Interrogazione. 7/2015 del 09/02/2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Interrogazione. 7/2015 del 09/02/2015"

Transcript

1 Interrogazione 7/2015 del 09/02/2015 VERBALE DISCUSSIONE INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE AVENTE AD OGGETTO: Interrogazione della Lista Civica Sesto nel Cuore P.G del 06/11/2014 relativa all'illuminazione pubblica Lampioni stradali. Il 09 febbraio 2015 alle ore 20:46 nel palazzo comunale Sesto San Giovanni, previo esaurimento delle formalità descritte dalla normativa nazionale e comunale, si è riunito sotto la presidenza di Ignazio Boccia, Presidente, il Consiglio comunale composto da: Monica Chittò Sindaco Franca Landucci Consigliere Ignazio Boccia Presidente Marco Lanzoni Consigliere Alessandra Aiosa Consigliere Moreno Nossa Consigliere Anna Maria Antoniolli Consigliere Loredana Pastorino Consigliere Mauro Bernardi Consigliere Chiara Pennasi Consigliere Gianpaolo Caponi Consigliere Gioconda Pietra Consigliere Matteo Cremonesi Consigliere Vito Romaniello Consigliere Eros De Noia Consigliere Lucia Teormino Consigliere Roberto Di Stefano Consigliere Angela Tittaferrante Consigliere Michele Foggetta Consigliere Luigi Torraco Consigliere Serena Franciosi Consigliere Marco Tremolada Consigliere Savino Gianvecchio Consigliere Fabiano Vavassori Consigliere Antonio Lamiranda Consigliere Risultano assenti i Consiglieri: Anna Maria Antoniolli, Gianpaolo Caponi, Roberto Di Stefano, Serena Franciosi, Savino Gianvecchio, Moreno Nossa, Loredana Pastorino, Chiara Pennasi, Vito Romaniello, Lucia Teormino, Angela Tittaferrante, Marco Tremolada, Fabiano Vavassori, Sono pertanto presenti, con riferimento al presente punto, n. 12 consiglieri. Della Giunta comunale, composta da: Andrea Rivolta Vice sindaco Virginia Montrasio Assessore Elena Iannizzi Assessore Roberta Perego Assessore Rita Innocenti Assessore Alessandro Piano Assessore Edoardo Marini Assessore Risultano assenti gli Assessori: Elena Iannizzi, Virginia Montrasio, Roberta Perego, Andrea Rivolta, Partecipa all adunanza il Segretario Generale Gabriella Di Girolamo. pag. 1/5 Documento informatico firmato digitalmente, sostituisce il documento cartaceo e la firma autografa. (artt. 20 e 21 del D.Lgs n. 82/2005). I Sesto San Giovanni (MI), Piazza della Resistenza, 20 Codice fiscale Partita IVA

2 Interrogazione 7/2015 del 09/02/2015 IL PRESIDENTE Riferisce : Buonasera. Trattiamo un paio di interrogazioni che hanno già avuto risposte. Consigliere Lanzoni. Interrogazione numero 15, presentata dalla Lista Civica Sesto nel Cuore relativa all illuminazione pubblica. Prego, se la vuole esporre un attimo. CONSIGLIERE LANZONI: Sì, buonasera Presidente, buonasera a tutti. L interrogazione relativa ai lampioni stradali era stata fatta in merito a delle segnalazioni che alcuni cittadini mi avevano fatto osservando il cambio di alcuni lampioni in alcune vie della città che andavano a sostituire il corpo illuminante classico, diciamo, con ancora uno stesso corpo illuminante e quindi ovviamente mi chiedevano se sapevo perché comunque venivano sostituiti i lampioni, quando a parità, diciamo, di illuminazione non vedevano un beneficio. E dall altro lato invece mi facevano osservare dove in alcuni punti, come ad esempio su Viale Casiraghi, i lampioni, la sostituzione dei lampioni a led che era stata fatta comunque dava una percezione, diciamo, di scarsa illuminazione. Partendo da questo punto effettivamente anch io ho avuto quell impressione sulla parte di illuminazione a led, ma questo molto probabilmente è dettato dal fatto che il lampione si trova sempre, si trovava al di fuori della copertura del verde degli alberi. Adesso si nota meno ovviamente perch é sono spogli e l osservazione ecco era stata questa. PRESIDENTE: Grazie. Risponde l Assessore Piano. Prego. Entra il Consigliere Nossa. PRESENTI : n. 13 ASSESSORE PIANO: Grazie signor Presidente. Buonasera a tutti. Sì, io ho avuto modo di analizzare l interrogazione della Lista Sesto nel Cuore, abbiamo risposto facendo presente che gli apparecchi che sono stati sostituiti, installati, solo apparentemente sono uguali a quelli, come dire, vecchi, in realt à sono stati sostituiti gli alimentatori, stiamo parlando di alimentatori che consentono una riduzione del risparmio energetico, il cui costo è esclusivamente a carico dell operatore. Noi oggi siamo alla condizione per cui stiamo procedendo a una rigenerazione di tutto l impianto di illuminazione pubblica a seguito dell accordo che abbiamo sottoscritto con Enel Sole, nel quadro di quello che è il nostro documento generale sulle azioni strategiche per il risparmio energetico. Dovremmo riuscire a completarlo integralmente per settembre e prevediamo complessivamente, siamo già a buon punto, di cambiare con gli apparecchi tradizionali con quelli a led circa 719 corpi illuminanti su 1656 apparecchi che andiamo a sostituire ex novo. Dopodiché abbiamo la rigenerazione di cui lei parlava prima, e stiamo parlando di circa 3317 apparecchi che andiamo a sostituire, così come sono previste delle sostituzioni dei gruppi di potenza e una serie di, come dire, modifiche a quello che è l apparato, e stiamo parlando ad esempio degli orologi astronomici che abbiamo reintrodotto perché ci consentono di acquisire un ulteriore risparmio energetico. Cioè siamo nella condizione dove a settembre del 2015, per rispondere anche a quello che era un impegno che ci siamo dati in Consiglio Comunale, passiamo da un consumo iniziale di 5034 megawatt all anno a un consumo finale di 3238 megawatt, realizzando un risparmio pag. 1/5

3 Interrogazione 7/2015 del 09/02/2015 energetico complessivo sulla città del 35% che credo possa essere un risparmio importante e considerevole e l inizio di quelle azioni sulla, diciamo, di carattere energetico per il contenimento di quello che è il costo complessivo sia sotto il profilo economico che sotto il profilo ambientale che l Amministrazione si è data sin dall inizio. Per quanto riguarda gli apparecchi a led io lo posso dire, parlando anche della mia precedente esperienza in Energie Locali che era la società che, come dire, ha per prima sperimentato i led nel viale Marelli, certamente quel tipo di temperatura rispetto al sodio alta pressione dà una percezione diversa, al di là delle piante che certamente sono una concausa effettiva che può, come dire, generare una luce apparentemente più debole. Però il cambio dal sodio alta pressione al led genera quel tipo di disagio iniziale nel cittadino, noi dove l abbiamo sperimentato l abbiamo trovato. Le ultime temperature sembrano anche, lo abbiamo riscontrato, le ultime temperature sembrano anche più calde rispetto a viale Marelli, dove abbiamo una luce magari fredda, e dovrebbero attenuare quel livello di percezione che abbiamo notato, ma abbiamo notato anche quando siamo andati a rifare l impianto in via Dante. Quando si mettono i led normalmente la gente percepisce una illuminazione più bassa. A questo si aggiunga anche il fatto che normalmente noi andiamo a cambiare dei corpi illuminanti per metterli a norma con quella che è la legge regionale che non prevede più una proiezione verso l alto della luce, ma prevede una proiezione verso il basso. Questo determina evidentemente che c è meno dispersione, ma anche qui abbiamo un livello di percezione luminosa che è certamente più bassa. Il tema di andare comunque nella direzione del led è una cosa su cui ci siamo impegnati e, come le ripeto, puntiamo a sostituire circa 719 apparecchi. Ci aspettiamo altre lamentele di quel tipo. Tra l altro adesso stiamo pianificando un azione per cambiare anche tutte le luci nei portici e anche lì, probabilmente, all inizio avremo una percezione di minore luminosità, ma questo ovviamente è un prezzo che paghiamo anche per arrivare a conseguire quel risparmio che è del 35% e io credo che sia considerevole. Entra l'ass. Perego Entrano i Conss. Pastorino, Pennasi, Teormino, Franciosi, Di Stefano. PRESENTI : n. 18 PRESIDENTE: Consigliere c è la facoltà di dichiarare se è soddisfatto della risposta. Prego. CONSIGLIERE LANZONI: Sì, sono soddisfatto. Volevo solo aggiungere che su Viale Casiraghi la percezione ovviamente di scarsa illuminazione era dettata dai tre fattori, ovviamente quello che ha detto e quello che ho appurato anch io, perché adesso non si nota però di fatto molti alberi del viale sono al di sotto del corpo illuminante. E dall altra parte notavo che effettivamente sul palo, diciamo, dove ci sono i due led, quello che da una parte dovrebbe illuminare l ambito del marciapiede ovviamente si trova a illuminare prevalentemente le auto parcheggiate, come del resto l altro led che dovrebbe illuminare la strada non c è lo sbraccio, quindi l unione di questi tre fattori porta a questo.comunque mi ritengo soddisfatto. Letto, approvato e sottoscritto. pag. 2/5

