Guida Suva all assicurazione contro gli infortuni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Guida Suva all assicurazione contro gli infortuni"

Transcript

1 Guida Suva all assicurazione contro gli infortuni Editeur: Suva, Relations publiques Case postale, 6002 Lucerne 5 ème, édition revue juin 1999 Copyright by Suva, 6002 Lucerne Tous droits réservés Reproduction interdite, même partielle Référence: 14.f 1

2 Indice Guida Suva all assicurazione contro gli infortuni Indice Guida all'assicurazione infortuni Parte I Commento alla legislazione sull assicurazione contro gli infortuni Organizzazione della Suva Come è organizzata l assicurazione infortuni obbligatoria? Organizzazione della Suva Compiti della Suva Altri assicuratori nel sistema d assicurazione sociale Altri assicuratori e cassa suppletiva Assicurazione malattie, AVS, AI, AM Persone assicurate Chi è assicurato? Assicurazione obbligatoria Persone assicurate Lavoratori Validità territoriale Priorità dell accordo sulla libera circolazione delle persone Base del rapporto assicurativo Inizio e fine dell assicurazione Assicurazione facoltativa per imprenditori Persone assicurabili Durata dell assicurabilità Condizioni d assicurazione e contratto Altre informazioni sull assicurazione facoltativa per imprenditori Oggetto dell assicurazione Che cosa è assicurato? Concetti generali sull assi curazione infortuni Infortunio Lesione corporale parificabile ai postumi d infortunio Malattia professionale Altre malattie professionali Infortuni professionali e non professionali

3 4. Prestazioni assicurative Quali sono le prestazioni della Suva? Concetti generali sulle prestazioni dell assicurazione infortuni obbligatoria Prestazioni in natura Cura medica Rimborso delle spese Prestazioni in contanti Basi Indennità giornaliera Rendita d invalidità Invalidità e incapacità di guadagno Diritto alla rendita Determinazione e calcolo della rendita Rendita complementare Inizio e fine della rendita d invalidità Cura medica una volta determinata la rendita Revisione della rendita Rendita per i superstiti Obblighi di mantenimento nella comunità familiare Diritto alla rendita Determinazione e calcolo della rendita Rendita complementare Inizio e fine della rendita per i superstiti Indennità unica alla vedova Adeguamento delle rendite Rincaro Riscatto delle rendite Indennizzi speciali Sommario Indennità per disturbi psicogeni Indennità per menomazione dell integrità Assegno per grandi invalidi Prestazioni per cambiamento d occupazione Riduzione e rifiuto delle prestazioni assicurative Sommario Concorso di diverse cause di sinistri Infortunio per propria colpa Pericoli straordinari e atti temerari Violazione di obblighi Concorso di prestazioni di diverse assicurazioni sociali

4 4.4 Surrogazione Basi Principio Entità Privilegio nel regresso e responsabilità del datore di lavoro Procedura Principi Notifica dell infortunio/procedura Constatazione della fattispecie/procedura d accertamento Determinazione delle prestazioni/decisione e notifica della decisione Gestione dei casi Effettuazione delle prestazioni Prestazioni in natura Prestazioni in contanti Garanzia e compensazione delle prestazioni Pagamento di arretrati e ripetizione di presta zioni; estinzione del diritto alle prestazioni Diritto sanitario Posizione e compiti del medico curante nell assicurazione infortuni obbligatoria Personale sanitario e stabilimenti di cura Questioni tariffali Tariffe Commissione delle tariffe mediche LAINF (CTM) Contestazioni Finanziamento Come è regolato il finanziamento? Basi contabili e sistema di finanziamento Premi dell assicurazione obbligatoria Guadagno soggetto a premio Riscossione dei premi Premi dell assicurazione facoltativa per imprenditori Procedura nell ambito del finanziamento Giurisdizione Quali sono i diritti di una persona assicurata alla Suva? In generale Norme di procedura Rimedi giuridici e istanze di ricorso Opposizione presentata alla Suva Tribunale amministrativo federale Tribunale cantonale delle assicurazioni Tribunale federale Ufficio federale della sanità pubblica

5 7. Disposizioni penali Quali sono le disposizioni penali previste dalla LAINF? Disposizioni penali Cerchia dei colpevoli Premesse dell azione penale Misura della pena Statistica degli infortuni Come è regolata la statistica degli infortuni? Obbligo di allestire statistiche uniformi Organi della statistica degli infortuni LAINF Informazioni statistiche disponibili sugli infortuni Prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali Che cosa fa la Suva per la sicurezza sul lavoro e la prevenzione degli infortuni? Sicurezza sul lavoro Basi Obblighi dei datori di lavoro e dei lavoratori Sorveglianza Commissione federale di coordinamento per la sicurezza sul lavoro (CFSL) Finanziamento Prevenzione degli infortuni non professionali Procedura nel campo della prevenzione infortuni e della profilassi delle malattie professionali

6 Parte II Leggi e ordinanze Legge federale sull assicurazione contro gli infortuni (LAINF) Ordinanza sull assicurazione contro gli infortuni (OAINF) Ordinanza sull assicurazione contro gli infortuni dei disoccupati (OAID) Ordinanza sulla consegna di mezzi ausiliari da parte dell assicurazione contro gli infortuni (OMAINF) Ordinanza sulla prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali (OPI) Ordinanza che fissa i premi supplementari per la prevenzione degli infortuni Ordinanza sulle statistiche dell assicurazione contro gli infortuni (OSAI) Legge federale sulla parte generale del diritto delle assicurazioni sociali (LPGA) Ordinanza sulla parte generale del diritto delle assicurazioni sociali (OPGA) Altre leggi che hanno importanza per l assicurazione contro gli infortuni (estratti) Legge federale sull assicurazione per l invalidità (LAI) Legge federale sull assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti (LAVS) Parte III Supporti informativi Indirizzi Supporti informativi Formazione e perfezionamento Prevenzione: campagne e proposte Indirizzi Elenco delle abbreviazioni più usate Indice alfabetico

