Indice dei capitoli. Introduzione - Perché utilizzare Internet per. insegnare l'inglese e rendere più coinvolgente il

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Indice dei capitoli. Introduzione - Perché utilizzare Internet per. insegnare l'inglese e rendere più coinvolgente il"

Transcript

1

2 Indice dei capitoli Introduzione - Perché utilizzare Internet per insegnare l'inglese e rendere più coinvolgente il tuo insegnamento. Cap. primo - Definire i propri obiettivi didattici. Capitolo secondo - Tradizione o innovazione? Cap. terzo - Come usare Internet per individuare le esigenze dei tuoi alunni. Cap. quarto - Organizzare il lavoro didattico. Cap. quinto - Sviluppare la capacità di ascolto e comprensione usando le risorse che ci offre Internet. Capitolo sesto - Le risorse video ed i film che possiamo trovare su Internet. Capitolo settimo - Con Internet, la grammatica è divertente! Conclusioni e ringraziamenti. Roberto Farci e Susanna Corsini 2

3 Introduzione Perché utilizzare Internet per rendere più coinvolgente il tuo insegnamento. Per un insegnante di lingue straniere, oggi la vita si è fatta allo stesso tempo più facile e più difficile. Più facile, perché le risorse a disposizione per insegnare le lingue straniere grazie alla diffusione di Internet sono aumentate in maniera esponenziale; più difficile, perché la quantità di risorse disponibili è tale per cui orientarsi nell'oceano di proposte didattiche (a volte ottime, altre volte molto meno) rende spesso estremamente complicato selezionarle ed utilizzarle in modo appropriato. Roberto Farci e Susanna Corsini 3

4 Internet è proprio come un oceano: al suo interno puoi trovare di tutto, ma puoi anche perdere la rotta con molta facilità. Per questo motivo, grazie alla nostra più che ventennale esperienza di insegnamento ed alla passione per la ricerca di valide risorse didattiche, siamo riusciti a reperire moltissimi siti di grande valore, grazie ai quali potrai migliorare enormemente la qualità e l'ampiezza della tua proposta didattica, adattandola alle esigenze dei tuoi allievi. Potrai, ad esempio, trovare con facilità moltissimi esercizi per migliorare l'abilità di listeningcomprehension, che come ogni insegnante sa, è forse quella più difficile da padroneggiare, soprattutto ai livelli più elevati. Pensa anche solo per un istante alla straordinaria varietà di pronunce, accenti e velocità che caratterizzano i parlanti anglofoni in ogni parte del mondo e non potrai che convenire con noi su un fatto che molti stentano ancora a riconoscere come ovvio: capire una lingua straniera in modo corretto è molto più difficile che parlarla, leggerla o scriverla correttamente. Roberto Farci e Susanna Corsini 4

5 Non lo sapevi? Pur essendo l'inglese la lingua adottata in tutto il mondo per le comunicazioni tra i piloti e il personale delle torri di controllo, moltissimi incidenti vengono causati proprio da incomprensioni linguistiche, che dovrebbero essere invece evitate in modo assoluto per potersi scambiarsi in modo assolutamente chiaro e inequivocabile le corrette istruzioni per il volo e le operazioni di decollo ed atterraggio. Purtroppo questo non sempre accade (spesso per banali differenze di pronuncia), con gravi conseguenze per la sicurezza dei passeggeri e degli stessi equipaggi. Roberto Farci e Susanna Corsini 5

6 In questo e-book troverai moltissime risorse per esercitare i tuoi allievi nella listening-comprehension ad ogni livello, con esercizi graduati di difficoltà crescente, con testi e materiali adatti ai gusti di tutti (film, canzoni, notiziari, audio-books, documentari, etc., etc.), ma soprattutto troverai qualcosa che cercando da solo su Internet non troveresti mai: un'accurata selezione delle migliori risorse, catalogate e descritte secondo il tipo di uso che vorrai farne! Con un grandissimo risparmio di tempo e fatica, troverai subito ciò che fa per te! Ti abbiamo detto che potrai trovare tutto ciò che ti serve per personalizzare il tuo insegnamento ed adattarlo Roberto Farci e Susanna Corsini 6

7 alle esigenze di ciascuno dei tuoi allievi. Tra di loro, infatti, ci sarà sicuramente l'allievo svogliato, che però potrebbe farsi coinvolgere da giochi a quiz e da attività divertenti, che potrebbero aiutarlo ad imparare tanti vocaboli riguardanti qualsiasi argomento o campo semantico tu voglia scegliere per le tue attività didattiche (musica, sport, vacanze, viaggi, etc.). Potresti anche imbatterti nell'allievo timido, che ha paura di parlare davanti agli altri, e che potrebbe invece cominciare a sviluppare un approccio personale ed autonomo allo studio dell inglese, magari maggiormente indirizzato a giochi grammaticali, cruciverba o altre attività da svolgere per proprio conto o col compagno preferito. Ti potrebbe anche capitare di avere degli allievi che desiderano imparare a fare il giornalista sportivo, e su Internet potrebbero ascoltare le telecronache in inglese della loro squadra preferita, per poi cercare di produrne di proprie, anche inventando partite di fanta-calcio. Roberto Farci e Susanna Corsini 7

8 Insomma, grazie alla sterminata quantità di risorse che abbiamo reperito sul web, e soprattutto grazie alla straordinaria pazienza di mia moglie Susanna, anche lei insegnante di inglese con la passione per le ricerche didattiche on line, in questo e-book potrai trovare tutto ciò che ti serve per sviluppare la tua personalissima didattica della lingua inglese. Ora devi solo iniziare con noi questo viaggio incredibile, che ti porterà a scoprire come Internet possa cambiare definitivamente in meglio la tua esperienza di insegnante di inglese. E ricorda: se la tua scuola non è dotata di attrezzature adeguate o di una connessione Internet, come abbiamo già detto in Insegnare inglese nelle classi difficili (scaricabile gratuitamente sul sito ) potrai sempre creare la tua personale ed autonoma cassetta degli attrezzi con una spesa limitata, una cassetta che ti sarà di grandissimo aiuto, se lo vorrai, anche per avviare una tua Roberto Farci e Susanna Corsini 8

9 personale attività di insegnamento privato per allievi di ogni età. Capitolo primo Definire i nostri obiettivi didattici Abbiamo sentito dire moltissime volte, da parte dei nostri colleghi insegnanti, di come siano quasi spaventati dall'utilizzo di Internet nella didattica in classe: anche se sono abbastanza pratici nell'uso del computer ed utilizzano regolarmente i sussidi didattici su CD e DVD forniti dalle case editrici assieme ai libri di testo, se iniziano a cercare Roberto Farci e Susanna Corsini 9

10 delle risorse su Internet si disperdono tra mille proposte, non sanno da dove cominciare, ma soprattutto non sanno dove andare a parare: ecco allora che la prima cosa da fare è definire gli obiettivi didattici che desideriamo che i nostri allievi raggiungano, in modo possibilmente autonomo. Vogliamo che imparino a seguire un telegiornale ed a capirne i contenuti? Vogliamo che imparino ad analizzare un'opera letteraria? Desideriamo che imparino a cogliere le differenze tra la pronuncia del British English rispetto all' American English? Gli obiettivi che è possibile stabilire, magari assieme ai nostri allievi o in accordo con altri colleghi del consiglio di classe, sono letteralmente infiniti, e su Internet è sempre possibile trovare la risorsa giusta per poterli raggiungere. Ecco, una volta che avremo definito le nostre esigenze didattiche in base a quelle dei nostri allievi, siano essi adolescenti, adulti, professionisti che desiderano migliorare la propria qualificazione professionale, turisti che desiderano Roberto Farci e Susanna Corsini 10

11 maggiore autonomia quando sono in viaggio o altre ancora, grazie alle descrizioni che ci guideranno nella scelta e nell'uso di ogni singola risorsa potremo impostare il nostro personale piano didattico per poter raggiungere i nostri obiettivi nel modo più soddisfacente possibile assieme ai nostri allievi. Una volta stabilito cosa desideriamo fare troveremo le risorse che fanno al caso nostro. Se poi ci vorrai chiedere qualche risorsa specifica di cui hai bisogno saremo felici di aiutarti: basterà che ci scriva una all'indirizzo chiedendoci una consulenza personalizzata per risolvere il tuo problema o la tua specifica esigenza. Roberto Farci e Susanna Corsini 11

12 Capitolo secondo Tradizione o innovazione? Abbiamo parlato finora di come diversificare il tuo insegnamento grazie alle risorse che Internet mette a tua disposizione, ma forse potresti pensare che una bella lezione Roberto Farci e Susanna Corsini 12