4 Interrogazione 7/2015 del 09/02/2015 IL PRESIDENTE Ignazio Boccia IL SEGRETARIO GENERALE Gabriella Di Girolamo ALLEGATI Interrogazione P.G. PEC del 06/11/2014 (impronta: AABC7D BE63C73CE282F04DFF3ABB51B) pag. 3/5

5 Interrogazione 8/2015 del 09/02/2015 VERBALE DISCUSSIONE INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE AVENTE AD OGGETTO: Interrogazione dei Consiglieri comunali Lamiranda e Di Stefano in data relativa alla Moschea abusiva in via Trento 106. Il 09 febbraio 2015 alle ore 20:46 nel palazzo comunale Sesto San Giovanni, previo esaurimento delle formalità descritte dalla normativa nazionale e comunale, si è riunito sotto la presidenza di Ignazio Boccia, Presidente, il Consiglio comunale composto da: Monica Chittò Sindaco Franca Landucci Consigliere Ignazio Boccia Presidente Marco Lanzoni Consigliere Alessandra Aiosa Consigliere Moreno Nossa Consigliere Anna Maria Antoniolli Consigliere Loredana Pastorino Consigliere Mauro Bernardi Consigliere Chiara Pennasi Consigliere Gianpaolo Caponi Consigliere Gioconda Pietra Consigliere Matteo Cremonesi Consigliere Vito Romaniello Consigliere Eros De Noia Consigliere Lucia Teormino Consigliere Roberto Di Stefano Consigliere Angela Tittaferrante Consigliere Michele Foggetta Consigliere Luigi Torraco Consigliere Serena Franciosi Consigliere Marco Tremolada Consigliere Savino Gianvecchio Consigliere Fabiano Vavassori Consigliere Antonio Lamiranda Consigliere Risultano assenti i Consiglieri: Anna Maria Antoniolli, Gianpaolo Caponi, Savino Gianvecchio, Vito Romaniello, Angela Tittaferrante, Marco Tremolada, Fabiano Vavassori Sono pertanto presenti, con riferimento al presente punto, n. 18 consiglieri. Della Giunta comunale, composta da: Andrea Rivolta Vice sindaco Virginia Montrasio Assessore Elena Iannizzi Assessore Roberta Perego Assessore Rita Innocenti Assessore Alessandro Piano Assessore Edoardo Marini Assessore Risultano assenti gli Assessori: Elena Iannizzi, Virginia Montrasio, Andrea Rivolta, Partecipa all adunanza il Segretario Generale Gabriella Di Girolamo. pag. 1/3 Documento informatico firmato digitalmente, sostituisce il documento cartaceo e la firma autografa. (artt. 20 e 21 del D.Lgs n. 82/2005). I Sesto San Giovanni (MI), Piazza della Resistenza, 20 Codice fiscale Partita IVA

6 Interrogazione 8/2015 del 09/02/2015 IL PRESIDENTE Riferisce : Grazie. Passiamo all interrogazione numero 8 presentata dal Consigliere Lamiranda, relativa alla Moschea di via Trento. Prego. CONSIGLIERE LAMIRANDA: Grazie signor Presidente. Sempre tempestive le risposte dell Amministrazione. E un fatto che abbiamo segnalato a settembre e in cui avevamo ricevuto, io e il Consigliere Di Stefano, delle segnalazioni sull apertura abusiva di un centro di preghiera moschea in via Trento in un capannone. E allora sulla base di queste indicazioni avevamo posto una segnalazione all Ufficio Tecnico e all Amministrazione stessa chiedendo appunto se questo intervento risultasse essere già stato autorizzato, se, nel caso positivo, che cos era previsto come tipologia di intervento, in caso negativo quali provvedimenti adottava o aveva intenzione di adottare l Amministrazione. Chi aveva, avevamo chiesto, incaricato poi dell esecuzione dei lavori, chi informalmente era il conduttore, chi era il proprietario, quindi una serie di notizie che poi successivamente hanno trovato anche riscontro sulla carta stampata. E su questo abbiamo chiesto appunto all Amministrazione di intervenire. Grazie. PRESIDENTE: Grazie a lei. Risponde l Assessore Marini, prego. ASSESSORE MARINI: No, penso che l interrogazione, la risposta alla interrogazione sia abbastanza chiara. L unico elemento, non sono mai stati formalizzate richieste di utilizzo per il... al fine di luogo di culto l utilizzo dell immobile, sono stati fatti dei lavori di adeguamento, soprattutto la messa in opera dei bagni, se non sbaglio, per altro senza preventiva comunicazione che è stata subito sanzionata. Della cosa poi per evidenti motivi, la cui, come dire, norma e legislazione è abbastanza definita, non da ultimo dalla legge regionale che ha recentemente modificato in tutto la disciplina rispetto alle nuove edificazioni, permane il procedimento amministrativo per la mancata segnalazione delle opere di manutenzione ordinaria. Non aggiungo nulla di pi ù. Grazie. PRESIDENTE : Consigliere Lamiranda, prego. Entra l'ass. Montrasio. Entrano i Conss. Romaniello,Tremolada,Caponi. PRESENTI : n. 21 CONSIGLIERE LAMIRANDA: Grazie. Ringrazio per la precisazione. So che entro il 28 ottobre dovevano pag. 2/3

7 Interrogazione 8/2015 del 09/02/2015 essere definite le, 28 novembre se non ricordo male dovevano definire da parte della proprietà le motivazioni ad integrazione della procedura amministrativa, non conosco l esito della procedura amministrativa pensavo che me lo dicesse lei stasera, però va bene farò l accesso agli atti e in conseguenza di ciò poi verificherò cosa, l iter amministrativo come si è concluso. Grazie. PRESIDENTE: Grazie Consigliere Lamiranda. Letto, approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE Ignazio Boccia IL SEGRETARIO GENERALE Gabriella Di Girolamo ALLEGATI Interrogazione Lamiranda Di Stefano (impronta: A1B08AE66BE588B7907ED753C04DE9379) pag. 3/3