7 Guida all assicurazione infortuni La Guida della Suva permette al lettore di raccapezzarsi tra le disposizioni legali inerenti all'assicurazione contro gli infortuni. È articolata in tre parti: La Parte 1 commenta in nove capitoli la Legge sull'assicurazione contro gli infortuni e la Legge federale sulla parte generale del diritto delle assicurazioni sociali, nonché le loro ordinanze. Ogni capitolo è preceduto dalle domande più frequenti sul tema trattato. Le risposte succinte facilitano l'approccio ai diversi temi e danno una visione panoramica del contenuto del capitolo. Nel commento sono indicati a margine i rispettivi testi legislativi determinanti. La Parte 2 contiene tutte le leggi e ordinanze importanti per l'attività quotidiana della Suva (in parte solo per estratti), ciascuna di colore diverso per una maggiore chiarezza. La Parte 3 ricapitola i principali supporti informativi e indirizzi della Suva, come pure un elenco delle abbreviazioni più usate. Un ricco indice alfabetico facilita inoltre la ricerca tematica e rimanda alle spiegazioni nella prima parte di questo libro. Le basi legali cambiano sovente più in fretta della ristampa di un libro. Per dati sempre attualizzati rinviamo alle due homepages che seguono: propone tutta una gamma di informazioni sui temi assicurazione, prevenzione e riabilitazione. Sotto si trova la Raccolta sistematica del diritto fede - rale. Tutti i testi sono costantemente aggiornati. Diversi criteri di ricerca facilitano l'accesso ai titoli e ai testi degli atti legislativi. La Guida della Suva commenta le basi giuridiche legali dell'assicurazione infortuni. Per domande supplementari sono disponibili due numeri di telefono: Telefonando allo si possono esporre i reclami ai consulenti della Suva, i quali cercheranno di trovare una soluzione rapida e senza formalismi burocratici. Per tutte le altre domande vale il numero di servizio Qui le agenzie daranno volentieri informazioni o consiglieranno i clienti direttamente sul posto. Suva Lucerna, settembre

8 Parte I Commento alla Legge sull assicurazione contro gli infortuni (LAINF) e alla Legge federale sulla parte generale del diritto delle assicurazioni sociali (LPGA), come anche alle loro ordinanze 10

9 1. Organizzazione della Suva Come è organizzata l assicurazione infortuni obbligatoria? Qual è lo statuto giuridico della Suva? Azienda autonoma di diritto pubblico, la Suva assicura più di aziende risp. circa 1,8 milioni di salariati e disoccupati contro le conseguenze degli infortuni sul lavoro e nel tempo libero e delle malattie professionali. La Suva non ha fini di lucro e non riceve alcuna sovvenzione. I suoi organi sono il Consiglio d amministrazione con le commissioni (nominato dal Consiglio federale e a composizione paritetica), la Direzione quale organo gestionale supremo e le agenzie. La sede centrale della Suva è a Lucerna. Quali sono i compiti affidati alla Suva? Il compito principale è la gestione dell assicurazione infortuni obbligatoria nel campo definito dalla LAINF. La Suva è il principale assicuratore infortuni in Svizzera. Vanno aggiunti i diversi compiti supplementari nel campo della sicurezza sul lavoro, p. es. l attività nell ambito della Commissione federale di coordinamento per la sicurezza sul lavoro (CFSL). Una delle preoccupazioni particolari della Suva è inoltre la riabilitazione delle vittime di gravi infortuni nelle proprie cliniche di riabilitazione di Bellikon e di Sion. Con la sua proposta unica di prestazioni - prevenzione, assicurazione e riabilitazione - essa offre così ai suoi assicurati una protezione globale della salute. Il capitolo 1 informa anche sugli altri assicuratori e sulla loro cooperazione nel sistema dell assicurazione sociale, sulla cassa suppletiva, sull obbligo di effettuare le prestazioni in caso di coinvolgimento di più assicuratori e sul disciplinamento delle interferenze. 11

10 Organizzazione della Suva 1.1 Organizzazione della Suva (LAINF 61 65) La Suva è un istituto di diritto pubblico con propria personalità giuridica. È un organizzazione autonoma che non fa parte dell Am mi - nistrazione federale. Gli organi della Suva sono: Il Consiglio d amministrazione con le sue commissioni: organo supremo della Suva, è nominato dal Consiglio federale e comprende, pariteticamente, 16 rappresentanti dei datori di lavoro, 16 dei lavoratori e 8 della Confederazione. Esercita la sorveglianza sull esercizio della Suva, ne costituisce in un certo senso il «legislativo» ed è anche l istanza di ricorso. Inoltre emana i regolamenti relativi alla sua organizzazione e al personale come anche le tariffe dei premi. La relazione annuale e i conti sono sottoposti alla sua approvazione. Vigila su tutto l esercizio della Suva. La Direzione: è l organo gestionale supremo, in un certo l «esecutivo». È articolata in una presidenza e tre dipartimenti, e dispone di diverse divisioni specializzate. Il presidente di Direzione e i direttori sono pure nominati dal Consiglio federale su proposta del Consiglio d amministrazione per un periodo di 6 anni. La Direzione dirige e amministra la Suva e la rappresenta verso terzi. Controlla e coordina l attività degli altri organi della Suva. La sede principale della Suva è a Lucerna. Anche le agenzie, ai sensi della legge, sono organi della Suva. Gestiscono gli affari nelle diverse parti del Paese e rappresentano la Suva nella loro sfera di competenza. Queste agenzie Aarau, Basilea, Bellinzona, Berna, Coira, Delémont, Friburgo, Ginevra, La Chaux-de-Fonds, Linth (a Zie gel - brücke), Losanna, Regensdorf, San Gallo, Sion, Soletta, Svizzera centrale (a Lucerna), Wetzikon, Winterthur, Zurigo propongono una consulenza completa grazie ai team specializzati e dispongono di un servizio medico e di un servizio esterno. LAINF 65 12