13 frontale tradizionale è più semplice e meno impegnativa rispetto all'approccio didattico innovativo che l'utilizzo di Internet ci permette: ebbene, in effetti in molti casi l'utilizzo delle risorse on line è, soprattutto all'inizio, abbastanza impegnativo: occorre fare prima una serie di prove tecniche per verificare se nelle nostre aule c'è la possibilità di utilizzare collegamenti Internet sufficientemente stabili; occorre saper gestire i vari siti web in modo da mostrare padronanza delle risorse e delle modalità di svolgimento delle attività on line ed infine occorre avere in classe almeno alcuni alunni disposti a collaborare con noi nell'utilizzo delle lavagne interattive, o anche del proiettore e dei computer, etc., etc. Insomma, la parte tecnica non è sempre facile da gestire, almeno in certe situazioni, ed occorre spesso essere dotati di attrezzature autonome quando le scuole ed il personale tecnico, come purtroppo spesso accade, non ci supportano adeguatamente. Roberto Farci e Susanna Corsini 13

14 Ovviamente anche l'utilizzo del tradizionale libro cartaceo e della lavagna col gesso non sono certo da scartare, dato che rappresentano in molti casi degli strumenti tuttora assolutamente indispensabili per la nostra didattica, ma non dobbiamo avere paura di cercare soluzioni nuove, se non vogliamo che alla lunga la ripetitività e la noia provochino nei nostri allievi una irrimediabile caduta di motivazione e di coinvolgimento nello studio. Considera poi che gli alunni di oggi sono completamente diversi da quelli di ieri, che erano molto più avvezzi ad uno studio di tipo tradizionale. Oggi invece la motivazione ad imparare è una componente fondamentale per l'efficacia del processo di insegnamento/apprendimento, sia che lavoriamo con degli adolescenti nella scuola statale o privata, sia che abbiamo a che fare con allievi di corsi professionali spesso assolutamente disinteressati alle materie non di indirizzo, o con adulti esigenti e spesso smaniosi di conseguire risultati in breve tempo, con aspettative spesso poco realistiche, magari perché sono Roberto Farci e Susanna Corsini 14

15 desiderosi di imparare le lingue straniere per colmare le proprie insicurezze o insoddisfazioni interiori. Ebbene, una volta risolte alcune possibili difficoltà iniziali, l'uso di Internet e delle sue infinite risorse può dare risposta a molte di queste esigenze (talvolta inespresse, ma assolutamente presenti); Internet può davvero rappresentare una svolta fondamentale nel tuo modo di insegnare le lingue straniere: e questo è ancora più vero per noi insegnanti di inglese, dato che le risorse a nostra disposizione sono oramai davvero immense. Insomma, se desideri dare una svolta decisiva al tuo insegnamento, rendendolo decisamente più coinvolgente ed efficace, ma hai paura di non sapere come fare o da che parte iniziare, questo e-book è proprio quello che fa per te! * * * * * * Roberto Farci e Susanna Corsini 15

16 Capitolo terzo Come usare Internet per individuare le esigenze dei tuoi alunni. I test d'ingresso d'inizio anno scolastico rappresentano un rituale spesso trito e ritrito delle nostre lezioni all'inizio dell'anno scolastico. Non parlo ovviamente delle classi che già conosciamo o degli alunni che comunque abbiamo avuto Roberto Farci e Susanna Corsini 16

17 di recente, magari in altre classi o in corsi di recupero, ma piuttosto di alunni a noi completamente sconosciuti. In questo caso, i test d'ingresso possono effettivamente rappresentare uno strumento utile, a patto che definiamo in modo chiaro l'obiettivo che vogliamo ottenere e non li consideriamo come un semplice obbligo da assolvere, da trascrivere nella programmazione d'inizio anno. Molto spesso infatti questi test, se non sono ben predisposti ed adeguatamente somministrati, si rivelano un puro spreco di tempo e di risorse, dato che la scarsa motivazione degli allievi che li svolgono e la non chiara formulazione degli obiettivi degli stessi test da parte del docente finisce per inficiarne l'efficacia e per ridurli al solito rituale cui adempiere perché... si è sempre fatto così..., tanto poi, per quel che servono...!!. Internet in questo senso rappresenta una validissima alternativa, piacevole da utilizzare ed efficacissima nel restituire risultati veritieri, dato che, senza pretendere risultati che ci forniscano con accuratezza scientifica Roberto Farci e Susanna Corsini 17

18 indicazioni precise sul livello di conoscenze linguistiche dei nostri allievi (come quelle che cerchiamo spesso invano di ottenere attraverso i tradizionali test scritti e orali), può invece fornirci indicazioni molto più utili ed affidabili su ciò che è veramente importante per i nostri alunni: la scoperta dei loro reali interessi, che rappresenta la vera base su cui costruire il nostro progetto didattico. Ecco quello che potrebbe essere un semplicissimo, ma estremamente efficace, test di ingresso da somministrare attraverso l'utilizzo di Internet: portate i vostri allievi, se ne avete la possibilità, nell'aula di informatica; chiedetegli di effettuare per voi una ricerca su Internet riguardo un argomento che sceglierete voi stessi, spiegando loro, per Roberto Farci e Susanna Corsini 18

19 esempio, che volete trovare delle notizie di attualità ( o qualsiasi altra cosa vogliate) e che vorreste che vi aiutassero in questa ricerca: raccomandate loro ovviamente di evitare siti illegali, di gioco d'azzardo o con contenuti pornografici, dato che sarebbero facilmente scoperti e rintracciati, e lasciate che inizino la loro ricerca. Ovviamente, a parte qualcuno dei più diligenti, tutti gli altri, nel giro di pochi minuti, avranno già dimenticato il vostro spunto di ricerca iniziale e si saranno lanciati in ardite navigazioni in rete alla ricerca di quelli che sono i loro siti ed argomenti preferiti, ma in realtà è proprio questo ciò che davvero ci interessa scoprire. Durante la ricerca girate tra di loro con fare noncurante, avendo cura di annotare in modo discreto i siti e i principali argomenti e contenuti tra cui stanno navigando i vostri alunni: sicuramente ci sarà qualcuno che andrà alla ricerca di siti sportivi, chi si dedicherà ai social media, chi Roberto Farci e Susanna Corsini 19

20 invece cercherà qualcosa sulla musica, sul cinema, sulla moda o su altri svariati argomenti. Altri si recheranno su siti di maggiore impegno, cercando magari dei video, dei documentari o contenuti molto specifici. Insomma, quello che ci interessa veramente scoprire sono gli argomenti a cui i nostri studenti sono realmente interessati, perché è anche in base a questi argomenti che potremo costruire il nostro progetto didattico. Roberto Farci e Susanna Corsini 20

21 Capitolo quarto Organizzare il lavoro didattico. Per far convergere il nostro impegno su alcuni punti focali, allo scopo di evitare di disperdere le nostre energie in mille rivoli, evitando il rischio sempre presente dell'inconcludenza, ora dovremo riflettere attentamente su quelli che sono i risultati ottenuti: infatti gli spunti che Roberto Farci e Susanna Corsini 21

22 avremo raccolto attraverso il nostro test (o altri test che avremo deciso di utilizzare) andranno poi organizzati in categorie che presentino elementi simili, allo scopo di individuare almeno due o tre principali aree di interesse su cui lavorare; per fare un esempio concreto, potremmo selezionare i seguenti argomenti: sport, moda e musica, che sicuramente copriranno almeno il 70% degli interessi dei nostri allievi. Ma ovviamente la scelta degli argomenti rappresenta solo il primo passo di questo tipo di programmazione didattica; il passo successivo è infatti condizionato dagli stili di apprendimento dei nostri alunni. Tutti noi insegnanti sappiamo bene che ogni alunno ha le sue materie ed i suoi argomenti preferiti, ma partendo appunto da questa considerazione dovremo trovare il modo più coinvolgente per far studiare o comunque partecipare al nostro progetto didattico anche quegli alunni che non hanno voglia di sedersi per studiare e fare i tradizionali esercizi sui libri. Roberto Farci e Susanna Corsini 22

23 Attraverso lo svolgimento di alcune attività potremo scoprire quali sono quelle che ci possono consentire di coinvolgere maggiormente anche quegli alunni che non si applicano allo studio attraverso metodi tradizionali: Internet ci offre una miriade di attività per far partecipare con entusiasmo anche gli alunni più svogliati, soprattutto se riusciremo a coinvolgere quelli che esercitano maggiore influenza sugli altri: investire un po' di tempo e di impegno per coinvolgere i più distratti ci permetterà di coinvolgere in breve tempo tutto il gruppo classe. Cominciamo subito col selezionare una serie di giochi sulle varie abilità, con utilizzo di quiz, karaoke, attività di ascolto, etc. etc.; le attività on line ci possono infatti aiutare a capire in breve tempo quali sono i punti forti ed i punti deboli dei nostri alunni. Ecco alcuni esempi: dato che la conoscenza del lessico è assolutamente fondamentale per poter padroneggiare qualsiasi lingua, poniamo il caso di voler impostare la nostra azione didattica a partire dalla costituzione di una buona Roberto Farci e Susanna Corsini 23

