GFI EventsManager 7.0. Manuale. a cura di GFI Software Ltd.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GFI EventsManager 7.0. Manuale. a cura di GFI Software Ltd."

Transcript

1 GFI EventsManager 7.0 Manuale a cura di GFI Software Ltd.

2 Il presente manuale è stato realizzato da GFI Software Ltd. Le informazioni contenute in questo documento sono soggette a modifica senza preavviso. Le società, i nomi e i dati utilizzati negli esempi sono fittizi salvo diversamente indicato. Nessuna parte del presente documento può essere riprodotta o trasmessa in alcuna forma, elettronica o meccanica, e per qualsiasi scopo, senza esplicita autorizzazione scritta di GFI Software Ltd. GFI EventsManager è sviluppato da GFI Software Ltd. GFI EventsManager è copyright di GFI Software Ltd GFI Software Ltd. Tutti i diritti sono riservati. Manuale versione 7.0 Ultimo aggiornamento 15 marzo 2007

3 Indice Introduzione 5 Informazioni sul presente manuale...5 Strutturazione del manuale...5 Glossario dei termini adoperati nel presente manuale...6 Informazioni su GFI EventsManager...9 Caratteristiche principali...10 In che modo funziona GFI EventsManager?...12 Navigazione nella consolle di gestione di GFI EventsManager...14 Installazione 17 Introduzione...17 Distribuzione di GFI EventsManager su una LAN...18 Distribuzione di GFI EventsManager su una zona demilitarizzata...19 Requisiti di sistema...20 Aggiornamento da una versione precedente...20 Procedura di installazione...21 Guida introduttiva 25 Introduzione...25 Guida introduttiva: avvio di GFI EventsManager per la prima volta...28 Finestra di dialogo dell'avvio rapido...28 Configurazione del terminale database...29 Configurazione dei dati del server SQL...30 Manutenzione del terminale database...30 Modifica delle impostazioni del terminale database...32 Configurazione dell account amministratore di GFI EventsManager...32 Configurazione delle opzioni di avviso generali...35 Configurazione degli avvisi via Configurazione degli avvisi di rete...37 Configurazione avvisi via SMS...38 Modifica delle opzioni di avviso generali...39 Guida introduttiva: elaborazione log degli eventi...39 Configurazione delle sorgenti degli eventi 41 Introduzione...41 Aggiunta di nuove sorgenti di eventi ad un gruppo predefinito...41 Configurazione proprietà delle sorgenti di eventi...42 Configurazione proprietà generali delle sorgenti degli eventi...43 Configurazione credenziali di amministratore di dominio alternative...44 Configurazione periodo di operatività della sorgente di eventi...45 Configurazione dei parametri di elaborazione degli eventi...46 Configurazione delle regole di elaborazione degli eventi 47 Introduzione...47 Raccolta ed elaborazione degli eventi di Windows...49 Configurazione log degli eventi personalizzati...53 GFI EventsManager Indice i

4 Raccolta ed elaborazione dei log W3C...53 Raccolta ed elaborazione di Syslogs...55 Configurazione della porta di comunicazione del server Syslog...58 Archiviazione eventi...59 Selezione delle regole di elaborazione degli eventi...60 Configurazione di avvisi e azioni 63 Introduzione...63 Configurazione delle azioni di classificazione predefinite...64 Configurazione di azioni attraverso le regole di elaborazione degli eventi...65 Esplorazione eventi 67 Introduzione...67 Accesso ed esplorazione di log di eventi archiviati...71 Applicazione di query agli eventi...71 Creazione di query di eventi personalizzate...72 Personalizzazione del pannello di visualizzazione eventi...73 Configurazione della codifica colori degli eventi...75 Lo strumento "ricerca" degli eventi...77 Eventi di backup...77 Passaggi tra database...78 Cancellazione di tutti gli eventi...78 Monitoraggio di stato 81 Introduzione...81 Accesso al monitor di stato...81 Modalità visualizzazione di stato generica...82 Modalità di visualizzazione Attività processi...86 Modalità di visualizzazione Statistiche...89 Configurazione delle regole di elaborazione degli eventi 93 Introduzione...93 Creazione di una nuova cartella di set di regole...94 Ridenominazione ed eliminazione delle cartelle...94 Creazione di un nuovo set di regole...94 Modifica set di regole...95 Eliminazione di un set di regole...95 Creazione di una nuova regola per log di eventi di Windows...95 Creazione di una nuova regola per log di eventi W3C...98 Creazione di una nuova regola per log di eventi Syslog Modifica delle impostazioni di configurazione di una regola Configurazione di utenti e gruppi 107 Introduzione Creazione di un nuovo utente Modifica delle proprietà dell utente Rimozione di utenti Configurazione di gruppi Modifica delle proprietà del gruppo di utenti Rimozione di gruppi di utenti Opzioni varie 111 Gestione licenze Inserimento del codice di licenza successivamente all installazione Indice ii GFI EventsManager

