CLASSE 5 B Linguistico

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CLASSE 5 B Linguistico"

Transcript

1 ISTITUTO LICEALE STATALE DUCA DEGLI ABRUZZI Con indirizzi Linguistico, Scientifico,Scienze Applicate,ScienzeUmane,Economico-Sociale Via Caccianiga Treviso tel fax DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE CLASSE 5 B Linguistico 1

2 1.A COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE INDIRIZZO: Linguistico FINALITÀ DELL INDIRIZZO (con riferimento a conoscenze, competenze, capacità in ambito relazionale, comunicativo, linguistico, culturale ecc.) Il percorso del liceo linguistico approfondisce le conoscenze, le abilità e le competenze necessarie per acquisire, sin dal primo anno, la padronanza comunicativa di tre lingue straniere ( Inglese 1a Lingua per tutti,la 2a e 3a Lingua a scelta da parte dello studente ) e permette di rapportarsi in forma critica e dialettica nei confronti di altre altre culture. Nell Istituto si insegnano l inglese, il francese, il tedesco, lo spagnolo, il russo; dal primo anno del secondo biennio è previsto l insegnamento di una disciplina scientifica o umanistica del piano di studi in Lingua straniera ( CLIL). La dimensione formativa globale è assicurata dal contributo delle varie componenti del piano di studi: letterario-artistica, storico-filosofica, matematico-scientifica.lo studio delle lingue ha per obiettivo prioritario la conoscenza della lingua e della civiltà straniera, nelle sue espressioni storiche ed attuali più significative ; la metodologia privilegia lo sviluppo armonico della comprensione scritta ed orale, ed ha per strumenti testi e documenti autentici, laboratori (linguistico ed informatico), conversazioni settimanali con esperti di madre-lingua, soggiorni all estero. La preparazione culturale e professionalizzante è rafforzata dai soggiorni linguistici nei paesi in cui si parlano le lingue studiate; essa è indicata per introdursi nel contesto delle nuove realtà e possibilità aperte dall Unione Europea. Il corso è consigliato ad alunni con buona motivazione allo studio, con attitudine per le lingue, curiosità per le culture straniere, e volontà di riflettere sui processi comunicativi. Il superamento dell esame di stato, alla fine del quinquennio, permette l accesso a tutti i corsi universitari. Anno Scolastico

3 Materia totale ore Docente Incarichi nel consiglio Religione 1 Fornasier C. Italiano 4 Goldin F. Storia 2 Ghirardello C. Filosofia 2 Mattion M. Conversaz.Tedesco 1 Friederichs A. 3a Lingua Conversaz. Inglese 1 Adderley B. Conversaz.Spagnolo 1 Garcia Couto M.J. 2a Lingua Conversaz. Tedesco 1 Friederichs A. 2a Lingua Conversaz. Spagnolo 1 Garcia Couto M.J. 3a Lingua Conversaz. Russo 1 Kourkina E. Scienze Naturali - 2 Lucheschi E. Biologia Inglese 1a Lingua 3 Del Fabro M. Coordinatore Tedesco 2a Lingua 4 Roma F. Tedesco 3a Lingua 4 Roma F. Spagnolo 2a Lingua 4 Robba C. Spagnolo 3L 4 Robba C. Russo 3L 4 Bottacin M. Matematica 2 Palladino G. Fisica 2 Palladino G. Arte 2 Barbon A. Educazione fisica 2 Durigon V. Verbalizzatore 2. B PRESENTAZIONE DELLA CLASSE La classe è composta da 19 alunni, 2 maschi e 17 femmine,si è dimostrata corretta in tutte le situazioni e circostanze della vita scolastica ed ha,in particolare nel triennio,sviluppato una maturazione sia dal punto di vista del comportamento e delle relazioni, sia nel saper cogliere occasioni e opportunità offerte dalle proposte educativo-didattiche. Il percorso,dalla classe terza, è stato segnato da lievi e poco significativi cambiamenti che non hanno inciso sulla composizione della stessa, garantendo quindi progressivamente il costituirsi di un buon gruppo in ragione delle qualità sopra dichiarate, che ne conferiscono merito e personalità apprezzate anche da personale non direttamente coinvolto nella loro formazione ed educazione, in particolare nei soggiorni linguistici all'estero. 3

4 Nel triennio,quindi,la classe è cresciuta sia dal punto di vista culturale,acquisendo conoscenze e competenze,sia nella motivazione,dimostrando interesse particolare per le tematiche proposte in quest'ultimo anno. Attenzione e impegno sono stati rivolti soprattutto allo studio delle lingue straniere,nelle quali i risultati conseguiti sono stati sufficienti,mediamente buoni,in alcuni casi ottimi. Per quanto concerne le altre discipline,gli alunni hanno raggiunto una preparazione discreta-buona,conseguente ad un impegno regolare e ad una costruttiva partecipazione all'attivita' didattica;alcuni hanno conseguito ottimi risultati grazie a capacita' propositive e a stimoli che hanno saputo cogliere ed approfondire,dimostrando organicita' di pensiero,altri invece presentano situazioni di fragilita'. In quest'ultimo anno,rispondendo a nuove sollecitazioni da parte dei docenti,gli alunni hanno conseguito maggior consapevolezza,capacità di analisi e sintesi,in particolre in storia,insegnata per il 70% circa del monte ore in Inglese. Va infine precisato che alcuni ragazzi nel corso del quinquennio hanno dato prova di impegno e applicazione encomiabili. Due studenti hanno trascorso l'intero anno scolastico del 4 anno in Russia(Intercultura) COMPOSIZIONE DELLA CLASSE VALUTAZIONE SINTETICA IN TERMINI DI IMPEGNO FREQUENZA PARTECIPAZIONE AD ATTIVITÀ ETRACURRICULARI RIEPILOGO FLUSSI FLUSSI III anno IV anno V anno Tot. Studenti Tot. Respinti Tot. Prov. altra scuola/indirizzo Tot. Ritirati Tot trasferiti ad altra scuola DISCONTINUITA DIDATTICA Materia III anno IV anno V anno Italiano ** Anno Scolastico

