Carta dei Servizi rev. 1 del 20 novembre SPISAL Servizio Prevenzione Igiene e Sicurezza negli ambienti di Lavoro

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Carta dei Servizi rev. 1 del 20 novembre 2008. SPISAL Servizio Prevenzione Igiene e Sicurezza negli ambienti di Lavoro"

Transcript

1 Carta dei Servizi rev. 1 del 20 novembre 2008 SPISAL negli ambienti di Lavoro

2 Azienda ULSS n. 22 Bussolengo VR Dipartimento di Prevenzione negli Ambienti di Lavoro Sede centrale: Valeggio sul Mincio, via Santa Maria Crocifissa di Rosa Direttore: dott. Marco Renso Telefono: Fax: Orario di apertura al pubblico: Segreteria: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore Ambulatorio: martedì dalle ore 9.00 alle ore presso il Centro Polifunzionale sito in via Santa Maria Crocifissa di Rosa a Valeggio sul Mincio. Mercoledì e venerdì dalle ore 9.00 alle ore presso il Centro Polifunzionale sito in via Carlo Alberto dalla Chiesa a Bussolengo. È necessario fissare l appuntamento telefonando al n al mattino tutti i giorni, sabato escluso.

3 LA NOSTRA ATTIVITÀ SPISAL Il negli Ambienti di Lavoro (SPISAL) opera sul territorio dei 37 Comuni dell Azienda Ulss 22 per tutelare la salute e la sicurezza negli ambienti di lavoro tramite il controllo sull applicazione delle norme di legge, per migliorare le condizioni di lavoro, favorire la definizione di politiche aziendali per la salute e una cultura imprenditoriale volta alla responsabilità sociale. Lo SPISAL esercita funzioni di controllo del territorio tramite azioni di vigilanza nelle imprese, di promozione della cultura della salute e della sicurezza negli ambienti di lavoro; contribuisce alla prevenzione delle malattie professionali, degli infortuni sul lavoro e alla promozione di stili di vita sani. Svolge la sua attività in stretta relazione con le associazioni datoriali e sindacali, con altri Enti pubblici (INAIL, Direzione Provinciale del Lavoro, VV.FF., Magistratura), con altri servizi e dipartimenti socio-sanitari dell Azienda Ulss 22 e con il volontariato sociale accreditato. 1

4 I NOSTRI SERVIZI Lo SPISAL offre prestazioni ai lavoratori e agli imprenditori: Prestazioni ambulatoriali specialistiche di medicina del lavoro Assistenza alle aziende per la gestione della sicurezza Assistenza alle aziende per la promozione della salute Oltre a svolgere le attività di propria competenza, garantisce i LEA (livelli essenziali di assistenza) attraverso i quali si realizzano i piani mirati di prevenzione e tutta l attività di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, secondo una organizzazione per unità operative: UO Sanitaria UO Promozione della salute nei luoghi di lavoro UO Prevenzione Infortuni e Malattie Professionali, Autorizzazioni UNITÀ OPERATIVA SANITARIA Attività ambulatoriale di medicina del lavoro Valutazione dell idoneità al lavoro di minori non esposti a rischi professionali (prestazione a carico del datore di lavoro: 12,00 euro) Valutazione dell idoneità al lavoro per responsabile tecnico (prestazione a carico del datore di lavoro: 26,00 euro) Visite ai bambini del pubblico spettacolo Certificazione per la tutela della lavoratrice madre Valutazione dell idoneità al lavoro per i volontari della protezione civile Valutazione dell idoneità al lavoro dei disabili 2

5 MODALITÀ DI ACCESSO ALLE PRESTAZIONI AMBULATORIALI Le prestazioni ambulatoriali vengono espletate il martedì, il mercoledì e il venerdì dalle ore 9.00 alle ore con aggiunta di altri giorni nei periodi di maggior richiesta. La prenotazione viene accettata, tutti i giorni escluso il sabato, dal personale sanitario che valuta la pertinenza della richiesta di visita. Il tempo massimo intercorrente tra richiesta telefonica e visita in ambulatorio è pari a quattro giorni lavorativi. La visita è integrata, se necessario, da un esame spirometrico e audiometrico. La visita è a pagamento da parte del datore di lavoro e il costo è stabilito dal tariffario regionale. Al momento della visita deve essere fornita la seguente documentazione: Minori: Richiesta di visita medica del datore di lavoro con indicazione della ragione sociale, descrizione dell attività lavorativa (modello 01); tale dichiarazione va firmata dal datore di lavoro e controfirmata, per presa visione, dal genitore del minore Certificato di vaccinazione antitetanica per coloro che saranno adibiti a mansioni con obbligo vaccinale (L. 292/63) 3

6 Bambini Pubblico Spettacolo Richiesta di visita dell ente organizzatore Disabili Cartella sanitaria e certificazione di invalidità Volontari della protezione civile Referti degli accertamenti previsti dal protocollo sanitario Lavoratrici madri Certificato del ginecologo della data presunta del parto Dichiarazione del datore di lavoro per la valutazione del cambio di mansione (modello 2) UNITÀ OPERATIVA DI PROMOZIONE DELLA SALUTE NEI LUOGHI DEI LAVORO La promozione della salute nei luoghi di lavoro - WHP Workplace Health Promotion - è la combinazione di sforzi congiunti realizzata da datori di lavoro, lavoratori e società, per migliorare la salute e il benessere della persona nei luoghi di lavoro. Lo SPISAL, coerentemente con le politiche di sanità pubblica nazionali e della Regione del Veneto, assiste le aziende tramite interventi di: 4

7 Promozione di politiche aziendali per la salute Per migliorare l immagine dell azienda, rendere evidente l impegno a favore della salute dei lavoratori, contrastare il fenomeno infortunistico ed entrare in rete con le Istituzioni del proprio territorio Promozione di stili di vita sani nei luoghi di lavoro L ambiente di lavoro, con la scuola e la famiglia, rappresenta il contesto più favorevole per la promozione di sani stili di vita e prevenire così le malattie croniche. L efficacia di questi interventi è misurabile in azienda con la riduzione delle assenze per malattia e con il miglioramento dello stato di salute del personale Promozione della salute alimentare nelle aziende La vita sedentaria e il lavoro a turni possono indurre errori alimentari che si manifestano con affaticamento e riduzione dell attenzione sul lavoro. Il soprappeso e l obesità che sopraggiungono poi sono causa di malessere, disagio e malattia. Alcune aziende hanno sperimentato i vantaggi della promozione di una alimentazione sana e di una adeguata attività fisica 5

8 Promozione della attività fisica adeguata al lavoro L attività fisica nel lavoro stressante e sedentario deve essere parte integrante della vita quotidiana e non restare solo un attività facoltativa da aggiungere alla fine di una giornata già piena Promozione di Azienda libera da fumo Le aziende possono semplicemente far rispettare la legge che pone il divieto di fumare negli ambienti di lavoro oppure possono incentivare i propri dipendenti a smettere di fumare con grande vantaggio sul piano della salute di tutti Promozione di Azienda libera da alcol e drug-free La scelta aziendale di una politica contro l abuso di alcol e di droghe, libera il datore di lavoro da responsabilità in caso di infortunio correlato, migliora il clima organizzativo, aiuta i lavoratori con problemi alcolcorrelati e di dipendenza a seguire percorsi terapeutici che permettono loro di recuperare la propria professionalità sul lavoro 6

