Anno scolastico

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Anno scolastico 2011-2012"

Transcript

1 Anno scolastico DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE CLASSE VA LINGUISTICO Parte A - Informazioni e valutazioni del Consiglio di classe A1 Notizie sulla composizione e sulla storia della classe Presentazione della classe - dimensioni e composizione: N alunni: 22 Maschi: 2 Femmine: 20 Percorso formativo Anno Scolastico Iscritti allo stesso corso Provenienti da altro corso, da altro indirizzo o da altro istituto Ripetenti Promossi Non Promossi Ritirati o trasferiti IA IB IIA IIB IIIA IVA Eventuali note: Come si evince dalla tabella, l attuale classe V è il risultato dell accorpamento di due classi seconde avvenuto nel 3 anno Modalità di recupero attivate dall Istituto e/o dal Consiglio di Classe nel corso della classe 5ª: Materie Corso di recupero Sportello didattico Altre modalità* Italiano SI Latino Inglese SI Francese SI Tedesco SI Scienze SI Fisica SI Matematica SI Educazione fisica Disegno Storia Filosofia SI *Recupero in itinere e studio individuale 1

2 Composizione del Consiglio di Classe e continuità didattica Materia Docente Continuità didattica nel triennio 3 anno 4 anno 5 anno IRC Casali Marco Italiano Zanini Silvia Latino Zanini Silvia Inglese Gentili Daniela Storia Luzzago Francesco Filosofia Luzzago Francesco Scienze Peschiera Maria Antonella Fisica Tegazzini Claudio Matematica Tegazzini Claudio Educazione fisica Tagliani Marina Disegno Moretti Michelina Francese Desenzani Giuliana Tedesco Comunian Fiorenza 1. Situazione della classe A2 Notizie sulla programmazione PERCORSO FORMATIVO Obiettivi trasversali comportamentali individuati dal C.d.C. e loro raggiungimento: Obiettivi Impegno Frequenza Interesse Partecipazione Legenda: 1= marcatamente discontinuo; 2= discontinuo ; 3= accettabile ; 4= buono ; 5= ottimo 2. Obiettivi trasversali cognitivi individuati dal C.d.C. e loro raggiungimento : Conoscenze Abilità Competenze Acquisizione di contenuti, cioè teorie e principi, concetti, termini, argomenti, regole, procedure, metodi Applicazione di conoscenze per portare a termine compiti e risolvere problemi Utilizzazione delle conoscenze e abilità acquisite per eseguire specifici compiti e/o risolvere situazioni problematiche anche in contesti nuovi Legenda: 1= gravemente insufficiente; 2= insufficiente ; 3= sufficiente ; 4= discreto ; 5= buono ; 6= ottimo 2

3 Criteri di valutazione concordati dal Consiglio di classe in riferimento a quelli approvati dal Collegio dei docenti Griglia di valutazione approvata ed utilizzata dal Consiglio di Classe per la normale valutazione curricolare e per le simulazioni delle prove d'esame Voto in Descrizione Giudizio /10 / Profondità dei concetti esposti, spiccata e sicura capacità di argomentazione supportata da buona documentazione. Esposizione completa, rielaborazione personale e critica. Profondità dei concetti esposti, spiccata capacità di argomentazione supportata da buona documentazione. Esposizione completa e rielaborazione personale. Conoscenze approfondite, sicurezza nell'esposizione, competenza concettuale. Buone capacità di rielaborazione personale e di argomentazione. Abilità e conoscenze previste conseguite con una certa sicurezza nelle applicazioni; capacità di argomentazione e chiarezza espositiva. lavoro diligente. Possesso dei requisiti di base di ogni disciplina. Capacità di procedere nelle applicazioni pur con qualche errore o imprecisione. Esposizione accettabile. Incerta acquisizione di elementi essenziali, competenze non del tutto consolidate con presenza di lacune e/o insicurezze. Argomentazione talvolta incompleta, qualche difficoltà nell'esposizione. Mancata acquisizione di alcuni elementi essenziali; competenze poco consolidate con lacune e marcate insicurezze. Argomentazione parziale o difficoltosa. Mancata acquisizione degli elementi essenziali; competenze del tutto inadeguate, difficoltà nelle applicazioni con risultati erronei e gravi lacune. Processo di apprendimento non in atto, competenze inconsistenti o nulle. Mancato svolgimento o rifiuto e indisponibilità a verifiche o interrogazioni. Eccellente Ottimo Buono Discreto Sufficiente Insufficiente Gravemente insufficiente Totalmente insufficiente A3 Notizie sulle attività educativo-didattiche integrative svolte Attività svolte Viaggio di istruzione Partecipazione a conferenze Partecipazione a spettacoli / Film Progetti GLES Progetti POF Orientamento Descrizione Istituzioni europee con tappe a Strasburgo, Bruxelles, Amsterdam e Norimberga. Incontro con il critico letterario Salvatore Nigro: Il principe fulvo. Incontro sulle foibe. Incontro per la presentazione del libro Il Risorgimento italiano a cura di G. Spini. Spettacolo in lingua inglese: The importance of being Earnest. Visione film Paragraph 175 in occasione della Giornata della memoria. Incontro con rappresentanti AVIS Andiamo a teatro Incontro Informagiovani : possibilità lavorative all estero. Alpha test 3

4 A4 Simulazione delle prove d esame Scheda informativa relativa alle prove integrate svolte durante l anno Il C.d.C. ha progettato e somministrato agli studenti una proposta di simulazione delle tre prove scritte d'esame con il seguente calendario: Data Durata Tipologia della prova Discipline coinvolte 16/04/12 6 ore Prima prova 17/04/12 6 ore Seconda prova Lingua straniera 20/04/12 2h30 Terza prova (tipologia B) Matematica, filosofia, due lingue straniere (diverse dalla lingua scelta per la seconda prova) In allegato: - I testi delle prove - Le griglie di valutazione delle singole prove 4

5 Parte B - Informazioni e valutazioni dei singoli docenti Per tutte le discipline la legenda relativa alle valutazioni medie è la seguente: 1= gravemente insufficiente; 2= insufficiente ; 3= sufficiente ; 4= discreto ; 5= buono ; 6= ottimo DISCIPLINA:ITALIANO DOCENTE: SILVIA ZANINI N ore settimanali: 4 N 101 ore effettivamente svolte al 15 maggio nell'a.s : OBIETTIVI DIDATTICI CONSEGUITI MEDIAMENTE DALLA CLASSE Conoscenze acquisite Apprendimento dei contenuti disciplinari x Acquisizione del lessico proprio della disciplina x Approccio critico ai testi letterari x Abilità sviluppate Sviluppo delle doti di analisi critica x Comprensione del significato del messaggio letterario e della sua funzione Espressione del proprio pensiero con rigore logico e proprietà di lessico x x Competenze raggiunte Adeguamento del registro linguistico a situazioni diverse x Conduzione dell'analisi di un testo letterario in relazione agli aspetti stilistici,strutturali e di contenuto x Formulazione di ipotesi interpretative e loro giustificazione x Legenda: 1 = gravemente insufficiente; 2 = insufficiente; 3 = sufficiente; 4 = discreto; 5 = buono; 6 = ottimo. 5

6 CONTENUTI Quadro di riferimento dell età napoleonica: Strutture politiche, sociali ed economiche; le ideologie; gli intellettuali; Neoclassicismo e Preromanticismo. AUTORE: UGO FOSCOLO Lettura analisi Dei sepolcri. Quadro di riferimento del Risorgimento: aspetti generali del Romanticismo europeo; lettura di un microsaggio sul romanzo nero ; la concezione dell arte e della letteratura nel Romanticismo europeo; il movimento romantico in Italia e la polemica classicoromantica. AUTORE: MADAME DE STAEL Lettura e analisi del testo Sulla maniera e l utilità delle traduzioni. AUTORE: PIETRO GIORDANI Lettura e analisi del testo Un italiano risponde al discorso della Staël. AUTORE: GIOVANNI BERCHET Lettura e analisi del testo La poesia popolare. AUTORE: ALESSANDRO MANZONI Vita e pensiero poetica dell autore; Lettera sul Romanticismo Lirica patriottica e civile: Il cinque maggio ; Marzo 1821 Coro dell atto III de l Adelchi. AUTORE: GIACOMO LEOPARDI Vita opere pensiero e poetica; Dallo Zibaldone: la poetica del vago e dell'indefinito La teoria del piacere. Dalle Operette morali: Dialogo della natura e di un islandese ; Dialogo di Tristano e di un amico. Dai Canti: L' infinito A Silvia ; La quiete dopo la tempesta ; Il sabato del villaggio ; Il passero solitario ; A se stesso. Quadro di riferimento dell età postunitaria: Strutture politiche, sociali ed economiche; le ideologie; posizione sociale e ruolo degli intellettuali; la lingua. - LA Scapigliatura: microsaggio sulla bohème parigina. 6

7 AUTORE: IGINO UGO TARCHETTI Lettura integrale di Fosca. Naturalismo francese e Verismo italiano AUTORE: GIOVANNI VERGA La poetica del Verismo italiano; la tecnica narrativa di Verga; l ideologia verghiana; il verismo di Verga e il naturalismo zoliano; lo svolgimento dell opera verghiana; microsaggio su lo straniamento ; Prefazione Amante di gramigna ; Rosso malpelo ; La lupa ; riassunto de I Malavoglia e lettura ed analisi della Prefazione e dei capitoli I, IV, I e V del romanzo. Microsaggio Lotta per la vita e darvinismo sociale. Quadro i riferimento del Decadentismo: l origine del termine decadentismo; la visione del mondo decadente; la poetica del decadentismo; temi della letteratura decadente. AUTORE: GABRIELE D ANNUNZIO Vita dell autore; l estetismo e la sua crisi; le Laudi ; lettura della novella Dalfino tratta da Terra vergine ; un ritratto allo specchio: Andrea Sperelli ed Elena Muti e una fantasia in bianco maggiore tratte da Il piacere ; La sera fiesolana ; La pioggia nel pineto ; La prosa notturna. AUTORE: GIOVANNI PASCOLI Vita dell autore, la poetica, le raccolte poetiche; Arano ; L assiuolo ; agosto ; Il vischio ; La digitale purpurea ; Il gelsomino notturno ; lettura del microsaggio La vegetazione malata del decadentismo. AUTORE: ITALO SVEVO Vita dell autore; la cultura di Svevo; riassunto dei romanzi Una vita e Senilità ; lettura integrale de La coscienza di Zeno. AUTORE: LUIGI PIRANDELLO Vita dell autore; la poetica: l umorismo; Il treno ha fischiato ; La cariola. Lettura integrale del Il fu Mattia Pascal. Quadro di riferimento dei primi anni del novecento. La stagione delle avanguardie: I futuristi. AUTORE: FILIPPO TOMMASO MARINETTI II manifesto tecnico della letteratura futurista La lirica del primo novecento. L'Ermetismo 7

8 AUTORE: SALVATORE QUASIMODO Ed è subito sera ; Alle fronde dei salici. AUTORE: UMBERTO SABA Vita dell autore;la linea antinovecentista, carattteristiche formali della produzione poetica; i temi della sua poesia; A mia moglie ; Città vecchia ; Amai ; La capra. AUTORE: GIUSEPPE UNGARETTI Vita dell autore; La rivoluzione metrica. In memoria ; Veglia ; San Martino del Carso ; Soldati ; Il porto sepolto ; Mattina. AUTORE: EUGENIO MONTALE I limoni ; Non chiederci parola ; Spesso il male di vivere ho incontrato Cigola la carrucola del pozzo ; Primavera hitleriana. DIVINA COMMEDIA PARADISO : canti Riassunto canto 12. METODI DI INSEGNAMENTO Lezione frontale,lettura analisi e commento di testi letterari. Lettura guidata e individuale di testi di critica letteraria,conversazioni guidate, discussioni, collegamenti interdisciplinari. MEZZI E STRUMENTI DI LAVORO Libri di testo, fotocopie. VERIFICA E VALUTAZIONE Nella formulazione del giudizio valutativo si è considerato il livello di partenza delll'alunno, gli obiettivi prefissati, l'interesse, la partecipazione al dialogo educativo. La quantificazione dei voti è stata condotta secondo i criteri fissati nel POF. TESTI IN ADOZIONE Baldi- Giusso-Razetti-Zaccaria La letteratura vol Paravia 8

9 DOCENTE: SILVIA ZANINI DISCIPLINA:LATINO N ore settimanali: 3 N 48 ore effettivamente svolte al 15 maggio nell'a.s : OBIETTIVI DIDATTICI CONSEGUITI MEDIAMENTE DALLA CLASSE Conoscenze acquisite Conoscenza delle strutture della lingua latina x Conoscenza del mondo e della civiltà latina attraverso testi d' autore x abilità maturate Competenza di resa in italiano dopo opportuno orientamento nel testo x Competenza riespositiva in rapporto alla comprensione, al riassunto e al commento dei testi in latino o in traduzione proposti x Competenze raggiunte Saper operare confronti e collegamenti x Saper cogliere nei testi l'originalità e il valore sul piano storico, nonché i tratti specifici della personalità dell'autore Saper riconoscere i rapporti del mondo latino con la cultura moderna x x Legenda: 1 = gravemente insufficiente; 2 = insufficiente; 3 = sufficiente; 4 = discreto; 5 = buono; 6 = ottimo. CONTENUTI Secondo le indicazioni del programma Brocca e stato individuato un percorso tematico che prevede la trattazione del testo filosofico attraverso una scelta antologica di opere(in originale e in traduzione) di Lucrezio, Seneca, Agostino. Gli autori trattati sono stati opportunamente inseriti nelle linee generali della storia e della letteratura latina. 9

10 AUTORE: LUCREZIO Il profilo dell autore: la vita, l opera. l epicureismo di Lucrezio, le fonti e i modelli la poetica, la lingua e lo stile. De Rerum Natura : Dal I libro, 1-20, Inno a Venere, la dea dell amore che muove la natura; Dal I libro, 21-43, Venere e il suo divino amante; Dal I libro, 62-79, Epicuro, «soccorritore» degli uomini; Dal I libro, , Ifigenia, vittima della superstizione; Dal II libro, 1-46, Il saggio epicureo: contemplare il naufragio della terraferma; Dal VI libro, , La peste di Atene. AUTORE: SENECA Il quadro storico: la dinastia giulio-claudia, l età dei Flavi e gli imperatori di adozione. Il profilo dell autore: la vita, le opere, l opera e l ambiente, la lingua e lo stile. Percorsi e testi svolti: Primo percorso Il perfezionamento individuale. - Da le Epistulae ad Lucilium, I lettera, Vindica te tibi; - Da le Epistulae ad Lucilium, VII lettera, 6-9, Recede in te ipse; - Da le Epistulae ad Lucilium, CI, 8-10, Saldare ogni giorno i conti con la vita; - Dal De ira, III libro, 1-2, Vincere la passione; - Dal De brevitate vitae, 14-15, La conquista della serenità. Secondo percorso Il rapporto con gli altri. Da le Epistulae ad Lucilium, VI lettera, 1-4, La volontà di giovare; Da le Epistulae ad Lucilium, VII lettera, 1-5, Il contagio della folla; Da le Epistulae ad Lucilium, VL lettera, 1-5, Gli schiavi: servi sunt, immo homines; Da le Epistulae ad Lucilium, VIIL lettera, 16-21, Gli schiavi: un problema di finezza morale. (solo traduzione) AUTORE: AGOSTINO Il quadro storico: un secolo di disordine e anarchia, la crisi del III secolo e la tarda antichità. Nascita e diffusione del cristianesimo: le origini del cristianesimo e la reazione al cristianesimo. La letteratura latina cristiana: la latinizzazione del cristianesimo, l apologetica e lo sviluppo della letteratura e del pensiero cristiano nella patristica. Il profilo dell autore: la vita, le opere, il pensiero: una sintesi di paganesimo e cristianesimo, la lingua e lo stile. Percorsi e testi svolti dalle Confessiones: 10

11 Primo percorso Peccati e miserie di gioventù. - Dal II libro, 4,9 e 6,12, Una bravata di Agostino ragazzo: il furto delle pere; - Dal III libro, 1,1, Voglia di amare. Secondo percorso Dall insoddisfazione di sé alla conquista della fede. - Dal III libro, 4,7, Come la lettura di un testo pagano può avviare alla conversione; - Dal VIII libro, 12,28-29, La scena del giardino. METODI DI INSEGNAMENTO Lezione frontale, lettura collettiva, traduzione e analisi guidata, discussione guidata. MEZZI E STRUMENTI DI LAVORO Libri di testo, fotocopie,dizionario. VERIFICA E VALUTAZIONE Sono state effettuate verifiche scritte ed orali. Per verifiche scritte sono state proposte sia la traduzione di un testo noto d'autore, sia questionari a risposta aperta, per misurare non tanto l'abilità traduttiva quanto la capacità di orientarsi nell'analisi di un testo(individuazione della struttura compositiva, riflessione sugli argomenti formali e sulle caratteristiche del genere letterario), la capacità di collocarlo in un preciso contesto storico e all'interno di un percorso tematico. I voti, dall'uno al dieci sono stati stabiliti secondo i criteri di valutazione del POF. TESTI IN ADOZIONE Roncoroni-Gazich, Exempla humanitatis,carlo Signorelli editore. 11

12 DISCIPLINA: STORIA DOCENTE: N ore settimanali: 3 N ore effettivamente svolte al 15 maggio nell'a.s : 75 OBIETTIVI DIDATTICI CONSEGUITI MEDIAMENTE DALLA CLASSE Conoscenze acquisite Conoscere i principali eventi, problemi, processi e la loro articolazione all interno del periodo storico analizzato utilizzando il linguaggio storico specifico. Conoscere le strutture storiche fondamentali e la loro articolazione all interno del periodo storico studiato: società e politica, mentalità, idee e valori economia, tecnica e innovazioni territorio e popolazione. Conoscere le istituzioni e i fondamenti della vita sociale, civile e politica del periodo analizzato. Abilità sviluppate Classificare dati e eventi riferendoli alle strutture storiche Ricostruire lo sviluppo diacronico e le connessioni sincroniche relative ai problemi storici studiati Competenze raggiunte Saper usare in modo corretto le terminologia specifica attraverso la quale esporre e discutere in maniera coerente fatti, idee e problemi relativi al periodo storico studiato Saper leggere un documento rintracciandovi le informazioni principali Legenda: 1 = gravemente insufficiente; 2 = insufficiente; 3 = sufficiente; 4 = discreto; 5 = buono; 6 = ottimo. CONTENUTI Moduli essenziali: per i riferimenti specifici si rimanda al programma dell anno depositato in segreteria 12

13 MODULI Modulo 1 La seconda rivoluzione industriale e la preparazione alla I guerra mondiale Prima guerra mondiale Modulo 2 Il fascismo in Italia Modulo 3 Europa e mondo tra le due guerre Il nazionalsocialismo in Germania Modulo 4 La seconda guerra mondiale Modulo 5 Il mondo dopo la guerra Il nostro tempo CONCETTI ESSENZIALI Classe operaia e socialismo - Borghesia e nazionalismo - L imperialismo - L età giolittiana Gli esordi della guerra - L intervento dell Italia - Guerra rivoluzione - Un difficile dopoguerra La presa del potere La costruzione dello stato totalitario Il partito nazionale fascista Cultura e società La politica economica La politica estera Il Giappone La Cina Il mondo coloniale La guerra di Spagna Il New Deal Il nazismo Lo stalinismo L attacco nazista L Italia in guerra La guerra totale I lager e lo sterminio degli Ebrei Prime sconfitte dell asse Il crollo del fascismo La resistenza La guerra fredda - La bomba atomica e l equilibrio del terrore L Italia della ricostruzione - Decolonizzazione e sviluppo - I due blocchi Nuove gerarchie mondiali METODI DI INSEGNAMENTO Il metodo è stato fondato su due direttrici: Lezioni frontali e/o lezioni partecipate e attività di approfondimento con lavori di gruppo. MEZZI E STRUMENTI DI LAVORO Utilizzo del libro di testo, fotocopie articoli, con materiale audiovisivo e navigazione su Internet. 13

14 VERIFICA E VALUTAZIONE Interrogazione orale formativa e/o sommativa, verifica scritte a risposta chiusa ed aperta, tavola rotonda. Valutazione su tabella con voti da uno a dieci TESTI IN ADOZIONE Valerio Castronovo Un mondo al plurale vol. 3a 3b La nuova italia DISCIPLINA: FILOSOFIA DOCENTE: Francesco Luzzago N ore settimanali: 3 N ore effettivamente svolte al 15 maggio nell'a.s : 68 OBIETTIVI DIDATTICI CONSEGUITI MEDIAMENTE DALLA CLASSE Conoscenze acquisite Conoscere i principali autori, correnti, scuole di pensiero e la loro articolazione all interno del periodo filosofico analizzato Conoscere le strutture filosofiche fondamentali e la loro articolazione all interno della storia della filosofia: società e politica, mentalità, idee e valori esistenziali Conoscere il significato dei termini specifici del linguaggio filosofico e gli strumenti specifici della disciplina: testi di autori, opere di critica Abilità sviluppate Riproporre il percorso di riflessione filosofica proposto dagli autori esaminati Descrivere e spiegare in modo coerente e organico, collocandoli nel loro contesto, la vita e le opere degli autori studiati Competenze raggiunte Saper usare in modo corretto le terminologia specifica attraverso la quale esporre e discutere in maniera coerente fatti, idee e problemi relativi all argomento filosofico studiato Saper leggere un testo rintracciandovi i collegamenti logico critici principali Legenda: 1 = gravemente insufficiente; 2 = insufficiente; 3 = sufficiente; 4 = discreto; 5 = buono; 6 = ottimo. 14

15 CONTENUTI Moduli essenziali: per i riferimenti specifici si rimanda al programma dell anno depositato in segreteria MODULIEI Modulo 1: La filosofia dell'illuminismo I. Kant Sensibilità, intelletto, ragione Morale Sentimento Modulo 2: L idealismo J. Fichte W.J.Shelling TEMI FONDAMENTALI E CONCETTI ESSENZIALI Modulo 3: La filosofia come attività chiarificatrice Modulo 4: La filosofia del comunismo Modulo 5: Il positivismo, lo spiritualismo Modulo 6: Il pensiero filosofico tra 800 e 900 I parte Modulo 7: Il pensiero filosofico tra 800 e 900 II parte Modulo 7: Esempi di filosofia del 900 G.W. Hegel L idea come sviluppo della libertà Nascita e sviluppo della dialettica Limiti del sistema idealistico A. Schopenhauer Sensazioni, volontà e pessimismo S. Kierkegaard Esistenza e angoscia K. Marx Il manifesto del partito comunista La concezione materialistica della storia Il plusvalore La rivoluzione proletaria Il socialismo scientifico A. Comte La classificazione delle scienze La nascita della sociologia F. Nietzsche Apollineo e dionisiaco Il nichilismo La morte di Dio Il Superuomo M. Heidegger Il primo Heidegger e l'esistenzialismo K. Popper La nuova filosofia della scienza 15

16 METODI DI INSEGNAMENTO Il metodo è stato fondato su due direttrici: Lezioni frontali e/o lezioni partecipate e attività di approfondimento con lavori di gruppo. MEZZI E STRUMENTI DI LAVORO Utilizzo del libro di testo, fotocopie articoli, con materiale audiovisivo e navigazione su Internet. VERIFICA E VALUTAZIONE Interrogazione orale formativa e/o sommativa, verifica scritte a risposta chiusa ed aperta, tavola rotonda. Valutazione su tabella con voti da uno a dieci TESTI IN ADOZIONE N. Abbagnano G. Fornero Il nuovo protagonisti e testi della filosofia voll. 3A/3b Paravia 16

17 DISCIPLINA: INGLESE DOCENTE: DANIELA GENTILI N ore settimanali: 3 (*) N ore effettivamente svolte al 15 maggio nell'a.s : 80 (*) di cui una in compresenza con Docente Madrelingua OBIETTIVI DIDATTICI CONSEGUITI MEDIAMENTE DALLA CLASSE Conoscenze acquisite Conoscenza del lessico e delle strutture morfo-sintattiche della lingua, riferiti a diverse situazioni comunicative e a diversi contesti. Conoscenza dei metodi e della terminologia dell analisi testuale, anche applicata a testi di carattere letterario. Conoscenza degli argomenti affrontati durante l anno e in particolare dei periodi, degli autori, delle tematiche e delle opere analizzate. Abilità sviluppate Comprensione globale, mirata e specifica di testi orali e scritti di vario genere riferiti a contesti noti o alle tematiche affrontate. Capacità di comunicare in maniera adeguata agli interlocutori e al contesto per riferire, descrivere, argomentare. Capacità di produrre testi scritti articolati e precisi per riassumere, esporre, esprimere opinioni, sostenere una tesi. Competenze raggiunte Capacità di riflettere su situazioni e fenomeni per analizzare, operare confronti, fare collegamenti. Capacità di decodificare e rielaborare in modo personale in attività guidate o in relazione ad argomenti noti. Capacità di trasferire quanto appreso a contesti diversi sotto la guida dell insegnante. Legenda: 1 = gravemente insufficiente; 2 = insufficiente; 3 = sufficiente; 4 = discreto; 5 = buono; 6 = ottimo. 17

18 CONTENUTI A. LETTERATURA The Victorian Age The historical context The Victorian Compromise, The Age of Expansion and Reforms The literary context The Victorian Novel, Aestheticism and Decadence Charles Dickens R.L. Stevenson Thomas Hardy Suicide Oscar Wilde The Modern Age Hard Times Trama e personaggi principali; Letture: A Town of Red Brick, A Man of Realities Oliver Twist Trama e personaggi principali; Film di Roman Polanski, 2005 The Strange Case of Dr Jekyll and Mr Hyde Trama e personaggi principali; Lettura: Jekyll s Experiment Jude the Obscure Trama e personaggi principali; Lettura: The Picture of Dorian Gray, Trama e personaggi principali; Lettura dell opera. The historical context Two World Wars and After The literary context The Modern Novel and the Stream of Consciousness D.H. Lawrence Sons and Lovers, Trama e personaggi principali; Letture: Mr and Mrs Morel, Mother and Son James Joyce Dubliners, Struttura dell opera; Lettura: Eveline Ulysses Struttura dell opera; Letture: The Funeral, Molly s Monologue (esempio di tecnica narrativa) Virginia Woolf To the Lighthouse Trama e personaggi principali; Lettura: My Dear stand Still Mrs Dalloway, Trama e personaggi principali; Lettura: Clarissa and Septimus War Poets Rupert Brooke, The Soldier Wilfred Owen, Dulce et Decorum est William Butler Yeats The Second Coming T.S. Eliot The Waste Land Struttura dell opera; Letture da: The Burial of the Dead, The Fire Sermon, What the Thunder Said George Orwell Animal Farm Trama e personaggi principali 1984 Temi B. DOCENTE MADRELINGUA Le ore in compresenza con la docente Madrelingua sono state dedicate a vari temi di attualità, prendendo spunto da notizie, filmati, articoli che sono stati analizzati considerando sia gli aspetti linguistico-lessicali che culturali. I testi proposti sono serviti ad approfondire la conoscenza di argomenti di attualità, ma anche per svolgere attività di comprensione e per esercitarsi nella produzione scritta e orale, in particolare su testi espositivi e argomentativi. Nel secondo quadrimestre sono state analizzate alcune poesie contemporanee: Ted Hughes, The Thought-Fox, Hawk Roosting Maria Mazziotti Gillan, Public School # 18: Paterson, New Jersey, I Dream of my Grandmother E. E. Cummings, bright e alcune scene dal film The Great Gatsby (1974) METODI DI INSEGNAMENTO E stata usata prevalentemente la lezione frontale con dialogo. Ci si è avvalsi sia del metodo induttivo che deduttivo. In ogni modulo di letteratura si è partiti da una breve introduzione storica per passare alla presentazione degli argomenti tramite testi, ascolti o filmati. Si è quindi proceduto alla comprensione di ciascun testo mediante lettura estensiva e intensiva, analisi dettagliata con sintesi e collegamenti extratestuali di tipo storico, sociale e letterario. In varie occasioni si è cercato di affiancare alla scelta 18

19 antologica offerta dal libro di testo altri materiali, per fornire agli studenti un quadro più ampio e più completo sulle opere, gli autori, le tematiche. MEZZI E STRUMENTI DI LAVORO I testi in adozione sono stati integrati da altri materiali reperiti in Internet o da altri testi. Molte lezioni sono state svolte in classe con videoproiettore: questo ha consentito di usufruire di materiali audio, video, on-line. VERIFICA E VALUTAZIONE La verifica è stata svolta attraverso interrogazioni orali o prove scritte elaborate per lo più secondo la tipologia delle prove d esame. La valutazione è stata formulata tenendo in considerazione: il livello di conoscenza degli argomenti, il livello di comprensione del messaggio, l uso appropriato del lessico e del registro, la correttezza morfosintattica, l abilità produttiva, la capacità di autocorrezione. Per quanto riguarda il recupero, le ore dedicate alla revisione delle strutture linguistiche e alla revisione del testo scritto sono servite per il recupero in itinere. Erano disponibili le ore dello Sportello didattico, ma nessun allievo si è avvalso di tale opportunità. TESTI IN ADOZIONE Spiazza, Tavelli, Lit & Lab, Ed. Zanichelli Yule, Oxford Practice Grammar Advanced, Oxford U.P. 19

20 DISCIPLINA: FRANCESE (TERZA LINGUA) DOCENTE: GIULIANA DESENZANI N ore settimanali: 4 (*) N ore effettivamente svolte al 15 maggio nell'a.s : 107 (*) di cui una in compresenza con Docente Madrelingua OBIETTIVI DIDATTICI CONSEGUITI MEDIAMENTE DALLA CLASSE Conoscenze acquisite Conoscenza del lessico e delle strutture morfo-sintattiche della lingua, riferiti a diverse situazioni comunicative e a diversi contesti. Conoscenza dei metodi e della terminologia dell analisi testuale, anche applicata a testi di carattere letterario. Conoscenza degli argomenti affrontati durante l anno e in particolare dei periodi, degli autori, delle tematiche e delle opere analizzate. Abilità sviluppate Comprensione globale, mirata e specifica di testi orali e scritti di vario genere riferiti a contesti noti o alle tematiche affrontate. Capacità di comunicare in maniera adeguata agli interlocutori e al contesto per riferire, descrivere, argomentare. Capacità di produrre testi scritti articolati e precisi per riassumere, esporre, esprimere opinioni, sostenere una tesi. Competenze raggiunte Capacità di riflettere su situazioni e fenomeni per analizzare, operare confronti, fare collegamenti. Capacità di decodificare e rielaborare in modo personale in attività guidate o in relazione ad argomenti noti. Capacità di trasferire quanto appreso a contesti diversi sotto la guida dell insegnante. Legenda: 1 = gravemente insufficiente; 2 = insufficiente; 3 = sufficiente; 4 = discreto; 5 = buono; 6 = ottimo. GRAMMATICA: E stato completato lo studio(iniziato nel terzo anno)dei fondamentali contenuti morfo-sintattici e lessicali della lingua francese in modo da mettere l alunno in grado di reimpiegare le strutture in modo autonomo ed in risposta a richieste differenziate. TESTO IN ADOZIONE: Nouveau Prisme vol.2 ed. ZANICHELLI 20

21 LETTERATURA: La scelta degli autori è stata fatta all inizio dell anno scolastico tenendo conto non soltanto della rappresentatività degli stessi nell ambito delle diverse correnti letterarie che hanno caratterizzato il panorama francese nonché europeo negli ultimi due secoli, ma anche per esigenze di interdisciplinarietà. La lezione è stata prevalentemente incentrata sull analisi globale e analitica di testi letterari scelti tra i più rappresentativi della letteratura francese analizzandoli e collocandoli nel contesto storico-culturale, in un ottica comparativa con analoghe esperienze di lettura di testi italiani e delle altre letterature straniere studiate. In particolare si è dato spazio alle seguenti correnti letterarie: Romantisme, Réalisme, Naturalisme, Parnasse, Symbolisme, Décadentisme per quanto riguarda il I secolo. Per quanto riguarda il secolo, è stato dato uno sguardo più generale sulla letteratura francofona(durante l ora di conversazione )e sono stati approfonditi alcuni autori altamente rappresentativi quali Proust, Camus(con la lettura integrale del romanzo L Etranger )e Ionesco. * segue in allegato il programma dettagliato dei testi e dei brani analizzati in classe TESTI IN ADOZIONE: Doveri, Jeannine Au fil des pages ed. EUROPASS Doveri Anthologie de la diversité ed. EUROPASS METODI DI INSEGNAMENTO Funzionale-comunicativo Lezione frontale con dialogo Analisi guidate di testi letterari Ricerca individuale MEZZI E STRUMENTI DI LAVORO I testi in adozione sono stati integrati da materiali videoregistrati o reperiti in altri testi e forniti alla classe su fotocopia. VERIFICA E VALUTAZIONE La verifica è stata svolta attraverso interrogazioni orali o prove scritte elaborate secondo la tipologia delle prove d esame (seconda e terza prova, tipologia A e B) affiancate, nel primo periodo dell anno scolastico, a verifiche di accertamento delle conoscenze grammaticali. Tempi e modalità di valutazione sono stati conformi alle deliberazioni del Consiglio di Classe ed ai criteri concordati dagli insegnanti di lingue straniere nel corso delle riunioni di dipartimento. La valutazione è stata formulata tenendo in considerazione: il livello di conoscenza degli argomenti, il livello di comprensione del messaggio, l uso appropriato del lessico e del registro, la correttezza morfosintattica, l abilità produttiva, la capacità di autocorrezione, la partecipazione alle lezioni con interventi pertinenti e costruttivi. Il recupero delle carenze è stato effettuato in itinere mediante la regolare correzione in classe dei testi delle verifiche con revisione delle strutture linguistiche e la correzione individuale di lavori di produzione scritta presentati dagli alunni stessi. 21

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA I.I.S. FEDERICO II DI SVEVIA LICEO SCIENTIFICO - OPZIONE SCIENZE APPLICATE - MELFI - PIANO DI LAVORO ANNUALE LINGUA E LETTERATURA ITALIANA CLASSE V AA A.S. 2015/2016 PROF.SSA VIOLANTE RIZZO FINALITÀ SPECIFICHE

Dettagli

DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO

DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO Competenze d ingresso Gli alunni, al termine del percorso formativo del biennio,

Dettagli

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (AI SENSI DELL ARTICOLO 5 Legge n. 425 10/12/1997)

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (AI SENSI DELL ARTICOLO 5 Legge n. 425 10/12/1997) ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LEON BATTISTA ALBERTI Via A. Pillon n. 4-35031 ABANO T. (PD) Tel. 049 812424 - Fax 049 810554 Distretto 45 - PD Ovest PDIS017007- Cod. fiscale 80016340285 sito web: http://www.lbalberti.it/

Dettagli

Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin)

Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin) Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin) PROGRAMMAZIONE GENERALE DI ITALIANO PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO 1 biennio, 2 biennio, 5 anno. Conoscenze disciplinari Conoscere le strutture

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Italiano Classe: 4CE A.S. 2015-2016 Docente: Ianaro Federica

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Italiano Classe: 4CE A.S. 2015-2016 Docente: Ianaro Federica SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Italiano Classe: 4CE A.S. 2015-2016 Docente: Ianaro Federica ANALISI DI SITUAZIONE di partenza - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta

Dettagli

scheda 3. PROGRAMMA PREVENTIVO 2013.14

scheda 3. PROGRAMMA PREVENTIVO 2013.14 scheda 3. PROGRAMMA PREVENTIVO 2013.14 MATERIA ITALIANO N ore settimanali n.4 INSEGNANTE Sergio Spadoni CLASSE IV C LIVELLO DI PARTENZA Il comportamento degli allievi non è sempre corretto e disciplinato

Dettagli

MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO

MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO PROGRAMMA DI ITALIANO CLASSE 5 PASTICCERIA MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO Inquadramento storico culturale: la crisi del Positivismo La poesia simbolista in Francia. C. Baudelaire Da I Fiori

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO STORIA E GEOGRAFIA TERZA C

PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO STORIA E GEOGRAFIA TERZA C PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO STORIA E GEOGRAFIA TERZA C Insegnante : Piera Buono ITALIANO : obiettivi COMPRENSIONE DELLA LINGUA ORALE - prestare attenzione in situazione di ascolto - individuare gli elementi

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VALLISNERI

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VALLISNERI LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VALLISNERI Via delle Rose, 68 LUCCA - Tel. 0583/58211 Fax 0583/418619 E-mail: info@liceovallisneri.it Sito Internet: http://www.liceovallisneri.it A. S. 2014/2015 PROGRAMMAZIONE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO LETTERE MODERNE 2013/2014

PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO LETTERE MODERNE 2013/2014 PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO LETTERE MODERNE 2013/2014 ITALIANO (BIENNIO CLASSICO E SCIENTIFICO) Obiettivi generali dell insegnamento della lingua italiana nel biennio sono: affinare le capacità espressive

Dettagli

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE a.s. 2015/16 5^ AS CLASSE Indirizzo di studio Liceo Scientifico Docente Disciplina Prof.ssa Giuliana

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE-PROGETTAZIONE INDIVIDUALE PER SINGOLA DISCIPLINA E PER CLASSE

PIANO DI LAVORO ANNUALE-PROGETTAZIONE INDIVIDUALE PER SINGOLA DISCIPLINA E PER CLASSE PIANO DI LAVORO ANNUALE-PROGETTAZIONE INDIVIDUALE PER SINGOLA DISCIPLINA E PER CLASSE Classe 4 a C A.S. 2015/2016 Disciplina: Italiano Docente: prof. ssa Anna Schiavo Ore settimanali: quattro Libro di

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015

LICEO SCIENTIFICO STATALE G.B.QUADRI VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE All. A Classe: 5FSC Indirizzo:

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Anno Scolastico 2014-2015 Istituto PROFESSIONALE grafico PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :LINGUA E LETTERATURA ITALIANA PRIMO BIENNIO OBIETTIVI GENERALI/ FINALITA' OBIETTIVI EDUCATIVI

Dettagli

Cavarzere (VE) PROGRAMMA PREVENTIVO DI ITALIANO. Docentte:: Sandro Marchioro

Cavarzere (VE) PROGRAMMA PREVENTIVO DI ITALIANO. Docentte:: Sandro Marchioro ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G.VERONESE-G.MARCONI SEDE ASSOCIATA G.. MARCONII Cavarzere (VE) PROGRAMMA PREVENTIVO DI ITALIANO Docentte:: Sandro Marchioro Classe 2 IFP I a..s:: 20015/ /2016 FINALITA

Dettagli

COMPETENZE PRIMO BIENNIO I.P.S Settore Industria ed Artigianato Indirizzo: Manutenzione e Assistenza Tecnica CLASSE: QUINTA

COMPETENZE PRIMO BIENNIO I.P.S Settore Industria ed Artigianato Indirizzo: Manutenzione e Assistenza Tecnica CLASSE: QUINTA COMPETENZE PRIMO BIENNIO I.P.S Settore Industria ed Artigianato Indirizzo: Manutenzione e Assistenza Tecnica CLASSE: QUINTA SOMMARIO Laboratori Tecnologici ed Esercitazioni... 2 Lingua e Letteratura Italiana...

Dettagli

LICEO STATALE G. GUACCI

LICEO STATALE G. GUACCI LICEO STATALE G. GUACCI BENEVENTO Programmazione Didattica Modulare di Lingua e Letteratura Italiana Classe III sezione B Ind. Scienze Applicate Anno scolastico 2015 2016 Presentazione della classe: La

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO CLASSE QUINTA (INGLESE E FRANCESE) e LICEO CLASSICO CLASSE TERZA (INGLESE)

LICEO SCIENTIFICO CLASSE QUINTA (INGLESE E FRANCESE) e LICEO CLASSICO CLASSE TERZA (INGLESE) LICEO SCIENTIFICO CLASSE QUINTA (INGLESE E FRANCESE) e LICEO CLASSICO CLASSE TERZA (INGLESE) OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Lo studente acquisisce competenze linguistico-comunicative corrispondenti

Dettagli

Poesia narrativa cavalleresca: Ariosto e Tasso. Dante, Divina Commedia: selezione di canti e/o brani dell Inferno*

Poesia narrativa cavalleresca: Ariosto e Tasso. Dante, Divina Commedia: selezione di canti e/o brani dell Inferno* Programmazione di Dipartimento (Area 1) Lettere Programmazione di Lingua Letteratura Italiana Liceo delle Scienze Umane, Liceo Linguistico II Biennio A. S. 2013-2014 Programmazione disciplinare per anno

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO LICEO SCIENTIFICO E LINGUISTICO DIPARTIMENTO RELIGIONE QUINTO ANNO

PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO LICEO SCIENTIFICO E LINGUISTICO DIPARTIMENTO RELIGIONE QUINTO ANNO PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO LICEO SCIENTIFICO E LINGUISTICO DIPARTIMENTO RELIGIONE QUINTO ANNO FINALITA GENERALI L insegnamento della religione cattolica (Irc) risponde all esigenza di riconoscere nei

Dettagli

PIANO DI LAVORO: Disegno e storia dell arte

PIANO DI LAVORO: Disegno e storia dell arte Obiettivi educativi e didattici PIANO DI LAVORO: Disegno e storia dell arte Obiettivi formativi generali: Formazione di un metodo di studio flessibile. Inquadramento e schematizzazione degli argomenti.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ISTITUTO ANNO SCOLASTICO INDIRIZZO CLASSE PRIMA SEZIONE DISCIPLINA DOCENTE QUADRO ORARIO (N. ore settimanali nella classe) 1. FINALITA DELLA DISCIPLINA L asse

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE Giordano BRUNO Piano di lavoro della classe prima G A.S. 2010/2011 Docente Mariarosa MAZZA

LICEO SCIENTIFICO STATALE Giordano BRUNO Piano di lavoro della classe prima G A.S. 2010/2011 Docente Mariarosa MAZZA LICEO SCIENTIFICO STATALE Giordano BRUNO Piano di lavoro della classe prima G A.S. 2010/2011 Docente Mariarosa MAZZA OBIETTIVI IN TERMINI DI CONOSCENZE,COMPETENZE E CAPACITA La classe deve apprendere le

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ITALIANO SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ITALIANO SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ITALIANO SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO Anno scolastico 2015-2016 1 Obiettivi disciplinari minimi metacognitivi - acquisizione della consapevolezza delle proprie strategie di

Dettagli

ITIS M.FARADAY PROGRAMMAZIONE ANNUALE DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE

ITIS M.FARADAY PROGRAMMAZIONE ANNUALE DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE ITIS M.FARADAY PROGRAMMAZIONE ANNUALE DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE Materia: BIOLOGIA Classe: 2E Docente: Toccoli Simona Livelli di partenza Per verificare i livelli di partenza è stato svolto un colloquio

Dettagli

PROGRAMMA CONSUNTIVO

PROGRAMMA CONSUNTIVO PAGINA: 1 PROGRAMMA CONSUNTIVO A.S. 2013/14 SCUOLA: Liceo linguistico Manzoni DOCENTE: Elena Bordin MATERIA: Italiano Classe: V Sezione: M OBIETTIVI: COGNITIVI (Conoscenze, competenze): Riconoscere i sottocodici

Dettagli

SUPERIORE DI SAN DANIELE DEL FRIULI VINCENZO MANZINI CORSI DI STUDIO:

SUPERIORE DI SAN DANIELE DEL FRIULI VINCENZO MANZINI CORSI DI STUDIO: ISTITUTO STATALE di ISTRUZIONE SUPERIORE DI SAN DANIELE DEL FRIULI VINCENZO MANZINI CORSI DI STUDIO: Amministrazione, Finanza e Marketing/IGEA Costruzioni, Ambiente e Territorio/Geometri Liceo Linguistico/Linguistico

Dettagli

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE a.s. 2015/16 CLASSE 3AS Indirizzo di studio Scientifico Docente Disciplina Prof.ssa Silvia Carminati

Dettagli

collaborare attivamente al processo di insegnamento apprendimento

collaborare attivamente al processo di insegnamento apprendimento Disciplina: FRANCESE Classe: 3 A SIA A.S. 2015/2016 Docente: Prof.ssa Maria Claudia Signorato ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La componente classe che studia il francese è rappresentata da 6

Dettagli

COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE LE PIANE ANTONELLA

COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE LE PIANE ANTONELLA Istituto Tecnico Economico Statale Gino Zappa Anno Scolastico 201-1 Classe V A COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE ITALIANO VAIRO NANCY STORIA VAIRO NANCY INGLESE LE PIANE ANTONELLA MATEMATICA FACCHI

Dettagli

LICEO CLASSICO G. GARIBALDI DIPARTIMENTO D ITALIANO. Biennio triennio. Anno scolastico 2013-2014

LICEO CLASSICO G. GARIBALDI DIPARTIMENTO D ITALIANO. Biennio triennio. Anno scolastico 2013-2014 LICEO CLASSICO G. GARIBALDI DIPARTIMENTO D ITALIANO Biennio triennio Anno scolastico 2013-2014 Il Dipartimento nel redigere il documento di programmazione didattica annuale, fa riferimento a : la revisione

Dettagli

METODI E STRUMENTI. METODI e STRUMENTI

METODI E STRUMENTI. METODI e STRUMENTI E LETTERE BIENNIO ITALIANO e 3. lavoro individuale 4. lavoro di gruppo 5. laboratorio di lettura e scrittura 6. correzione sistematica collettiva e individualizzata degli esercizi eseguiti a casa e delle

Dettagli

conoscere lo svolgimento della storia letteraria italiana dei secoli XIX e XX.

conoscere lo svolgimento della storia letteraria italiana dei secoli XIX e XX. ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE 5 SEZ.F INDIRIZZO scientifico PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE DOCENTE MATERIA TESTI Prof. Marina Lugetti Italiano Langella, Frare, Gresti, Motta, Letteratura. it, ed. Bruno

Dettagli

CLASSI: 4SU DOCENTE: Brunoni Stefano LIBRO DI TESTO: S. BOCCHINI, Religione e religioni. Triennio, EDB.

CLASSI: 4SU DOCENTE: Brunoni Stefano LIBRO DI TESTO: S. BOCCHINI, Religione e religioni. Triennio, EDB. ANNO SCOLASTICO: 2014/2015 DISCIPLINA: Religione CLASSI: 4SU DOCENTE: Brunoni Stefano LIBRO DI TESTO: S. BOCCHINI, Religione e religioni. Triennio, EDB. ELENCO MODULI 1 Vivere secondo la Bibbia 2 Gesù,

Dettagli

Liceo Scientifico C. Jucci PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Italiano Secondo biennio e V anno ITALIANO

Liceo Scientifico C. Jucci PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Italiano Secondo biennio e V anno ITALIANO Liceo Scientifico C. Jucci PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Italiano Secondo biennio e V anno ITALIANO Finalità formative generali di tipo cognitivo I docenti di Italiano e Latino del triennio riconoscono

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DOCENTI DI INFORMATICA E LABORATORIO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE CLASSI 1 e E 2 e ITC IPC OBIETTIVI GENERALI DEL PROCESSO FORMATIVO: Potenziare la capacità d ascolto Sviluppare le capacità comunicative

Dettagli

1. CONOSCENZE (elenco dei contenuti disciplinari) 2. COMPETENZE (sapere i contenuti disciplinari proposti)

1. CONOSCENZE (elenco dei contenuti disciplinari) 2. COMPETENZE (sapere i contenuti disciplinari proposti) 1 di 6 09/12/2013 12.23 PROGRAMMAZIONE CLASSE QUINTA TECNICO MATERIA: TEDESCO (2^Lingua straniera) ANNO SCOLASTICO:2013/2014 1. CONOSCENZE (elenco dei contenuti disciplinari) Revisione e completamento

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Federico II di Svevia Indirizzi: Liceo Scientifico Classico Linguistico Artistico e Scienze Applicate

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Federico II di Svevia Indirizzi: Liceo Scientifico Classico Linguistico Artistico e Scienze Applicate ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Federico II di Svevia Indirizzi: Liceo Scientifico Classico Linguistico Artistico e Scienze Applicate PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE MATEMATICA CLASSE 3 AS ANNO SCOLASTICO 2013/2014

Dettagli

Traguardi di sviluppo delle competenze al termine della scuola secondaria di primo grado.( come da Indicazioni Nazionali per il curricolo)

Traguardi di sviluppo delle competenze al termine della scuola secondaria di primo grado.( come da Indicazioni Nazionali per il curricolo) ISTITUTO COMPRENSIVO SALVADOR ALLENDE Paderno Dugnano Linee progettuali disciplinari CLASSI TERZE - a.s.2014-2015 AREA DISCIPLINARE : Linguistico-artistica-espressiva MATERIA: ITALIANO FINALITA DELLA DISCIPLINA

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE IRIS VERSARI - Cesano Maderno (MB) PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE Indirizzo : LICEO SCIENTIFICO MATERIA: INGLESE ANNO SCOLASTICO 2014/15 Profssa TERESA VOLGARINO

Dettagli

POF 2013-2014 - COMPETENZE

POF 2013-2014 - COMPETENZE POF 2013-2014 - COMPETENZE Seguendo le indicazioni della normativa, La Scuola anche per il SECONDO BIENNIO riconosce l importanza dei quattro assi culturali sulla base dei quali gestire la formulazione

Dettagli

MODELLO DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

MODELLO DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI Piazza I Maggio, 26-33100 Udine Tel. 0432 504577 Fax. 0432 511490 Codice fiscale 80023240304 e-mail: info@liceostellini.it - Indirizzo Internet: www.stelliniudine.gov.it

Dettagli

TESTI IN ADOZIONE : Marina Polacco, Pierpaolo Eramo, Francesco De Rosa Letteratura Terzo Millennio Voll 2, 3.1, 3.2 Casa Editrice: Loescher

TESTI IN ADOZIONE : Marina Polacco, Pierpaolo Eramo, Francesco De Rosa Letteratura Terzo Millennio Voll 2, 3.1, 3.2 Casa Editrice: Loescher PERCORSO DISCIPLINARE ITALIANO DOCENTE: prof.ssa Maria Siliquini DISCIPLINA: ITALIANO CONTENUTI DISCIPLINARI SVILUPPATI TESTI IN ADOZIONE : Marina Polacco, Pierpaolo Eramo, Francesco De Rosa Letteratura

Dettagli

OBIETTIVI FORMATIVI GENERALI DELLE DISCIPLINE LETTERARIE

OBIETTIVI FORMATIVI GENERALI DELLE DISCIPLINE LETTERARIE ISTITUTO PROFESSIONALE STATALE PER I SERVIZI ALBERGHIERI E DELLA RISTORAZIONE PREMESSA GENERALE AI PROGRAMMI DI MATERIE LETTERARIE BIENNIO POST-QUALIFICA OBIETTIVI FORMATIVI GENERALI DELLE DISCIPLINE LETTERARIE

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana continua a fare parte

Dettagli

PROGRAMMA CONSUNTIVO

PROGRAMMA CONSUNTIVO PROGRAMMA CONSUNTIVO Anno scolastico 2014-2015 MATERIA ITALIANO CLASSE 5 SEZIONE A Liceo scientifico opzione scienze applicate DOCENTE DOSSO BARBARA ORE DI LEZIONE 4 SETTIMANALI **************** OBIETTIVI

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINT... SERVIZI SOCIO-SANITARI

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINT... SERVIZI SOCIO-SANITARI 1 di 5 23/01/2015 12.36 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINTO ANNO PROFESSIONALE SERVIZI SOCIO-SANITARI 1. QUINTO ANNO DISCIPLINA: Matematica DOCENTI : Provoli, Silva, Vassallo MODULI CONOSCENZE

Dettagli

CURRICOLO IN VERTICALE di SCIENZE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CLASSE SECONDA

CURRICOLO IN VERTICALE di SCIENZE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CLASSE SECONDA CURRICOLO IN VERTICALE di SCIENZE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CLASSE SECONDA SAPERI CONTENUTI Fisica: - La Luce - Le onde e i suoni - Meccanica (forze, leve, moti) Chimica: - Principi di chimica generale

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECO... PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECO... PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO https://suite.sogiscuola.com/documenti_web/vris017001/documenti/.. 1 di 5 26/01/2015 14.06 PER IL TURISMO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 SECONDO BIENNIO PER IL TURISMO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 SECONDO BIENNIO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CASALSERUGO PROGRAMMAZIONE ANNUALE. Ambito disciplinare ITALIANO. Classe 3^ Sezione C - Casalserugo Anno scolastico 2008/09

ISTITUTO COMPRENSIVO CASALSERUGO PROGRAMMAZIONE ANNUALE. Ambito disciplinare ITALIANO. Classe 3^ Sezione C - Casalserugo Anno scolastico 2008/09 ISTITUTO COMPRENSIVO CASALSERUGO PROGRAMMAZIONE ANNUALE Ambito disciplinare ITALIANO Classe 3^ Sezione C - Casalserugo Anno scolastico 2008/09 TRAGUARDI DELLO SVILUPPO DELLE COMPETENZE al termine della

Dettagli

Programmazione pedagogico-didattica per. l insegnamento della Religione Cattolica. Secondo Biennio e Quinto Anno

Programmazione pedagogico-didattica per. l insegnamento della Religione Cattolica. Secondo Biennio e Quinto Anno Programmazione pedagogico-didattica per l insegnamento della Religione Cattolica Secondo Biennio e Quinto Anno Anno scolastico 2012/2013 Docente referente: Prof.ssa A. Graziella Lobina PROGRAMMAZIONE DI

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINT... RELAZIONI INTERNAZIONALI

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINT... RELAZIONI INTERNAZIONALI 1 di 6 26/01/2015 11.38 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINTO ANNO TECNICO RELAZIONI INTERNAZIONALI 1. QUINTO ANNO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINTO ANNO TECNICO RELAZIONI INTERNAZIONALI

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 1. PRIMO BIENNIO 1. PRIMO BIENNIO ANNO SCOLASTICO 2014-2015 DISCIPLINA : LINGUA

Dettagli

PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO

PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO Via dei Carpani 19/B 31033 Castelfranco V. ( TV ) Pag. 1 di 10 Anno Scolastico 2015-2016 PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO Disciplina ITALIANO Classe PRIMA DATI IN EVIDENZA IN PREMESSA (richiami al

Dettagli

Istituto Tecnico Economico Statale Gino Zappa Anno Scolastico 2015/16 Classe 1 E

Istituto Tecnico Economico Statale Gino Zappa Anno Scolastico 2015/16 Classe 1 E Istituto Tecnico Economico Statale Gino Zappa Anno Scolastico 201/1 Classe 1 E COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE ITALIANO STORIA INGLESE MATEMATICA 2 LINGUA STRANIERA SCIENZE DELLA TERRA GEOGRAFIA FISICA

Dettagli

Lingua Straniera: FRANCESE Prima, Seconda, Terza, Quarta, Quinta PIANO DI LAVORO. Classe Prima

Lingua Straniera: FRANCESE Prima, Seconda, Terza, Quarta, Quinta PIANO DI LAVORO. Classe Prima Istituto di Istruzione Superiore ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 e-mail: info@istitutocalvino.gov.it Codice Fiscale: 97270410158 internet: www.istitutocalvino.gov.it

Dettagli

Spiazzi Tavella PERFORMER FCE TUTOR Zanichelli Spiazzi Tavella Only Connect 1 New Directions Zanichelli

Spiazzi Tavella PERFORMER FCE TUTOR Zanichelli Spiazzi Tavella Only Connect 1 New Directions Zanichelli ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE III SEZ C. INDIRIZZO LL PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE DOCENTE MATERIA TESTI Prof. MUSSONI ROSSANA INGLESE Spiazzi Tavella PERFORMER FCE TUTOR Zanichelli Spiazzi Tavella Only

Dettagli

CONTENUTI 3. IL ROMANZO DA CERVANTES ALLA NARRATIVA DELL OTTOCENTO CONOSCENZE

CONTENUTI 3. IL ROMANZO DA CERVANTES ALLA NARRATIVA DELL OTTOCENTO CONOSCENZE LICEO ARTISTICO P. GOBETTI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 CLASSE IV B INSEGNANTE: CINZIA BELTRAMI PROGRAMMAZIONE ITALIANO Consolidare la conoscenza della lingua italiana Conoscere le coordinate storico-culturali

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013-2014 PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI ARTE E IMMAGINE DOCENTE: NOVERO MARIA TERESA

ANNO SCOLASTICO 2013-2014 PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI ARTE E IMMAGINE DOCENTE: NOVERO MARIA TERESA ISTITUTO COMPRENSIVO CIRIE II SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO DI SAN CARLO C. ANNO SCOLASTICO 2013-2014 PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI ARTE E IMMAGINE DOCENTE: NOVERO MARIA TERESA Premessa Lo studio della disciplina

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE LEONARDO DA VINCI"

LICEO SCIENTIFICO STATALE LEONARDO DA VINCI LICEO SCIENTIFICO STATALE LEONARDO DA VINCI" Indirizzi: Scienze applicate- Scienze umane- Economico-sociale - Linguistico- Classico-Musicale Via Roma, 66-81059 VAIRANO PATENORA-SCALO (CE) Tel.-fax- 0823/988081

Dettagli

ITI Faraday Programmazione individuale Lettere (italiano e storia) Docente: Stefano Marmigi Anno scolastico 2015/2016 Classe 4AIS

ITI Faraday Programmazione individuale Lettere (italiano e storia) Docente: Stefano Marmigi Anno scolastico 2015/2016 Classe 4AIS 1 ITI Faraday Programmazione individuale Lettere (italiano e storia) Docente: Stefano Marmigi Anno scolastico 2015/2016 Classe 4AIS SCANSIONE MODULARE DEL PERCORSO DIDATTICO Materia Italiano e Storia Modulo

Dettagli

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-2014

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-2014 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-2014 INSEGNANTE MATERIA CLASSE/I Livio Gnucci Italiano V CO OBIETTIVI DIDATTICI DISCIPLINARI CONSEGUITI IN TERMINI DI COMPETENZE, CONOSCENZE, ABILITÀ PRESENTAZIONE

Dettagli

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE a.s. 2015/16 CLASSE 4Asa Indirizzo di studio Scienze applicate - Nuovo ordinamento Docente Disciplina

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi)

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO Prof. Giovanni

Dettagli

SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE. INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING Biennio

SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE. INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING Biennio SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING Biennio Anno scolastico 2012 / 2013 Consiglio Classe II sezione B Data di approvazione 24 ottobre -

Dettagli

DISCIPLINA TECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI DOCENTI MARCO TEODORO

DISCIPLINA TECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI DOCENTI MARCO TEODORO http://suite.sogiscuola.com/documenti_web/vris017001/documenti/9.. 1 di 6 21/11/2013 10.58 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO PROFESSIONALE SERVIZI COMMERCIALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE R. DEL ROSSO G. DA VERRAZZANO. Scuola: Liceo D. Alighieri. INDIRIZZO: Linguistico RELAZIONE FINALE

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE R. DEL ROSSO G. DA VERRAZZANO. Scuola: Liceo D. Alighieri. INDIRIZZO: Linguistico RELAZIONE FINALE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE R. DEL ROSSO G. DA VERRAZZANO Scuola: Liceo D. Alighieri INDIRIZZO: Linguistico RELAZIONE FINALE DISCIPLINA: Italiano CLASSE:IV A DOCENTE: Marcella Ferrini Obiettivi

Dettagli

Istituto Superiore d Istruzione Statale Margherita di Savoia

Istituto Superiore d Istruzione Statale Margherita di Savoia Anno scolastico 2013/2014 Istituto Superiore d Istruzione Statale Margherita di Savoia Napoli Dipartimento di Disegno e Storia dell Arte Obiettivi Gli alunni saranno guidati a rafforzare la conoscenza

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA Liceo Artistico E. Catalano Palermo PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2010/2011 Palermo, settembre 2010 Programmazione dipartimento Religione Cattolica a.s. 2010-2011

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI CLASSE

PROGRAMMAZIONE DI CLASSE I.I.S. Federico II di Svevia PROGRAMMAZIONE DI CLASSE a. s. 2013-2014 classe VB docente coordinatore Prof.ssa Teresa CARUSO La programmazione educativa e didattica per l a. s. in corso è elaborata dal

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ROSSELLA CASINI Scuola Secondaria di primo grado Gianni Rodari

ISTITUTO COMPRENSIVO ROSSELLA CASINI Scuola Secondaria di primo grado Gianni Rodari ISTITUTO COMPRENSIVO ROSSELLA CASINI Scuola Secondaria di primo grado Gianni Rodari PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE LETTERE SULLA BASE DELLE INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICULO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE MATEMATICA-INFORMATICA. Classe Quarta. (Aggiornato) ANNO SCOLASTICO 2011/12

PROGRAMMAZIONE ANNUALE MATEMATICA-INFORMATICA. Classe Quarta. (Aggiornato) ANNO SCOLASTICO 2011/12 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca I.I.S. CATERINA CANIANA Via Polaresco 19 24129 Bergamo Tel:035 250547 035 253492 Fax:035 4328401 http://www.istitutocaniana.it email: canianaipssc@istitutocaniana.it

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: I.R.C. Classe: IV B I A.S. 2014/15 Docente: Diana Annalisa

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: I.R.C. Classe: IV B I A.S. 2014/15 Docente: Diana Annalisa Disciplina: I.R.C. Classe: IV B I A.S. 2014/15 Docente: Diana Annalisa ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO Classe positiva, gli alunni partecipano vivacemente alle lezioni dimostrando spiccato senso

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE. A. S. 200_/0_ Classe sez.

PROGETTAZIONE ANNUALE. A. S. 200_/0_ Classe sez. PROGETTAZIONE ANNUALE CORSO: A. S. 200_/0_ Classe sez. Disciplina: ANALISI DELLA CLASSE: Situazione di partenza Descrivere tipologia, (caratteristiche cognitive, comportamentali, atteggiamento verso la

Dettagli

MODELLO DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ANNO SCOLASTICO 2015/2016

MODELLO DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 LICEO CLASSICO JACOPO STELLINI Piazza I Maggio, 26-33100 Udine Tel. 0432 504577 Fax. 0432 511490 Codice fiscale 80023240304 e-mail: info@liceostellini.it - Indirizzo Internet: www.stelliniudine.gov.it

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Classe: 5A SIA A.S. 20015/16 ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Classe: 5A SIA A.S. 20015/16 ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO Disciplina: MATEMATICA Classe: 5A SIA A.S. 20015/16 Docente: POLONIO NADIA ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe risponde adeguatamente alle proposte formative, e lavora in modo disciplinato,

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino

PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino Anno Scolastico PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino 2012-2013 Classe: V D Sezione TURISTIC O Docente: Disciplina: Pericolosi Walter Italiano e storia Descrizione: PROGRAMMA DI ITALIANO Modulo 1 L età del

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di LATINO DIPARTIMENTO DI LETTERE LICEO CLASSICO ANNO SCOLASTICO 2013-14

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di LATINO DIPARTIMENTO DI LETTERE LICEO CLASSICO ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROGRAMMAZIONE ANNUALE di LATINO DIPARTIMENTO DI LETTERE LICEO CLASSICO ANNO SCOLASTICO 2013-14 Triennio Questa programmazione è stata elaborata dal Dipartimento di Greco-Latino, tenuti presenti il D.P.R.

Dettagli

Scuola Secondaria Statale di I grado Manara Valgimigli ALBIGNASEGO

Scuola Secondaria Statale di I grado Manara Valgimigli ALBIGNASEGO PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Anno scolastico 2011/12 Docente Ketti Demo Disciplina Storia Classe II Sezione A n. alunni 23 SITUAZIONE DI PARTENZA Livello della classe (indicare con X a sinistra):

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTIMENTALE LICEO CICERONE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTIMENTALE LICEO CICERONE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTIMENTALE LICEO CICERONE CLASSI Indirizzo di studio materia I BIENNIO Liceo Linguistico, delle Scienze Umane e delle Scienze Umane opz Economico Soc Scienze motorie e sportive

Dettagli

PROGRAMMAZIONE SECONDO BIENNIO LINGUA e C IVILTA INGLESE

PROGRAMMAZIONE SECONDO BIENNIO LINGUA e C IVILTA INGLESE PROGRAMMAZIONE SECONDO BIENNIO LINGUA e C IVILTA INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO LINGUA Lo studente dovrà acquisire competenze linguistico-comunicative corrispondenti al Livello B2 del Quadro Comune

Dettagli

CLASSI PRIME PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO. Conoscenze

CLASSI PRIME PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO. Conoscenze PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO CLASSI PRIME Conoscenze Il sistema e le strutture fondamentali della lingua italiana ai diversi livelli: fonologia, ortografia, morfologia, sintassi del verbo. Le strutture della

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N 5 SANTA LUCIA

ISTITUTO COMPRENSIVO N 5 SANTA LUCIA Denominazione Compito-prodotto Competenze mirate Comuni/cittadinanza I ROMANI Mappa concettuale del percorso sviluppato. PowerPoint Verona romana. Cartellone Il Vangelo secondo Giotto Competenze chiave

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA A.S. 2014-2015

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA A.S. 2014-2015 IIS VERONESE-MARCONI PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA A.S. 2014-2015 CLASSE III L Indirizzo Linguistico COORDINATORE: JESSICA NARDO 1. COMPONENTI DEI CONSIGLI DI CLASSE DOCENTE Lanza Saragene Filippo

Dettagli

ITALIANO Primo Biennio [approvato nella riunione di Dipartimento 16 Settembre 2015]

ITALIANO Primo Biennio [approvato nella riunione di Dipartimento 16 Settembre 2015] ITALIANO Primo Biennio [approvato nella riunione di Dipartimento 16 Settembre 2015] Il biennio della scuola secondaria di secondo grado costituisce una continuazione coerente dell educazione linguistica

Dettagli

Inglese I Lingua - Francese II Lingua - Tedesco III Lingua

Inglese I Lingua - Francese II Lingua - Tedesco III Lingua DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE Inglese I Lingua - Francese II Lingua - Tedesco III Lingua Modalità di verifica e criteri di valutazione MODALITA DI VERIFICA BIENNIO Le verifiche, frequenti e diversificate,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE*

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE* Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca L.G.S. C. Beccaria Via Linneo 5-20145 Milano C.M. MIPC040008 C.F. 80125550154 Tel: 02 344815 Fax: 02 3495034 email istituzionale: mipc040008@istruzione.it

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE Vincenzo Manzini

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE Vincenzo Manzini ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE Vincenzo Manzini Corsi di Studio: Amministrazione, Finanza e Marketing/IGEA- Costruzioni, Ambiente e Territorio/Geometra Liceo Linguistico/Linguistico Moderno -

Dettagli

VERBALE del CONSIGLIO di CLASSE della classe.. sez. PRESENTI: ASSENTI: Presiede Verbalizza

VERBALE del CONSIGLIO di CLASSE della classe.. sez. PRESENTI: ASSENTI: Presiede Verbalizza VERBALE del CONSIGLIO di CLASSE della classe.. sez. TRIENNIO Il giorno... alle ore... nei locali del Liceo Scientifico Statale R. Caccioppoli, si è riunito il Consiglio di Classe per procedere alla programmazione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTO SCIENZE MOTORIE LICEO CICERONE POLLIONE ANNO SCOLASTICO 2015-16

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTO SCIENZE MOTORIE LICEO CICERONE POLLIONE ANNO SCOLASTICO 2015-16 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTO SCIENZE MOTORIE LICEO CICERONE POLLIONE ANNO SCOLASTICO 2015-16 I BIENNIO (CLASSI 1^ E 2^) Competenze disciplinari Specifiche 1) Conoscere e utilizzare il proprio corpo

Dettagli

LICEO CLASSICO STATALE VIRGILIO PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DEL DIPARTIMENTO DI STORIA DELL ARTE E DISEGNO E STORIA DELL'ARTE a.s.

LICEO CLASSICO STATALE VIRGILIO PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DEL DIPARTIMENTO DI STORIA DELL ARTE E DISEGNO E STORIA DELL'ARTE a.s. LICEO CLASSICO STATALE VIRGILIO PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DEL DIPARTIMENTO DI STORIA DELL ARTE E DISEGNO E STORIA DELL'ARTE a.s.2014/2015 OBIETTIVI DIDATTICI SAPER STUDIARE: saper riassumere, sintetizzare,

Dettagli

LICEO GINNASIO DANTE ALIGHIERI ANNO SCOLASTICO 2015/16 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA

LICEO GINNASIO DANTE ALIGHIERI ANNO SCOLASTICO 2015/16 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA LICEO GINNASIO DANTE ALIGHIERI ANNO SCOLASTICO 2015/16 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA CLASSE 4 A (n.o.) DISCIPLINA: ITALIANO PROF. GLORIA VERGANTINI PROFILO DELLA CLASSE Quest'anno seguirò la classe 4A oltre

Dettagli

1. Competenze trasversali

1. Competenze trasversali 1 ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G. CENA SEZIONE TECNICA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI MATEMATICA DOCENTI: PROF. ANGERA GIANFRANCO CLASSE V U TUR Secondo le linee guida, il corso

Dettagli

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (AI SENSI DELL ARTICOLO 5 Legge n. 425 10/12/1997)

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (AI SENSI DELL ARTICOLO 5 Legge n. 425 10/12/1997) ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LEON BATTISTA ALBERTI Via A. Pillon n. 4-35031 ABANO T. (PD) Tel. 049 812424 - Fax 049 810554 Distretto 45 - PD Ovest PDIS017007- Cod. fiscale 80016340285 sito web: http://www.lbalberti.it/

Dettagli

Istituto Scolastico Comprensivo di Petritoli. Scuola Secondaria di 1 grado. Curricolo annuale A. S. 2013-2014

Istituto Scolastico Comprensivo di Petritoli. Scuola Secondaria di 1 grado. Curricolo annuale A. S. 2013-2014 Istituto Scolastico Comprensivo di Petritoli Scuola Secondaria di 1 grado Curricolo annuale A. S. 2013-2014 Discipline: lingua francese, lingua tedesca FINALITA DELL INSEGNAMENTO DELLA LINGUA STRANIERA

Dettagli

Istituto di istruzione secondaria di II grado - Bressanone

Istituto di istruzione secondaria di II grado - Bressanone Istituto di istruzione secondaria di II grado - Bressanone Anno scolastico 2015 / 2016 Piano di lavoro individuale LICEO "Dante Alighieri" Classe: V LICEO linguistico e scientifico Insegnante: ZERBI Raffaella

Dettagli

PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-14. PROF.SSA Claudia Zardini. MATERIA: Scienze CLASSE II C DATA DI PRESENTAZIONE: 29/11/13

PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-14. PROF.SSA Claudia Zardini. MATERIA: Scienze CLASSE II C DATA DI PRESENTAZIONE: 29/11/13 PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF.SSA Claudia Zardini MATERIA: Scienze CLASSE II C DATA DI PRESENTAZIONE: 29/11/13 Finalità della disciplina Nell ambito dell intero processo

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Programmazione disciplinare biennio

DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Programmazione disciplinare biennio Livelli di competenza A= Esperto (Livello 1) B= Competente (Livello 2) C= Principiante (Livello 3) ASSE LINGUAGGI DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Programmazione disciplinare biennio FORMAT UNITARIO

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE PER L INSEGNAMENTO DELLA LINGUA E CIVILTA INGLESE - I BIENNIO ANNO SCOLASTICO 2013/2014

PROGRAMMAZIONE ANNUALE PER L INSEGNAMENTO DELLA LINGUA E CIVILTA INGLESE - I BIENNIO ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGRAMMAZIONE ANNUALE PER L INSEGNAMENTO DELLA LINGUA E CIVILTA INGLESE - I BIENNIO ANNO SCOLASTICO 2013/2014 L insegnamento di lingue straniere nel biennio si propone di promuovere lo sviluppo graduale

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE a.s.2012/2013 ITALIANO A CURA DEL RESPONSABILE DEL DIPARTIMENTO Prof. David Baragiola 1 L AMBITO DISCIPLINARE DI ITALIANO STABILISCE

Dettagli