg di c1oprostenolo in associazio sensibilità del corpo luteo all'azione luteolitiea del doprone al trattamento con progestageno eli 5 giorni, mentre in stenolo inizia al quinto giorno del ciclo l4, questa ricerca è stata utilizzata la dose di 50!lg, poiché in La associazione del GnRH ai trattamenti di induzione e precedenti esperienze è stato dimostrato che la riduzione sincronizzazione degli estri non migliora la performance della dose di analogo di prostaglandina F 2 <x da 125 a 62,5 riproduttiva. Durante il tradizionale periodo di monta!-j.g migliora il tasso di ovulazione 9. È stato rilevato che il primaverile (Tab. 3), l'aggiunta di GllRH ad ambedue i

4 54 Controtto degli estri; delle ovu!azioni e detta fecondità in pecore da latte Tabella 4 Effetti dell'associazione di GnRH al trattamento di sincronizzazione deglì estri duranle il periodo di ipoattività sessuale (aprile) sulla performance riproduttiva Lotto TrattamelJto Pecore trattate (N.) A (Controllo) FGAII) + PG(2) + PMSG(~) 25 C FGAi1) + PG(2) + PMSGIJJ+ GnRHISl 25 B (Controllo) FGA!') +PMSG(J) 25 D FGMI + PMSG(3) + GnRHi61 25 Fertilità (%) Prolificità (%) Fecondità (%) 64,0 156, ,0 154,0 68,0 60,0 140,0 84,0 52,0 154,0 80,0 {1)(2) (3)(4)(6) : vedi Tabella 1 (6) : GnRH. 50 Ilg Lm., 30 ore dopo la ri mozione del pessario vaginale (%) a) Peliodo di monta primaverile (nne maggio - giugno) Fertilftà Pro!jfjdtà Fecondità b) Periodo di ipoattrvltà sessuale (apnle) Fertilità Prolifidtà Fecondità llilotroa+b QLotroC+D BLattoA'" B D Lotto O... D GRAFICO 1 - Effetti dell'associazione di GnRH al trattamento di sincro ovulazioni premature 4 o corpi lutei non funzionalf7 che mzzazione degli estri sulla performance riproduttiva. compromettono la fecondità, Lotto A: FGA!') -I- PGf21 -I- PMSG(3) Lotto B.' FGAl<) -I- PMSG{3/ Lotto c: FGAnl + PG(21 + PMSGlJI + GnRHl6) CONCLUSIONI Lotlo D: FGA(') + PMSG(31 + GnRHo) (/),(Z), (3), (41-15). (01: vedi Tabelle 1e 3. trattamenti, di 14 e di 5 giorni, non influenza la fertilità, ma tende a ridurre la prolificità nei lotti C) e D) e quindi an che la fecondi tà (66,6 vs 95,8 % e 84,0 vs 95,8 %; -P>0,05), Le pecore dei lotti A) e B), sottoposte ai due trattamenti di controllo, e quelle con somministrazione di GnRH (e e D) presentano valori similari dei parametri riproduttivi; considerando i dati cumulativi, le pecore trattate con GnRH hanno evidenziato una tendenziale (P>0,05) minore prolificità (142,3 vs 178,0%) e fecondità (75,5 vs 95,8%) (Graf. la). Anche durante il periodo di ipoattività sessuale (Tab. 4), la somministrazione di GnRH, soprattutto nel lotto Cl, tende a ridurre la fertilità (del 20%) e la fecondità (del 32%), Tra i lotti Al e Bl di controllo c tra i lotti Cl e D) trattati con GnRH non sussistono differenze sostanziali tra i parametri di performance riproduttiva. I dati cumulativi, riportati nel Grafico 1b, evidenziano una riduzione tendenziale della fertilità (48,0 vs 62,0%) e della fecondità (74,0 vs 92,0%) nelle pecore trattate con GnRH rispetto al controllo. In diverse esperienze è stato osservato un aumento della fertilità dopo trattamento con GnRH sia in pecore in monta naturale'", 29 che dopo inseroinazione strumentalç22. L'effetto della gonadorelina si esplicherebbe attraverso la sincronizzazione delle ovulauoni che risulterebbero anche incrementate l!,22. In altre ricerche non è stato osservato alcun effetto positivo del trattamento con GnRH sulla performance riproduttiva delle pecoré 20, >0, così come ri scontrato in questo studio. Le discrepanze potrebbero attribuirsi ai tempi di somministrazione del GnRH. Il GnRH induce il picco preovulatorio di LH 1,5-2 ore dopo la sua somministraziom!8 e la sua migliore efficienza si registra con la somministrazione in prossimità della comparsa dell'estro!7. È stato dimostrato che un anticipo della somministrazione di GnRH induce una scarica precoce di LH, che blocca la steroidogenesi ovarica ll e impedisce la manifestazione dell'estro 24 ; peraltro, si possono indurre I risultati conseguiti consentono di esprimere le seguenti considerazioni conclusive, Il trattamento di breve durata a base di FGA per 5 giorni + PGF 2Ct + PMSG risulta efficace nella induzione dell'estro sia in animali ciclici sia durante il periodo di ipoattività sessuale. La comparsa dell'estro è più anticipata negli animali in condizioni di ipoattività riproduttiva. Il tasso di ovulazione è comparabile a quello ottenuto con un trattamento lungo di giorni a base di FGAePMSG. L'associazione del GnRH ai trattamenti di induzione e sincronizzazione degli estri non migliora la performance rìproduttiva dei soggetti trattati, anzi evidenzia una tendenziale riduzione della fecondità nei soggetti trattati ~rl