9 Organizzazione di interventi di sensibilizzazione dei lavoratori nelle aziende Lo SPISAL è in grado di prestare assistenza alle aziende che intendono avviare politiche per la salute sia nella fase di progettazione, intervenendo con programmi di formazione e di sensibilizzazione dei lavoratori anche con la collaborazione di altri servizi sociosanitari della Ulss 22 e del volontariato accreditato quando utile Sicurezza e lavoratori stranieri Lo SPISAL assiste le aziende per l integrazione degli immigrati, per l insegnamento della lingua italiana, per la gestione della multiculturalità in ambiente di lavoro al fine di garantire un maggior rispetto delle norme di sicurezza nell ambiente di lavoro Interventi di promozione della salute su pianificazione regionale e di servizio Lo SPISAL avvia campagne di informazione e promozione della salute nei luoghi di lavoro sulla base di pianificazioni finanziate dalla regione per contrastare le problematiche sanitarie di maggior rilievo per le aziende 7

10 Sono in corso alcuni progetti locali su finanziamento regionale: 1. Campagna a favore di comportamenti sicuri alla guida e al lavoro (progetto dipartimentale) 2. Non facciamo lavorare l alcol per le aziende produttive del territorio dell Ulss Building Safety la sicurezza dei lavoratori stranieri in edilizia 4. Promossi in classe studio della conoscenza della lingua italiana tra i lavoratori stranieri Per ottenere maggiori informazioni si può contattare l unità operativa telefonando allo o inviando una al seguente indirizzo di posta: UNITÀ OPERATIVA PREVENZIONE INFORTUNI E MALATTIE PROFESSIONALI AUTORIZZAZIONI Le attuali normative prevedono che vengano inviate allo SPISAL le seguenti documentazioni: Notifica preliminare di apertura cantiere edile Nomina Responsabile e Protezione Comunicazioni relative al Servizio di Primo Soccorso Relazione sulle modalità di rimozione e smaltimento dei prodotti contenenti amianto 8

11 Lo SPISAL rilascia i seguenti atti amministrativi: Vidimazione registri infortuni sul lavoro; l utente compila una scheda informativa da ritirare presso gli uffici (prestazione a carico del richiedente 10,00 euro) Verifica della compatibilità dei progetti di insediamento industriale e di attività lavorative e in genere con le esigenze di tutela della salute dei lavoratori Valutazione della presenza dei requisiti igienico-sanitari strutturali degli stabilimenti industriali (illuminazione e ventilazione naturale, servizi igienici, docce) prima della costruzione e cioè al momento del rilascio della concessione edilizia Parere su richiesta di deroga al divieto di lavoro in ambienti seminterrati Parere su richiesta di deroga in relazione ai parametri di aeroilluminazione degli ambienti di lavoro Parere preventivo, su richiesta, ai fini dell attivazione di impianti di distribuzione di carburanti 9

12 Per ridurre i rischi lavorativi lo SPISAL sviluppa azioni che riguardano: Controllo e verifica all interno delle aziende dell adozione delle misure di sicurezza su macchine e impianti Controllo e verifica all interno delle aziende dell ottemperanza alle norme di igiene su lavoro Individuazione, accertamento e controllo dei fattori di nocività (di tipo chimico, fisico, biologico ed organizzativo) negli ambienti di lavoro, con azioni di informazione, vigilanza e assistenza Indagini di polizia giudiziaria per l individuazione delle responsabilità nei casi di infortuni gravi o mortali sul lavoro e malattie professionali Sorveglianza epidemiologica degli infortuni e delle malattie professionali in collaborazione con INAIL e ISPESL Costruzione del sistema informativo su rischi e danni da lavoro Coordinamento e controllo dell attività sanitaria dei medici competenti Interventi su segnalazione non anonima da parte dei cittadini 10

13 IMPEGNI NEI CONFRONTI DEGLI UTENTI Accoglienza e orientamento SPISAL Il personale della segreteria garantisce all utente una corretta informazione sulla modalità di accesso al servizio richiesto. Se del caso mette immediatamente in comunicazione l utente con gli operatori che sono più competenti a risolvere il problema o stabilisce con esso un incontro in ufficio È possibile rivolgersi direttamente anche al personale sanitario e tecnico durante l orario di apertura al pubblico ( ) La Carta dei servizi viene messa a disposizione degli utenti presso la segreteria del servizio e distribuita nelle occasioni di incontro Ogni operatore è identificabile dal nome e dalla qualifica riportata sulla tabella posta all ingresso del proprio ufficio nonché dal tesserino di riconoscimento nell ambulatorio medico e nell esecuzione dei sopralluoghi ispettivi Tempestività, regolarità e puntualità La vidimazione del registro degli infortuni avviene alla presentazione della scheda di richiesta e in seguito al pagamento dell importo stabilito (10,00 euro) Il servizio garantisce il rilascio dei pareri richiesti entro 30 giorni (o entro il termine stabilito per Legge) Il tempo massimo intercorrente tra la richiesta telefonica e la visita in ambulatorio è pari a quattro giorni lavorativi 11

14 Personalizzazione ed umanizzazione Ogni operatore si rivolge agli utenti con cortesia e disponibilità, prestando la massima attenzione alle loro richieste e problemi ed eroga le proprie prestazioni tutelando la riservatezza e la privacy Completezza e chiarezza dell informazione sanitaria Gli utenti vengono informati circa le procedure e la tempistica delle prestazioni erogate Ogni cittadino viene seguito dal personale professionalmente più indicato ad espletare il servizio richiesto Garanzia e tutela Segnalazioni e reclami degli utenti sono considerati contributi al miglioramento del servizio e si possono formulare, verbalmente o in forma scritta al Servizio oppure a: Dipartimento di Prevenzione negli Ambienti di Lavoro Direttore: Dott. Marco Renso Valeggio sul Mincio (VR), via S.M. Crocifissa di Rosa Ufficio Relazioni con il Pubblico dell Azienda ULSS n. 22 Via Ospedale, Bussolengo (VR) Telefono: E_mail: 12

15 Questa Carta dei Servizi è stata realizzata dal personale dell unità operativa in collaborazione con l Ufficio Relazioni con il Pubblico, il Servizio Infermieristico e l Ufficio Miglioramento Continuo della Qualità, avvalendosi del contributo e dei suggerimenti forniti dalle Associazioni di Volontariato e di Tutela dei Diritti, che collaborano con l Azienda nell ambito della Conferenza dei Servizi. di volontariato

16

PREMESSA PRESENTAZIONE DI COSA CI OCCUPIAMO Vigilanza: Attività sanitarie: Attività amministrative - autorizzative:

PREMESSA PRESENTAZIONE DI COSA CI OCCUPIAMO Vigilanza: Attività sanitarie: Attività amministrative - autorizzative: INDICE Premessa Pag. 3 Presentazione Pag. 3 Di cosa ci occupiamo Pag. 4 Le caratteristiche del Servizio Pag. 3 Come contattarci Pag. 4 Operatori Pag. 5 Come arrivare alla struttura Pag. 5 Segnalazioni

Dettagli

La prevenzione e la sicurezza negli ambienti di lavoro

La prevenzione e la sicurezza negli ambienti di lavoro Lavoro e ambiente La prevenzione e la sicurezza negli ambienti di lavoro Il Servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro (PSAL) garantisce la tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori

Dettagli

PREVENZIONE E SOGGETTI COINVOLTI: LA SORVEGLIANZA SANITARIA. Assistente Sanitaria dr.ssa R. Coden

PREVENZIONE E SOGGETTI COINVOLTI: LA SORVEGLIANZA SANITARIA. Assistente Sanitaria dr.ssa R. Coden PREVENZIONE E SOGGETTI COINVOLTI: LA SORVEGLIANZA SANITARIA Assistente Sanitaria dr.ssa R. Coden SOGGETTI COINVOLTI DATORE DI LAVORO DIRIGENTI PREPOSTI R.S.P.P. Medico Competente LAVORATORI R.L.S. Obblighi

Dettagli

Carta dei Servizi rev. 1 maggio 2007. Servizio di assistenza domiciliare Distretto n. 2

Carta dei Servizi rev. 1 maggio 2007. Servizio di assistenza domiciliare Distretto n. 2 Carta dei Servizi rev. 1 maggio 2007 Servizio di Azienda ULSS n. 22 Bussolengo VR Distretto socio sanitario n. 2 Direttore: dott. Carmine Capaldo Coordinatore: AFD Giovanni Righetti Sede principale DOMEGLIARA,

Dettagli

Servizio. Carta dei Servizi rev. 2 del 7 marzo 2012. Farmaceutico

Servizio. Carta dei Servizi rev. 2 del 7 marzo 2012. Farmaceutico Carta dei Servizi rev. 2 del 7 marzo 2012 Azienda ULSS n. 22 Bussolengo VR Servizio Territoriale Domegliara, via A. De Gasperi, 72 Direttore: dott.ssa Antonella Ferrari Apertura al pubblico: dal lunedì

Dettagli

Carta dei Servizi rev. 2 del 20 maggio 2009. Ambulatorio ostetrico-ginecologico Albero di Gaia

Carta dei Servizi rev. 2 del 20 maggio 2009. Ambulatorio ostetrico-ginecologico Albero di Gaia Carta dei Servizi rev. 2 del 20 maggio 2009 Ambulatorio Azienda ULSS n. 22 Bussolengo VR Dipartimento Materno Infantile Ospedale di Villafranca Monoblocco - Primo piano Direttore: dott. Alberto Ottaviani

Dettagli

Carta dei Servizi rev. 3 del 23 maggio 2013. Servizio di Assistenza Domiciliare Azienda Ulss 22

Carta dei Servizi rev. 3 del 23 maggio 2013. Servizio di Assistenza Domiciliare Azienda Ulss 22 Carta dei Servizi rev. 3 del 23 maggio 2013 Servizio di AZIENDA ULSS N. 22 Bussolengo (VR) Direttore di Distretto socio sanitario: dott. Carmine Capaldo Direttore unità operativa Cure Primarie: dott. Ermanno

Dettagli

PROVINCIA DI ROVIGO AREA PERSONALE E LAVORO AVVISO PUBBLICO

PROVINCIA DI ROVIGO AREA PERSONALE E LAVORO AVVISO PUBBLICO PROVINCIA DI ROVIGO AREA PERSONALE E LAVORO AVVISO PUBBLICO Fondo Regionale per l occupazione dei disabili di cui all art. 14 della Legge 12 marzo 1999, n.68 TIROCINI L.68/1999 IL DIRIGENTE AREA PERSONALE

Dettagli

Carta dei Servizi rev. 0 del 10 dicembre 2009. Servizi Socio-Sanitari per la disabilità

Carta dei Servizi rev. 0 del 10 dicembre 2009. Servizi Socio-Sanitari per la disabilità Carta dei Servizi rev. 0 del 10 dicembre 2009 Servizi Socio-Sanitari AZIENDA ULSS N. 22 Bussolengo (VR) Unità Complessa Disabilità Direttore Dott. Gabriele Bezzan Funzionario Dott.ssa Liliana Menegoi Segreteria

Dettagli

MEDICO COMPETENTE Art.2 comma 2 lettera h del D.lgs. 81/08

MEDICO COMPETENTE Art.2 comma 2 lettera h del D.lgs. 81/08 MEDICO COMPETENTE Art.2 comma 2 lettera h del D.lgs. 81/08 in possesso di uno dei titoli e dei requisiti formativi e professionali (art.38) collabora con il datore di lavoro ai fini della valutazione dei

Dettagli

VIDIMAZIONE REGISTRO INFORTUNI

VIDIMAZIONE REGISTRO INFORTUNI VIDIMAZIONE REGISTRO INFORTUNI Il Registro Infortuni è uno strumento informativo per la conoscenza del fenomeno infortunistico aziendale. Risulta utile sia alla stessa impresa per elaborare valutazioni

Dettagli

Protocollo di intesa a programmare, ferme restando le specifiche. competenze di ogni soggetto, interventi di prevenzione congiunti e

Protocollo di intesa a programmare, ferme restando le specifiche. competenze di ogni soggetto, interventi di prevenzione congiunti e PROTOCOLLO DI INTESA IN MATERIA DI SICUREZZA, IGIENE NEI LUOGHI DI LAVORO E LEGALITA NELLA REALIZZAZIONE DI UNA NUOVA RESIDENZA UNIVERSITARIA IN PISA Protocollo di intesa a programmare, ferme restando

Dettagli

IL MEDICO COMPETENTE CRITICITÀ E LE OPPORTUNITÀ DEL SISTEMA ITALIANO DI PREVENZIONE NEI LUOGHI DI LAVORO

IL MEDICO COMPETENTE CRITICITÀ E LE OPPORTUNITÀ DEL SISTEMA ITALIANO DI PREVENZIONE NEI LUOGHI DI LAVORO IL MEDICO COMPETENTE CRITICITÀ E LE OPPORTUNITÀ DEL SISTEMA ITALIANO DI PREVENZIONE NEI LUOGHI DI LAVORO Manuela Peruzzi MEDICO COMPETENTE E NORMATIVA R.D. 530/27 viene istituita la figura del medico

Dettagli

IL DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE

IL DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE IL DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Il Dipartimento di prevenzione assicura le prestazioni volte al mantenimento e alla promozione della salute della popolazione, attraverso diverse funzioni rivolte direttamente

Dettagli

FASCICOLO DI DOCUMENTI OBBLIGATORI IN CANTIERE D R. M A R R O C C O L U C I O M E D I C O D E L L A V O R O

FASCICOLO DI DOCUMENTI OBBLIGATORI IN CANTIERE D R. M A R R O C C O L U C I O M E D I C O D E L L A V O R O FASCICOLO DI DOCUMENTI OBBLIGATORI IN CANTIERE D R. M A R R O C C O L U C I O M E D I C O D E L L A V O R O Documenti concernenti gli obblighi a carico del Datore di Lavoro Nomine e attestati di formazione

Dettagli

Guida ai Servizi Revisione 4 del 14/04/2015 Pagina 1 di 10

Guida ai Servizi Revisione 4 del 14/04/2015 Pagina 1 di 10 LABORATORIO SANITA PUBBLICA Via Bufardeci 22- SIRACUSA Guida ai Servizi Revisione 4 del 14/04/2015 Pagina 1 di 10 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 1.1 PRESTAZIONI EROGATE... 4 2. MODALITÀ DI ACCESSO... 5 2.1

Dettagli

Caratteristiche di qualità dei prodotti

Caratteristiche di qualità dei prodotti Caratteristiche di qualità dei prodotti Pag. 1/15 DELLE CARATTERISTICHE DI QUALITA (INDICATORI-STD) DEI PRODOTTI SU RICHIESTA E SU INIZIATIVA CHE SI INTENDE MONITORARE. Elenco dei prodotti 1. Studi epidemiologici

Dettagli

SICUREZZA QUALITÀ AMBIENTE MEDICINA DEL LAVORO

SICUREZZA QUALITÀ AMBIENTE MEDICINA DEL LAVORO SICUREZZA QUALITÀ AMBIENTE MEDICINA DEL LAVORO Economie_corretto_14mar2011.indd 1 27-03-2011 17:07:00 2 Un azienda in regola è un azienda tranquilla. Un azienda tranquilla si dedica al proprio sviluppo.