24 base lessicale su diverse aree semantiche che riteniamo siano necessarie per una buona conoscenza dell'inglese; potremmo cominciare ad esempio con il linguaggio familiare, con i cibi e le bevande, il gergo sportivo, i mezzi di trasporto, i paesi del mondo, etc. etc. Abbiamo solo l'imbarazzo della scelta, perché una volta stabilito l'oggetto di questa prima fase di studio potremo subito sfruttare efficacemente una delle principali risorse didattiche di Internet: i giochi interattivi, ed in particolare i giochi a quiz! Vedremo presto in dettaglio alcuni esempi che ci aiuteranno a mettere in pratica in modo divertente e coinvolgente quanto abbiamo appena detto. Attraverso queste attività potremo vedere quasi subito quali dei nostri alunni ne saranno maggiormente coinvolti, e scopriremo che l'utilizzo di una semplice gara a punti condotta magari a coppie permetterà a tutti di ricordare nel giro di poco tempo una grande quantità di nuovi termini. Roberto Farci e Susanna Corsini 24

25 Ecco una risorsa eccezionale che potremo utilizzare per apprendere e far apprendere tantissime parole nuove in modo divertente e interattivo! Visitatela, esploratela e provate voi stessi a fare i numerosissimi giochi che vi saranno proposti da questo ottimo sito! Avrete solo l imbarazzo della scelta: Ovviamente gli obiettivi didattici che ci dovremo porre per far sì che i nostri alunni imparino ad utilizzare Internet come strumento di studio debbono essere ben chiari anzitutto a noi stessi: ad esempio, oltre ad avere una buona base lessicale, i nostri alunni dovranno acquisire tutte le abilità di base: essere in grado di leggere e capire Roberto Farci e Susanna Corsini 25

26 correttamente varie tipologie di testi, riconoscere le strutture grammaticali che vogliamo che imparino ad utilizzare, imparare a scrivere in modo da riuscire a comunicare in modo efficace e possibilmente corretto, ma soprattutto dovranno acquisire quella che, a nostro parere, rappresenta una delle abilità più difficili da padroneggiare: una buona capacità di ascolto e comprensione di testi orali di vario genere (interviste, dialoghi, racconti, etc.) in cui i madrelingua inglese di vari paesi del mondo si esprimono attraverso vari registri linguistici. Roberto Farci e Susanna Corsini 26

27 Capitolo quinto Sviluppare le capacità di ascolto e comprensione usando Internet. Partiamo appunto dalla Listening-Comprehension : ecco che Internet ci viene subito in aiuto con tantissime Roberto Farci e Susanna Corsini 27

28 risorse, ma per evitare di confonderci le idee con troppe proposte, inizieremo con un sito di grandissima utilità che si chiama Real English. Qui troveremo una serie di utilissime lezioni graduate basate proprio sulla listening-comprehension; ecco una sintetica descrizione di come sono organizzate queste lezioni: ognuna di esse è focalizzata su uno specifico argomento e si basa sull'utilizzo di video (con e senza sottotitoli) e sul conseguente svolgimento di una serie di esercizi di ascolto, comprensione, registrazione e controllo in tempo reale della propria pronuncia. Gli esercizi sono semplici e divertenti, ma allo stesso tempo impegnativi e molto efficaci. Come dice il nome del sito, Real English ci da la possibilità di ascoltare una grande varietà di pronunce di tanti native speakers provenienti da ogni parte del mondo e di ogni estrazione sociale, così da permetterci di Roberto Farci e Susanna Corsini 28

29 apprendere e praticare una vastissima gamma di pronunce e di strutture linguistiche di ogni tipo, da quelle più informali e quotidiane a quelle legate a registri più complessi e raffinati. Ecco ancora un altro sito americano molto valido ed estremamente utile per migliorare le nostre abilità di comprensione: Randall s ESL Cyber-Listening Lab: La struttura del sito presenta nella parte centrale l'offerta formativa basata su esercizi a quiz di Listening- Comprehension di vario livello. In particolare il sito presenta diverse sezioni: la prima ci offre numerosissimi General listening quizzes, contenenti una serie di conversazioni su un'ampia varietà di Roberto Farci e Susanna Corsini 29

30 argomenti di carattere quotidiano, suddivisi per livelli di difficoltà, dove potremo ascoltare voci di adulti e bambini; la verifica della comprensione dei testi si svolge appunto attraverso dei quiz a scelta multipla. Abbiamo poi i Basic Listening Quizzes, brevi attività destinate a studenti di livello principiante e intermedio, ed i Listening Quizzes for Academic Purposes, contenenti tests per la preparazione agli esami per le certificazioni TOEFL/TOEIC. Un'altra sezione molto interessante ed utile è quella destinata all'ampliamento delle conoscenze lessicali ed al miglioramento della pronuncia, intitolata 20-Minute ESL Vocabulary Lessons. Troviamo infine altre due sezioni: Language Learning and Life Tips, contenente suggerimenti su abilità utili per la vita di tutti i giorni (in particolare nel Roberto Farci e Susanna Corsini 30

31 settore dell'informatica), e Long Conversations with RealVideo, basata appunto sull'ascolto di lunghe conversazioni e interviste autentiche di differenti livelli di difficoltà. In tutte le sezioni gli esercizi sono strutturati con attività di pre-listening, contenenti informazioni di vario genere, e presentano dei glossari da leggere e acquisire prima di passare all'esercizio di ascolto. Successivamente a queste attività introduttive, ecco che iniziamo a svolgere gli esercizi di ascolto veri e propri, che eseguiremo cliccando sui files audio (generalmente di ottima qualità), per poi svolgere gli esercizi di comprensione, basati su test true/false o a scelta multipla, seguiti dal controllo finale dei risultati, che ci permetterà di verificare e correggere eventuali errori. Possiamo ovviamente rifare il quiz premendo il pulsante reset. Roberto Farci e Susanna Corsini 31

32 Troviamo anche numerosi esercizi basati sul riordino di frasi, esercizi a risposta breve, esercizi di matching ed altri ancora. Al di sotto del titolo di ogni listening viene indicata anche la lunghezza dell'attività, mentre sarà sufficiente cliccare in alto sulla sezione quiz script per poter leggere l'intero testo scritto dell'esercizio di ascolto. Successivamente si potrà guardare una video-lezione nella quale viene spiegato come affrontare efficacemente l'argomento della listening, mettendone in evidenza i anche i contenuti grammaticali. Molto utili anche gli esercizi post-listening, che consistono nel presentare una serie di situazioni in cui gli studenti dovranno mettere in pratica quanto presentato nell'attività appena svolta. Roberto Farci e Susanna Corsini 32

33 Un'ultima sezione ci consentirà di svolgere delle ricerche su Internet, destinate a sviluppare le capacità critiche dello studente, cui sarà richiesto di esprimere pareri in modo personale e indipendente e di motivare considerazioni e affermazioni su qualsiasi argomento trattato. Questa capacità critica, come è ovvio, è un'abilità che prescinde dall'ambito strettamente linguistico, ed è particolarmente utile a tutti coloro che desiderano affinare le proprie capacità logiche e di ragionamento: per questo motivo questi esercizi sono destinati particolarmente a studenti che già possiedono una buona padronanza linguistica ed un certo grado di maturità personale, anche se costituiscono un utile esercizio per tutti, non esclusi molti tra noi docenti :- ( Ecco poi una proposta di apprendimento step-by-step con la Listening-Comprehension: un altro sito particolarmente utile per chi insegna a dei Beginners e Roberto Farci e Susanna Corsini 33

34 False Beginners, ma ricco di materiali utili a studenti di ogni livello, è certamente ELLLO. ELLLO offre una vasta gamma di attività, per tutte le attività! Gli studenti, con la nostra guida o anche in modo totalmente autonomo, possono seguire questi semplici steps per praticare e migliorare il proprio inglese. Step 1: Scegliere un compito: gli studenti possono sfogliare gli elenchi di attività e scegliere un'attività che li interessa. Ci sono oltre 2000 diverse lezioni, quindi c'è sicuramente qualcosa di adatto a tutti. Per cercare l'argomento che maggiormente li interessa, gli studenti possono andare alla pagina di ricerca avanzata, effettuare la Roberto Farci e Susanna Corsini 34

35 loro scelta, individuare il livello più adatto a loro ed il paese di origine di chi parla nell'esercizio di Listening da svolgere. Step 2: basta ascoltare! Su qualsiasi pagina di attività è possibile riprodurre l'audio e ascoltare, anche solo per gioco. L'idea principale su cui si basano le attività del sito è quella di ascoltare per divertimento e recepire il messaggio contenuto nel testo che viene pronunciato. In molte attività ci sono vari modi per ascoltare l'audio. Su un PC, uno studente può ascoltare l'audio o utilizzare le varie attività multimediali proposte. Gli studenti possono anche regolare la difficoltà di ascolto con il testo visualizzabile o nascondendo il testo alla vista. Step 3: lettura e revisione: dopo il primo ascolto, è una buona idea leggere il testo e rivedere la lingua. Leggendo il testo, con o senza l'audio, gli studenti possono imparare nuove parole e frasi e vedere con quale fluidità si parla nella vita reale. Nella maggior parte delle lezioni audio c'è anche un aiuto lessicale per capire le parole più difficili. Roberto Farci e Susanna Corsini 35

