Operazioni di M&A, scissioni ed IPO: il caso Snia-Sorin

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Operazioni di M&A, scissioni ed IPO: il caso Snia-Sorin"

Transcript

1 Operazioni di M&A, scissioni ed IPO: il caso Snia-Sorin Premessa Archiviato un anno che ha visto restituire ai risparmiatori importanti somme di denaro per effetto di numerose operazioni di revoca della quotazione, il calendario borsistico 2004 è iniziato con un offerta pubblica iniziale, seppure anomala, che ha portato al collocamento di Sorin. Il termine anomalo risiede nella caratterizzazione dell operazione determinata da una scissione proporzionale della società, quotata, Snia che ha dato vita ad un autonoma entità (Sorin) caratterizzata da prospettive di crescita nel comparto dei prodotti medicali. L operazione di spin off è infine propedeutica ad una strategia di valorizzazione di entrambe le partecipazioni nell ambito di un progetto di investimento della controllante di Sorin e di Snia: la holding di partecipazioni Bios 1. Vicende storiche intercorse sull aggregato medicale: il percorso di Sorin Biomedica La società neo quotata è la holding di un gruppo di imprese operanti nel comparto delle tecnologie medicali ed in particolare nella ricerca, sviluppo, produzione e commercializzazione di dispositivi medici e di macchinari per il trattamento di malattie cardiovascolari e dei reni. L analisi del legame con Snia è utile ad individuare la sequenza di operazioni straordinarie accadute sull aggregato Snia e che in parte motivano le scelte di procedere all operazione più recente di spin off. Occorre fare un passo indietro e risalire ai primi anni ottanta; nel 1985 viene quotato, sulla borsa di Milano, il 25% della società Sorin Biomedica, impresa attiva sia dai primi anni sessanta nella produzione di dispositivi impiantabili ad alta tecnologia per cardiologia e cardiochirurgia. L operazione di quotazione, è legata a necessità di cassa del gruppo Fiat, sino ad allora azionista totalitario. La quotazione viene seguita, dopo breve tempo (1986), dal trasferimento della partecipazione del 75% residuo ad una controllata del gruppo torinese, la Snia BDP (ora Snia). Le vicende successive vedono Sorin Biomedica assistere, pur mantenendo lo status di quotazione, ad operazioni avvenute sulla controllante Snia: - nel giugno del 1998, la cessione della proprietà da parte del gruppo Fiat al termine di una offerta pubblica di vendita che porta sul mercato il 55,8% del capitale detenuto da Fiat e Mediobanca 2 al prezzo di 1,14 euro per azione; 1 I principali azionisti, al dicembre 2003, sono costituiti da Hopa (40,7%), Interbanca (22,5%) e Banca Monte dei Paschi di Siena (12,9%).

2 - nel marzo 2000, la fusione per incorporazione di Sorin Biomedica nella controllante Snia 3 ; - un nuovo assetto proprietario in Snia; - il riassetto delle attività del gruppo Snia. Dell offerta pubblica Snia si è detto, passeremo quindi ad esaminare velocemente quanto avvenuto con riferimento agli altri tre punti. L operazione di fusione per incorporazione di Sorin Biomedica Caffaro in Snia L operazione di fusione viene realizzata nel marzo 2000 mediante la fusione per incorporazione di Sorin Biomedica in Snia, la contestuale revoca dalla quotazione di Sorin e l emissione di nuove azioni Snia a favore degli azionisti ex Sorin. Sorin viene incorporata contestualmente a Caffaro, una società da tempo quotata sul listino milanese, controllata da Snia ed operante nel settore chimico 4, e ad altre società residuali già da tempo controllate da Snia. La fusione, propedeutica ad una strategia di semplificazione della strategia di gruppo che mira ad eliminare stratificazioni e duplicazioni esistenti, prosegue una strada già intrapresa, nel 1997, allorquando Snia aveva incorporato Snia Fibre. Nei disegni di Snia, la fusione per incorporazione dovrebbe permettere di gestire in maniera più agevole e diretta i flussi di cassa delle neo incorporate, eliminando il divario temporale determinato tra la data di delibera e la data di pagamento dei dividendi che storicamente e periodicamente Caffaro e Snia versavano alla controllante. 2 La banca d affari deteneva circa il 9,9% del capitale ordinario. 3 All epoca Snia ha incorporato anche la società Caffaro, impresa storica e da tempo quotata alla borsa valori operante nella chimica. 4 Chimica di base e specialistica, fitofarmaci, polimeri per film/materiali compositi ed energia tramite una JV con Sondel.

3 Sorin Biomedica Euro Valore produzione YoY growth -10,5% Ebitda Ebitda mrg 15,9% 13,9% Ebit Ebit mrg 8,7% 6,6% Utile Netto Net income mrg 16,0% 2,6% Capitale Inv Netto Pos.Fin Netta (1) Patrimonio Netto Minoranze 0 0 PFN / Equity (2) 0,24 0,18 Fonte: prospetto fusione (1) Il segno positivo indica un debito (2) PFN / PN a valori contabili Caffaro Euro Valore produzione YoY growth -26,5% Ebitda Ebitda mrg 11,3% 11,8% Ebit Ebit mrg 5,5% 6,0% Utile Netto Net income mrg 2,1% 3,1% Capitale Inv Netto Pos.Fin Netta (1) Patrimonio Netto Minoranze PFN / Equity (2) 0,07 0,05 Fonte: prospetto fusione (1) Il segno positivo indica un debito (2) PFN / PN a valori contabili Di fatto, come si vedrà, la fusione si ricollega ad una strategia di riorganizzazione complessiva del gruppo ben più articolata di un mero trasferimento finanziario di liquidità che avrebbe potuto essere organizzato senza bisogno di una fusione per incorporazione. I rapporti di concambio vengono determinati al termine di una procedura di valutazione con il metodo della somma delle parti su singole entità, queste ultime valorizzate generalmente facendo ricorso al metodo dei flussi di cassa. Come metodo di controllo viene utilizzato il concambio evidenziato dal mercato 5. 5 Sulla base del prezzo medio ponderato dei corsi dei titoli nel periodo 3 settembre settembre Per una più articolata disamina della procedura di valutazione si invita il lettore a consultare il prospetto di fusione disponibile sul sito Snia, nell area investor relations.

4 Valorizzazioni: flussi di cassa Titolo Euro 000 P azione Caffaro ,47 Sorin B ,59 Snia ,49 Rapporto concambio Snia - Sorin 3,07 Snia - Caffaro 0,98 Fonte: prospetto fusione Valorizzazioni: mercato Titolo P azione Caffaro 1,06 Sorin B 3,44 Snia 1,22 Rapporto concambio Snia - Sorin 2,82 Snia - Caffaro 0,87 Fonte: prospetto fusione La procedura di valorizzazione risulta abbastanza articolata anche alla luce dell aggregato societario, della presenza di due classi di azioni (Snia ordinarie e risparmio) e della fase di ristrutturazione 6, in corso, di alcune entità che compongono il gruppo Snia. Infine, il concambio adottato prevede una forma mista in cui coesiste l assegnazione di nuove azioni Snia ad il pagamento di una quota in contanti per ogni azione delle vecchie società incorporate. Concambio Titolo az Snia cash Caffaro 0,95 0,036 Sorin B 3,00 0,090 dati per azione, euro per azione Fonte: prospetto fusione Un nuovo assetto proprietario Il processo di fusione di Sorin e Caffaro in Snia, è accompagnato e preceduto da un drastico mutamento degli assetti proprietari della ex controllante. Al momento della conclusione dell offerta pubblica di vendita del giugno 1998, Snia si presenta come pura public company, configurando un caso abbastanza raro, nel panorama italiano, per una società di grandi dimensioni. Come si vedrà il sogno dura poco meno di un estate. 6 In particolare al tempo Snia era impegnata in un opera di riorganizzazione delle attività del comparto tessile (Novaceta, Nuova Rayon e Nylstar) in crisi.