Dettagli

Medici e Pediatri di Famiglia

Medici e Pediatri di Famiglia Medici e Pediatri di Famiglia L assistenza del medico e del pediatra di famiglia Il Medico di Medicina Generale (MMG) ed il Pediatra di Famiglia (PdF) sono le figure di riferimento per ogni problema che

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA SPISAL VV.F. della Provincia di Verona

PROTOCOLLO D INTESA SPISAL VV.F. della Provincia di Verona Comando Provinciale Vigili del Fuoco Verona PROTOCOLLO D INTESA SPISAL VV.F. della Provincia di Verona 1. Premessa Poiché il D.Lgs. 626/94 ricosce quali Enti di vigilanza, sull applicazione delle rme relative

Dettagli

Carta dei Servizi rev. 0 del 5 giugno 2009. Servizio dell ostetrica territoriale

Carta dei Servizi rev. 0 del 5 giugno 2009. Servizio dell ostetrica territoriale Carta dei Servizi rev. 0 del 5 giugno 2009 Servizio Azienda ULSS N. 22 Bussolengo (VR) Dipartimento Interdistrettuale di Integrazione Socio Sanitaria Direttore: dott. Antonio Bortoli Referente servizio

Dettagli

DI SOSTANZE STUPEFACENTI E PSICOTROPE

DI SOSTANZE STUPEFACENTI E PSICOTROPE ATTIVITA LAVORATIVA ABUSO DI BEVANDE ALCOLICHE USO DI SOSTANZE STUPEFACENTI E PSICOTROPE PUNTO DI PARTENZA Decreto legislativo 81 del 2008: Articolo 41: Nei casi ed alle condizioni previste dall ordinamento

Dettagli

ORGANI DI VIGILANZA E SANZIONI

ORGANI DI VIGILANZA E SANZIONI ORGANI DI VIGILANZA E SANZIONI Dott. Sergio Biagini Tecnico della Prevenzione Gli organi di vigilanza e controllo Aziende U.S.L. Vigili del Fuoco Ispettorato del lavoro Carabinieri Il ruolo delle Aziende

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 9 APRILE 2008 N. 81 E S.M.I. ASPETTI DELLA NORMATIVA CHE RIGUARDANO LE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO

DECRETO LEGISLATIVO 9 APRILE 2008 N. 81 E S.M.I. ASPETTI DELLA NORMATIVA CHE RIGUARDANO LE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO DECRETO LEGISLATIVO 9 APRILE 2008 N. 81 E S.M.I. ASPETTI DELLA NORMATIVA CHE RIGUARDANO LE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81 Decreto Legislativo 3 agosto 2009, n. 106

Dettagli

STANDARD DI QUALITA DEI SERVIZI INFORMAGIOVANI SIRG REGIONE CAMPANIA

STANDARD DI QUALITA DEI SERVIZI INFORMAGIOVANI SIRG REGIONE CAMPANIA SETTORE POLITICHE GIOVANILI E DEL FORUM REGIONALE DELLA GIOVENTU STANDARD DI QUALITA DEI SERVIZI INFORMAGIOVANI SIRG ALLEGATO REGIONE 1 CAMPANIA AZIONE A DI SISTEMA COMUNE DI Allegato F SETTORE POLITICHE

Dettagli

Il dlgs 81/08 affida al medico competente una duplice funzione: 1 preventiva e collaborativa, da svolgere insieme al dl, il servizio di prevenzione

Il dlgs 81/08 affida al medico competente una duplice funzione: 1 preventiva e collaborativa, da svolgere insieme al dl, il servizio di prevenzione 1 2 Il dlgs 81/08 affida al medico competente una duplice funzione: 1 preventiva e collaborativa, da svolgere insieme al dl, il servizio di prevenzione protezione,rls e lavoratori, consistente nello svolgimento

Dettagli

IL VOSTRO PROSSIMO CONSULENTE MULTIUSO

IL VOSTRO PROSSIMO CONSULENTE MULTIUSO IL VOSTRO PROSSIMO CONSULENTE MULTIUSO LA sicurezza sul lavoro comprende tutte le misure di prevenzione e protezione che devono essere adottate dal datore di lavoro e dai lavoratori stessi, AL FINE NON

Dettagli

PROGETTO LAVORATORI AUTONOMI SPISAL DI VERONA. Dr.ssa Manuela Peruzzi dott Antonio Zedde Spisal Ulss 20 Verona

PROGETTO LAVORATORI AUTONOMI SPISAL DI VERONA. Dr.ssa Manuela Peruzzi dott Antonio Zedde Spisal Ulss 20 Verona PROGETTO LAVORATORI AUTONOMI SPISAL DI VERONA Dr.ssa Manuela Peruzzi dott Antonio Zedde Spisal Ulss 20 Verona PROGETTO LAVORATORI AUTONOMI SPISAL DI VERONA PROGETTO dal 2010 SORVEGLIANZA SANITARIA E FORMAZIONE

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE 2014-2018

PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE 2014-2018 MACRO OBIETTIVO 7 Codici indicatori: 7.4.1 PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE 2014-2018 Programma: Le buone pratiche per la promozione della salute e sicurezza sul lavoro delle aziende venete certificate

Dettagli

In riferimento alla nomina del Medico competente, di seguito sono disponibili

In riferimento alla nomina del Medico competente, di seguito sono disponibili In riferimento alla nomina del Medico competente, di seguito sono disponibili a) Fac - simile di lettera d invito per eventuale nomina b) Fac simile di lettera di conferimento incarico per Medico Competente

Dettagli

Alcol nei luoghi di lavoro: il ruolo degli attori della prevenzione aziendale e delle istituzioni

Alcol nei luoghi di lavoro: il ruolo degli attori della prevenzione aziendale e delle istituzioni Alcol nei luoghi di lavoro: il ruolo degli attori della prevenzione aziendale e delle istituzioni Seminario Rischio Alcol correlato nei contesti lavorativi: misure di prevenzione e strategie per la sua

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE

BANDO PER LA CONCESSIONE BANDO PER LA CONCESSIONE Dl CONTRIBUTI PER LA BONIFICA, RIMOZIONE E SMALTIMENTO DI COPERTURE IN AMIANTO DA FABBRICATI ED EDIFICI AD USO CIVILE, PRODUTTIVO, COMMERCIALE, TERZIARIO ED AGRICOLO. ANNO 2015

Dettagli

Il/La sottoscritto/a. Nato a il residente a in Via domicilio tel. E-Mail

Il/La sottoscritto/a. Nato a il residente a in Via domicilio tel. E-Mail RICHIESTA PUBBLICITA SANITARIA Strutture complesse Marca da Bollo (Solo Regione) AL SIGNOR DIRIGENTE REGIONALE DIREZIONE PER I SERVIZI SOCIO-SANITARI DORSODURO 3493 30123 VENEZIA AL SIG. PRESIDENTE DELL

Dettagli

GUIDA ALLA SICUREZZA SUL POSTO DI LAVORO

GUIDA ALLA SICUREZZA SUL POSTO DI LAVORO GUIDA ALLA SICUREZZA SUL POSTO DI LAVORO Il presente opuscolo vuole essere un utile guida per lavoratori, lavoratrici, datori di lavoro e i soggetti collegati al mondo del lavoro. Le informazioni contenute

Dettagli

Carta dei Servizi rev. 1 aprile 2007. Unità Operativa di Anatomia Patologica Ospedale di Bussolengo

Carta dei Servizi rev. 1 aprile 2007. Unità Operativa di Anatomia Patologica Ospedale di Bussolengo Carta dei Servizi rev. 1 aprile 2007 Unità Operativa di Ospedale di Bussolengo Azienda ULSS n. 22 Bussolengo (VR) Dipartimento di Diagnosi e Cura Unità Operativa di Ospedale di Bussolengo Monoblocco -