5 Arte Storia Conversaz.Russo ** Filosofia Matematica ** ** ** Fisica ** ** ** Russo ** Conversaz.Spagnolo 2 L. Conversaz. 3 L. Spagnolo Conversaz. 2 L. ** ** ** Tedesco Biologia Religione ** ** I LEGENDA: * prolungate assenze del docente ** nuovo docente ** ** 2.C PROGRAMMAZIONE E REALIZZAZIONE COLLEGIALE OBIETTIVI GENERALI CONOSCENZE: Buona cultura generale Acquisizione dei contenuti disciplinari svolti: teorie, principi, tematiche, procedure, metodi, tecniche applicative Struttura e regole di lingue e linguaggi diversi Relazioni fra le diverse discipline CAPACITÀ Essere in grado di: COMPETENZE Utilizzare le conoscenze acquisite anche in contesti diversi Utilizzare linguaggi appropriati nelle diverse discipline Operare collegamenti e confronti fra argomenti e fra discipline Analizzare un testo e coglierne le caratteristiche Scegliere percorsi di approfondimento in modo autonomo Sapersi confrontare esprimendo opinioni personali Individuare gli elementi fondamentali delle questioni da 5

6 trattare Esporre in modo chiaro e corretto Analizzare, sintetizzare, approfondire Accostarsi criticamente al sapere Rielaborare in modo significativo conoscenze e competenze in funzione di nuove acquisizioni Affrontare il cambiamento ARGOMENTI PLURIDISCIPLINARI TRATTATI NEL CORSO DELL ANNO ATTIVITÀ CURRICULARE: Gli allievi sono preparati a riconoscere connessioni interdisciplinari. Sono stati messi a fuoco questi temi: TEMA DI AMBITO GENERALE DISCIPLINE COINVOLTE PARTICOLARI APPLICAZIONI DEL TEMA Progetto Novecento Italiano,Storia,Atre, Lingue straniere,filosofia La vita nel ghetto di Varsavia Ambito storicolinguistico Video conferenza con Yad Vashem Attività extracurriculari Incontro con il generale Dvorak Teatro in Lingua (Spagnolo) Biennale di architettura(ve)- padiglione Russo Ambito storico Ambito linguistico Ambito artisticolinguistico Valutazione Esperienza positiva ed efficace Anno Scolastico

7 PROGETTI DI RICERCA Mappe concettuali di approfondimento alle tematiche trattate nel corso dell anno. SCAMBI VIAGGI DI ISTRUZIONE E VISITE GUIDATE (vedi anche relazioni delle varie discipline) ANNO META DURATA OBIETTIVI ED ESPERIENZE 01/12 /13 Granada e S.Pietroburgo 7g (linguistiche, culturali ) Soggiorno linguistico Berlino 7g Soggiorno linguistico Londra 7g Soggiorno Linguistico ATTIVITÀ DI RINFORZO ALL APPRENDIMENTO EFFETTUATE NEL CORSO DELL ANNO Esclusivamente curricolari con approfondimento di Storia per 3 ore al termine del 2 quadrimestre ATTIVITA DI PREPARAZIONE ALL ESAME SIMULAZIONE I,II, III PROVA (per il lavoro durante l'anno, si rimanda alla relazione della disciplina) Tipo DATA Argomento/ discipline coinvolte 3a Prova Tipologia A Matem.Storia,Art e,tedesco/spagn olo Modalità somministrazione In orario curriculare risultati Discreti 1a Prova Italiano In orario curriculare Discreti 7

8 2a Prova Inglese(compren sione del testo e produzione) In orario curricolare Discreti/Buo ni Nelle simulazioni di prima e seconda prova sono state utilizzate le precedenti prove ministeriali ordinarie. Nella III prova sono consentiti i dizionari bilingua personali per tutte le lingue. CRITERI COLLEGIALI DI VALUTAZIONE Scritte: min. 2 a quadrimestre Numero di prove per quadrimestre Orali: min. 2 a quadrimestre Sono stati formulati i seguenti criteri di valutazione riguardo al concetto di sufficienza: - per tutte le discipline: conoscenza dei contenuti per nuclei tematici - per le discipline umanistiche e linguistiche: - linguaggio appropriato - esposizione chiara e corretta che attesti anche una certa rielaborazione personale e un approccio critico ai contenuti; - collegamenti - per le discipline scientifiche: - uso corretto di linguaggi specifici ALLEGATI ESEMPI DI PRIMA,SECONDA,TERZA PROVA ASSEGNATI ALLA CLASSE RELAZIONE E PROGRAMMA DEI SINGOLI DOCENTI e GRIGLIE DI VALUTAZIONE Firma dei docenti del Consiglio Materia Docente Firma Religione Fornasier C Italiano Goldin F. ED.Fisica Durigon V. Filosofia Mattion M. Conversaz. Inglese Adderley B. Arte Barbon A. Anno Scolastico

9 Conversaz. Tedesco Friederichs A. Conversaz. Spagnolo Garcia Couto M.J. Conversaz. Russo Kourkina E. Scienze Naturali - Biologia Lucheschi E. Inglese 1L Del Fabro G. Tedesco 2L Roma F. Storia Ghirardello C. Spagnolo 3L e 2L Robba C. Russo 3L Bottacin M. Matematica e Fisica Palladino G. Il Dirigente Scolastico Maria Antonia PIVA Treviso, 15 maggio 2015 Consegnato alla classe il giorno 16/05/201 a cura del coordinatore prof.ssa M.Del Fabro 9

10 RELAZIONE E PROGRAMMA DEI SINGOLI DOCENTI Anno Scolastico

11 Disciplina: Lingua e Letteratura INGLESE Testo in adozione: Spiazzi-Tavella, PERFORMER-1+2 e3, ed. Zanichelli Ore di lezione settimanali: 3 (di cui 1 in compresenza con il docente di conversazione) La classe,con cui ho lavorato nel corso del quinquennio,ha dimostrato discreto interesse e buona partecipazione e collaborazione alle varie attività proposte. La motivazione allo studio è stata buona e costante e l'impegno,sia scolastico che domestico,è stato rigoroso per la maggior parte degli studenti. I contenuti trattati sono stati,nel complesso,ben assimilati e l'esposizione orale degli stessi risulta chiara e fluente pur presentando talvolta imprecisioni di pronuncia o grammaticali che non inficiano pero' la comunicazione. La preparazione conseguita è mediamente discreta,in alcuni casi ottima,tuttavia,per poche allieve, si è stabilizzata su livelli di sufficienza per frammentarietà e discontinuità nello studio dei testi letterari. La produzione scritta è risultata coerente con quanto richiesto, coesa e generalmente corretta,evidenziando in alcuni casi una discreta rielaborazione. Encomiabile l'impegno e la partecipazione costruttiva dimostrati da alcuni allievi nell'arco dei cinque anni ottenendo la certificazione FIRST CERTIFICATE e IELTS (per la Lingua Inglese ) di livello B2,C1 PROGRAMMA SVOLTO Nello svolgimento del programma,compatibilmente con le sole 2 ore settimanali,ho cercato di presentare agli allievi le piu' significative opere letterarie di autori del 19 e 20 secolo,facendo loro acquisire il contesto storico-sociale e richiedendo la capacità di operare collegamenti tra testo e contesto. La biografia dei vari autori e le date di pubblicazione delle varie opere sono state trattate solo superficialmente. Contenuti Nuclei tematici The Victorian 11 Temi specifici The Victorian Age The first half of Queen Victoria s reign ; Victorian London; life in the Victorian town The Victorian compromise The Victorian novel C.Dickens and children Oliver Twist, struttura dell opera PAGINA DA PERFORMER VOL

12 Age American culture and literature 12 Oliver wants some more -analisi( lettura e comprensione) The exploitation of children:dickens and Verga -Rosso Malpelo -analisi Da Hard Times Coketown -analisi The role of the woman:angel or pioneer? The British Empire-The two sides of Imperialism R.Kipling- Da The white man s burden analisi della poesia the mission of the colonizer E.M.Forster-the contact between different cultures; A passage to India struttura dell opera Aziz and Mrs.Moore -analisi The Aesthetic Movement W.Pater and the Aesthetic movement O.Wilde:the brilliant artist and the dandy The picture of D.Gray -struttura dell opera; Basil s studio -analisi I would give my soul The decadent artist: Wilde and D Annunzio da The ballad of Reading gaol anali si della poesia The story of a hanging parts 1,2,3,5. The Gilded Age Destination USA The new American businesses PERFORMER vol PERFORMER vol Fotocopia da me fornita Da PERFORMER vol ,

13 The modern novel :features Social realism:class consciousness in American literature H.James and the modern psychological novel Da The portrait of a Lady analisi del capitolo VI American regional realism K.Chopin: a woman's awakening da The Awakening analisi del capitolo 39 The need for women's liberation: Chopin and Aleramo The American bard W.Whitman da Leaves of Grass I hear America singing - analisi e Song of the Open Road -analisi da PERFORMER vol.3 The USA in the first decades of the 20 th century A new generation of American writers J.Steinbeck:writing about the Great Depression da The Grapes of Wrath No work.no money.no food analisi del capitolo The modern age A deep cultural crisis S.Freud : a window on the unconscious 13

14 The Edwardian age Securing the vote for women 404 The drums of war World war 1 Modern poetry: tradition and experimentation The war poets R.Brooke- da 1914 and other Poems analisi dithe soldier W.Owen Dulce et decorum est - analisi T.S Eliot and the alienation of modern man The Waste Land struttura dell opera The Burial of the dead ( I,II) The Fire sermon The objective correlative: Eliot and Montale Anxiety and Rebellion:a deep cultural crisis The modern novel:the stream of consciousness and the interior monologue J.Joyce: a modernist writer Dubliners, struttura dell opera Eveline analisi da The dead Gabriel s epiphany - analisi Joyce and Svevo,the innovators of the modern novel The Bloomsbury group V.Woolf and moments of being Mrs.Dalloway,struttura dell opera

15 Clarissa and Septimus -analisi 476 Obiettivi conoscenze prefissati raggiunti parzialmente raggiunti possedere possedere possedere possedere possedere Conoscenze sicure e complete dello sviluppo della letteratura inglese relativamente ai temi trattati Gli elementi specifici per l analisi testuale Conoscenze sicure del mezzo linguistico (correttezza formale) Gli elementi specifici per rispondere a quesiti e fare composizioni Gli strumenti per operare collegamenti autonomi e approfondimenti Quasi tutta la classe //// Tutta la classe //// Tutta la classe //// Tutta la classe /// Quasi tutta la classe competenze prefissati raggiunti Parzialmente raggiunti saper Riferire il contenuto dei Tutta la classe testi e saperli contestualizzare saper Condurre un analisi Tutta la classe testuale dei testi letti saper Esporre gli argomenti Tutta la classe trattati con correttezza formale saper Rispondere a quesiti, Tutta la classe comporre un testo argomentativo o descrittivo saper Operare collegamenti autonomi e approfondimenti Quasi tutta la classe /// Capacità prefissati raggiunti Parzialmente raggiunti Relazionano sul Tutta la classe 15

16 contenuto dei testi letti e li contestualizzano Conducono analisi testuali Espongono i contenuti in modo corretto dal punto di vista formale Rispondono a quesiti, compongono testi argomentativi e descrittivi Approfondiscono i temi e attuano collegamenti in modo autonomo Tutta la classe Tutta la classe Tutta la classe Quasi tutti gli allievi Metodi tipologia frequenza osservazioni spesso saltuari mai amente Lezione frontale/ metodo deduttivo Lezione partecipata Gruppi di lavoro ricerche Mezzi e Strumenti Tipologia Testo in adozione Videocassette (film o parti di film relativi ad argomenti letterari trattati) Audiocassette Fotocopie Verifiche in Classe Usati con continuità Di frequente raramente mai Tipologia Numero Risultati Questionari Sistematicamente Analisi testuale. Produzione di diversi tipi di testo. Mediamente discreti/buoni 16

17 Verifiche Domestiche Tipologia Questionari,, traduzioni, composizioni; attività di comprensione e analisi testuale; ricerche. Assegnazione sistematicamente valutazione Criteri di Valutazione (tenendo conto dei criteri proposti in sede di dipartimento): Produzione orale > Conoscenza dei contenuti > Capacità di analisi testuale > Esposizione (correttezza grammaticale, proprietà lessicale, efficacia comunicativa) Produzione scritta > Attinenza all argomento assegnato Conoscenza dei contenuti > Correttezza morfosintattica Proprietà lessicale > Capacità di rielaborazione personale Efficacia della comunicazione Il docente: Mariagiovanna Del Fabro Treviso 15 maggio

18 PROGRAMMA DI COMPRESENZA INGLESE 5BL (Prof.sse B. Adderley e M.G. Del Fabro) ARGOMENTO E TITOLO L università in Inghilterra e America. The Death of Universities e How Much Use is that Costly Degree? Le attualità della BBC ATTIVITA FATTE IN CLASSE Discussione sull università in Italia, confronto fra questo e l università in GB e USA, comprensione di due testi: un editoriale e una lettera ad un giornale. Riflessione sul micro linguaggio seguita da prova scritta su i vocaboli specifici. Dialogo a coppia tipo role-play sull argomento, corretti dai compagni. Ascolto delle notizie in un minuto della BBC a casa e come prova di ascolto. COMPETENZE MESSE IN ATTO Comprendere in modo globale, selettivo e poi dettagliato 2 testi su argomento di attualità e di rilevanza per gli alunni di quinta, individuando i punti salienti. Confronto fra realtà diverse per i giovani in Italia, GB e USA. Utilizzare il lessico conosciuto in una produzione orale. Valutare se stesso e gli altri, capire opportunità per migliorare. Perfezionamento delle tecniche di ascolto dettagliato. Come il cervello interpreta la musica, How Music Moves Us Prova di ascolto livello B2 Designer Babies (I bambini perfetti, l eugenics, le copie omosessuali, la società americana ed il razzismo) La Prima Guerra Mondiale The Necessary War Simulazione della seconda prova di esame, facendo in classe l esame di stato del 2010 sul tema di attualità, (la comprensione ed il riassunto). Per il tema invece, scelta libera tra i temi degli esami di stato degli ultimi anni. Peer correction del riassunto e del tema in classe. Esempi di prove di ascolto e dell orale dell esame B2, seguito da una prova orale completa (fatto di quattro parti). Attività di warm-up su i temi principali, comprensione testo con dizionario monolingue, risposte in forma orale. Riassunto scritto con peer correction. Diaogo a coppie tipo role-play sull argomento, con attenzione particolare al riutilizzo di vocaboli specifici. Guardare video, rispondere a domande sul contenuto (se la grande guerra era o no una guerra inutile ) Capire un testo scritto con l utilizzo del dizionario mono-lingue, individuarne i punti salienti, riformulandoli. Comporre un testo motivando le proprie opinioni. Valutare se stesso e gli altri, capire opportunità per migliorare. Ascolto e comprensione globale dei vari testi. Individuazione degli elementi fondamentali per capire la risposta giusta. Individuare le risposte di comprensione, anche in punti diversi del testo. Utilizzare in modo appropriato il lessico conosciuto in una produzione orale semi-spontaneo. Estrapolare i punti salienti da un video lungo e ripeterli. 18

19 RELAZIONE E PROGRAMMA LINGUA RUSSA Disciplina: LINGUA E CIVILTA RUSSA Docente: BOTTACIN MARINA libri in adozione: «Поговорим о России», Introduzione alla cultura russa, Stefania Cochetti, HOEPLI «Русский класс» средний уровень, Русский язык курсы La classe ha manifestato capacità di lavoro nel complesso buone, in alcuni casi veramente notevoli. Buona parte degli alunni ha dimostrato impegno serio, continuo e responsabile. Gli allievi, a proposito degli argomenti trattati, sono in grado di: Conoscere le strutture grammaticali e le funzioni linguistiche nell ambito quotidiano e nella lingua letteraria e il lessico relativo ai contenuti proposti. Conoscere e capire testi di attualità e cultura russa legati alla società contemporanea e proposti sia dal testo che dalla lettrice madrelingua. Conoscere gli autori e le opere più rappresentative della produzione letteraria in lingua russa del secolo appartenenti a diversi generi. Gli allievi hanno maturato in modo diversificato molteplici competenze e sono nel complesso in grado di rielaborare le conoscenze, collegarle e contestualizzarle facendo riferimento a quanto appreso in ambito pluridisciplinare. Sanno comprendere in maniera globale od analitica (a seconda delle situazioni) testi scritti d interesse generale e testi letterari, li analizzano ed interpretano comprendendone il contenuto, la forma e i significati. contenuti/nuclei Testi usati N.ore tematici/argomenti di Temi specifici lezion ambito generale i effetti vamen te N.1 : Modulo di raccordo N. 2: A cavallo tra Realismo e Modernismo N. 3: L età moderna N.4: Il simbolismo N.5: Il poeta della rivoluzione Le mie esperienze estive, creazione di power point da parte di tutti gli studenti e spiegazione in lingua 2. Saper presentare, illustrare e creare una presentazione, saper parlare in pubblico 1. А. П. Чехов: biografia, stile, lingua. 2. I racconti "Смерть чиновника" e "Толстый и тонкий", le novelle più famose, Дама с собачкой, le pieces teatrali, "Вышнёвый сад". 3. Il secolo I: dall insurrezione decabrista ai primi movimenti rivoluzionari. 1. Modernismo: simbolismo, acmeismo e futurismo. 2. La produzione letteraria di A.A. АХМАТОВА. Le poesie Хочешь знать, как всё это было?..., Сжала руки под тёмной вуалью, Ты письмо моё, милый, не комкай, Вечером, Мне голос был, Мужество. Il poema Реквием». Le avanguardie artistiche. 3. Le rivoluzioni in Russia. 1. Il simbolismo. А.А. БЛОК. Le poesie Тебя скрывали туманы..., Вхожу я в тёмные храмы..., Фабрика, Двенадцать. 2. Lenin, Bolshevichi e menshevichi. 1. Il futurismo, В.В. МАЯКОВСКИЙ. La poesia А всё таки e l autobiografia Я сам (estratti) 2. la Rivoluzione socialista d ottobre. «Поговорим о России», presentazione ppt «Поговорим о России» «Поговорим о России», presentazione ppt «Поговорим о России», presentazione ppt N. 6: Lo scrittore mistico 1. М. А. БУЛГАКОВ, l opera, l ironia, il fantastico. «Поговорим о 15 svolte

20 La повесть Собачье сердце 2. Visione di un estratto del film Мастер и Маргарита. Il romanzo «Мастер и Маргарита». Lettura di un estratto in lingua ed integrale in italiano. 3. La dittatura Staliniana России», presentazione ppt, film N: 7: Il mio futuro 1. Studio e lavoro 2. Gli esami di Stato in Russia Русский класс 8 3. Le università più prestigiose in Russia N: 8: Nell Unione Sovietica 1. Il caso Пастернак. Cenni all autore ed al romanzo Доктор Живаго». 2. La propaganda sovietica 3. Successi nello sport e nel cosmo 4. Il cantante e poeta Булат Окуджава 5. Visione film «Утомлённые солнцем» Presentazione ppt, fotocopie, video, film 10 N. 7: Il significato della libertà 1. Lo scrittore dissidente Солженицын. 2. Архипелаг Гулаг. lettura di un estratto in lingua, analisi. "Один день Ивана Денисовича - «Поговорим о России» Storia: l epoca post-staliniana, il disgelo e la stagnazione. ARGOMENTI AFFRONTATI DALL INSEGNANTE MADRELINGUA EKATERINA KOURKINA Статья о селе Кинель-Черкассы, о фермерах, диалог Articolo sul villaggio, i fattori: dialogo\intervista. Слова-связующие, фразы для обсуждения Le parole di collegamento all interno della frase, le frasi che servono per aprire la discussione. Эстрада - Ф.И. Шаляпин Varietà Fëdor Ivanovič Šaljapin Композиторы С. Рахманинов Il compositore Sergej Vasil'evi Rachmaninov Русский балет Дягилёва. Балерины А. Павлова, М. Кшесинская I Balletti russi, Sergej Pavlovič Djagilev. Ballerine - Anna Pavlova, Matil'da Feliksovna Kšesinskaja. Исследователи - О. Шмидт, И. Папанин. Esploratori dell Artico- Otto Schmidt (uno scienziato, esploratore ed enciclopedista sovietico), Ivan Dmitrievič Papanin (ammiraglio ed esploratore russo). 20

21 Учёные - Д. Менделеев, К.Э. Циолковский, И.В. Курчатов, С.П. Королёв. Scienziati - Dmitrij Ivanovič Mendeleev (chimico russo, inventore della tavola periodica degli elementi), Konstantin Ėduardovič Ciolkovskij (scienziato russo, pioniere dell'astronautica), Igor' Vasil'evič Kurčatov (fisico sovietico), Sergej Pavlovič Korolëv (il più grande ingegnere e progettista di razzi sovietici). Начало второй мировой войны глазами советских историков. Inizio della seconda guerra mondiale vista con gli occhi dei storici sovietici. Сталинградская битва. La battaglia di Stalingrado. obiettivi Conoscenza Prefissati Raggiunti Parzialmente raggiunti Le strutture grammaticali e le funzioni linguistiche nell ambito quotidiano e nella lingua letteraria. Il lessico relativo ai contenuti proposti. Testi di attualità e cultura russa legati alla società contemporanea e proposti sia dal testo che dalla lettrice madrelingua. Testi significativi della produzione letteraria in lingua russa di fine secolo I e del appartenenti a diversi generi. altro Competenza Rielaborare le conoscenze, collegarle e contestualizzarle facendo riferimento a quanto appreso in ambito pluridisciplinare. Mettere in atto tecniche di comunicazione adeguate al contesto, alla situazione ed all interlocutore. Attivare modalità di apprendimento autonomo nell individuazione di strategie idonee a raggiungere gli obiettivi prefissati. x x Capacità Comprendere in maniera globale od analitica (a seconda delle situazioni) testi scritti d interesse generale e testi letterari. Analizzare ed interpretare testi letterari considerandone il contenuto, la forma e i significati. Sostenere conversazioni con un uso della lingua generalmente corretto, scorrevole e adeguato al contesto ed all interlocutore. Spiegare e sostenere le proprie opinioni in una discussione su argomenti quotidiani, astratti e culturali. x Metodi x x x tipologia frequenza Risultati/osservazioni spesso saltuar. mai Lezione frontale x 21

22 Lezione partecipata Gruppi di lavoro Ricerche x x x Altro 4. Mezzi e strumenti tipologia Usati con continuità Di frequente Testo adottato: x Altri testi: x Multimedia Laboratorio: x Altro: Rarament e Mai Verifiche in classe Tipologia numero risultati Argomento Altro Tema 2 buoni Traduzioni Riassunti Commenti ai testi 2 Buoni Questionari Relazioni Problemi Prove pratiche Comprensione testi 2 Molto buoni Verifiche domestiche Sistematicità Di tanto in Raramente tanto x Somministrazione Valutazione Indicazione dei criteri adottati (allegare eventuale scheda utilizzata) Tabella di valutazione adottata dall istituto per le varie tipologie di prova Altro 22

23 5. ALLEGATI : RELAZIONE E PROGRAMMA DEI VARI DOCENTI DEL CONSIGLIO Disciplina: Spagnolo Docente: Robba Cristina libri in adozione: ConTextos literarios, De los orígenes a nuestros días, Zanichelli contenuti/nuclei tematici/argomenti di ambito generale Siglo I: Realismo y Naturalismo Desde el siglo I hasta el siglo Temi specifici e - Contexto cultural: - La prosa realista: -Modernismo -Generación del 98: testi usati -marco histórico y social, p. 260, 261, 263, 264 -Juan Valera, Pepita Jiménez, p. 267, fragmento del texto p Emilia Pardo Bazán, Los Pazos de Ulloa, p. 269, fragmentos del texto en fotocopia -Benito Pérez Galdós, Misericordia, prólogo p. 266 libro y fotocopia con fragmentos de texto -marco histórico y social y literario p. 290, 291, 292, 294, características del modernismo, p. 296, Rubén Darío: Sonatina, p. 297, texto p. 300 y vídeo -Juan Ramón Jiménez, p. 302, 303 y vídeo; Platero y yo fragmentos p. 307; poesías Yo no soy yo y Viaje definitivo en fotocopia - el andalucismo de Juan Ramón Jiménez, p características de la generación, p Antonio Machado p 322, 323; Retrato, p 324, 325; Campos de Castilla, poema CV p Miguel de Unamuno, Niebla fragmentos del texto p. 335, 336, 337, 338 f; San Manuel Bueno, mártir fragmentos en fotocopia Ramón María del Valle-Inclán: Luces de Bohemia p

24 Vanguardias, Novecentismo e Generación del 27 -Vanguardias - La Guerra Civil Española -Marco histórico, social, artístico y literario p El surrealismo, apuntes -Federíco Gracía Lorca, Poeta en Nueva York, poesía La Aurora, p El cubismo y Picasso, apuntes -El surrealismo y Salvador Dalí -apuntes sobre la guerra civil -El Guernica de Picasso, significación de la obra -Manuel Rivas, La legua de las mariposas, cuento y película -Generación del 27 -Características del grupo del 27, p 365 -Federíco García Lorca, p 367, Romancero Gitano: Romance de la Luna Luna, p 370, Romance de la Pena Negra en fotocopia. - Símbolos de Federíco García Lorca, p Miguel Hernández, p. 400: Nanas de la cebolla, p. 402 y Carta a Josefina, fotocopia La literatura hispanoamericana. - Pablo Neruda: Confieso que he vivido, fragmento p. 381, 382 y p 532. Neruda recuerda Miguel Herandez, fotocopia, Veinte poemas de amor y una canción desesperada, poema n 20. obiettivi Conoscenza Conoscere le strutture grammaticali e le funzioni linguistiche nell ambito quotidiano e nella lingua letteraria ed il lessico relativo ai contenuti proposti. Conoscere i principali autori e le correnti della letteratura spagnola e ispanoamericana dei secoli I,, Conoscere i principali fatti storici, artistici ed economici che hanno influenzato la letteratura, la società e la civiltà spagnola raggiunt i Parzial mente raggiun ti 24

Per lo sviluppo delle competenze: Proposte didattico-metodologiche:

Per lo sviluppo delle competenze: Proposte didattico-metodologiche: Italiano Lingua Seconda 1 biennio FWI, SGYM, SP raguardi di sviluppo delle competenze al termine dell anno scolastico. L alunno / L alunna sa comprendere gli elementi principali di un discorso chiaro in

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO

CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO Voti RAGGIUNGIMENTO OBIETTIVI DESCRITTORI Fino a 3 Del tutto insufficiente Assenza di conoscenze. Errori ortografici e morfo-sintattici numerosi e gravi. 4

Dettagli

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA 1. OBIETTIVI SPECIFICI DELLA DISCIPLINA PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Le prime due/tre settimane sono state dedicate allo sviluppo di un modulo di allineamento per

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione

Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione Una breve guida per la lettura e l utilizzo delle Indicazioni Nazionali nell elaborazione di un curricolo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle competenze chiave europee e alle Indicazioni Nazionali 2012

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle competenze chiave europee e alle Indicazioni Nazionali 2012 CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle competenze chiave europee e alle Indicazioni Nazionali 2012 Pagina 1 di 73 DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: LINGUA ITALIANA DISCIPLINE

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof.

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CESARE BECCARIA ISTITUTO TECNICO - SETTORE ECONOMICO - ISTITUTO PROFESSIONALE per l AGRICOLTURA e l AMBIENTE Sedi associate di - SANTADI e VILLAMASSARGIA VERBALE N. SCRUTINIO

Dettagli

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE - Matematica - Griglie di valutazione Materia: Matematica Obiettivi disciplinari Gli obiettivi indicati si riferiscono all intero percorso della classe quarta

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Il documento va compilato in forma digitale per poter ampliare gli spazi dello schema (ove necessario) e togliere

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO Classe V F Liceo Internazionale Spagnolo Discipline: Francese/Inglese, Filosofia, Matematica, Scienze, Storia dell'arte Data 12 dicembre 2013 Tipologia A Durata ore

Dettagli

IIS D ORIA - UFC. PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO INDIRIZZO _professionale promozione commerciale pubblicitaria MATERIA Inglese ANNO DI CORSO Terzo

IIS D ORIA - UFC. PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO INDIRIZZO _professionale promozione commerciale pubblicitaria MATERIA Inglese ANNO DI CORSO Terzo INDICE DELLE UFC N. DENOMINAZIONE 1 Graphics U nits 1-2 2 Graphics U nits 3-4 3 Cultura e società DETTAGLIO UFC N. 1 DENOMINAZIONE GRAPHICS (Units 1-2) ASSE CULTURALE DI RIFERIMENTO LINGUISTICO COMPETENZE

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti. Contratto Formativo. Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA

Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti. Contratto Formativo. Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti Contratto Formativo Corso I.T.I.S. Classe I sez.a CH Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Docenti : DITURI LUIGI e INGELIDO

Dettagli

Sviluppo sostenibile

Sviluppo sostenibile IL CANOCCHIALE DI GALILEO Sviluppo sostenibile Progetto asse scientifico tecnologico con il coinvolgimento del Consiglio di Classe 2 GLI STUDENTI - a.s. 2012-13 due classi prime: AMBIENTE-ENERGIA - a.s.

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

Esempi di utilizzazione dell ADVP

Esempi di utilizzazione dell ADVP Esempi di utilizzazione dell ADVP G. Cappuccio Ipssar P. Borsellino ESERCIZIO DI REALIZZAZIONE IL VIAGGIO Guida per l insegnante Questo esercizio è un modo pratico per coinvolgere l alunno nel progetto

Dettagli

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO.

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO. Istituto Comprensivo di Iseo a.s. 2012/2013 Progetto Di Casa nel Mondo - Competenze chiave per una cittadinanza sostenibile Gruppo lavoro Dott. Massetti Scuola Primaria Classi Terze TITOLO: I prodotti

Dettagli

qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~("c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i('

qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~(c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i(' qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~("c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i('!11~",fi:j:/lé'i7(?:/l(?/u~/(v,',f7t:{(jn~/lrt//lé':/iu kyjlf?jtf..ét:'é' h l/m f /tf7.. ~t:;'j/i'é' (~/;àk//lrt /IUXr(;/lrT~

Dettagli

Ri...valutando: azione e ricerca per il miglioramento

Ri...valutando: azione e ricerca per il miglioramento Il team di ricerca Mario Ambel (Responsabile) Anna Curci Emiliano Grimaldi Annamaria Palmieri 1. Progetto finalizzato alla elaborazione e validazione di un modellostandard - adattabile con opportune attenzioni

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue

Dettagli

GRIGLIA DI VALUTAZIONE PER L ANALISI E IL COMMENTO DI UN TESTO LETTERARIO (Tipologia A) STUDENTE... SUFFICIENTE Punti 10.

GRIGLIA DI VALUTAZIONE PER L ANALISI E IL COMMENTO DI UN TESTO LETTERARIO (Tipologia A) STUDENTE... SUFFICIENTE Punti 10. GRIGLIA DI VALUTAZIONE PER L ANALISI E IL COMMENTO DI UN TESTO LETTERARIO (Tipologia A) IN (min. 5- max. 7,5) DISCRETO BUONO E (max 5) Analisi dei livelli e degli elementi del testo incompleta incompleta

Dettagli

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Profilo e compiti istituzionali Bellinzona, novembre 2014 Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione,

Dettagli

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI 6.1 ISTRUZIONI PER IL VALUTATORE Il processo di valutazione si articola in quattro fasi. Il Valutatore deve: 1 leggere il questionario;

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Rapporto di Autovalutazione. GUIDA all autovalutazione

Rapporto di Autovalutazione. GUIDA all autovalutazione Rapporto di Autovalutazione GUIDA all autovalutazione Novembre 2014 INDICE Indicazioni per la compilazione del Rapporto di Autovalutazione... 3 Format del Rapporto di Autovalutazione... 5 Dati della scuola...

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (BR) Tel.

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (BR) Tel. Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (R) Tel. 0831/845057- Fax:0831/846007 bric826002@istruzione.it bric826002@pec.istruzione.it

Dettagli

Come verifico l acquisizione dei contenuti essenziali della mia disciplina

Come verifico l acquisizione dei contenuti essenziali della mia disciplina Riflessione didattica e valutazione Il questionario è stato somministrato a 187 docenti di italiano e matematica delle classi prime e seconde e docenti di alcuni Consigli di Classe delle 37 scuole che

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria SCHEDA PROGETTO (ex art. 9 CCNL 2006-2009) Dati identificativi dell'istituto Nome scuola/tipologia Scuola

Dettagli

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Relatore: Prof.ssa Chiara Frassineti, genitore e insegnante Il rapporto tra genitori e ragazzo (studente)

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue e Letterature:

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Nota dell ASLI sull insegnamento dell italiano nella scuola secondaria di secondo grado Premessa

Nota dell ASLI sull insegnamento dell italiano nella scuola secondaria di secondo grado Premessa Nota dell ASLI sull insegnamento dell italiano nella scuola secondaria di secondo grado Premessa L insegnamento della lingua materna nella scuola secondaria superiore si dimostra particolarmente importante

Dettagli

SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ

SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ Cognome Nome: Data: P a g i n a 2 MODALITA DI CONDUZIONE DELL INTERVISTA La rilevazione delle attività dichiarate dall intervistato/a in merito alla professione dell assistente

Dettagli

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 MATERIA: Scienze Motorie classe : V A SIA dell'istituto Superiore D'istruzione

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

La lingua seconda per lo studio: aula, laboratorio, autoapprendimento. F ernanda Minuz fminuz@ jhu.edu

La lingua seconda per lo studio: aula, laboratorio, autoapprendimento. F ernanda Minuz fminuz@ jhu.edu La lingua seconda per lo studio: aula, laboratorio, autoapprendimento F ernanda Minuz fminuz@ jhu.edu Studiare in una L2 È un'attività cognitivamente complessa: apprendere (comprendere, elaborare, inquadrare,

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum Principi base per un buon CV Il curriculum vitae è il resoconto della vostra vita professionale, e può essere il vostro rappresentante più fedele, a patto che sia fatto bene. Concentratevi sui punti essenziali

Dettagli

Colloqui fiorentini 26 28 febbraio 2015. Indagine di autovalutazione svolta fra gli studenti partecipanti al convegno

Colloqui fiorentini 26 28 febbraio 2015. Indagine di autovalutazione svolta fra gli studenti partecipanti al convegno Liceo statale James Joyce (Linguistico e delle Scienze umane) Ariccia (Roma) Colloqui fiorentini 26 28 febbraio 2015 Indagine di autovalutazione svolta fra gli studenti partecipanti al convegno Questionari

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni

Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni A.S. 2011/2012 Giulia Tavellin Via Palesella 3/a 37053 Cerea (Verona) giulia.tavellin@tiscali.it cell. 349/2845085

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia 3) Heidegger: dall esistenza all ontologia Vita e opere Martin Heidegger (1889-1976) frequentò la facoltà di teologia dell Università di Friburgo. Nel 1919 divenne assistente e in seguito successore di

Dettagli

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Presidio di Qualità Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Introduzione Al fine di uniformare e facilitare la compilazione delle schede SUA-CdS, il Presidio ha ritenuto utile pubblicare queste note

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti

Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti Progetto FEI Rete e Cittadinanza 2014-2015 Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti Luana Cosenza, Università per Stranieri di Siena Marzo 2015 Piano di lavoro Principi della verifica e della valutazione

Dettagli

Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP. Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA

Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP. Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA Indicazioni ai fini della stesura del PDP 1. Informazioni

Dettagli

CURRICOLO D ISTITUTO PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE-SCUOLA SECONDARIA I GRADO

CURRICOLO D ISTITUTO PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE-SCUOLA SECONDARIA I GRADO CURRICOLO D ISTITUTO PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE-SCUOLA SECONDARIA I GRADO Competenze chiave del Parlamento europeo e del Consiglio d Europa per l apprendimento permanente (Racc. UE 18/12/2006). Competenze

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Se hai sostenuto un test di ammissione/orientamento al corso di laurea, che impressione ne hai ricavato?

Se hai sostenuto un test di ammissione/orientamento al corso di laurea, che impressione ne hai ricavato? INDAGINE POST-DIPLOMA 2014 Diplomati nel 2012: n. 264 Indagini compilate: n. 128 (48,5%) Indirizzo liceale frequentato Risposta 1) linguistico (Utenti: 46 Perc.: 35.94%) Risposta 2) naturalistico (Utenti:

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Dov è la saggezza che abbiamo perso in conoscenza? Dov è la conoscenza che abbiamo perso in informazione?

Dov è la saggezza che abbiamo perso in conoscenza? Dov è la conoscenza che abbiamo perso in informazione? Scrive Thomas Eliot: Dov è la saggezza che abbiamo perso in conoscenza? Dov è la conoscenza che abbiamo perso in informazione? Interrogativi integrati da: Dov è l informazione che abbiamo perso nei dati?

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

1) Un Liceo classico. 2) Il Liceo «Franchetti»

1) Un Liceo classico. 2) Il Liceo «Franchetti» Studenti-LRF-2013 Utenti che hanno svolto il test: 262 Famiglie-LRF-2012/2013 Utenti che hanno svolto il test: 173 1) Un Liceo classico Risp. 1) È ancora una scelta valida (Utenti: 140 Perc.: 53.44%) Risp.

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009 RICERCA-AZIONE ovvero l insegnamento riflessivo Gli insegnanti sono progettisti.. riflettono sul contesto nel quale devono lavorare sugli obiettivi che vogliono raggiungere decidono quali contenuti trattare

Dettagli

ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE

ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE O B I E T T I V I M I N I M I P E R L A S C U O L A P R I M A R I A E S E C O N D A R I A D I P R I M O G R A D O ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE Ascoltare e comprendere semplici consegne operative Comprendere

Dettagli

Istituto Comprensivo E. De Filippo

Istituto Comprensivo E. De Filippo Istituto Comprensivo E. De Filippo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado Via degli Italici, 33 - tel. 0824-956054 fax 0824-957003 Morcone Bn (seconda annualità) Il tempo per leggere,

Dettagli

l'?~/?: /;/UI,"lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ";1

l'?~/?: /;/UI,lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ;1 MIUR - Ministero dell'istruzione dell'untversùà e della Ricerca AOODGPER - Direzione Generale Personale della Scuola REGISTRO UFFICIALE Prot. n. 0006768-27/0212015 - USCITA g/~)/rir. (" J7rti///Nt4Ik0"i

Dettagli

Programmazione Generale. Matematica e Complementi. Classi: 2 Biennio Quarta. Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno

Programmazione Generale. Matematica e Complementi. Classi: 2 Biennio Quarta. Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Programmazione Generale Matematica e Complementi Classi: 2 Biennio Quarta I Docenti della Disciplina Salerno, lì 12 settembre 2014 Finalità della Disciplina

Dettagli

Compiti di prestazione e prove di competenza

Compiti di prestazione e prove di competenza SPF www.successoformativo.it Compiti di prestazione e prove di competenza Maurizio Gentile www.successoformativo.it www.iprase.tn.it www.erickson.it Definizione 2 I compiti di prestazione possono essere

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

SIS Piemonte. Parlare del futuro, fare delle previsioni. Specializzata: Paola Barale. Supervisore di tirocinio: Anna Maria Crimi. a.a.

SIS Piemonte. Parlare del futuro, fare delle previsioni. Specializzata: Paola Barale. Supervisore di tirocinio: Anna Maria Crimi. a.a. SIS Piemonte Parlare del futuro, fare delle previsioni Specializzata: Paola Barale Supervisore di tirocinio: Anna Maria Crimi a.a. 2003-2004 1 1. Contesto Liceo linguistico, secondo anno 2. Livello A2

Dettagli

Allegato IV simulazione della Terza Prova, TIP. B+C. del 27/05/2015

Allegato IV simulazione della Terza Prova, TIP. B+C. del 27/05/2015 Allegato IV simulazione della Terza Prova, TIP. B+C del 27/05/2015 Istituto d Istruzione Superiore Liceo Classico Statale G. Garibaldi Via Roma, 164 87012 Castrovillari ( CS ) Tel. e fax 0981.209049 Anno

Dettagli

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri MPI - USP di Padova Comune di Padova Settore Servizi Scolastici Centro D.A.R.I. Una scuola per tutti Percorso di formazione per docenti Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri I parte a cura

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

I-12 LA VALUTAZIONE AUTENTICA INTRODUZIONE 1. di Mario Comoglio

I-12 LA VALUTAZIONE AUTENTICA INTRODUZIONE 1. di Mario Comoglio I-12 LA VALUTAZIONE AUTENTICA di Mario Comoglio INTRODUZIONE 1 Non è raro imbattersi in articoli e in interventi ministeriali che affrontano la questione di come valutare l apprendimento degli studenti.

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

Classe di abilitazione - A076 Trattamento Testi, Calcolo, Contabilità elettronica ed applicazioni industriali

Classe di abilitazione - A076 Trattamento Testi, Calcolo, Contabilità elettronica ed applicazioni industriali Classe di abilitazione - A076 Trattamento elettronica ed applicazioni industriali Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015,

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA DEI LICEI

GUIDA ALLA RIFORMA DEI LICEI GUIDA ALLA RIFORMA DEI LICEI Profili d uscita, obiettivi specifici di apprendimento e quadri orari dei nuovi licei, con le indicazioni dei cambiamenti rispetto al vecchio ordinamento Il futuro è la nostra

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione.

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione. RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO 2013 La presente relazione illustra l andamento della gestione dell istituzione scolastica e i risultati conseguiti in relazione agli obiettivi programmati

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli