Interrogazione. 7/2015 del 09/02/2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Interrogazione. 7/2015 del 09/02/2015"

Transcript

1 Interrogazione 7/2015 del 09/02/2015 VERBALE DISCUSSIONE INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE AVENTE AD OGGETTO: Interrogazione della Lista Civica Sesto nel Cuore P.G del 06/11/2014 relativa all'illuminazione pubblica Lampioni stradali. Il 09 febbraio 2015 alle ore 20:46 nel palazzo comunale Sesto San Giovanni, previo esaurimento delle formalità descritte dalla normativa nazionale e comunale, si è riunito sotto la presidenza di Ignazio Boccia, Presidente, il Consiglio comunale composto da: Monica Chittò Sindaco Franca Landucci Consigliere Ignazio Boccia Presidente Marco Lanzoni Consigliere Alessandra Aiosa Consigliere Moreno Nossa Consigliere Anna Maria Antoniolli Consigliere Loredana Pastorino Consigliere Mauro Bernardi Consigliere Chiara Pennasi Consigliere Gianpaolo Caponi Consigliere Gioconda Pietra Consigliere Matteo Cremonesi Consigliere Vito Romaniello Consigliere Eros De Noia Consigliere Lucia Teormino Consigliere Roberto Di Stefano Consigliere Angela Tittaferrante Consigliere Michele Foggetta Consigliere Luigi Torraco Consigliere Serena Franciosi Consigliere Marco Tremolada Consigliere Savino Gianvecchio Consigliere Fabiano Vavassori Consigliere Antonio Lamiranda Consigliere Risultano assenti i Consiglieri: Anna Maria Antoniolli, Gianpaolo Caponi, Roberto Di Stefano, Serena Franciosi, Savino Gianvecchio, Moreno Nossa, Loredana Pastorino, Chiara Pennasi, Vito Romaniello, Lucia Teormino, Angela Tittaferrante, Marco Tremolada, Fabiano Vavassori, Sono pertanto presenti, con riferimento al presente punto, n. 12 consiglieri. Della Giunta comunale, composta da: Andrea Rivolta Vice sindaco Virginia Montrasio Assessore Elena Iannizzi Assessore Roberta Perego Assessore Rita Innocenti Assessore Alessandro Piano Assessore Edoardo Marini Assessore Risultano assenti gli Assessori: Elena Iannizzi, Virginia Montrasio, Roberta Perego, Andrea Rivolta, Partecipa all adunanza il Segretario Generale Gabriella Di Girolamo. pag. 1/5 Documento informatico firmato digitalmente, sostituisce il documento cartaceo e la firma autografa. (artt. 20 e 21 del D.Lgs n. 82/2005). I Sesto San Giovanni (MI), Piazza della Resistenza, 20 Codice fiscale Partita IVA

2 Interrogazione 7/2015 del 09/02/2015 IL PRESIDENTE Riferisce : Buonasera. Trattiamo un paio di interrogazioni che hanno già avuto risposte. Consigliere Lanzoni. Interrogazione numero 15, presentata dalla Lista Civica Sesto nel Cuore relativa all illuminazione pubblica. Prego, se la vuole esporre un attimo. CONSIGLIERE LANZONI: Sì, buonasera Presidente, buonasera a tutti. L interrogazione relativa ai lampioni stradali era stata fatta in merito a delle segnalazioni che alcuni cittadini mi avevano fatto osservando il cambio di alcuni lampioni in alcune vie della città che andavano a sostituire il corpo illuminante classico, diciamo, con ancora uno stesso corpo illuminante e quindi ovviamente mi chiedevano se sapevo perché comunque venivano sostituiti i lampioni, quando a parità, diciamo, di illuminazione non vedevano un beneficio. E dall altro lato invece mi facevano osservare dove in alcuni punti, come ad esempio su Viale Casiraghi, i lampioni, la sostituzione dei lampioni a led che era stata fatta comunque dava una percezione, diciamo, di scarsa illuminazione. Partendo da questo punto effettivamente anch io ho avuto quell impressione sulla parte di illuminazione a led, ma questo molto probabilmente è dettato dal fatto che il lampione si trova sempre, si trovava al di fuori della copertura del verde degli alberi. Adesso si nota meno ovviamente perch é sono spogli e l osservazione ecco era stata questa. PRESIDENTE: Grazie. Risponde l Assessore Piano. Prego. Entra il Consigliere Nossa. PRESENTI : n. 13 ASSESSORE PIANO: Grazie signor Presidente. Buonasera a tutti. Sì, io ho avuto modo di analizzare l interrogazione della Lista Sesto nel Cuore, abbiamo risposto facendo presente che gli apparecchi che sono stati sostituiti, installati, solo apparentemente sono uguali a quelli, come dire, vecchi, in realt à sono stati sostituiti gli alimentatori, stiamo parlando di alimentatori che consentono una riduzione del risparmio energetico, il cui costo è esclusivamente a carico dell operatore. Noi oggi siamo alla condizione per cui stiamo procedendo a una rigenerazione di tutto l impianto di illuminazione pubblica a seguito dell accordo che abbiamo sottoscritto con Enel Sole, nel quadro di quello che è il nostro documento generale sulle azioni strategiche per il risparmio energetico. Dovremmo riuscire a completarlo integralmente per settembre e prevediamo complessivamente, siamo già a buon punto, di cambiare con gli apparecchi tradizionali con quelli a led circa 719 corpi illuminanti su 1656 apparecchi che andiamo a sostituire ex novo. Dopodiché abbiamo la rigenerazione di cui lei parlava prima, e stiamo parlando di circa 3317 apparecchi che andiamo a sostituire, così come sono previste delle sostituzioni dei gruppi di potenza e una serie di, come dire, modifiche a quello che è l apparato, e stiamo parlando ad esempio degli orologi astronomici che abbiamo reintrodotto perché ci consentono di acquisire un ulteriore risparmio energetico. Cioè siamo nella condizione dove a settembre del 2015, per rispondere anche a quello che era un impegno che ci siamo dati in Consiglio Comunale, passiamo da un consumo iniziale di 5034 megawatt all anno a un consumo finale di 3238 megawatt, realizzando un risparmio pag. 1/5