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI STUDIO MEDICO ASSOCIATO MEDICINA DI GRUPPO MEDICINA IN RETE X ------------------------

CARTA DEI SERVIZI STUDIO MEDICO ASSOCIATO MEDICINA DI GRUPPO MEDICINA IN RETE X ------------------------ CARTA DEI SERVIZI STUDIO MEDICO ASSOCIATO MEDICINA DI GRUPPO MEDICINA IN RETE X ------------------------ Dr. FATI FRANCO Sede studio: Piazza Caprera 2\3 SML e-mail: fatif@libero.it Telefono fisso: 0185283645

Dettagli

CAMPO DI ATTIVITÁ: PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO

CAMPO DI ATTIVITÁ: PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO CAMPO DI ATTIVITÁ: PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO A) ATTIVITÁ MONITORATA ATTRAVERSO I LEA 1) Attività di vigilanza per comparto Grandi Opere (GO) e altri cantieri complessi* EDILIZIA (comparto)

Dettagli

LA SORVEGLIANZA SANITARIA

LA SORVEGLIANZA SANITARIA LA SORVEGLIANZA SANITARIA 1 IL MEDICO COMPETENTE chi è? medico incaricato della sorveglianza sanitaria dei lavoratori nei casi previsti dalla normativa vigente 2 Disposizioni di legge Rischi / lavorazioni/

Dettagli

Specialista in Medicina del Lavoro

Specialista in Medicina del Lavoro LA SORVEGLIANZA SANITARIA ALLA LUCE DEL D.LGS.81/08 TESTO UNICO IN MATERIA DI TUTELA DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO Prof. Vincenzo Terracino consulente Specialista in Medicina del

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. STUDIO MEDICO ASSOCIATO MEDICINA DI GRUPPO MEDICINA IN RETE x ------------------------

CARTA DEI SERVIZI. STUDIO MEDICO ASSOCIATO MEDICINA DI GRUPPO MEDICINA IN RETE x ------------------------ CARTA DEI SERVIZI STUDIO MEDICO ASSOCIATO MEDICINA DI GRUPPO MEDICINA IN RETE x ------------------------ Dr. LEVAGGI FRANCESCO Specialista in: IGIENE E MED.PREVENTIVA Dr. PRATO RENZO Specialista in:cardiologia

Dettagli

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Conferenza Stampa Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Lunedì 6/07/2015 ore 11.00 Sala Riunioni - Direzione Generale AUSL Strada del Quartiere 2/A - Parma Alla Conferenza Stampa

Dettagli

CARTA SERIVIZI Siena, 07/01/2014

CARTA SERIVIZI Siena, 07/01/2014 A.G.I. Medica srl Poliambulatorio A.G.I. Medica Viale Toselli 94 Siena CARTA SERIVIZI Siena, 07/01/2014 Pagina 1 di 6 Chi siamo Il POLIAMBULATORIO A.G.I. Medica, gestito dalla società A.G.I. Medica srl,

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI STUDIO MEDICO ASSOCIATO MEDICINA DI GRUPPO X MEDICINA IN RETE ------------------------ INFORMAZIONI GENERALI

CARTA DEI SERVIZI STUDIO MEDICO ASSOCIATO MEDICINA DI GRUPPO X MEDICINA IN RETE ------------------------ INFORMAZIONI GENERALI CARTA DEI SERVIZI STUDIO MEDICO ASSOCIATO MEDICINA DI GRUPPO X MEDICINA IN RETE ------------------------ Dr. COGORNO Stefano Dr. DAPELO Federico Dr. LAMBRUSCHINI Mario Dr. ROTTOLA Cristina Dr. SANNAZZARI

Dettagli

Problematiche e criticità del medico competente. Pistoia, 13 ottobre 2012 Mauro Baldeschi Medico del Lavoro U.F.C. Medicina del Lavoro ASL 3 Pistoia

Problematiche e criticità del medico competente. Pistoia, 13 ottobre 2012 Mauro Baldeschi Medico del Lavoro U.F.C. Medicina del Lavoro ASL 3 Pistoia Problematiche e criticità del medico competente Pistoia, 13 ottobre 2012 Mauro Baldeschi Medico del Lavoro U.F.C. Medicina del Lavoro ASL 3 Pistoia Il Medico Competente ed il Codice Etico ICOH (Commissione

Dettagli

REGIONE VENETO - Prevenzione e contrasto dei fenomeni di mobbing e tutela della salute psico-sociale della persona sul luogo del lavoro

REGIONE VENETO - Prevenzione e contrasto dei fenomeni di mobbing e tutela della salute psico-sociale della persona sul luogo del lavoro REGIONE VENETO - Prevenzione e contrasto dei fenomeni di mobbing e tutela della salute psico-sociale della persona sul luogo del lavoro Art. 1 - Inviolabilità della dignità umana. 1. La Regione del Veneto

Dettagli

NOTA INFORMATIVA PER L UTENTE

NOTA INFORMATIVA PER L UTENTE DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE SERVIZIO PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO Regione Lazio NOTA INFORMATIVA PER L UTENTE RICORSO AVVERSO IL GIUDIZIO DI IDONEITA DEL MEDICO COMPETENTE Il medico competente

Dettagli

Profession Power Group - PPG Medicina del lavoro - Sicurezza e igiene sui luoghi di lavoro. Servizi

Profession Power Group - PPG Medicina del lavoro - Sicurezza e igiene sui luoghi di lavoro. Servizi Profession Power Group - PPG Medicina del lavoro - Sicurezza e igiene sui luoghi di lavoro Servizi BrainCare S.r.l., opera anche nel settore Medicina del Lavoro offrendo alle Aziende Clienti, i suoi servizi

Dettagli

Carta dei Servizi rev. 1 maggio 2007. Unità operativa di Oculistica Ospedale di Bussolengo

Carta dei Servizi rev. 1 maggio 2007. Unità operativa di Oculistica Ospedale di Bussolengo Carta dei Servizi rev. 1 maggio 2007 Unità operativa di Azienda ULSS n. 22 Bussolengo VR Dipartimento di Chirurgia Specialistica Unità Operativa di Monoblocco - Quarto piano: degenza Direttore: dott. Pierluigi

Dettagli

Compiti del medico competente:

Compiti del medico competente: Fulvio d Orsi Compiti del medico competente: la sorveglianza sanitaria responsabilità del datore di lavoro e del dirigente in caso di idoneità parziale o di inidoneità alla mansione PREVENZIONE DEI RISCHI

Dettagli

AREA ANALISI, PREVENZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE DIPARTIMENTO DI SANITÀ PUBBLICA

AREA ANALISI, PREVENZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE DIPARTIMENTO DI SANITÀ PUBBLICA AREA ANALISI, PREVENZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE DIPARTIMENTO DI SANITÀ PUBBLICA 1/6 Premessa Il Dipartimento di Sanità Pubblica dell Azienda USL di Bologna ha la finalità di prevenire le malattie,

Dettagli

Azienda U.L.SS. n. 4 Alto Vicentino Via Rasa, 9 36016 Thiene (VI)

Azienda U.L.SS. n. 4 Alto Vicentino Via Rasa, 9 36016 Thiene (VI) F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo BINOTTO PIZZATO ELANIA Via Giuseppe Verdi, 1 35010 Santa Giustina in Colle (PD) Telefono Aziendale: 0445.389168 Fax Aziendale:

Dettagli

La CARTA dei SERVIZI. del Medico di Medicina Generale

La CARTA dei SERVIZI. del Medico di Medicina Generale La CARTA dei SERVIZI del Medico di Medicina Generale Caro Cittadino, questa breve Carta dei Servizi è stata preparata per fornirti tutte le informazioni utili a garantire, tra te assistito e il tuo medico,

Dettagli

REGOLAMENTO DEL COMITATO CONSULTIVO MISTO DEGLI UTENTI DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI BOLOGNA

REGOLAMENTO DEL COMITATO CONSULTIVO MISTO DEGLI UTENTI DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO DEL COMITATO CONSULTIVO MISTO DEGLI UTENTI DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI BOLOGNA Art. 1 - FUNZIONI e ATTIVITA del COMITATO Il Comitato Consultivo Misto (in sigla CCM), dell Azienda

Dettagli

PARERE PREVENTIVO. Tempi di attesa: Il parere verrà espresso entro 30 giorni dall arrivo della richiesta al Servizio SPISAL.