11 Organizzazione della Suva La Suva dispone inoltre di due cliniche di riabilitazione a Bellikon e a Sion. A Losanna ha sede la Divisione sicurezza sul lavoro competente per la Svizzera Romanda, alla quale sono affidate l informazione e la sorveglianza nel campo della sicurezza sul lavoro. Quanto alla Svizzera italiana, Bellinzona è la sede di un responsabile operativo in materia di sicurezza sul lavoro. I membri del Consiglio d amministrazione e della Direzione e gli impiegati della Suva non sono funzionari federali; sottostanno però alla Legge federale sulla responsabilità della Confederazione, dei membri delle autorità federali e dei funzionari federali. 1.2 Compiti della Suva (LAINF 58 e 66, OAINF 73 segg., OPI 49 e 50) La Suva ha il compito di gestire l assicurazione infortuni obbligatoria nel campo d attività assegnatole dalla LAINF. È il principale assicuratore infortuni nel nostro Paese. Provvede all esecuzione della legge per circa un terzo di tutte le imprese, aziende e amministrazioni sottoposte alla LAINF e occupanti più o meno due terzi di tutti i lavoratori assicurati. Quale organo esecutivo della sicurezza sul lavoro, la Suva sorveglia l applicazione delle prescrizioni sulla prevenzione degli infortuni professionali nei rami in cui la sorveglianza esige di regola conoscenze particolari. L OPI elenca le aziende e i rami che rientrano nel campo di competenza della Suva. Questa sorveglia l applicazione delle prescrizioni sulla prevenzione delle malattie professionali in tutte le aziende svizzere. OPI 49 e 50 Tutta l attività gestionale della Suva è disciplinata dalla Legge federale sulla parte generale del diritto delle assicurazioni generali (LPGA) nonché dalla Legge fede rale sulla procedura amministrativa (PA) e deve conformarsi ai principi della legalità amministrativa e della parità giuridica di trattamento di tutti i casi che le sono affidati. Nella sua qualità di fiduciaria degli assicurati e dei contribuenti di premi, la Suva si sforza di assolvere i suoi compiti in modo economico e ordinato, con imparzialità e spirito sociale. 13

12 Organizzazione della Suva 1.3 Altri assicuratori nel sistema d assicurazione sociale (LAINF 68 70, 72, 73, 76, 77 e 103, LPGA 30 e 63 segg.) 1.31 Altri assicuratori e cassa suppletiva L assicurazione infortuni obbligatoria per le persone e le aziende che esulano dalla competenza della Suva è praticata da istituti di assicurazione privati, da casse pubbliche d assicurazione contro gli infortuni e da alcune casse malati riconosciute. I datori di lavoro in questione devono fare in modo che un assicuratore riconosciuto garantisca ai loro dipendenti la protezione contro le ripercussioni economiche di un infortunio o di una malattia professionale. I lavoratori hanno un diritto di partecipazione alla scelta dell assicuratore. Per i lavoratori infortunati che non sono assicurati alla Suva e per i quali il datore di lavoro non ha stipulato nessun altra assicurazione, esiste una cassa suppletiva. Si tratta di una fondazione istituita per legge dagli assicuratori che operano fuori del campo d attività della Suva e alimentata da una quota delle entrate dei premi di questi assicuratori. La cassa suppletiva concede le prestazioni legali ai lavoratori infortunati senza protezione assicurativa, riscuote premi sostitutivi dal datore di lavoro moroso e, con una decisione amministrativa, può assegnare un tale datore di lavoro a un assicuratore infortuni secondo l art. 68 LAINF. La coesistenza di diversi gestori dell assicurazione infortuni obbligatoria esige una certa collaborazione fra di loro, nell interesse degli assicurati, ma anche dei limiti particolari, soprattutto di carattere finanziario. I problemi più importanti per gli interessati insorgono quando un assicurato: è occupato presso diversi datori di lavoro per i quali sono competenti più assicuratori; cambia datore di lavoro e passa così nella sfera di competenze di un altro assicuratore; LAINF 68 e 69 OAINF 90 e 92 LAINF 72 LAINF 73/1 e 2 OAINF 95 LAINF 58, 70, 73, 76 e 77 LPGA 30, 32 e 33, OAINF 72,

13 Organizzazione della Suva è al beneficio di prestazioni assicurative per le conseguenze di un precedente infortunio e subisce un nuovo infortunio a carico di un altro assicuratore. La cooperazione fra diversi assicuratori è resa possibile di principio dall obbligo reciproco di fornire informazioni, sancito dalla legge. In caso di concorso di più assicuratori l obbligo di effettuare le prestazioni è disciplinato nel seguente modo: Per gli infortuni le prestazioni sono fornite per principio dall assicuratore presso cui esisteva la copertura al momento dell infortunio. Per le malattie professionali l obbligo di corrispondere le prestazioni incombe all assicuratore presso cui il lavoratore era assicurato quando la sua salute è stata esposta da ultimo al pericolo di sostanze nocive o di determinati lavori o attività professionali. Se un assicurato occupato presso diversi datori di lavoro subisce un infortunio professionale, l obbligo di effettuare le prestazioni compete all assicuratore del datore di lavoro al cui servizio ha subito l infortunio. Per gli infortuni non professionali tale obbligo incombe all assicuratore dell ultimo datore di lavoro per il quale l assicurato ha lavorato e presso cui era coperto contro gli infortuni non professionali Assicurazione malattie, AVS, AI, AM L assicurazione infortuni obbligatoria è una parte dell intero sistema svizzero di sicurezza sociale. Siccome garantisce la copertura delle ripercussioni economiche di un infortunio o di una malattia professionale, possono verificarsi delle sovrapposizioni con altri settori (p. es. assicurazione malattie, AVS/AI, assicurazione contro la disoccupazione, assicurazione militare). LPGA 32 LAINF 77 OAINF 99 LAINF 103 LPGA 63 segg. OAINF 126 La necessità di evitare i sovrindennizzi esige che nei rapporti tra l assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e gli altri rami dell assicurazione sociale si fissino dei limiti e delle «norme di collisione». 15