3 Interrogazione 7/2015 del 09/02/2015 energetico complessivo sulla città del 35% che credo possa essere un risparmio importante e considerevole e l inizio di quelle azioni sulla, diciamo, di carattere energetico per il contenimento di quello che è il costo complessivo sia sotto il profilo economico che sotto il profilo ambientale che l Amministrazione si è data sin dall inizio. Per quanto riguarda gli apparecchi a led io lo posso dire, parlando anche della mia precedente esperienza in Energie Locali che era la società che, come dire, ha per prima sperimentato i led nel viale Marelli, certamente quel tipo di temperatura rispetto al sodio alta pressione dà una percezione diversa, al di là delle piante che certamente sono una concausa effettiva che può, come dire, generare una luce apparentemente più debole. Però il cambio dal sodio alta pressione al led genera quel tipo di disagio iniziale nel cittadino, noi dove l abbiamo sperimentato l abbiamo trovato. Le ultime temperature sembrano anche, lo abbiamo riscontrato, le ultime temperature sembrano anche più calde rispetto a viale Marelli, dove abbiamo una luce magari fredda, e dovrebbero attenuare quel livello di percezione che abbiamo notato, ma abbiamo notato anche quando siamo andati a rifare l impianto in via Dante. Quando si mettono i led normalmente la gente percepisce una illuminazione più bassa. A questo si aggiunga anche il fatto che normalmente noi andiamo a cambiare dei corpi illuminanti per metterli a norma con quella che è la legge regionale che non prevede più una proiezione verso l alto della luce, ma prevede una proiezione verso il basso. Questo determina evidentemente che c è meno dispersione, ma anche qui abbiamo un livello di percezione luminosa che è certamente più bassa. Il tema di andare comunque nella direzione del led è una cosa su cui ci siamo impegnati e, come le ripeto, puntiamo a sostituire circa 719 apparecchi. Ci aspettiamo altre lamentele di quel tipo. Tra l altro adesso stiamo pianificando un azione per cambiare anche tutte le luci nei portici e anche lì, probabilmente, all inizio avremo una percezione di minore luminosità, ma questo ovviamente è un prezzo che paghiamo anche per arrivare a conseguire quel risparmio che è del 35% e io credo che sia considerevole. Entra l'ass. Perego Entrano i Conss. Pastorino, Pennasi, Teormino, Franciosi, Di Stefano. PRESENTI : n. 18 PRESIDENTE: Consigliere c è la facoltà di dichiarare se è soddisfatto della risposta. Prego. CONSIGLIERE LANZONI: Sì, sono soddisfatto. Volevo solo aggiungere che su Viale Casiraghi la percezione ovviamente di scarsa illuminazione era dettata dai tre fattori, ovviamente quello che ha detto e quello che ho appurato anch io, perché adesso non si nota però di fatto molti alberi del viale sono al di sotto del corpo illuminante. E dall altra parte notavo che effettivamente sul palo, diciamo, dove ci sono i due led, quello che da una parte dovrebbe illuminare l ambito del marciapiede ovviamente si trova a illuminare prevalentemente le auto parcheggiate, come del resto l altro led che dovrebbe illuminare la strada non c è lo sbraccio, quindi l unione di questi tre fattori porta a questo.comunque mi ritengo soddisfatto. Letto, approvato e sottoscritto. pag. 2/5

4 Interrogazione 7/2015 del 09/02/2015 IL PRESIDENTE Ignazio Boccia IL SEGRETARIO GENERALE Gabriella Di Girolamo ALLEGATI Interrogazione P.G. PEC del 06/11/2014 (impronta: AABC7D BE63C73CE282F04DFF3ABB51B) pag. 3/5

5 Interrogazione 8/2015 del 09/02/2015 VERBALE DISCUSSIONE INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE AVENTE AD OGGETTO: Interrogazione dei Consiglieri comunali Lamiranda e Di Stefano in data relativa alla Moschea abusiva in via Trento 106. Il 09 febbraio 2015 alle ore 20:46 nel palazzo comunale Sesto San Giovanni, previo esaurimento delle formalità descritte dalla normativa nazionale e comunale, si è riunito sotto la presidenza di Ignazio Boccia, Presidente, il Consiglio comunale composto da: Monica Chittò Sindaco Franca Landucci Consigliere Ignazio Boccia Presidente Marco Lanzoni Consigliere Alessandra Aiosa Consigliere Moreno Nossa Consigliere Anna Maria Antoniolli Consigliere Loredana Pastorino Consigliere Mauro Bernardi Consigliere Chiara Pennasi Consigliere Gianpaolo Caponi Consigliere Gioconda Pietra Consigliere Matteo Cremonesi Consigliere Vito Romaniello Consigliere Eros De Noia Consigliere Lucia Teormino Consigliere Roberto Di Stefano Consigliere Angela Tittaferrante Consigliere Michele Foggetta Consigliere Luigi Torraco Consigliere Serena Franciosi Consigliere Marco Tremolada Consigliere Savino Gianvecchio Consigliere Fabiano Vavassori Consigliere Antonio Lamiranda Consigliere Risultano assenti i Consiglieri: Anna Maria Antoniolli, Gianpaolo Caponi, Savino Gianvecchio, Vito Romaniello, Angela Tittaferrante, Marco Tremolada, Fabiano Vavassori Sono pertanto presenti, con riferimento al presente punto, n. 18 consiglieri. Della Giunta comunale, composta da: Andrea Rivolta Vice sindaco Virginia Montrasio Assessore Elena Iannizzi Assessore Roberta Perego Assessore Rita Innocenti Assessore Alessandro Piano Assessore Edoardo Marini Assessore Risultano assenti gli Assessori: Elena Iannizzi, Virginia Montrasio, Andrea Rivolta, Partecipa all adunanza il Segretario Generale Gabriella Di Girolamo. pag. 1/3 Documento informatico firmato digitalmente, sostituisce il documento cartaceo e la firma autografa. (artt. 20 e 21 del D.Lgs n. 82/2005). I Sesto San Giovanni (MI), Piazza della Resistenza, 20 Codice fiscale Partita IVA

6 Interrogazione 8/2015 del 09/02/2015 IL PRESIDENTE Riferisce : Grazie. Passiamo all interrogazione numero 8 presentata dal Consigliere Lamiranda, relativa alla Moschea di via Trento. Prego. CONSIGLIERE LAMIRANDA: Grazie signor Presidente. Sempre tempestive le risposte dell Amministrazione. E un fatto che abbiamo segnalato a settembre e in cui avevamo ricevuto, io e il Consigliere Di Stefano, delle segnalazioni sull apertura abusiva di un centro di preghiera moschea in via Trento in un capannone. E allora sulla base di queste indicazioni avevamo posto una segnalazione all Ufficio Tecnico e all Amministrazione stessa chiedendo appunto se questo intervento risultasse essere già stato autorizzato, se, nel caso positivo, che cos era previsto come tipologia di intervento, in caso negativo quali provvedimenti adottava o aveva intenzione di adottare l Amministrazione. Chi aveva, avevamo chiesto, incaricato poi dell esecuzione dei lavori, chi informalmente era il conduttore, chi era il proprietario, quindi una serie di notizie che poi successivamente hanno trovato anche riscontro sulla carta stampata. E su questo abbiamo chiesto appunto all Amministrazione di intervenire. Grazie. PRESIDENTE: Grazie a lei. Risponde l Assessore Marini, prego. ASSESSORE MARINI: No, penso che l interrogazione, la risposta alla interrogazione sia abbastanza chiara. L unico elemento, non sono mai stati formalizzate richieste di utilizzo per il... al fine di luogo di culto l utilizzo dell immobile, sono stati fatti dei lavori di adeguamento, soprattutto la messa in opera dei bagni, se non sbaglio, per altro senza preventiva comunicazione che è stata subito sanzionata. Della cosa poi per evidenti motivi, la cui, come dire, norma e legislazione è abbastanza definita, non da ultimo dalla legge regionale che ha recentemente modificato in tutto la disciplina rispetto alle nuove edificazioni, permane il procedimento amministrativo per la mancata segnalazione delle opere di manutenzione ordinaria. Non aggiungo nulla di pi ù. Grazie. PRESIDENTE : Consigliere Lamiranda, prego. Entra l'ass. Montrasio. Entrano i Conss. Romaniello,Tremolada,Caponi. PRESENTI : n. 21 CONSIGLIERE LAMIRANDA: Grazie. Ringrazio per la precisazione. So che entro il 28 ottobre dovevano pag. 2/3

7 Interrogazione 8/2015 del 09/02/2015 essere definite le, 28 novembre se non ricordo male dovevano definire da parte della proprietà le motivazioni ad integrazione della procedura amministrativa, non conosco l esito della procedura amministrativa pensavo che me lo dicesse lei stasera, però va bene farò l accesso agli atti e in conseguenza di ciò poi verificherò cosa, l iter amministrativo come si è concluso. Grazie. PRESIDENTE: Grazie Consigliere Lamiranda. Letto, approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE Ignazio Boccia IL SEGRETARIO GENERALE Gabriella Di Girolamo ALLEGATI Interrogazione Lamiranda Di Stefano (impronta: A1B08AE66BE588B7907ED753C04DE9379) pag. 3/3

8 Interrogazione 9/2015 del 09/02/2015 VERBALE DISCUSSIONE INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE AVENTE AD OGGETTO: Interrogazione della Consigliera comunale Franciosi in data relativa al parcheggio in struttura sito in viale Gramsci 757. Il 09 febbraio 2015 alle ore 20:46 nel palazzo comunale Sesto San Giovanni, previo esaurimento delle formalità descritte dalla normativa nazionale e comunale, si è riunito sotto la presidenza di Ignazio Boccia, Presidente, il Consiglio comunale composto da: Monica Chittò Sindaco Franca Landucci Consigliere Ignazio Boccia Presidente Marco Lanzoni Consigliere Alessandra Aiosa Consigliere Moreno Nossa Consigliere Anna Maria Antoniolli Consigliere Loredana Pastorino Consigliere Mauro Bernardi Consigliere Chiara Pennasi Consigliere Gianpaolo Caponi Consigliere Gioconda Pietra Consigliere Matteo Cremonesi Consigliere Vito Romaniello Consigliere Eros De Noia Consigliere Lucia Teormino Consigliere Roberto Di Stefano Consigliere Angela Tittaferrante Consigliere Michele Foggetta Consigliere Luigi Torraco Consigliere Serena Franciosi Consigliere Marco Tremolada Consigliere Savino Gianvecchio Consigliere Fabiano Vavassori Consigliere Antonio Lamiranda Consigliere Risultano assenti i Consiglieri: Anna Maria Antoniolli, Roberto Di Stefano, Savino Gianvecchio, Angela Tittaferrante, Sono pertanto presenti, con riferimento al presente punto, n. 21 consiglieri. Della Giunta comunale, composta da: Andrea Rivolta Vice sindaco Virginia Montrasio Assessore Elena Iannizzi Assessore Roberta Perego Assessore Rita Innocenti Assessore Alessandro Piano Assessore Edoardo Marini Assessore Risultano assenti gli Assessori: Elena Iannizzi, Andrea Rivolta, Partecipa all adunanza il Segretario Generale Gabriella Di Girolamo. pag. 1/3 Documento informatico firmato digitalmente, sostituisce il documento cartaceo e la firma autografa. (artt. 20 e 21 del D.Lgs n. 82/2005). I Sesto San Giovanni (MI), Piazza della Resistenza, 20 Codice fiscale Partita IVA