5 L Lorge Anima!s Review, Anno 8, n. 4, Agosto Ringraziamenti Si ringraziano i tecnici Luciano BaJ.1'O e Domenico D)Etia per la preziosa collaborazione prestata nell'attività dt campo. Bibliografia 1. Allison A.J., Roblnson T.J. (1970) - The elfecl of dose level of intravaginal progestagen on sperm transport, fertilization and lambing In the cyclic Merino ewes. J. Reprod. fert.; 22, , Beck N.EG., Davies B., Williams S.P. (1993) - Oestrus syrlcllronilation in ewes. Ihe effect of combining a prostaglandin analogue with a 5 day progeslagen treatment. Anim. Prad,; 56, D'Aiessandro A., Toleda F.. Manchisi A., Martemucci G (1990) - Inl1uenl~ dp,lia ~tag iorle, del genotipo e dello stato fisiolo(jico della pecora sulla risposta al Irattamento combinato di sincrorlizzil1l0ne degli estri con progestageno (FGA) e prostaglandina PGF 2 ", Terra Pugliese, 39 (12), Drianco urt M.A, Fry R.C. (1990) - Effect of superovulalion with pfsh or PMSG On growth and maluration of the ovulatory follicles in sheep Anim. Reprod. Sci., 27, Degl'Innocenti S., Carnevali F., Palisca A., Sargenti M. (1986) - Comparazione fra tre diversi metodi di induzione e sincronizzazione dei caiorl nella pecora Sarda. il Vergaro 5/86, Eppleston J, Evans G., Roberts E.M. (1991) - Effect o/ lime PMSG and GnRH on the time ovulation, LH secretion and reproductive performance alter intrauterine insemination with frozen ram semen. Anim. Reprod. Sci, 26, Fitzgerald JA, Ruggles A.J., Stellflug J.N., Hansel W. (1985) - A seven-day synchrooization method for ewes using medroxyprogesterone acetate (MAP) and prostaglandin F 2,.. J Anim, Sci., 61, Fukui Y.. Kobayashi M., Kojima M, Ono H. (1985) - Effects o/ lime of PMSG and fixed-time GnRH injecllons on estrus incidence and fertllity in physlologlcally different ewes pre- lreated with progestagen-impregnaled vaginal sponge during the nonbreeding season. Theriogenology. 24 (6), Gambacorta M., Manchisi A.. Toteda F., Bellittl E., MartemuCCI G. (1993) - Risposta eslrale ed ovulatoria in pecore di razza Altamurana Irattate con FGA, PGF 2.. e PMSG durante la primavera Zool. Nutr. 10 Anim., 19, Greyling J.P.C., Van der Westh uysen J.M. (1980) - The synchronizalion of oestrus in sheep. 3. The use of inlravaginal progeslagen and/or prostaglandin, S, Afr. J Ani m, Sci., 10, Hay M.F., Moor R.M (1975) - Functional and struclural relationships In the graafian fo!licle population of Ihe sheep ovary. J, Reprod. Fert, 45, Hawk H W, Conley H.H (1973) - Roule of progestagen adminlstration to the ewe and spermicldal action in the vagina at (he ensuring estrus J. Anim. Sci., 37, Loubser P.G, Van Niekerk H. (1981) - Oestrus synchronization In sheep wlth progesterone - Impregnated (MAP) intravaginal sponges ane! a prostaglandin analogue. Theriogenology, 15, Martemucci G. (1986) - Il controllo dell'attività riproduttiva negli ovioi con particolare riferimento all'induzione e sincronizzazione degli estri. Il Vergaro, 3, Martemucci G., Bellitti E. (1986) - Risultati sperimentali sugli aspetli fisiologici dell'attività sessuale e sul confronto della fecondità nelle razze ovine ailevale nell'llalia meridionale e insulare Terra Pugliese, 35 (12), Martemucci G" D'Alessandro A., Bellitti E. (1993) - Moderne tecniche di controllo dell'attività riproduttiva negli ovini. Conv. Naz "Parliamo di...carni complementari", ottobre 1993, Fossano. 17 Martemuccl G., Gambacorta M., Bellitti E., Manchisi A.. Toteda F. (1984) - Conlrollo dell'ovulazione con PMSG e GnRH in pecore trattale con progestageno. ZOOI. Nutr Anim., 10, Martemucci G., Mancilisi A., Toteda F., Gambacorta M.. Bellitti E. (1987) - Manifeslazioni dell'eslro in pecore trattate con proslaglandjna F 2 " naturale o progestageno (FGA) e PMSG. Alcune osservazioni sulle performance riproduttive dopo insem inazione artificiale. 19. Martemucci G, Toteda F., Manchisi A, CasamasSima D. (1988) Tre metodi a confronto per la SincronizzaZione degli accoppiamenti in pecore cicliche. Archivio Veterinario Italiano, 38-n,1/2 febbraio, 11-20, 20, Maxwell W.M.C., Evans G" Rhodes S.L, Hillard MA, Blndon B.M. (1993) - Fertility of superovulated ewes affer inlrauterine or oviductal insemination wilh low flumbers of fresh or frozen-thawed spermalo 2Oa. Reprod, Ferti!. Dev., 5, Moor R.M., Miller B.G. (1984}. lo. "Reproduction in sheep" Ed D.R. Undsay e D.T. Pearce. Austr. Acad. Sci., Cam berra, Nancarrow C.D., Murray JD., Bolaod M.P., Sutton R., Hazelton I.G. (1984) -In. "Reproduction in sheep"; Ed. D.R. Lindsay e D.T. Pearce. Austr. Acad. Sci., Camberra, Quinlivan T.O., Robinson T.J. (1969) - Numbers of spermatozoa In lhe genilal tract after artiflclal insemination of progestagen-treated ewes J. Reprod. Ferl.. 19, , Quirke J.F., Jennlngs J.J., Hanrahan JP., Goding J.P. (1979) - Oestrus, lime of ovulation, ovulation rate and conception rale in progeslerone-treated ewes given GnRH, GnRH analogues and gonadotrophlns. J. Reprod Fert" 56, , 25. Smilh J.F., Allison A.J. (1971) - The effect of exogenous progestagens on the prod uctlon of cervical mucus in the ewe. J Reprod. Ferl., 24, Snedecor G.w., Cochran W.G. (1980) - Statistlcal Methods 7th Ed. The Jowa State Umversity Press; Ames, U.S.A Southee JA.. Hunter M.G, Haresign W. (1988) - Functìon of abnormal corpora Iulea in vivo alter GnRH-lnduced ovulation in the anoestrous ewe. J. Reprod Ferl., , Symons A.M. Cunningham N.F, Saba N. (1974) - The gonadotrophic hormone response of anoestraus and cyclic ewes lo synthetic Luteinizing Hormone-Releasing Hormone. J Reprod. Fert, 39, Walker S K., Smith D.H., Seamark R.F, (1986) - Timing of multiple ovulation in the ewe alter Ireatmenl with FSH or PMSG with and without Grl-RH J. Reprod. Fert., 77, Waiker S.K., $mith D.H., Frensham A., Asham R.J" Seamark R.F, (1989) - The use of synthetic gonadotrophin releasloq hormone trealment in Ihe colleclion of sheep embryos. Theriogenology, 31, 4,

Utilizzo del seme sessato nella inseminazione strumentale in manze bufaline

Utilizzo del seme sessato nella inseminazione strumentale in manze bufaline Utilizzo del seme sessato nella inseminazione strumentale in manze bufaline Campanile, Gasparrini, Vecchio, Senatore, Bella, Neglia, Presicce, Zicarelli. Cipab Capaccio 21/12/2010 INTRODUZIONE Sebbene

Dettagli

A) ATTIVITÀ ACCADEMICA

A) ATTIVITÀ ACCADEMICA CURRICULUM VITAE Prof. Angela Gabriella D ALESSANDRO Nato nel 1962 laureato in SCIENZE AGRARIE presso UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI nel 1986 status accademico: Professore 1^ fascia, SSD AGR/19 (Zootecnica

Dettagli

Il Comportamento riproduttivo nei piccoli ruminanti: Come migliorare il MANAGEMENT aziendale

Il Comportamento riproduttivo nei piccoli ruminanti: Come migliorare il MANAGEMENT aziendale Il Comportamento riproduttivo nei piccoli ruminanti: Come migliorare il MANAGEMENT aziendale Dott. Antonio Spezzigu, DVM Ultrasonografia PECORE: - Studio delle ovaie: dinamica follicolare - diagnosi di

Dettagli

La riproduzione nei ruminanti

La riproduzione nei ruminanti La riproduzione nei ruminanti Sotto l aspetto fisiologico è lo strumento naturale con cui le singole specie si perpetuano nel tempo; Sotto l aspetto zootecnico è la tecnica cui è legata la realizzazione

Dettagli

- Riproduzione riservata - 1

- Riproduzione riservata - 1 Riproduzione - aspetti ginecologici; La trasformazione morfologica in adulto (pubertà) avviene nei cani in un periodo che può variare dai 6 ai 24 mesi a seconda della razza e della taglia. Il pieno sviluppo

Dettagli

Fertilità Tutta la complessità del rilevamento dei calori

Fertilità Tutta la complessità del rilevamento dei calori I metodi di rilevazione dei calori delle bovine? Sono fondamentalmente di tre tipi: quelli visivi, quelli assistiti e le sincronizzazioni. Ma sono molto diffuse anche le forme miste Fertilità Tutta la

Dettagli

Edizioni L Informatore Agrario

Edizioni L Informatore Agrario www.informatoreagrario.it Edizioni L Informatore Agrario Tutti i diritti riservati, a norma della Legge sul Diritto d Autore e le sue sucessive modificazioni. Ogni utilizzo di quest opera per usi diversi

Dettagli

APPARATO GENITALE INSIEME DI ORGANI DEPUTATI ALLA : FORMAZIONE DEI GAMETI FECONDAZIONE SVILUPPO DELL EMBRIONE E DEL FETO

APPARATO GENITALE INSIEME DI ORGANI DEPUTATI ALLA : FORMAZIONE DEI GAMETI FECONDAZIONE SVILUPPO DELL EMBRIONE E DEL FETO APPARATO GENITALE INSIEME DI ORGANI DEPUTATI ALLA : FORMAZIONE DEI GAMETI FECONDAZIONE SVILUPPO DELL EMBRIONE E DEL FETO APPARATO RIPRODUTTORE MASCHILE GONADI VIE SPERMATICHE convogliano i gameti all uretra

Dettagli

Agris Sardegna TECNOLOGIA DELL ALLEVAMENTO OVI CAPRINO E GESTIONE DELL AZIENDA ZOOTECNICA. Dott. Marco Piras

Agris Sardegna TECNOLOGIA DELL ALLEVAMENTO OVI CAPRINO E GESTIONE DELL AZIENDA ZOOTECNICA. Dott. Marco Piras Agris Sardegna TECNOLOGIA DELL ALLEVAMENTO OVI CAPRINO E GESTIONE DELL AZIENDA ZOOTECNICA Dott. Marco Piras Maggio, 2000 PREMESSA... 3 1. RIPRODUZIONE DELLA PECORA SARDA... 4 1.1. L ATTIVITÀ SESSUALE...

Dettagli

Applicazione della ricerca di base: Moltiplicazione di embrioni: splitting e separazione di blastomeri Muflone Ovis ammon musimon Perché?

Applicazione della ricerca di base: Moltiplicazione di embrioni: splitting e separazione di blastomeri Muflone Ovis ammon musimon Perché? Applicazione della ricerca di base: Moltiplicazione di embrioni: splitting e separazione di blastomeri Muflone Ovis ammon musimon Perché? Uro Bovis primigenius Processo di selezione degli animali domestici

Dettagli

http://www.sipre.eu/

http://www.sipre.eu/ http://www.sipre.eu/ informazione corretta ECs MOA essenziale per la donna per esprimere un consenso all uso libero e informato essenziale per il medico perchè possa compiere scelte professionali libere

Dettagli

A) ATTIVITÀ ACCADEMICA

A) ATTIVITÀ ACCADEMICA CURRICULUM VITAE Prof. Giovanni MARTEMUCCI Nato nel 1942 laureato in SCIENZE AGRARIE presso UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI nel 1967 status accademico: Professore 1^ fascia, SSD AGR/19 (Zootecnica Speciale)

Dettagli

La sindrome della sub-fertilità nella vacca da latte

La sindrome della sub-fertilità nella vacca da latte www.pviformazione.it Percorso di Formazione a Distanza (FAD) La sindrome della sub-fertilità nella vacca da latte 15 CREDITI ECM AUTORE Alessandro Fantini Facoltà di Medicina Veterinaria - Università di

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA DIPARTIMENTO DI SCIENZE MEDICO VETERINARIE SEZIONE DI ENDOCRINOLOGIA E FARMACOLOGIA VETERINARIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA DIPARTIMENTO DI SCIENZE MEDICO VETERINARIE SEZIONE DI ENDOCRINOLOGIA E FARMACOLOGIA VETERINARIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA DIPARTIMENTO DI SCIENZE MEDICO VETERINARIE SEZIONE DI ENDOCRINOLOGIA E FARMACOLOGIA VETERINARIA Dottorato di ricerca in: Scienze Medico Veterinarie Ciclo: XXVII IL CONTROLLO

Dettagli

Embrio transfer per una fertilità migliore

Embrio transfer per una fertilità migliore TECNICA Embrio transfer per una fertilità migliore Le bovine moderne, a causa delle grandi quantità di latte prodotte, sono molto sensibili alle temperature elevate, che inducono un innalzamento di quella

Dettagli

Cosa è la Maturazione in Vitro degli Ovociti (in inglese: IVM = In Vitro Maturation) A ogni ciclo mestruale fisiologico nelle ovaie, da un pool di piccoli follicoli (formazioni presenti nelle ovaie in

Dettagli

X CICLO DI CONFERENZE

X CICLO DI CONFERENZE X CICLO DI CONFERENZE Professione Biologo Biologo della Fecondazione Assistita Giovedì 27 settembre 2012 Alessandro Miceli Promea S.p.A. - Torino alessandro.miceli@promea.net Dipartimento di Biologia Animale

Dettagli

M Induzione dell ovulazione in cavalle cicliche mediante l utilizzo di una somministrazione di Buserelin acetato

M Induzione dell ovulazione in cavalle cicliche mediante l utilizzo di una somministrazione di Buserelin acetato Alice Ducci * G M Induzione dell ovulazione in cavalle cicliche mediante l utilizzo di una somministrazione di Buserelin acetato Induction of ovulation in cyclic mares by administration of a single dose

Dettagli

Le bovine hanno un potenziale riproduttivo largamente in eccesso di quello normalmente realizzato con i normali accoppiamenti.