14 Organizzazione della Suva Ciò concerne soprattutto i casi seguenti: Assicurazione infortuni e assicurazione malattie L assicurazione infortuni obbligatoria è un assicurazione speciale fondata sull origine causale. L assicurazione di base per tutti i danni alla salute è e rimane l assicurazione contro le malattie. I danni alla salute che non soddisfano i requisiti della LAINF vanno a carico dell assicurazione malattie. Se non è accertato un obbligo d indennizzo dell assicurazione infortuni, la cassa malati deve pagare provvisoriamente le prestazioni assicurative. In caso di successiva accettazione da parte dell assicurazione infortuni, le prestazioni della cassa malati vengono computate. La Suva rimborsa in seguito alla cassa, nei limiti della propria responsabilità legale, le indennità di malattia e le prestazioni per cure corrisposte. Assicurazione infortuni e assicurazione AVS/AI Per gli aventi diritto a prestazioni assicurative analoghe, p. es. indennità giornaliera, provvedimenti d integrazione, rendite, assegno per grandi invalidi, valgono le seguenti regole: La Suva non concede né indennità giornaliera né rendita finché sussiste un diritto all indennità giornaliera dell AI. L AI non accorda provvedimenti d integrazione, se la Suva li prende a suo carico. Vanno a carico della Suva soltanto i provvedimenti medici necessari e dovuti all infortunio, ma non quelli d integrazione professionale. Agli invalidi e ai superstiti che percepiscono rendite dell AI o dell AVS, la Suva assegna rendite complementari. L AI e l AVS non accordano nessun assegno per grandi invalidi se la Suva ne versa uno. Gli importi delle indennità che l AI o l AVS avrebbero dovuto erogare senza l infortunio vanno alla Suva. LPGA 70 e 71 OAINF 128 LAINF 16/3, 20/3, 31/4, 50/3 OAINF 30 34, 43, LAI 25 bis, LPGA 65 e 66 L obbligo legale d informazione reciproca è la condizione necessaria per una buona coordinazione tra la Suva o altri assicuratori infor tu ni, da un lato, e queste assicurazioni sociali, dall altro. Allo stesso scopo tende la possibilità dei diversi assicuratori e delle altre assicurazioni sociali di compensare reciprocamente le prestazioni. 16

15 Organizzazione della Suva Assicurazione contro gli infortuni e assicurazione militare L assicurazione infortuni obbligatoria rimane sospesa durante il periodo in cui un assicurato della Suva è assoggettato all assicurazione militare (ad es. servizio militare, protezione civile o qualsiasi altra attività coperta dall AM). Ciò significa che l assicurato vittima di un infortunio durante questo periodo può far valere pretese solo nei confronti dell AM anche se è ancora in vigore la copertura assicurativa della Suva. Un infortunio durante il servizio militare non è un infortunio non professionale che la Suva potrebbe prendere a suo carico. LAINF 3/4 17

16 2. Persone assicurate Chi è assicurato? Chi è assicurato a titolo obbligatorio? A norma della LAINF, tutti i lavoratori occupati in Svizzera sono assicurati d obbligo contro gli infortuni e le malattie professionali. Due terzi di loro sono assicurati alla Suva. Chi lavora come salariato in un azienda attribuita alla Suva non deve fare nulla affinché il rapporto assicurativo abbia efficacia giuridica; è assicurato automaticamente. Alla Suva sono assicurate contro gli infortuni anche le persone disoccupate che soddi - sfano i presupposti del diritto a indennità di disoccupazione. Chi può assicurarsi a titolo facoltativo? Possono assicurarsi facoltativamente alla Suva i datori di lavoro dei salariati obbligatoriamente assicurati alla Suva; le persone che, senza occupare lavoratori, svolgono un attività indipendente in un settore professionale appartenente al campo assicurativo della Suva; i familiari che collaborano con questi datori di lavoro e indipendenti, se non sono obbligatoriamente assicurati. Il capitolo 2 tratta tra l altro anche le questioni inerenti alla validità territoriale nonché l inizio e la fine dell assicurazione. 18

17 Persone assicurate 2.1 Assicurazione obbligatoria (LAINF 1a 3, OAINF 1 8) 2.11 Persone assicurate Sono assicurati alla Suva tutti i salariati occupati in Svizzera, compresi i lavoratori a domicilio i cui datori di lavoro svolgono la loro attività nel campo assicurativo della Suva. Questo settore è des critto in dettaglio nella LAINF, art. 66 cpv. 1, e nell OAINF. Le persone di soccupate che soddisfano i presupposti del diritto secondo l art. 8 LADI o che percepiscono un indennità ai sensi dell art. 29 LADI, sono assicurate contro gli infortuni presso la Suva Lavoratori È considerato lavoratore ai sensi di legge chiunque eserciti un atti - vità per un datore di lavoro, secondo le direttive di quest ultimo, e precisamente dietro rimunerazione o a scopo di formazione, senza un proprio rischio economico. Occasionali colpi di mano o aiuti spontanei non conferiscono la qualità di lavoratore Validità territoriale L assicurazione vale in tutto il mondo e rimane operante anche se un lavoratore si reca all estero per ragioni professionali o in veste privata. Un lavoratore resta quindi assicurato se per un periodo limitato per i cittadini svizzeri o dei Paesi membri dell UE e dell AELS 12 mesi, per i cittadini di altri paesi di regola fino a due anni svolge un attività all estero per il suo datore di lavoro. Sussistono, fra l altro, disciplinamenti speciali per i lavoratori di aziende di trasporto e di amministrazioni pubbliche occupati a lungo o permanentemente all estero per i loro datori di lavoro nonché per coloro che lavorano ripetutamente all estero Priorità dell accordo sulla libera circolazione delle persone Le disposizioni dell Accordo sulla libera circolazione delle persone hanno la precedenza sugli ordinamenti della LAINF per quanto concerne le persone assicurate e la territorialità. LAINF 1a LAINF 66/1 OAINF LADI 22a OAID 2 LAINF 1a LPGA 10 OAINF 1 3 LAINF 2 OAINF 4 6 LAINF 115a 19