9 Interrogazione 9/2015 del 09/02/2015 IL PRESIDENTE Riferisce : Abbiamo il tempo di farne un altra. La numero 6, Consigliera Franciosi è la sua. Relativa al parcheggio in struttura sita in Viale Gramsci 757. Possiamo anche farla al prossimo Consiglio, come vuole lei. Prego. Entra il Consigliere Vavassori. PRESENTI: n. 22 CONSIGLIERA FRANCIOSI: Grazie Presidente. Allora in realtà questa è una rinterrogazione di una interrogazione che avevo presentato l anno scorso. L interrogazione l anno scorso riguardava il parcheggio che è situato in Viale Gramsci e chiedevo, visto che appunto non era ancora nelle disponibilità del Comune, allora chiedevo che intenzioni avessero, aveste come Amministrazione, per riavere, cioè avere finalmente questa struttura nelle nostre disponibilità, anche perché in previsione dell apertura della fermata della metropolitana in quella zona, probabilmente un parcheggio comunale potrebbe essere un ottimo punto di, cioè un punto dove poter lasciare la propria macchina per dirigersi poi in metropolitana in centro città a Milano. All epoca, un anno fa, mi era stato risposto che avreste aperto un tavolo di contrattazione, insomma un tavolo di dialogo, un apertura di dialogo con Autovilla e di conseguenza a distanza più o meno di un anno ho chiesto lumi in merito a questo tavolo, quali fossero i risultati ottenuti e se appunto si era finalmente arrivati a una conclusione sull asservimento dei parcheggi. Grazie. PRESIDENTE: Grazie a lei, anche qui risponde l Assessore Marini. Prego. ASSESSORE MARINI: No rispetto al tavolo del quale sono state fatte diverse riunioni, non si è arrivati a un esito di fatto, no? A questo punto sul tema specifico però è aperto un procedimento in auto tutela che ha dei tempi suoi, non brevissimi proprio anche a seguito devo confessare del richiamo della Consigliera, nel senso che poi ci sono le risposte e via di seguito e si va spesso per vie legali a questo punto. Mi permetto solo di porre un interrogativo ma è una riflessione più che un interrogativo quando ci sarà la metropolitana bisognerà valutare attentamente se quel parcheggio sia meglio o peggio, nel senso che i parcheggi hanno sempre due come dire due funzioni: quella di essere utilizzato per e quindi portare un vantaggio, ma anche quello di chiamare le auto, non so se lì sarà ma questo non c entra niente con i patti convenzionali che vanno rispettati o modificati. Grazie. PRESIDENTE: Grazie Assessore, prego Consigliera Franciosi. CONSIGLIERA FRANCIOSI: Grazie Presidente, allora ci ritroviamo tra un anno per sapere anche qua a questo punto andiamo avanti di anno in anno per sapere lo stato di avanzamento della questione; l unica nota dolente a parte appunto il non rispetto dei patti però quello riguarda diciamo tutto un altro ambito è la lentezza con la quale di nuovo ho avuto risposta su questo tipo di interrogazione, perché già l anno scorso ho aspettato veramente un sacco di tempo prima di avere una risposta ed era questo l argomento e nuovamente per questo pag. 2/3

10 Interrogazione 9/2015 del 09/02/2015 argomento ho dovuto sollecitarvi innumerevoli volte; siccome trovo antipatico e non mi si addice neanche anche se ogni tanto non sembra, però non è una cosa che amo fare vi chiedo di non portare all esasperazione i Consiglieri per avere delle risposte alle interrogazioni, visto che è un nostro atto è un atto dovuto fare interrogazioni e altrettanto rispondere. Grazie. PRESIDENTE: Grazie. Letto, approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE Ignazio Boccia IL SEGRETARIO GENERALE Gabriella Di Girolamo ALLEGATI Interrogazione Franciosi (impronta: B9B85BCB B179920CE570AD FF6E) pag. 3/3

11 Interrogazione 10/2015 del 09/02/2015 VERBALE DISCUSSIONE INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE AVENTE AD OGGETTO: Interrogazione del Consigliere Cremonesi P.G. PEC del 10/11/2014 relativa ad informazioni sull'area del Carroponte. Il 09 febbraio 2015 alle ore 20:46 nel palazzo comunale Sesto San Giovanni, previo esaurimento delle formalità descritte dalla normativa nazionale e comunale, si è riunito sotto la presidenza di Ignazio Boccia, Presidente, il Consiglio comunale composto da: Monica Chittò Sindaco Franca Landucci Consigliere Ignazio Boccia Presidente Marco Lanzoni Consigliere Alessandra Aiosa Consigliere Moreno Nossa Consigliere Anna Maria Antoniolli Consigliere Loredana Pastorino Consigliere Mauro Bernardi Consigliere Chiara Pennasi Consigliere Gianpaolo Caponi Consigliere Gioconda Pietra Consigliere Matteo Cremonesi Consigliere Vito Romaniello Consigliere Eros De Noia Consigliere Lucia Teormino Consigliere Roberto Di Stefano Consigliere Angela Tittaferrante Consigliere Michele Foggetta Consigliere Luigi Torraco Consigliere Serena Franciosi Consigliere Marco Tremolada Consigliere Savino Gianvecchio Consigliere Fabiano Vavassori Consigliere Antonio Lamiranda Consigliere Risultano assenti i Consiglieri: Anna Maria Antoniolli, Savino Gianvecchio, Angela Tittaferrante, Sono pertanto presenti, con riferimento al presente punto, n. 22 consiglieri. Della Giunta comunale, composta da: Andrea Rivolta Vice sindaco Virginia Montrasio Assessore Elena Iannizzi Assessore Roberta Perego Assessore Rita Innocenti Assessore Alessandro Piano Assessore Edoardo Marini Assessore Risultano assenti gli Assessori: Elena Iannizzi, Andrea Rivolta, Partecipa all adunanza il Segretario Generale Gabriella Di Girolamo. pag. 1/2 Documento informatico firmato digitalmente, sostituisce il documento cartaceo e la firma autografa. (artt. 20 e 21 del D.Lgs n. 82/2005). I Sesto San Giovanni (MI), Piazza della Resistenza, 20 Codice fiscale Partita IVA

12 Interrogazione 10/2015 del 09/02/2015 IL PRESIDENTE Riferisce: Allora, per quanto riguarda, l interrogazione n.18, presentata rispettivamente dal Consigliere Cremonesi, relativa ad informazioni sull'area del Carroponte viene tolta dall elenco in quanto ha già ricevuto risposta. Letto, approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE Ignazio Boccia IL SEGRETARIO GENERALE Gabriella Di Girolamo ALLEGATI Interrogazione Consigliere Cremonesi (impronta: AF14A96CDBCF5DF731E BEC9B791DB1849) pag. 2/2

13 Interpellanza 2/2015 del 09/02/2015 VERBALE DISCUSSIONE INTERPELLANZA DEL CONSIGLIERE COMUNALE AVENTE AD OGGETTO: Interpellanza del Consigliere comunale Di Stefano pec del relativa agli scarafaggi nella scuola materna Marx e disinfestazione Il 09 febbraio 2015 alle ore 20:46 nel palazzo comunale Sesto San Giovanni, previo esaurimento delle formalità descritte dalla normativa nazionale e comunale, si è riunito sotto la presidenza di Ignazio Boccia, Presidente, il Consiglio comunale composto da: Monica Chittò Sindaco Franca Landucci Consigliere Ignazio Boccia Presidente Marco Lanzoni Consigliere Alessandra Aiosa Consigliere Moreno Nossa Consigliere Anna Maria Antoniolli Consigliere Loredana Pastorino Consigliere Mauro Bernardi Consigliere Chiara Pennasi Consigliere Gianpaolo Caponi Consigliere Gioconda Pietra Consigliere Matteo Cremonesi Consigliere Vito Romaniello Consigliere Eros De Noia Consigliere Lucia Teormino Consigliere Roberto Di Stefano Consigliere Angela Tittaferrante Consigliere Michele Foggetta Consigliere Luigi Torraco Consigliere Serena Franciosi Consigliere Marco Tremolada Consigliere Savino Gianvecchio Consigliere Fabiano Vavassori Consigliere Antonio Lamiranda Consigliere Risultano assenti i Consiglieri: Anna Maria Antoniolli, Savino Gianvecchio, Angela Tittaferrante, Sono pertanto presenti, con riferimento al presente punto, n. 22 consiglieri. Della Giunta comunale, composta da: Andrea Rivolta Vice sindaco Virginia Montrasio Assessore Elena Iannizzi Assessore Roberta Perego Assessore Rita Innocenti Assessore Alessandro Piano Assessore Edoardo Marini Assessore Risultano assenti gli Assessori: Elena Iannizzi, Andrea Rivolta, Partecipa all adunanza il Segretario Generale Gabriella Di Girolamo. pag. 1/2 Documento informatico firmato digitalmente, sostituisce il documento cartaceo e la firma autografa. (artt. 20 e 21 del D.Lgs n. 82/2005). I Sesto San Giovanni (MI), Piazza della Resistenza, 20 Codice fiscale Partita IVA

14 Interpellanza 2/2015 del 09/02/2015 IL PRESIDENTE Riferisce: Allora, per quanto riguarda, l interrogazione n. 23, presentata rispettivamente dal Consigliere Di Stefano, relativa agli scarafaggi nella Scuola Materna Marx e disinfestazione viene tolta dall elenco in quanto ha già ricevuto risposta. Letto, approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE Ignazio Boccia IL SEGRETARIO GENERALE Gabriella Di Girolamo ALLEGATI interpellanza Di Stefano (impronta: 26955D0D0B167EC72ABBC59DB4D42C430E8D70EC) pag. 2/2

15 IL PRESIDENTE Riferisce: Procediamo con l appello. La parola al Segretario, prego. IL SEGRETARIO GENERALE: Procede con l appello nominale dei Consiglieri. PRESIDENTE: Allora risultano CONSIGLIERE LAMIRANDA: Presidente, chiedo scusa: forse sono io che non mi ricordo più ma siccome ho sentito il Segretario che ha letto anche Bernardi, ma non l abbiamo ancora ufficialmente proclamato Consigliere, forse è stato già che c è il prestampato pronto però non credo che possa costituire il numero legale ad oggi, finché non deliberiamo sulla sua surroga. O sbaglio? PRESIDENTE: Ti risponde la dottoressa. CONSIGLIERE LAMIRANDA: Perché mi ricordo che gli altri due non erano in aula prima della proclamazione. SEGRETARIO GENERALE: Ho riportato nella proposta deliberativa consiliare la situazione specifica: secondo una circolare ministeriale che ho recitato, la procedura che si applica in questa fattispecie è la stessa procedura di convalida degli eletti all inizio, eravate tutti quanti presenti all atto della prima convalida, lo stesso tipo di procedura si applica in questa fattispecie, perché non c è stata la dimissione di un Consigliere Comunale con applicazione dei termini di dieci giorni ma c è stata una decadenza per accettazione della carica di Assessore con la conseguente entrata in servizio ex lege del Consigliere neo eletto. PRESIDENTE: Grazie, quindi allora risultano: 22 consiglieri presenti e tre assenti; la seduta è valida. Come da prassi, dobbiamo nominare tre scrutatori: Vavassori, Romaniello e Lanzoni. Grazie. Adesso per cortesia ci alziamo tutti in piedi per ascoltare l inno nazionale, anche in galleria grazie. Viene eseguito l Inno Nazionale. PRESIDENTE: Grazie. Allora prima di trattare l Ordine del giorno, intanto voglio esprimere le mie vive congratulazioni al neo Consigliere Mauro Bernardi e al neo Vicesindaco Rivolta, che attualmente non c è ma arriverà, augurando ad entrambi un buon lavoro nell interesse sempre della comunità; e a tale proposito do proprio lettura dell art.64 del d.lgs 267/2000 per fare più che altro chiarezza per tutti qualora un Consigliere Comunale assuma la carica di Assessore, in questo caso il Consigliere Rivolta, nella 1