5 Informazioni sulla versione Ricerca delle build più recenti Risoluzione dei problemi 113 Introduzione Knowledgebase Richiesta di assistenza tecnica via Richiesta di assistenza tecnica tramite la web-chat Richiesta telefonica di assistenza tecnica Forum via web Notifiche relative alle build Appendice 1: impostazioni SMS 115 Opzioni generali degli avvisi tramite SMS o cercapersone Il server SMS GSM interno Il modello del provider di servizi SMS di GFI FAXmaker Il servizio 2SMS di Clickatell Modello di provider del servizio SMS generico Appendice 2: configurazione Windows 127 Introduzione Abilitazione del servizio Registro di sistema remoto Abilitazione del controllo di sicurezza di Windows Modalità di installazione degli snap-in del Criterio di gruppo Appendice 3: installazione di SQL Server Express Edition 135 Introduzione Requisiti software Procedura d installazione Tutorial 1: configurazione delle opzioni di base mediante la finestra di dialogo dell Avvio rapido 145 Panoramica Parametri Parte 1: configurazione del terminale database di GFI EventsManager Parte 2: configurazione delle opzioni di avviso predefinite Parte 3: configurazione dell account amministratore di GFI EventsManager Tutorial 2: configurazione dei parametri di elaborazione degli eventi 154 Panoramica Parametri Parte 1: configurazione sorgenti dei log Parte 2: creazione di nuove regole di elaborazione degli eventi Sezione 1: creazione di una nuova cartella di regole Sezione 2: creazione di un nuovo set di regole Sezione 3: creazione di una nuova regola Parte 3: configurazione proprietà utente, avvisi e altre azioni Sezione 1: creazione nuovo gruppo di utenti o di destinatari di avvisi Sezione 2: aggiunta di nuovo destinatario di avvisi Sezione 3: impostazione avvisi per eventi critici Tutorial 3 Esplorazione e filtraggio eventi 171 GFI EventsManager Indice iii

6 Panoramica Parametri Creazione di una nuova interrogazione (query) eventi Utilizzo della nuova query di eventi Indice analitico 175 Indice iv GFI EventsManager

7 Introduzione Informazioni sul presente manuale Strutturazione del manuale Il presente manuale è strutturato in linea con la catena logica di operazioni di configurazione richieste per il corretto funzionamento di GFI EventsManager. - Il Capitolo 1 offre una panoramica sul funzionamento di GFI EventsManager. - Il Capitolo 2 descrive la corretta modalità d installazione di GFI EventsManager. - Il Capitolo 3 descrive le modalità per configurare i parametri operativi fondamentali richiesti da GFI EventsManager al primo avvio. Le istruzioni sono presentate in sequenza logica e contengono tutte le informazioni necessarie affinché GFI EventsManager sia pronto per l elaborazione dell evento. - Test I Capitoli 4, 5 e 6 guidano l utente attraverso il processo di configurazione di parametri essenziali all elaborazione degli eventi. Al termine della lettura di questi capitoli, si sarà in grado di configurare: - le sorgenti di eventi da monitorare - i tipi di log da raccogliere ed elaborare - le regole di elaborazione degli eventi da applicare ai log raccolti - gli avvisi e le azioni da attivare in occasione di eventi importanti. A questo punto, si saranno ottenute tutte le informazioni sufficienti per eseguire GFI EventsManager con le impostazioni predefinite. - Il Capitolo 7 descrive la modalità per adoperare il browser di eventi interno al fine di analizzare gli eventi archiviati sul terminale database di GFI EventsManager. Il capitolo spiega il modo in cui utilizzare gli strumenti e le caratteristiche forniti nel browser di eventi, compresi: - le query di log di eventi predefinite e lo strumento di creazione di query personalizzate - la codifica degli eventi tramite colori - lo strumento "ricerca" eventi. Il Capitolo 8 descrive le modalità per adoperare il Monitor di scansione (Scanning Monitor) al fine di analizzare lo stato di GFI GFI EventsManager Introduzione 5

8 EventsManager e di visualizzare informazioni statistiche ed eventi elaborati. Il Capitolo 9 guida l utente attraverso il processo di creazione e personalizzazione delle regole di elaborazione degli eventi. Questa sezione è rivolta agli utenti esperti che desiderano creare le proprie regole di elaborazione di eventi. Il Capitolo 10 descrive le modalità di configurazione dei parametri di avviso ai destinatari, compresi: informazioni personali come il n. del telefono cellulare il normale orario lavorativo il tipo di avvisi da inviare a ogni destinatario. Il Capitolo 11 spiega quali sono le principali fonti informative disponibili per aiutare gli utenti a risolvere eventuali problemi con il prodotto. L Appendice 1 guida l utente attraverso il processo di configurazione dei parametri di avviso SMS, comprese le impostazioni del provider del gateway SMS. L Appendice 2 guida l utente attraverso il processo di configurazione delle impostazioni e dei servizi di Windows richiesti da GFI EventsManager. L Appendice 3 guida l utente attraverso la procedura necessaria per installare l edizione Express di Microsoft SQL Server I tutorial 1, 2 e 3 guideranno l utente attraverso la procedura per rendere operativo GFI EventsManager. Glossario dei termini adoperati nel presente manuale Azioni Attività che saranno eseguite una volta che degli eventi abbiano soddisfatto specifiche condizioni. Ad esempio, è possibile attivare azioni ogni volta che un evento è classificato come critico. GFI EventsManager prevede azioni quali: avvisi via , archiviazione eventi ed esecuzione di script. Avvisi Notifiche che informano i destinatari che si è verificato un determinato evento. GFI EventsManager può generare avvisi via , sms e rete. Archivio Avvisi via Classificazione eventi Raccolta di eventi memorizzati nel terminale database basato su SQL Server di GFI EventsManager. Notifiche via che informano i destinatari che si è verificato un determinato evento. Per abilitare gli avvisi via , è necessario avere accesso ad un server di posta attivo. Categorizzazione degli eventi nelle classi: Critical, High Medium, Low o Noise (rispettivamente, Critici, Medio-alti, Bassi o Non pertinenti/di disturbo). 6 Introduzione GFI EventsManager

9 Log degli eventi Raccolta di voci che descrivono gli eventi avvenuti sulla rete o su sistemi di computer. GFI EventsManager supporta 3 tipi diversi di log degli eventi: i log degli eventi Windows, W3C e Syslog. Regole eventi elaborazione Serie di istruzioni applicate ad un log degli eventi. Avvisi di rete Avvisi non pertinenti o di disturbo Cartella set di regole Set di regole Avvisi via SMS Messaggi di rete (noti come messaggi Netsend) che informano i destinatari che si è verificato un determinato evento. I messaggi sono inviati tramite un sistema o protocollo di messaggistica istantanea e visualizzati sottoforma di finestra di pop-up nell area di notifica del desktop del destinatario. Per impostare gli avvisi di rete, è necessario indicare il nome o l IP dei computer cui verranno inviati i messaggi Netsend. Voci di log ripetute che descrivono lo stesso evento. Cartella contenente una o più serie di regole. Raccolta di regole di elaborazione degli eventi. Notifiche via SMS che informano i destinatari che si è verificato un determinato evento. In GFI EventsManager, è possibile inviare gli avvisi SMS adoperando varie fonti, compresi telefoni cellulari dotati di modem e gateway -to-sms ( verso SMS) basati su web. GFI EventsManager Introduzione 7

10 Eventi classificati Log W3C non Eventi che non hanno soddisfatto nessuna condizione di elaborazione eventi configurata nelle relative regole. W3C è un formato di log molto comune sviluppato dal World Wide Web Consortium (Consorzio World Wide Web). I log W3C sono semplici file di testo adoperati prevalentemente da server web, compreso Microsoft Internet Information Server (IIS), per registrare eventi relativi a internet, quali i log di un sito web. Log degli eventi di Windows Raccolta di voci che descrivono eventi avvenuti su un sistema di computer che esegue il sistema operativo Windows. 8 Introduzione GFI EventsManager

11 Informazioni su GFI EventsManager Figura 1 - GFI EventsManager si integra in qualsiasi infrastruttura informatica esistente GFI EventsManager è una soluzione di gestione dei log degli eventi orientata ai risultati che si integra in qualsiasi infrastruttura informatica, automatizzando e semplificando le operazioni interessate dalla gestione di eventi per tutta la rete. Le caratteristiche funzionali di GFI EventsManager permettono di: raccogliere automaticamente eventi W3C, Syslog e Windows da dispositivi di rete e da sistemi basati su Windows, Linux o Unix e di gestirli con un unica consolle; archiviare gli eventi raccolti su un terminale database centralizzato basato su SQL Server, a fini di eventuali analisi e indagini legali successivi; filtrare gli eventi indesiderati e classificare eventi importanti grazie alle potenti regole di elaborazione eventi predefinite o personalizzate; automatizzare azioni di avviso e correttive, quali l esecuzione di script e file su eventi importanti; controllare l attività della rete e lo stato del motore di scansione di GFI EventsManager tramite una dashboard grafica; analizzare gli eventi con un browser interno; semplificare i controlli legali sugli eventi mediante strumenti specializzati, quali: un query builder (costruisci interrogazione) di eventi interno, uno strumento trova eventi ed uno di codifica colori ; aumentare la potenza di elaborazione degli eventi con il motore di scansione degli eventi ad alte prestazioni; generare, pianificare e inviare via rapporti sull attività e sull andamento degli eventi con il ReportPack di GFI EventsManager, il potente strumento di creazione di rapporti complementare di cui GFI EventsManager è provvisto per impostazione predefinita. GFI EventsManager Introduzione 9