PARERE PREVENTIVO. Tempi di attesa: Il parere verrà espresso entro 30 giorni dall arrivo della richiesta al Servizio SPISAL. PARERE PREVENTIVO Richiesta di parere preventivo: il privato cittadino, il libero professionista o la ditta possono richiedere un parere preventivo per la realizzazione di nuova costruzione, ampliamento,

Dettagli

MEDICINA PREVENTIVA LAVORATORI OSPEDALIERI

MEDICINA PREVENTIVA LAVORATORI OSPEDALIERI U.O.C. Medicina del Lavoro Direttore: Prof. Marcello Lotti MEDICINA PREVENTIVA LAVORATORI OSPEDALIERI Responsabile: Dott. ssa Caterina Zanetti CARTA DI ACCOGLIENZA Casa Ex Suore - 4 piano 1 Presentazione

Dettagli

IL CENTRO PARLA CON NOI

IL CENTRO PARLA CON NOI Pesaro, in via Diaz n. 10 Tel 0721 639014 1522 parlaconnoi@provincia.ps.it CARTA DEI SERVIZI del Centro Antiviolenza provinciale Parla Con Noi La Carta è lo strumento che permette ai cittadini il controllo

Dettagli

Progetto gestito in collaborazione con il Centro Polifunzionale Don Calabria

Progetto gestito in collaborazione con il Centro Polifunzionale Don Calabria Progetto gestito in collaborazione con il Centro Polifunzionale Don Calabria PROCESSO PRODUTTIVO E PROFILI DI RISCHIO GESTIONE IMMOBILIARE Impiegati Tecnici di cantiere GESTIONE FUNERARIO-CIMITERIALE Impiegati

Dettagli

COMPITI DEI DIRIGENTI, DEI PREPOSTI E DEI LAVORATORI

COMPITI DEI DIRIGENTI, DEI PREPOSTI E DEI LAVORATORI GRUPPO DI RIFERIMENTO PER LA SALUTE E LA SICUREZZA SUL LAVORO COMPITI DEI DIRIGENTI, DEI PREPOSTI E DEI LAVORATORI REV. DATA 0 8.03.2011 1 24.06.2013 2 3 IL REFERENTE DEL GRUPPO Ing. Alessandro Selbmann

Dettagli

L evoluzione operativa dei progetti del Piano, determinata dai cambiamenti produttivi, sociali, epidemiologici ed istituzionali ha comportato:

L evoluzione operativa dei progetti del Piano, determinata dai cambiamenti produttivi, sociali, epidemiologici ed istituzionali ha comportato: La pianificazione regionale 2005-2009 1) Obiettivi iniziali del progetto In Veneto le attività di prevenzione negli ambienti di lavoro sono state pianificate tenendo conto dello scenario nazionale e regionale

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO TRASPORTO TRAMITE TAXI SOCIALE. Art. 1 - Finalità

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO TRASPORTO TRAMITE TAXI SOCIALE. Art. 1 - Finalità REGOLAMENTO DEL SERVIZIO TRASPORTO TRAMITE TAXI SOCIALE Art. 1 - Finalità Il Comune di San Giovanni Lupatoto, in un ottica di politica sociale finalizzata al miglioramento della vita dei cittadini che

Dettagli

DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Servizio di Prevenzione Igiene e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro

DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Servizio di Prevenzione Igiene e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Servizio di Igiene e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro Dirigente Responsabile: dott. Liviano Vianello Descrizione/ oggetto del procedimento e fonte normativa e/o regolamentare

Dettagli

Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico

Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico SERVIZIO DI VIGILANZA E VERIFICA ACCESSI PER L ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO DI PADOVA * * * * * * CAPITOLATO

Dettagli

CONVENZIONE CON L AZIENDA U.S.L. PER LO SVOLGIMENTO DELLE FUNZIONI DEL MEDICO COMPETENTE E LE CONSEGUENTI ATTIVITA DI SORVEGLIANZA SANITARIA

CONVENZIONE CON L AZIENDA U.S.L. PER LO SVOLGIMENTO DELLE FUNZIONI DEL MEDICO COMPETENTE E LE CONSEGUENTI ATTIVITA DI SORVEGLIANZA SANITARIA CONVENZIONE CON L AZIENDA U.S.L. PER LO SVOLGIMENTO DELLE FUNZIONI DEL MEDICO COMPETENTE E LE CONSEGUENTI ATTIVITA DI SORVEGLIANZA SANITARIA L Azienda U.S.L. di Ferrara, rappresentata dal Dott. Marco Nardini,

Dettagli

Carta dei Servizi del Ser.T. di Rho Indice

Carta dei Servizi del Ser.T. di Rho Indice Carta dei Servizi del Ser.T. di Rho Indice 1. Definizione 2. Status giuridico 3. Principi 4. Diritti dei cittadini e doveri degli operatori 5. Stili di lavoro 6. Possesso dei requisiti: standard gestionali,

Dettagli

www.difensorecivico.lombardia.it

www.difensorecivico.lombardia.it www.difensorecivico.lombardia.it Ascolto, supporto, efficienza e competenza Per favorire il dialogo tra cittadino e pubblica amministrazione. Il Difensore regionale della Lombardia è al tuo fianco anche

Dettagli

Avviso di selezione pubblica

Avviso di selezione pubblica PROVINCIA DI MANTOVA Avviso di selezione pubblica Il Direttore generale Mantova, 7 gennaio 2015 in forza della determinazione Dirigenziale n. 1237 del 23 dicembre 2014 rende noto che è indetta una procedura

Dettagli

SERVIZIO PERSONALE, INFORMATICA E COMUNICAZIONE PISTOIA

SERVIZIO PERSONALE, INFORMATICA E COMUNICAZIONE PISTOIA Comune di PISTOIA SERVIZIO PERSONALE, INFORMATICA E COMUNICAZIONE U.O. ORGANIZZAZIONE, RAPPORTO DI LAVORO E RELAZIONI SINDACALI Piazza del Duomo 1 51100 Pistoia (PT) Tel 0573.371220-231-233 Fax 0573.371359

Dettagli

Piano Mirato di Prevenzione

Piano Mirato di Prevenzione Da restituire entro il 31 marzo 2016 per posta o mail a: ASL di Como - Dipartimento di Prevenzione Medica Servizio Prevenzione Sicurezza negli Ambienti di Lavoro Via Castelnuovo, 1 22100 Como (CO) e-mail:

Dettagli

B R E O IO TR N EN ITAR C SAN IO D C SO O L A

B R E O IO TR N EN ITAR C SAN IO D C SO O L A B R E N D O L A CENTRO SOCIOSANITARIO Brendola CENTRO SOCIOSANITARIO BRENDOLA TRE INSIEME ATTORI I medici di Brendola, lungo il percorso di collaborazione instauratosi da anni, sono giunti alla determinazione

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI MEDISETTE

CARTA DEI SERVIZI MEDISETTE CARTA DEI SERVIZI Forma Associativa di Medicina in Rete MEDISETTE (accordi regionali 2009) Medici Associati LODI ASL 306 DOTT. ARAGIUSTO GIUSEPPE Specialista in Malattie dell Apparato Respiratorio Medico

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI MEDICINA DI GRUPPO. Dr. MARCO MARI Specialista in Medicina Interna. Dr. ENA PORCELLA Specialista in Endocrinologia Dr.

CARTA DEI SERVIZI MEDICINA DI GRUPPO. Dr. MARCO MARI Specialista in Medicina Interna. Dr. ENA PORCELLA Specialista in Endocrinologia Dr. CARTA DEI SERVIZI MEDICINA DI GRUPPO Dr. MARCO MARI Specialista in Medicina Interna Dr. ANGELO B. MASSUCCO Specialista in Pneumologia Dr. ENA PORCELLA Specialista in Endocrinologia Dr. FRANCO SIVORI Sede

Dettagli

NUOVI FATTORI di RISCHIO nel SETTORE TRASPORTI

NUOVI FATTORI di RISCHIO nel SETTORE TRASPORTI CONVEGNO Il PROGETTO ALCOL E LAVORO DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA: tra promozione di sani stili di vita e applicazione della normativa NUOVI FATTORI di RISCHIO nel SETTORE TRASPORTI Dr.ssa Elena CHIESA

Dettagli

Dipendenza da Sostanze d abuso e Mondo del lavoro. Dott. Emilio De Pasquale Direttore Struttura Complessa Interdistrettuale Ser.T A.S. P.

Dipendenza da Sostanze d abuso e Mondo del lavoro. Dott. Emilio De Pasquale Direttore Struttura Complessa Interdistrettuale Ser.T A.S. P. Dipendenza da Sostanze d abuso e Mondo del lavoro Dott. Emilio De Pasquale Direttore Struttura Complessa Interdistrettuale Ser.T A.S. P. VV La promozione della salute nei luoghi di lavoro si attua attraverso

Dettagli

POLITICA AZIENDALE SULLE SOSTANZE ISTITUTO COMPRENSIVO DI CERESARA-MEDOLE-SOLFERINO

POLITICA AZIENDALE SULLE SOSTANZE ISTITUTO COMPRENSIVO DI CERESARA-MEDOLE-SOLFERINO POLITICA AZIENDALE SULLE SOSTANZE ISTITUTO COMPRENSIVO DI CERESARA-MEDOLE-SOLFERINO SCOPO E OBIETTIVI L obiettivo aziendale di realizzare e mantenere per i dipendenti un ambiente di lavoro sicuro, sano

Dettagli

PREVENTIVO DI SPESA IN MERITO ALLA SORVEGLIANZA SANITARIA DEI DIPENDENTI. (D.Lgs. n 81 del 09-04-2008 e successive. modifiche ed integrazioni)

PREVENTIVO DI SPESA IN MERITO ALLA SORVEGLIANZA SANITARIA DEI DIPENDENTI. (D.Lgs. n 81 del 09-04-2008 e successive. modifiche ed integrazioni) AL DATORE DI LAVORO E ALL UFFICIO TECNICO DEL COMUNE DI SCANO DI MONTIFERRO PREVENTIVO DI SPESA IN MERITO ALLA SORVEGLIANZA SANITARIA DEI DIPENDENTI (D.Lgs. n 81 del 09-04-2008 e successive modifiche ed

Dettagli

Commissione Consultiva Permanente ex Art. 6 DLgs 81/08. Il documento del Comitato n. 4 Modelli di Organizzazione e di Gestione (MOG)

Commissione Consultiva Permanente ex Art. 6 DLgs 81/08. Il documento del Comitato n. 4 Modelli di Organizzazione e di Gestione (MOG) Commissione Consultiva Permanente ex Art. 6 DLgs 81/08 Il documento del Comitato n. 4 Modelli di Organizzazione e di Gestione (MOG) Ivo Dagazzini Rappresentante delle Regioni per la Regione Veneto Direttore

Dettagli

Bilancio di Sostenibilità. dipendenti. azionisti e investitori. ambiente. fornitori istituzioni e comunità. clienti e collettività

Bilancio di Sostenibilità. dipendenti. azionisti e investitori. ambiente. fornitori istituzioni e comunità. clienti e collettività Bilancio di Sostenibilità 2012 dipendenti azionisti e investitori ambiente clienti e collettività fornitori istituzioni e comunità Sicurezza e salute dei lavoratori Per il gruppo A2A la prevenzione degli

Dettagli

MultiMedica IRCCS. MultiMedica IRCCS

MultiMedica IRCCS. MultiMedica IRCCS m Medicina del del Lavoro IRCCS IRCCS MultiMedica Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Via Milanese, 300 - Sesto S. Giovanni (Mi) MultiMedica Castellanza Viale Piemonte, 70 - Castellanza

Dettagli

Elenco dei trattamenti di competenza della Regione, degli enti e agenzie regionali, degli enti controllati e vigilati dalla Regione

Elenco dei trattamenti di competenza della Regione, degli enti e agenzie regionali, degli enti controllati e vigilati dalla Regione SCHEDE ALLEGATO A Elenco dei trattamenti di competenza della Regione, degli enti e agenzie regionali, degli enti controllati e vigilati dalla Regione Titolo 1 Nomine e designazioni da parte della regione,

Dettagli

Oggetto: Accordo per la MEDICINA DI GRUPPO. CHIEDONO. Al Direttore Generale dell Azienda ULSS ----------- Via --------------------- e per conoscenza:

Oggetto: Accordo per la MEDICINA DI GRUPPO. CHIEDONO. Al Direttore Generale dell Azienda ULSS ----------- Via --------------------- e per conoscenza: Al Direttore Generale dell Azienda ULSS ----------- Via --------------------- e per conoscenza: Al Presidente dell Ordine dei Medici di Verona Via S. Paolo 16-37129 Verona Oggetto: Accordo per la MEDICINA

Dettagli

COORDINAMENTO SPISAL DELLA PROVINCIA DI VERONA

COORDINAMENTO SPISAL DELLA PROVINCIA DI VERONA COORDINAMENTO SPISAL DELLA PROVINCIA DI VERONA BUSSOLENGO, LEGNAGO, VERONA Azienda Presenti al sopralluogo per l azienda: 1 CHECK LIST GESTIONE AZIENDALE DELLA CUREZZA 1. GESTIONE AZIENDALE DELLA CUREZZA

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI Forma Associativa di Medicina in Rete M.I.R.SUD

CARTA DEI SERVIZI Forma Associativa di Medicina in Rete M.I.R.SUD CARTA DEI SERVIZI Forma Associativa di Medicina in Rete M.I.R.SUD Medici Associati: Dott. ALBERTO GANDOLFI ( spec. Chirurgia apparato digerente endoscopia digestiva ) Dott. MARCO PRIORI Dott. FAUSTA RANCATI

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE RECANTE RATIFICA ED ESECUZIONE DELLA CONVENZIONE SULLA SALUTE E LA SICUREZZA DEI LAVORATORI, N. 187, FATTA A GINEVRA IL 15 GIUGNO

DISEGNO DI LEGGE RECANTE RATIFICA ED ESECUZIONE DELLA CONVENZIONE SULLA SALUTE E LA SICUREZZA DEI LAVORATORI, N. 187, FATTA A GINEVRA IL 15 GIUGNO DISEGNO DI LEGGE RECANTE RATIFICA ED ESECUZIONE DELLA CONVENZIONE SULLA SALUTE E LA SICUREZZA DEI LAVORATORI, N. 155, FATTA A GINEVRA IL 22 GIUGNO 1981, E RELATIVO PROTOCOLLO, FATTO A GINEVRA IL 22 GIUGNO

Dettagli

MEDICO COMPETENTE E VISITE PERIODICHE

MEDICO COMPETENTE E VISITE PERIODICHE MEDICO COMPETENTE E VISITE PERIODICHE L esecuzione delle visite periodiche, nonché di quelle svolte su richiesta dei lavoratori, rimane uno dei compiti più qualificanti dell attività del medico competente.

Dettagli

LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NEGLI AMBIENTI DI LAVORO: IL PERCORSO DELLA PROGETTAZIONE

LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NEGLI AMBIENTI DI LAVORO: IL PERCORSO DELLA PROGETTAZIONE SETTIMANA EUROPEA PER LA SICUREZZA 20-24 OTTOBRE 2014 PROMUOVIAMO LA CULTURA DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO: UN PERCORSO PER CONOSCERE CHI FA PREVENZIONE NEL TERRITORIO NOVARESE

Dettagli

PRONTUARIO ADEMPIMENTI DI SICUREZZA

PRONTUARIO ADEMPIMENTI DI SICUREZZA PRONTUARIO ADEMPIMENTI DI SICUREZZA Documentazione aziendale DOCUMENTAZIONE OBBLIGATORIA - Pratiche comunali: certificazione di agibilità - Denuncia di nuovo lavoro all INAIL (almeno 5 gg prima inizio

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. BELTRAME SILVANA Data di nascita 15/05/1954. Direttore di Unità Operativa - U.O.S. ATTIVITA' MEDICINA LEGALE

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. BELTRAME SILVANA Data di nascita 15/05/1954. Direttore di Unità Operativa - U.O.S. ATTIVITA' MEDICINA LEGALE INFORMAZIONI PERSONALI Nome BELTRAME SILVANA Data di nascita 15/05/1954 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia Direttore di Unità Operativa - U.O.S. ATTIVITA'

Dettagli

Azienda U.S.L. ROMA H

Azienda U.S.L. ROMA H DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE SERVIZIO PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO Piazza della Rotonda 4 00041 ALBANO (RM) Tel. 06/93275330 Fax 06/93275317 NOTA INFORMATIVA PER L UTENTE AUTORIZZAZIONE ex

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DEL CPIA NAPOLI CITTA 1 (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 07/06/1995)

CARTA DEI SERVIZI DEL CPIA NAPOLI CITTA 1 (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 07/06/1995) CARTA DEI SERVIZI DEL CPIA NAPOLI CITTA 1 (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 07/06/1995) La Carta dei servizi del CPIA Napoli città 1 ha quali principi ispiratori gli articoli

Dettagli

ENTE DI CERTIFICAZIONE DI QUALITA S.O.I. S.r.l. con socio unico REGOLAMENTO CERSOI

ENTE DI CERTIFICAZIONE DI QUALITA S.O.I. S.r.l. con socio unico REGOLAMENTO CERSOI REGOLAMENTO CERSOI per la Certificazione delle strutture di medicina e chirurgia oculistica secondo le norme ISO 9001/2008 I N D I C E Articolo 1) - Oggetto Articolo 2) - Condizioni generali Articolo 3)

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 24/54 DEL 27.6.2013

DELIBERAZIONE N. 24/54 DEL 27.6.2013 Oggetto: L.R. n. 12/2011, art. 15, comma 17, recante Disposizioni in materia ambientale. Accertamenti obbligatori di idoneità dei componenti delle compagnie barracellari e delle associazioni di volontariato

Dettagli

C L I N I CA V E T E R I N A R I A T I BA L D I. Gentile cliente, ho il piacere di presentare la nostra carta dei servizi.

C L I N I CA V E T E R I N A R I A T I BA L D I. Gentile cliente, ho il piacere di presentare la nostra carta dei servizi. CARTA DEI SERVIZI Presentazione Gentile cliente, ho il piacere di presentare la nostra carta dei servizi. Questo importante strumento è stato concepito per portarla a conoscenza dei servizi erogati all

Dettagli

Dr. Corbetta Contardo Luigi Dr. Corti Fiorenzo Massimo Dr.ssa Lampreda Maria P. Consuelo (Via Giotto 20 20060 Masate)

Dr. Corbetta Contardo Luigi Dr. Corti Fiorenzo Massimo Dr.ssa Lampreda Maria P. Consuelo (Via Giotto 20 20060 Masate) 09/2009 CARTA INFORMATIVA DEI SERVIZI DEI MEDICI IN GRUPPO Dr. Corbetta Contardo Luigi Dr. Corti Fiorenzo Massimo Dr.ssa Lampreda Maria P. Consuelo (Via Giotto 20 20060 Masate) IL MEDICO DI MEDICINA GENERALE

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI MEDICINA IN RETE INTRAMED-RAPALLO ------------------------

CARTA DEI SERVIZI MEDICINA IN RETE INTRAMED-RAPALLO ------------------------ CARTA DEI SERVIZI MEDICINA IN RETE INTRAMED-RAPALLO ------------------------ Dr. Salvatore ROMANO Spec. in Chirurgia Plastica Spec. in Oncologia Sede studio: piazza G. Garibaldi 45 Rapallo Telefono fisso:

Dettagli

Medico competente specialista in medicina del lavoro. Chi è il medico competente?

Medico competente specialista in medicina del lavoro. Chi è il medico competente? MEDICINA DEL LAVORO IL NOSTRO IMPEGNO Siamo un azienda leader nel campo della medicina del lavoro e da anni eroghiamo servizi su tutto il territorio nazionale, forti di un esperienza maturata nelle molteplici

Dettagli

Brescia, 24 gennaio 2013 Prot. n. 38/P. A tutti i Direttori dei CFA Loro sedi. CIRCOLARE n. 4. Oggetto: AiFOS soggetto formazione nazionale ope legis

Brescia, 24 gennaio 2013 Prot. n. 38/P. A tutti i Direttori dei CFA Loro sedi. CIRCOLARE n. 4. Oggetto: AiFOS soggetto formazione nazionale ope legis Brescia, 24 gennaio 2013 Prot. n. 38/P A tutti i Direttori dei CFA Loro sedi CIRCOLARE n. 4 Oggetto: AiFOS soggetto formazione nazionale ope legis Premessa Le circolari e le norme A seguito dei diversi

Dettagli

SERVIZI PER L AUTONOMIA DELLA PERSONA DISABILE

SERVIZI PER L AUTONOMIA DELLA PERSONA DISABILE SERVIZI PER L AUTONOMIA DELLA PERSONA DISABILE Sportello di informazioni sulla disabilità 4 È un servizio promosso dalle associazioni Abc-Liguria e Dopodomani Onlus per dare informazioni ed indicazioni

Dettagli

Azione Pegaso 2015. del D.Lgs. 81/08. Corso di formazione per Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza

Azione Pegaso 2015. del D.Lgs. 81/08. Corso di formazione per Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza Applicazione del D.Lgs. 81/08 nella scuola Corso di formazione per Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza Cosa deve fare il Dirigente Scolastico (misure generali di tutela, art 15) Individuare

Dettagli

Legge 12 luglio 2011, n. 112

Legge 12 luglio 2011, n. 112 Legge 12 luglio 2011, n. 112 Legge 12 luglio 2011, n. 112 (pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana 19 luglio 2011, n. 166) Istituzione dell Autorità garante per l infanzia e l adolescenza.

Dettagli