B6-2. Valutazione e gestione delle lavoratrici madri a scuola. CORSO DI FORMAZIONE RESPONSABILI E ADDETTI SPP EX D.Lgs. 195/03

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "B6-2. Valutazione e gestione delle lavoratrici madri a scuola. CORSO DI FORMAZIONE RESPONSABILI E ADDETTI SPP EX D.Lgs. 195/03"

Transcript

1 Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole Valutazione e gestione delle lavoratrici madri a scuola MODULO B Unità didattica B6-2 CORSO DI FORMAZIONE RESPONSABILI E ADDETTI SPP EX D.Lgs. 195/03

2 COMPITI DEL SPP VALUTAZIONE E GESTIONE LAVORATRICI MADRI 1. VALUTAZIONE DEI RISCHI 2. DEFINIZIONE DELLE PROCEDURE DI GESTIONE 3. INFORMAZIONE DEL PERSONALE

3 VALUTAZIONE E GESTIONE LAVORATRICI MADRI VALUTAZIONE DEI RISCHI referenti di plesso, MC, RLS CONDIVIDERE, con tutte le figure interessate, i criteri di valutazione ESPLICITARE nel DVR le mansioni incompatibili con lo stato di gravidanza e quelle compatibili, eventualmente con l esclusione di alcune operazioni

4 Situazioni che motivano l astensione anticipata dal lavoro in gravidanza Postazione eretta: per più di metà dell orario di lavoro Uso di scale a pioli VALUTAZIONE E GESTIONE LAVORATRICI MADRI Movimentazione carichi: se indice di rischio > 0,85 (con costante di peso 15 kg) Agenti biologici: citomegalovirus, attraverso urine e saliva soprattutto nella fascia di età 0-3 anni virus della rosolia e della varicella: rischio,nelle prime 20 settimane di gestazione, in assenza di copertura immunitaria o in caso di epidemia (in Veneto copertura vaccinale dei bambini alla rosolia)

5 VALUTAZIONE E GESTIONE LAVORATRICI MADRI Situazioni che motivano l astensione anticipata dal lavoro in gravidanza utilizzo professionale di mezzi di trasporto: se la guida rientra nella mansione e per una significativa quota dell orario di lavoro traumatismi: limitatamente all assistenza di disabili psichiatrici rumore: se Lep uguale o superiore a 80 db(a) esposizione a sostanze chimiche: nel caso in cui il rischio comporti la sorveglianza sanitaria (superiore a rischio irrilevante per la salute )

6 VALUTAZIONE E GESTIONE LAVORATRICI MADRI Situazioni che motivano l astensione dal lavoro in puerperio spostamento e sollevamento carichi: se prevista la sorveglianza sanitaria ovvero se indice di rischio > 1 (con costante di peso 15 kg) esposizione a sostanze chimiche: nel caso in cui il rischio comporti la sorveglianza sanitaria (superiore a rischio irrilevante per la salute ) traumatismi: limitatamente all assistenza di disabili psichiatrici

7 FATTORI E OPERAZIONI A RISCHIO INCOMPATIBILI CON LO STATO DI GRAVIDANZA Nido educatrici Rischio infettivo (citomegalovirus) Sollevamento carichi con indice di rischio 0,85 stazione eretta personale di assistenza Rischio infettivo (citomegalovirus) Sollevamento carichi con indice di rischio 0,85 stazione eretta cuoca e aiuto cuoca Sollevamento carichi con indice di rischio 0,85 Stazione eretta

8 FATTORI E OPERAZIONI A RISCHIO INCOMPATIBILI CON LO STATO DI GRAVIDANZA Scuola dell infanzia insegnanti 3-4 anni Sollevamento carichi Stazione eretta o posture incongrue Rischio infettivo (varicella se mancata copertura immunitaria) 4-5 anni Rischio infettivo (varicella se mancata copertura immunitaria) collaboratrici scolastiche Stazione eretta Sollevamento carichi con indice di rischio 0,85 Utilizzo di scale cuoca e aiuto cuoca Sollevamento carichi con indice di rischio 0,85 Stazione eretta

9 FATTORI E OPERAZIONI A RISCHIO INCOMPATIBILI CON LO STATO DI GRAVIDANZA Primaria Insegnanti Rischio infettivo (varicella se mancata copertura immunitaria) insegnanti di sostegno Traumatismi (in relazione alla disabilità degli allievi assistiti e alla presenza di assistenti polivalenti) Rischio infettivo (varicella se mancata copertura immunitaria) collaboratrici scolastiche mansione compatibile (evitando lavoro su scale a pioli, movimentazione carichi con indice di rischio 0,85) personale amministrativo mansione compatibile (eventualmente modificando le condizioni o l orario)

10 FATTORI E OPERAZIONI A RISCHIO INCOMPATIBILI CON LO STATO DI GRAVIDANZA Secondaria di 1 grado insegnanti mansione compatibile insegnanti di educazione fisica mansione compatibile (evitando la stazione eretta prolungata, attività di assistenza, Lep rumore 80 db(a) insegnanti di sostegno Traumatismi (in relazione alla disabilità degli allievi assistiti e alla presenza di assistenti polivalenti) collaboratrici scolastiche mansione compatibile (evitando lavoro su scale a pioli, movimentazione carichi con indice di rischio 0,85) personale amministrativo mansione compatibile (eventualmente modificando le condizioni o l orario)

11 FATTORI E OPERAZIONI A RISCHIO INCOMPATIBILI CON LO STATO DI GRAVIDANZA Secondaria di 2 grado insegnanti mansione compatibile insegnanti di educazione fisica mansione compatibile (evitando la stazione eretta prolungata, attività di assistenza, Lep rumore 80 db(a) insegnanti di sostegno Traumatismi (in relazione alla disabilità degli allievi assistiti e alla presenza di assistenti polivalenti) I.T.P e assistenti tecnici di laboratorio in base alla V.R del laboratorio di appartenenza collaboratrici scolastiche mansione compatibile (evitando lavoro su scale a pioli, movimentazione carichi con indice di rischio 0,85) personale amministrativo mansione compatibile (eventualmente modificando le condizioni o l orario)

12 VALUTAZIONE E GESTIONE LAVORATRICI MADRI DEFINIZIONE DELLE PROCEDURE DI GESTIONE DSGA PREDISPORRE procedure di gestione, con il coinvolgimento del RLS e del DSGA che sovraintende l iter procedurale dell astensione e garantire i contatti con la DTL RLS

13 Procedure VALUTAZIONE E GESTIONE LAVORATRICI MADRI lavoratrice certificato medico DS SPP cfr. valutazione richiesta posticipazione astensione obbligatoria DS INPS mansione idonea esonero operazioni a rischio/ cambio mansione mansione non idonea allontanamento + richiesta astensione anticipata DS DTL

14 Richiesta astensione anticipata e prolungamento post-partum VALUTAZIONE E GESTIONE LAVORATRICI MADRI Certificazioni a cura del DS Richiesta posticipazione astensione obbligatoria cf gravidanza/parto + richiesta DS + estratto DVR Dichiarazione di mansione incompatibile e impossibilità allo spostamento Dichiarazione di mansione non a rischio + + cf ginecologo + domanda redatta dalla lavoratrice DTL INPS

15 VALUTAZIONE E GESTIONE LAVORATRICI MADRI D.Lgs. 151/01 art. 17 comma 2 a) Astensione anticipata per problemi legati alla gravidanza L iter di richiesta è a cura solo della lavoratrice, non coinvolge la scuola Certificato ginecologo ASL

16 VALUTAZIONE E GESTIONE LAVORATRICI MADRI INFORMAZIONE DEL PERSONALE RLS DEFINIRE, con il RLS, la modalità di diffusione delle informazioni delle lavoratrici e studentesse su esito valutazione e procedure REALIZZARE l informazione

17 VALUTAZIONE E GESTIONE LAVORATRICI MADRI MONITORAGGIO E VALUTAZIONE DELLE PROCEDURE Check-list E stato interpellato il RSPP per tutti i casi di gravidanza? Per tutti i casi di gravidanza è stata trovata una corrispondenza nel DVR? Il DTL ha richiesto precisazioni e ha respinto le eventuali richieste di astensione anticipata inoltrate?

NOTA INFORMATIVA PER LA SALVAGUARDIA DELLA SALUTE E SICUREZZA PROPRIA NONCHE' DI TERZI. Egr. Sig. Lavoratori...

NOTA INFORMATIVA PER LA SALVAGUARDIA DELLA SALUTE E SICUREZZA PROPRIA NONCHE' DI TERZI. Egr. Sig. Lavoratori... NOTA INFORMATIVA PER LA SALVAGUARDIA DELLA SALUTE E SICUREZZA PROPRIA NONCHE' DI TERZI Egr. Sig. Lavoratori... Oggetto: 1. Obblighi lavoratori ex artt. 20 e 44 D.Lgs. 81/2008. 2. Lavoratrici madri. 3.

Dettagli

NOTA INFORMATIVA PER LA SALVAGUARDIA DELLA SALUTE E SICUREZZA PROPRIA NONCHE' DI TERZI

NOTA INFORMATIVA PER LA SALVAGUARDIA DELLA SALUTE E SICUREZZA PROPRIA NONCHE' DI TERZI NOTA INFORMATIVA PER LA SALVAGUARDIA DELLA SALUTE E SICUREZZA PROPRIA NONCHE' DI TERZI Egr. Sig. Lavoratori... Oggetto: 1. Obblighi lavoratori ex artt. 20 e 44 D.Lgs. 81/2008. 2. Lavoratrici madri. 3.

Dettagli

DOCUMENTI FORMAZIONE - INFORMAZIONE PREVENZIONE SICUREZZA D.lgs. TESTO UNICO 81/2008

DOCUMENTI FORMAZIONE - INFORMAZIONE PREVENZIONE SICUREZZA D.lgs. TESTO UNICO 81/2008 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo G. Diotti Casalmaggiore (Cremona) DOCUMENTI FORMAZIONE - INFORMAZIONE PREVENZIONE SICUREZZA D.lgs. TESTO UNICO 81/2008 anno

Dettagli

VALUTAZIONE DEI RISCHI DELLE LAVORATRICI MADRI

VALUTAZIONE DEI RISCHI DELLE LAVORATRICI MADRI ISTITUTO COMPRENSIVO PERUGIA 6 Via dell Armonia, 77 06132 PERUGIA Tel. 075 774129 Fa 075 774688 e mail: pgic867009@istruzione.it Codice Fiscale 94152400548 Codice Meccanografico: PGIC867009 VALUTAZIONE

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale di San Daniele del Friuli

Istituto Comprensivo Statale di San Daniele del Friuli Ist. Comprensivo di San Daniele" del Friuli VALUTAZIONE LAVORATRICI MADRI Rev 01 del 01/09/2012 Pagina 1 di 7 Istituto Comprensivo Statale di San Daniele del Friuli Sede Legale - Via Kennedy, 11-33038

Dettagli

DVR Appendice DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI. 1 ISTITUTO COMPRENSIVO V. Veneto Comune di Lentini Prov. di Siracusa

DVR Appendice DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI. 1 ISTITUTO COMPRENSIVO V. Veneto Comune di Lentini Prov. di Siracusa Rev. 01 27agosto 2014 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI 1 ISTITUTO COMPRENSIVO V. Veneto Comune di Lentini Prov. di Siracusa DVR Appendice Relazione sulla valutazione dei rischi per la salute e la sicurezza

Dettagli

VALUTAZIONE DEI RISCHI DELLA MATERNITÀ E PROCEDURA PER LA GESTIONE IN SICUREZZA

VALUTAZIONE DEI RISCHI DELLA MATERNITÀ E PROCEDURA PER LA GESTIONE IN SICUREZZA VALUTAZIONE DEI RISCHI DELLA MATERNITÀ E PROCEDURA PER LA GESTIONE IN SICUREZZA INDICE 1 SCOPO 2 2 APPLICABILITA E DECORRENZA.. 2 3 ANALISI DEI RISCHI... 3 4 SINTESI DEI RISCHI 3 5 DOCUMENTAZIONE 7 Pagina

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO E CRITERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE A SCUOLA. (in corsivo le indicazioni non previste dalla normativa)

LINEE DI INDIRIZZO E CRITERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE A SCUOLA. (in corsivo le indicazioni non previste dalla normativa) SiRVeSS Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole RETE DI SCUOLE E AGENZIE PER LA SICUREZZA della Provincia di Firenze LINEE DI INDIRIZZO E CRITERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE A SCUOLA

Dettagli

INFORMATIVA VALUTAZIONE DEI RISCHI NEI LUOGHI DI LAVORO TUTELA LAVORATRICI MADRI

INFORMATIVA VALUTAZIONE DEI RISCHI NEI LUOGHI DI LAVORO TUTELA LAVORATRICI MADRI INFORMATIVA VALUTAZIONE DEI RISCHI NEI LUOGHI DI LAVORO TUTELA LAVORATRICI MADRI ISTITUTO COMPRENSIVO GIORGIO GABER..VIA TRIESTE N.85 LIDO DI CAMAIORE (LU). DATA AGGIORNAMENTO: FEBBRAIO 2014 DIRIGENTE

Dettagli

Torino, 26/11/2014 Alle docenti al personale ATA al RLS

Torino, 26/11/2014 Alle docenti al personale ATA al RLS Circolare interna personale docente n. 92 Torino, 26/11/2014 Alle docenti al personale ATA al RLS OGGETTO: informativa relativa alla sicurezza delle lavoratrici gestanti, puerpere o in periodo di allattamento

Dettagli

1. Nomina delle figure preposte alla sicurezza e gli addetti all emergenza (figure sensibili)

1. Nomina delle figure preposte alla sicurezza e gli addetti all emergenza (figure sensibili) SiRVeSS LINEE DI INDIRIZZO E CRITERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE A SCUOLA a cura del gruppo di lavoro Gestione della sicurezza del SiRVeSS (in corsivo le indicazioni non previste dalla normativa) Il Dirigente

Dettagli

La sicurezza a scuola

La sicurezza a scuola La sicurezza a scuola dal dglv 626/94 al Dglv 81/08 Testo unico salute e sicurezza La valutazione dei rischi I principali fattori di rischio nell ambiente scolastico Ministero dell Istruzione, dell Università

Dettagli

LA TUTELA DELLA SICUREZZA E DELLA SALUTE DELLA LAVORATRICE IN GRAVIDANZA E dopo il parto

LA TUTELA DELLA SICUREZZA E DELLA SALUTE DELLA LAVORATRICE IN GRAVIDANZA E dopo il parto PREVENZIONE E TUTELA LA TUTELA DELLA SICUREZZA E DELLA SALUTE DELLA LAVORATRICE IN GRAVIDANZA E dopo il parto TUTELA DELLA MATERNITà D.Lgs. 151/2001 VALUTAZIONE DEI RISCHI D.Lgs. 81/2008 3 Premessa IL

Dettagli

GESTIONE DELLA TUTELA DELLA SICUREZZA E DELLA SALUTE SUL LAVORO DELLE LAVORATRICI GESTANTI, PUERPERE O IN PERIODO DI ALLATTAMENTO In conformità a

GESTIONE DELLA TUTELA DELLA SICUREZZA E DELLA SALUTE SUL LAVORO DELLE LAVORATRICI GESTANTI, PUERPERE O IN PERIODO DI ALLATTAMENTO In conformità a GESTIONE DELLA TUTELA DELLA SICUREZZA E DELLA SALUTE SUL LAVORO DELLE LAVORATRICI GESTANTI, PUERPERE O IN PERIODO DI ALLATTAMENTO In conformità a quanto disposto dal D. Lgs. 26/03/2001 n 151 "Testo unico

Dettagli

estesa a 7 mesi dopo il parto ).

estesa a 7 mesi dopo il parto ). 4.2 L ASTENSIONE DAL LAVORO PRIMA DEL PARTO O ESTESA A 7 MESI DOPO IL PARTO PER MANSIONI O CONDIZIONI DI LAVORO A RISCHIO (SPOSTAMENTO AD ALTRE MANSIONI: ADEMPIMENTI IN MATERIA DI TUTELA DELLA SALUTE E

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA di Mirandola (MO) CORSO DI FORMAZIONE SULLA SICUREZZA DEI LAVORATORI

DIREZIONE DIDATTICA di Mirandola (MO) CORSO DI FORMAZIONE SULLA SICUREZZA DEI LAVORATORI DIREZIONE DIDATTICA di Mirandola (MO) CORSO DI FORMAZIONE SULLA SICUREZZA DEI LAVORATORI (ex Art. 37 D.Lgs. N. 81/2008) Organizzatore del Corso: Direzione Didattica di Mirandola Responsabile e Docente

Dettagli

Alle docenti e non docenti interessate

Alle docenti e non docenti interessate ISTITUTO COMPRENSIVO DI NOVELLARA Scuola dell infanzia, primaria e secondaria di primo grado Oggetto: Valutazione del rischio per la gravidanza ed il puerperio Premessa Alle docenti e non docenti interessate

Dettagli

Punto 1 Introduzione. Punto 2 Oggetto e definizioni

Punto 1 Introduzione. Punto 2 Oggetto e definizioni LINEE GUIDA PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI ED APPLICAZIONE DELLE PROCEDURE DI COMPORTAMENTO PER LA CORRETTA GESTIONE DELLA GRAVIDANZA, DEL PUERPERIO E DELL ALLATTAMENTO FINO A 7 MESI DOPO IL PARTO Punto

Dettagli

Oggetto: Informativa relativa alla sicurezza delle lavoratrici gestanti, puerpere o in periodo di allattamento D.L.vo n. 151/2001, D.L.vo n. 81/2008.

Oggetto: Informativa relativa alla sicurezza delle lavoratrici gestanti, puerpere o in periodo di allattamento D.L.vo n. 151/2001, D.L.vo n. 81/2008. ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI TRESCORE B.RIO Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado Via Lorenzo Lotto, 15-24069 TRESCORE BALNEARIO (BG) Tel 035/940086 Fax 035/945451 www.ictrescorebalneario.it

Dettagli

VALUTAZIONE DEL RISCHIO ai sensi dell art. 28 comma 1 del D. Lgs 81/08 ed in conformità al D.Lgs. 26 marzo 2001, n. 151

VALUTAZIONE DEL RISCHIO ai sensi dell art. 28 comma 1 del D. Lgs 81/08 ed in conformità al D.Lgs. 26 marzo 2001, n. 151 Rev. 0 Pag. 1 di 1 VALUTAZIONE DEL RISCHIO ai sensi dell art. 8 comma 1 del D. Lgs 81/08 ed in conformità al D.Lgs. 6 marzo 001, n. 151 TESTO UNICO DELLE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE IN MATERIA DI TUTELA E

Dettagli

Documento di valutazione di rischi per la maternità (D.lgs 151/01)

Documento di valutazione di rischi per la maternità (D.lgs 151/01) ALLEGATO AL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI AI SENSI DEL D.Lgs. 81/08 Documento di valutazione di rischi per la maternità (D.lgs 151/01) LAVORATRICI GESTANTI, PUERPEREO IN PERIODO DI ALLATTAMENTO Scopo

Dettagli

Il dlgs 81/08 affida al medico competente una duplice funzione: 1 preventiva e collaborativa, da svolgere insieme al dl, il servizio di prevenzione

Il dlgs 81/08 affida al medico competente una duplice funzione: 1 preventiva e collaborativa, da svolgere insieme al dl, il servizio di prevenzione 1 2 Il dlgs 81/08 affida al medico competente una duplice funzione: 1 preventiva e collaborativa, da svolgere insieme al dl, il servizio di prevenzione protezione,rls e lavoratori, consistente nello svolgimento

Dettagli

La direzione generale informa. La sorveglianza sanitaria in azienda

La direzione generale informa. La sorveglianza sanitaria in azienda La direzione generale informa La sorveglianza sanitaria in azienda 27/05/2015 Unità di Staff Ufficio del Medico Competente Resp. Dott. Nunzio Lo Cascio La sorveglianza sanitaria nell AOUP La sorveglianza

Dettagli

CORSO RSPP RISCHIO ALTO

CORSO RSPP RISCHIO ALTO CORSO RSPP RISCHIO ALTO Obiettivi Destinatari Formazione per lo svolgimento da parte del datore di lavoro dei compiti di prevenzione e protezione dei rischi ai sensi dell art.34, comma 2 e 3, del decreto

Dettagli

Per tutelare la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro è necessaria la valutazione globale e documentata di tutti i rischi per la salute e

Per tutelare la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro è necessaria la valutazione globale e documentata di tutti i rischi per la salute e 1 Per tutelare la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro è necessaria la valutazione globale e documentata di tutti i rischi per la salute e sicurezza dei lavoratori finalizzata ad individuare le adeguate

Dettagli

I.C.S. di Almenno S. Salvatore "GIOVANNI XXIII " Viale Europa, 3 24031 ALMENNO S. SALVATORE (BG)

I.C.S. di Almenno S. Salvatore GIOVANNI XXIII  Viale Europa, 3 24031 ALMENNO S. SALVATORE (BG) I.C.S. di Almenno S. Salvatore "GIOVANNI XXIII " Viale Europa, 3 24031 ALMEN S. SALVATORE (BG) D V R G G PER DOCUMENTO di VALUTAZIONE dei RISCHI LE LAVORATRICI GESTANTI, PUERPERE ED IN ALLATTAMENTO FI

Dettagli

ATTORI DELLA SICUREZZA

ATTORI DELLA SICUREZZA Il titolo I del D. Lgs. 81/08 altri materiali 1 ATTORI DELLA SICUREZZA DATORE DI LAVORO DIRIGENTI PREPOSTI LAVORATORI RSPP e ASPP MEDICO COMPETENTE RLS ADDETTI ANTINCENDIO E PRIMO SOCCORSO 2 1 IL NOSTRO

Dettagli

Progetto Labor - Linea 4 Emersì Sicurezza nei luoghi di lavoro ed Emersione del lavoro irregolare

Progetto Labor - Linea 4 Emersì Sicurezza nei luoghi di lavoro ed Emersione del lavoro irregolare Progetto Labor - Linea 4 Emersì Sicurezza nei luoghi di lavoro ed Emersione del lavoro irregolare Prevenzione e promozione della sicurezza Tutela della maternità e della paternità 1 LA TUTELA DELLA MATERNITA

Dettagli

MATERNITA E PATERNITA Gli obblighi e le opportunità per il datore di lavoro

MATERNITA E PATERNITA Gli obblighi e le opportunità per il datore di lavoro MATERNITA E PATERNITA Gli obblighi e le opportunità per il datore di lavoro Pubblicazione a cura di Ufficio della Consigliera di Parità della Provincia di Venezia Direzione Territoriale del Lavoro di Venezia

Dettagli

All.to 10 lavoratrici in gravidanza S E D E D I LAVORATRICI IN GRAVIDANZA ALL.10

All.to 10 lavoratrici in gravidanza S E D E D I LAVORATRICI IN GRAVIDANZA ALL.10 S E D E D I R O M A V I A D E L S E R A F I C O, 1 0 7 LAVORATRICI IN GRAVIDANZA ALL.10-1 - RIFERIMENTI NORMATIVI 1. Testo Unico n. 151/2001 "Testo unico delle disposizioni legislative in materia di tutela

Dettagli

4.1. Organizzazione della sicurezza in ambito scolastico

4.1. Organizzazione della sicurezza in ambito scolastico SiRVeSS Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole Organizzazione della sicurezza in ambito scolastico 4.1 CORSO DI FORMAZIONE PER DIRIGENTI SCOLASTICI E PER DIRETTORI DEI SERVIZI GENERALI

Dettagli

La partecipazione del RLS al processo di valutazione dei rischi

La partecipazione del RLS al processo di valutazione dei rischi La partecipazione del RLS al processo di valutazione dei rischi Oriana Rossi 30 settembre 2009 Sala Congressi - Ente Livornese Scuola Edile - Livorno Definizione normativa di valutazione dei rischi valutazione

Dettagli

Scuola secondaria Statale ITCeG L. Einaudi Documento di valutazione dei rischi per la maternità Revisione n 3 del 16-09-2010

Scuola secondaria Statale ITCeG L. Einaudi Documento di valutazione dei rischi per la maternità Revisione n 3 del 16-09-2010 1/9 Azienda : (D.lgs 151/01) Il presente documento è finalizzato ad identificare la presenza di fattori di rischio per le lavoratrici madri e per individuare le misure di prevenzione e le procedure necessarie

Dettagli

SICUREZZA DEL PERSONALE SCOLASTICO

SICUREZZA DEL PERSONALE SCOLASTICO LA FORMAZIONE SULLA SICUREZZA DEL PERSONALE SCOLASTICO Il D.lvo 81/2008 e le novità introdotte dagli Accordi Stato-Regione del 21 dicembre 2011 Accordo Stato- Regioni Attuazione delle disposizioni del

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA DIREZIONE AMMINISTRATIVA Servizio Statuto e Regolamenti DECRETO Rep. n. 3711-2010 - Prot. n. 75119 Anno 2010 Tit. I Cl. 3 Fasc. 7 Oggetto: Regolamento per la frequenza

Dettagli

La valutazione dei rischi: l autocertificazione. Dr. Duccio Calderini A.S.L. di Varese Servizio Igiene e Sicurezza del Lavoro

La valutazione dei rischi: l autocertificazione. Dr. Duccio Calderini A.S.L. di Varese Servizio Igiene e Sicurezza del Lavoro La valutazione dei rischi: l autocertificazione Dr. Duccio Calderini A.S.L. di Varese Servizio Igiene e Sicurezza del Lavoro VdR: definizione Art. 2 q): valutazione globale e documentata di tutti i rischi

Dettagli

L applicazione del D.Lgs. 81/08 nella scuola

L applicazione del D.Lgs. 81/08 nella scuola L applicazione del D.Lgs. 81/08 nella scuola Novità introdotte dal D.Lgs. 81/08 rispetto al precedente D.Lgs. 626/94 Novità introdotta dal D.Lgs. 106/09 Indicazioni e suggerimenti 6 81 D.Lgs. 81/2008 Attuazione

Dettagli

Allegato al Documento di Valutazione dei rischi

Allegato al Documento di Valutazione dei rischi VALUTAZIONE DEI RISCHI PER LA SICUREZZA E LA SALUTE DELLE LAVORATRICI IN GRAVIDANZA E PUERPERIO Allegato al Documento di Valutazione dei rischi Euservice s.r.l. - Largo Principessa Brancaccio, 2-00027

Dettagli

TUTELA della DONNA in GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO. INFORMAZIONI per le LAVORATRICI

TUTELA della DONNA in GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO. INFORMAZIONI per le LAVORATRICI TUTELA della DONNA in GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO INFORMAZIONI per le LAVORATRICI a cura di: dr.ssa Maria Peresson medico del lavoro. U.O. Medicina del Lavoro Dipartimento di Prevenzione A.S.S. n.1 Triestina;

Dettagli

AUTOCERTIFICAZIONE DELLA VALUTAZIONE DEI RISCHI

AUTOCERTIFICAZIONE DELLA VALUTAZIONE DEI RISCHI Documento unico composto da 10 pagine Si richiede l'apposizione del timbro postale per la data certa. Data / / Firma AUTOCERTIFICAZIONE DELLA VALUTAZIONE DEI RISCHI articolo 17, articolo 28, e articolo

Dettagli

Valutazione dei rischi a tutela della maternità

Valutazione dei rischi a tutela della maternità integrazione del documento di valutazione dei rischi redatto ai sensi del D.lgs. 81/2008 con le disposizioni dettate dal D.lgs. 151/2001 Istituto Comprensivo Statale Via Correggio 80 Busto Garolfo (Mi)

Dettagli

Decreto Legislativo. 9 aprile 2008 n. 81

Decreto Legislativo. 9 aprile 2008 n. 81 Decreto Legislativo Attuazione dell art. 1 della L. 123/2007 in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro 9 aprile 2008 n. 81 D. Lgs. 81/2008 ABROGA: D.P.R. 27 aprile 1955,

Dettagli

RSPP - CARATTERISTICHE

RSPP - CARATTERISTICHE RSPP - CARATTERISTICHE Figura obbligatoria Consulente del Datore di Lavoro La designazione deve essere scritta ed accettata Deve aver frequentato corsi di formazione professionale specifici per il macro-settore

Dettagli

PROGRAMMA CORSI SICUREZZA

PROGRAMMA CORSI SICUREZZA PROGRAMMA CORSI SICUREZZA 1 Formazione Generale Lavoratori Destinatari: Tutti i lavoratori. Dipendenti a tempo indeterminato e determinato, apprendisti, soci lavoratori di cooperativa, associati in partecipazione,

Dettagli

Annarita Castrucci Medico del Lavoro U.O.C. PISLL AUSL Viterbo

Annarita Castrucci Medico del Lavoro U.O.C. PISLL AUSL Viterbo CEFAS GIORNATE DI AGGIORNAMENTO PER I COORDINATORI DELLA SICUREZZA PER LA PROGETTAZIONE E PER L ESECUZIONE DEI LAVORI (ai sensi dell allegato XIV del D.lgs 81/2008 - edizione 2013) LA GESTIONE DEI PROTOCOLLI

Dettagli

RLS (Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza) CHI/COSA IN CHE CASO FORMAZIONE SANZIONI

RLS (Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza) CHI/COSA IN CHE CASO FORMAZIONE SANZIONI RLS (Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza) RLS Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Dall'assunzione del primo lavoratore dipendente. Per questa figura ci sono tre possibilità: 1. I

Dettagli

SOGGETTI AZIENDALI ORGANIZZAZIONE DELLA PREVENZIONE AZIENDALE

SOGGETTI AZIENDALI ORGANIZZAZIONE DELLA PREVENZIONE AZIENDALE In questa unità didattica approfondiremo la conoscenza di alcune figure, già viste in precedenza e che sono presenti anche nel nostro Istituto In particolare parleremo di: datore di lavoro: Dirigente Scolastico;

Dettagli

SORVEGLIANZA SANITARIA in ambiente di lavoro

SORVEGLIANZA SANITARIA in ambiente di lavoro SORVEGLIANZA SANITARIA in ambiente di lavoro Complesso di attività mediche, cliniche e strumentali attuate su una popolazione lavorativa, per quantificarne a livello individuale e di gruppo lo stato di

Dettagli

Definizione termini: Rischio, Pericolo, Danno

Definizione termini: Rischio, Pericolo, Danno Definizione termini: Rischio, Pericolo, Danno PERICOLO: proprietà intrinseca di un fattore (attrezzature, sostanze, pratiche di lavoro ecc.) di poter causare danni RISCHIO: è la probabilità che si verifichino

Dettagli

Check List dei documenti e degli adempimenti inerenti la sicurezza

Check List dei documenti e degli adempimenti inerenti la sicurezza Check List dei documenti e degli adempimenti inerenti la sicurezza Da tenere in cantiere ai sensi del D. Lgs. 81/08 1. Documentazione Generale 01 02 Cartello informativo di cantiere Notifica Preliminare

Dettagli

Seminario su D.Lgs.81/08

Seminario su D.Lgs.81/08 Seminario su D.Lgs.81/08 La Valutazione del Rischio Per individuare le Misure di Prevenzione e Protezione a tutela della Salute e Sicurezza dei lavoratori Piacenza, 17/11/2010 Anna Bosi Dipartimento Sanità

Dettagli

L Articolo 28 del D.Lgs. 81/08 Graziano Frigeri Presidente Assoprev

L Articolo 28 del D.Lgs. 81/08 Graziano Frigeri Presidente Assoprev L Articolo 28 del D.Lgs. 81/08 Graziano Frigeri Presidente Assoprev Il Tour 2014 Nel Novembre 2013 Assoprev ha elaborato una organica proposta di modifica del D. Lgs. 81/08, inviata a tutti i soggetti

Dettagli

-PROGRAMMA DEL CORSO- Metodologia in Aula

-PROGRAMMA DEL CORSO- Metodologia in Aula -PROGRAMMA DEL CORSO- Metodologia in Aula CORSO RSPP DATORE DI LAVORO ALTO RISCHIO 48ORE D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 art. 34 coordinato al D. Lgs. 3 agosto 2009, n. 106 ed Accordo Stato-Regioni del 21

Dettagli

WOMEN IN CHANGE Modena, 27 marzo 2010

WOMEN IN CHANGE Modena, 27 marzo 2010 WOMEN IN CHANGE Modena, 27 marzo 2010 LEGISLAZIONE E NORMATIVE IN MATERIA DI TUTELA E SOSTEGNO DELLA MATERNITA E DELLA PATERNITA IL PUNTO DI VISTA DEL MEDICO DEL LAVORO AUSL di Bologna e Imola Dipartimento

Dettagli

MANUALE DELLE PROCEDURE PER LA SICUREZZA A SCUOLA

MANUALE DELLE PROCEDURE PER LA SICUREZZA A SCUOLA MAN - Pag. 1 di 12 MANUALE DELLE PROCEDURE PER LA SICUREZZA A SCUOLA AI SEN SI DELL AR T. 30 D.Lg Lgs. 81/20 08 MAN - Pag. 2 di 12 Attività di valutazione dei rischi e di predisposizione delle misure di

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI SULLA SICUREZZA E SALUTE NEI LUOGHI DI LAVORO CON PROCEDURE STANDARDIZZATE

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI SULLA SICUREZZA E SALUTE NEI LUOGHI DI LAVORO CON PROCEDURE STANDARDIZZATE Revisione 00 del Pag. 1 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PER LA SALUTE E LA SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO ai sensi degli artt. 17, 28 e 29 del D.Lgs. 81/08 Realizzato secondo le procedure standardizzate

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE FORMATORI EX ART. 37 D.LGS. 81/08 Seminario 1 Formazione generale Moduli 2 e 3

CORSO DI FORMAZIONE FORMATORI EX ART. 37 D.LGS. 81/08 Seminario 1 Formazione generale Moduli 2 e 3 CORSO DI FORMAZIONE FORMATORI EX ART. 37 D.LGS. 81/08 Seminario 1 Formazione generale Moduli 2 e 3 FORMAZIONE GENERALE 3-63 Concetti di rischio e danno Le misure di prevenzione e protezione I soggetti

Dettagli

Ruolo e responsabilità del dirigente scolastico in ordine alla prevenzione e sicurezza sul lavoro. Modena, 30 ottobre 2009

Ruolo e responsabilità del dirigente scolastico in ordine alla prevenzione e sicurezza sul lavoro. Modena, 30 ottobre 2009 Ruolo e responsabilità del dirigente scolastico in ordine alla prevenzione e sicurezza sul lavoro Modena, 30 ottobre 2009 Decreto Legislativo 3 agosto 2009, n. n. 106 "Disposizioni integrative e correttive

Dettagli

L obiettivo di questo corso è quello di fornirvi gli elementi per riflettere su aspetti importanti che riguardano sia il lavoro che la nostra vita

L obiettivo di questo corso è quello di fornirvi gli elementi per riflettere su aspetti importanti che riguardano sia il lavoro che la nostra vita L obiettivo di questo corso è quello di fornirvi gli elementi per riflettere su aspetti importanti che riguardano sia il lavoro che la nostra vita Alcuni dati: andamento storico (Fonte INAIL) Alcuni dati

Dettagli

Disposizioni a tutela e sostegno della maternità e della paternità dei genitori lavoratori

Disposizioni a tutela e sostegno della maternità e della paternità dei genitori lavoratori 02 isposizioni a tutela e sostegno della maternità e della paternità dei genitori lavoratori Introduzione Se il d.lgs.626/94 si occupa di regolare la tutela della salute e la sicurezza dei lavoratori e

Dettagli

PIANI DI LAVORO PER LAVORATORI CON GIUDIZIO DI IDONEITA' CONDIZIONATA REDAZIONE APPROVAZIONE FIRMA DATA

PIANI DI LAVORO PER LAVORATORI CON GIUDIZIO DI IDONEITA' CONDIZIONATA REDAZIONE APPROVAZIONE FIRMA DATA Via Pozzuolo, 330 -- 33100 Udine 'iii' 0432-806113 - ~ 0432-806112 PIANI DI LAVORO PER LAVORATORI CON GIUDIZIO DI IDONEITA' REDAZIONE APPROVAZIONE FIRMA DATA Redazione / Verifica Approvazione RSPP (Responsabile

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO RLS RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA. Art.37 del D. Lgs. 9 Aprile 2008, n.81

PROGRAMMA DEL CORSO RLS RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA. Art.37 del D. Lgs. 9 Aprile 2008, n.81 PROGRAMMA DEL CORSO RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA Art.37 del D. Lgs. 9 Aprile 2008, n.81 Durata del corso Sede del corso 32 ore Ambiente e Lavoro srl Strada Gragnana 17/A 29121 Piacenza

Dettagli

Liceo Majorana Corner Mirano. SICUREZZA A SCUOLA riflessioni

Liceo Majorana Corner Mirano. SICUREZZA A SCUOLA riflessioni Liceo Majorana Corner Mirano SICUREZZA A SCUOLA riflessioni ANNO SCOLASTICO 2011/2012 Molte situazioni di pericolo possono essere evitati con una azione di prevenzione. PERICOLO: la presenza di fattori

Dettagli

Io sottoscritto. nato a: il. Residente in: C.F. : DICHIARO

Io sottoscritto. nato a: il. Residente in: C.F. : DICHIARO TEST DI VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE 2011 PER RESPONSABILE SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE IN BASE ALL APPLICAZIONE DELL ART.34 DEL D.LGS 81/08 CON INTEGRAZIONE INERENTI NUOVI FATTORI DI RISCHIO E QUANTO

Dettagli

LA PREPARAZIONE DELL AZIENDA ALLA VALUTAZIONE DEI RISCHI

LA PREPARAZIONE DELL AZIENDA ALLA VALUTAZIONE DEI RISCHI 9 maggio Belluno LA PREPARAZIONE DELL AZIENDA ALLA VALUTAZIONE DEI RISCHI PROCEDURE STANDARDIZZATE PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI AI SENSI DELL ART. 29 d.lgs. N 81 Decreto Interministeriale del 30 novembre

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI ai sensi del D.Lgs 9 aprile 2008, n. 81 TESTO UNICO SULLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO Azienda: I.I.S. A. GENTILESCHI DI CARRARA via: Sarteschi n. 1 città: Carrara

Dettagli

MODULO A ORE 28. PROGRAMMA CONTENUTI Modulo A1 DURATA

MODULO A ORE 28. PROGRAMMA CONTENUTI Modulo A1 DURATA MODULO A ORE 28 PROGRAMMA CONTENUTI Modulo A1 DURATA Presentazione del corso La filosofia del D.Lgs. 626/94 in riferimento all'organizzazione di un Sistema di Prevenzione aziendale, alle procedure di lavoro,

Dettagli

Il medico competente e la sorveglianza sanitaria. Docente: Dott.ssa Donata Serra SPSAL AUSL Modena

Il medico competente e la sorveglianza sanitaria. Docente: Dott.ssa Donata Serra SPSAL AUSL Modena Il medico competente e la sorveglianza sanitaria Docente: Dott.ssa Donata Serra SPSAL AUSL Modena Modena, 28 marzo 2012 SORVEGLIANZA SANITARIA Definizioni - (Art. 2) SORVEGLIANZA SANITARIA: insieme degli

Dettagli

LA GESTIONE DELLA SICUREZZA IN AZIENDA. Relatore: Ing. Antonio Zaritto Febbraio 2015

LA GESTIONE DELLA SICUREZZA IN AZIENDA. Relatore: Ing. Antonio Zaritto Febbraio 2015 LA GESTIONE DELLA SICUREZZA IN AZIENDA Relatore: Ing. Antonio Zaritto Febbraio 2015 1 Sicurezza aziendale Norme anni 50. Serie di norme assai dettagliate per i vari rischi che si incontrano nelle attività

Dettagli

PROCEDURA PER LE LAVORATRICI IN STATO DI GRAVIDANZA

PROCEDURA PER LE LAVORATRICI IN STATO DI GRAVIDANZA PROCEDURA PER LE LAVORATRICI IN STATO DI GRAVIDANZA RIFERIMENTI NORMATIVI Testo Unico n. 151/2001 "Testo unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternità e della paternità,

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE MODULO A PER RESPONSABILI E ADDETTI AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE (RSPP E ASPP)

CORSO DI FORMAZIONE MODULO A PER RESPONSABILI E ADDETTI AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE (RSPP E ASPP) CORSO DI FORMAZIONE MODULO A PER RESPONSABILI E ADDETTI AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE (RSPP E ASPP) Premessa Il Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP), come definito nel D.Lgs.

Dettagli

LA TUTELA DELLA SICUREZZA E DELLA SALUTE DELLE LAVORATRICI MADRI. Decreto legislativo 26 Marzo 2001 n 151

LA TUTELA DELLA SICUREZZA E DELLA SALUTE DELLE LAVORATRICI MADRI. Decreto legislativo 26 Marzo 2001 n 151 Azienda Ospedaliera G.Salvini 20024 Garbagnate Milanese Ospedale di Garbagnate M.se Unità Operativa Ospedaliera di Medicina del Lavoro (U.O.O.M.L.) Responsabile: Dott. G. Tangredi Tel.: 02.994302.956/201

Dettagli

Domande più frequenti Sulla Sicurezza sul Lavoro (D.Lgs 81/08 e s.m.i.)

Domande più frequenti Sulla Sicurezza sul Lavoro (D.Lgs 81/08 e s.m.i.) Indice: 1. Quali sono le principali leggi di riferimento per gli adempimenti sicurezza sui luoghi di lavoro? 2. Quali sono le aziende che hanno l obbligo di adempiere a quanto previsto dal D.Lgs. 81/08?

Dettagli

Guida pratica. salute e sicurezza della lavoratrice in gravidanza e dopo il parto tutele per i genitori lavoratori

Guida pratica. salute e sicurezza della lavoratrice in gravidanza e dopo il parto tutele per i genitori lavoratori Guida pratica salute e sicurezza della lavoratrice in gravidanza e dopo il parto tutele per i genitori lavoratori GUIDA PRATICA La salute e la sicurezza della lavoratrice in gravidanza e dopo il parto

Dettagli

SORVEGLIANZA SANITARIA E DATI TECNOPATICI

SORVEGLIANZA SANITARIA E DATI TECNOPATICI comparto edilizia movimentazione manuale dei carichi SORVEGLIANZA SANITARIA E DATI TECNOPATICI Lodi, 30/06/2015 Dr. Valerio Stori ASL LODI Requisiti del MC (laurea e specializzazione) Laurea in Medicina

Dettagli

L applicazione del D.Lgs. 81/08 nella scuola

L applicazione del D.Lgs. 81/08 nella scuola LICEO "F. DE SANCTIS" DI PATERNO' L applicazione del D.Lgs. 81/08 nella scuola Materiale prodotto dal Gruppo regionale Sistema di Gestione della Sicurezza - SGS del Revisione e aggiornamento al D.Lgs.

Dettagli

BENVENUTI AL CORSO DI FORMAZIONE per RSPP e ASPP. Filippo Macaluso - Corso di formazione per RSPP e ASPP Modulo A 1

BENVENUTI AL CORSO DI FORMAZIONE per RSPP e ASPP. Filippo Macaluso - Corso di formazione per RSPP e ASPP Modulo A 1 BENVENUTI AL CORSO DI FORMAZIONE per RSPP e ASPP Filippo Macaluso - Corso di formazione per RSPP e ASPP Modulo A 1 MODULO 1 Ruolo di RSPP Presentazione del corso Filippo Macaluso - Corso di formazione

Dettagli

ISTITUTO COLOMBO LAVORATRICI IN STATO DI GRAVIDANZA TORRE DEL GRECO NA

ISTITUTO COLOMBO LAVORATRICI IN STATO DI GRAVIDANZA TORRE DEL GRECO NA ISTITUTO COLOMBO LAVORATRICI IN STATO DI GRAVIDANZA (redatto ai sensi del D.Lgs 81/2008 ) TORRE DEL GRECO NA Riferimenti normativi D. Lgs. n. 151 del 26 marzo 2001: Testo unico delle disposizioni legislative

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE Corso di formazione per i Rappresentanti del Lavoratori per la sicurezza eireferentiperlaprevenzione e sicurezza dei dipartimenti SICUREZZA AMBIENTE IENE IG SERVIZI INTEGRATI

Dettagli

Valutazione dei rischi: il ruolo del Medico competente

Valutazione dei rischi: il ruolo del Medico competente Valutazione dei rischi: il ruolo del Medico competente Graziano Frigeri Medico Competente, Presidente Assoprev L obbligo di collaborazione D.Lgs.81/08 (art. 29) il datore di lavoro ha l obbligo di effettuare

Dettagli

CORSO BASE SULLA SALUTE E SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO

CORSO BASE SULLA SALUTE E SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO LICEO SCIENTIFICO BERTRAND RUSSELL CLES CORSO BASE SULLA SALUTE E SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO D. Lgs. n 81 / 2008 D.Lgs. n 106/2009 Modulo 1: le norme PROGRAMMA DEL CORSO: Evoluzione del quadro legislativo

Dettagli

DUVRI è il software che consente di valutare i rischi di eventuali interferenze in caso di lavori di appalto/subappalto, forniture e servizi.

DUVRI è il software che consente di valutare i rischi di eventuali interferenze in caso di lavori di appalto/subappalto, forniture e servizi. LAVORO SYSTEM (Comprensivo di DUVRI) Prezzo: 970,00 + IVA Per i Soci AIAS: 776,00 + IVA Lavoro System è il software per la gestione completa della sicurezza nei luoghi di lavoro aggiornato al D.Lgs. n.81

Dettagli

CORSO SULLA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO per Dirigenti Scolastici

CORSO SULLA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO per Dirigenti Scolastici CORSO SULLA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO per Dirigenti Scolastici Il Dirigente Scolastico e la sicurezza nella scuola. Una bussola per orientarsi nel mare magnum delle nuove norme Anno Scolastico 2012/2013

Dettagli

Corso di formazione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.

Corso di formazione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Ente di formazione accreditato dalla Regione Siciliana Corso di formazione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Page1 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO IN MATERIA

Dettagli

INFORMATIVA PER LA SALVAGUARDIA DELLA SALUTE E SICUREZZA PROPRIA NONCHE' DI TERZI

INFORMATIVA PER LA SALVAGUARDIA DELLA SALUTE E SICUREZZA PROPRIA NONCHE' DI TERZI INFORMATIVA PER LA SALVAGUARDIA DELLA SALUTE E SICUREZZA PROPRIA NONCHE' DI TERZI Dlgs81/2008 Prot. n. 995/A5 Aulla, 05/03/2015 Oggetto: 1. Definizione di Lavoratore, all art. 2 comma 1 lettera - D.Lgs.

Dettagli

Documento di Valutazione dei Rischi per SCI CLUB

Documento di Valutazione dei Rischi per SCI CLUB IL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI OCCUPAZIONALI A SUPPORTO DELLE ATTIVITÀ SPORTIVE DI UNO SCI CLUB - Pag. 1 di 15 - RACCOLTA INFORMAZIONI INIZIALI Realtà operativa Dati dello Sci Club, tipologia di

Dettagli

IL DL D.Lgs. 9 aprile 2008 81/2008 Attuazione dell'articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro (G.U. n. 101 del 30 aprile 2008)

Dettagli

PROCEDURA DI GESTIONE LAVORATRICI MADRI

PROCEDURA DI GESTIONE LAVORATRICI MADRI GRUPPO DI RIFERIMENTO PER LA SALUTE E LA SICUREZZA PROCEDURA DI GESTIONE LAVORATRICI MADRI REVISIONE DATA emissione 10/05/2007 1 14/12/2012 IL REFERENTE DEL GRUPPO DI LAVORO Ing. Alessandro Selbmann IL

Dettagli

SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO: AUTOCERTIFICAZIONE E DOCUMENTO DIVALUTAZIONE DEI RISCHI VITERBO, 22/02/2013

SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO: AUTOCERTIFICAZIONE E DOCUMENTO DIVALUTAZIONE DEI RISCHI VITERBO, 22/02/2013 SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO: AUTOCERTIFICAZIONE E DOCUMENTO DIVALUTAZIONE DEI RISCHI VITERBO, 22/02/2013 1 A CURA DELLA SOCIETA SISTHEMA & ANALISI S.r.l. Certificata ISO 9001:2008 settore EA37: progettazione

Dettagli

SISTEMA DI GESTIONE SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

SISTEMA DI GESTIONE SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO -0-01/08/2014 1 di 10 SISTEMA DI GESTIONE SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO Ex art. 30 DECRETO LEGISLATIVO 9 aprile 2008 n. 81 e successive integrazioni e modificazioni redatto secondo le Linee Guida UNI INAIL

Dettagli

D.Lgs. 81/08 I FATTORI DI RISCHIO. Dott. Sergio Biagini Tecnico della Prevenzione

D.Lgs. 81/08 I FATTORI DI RISCHIO. Dott. Sergio Biagini Tecnico della Prevenzione D.Lgs. 81/08 I FATTORI DI RISCHIO Dott. Sergio Biagini Tecnico della Prevenzione D.Lgs. 81/08 Fattori di rischio Identificazione delle principali tipologie di fattori di rischio RISCHI PER LA SICUREZZA

Dettagli

REQUISITI DI AMMISSIONE AL PERCORSO:

REQUISITI DI AMMISSIONE AL PERCORSO: CORSO RLS DA 32 ORE REQUISITI DI AMMISSIONE AL PERCORSO: Per gli stranieri si deve accertare la capacità di espressione e di comprensione orale e scritta della lingua italiana, a un livello tale da consentire

Dettagli

Liceo T. Mamiani. Viale delle Milizie, 30 Roma. Febbraio 2014

Liceo T. Mamiani. Viale delle Milizie, 30 Roma. Febbraio 2014 .. Arch. Cristina Maiolati Via U. Saba,72 Roma Via Ulisse 28 S. F. Circeo (LT) c. maiolati@tiscali.it DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI redatto ai sensi dell art. 26 C. 3 del D.Lgvo. 81/08 Febbraio 2014

Dettagli

Prevenzione nel settore della sanità: esperienze del Servizio PSAL

Prevenzione nel settore della sanità: esperienze del Servizio PSAL Prevenzione nel settore della sanità: esperienze del Servizio PSAL Milano, 6 novembre 2012 Intervento a cura di: Dip. Prev. Medico S.c. P.S.A.L. Progetto ospedali 2000-2001 La filosofia: affrontare temi

Dettagli

L agenda in materia di sicurezza del Dirigente Scolastico Controlli, Adempimenti ed Aggiornamenti

L agenda in materia di sicurezza del Dirigente Scolastico Controlli, Adempimenti ed Aggiornamenti Q. & S. - Qualità & Sicurezza S.r.l. L agenda in materia di sicurezza del Dirigente Scolastico Controlli, Adempimenti ed Aggiornamenti All inizio di ogni anno il Dirigente di ciascun Istituto Scolastico

Dettagli

LA FORMAZIONE IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA DEI LAVORATORI DELLA SCUOLA SECONDO L ACCORDO STATO REGIONI DEL 21 DICEMBRE 2011

LA FORMAZIONE IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA DEI LAVORATORI DELLA SCUOLA SECONDO L ACCORDO STATO REGIONI DEL 21 DICEMBRE 2011 LA FORMAZIONE IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA DEI LAVORATORI DELLA SCUOLA SECONDO L ACCORDO STATO REGIONI DEL 21 DICEMBRE 2011 Alessandro PALESE Direzione Sanità Regione Piemonte 17 ottobre 2013 IIS A.

Dettagli

CONCETTI E DEFINIZIONI

CONCETTI E DEFINIZIONI Contenuti del DVR CONCETTI E DEFINIZIONI Valutazione globale e documentata di tutti i rischi per la salute e sicurezza dei lavoratori presenti nell ambito dell organizzazione in cui essi prestano la propria

Dettagli

Datore di lavoro e il dirigente

Datore di lavoro e il dirigente Datore di lavoro e il dirigente Mancata effettuazione della Valutazione dei rischi (VDR) e adozione del documento in collaborazione con l RSPP e il MC Mancata nomina del RSPP (anche se svolto direttamente)

Dettagli

Corso di Formazione Professionale per RSPP e ASPP (con docenti)

Corso di Formazione Professionale per RSPP e ASPP (con docenti) Corso di Formazione Professionale per RSPP e ASPP (con docenti) Ai sensi all Accordo Stato-Regioni del 26.01.2006 n 2407 (G.U. 14.02.2006 n 37) su direttive dell ex DLgs 195/03 e del vigente DLgs 81/08

Dettagli

Dott. Giuseppe Smecca. RSPP ASP Ragusa. Medico Competente e RSPP: Dalla Collaborazione alla Sinergia SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE

Dott. Giuseppe Smecca. RSPP ASP Ragusa. Medico Competente e RSPP: Dalla Collaborazione alla Sinergia SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE Dott. Giuseppe Smecca RSPP ASP Ragusa Medico Competente e RSPP: Dalla Collaborazione alla Sinergia 1 Decreto legislativo n.81 del 9 aprile 2008, Testo coordinato con il d.lgs. 3 agosto 2009, n. 106 TESTO

Dettagli