12 Caratteristiche principali Ampio supporto di log di eventi GFI EventsManager è in grado di elaborare vari tipi di log degli eventi, compresi i log eventi di Windows, Syslog e W3C. Pertanto, gli amministratori possono raccogliere più dati dai vari sistemi hardware e software più comuni in una rete aziendale tipica. Gestione dei log degli eventi basata su regole GFI EventsManager è provvisto di una serie di regole di elaborazione eventi preconfigurata, che consente di filtrare e classificare gli eventi che soddisfano determinate condizioni. È possibile adoperare tali regole predefinite senza definire altre configurazioni oppure si può scegliere di personalizzarle o crearne di nuove adeguandole all'infrastruttura della propria rete. Profili di scansione dei log di eventi GFI EventsManager 7 consente di organizzare le regole di scansione dei log degli eventi in Scanning Profiles ( Profili di scansione ). In un profilo di scansione, è possibile configurare la serie di regole di monitoraggio dei log degli eventi da applicare ad un determinato computer o gruppo di computer. I vantaggi offerti dai profili comprendono: la semplificazione di operazioni di amministrazione del prodotto, grazie al modo centralizzato di sintonizzazione delle regole di elaborazione degli eventi; la possibilità, per gli amministratori, di creare diversi set di regole di log degli eventi, adeguandoli ai ruoli delle sorgenti degli eventi sottoposti a scansione e all ambiente di rete aziendale; la possibilità, per esempio, di impostare una serie di regole da applicarsi unicamente alle stazioni di lavoro di un determinato reparto. Configurazione granulare di regole Gli amministratori possono creare un profilo di elaborazione eventi generico per tutti i computer e un certo numero di profili separati, a complemento del profilo generico, in cui forniscono ulteriori (e più specifiche) regole di log degli eventi sulla base dei singoli computer. Traduzione degli eventi di Windows dal significato "enigmatico" Uno dei maggiori difetti dei log di eventi di Windows è rappresentato dal loro non essere user-friendly, ovvero risultano troppo incomprensibili per l utente. È proprio questo uno dei motivi per cui soltanto pochi amministratori consultano davvero i log degli eventi di Windows. GFI EventsManager 7 risolve il problema, traducendo le descrizioni degli eventi in un modo più user-friendly e più semplice da capire. 10 Introduzione GFI EventsManager

13 Migliorato motore di scansione degli eventi GFI EventsManager 7 comprende un motore di scansione degli eventi sintonizzato al fine di velocizzare davvero la scansione degli eventi, in modo da ottenere le massime prestazioni. Il motore adotta un concetto basato sul plug-in che permette il collegamento diretto di caratteristiche e moduli aggiuntivi senza dover apportare fisicamente delle modifiche al codice esistente; ergo: una maggiore stabilità, ma non a spese della scalabilità. Riduzione automatica delle interferenze (dati non pertinenti o di disturbo) GFI EventsManager 7 identifica e rimuove i dati di eventi indesiderati (ad esempio interferenze ed eventi generati dal processo di background), fornendo all'utente soltanto dati pertinenti ed utilizzabili. Semplifica quindi le indagini legali sugli eventi attraverso la riduzione del numero di eventi da analizzare. Azioni in tempo reale migliorate Nel momento in cui rileva eventi importanti, GFI EventsManager è in grado di generare avvisi o attivare azioni quali l esecuzione di script. È possibile avvisare uno o più soggetti in vari modi, tra cui: , messaggi di rete e notifiche SMS inviate tramite un servizio o gateway verso SMS. Si possono configurare azioni da attivare al momento della classificazione degli eventi oppure impostare condizioni specifiche nelle regole di elaborazione degli eventi. Avanzate caratteristiche di filtraggio degli eventi GFI EventsManager è provvisto di numerose caratteristiche di filtraggio eventi, tra cui: interrogazioni (query) preconfigurate degli eventi e uno strumento query builder (costruisci interrogazione) di eventi: le query preconfigurate di eventi consentono di vagliare i dati dei log ed esplorare unicamente gli eventi desiderati, senza eliminare alcun record dal terminale database. Il query builder di eventi interno consente di creare interrogazioni di eventi personalizzate; capacità di codifica eventi tramite colori: grazie a questa caratteristica, è possibile colorare particolari eventi con determinati colori, in modo selettivo. In questo modo, durante l esplorazione dei log è facile identificare eventi importanti grazie al colore; strumento "ricerca" eventi: con questo strumento è possibile localizzare eventi importanti attraverso criteri di ricerca specifici, quali il tipo di eventi. Centralizzazione eventi GFI EventsManager consente di controllare e gestire eventi generati dai sistemi operativi Windows, Linux o Unix, dai dispositivi di rete e dalle applicazioni software tramite un unica consolle utente. GFI EventsManager Introduzione 11

14 In che modo funziona GFI EventsManager? Figura 2 La procedura operativa di GFI EventsManager Il funzionamento di GFI EventsManager è diviso in due procedure: Procedura 1: raccolta eventi Procedura 2: elaborazione eventi Segue una descrizione di entrambe le procedure. 12 Introduzione GFI EventsManager