8 Interrogazione 9/2015 del 09/02/2015 VERBALE DISCUSSIONE INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE AVENTE AD OGGETTO: Interrogazione della Consigliera comunale Franciosi in data relativa al parcheggio in struttura sito in viale Gramsci 757. Il 09 febbraio 2015 alle ore 20:46 nel palazzo comunale Sesto San Giovanni, previo esaurimento delle formalità descritte dalla normativa nazionale e comunale, si è riunito sotto la presidenza di Ignazio Boccia, Presidente, il Consiglio comunale composto da: Monica Chittò Sindaco Franca Landucci Consigliere Ignazio Boccia Presidente Marco Lanzoni Consigliere Alessandra Aiosa Consigliere Moreno Nossa Consigliere Anna Maria Antoniolli Consigliere Loredana Pastorino Consigliere Mauro Bernardi Consigliere Chiara Pennasi Consigliere Gianpaolo Caponi Consigliere Gioconda Pietra Consigliere Matteo Cremonesi Consigliere Vito Romaniello Consigliere Eros De Noia Consigliere Lucia Teormino Consigliere Roberto Di Stefano Consigliere Angela Tittaferrante Consigliere Michele Foggetta Consigliere Luigi Torraco Consigliere Serena Franciosi Consigliere Marco Tremolada Consigliere Savino Gianvecchio Consigliere Fabiano Vavassori Consigliere Antonio Lamiranda Consigliere Risultano assenti i Consiglieri: Anna Maria Antoniolli, Roberto Di Stefano, Savino Gianvecchio, Angela Tittaferrante, Sono pertanto presenti, con riferimento al presente punto, n. 21 consiglieri. Della Giunta comunale, composta da: Andrea Rivolta Vice sindaco Virginia Montrasio Assessore Elena Iannizzi Assessore Roberta Perego Assessore Rita Innocenti Assessore Alessandro Piano Assessore Edoardo Marini Assessore Risultano assenti gli Assessori: Elena Iannizzi, Andrea Rivolta, Partecipa all adunanza il Segretario Generale Gabriella Di Girolamo. pag. 1/3 Documento informatico firmato digitalmente, sostituisce il documento cartaceo e la firma autografa. (artt. 20 e 21 del D.Lgs n. 82/2005). I Sesto San Giovanni (MI), Piazza della Resistenza, 20 Codice fiscale Partita IVA

9 Interrogazione 9/2015 del 09/02/2015 IL PRESIDENTE Riferisce : Abbiamo il tempo di farne un altra. La numero 6, Consigliera Franciosi è la sua. Relativa al parcheggio in struttura sita in Viale Gramsci 757. Possiamo anche farla al prossimo Consiglio, come vuole lei. Prego. Entra il Consigliere Vavassori. PRESENTI: n. 22 CONSIGLIERA FRANCIOSI: Grazie Presidente. Allora in realtà questa è una rinterrogazione di una interrogazione che avevo presentato l anno scorso. L interrogazione l anno scorso riguardava il parcheggio che è situato in Viale Gramsci e chiedevo, visto che appunto non era ancora nelle disponibilità del Comune, allora chiedevo che intenzioni avessero, aveste come Amministrazione, per riavere, cioè avere finalmente questa struttura nelle nostre disponibilità, anche perché in previsione dell apertura della fermata della metropolitana in quella zona, probabilmente un parcheggio comunale potrebbe essere un ottimo punto di, cioè un punto dove poter lasciare la propria macchina per dirigersi poi in metropolitana in centro città a Milano. All epoca, un anno fa, mi era stato risposto che avreste aperto un tavolo di contrattazione, insomma un tavolo di dialogo, un apertura di dialogo con Autovilla e di conseguenza a distanza più o meno di un anno ho chiesto lumi in merito a questo tavolo, quali fossero i risultati ottenuti e se appunto si era finalmente arrivati a una conclusione sull asservimento dei parcheggi. Grazie. PRESIDENTE: Grazie a lei, anche qui risponde l Assessore Marini. Prego. ASSESSORE MARINI: No rispetto al tavolo del quale sono state fatte diverse riunioni, non si è arrivati a un esito di fatto, no? A questo punto sul tema specifico però è aperto un procedimento in auto tutela che ha dei tempi suoi, non brevissimi proprio anche a seguito devo confessare del richiamo della Consigliera, nel senso che poi ci sono le risposte e via di seguito e si va spesso per vie legali a questo punto. Mi permetto solo di porre un interrogativo ma è una riflessione più che un interrogativo quando ci sarà la metropolitana bisognerà valutare attentamente se quel parcheggio sia meglio o peggio, nel senso che i parcheggi hanno sempre due come dire due funzioni: quella di essere utilizzato per e quindi portare un vantaggio, ma anche quello di chiamare le auto, non so se lì sarà ma questo non c entra niente con i patti convenzionali che vanno rispettati o modificati. Grazie. PRESIDENTE: Grazie Assessore, prego Consigliera Franciosi. CONSIGLIERA FRANCIOSI: Grazie Presidente, allora ci ritroviamo tra un anno per sapere anche qua a questo punto andiamo avanti di anno in anno per sapere lo stato di avanzamento della questione; l unica nota dolente a parte appunto il non rispetto dei patti però quello riguarda diciamo tutto un altro ambito è la lentezza con la quale di nuovo ho avuto risposta su questo tipo di interrogazione, perché già l anno scorso ho aspettato veramente un sacco di tempo prima di avere una risposta ed era questo l argomento e nuovamente per questo pag. 2/3

10 Interrogazione 9/2015 del 09/02/2015 argomento ho dovuto sollecitarvi innumerevoli volte; siccome trovo antipatico e non mi si addice neanche anche se ogni tanto non sembra, però non è una cosa che amo fare vi chiedo di non portare all esasperazione i Consiglieri per avere delle risposte alle interrogazioni, visto che è un nostro atto è un atto dovuto fare interrogazioni e altrettanto rispondere. Grazie. PRESIDENTE: Grazie. Letto, approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE Ignazio Boccia IL SEGRETARIO GENERALE Gabriella Di Girolamo ALLEGATI Interrogazione Franciosi (impronta: B9B85BCB B179920CE570AD FF6E) pag. 3/3

11 Interrogazione 10/2015 del 09/02/2015 VERBALE DISCUSSIONE INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE AVENTE AD OGGETTO: Interrogazione del Consigliere Cremonesi P.G. PEC del 10/11/2014 relativa ad informazioni sull'area del Carroponte. Il 09 febbraio 2015 alle ore 20:46 nel palazzo comunale Sesto San Giovanni, previo esaurimento delle formalità descritte dalla normativa nazionale e comunale, si è riunito sotto la presidenza di Ignazio Boccia, Presidente, il Consiglio comunale composto da: Monica Chittò Sindaco Franca Landucci Consigliere Ignazio Boccia Presidente Marco Lanzoni Consigliere Alessandra Aiosa Consigliere Moreno Nossa Consigliere Anna Maria Antoniolli Consigliere Loredana Pastorino Consigliere Mauro Bernardi Consigliere Chiara Pennasi Consigliere Gianpaolo Caponi Consigliere Gioconda Pietra Consigliere Matteo Cremonesi Consigliere Vito Romaniello Consigliere Eros De Noia Consigliere Lucia Teormino Consigliere Roberto Di Stefano Consigliere Angela Tittaferrante Consigliere Michele Foggetta Consigliere Luigi Torraco Consigliere Serena Franciosi Consigliere Marco Tremolada Consigliere Savino Gianvecchio Consigliere Fabiano Vavassori Consigliere Antonio Lamiranda Consigliere Risultano assenti i Consiglieri: Anna Maria Antoniolli, Savino Gianvecchio, Angela Tittaferrante, Sono pertanto presenti, con riferimento al presente punto, n. 22 consiglieri. Della Giunta comunale, composta da: Andrea Rivolta Vice sindaco Virginia Montrasio Assessore Elena Iannizzi Assessore Roberta Perego Assessore Rita Innocenti Assessore Alessandro Piano Assessore Edoardo Marini Assessore Risultano assenti gli Assessori: Elena Iannizzi, Andrea Rivolta, Partecipa all adunanza il Segretario Generale Gabriella Di Girolamo. pag. 1/2 Documento informatico firmato digitalmente, sostituisce il documento cartaceo e la firma autografa. (artt. 20 e 21 del D.Lgs n. 82/2005). I Sesto San Giovanni (MI), Piazza della Resistenza, 20 Codice fiscale Partita IVA

12 Interrogazione 10/2015 del 09/02/2015 IL PRESIDENTE Riferisce: Allora, per quanto riguarda, l interrogazione n.18, presentata rispettivamente dal Consigliere Cremonesi, relativa ad informazioni sull'area del Carroponte viene tolta dall elenco in quanto ha già ricevuto risposta. Letto, approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE Ignazio Boccia IL SEGRETARIO GENERALE Gabriella Di Girolamo ALLEGATI Interrogazione Consigliere Cremonesi (impronta: AF14A96CDBCF5DF731E BEC9B791DB1849) pag. 2/2