Le bovine hanno un potenziale riproduttivo largamente in eccesso di quello normalmente realizzato con i normali accoppiamenti. Le bovine hanno un potenziale riproduttivo largamente in eccesso di quello normalmente realizzato con i normali accoppiamenti. Due particolarità degli ovari: presenza di relativamente alto numero di follicoli

Dettagli

SCHEDA INSEGNAMENTO RIFERIMENTI GENERALI

SCHEDA INSEGNAMENTO RIFERIMENTI GENERALI Pag. 1 di 5 RIFERIMENTI GENERALI Corso di Laurea Magistrale: Scienze Zootecniche An di Corso: II Semestre: I Insegnamento: Gestione dei sistemi di allevamento estensivo Modulo: Fisiopatologia della riproduzione

Dettagli

Inseminazione artificiale con liquido seminale di donatore

Inseminazione artificiale con liquido seminale di donatore Inseminazione artificiale con liquido seminale di donatore Ref. 123 / 2009 Reparto di Medicina della Riproduzione Servicio de Medicina de la Reproducción Gran Vía Carlos III 71-75 08028 Barcelona Tel.

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI Dipartimento di Agraria Corso: Tecniche di allevamento animale Ovini da latte Docente: Prof. Gianfranco Greppi Studente: Michela Sedda 1 Indice 1. Introduzione Pag. 3

Dettagli

LA FECONDAZIONE ARTIFICIALE NEL BUFALO Aspetti pratico-applicativi

LA FECONDAZIONE ARTIFICIALE NEL BUFALO Aspetti pratico-applicativi RegioneLombardia Direzione Generale Agricoltura Istituto Sperimentale Italiano Lazzaro Spallanzani LA FECONDAZIONE ARTIFICIALE NEL BUFALO Aspetti pratico-applicativi QUADERNI DELLA RICERCA Marzo 2001 Progetto

Dettagli

le basi biologiche della riproduzione, il ciclo mestruale, le irregolarità mestrual i

le basi biologiche della riproduzione, il ciclo mestruale, le irregolarità mestrual i le basi biologiche della riproduzione, il ciclo mestruale, le irregolarità mestrual i Fisiologia della funzione ovarica Nucleo arcuato dell ipotalamo: produzione di GnRH (gonadotropin - releasing-hormon)

Dettagli

MIGLIORAMENTO GENETICO OVINI DA LATTE. Ovini da latte allevati prevalentemente nei paesi dell area Mediteranea

MIGLIORAMENTO GENETICO OVINI DA LATTE. Ovini da latte allevati prevalentemente nei paesi dell area Mediteranea MIGLIORAMENTO GENETICO OVINI DA LATTE Ovini da latte allevati prevalentemente nei paesi dell area Mediteranea Nazione Italia Francia Grecia Israele Portogallo Spagna Tunisia n. pecore 6.104.900 1.235.000

Dettagli

Gravidanza i nove mesi all incirca in cui una donna porta nel suo utero un embrione o un feto che si sviluppano è per molte donne..

Gravidanza i nove mesi all incirca in cui una donna porta nel suo utero un embrione o un feto che si sviluppano è per molte donne.. Che cosa c èc in un nome? Ciò che noi chiamiamo con il nome rosa, anche se lo chiamassimo con un altro nome, serberebbe pur sempre lo stesso dolce profumo. (W. Shakespeare) Gravidanza i nove mesi all incirca

Dettagli

BODY CONDITION SCORING

BODY CONDITION SCORING BODY CONDITION SCORING IN LAMA E ALPACA di Giulia Frezzato e Calogero Stelletta 1. Introduzione Il controllo del peso all interno di un gregge è una pratica molto importante per avere un idea generale

Dettagli

Ricevimento degli ovociti

Ricevimento degli ovociti Ricevimento degli ovociti In che cosa consiste? Consiste nel fecondare in laboratorio gli ovociti provenienti da una donatrice con lo sperma del partner della donna ricevente, per trasferire in seguito

Dettagli

L Inseminazione Intrauterina

L Inseminazione Intrauterina L Inseminazione Intrauterina Informazioni per la coppia UNITÀ OPERATIVA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA FONDAZIONE IRCCS IRCCS CA' GRANDA OSPEDALE MAGGIORE POLICLINICO PAD. REGINA ELENA VIA M. FANTI,

Dettagli

Allevamento del Bufalo

Allevamento del Bufalo Allevamento del Bufalo Dott. Francesco Vacirca Cenni storici Incremento numerico in Italia (Zicarelli 2001) 1948 12.000 capi 2001 200.000 capi (1700 % ) Secondo al mondo dopo il Brasile (1900 %) Animale

Dettagli

Utilizzo Di Seme Sessato Nelle Biotecnologie Riproduttive Della Specie Bovina

Utilizzo Di Seme Sessato Nelle Biotecnologie Riproduttive Della Specie Bovina Utilizzo Di Seme Sessato Nelle Biotecnologie Riproduttive Della Specie Bovina in LE BIOTECNOLOGIE DELLA RIPRODUZIONE INCONTRANO LA GENOMICA 5 Maggio 2009 Sala Guarneri del Gesù Cremona Fiere CESARE GALLI

Dettagli

Inseminazione artificiale

Inseminazione artificiale Inseminazione artificiale In cosa consiste? L inseminazione artificiale è una tecnica di procreazione assistita che consiste nell introduzione di spermatozoi, trattati in precedenza in laboratorio, all

Dettagli

Ramón Lucas Lucas METODI DI REGOLAZIONE DELLA NATALITÀ

Ramón Lucas Lucas METODI DI REGOLAZIONE DELLA NATALITÀ Ramón Lucas Lucas METODI DI REGOLAZIONE DELLA NATALITÀ METODI ARTIFICIALI CONTRACCETTIVI Metodo Cosa è? Come agisce? Come si usa? Chi lo adopera? Preservativo Profilattico Condom Diaframma Spugna Spermicidi

Dettagli

L INSEMINAZIONE INTRAUTERINA

L INSEMINAZIONE INTRAUTERINA L INSEMINAZIONE INTRAUTERINA Informazioni per la coppia A cura del dott. G. Ragni Unità Operativa - Centro Sterilità Responsabile: dott.ssa C. Scarduelli FONDAZIONE OSPEDALE MAGGIORE POLICLINICO MANGIAGALLI

Dettagli

RAGGIUNGIMENTO DELLA PUBERTÀ NEGLI ANIMALI DOMESTICI (1)

