JAVASCRIPT. Tale file è associato alla pagina web mediante il tag

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "JAVASCRIPT. Tale file è associato alla pagina web mediante il tag

1 JAVASCRIPT Introduzione Con l HTML siamo in grado di realizzare pagine web statiche. Con il linguaggio Javascript, invece, possiamo interagire modificando il contenuto della pagina. Il linguaggio javascript è utilizzato esclusivamente a supporto della pagina web. Le istruzioni Javascript si utilizzano principalmente in risposta ad eventi particolari degli elementi della pagina: (CLICCARE su un pulsante o un immagine, TRASCINARE o PASSARE il mouse sopra un elemento della pagina, CAMBIARE il contenuto di una casella di testo, ecc). Il modo migliore di utilizzare le istruzioni Javascript è quello di scriverle in un file apposito, di estensione JS, raggruppate in funzioni, e di richiamarle nella pagina web. Tale file è associato alla pagina web mediante il tag <script> inserito nella sezione <head> con la seguente sintassi: <head> <script SRC = nomefile.js></script> </head> Variabile La variabile è uno spazio di memoria riservato a contenere dei dati. Si può quindi pensare ad una variabile, in modo intuitivo, come ad uno speciale contenitore di dati ( numeri, stringhe o valori di verità). Per creare una variabile si utilizza la parola riservata var seguita dal nome scelto per tale variabile (identificatore). var voti; Osservazione: var materie ; var miei_libri; Il nome di una variabile: è case sensitive, cioè fa distinzione tra maiuscolo e minuscolo; non può mai iniziare con una cifra; non può essere una parola riservata (come var, if, else, for, while, ecc.)

2 Per assegnare un valore si utilizza il simbolo =. var materie; (crea la variabile materie in modo generico senza specificarne il tipo) materie = italiano ; (materie contiene la stringa italiano) materie = 5 ; (materie assume il valore 5) Come si vede da questo esempio, le variabili javascript non sono fortemente tipizzate, cioè la stessa variabile può essere utilizzata (nella stessa funzione) per tutti i tipi di dati (stringa, numero o valore di verità). Ciò però potrebbe portare ad errori difficilmente rilevabili è quindi sempre preferibile utilizzarle esclusivamente con la stessa tipologia di dati. Quando si definiscono più variabili è possibile utilizzare una sola volta var e separare i nomi con la virgola (var giorni, mesi, voti), inoltre è possibile assegnare un valore iniziale (inizializzazione) contestualmente alla creazione (var mese = maggio ;) Dati Stringa Una stringa è una sequenza di simboli della tastiera (caratteri alfanumerici). Per assegnare una stringa ad una variabile si utilizzano le virgolette doppie ( ) o quelle semplici ( ) con la seguente sintassi: var esito; esito= giudizio sospeso ; (è preferibile) esito = giudizio sospeso ; Osservazione: Un numero può essere visto come tale o come stringa. var dato; dato = 6; (alla variabile dato è assegnato un numero) dato = 6 ; (alla variabile dato è assegnata una stringa) Dati Numerici Per assegnare un valore numerico ad una variabile si utilizza la seguente sintassi: var voto; voto =8; voto 3.15;

3 Osservazione: Un valore numerico non deve iniziare con uno zero (se scrivo il numero con lo zero si intende la numerazione a base otto ); I numeri possono essere positivi o negativi; Il separatore decimale è il punto. Valori di Verità I dati di questo tipo sono solo due: true (vero) e false (falso). var esito = false; (assegnazione contestuale alla creazione della variabile) var controllo = true; Funzioni Possiamo definire una funzione come un insieme di istruzioni finalizzate ad ottenere un determinato effetto sulla pagina web ed a fornire (non sempre) un risultato. Per creare una funzione si utilizza la parola riservata function seguita da un nome scelto e da eventuali parametri racchiusi da parentesi tonde (la parentesi sono obbligatorie anche se non si utilizzano parametri). Le istruzioni vanno scritte all interno di una coppia di parentesi graffe { }. function MiaFunzione ( ) { Istruzione 1; Istruzione 2; Istruzione 3;... return istruzione 4; (questa istruzione è opzionale) } Operatori Aritmetici + è utilizzato per sommare due variabili numeriche (es. a+b); Osservazione:

4 se a e b non fossero numeri, ma stringhe, tale operatore restituirebbe l unione delle due stringhe (le stringhe concatenate) a = Marco ; b = Rossi ; a+b conterrà la stringa Marco Rossi ; - (sottrazione); * (prodotto). / (divisione) % è utilizzato per ottenere il resto della divisione tra due numeri a % b, se a = 10 e b = 3, darà 1. Operatori di Confronto == (a == b controlla se a e b sono uguali, restituendo true in tal caso); Osservazione: l istruzione a = b si utilizza per assegnare ad a lo stesso valore di b, non per confrontarne i valori come a == b.!= (a!= b controlla se a e b sono diversi, restituendo true in tal caso); > (a > b controlla se a è maggiore di b, restituendo true in tal caso); >= (a >= b controlla se a è maggiore o uguale di b, restituendo true in tal caso < (a < b controlla se a è minore di b, restituendo true in tal caso); <= (a <= b controlla se a è minore o uguale di b, restituendo true in tal caso var esito, insufficienza, voto_matematica; insufficienza = 5; voto_matematica = 4; esito = voto_matematica > insufficienza; alla variabile esito è assegnato il valore dell espressione voto_matematica > insufficienza e, poiché tale espressione restituisce false (4 non è maggiore di 5), esito avrà valore false. Controllo di flusso - Selezione IF... ELSE Le istruzioni javascript vengono eseguite in modo sequenziale (come quelle HTML), però, a differenza di quest ultimo, javascript mette a disposizione delle istruzioni che permettono di modificare tale ordine.

5 IF... ELSE consente di valutare una determinata condizione e di eseguire delle determinate istruzioni a seconda del valore di tale condizione, saltando ad altre istruzioni specificate con ELSE (opzionale) se tale condizione non fosse soddisfatta. La sua sintassi è la seguente: IF (test_condizione) { ELSE { istruzione 1; istruzione 2;... } istruzione 3; istruzione 4;... } Quindi se la condizione test_condizione risulta verificata verranno eseguite le istruzioni: istruzione 1, istruzione 2,..., diversamente, se tale condizione non risultasse vera verranno eseguite le istruzioni: istruzione 3, istruzione 4,..., quindi i due gruppi di istruzioni delimitati dalle parentesi graffe sono alternativi. var numero, risultato; numero = 7; risultato = ; if (numero % 2 == 0) else risultato = Pari ; risultato = Dispari ; In questo caso abbiamo creato due variabili: numero e risultato. Inizialmente alla prima è stato assegnato il valore 7 ed alla seconda la stringa vuota (all interno delle virgolette non c è niente). L istruzione if verifica se il resto della divisione di numero per 2 è uguale a 0, in tal caso alla variabile risultato viene assegnata la stringa Pari, diversamente (se il resto non fosse uguale a 0) alla variabile risultato avremmo assegnato la stringa Dispari.

6 Osservazione: È ovvio che in questo script alla variabile risultato verrà sempre assegnato il valore Pari in quanto numero avrà sempre valore 7. Se lo script venisse modificato in modo tale da avere valori numerici differenti allora, conseguentemente, risultato potrebbe assumere anche il valore Dispari. Istruzione di ripetizione FOR L istruzione FOR permette di eseguire un determinato gruppo di istruzioni per un numero di volte prestabilito. Essa presenta la seguente sintassi: FOR (inizializzazione; controllo; incremento) { istruzione 1; istruzione 2;... } Inizializzazione è solitamente costituito da una variabile di controllo alla quale viene assegnato un valore iniziale; controllo invece impone un limite al valore che la variabile di controllo può assumere; incremento, infine, stabilisce come cambia il valore di tale variabile. var numero, risultato; numero = 2; risultato = 1; for (i = 1; i <= 3; i++) risultato = risultato * numero; Il seguente codice utilizza la variabile numero, con valore iniziale uguale a 2, e la variabile risultato, inizialmente uguale ad 1. L istruzione risultato = risultato * numero è quella che viene ripetuta tre volte: la variabile di controllo i, inizialmente con valore 1, in ogni ripetizione viene incrementata, in automatico, di una unità (i++ vuol dire aumentare di uno la variabile i) fino a quando essa assumerà il valore 4. La logica è quella di ripetere una o più istruzioni fin quando una determinata condizione è vera, in questo caso, quindi, finché i avrà valore minore o uguale a 3 ci sarà ripetizione. Quando la variabile i avrà assunto il valore 4, poiché la condizione i <= 3 risulterà falsa, l istruzione non sarà più ripetuta e si passerà a tutte le istruzioni esterne (successive) al ciclo for. Le variabili utilizzate, di volta in volta, avranno i seguenti valori: inizio del ciclo for : valore iniziale di i = 1, numero = 2, risultato = 1,; seconda esecuzione: i = 2 (primo incremento di i), numero = 2, risultato = 2;

7 terza ripetizione: i = 3 (secondo incremento di i), numero = 2, risultato = 4; dopo la terza ripetizione: i = 4 (terzo incremento di i), numero = 2, risultato = 8; al momento di eseguire nuovamente il ciclo for, adesso, il controllo i <= 3 risulterà falso per cui si uscirà dalla ripetizione con il valore finale di risultato uguale ad 8. Eventi Come accennato nell introduzione, javascript interagisce con una pagina web in risposta a determinati eventi (azioni) di elementi della pagina (un pulsante, un immagine, un link, ecc.). I principali eventi sono: onclick (click con il tasto sinistro del mouse) ondblclick (doppio click del mouse) onmouseover (passaggio con il mouse sopra un elemento) onmouseout (quando il puntatore del mouse lascia un elemento) ondragdrop onkeypress (quando si trascina un oggetto con il mouse) (pressione e rilascio di un tasto della tastiera) onhelp (pressione del tasto F1) onload (apertura di una pagina web) onchange onfocus (si verifica quando il contenuto di una casella di testo cambia) (quando un elemento è momentaneamente con il focus, diventa attivo) onblur (quando un elemento perde il focus, non è più attivo) Tutti questi eventi (ed altri) vengono specificati come particolari attributi di tag della pagina web, associando ad essi una particolare funzione javascript. Ad esempio, volendo che cliccando su una determinata immagine imma.jpg della mia pagina venga eseguita la funzione blabla() scriverò: <img src=imma.jpg onclick=blabla()> Allo stesso modo, se al cambiare del contenuto di una casella di testo volessi eseguire la funzione bo(), scriverò: <input type=text onchange=bo()> Si viene così a stabilire un collegamento con alcuni eventi di elementi della pagina e le funzioni javascript.

8 Viceversa, è possibile modificare gli attributi di alcuni elementi della pagina web mediante istruzioni contenute nelle funzioni create con javascript. Questo è realizzabile in quanto ogni elemento di una pagina web è identificato in modo univoco da un particolare attributo chiamato id. L attributo id, come un nome, è associato ad un unico elemento della pagina, perciò, richiamando l id corrispondente da javascript, potremmo leggere e/o modificare gli attributi di tale elemento. Ad esempio, supponiamo che una pagina contenga il seguente elemento (casella di testo): <input type=text id=testo1 value= bla bla >, quindi con id di valore testo1, con javascript possiamo creare una variabile che rappresenti tale elemento (la casella di testo) richiamando il suo id: VAR casella1; casella1=document.getelementbyid( testo1 ); in tal modo, adesso, ogni modifica su questa variabile si rifletterà sulla casella di testo corrispondente. Ad esempio: casella1.value= nuovo valore bla bla, cambierà il valore di tale casella, casella1.style.backgroundcolor= red, cambierà il colore di sfondo in rosso, casella1.style.color= blue, assegna il colore blu al testo della casella, casella1.disabled=true, disabilita tale elemento (non sarà possibile scrivere in tale casella), casella1.style.visibility= hidden (oppure visible ) permette di nascondere (o rendere visibile) la casella di testo. alert(casella1.value) farà apparire una finestrella di avviso avente come messaggio il valore di casella1. ecc. È importante sottolineare come tali istruzioni permettano di modificare o solamente leggere i corrispondenti attributi dell elemento considerato (nell esempio la casella di testo). getelementbyid è una delle tante istruzioni predefinite del linguaggio javascript. Altre istruzioni di utilizzo frequente (già utilizzate in qualche esempio) sono: alert( messaggio ) permette di visualizzare un messaggio di avvertimento per l utente; confirm( messaggio ) consente all utente di confermare, cliccando su OK, o di annullare una scelta o una operazione. L azione dell utente (true o false) può essere memorizzata in una variabile: scleta=confirm(...; prompt( messaggio, testo iniziale ) acquisisce l input che l utente inserisce in una casella di testo. È possibile far apparire in questa casella un testo predefinito.

9 Conclusione La seguente guida costituisce una introduzione al linguaggio javascript, quindi è necessariamente parziale e generica su molti aspetti di tale linguaggio. Chi volesse approfondire tale linguaggio è invitato a consultare i manuali cartacei o le numerose dispense disponibili sulla Rete, anche gratuitamente.

Metodologie Informatiche applicate al Turismo

Metodologie Informatiche applicate al Turismo Metodologie Informatiche applicate al Turismo 11. Realizzare Siti Dinamici e Applicazioni Web Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo milazzo di.unipi.it

Dettagli

Struttura logica di un programma

Struttura logica di un programma Struttura logica di un programma Tutti i programmi per computer prevedono tre operazioni principali: l input di dati (cioè l inserimento delle informazioni da elaborare) il calcolo dei risultati cercati

Dettagli

Esploriamo Javascript! 1 di Ivan Venuti

Esploriamo Javascript! 1 di Ivan Venuti Esploriamo Javascript! 1 di Ivan Venuti L Html è stato pensato (e creato) per presentare contenuti statici che, visualizzati da utenti diversi, diano sempre lo stesso risultato. Per sopperire a questa

Dettagli

1 JavaScript: generalità

1 JavaScript: generalità 1 JavaScript: generalità JavaScript (di seguito abbreviato in JS) è un linguaggio di scripting (linguaggio usato per definire degli script, dei piccoli programmi di utilità, composti anche di sole poche

Dettagli

Appunti del corso di Informatica 1. 6 Introduzione al linguaggio C

Appunti del corso di Informatica 1. 6 Introduzione al linguaggio C Università di Roma Tre Dipartimento di Matematica e Fisica Corso di Laurea in Matematica Appunti del corso di Informatica 1 (IN110 Fondamenti) 6 Introduzione al linguaggio C Marco Liverani (liverani@mat.uniroma3.it)

Dettagli

Corso Base. Liceo Norberto Rosa Bussoleno Prof. Angelo GIORGIO

Corso Base. Liceo Norberto Rosa Bussoleno Prof. Angelo GIORGIO Corso Base Liceo Norberto Rosa Bussoleno Prof. Angelo GIORGIO Java Java è un Linguaggio di Programmazione orientato agli oggetti. Un Linguaggio di Programmazione è un linguaggio ad alto livello, dotato

Dettagli

EXCEL FINESTRA DI EXCEL BARRE PRINCIPALI CARTELLA DI LAVORO BARRE DI SPOSTAMENTO

EXCEL FINESTRA DI EXCEL BARRE PRINCIPALI CARTELLA DI LAVORO BARRE DI SPOSTAMENTO EXCEL FINESTRA DI EXCEL BARRE PRINCIPALI CARTELLA DI LAVORO BARRE DI SPOSTAMENTO BARRE PRINCIPALI GESTIONE FILE BARRA DEI MENU BARRA STANDARD Nuovo: si crea un nuovo foglio Apri: si carica un foglio da

Dettagli

Strumenti a disposizione

Strumenti a disposizione FORM Strumenti a disposizione L'HTML visto fino ad ora permette di descrivere solo documenti statici e passivi Colori, immagini, testi, etc... L'utente può solo interagire con i link Non sempre questo

Dettagli

Appunti del corso di Informatica 1 (IN110 Fondamenti) 6 Introduzione al linguaggio C

Appunti del corso di Informatica 1 (IN110 Fondamenti) 6 Introduzione al linguaggio C Università di Roma Tre Facoltà di Scienze M.F.N. Corso di Laurea in Matematica Appunti del corso di Informatica 1 (IN110 Fondamenti) 6 Introduzione al linguaggio C Marco Liverani (liverani@mat.uniroma3.it)

Dettagli

Gli algoritmi: definizioni e proprietà

Gli algoritmi: definizioni e proprietà Dipartimento di Elettronica ed Informazione Politecnico di Milano Informatica e CAD (c.i.) - ICA Prof. Pierluigi Plebani A.A. 2008/2009 Gli algoritmi: definizioni e proprietà La presente dispensa e da

Dettagli

La selezione binaria

La selezione binaria Andrea Marin Università Ca Foscari Venezia Laurea in Informatica Corso di Programmazione part-time a.a. 2011/2012 Introduzione L esecuzione di tutte le istruzioni in sequenza può non è sufficiente per

Dettagli

LUdeS Informatica 2 EXCEL. Prima parte AA 2013/2014

LUdeS Informatica 2 EXCEL. Prima parte AA 2013/2014 LUdeS Informatica 2 EXCEL Prima parte AA 2013/2014 COS E EXCEL? Microsoft Excel è uno dei fogli elettronici più potenti e completi operanti nell'ambiente Windows. Un foglio elettronico è un programma che

Dettagli

Esercizi di JavaScript

Esercizi di JavaScript Esercizi di JavaScript JavaScript JavaScript é un linguaggio di programmazione interpretato e leggero, creato dalla Netscape. E' presente a patire da Netscape 2 in tutti i browser ed é dunque il linguaggio

Dettagli

Prof. Giuseppe Chiumeo. Avete già studiato che qualsiasi algoritmo appropriato può essere scritto utilizzando soltanto tre strutture di base:

Prof. Giuseppe Chiumeo. Avete già studiato che qualsiasi algoritmo appropriato può essere scritto utilizzando soltanto tre strutture di base: LA STRUTTURA DI RIPETIZIONE La ripetizione POST-condizionale La ripetizione PRE-condizionale INTRODUZIONE (1/3) Avete già studiato che qualsiasi algoritmo appropriato può essere scritto utilizzando soltanto

Dettagli

Utilizzo del linguaggio Basic utilizzando l interfaccia di Excel Silvia Patacchini

Utilizzo del linguaggio Basic utilizzando l interfaccia di Excel Silvia Patacchini Introduzione all utilizzo di Visual Basic for Application Utilizzo del linguaggio Basic utilizzando l interfaccia di Excel Silvia Patacchini PROGRAMMAZIONE Insieme delle attività da svolgersi per creare

Dettagli

Introduzione all'uso di

Introduzione all'uso di Introduzione all'uso di Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica.

Dettagli

www.wlascuola.4000.it

www.wlascuola.4000.it 1 Cenni di programmazione Risolvere un problema significa trovare un procedimento che consenta di produrre i risultati, a partire dai dati iniziali, attraverso un processo di elaborazione. La metodologia

Dettagli

Arduino: Programmazione

Arduino: Programmazione Programmazione formalmente ispirata al linguaggio C da cui deriva. I programmi in ARDUINO sono chiamati Sketch. Un programma è una serie di istruzioni che vengono lette dall alto verso il basso e convertite

Dettagli

Algebra Booleana ed Espressioni Booleane

Algebra Booleana ed Espressioni Booleane Algebra Booleana ed Espressioni Booleane Che cosa è un Algebra? Dato un insieme E di elementi (qualsiasi, non necessariamente numerico) ed una o più operazioni definite sugli elementi appartenenti a tale

Dettagli

Siti interattivi e dinamici. in poche pagine

Siti interattivi e dinamici. in poche pagine Siti interattivi e dinamici in poche pagine 1 Siti Web interattivi Pagine Web codificate esclusivamente per mezzo dell HTML non permettono alcun tipo di interazione con l utente, se non quella rappresentata

Dettagli

Libreria standard Java possiede un enorme libreria di classi standard organizzata in vari package che raccolgono le classi secondo un organizzazione

Libreria standard Java possiede un enorme libreria di classi standard organizzata in vari package che raccolgono le classi secondo un organizzazione Libreria standard Java possiede un enorme libreria di classi standard organizzata in vari package che raccolgono le classi secondo un organizzazione basata sul campo d utilizzo. I principali package sono:

Dettagli

Esercizi di Excel. Parte terza

Esercizi di Excel. Parte terza Esercizi di Excel Parte terza Questa settimana verranno presentati alcuni esercizi sull'uso delle funzioni e della formattazione condizionale. In caso di domande, richieste od altro ancora non esitate

Dettagli

Foglio elettronico. OpenOffice.org Calc 1.1.3

Foglio elettronico. OpenOffice.org Calc 1.1.3 Foglio elettronico OpenOffice.org Calc 1.1.3 PRIMI PASSI CON IL FOGLIO ELETTRONICO Aprire il programma Menu Avvio applicazioni Office OpenOffice.org Calc. Chiudere il programma Menu File Esci. Pulsanti

Dettagli

ALCUNI ESEMPI DI DATI 6,28 numerico costante

ALCUNI ESEMPI DI DATI 6,28 numerico costante Scheda 21 JAVA SCRIPT I DATI DATI E TIPI DI DATI In una elaborazione i dati sono l elemento essenziale: senza dati non c è elaborazione. Si possono avere dati VARIABILI e dati COSTANTI oppure dati NUMERICI

Dettagli

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico 1 Finestra principale di Excel 2 Finestra principale di Excel Questi pulsanti servono per ridurre ad icona, ripristinare e chiudere la finestra dell applicazione.

Dettagli

Lezione 4 Introduzione a Microsoft Excel Parte Prima

Lezione 4 Introduzione a Microsoft Excel Parte Prima Lezione 4 Introduzione a Microsoft Excel Parte Prima Cenni preliminari... 1 Elementi sullo schermo... 2 Creazione di una cartella di lavoro... 3 Utilizzo di celle e intervalli... 3 Gestione della cartella

Dettagli

Guida all uso del foglio elettronico Excel Lezioni ed esercizi

Guida all uso del foglio elettronico Excel Lezioni ed esercizi Lezioni di EXCEL Guida all uso del foglio elettronico Excel Lezioni ed esercizi 1 Il foglio elettronico Excel Excel è un foglio elettronico che consente di effettuare svariate operazioni nel campo matematico,

Dettagli

Automatizzare i compiti ripetitivi. I file batch. File batch (1) File batch (2) Visualizzazione (2) Visualizzazione

Automatizzare i compiti ripetitivi. I file batch. File batch (1) File batch (2) Visualizzazione (2) Visualizzazione Automatizzare i compiti ripetitivi I file batch Anno accademico 2000-01 1 Spesso capita di dover eseguire ripetutatmente una data sequenza di comandi Introdurli uno a uno da tastiera è un processo lento

Dettagli

Lezione del 31/05/2010 - Foglio elettronico e didattica

Lezione del 31/05/2010 - Foglio elettronico e didattica Lezione del 31/05/2010 - Foglio elettronico e didattica Attività della giornata lezione sul foglio elettronico generalità indirizzi delle celle, indirizzi relativi indirizzi di aree di celle, nomi delle

Dettagli

FORMULE: Operatori matematici

FORMULE: Operatori matematici Formule e funzioni FORMULE Le formule sono necessarie per eseguire calcoli utilizzando i valori presenti nelle celle di un foglio di lavoro. Una formula inizia col segno uguale (=). La formula deve essere

Dettagli

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Lezione 1 Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Definizione di utente e di programmatore L utente è qualsiasi persona che usa il computer anche se non è in grado di programmarlo

Dettagli

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php MODULO 3 Microsoft Excel TEST ED ESERCIZI SU: http:///ecdl/excel/index.php Foglio Elettronico - SpreadSheet Un foglio elettronico (in inglese spreadsheet) è un programma applicativo usato per memorizzare

Dettagli

NOZIONI BASE SHELL E SCRIPT LINUX

NOZIONI BASE SHELL E SCRIPT LINUX NOZIONI BASE SHELL E SCRIPT LINUX Aggiornato al 11 gennaio 2006 Ermes ZANNONI (ermes@zannoni.to.it) (http://www.zannoni.to.it) Indice : 1. Introduzione 2. La Shell 2.1 Comandida Shell 2.1.1 File e directory

Dettagli

Guida completa su Javascript

Guida completa su Javascript Guida completa su Javascript Cap 1 - Introduzione alla programmazione 1.1 - Nascita di JavaScript 1.2 - Incorporare JS nell'html 1.3 - Collegare un JS esterno 1.4 - Fornire un alternativa ai browser non

Dettagli

LAVORO ESTIVO DI INFORMATICA CLASSE 2O

LAVORO ESTIVO DI INFORMATICA CLASSE 2O LAVORO ESTIVO DI INFORMATICA CLASSE 2O PER COLORO CHE HANNO AVUTO LA SOSPENSIONE DEL GIUDIZIO, GLI ESERCIZI SVOLTI DEVONO ESSERE CONSEGNATI TASSATIVAMENTE IL GIORNO DELL'ESAME SCRITTO. A CHI È STATO ASSEGNATO

Dettagli

Corso di Visual Basic (Parte 8)

Corso di Visual Basic (Parte 8) Corso di Visual Basic (Parte 8) di MAURIZIO CRESPI Questo mese il corso di programmazione in Visual Basic focalizza la propria attenzione sulle procedure, talvolta dette subroutine L oggetto dell ottava

Dettagli

Guida OpenOffice.org Impress

Guida OpenOffice.org Impress Guida OpenOffice.org Impress Introduzione ad Impress IMPRESS è un programma nato per creare presentazioni e lezioni di aspetto professionale. È un programma inserito nella versione standard del pacchetto

Dettagli

PHP. A. Lorenzi, R. Giupponi, D. Iovino LINGUAGGI WEB. LATO SERVER E MOBILE COMPUTING Atlas. Copyright Istituto Italiano Edizioni Atlas

PHP. A. Lorenzi, R. Giupponi, D. Iovino LINGUAGGI WEB. LATO SERVER E MOBILE COMPUTING Atlas. Copyright Istituto Italiano Edizioni Atlas PHP A. Lorenzi, R. Giupponi, D. Iovino LINGUAGGI WEB. LATO SERVER E MOBILE COMPUTING Atlas Copyright Istituto Italiano Edizioni Atlas Programmazione lato server PHP è un linguaggio che estende le funzionalità

Dettagli

Foglio di calcolo. Il foglio di calcolo: Excel. Selezione delle celle

Foglio di calcolo. Il foglio di calcolo: Excel. Selezione delle celle Foglio di calcolo Il foglio di calcolo: Excel I dati inseriti in Excel sono organizzati in Cartelle di lavoro a loro volta suddivise in Fogli elettronici. I fogli sono formati da celle disposte per righe

Dettagli

Corso sul linguaggio Java

Corso sul linguaggio Java Corso sul linguaggio Java Modulo JAVA1 1.3 - Le strutture di controllo 1 Prerequisiti Istruzioni semplici Strutture di controllo Scittura di semplici applicazioni Java 2 1 Introduzione In molti casi le

Dettagli

Manuale d uso. Applicazione client Postecert Firma Digitale per Postemailbox

Manuale d uso. Applicazione client Postecert Firma Digitale per Postemailbox per Postemailbox Documento pubblico Pagina 1 di 22 Indice INTRODUZIONE... 3 REQUISITI... 3 SOFTWARE... 3 HARDWARE... 3 INSTALLAZIONE... 3 AGGIORNAMENTI... 4 AVVIO DELL APPLICAZIONE... 4 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE...

Dettagli

Gian Luca Marcialis studio degli algoritmi programma linguaggi LINGUAGGIO C

Gian Luca Marcialis studio degli algoritmi programma linguaggi LINGUAGGIO C Università degli Studi di Cagliari Corso di Laurea in Ingegneria Biomedica (Industriale), Chimica, Elettrica, e Meccanica FONDAMENTI DI INFORMATICA 1 http://www.diee.unica.it/~marcialis/fi1 A.A. 2010/2011

Dettagli

Sistema Informativo Alice

Sistema Informativo Alice Sistema Informativo Alice Urbanistica MANUALE UTENTE MODULO PROFESSIONISTI WEB settembre 2007 INDICE 1. INTRODUZIONE...2 1.1. Cos è MPWEB?... 2 1.2. Conoscenze richieste... 2 1.3. Modalità di utilizzo...

Dettagli

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL Inserire una funzione dalla barra dei menu Clicca sulla scheda "Formule" e clicca su "Fx" (Inserisci Funzione). Dalla finestra di dialogo "Inserisci Funzione" clicca sulla categoria

Dettagli

Manuale scritto da Fuso Federico 4 A Anno scolastico 2011/2012 Parte 1

Manuale scritto da Fuso Federico 4 A Anno scolastico 2011/2012 Parte 1 Manuale scritto da Fuso Federico 4 A Anno scolastico 2011/2012 Parte 1 Chi può riuscire a creare pagine HTML? La realizzazione di pagine web non eccessivamente sofisticate è alla portata di tutti, basta

Dettagli

Breve riepilogo della puntata precedente:

Breve riepilogo della puntata precedente: Breve riepilogo della puntata precedente: 1. In C, il passaggio dei parametri alle funzioni avviene sempre per copia, ovvero il valore del parametro viene copiato all'interno della variabile che rappresenta

Dettagli

NOTA TECNICA UTILIZZO REGISTRO ONLINE

NOTA TECNICA UTILIZZO REGISTRO ONLINE NOTA TECNICA UTILIZZO REGISTRO ONLINE Informazioni generali Il questionario cartaceo relativo alla rilevazione dati delle associazioni e dei relativi progetti è stato informatizzato ed è stata realizzata

Dettagli

Fogli Elettronici: MS Excel. Foglio Elettronico

Fogli Elettronici: MS Excel. Foglio Elettronico Parte 6 Fogli Elettronici: MS Excel Elementi di Informatica - AA. 2008/2009 - MS Excel 0 di 54 Foglio Elettronico Un foglio elettronico (o spreadsheet) è un software applicativo nato dall esigenza di:

Dettagli

1. I database. La schermata di avvio di Access

1. I database. La schermata di avvio di Access 7 Microsoft Access 1. I database Con il termine database (o base di dati) si intende una raccolta organizzata di dati, strutturati in maniera tale che, effettuandovi operazioni di vario tipo (inserimento

Dettagli

MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE PRIMI PASSI

MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE PRIMI PASSI MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE Si tratta di un software appartenente alla categoria dei fogli di calcolo: con essi si intendono veri e propri fogli elettronici, ciascuno dei quali è diviso in righe e colonne,

Dettagli

FONDAMENTI di INFORMATICA Prof. Lorenzo Mezzalira

FONDAMENTI di INFORMATICA Prof. Lorenzo Mezzalira FONDAMENTI di INFORMATICA Prof. Lorenzo Mezzalira Appunti del corso 1 Introduzione all informatica: algoritmi, linguaggi e programmi Indice 1. Introduzione 2. Risoluzione automatica di problemi - Algoritmi

Dettagli

Fogli elettronici. 1989 1990 1991 1992 Ferro 75 120 250 350 Alluminio 90 130 220 280 Piombo 10 18 35 50 Oro 5 7 11 13

Fogli elettronici. 1989 1990 1991 1992 Ferro 75 120 250 350 Alluminio 90 130 220 280 Piombo 10 18 35 50 Oro 5 7 11 13 Excel Excel Che cos è? È un programma che appartiene alla famiglia dei fogli elettronici. Dove si esegue? Excel gira in ambiente Windows. A che cosa serve? Serve a realizzare tabelle numeriche. Videata

Dettagli

Sistema Web. Gestione Documenti Elettronici

Sistema Web. Gestione Documenti Elettronici GUIDA RAPIDA Sistema Web CONSORZIO CO.D.IN. M A R C H E Gestione Documenti Elettronici INDICE Capitolo 1: Avvio Applicazione Capitolo 2: Autenticazione Utente e Accesso al Sistema Capitolo 3: Navigazione

Dettagli

INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso

INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso INDICE INTRODUZIONE... 3 COME IMPOSTARE LA PAGINA INIZIALE... 3 LA WORK AREA... 3 LE VOCI DI MENU... 5 IL MENU FILE... 5 IL MENU MODIFICA... 6 IL MENU VISUALIZZA...

Dettagli

CAPITOLO 10 - TECNOLOGIA ASP.NET - WEB FORM

CAPITOLO 10 - TECNOLOGIA ASP.NET - WEB FORM INTRODUZIONE Nel capitolo 5, dedicato all ambiente di sviluppo, si è descritto come implementare un progetto Web tramite lo strumento di sviluppo Microsoft Visual Studio 2010. Un progetto web (o sito web)

Dettagli

Javascript. - Corso Web Design - Media Dream Academy. Stefano Gaborin

Javascript. - Corso Web Design - Media Dream Academy. Stefano Gaborin Javascript - Corso Web Design - Media Dream Academy Stefano Gaborin stefano.gaborin@above.company www.above.company Cos è Javascript? JavaScript è un linguaggio di programmazione interpretato. Utilizzato

Dettagli

MODULO 4: FOGLIO ELETTRONICO (EXCEL)

MODULO 4: FOGLIO ELETTRONICO (EXCEL) MODULO 4: FOGLIO ELETTRONICO (EXCEL) 1. Introduzione ai fogli elettronici I fogli elettronici sono delle applicazioni che permettono di sfruttare le potenzialità di calcolo dei Personal computer. Essi

Dettagli

Tabelle Pivot - DISPENSE

Tabelle Pivot - DISPENSE Tabelle Pivot - DISPENSE Definizione Pivot Table: strumento che permette di riepilogare ed analizzare i dati di una tabella dinamicamente. Sono utilità che consentono di aggregare i dati secondo i criteri

Dettagli

7. Microsoft Access. 1) Introduzione a Microsoft Access

7. Microsoft Access. 1) Introduzione a Microsoft Access 1) Introduzione a Microsoft Access Microsoft Access è un programma della suite Microsoft Office utilizzato per la creazione e gestione di database relazionali. Cosa è un database? Un database, o una base

Dettagli

Laboratorio di Chimica Fisica 04/03/2015. Introduzione all uso di Microcal Origin 6.0 (TM)

Laboratorio di Chimica Fisica 04/03/2015. Introduzione all uso di Microcal Origin 6.0 (TM) Introduzione all uso di Microcal Origin 6.0 (TM) Origin lavora solo in ambiente Windows, ma ci sono degli omologhi per linux e apple. Sui computer del laboratorio è installato windows XP e troverete la

Dettagli

Excel. Excel. Videata iniziale Fogli elettronici. Fogli elettronici. Come si inserisce un dato

Excel. Excel. Videata iniziale Fogli elettronici. Fogli elettronici. Come si inserisce un dato Excel Excel he cos è? È un programma che appartiene alla famiglia dei fogli elettronici. Dove si esegue? Excel gira in ambiente Windows. che cosa serve? Serve a realizzare tabelle numeriche. Videata iniziale

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2011 Progetto Istanze On Line 22 luglio 2011 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

Accise Settore Prodotti Alcolici Manuale d uso

Accise Settore Prodotti Alcolici Manuale d uso Olitech Informatica Telematico Accise Accise Settore Prodotti Alcolici Manuale d uso Versione del manuale: 26-01-2010 1 Indice Accise Settore Prodotti Alcolici Manuale d uso... 1 Indice... 2 Funzionalità

Dettagli

Richiami sugli elementi del linguaggio HTML

Richiami sugli elementi del linguaggio HTML Richiami sugli elementi del linguaggio HTML Un documento in formato Web può essere aperto con un browser, attraverso un collegamento a Internet oppure caricandolo dal disco del proprio computer senza connettersi

Dettagli

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione Anno 2009/2010 Syllabus 5.0 Microsoft PowerPoint è un software progettato

Dettagli

FlukeView Forms Documenting Software

FlukeView Forms Documenting Software FlukeView Forms Documenting Software N. 5: Uso di FlukeView Forms con il tester per impianti elettrici Fluke 1653 Introduzione Questa procedura mostra come trasferire i dati dal tester 1653 a FlukeView

Dettagli

Centro Acquisti per la Pubblica Amministrazione EmPULIA. Linee guida per gli Enti Aderenti. Procedure Negoziate: Richiesta di Preventivo. Versione 2.

Centro Acquisti per la Pubblica Amministrazione EmPULIA. Linee guida per gli Enti Aderenti. Procedure Negoziate: Richiesta di Preventivo. Versione 2. Centro Acquisti per la Pubblica Amministrazione EmPULIA Linee guida per gli Enti Aderenti Procedure Negoziate: Richiesta di Preventivo Versione 2.4 PROCEDURE NEGOZIATE - Richiesta di Preventivo E la funzione

Dettagli

Il foglio elettronico

Il foglio elettronico Il foglio elettronico Foglio di calcolo, Spreadsheet in inglese, Permette di elaborare DATI NUMERICI. E una TABELLA che contiene numeri che possono essere elaborati con FUNZIONI matematiche e statistiche.

Dettagli

Accesso all Area di Lavoro

Accesso all Area di Lavoro Accesso all Area di Lavoro Una volta che l Utente ha attivato le sue credenziali d accesso Username e Password può effettuare il login e quindi avere accesso alla propria Area di Lavoro. Gli apparirà la

Dettagli

ENCI- ENTE NAZIONALE DELLA CINOFILIA ITALIANA

ENCI- ENTE NAZIONALE DELLA CINOFILIA ITALIANA ENCI- ENTE NAZIONALE DELLA CINOFILIA ITALIANA MANUALE UTENTE SOCIO ALLEVATORE VERSIONE 1.0 DEL 01/12/2010 Indice 1 Introduzione... 4 1.1 PREMESSA... 4 1.2 SCOPO... 4 1.3 CAMPO DI APPLICAZIONE... 4 1.4

Dettagli

Operazioni Aritmetiche e Codici in Binario Giuseppe Talarico 23/01/2013

Operazioni Aritmetiche e Codici in Binario Giuseppe Talarico 23/01/2013 Operazioni Aritmetiche e Codici in Binario Giuseppe Talarico 23/01/2013 In questo documento vengono illustrate brevemente le operazioni aritmetiche salienti e quelle logiche ad esse strettamente collegate.

Dettagli

SMS IN. Rules SMS IN. Rules. Geodrop. Geodrop

SMS IN. Rules SMS IN. Rules. Geodrop. Geodrop SMS IN Rules SMS IN Rules } Geodrop Geodrop SMS In 2.3 Regole per la manipolazione dei messaggi Guida alla scrittura di condizioni complesse Guida alle condizioni complesse v1.0-it, 7 Dicembre 2012 Indice

Dettagli

BOZZA. cin per la comunicazione dal dispositivo di input standard, la tastiera, al programma (stream di input standard)

BOZZA. cin per la comunicazione dal dispositivo di input standard, la tastiera, al programma (stream di input standard) Capitolo 6 Input/output su file BOZZA 6.1 Stream e file L input/output in C ++, in particolare quello su file, avviene tramite stream. stream. Uno stream è un astrazione di un canale di comunicazione,

Dettagli

Foglio elettronico (StarOffice)

Foglio elettronico (StarOffice) Modulo Foglio elettronico (StarOffice) Modulo - Foglio elettronico, richiede che il candidato comprenda il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma corrispondente. Deve comprendere

Dettagli

il foglio elettronico

il foglio elettronico 1 il foglio elettronico ecdl - modulo 4 toniorollo 2013 il modulo richiede 1/2 comprendere il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma di foglio elettronico per produrre dei

Dettagli

Microsoft Access Maschere

Microsoft Access Maschere Microsoft Access Maschere Anno formativo: 2007-2008 Formatore: Ferretto Massimo Mail: Skype to: ferretto.massimo65 Profile msn: massimoferretto@hotmail.com "Un giorno le macchine riusciranno a risolvere

Dettagli

Potenzialità statistiche Excel

Potenzialità statistiche Excel Potenzialità statistiche Excel INTRODUZIONE A MS EXCEL Prof. Raffaella Folgieri Email folgieri@mtcube.com Fogli di calcolo MS Excel Prof. Folgieri 1 I Fogli Elettronici (Microsoft Excel) Sono strumenti

Dettagli

Dispensa del corso di Informatica

Dispensa del corso di Informatica Dispensa 6-Boolean 1 Algebra Booleana Dispensa del corso di Informatica La logica George Boole (1815 1864) è stato un matematico e logico britannico, ed è considerato il padre fondatore della logica matematica.

Dettagli

Linguaggio HTML. Reti. Il Linguaggio HTML. Il Linguaggio HTML

Linguaggio HTML. Reti. Il Linguaggio HTML. Il Linguaggio HTML Reti Linguaggio HTML 1 HTML = Hypertext Markup Language E il linguaggio usato per descrivere documenti ipertestuali Ipertesto = Testo + elementi di collegamento ad altri testi (link) Linguaggio di markup:

Dettagli

Javascript: il browser

Javascript: il browser Javascript: il browser Un browser è un programma Un browser interpreta il linguaggio HTML e visualizza le pagine sullo schermo Per la visualizzazione delle pagine un browser si appoggia al software di

Dettagli

Facoltà di Ingegneria Industriale. Matlab/Octave - Esercitazione 3

Facoltà di Ingegneria Industriale. Matlab/Octave - Esercitazione 3 Facoltà di Ingegneria Industriale Laurea in Ingegneria Energetica, Meccanica e dei Trasporti Matlab/Octave - Esercitazione 3 funzioni definizione ed invocazione delle funzioni semantica dell invocazione

Dettagli

Sistema Informativo Agricoltura

Sistema Informativo Agricoltura Sistema Informativo Agricoltura Manuale Utente CONAGRI - Controlli in Agricoltura Indice 1 Introduzione al servizio... 3 2 Tipologie di Utenza... 3 2.1 Accreditamento utenti... 3 3 Caratteristiche generali

Dettagli

MANUALE UTENTE. SITO WEB Applicazione Fotovoltaico GSE FTV. stato documento draft approvato consegnato. Riferimento Versione 1.

MANUALE UTENTE. SITO WEB Applicazione Fotovoltaico GSE FTV. stato documento draft approvato consegnato. Riferimento Versione 1. MANUALE UTENTE SITO WEB Applicazione Fotovoltaico GSE FTV stato documento draft approvato consegnato Riferimento Versione 1.0 Creato 14/07/06 REVISIONI VERSIONE DATA AUTORE MODIFICHE 1.0 14/07/2006 Prima

Dettagli

E-mail: infobusiness@zucchetti.it. Gestione Filtri. InfoBusiness 2.8 Gestione Filtri Pag. 1/ 11

E-mail: infobusiness@zucchetti.it. Gestione Filtri. InfoBusiness 2.8 Gestione Filtri Pag. 1/ 11 Gestione Filtri InfoBusiness 2.8 Gestione Filtri Pag. 1/ 11 INDICE Indice...2 1. GESTIONE DEI FILTRI...3 1.1. Filtri fissi...3 1.2. Filtro parametrico...5 1.3. Funzione di ricerca...6 2. CONTESTI IN CUI

Dettagli

6. Applicazione: gestione del centro sportivo Olympic

6. Applicazione: gestione del centro sportivo Olympic LIBRERIA WEB 6. Applicazione: gestione del centro sportivo Olympic PROGETTO Il centro sportivo Olympic organizza corsi di tipo diverso: nuoto, danza, karate, ecc. Ogni corso ha un unico istruttore prevalente,

Dettagli

Access INTRODUZIONE. Cos'è un Database? Probabilmente il modo migliore per spiegarlo è attraverso un esempio: una rubrica telefonica.

Access INTRODUZIONE. Cos'è un Database? Probabilmente il modo migliore per spiegarlo è attraverso un esempio: una rubrica telefonica. Access INTRODUZIONE Cos'è un Database? Probabilmente il modo migliore per spiegarlo è attraverso un esempio: una rubrica telefonica. Nome Indirizzo Città CAP PR Tel ITIS Amedeo Avogadro c. San Maurizio,

Dettagli

INFORMATICA PER L IMPRESA (Docente Prof. Alfredo Garro)

INFORMATICA PER L IMPRESA (Docente Prof. Alfredo Garro) INFORMATICA PER L IMPRESA (Docente Prof. Alfredo Garro) ESERCIZIO 1a a) Creare, utilizzando Microsoft Access, la base di dati Università,, seguendo lo schema logico relazionale seguente: DATABASE Università

Dettagli

Programmazione in Java (I modulo) Lezione 3: Prime nozioni

Programmazione in Java (I modulo) Lezione 3: Prime nozioni Programmazione in Java (I modulo) Lezione 3: Prime nozioni La volta scorsa Abbiamo avuto un primo assaggio! Abbiamo visto come usare l editor per scrivere un programma Java. Abbiamo analizzato riga per

Dettagli

Introduzione al Foglio Elettronico

Introduzione al Foglio Elettronico Microsoft Excel Introduzione al Foglio Elettronico Il Foglio Elettronico Si presenta come una grande tabella su un foglio di carta Le celle contengono differenti dati Numeri Testo Date Ecc I dati possono

Dettagli

Aritmetica: operazioni ed espressioni

Aritmetica: operazioni ed espressioni / A SCUOLA DI MATEMATICA Lezioni di matematica a cura di Eugenio Amitrano Argomento n. : operazioni ed espressioni Ricostruzione di un abaco dell epoca romana - Museo RGZ di Magonza (Germania) Libero da

Dettagli

Obiettivi d esame PHP Developer Fundamentals on MySQL Environment

Obiettivi d esame PHP Developer Fundamentals on MySQL Environment Obiettivi d esame PHP Developer Fundamentals on MySQL Environment 1.0 Ambiente di sviluppo 1.1 Web server e database MySQL Comprendere la definizione dei processi che si occupano di fornire i servizi web

Dettagli

Matlab: Strutture di Controllo. Informatica B

Matlab: Strutture di Controllo. Informatica B Matlab: Strutture di Controllo Informatica B Tipo di dato logico È un tipo di dato che può avere solo due valori true (vero) 1 false (falso) 0 I valori di questo tipo possono essere generati direttamente

Dettagli

Progetto Lauree Scientifiche Liceo Classico L.Ariosto, Ferrara Dipartimento di Matematica Università di Ferrara 24 Gennaio 2012

Progetto Lauree Scientifiche Liceo Classico L.Ariosto, Ferrara Dipartimento di Matematica Università di Ferrara 24 Gennaio 2012 Progetto Lauree Scientifiche Liceo Classico L.Ariosto, Ferrara Dipartimento di Matematica Università di Ferrara 24 Gennaio 2012 Concetti importanti da (ri)vedere Programmazione imperativa Strutture di

Dettagli

Struttura di un programma Java

Struttura di un programma Java Struttura di un programma Java Un programma in Java è un insieme di dichiarazioni di classi. Una classe non può contenere direttamente delle istruzioni, ma può contenere la dichiarazione di metodi, che

Dettagli

Alcune regole di base per scrivere un programma in linguaggio C

Alcune regole di base per scrivere un programma in linguaggio C Alcune regole di base per scrivere un programma in linguaggio C Un programma il linguaggio C (listato) viene scritto in formato testo ed archiviato in un file: *.c Per scrivere un listato C si utilizza

Dettagli

PYTHON Inviare dati con i form A cura di Silvio Bonechi [sabandini_at_tiscali_dot_it] per http://www.pctrio.com

PYTHON Inviare dati con i form A cura di Silvio Bonechi [sabandini_at_tiscali_dot_it] per http://www.pctrio.com PYTHON Inviare dati con i form A cura di Silvio Bonechi [sabandini_at_tiscali_dot_it] per http://www.pctrio.com 10.07.2006 Ver. 1.0 In questo articolo vedremo come gestire con un FORM l invio di dati ad

Dettagli

Concetti di base della Tecnologia dell'informazione e della Comunicazione. Studio Elfra sas Via F.lli Ruffini 9 17031 Albenga SV 0182596058

Concetti di base della Tecnologia dell'informazione e della Comunicazione. Studio Elfra sas Via F.lli Ruffini 9 17031 Albenga SV 0182596058 by Studio Elfra sas Concetti di base della Tecnologia dell'informazione e della Comunicazione Aggiornato a Aprile 2009 Informatica di base 1 Elaborazione testi I word processor, o programmi per l'elaborazione

Dettagli

EXCEL PER WINDOWS95. sfruttare le potenzialità di calcolo dei personal computer. Essi si basano su un area di lavoro, detta foglio di lavoro,

EXCEL PER WINDOWS95. sfruttare le potenzialità di calcolo dei personal computer. Essi si basano su un area di lavoro, detta foglio di lavoro, EXCEL PER WINDOWS95 1.Introduzione ai fogli elettronici I fogli elettronici sono delle applicazioni che permettono di sfruttare le potenzialità di calcolo dei personal computer. Essi si basano su un area

Dettagli

Laboratorio di Tecnologie Web HTML: Introduzione Dott. Stefano Burigat

Laboratorio di Tecnologie Web HTML: Introduzione Dott. Stefano Burigat Laboratorio di Tecnologie Web HTML: Introduzione Dott. Stefano Burigat www.dimi.uniud.it/burigat File HTML e tag Un file HTML non è nient'altro che un puro file di testo al cui interno sono presenti delle

Dettagli

Integrazione Validazione Moduli di Dispensazione. Studiofarma

Integrazione Validazione Moduli di Dispensazione. Studiofarma Integrazione Validazione Moduli di Dispensazione Studiofarma 2010 1 Indice 1 Validazione dei moduli di dispensazione presìdi............................................ 3 1.1 Accedere alla maschera di

Dettagli