18 Persone assicurate 2.15 Base del rapporto assicurativo L assicurazione obbligatoria presso la Suva è fondata sulla legge stessa: chi è occupato come lavoratore in un azienda assegnata alla Suva non deve fare nulla affinché il rapporto assicurativo abbia efficacia giuridica; è assicurato automaticamente. Ciò vale anche se l azienda non è ancora attribuita formalmente alla Suva e non ha ancora pagato nessun premio. LAINF 59/ Inizio e fine dell assicurazione L assicurazione comincia il giorno del previsto o effettivo inizio del lavoro, al più tardi quando l assicurato si avvia al lavoro. Essa ter - mina allo spirare del trentesimo giorno dopo quello in cui cessa il diritto almeno alla metà del salario (salario determinante per l AVS). Sono ritenute salario anche le indennità giornaliere dell assicu ra - zione infortuni obbligatoria, dell assicurazione militare, dell AI, dell ordinamento delle indennità di perdita di guadagno, delle casse malati e delle assicurazioni private contro le malattie e gli infortuni, versate al posto del salario, nonché le indennità di un assicurazione cantonale per la maternità. LAINF 3 OAINF 7 e 8 L assicurazione contro gli infortuni non professionali può essere prolungata mediante convenzione fino a un massimo di 6 mesi consecutivi. Per gli occupati a tempo parziale non assicurati contro gli infortuni non professionali, l assicurazione termina, dopo la fine del lavoro, con la conclusione del percorso di ritorno dal lavoro. Gli occupati a tempo parziale che lavorano almeno otto ore la settimana per un datore di lavoro sono assicurati anche contro gli infortuni non professionali. LAINF 7/2 OAINF 13 20

19 Persone assicurate 2.2 Assicurazione facoltativa per imprenditori (LAINF 4, 5 e 66/4, OAINF ) 2.21 Persone assicurabili A titolo facoltativo, possono assicurarsi alla Suva, purché domiciliati in Svizzera, gli indipendenti che appartengono a un settore professionale attribuito al campo d attività della Suva, i familiari di questi indipendenti che collaborano in azienda, se non sono obbligatoriamente assicurati, i cittadini della Svizzera o di uno Stato dell UE possono assicu - rarsi a titolo facolativo anche quando risiedono in un paese dell UE. Il fatto che queste persone svolgano in parte un attività come salariato non influisce sulla loro assicurabilità. LAINF 4/1 e 66/4 LAINF 115a OAINF 134/ Durata dell assicurabilità L assicurabilità si estingue con la cessazione dell attività lucrativa. Il contratto può prevedere che un assicurazione facoltativa per imprenditori in vigore continui ancora per tre mesi al massimo dopo la cessazione dell attività lucrativa. Le persone che al raggiungimento dell età AVS sono assicurate a titolo facoltativo possono restarlo anche in età AVS. Chi era assi - curato obbligatoriamente durante almeno tutto l anno immedia - tamente precedente l età AVS può stipulare in ogni momento un assicurazione facoltativa per imprenditori. Le persone assicurate a titolo facoltativo il cui rapporto d assicurazione cessa una volta raggiunta l età AVS possono più tardi riaffiliarsi all assicurazione facoltativa per imprenditori. OAINF 137/1 e 2 OAINF 134/2 21

20 Persone assicurate 2.23 Condizioni d assicurazione e contratto Le prestazioni corrispondono per principio a quelle dell assicu - ra zione obbligatoria, poiché le disposizioni legali sono applicabili per analogia anche a questo ramo d assicurazione. Mediante convenzione scritta è tuttavia possibile prevedere alcune regolamentazioni deroganti. Si può per es. stabilire un periodo di carenza a scelta per l indennità giornaliera (percezione a partire dal 3 o, 15 o o 30 o giorno dopo quello dell infortunio). Inoltre, come base delle prestazioni in contanti e dei premi si può convenire un salario fittizio nei limiti fissati dall ordinanza Altre informazioni sull assicurazione facoltativa per imprenditori L agenzia competente è volentieri a disposizione per ulteriori informazioni sull assicurazione facoltativa per imprenditori. 22

Qual è la mia copertura assicurativa? Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti

Qual è la mia copertura assicurativa? Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti 2 Questo opuscolo La informa sulla Sua situazione assicurativa spiegandole se e in che misura Lei è coperto

Dettagli

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere 2.09 Contributi Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Questo promemoria fornisce informazioni sui contributi che i lavoratori indipendenti

Dettagli

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI 4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) gli assicurati cui un danno alla salute di lunga

Dettagli

6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità

6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità 6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Le donne che esercitano un attività lucrativa hanno diritto all indennità di maternità

Dettagli

Indennità di perdita di guadagno. Persone aventi diritto alle indennità

Indennità di perdita di guadagno. Persone aventi diritto alle indennità 6.01 Stato al 1 gennaio 2009 perdita di guadagno Persone aventi diritto alle indennità 1 Hanno diritto alle indennità di perdita di guadagno (IPG) le persone domiciliate in Svizzera o all estero che: prestano

Dettagli

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Informazione sul prodotto e condizioni contrattuali Edizione 2010 La vostra sicurezza ci sta a cuore. 2 Informazione

Dettagli

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale obbligatoria (LPP) in Svizzera Stato gennaio 2015 Sommario Il 2 pilastro nel sistema previdenziale svizzero 3 Obbligo

Dettagli

Legge federale su l assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti

Legge federale su l assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti Legge federale su l assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti (LAVS) 1 831.10 del 20 dicembre 1946 (Stato 1 gennaio 2013) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto l articolo 34

Dettagli

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI)

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) 4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Tutte le persone che abitano o esercitano un attività lucrativa in Svizzera sono per principio

Dettagli

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

Regolamento FAR. Valido dal 1.1.2014

Regolamento FAR. Valido dal 1.1.2014 Regolamento FAR Regolamento concernente le prestazioni e i contributi della Fondazione per il pensionamento anticipato nel settore dell edilizia principale (Fondazione FAR) Valido dal 1.1.2014 STIFTUNG

Dettagli

3.01 Prestazioni dell AVS Rendite di vecchiaia e assegni per grandi invalidi dell'avs

3.01 Prestazioni dell AVS Rendite di vecchiaia e assegni per grandi invalidi dell'avs 3.01 Prestazioni dell AVS Rendite di vecchiaia e assegni per grandi invalidi dell'avs Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a una rendita di vecchiaia le persone che hanno raggiunto l'età ordinaria

Dettagli

4.06 Stato al 1 gennaio 2013

4.06 Stato al 1 gennaio 2013 4.06 Stato al 1 gennaio 2013 Procedura nell AI Comunicazione 1 Le persone che chiedono l intervento dell AI nell ambito del rilevamento tempestivo possono inoltrare una comunicazione all ufficio AI del

Dettagli

2. Quali persone sono assoggettate all imposta alla fonte? 3. Quali prestazioni sono assoggettate all imposta alla fonte?

2. Quali persone sono assoggettate all imposta alla fonte? 3. Quali prestazioni sono assoggettate all imposta alla fonte? Kanton Zürich Finanzdirektion Scheda informativa per i dipendenti assoggettati all imposta alla fonte nel Cantone di Zurigo Valida dal 1 gennaio 2015 Kantonales Steueramt Dienstabteilung Quellensteuer

Dettagli

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1)

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1) 1.6.1.1 Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) (del 9 marzo 1987) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 2 ottobre 1985 n. 2975 del Consiglio di Stato, decreta:

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INAIL, IL DATORE DI LAVORO, IL LAVORATORE, COSA DEVONO FARE COSA DEVE SAPERE IL LAVORATORE QUANDO SUBISCE UN INFORTUNIO O

Dettagli

Risposte alle domande più frequenti concernenti la partecipazione ai costi «Frequently Asked Questions» (FAQ)

Risposte alle domande più frequenti concernenti la partecipazione ai costi «Frequently Asked Questions» (FAQ) Dipartimento federale dell interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Unità di direzione assicurazione malattia e infortunio Risposte alle domande più frequenti concernenti la partecipazione

Dettagli

1.03 Stato al 1 gennaio 2012

1.03 Stato al 1 gennaio 2012 1.03 Stato al 1 gennaio 2012 Accrediti per compiti assistenziali Base legale 1 Le disposizioni legali prevedono che, per il calcolo delle rendite, possano essere conteggiati anche accrediti per compiti

Dettagli

Struttura giuridica e sede del Tribunale

Struttura giuridica e sede del Tribunale Bundesgericht Tribunal fédéral Benvenuti! Visita del Tribunale federale Tribunale federale Tribunal federal Vista della facciata frontale, Tribunale federale Losanna Foto: Philippe Dudouit L organizzazione

Dettagli

5.01 Prestazioni complementari Prestazioni complementari all'avs e all'ai

5.01 Prestazioni complementari Prestazioni complementari all'avs e all'ai 5.01 Prestazioni complementari Prestazioni complementari all'avs e all'ai Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Le prestazioni complementari (PC) all'avs e all'ai sono d'ausilio quando le rendite e gli altri

Dettagli

Le assicurazioni private svizzere. Guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni LAINF

Le assicurazioni private svizzere. Guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni LAINF Le assicurazioni private svizzere Guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni LAINF 3 a edizione completamente rielaborata Giugno 2004 Sigla editoriale Guida all assicurazione obbligatoria

Dettagli

Assicurazione invalidità: fatti e cifre 2014 Lotta efficace agli abusi assicurativi nell'ai

Assicurazione invalidità: fatti e cifre 2014 Lotta efficace agli abusi assicurativi nell'ai Assicurazione invalidità: fatti e cifre 2014 Lotta efficace agli abusi assicurativi nell'ai Nel 2014 l'ai ha avviato indagini in 2200 casi per sospetto abuso assicurativo e ne ha concluse 2310. In 540

Dettagli

La sua cartella sanitaria

La sua cartella sanitaria La sua cartella sanitaria i suoi diritti All ospedale, lei decide come desidera essere informato sulla sua malattia e sulla sua cura e chi, oltre a lei, può anche essere informato Diritto di accesso ai

Dettagli

Procedura di conteggio semplificata per i datori di lavoro

Procedura di conteggio semplificata per i datori di lavoro 2.07 Contributi Procedura di conteggio semplificata per i datori di lavoro Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve La procedura di conteggio semplificata rientra nel quadro della legge federale concernente

Dettagli

Capire il certificato di previdenza

Capire il certificato di previdenza Previdenza professionale Capire il certificato di previdenza Questo foglio informativo illustra la struttura del certificato di previdenza. Fornisce spiegazioni e contiene informazioni utili su temi importanti.

Dettagli

Informazione per persone che soggiornano temporaneamente in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS.

Informazione per persone che soggiornano temporaneamente in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Informazione per persone che soggiornano temporaneamente in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Gettiamo dei ponti Istituzione comune LAMal Gibelinstrasse 25 casella

Dettagli

Rimborso delle spese di viaggio nell AI

Rimborso delle spese di viaggio nell AI 4.05 Stato al 1 gennaio 2008 Rimborso delle spese di viaggio nell AI In generale 1 L assicurazione invalidità (AI) rimborsa le spese di viaggio giudicate appropriate e necessarie all attuazione dei provvedimenti

Dettagli

in caso di divorzio Osservazione preliminare 1 Le rendite di vecchiaia o d invalidità di persone divorziate

in caso di divorzio Osservazione preliminare 1 Le rendite di vecchiaia o d invalidità di persone divorziate 1.02 Stato al 1 luglio 2008 Splitting in caso di divorzio Osservazione preliminare 1 Le rendite di vecchiaia o d invalidità di persone divorziate devono essere calcolate tenendo conto di una divisione

Dettagli

Contratto normale di lavoro per il personale di vendita al dettaglio (di seguito CNLV)

Contratto normale di lavoro per il personale di vendita al dettaglio (di seguito CNLV) 1 Estratto dal Foglio ufficiale n. 50 del 22 giugno 2001 e no. 27 del 4 aprile 2003 (Testo unico aggiornato al 1. gennaio 2015, FU 101/2014 del 19.12.2014) Contratto normale di lavoro per il personale

Dettagli

Istruzioni sull attestazione dei giorni di corso per i corsi per la formazione dei quadri di Gioventù+Sport (G+S)

Istruzioni sull attestazione dei giorni di corso per i corsi per la formazione dei quadri di Gioventù+Sport (G+S) Istruzioni sull attestazione dei giorni di corso per i corsi per la formazione dei quadri di Gioventù+Sport (G+S) 318.703 i 01.15 2 di 11 Indice 1. Scopo del questionario... 3 2. Compiti degli organizzatori(trici)

Dettagli

Informazione per persone che hanno la loro dimora abituale in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS.

Informazione per persone che hanno la loro dimora abituale in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Informazione per persone che hanno la loro dimora abituale in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Gettiamo dei ponti Istituzione comune LAMal Gibelinstrasse 25 casella

Dettagli

DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2

DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2 5.2.4 DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI Bellinzona, gennaio 2009 CIRCOLARE N. 4/2008 Abroga la circolare n. 4/2007 del gennaio 2008 DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2 2. Scuole

Dettagli

3.04 Prestazioni dell AVS Età flessibile di pensionamento

3.04 Prestazioni dell AVS Età flessibile di pensionamento 3.04 Prestazioni dell AVS Età flessibile di pensionamento Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a una rendita di vecchiaia le persone che hanno raggiunto l età ordinaria di pensionamento. Gli

Dettagli

Contributi all assicurazione contro la disoccupazione

Contributi all assicurazione contro la disoccupazione 2.08 Contributi Contributi all assicurazione contro la disoccupazione Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve L assicurazione contro la disoccupazione (AD) è un assicurazione sociale svizzera obbligatoria come

Dettagli

Informazioni sull assicurazione malattia per persone titolari di una pensione svizzera che si trasferiscono in uno stato dell UE o dell AELS

Informazioni sull assicurazione malattia per persone titolari di una pensione svizzera che si trasferiscono in uno stato dell UE o dell AELS Informazioni sull assicurazione malattia per persone titolari di una pensione svizzera che si trasferiscono in uno stato dell UE o dell AELS Gettiamo dei ponti Istituzione comune LAMal Gibelinstrasse 25

Dettagli

PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI

PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI COS E A CHI E RIVOLTA COSA OFFRE RC PROFESSIONALE È un programma assicurativo studiato per offrire una copertura completa e personalizzabile in base alle specifiche esigenze. Sono previste garanzie in

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

4.03 Stato al 1 gennaio 2013

4.03 Stato al 1 gennaio 2013 4.03 Stato al 1 gennaio 2013 Mezzi ausiliari dell AI Professione e vita quotidiana 1 Gli assicurati dell AI hanno diritto, nei limiti fissati in un elenco allestito dal Consiglio federale, ai mezzi ausiliari

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 INDICE Presupposti... 2 Modalità di fruizione... 4 Particolari tipologie di rapporto di

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata

.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata STRALCIO DI ALTRE LEGGI IN CUI, SEMPRE INGRASSETTO, SONO EVIDENZIATI ALTRI BENEFICI VIGENTI A FAVORE DELLE VITTIME DEL TERRORISMO.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

Fondazione collettiva Swiss Life Invest, Zurigo. Atto di fondazione. (Fondazione) Entrata in vigore: 1 dicembre 2011

Fondazione collettiva Swiss Life Invest, Zurigo. Atto di fondazione. (Fondazione) Entrata in vigore: 1 dicembre 2011 Swiss Life SA, General-Guisan-Quai 40, Casella postale, 8022 Zurigo Fondazione collettiva Swiss Life Invest, Zurigo (Fondazione) Atto di fondazione Entrata in vigore: 1 dicembre 2011 web1486 / 04.2012

Dettagli

LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI)

LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI) LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI) La pensione di reversibilità (introdotta in Italia nel 1939 con il Rdl. n. 636) spetta ai: Superstiti del pensionato per invalidità, vecchiaia o anzianità,

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

Legge federale sul Tribunale federale dei brevetti

Legge federale sul Tribunale federale dei brevetti Legge federale sul Tribunale federale dei brevetti (Legge sul Tribunale federale dei brevetti; LTFB) Avamprogetto del... L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto l articolo 191a capoverso

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale di giustizia UFG Ambito direzionale Diritto pubblico Settore di competenza Progetti e metodologia legislativi 1 gennaio 2015 Aiuto alle

Dettagli

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza di Pietro Gremigni Consulente aziendale in Milano in breve Argomento Il mese di agosto è considerato di solito il periodo classico di utilizzazione delle

Dettagli

1.2015 Generalità Cambiamenti a partire dal 1 gennaio 2015

1.2015 Generalità Cambiamenti a partire dal 1 gennaio 2015 1.2015 Generalità Cambiamenti a partire dal 1 gennaio 2015 Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Il presente promemoria informa su quanto cambia in merito a contributi e prestazioni a partire dal 1 gennaio

Dettagli

Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera

Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera (Legge sulla cittadinanza, LCit) 1 141.0 del 29 settembre 1952 (Stato 1 gennaio 2013) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera,

Dettagli

Accrediti per compiti educativi

Accrediti per compiti educativi 1.07 Generalità Accrediti per compiti educativi Valido dal 1 gennaio 2015 1 Panoramica introduttiva Le disposizioni legali prevedono che, nel calcolo delle rendite, si possano eventualmente conteggiare

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Romagna L ASSEGNO

Dettagli

Promemoria 21. Maggiore età

Promemoria 21. Maggiore età Promemoria 21 Molte persone in formazione compiono 18 anni durante la formazione professionale di base, diventando quindi maggiorenni. Questo comporta diversi cambiamenti a livello giuridico, sia per le

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

Direttive della CAV PP D 02/2013

Direttive della CAV PP D 02/2013 italiano Commissione di alta vigilanza della previdenza professionale CAV PP Direttive della CAV PP D 02/2013 Indicazione delle spese di amministrazione del patrimonio Edizione del: 23.04.2013 Ultima modifica:

Dettagli

www.integration.zh.ch

www.integration.zh.ch Cantone di Zurigo Dipartimento della giustizia e degli interni Ufficio cantonale per l integrazione Informazioni per i nuovi arrivati dall estero www.integration.zh.ch Indice 03 Immigrazione e diritto

Dettagli

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Il regolamento (CE) n. 181/2011 (in appresso il regolamento ) entra in vigore il 1 marzo 2013. Esso prevede una serie minima di diritti dei

Dettagli

l inabilità temporanea, l invalidità permanente

l inabilità temporanea, l invalidità permanente Inabilità temporanea e invalidità permanente Quali sono le tutele che intervengono in questi casi? Ecco il primo articolo di approfondimento sul tema degli eventi da esorcizzare Con questo primo articolo

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

3.07 Prestazioni dell AVS Apparecchi acustici dell AVS

3.07 Prestazioni dell AVS Apparecchi acustici dell AVS 3.07 Prestazioni dell AVS Apparecchi acustici dell AVS Stato al 1 gennaio 2015 In breve I beneficiari di rendite di vecchiaia e di prestazioni complementari all AVS/AI che risiedono in Svizzera e sono

Dettagli

Legge federale sul lavoro nell industria, nell artigianato e nel commercio

Legge federale sul lavoro nell industria, nell artigianato e nel commercio Legge federale sul lavoro nell industria, nell artigianato e nel commercio (Legge sul lavoro, LL 1 ) 822.11 del 13 marzo 1964 (Stato 1 dicembre 2013) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera,

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna PREVIDENZA COMPLEMENTARE E TFR Guida al Lavoro Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna 14 Confronto di convenienza, anche fiscale,

Dettagli

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego Il decreto spiega tutte le possibilità e i limiti dell'eventuale cumulo Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego (Dm Funzione pubblica 331 del 29.7.1997) da CittadinoLex del 12/9/2002

Dettagli

DIRITTI DEI CONSUMATORI

DIRITTI DEI CONSUMATORI DIRITTI DEI CONSUMATORI 1. Quali sono i diritti dei consumatori stabiliti dal Codice del Consumo 2. Qual è la portata della disposizione? 3. Qual è l origine dell elencazione? 4. In che cosa consiste il

Dettagli

del 19 giugno 1992 (Stato 1 gennaio 2014)

del 19 giugno 1992 (Stato 1 gennaio 2014) Legge federale sulla protezione dei dati (LPD) 235.1 del 19 giugno 1992 (Stato 1 gennaio 2014) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 95, 122 e 173 capoverso 2 della Costituzione

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003)

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003) Sezione della logistica Repubblica e Cantone Ticino Via del Carmagnola 7 Dipartimento delle finanze e dell'economia 6501 Bellinzona Divisione delle risorse Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni

Dettagli

Retribuzioni versate al termine del rapporto di lavoro

Retribuzioni versate al termine del rapporto di lavoro 2.05 Contributi Retribuzioni versate al termine del rapporto di lavoro Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Per principio, qualsiasi attività derivante da un'attività dipendente viene considerata come salario

Dettagli

Visione chiara anche dei casi di malattia. Assicurazione per perdita di guadagno secondo la LAMal.

Visione chiara anche dei casi di malattia. Assicurazione per perdita di guadagno secondo la LAMal. Visione chiara anche dei casi di malattia. Assicurazione per perdita di guadagno secondo la LAMal. Da ora tutto sarà più semplice. Con Sympany. Sympany: l assicurazione simpaticamente diversa. Sympany

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento del lavoro occasionale accessorio, cioè di quelle prestazioni di lavoro svolte

Dettagli

Tariffa comune Ma 2012 2015

Tariffa comune Ma 2012 2015 SUISA Cooperativa degli autori ed editori di musica SWISSPERFORM Società svizzera per i diritti di protezione affini Tariffa comune Ma 2012 2015 Juke-Box Approvata dalla Commissione arbitrale federale

Dettagli

PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE

PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE (2001) PARTE I L ATTO INTERNAZIONALMENTE ILLECITO DI UNO STATO CAPITOLO I PRINCIPI GENERALI Articolo 1

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

Certificazione dei redditi - 1/6

Certificazione dei redditi - 1/6 PR O TOC OL L O Mod. RED - COD. AP15 Certificazione dei redditi - 1/6 ALL UFFICIO INPS DI COGNOME NOME CODICE FISCALE NATO/A IL GG/MM/AAAA A PROV. STATO RESIDENTE IN PROV. STATO INDIRIZZO CAP TELEFONO

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

D.P.R. 30 maggio 1955, n. 797. Testo unico delle norme concernenti gli assegni familiari (G.U. 7-9-1955, n. 206 - S.O.) STRALCIO

D.P.R. 30 maggio 1955, n. 797. Testo unico delle norme concernenti gli assegni familiari (G.U. 7-9-1955, n. 206 - S.O.) STRALCIO D.P.R. 30 maggio 1955, n. 797. Testo unico delle norme concernenti gli assegni familiari (G.U. 7-9-1955, n. 206 - S.O.) STRALCIO TITOLO I DISCIPLINA GENERALE DELLE PRESTAZIONI E DEI CONTRIBUTI CAPO I -

Dettagli

Paghe. Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro

Paghe. Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro Obblighi contributivi Calcolo dei contributi Con l instaurazione del rapporto di lavoro, sorge anche l obbligazione

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

Quando il tempo non è galantuomo. A cura di S. Martorelli & P. Zani Corso aggiornamento Agenti sociali FNP CISL Milano Aggiornato al giugno 2014

Quando il tempo non è galantuomo. A cura di S. Martorelli & P. Zani Corso aggiornamento Agenti sociali FNP CISL Milano Aggiornato al giugno 2014 Prescrizione e decadenza in materia di contributi e prestazioni INPS Quando il tempo non è galantuomo. A cura di S. Martorelli & P. Zani Corso aggiornamento Agenti sociali FNP CISL Milano Aggiornato al

Dettagli

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012 CIRCOLARE N.3/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 febbraio 2012 OGGETTO: Articolo 24, comma 31, del decreto-legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011,

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE Articolo 1 Oggetto e Ambito di applicazione dell Accordo Le autorità

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE

INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE AREA LAVORO E PREVIDENZA INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE (a cura di Ernesto Murolo) Indice QUANDO SI MANIFESTA UN INFORTUNIO SUL LAVORO...5 1. Se l infortunio ha prognosi fino a 3 giorni...5

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU INTRODUZIONE ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE IN QUALSIASI FORMA COSTITUITE

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari Circ.-CFB 98/2 Commerciante di valori mobiliari Pagina 1 Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari (Commerciante di valori mobiliari)

Dettagli