36 Step 4: interagisci e metti alla prova la tua conoscenza. Ogni attività può richiedere un utile ripasso, che si può fare attraverso l'utilizzo di quiz lessicali. Questi quiz possono essere svolti in qualsiasi fase dell'attività, anche mentre si ascolta o, ancora meglio, dopo aver terminato l'ascolto. I quiz rendono le lezioni più divertenti, (perché è divertente ottenere le risposte giuste!) ma gli studenti non devono pensare di limitarsi a svolgere i quiz per imparare la lezione, perché questo non sarebbe comunque sufficiente. Step 5: continuate ad esercitarvi. Ogni lezione è abbastanza breve e può essere completata in circa cinque minuti. Dopo aver fatto un primo ascolto, gli studenti vengono incoraggiati a continuare ad usare l'inglese attraverso l'ascolto di una nuova attività. Elllo mira a fornire una grande quantità di attività di ascolto in modo che gli studenti possano sempre andare avanti e migliorarsi attraverso l'esercizio continuo! Roberto Farci e Susanna Corsini 36

37 Rimettiamo il link per poter trovare e visitare il sito Un'altra risorsa straordinaria e gratuita è rappresentata dal sito di Breaking News English, fatta apposta per chi desidera utilizzare attività di Listening-Comprehension completate da eccellenti risorse per attività di Reading e Dictation. (http://www.breakingnewsenglish.com/) Roberto Farci e Susanna Corsini 37

38 Per questo motivo, anche grazie alla qualità e alla varietà dei suoi contenuti, questa risorsa può essere utilizzata con ottimi risultati anche da chi insegna agli adulti (anche in rapporto one-to-one ) e magari desidera commentare i contenuti delle notizie per svolgere delle efficaci attività di conversazione. Anche chi ha deciso di imparare l'inglese come autodidatta potrà utilizzare Breaking News English con piacere e con grande profitto. Il sito è molto ben strutturato ed offre quasi 2000 lezioni gratuite, basate su esercizi di Listening- Comprehension e Reading a vari livelli, adatto a tutti, a partire dai principianti fino a coloro che già si trovano ai livelli più avanzati. Come si può vedere sulla barra blu in alto, il sito è organizzato in attività di Listening-Comprehension basate su notizie di attualità di vario genere, tratte da agenzie di stampa, giornali e varie altre fonti. Roberto Farci e Susanna Corsini 38

39 Ogni notizia può essere ascoltata con vari livelli di difficoltà, che si differenziano nella velocità con cui viene proposto l'ascolto. Per ogni notizia, oltre agli esercizi di Listening-Comprehension, ci vengono proposti degli esercizi di Reading, basati sulla lettura del testo della notizia che scorre a differenti velocità a seconda del livello di minore o maggiore difficoltà scelto. Possiamo anche scaricare un PDF da stampare, contenente vari esercizi di verifica della corretta comprensione del testo ed altre interessanti proposte di attività on line, quali esercizi di Listening, Reading, Matching, Spelling ed altre di tipo lessicale. Ci sono anche le lezioni pronte con tutte le attività già predisposte in sequenza! Insomma, una vera risorsa per chi desidera migliorare le proprie capacità di ascolto e comprensione (ma non solo...) della lingua inglese. Roberto Farci e Susanna Corsini 39

INDICE. La LESSON Pag.10 Il Digital Book Pag.11 la FOCUS La REVISION Pag.12 Il CHECKPOINT Pag.13 Suggerimenti pratici

INDICE. La LESSON Pag.10 Il Digital Book Pag.11 la FOCUS La REVISION Pag.12 Il CHECKPOINT Pag.13 Suggerimenti pratici INDICE Pag.2 Pag.3 Pag.4 Pag.5 Pag.7 Pag.8 Pag.9 Requisiti tecnici per il portale studenti Il primo accesso al sito students.myes.it Il menu principale La scheda dello studente Come cambiare la password

Dettagli

Esercizi del programma (solo su CD-ROM)

Esercizi del programma (solo su CD-ROM) Esercizi Esercizi del programma (solo su CD-ROM) Utilizzo dei comandi Per capire il significato dei termini utilizzati nei video è possibile consultare il glossario.. Passa alla schermata successiva. Ritorna

Dettagli

Il corso di INGLESE unico e innovativo!

Il corso di INGLESE unico e innovativo! CORSI DI LINGUA INGLESE Il corso di INGLESE unico e innovativo! Ogni attività del corso ha una rilevanza personale, caratteristica che incoraggia gli allievi ad esprimersi liberamente in lingua creando

Dettagli

Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE. Dalla competenza chiave alla competenza base

Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE. Dalla competenza chiave alla competenza base Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE Dalla competenza chiave alla competenza base Competenza chiave: comunicazione nelle lingue straniere. Competenza base:

Dettagli

INGLESE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUINTA

INGLESE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUINTA INGLESE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUINTA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI AD ASCOLTO L alunno comprende brevi messaggi orali e scritti relativi ad ambiti familiari. Svolge i compiti secondo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI EDOLO CURRICOLO DI LINGUA INGLESE - SCUOLA PRIMARIA - CLASSE PRIMA. Conoscere alcuni vocaboli in inglese di uso comune.

ISTITUTO COMPRENSIVO DI EDOLO CURRICOLO DI LINGUA INGLESE - SCUOLA PRIMARIA - CLASSE PRIMA. Conoscere alcuni vocaboli in inglese di uso comune. ISTITUTO COMPRENSIVO DI EDOLO CURRICOLO DI LINGUA INGLESE - SCUOLA PRIMARIA - CLASSE PRIMA NUCLEO FONDANTE COMPETENZE ATTESE CONOSCENZE E ABILITA' AMBIENTE DI APPRENDIMENTO (Quadro Comune Riferimento Europeo)

Dettagli

Fasi. Relazione finale della Progettazione Learning English through podcasting Docente Roberta Pizzullo Classe E12- Progettazione I anno Corso DOL-

Fasi. Relazione finale della Progettazione Learning English through podcasting Docente Roberta Pizzullo Classe E12- Progettazione I anno Corso DOL- Relazione finale della Progettazione Learning English through podcasting Docente Roberta Pizzullo Classe E12- Progettazione I anno Corso DOL- Contenuti I contenuti del progetto sono stati discussi e poi

Dettagli

Obiettivi formativi Competenze europee Da Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell'infanzia e del primo ciclo d'istruzione (2012)

Obiettivi formativi Competenze europee Da Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell'infanzia e del primo ciclo d'istruzione (2012) LIVELLO: Esperienze significative, lezioni partecipate, progetti... realizzati Drama Filastrocche / Canzoni / Giochi di Total Physical Response (TPR) Scuola dell'infanzia/1^ Scuola Primaria Disciplina

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE

PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE DISCIPLINE DI RIFERIMENTO: LINGUE STRANIERE DISCIPLINE CONCORRENTI: tutte COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE FISSATI

Dettagli

Imparare ad imparare Comunicazione nella lingua straniera Spirito d'iniziativa Competenze sociali e civiche Consapevolezza ed espressione culturale

Imparare ad imparare Comunicazione nella lingua straniera Spirito d'iniziativa Competenze sociali e civiche Consapevolezza ed espressione culturale LIVELLO: Esperienze significative, lezioni partecipate, progetti... realizzati Drama Scuola dell'infanzia/1^ Scuola Primaria Disciplina di riferimento LINGUA INGLESE Obiettivi formativi Competenze europee

Dettagli

LICEO STATALE C. TENCA MILANO Dipartimento di Lingue PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE

LICEO STATALE C. TENCA MILANO Dipartimento di Lingue PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE MILANO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE STRUTTURA DELLA DISCIPLINA 2 Riflessione sulla lingua Dimensione comunicativa-funzionale Dimensione letteraria 3 Articolazione della disciplina

Dettagli

COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE

COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE La comunicazione nelle lingue straniere condivide essenzialmente le principali abilità richieste per la comunicazione nella madrelingua:

Dettagli

SUMMER SCHOOL «POLITICHE DI INTEGRAZIONE

SUMMER SCHOOL «POLITICHE DI INTEGRAZIONE SUMMER SCHOOL «POLITICHE DI INTEGRAZIONE LINGUISTICA E CULTURALE: PERCORSI E METODOLOGIE» BARI, 15-19 GIUGNO 2015 Presidente UMI MATERIALI DIDATTICI E INPUT LINGUISTICO. L ACQUISIZIONE DELL ITALIANO L2