RAGGIUNGIMENTO DELLA PUBERTÀ NEGLI ANIMALI DOMESTICI (1) RAGGIUNGIMENTO DELLA PUBERTÀ NEGLI ANIMALI DOMESTICI (1) Età alla Pubertà (mesi) Femmine Maschi Conigli 5 5 Cani piccola taglia 6-10 6-10 Cani grossa taglia 8-14 8-14 Gatti a pelo corto 6-8 6-8 Gatti a

Dettagli

Fecondazione In Vitro (FIV / ICSI)

Fecondazione In Vitro (FIV / ICSI) Fecondazione In Vitro (FIV / ICSI) In che consiste? La fecondazione in vitro (FIV) è una tecnica di procreazione assistita che consiste nella fecondazione dell ovocita (o gamete femminile) con lo spermatozoo

Dettagli

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2014

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2014 ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2014 A CURA DELL AREA PROFESSIONALE STATISTICA A.G. FEBBRAIO 2015 ANDAMENTO MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA

Dettagli

Edizioni L Informatore Agrario. www.informatoreagrario.it

Edizioni L Informatore Agrario. www.informatoreagrario.it www.informatoreagrario.it Edizioni L Informatore Agrario Tutti i diritti riservati, a norma della Legge sul Diritto d Autore e le sue sucessive modificazioni. Ogni utilizzo di quest opera per usi diversi

Dettagli

I METODI NATURALI una realtà scientifica consolidata dr. Mario Campanella

I METODI NATURALI una realtà scientifica consolidata dr. Mario Campanella Torino, 13 giugno 2009 I METODI NATURALI una realtà scientifica consolidata dr. Mario Campanella Quale il significato della sessualità umana? Cervello Organi sessuali primari Cromosomi sessuali xx xy sessualità

Dettagli

ORMONI FEMMINILI E LUPUS ERITEMATOSO SISTEMICO: UN PROBLEMA REALE OPPURE UNA PAURA ESAGERATA? PL

ORMONI FEMMINILI E LUPUS ERITEMATOSO SISTEMICO: UN PROBLEMA REALE OPPURE UNA PAURA ESAGERATA? PL ORMONI FEMMINILI E LUPUS ERITEMATOSO SISTEMICO: UN PROBLEMA REALE OPPURE UNA PAURA ESAGERATA? PL Meroni Unità di Allergologia, Immunologia Clinica & Reumatologia IRCCS Istituto Auxologico Italiano Dipartimento

Dettagli

La riproduzione nei suini

La riproduzione nei suini La riproduzione nei suini Le funzioni della scrofa nella riproduzione sono: i. Produrre le cellule sessuali femminili (uovo) ii. Consentire lo sviluppo dell embrione nell utero iii. Espellere i neonati

Dettagli

Riproduzione e sviluppo

Riproduzione e sviluppo www.matematicamente.it Riproduzione e sviluppo (medicina) 1 Riproduzione e sviluppo Domande tratte dal test di ammissione a medicina, odontoiatria e veterinaria 1. Nel liquido spermatico di una sola eiaculazione

Dettagli

Vivere serenamente e responsabilmente la propria sessualità

Vivere serenamente e responsabilmente la propria sessualità Vivere serenamente e responsabilmente la propria sessualità La mini guida di Onda sulla contraccezione Testi a cura della Dott.ssa Nicoletta Orthmann Coordinatore Scientifico di Onda Qual è il ruolo della

Dettagli

La zootecnia di precisione: esperienze applicative nell estate 2015

La zootecnia di precisione: esperienze applicative nell estate 2015 In collaborazione con: La zootecnia di precisione: esperienze applicative nell estate 2015 Andrea Galli Centro di Ricerca per le Produzioni Foraggere e Lattiero Casearie (FLC, Lodi) Consiglio per la Ricerca

Dettagli

Autore: Ir. L.C.M. van Enckevort, Product Manager Mangimi Speciali, Denkavit Nederland BV, Casella Postale 5, 3780 BA Voorthuizen, Paesi Bassi.

Autore: Ir. L.C.M. van Enckevort, Product Manager Mangimi Speciali, Denkavit Nederland BV, Casella Postale 5, 3780 BA Voorthuizen, Paesi Bassi. I vantaggi del latte artificiale per i suinetti neonati Autore: Ir. L.C.M. van Enckevort, Product Manager Mangimi Speciali, Denkavit Nederland BV, Casella Postale 5, 3780 BA Voorthuizen, Paesi Bassi. Al

Dettagli

La contraccezione è sempre più smart!

La contraccezione è sempre più smart! La contraccezione è sempre più smart! Società italiana di Ginecologia e Ostetricia 2 L importanza della contraccezione Vivere la propria sessualità in maniera libera e consapevole è un diritto della donna.

Dettagli

EU Concerted Action - GIFT. Indici e obiettivo di fertilità nel moderno allevamento di bovini da latte. Caratteri funzionali

EU Concerted Action - GIFT. Indici e obiettivo di fertilità nel moderno allevamento di bovini da latte. Caratteri funzionali Verona 10 Febbraio 006 Indici e obiettivo di fertilità nel moderno allevamento di bovini da latte Alessandro Bagnato Dipartimento Veterinaria per la Sicurezza Alimentare Università degli Studi di Milano

Dettagli

1.Definizione degli obiettivi di selezione 2.Descrizione della popolazione. 3.Registrazione fenotipi e parentele. 5.Programmazione accoppiamenti

1.Definizione degli obiettivi di selezione 2.Descrizione della popolazione. 3.Registrazione fenotipi e parentele. 5.Programmazione accoppiamenti Fasi essenziali di un programma di selezione intrarazza 1.Definizione degli obiettivi di selezione 2.Descrizione della popolazione 3.Registrazione fenotipi e parentele 4.Valutazioni genetiche 5.Programmazione

Dettagli

SCHEDA FERGUSON. L evoluzione degli allevamenti di vacche da latte in senso produttivo negli ultimi anni ha

SCHEDA FERGUSON. L evoluzione degli allevamenti di vacche da latte in senso produttivo negli ultimi anni ha SCHEDA FERGUSON L evoluzione degli allevamenti di vacche da latte in senso produttivo negli ultimi anni ha comportato un adeguamento degli strumenti utili a valutare l efficienza e la redditività delle

Dettagli

ENDOCRINOLOGIA E NUTRIZIONE UMANA LEZIONE 9 GHIANDOLE SESSUALI (SECONDA PARTE)

ENDOCRINOLOGIA E NUTRIZIONE UMANA LEZIONE 9 GHIANDOLE SESSUALI (SECONDA PARTE) ENDOCRINOLOGIA E NUTRIZIONE UMANA LEZIONE 9 GHIANDOLE SESSUALI (SECONDA PARTE) ORMONI FEMMINILI Altri effetti Gli estrogeni hanno inoltre importanti effetti metabolici: ad alte concentrazioni riducono