16 rispettiva Giunta cessa dalla carica di Consigliere all atto dell accettazione della nomina ed al suo posto subentra il primo dei non eletti, ovvero il seggio rimasto vacante è attribuito al candidato che nella medesima lista segue immediatamente l ultimo eletto. Quindi passiamo al primo punto con la Convalida del Consigliere Comunale Mauro Bernardi subentrato nel seggio rimasto vacante ; se nulla osta, andiamo subito in votazione se non ci sono interventi lo mettiamo in votazione. Inizio votazione, prego. Fine votazione. Consiglieri presenti al voto 21, contrari nessuno, astenuti nessuno, favorevoli 21. Il Consiglio approva all unanimità. Per questa delibera è prevista la seconda votazione per l immediata eseguibilità, procediamo con la seconda votazione. Prego. Fine votazione. Consiglieri presenti al voto 22, contrari nessuno, astenuti nessuno, favorevoli 22. Il Consiglio approva all unanimità. Di nuovo buon lavoro, Consigliere Bernardi. 2

17 IL PRESIDENTE Riferisce : Secondo punto 1 Commissione Consiliare Permanente Surroga del Consigliere Comunale Andrea Rivolta ; quindi sono state distribuite le schede, gli scrutatori provvederanno dopo a fare il conteggio delle schede. Adesso il Segretario fa la chiamata e ognuno provvede a inserire le schede nell apposita cassetta, grazie. SEGRETARIO GENERALE: Il Segretario chiama in ordine alfabetico i Consiglieri. PRESIDENTE: Allora gli scrutatori, Consigliere Romaniello e Consigliere Lanzoni, provvediamo alle operazioni, prego. Allora dallo spoglio risultano 3 schede nulle, 5 bianche, 14 Consigliere Bernardi. Di fronte a questa votazione proclamo eletto in seno alla Prima Commissione Consiliare il Consigliere Bernardi. Allora nel frattempo un attimo di attenzione, per il secondo punto per la nomina del Consigliere alla Prima Commissione è previsto, dobbiamo fare una votazione per alzata di mano per l immediata eseguibilità. Per l immediata eseguibilità, prego. No, no, scusate, allora con il sistema elettronico. Facciamo la votazione prego per la Prima Commissione. Inizio votazione. Fine votazione. Consiglieri presenti 21. Contrari nessuno. Astenuti 1. Favorevoli 19. Uno non pervenuto. Quindi lo può dire al microfono grazie. CONSIGLIERE LANZONI: Favorevole. PRESIDENTE: Grazie. 3

18 IL PRESIDENTE Riferisce : Adesso proseguiamo per la Seconda Commissione sempre attraverso le schede, grazie. La seconda votazione. Terzo punto 2 Commissione Consiliare Permanente Surroga del Consigliere Comunale Andrea Rivolta ; quindi sono state distribuite le schede, gli scrutatori provvederanno dopo a fare il conteggio delle schede. Adesso il Segretario fa la chiamata e ognuno provvede a inserire le schede nell apposita cassetta, grazie. SEGRETARIO GENERALE: Aiosa, Bernardi, Boccia, Caponi, Chittò, Cremonesi, De Noia, Di Stefano, Foggetta, Franciosi, Lamiranda, Landucci, Lanzoni, Nossa, Passorino, Pennasi, Pietra, Romaniello, Teormino, Torraco, Tremolada, Vavassori. PRESIDENTE: Prego gli scrutatori. Prego. Allora nella seconda votazione risultano 2 schede nulle, 6 bianche, 14 Consigliere Bernardi. Quindi con 14 voti si proclama il Consigliere Bernardi eletto in seno della Seconda Commissione Consiliare. Adesso provvediamo alla votazione per l immediata eseguibilità. Inizio votazione prego. Fine votazione.consiglieri presenti al voto 17 Contrario nessuno, Astenuti nessuno, Favorevoli 15. Due non pervenuti. Il Consiglio approva. 4

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013)

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013) Municipio Roma V (ex VI e VII) Unità di Direzione Servizio di Assistenza agli Organi Istituzionali Ufficio Consiglio Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA PROVINCIA DI VERONA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 70 O G G E T T O AFFIDAMENTO INCARICO ALLA SIG.RA CARLA GANZAROLI DEL COMUNE DI LEGNAGO PER PRESTAZIONI

Dettagli

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001 GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA ex D.Lgs. n. 231/2001 Approvato dal consiglio di amministrazione in data 31 luglio 2014 INDICE ARTICOLO 1 - SCOPO ED AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 ARTICOLO

Dettagli

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Nr. 263 di Mercoledi 7 Dicembre 2011 Oggetto: Determinazione dei valori minimi delle aree edificabili ai fini dell'imposta

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309 18120 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 104 del 16-06-2010 vista la dichiarazione posta in calce al presente provvedimento da parte dei Dirigenti responsabili per competenza in materia che

Dettagli

Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi.

Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE n. 1 2 OGGETTO: Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi. L anno 2012 (Duemiladodici) addì 27 (Ventisette) del mese

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 COMUNE DI TAINO Provincia di Varese Prot. N. 3207 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Copia N. 6 del 28/04/2014 OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 L'anno

Dettagli

COMUNE DI ABBIATEGRASSO

COMUNE DI ABBIATEGRASSO Delibera N. 35 del 14/02/2013 COMUNE DI ABBIATEGRASSO Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale Oggetto: PROMOZIONE APPROFONDIMENTI SULL'EDILIZIA SOCIALE AI FINI DELL' AGGIORNAMENTO DEL P.G.T.. L'anno

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Istituzione della figura di Agente Ambientale.

Istituzione della figura di Agente Ambientale. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 7 21 gennaio 2015 Oggetto : Istituzione della figura di Agente Ambientale. Il giorno 21 gennaio 2015 in Cremona, con

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

VERBALE DELLE OPERAZIONI

VERBALE DELLE OPERAZIONI 1 ELEZIONE DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA del 12 ottobre 2014 PROVINCIA DI POTENZA VERBALE DELLE OPERAZIONI DELL UFFICIO ELETTORALE 2 VERBALE DELLE OPERAZIONI DELL UFFICIO ELETTORALE 1. INSEDIAMENTO DELL

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Controlli interni e Ciclo della performance alla luce dell art.3 del D.L. 174/2012 Position Paper

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via 1 ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via Pitagora n. 7 alle ore 20,00 si sono riuniti i Sigg.: - Iacobellis

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DI OLGIATE COMASCO DEL 12/05/2010

CONSIGLIO COMUNALE DI OLGIATE COMASCO DEL 12/05/2010 CONSIGLIO COMUNALE DI OLGIATE COMASCO DEL 12/05/2010 SINDACO BOVI ROBERTO: Buonasera. Innanzitutto mi fa piacere che finalmente abbiamo dei microfoni che mi auguro, senz altro, anzi sono certo che funzioneranno

Dettagli

UFF. REGISTRO IMPRESE giugno 2013

UFF. REGISTRO IMPRESE giugno 2013 L accertamento delle cause di scioglimento ai sensi dell art. 2484 c.c. e gli adempimenti pubblicitari conseguenti per Società di Capitali e Cooperative. 1 L art. 2484 c.c., rubricato Cause di scioglimento,

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014)

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) Protocollo RC n. 28105/14 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) L anno duemilaquattordici, il giorno di martedì trenta del mese di dicembre, alle

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell art. 5 e dell art. 12 del Regolamento Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 e successivamente modificato

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 039 del Consiglio comunale. OGGETTO: nomina del Revisore dei Conti del Comune per il triennio 2014 2017.

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 039 del Consiglio comunale. OGGETTO: nomina del Revisore dei Conti del Comune per il triennio 2014 2017. Comune di Folgaria Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI 1 OGGETTO DEL PREMIO l Amministrazione Comunale di Pregnana Milanese Assessorato alla Cultura istituisce un premio annuale di laurea intitolato alla memoria

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

STATUTO DELLA S.I.A.

STATUTO DELLA S.I.A. STATUTO DELLA S.I.A. Art. 1 È costituita a tempo indeterminato una Associazione sotto la denominazione Società Italiana di Agopuntura S.I.A. Art. 2 La Società Italiana di Agopuntura ha lo scopo di dare

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 C OMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO PROVINCIA DI TREVISO Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

Consiglio nazionale del notariato, Studio 98-2013/I; Codice civile, art. 2363; D.lgs. 17 gennaio 2003, n. 6 (Riforma societaria).

Consiglio nazionale del notariato, Studio 98-2013/I; Codice civile, art. 2363; D.lgs. 17 gennaio 2003, n. 6 (Riforma societaria). Luogo di convocazione dell assemblea nelle società di capitali della Dott.ssa Roberta De Pirro L ADEMPIMENTO Il Consiglio nazionale del notariato, nello Studio n. 98-2013/I ha fatto il punto sul luogo

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD CHIARA DE CANDIA chiaradecandia@libero.it 1 IL CONCETTO DI SE È la rappresentazione delle proprie caratteristiche e capacità in relazione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO 916 INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO Comunicazioni del presidente del Consiglio dei Ministri in vista del Consiglio europeo straordinario del 23 aprile 2015 22 aprile 2015 a

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 OGGETTO: Recepimento verbale commissione trattante aziendale del 15.10.2013. L anno Duemilatredici, il giorno ventiquatto del mese di

Dettagli

Repertorio n. CONVENZIONE PER LA CESSIONE IN PROPRIETA DI AREA P.E.E.P. GIA CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) L anno duemila il giorno

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

COMUNE DI SAN DEMETRIO NE VESTINI STATUTO

COMUNE DI SAN DEMETRIO NE VESTINI STATUTO COMUNE DI SAN DEMETRIO NE VESTINI STATUTO (Testo così come modificato con deliberazione di Consiglio Comunale n 20 in data 03/07/2006) TITOLO I PRINCIPI GENERALI ART. 1 DEFINIZIONE Il Comune di San Demetrio

Dettagli

COMUNE DI MARUGGIO. (Provincia di Taranto) REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI MARUGGIO. (Provincia di Taranto) REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MARUGGIO (Provincia di Taranto) N. 231 del Reg. delib. REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE Oggetto: Riqualificazione dell area comunale in Campomarino denominata Parco Comunale Via

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno di martedì trenta del mese di giugno, alle ore 10 e

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento - C.A.P. 38064 Via Roma, 60 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 VERBALE DI DELIBERAZIONE N.