15 Procedura 1: raccolta eventi Durante la procedura di raccolta eventi, GFI EventsManager raccoglie i log da sorgenti di eventi specifiche, avvalendosi di 2 motori di raccolta degli eventi: l Event Retrieval Engine (motore di recupero eventi) e l Event Receiving Engine (motore di ricezione eventi). L Event Retrieval Engine. Il motore di recupero eventi è adoperato per raccogliere log di eventi Windows e W3C da sorgenti di eventi della rete. Nel corso del processo di Raccolta eventi, questo motore effettua le seguenti operazioni: 1. si collega alla sorgente o alle sorgenti di eventi 2. raccoglie gli eventi dalla sorgente o dalle sorgenti 3. invia gli eventi raccolti al server GFI EventsManager 4. si scollega dalla sorgente o dalle sorgenti di eventi. Il motore di recupero eventi raccoglie gli eventi ad intervalli temporali precisi. L intervallo di raccolta degli eventi può essere configurato nella consolle di gestione di GFI EventsManager. L Event Receiving Engine. Il motore di ricezione eventi funge da server Syslog: ascolta e raccoglie gli eventi e messaggi Syslog inviati dalle sorgenti Syslog della rete. Al contrario del motore di recupero eventi, il motore di ricezione eventi riceve i messaggi direttamente dalla sorgente dell evento. Di conseguenza, per raccogliere gli eventi, non ha bisogno di collegarsi alle sorgenti da remoto. Inoltre, gli eventi e messaggi Syslog sono raccolti in tempo reale, quindi non è necessario configurare intervalli di raccolta. Per impostazione predefinita, il motore di ricezione eventi ascolta i messaggi Syslog sulla porta 514; tuttavia, le impostazioni delle porte Syslog sono personalizzabili con la console di gestione di GFI EventsManager. Procedura 2: elaborazione eventi Durante questa procedura, GFI EventsManager applica una serie di Event Processing Rules (regole di elaborazione eventi) agli eventi raccolti. Le regole di elaborazione eventi consistono in istruzioni che: analizzano i log raccolti e classificano gli eventi elaborati attribuendogli i seguenti valori Critical, High Medium, Low o Noise (rispettivamente, Critici, Medio-alti, Bassi o Dati non pertinenti o di disturbo, cioè eventi indesiderati o ripetuti) filtrano gli eventi che soddisfano determinate condizioni attivano avvisi via , sms e di rete in caso di eventi importanti attivano azioni correttive quali l esecuzione di file eseguibili o di script su eventi importanti in via facoltativa, archiviano sul terminale database gli eventi raccolti. È possibile configurare GFI EventsManager affinché archivi gli eventi senza eseguire le regole di elaborazione. In questi casi, benché non siano applicate regole ai log raccolti, l archiviazione sarà gestita ancora dalla procedura di raccolta eventi. GFI EventsManager Introduzione 13

16 Navigazione nella consolle di gestione di GFI EventsManager Schermata 1 La consolle di gestione di GFI EventsManager Opzione Status (Stato): adoperare questa opzione per visualizzare lo stato di GFI EventsManager e le informazioni statistiche sui log elaborati. Opzione Configuration (Configurazione): adoperare questa opzione per accedere e configurare le principali opzioni di elaborazione degli eventi. Opzione Sources (Sorgenti): adoperare questa opzione per configurare le sorgenti di eventi, compresi i log da raccogliere e le regole da elaborare. Opzione Event Processing Rules (Regole elaborazione eventi): adoperare questa opzione per creare, configurare e personalizzare le regole di elaborazione degli eventi. Opzione Left pane (Pannello di sinistra): adoperare questa opzione per navigare nelle opzioni di configurazione supplementari fornite in GFI EventsManager. Opzione General (Generale): adoperare questa opzione per ricercare aggiornamenti del prodotto o visualizzare la versione e le informazioni di licenza. Opzione Events Browser (Browser di eventi): adoperare questa opzione per visualizzare e analizzare gli eventi correntemente archiviati nel terminale database di GFI EventsManager. Opzione Options: adoperare questa opzione per configurare impostazioni generali, quali, parametri del terminale database e parametri di avviso predefiniti. 14 Introduzione GFI EventsManager

17 Barra delle opzioni principali: questa barra contiene le opzioni di configurazione principali fornite in GFI EventsManager. Barra delle opzioni secondarie: questa barra contiene un secondo livello di opzioni di configurazione accessibile facendo clic sulle opzioni della barra delle opzioni principali. Opzione Right pane (Pannello di destra): adoperare questo pannello per esplorare le sorgenti di eventi configurate, le regole di elaborazione di eventi, gli eventi archiviati, le informazioni sulla licenza e sulla versione del prodotto. GFI EventsManager Introduzione 15

18

19 Installazione Introduzione Dove installare GFI EventsManager sulla rete? GFI EventsManager può essere installato su qualsiasi computer che soddisfi i requisiti minimi di sistema, indipendentemente dalla locazione sulla rete. Adoperare GFI EventsManager per gestire gli eventi generati: sullo stesso computer su cui è installato su tutti i computer raggiungibili dal computer su cui è installato. Figura 3 Contesto distribuzione di GFI EventsManager GFI EventsManager può essere distribuito: nell ambito della propria rete, per controllare l attività di servizi interni e stazioni di lavoro ed endpoint sulla zona demilitarizzata (DMZ), per controllare e gestire gli eventi generati sui propri server. GFI EventsManager Installazione 17

20 Distribuzione di GFI EventsManager su una LAN GFI EventsManager può essere distribuito su reti Windows oppure in ambienti misti, cioè in cui ci si avvale anche dei sistemi Linux e Unix. Figura 4 Distribuzione di GFI EventsManager su una LAN Installato su una Local Area Network (LAN), GFI EventsManager riesce a gestire eventi di Windows, log di eventi di W3C e messaggi Syslog generati da qualunque hardware o software collegato alla LAN, compresi: stazioni di lavoro e server (ad esempio, server web Apache) dispositivi di rete (ad esempio, i firewall PIX di Cisco) software di terzi (ad esempio, GFI EndPointSecurity) servizi specializzati (ad esempio, Microsoft Internet Information Server o IIS) PABX (versione automatica del PBX, Private Branch exchange = centrale telefonica per uso privato), sistemi di accesso privi di chiave, sistemi di scoperta di intrusione, ecc. Installato su una LAN, GFI EventsManager può, inoltre, essere adoperato per raccogliere eventi dai sistemi hardware e software distribuiti su una zona demilitarizzata (DMZ). Poiché, di solito, il firewall o il router proteggono detta zona con capacità di filtraggio del traffico, accertarsi che: 1. le porte di comunicazione adoperate da GFI EventsManager non siano bloccate dal firewall. Per maggiori informazioni su tali porte, leggere il seguente articolo di knowledgebase (in lingua inglese): 2. GFI EventsManager disponga di privilegi amministrativi sui computer in esecuzione nella zona DMZ. 18 Installazione GFI EventsManager

21 Distribuzione di GFI EventsManager su una zona demilitarizzata Figura 5 La zona DMZ risiede tra la rete LAN interna e internet GFI EventsManager può essere altresì distribuito su una zona demilitarizzata. Si tratta della rete neutra residente tra la rete aziendale interna e il mondo esterno, cioè internet. La distribuzione di GFI EventsManager su una zona demilitarizzata aiuta ad automatizzare la gestione degli eventi generati dai sistemi hardware e software della DMZ. Gestione automatizzata eventi di server web e di posta Le reti DMZ sono solitamente adoperate per l esecuzione di sistemi hardware e software aventi ruoli internet specifici, ad esempio, i server HTTP, FTP e di posta. Di conseguenza, si può distribuire GFI EventsManager per gestire, in modo automatico, gli eventi generati da: server web Linux o Unix, compresi i web log W3C generati da server web Apache su piattaforme web LAMP (in lingua inglese); server web Windows, compresi i web log W3C generati da Microsoft Internet Information Servers (IIS); server di posta Linux, Unix e Windows, compresi i messaggi servizi di controllo generati da Sun Solaris 9 o successive versioni. Gestione automatizzata eventi di server DNS Se si dispone di un server pubblico DNS, è alquanto probabile che si esegua un server DNS sulla zona DMZ. Pertanto, è possibile adoperare GFI EventsManager per raccogliere ed elaborare in modo automatico gli eventi del server DNS, compresi quelli archiviati nei log del server DNS di Windows. Gestione automatizzata eventi di dispositivi di rete I router e i firewall rappresentano due dispositivi di rete molto comuni in una DMZ. Router e firewall specializzati (ad esempio, le serie di router Cisco IOS) non soltanto aiutano a proteggere la propria rete interna, ma forniscono funzionalità specializzate, quali la Port Address Translation (PAT), in grado di incrementare le prestazioni operative dei propri sistemi. Con la distribuzione di GFI EventsManager sulla propria zona DMZ, è possibile raccogliere gli eventi generati da tali dispositivi di rete. Per GFI EventsManager Installazione 19