Dettagli

Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010

Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010 Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010 Ed. settembre 2013 Agenda Obiettivo della statistica Oggetto della statistica Grado di partecipazione Alcuni confronti con la statistica precedente

Dettagli

LA TERAPIA MEDICA NELL ENDOMETRIOSI: QUANDO E PERCHE

LA TERAPIA MEDICA NELL ENDOMETRIOSI: QUANDO E PERCHE LA TERAPIA MEDICA NELL ENDOMETRIOSI: QUANDO E PERCHE CARLO BERTULESSI SS Ginecologia Oncologica Clinica Ostetrica e Ginecologica M. Melloni Università di Milano Bergamo, 7 marzo 2014 TERAPIA MEDICA NELL

Dettagli

DAL PICK UP TRANSFER. Lab. Biologia della Riproduzione - Potenza

DAL PICK UP TRANSFER. Lab. Biologia della Riproduzione - Potenza DAL PICK UP ALL EMBRYO TRANSFER Lab. Biologia della Riproduzione - Potenza Fisiologia del gamete maschile Lo spermatozoo è costituito da tre parti principali: a) La testa: sede del patrimonio genetico;

Dettagli

La sterilità di coppia

La sterilità di coppia La sterilità di coppia STERILITA Incapacità di procreare dopo almeno un anno di rapporti non protetti PRIMARIA La coppia non ha mai concepito SECONDARIA Si è già verificato nella coppia un concepimento.

Dettagli

2. INTRODUZIONE. dell azienda. Negli ultimi anni, margini di guadagno più bassi hanno costretto i produttori a

2. INTRODUZIONE. dell azienda. Negli ultimi anni, margini di guadagno più bassi hanno costretto i produttori a 1. RIASSUNTO L analisi e l elaborazione dei dati aziendali sono ormai diventate elementi insostituibili per la gestione delle performance riproduttive, l informatizzazione potrebbe diventare un importante

Dettagli

IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI

IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI Dario Focarelli Direttore Generale ANIA Milano, 12 marzo 2013 «LA RESPONSABILITÀ CIVILE AUTOMOBILISTICA STRATEGIA, INNOVAZIONE

Dettagli

GLOSSARIO dei termini inerenti la fertilità

GLOSSARIO dei termini inerenti la fertilità GLOSSARIO dei termini inerenti la fertilità versione 9 - febbraio 2014 1 GLOSSARIO DEI TERMINI INERENTI LA FERTILITÀ anticoncezionale contraccettivo [anti- e concezione] che tende a impedire, il concepimento;

Dettagli

pillola dei 5 giorni dopo: per saperne di più

pillola dei 5 giorni dopo: per saperne di più pillola dei 5 giorni dopo: per saperne di più: Che cosʼè EllaOne, o pillola dei 5 giorni dopo? Condividi Segnala una violazione Segnala una violazione Blog successivo» Crea blog Entra pillola dei 5 giorni

Dettagli

LE TECNICHE DI PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA

LE TECNICHE DI PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA LE TECNICHE DI PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA Dr. Nunzio Minniti Clinica del Mediterraneo (Ragusa) Centro Genesi (Palermo) Arca Service PMA (Livorno) Le tecniche di PMA Perché? Quali? Per forza? Una

Dettagli

Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita. Serie N. 3

Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita. Serie N. 3 Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita Serie N. 3 Guida per il paziente Livello: medio Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita - Serie 3 (Revisionato Agosto 2006) Questo opuscolo è stato prodotto

Dettagli

Alfredo Berruti Università degli Studi di Brescia Azienda Ospedaliera Spedali Civili Brescia

Alfredo Berruti Università degli Studi di Brescia Azienda Ospedaliera Spedali Civili Brescia HOT TOPICS MALATTIA METASTATICA Malattia Ormonosensibile Alfredo Berruti Università degli Studi di Brescia Azienda Ospedaliera Spedali Civili Brescia MALATTIA METASTATICA ORMONOSENSIBILE Nel paziente in

Dettagli

Contraccezione per Adolescenti

Contraccezione per Adolescenti Contraccezione per Adolescenti Niccolò Giovannini Alessandra Graziottin Il Pediatra tra Famiglia, Protocolli e Linee Guida ElKebir (Tunisia), 11-18 luglio, 2008 Considerazioni generali Contraccezione ultimi

Dettagli

ECOLOGIA DEL RAPPORTO SESSUALE UN ARMONIA TRA CORPO E CUORE

ECOLOGIA DEL RAPPORTO SESSUALE UN ARMONIA TRA CORPO E CUORE ECOLOGIA DEL RAPPORTO SESSUALE UN ARMONIA TRA CORPO E CUORE CORPO CUORE Amore Coniugale UNIONE Donarsi ed accogliersi dei corpi Fusione in uno dei cuori FECONDITA Aperto a generare la vita Genera vita

Dettagli

ALLEGATO I RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

ALLEGATO I RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO ALLEGATO I RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 4 1. DENOMINAZIONE DELLA SPECIALITÀ MEDICINALE Puregon 50 U.I. 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA Puregon è costituito da una polvere liofilizzata

Dettagli

Biotecnologie nella riproduzione animale ART (assisted reproductive technologies)

Biotecnologie nella riproduzione animale ART (assisted reproductive technologies) Biotecnologie nella riproduzione animale ART (assisted reproductive technologies) Inseminazione Artificiale (AI) Trasferimento embrionale (MOET) Crioconservazione gameti e embrioni Sessaggio (gameti e

Dettagli

indagini diagnostiche in ginecologia, la contraccezione

indagini diagnostiche in ginecologia, la contraccezione indagini diagnostiche in ginecologia, la contraccezione Indagini diagnostiche in ginecologia Visita ginecologica (speculum e visita bimanuale) Pap test (striscio di depistaggio) Colposcopia Ecografia Dosaggi

Dettagli

DISTRIBUZIONE DI FREQUENZA NELLA LUNGHEZZA DEL CICLO MESTRUALE. De Cree 1998

DISTRIBUZIONE DI FREQUENZA NELLA LUNGHEZZA DEL CICLO MESTRUALE. De Cree 1998 15 DISTRIBUZIONE DI FREQUENZA NELLA LUNGHEZZA DEL CICLO MESTRUALE 10 % 5 0 28 15 20 25 30 35 40 45 50 De Cree 1998 PREVALENZA DI IRREGOLARITA MESTRUALI IN DIFFERENTI DISCIPLINE SPORTIVE Popolazione generale

Dettagli

Vol. 5, n. 4 - Dicembre 2004. Advances in ART. Ferring International Center Copenhagen 24 Settembre 2004

Vol. 5, n. 4 - Dicembre 2004. Advances in ART. Ferring International Center Copenhagen 24 Settembre 2004 Vol. 5, n. 4 - Dicembre 2004 Advances in ART Ferring International Center Copenhagen 24 Settembre 2004 Advances in ART MINI SYMPOSIUM Ferring International Center Copenhagen 24 Settembre 2004 CHAIRMAN