13 Interpellanza 2/2015 del 09/02/2015 VERBALE DISCUSSIONE INTERPELLANZA DEL CONSIGLIERE COMUNALE AVENTE AD OGGETTO: Interpellanza del Consigliere comunale Di Stefano pec del relativa agli scarafaggi nella scuola materna Marx e disinfestazione Il 09 febbraio 2015 alle ore 20:46 nel palazzo comunale Sesto San Giovanni, previo esaurimento delle formalità descritte dalla normativa nazionale e comunale, si è riunito sotto la presidenza di Ignazio Boccia, Presidente, il Consiglio comunale composto da: Monica Chittò Sindaco Franca Landucci Consigliere Ignazio Boccia Presidente Marco Lanzoni Consigliere Alessandra Aiosa Consigliere Moreno Nossa Consigliere Anna Maria Antoniolli Consigliere Loredana Pastorino Consigliere Mauro Bernardi Consigliere Chiara Pennasi Consigliere Gianpaolo Caponi Consigliere Gioconda Pietra Consigliere Matteo Cremonesi Consigliere Vito Romaniello Consigliere Eros De Noia Consigliere Lucia Teormino Consigliere Roberto Di Stefano Consigliere Angela Tittaferrante Consigliere Michele Foggetta Consigliere Luigi Torraco Consigliere Serena Franciosi Consigliere Marco Tremolada Consigliere Savino Gianvecchio Consigliere Fabiano Vavassori Consigliere Antonio Lamiranda Consigliere Risultano assenti i Consiglieri: Anna Maria Antoniolli, Savino Gianvecchio, Angela Tittaferrante, Sono pertanto presenti, con riferimento al presente punto, n. 22 consiglieri. Della Giunta comunale, composta da: Andrea Rivolta Vice sindaco Virginia Montrasio Assessore Elena Iannizzi Assessore Roberta Perego Assessore Rita Innocenti Assessore Alessandro Piano Assessore Edoardo Marini Assessore Risultano assenti gli Assessori: Elena Iannizzi, Andrea Rivolta, Partecipa all adunanza il Segretario Generale Gabriella Di Girolamo. pag. 1/2 Documento informatico firmato digitalmente, sostituisce il documento cartaceo e la firma autografa. (artt. 20 e 21 del D.Lgs n. 82/2005). I Sesto San Giovanni (MI), Piazza della Resistenza, 20 Codice fiscale Partita IVA

14 Interpellanza 2/2015 del 09/02/2015 IL PRESIDENTE Riferisce: Allora, per quanto riguarda, l interrogazione n. 23, presentata rispettivamente dal Consigliere Di Stefano, relativa agli scarafaggi nella Scuola Materna Marx e disinfestazione viene tolta dall elenco in quanto ha già ricevuto risposta. Letto, approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE Ignazio Boccia IL SEGRETARIO GENERALE Gabriella Di Girolamo ALLEGATI interpellanza Di Stefano (impronta: 26955D0D0B167EC72ABBC59DB4D42C430E8D70EC) pag. 2/2

15 IL PRESIDENTE Riferisce: Procediamo con l appello. La parola al Segretario, prego. IL SEGRETARIO GENERALE: Procede con l appello nominale dei Consiglieri. PRESIDENTE: Allora risultano CONSIGLIERE LAMIRANDA: Presidente, chiedo scusa: forse sono io che non mi ricordo più ma siccome ho sentito il Segretario che ha letto anche Bernardi, ma non l abbiamo ancora ufficialmente proclamato Consigliere, forse è stato già che c è il prestampato pronto però non credo che possa costituire il numero legale ad oggi, finché non deliberiamo sulla sua surroga. O sbaglio? PRESIDENTE: Ti risponde la dottoressa. CONSIGLIERE LAMIRANDA: Perché mi ricordo che gli altri due non erano in aula prima della proclamazione. SEGRETARIO GENERALE: Ho riportato nella proposta deliberativa consiliare la situazione specifica: secondo una circolare ministeriale che ho recitato, la procedura che si applica in questa fattispecie è la stessa procedura di convalida degli eletti all inizio, eravate tutti quanti presenti all atto della prima convalida, lo stesso tipo di procedura si applica in questa fattispecie, perché non c è stata la dimissione di un Consigliere Comunale con applicazione dei termini di dieci giorni ma c è stata una decadenza per accettazione della carica di Assessore con la conseguente entrata in servizio ex lege del Consigliere neo eletto. PRESIDENTE: Grazie, quindi allora risultano: 22 consiglieri presenti e tre assenti; la seduta è valida. Come da prassi, dobbiamo nominare tre scrutatori: Vavassori, Romaniello e Lanzoni. Grazie. Adesso per cortesia ci alziamo tutti in piedi per ascoltare l inno nazionale, anche in galleria grazie. Viene eseguito l Inno Nazionale. PRESIDENTE: Grazie. Allora prima di trattare l Ordine del giorno, intanto voglio esprimere le mie vive congratulazioni al neo Consigliere Mauro Bernardi e al neo Vicesindaco Rivolta, che attualmente non c è ma arriverà, augurando ad entrambi un buon lavoro nell interesse sempre della comunità; e a tale proposito do proprio lettura dell art.64 del d.lgs 267/2000 per fare più che altro chiarezza per tutti qualora un Consigliere Comunale assuma la carica di Assessore, in questo caso il Consigliere Rivolta, nella 1

16 rispettiva Giunta cessa dalla carica di Consigliere all atto dell accettazione della nomina ed al suo posto subentra il primo dei non eletti, ovvero il seggio rimasto vacante è attribuito al candidato che nella medesima lista segue immediatamente l ultimo eletto. Quindi passiamo al primo punto con la Convalida del Consigliere Comunale Mauro Bernardi subentrato nel seggio rimasto vacante ; se nulla osta, andiamo subito in votazione se non ci sono interventi lo mettiamo in votazione. Inizio votazione, prego. Fine votazione. Consiglieri presenti al voto 21, contrari nessuno, astenuti nessuno, favorevoli 21. Il Consiglio approva all unanimità. Per questa delibera è prevista la seconda votazione per l immediata eseguibilità, procediamo con la seconda votazione. Prego. Fine votazione. Consiglieri presenti al voto 22, contrari nessuno, astenuti nessuno, favorevoli 22. Il Consiglio approva all unanimità. Di nuovo buon lavoro, Consigliere Bernardi. 2

17 IL PRESIDENTE Riferisce : Secondo punto 1 Commissione Consiliare Permanente Surroga del Consigliere Comunale Andrea Rivolta ; quindi sono state distribuite le schede, gli scrutatori provvederanno dopo a fare il conteggio delle schede. Adesso il Segretario fa la chiamata e ognuno provvede a inserire le schede nell apposita cassetta, grazie. SEGRETARIO GENERALE: Il Segretario chiama in ordine alfabetico i Consiglieri. PRESIDENTE: Allora gli scrutatori, Consigliere Romaniello e Consigliere Lanzoni, provvediamo alle operazioni, prego. Allora dallo spoglio risultano 3 schede nulle, 5 bianche, 14 Consigliere Bernardi. Di fronte a questa votazione proclamo eletto in seno alla Prima Commissione Consiliare il Consigliere Bernardi. Allora nel frattempo un attimo di attenzione, per il secondo punto per la nomina del Consigliere alla Prima Commissione è previsto, dobbiamo fare una votazione per alzata di mano per l immediata eseguibilità. Per l immediata eseguibilità, prego. No, no, scusate, allora con il sistema elettronico. Facciamo la votazione prego per la Prima Commissione. Inizio votazione. Fine votazione. Consiglieri presenti 21. Contrari nessuno. Astenuti 1. Favorevoli 19. Uno non pervenuto. Quindi lo può dire al microfono grazie. CONSIGLIERE LANZONI: Favorevole. PRESIDENTE: Grazie. 3