22 Requisiti di sistema esempio, è possibile configurare GFI EventsManager perché agisca da server Syslog e raccolga in tempo reale i messaggi Syslog generati dai router Cisco IOS. Requisiti hardware: computer d installazione Processore: con velocità di clock pari a 2 gigahertz (Ghz) o superiore RAM: 512 megabytes (MB) Disco rigido: 1,5 gigabytes (GB) di spazio disponibile Altri: tastiera e mouse oppure dispositivo di puntamento compatibile. Requisiti software: computer d installazione.net Framework 2.0 Microsoft Data Access Components (MDAC) 2.8 o successivi Accesso a MSDE/SQL Server 2000 o successivi. Requisiti software: computer sottoposti a scansione Scansione log degli eventi Windows: il servizio di registro remoto deve risultare abilitato. Per maggiori informazioni, consultare l Appendice 2 del presente manuale. il servizio di controllo (audit) di Windows deve risultare abilitato. Per maggiori informazioni, consultare l Appendice 2 del presente manuale. Scansione log W3C: le cartelle sorgenti devono essere accessibili tramite le condivisioni Windows. Scansione Syslog: poiché GFI EventsManager comprende un server Syslog interno, è necessario configurare le sorgenti o mittenti Syslog affinché inviino i propri messaggi Syslog al computer o indirizzo IP su cui è installato GFI EventsManager. Aggiornamento da una versione precedente I sottosistemi tecnologici di elaborazione ed operativi alla base della creazione di GFI EventsManager sono diversi da quelli di precedenti versioni quali GFI LANguard Security Event Log Monitor. Di conseguenza, non è possibile importare o eseguire l aggiornamento a GFI EventsManager 7 da una versione precedente. NOTA: è ancora possibile eseguire GFI EventsManager sullo stesso computer su cui è installato GFI LANguard Security Event Log Manager. Non entreranno in conflitto tra di loro. 20 Installazione GFI EventsManager

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

Guida dell amministratore

Guida dell amministratore Guida dell amministratore Maggiori informazioni su come poter gestire e personalizzare GFI FaxMaker. Modificare le impostazioni in base ai propri requisiti e risolvere eventuali problemi riscontrati. Le

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Guida introduttiva 1 Informazioni sul documento Questo documento descrive come installare e iniziare ad utilizzare

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Guida dell amministratore

Guida dell amministratore Guida dell amministratore Le informazioni e il contenuto del presente documento vengono forniti esclusivamente a scopi informativi e come sono, senza garanzie di alcun tipo, sia espresse che implicite,

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server FileMaker Server 13 Guida di FileMaker Server 2010-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail Xerox WorkCentre M118i Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail 701P42705 Questa guida fornisce un riferimento rapido per l'impostazione della funzione Scansione su e-mail su Xerox WorkCentre

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

Manuale - TeamViewer 6.0

Manuale - TeamViewer 6.0 Manuale - TeamViewer 6.0 Revision TeamViewer 6.0 9947c Indice Indice 1 Ambito di applicazione... 1 1.1 Informazioni su TeamViewer... 1 1.2 Le nuove funzionalità della Versione 6.0... 1 1.3 Funzioni delle

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Altre opzioni Optralmage

Altre opzioni Optralmage di Personalizzazione delle impostazioni............ 2 Impostazione manuale delle informazioni sul fax......... 5 Creazione di destinazioni fax permanenti................ 7 Modifica delle impostazioni di

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email.

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email. Mail da Web Caratteristiche generali di Virgilio Mail Funzionalità di Virgilio Mail Leggere la posta Come scrivere un email Giga Allegati Contatti Opzioni Caratteristiche generali di Virgilio Mail Virgilio

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Meeting

TeamViewer 8 Manuale Meeting TeamViewer 8 Manuale Meeting Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni

Dettagli

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail Configurare un programma di posta con l account PEC di Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account ii nel programma di

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows Progettare network AirPort con Utility AirPort Mac OS X v10.5 + Windows 1 Indice Capitolo 1 3 Introduzione a AirPort 5 Configurare un dispositivo wireless Apple per l accesso a Internet tramite Utility

Dettagli

GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE

GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE (Vers. 4.4.0) Installazione... 3 Prima esecuzione... 6 Login... 7 Funzionalità... 8 Protocollo... 9 Inserimento nuovo protocollo... 11 Invio SMS... 14 Ricerca... 18 Anagrafica...

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39 th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Procedure per la scansione di sicurezza Versione 1.1 Release: settembre 2006 Indice generale Finalità... 1 Introduzione... 1 Ambito di applicazione dei

Dettagli

INDICE INTRODUZIONE...3 REQUISITI MINIMI DI SISTEMA...4 INSTALLAZIONE DEI PROGRAMMI...5 AVVIAMENTO DEI PROGRAMMI...7 GESTIONE ACCESSI...

INDICE INTRODUZIONE...3 REQUISITI MINIMI DI SISTEMA...4 INSTALLAZIONE DEI PROGRAMMI...5 AVVIAMENTO DEI PROGRAMMI...7 GESTIONE ACCESSI... ambiente Windows INDICE INTRODUZIONE...3 REQUISITI MINIMI DI SISTEMA...4 INSTALLAZIONE DEI PROGRAMMI...5 AVVIAMENTO DEI PROGRAMMI...7 GESTIONE ACCESSI...8 GESTIONE DELLE COPIE DI SICUREZZA...10 AGGIORNAMENTO

Dettagli

ApplicationServer XG Versione 11. Ultimo aggiornamento: 10.09.2013

ApplicationServer XG Versione 11. Ultimo aggiornamento: 10.09.2013 ApplicationServer XG Versione 11 Ultimo aggiornamento: 10.09.2013 Indice Indice... i Introduzione a 2X ApplicationServer... 1 Cos'è 2X ApplicationServer?... 1 Come funziona?... 1 Su questo documento...

Dettagli

GFI Product Manual. Manuale per il client fax

GFI Product Manual. Manuale per il client fax GFI Product Manual Manuale per il client fax http://www.gfi.com info@gfi.com Le informazioni contenute nel presente documento sono soggette a modifiche senza preavviso. Le società, i nomi e i dati utilizzati

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1

Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1 Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1 Easy-TO è il software professionale per il Tour Operator moderno. Progettato e distribuito in Italia e all estero da Travel Software srl (Milano), un partner

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone è pronto per le aziende. Supporta Microsoft Exchange ActiveSync, così come servizi basati su standard, invio e ricezione di e-mail, calendari

Dettagli

Guida alle impostazioni generali

Guida alle impostazioni generali Istruzioni per l uso Guida alle impostazioni generali 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Collegamento della macchina Impostazioni di sistema Impostazioni Copiatrice/Document server Impostazioni fax Impostazioni Stampante

Dettagli

GUIDA UTENTE PRATICA DIGITALE

GUIDA UTENTE PRATICA DIGITALE GUIDA UTENTE PRATICA DIGITALE (Vers. 4.4.0) Installazione... 3 Prima esecuzione... 6 Login... 7 Funzionalità... 8 Pratiche... 10 Anagrafica... 13 Documenti... 15 Inserimento nuovo protocollo... 17 Invio

Dettagli

Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa

Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa A cura del Centro Elaborazione Dati Amministrativi 1 INDICE 1. Accesso ed utilizzo della Webmail

Dettagli

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com Guida alla configurazione della posta elettronica bassanonet.com 02 Guida alla configurazione della posta elettronica I programmi di posta elettronica consentono di gestire una o più caselle e-mail in

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme.

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme. Guida operatore del registratore TruVision Vista Live Sull immagine live dello schermo vengono visualizzati laa data e l ora corrente, il nome della telecamera e viene indicato se è in corso la registrazione.

Dettagli

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET Programmi Outlook Express Internet Explorer 72 DNS Poiché riferirsi a una risorsa (sia essa un host oppure l'indirizzo di posta elettronica di un utente) utilizzando un

Dettagli

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA HOTSPOT Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA Hotspot è l innovativo servizio che offre ai suoi clienti accesso ad Internet gratuito, in modo semplice e veloce, grazie al collegamento

Dettagli

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S.

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. All accensione del Tab e dopo l eventuale inserimento del codice PIN sarà visibile la schermata iniziale. Per configurare

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione 2013. 12 (Revisione 2.6.) Esclusione di responsabilità legale SAMSUNG ELECTRONICS SI RISERVA IL DIRITTO DI MODIFICARE I PRODOTTI, LE INFORMAZIONI

Dettagli

Gestione Studio Legale

Gestione Studio Legale Gestione Studio Legale Il software più facile ed efficace per disegnare l organizzazione dello Studio. Manuale operativo Gestione Studio Legale Il software più facile ed efficace per disegnare l organizzazione

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright Parallels Holdings, Ltd. c/o Parallels International GMbH Vordergasse 59 CH-Schaffhausen Svizzera Telefono: +41-526320-411 Fax+41-52672-2010 Copyright 1999-2011

Dettagli

Manuale installazione KNOS

Manuale installazione KNOS Manuale installazione KNOS 1. PREREQUISITI... 3 1.1 PIATTAFORME CLIENT... 3 1.2 PIATTAFORME SERVER... 3 1.3 PIATTAFORME DATABASE... 3 1.4 ALTRE APPLICAZIONI LATO SERVER... 3 1.5 ALTRE APPLICAZIONI LATO

Dettagli

Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z. Progettata da Vodafone

Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z. Progettata da Vodafone Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z Progettata da Vodafone Benvenuti nel mondo della comunicazione in mobilità 1 Benvenuti 2 Impostazione della Vodafone Internet Key 4 Windows 7, Windows Vista,

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi.

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Guida all uso Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Legenda Singolo = Fax o SMS da inviare ad un singolo destinatario Multiplo = Fax o SMS da inviare a tanti destinatari

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Guida al programma 1

Guida al programma 1 Guida al programma 1 Vicenza, 08 gennaio 2006 MENU FILE FILE Cambia utente: da questa funzione è possibile effettuare la connessione al programma con un altro utente senza uscire dalla procedura. Uscita:

Dettagli

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Installazione Modem USB Momo Gestione segnale di rete Connessione Internet Messaggi di errore "Impossibile visualizzare la pagina" o "Pagina

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Guida all Uso L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Cos è la Business Key La Business Key è una chiavetta USB portatile, facile da usare, inseribile

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Guida del client per Symantec Endpoint Protection e Symantec Network Access Control

Guida del client per Symantec Endpoint Protection e Symantec Network Access Control Guida del client per Symantec Endpoint Protection e Symantec Network Access Control Guida del client per Symantec Endpoint Protection e Symantec Network Access Control Il software descritto nel presente

Dettagli