5 Nel settembre 1998 fa la comparsa il finanziere/raider Luigi Giribaldi che acquista una quota azionaria abbastanza consistente di Snia; l azione di Giribladi si accompagna all ingresso di un secondo alleato, Cornelio Valletto, manager e principale azionista di Saiag 7. La coppia con acquisti successivi sul mercato arriverà a detenere una quota massima di capitale votante pari a circa il 29% negoziando ed ottenendo la nomina a consiglieri nel board Snia. L ingresso dei due finanzieri non dà luogo all adozione di particolari misure antiscalata da parte del consiglio di amministrazione Snia (ovviamente prima dell ingresso dei due azionisti); ne fa le spese il consigliere Cesare Romiti che si dimetterà dalla carica non prima di aver tentato inutilmente di coagulare attorno a sé 8 una nucleo di azionisti fidati. L atteggiamento del management Snia è in realtà analizzabile alla luce di una probabile coscienza che il tentativo di scalata della coppia Giribaldi Valletto assomiglia più ad un tentativo di speculazione che ad una vera e propria minaccia. Le parole del finanziere del resto parrebbero confermare la tranquillità del board Snia 9. Nel gennaio 1999 il C.d.A. di Snia annuncia che la società sta valutando la possibilità di procedere ad una incorporazione di Sorin Biomedica e di Caffaro; nello stesse mese il consiglio riceve il via libera dall assemblea grazie anche al voto dei due raider dando vita a infinite simulazioni possibili, stavolta sui rispettivi concambi azionari. Le simulazioni abbondano quando, nel maggio, un gruppo di manager di Snia supportati da Interbanca esce allo scoperto indicando di aver costituito un patto di voto sulla base di una quota azionaria al 9,4% ed ottenendo quel successo preliminare in cui aveva fallito solo pochi mesi prima Cesare Romiti. L operazione prelude alle dimissioni, dal ruolo di consiglieri, di Giribaldi e di Valletto (9 luglio) cui fa seguito, in un contesto di forte speculazione sul titolo, la cessione, in data 29 luglio 1999, di una quota del 20,5% 10 a Bios, società appositamente costituita dalla cordata contrapposta (Interbanca & C.). Per effetto dell ultima transazione la nuova cordata di investitori raggiunge una quota del 29,9% di azioni (20,5% acquisito cui si somma il precedente 9,4% originario) diventando il primo azionista di Snia. Il prezzo della transazione è pari ad 1,43 euro per ogni azione Snia pre fusione E di Cortiplast, società che ha lanciato nell aprile 2003 una offerta pubblica di acquisto sul titolo Saiag. 8 Ed al suo 1,9% di capitale. 9 Giribaldi dichiara che l acquisto delle quote non sottintende ad alcun tentativo di scalata e che la partecipazione può essere oggetto di alienazione. 10 La definitiva uscita di Giribaldi dal capitale di Snia avverrà presumibilmente nel primo semestre Il prezzo risulta superiore del 17,22% al prezzo medio ponderato fatto registrare dalle azioni ordinarie per il periodo 3 settembre settembre 1999 ed utilizzato nella determinazione del concambio di fusione.

6 Il riassetto delle attività del gruppo La fusione per incorporazione di Caffaro, Sorin Biomedica e delle realtà minori è preceduto e seguito da un processo di riorganizzazione con l adozione di una struttura organizzativa divisionale e strutturale che ha modificato profondamente il perimetro e le attività del vecchio gruppo Snia. Le nuove strategie prevedono da una parte, nel 1999, lo sviluppo del comparto medicale, dall altra la riorganizzazione delle attività tradizionali nella chimica e nelle fibre naturali. Il triennio costituisce il periodo di più intesa riorganizzazione nelle attività del gruppo realizzate principalmente con: - vendita di asset immobiliari; - chiusura di alcuni stabilimenti nel comparto chimica; - cessione di Caffaro Flexible Packaging 12 ; - cessione del 50% di Caffaro Energia 13 ; - vendita delle attività nel comparto agrichimico di Caffaro ad Isagro; - predisposizione dei primi accordi per favorire l uscita dal settore delle fibre naturali 14 e chiusura degli impianti inglesi delle fibre naturali. Cessioni Euro 000 Anno Paese Quota P ( mln) Novaceta 2003 Italia 50% 12,5 (1) Nuova Rayon 2003 Italia 100% 0 Asset immobiliari 2002 Italia 35 Caffaro Flex Pack 2002 Italia 100% 120 Caffaro Energia 2002 Italia 50% 150 (1) Agrochimica 2001 Italia 100% 90 fonte: elaborazioni su dati Sorin / Snia (1) prezzo riferito al 50% detenuto da Snia. 12 Cfr. bilancio Snia 2002, p.9 sigla l accordo per la cessione a Bridgepoint Capital Ltd, investitore europeo nel Private Equity, delle attività di Caffaro Flexible Packaging, società attiva nella produzione e commercializzazione di film per imballaggio flessibile. Il valore complessivo dell operazione è pari a circa 120 milioni di Euro. 13 Quota facente parte di una joint venture stabilita con la Sondel. 14 Nuova Rayon e Novaceta verranno cedute nel 2003.

7 Di fatto tutte le attività di cessione negli asset tradizionali, vengono accompagnate dal rafforzamento della divisione medicale che realizza quattro importanti acquisizioni con le francesi Ela Medical 15, Soludia 16 e le statunitense CarboMedics 17 e Cobe Cardiovascular 18, cui fa seguito nel gennaio 2003 la conclusione dello spin off che ha portato alla costituzione ed alla quotazione di Sorin. Acquisizioni: segmento medicale Euro 000 Anno Paese Quota P ( mln) CarboMedics 2003 USA 100% 106 Soludia 2002 Francia 99,97% 13 Ela Medical 2001 Francia 99,99% 160 (1) Cobe Cardiovasc USA 100% 240 Dideco S.p.A Italia 100% n.d. Stockert Institute 1992 Germania 100% n.d. Bellco 1990 Italia 100% n.d. fonte: elaborazioni su dati Sorin / Snia (1) compresi 20 milioni di oneri accessori Gli accadimenti di matrice industriale del periodo sono accompagnati da successive operazioni finanziarie costì definibili: - il lancio dell offerta pubblica di acquisto volontaria di Bios (o meglio Biosdue) che porta la holding ad incrementare la quota in possesso, al termine dell offerta, al 50,1% del capitale ordinario; - un successivo aumento di capitale nel dicembre 2002 gennaio 2003 finalizzato a reperire la liquidità necessaria ad acquisire la statunitense CarboMedics. L evoluzione delle strategie aziendali ed alcuni mutamenti contabili adottati dal gruppo 19 determinano, unitamente ai dati in nostro possesso, la non possibilità di operare un analisi su dati omogenei. In tal senso si è preferito evitare di evidenziare multipli riguardanti le diverse operazioni e di evidenziare eventuali ratios finanziari. 15 Secondo produttore europeo di stimolatori cardiaci. 16 Prodotti e soluzioni per dialisi. 17 Valvole cardiache. 18 Prodotti per cardiochirurgia. 19 Dal 2001 Snia cessa di consolidare con il metodo proporzionale le società partecipate al 50% (i.e. Caffaro Energia, Novaceta e Nylstar).

8 Gruppo Snia euro mln Ricavi netti YoY growth 11,0% Ebitda Ebitda mrg 10,9% 13,6% 11,4% 10,6% Ebit Ebit mrg 2,1% 5,4% 2,5% 0,8% Utile Netto Net income mrg 1,2% 1,6% -10,3% 4,5% Pos.Fin Netta (2) Patrimonio Netto Minoranze PFN / Equity (3) 0,46 0,41 0,42 0,13 Fonte: elaborazioni FMP Associati (1) Il segno positivo indica un debito (2) a valori contabili escluso minoranze L offerta pubblica di acquisto volontaria di Bios. Nel febbraio 2002 Bios, attraverso la controllata (al 100%) Biosdue, lancia un offerta pubblica di acquisto con l obiettivo di conseguire i presupporti per la revoca della quotazione. L obiettivo di delistare la società è correlabile alla necessità di procedere con maggiore velocità nelle attività di riorganizzazione del gruppo e di internalizzare quanto più possibile le possibili sinergie e creazioni di valore rese possibili dal nuovo piano industriale. L obiettivo in realtà a nostro avviso è insito nella necessità, prevalentemente finanziaria (ottimizzare il rendimento IRR) che sottintende l investimento della cordata padrona che si può realizzare solamente massimizzando, ove possibile, il valore del titolo al momento della cessione e minimizzando i prezzi pagati per l acquisto della partecipazione. In tal senso quanto maggiore sarà la quota di azioni Snia di proprietà detenute da Bios a prezzi ragionevoli tanto maggiore sarà la possibilità di poter ricavare congrui IRR al momento della cessione dell intera partecipazione. Tale ipotesi ovviamente si fonda sulla possibilità che il nucleo di controllo ed il management possano intervenire nella gestione ordinaria ed accrescere il valore del gruppo; in tal senso è insita l ipotesi che le strategie implementate possano condurre a significative creazioni di valore mentre la possibilità di offrire al mercato un prezzo quanto più basso possibile implica l esistenza di asimmetrie informative tra quanto percepito dal management e quanto percepito dal mercato.

9 L offerta in parte si lega anche ad aspetti legali e di controllo: la quota del 29,9% è posizionata sul limite stabilito dalla legge per il lancio di un OPA obbligatoria (30%) e la partecipazione detenuta non è in grado di assicurare la necessaria sicurezza per il controllo dei voti in un assemblea straordinaria. La necessità di acquisire un premio tanto più elevato si realizza nella determinazione del prezzo iniziale di OPA inizialmente posto pari ad 1,80 euro per azione 20 che viene successivamente innalzato a 2 euro quando ci si accorge che il mercato non intende assistere in maniera troppo consenziente ad un free lunch. L offerta si chiude con l acquisizione, da parte di Bios, di una quota di maggioranza assoluta (50,1%) del capitale. La quota seppur non garantendo la possibilità di delisting favorisce comunque la possibilità di disporre facilmente la delibera di eventi straordinari. Infatti, passano pochi mesi dalla conclusione dell offerta ed il C.d.A. delibera un aumento di capitale finalizzato a dotare la società di capitali necessari (circa 104 milioni di euro) per acquisire la società statunitense Carbomedics; ancora qualche mese ed il management prosegue nella strada di valorizzazione delle attività medicali enucleando il progetto di scissione di tali attività. La scissione delle attività medicali: il ritorno di Sorin Tecnicamente l operazione consiste in una scissione proporzionale di partecipazioni detenute in precedenza da Snia in società operanti nel settore medicale. Trattandosi di una scissione mediante costituzione di una nuova società e mediante ricorso a scissione proporzionale, non risulta necessaria alcuna redazione di un parere di congruità sul rapporto di cambio. Il controllo della nuova società quotata riflette l assetto proprietario della vecchia Snia 21 ; ogni azionista della vecchia Snia riceve 3 azioni Sorin. A differenza della fusione intercorsa qualche anno prima non viene previsto alcun conguaglio di denaro. Il trasferimento delle attività e delle passività viene accompagnato da una modifica del patrimonio netto contabile di Snia Il prezzo è identico per le tre classi di azioni esistenti: ordinarie, risparmio convertibili e risparmio non convertibili. 21 Al momento della pubblicazione del prospetto Bios controlla il 58,62% del capitale ordinario di Snia. 22 La situazioni patrimoniale al 31 dicembre 2002 viene rettificata lasciando che eventuali differenze tra i valori contabili degli elementi patrimoniali attivi e passivi di trasferimento siano compensate in modo da evitare modifiche nel patrimonio netto della nuova Sorin.

10 Situazione pro forma al Euro mln Sorin Snia Ricavi netti Ebitda 99-7 Ebitda mrg 14,7% -3,4% Ebit Ebit mrg 5,9% -26,1% Utile Netto Net income mrg 2,2% 11,3% Pos.Fin Netta (1) Patrimonio Netto Minoranze 1 0 PFN / Equity (2) 0,37-0,39 Fonte:elaboraz.su prospetto IPO Sorin Di fatto, escludendo il trasferimento di attività e di passività, i relativi covenants sul debito e qualche piano di stock option, mutuato sulla base di un piano esistente nella vecchia Snia, la scissione non sembrerebbe in grado di determinare futuri rapporti tra le due società. L operazione di spin off consente una veloce separazione tra attività presumibilmente finalizzate ad una creazione di valore in tempi ragionevoli per il nucleo padrone quali quelle della nuova Sorin ed attività da valorizzare, grazie alla liquidità disponibile, in un orizzonte temporale più lungo perché subordinate ad un rilancio/riorganizzazione (Snia post scissione). L operazione di scissione inoltre è fiscalmente neutra non dando luogo ad alcun realizzo/distribuzione di plusvalenze e minusvalenze; un aspetto non trascurabile e potenzialmente in grado di spiegare anche altre operazioni di spin off avvenute in altri tempi/ctontesti. I nuovi attori La Snia post scissione è caratterizzata dalla presenza di attività collegate ai business delle fibre e della chimica e dalla dotazione di una posizione finanziaria netta negativa (i.e. liquidità) ereditata dal passato processo di dismissioni ed utile a concludere il processo di ristrutturazione in corso e a rilanciare la join venture Nylstar 23. Un impegno non facile anche alla luce della maturità tecnologica del settore, delle forti necessità di capitale e di risultati economici soggetti all andamento del cicli economico produttore mondiale di Nylon.

11 Sorin d altro canto eredita le società recentemente acquisite in Francia e Stati Uniti, prospettive di mercato caratterizzate da una domanda potenzialmente in crescita cui fanno riscontro una posizione debitoria 24 incrementatasi e collegata al processo di espansione avvenuto/in corso. La nuova società medicale è in grado di essere presente in tutti i principali segmenti dei prodotti 25 per le malattie cardiovascolari e di poter competere con la concorrenza mondiale rappresentata da poche società (in gran parte) statunitensi 26. Gli obiettivi, dichiarati, della nuova società poggiano su un programma di sviluppo di prodotti quali stent coronarici 27, pacemakers e defibrillatori, di sviluppo della presenza 28 nel mercato Nord Americano 29. Infine il progetto di integrazione delle società del gruppo idoneo a favorire la possibile emersione di sinergie e redditività. Sorin: situazione pro forma Euro mln (1) Ricavi netti Ebitda Ebitda mrg 14,7% 12,3% 11,7% 12,0% Ebit Ebit mrg 5,9% 3,2% 1,8% 2,0% Utile Netto Net income mrg 2,2% -0,6% -2,9% Pos.Fin Netta (1) Patrimonio Netto n.d. n.d. Minoranze 1 1 n.d. n.d. PFN / Equity (2) 0,37 0,74 Fonte: elaboraz.su prospetto IPO Sorin/pres analisti (1) stime del management Sorin 24 Su cui insistono alcuni limiti sui ratios finanziari (Debt/Mol e Debt/Equity). 25 Prodotti ed apparecchiature per la circolazione extracorporea del sangue durante interventi chirurgici a cuore fermo, prodotti per il recupero del sangue intra e post operatorio e per la separazione dei componenti del sangue, prodotti per il trattamento delle disfunzioni del ritmo cardiaco, per la diagnosi e per le aritmie, valvole cardiache artificiali, stent coronarici e cateri per angioplastica, macchine per emodialisi. Dializzatori, liquidi e concentrati per la preparazione di soluzioni di dialisi. 26 Il mercato è caratterizzato da orti barriere all ingresso, presenza di normative stringenti. 27 Dispositivo impiantabile inserito nelle coronarie durante gli interventi di rimodellamento di un vaso sanguigno. 28 Comprensiva di una riorganizzazione dei canali commerciali distributivi delle diverse società acquisite. 29 Il mercato USA vale da solo circa il 50% del mercato mondiale (fonte: Sorin).

12 Conclusioni Gli accadimenti intercorsi al gruppo Snia nell ultimo decennio evidenziano come il percorso delle strategie aziendali possa essere caratterizzato da azioni e reazioni opposte determinate da modifiche nel contesto competitivo, nella domanda, nelle prospettive di crescita, nelle strategie di diversificazione e nelle modalità di utilizzo delle disponibilità aziendali. In questo contesto va letta la decisione, nel 2000, di concentrare le attività medicali all interno di un gruppo che presenta, nelle attività tradizionali, asset e business storici in grado di garantire la necessaria liquidità per finanziare un processo di crescita esterna nel business emergente (medicale) su cui si è deciso di puntare. Ultima, in ordine temporale, la costituzione di una nuova realtà, ben diversa da quella originariamente fusa, che risponde alla necessità di valorizzare autonomamente le nuove prospettive di potenziale crescita e di favorire, in prospettiva, una più agevole dismissione della quota di proprietà. Infine una considerazione che si ricollega in parte anche a motivazioni spesso evidenziate in operazioni di delisting; l evidenza che il mercato possa contribuire a finanziare processi di investimento 30 e bocciare proposte di delisting a prezzi fin troppo contenuti. Concludiamo rinnovando l interesse per le future strategie operate dai due gruppi e le modalità in cui potranno evolvere gli assetti proprietari. Alberto Pigozzi Gennaio Nel caso Snia-Sorin sottoscrivendo l aumento di capitale del gennaio 2003.

13 Disclaimer Il presente dossier è stato elaborato utilizzando elementi e dati di natura esclusivamente pubblica sui quali non è stata effettuata alcuna verifica né attività di auditing; sulla loro correttezza ed esattezza FMP Associati non assume pertanto alcuna responsabilità.. In relazione a quanto precede, nessuna asserzione, implicita o esplicita, può essere fatta sull accuratezza delle informazioni e dei dati e sulle elaborazioni conseguenti. FMP Associati ed i suoi collaboratori, quindi, non possono essere considerati in alcun modo responsabili per qualsiasi conseguenza derivante, direttamente o indirettamente, dalla lettura, elaborazione e valutazione della presente o da qualsiasi evento che venisse da chiunque ad esso ricondotto. La data di riferimento delle indicazioni riportate, tenuto anche conto dei dati e documenti pubblicamente disponibili, è stata: gennaio Le conclusioni esposte nella presente Relazione sono basate sul complesso delle valutazioni in essa contenute e pertanto nessuna parte della Relazione potrà essere utilizzata disgiuntamente rispetto al documento nella sua interezza. Il documento è stata rilasciato esclusivamente con finalità didattiche proprie del sito FMP Associati. Pertanto, nessuno, ad eccezione degli Autori, è autorizzato a fare affidamento sul presente lavoro. Il documento non può costituire in alcun modo una base informativa e valutativa finalizzata in qualunque modo alla sollecitazione degli investitori e del mercato. Il presente documento è strettamente riservato, di proprietà di FMP Associati e non può essere riprodotto od utilizzato da a terzi senza il consenso scritto di FMP Associat.i

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 GIUGNO 2006: + 17% UTILE NETTO CONSOLIDATO

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 GIUGNO 2006: + 17% UTILE NETTO CONSOLIDATO COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 GIUGNO 2006: + 17% UTILE NETTO CONSOLIDATO RICAVI AGGREGATI: 1.706,2 MLN DI EURO, SOSTANZIALMENTE IN LINEA CON L ANNO PRECEDENTE RISULTATO OPERATIVO COMPRENSIVO

Dettagli

1. PREMESSA 2. LINEAMENTI DELL OPERAZIONE DI FUSIONE

1. PREMESSA 2. LINEAMENTI DELL OPERAZIONE DI FUSIONE 1. PREMESSA Il sottoscritto è stato incaricato dai Consigli di Amministrazione di Snia Spa e di Sorin Biomedica Spa di redigere la relazione peritale di stima del rapporto di cambio in vista della fusione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA RISULTATO OPERATIVO COMPRENSIVO DEI PROVENTI DA PARTECIPAZIONI: 47,3 MLN DI EURO (+22%)

COMUNICATO STAMPA RISULTATO OPERATIVO COMPRENSIVO DEI PROVENTI DA PARTECIPAZIONI: 47,3 MLN DI EURO (+22%) COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 31 MARZO 2007: RICAVI AGGREGATI PRO-QUOTA E RISULTATO OPERATIVO COMPRENSIVO DEI PROVENTI DA PARTECIPAZIONI IN FORTE CRESCITA RICAVI AGGREGATI PRO-QUOTA * :

Dettagli

DESCRIZIONE SINTETICA DELLA STRUTTURA DEL FONDO CHIUSO MC 2 IMPRESA.

DESCRIZIONE SINTETICA DELLA STRUTTURA DEL FONDO CHIUSO MC 2 IMPRESA. DESCRIZIONE SINTETICA DELLA STRUTTURA DEL FONDO CHIUSO MC 2 IMPRESA. MC2 Impresa è un Fondo Comune d Investimento Mobiliare chiuso e riservato (ex testo unico D.Lgs 58/98) costituito per iniziativa di

Dettagli

COMUNICATO STAMPA RICAVI AGGREGATI PRO-QUOTA: 915,1 MLN DI EURO, SOSTANZIALMENTE IN LINEA CON L ANNO PRECEDENTE

COMUNICATO STAMPA RICAVI AGGREGATI PRO-QUOTA: 915,1 MLN DI EURO, SOSTANZIALMENTE IN LINEA CON L ANNO PRECEDENTE COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 SETTEMBRE 2006: IN ATTESA DELLA PIENA APPLICAZIONE DELLA NUOVA NORMATIVA FISCALE (1 OTTOBRE 2006) RALLENTA L ATTIVITÀ DEL TERZO TRIMESTRE RICAVI AGGREGATI

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO ai sensi dell articolo 114 d.lgs. 58/1998 OFFERTA PUBBLICA DI SCAMBIO SU AZIONI ORDINARIE KME GROUP S.P.A. E INTEK S.P.A.

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO ai sensi dell articolo 114 d.lgs. 58/1998 OFFERTA PUBBLICA DI SCAMBIO SU AZIONI ORDINARIE KME GROUP S.P.A. E INTEK S.P.A. COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO ai sensi dell articolo 114 d.lgs. 58/1998 OFFERTA PUBBLICA DI SCAMBIO SU AZIONI ORDINARIE KME GROUP S.P.A. E INTEK S.P.A. In data odierna i Consigli di Amministrazione di KME

Dettagli

fino a 6,73 euro, da cui è disceso il rapporto di 1,194 azioni ordinarie Intesa Sanpaolo per ciascuna azione Carifirenze.

fino a 6,73 euro, da cui è disceso il rapporto di 1,194 azioni ordinarie Intesa Sanpaolo per ciascuna azione Carifirenze. COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: I CONSIGLI APPROVANO L ACCORDO CON ENTE CASSA DI RISPARMIO DI FIRENZE PER L ACQUISIZIONE DEL CONTROLLO DI CARIFIRENZE - Intesa Sanpaolo acquisirà il 40,3% del capitale

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 SETTEMBRE 2007:

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 SETTEMBRE 2007: COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 SETTEMBRE 2007: RICAVI AGGREGATI PRO-QUOTA * : 1.071,9 MLN DI EURO (+17%) RISULTATO OPERATIVO COMPRENSIVO DEI PROVENTI DA PARTECIPAZIONI: 164 MLN DI EURO;

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Mittel S.p.A. ha approvato il Resoconto intermedio sulla gestione 1 ottobre 30 giugno 2015

Il Consiglio di Amministrazione di Mittel S.p.A. ha approvato il Resoconto intermedio sulla gestione 1 ottobre 30 giugno 2015 MITTEL S.p.A. Sede in Milano - Piazza A. Diaz n. 7 Capitale Sociale 87.907.017 i.v. Iscritta al Registro Imprese di Milano al n. 00742640154 www.mittel.it *** *** *** *** *** *** *** *** *** COMUNICATO

Dettagli

Montebelluna, 25 febbraio 2011

Montebelluna, 25 febbraio 2011 Comunicato ai sensi dell articolo 102 del D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58, come successivamente modificato e integrato (il Tuf ) e dell articolo 37 del Regolamento Consob approvato con delibera n. 11971

Dettagli

SANPAOLO IMI ACQUISISCE IL 100% DI BN HOLDING A

SANPAOLO IMI ACQUISISCE IL 100% DI BN HOLDING A Comunicato stampa SANPAOLO IMI ACQUISISCE IL 100% DI BN HOLDING A seguito della scissione parziale di INA lancia l OPA totalitaria sulle azioni ordinarie di Banco di Napoli Torino, 13 giugno 2000 - Il

Dettagli

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva la relazione al 30 giugno 2009 SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

Dettagli

COMUNICATO. Ai sensi dell articolo 114 del decreto legislativo 24 febbraio 1998 n. 58

COMUNICATO. Ai sensi dell articolo 114 del decreto legislativo 24 febbraio 1998 n. 58 COMUNICATO Ai sensi dell articolo 114 del decreto legislativo 24 febbraio 1998 n. 58 In data odierna, RCS MediaGroup S.p.A. ( RCS ) ha eseguito una serie di operazioni aventi per oggetto le azioni ordinarie

Dettagli

COMUNICATO STAMPA OFFERTA PUBBLICA DI ACQUISTO VOLONTARIA PROMOSSA DA SALINI S.P.A. SULLA TOTALITÀ DELLE AZIONI ORDINARIE DI IMPREGILO S.P.A.

COMUNICATO STAMPA OFFERTA PUBBLICA DI ACQUISTO VOLONTARIA PROMOSSA DA SALINI S.P.A. SULLA TOTALITÀ DELLE AZIONI ORDINARIE DI IMPREGILO S.P.A. COMUNICATO STAMPA OFFERTA PUBBLICA DI ACQUISTO VOLONTARIA PROMOSSA DA SALINI S.P.A. SULLA TOTALITÀ DELLE AZIONI ORDINARIE DI IMPREGILO S.P.A. COMUNICAZIONE AI SENSI DELL ARTICOLO 102, PRIMO COMMA, DEL

Dettagli

2.Finalità dell operazione:

2.Finalità dell operazione: COMUNICATO STAMPA I Consigli di Amministrazione delle rispettive società hanno approvato il Progetto di Fusione per incorporazione di G.I.M. Generale Industrie Metallurgiche S.p.A. in INTEK S.p.A.; Rapporti

Dettagli

Lezioni di economia degli intermediari finanziari II semestre

Lezioni di economia degli intermediari finanziari II semestre Lezioni di economia degli intermediari finanziari II semestre Prof. Alessandro Berti Istituto di studi aziendali Facoltà di Economia Università di Urbino Carlo Bo alessandro.berti@uniurb.it Urbino, a.a.

Dettagli

Consiglio di Gestione di Mediobanca

Consiglio di Gestione di Mediobanca Consiglio di Gestione di Mediobanca Milano, 7 marzo 2008 Approvata la relazione semestrale al 31 dicembre 2007 * * * Redditività in aumento malgrado il deterioramento dei mercati Aperte le filiali di Francoforte

Dettagli

La dismissione dei portafogli dei fondi immobiliari in scadenza

La dismissione dei portafogli dei fondi immobiliari in scadenza La dismissione dei portafogli dei fondi immobiliari in scadenza 29 Febbraio 2012 Previsioni di asset in liquidazione nel medio termine (1/2) Nel corso dei prossimi anni si assisterà all immissione sul

Dettagli

Andamento della gestione del Gruppo al 30 giugno 2015

Andamento della gestione del Gruppo al 30 giugno 2015 COMUNICATO STAMPA PRELIOS: APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 GIUGNO 2015 I RISULTATI SCONTANO LA TEMPORANEA FLESSIONE DELLE MASSE GESTITE IN ITALIA RIDOTTE A UN TERZO LA PERDITE RISPETTO ALLO STESSO PERIODO

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

- Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati consolidati al 30 giugno 2014 -

- Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati consolidati al 30 giugno 2014 - COMUNICATO STAMPA SOCIETA ACQUE POTABILI S.P.A: - Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati consolidati al 30 giugno 2014 - - Progetto di fusione per incorporazione in Sviluppo Idrico S.p.A.

Dettagli

Assemblea ordinaria: 29 aprile 2014

Assemblea ordinaria: 29 aprile 2014 Assemblea ordinaria: 29 aprile 2014 Relazione degli Amministratori sul terzo punto all ordine del giorno Relazione degli Amministratori redatta ai sensi dell art. 73 del Regolamento Emittenti, adottato

Dettagli

UNIPOLSAI: IL CDA HA ESAMINATO I RISULTATI PRECONSUNTIVI DEL 2014. Utile netto consolidato a 783 milioni di euro (+12,9% rispetto al 2013) 1

UNIPOLSAI: IL CDA HA ESAMINATO I RISULTATI PRECONSUNTIVI DEL 2014. Utile netto consolidato a 783 milioni di euro (+12,9% rispetto al 2013) 1 Bologna, 11 febbraio 2015 UNIPOLSAI: IL CDA HA ESAMINATO I RISULTATI PRECONSUNTIVI DEL 2014 Utile netto consolidato a 783 milioni di euro (+12,9% rispetto al 2013) 1 Raccolta assicurativa diretta a 16.008

Dettagli

Investimenti e Sviluppo spa

Investimenti e Sviluppo spa Comunicato Stampa Investimenti e Sviluppo S.p.A.: approvata la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2009; Paolo Bassi nominato consigliere per cooptazione; la società partecipata I Pinco Pallino

Dettagli

Marco M. Fumagalli, 2008

Marco M. Fumagalli, 2008 Tutti i documenti di questa presentazione provengono da fonti pubbliche. In particolare dalla società Marazzi S.p.A. (www.marazzigroup.com), Consob (www.consob.it), Borsa Italiana (www.borsaitaliana.it).

Dettagli

MITTENTE: Comunicato stampa UNIFIND S.p.A. Cenate Sotto (BG) 11 aprile 2011

MITTENTE: Comunicato stampa UNIFIND S.p.A. Cenate Sotto (BG) 11 aprile 2011 MITTENTE: OGGETTO: GEWISS S.p.A. Comunicato stampa UNIFIND S.p.A. Cenate Sotto (BG) 11 aprile 2011 Si trasmette per conto di UNIFIND S.p.A. la comunicazione ai sensi degli articoli 102 e 114 del D.Lgs.

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATO DAL CDA IL PROGETTO DI BILANCIO 2005: IN FORTE CRESCITA TUTTI I PRINCIPALI INDICATORI

COMUNICATO STAMPA APPROVATO DAL CDA IL PROGETTO DI BILANCIO 2005: IN FORTE CRESCITA TUTTI I PRINCIPALI INDICATORI COMUNICATO STAMPA APPROVATO DAL CDA IL PROGETTO DI BILANCIO 2005: IN FORTE CRESCITA TUTTI I PRINCIPALI INDICATORI RICAVI AGGREGATI: 3.507,2 MLN DI EURO, +29% (2.714 MLN NEL 2004) RISULTATO OPERATIVO COMPRENSIVO

Dettagli

AGGIORNAMENTO DEL PIANO STRATEGICO 2011-2014:

AGGIORNAMENTO DEL PIANO STRATEGICO 2011-2014: AGGIORNAMENTO DEL PIANO STRATEGICO 2011-2014: APPROVATO UN PROGETTO DI RAFFORZAMENTO PATRIMONIALE ATTRAVERSO UN ULTERIORE OTTIMIZZAZIONE DELLA STRUTTURA DEL GRUPPO RIVISTI GLI OBIETTIVI ECONOMICO-PATRIMONIALI

Dettagli

Approvato il piano di semplificazione della struttura del Gruppo mediante la fusione per incorporazione di Ciments Français in Italcementi

Approvato il piano di semplificazione della struttura del Gruppo mediante la fusione per incorporazione di Ciments Français in Italcementi Riunito oggi a Bergamo il Consiglio di Amministrazione di Italcementi Approvato il piano di semplificazione della struttura del Gruppo mediante la fusione per incorporazione di Ciments Français in Italcementi

Dettagli

SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A.

SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. 1. PREMESSE La presente politica di investimento è stata approvata dall assemblea

Dettagli

ITALCEMENTI APPROVA UN PIANO DI RAFFORZAMENTO PATRIMONIALE E DI SEMPLIFICAZIONE DELLA STRUTTURA DI GRUPPO

ITALCEMENTI APPROVA UN PIANO DI RAFFORZAMENTO PATRIMONIALE E DI SEMPLIFICAZIONE DELLA STRUTTURA DI GRUPPO ITALCEMENTI APPROVA UN PIANO DI RAFFORZAMENTO PATRIMONIALE E DI SEMPLIFICAZIONE DELLA STRUTTURA DI GRUPPO IL CONSGLIO ITALMOBILIARE CONDIVIDE L OPERAZIONE OPA volontaria sulle minorities di Ciments Français

Dettagli

Newsletter per gli Azionisti Sintesi 2013

Newsletter per gli Azionisti Sintesi 2013 Newsletter per gli Azionisti Sintesi 2013 Gentili Azionisti, vi inviamo la newsletter interamente dedicata agli investitori privati di DeA Capital, relativa ai risultati del 2013. Vi ricordiamo che siamo

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Gas Plus ha esaminato: Le Linee guida del prossimo Piano Industriale pluriennale

Il Consiglio di Amministrazione di Gas Plus ha esaminato: Le Linee guida del prossimo Piano Industriale pluriennale Milano, 5 Agosto 2011 COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione di Gas Plus ha esaminato: I dati consolidati del 1 semestre 2011 Le Previsioni 2011 Le Linee guida del prossimo Piano Industriale

Dettagli

Relazioni all Assemblea Ordinaria

Relazioni all Assemblea Ordinaria Relazioni all Assemblea Ordinaria Assemblea del 27 aprile 2010-28 aprile 2010 Relazione degli Amministratori sui punti all ordine del giorno Redatta ai sensi del D.M. n. 437/1998 Signori Azionisti, il

Dettagli

Newsletter per gli Azionisti 1 trimestre 2012

Newsletter per gli Azionisti 1 trimestre 2012 Newsletter per gli Azionisti 1 trimestre 2012 Gentili Azionisti, vi inviamo la newsletter interamente dedicata agli investitori privati di DeA Capital, relativa al primo trimestre 2012. Vi ricordiamo che

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO ai sensi dell articolo 114 D.Lgs. 58/1998

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO ai sensi dell articolo 114 D.Lgs. 58/1998 Intek S.p.A. KME Group S.p.A. COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO ai sensi dell articolo 114 D.Lgs. 58/1998 I CONSIGLI DI AMMINISTRAZIONE DI INTEK S.p.A. E DI KME GROUP S.p.A. HANNO APPROVATO IL PROGETTO DI SCISSIONE

Dettagli

Il mondo del Private Equity

Il mondo del Private Equity Pietro Busnardo Il mondo del Private Equity Obiettivi e modalità di intervento Reggio Emilia, 11 marzo 2014 Cosa si intende per Private Equity Finanza Debito Equity Mercati Corporate Il Private Equity

Dettagli

ASSEMBLEA DEI SOCI 2014

ASSEMBLEA DEI SOCI 2014 Comunicato Stampa ASSEMBLEA DEI SOCI 2014 Approvato il bilancio dell esercizio 2013 di Atlantia S.p.A. Deliberata la distribuzione di un dividendo per l esercizio 2013 pari a complessivi euro 0,746 per

Dettagli

Valutazione d azienda: aspetti applicativi. Docente: Prof. Massimo Mariani

Valutazione d azienda: aspetti applicativi. Docente: Prof. Massimo Mariani Docente: Prof. Massimo Mariani 1 METODI FINANZIARI - Durata del periodo di previsione analitica La scelta della durata del periodo di previsione analitica è principalmente legata a: Settore aziendale di

Dettagli

Documento informativo in ordine a piani di compensi basati su strumenti finanziari

Documento informativo in ordine a piani di compensi basati su strumenti finanziari Documento informativo in ordine a piani di compensi basati su strumenti finanziari (ai sensi degli artt. 114 bis del TUF e 84 bis del Regolamento Emittenti Consob) Definizioni... 2 Premessa... 3 1. Soggetti

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. (ai sensi dell art. 114 del Decreto Legislativi Italiani n. 58/1998) Milano, 22 Marzo 2015

COMUNICATO STAMPA. (ai sensi dell art. 114 del Decreto Legislativi Italiani n. 58/1998) Milano, 22 Marzo 2015 COMUNICATO STAMPA (ai sensi dell art. 114 del Decreto Legislativi Italiani n. 58/1998) Milano, 22 Marzo 2015 CHINA NATIONAL TIRE & RUBBER CO. (CNRC), CONTROLLATA DI CHEMCHINA S (CHEMCHINA), CAMFIN S.P.A.

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO ai sensi dell articolo 114 D.Lgs. 58/1998

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO ai sensi dell articolo 114 D.Lgs. 58/1998 Cobra Automotive Technologies S.p.A. Drive Rent S.p.A. (società appartenente al Gruppo KME Group S.p.A.) COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO ai sensi dell articolo 114 D.Lgs. 58/1998 I CONSIGLI DI AMMINISTRAZIONE

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Milano, 25 giugno 2015

COMUNICATO STAMPA Milano, 25 giugno 2015 GREENITALY1, la prima SPAC specializzata nella green economy, promossa da Matteo Carlotti, VedoGreen e IDEA Capital Funds SGR, annuncia la fusione per incorporazione di PRIMA VERA PRIMA VERA, operatore

Dettagli

COMUNICATO STAMPA TE WIND S.A.

COMUNICATO STAMPA TE WIND S.A. COMUNICATO STAMPA TE WIND S.A. IL CDA APPROVA LA RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 3 GIUGNO 214 IL PIANO OPERATIVO PROSEGUE CON SUCCESSO IN AUMENTO SIA LE INSTALLAZIONI CHE LE TURBINE IN

Dettagli

COMUNICATO STAMPA ESAMINATA ED APPROVATA DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE LA RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE AL 31 DICEMBRE 2014

COMUNICATO STAMPA ESAMINATA ED APPROVATA DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE LA RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE AL 31 DICEMBRE 2014 COMUNICATO STAMPA ESAMINATA ED APPROVATA DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE LA RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE AL 31 DICEMBRE 2014 TELECOM ITALIA TORNA ALL UTILE DOPO 3 ANNI UTILE NETTO CONSOLIDATO: PARI A

Dettagli

Gestione patrimoniale e finanziaria

Gestione patrimoniale e finanziaria Gestione patrimoniale e finanziaria Investimenti e disponibilità Operatività svolta nel corso del 2013 Durante il 2013 le politiche di investimento adottate dall area finanza hanno perseguito, in un ottica

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009 COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009 EBITDA positivo per 1 milione di Euro (negativo per 2,2 milioni di Euro nello stesso periodo

Dettagli

COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012)

COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012) COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012) La Holding chiude il 2013 con un utile di 0,5 milioni (perdita

Dettagli

RELAZIONE DI STIMA DEL RAPPORTO DI CAMBIO REDATTA PER BANCA INTESA S.P.A. DA MERRILL LYNCH INTERNATIONAL

RELAZIONE DI STIMA DEL RAPPORTO DI CAMBIO REDATTA PER BANCA INTESA S.P.A. DA MERRILL LYNCH INTERNATIONAL RELAZIONE DI STIMA DEL RAPPORTO DI CAMBIO REDATTA PER BANCA INTESA S.P.A. DA MERRILL LYNCH INTERNATIONAL [QUESTA PAGINA È STATA LASCIATA INTENZIONALMENTE IN BIANCO] DOCUMENTO ORIGINALE REDATTO SU CARTA

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Focalizzazione su efficienza operativa del Gruppo» Costi amministrativi in calo dell 1,1% a termini omogenei

COMUNICATO STAMPA. Focalizzazione su efficienza operativa del Gruppo» Costi amministrativi in calo dell 1,1% a termini omogenei COMUNICATO STAMPA PRESS OFFICE Tel. +39.040.671180 - Tel. +39.040.671085 press@generali.com INVESTOR RELATIONS Tel. +39.040.671202 - Tel. +39.040.671347 - generali_ir@generali.com www.generali.com RISULTATI

Dettagli

2 aprile 2015: unica convocazione

2 aprile 2015: unica convocazione SPACE S.P.A. ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA DEGLI AZIONISTI 2 aprile 2015: unica convocazione Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione sulle proposte concernenti le materie all ordine

Dettagli

Indice Banca IMI IMINext Reflex

Indice Banca IMI IMINext Reflex Indice Banca IMI Specialisti per la finanza... pag. 4 IMINext Una linea di prodotti di finanza personale... pag. 5 Reflex Un paniere ufficiale... pag. 6 I mercati a portata di mano... pag. 7 Una replica

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0260-69-2015

Informazione Regolamentata n. 0260-69-2015 Informazione Regolamentata n. 0260-69-2015 Data/Ora Ricezione 13 Novembre 2015 19:20:34 MTA Societa' : TISCALI Identificativo Informazione Regolamentata : 65825 Nome utilizzatore : TISCALIN01 - Nonnis

Dettagli

1 Relazione sulla gestione

1 Relazione sulla gestione Settore Bancario Andamento della gestione del Gruppo Unipol Banca Il 2013 è stato un anno caratterizzato da profondi cambiamenti che hanno riguardato sia la struttura direzionale della banca che la composizione

Dettagli

Dall edilizia residenziale pubblica al social housing

Dall edilizia residenziale pubblica al social housing Dall edilizia residenziale pubblica al social housing **** Fondi Immobiliari e Housing Sociale FORUM PA 2010 Roma, 20 maggio 2010 1 Premessa Per Social Housing, si intende l insieme delle iniziative e

Dettagli

DAL T.F.R. AL PRIVATE EQUITY condizioni, processi, vincoli e opportunità

DAL T.F.R. AL PRIVATE EQUITY condizioni, processi, vincoli e opportunità Sostituire il TFR: quali effetti sul lavoro e sulle imprese Come prepararsi al 2006 DAL T.F.R. AL PRIVATE EQUITY condizioni, processi, vincoli e opportunità Maggio 2006 1 TFR e Private Equity Trattamento

Dettagli

Il Gruppo Telecom Italia dall Opa ostile alle prospettive di razionalizzazione della catena proprietaria

Il Gruppo Telecom Italia dall Opa ostile alle prospettive di razionalizzazione della catena proprietaria Il Gruppo Telecom Italia dall Opa ostile alle prospettive di razionalizzazione della catena proprietaria 1. L Opa ostile : il caso Olivetti-Telecom Assetto istituzionale ante Opa Strategie degli attori

Dettagli

Comunicato Stampa. Il Consiglio di Amministrazione di Ambromobiliare S.p.A. approva la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 Giugno 2013

Comunicato Stampa. Il Consiglio di Amministrazione di Ambromobiliare S.p.A. approva la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 Giugno 2013 Comunicato Stampa Il Consiglio di Amministrazione di Ambromobiliare S.p.A. approva la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 Giugno 2013 Ricavi netti 1.799 migliaia ( 1.641 migliaia al 30 giugno 2012)

Dettagli

1. OPA e tutela degli investitori 2. Il procedimento nell OPA volontaria 3. OPA obbligatoria. 2002 Marco FUMAGALLI

1. OPA e tutela degli investitori 2. Il procedimento nell OPA volontaria 3. OPA obbligatoria. 2002 Marco FUMAGALLI 1. OPA e tutela degli investitori 2. Il procedimento nell OPA volontaria 3. OPA obbligatoria OPA e tutela degli investitori 1. OPA E TUTELA DEGLI INVESTITORI Importanza per il sistema economico del buon

Dettagli

Consiglio di Amministrazione di Mediobanca

Consiglio di Amministrazione di Mediobanca Consiglio di Amministrazione di Mediobanca Milano, 27 ottobre 2015 Approvata la relazione trimestrale al 30/09/2015 Utile netto a 244m, miglior risultato trimestrale degli ultimi 5 anni Margine di interesse

Dettagli

AEM E ASM APPROVANO IL PROGETTO DI FUSIONE

AEM E ASM APPROVANO IL PROGETTO DI FUSIONE AEM E ASM APPROVANO IL PROGETTO DI FUSIONE Nasce un importante operatore energetico, primo tra le local utilities italiane e con dimensioni di rilevanza europea. L incorporazione di ASM in AEM s inquadra

Dettagli

Mini bond: alternativa alla crisi. Blasio & Partners Avvocati

Mini bond: alternativa alla crisi. Blasio & Partners Avvocati Mini bond: alternativa alla crisi delle PMI Il mercato italiano La dipendenza del tessuto produttivo italiano dal sistema bancario è significativamente più alta rispetto agli altri paesi europei, tanto

Dettagli

Finanza Aziendale. Corporate Governance & Finanza Aziendale

Finanza Aziendale. Corporate Governance & Finanza Aziendale Finanza Aziendale Corporate Governance & Finanza Aziendale BMAS Capitolo 11 Copyright 2003 - The McGraw-Hill Companies, srl 1 Argomenti trattati Introduzione al problema della governance Il processo di

Dettagli

Progetto di integrazione Unipol Fondiaria SAI. Presentazione del Piano Congiunto alla comunità finanziaria

Progetto di integrazione Unipol Fondiaria SAI. Presentazione del Piano Congiunto alla comunità finanziaria Progetto di integrazione Unipol Fondiaria SAI Presentazione del Piano Congiunto alla comunità finanziaria Bologna, 20 Dicembre 2012 Premessa In data odierna i consigli di amministrazione di Unipol Assicurazioni,

Dettagli

Risultati 30 settembre 2010

Risultati 30 settembre 2010 Risultati 30 settembre 2010 Il modello di business Strategia e linee di sviluppo Dati economico-finanziari consolidati Allegati Banca IFIS: innovazione per le PMI In un contesto di mercato ancora difficile,

Dettagli

CORPORATE FINANCE. Consulenza di Investimento dal 1985

CORPORATE FINANCE. Consulenza di Investimento dal 1985 CORPORATE FINANCE Consulenza di Investimento dal 1985 ADB Analisi Dati Borsa SpA ADB - Analisi Dati Borsa SpA è una società di Consulenza in materia di Investimenti, fondata nel 1985 a Torino. Offre servizi

Dettagli

UNIPOLSAI: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015. Utile netto consolidato a 455 milioni di euro (+27,4% rispetto al primo semestre 2014)

UNIPOLSAI: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015. Utile netto consolidato a 455 milioni di euro (+27,4% rispetto al primo semestre 2014) Bologna, 7 agosto 2015 UNIPOLSAI: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015 Utile netto consolidato a 455 milioni di euro (+27,4% rispetto al primo semestre 2014) Raccolta diretta assicurativa a 7.284

Dettagli

Milano, 15 ottobre 2012

Milano, 15 ottobre 2012 Made in Italy 1, la prima SPAC di diritto italiano quotata, annuncia la fusione per incorporazione di SeSa S.p.A, leader in Italia nella distribuzione a valore di soluzioni IT per le imprese SeSa S.p.A.

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Milano, 19 marzo 2015

COMUNICATO STAMPA Milano, 19 marzo 2015 FIRST CAPITAL: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 E AVVIA L EMISSIONE DI UN PRESTITO OBBLIGAZIONARIO FINO A EURO 10 MILIONI CONVOCAZIONE ASSEMBLEA ORDINARIA,

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AL PIANO DI STOCK GRANT 2012 PER IL TOP MANAGEMENT DEL GRUPPO FERRAGAMO, REDATTO AI SENSI DELL ART. 114 DEL D. LGS.

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AL PIANO DI STOCK GRANT 2012 PER IL TOP MANAGEMENT DEL GRUPPO FERRAGAMO, REDATTO AI SENSI DELL ART. 114 DEL D. LGS. DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AL PIANO DI STOCK GRANT 2012 PER IL TOP MANAGEMENT DEL GRUPPO FERRAGAMO, REDATTO AI SENSI DELL ART. 114 DEL D. LGS. 58/98 E DELL ART. 84- DEL REGOLAMENTO N. 11971 APPROVATO

Dettagli

SORIN GROUP: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI DEFINITIVI DELL ESERCIZIO 2014

SORIN GROUP: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI DEFINITIVI DELL ESERCIZIO 2014 Comunicato Stampa SORIN GROUP: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI DEFINITIVI DELL ESERCIZIO 2014 Risultati consolidati dell Esercizio 2014: Ricavi pari a 746,9 milioni, in crescita del

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO IN MERITO AL PIANO DI COMPENSI BASATI SU AZIONI ( STOCK OPTION

DOCUMENTO INFORMATIVO IN MERITO AL PIANO DI COMPENSI BASATI SU AZIONI ( STOCK OPTION MEDIOLANUM S.P.A. DOCUMENTO INFORMATIVO IN MERITO AL PIANO DI COMPENSI BASATI SU AZIONI (STOCK OPTION), REDATTO AI SENSI DELL ARTICOLO 114-BIS DEL DECRETO LEGISLATIVO N. 58 DEL 24 FEBBRAIO 1998 E DELL

Dettagli

Rafforzamento patrimoniale, elevato presidio del rischio, crescita dei ricavi complessivi e della redditività ordinaria

Rafforzamento patrimoniale, elevato presidio del rischio, crescita dei ricavi complessivi e della redditività ordinaria Comunicato Stampa Risultati consolidati al 30 settembre 2006 Rafforzamento patrimoniale, elevato presidio del rischio, crescita dei ricavi complessivi e della redditività ordinaria Ricavi in crescita -

Dettagli

NATURA E CARATTERISTICHE DEGLI STRUMENTI FINANZIARI

NATURA E CARATTERISTICHE DEGLI STRUMENTI FINANZIARI CHE COS È IL SISTEMA FINANZIARIO? È l insieme organizzato di mercati, intermediari e strumenti finanziari Il suo funzionamento avviene in un contesto di regole e controlli: la quarta componente strutturale

Dettagli

Scissione Parziale Proporzionale di Fiat SpA in favore di Fiat Industrial SpA

Scissione Parziale Proporzionale di Fiat SpA in favore di Fiat Industrial SpA Scissione Parziale Proporzionale di Fiat SpA in favore di Fiat Industrial SpA Assemblea Ordinaria e Straordinaria degli Azionisti 16 Settembre 2010 1 Agenda I. La Scissione: Obiettivi e descrizione dell

Dettagli

Il nuovo bilancio consolidato IFRS

Il nuovo bilancio consolidato IFRS S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il nuovo bilancio consolidato IFRS La nuova informativa secondo IFRS 12 e le modifiche allo IAS 27 (Bilancio separato) e IAS 28 (Valutazione delle partecipazioni

Dettagli

Risultato netto -3,8 Euro/m ( 2,2 Euro/m al 30.9.2004) partecipazioni, anche l applicazione del principio contabile IFRS 2, che comporta

Risultato netto -3,8 Euro/m ( 2,2 Euro/m al 30.9.2004) partecipazioni, anche l applicazione del principio contabile IFRS 2, che comporta APPROVATA LA TERZA TRIMESTRALE 2005 GARANTITO L AUMENTO DI CAPITALE DI RENO DE MEDICI BENEFICIARIA 1. Risultati al 30 settembre 2005 Portafoglio partecipazioni 114,4 Euro/m (119,1 Euro/m al 30.6.2005)

Dettagli

Newsletter per gli Azionisti 3 Trimestre 2013

Newsletter per gli Azionisti 3 Trimestre 2013 Newsletter per gli Azionisti 3 Trimestre 2013 Gentili Azionisti, vi inviamo la newsletter interamente dedicata agli investitori privati di DeA Capital, relativa al terzo trimestre 2013. Vi ricordiamo che

Dettagli

Private Equity: Management and investment opportunity. Michel Cohen, Milano, 6 Giugno 2007

Private Equity: Management and investment opportunity. Michel Cohen, Milano, 6 Giugno 2007 Private Equity: Management and investment opportunity Michel Cohen, Milano, 6 Giugno 2007 Obiettivo Realizzare un ritorno sul capitale significativamente maggiore rispetto ad altri strumenti: 25-30% IRR

Dettagli

IL DISASTRO TELECOM ITALIA:

IL DISASTRO TELECOM ITALIA: 645 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com IL DISASTRO TELECOM ITALIA: 1997-2013 10 ottobre 2013 a cura di Renato Brunetta INDICE 2 La nascita di Telecom Italia La privatizzazione del 1997

Dettagli

Il Private Equity: un approccio alternativo al finanziamento d impresa

Il Private Equity: un approccio alternativo al finanziamento d impresa Il Private Equity: un approccio alternativo al finanziamento d impresa presentazione a Roma, 15 Dicembre 2010 I. L Industria del Private Equity Totale Fondi raccolti worldwide Nonostante i fondi raccolti

Dettagli

CAMFIN. Comunicato stampa

CAMFIN. Comunicato stampa IL PRESENTE COMUNICATO NON È DESTINATO ALLA PUBBLICAZIONE, DISTRIBUZIONE O CIRCOLAZIONE, DIRETTA O INDIRETTA, NEGLI STATI UNITI D AMERICA, IN AUSTRALIA, CANADA, GIAPPONE, O A SOGGETTI RESIDENTI IN TALI

Dettagli

DOCUMENTO DI OFFERTA

DOCUMENTO DI OFFERTA DOCUMENTO DI OFFERTA OFFERTA PUBBLICA DI ACQUISTO VOLONTARIA ai sensi degli artt. 102 e 106, quarto comma, del D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58, come successivamente modificato e integrato avente ad oggetto

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATO IL PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI ABACO INFORMATION SERVICES SRL IN AISOFTW@RE SPA.

COMUNICATO STAMPA APPROVATO IL PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI ABACO INFORMATION SERVICES SRL IN AISOFTW@RE SPA. COMUNICATO STAMPA APPROVATO IL PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI ABACO INFORMATION SERVICES SRL IN AISOFTW@RE SPA. APPROVATA LA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI ETABETA SRL E AIS MEDICAL SPA IN AISOFTW@RE

Dettagli

La strategia d impresa ed i beni di proprietà industriale: gli operatori d azienda tra problematiche valutative, finanziarie e fiscali

La strategia d impresa ed i beni di proprietà industriale: gli operatori d azienda tra problematiche valutative, finanziarie e fiscali La strategia d impresa ed i beni di proprietà industriale: gli operatori d azienda tra problematiche valutative, finanziarie e fiscali Angelo Cattaneo Milano, 22 febbraio 2010 INDICE Pirelli RE Immobilizzazioni

Dettagli

APPROVATO IL PIANO INDUSTRIALE CONGIUNTO DEL PROGETTO DI INTEGRAZIONE TRA IL GRUPPO UNIPOL E IL GRUPPO FONDIARIA-SAI

APPROVATO IL PIANO INDUSTRIALE CONGIUNTO DEL PROGETTO DI INTEGRAZIONE TRA IL GRUPPO UNIPOL E IL GRUPPO FONDIARIA-SAI COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO APPROVATO IL PROGETTO DI FUSIONE IN FONDIARIA-SAI DI UNIPOL ASSICURAZIONI, PREMAFIN E MILANO ASSICURAZIONI FISSATI I RAPPORTI DI CAMBIO APPROVATO IL PIANO INDUSTRIALE CONGIUNTO

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

Ecosuntek S.p.A. - Approvazione del Progetto di Bilancio dell esercizio e del Bilancio consolidato chiuso al 31 dicembre 2013

Ecosuntek S.p.A. - Approvazione del Progetto di Bilancio dell esercizio e del Bilancio consolidato chiuso al 31 dicembre 2013 COMUNICATO STAMPA Ecosuntek S.p.A. - Approvazione del Progetto di Bilancio dell esercizio e del Bilancio consolidato chiuso al 31 dicembre 2013 Il Consiglio di Amministrazione di Ecosuntek S.p.A. approva

Dettagli

4. I RICAVI DA SERVIZI DELLE BANCHE ITALIANE

4. I RICAVI DA SERVIZI DELLE BANCHE ITALIANE 48 4. I RICAVI DA SERVIZI DELLE BANCHE ITALIANE Il basso livello dei tassi d interesse che caratterizza ormai da parecchi anni i mercati finanziari in Italia e nel mondo sembra avere determinato una riduzione

Dettagli

DOCUMENTO DI OFFERTA OFFERTA PUBBLICA DI ACQUISTO E SCAMBIO VOLONTARIA TOTALITARIA

DOCUMENTO DI OFFERTA OFFERTA PUBBLICA DI ACQUISTO E SCAMBIO VOLONTARIA TOTALITARIA DOCUMENTO DI OFFERTA OFFERTA PUBBLICA DI ACQUISTO E SCAMBIO VOLONTARIA TOTALITARIA ai sensi dell articolo 102 del Decreto Legislativo 24 febbraio 1998, n. 58 avente ad oggetto azioni ordinarie BANCA POPOLARE

Dettagli

Il fascicolo di bilancio secondo i principi contabili internazionali (Ias/Ifrs) (con richiamo del fascicolo di bilancio ex D.

Il fascicolo di bilancio secondo i principi contabili internazionali (Ias/Ifrs) (con richiamo del fascicolo di bilancio ex D. Il fascicolo di bilancio secondo i principi contabili internazionali (Ias/Ifrs) (con richiamo del fascicolo di bilancio ex D. Lgs 127/91) Il fascicolo di Bilancio ex D. Lgs 127/91 Relazione sulla gestione

Dettagli

III Assemblea ANDIGEL Genova, 21 Novembre 2003 FINANZA INNOVATIVA PER LA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DI ENTI TERRITORIALI

III Assemblea ANDIGEL Genova, 21 Novembre 2003 FINANZA INNOVATIVA PER LA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DI ENTI TERRITORIALI III Assemblea ANDIGEL Genova, 21 Novembre 2003 FINANZA INNOVATIVA PER LA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DI ENTI TERRITORIALI 1 Sommario Introduzione 1.1 La valorizzazione del patrimonio immobiliare

Dettagli

LE SOCIETÀ KINEXIA E BIANCAMANO APPROVANO UN OPERAZIONE DI INTEGRAZIONE DA REALIZZARSI TRAMITE LA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI BIANCAMANO IN KINEXIA.

LE SOCIETÀ KINEXIA E BIANCAMANO APPROVANO UN OPERAZIONE DI INTEGRAZIONE DA REALIZZARSI TRAMITE LA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI BIANCAMANO IN KINEXIA. LE SOCIETÀ KINEXIA E BIANCAMANO APPROVANO UN OPERAZIONE DI INTEGRAZIONE DA REALIZZARSI TRAMITE LA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI BIANCAMANO IN KINEXIA. IL NUOVO GRUPPO A SEGUITO DELLA FUSIONE SARA LEADER

Dettagli

Newsletter per gli Azionisti 3 Trimestre 2012

Newsletter per gli Azionisti 3 Trimestre 2012 Newsletter per gli Azionisti 3 Trimestre Gentili Azionisti, vi inviamo la newsletter interamente dedicata agli investitori privati di DeA Capital, relativa al terzo trimestre. Vi ricordiamo che siamo sempre

Dettagli

Il Gruppo Telecom Italia dall OPA ostile alle prospettive di razionalizzazione della catena proprietaria : la leva azionaria e creditizia

Il Gruppo Telecom Italia dall OPA ostile alle prospettive di razionalizzazione della catena proprietaria : la leva azionaria e creditizia Il Gruppo Telecom Italia dall OPA ostile alle prospettive di razionalizzazione della catena proprietaria : la leva azionaria e creditizia Le tappe principali dei passaggi di proprietà del Gruppo Telecom

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ATLANTIA S.P.A.

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ATLANTIA S.P.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ATLANTIA S.P.A. SULL ARGOMENTO RELATIVO AL PUNTO 3. DELL ORDINE DEL GIORNO DELL ASSEMBLEA ORDINARIA CONVOCATA PER I GIORNI 23 APRILE 2015 IN PRIMA

Dettagli

COMUNICATO STAMPA INWIT: APPROVATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2015

COMUNICATO STAMPA INWIT: APPROVATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2015 COMUNICATO STAMPA INWIT: APPROVATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2015 Principali risultati al 30 giugno 2015 della neocostituita Infrastrutture Wireless Italiane S.p.A. RICAVI:

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI PER LA DELEGA EX ART. 2443, C.C. AD AUMENTARE IL CAPITALE SOCIALE

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI PER LA DELEGA EX ART. 2443, C.C. AD AUMENTARE IL CAPITALE SOCIALE RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI PER LA DELEGA EX ART. 2443, C.C. AD AUMENTARE IL CAPITALE SOCIALE predisposta ai sensi dell art. 72 e secondo lo schema n. 2 dell Allegato 3A del Regolamento

Dettagli

Offerta in opzione del Prestito Obbligazionario Convertibile SOPAF 2007-2012 Convertibile 3,875% 24 luglio 2007

Offerta in opzione del Prestito Obbligazionario Convertibile SOPAF 2007-2012 Convertibile 3,875% 24 luglio 2007 Offerta in opzione del Prestito Obbligazionario Convertibile SOPAF 2007-2012 Convertibile 3,875% 24 luglio 2007 1 Indice Investment highlights Descrizione e attività del Gruppo Dati economico-finanziari

Dettagli