18 IL PRESIDENTE Riferisce : Adesso proseguiamo per la Seconda Commissione sempre attraverso le schede, grazie. La seconda votazione. Terzo punto 2 Commissione Consiliare Permanente Surroga del Consigliere Comunale Andrea Rivolta ; quindi sono state distribuite le schede, gli scrutatori provvederanno dopo a fare il conteggio delle schede. Adesso il Segretario fa la chiamata e ognuno provvede a inserire le schede nell apposita cassetta, grazie. SEGRETARIO GENERALE: Aiosa, Bernardi, Boccia, Caponi, Chittò, Cremonesi, De Noia, Di Stefano, Foggetta, Franciosi, Lamiranda, Landucci, Lanzoni, Nossa, Passorino, Pennasi, Pietra, Romaniello, Teormino, Torraco, Tremolada, Vavassori. PRESIDENTE: Prego gli scrutatori. Prego. Allora nella seconda votazione risultano 2 schede nulle, 6 bianche, 14 Consigliere Bernardi. Quindi con 14 voti si proclama il Consigliere Bernardi eletto in seno della Seconda Commissione Consiliare. Adesso provvediamo alla votazione per l immediata eseguibilità. Inizio votazione prego. Fine votazione.consiglieri presenti al voto 17 Contrario nessuno, Astenuti nessuno, Favorevoli 15. Due non pervenuti. Il Consiglio approva. 4

Deliberazione del Consiglio Comunale

Deliberazione del Consiglio Comunale VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE AVENTE AD OGGETTO: TASI ALIQUOTE E DETRAZIONI ANNO 2015. Il 23 aprile 2015 alle ore 20:27 nel palazzo comunale Sesto San Giovanni, previo esaurimento delle

Dettagli

Interrogazione. 37/2015 del 30/09/2015

Interrogazione. 37/2015 del 30/09/2015 Interrogazione 37/2015 del 30/09/2015 VERBALE DISCUSSIONE INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE AVENTE AD OGGETTO: Interrogazione del Consigliere comunale Nossa prot. 39888 del 10.06.15 per informazioni

Dettagli

Interrogazione. 7/2014 del 13/10/2014

Interrogazione. 7/2014 del 13/10/2014 Interrogazione 7/2014 del 13/10/2014 VERBALE DISCUSSIONE INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE AVENTE AD OGGETTO: Interrogazione urgente del Consigliere comunale Nossa in data 04.07.14 relativa al deposito

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Allegato 1 PUNTO N. 6 all'o.d.g.: Progetto di Riqualificazione urbana Lidi di Comacchio in sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Scacchi Prestito obbligazionario "Comune di Comacchio

Dettagli

N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013

N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013 VERBALE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013 L anno 2013 addì 20 del mese di novembre alle ore 20.10 nella Residenza Municipale, previa convocazione con avvisi scritti, tempestivamente

Dettagli

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 Oggetto: Quarto Punto all OdG: Modifica Elenco Annuale LL.PP. Anno 2013 e Piano Triennale OO.PP. 2013-2015. PRESIDENTE: Quarto Punto all OdG: Modifica

Dettagli

REGOLAMENTO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO (In vigore dal 1 febbraio 1991)

REGOLAMENTO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO (In vigore dal 1 febbraio 1991) REGOLAMENTO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO (In vigore dal 1 febbraio 1991) CAPO I DELLA COSTITUZIONE E DEL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO NAZIONALE ART. 1 Insediamento del Consiglio - Entrata in carica

Dettagli

COMUNE DI BITONTO. Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE. N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO

COMUNE DI BITONTO. Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE. N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO Si trasmette in copia l esecuzione a... Il Segretario Generale COMUNE DI BITONTO Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO INSEDIAMENTO INTERVENTI VARI. L anno

Dettagli

7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia.

7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia. 7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni Giolitti. Atto di indirizzo. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia. CONSIGLIERE DE LUCIA C. - Nulla, è giunto

Dettagli

PUNTO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO: Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. tantissimi anni quali sono catastalmente i confini

PUNTO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO: Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. tantissimi anni quali sono catastalmente i confini Prego Assessore. Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. PRESIDENTE: Passo la parola all Assessore DI CIAMPINO - APPARTENENZA TRA IL COMUNE DI MARINO E IL COMUNE - PIANO DI VARIAZIONE AMBITO

Dettagli

PROVINCIA DI BERGAMO SEDUTA DEL 25 MAGGIO 2015 R E S O C O N T O D E L L A S E D U T A

PROVINCIA DI BERGAMO SEDUTA DEL 25 MAGGIO 2015 R E S O C O N T O D E L L A S E D U T A PROVINCIA DI BERGAMO C O N S I G L I O P R O V I N C I A L E R E S O C O N T O D E L L A S E D U T A CONSIGLIO PROVINCIALE RESOCONTO L'anno DUEMILAQUINDICI, il giorno 25 del mese di MAGGIO alle ore 9:00,

Dettagli

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri).

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno urgente presentato dal gruppo consiliare Lega Nord Lega Lombarda avente per oggetto: Accesso al contributo regionale per l installazione di pannelli

Dettagli

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio:

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio: allegato 1) PUNTO N. 3 all O.d.G.: Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina meccanica. Cedo la parola al Sindaco. MARCO FABBRI Sindaco: Sì, grazie

Dettagli

VERBALE N. 94 del 22.12.2014

VERBALE N. 94 del 22.12.2014 VERBALE N. 94 del 22.12.2014 . Prego Assessore Mauro Scroccaro. Ancora grazie. Anche questo

Dettagli

COMUNE DI PIOMBINO DESE PROVINCIA DI PADOVA

COMUNE DI PIOMBINO DESE PROVINCIA DI PADOVA C O P I A COMUNE DI PIOMBINO DESE PROVINCIA DI PADOVA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 18 Sessione ordinaria seduta pubblica di 1^ convocazione Verbale letto, approvato e sottoscritto

Dettagli

COMUNE DI PARABITA CONSIGLIO COMUNALE DEL 9 MAGGIO 2011. PUNTO 2 O.D.G. aggiuntivo

COMUNE DI PARABITA CONSIGLIO COMUNALE DEL 9 MAGGIO 2011. PUNTO 2 O.D.G. aggiuntivo COMUNE DI PARABITA CONSIGLIO COMUNALE DEL 9 MAGGIO 2011 PUNTO 2 O.D.G. aggiuntivo Sistemazione attrezzature sportive all interno dell area di proprietà comunale in Via Gorizia. Modifica deliberazione C.C.

Dettagli

CITTÀ DI ISPICA Provincia di Ragusa

CITTÀ DI ISPICA Provincia di Ragusa Letto, confermato e sottoscritto IL SEGRETARIO GENERALE IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO F.TO: B. BUSCEMA F.TO: G. QUARRELLA CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE La presente deliberazione verrà affissa all albo Pretorio

Dettagli

Città di Melfi PROVINCIA DI POTENZA DELIBERAZIONE ORIGINALE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 58 DEL 31/10/2014

Città di Melfi PROVINCIA DI POTENZA DELIBERAZIONE ORIGINALE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 58 DEL 31/10/2014 Città di Melfi PROVINCIA DI POTENZA DELIBERAZIONE ORIGINALE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 58 DEL 31/10/2014 OGGETTO: ISTITUZIONE DIRITTI SUED - APPROVAZIONE L anno duemilaquattordi, il giorno trentuno, del

Dettagli

LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA

LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA LA FECONDAZIONE ASSISTITA TRA SCIENZA ED ETICA Martedì 7 giugno 2005, dalle ore 15 alle ore 20, si è svolto il 3 convegno alla Camera dei Deputati dell Associazione Nazionale ConVoglio Valori (per il 1

Dettagli

COMUNE DI ROSSANO VENETO

COMUNE DI ROSSANO VENETO COPIA WEB Deliberazione N. 42 In data 25.09.2014 Prot. N. 14229 OGGETTO: COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA -------------------- Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale Sessione ordinaria

Dettagli

Al Signor PRESIDENTE del Consiglio Comunale di SOLOPACA. Al SINDACO del Comune di SOLOPACA. Al SEGRETARIO del Comune di SOLOPACA

Al Signor PRESIDENTE del Consiglio Comunale di SOLOPACA. Al SINDACO del Comune di SOLOPACA. Al SEGRETARIO del Comune di SOLOPACA Al Signor PRESIDENTE del Consiglio Comunale di SOLOPACA Al SINDACO del Comune di SOLOPACA Al SEGRETARIO del Comune di SOLOPACA OGGETTO: INTERROGAZIONE" Ai sensi degli artt. 43 del D.Lgs. 267/2000 e 40

Dettagli

COMUNE DI ASOLO Provincia di Treviso DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

COMUNE DI ASOLO Provincia di Treviso DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 11 Reg. Del. COMUNE DI ASOLO Provincia di Treviso DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione ordinaria seduta pubblica in prima convocazione del giorno 25/05/2006 OGGETTO: D.L. n. 444 del 27.10.1995,

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DELL 11.07.2013 Interventi dei Sigg.ri Consiglieri. Approvazione verbali seduta precedente

CONSIGLIO COMUNALE DELL 11.07.2013 Interventi dei Sigg.ri Consiglieri. Approvazione verbali seduta precedente CONSIGLIO COMUNALE DELL 11.07.2013 Interventi dei Sigg.ri Consiglieri Approvazione verbali seduta precedente Buonasera a tutti i cittadini presenti, al signor Sindaco, al segretario Emanuele dott. Mirabile,

Dettagli

Sperimentazione tratta dalla tesi di Gaia Olivero dal titolo:

Sperimentazione tratta dalla tesi di Gaia Olivero dal titolo: Sperimentazione tratta dalla tesi di Gaia Olivero dal titolo: ACCESSO AI CODICI MATEMATICI NELLA SCUOLA DELL INFANZIA ATTRAVERSO UNA DIDATTICA INCLUSIVA CENTRATA SUCAMPI DI ESPERIENZA E GIOCO. Anno accademico

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7 1/7 CAMERA DEI DEPUTATI SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECIRE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE MARTEDÌ 14 LUGLIO 2009 PRESIDENZA

Dettagli

Nel prossimo esercizio se non vi sarà l introduzione di nuovi tributi come tutti auspicano la previsione di incasso potrà essere ovviamente più

Nel prossimo esercizio se non vi sarà l introduzione di nuovi tributi come tutti auspicano la previsione di incasso potrà essere ovviamente più Interventi dei Sigg. consiglieri Bilancio 2014 Ricognizione dello stato di attuazione dei programmi e salvaguardia degli equilibri (art. 193 d.lgs n. 267/00 e degli art. 82 del regolamento di contabilità.

Dettagli

COMUNE DI TERRASSA PADOVANA Provincia di Padova

COMUNE DI TERRASSA PADOVANA Provincia di Padova COMUNE DI TERRASSA PADOVANA Provincia di Padova ORIGINALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE - N. 5/11 Sessione ordinaria - Seduta Pubblica di 1 a convocazione Reg. Pubbl. N. REFERTO DI PUBBLICAZIONE

Dettagli

C O M U N E D I S E L A R G I U S P R O V I N C I A D I C A G L I A R I

C O M U N E D I S E L A R G I U S P R O V I N C I A D I C A G L I A R I P R O V I N C I A D I C A G L I A R I Consiglio Comunale del 28 Settembre 2012 VERBALE DI SEDUTA RESOCONTO INTEGRALE ( t r a s m e s s o a i C a p i g r u p p o C o n s i l i a r i i n d a t a 1 0 o t

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N 7 DEL 03/04/2009 Originale VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: APPROVAZIONE REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA L'anno duemilanove, addì tre del mese di aprile

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi.

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. LA CENTRALE RISCHI Di Emanuele Bellano MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. Noi volevamo avere qualche informazione per un mutuo. Allora

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

COMUNE DI ROSSANO VENETO

COMUNE DI ROSSANO VENETO COPIA WEB Deliberazione N. 18 In data 23/05/2012 Prot. N. 7819 COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA -------------------- Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale Sessione ordinaria Convocazione

Dettagli

Mercoledì 15 aprile 2009

Mercoledì 15 aprile 2009 Mercoledì 15 aprile 2009 EVANGELIZZAZIONE E CONSOLIDAMENTO - Uno dei problemi maggiori non è tanto evangelizzare, quanto fare in modo che le persone che hanno accettato Gesù come personale Salvatore rimangano

Dettagli

DELIBERAZIONE COPIA DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE COPIA DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI BORGETTO Provincia di Palermo DELIBERAZIONE COPIA DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N 3 Del 26 Gennaio 2015 L anno Duemilaquindici il giorno Ventisei del mese di Gennaio alle ore 10:00, nella

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA COPIA COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA Provincia di Verona VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 21 O G G E T T O ESTINZIONE ANTICIPATA MUTUI CONTRATTI CON CASSA DEPOSITI E PRESTITI E CON BANCA

Dettagli

VERBALE della Riunione del Tavolo delle AREE OMOGENEE del giorno 16 Settembre 2014 Fossa, USRC

VERBALE della Riunione del Tavolo delle AREE OMOGENEE del giorno 16 Settembre 2014 Fossa, USRC VERBALE della Riunione del Tavolo delle AREE OMOGENEE del giorno 16 Settembre 2014 Fossa, USRC Il giorno martedì 16 settembre 2014, alle ore 15,30, presso la sala delle aree omogenee dell USRC di Fossa,

Dettagli

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI MENGHI E MUNAFO DEL COMITATO ANNA MENGHI IN MERITO AL PROGETTO DEL PERCORSO PEDONALE MECCANIZZATO NELLA GALLERIA DEL COMMERCIO.

Dettagli

C O M U N E DI M A N T O V A SEGRETERIA GENERALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DI MANTOVA SESSIONE STRAORDINARIA

C O M U N E DI M A N T O V A SEGRETERIA GENERALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DI MANTOVA SESSIONE STRAORDINARIA C O M U N E DI M A N T O V A SEGRETERIA GENERALE COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DI MANTOVA Prima Convocazione Seduta Pubblica SESSIONE STRAORDINARIA N. 55 della delibera R.D. N.

Dettagli

COMUNE DI CAMPO SAN MARTINO PROVINCIA DI PADOVA

COMUNE DI CAMPO SAN MARTINO PROVINCIA DI PADOVA COMUNE DI CAMPO SAN MARTINO PROVINCIA DI PADOVA COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE - N. 3 Sessione ORDINARIA - Seduta PUBBLICA di PRIMA Convocazione F:to Verbale letto, approvato e sottoscritto.

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE E DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE E DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE E DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI (approvato dal C.D.A. con Delibera n 139 in seduta del 25/6/1998, modificato con Delibera n 87 in

Dettagli

(Durante la discussione entrano in aula il sindaco e i consiglieri Bonomo, Cagnoni, Cattaneo, Ferraro; sono presenti n. 33 consiglieri).

(Durante la discussione entrano in aula il sindaco e i consiglieri Bonomo, Cagnoni, Cattaneo, Ferraro; sono presenti n. 33 consiglieri). Il presidente propone la trattazione dell ordine del giorno n. 16 avente per oggetto: Sostegno al disegno di legge per il finanziamento statale della manutenzione delle Mura Venete e trasferimento della

Dettagli

consiglio Regionale della Campania

consiglio Regionale della Campania consiglio Regionale della Campania IV Commissione Consiiare Permanente (Trasporti, Urbanistica, Lavori Pubblici) RESOCONTO INTEGRALE N. 62 SEDUTA IV COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE DEL 21 DICEMBRE 2011

Dettagli

(Durante la discussione escono dall aula i consiglieri Cappuccio, Girola, Maggioni; sono presenti n. 30 consiglieri).

(Durante la discussione escono dall aula i consiglieri Cappuccio, Girola, Maggioni; sono presenti n. 30 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione congiunta dell interrogazione in oggetto con l interpellanza urgente n. 8 presentata dal consigliere comunale Simone Paganoni avente per oggetto: gestione del sito

Dettagli

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani,

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani, CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO Cari castellani, è la prima occasione utile per sentirci con un po' più di calma dopo queste due settimane, a parte qualche post su Facebook che ha tentato di dar conto

Dettagli

DEL CONSIGLIO COMUNALE

DEL CONSIGLIO COMUNALE COPIA COMUNE DI MONTECATINI VAL DI CECINA PROVINCIA DI PISA -------------- DELIBERAZIONE N. 71 in data: 27.11.2008 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: COMUNICAZIONI DEL SINDACO L anno

Dettagli

Presidente Ringrazio il consigliere Beretta. Ha chiesto la parola la consigliera Cercelletta, ne ha facoltà.