Dettagli

COME STUDIARE CON DynEd

COME STUDIARE CON DynEd COME STUDIARE CON DynEd I corsi DynEd sono progettati per consentire l acquisizione della lingua inglese in modo naturale, accelerando i tempi dell apprendimento. Rappresentano un notevole passo avanti

Dettagli

I.C. CLEMENTE REBORA STRESA CURRICOLO VERTICALE DI INGLESE

I.C. CLEMENTE REBORA STRESA CURRICOLO VERTICALE DI INGLESE I.C. CLEMENTE REBORA STRESA CURRICOLO VERTICALE DI INGLESE INGLESE Scuola primaria di Gignese Classi I, II, II, IV, V COMPETENZE CHIAVE EUROPEE PL. 1 / 2 Comunicazione nelle lingue straniere Imparare ad

Dettagli

Curricolo di LINGUA INGLESE

Curricolo di LINGUA INGLESE Curricolo di LINGUA INGLESE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE FISSATI DALLE INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICOLO 2012 I traguardi sono riconducibili ai livelli A1 e A2 del Quadro Comune Europeo

Dettagli

SINTESI ANALISI DEI BISOGNI DI FORMAZIONE LINGUISTICA E DEI LIVELLI IN INGRESSO presso AZIENDA GENERICA S.p.A

SINTESI ANALISI DEI BISOGNI DI FORMAZIONE LINGUISTICA E DEI LIVELLI IN INGRESSO presso AZIENDA GENERICA S.p.A SINTESI ANALISI DEI BISOGNI DI FORMAZIONE LINGUISTICA E DEI LIVELLI IN INGRESSO presso AZIENDA GENERICA S.p.A DATA INTERVISTE: 30/09/2011 DATA ASSESSMENT: 14/10/2011 1 I bisogni di formazione linguistica

Dettagli

Relazione finale Progetto : NOI, AMICI SPECIALI ins. Gallo Maria classe L1

Relazione finale Progetto : NOI, AMICI SPECIALI ins. Gallo Maria classe L1 Relazione finale Progetto : NOI, AMICI SPECIALI ins. Gallo Maria classe L1 Quando si è trattato di definire un progetto da realizzare per la conclusione del primo anno DOL ho cercato d focalizzare le caratteristiche

Dettagli

SCUOLA MEDIA UNIFICATA "PIUMATI-CRAVERI-DALLA CHIESA" BRA ANNO SCOLASTICO 2012-2013

SCUOLA MEDIA UNIFICATA PIUMATI-CRAVERI-DALLA CHIESA BRA ANNO SCOLASTICO 2012-2013 SCUOLA MEDIA UNIFICATA "PIUMATI-CRAVERI-DALLA CHIESA" BRA ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE ANNUALE PER LA PRIMA LINGUA STRANIERA - INGLESE E necessario che all apprendimento delle lingue venga

Dettagli

I.O. Angelo Musco. Scuola Secondaria di I grado. Programmazione di lingua inglese. I medie

I.O. Angelo Musco. Scuola Secondaria di I grado. Programmazione di lingua inglese. I medie I.O. Angelo Musco Scuola Secondaria di I grado Programmazione di lingua inglese a.s. 2015/2016 L insegnamento della lingua inglese avrà come obiettivo principale l acquisizione delle funzioni comunicative

Dettagli

p. 5 1 Esercitazione e ripasso p. 5 1.1 Tutte le attività p. 5 1.2 Regole grammaticali p. 7 1.3 Verifiche suggerite p. 8 1.

p. 5 1 Esercitazione e ripasso p. 5 1.1 Tutte le attività p. 5 1.2 Regole grammaticali p. 7 1.3 Verifiche suggerite p. 8 1. 1 INDICE INTRODUZIONE 1 Che cos è WebLab? 2 Perché usare WebLab? p. 3 p. 3 p. 3 COME ACCEDERE A WebLAB? 1 Sei un insegnante? 2 Non sei ancora registrato? 3 Sei uno studente? p. 4 p. 4 p. 4 p. 4 LE ATTIVITÀ

Dettagli

Indicazioni 0perative PDP alunni stranieri Allegato 5

Indicazioni 0perative PDP alunni stranieri Allegato 5 Anno scolastico 2014/2015 Indicazioni 0perative PDP alunni stranieri Allegato 5 Gli alunni stranieri per i quali si prevedere la progettazione di un Piano Didattico Personalizzato sono quelli non ancora

Dettagli

LINGUA INGLESE - L3 PRIMO BIENNIO. Obiettivi formativi:

LINGUA INGLESE - L3 PRIMO BIENNIO. Obiettivi formativi: LINGUA INGLESE - L3 PRIMO BIENNIO Obiettivi formativi: Acquisire maggiore consapevolezza sia della cultura straniera che della propria esempio di una cultura diversa dalla propria Acquisire ed usare autonomamente

Dettagli

DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE

DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE LICEO CLASSICO CAVOUR TORINO DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE Documento programmatico Anno scolastico 2014-15 1. DOCUMENTO PROGRAMMATICO DEI DOCENTI DI LINGUA INGLESE. Gli insegnanti di Lingua Inglese del

Dettagli

Curricolo d Istituto per

Curricolo d Istituto per Istituto Comprensivo Dante Alighieri Trieste Scuola secondaria di primo grado Curricolo d Istituto per LINGUA STRANIERA Le lingue straniere offerte sono le seguenti: inglese, francese, tedesco e spagnolo.

Dettagli

COME CREARE TEST IN AUTOCORREZIONE CON QUESTBASE

COME CREARE TEST IN AUTOCORREZIONE CON QUESTBASE COME CREARE TEST IN AUTOCORREZIONE CON QUESTBASE A. OPERAZIONI PRELIMINARI Guida redatta da Attilio Galimberti 1. Collegati a Internet e vai all indirizzo www.questbase.com Clicca sul pulsante Iscriviti

Dettagli

Genitori. Il dono dell'inglese per bambini dai 3 mesi ai 19 anni. www.helendoron.it

Genitori. Il dono dell'inglese per bambini dai 3 mesi ai 19 anni. www.helendoron.it Genitori Il dono dell'inglese per bambini dai 3 mesi ai 19 anni www.helendoron.it Cari genitori, siamo felici che abbiate deciso di includere vostro/a figlio/a nelle lezioni di gruppo del programma Helen

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO TORRE PORDENONE LINGUA INGLESE E SECONDA LINGUA COMUNITARIA

ISTITUTO COMPRENSIVO TORRE PORDENONE LINGUA INGLESE E SECONDA LINGUA COMUNITARIA ISTITUTO COMPRENSIVO TORRE PORDENONE LINGUA INGLESE E SECONDA LINGUA COMUNITARIA Profilo delle competenze al termine del primo ciclo di istruzione: nell incontro con persone di diverse nazionalità è in

Dettagli

Finalmente a disposizione un software unico per tutte le LIM della scuola 2.0

Finalmente a disposizione un software unico per tutte le LIM della scuola 2.0 Finalmente a disposizione un software unico per tutte le LIM della scuola 2.0 Uno strumento unico per risolvere i problemi di compatibilità tra le diverse lavagne interattive Non fermarti alla LIM, con

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE DEL DIPARTIMENTO DI MATERIA DOCENTI: DI MARCO LOREDANA, GIOFFREDI ANGELA, DI NANNO STEFANIA NUCLEI FONDAMENTALI DI CONOSCENZE

PIANO DI LAVORO ANNUALE DEL DIPARTIMENTO DI MATERIA DOCENTI: DI MARCO LOREDANA, GIOFFREDI ANGELA, DI NANNO STEFANIA NUCLEI FONDAMENTALI DI CONOSCENZE Pag. 1 di 3 ANNO SCOLASTICO 2014-15 DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE INDIRIZZO AFM SIA RIM CLASSE BIENNIO TRIENNIO DOCENTI: DI MARCO LOREDANA, GIOFFREDI ANGELA, DI NANNO STEFANIA NUCLEI FONDAMENTALI DI CONOSCENZE

Dettagli

Il mio Portfolio per. l apprendimento. dello spagnolo. Biografia linguistica Passaporto linguistico Dossier. 2005, Paravia Bruno Mondadori Editori

Il mio Portfolio per. l apprendimento. dello spagnolo. Biografia linguistica Passaporto linguistico Dossier. 2005, Paravia Bruno Mondadori Editori S C U O L A S E C O N D A R I A D I P R I M O G R A D O Il mio Portfolio per l apprendimento dello spagnolo Biografia linguistica Passaporto linguistico Dossier 2005, Paravia Bruno Mondadori Editori Che

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ORVIETO - MONTECCHIO. SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO I. Scalza PROGRAMMAZIONE DI LINGUA INGLESE