Dettagli

La fertilità umana 1

La fertilità umana 1 La fertilità umana 1 La fertilità umana È la capacità per cui un uomo e una donna possono concepire un figlio in seguito ad un rapporto sessuale. Gli organi principali della fertilità sono l apparato genitale

Dettagli

Determinazione della fase del ciclo estrale

Determinazione della fase del ciclo estrale 5 Determinazione della fase del ciclo estrale Angelika von Heimendahl e Gary C.W. England Introduzione La comprensione della fisiologia di base della riproduzione è importante per garantire che l accoppiamento

Dettagli

Le terapie nell infertilità femminile

Le terapie nell infertilità femminile Le terapie nell infertilità femminile Dr. Enrico Papaleo Centro Scienze della Natalità San Raffaele Hospital, Milan, Italy Agenda Indicazioni cliniche alla PMA Tecniche di PMA IUI IVF/ICSI Ciclo di stimolazione

Dettagli

Dr. Gerardo Fina Ambulatorio Veterinario

Dr. Gerardo Fina Ambulatorio Veterinario Apprendimento A cura di Dr. Gerardo Fina Ambulatorio Veterinario Dir. San. Dr. Gerardo Fina Via Pirandello, 11/13 29121 Piacenza Tel. 0523 48 16 61 Apprendimento 1 E un cambiamento nel comportamento di

Dettagli

Infertilità e Procreazione Medicalmente Assistita (PMA)

Infertilità e Procreazione Medicalmente Assistita (PMA) Infertilità e Procreazione Medicalmente Assistita (PMA) Indice Definizione Epidemiologia Etiopatogenesi Diagnosi Terapia PMA Presentazione, attività e risultati del Centro per la Diagnosi e la Terapia

Dettagli

TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA

TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA Siamo fermamente convinti che redigere un preciso quadro di riferimento, attestante le coperture Assicurative di un Cliente, consenta allo stesso di potersi

Dettagli

NEOPLASIE ED INFERTILITA

NEOPLASIE ED INFERTILITA NEOPLASIE ED INFERTILITA NEOPLASIE E FERTILITA UN TEMA DA AFFRONTARE INSIEME CONOSCERE IL PROPRIO PROBLEMA Ogni anno circa 11000 persone in età riproduttiva si ammalano di tumore. Per queste persone affrontare

Dettagli

"Estradiolo naturale. Una nuova opzione per una contraccezione su misura. " Dott.ssa Annamaria Mattei Venerdì 14 Maggio 2010

Estradiolo naturale. Una nuova opzione per una contraccezione su misura.  Dott.ssa Annamaria Mattei Venerdì 14 Maggio 2010 "Estradiolo naturale. Una nuova opzione per una contraccezione su misura. " Dott.ssa Annamaria Mattei Venerdì 14 Maggio 2010 Contraccezione ormonale Nel 1956 Pincus scopre l associazione di un estrogeno

Dettagli

INA N Z A I Z ONE N E INT N R T A R U A T U E T R E I R NA

INA N Z A I Z ONE N E INT N R T A R U A T U E T R E I R NA INSEMINAZIONE INTRAUTERINA procedura e campi di applicazione Dott.ssa Patrizia POCOGNOLI GynePro Medical Group Bologna, Italy www.gynepro.it Inseminazione intrauterina Tecnica di fecondazione assistita

Dettagli

APPARATO SESSUALE MASCHILE E FEMMINILE

APPARATO SESSUALE MASCHILE E FEMMINILE APPARATO SESSUALE MASCHILE E FEMMINILE ANATOMIA 2 Il corpo umano è costituito da organi ed apparati uguali tra maschi e femmine ad esclusione dell apparato riproduttivo. L apparato riproduttivo è composto

Dettagli

L alimentazione della scrofa

L alimentazione della scrofa L alimentazione della scrofa Evoluzione del peso della scrofa nel corso della carriera produttiva (da: Deans Grove, 1996) Alimentazione della scrofa in gestazione Il piano alimentare deve essere tale da

Dettagli

La gestione zootecnica del gregge

La gestione zootecnica del gregge La gestione zootecnica del gregge Introduzione Per una corretta gestione del gregge l azione zootecnica è incisiva negli allevamenti stanziali o semi-stanziali Dove si possono controllare i seguenti aspetti

Dettagli

ORMONI SESSUALI E FARMACI CORRELATI

ORMONI SESSUALI E FARMACI CORRELATI ORMONI SESSUALI E FARMACI CORRELATI Ormoni steroidei Adrenocorticoidi o Corticosteroidi Ormoni sessuali Glucocorticoidi Mineralcorticoidi Maschi Femmine Impieghi terapie ormono-sostitutive antiinfiammatori

Dettagli

IL RUOLO DEL LABORATORIO NELLA DIAGNOSTICA DELL AMENORREA SECONDARIA

IL RUOLO DEL LABORATORIO NELLA DIAGNOSTICA DELL AMENORREA SECONDARIA IL RUOLO DEL LABORATORIO NELLA DIAGNOSTICA DELL AMENORREA SECONDARIA S. Bernardi e B. Fabris S.C. Medicina Clinica, DAI di Medicina Interna; AOUTS-Ospedali Riuniti di Trieste L amenorrea secondaria, definita

Dettagli

Statistica Annuale R.C. Auto Esercizio 2007. Sergio Desantis e Gianni Giuli Statistiche e Studi Attuariali ANIA

Statistica Annuale R.C. Auto Esercizio 2007. Sergio Desantis e Gianni Giuli Statistiche e Studi Attuariali ANIA Statistica Annuale R.C. Auto Esercizio 2007 Sergio Desantis e Gianni Giuli Statistiche e Studi Attuariali ANIA Milano, 25 febbraio 2009 CONTENUTI 1. I risultati della nuova statistica annuale RC Auto gli

Dettagli

Le attività del Dipartimento di Scienze Zootecniche nel settore della qualità nutraceutica dei prodotti zootecnici in ambiente mediterraneo

Le attività del Dipartimento di Scienze Zootecniche nel settore della qualità nutraceutica dei prodotti zootecnici in ambiente mediterraneo Le attività del Dipartimento di Scienze Zootecniche nel settore della qualità nutraceutica dei prodotti zootecnici in ambiente mediterraneo Anna Nudda Dipartimento di Scienze Zootecniche Università degli

Dettagli

Fecondazione in vitro

Fecondazione in vitro Fecondazione in vitro Informazioni per la coppia UNITÀ OPERATIVA MEDICINA DELLA RIPRODUZIONE FONDAZIONE IRCCS CA' GRANDA OSPEDALE MAGGIORE POLICLINICO VIA M. FANTI, 6-20122 MILANO TEL. 02 55034311-09 centrosterilita@policlinico.mi.it

Dettagli

Ruolo della ICSI in assenza di fattore maschile severo

Ruolo della ICSI in assenza di fattore maschile severo Ruolo della ICSI in assenza di fattore maschile severo Fecondazione in Vitro: Dai gameti alla Società Trieste, 22-23 giugno 2001 Carlo Bulletti U.O. Fisiopatologia della Riproduzione Ospedale Infermi -

Dettagli

TESI DI DOTTORATO DI RICERCA IN SALUTE ANIMALE XXI CICLO CONTROLLO NEUROENDOCRINO DELL ATTIVITÀ OVARICA NELLA CAGNA E NELLA GATTA

TESI DI DOTTORATO DI RICERCA IN SALUTE ANIMALE XXI CICLO CONTROLLO NEUROENDOCRINO DELL ATTIVITÀ OVARICA NELLA CAGNA E NELLA GATTA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA DI MEDICINA VETERINARIA DIPARTIMENTO DI SALUTE ANIMALE SEZIONE DI ENDOCRINOLOGIA E FARMACOLOGIA VETERINARIA TESI DI DOTTORATO DI RICERCA IN SALUTE ANIMALE XXI CICLO

Dettagli

L ALLEVAMENTO DEL CONIGLIO DA CARNE

L ALLEVAMENTO DEL CONIGLIO DA CARNE Produzione cunicola europea L ALLEVAMENTO DEL CONIGLIO DA CARNE Dottor Paolo CERRINA MEDICO VETERINARIO Specialista in tecnologia e patologia avi-cunicola Bologna 20/11/ 11/2009 2009 17% 25% 5% 3% 6% Italia

Dettagli

Allegato. Sostegno al miglioramento genetico del patrimonio zootecnico lucano. Periodo 2012.

Allegato. Sostegno al miglioramento genetico del patrimonio zootecnico lucano. Periodo 2012. Allegato Sostegno al miglioramento genetico del patrimonio zootecnico lucano. Periodo 2012. La selezione ed il miglioramento genetico hanno un significato economico, assumendo un carattere strutturale

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

PERCORSO GONADI 2 INQUADRAMENTO DELL INFERTILITA DI COPPIA OPZIONI TERAPEUTICHE VINCENZO TOSCANO

PERCORSO GONADI 2 INQUADRAMENTO DELL INFERTILITA DI COPPIA OPZIONI TERAPEUTICHE VINCENZO TOSCANO PERCORSO GONADI 2 INQUADRAMENTO DELL INFERTILITA DI COPPIA OPZIONI TERAPEUTICHE VINCENZO TOSCANO DIPARTIMENTO DI MEDICINA CLINICA E MOLECOLARE SAPIENZA UNIVERSITA DI ROMA AZIENDA OPEDALIERA SANT ANDREA

Dettagli

6.2 Eziologia. sotto dei 35 anni presentano un rischio relativo del 2.8 di sviluppare un infarto miocardico.

6.2 Eziologia. sotto dei 35 anni presentano un rischio relativo del 2.8 di sviluppare un infarto miocardico. 6 Menopausa precoce 6.1 Introduzione L età media di inizio della menopausa è, in Italia, intorno ai 50 anni (+ o - 5 anni). Si intende per menopausa prematura quella che si verifica prima dei 40 anni,

Dettagli

Corso di Medicina del Lavoro

Corso di Medicina del Lavoro Corso di Medicina del Lavoro Malattie da cancerogeni, mutageni e genotossici Valutazione del rischio per la riproduzione in ambiente di lavoro 1 of 28 A quali agenti è esposto il lavoratore o la lavoratrice?

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute DIREZIONE GENERALE PER L IGIENE E LA SICUREZZA DEGLI ALIMENTI E DELLA NUTRIZIONE UFFICIO V 15 settembre 2014 La contraccezione per la donna che allatta Tavolo Tecnico Operativo Interdisciplinare

Dettagli

Mappa la tua strada verso il concepimento

Mappa la tua strada verso il concepimento Mappa la tua strada verso il concepimento by FertilityFriend.com Traduzione di YMB INDICE DELLE LEZIONI DESCRIZIONE DEL CORSO... 7 OBIETTIVI DEL CORSO... 7 NOTA DEL TRADUTTORE... 7 LEZIONE 1: LA FINESTRA

Dettagli

P.A. Enrico Costa Tecnico Bonifiche Sarde S.P.A.

P.A. Enrico Costa Tecnico Bonifiche Sarde S.P.A. P.A. Enrico Costa Tecnico Bonifiche Sarde S.P.A. S W Strenghts (Punti di forza): ciò che l azienda è capace di fare bene Weaknesses (Punti di debolezza): ciò che l azienda non è capace di fare bene

Dettagli

ANNO 2007 IMPORTO TOTALE ANNUO 68,12 L. 62/2000 68,12 L. 62/2000 68,12 L. 62/2000 68,12 L. 62/2000 68,12 L. 62/2000

ANNO 2007 IMPORTO TOTALE ANNUO 68,12 L. 62/2000 68,12 L. 62/2000 68,12 L. 62/2000 68,12 L. 62/2000 68,12 L. 62/2000 N. 1 COGNOME NOME 2 RC 3 PM 4 RP 5 NU GD FINALITA' DEL BENEFICIO CONCESSO IMPORTO TOTALE ANNUO RIFERIMENTI LEGISLATIVI 6 AV 7 PD 8 KN 9 AL 10 AR 11 TG 12 LD 13 GL 14 DD 15 DL 16 BM 17 BM 18 BE 19 AM 20

Dettagli

TRATTAMENTO FITOTERAPICO DELLA STERILITÀ DI COPPIA IDIOPATICA: STUDIO CLINICO OSSERVAZIONALE

TRATTAMENTO FITOTERAPICO DELLA STERILITÀ DI COPPIA IDIOPATICA: STUDIO CLINICO OSSERVAZIONALE TRATTAMENTO FITOTERAPICO DELLA STERILITÀ DI COPPIA IDIOPATICA: STUDIO CLINICO OSSERVAZIONALE Gustavo Riccardo Lai ¹, Paolo Franceschini ² 1: Ospedale SS. Annunziata Sassari; 2: Centro di Medicina Integrata

Dettagli

E dome m t e ri r osi s e d e I n I fer e t r ilità G. D Ambrogio

E dome m t e ri r osi s e d e I n I fer e t r ilità G. D Ambrogio Endometriosi ed Infertilità G. D Ambrogio L endometriosi è una patologia caratterizzata dalla presenza di tessuto endometriale, ghiandolare e stromale, al di fuori della cavità uterina. Endometriosi Ghiandole

Dettagli