Presidente Ringrazio il consigliere Beretta. Ha chiesto la parola la consigliera Cercelletta, ne ha facoltà. CONSIGLIO COMUNALE DEL 16.12.2013 Interventi dei Sigg.ri Consiglieri Sistema Bibliotecario dell Area Metropolitana di Torino, Area Ovest (SBAM Ovest) Approvazione della bozza di convenzione e della bozza

Dettagli

ASSESSORE TEMPESTA LUIGINO

ASSESSORE TEMPESTA LUIGINO Il Sindaco-Presidente pone in discussione il presente punto dell o.d.g. e affida la parola all Assessore di Reparto che relaziona nei seguenti termini: ASSESSORE TEMPESTA LUIGINO Le Leggi finanziarie 2002

Dettagli

CITTÀ DI NOTO Patrimonio dell Umanità

CITTÀ DI NOTO Patrimonio dell Umanità CITTÀ DI NOTO Patrimonio dell Umanità COPIA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 81 SEDUTA DEL 25/11/2014 OGGETTO: Rinegoziazione mutui contratti con la Cassa Depositi e Prestiti. MANCANZA NUMERO LEGALE

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

COMUNE DI TREVIOLO (Provincia di Bergamo)

COMUNE DI TREVIOLO (Provincia di Bergamo) COMUNE DI TREVIOLO (Provincia di Bergamo) Delibera N. 54 del 30/11/2009 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza ordinaria di prima convocazione - Seduta pubblica OGGETTO: ORDINE DEL GIORNO

Dettagli

Per quanto riguarda l attenzione alla qualità del prodotto è stato necessario far capire alle persone quale fosse l enorme costo della non qualità.

Per quanto riguarda l attenzione alla qualità del prodotto è stato necessario far capire alle persone quale fosse l enorme costo della non qualità. Anzitutto volevo ringraziare per l opportunità che mi è stata data di presentare qui oggi la mia azienda. Noi imprenditori di solito siamo orgogliosi delle nostre creature, e quindi siamo contenti quando

Dettagli

COMUNE DI FANO Provincia di Pesaro e Urbino AMMINISTRATORI

COMUNE DI FANO Provincia di Pesaro e Urbino AMMINISTRATORI COMUNE DI FANO Provincia di Pesaro e Urbino AMMINISTRATORI COPIA ESTRATTO DEL VERBALE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: Nr. 314 Del 14/11/2011 INTERROGAZIONE " PARTECIPAZIONE ALLA CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE

Dettagli

COMUNE DI CASTRIGNANO DEL CAPO

COMUNE DI CASTRIGNANO DEL CAPO COMUNE DI CASTRIGNANO DEL PROVINCIA DI LECCE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Numero 18 Del 07-10-2010 Oggetto: RATIFICA VARIAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2010, BILANCIO PLURIENNALE 2010-2012- PIANO

Dettagli

COMUNE DI CITTA' SANT'ANGELO

COMUNE DI CITTA' SANT'ANGELO COMUNE DI CITTA' SANT'ANGELO PROVINCIA DI PESCARA Seduta in data : 21/10/2014 Oggetto: DELIBERAZIONE DEL CONGLIO COMUNALE Atto n. Mozione presentata dal Gruppo Consiliare "Responsabilità Comune" avente

Dettagli

COMUNE DI MARUGGIO PROVINCIA DI TARANTO

COMUNE DI MARUGGIO PROVINCIA DI TARANTO N. 41 REGISTRO DELIBERE COMUNE DI MARUGGIO PROVINCIA DI TARANTO DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: Contributo Ministero dell Interno PON Sicurezza Sistema di videosorveglianza nel Comune di

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

COMUNE DI PIAZZOLA SUL BRENTA Provincia di Padova

COMUNE DI PIAZZOLA SUL BRENTA Provincia di Padova N. 55 di reg. Del 16.09.2009 N. di prot. COMUNE DI PIAZZOLA SUL BRENTA Provincia di Padova VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE NOMINA COMPONENTI COMMISSIONE EDILIZIA COMUNALE. L anno duemilanove

Dettagli

Camera dei Deputati 17 Audizione 8

Camera dei Deputati 17 Audizione 8 Camera dei Deputati 17 Audizione 8 XVI LEGISLATURA COMMISSIONI RIUNITE V-XIV SEDUTA DEL 27 SETTEMBRE 2011 a partire dal 2018 andrà avanti il nuovo sistema di finanziamento al bilancio comunitario, con

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

COMUNE DI CIAMPINO PROVINCIA DI ROMA

COMUNE DI CIAMPINO PROVINCIA DI ROMA COMUNE DI CIAMPINO PROVINCIA DI ROMA CONSIGLIO COMUNALE DEL 31 LUGLIO 2014 Consiglio comunale del 31.07.2014 Pag. 1 PRESIDENTE: Buongiorno a tutti, iniziamo i lavori del Consiglio, invito i Consiglieri

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SENATO ACCADEMICO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA

REGOLAMENTO DEL SENATO ACCADEMICO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA REGOLAMENTO DEL SENATO ACCADEMICO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Il presente regolamento disciplina il funzionamento del senato accademico dell Università degli studi di Genova in conformità a quanto

Dettagli

N. 12.342 di Repertorio N. 4.084 di Raccolta VERBALE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA

N. 12.342 di Repertorio N. 4.084 di Raccolta VERBALE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA - 1 - N. 12.342 di Repertorio N. 4.084 di Raccolta VERBALE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno 2015 (duemilaquindici) il giorno 22 (ventidue) REGISTRATO ALL'AGENZIA DELLE ENTRATE

Dettagli

N. 54/2013 Seduta del 20.11.2013

N. 54/2013 Seduta del 20.11.2013 DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 54/2013 Seduta del 20.11.2013 OGGETTO GARANZIA SUSSIDIARIA PER L ASSUNZIONE DI MUTUO DA PARTE DELL UNIONE DEI COMUNI DEL MEDIO BRENTA PER LA REALIZZAZIONE DELLA

Dettagli

COMUNE DI CIAMPINO PROVINCIA DI ROMA CONSIGLIO COMUNALE DEL 13 MARZO 2015

COMUNE DI CIAMPINO PROVINCIA DI ROMA CONSIGLIO COMUNALE DEL 13 MARZO 2015 COMUNE DI CIAMPINO PROVINCIA DI ROMA CONSIGLIO COMUNALE DEL 13 MARZO 2015 1 PRESIDENTE: Buongiorno iniziamo i lavori con le interrogazioni, la prima interrogazione è l interrogazione protocollo 2411 del

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO

MILENA GABANELLI IN STUDIO COME VA A FINIRE? Contanti saluti al nero aggiornamento del 15/4/2012 Di Stefania Rimini MILENA GABANELLI IN STUDIO Il 15 aprile scorso abbiamo proposto di ridurre drasticamente l uso del contante. Perché

Dettagli

PRESIDENTE: 16 presenti, la seduta è valida, devo giustificare il consigliere Guidarelli, nomino

PRESIDENTE: 16 presenti, la seduta è valida, devo giustificare il consigliere Guidarelli, nomino APPELLO PRESIDENTE: 16 presenti, la seduta è valida, devo giustificare il consigliere Guidarelli, nomino scrutatori i consiglieri Castriconi, Meloni, Urbani; partiamo con le comunicazioni, ne do subito

Dettagli

Lista degli atti linguistici più frequenti nel settore del turismo

Lista degli atti linguistici più frequenti nel settore del turismo SLEST (European Linguistic Standard for Professionals in Tourism) 2.0 1 : Project No: 2013-1-ES1-LEO05-66445 Lista degli atti linguistici più frequenti nel settore del turismo CONTENUTO 1.) all'albergo

Dettagli

5^ Green Globe Banking Conference. 14 giugno 2011. Touring Club Italiano Palazzo Bertarelli

5^ Green Globe Banking Conference. 14 giugno 2011. Touring Club Italiano Palazzo Bertarelli Since 2006 Approved by 5^ Green Globe Banking Conference 14 giugno 2011 Touring Club Italiano Palazzo Bertarelli Il ruolo del sistema bancario italiano nell era della Green Economy: cosa chiedono Famiglie,

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per

PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per finanziamento lavori realizzazione sezione asilo nido rione Borgo, chi illustra? Romani, assessore Romani per

Dettagli

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE.

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PUNTO N. 6 DEL 27/06/2011 OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PRESIDENTE: Prima di passare al punto successivo, volevo dire che probabilmente per quanto

Dettagli

l emendamento, l art.21 del Regolamento di Polizia mortuaria: il Comune fornisce gratuitamente la cassa di cui l art.20.1.1 e 1.5.1.

l emendamento, l art.21 del Regolamento di Polizia mortuaria: il Comune fornisce gratuitamente la cassa di cui l art.20.1.1 e 1.5.1. CONSIGLIO COMUNALE DEL 29.11.2012 Interventi dei Sigg. consiglieri Regolamento di polizia mortuaria. Modifiche ed integrazioni. Approvazione nuovo testo coordinato con le modifiche. Passiamo al sesto punto:

Dettagli

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Cognome : Nome : Data : Istruzioni Non si tratta di una valutazione. Si tratta di individuare le proprie competenze

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE del CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE del CONSIGLIO COMUNALE VERBALE DI DELIBERAZIONE del CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N. 29 OGGETTO: Assestamento di bilancio esercizio 2012 - L'anno DUEMILADODICI addi` TRENTA del mese di NOVEMBRE alle ore 21,00 presso la sala

Dettagli

COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Cod. ISTAT COM 42011 DELIBERAZIONE NUMERO 53 DEL 27-10-14 OGGETTO: MODIFICA REGOLAMENTO PER CONFERIMENTO BORSE DI STUDIO AL MERITO ALLA MEMORIA DEL PROF. ANTONIO

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: Ciao Renata.

Dettagli

PROCEDURE PER IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE PROVINCIALE PER IL LAVORO

PROCEDURE PER IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE PROVINCIALE PER IL LAVORO I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 48 PROVINCIA DI PADOVA PROCEDURE PER IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE PROVINCIALE PER IL LAVORO Approvato con D.G.P. in data 24.2.2000 n. 42 di reg., modificato con D.G.P.

Dettagli

Verbale III^ Commissione Consiliare n. 18 del 11/03/2015. L anno duemilaquindici, il giorno 11 del mese di Marzo, presso la

Verbale III^ Commissione Consiliare n. 18 del 11/03/2015. L anno duemilaquindici, il giorno 11 del mese di Marzo, presso la Verbale III^ Commissione Consiliare n. 18 del 11/03/2015 L anno duemilaquindici, il giorno 11 del mese di Marzo, presso la sede Comunale di Palazzo Butera, si è riunita la III^ Commissione Consiliare:

Dettagli

Il prossimo progetto

Il prossimo progetto Il prossimo progetto Probabilmente avrei dovuto usare una pietra più chiara per il pavimento. Avrebbe sottolineato la dimensione naturale della hall di ingresso, o forse è sbagliato il legno, anche se

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

ALESSANDRO BOTTO COMPONENTE AVCP E CONSIGLIERE DI STATO

ALESSANDRO BOTTO COMPONENTE AVCP E CONSIGLIERE DI STATO Di Bernardo Iovene MILENA GABANELLI IN STUDIO Questa storia val la pena di capirla bene. Quando un dipendente pubblico, viene chiamato a svolgere un incarico presso un ministero, una commissione parlamentare,

Dettagli

Delibera del Consiglio Comunale di Asolo n.15/2003

Delibera del Consiglio Comunale di Asolo n.15/2003 Delibera del Consiglio Comunale di Asolo n.15/2003 Data di convocazione: 11-04-2003 Oggetto: Esame ed approvazione "Regolamento comunale di semplificazione dei procedimenti di spesa in economia". Il Sindaco

Dettagli

ADOZIONE DI UN NUOVO REGOLAMENTO ASSEMBLEARE. Signori Soci,

ADOZIONE DI UN NUOVO REGOLAMENTO ASSEMBLEARE. Signori Soci, ADOZIONE DI UN NUOVO REGOLAMENTO ASSEMBLEARE Signori Soci, in relazione alle modifiche statutarie sottoposte all odierna Assemblea sociale, si è resa necessaria una rivisitazione del vigente testo del

Dettagli

11 del 10 FEBBRAIO 2003 PROT. N. 3102 1

11 del 10 FEBBRAIO 2003 PROT. N. 3102 1 11 del 10 FEBBRAIO 2003 PROT. N. 3102 1 OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI MENGHI E MUNAFO DEL COMITATO ANNA MENGHI IN MERITO ALLE ASSUNZIONI DI PERSONALE ATTRAVERSO PROCEDURE PUBBLICHE DA PARTE

Dettagli

(Durante la discussione esce dall aula il consigliere Amati; sono presenti n. 35 consiglieri).

(Durante la discussione esce dall aula il consigliere Amati; sono presenti n. 35 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno n. 53 avente per oggetto: Approvazione del progetto comportante variante agli strumenti urbanistici, relativo alla riqualificazione e potenziamento

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

COPIA DI ATTO DI CONSIGLIO COMUNALE. Seduta del 15/06/2010 n. 31

COPIA DI ATTO DI CONSIGLIO COMUNALE. Seduta del 15/06/2010 n. 31 COPIA DI ATTO DI CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: INTERPELLANZA presentata dal gruppo consiliare Progetto Filottrano con oggetto: "funzionamento ufficio postale e ADSL". L'Anno Duemiladieci il giorno Quindici

Dettagli

Atti consiliari del Comune di Barletta SEDUTA DEL 13 SETTEMBRE 2012 Verbale allegato alla delibera consiliare n. 44 avente all oggetto: Mozione relativa a Abbandono dei minori, adozione internazionale

Dettagli

Modulo 2. A Caccia di Risorse

Modulo 2. A Caccia di Risorse Modulo 2 A Caccia di Risorse FINALITÀ Il ciclo di attività si propone di sviluppare negli studenti la capacità di analizzare le situazioni critiche della vita quotidiana al fine di renderli consapevoli

Dettagli

N. 49/2015 Seduta del 15.06.2015 OGGETTO MODIFICA REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC).

N. 49/2015 Seduta del 15.06.2015 OGGETTO MODIFICA REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC). DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 49/2015 Seduta del 15.06.2015 OGGETTO MODIFICA REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC). L anno 2015 addì 15 del mese di giugno

Dettagli

COMUNE DI CASARANO Provincia di Lecce REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL. CONSIGLIO COMUNALE dei RAGAZZI e delle RAGAZZE

COMUNE DI CASARANO Provincia di Lecce REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL. CONSIGLIO COMUNALE dei RAGAZZI e delle RAGAZZE COMUNE DI CASARANO Provincia di Lecce REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE dei RAGAZZI e delle RAGAZZE Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 23.01.2015 Art. 1 ISTITUZIONE

Dettagli

Comune di Polverigi. Provincia di Ancona. Trascrizione integrale dei verbali della seduta del Consiglio Comunale del 28 novembre 2012

Comune di Polverigi. Provincia di Ancona. Trascrizione integrale dei verbali della seduta del Consiglio Comunale del 28 novembre 2012 Comune di Polverigi Provincia di Ancona Trascrizione integrale dei verbali della seduta del Consiglio Comunale del 28 novembre 2012 1. Lettura ed approvazione verbali sedute precedenti Buonasera a tutti.

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) n. 12 Del 08/07/2014

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) n. 12 Del 08/07/2014 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) DELIBERAZIONE del Consiglio Comunale n. 12 Del 08/07/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE DEI REGOLAMENTI DI DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) - APPROVAZIONE

Dettagli