ISTITUTO COMPRENSIVO ORVIETO - MONTECCHIO. SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO I. Scalza PROGRAMMAZIONE DI LINGUA INGLESE ISTITUTO COMPRENSIVO ORVIETO - MONTECCHIO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO I. Scalza PROGRAMMAZIONE DI LINGUA INGLESE ANNO SCOLASTICO: 2014/2015 CLASSI PRIME FINALITA': 1) Sviluppare una competenza plurilingue

Dettagli

Strumenti e materiali didattici: sitografia ragionata. Silvia Balabio

Strumenti e materiali didattici: sitografia ragionata. Silvia Balabio Strumenti e materiali didattici: sitografia ragionata Silvia Balabio Premessa Le risorse disponibili in rete per l insegnamento dell italiano L2 sono ormai numerose e costituiscono una fonte preziosa per

Dettagli

Istituto Comprensivo San Vito Scuola Primaria PROGETTAZIONE ANNUALE LINGUA INGLESE CLASSI V A - B

Istituto Comprensivo San Vito Scuola Primaria PROGETTAZIONE ANNUALE LINGUA INGLESE CLASSI V A - B Istituto Comprensivo San Vito Scuola Primaria PROGETTAZIONE ANNUALE LINGUA INGLESE CLASSI V A - B ANNO SCOLASTICO 2013-2014 Premessa La progettazione fa riferimento alle Indicazioni nazionali per il Curricolo

Dettagli

1. Scrivere ad amici e parenti

1. Scrivere ad amici e parenti 1. Scrivere ad amici e parenti In questo capitolo ci concentreremo sulle lettere per le persone che conosciamo. Normalmente si tratta di lettere i cui argomenti sono piuttosto vari, in quanto i nostri

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ARBE-ZARA

ISTITUTO COMPRENSIVO ARBE-ZARA ISTITUTO COMPRENSIVO ARBE-ZARA SCUOLA PRIMARIA C. POERIO A.S. 2015-2016 PROGETTAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUA INGLESE LINGUA INGLESE CLASSE PRIMA ASCOLTARE E PARLARE Competenze Ascoltare attivamente. Comprendere

Dettagli

Elsworth/Rose,ADVANTAGE 1,Longman. -Jordan/Fiocchi,Grammar Files,Trinità Whitebridge

Elsworth/Rose,ADVANTAGE 1,Longman. -Jordan/Fiocchi,Grammar Files,Trinità Whitebridge ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE 1 SEZ. B INDIRIZZO ling. PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE DOCENTE MATERIA TESTI Prof. Cristina Conti Lingua Inglese Elsworth/Rose,ADVANTAGE 1,Longman -Jordan/Fiocchi,Grammar

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

PROGETTAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA di LINGUA INGLESE Classe 1 a sez. A a.s. 2013 2014 Prof.ssa Montesano Erminda

PROGETTAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA di LINGUA INGLESE Classe 1 a sez. A a.s. 2013 2014 Prof.ssa Montesano Erminda ISTITUTO COMPRENSIVO VERBICARO SCUOLA INFANZIA-PRIMARIA-SECONDARIA I GRADO Via Molinelli, 27-87020 - Verbicaro (CS) - Tel.0985 6114 Fax.0985 60365 pec: csic834009@pec.istruzione.it e-mail: csic834009@istruzione.it

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi)

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO Prof. DI

Dettagli

RACCORDO TRA LE COMPETENZE

RACCORDO TRA LE COMPETENZE L2 RACCORDO TRA LE COMPETENZE (AREA SOCIO AFFETTIVA E COGNITIVA) L2 COLLEGAMENTO TRA LE COMPETENZE DELLA SCUOLA PRIMARIA E DELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO Il Quadro Comune di riferimento Europeo distingue

Dettagli

Seminario sulle storie orali

Seminario sulle storie orali Seminario sulle storie orali Questa lezione e le risorse di apprendimento ad essa associate possono essere usate per la preparazione di un seminario di tre o quattro ore su come preparare, registrare,

Dettagli

INGLESE SCUOLA PRIMARIA

INGLESE SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEBELLUNA 2 INGLESE SCUOLA PRIMARIA Le competenze che si intendono sviluppare nel corso dei cinque anni sono prioritarie e trasversali rispetto alla presentazione dei diversi contenuti.

Dettagli

CONOSCENZE ABILITÀ CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI EUROPEE Comunicazione in lingua straniera

CONOSCENZE ABILITÀ CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI EUROPEE Comunicazione in lingua straniera ISTITUTO COMPRENSIVO 3-VICENZA DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE CURRICOLO DI INGLESE SCUOLA PRIMARIA Fine classe terza Fine classe quinta COMPETENZE CHIAVE COMPETENZE SPECIFICHE CONOSCENZE ABILITÀ CONOSCENZE

Dettagli

DOMANDE FREQUENTI PER COMINCIARE

DOMANDE FREQUENTI PER COMINCIARE DOMANDE FREQUENTI In queste pagine potete trovare un elenco di domande e dubbi che riguardano www.i-d-e-e.it. Per qualsiasi altra informazione, non esitate a contattarci via mail all indirizzo info@i-d-e-e.it.

Dettagli

MODULE 4 BASIC IT SKILLS

MODULE 4 BASIC IT SKILLS MODULE 4 BASIC IT SKILLS Nel modulo 4 abbiamo preparato una guida per le competenze informatiche di base che condurrà passo dopo passo i principianti che vogliono imparare a usare Word e Internet o da

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE SCUOLA PRIMARIA C. FERRINI

PROGRAMMAZIONE ANNUALE SCUOLA PRIMARIA C. FERRINI PROGRAMMAZIONE ANNUALE SCUOLA PRIMARIA C. FERRINI Premessa. L autonomia scolastica prevede che sia di competenza delle Scuole elaborare la programmazione curricolare attraverso la quale vengono individuate

Dettagli

Esercizi all interno del programma (On-Line)

Esercizi all interno del programma (On-Line) Esercizi Esercizi all interno del programma (On-Line) Layout di una schermata standard Barra di navigazione Riferimenti alla pagina Link alla pagina didattica Esercizi Area didattica La maggior parte delle

Dettagli

E-BOOK CREARE UN VIDEO DIDATTICO EFFICACE FRANCESCO VALERIANI

E-BOOK CREARE UN VIDEO DIDATTICO EFFICACE FRANCESCO VALERIANI E-BOOK CREARE UN VIDEO DIDATTICO EFFICACE FRANCESCO VALERIANI 1 CREARE UN VIDEO DIDATTICO GRATIS Esistono moltissime tipologie di video didattici, essi si possono distinguere in base al tempo: di breve,

Dettagli

PIANO DI LAVORO LINGUA STRANIERA: INGLESE SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO VIA MANASSEI - ROMA

PIANO DI LAVORO LINGUA STRANIERA: INGLESE SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO VIA MANASSEI - ROMA PIANO DI LAVORO LINGUA STRANIERA: INGLESE SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO VIA MANASSEI - ROMA A.S. 2012-2013 CLASSE PRIMA Obiettivo generale: Ascoltare e comprendere semplici messaggi Distinguere

Dettagli

''I 5 Passi per Dupplicare il modo di fare Network Marketing'' ---> 5) lezione: ''Come Ottimizzare la tua Presenza in facebook e nei Gruppi''

''I 5 Passi per Dupplicare il modo di fare Network Marketing'' ---> 5) lezione: ''Come Ottimizzare la tua Presenza in facebook e nei Gruppi'' J.AThePowerOfSponsorship Di Giuseppe Angioletti http://www.segretidei7uero.altervista.org ''I 5 Passi per Dupplicare il modo di fare Network Marketing'' ---> 5) lezione: ''Come Ottimizzare la tua Presenza

Dettagli

CURRICOLO DI INGLESE

CURRICOLO DI INGLESE CURRICOLO DI INGLESE FINALITÀ Le finalità dell insegnamento della lingua inglese nella Scuola Primaria e Secondaria di primo grado del nostro Istituto riguardano: a) l area formativa: la lingua straniera

Dettagli

PRIMA LINGUA COMUNITARIA (LINGUA INGLESE) TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

PRIMA LINGUA COMUNITARIA (LINGUA INGLESE) TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA PRIMA LINGUA COMUNITARIA (LINGUA INGLESE) TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L alunno comprende brevi messaggi orali e scritti relativi ad ambiti familiari. Descrive

Dettagli

Come utilizzare i corsi Let s Do Business

Come utilizzare i corsi Let s Do Business Come utilizzare i corsi Let s Do Business Livello linguistico richiesto Importante: Gli studenti devono possedere un livello di comprensione basico della lingua inglese per usufruire del corso. Ulteriore

Dettagli

Istituto Comprensivo N. D Apolito Anno scolastico 2012/2013. PROGRAMMAZIONE D ISTITUTO LINGUA STRANIERA INGLESE

Istituto Comprensivo N. D Apolito Anno scolastico 2012/2013. PROGRAMMAZIONE D ISTITUTO LINGUA STRANIERA INGLESE Istituto Comprensivo N. D Apolito Anno scolastico 2012/2013. 1.FINALITÀ DELLA DISCIPLINA PROGRAMMAZIONE D ISTITUTO LINGUA STRANIERA INGLESE 1) Comprendere l importanza della lingua straniera come strumento

Dettagli

Approccio basato sullo svolgimento di compiti mirati

Approccio basato sullo svolgimento di compiti mirati Approccio basato sullo svolgimento di compiti mirati Questo progetto è stato finanziato attraverso il contributo della Commissione Europea. Questa pubblicazione riflette soltanto le opinioni dell autore

Dettagli

Istituto scolastico Lucca 2 2015-16. PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA per competenze INGLESE

Istituto scolastico Lucca 2 2015-16. PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA per competenze INGLESE PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA per competenze INGLESE Classe prima LISTENING ACQUISIRE ED INTERPRETARE L'INFORMAZIONE 1.1. Saper comprendere (e rispondere con azioni) semplici comandi ed espressioni

Dettagli

qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdf ghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmq wertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfg

qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdf ghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmq wertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfg qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdf ghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmq wertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfg CURRICOLO DI LINGUE hjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqw COMUNITARIE ertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghj

Dettagli

General english cartoon based Corso online curriculare di lingua inglese

General english cartoon based Corso online curriculare di lingua inglese General english cartoon based Corso online curriculare di lingua inglese Overview Corso multimediale pensato per utenti che, indipendentemente dal livello iniziale di padronanza della lingua, vogliano

Dettagli

Schede. EL.LE ISSN 2280-6792 Vol. 4 Num. 2 Luglio 2015. Ketti Borille (Università Ca Foscari Venezia, Italia)

Schede. EL.LE ISSN 2280-6792 Vol. 4 Num. 2 Luglio 2015. Ketti Borille (Università Ca Foscari Venezia, Italia) EL.LE ISSN 2280-6792 Vol. 4 Num. 2 Luglio 2015 Schede Ketti Borille (Università Ca Foscari Venezia, Italia) Indirizzo web: http://www.impariamoitaliano.com/ Gratuito Online Accessibilità: sì Social: https://www.facebook.com/impariamoitaliano

Dettagli

Che cos è, dove si trova, e a cosa serve Internet? Possono sembrare domande banali, ma a pensarci bene la risposta non è tanto facile.

Che cos è, dove si trova, e a cosa serve Internet? Possono sembrare domande banali, ma a pensarci bene la risposta non è tanto facile. di Pier Francesco Piccolomini 1 Che cos è, dove si trova, e a cosa serve Internet? Possono sembrare domande banali, ma a pensarci bene la risposta non è tanto facile. Oggi attraverso questa gigantesca

Dettagli

LINGUE E LETTERATURE STRANIERE. Inglese, francese, tedesco, spagnolo

LINGUE E LETTERATURE STRANIERE. Inglese, francese, tedesco, spagnolo LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Inglese, francese, tedesco, spagnolo Indirizzi Classico e Linguistico BIENNIO (Li, L2), (L3 l a e 2 a liceo) OBIETTIVI GENERALI (L1, L2, L3 e sezioni classiche) Obiettivo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SAN VENANZO - TR SCUOLA PRIMARIA INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CLASSE I CLASSE II CLASSE III CLASSE IV CLASSE V

ISTITUTO COMPRENSIVO SAN VENANZO - TR SCUOLA PRIMARIA INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CLASSE I CLASSE II CLASSE III CLASSE IV CLASSE V ISTITUTO COMPRENSIVO SAN VENANZO - TR SCUOLA PRIMARIA MACRO INDICATORI ASCOLTO (comprensivo ne orale) INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CLASSE I CLASSE II CLASSE III CLASSE IV CLASSE V vocaboli, canzoncine,

Dettagli

Competenza chiave europea di riferimento Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio 18/12/2006 Indicazioni Nazionali per il Curricolo 2012

Competenza chiave europea di riferimento Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio 18/12/2006 Indicazioni Nazionali per il Curricolo 2012 Ordine di scuola Campo di esperienza-disciplina Scuola Primaria Lingua inglese Competenza chiave europea di riferimento Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio 18/12/2006 Indicazioni Nazionali

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTE ROSELLO ALTO D I P A R T I M E N T O D I L I N G U E S T R A N I E R E

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTE ROSELLO ALTO D I P A R T I M E N T O D I L I N G U E S T R A N I E R E ISTITUTO COMPRENSIVO MONTE ROSELLO ALTO D I P A R T I M E N T O D I L I N G U E S T R A N I E R E D I P A R T I M E N T O D I L I N G U E S T R A N I E R E L apprendimento di due lingue comunitarie permette

Dettagli

Corsi di lingua inglese - Inglese CORSI INDIVIDUALI

Corsi di lingua inglese - Inglese CORSI INDIVIDUALI CORSI INDIVIDUALI L'Istituto propone corsi totalmente personalizzati in base alle diverse capacità di apprendimento e al differente livello di partenza di ognuno. Siamo noi a seguire il vostro ritmo di

Dettagli

1. Il nome utente: NON può essere modificato 2. Il tuo nome (ne trovate prescritto uno generico): metti il tuo vero nome SENZA il cognome

1. Il nome utente: NON può essere modificato 2. Il tuo nome (ne trovate prescritto uno generico): metti il tuo vero nome SENZA il cognome Guida NetPupils Un social network è un sito che dà la possibilità alle persone di entrare in contatto e condividere informazioni. I social network si basano su quella che viene definita amicizia : concedendo

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE CLASSE IA DISCIPLINA LINGUA FRANCESE

PIANO DI LAVORO ANNUALE CLASSE IA DISCIPLINA LINGUA FRANCESE PIANO DI LAVORO ANNUALE CLASSE IA DISCIPLINA LINGUA FRANCESE PREMESSA FONDAMENTALE Tra gli obiettivi fondamentali della Scuola Secondaria di primo grado c è stata l introduzione dello studio di una seconda

Dettagli

LA STRUTTURA DEL SITO

LA STRUTTURA DEL SITO LA STRUTTURA DEL SITO è molto semplice: Nella parte superiore c è il logo di Radio Maria il tasto per ASCOLTARE la diretta online - il link a World Family dove troverete le Radio Maria sparse in tutto

Dettagli

Le attività Fragile (l ombra che resta)

Le attività Fragile (l ombra che resta) Introduzione all uso (per gli studenti) Cari studenti e studentesse di italiano, questo Cdlibro è uno strumento con il quale speriamo di farvi apprezzare lo studio della lingua, di aspetti della cultura

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO PER ASSI CULTURALI A.S. 2012-13 INGLESE -- GINNASIO LICEO T. LIVIO - PADOVA

PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO PER ASSI CULTURALI A.S. 2012-13 INGLESE -- GINNASIO LICEO T. LIVIO - PADOVA PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO PER ASSI CULTURALI A.S. 2012-13 INGLESE -- GINNASIO LICEO T. LIVIO - PADOVA GINNASIO Obiettivi specifici di apprendimento Obiettivi e contenuti saranno coincidenti per le

Dettagli

P.S.I. AREA DI APPRENDIMENTO: LINGUE COMUNITARIE tedesco e inglese

P.S.I. AREA DI APPRENDIMENTO: LINGUE COMUNITARIE tedesco e inglese ISTITUTO COMPRENSIVO PRIMIERO P.S.I. AREA DI APPRENDIMENTO: LINGUE COMUNITARIE tedesco e inglese Le competenze che si intendono sviluppare nel corso del primo ciclo di istruzione sono prioritarie e trasversali

Dettagli

Benvenuti a My Digital Book di Treetops Plus!

Benvenuti a My Digital Book di Treetops Plus! Benvenuti a My Digital Book di Treetops Plus! Introduzione Oggi gli insegnanti si trovano davanti alla sfida di introdurre nella classe l intera gamma di risorse offerte dalle nuove tecnologie allo scopo

Dettagli

Scuola Primaria INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CLASSE I CLASSE II CLASSE III CLASSE IV CLASSE V

Scuola Primaria INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CLASSE I CLASSE II CLASSE III CLASSE IV CLASSE V MACRO INDICATORI ASCOLTO (comprensivo ne Scuola Primaria INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CLASSE I CLASSE II CLASSE III CLASSE IV CLASSE V vocaboli, canzoncine, filastrocche narrazioni ed espressioni

Dettagli

Spiazzi Tavella PERFORMER FCE TUTOR Zanichelli Spiazzi Tavella Only Connect 1 New Directions Zanichelli

Spiazzi Tavella PERFORMER FCE TUTOR Zanichelli Spiazzi Tavella Only Connect 1 New Directions Zanichelli ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE III SEZ C. INDIRIZZO LL PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE DOCENTE MATERIA TESTI Prof. MUSSONI ROSSANA INGLESE Spiazzi Tavella PERFORMER FCE TUTOR Zanichelli Spiazzi Tavella Only

Dettagli

Navigare in Internet

Navigare in Internet Navigare in Internet ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale Diapositiva Introduzione Word Wide Web = WWW = Ragnatela estesa a tutto il mondo In questo argomento del nostro

Dettagli

Il programma Power Point

Il programma Power Point Il programma Power Point ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale Diapositiva Introduzione Power Point In questo argomento del nostro corso affrontiamo il programma Power Point.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA LINGUA INGLESE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA LINGUA INGLESE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA LINGUA INGLESE CLASSI PRIME COMPETENZE E CONOSCENZE Comprendere il senso globale di un semplice messaggio. Riconoscere i dati espliciti di un messaggio (personaggi,tempi,luoghi,azioni)

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CREAZZO CURRICOLO DI LINGUA STRANIERA INGLESE E FRANCESE

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CREAZZO CURRICOLO DI LINGUA STRANIERA INGLESE E FRANCESE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CREAZZO CURRICOLO DI LINGUA STRANIERA INGLESE E FRANCESE ASPETTI FORMATIVI L insegnamento di almeno due lingue europee, oltre la lingua materna nel Primo ciclo di istruzione

Dettagli

Lingua Straniera: FRANCESE Prima, Seconda, Terza, Quarta, Quinta PIANO DI LAVORO. Classe Prima

Lingua Straniera: FRANCESE Prima, Seconda, Terza, Quarta, Quinta PIANO DI LAVORO. Classe Prima Istituto di Istruzione Superiore ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 e-mail: info@istitutocalvino.gov.it Codice Fiscale: 97270410158 internet: www.istitutocalvino.gov.it

Dettagli

LINGUA INGLESE (I traguardi sono riconducibili al Livello A1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue del Consiglio d Europa)

LINGUA INGLESE (I traguardi sono riconducibili al Livello A1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue del Consiglio d Europa) LINGUA INGLESE (I traguardi sono riconducibili al Livello A1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue del Consiglio d Europa) Competenze europee: 1. LA COMUNICAZIONE NELLA MADRELINGUA: che

Dettagli

1. CONOSCENZE (elenco dei contenuti disciplinari) 2. COMPETENZE (sapere i contenuti disciplinari proposti)

1. CONOSCENZE (elenco dei contenuti disciplinari) 2. COMPETENZE (sapere i contenuti disciplinari proposti) 1 di 6 09/12/2013 12.23 PROGRAMMAZIONE CLASSE QUINTA TECNICO MATERIA: TEDESCO (2^Lingua straniera) ANNO SCOLASTICO:2013/2014 1. CONOSCENZE (elenco dei contenuti disciplinari) Revisione e completamento

Dettagli

ISTITUTO TECNICO AMMINISTRATIVO, FINANZA E MARKETING PARTE 1

ISTITUTO TECNICO AMMINISTRATIVO, FINANZA E MARKETING PARTE 1 PIANO DI LAVORO ANNUALE ISTITUTO TECNICO AMMINISTRATIVO, FINANZA E MARKETING INSEGNANTE: CORSO SILVANA MATERIA DI INSEGNAMENTO: INGLESE CLASSE SECONDA A ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PARTE 1 LIVELLO COMPETENZE

Dettagli

COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE

COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: LINGUA INGLESE DISCIPLINE CONCORRENTI:TUTTE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE FISSATI DALLE INDICAZIONI PER IL CURRICOLO 2012 I

Dettagli

PROGRAMMAZIONE LINGUA INGLESE ANNO SCOLASTICO 2012-2013. Classe Prima

PROGRAMMAZIONE LINGUA INGLESE ANNO SCOLASTICO 2012-2013. Classe Prima Presentazione della classe PROGRAMMAZIONE LINGUA INGLESE ANNO SCOLASTICO 2012-2013 Classe Prima All inizio dell anno scolastico vengono effettuate prove d ingresso e osservazioni sistematiche che permettono

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO E. MONACI SORIANO NEL CIMINO A.S. 2013-14. SCUOLA DELL INFANZIA Fine Terzo Anno

ISTITUTO COMPRENSIVO E. MONACI SORIANO NEL CIMINO A.S. 2013-14. SCUOLA DELL INFANZIA Fine Terzo Anno ISTITUTO COMPRENSIVO E. MONACI SORIANO NEL CIMINO A.S. 013-14 SCUOLA DELL INFANZIA Fine Terzo Anno COMPETENZE-CHIAVE EUROPEE madrelingua COMPETENZE DISCIPLINARI Interagisce oralmente nella lingua italiana

Dettagli

Istituto Comprensivo di Carugate Scuola Secondaria di I grado C. Baroni Programmazione: lingua spagnola Anno scolastico 2015/16 CLASSI TERZE

Istituto Comprensivo di Carugate Scuola Secondaria di I grado C. Baroni Programmazione: lingua spagnola Anno scolastico 2015/16 CLASSI TERZE Istituto Comprensivo di Carugate Scuola Secondaria di I grado C. Baroni Programmazione: lingua spagnola Anno scolastico 2015/16 CLASSI TERZE Finalità e senso della disciplina - In affinità con le altre

Dettagli

Virginia Evans - Jenny Dooley

Virginia Evans - Jenny Dooley Virginia Evans - Jenny Dooley Virginia Evans - Jenny Dooley CONTENTS A letter for you (Una lettera per te)... p. 5 I. Language Passport (Passaporto linguistico)... p. 7 II. Language Biography (Biografia

Dettagli

INGLESE - CLASSE PRIMA

INGLESE - CLASSE PRIMA INGLESE - CLASSE PRIMA 1) Discriminazione di suoni, intonazione e ritmo Sa riconoscere suoni non familiari della lingua 2 Sa pronunciare parole in lingua inglese Capisce parole e espressioni di uso frequente

Dettagli

Professor Luca Piergiovanni luca.piergiovanni@libero.it 3387594929

Professor Luca Piergiovanni luca.piergiovanni@libero.it 3387594929 CORSI DI FORMAZIONE Insegnare e apprendere con i Social Network e gli strumenti didattici 2.0 Ricordo ai corsisti questo fatto importante, ovvero che alle lezioni in presenza, le quali avranno un taglio

Dettagli

CURRICOLO DISCIPLINARE AREA LINGUISTICA L2:

CURRICOLO DISCIPLINARE AREA LINGUISTICA L2: CURRICOLO DISCIPLINARE AREA LINGUISTICA L2: Inglese, Spagnolo, Francese. Traguardi di sviluppo delle competenze prima e seconda lingua straniera L alunno: organizza il proprio apprendimento; utilizza lessico,

Dettagli

CURRICOLO INGLESE SCUOLA SECONDARIA

CURRICOLO INGLESE SCUOLA SECONDARIA CURRICOLO INGLESE SCUOLA SECONDARIA CLASSE PRIMA Competenze Conoscenze Abilità Lingua Conoscere il lessico, le strutture e le funzioni relativi a: espressioni di saluto e socializzazione dati personali

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014 2015. Piano di lavoro individuale

ANNO SCOLASTICO 2014 2015. Piano di lavoro individuale ANNO SCOLASTICO 2014 2015 Piano di lavoro individuale Classe: 3 D SIA Materia: Francese Docente: Cavicchi Clara Daniela Situazione di partenza della classe Gli alunni del gruppo di francese, provengono

Dettagli

FACILE. INTERATTIVO. DEFINITIVO.

FACILE. INTERATTIVO. DEFINITIVO. FACILE. INTERATTIVO. DEFINITIVO. only with FACILE. INTERATTIVO. DEFINITIVO. Non ti piacerebbe vedere l ultimo film di Hollywood in lingua originale, navigare in internet senza problemi, andare in vacanza

Dettagli

Per accedere a Le@rning Links 1. http://claweb.cla.unipd.it/k09/keiron/user/user.php

Per accedere a Le@rning Links 1. http://claweb.cla.unipd.it/k09/keiron/user/user.php Per accedere a Le@rning Links 1. http://claweb.cla.unipd.it/k09/keiron/user/user.php 2. Username = numero di matricola Password = numero di matricola Non cliccare sulle voci in questo menu 3. Per entrare

Dettagli

ATTIVITÁ MODULARI PER ADULTI

ATTIVITÁ MODULARI PER ADULTI ATTIVITÁ MODULARI PER ADULTI Il Centro Territoriale Permanente (CTP) per la formazione e l istruzione in età adulta, operativo presso il nostro istituto si pone i seguenti obiettivi: affronta il tema della

Dettagli

I NOSTRI CORSI CORSI STANDARD

I NOSTRI CORSI CORSI STANDARD I NOSTRI CORSI CORSI STANDARD FACE TO FACE IL METODO GARANTITO Tutti i Corsi British School sono corsi Face to Face in piccoli gruppi con insegnanti madrelingua, laureati e con la specifica abilitazione

Dettagli