Dettagli

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011 COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011 ================================================================= OGGETTO: CORREZIONE ERRORE MATERIALE

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE di FORMIA Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.77 del 17.04.2015 OGGETTO: DELIBERA G.M. 68 DEL 10.04.2015 - APPROVAZIONE PROPOSTA RENDICONTO 2014 E RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Dettagli

DELIBERAZIONE N IX / 3153 Seduta del 20/03/2012

DELIBERAZIONE N IX / 3153 Seduta del 20/03/2012 DELIBERAZIONE N IX / 3153 Seduta del 20/03/2012 Presidente ROBERTO FORMIGONI Assessori regionali ANDREA GIBELLI Vice Presidente VALENTINA APREA DANIELE BELOTTI GIULIO BOSCAGLI LUCIANO BRESCIANI RAFFAELE

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale?

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Come l intelligenza e l empatia, e un poco come tutte le caratteristiche che contraddistinguono gli esseri umani, anche la competenza sociale non è facile

Dettagli

Deliberazione n. 18 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE

Deliberazione n. 18 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE Protocollo RC n. 21857/08 Anno 2008 VERBALE N. 9 Deliberazione n. 18 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE Seduta Pubblica del 12 febbraio 2008 Presidenza: CORATTI L anno duemilaotto,

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta)

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 Articolo -1 Denominazione e sede sociale STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 - E costituita con sede in. ( ) Via un Associazione sportiva, ai sensi degli art. 36 e ss. Codice Civile denominata

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE del Ministero della Giustizia

BOLLETTINO UFFICIALE del Ministero della Giustizia Anno CXXXVI - Numero 1 Roma, 15 gennaio 2015 Pubblicato il 15 gennaio 2015 BOLLETTINO UFFICIALE del Ministero della Giustizia PUBBLICAZIONE QUINDICINALE SOMMARIO PARTE PRIMA CONCORSI E COMMISSIONI DIPARTIMENTO

Dettagli

VÉÇá zä É exz ÉÇtÄx wxäät câzä t

VÉÇá zä É exz ÉÇtÄx wxäät câzä t Regolamento interno del Consiglio regionale TITOLO I ORGANI DEL CONSIGLIO E LORO FUNZIONI Capo I Presidenza provvisoria Art. 1 (Ufficio provvisorio di Presidenza) Nella prima adunanza successiva alle elezioni

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Regolamento per l assegnazione dei contributi per "edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi" e per "centri civici e sociali

Regolamento per l assegnazione dei contributi per edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi e per centri civici e sociali Regolamento per l assegnazione dei contributi per "edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi" e per "centri civici e sociali attrezzature culturali e sanitarie." (Deliberazioni del Consiglio

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE REGISTRO DELLE IMPRESE SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE e CANCELLAZIONE 1/2005 maggio 2005 www.an.camcom.it 1 PREMESSA... 3 SOCIETÀ DI CAPITALI... 3 DELIBERA DI SCIOGLIMENTO E NOMINA DEL LIQUIDATORE... 3 SCIOGLIMENTO

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

C O M U N E DI M O L I T E R N O

C O M U N E DI M O L I T E R N O C O M U N E DI M O L I T E R N O (Provincia di Potenza) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera consiliare n.05 del 6/02/2013 modificato con delibera consiliare n. 54 del 30/11/2013 Indice

Dettagli

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI di Luigi Cenicola 1. Premessa. A decorrere dall anno 2014, per il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani e per i servizi indivisibili comunali, si pagheranno

Dettagli

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 140 del 25.09.2013 OGGETTO:Accordo tra Comune di Sarzana e Consorzio Sviluppo Sarzana per la realizzazione dell'edizione 2013 del L anno duemilatredici,

Dettagli

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle.

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle. Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su Nello sperduto villaggio di Tabula, alcuni abitanti sono affetti da licantropia. Ogni notte diventano lupi mannari e, per placare i loro istinti,

Dettagli

MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO

MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO Allegato A alla deliberazione n. 11 dell 08/06/2012 MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO 1. COMPITI E FINALITA

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari - 2 COPIA- VERBALE DI ADUNANZA DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione Ordinaria Seduta Pubblica N. 2 Del 21.01.2010 OGGETTO: DETERMINAZIONE QUANTITA E QUALITA DELLE AREE

Dettagli

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine)

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) La figura giuridica del Direttore dei Lavori compare per la prima volta nel R.D. del 25.05.1895 riguardante il Regolamento

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale COMUNE DI DIMARO Provincia di Trento Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale OGGETTO: A pprovazione disciplinare per il trasferimento volontario delle attività propedeutiche alla riscossione

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE ARTICOLO 1 (Istituzione e scopo) Con Protocollo di intesa, posto in allegato (All. 1),

Dettagli

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA Mid Industry Capital S.p.A Sede Legale Galleria Sala dei Longobardi 2, 20121 Milano Cod. Fisc. e P.IVA R.I. Milano 05244910963, R.E.A. Mi 1806317, Capitale Sociale Euro 5.000.225 i.v. CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza COPIA COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza N. 64 del Reg. Delib. N. 6258 di Prot. Verbale letto approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to Antecini IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Scarpari N. 433 REP.

Dettagli

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento?

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento? IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI A chi mi rivolgo? L' dell garantisce a tutti i soggetti interessati l'esercizio dei diritti d informazione e di accesso ai documenti amministrativi, e favorisce la conoscenza

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

IL PRESENTE MATERIALE E STAMPATO DALLA CASA EDITRICE DOTT. A. GIUFFRE

IL PRESENTE MATERIALE E STAMPATO DALLA CASA EDITRICE DOTT. A. GIUFFRE IL PRESENTE MATERIALE E STAMPATO DALLA CASA EDITRICE DOTT. A. GIUFFRE CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI COMMISSIONE PARITETICA PER I PRINCIPI DI REVISIONE

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO Taviano Città dei Fiori (Lecce Italy) Decreto sindacale 02 lì 22 gennaio 2014 Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO VISTA la legge 191/98, recante modifiche

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli