Relazione annuale sull attività svolta e sui programmi di lavoro.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Relazione annuale 2012. sull attività svolta e sui programmi di lavoro. www.agcom.it"

Transcript

1 2009 Relazione annuale 2012 sull attività svolta e sui programmi di lavoro

2 Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Presidente Corrado Calabrò Componenti Nicola D Angelo Michele Lauria Stefano Mannoni Antonio Martusciello Roberto Napoli Enzo Savarese Sebastiano Sortino Segretario generale Roberto Viola Vice segretario generale Laura Aria Antonio Perrucci Capo di gabinetto Guido Stazi

3 Relazione annuale 2012 sull attività svolta e sui programmi di lavoro

4

5 Indice 1. L ecosistema digitale 1.1. Gli scenari economici e tecnologici Le reti Le reti fisse a banda larga Le reti mobili a banda larga Le reti televisive I servizi e le piattaforme I contenuti I temi della convergenza Il settore delle comunicazioni in Italia 2.1. Le telecomunicazioni Il settore dei media La televisione La radio L editoria Internet La pubblicità L evoluzione del quadro normativo Gli interventi dell Autorità 3.1. Le reti e i servizi di comunicazione elettronica Le analisi dei mercati La regolamentazione e la vigilanza I servizi di telecomunicazione su rete fissa I servizi di telecomunicazione su rete mobile I servizi e le reti a banda larga Le controversie tra operatori I procedimenti sanzionatori nei confronti degli operatori di comunicazione elettronica I servizi media Le analisi dei mercati

6 Relazione annuale sull attività svolta e sui programmi di lavoro Il Sistema integrato delle comunicazioni e i singoli mercati che lo compongono L Informativa economica di sistema La regolamentazione e la vigilanza Posizioni dominanti, operazioni di concentrazione ed intese nel SIC e trasferimenti di proprietà di società radiotelevisive Il rilascio di autorizzazioni per i servizi media audiovisivi e per le emittenti satellitari La televisione digitale terrestre e la radio digitale La comunicazione commerciale televisiva e radiofonica La tutela dei minori e degli utenti Gli obblighi di programmazione e investimento in produzioni europee e indipendenti Gli indici di ascolto e di diffusione dei mezzi di comunicazione e la pubblicazione e la diffusione dei sondaggi I diritti audiovisivi sportivi e degli eventi di particolare rilevanza e il diritto di cronaca La tutela del diritto d autore sulle reti di comunicazione elettronica Il servizio pubblico radiotelevisivo La comunicazione politica Gli interventi sanzionatori Il settore postale La tutela del consumatore I rapporti con i consumatori e gli utenti La qualità dei servizi e la trasparenza delle offerte agli utenti Gli obblighi di servizio universale Le attività di vigilanza e sanzione a tutela dell utenza Le controversie tra utenti ed operatori Le funzioni ispettive e di registro Il Registro degli operatori di comunicazione Il Catasto nazionale delle infrastrutture di diffusione Le attività ispettive La tutela giurisdizionale in ambito nazionale e comunitario

7 4. L Autorità: rapporti istituzionali e organizzazione 4.1. I rapporti istituzionali I rapporti internazionali I rapporti con le istituzioni nazionali e con il Ministero dello sviluppo economico I rapporti con le università e gli enti di ricerca La Guardia di finanza e la Polizia postale e delle comunicazioni Gli organismi strumentali e ausiliari I Comitati regionali per le comunicazioni Il Consiglio nazionale degli utenti Gli organi di governance degli Impegni di Telecom Italia L organizzazione dell Autorità L organizzazione e le risorse umane Il Comitato etico Il sistema dei controlli Appendice

8 Relazione annuale sull attività svolta e sui programmi di lavoro 2012 Indice delle figure 1. L ecosistema digitale Figura 1.1. I servizi tlc in Europa Ripartizione dei ricavi per tecnologia (2011, in %) Figura 1.2. I servizi tlc in Europa Variazione % dei ricavi ( ) Figura 1.3. I servizi tlc in Europa Ripartizione delle utenze per tecnologia (2011, in %) Figura 1.4. I servizi tlc in Europa ARPU mensile ( , euro) Figura 1.5. I servizi tv in Europa Ripartizione dei ricavi (2011, in %) Figura 1.6. I servizi tv in Europa TV households per paese e tecnologia (2011 in %) Figura 1.7. L ecosistema digitale nel mondo (2011, miliardi di euro) Figura 1.8. I servizi tlc nel mondo Ricavi, utenze e traffico (2011, in %) Figura 1.9. I servizi tlc nel mondo Diffusione della fibra (2011, in % sugli accessi broadband) Figura I servizi tv nel mondo Ricavi, utenze e traffico (2011, in %) Figura Reti broadband in mobilità Velocità delle connessioni Figura Reti broadband in mobilità MHz, assegnazione e commercializzazione Figura Reti broadband in mobilità 800 MHz, assegnazione e commercializzazione Figura Lo stato del processo di switch-off in Europa Figura Il mobile payment in Italia (2011, milioni di euro) Il settore delle comunicazioni in Italia Figura 2.1. Comunicazioni e prezzi al consumo: dinamiche a confronto (2005=100) Figura 2.2. Indice dei prezzi alla produzione dei servizi di telecomunicazione (media 2006=100) Figura 2.3. Dinamiche delle principali tariffe pubbliche (2005=100) Figura 2.4. Dinamica dei prezzi nelle telecomunicazioni in Europa (2005=100) Figura 2.5. Spesa finale per tipologia di rete e clientela (2011, in %) Figura 2.6. Accessi a larga banda su rete fissa (dic mar. 2012) Figura 2.7. Incrementi netti degli accessi a larga banda ( , in milioni) Figura 2.8. Quote di mercato di Telecom Italia nei servizi a larga banda retail (dic mar. 2012, in %) Figura 2.9. Quote di mercato nei servizi a banda larga retail (mar. 2012, in %) Figura Ripartizione degli individui residenti nelle province con diffusione broadband maggiore della media nazionale (dic. 2011) Figura Ripartizione degli individui residenti nelle province con diffusione broadband minore della media nazionale (dic. 2011) Figura Ricavi servizi dati / servizi fonia vocale ( , in %) Figura Terminali UMTS/HSDPA (dic mar. 2012, milioni) Figura Sim-dati e connect card (dic mar. 2012, milioni) Figura Traffico dati su rete mobile ( , petabyte) Figura Mobile Number Portability ( marzo 2012, milioni) Figura Evoluzione delle risorse dei mezzi di comunicazione (milioni di euro) Figura Media tradizionali vs. internet Figura Giornalisti per mezzo

9 Figura Numero di giornalisti ogni cittadini che chiedono informazione sul mezzo Figura Distribuzione dei contributi pubblici diretti suddivisi per media Figura Distribuzione delle imprese per peso, sul fatturato, dei contributi diretti (%) Figura Andamento dei prezzi dei servizi televisivi Figura Analisi dinamica dell audience media annuale ( ) Figura Contributi pubblici in % del fatturato: le Tv locali Figura Contributi pubblici in % del fatturato: le radio locali Figura Indici dei prezzi: l editoria rispetto all indice generale al consumo ( ) Figura Editoria quotidiana - Vendite medie giornaliere di quotidiani ( ) Figura Provvidenze percepite e diffusione della testata Figura Contributi pubblici in % del fatturato: l editoria quotidiana Figura Editoria quotidiana Lettori per tipologia di quotidiani 2010 (%) Figura Mezzi di comunicazione come sistema a due versanti Figura Servizi svolti dai centri media Gli interventi dell Autorità Figura 3.1. Roaming internazionale Chiamate eseguite Figura 3.2. Roaming internazionale Chiamate ricevute Figura 3.3. Roaming internazionale Sms inviati Figura 3.4. Roaming internazionale Traffico dati Figura 3.5. Numero totale delle portabilità dei numeri mobili effettuate in ciascun anno (milioni) Figura 3.6. Mezzi di comunicazione come sistema a due versanti Figura 3.7. Programmazione di opere europee e opere europee recenti Figura 3.8. Rai Composizione dell offerta Generi per rete generalista (fascia oraria: 06:00-24:00) Figura 3.9. Rai Composizione dell offerta Tempo complessivo dei generi predefiniti. Reti generaliste (fascia oraria 06:00-24:00) e Reti specializzate (fascia oraria 02:00-24:00) Figura Contatti per tipologia di soggetto Figura Segnalazioni pervenute al contact center per tipologia di servizio (maggio 2011 aprile 2012) Figura Fonia fissa: problematiche più frequentemente segnalate Figura Fonia mobile: problematiche più frequentemente segnalate Figura Trasmissione dati: problematiche più frequentemente segnalate Figura Pay Tv: problematiche più frequentemente segnalate Figura Misura Internet Andamento rilascio certificati pdf Figura Misura Internet Distribuzione certificati pdf per operatore Figura Misura Internet n. reclami con allegato certificato pdf attestante la misurazione Figura La classificazione dei decoder adottata dall Autorità Figura Andamento Indice di Qualità Globale Figura Segnalazioni e denunce per tipologia di mittente Figura Segnalazioni e denunce per regione di provenienza Figura Segnalazioni e denunce per operatore Figura Segnalazioni e denunce per principali casistiche

10 Relazione annuale sull attività svolta e sui programmi di lavoro 2012 Figura Procedimenti sanzionatori avviati per operatore Figura Operatori iscritti al Registro per attività su totale operatori al 31 marzo Figura Operatori iscritti al Registro per attività su totale operatori al 31 marzo Figura Settori di attività svolte dagli operatori iscritti al Registro su totale attività (%) dati al 30 aprile L Autorità: rapporti istituzionali e organizzazione Figura 4.1. Mappa dei Co.re.com. (1 gennaio 2012) Figura 4.2. Domande di iscrizione al ROC Figura 4.3. Ripartizione istanze di conciliazione (migliaia) Figura 4.4. Istanze di conciliazione 2010/2011 (migliaia) Figura 4.5. Efficacia del processo di conciliazione a livello nazionale ( , in %) Figura 4.6. Gli Organi e il Gabinetto dell Autorità (30 aprile 2012) Figura 4.7. La struttura dell Autorità

11 Indice delle tabelle 1. L ecosistema digitale Tabella 1.1. I servizi tlc nel mondo Variazione dei ricavi ( ) Tabella 1.2. I servizi tlc nel mondo Variazione delle utenze ( ) Tabella 1.3. I servizi tlc nel mondo Variazione del traffico dati ( ) Tabella 1.4. I servizi tv nel mondo Variazione dei ricavi ( ) Tabella 1.5. I servizi tv nel mondo Ricavi per area e fonte di reddito (2011) Tabella 1.6. I servizi tv nel mondo Tv households per area e piattaforma (2011) Tabella 1.7. I servizi tv nel mondo Variazione del traffico dati ( ) Tabella 1.8. La regolamentazione delle NGA in Europa (2012) Tabella 1.9. Calendario dello switch-off degli impianti analogici Tabella Selezione delle iniziative regolamentari adottate a livello europeo e internazionale ( ) Il settore delle comunicazioni in Italia Tabella 2.1. L economia italiana nel Tabella 2.2. Incidenza delle telecomunicazioni nell economia ( , in %) Tabella 2.3. Telecomunicazioni fisse e mobili Ricavi lordi (miliardi di euro) Tabella 2.4. Spesa finale degli utenti residenziali e affari (miliardi di euro) Tabella 2.5. Ricavi da servizi intermedi (miliardi di euro) Tabella 2.6. Spesa finale per categoria di clientela (miliardi di euro) Tabella 2.7. Investimenti in immobilizzazioni (milioni di euro) Tabella 2.8. Assegnazione diritti d uso delle frequenze 800, 1.800, e MHz Tabella 2.9. Spesa finale degli utenti di rete fissa e mobile per operatore (%) Tabella Andamento dei ricavi unitari nei servizi di fonia (2011/2010, variazione %) Tabella Rete fissa Spesa degli utenti per tipologia di servizi (miliardi di euro) Tabella Tipologie contrattuali dei servizi broadband (%) Tabella Traffico su rete fissa commutata per direttrice (miliardi di minuti) Tabella Accessi a larga banda per classe di velocità nominale (%) Tabella Diffusione della larga banda in Europa (31 dicembre 2011) Tabella Popolazione per classi di età (in milioni al 1 gennaio 2011) Tabella Popolazione con un basso livello di istruzione compresa nella fascia di età anni (2010, in %) Tabella Accessi alla rete fissa (migliaia) Tabella Diffusione degli accessi alla rete fissa (dicembre 2011, in % delle famiglie) Tabella Accessi complessivi alla rete fissa Quote di mercato al 31 dicembre 2011 (%). 91 Tabella Diffusione degli accessi a larga banda (dicembre 2011, in % delle famiglie) Tabella Accessi a larga banda Quote di mercato (dic. 2011, %) Tabella Spesa finale degli utenti per operatore (%) Tabella Ricavi da servizi finali su rete commutata e a larga banda (%) Tabella Ricavi da servizi di fonia e accesso su rete commutata (%) Tabella Ricavi da servizi finali su rete a larga banda (%) Tabella Spesa degli utenti per tipologia di servizi (miliardi di euro) Tabella Traffico voce nella telefonia mobile (miliardi di minuti) Tabella Componente on-net dei ricavi per chiamate vocali e sms-mms (% del totale) Tabella Ricavi da servizi voce per direttrice (miliardi di euro)

12 Relazione annuale sull attività svolta e sui programmi di lavoro 2012 Tabella Ricavi da servizi dati per tipologia (miliardi di euro) Tabella Ricavi unitari per SIM attiva (euro/anno) Tabella Ricavi unitari per user (euro/anno) Tabella Ricavi unitari per comunicazioni voce, sms e dati Tabella Quote di mercato nella spesa finale per clientela (%) Tabella Spesa degli utenti Ripartizione delle risorse per tipologia di operatore (%) Tabella Quote di mercato nei servizi voce e dati (%) Tabella Sim attive per tipologia di clientela e di contratto (in migliaia) Tabella Sim attive per operatore (%) Tabella Sim attive Ripartizione per tipologia di operatore (%) Tabella Mobile Number Portability: distribuzione tra operatori (%) Tabella Ricavi complessivi della televisione suddivisi per mercato rilevante Tabella Ricavi complessivi della televisione suddivisi per tipologia Tabella Ricavi televisivi suddivisi per operatore Tabella Ascolti televisivi per piattaforma Tabella Audience dei principali Tg nel 2010 e Tabella Offerta televisiva nazionale in chiaro: i principali canali Tabella TV gratuita Quote di mercato dei principali operatori (%) Tabella TV a pagamento Quote di mercato dei principali operatori (%) Tabella L offerta radiofonica nazionale Tabella Ricavi complessivi della radio suddivisi per tipologia Tabella Radio Quote di mercato dei principali operatori (%) Tabella Editoria Ricavi complessivi Tabella Editoria Ricavi da attività caratteristiche Tabella Editoria Ricavi complessivi per impresa (%) Tabella Quotidiani in Italia per tipologia Tabella Editoria quotidiana Ricavi da attività caratteristiche Tabella Editoria quotidiana Quote di mercato dei principali gruppi editoriali (%) Tabella Editoria quotidiana Quote di mercato in volume (2010) Tabella Editoria periodica Ricavi da attività caratteristiche Tabella Principali operatori del mercato Tabella Editoria periodica Quote di mercato dei principali gruppi editoriali (%) Tabella La fruizione di internet in Italia Tabella I primi 15 siti sul web in termini di audience (febbraio 2012) Tabella Le prime 10 società sul web in termini di audience (febbraio 2012) Tabella I primi 15 siti degli operatori dei media classici (febbraio 2012) Tabella Rapporto ricavi pubblicitari (ADV)/pagine viste/utenti attivi Tabella Il valore del mercato della raccolta pubblicitaria on line Tabella Il mercato della raccolta pubblicitaria on line nazionale in Italia: quote di mercato Tabella Principali gruppi editoriali attivi nell offerta di pubblicità in Italia Tabella Ripartizione dei ricavi da pubblicità (nazionale e locale) per mezzo Tabella Maggiori inserzionisti di pubblicità (pubblicità nazionale e locale) distribuiti per mezzi classici e internet (display) Tabella Investimenti pubblicitari (pubblicità nazionale) per mezzi classici e internet (display) Tabella Ripartizione degli investitori nazionali per classi di investimento per mezzo (2011) Tabella Ripartizione investimenti pubblicitari nazionali mezzi classici e internet (display), valori percentuali (2011) Tabella Principali centri media attivi in Italia

13 3. Gli interventi dell Autorità Tabella 3.1. Controversie tra operatori di comunicazione elettronica (1 aprile aprile 2012) Tabella 3.2. Verifica del rispetto dei principi di cui all art. 43 del decreto legislativo 31 luglio 2005, n. 177 e successive modificazioni e integrazioni Tabella 3.3. Riepilogo procedimenti di autorizzazioni ai trasferimenti di proprietà di società radiotelevisive Tabella 3.4. Servizi di media audiovisivi lineari o radiofonici su altri mezzi di comunicazione elettronica Tabella 3.5. Comunicazioni di notifica di ritrasmissione in simulcast delle prestazioni di servizi di media audiovisivi lineari o radiofonici su altri mezzi di comunicazione elettronica Tabella 3.6. Autorizzazioni alla diffusione via satellite dei programmi televisivi Tabella 3.7. Programmi e soggetti autorizzati alla diffusione via satellite Tabella 3.8. Dati medi nazionali degli adempimenti agli obblighi di programmazione e investimento Tabella 3.9. Investimenti in produzioni realizzate da produttori indipendenti Tabella Deroghe dagli obblighi di programmazione e di investimento Tabella Rai I generi predefiniti dal Contratto di servizio nelle reti generaliste Tabella Rai Generi predefiniti dal Contratto di servizio e canali specializzati Tabella Rai L offerta I generi predefiniti dal Contratto di servizio e gli Altri generi Tabella Rai Offerta dei canali radiofonici Radio 1, Radio 2, Radio 3 (1 gennaio - 31 dicembre 2011) Tabella Rai La programmazione per minori delle reti televisive generaliste terrestri (1 gennaio - 31 dicembre 2011) Tabella Rai Programmi sottotitolati. Distribuzione per genere e rete generalista Tabella Rai Programmi tradotti nella lingua internazionale dei segni (L.I.S.) Tabella Rai Fruizione mensile e giornaliera Tabella Rai Il pubblico (media mese 2011) Tabella Rai Tipo di connessione (%) Tabella Rai Domini di provenienza Tabella Rai Contenuti pubblicati nel Tabella Rai La struttura dell indice Rai come Servizio Pubblico Tabella I valori dell indicatore della qualità percepita (IQP) di Rai Tabella I valori dell indicatore della qualità percepita (IQP) di Raiuno Tabella I valori dell indicatore della qualità percepita (IQP) di Raidue Tabella I valori dell indicatore della qualità percepita (IQP) di Raitre Tabella I valori dell indicatore di valore pubblico (IVP) di Rai Tabella I valori dell indicatore di valore pubblico (IVP) di Raiuno Tabella I valori dell indicatore di valore pubblico (IVP) di Raidue Tabella I valori dell indicatore di valore pubblico (IVP) di Raitre Tabella Rai Contabilità separata 2010 (milioni di euro) Tabella Provvedimenti in materia di comunicazione istituzionale Tabella Periodo elettorale - primavera 2011 Provvedimenti in materia di informazione politica - messaggi autogestiti Tabella Elezioni in Molise (delibera n. 227/11/CSP) Provvedimenti adottati Tabella Provvedimenti adottati nel periodo non elettorale in materia di informazione politica

14 Relazione annuale sull attività svolta e sui programmi di lavoro 2012 Tabella Emittenti televisive nazionali, stato dell attività sanzionatoria nel settore della pubblicità radiofonica e televisiva Tabella Diritti di cronaca sportiva Procedimenti sanzionatori Tabella Misura Internet n. test Ne.Me.Sys., utenti registrati e pdf rilasciati (novembre 2010 aprile 2012) Tabella Costi per l attivazione e per il passaggio ad altro operatore dei principali fornitori di servizi di telefonia fissa Tabella Segnalazioni relative ai costi di recesso per la fonia mobile Tabella Segnalazioni relative ai costi di recesso per la fonia fissa Tabella Codici di classificazione delle segnalazioni Tabella Procedimenti sanzionatori avviati o conclusi e relativi provvedimenti adottati (1 aprile aprile 2012) Tabella Attività di risoluzione extragiudiziale delle controversie Tabella Procedimenti istruiti nel Registro nel periodo di riferimento Tabella Impianti dichiarati attivi al Catasto nazionale delle frequenze alla data del 31 marzo per gli anni 2009, 2010, 2011 e 2012 individuati per tipologia e qualità dei dati Tabella Tipologie e numero di operazioni effettuate sul Catasto nazionale delle frequenze radiotelevisive nel periodo di riferimento 1 aprile 31 marzo per gli anni 2008/2009, 2009/2010, 2010/2011 e 2011/ L Autorità: rapporti istituzionali e organizzazione Tabella 4.1. Pareri resi all Autorità garante della concorrenza e del mercato Tabella 4.2. Co.re.com. Abruzzo Controversie operatore - utente Tabella 4.3. Co.re.com. Basilicata Controversie operatore - utente Tabella 4.4. Comitato Provinciale per le comunicazioni di Bolzano Controversie operatore - utente Tabella 4.5. Co.re.com. Calabria Controversie operatore - utente Tabella 4.6. Co.re.com. Campania Controversie operatore - utente Tabella 4.7. Co.re.com. Emilia Romagna Controversie operatore - utente Tabella 4.8. Co.re.com. Friuli Venezia Giulia Controversie operatore - utente Tabella 4.9. Co.re.com. Lazio Controversie operatore - utente Tabella Co.re.com. Liguria Controversie operatore - utente Tabella Co.re.com. Lombardia Controversie operatore - utente Tabella Co.re.com. Marche Controversie operatore - utente Tabella Co.re.com. Molise Controversie operatore - utente Tabella Co.re.com. Piemonte Controversie operatore - utente Tabella Co.re.com. Puglia Controversie operatore - utente Tabella Co.re.com. Toscana Controversie operatore - utente Tabella Comitato Provinciale per le comunicazioni di Trento Controversie operatore - utente Tabella Co.re.com. Umbria Controversie operatore - utente Tabella Co.re.com. Valle d Aosta Controversie operatore - utente Tabella Co.re.com. Veneto Controversie operatore - utente Tabella Autorità Pianta organica Tabella Autorità Personale in servizio

15 L ecosistema digitale 1

16

17 1. L ecosistema digitale 1.1. Gli scenari economici e tecnologici L evoluzione del settore delle comunicazioni negli ultimi anni mostra una sempre più accentuata dinamica di convergenza tecnologica e di mercato tra l industria delle telecomunicazioni e quella dei media. Seppur ancora distinti sotto diversi profili, i mercati dei media e delle telecomunicazioni appaiono infatti attraversati da forti spinte all integrazione, che incidono sulla catena del valore dell intero settore delle comunicazioni. Questo va progressivamente assumendo i contorni di un ecosistema digitale sempre più complesso e articolato di relazioni e scambi tra operatori di reti e fornitori di servizi e contenuti audiovisivi, in cui si affermano nuovi attori economici, come le internet company globali, le c.d. Over The Top 1. In tale prospettiva, il perdurante declino che caratterizza nell Unione europea il settore delle telecomunicazioni, che registra complessivamente una crescita negativa pari a -1,9%, si giustifica anche per il fatto che il valore tende a spostarsi verso servizi internet a valore aggiunto in particolare, quelli funzionali allo sviluppo del modello mobile everywhere che presuppone reti 4G come LTE, servizi in modalità cloud e stoccaggio di big data e le imprese europee mostrano difficoltà ad affermarsi in questi mercati emergenti, su cui si stanno invece maggiormente orientando gli investimenti dei nuovi colossi dell ecosistema digitale (tra cui Apple, Google, Amazon, Microsoft e Facebook). A questa situazione, fa da riscontro la continua ripresa dei settori televisivo (+4,1%) e media in Europa, seppure con incrementi decrescenti. Ciò si riflette sui ricavi complessivi del settore delle comunicazioni (Tlc+Tv) che, nel 2011, sono stimati in 390 miliardi di euro evidenziando, rispetto al 2010, una leggera ripresa (con un guadagno sul 2010 dello 0,25%). Nell ecosistema digitale europeo è da rilevare il risultato conseguito dal comparto dei servizi di data processing che, secondo le stime del Rapporto DigiWorld 2012, nell ultimo anno ha conseguito un incremento di fatturato pari al 2,9%, attestandosi come una rilevante fonte di produzione del valore nel settore in Europa, con un ricavo complessivo annuo pari a circa 239 miliardi di euro nel Strettamente legato alla crescita dei servizi online è lo sviluppo del mercato dei terminali, con un effetto trainante per l incremento dei servizi dati in mobilità, ormai largamente utilizzati per la fruizione di contenuti audiovisivi. Una tendenza comune ai mercati europei e al resto del mondo è l incremento del traffico internet generato da terminali diversi dal PC. Le stime per il 2015 indicano che, a livello globale, il traffico internet generato da questi dispositivi è destinato a crescere del 101% per apparecchi televisivi connected TV, 216% tablets, 144% smartphones e 258% dispositivi M2M (machine to machine). Attualmente, il tasso di penetrazione degli smarthphone in Europa è in costante aumento e, sebbene inferiore alle percentuali statunitensi, è associato a interessanti 1 I contorni dell ecosistema digitale, e della relativa catena del valore, sono oggetto di numerosi studi e non è rinvenibile una definizione univoca, benché come già analizzato nella Relazione annuale 2011 (cap. 1) gli assi portanti sono costituiti dal settore delle telecomunicazioni, dalla radio-televisione e dall editoria, da internet, a cui si associano altri settori a partire dall industria manifatturiera ICT, ivi compresi i prodotti hardware e software. Nel seguito, sono proposti i dati quantitativi riferiti al settore delle telecomunicazioni e della televisione, contestualizzati nelle più ampie linee di tendenza che caratterizzano l intero ecosistema digitale. 15

18 Relazione annuale sull attività svolta e sui programmi di lavoro 2012 sviluppi competitivi se si considera che la diffusione del sistema operativo Android di Google nel 2011 ha eguagliato, e in alcuni casi superato, quello sviluppato da Apple per iphone (dati Cisco 2012). Anche nel settore dei tablets, l ipad di Apple sta perdendo la propria egemonia. Per effetto dello sviluppo di questi mercati, il Rapporto Idate 2012 mostra che il tasso di crescita dei servizi dati in mobilità nel 2011 ha continuato a crescere, con un ritmo superiore all anno precedente nell intera Europa (+14,2% nel 2011 contro +12,4% nel 2010) 2. Questi dati trovano riscontro negli incrementi dei volumi di traffico generati anche grazie alla diffusione di questi nuovi terminali. Le proiezioni elaborate dalla società Cisco (Cisco visual networking index Global Mobile Data Forecast Update ) indicano per il 2011 un volume complessivo pari a circa 247 exabyte di dati veicolati sulle reti IP fisse e petabyte per le reti mobili. Inoltre, il traffico mobile presenterà nei successivi 5 anni un tasso annuo di crescita composto pari all 83% nell Europa centrale e orientale e al 68% in Europa occidentale. L aumento del traffico appare, quindi, correlato al tasso di penetrazione dei nuovi terminali (smartphone, tablets, smart-tv) che consentono, in taluni casi, la fruizione integrata di contenuti audiovisivi attraverso il web e le reti televisive. Nel 2011, peraltro, la modalità diffusiva di servizi televisivi che ha registrato il tasso di crescita maggiore (+22,9%) è risultata la piattaforma integrata IP TV che, allo stato attuale, rappresenta la modalità primaria di accesso alla TV per 19,6 milioni di utenti residenziali in Europa, di cui 7,5 soltanto in Francia. Ancora una volta, le prospettive di sviluppo per i mercati europei sono rinvenibili nella centralità assunta dai processi di integrazione tra i servizi di tlc e tv, da un lato, e l industria software e IT dall altro. Circoscrivendo l analisi al settore delle telecomunicazioni, emerge, a fronte delle prospettive incoraggianti per il segmento di mercato legato al traffico dati in mobilità, una perdurante flessione del fatturato annuo. In Europa, i ricavi per il 2011 del settore tlc sono stimati in 301,4 miliardi di euro (vedi Figura 1.1) con una perdita rispetto al 2010 dello 0,8% legata soprattutto alla riduzione dei ricavi del segmento della telefonia fissa pari al 7,6%. Lo stesso aumento dei ricavi della telefonia mobile (0,9%) e del comparto dati (2,6%) stimati, rispettivamente, in 161 miliardi di euro e 71 miliardi di euro deve essere ponderato, considerando che in termini percentuali si tratta di un incremento più contenuto rispetto agli anni precedenti (vedi Figura 1.2). La flessione dei ricavi derivanti dal traffico voce appare infatti una tendenza comune, seppur in misura differente, ai servizi di rete fissa e mobile, per effetto di mutamenti nelle modalità di comunicazione indotti dalla diffusione di servizi voce su IP. 2 La fonte dei dati in questa sezione, se non diversamente specificato, è Idate. I dati indicati nella presente sezione, per quanto coerenti con quelli contenuti nella precedente relazione annuale, non possono essere tuttavia confrontati con questi ultimi. Infatti la diversità delle fonti, dei tassi di cambio EUR/USD, nonché delle fasi di stima (preventiva o consuntiva), rendono alcuni dati presentati non perfettamente allineati con quelli riportati nella Relazione annuale

19 1. L ecosistema digitale Figura 1.1. I servizi tlc in Europa Ripartizione dei ricavi per tecnologia (2011, in %) Internet e dati 24% Telefonia fissa 23% Totale 301 miliardi di euro Telefonia mobile 53% Fonte: elaborazioni dell Autorità su dati Idate Nel settore mobile, comunque, l effetto di compensazione della perdita di ricavi dal traffico voce per effetto degli incrementi nei servizi mobile data appare minore nei mercati europei più maturi, quelli cioè degli Stati membri UE, rispetto al resto del continente europeo. Figura 1.2. I servizi tlc in Europa Variazione % dei ricavi ( ) 8 7,2 6 5, ,9 2,0-4,9-1,1-1,6-7,7 3,1 1,5 Telefonia fissa Telefonia mobile Internet e dati Media settore TLC 2,6 0,9-0,4-0, ,0-7,6 Fonte: elaborazioni dell Autorità su dati Idate Il numero di utenti abbonati a servizi di telecomunicazione in Europa, per il 2011, è pari a milioni (circa 30 milioni in più se confrontati con l anno precedente). Di questi il numero di abbonati a servizi dati a banda larga e ultra larga è pari a 213 milioni (aumento del 3,6%), il numero di SIM attive è milioni (aumento del 3,5%), le utenze di telefonia fissa 260 (in diminuzione del 4,7%) (vedi Figura 1.3). 17

20 Relazione annuale sull attività svolta e sui programmi di lavoro 2012 Figura 1.3. I servizi tlc in Europa Ripartizione delle utenze per tecnologia (2011, in %) Linee dati 14% Linee voce 17% Totale milioni SIM 69% Fonte: elaborazioni dell Autorità su dati Idate Come per il 2010 e il 2009, l ARPU risulta in diminuzione, sia a livello di settore che per i singoli segmenti (vedi Figura 1.4): il comparto internet rimane quello con la maggiore redditività per cliente (di circa 10 euro superiore all ARPU mensile medio), seguito dal segmento della telefonia fissa (circa 22 euro al mese) e dal settore mobile (13 euro al mese). Figura 1.4. I servizi tlc in Europa ARPU mensile ( , euro) ,1 27, ,9 22, ,2 16, ,3 13,0 5 0 Telefonia fissa Telefonia mobile Internet e dati Media settore TLC Fonte: elaborazioni dell Autorità su dati Idate A differenza del comparto delle telecomunicazioni, il fatturato annuo del settore televisivo è cresciuto, nella misura del 4,1% nell ultimo anno in Europa. In termini assoluti, il settore televisivo ha registrato 89 miliardi di euro nel 2011 con un guadagno di 4 miliardi rispetto all anno precedente, dovuto in gran parte all aumento nell ul- 18

Relazione annuale 2011. sull attività svolta e sui programmi di lavoro

Relazione annuale 2011. sull attività svolta e sui programmi di lavoro Relazione annuale 2011 sull attività svolta e sui programmi di lavoro Indice 1. L ecosistema digitale 1.1. Introduzione...................................15 1.2. La catena del valore..............................18

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Relazione annuale 2014 sull attività svolta e sui programmi di lavoro

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Relazione annuale 2014 sull attività svolta e sui programmi di lavoro Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Relazione annuale 2014 sull attività svolta e sui programmi di lavoro 15 luglio 2014 1 INDICE Il settore delle comunicazioni in Italia I servizi tlc I servizi

Dettagli

LA TUTELA DELLE TELECOMUNICAZIONI, AUDIOVISIVO, EDITORIA E SERVIZI POSTALI. Annalisa D Orazio Milano, 21 ottobre 2014

LA TUTELA DELLE TELECOMUNICAZIONI, AUDIOVISIVO, EDITORIA E SERVIZI POSTALI. Annalisa D Orazio Milano, 21 ottobre 2014 LA TUTELA DELLE TELECOMUNICAZIONI, AUDIOVISIVO, EDITORIA E SERVIZI POSTALI Annalisa D Orazio Milano, 21 ottobre 2014 Sommario 1. Chi siamo Istituzione e obiettivi Quadro comunitario (focus DDA) 2. Come

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni. Relazione annuale 2013 sull attività svolta e sui programmi di lavoro

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni. Relazione annuale 2013 sull attività svolta e sui programmi di lavoro Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Relazione annuale 2013 sull attività svolta e sui programmi di lavoro Roma, 9 luglio 2013 AGENDA 2 Introduzione L ecosistema digitale: la dieta degli italiani

Dettagli

Il settore delle comunicazioni

Il settore delle comunicazioni Il settore delle comunicazioni 2 2. Il settore delle comunicazioni 2.1. Il contesto internazionale 2.1.1. Le telecomunicazioni Il quadro generale In sostanziale continuità con le tendenze riscontrate

Dettagli

L industria della comunicazione in Italia Andamento dei mercati e raffronti con l estero. IEM-Fondazione Rosselli

L industria della comunicazione in Italia Andamento dei mercati e raffronti con l estero. IEM-Fondazione Rosselli L industria della comunicazione in Italia Andamento dei mercati e raffronti con l estero IEM-Fondazione Rosselli La mission Quinto Summit sull Industria della Comunicazione IL DECIMO RAPPORTO IEM Riunire

Dettagli

SISTEMA INTEGRATO DELLE COMUNICAZIONI: RISULTANZE DEL PROCESSO DI VALUTAZIONE DELLE DIMENSIONI ECONOMICHE PER L ANNO 2014

SISTEMA INTEGRATO DELLE COMUNICAZIONI: RISULTANZE DEL PROCESSO DI VALUTAZIONE DELLE DIMENSIONI ECONOMICHE PER L ANNO 2014 Allegato A alla delibera n. 658/15/CONS SISTEMA INTEGRATO DELLE COMUNICAZIONI: RISULTANZE DEL PROCESSO DI VALUTAZIONE DELLE DIMENSIONI ECONOMICHE PER L ANNO 2014 Premessa Il presente documento illustra

Dettagli

La filiera delle TLC ha confermato il suo periodo di difficoltà, accentuato dalla crisi economica, con un ulteriore diminuzione dei ricavi nel 2012

La filiera delle TLC ha confermato il suo periodo di difficoltà, accentuato dalla crisi economica, con un ulteriore diminuzione dei ricavi nel 2012 Sintesi del Rapporto 1 La filiera delle TLC ha confermato il suo periodo di difficoltà, accentuato dalla crisi economica, con un ulteriore diminuzione dei ricavi nel 2012 Ulteriore peggioramento della

Dettagli

Banda Larga e ultra larga: un opportunità per le imprese Perché connettersi, perché avere connessioni veloci.

Banda Larga e ultra larga: un opportunità per le imprese Perché connettersi, perché avere connessioni veloci. 2014 Banda Larga e ultra larga: un opportunità per le imprese Perché connettersi, perché avere connessioni veloci. I venti dell'innovazione - Imprese a banda larga Varese, 9 luglio 2014 Antonello Fontanili

Dettagli

OECD Communications Outlook 2009. Prospettive delle Comunicazioni dell OCSE 2009. Summary in Italian. Sintesi in italiano

OECD Communications Outlook 2009. Prospettive delle Comunicazioni dell OCSE 2009. Summary in Italian. Sintesi in italiano OECD Communications Outlook 2009 Summary in Italian Prospettive delle Comunicazioni dell OCSE 2009 Sintesi in italiano Questa decima edizione delle Prospettive biennali delle Comunicazioni dell OCSE evidenzia

Dettagli

(All) Digital Monitor

(All) Digital Monitor (All) Digital Monitor 1 Trend TV Digitale Il rilevamento del Digital Monitor effettuato fra Febbraio e Marzo del 2013 fotografa una fase ormai matura della digitalizzazione televisiva, con le ultime tappe

Dettagli

Osservatorio SosTariffe.it ADSL Consumer

Osservatorio SosTariffe.it ADSL Consumer Osservatorio SosTariffe.it ADSL Consumer Le tariffe per l abbonamento ADSL in Europa: analisi su prezzi e velocità proposti dai principali Provider europei INDICE p. 1 1. Le tariffe ADSL in Europa e in

Dettagli

IN D IC E DELLE FIGURE

IN D IC E DELLE FIGURE Senato della Repubblica - 5 - Camera dei deputati IN D IC E DELLE FIGURE Figura 1.1. Scenari. Ricavi dei mercati delle comunicazioni nel mondo (2013, mld di euro) Figura 1.2. Scenari. Variazione dei volumi

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Attesa una crescita organica dei ricavi di Gruppo tra 3% ed il 4%

COMUNICATO STAMPA. Attesa una crescita organica dei ricavi di Gruppo tra 3% ed il 4% COMUNICATO STAMPA ILLUSTRATE ALLA COMUNITA FINANZIARIA LE STRATEGIE E GLI OBIETTIVI PER IL TRIENNIO 2006-2008 DEL GRUPPO TELECOM ITALIA E DELLA BUSINESS UNIT OPERATIONS Attesa una crescita organica dei

Dettagli

Il mercato IT nelle regioni italiane

Il mercato IT nelle regioni italiane RAPPORTO NAZIONALE 2004 Contributi esterni nelle regioni italiane a cura di Assinform Premessa e obiettivi del contributo Il presente contributo contiene la seconda edizione del Rapporto sull IT nelle

Dettagli

Il ruolo delle Infrastrutture nello sviluppo dei servizi a Banda Larga

Il ruolo delle Infrastrutture nello sviluppo dei servizi a Banda Larga Il ruolo delle Infrastrutture nello sviluppo dei servizi a Banda Larga Salvatore Lombardo Infratel Italia spa La Banda Larga Strade Acqua Gas Energia Banda larga La possibilità di accedere a servizi a

Dettagli

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO NUMERO G I U G N O 2003 QUATTORDICI INDICE PREMESSA pag.5 TEMI DEL RAPPORTO 7 CAPITOLO 1 LO SCENARIO MACROECONOMICO 11 CAPITOLO 2 L ANALISI DEL MERCATO DEL CREDITO

Dettagli

INTERNET E LA FRUIZIONE DELLE OPERE DELL INGEGNO

INTERNET E LA FRUIZIONE DELLE OPERE DELL INGEGNO INTERNET E LA FRUIZIONE DELLE OPERE DELL INGEGNO 27 Gennaio 2014 Quorum www.quorumsas.it Il campione La definizione del campione Nelle prossime pagine si analizza il discostamento del campione analizzato

Dettagli

Relazione annuale 2010. sull attività svolta e sui programmi di lavoro. www.agcom.it

Relazione annuale 2010. sull attività svolta e sui programmi di lavoro. www.agcom.it 2009 Relazione annuale 2010 sull attività svolta e sui programmi di lavoro www.agcom.it Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Presidente Corrado Calabrò Componenti Nicola D Angelo Giancarlo Innocenzi

Dettagli

Le imprese di telecomunicazioni

Le imprese di telecomunicazioni Le imprese di telecomunicazioni Anno 2004 6 giugno 2006 L Istat rende disponibili i principali risultati, relativi al 2004, della rilevazione annuale sulle imprese di telecomunicazioni. L indagine, di

Dettagli

Relazione annuale 2013. sull attività svolta e sui programmi di lavoro. www.agcom.it

Relazione annuale 2013. sull attività svolta e sui programmi di lavoro. www.agcom.it 2009 Relazione annuale 2013 sull attività svolta e sui programmi di lavoro www.agcom.it Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Presidente Angelo Marcello Cardani Componenti Maurizio Dècina Antonio

Dettagli

ACCORDO COMMERCIALE FASTWEB-VODAFONE

ACCORDO COMMERCIALE FASTWEB-VODAFONE Newsletter Retail Accordo commerciale FASTWEB-Vodafone Intesa commerciale FASTWEB-Sky Accordo tra FASTWEB e BBC per contenuti in Alta Definizione I risultati consolidati: III trimestre 2006 News FASTWEB

Dettagli

Evoluzione dei servizi convergenti, tendenze del mercato e prospettive di policy

Evoluzione dei servizi convergenti, tendenze del mercato e prospettive di policy Evoluzione dei servizi convergenti, tendenze del mercato e prospettive di policy Relazione Osservatorio ANFoV, in collaborazione con Baker & McKenzie. Integrazione e convergenza di servizi e piattaforme

Dettagli

L EXPORT DI CINEMA ITALIANO 2006-2010

L EXPORT DI CINEMA ITALIANO 2006-2010 L EXPORT DI CINEMA ITALIANO 2006-200 Venezia, 4 settembre 202 La ricerca ANICA 2006-200 Indagine su dinamiche, volumi e valori economici dell esportazione dei film italiani all estero. Monitoraggio risultati

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Osservatorio trimestrale sulle unicazioni (*) - Aggiornamento al 30 giugno 2014 - (*) - I valori indicati nelle figure che seguono rappresentano elaborazioni

Dettagli

Centro Studi Confagricoltura Digital Divide: diffusione delle infrastrutture di comunicazione a banda larga in Italia 17 marzo 2014 Bollettino Flash

Centro Studi Confagricoltura Digital Divide: diffusione delle infrastrutture di comunicazione a banda larga in Italia 17 marzo 2014 Bollettino Flash Centro Studi Confagricoltura Digital Divide: diffusione delle infrastrutture di comunicazione a banda larga in Italia Bollettino Flash 17 marzo 2014 Confagricoltura ha espresso più volte la propria preoccupazione

Dettagli

La pubblicità in cifre. 2006 totale anno

La pubblicità in cifre. 2006 totale anno La pubblicità in cifre 2006 totale anno PARTE 1 I MACRO INDICATORI ECONOMICI La crescita del prodotto interno lordo Dati a prezzi costanti 1995; variazioni percentuali medie annue. paesi 1994 1995 1996

Dettagli

Osservatorio banda larga e ultralarga e digital divide regioni Italia

Osservatorio banda larga e ultralarga e digital divide regioni Italia Osservatorio banda larga e ultralarga e digital divide regioni Italia Qual è la percentuale di popolazione in Italia raggiunta da servizi di accesso a Internet a banda larga e a banda ultralarga? Quanto

Dettagli

Rapporto ITMedia Consulting sulla TV Digitale in Europa. Studio realizzato per la Terza Conferenza DGTVi

Rapporto ITMedia Consulting sulla TV Digitale in Europa. Studio realizzato per la Terza Conferenza DGTVi Rapporto ITMedia Consulting sulla TV Digitale in Europa Studio realizzato per la Terza Conferenza DGTVi Introduzione La diffusione della televisione digitale in Europa Negli ultimi 18 mesi il digitale

Dettagli

Claudio GAGLIARDI. Rapporto PIQ 2011. Una nuova misura dell economia per leggere l Italia e affrontare la crisi. Segretario Generale Unioncamere

Claudio GAGLIARDI. Rapporto PIQ 2011. Una nuova misura dell economia per leggere l Italia e affrontare la crisi. Segretario Generale Unioncamere Claudio GAGLIARDI Segretario Generale Unioncamere Rapporto PIQ 2011 Una nuova misura dell economia per leggere l Italia e affrontare la crisi Roma, 10 dicembre 2012 Perché puntare l obiettivo sulla qualità?

Dettagli

Relazione annuale 2011. sull attività svolta e sui programmi di lavoro

Relazione annuale 2011. sull attività svolta e sui programmi di lavoro Relazione annuale 2011 sull attività svolta e sui programmi di lavoro Indice 1. L ecosistema digitale 1.1. Introduzione...................................15 1.2. La catena del valore..............................18

Dettagli

Relazione annuale 2015 sull attività svolta e sui programmi di lavoro. 7 luglio 2015

Relazione annuale 2015 sull attività svolta e sui programmi di lavoro. 7 luglio 2015 Relazione annuale 2015 sull attività svolta e sui programmi di lavoro 7 luglio 2015 INDICE Le attività svolte Il settore delle comunicazioni in Italia I servizi tlc I servizi media I servizi postali I

Dettagli

PARTE I. L evoluzione del quadro economico-regolamentare e il ruolo dell Autorità

PARTE I. L evoluzione del quadro economico-regolamentare e il ruolo dell Autorità PARTE I L evoluzione del quadro economico-regolamentare e il ruolo dell Autorità L ecosistema digitale 1 1. L ecosistema digitale 1.1. Introduzione La dieta mediatica dei cittadini è composta da un numero

Dettagli

DELIBERA N. 93/13/CONS AVVIO DI UN INDAGINE CONOSCITIVA IN VISTA DELLA REDAZIONE DI UN LIBRO BIANCO SULLA TELEVISIONE 2.0 NELL ERA DELLA CONVERGENZA

DELIBERA N. 93/13/CONS AVVIO DI UN INDAGINE CONOSCITIVA IN VISTA DELLA REDAZIONE DI UN LIBRO BIANCO SULLA TELEVISIONE 2.0 NELL ERA DELLA CONVERGENZA DELIBERA N. 93/13/CONS AVVIO DI UN INDAGINE CONOSCITIVA IN VISTA DELLA REDAZIONE DI UN LIBRO BIANCO SULLA TELEVISIONE 2.0 NELL ERA DELLA CONVERGENZA L AUTORITÀ NELLA riunione del Consiglio del 6 febbraio

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL SETTORE RADIOTELEVISIVO

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL SETTORE RADIOTELEVISIVO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL SETTORE RADIOTELEVISIVO Televisione nazionale - Servizi Media Audiovisivi (SMA) lineari e non lineari su reti trasmissive tradizionali (inclusa IPTV): fornitori

Dettagli

IL MONDO DEI PICCOLI E MEDI OPERATORI INTERNET: ANALISI E DATI DI SETTORE

IL MONDO DEI PICCOLI E MEDI OPERATORI INTERNET: ANALISI E DATI DI SETTORE INTERNET SERVICE PROVIDER ITALIANI una risorsa ed una opportunità per il Paese IL MONDO DEI PICCOLI E MEDI OPERATORI INTERNET: ANALISI E DATI DI SETTORE Fabrizio D Ascenzo - Francesco Bellini Dipartimento

Dettagli

Monitor semestrale Internet in Italia. I semestre 2012

Monitor semestrale Internet in Italia. I semestre 2012 Monitor semestrale Internet in Italia I semestre 2012 Luglio 2012 Indice Premessa Pag. 2 Sintesi Pag. 3 Le dimensioni complessive del mercato Pag. 6 L offerta e l audience di Rai Pag. 11 Rai nel contesto

Dettagli

GLI IMMOBILI IN ITALIA 2012

GLI IMMOBILI IN ITALIA 2012 2012 4. GLI IMMOBILI IN ITALIA 2012 4. FLUSSI DEI REDDITI DERIVANTI DALLE LOCAZIONI DEI FABBRICATI E FLUSSI INTERTERRITORIALI 4.1 ASPETTI GENERALI In questo capitolo si presentano i dati sui canoni di

Dettagli

Indice. 1. Sistema delle comunicazioni

Indice. 1. Sistema delle comunicazioni Indice 1. Sistema delle comunicazioni 1.1. Il quadro internazionale........................13 1.1.1. Le telecomunicazioni..........................13 1.1.2. L audiovisivo................................30

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI PER IL CLIENTE RELATIVA AL SERVIZIO IPTV DI TELECOM ITALIA

CARTA DEI SERVIZI PER IL CLIENTE RELATIVA AL SERVIZIO IPTV DI TELECOM ITALIA CARTA DEI SERVIZI PER IL CLIENTE RELATIVA AL SERVIZIO IPTV DI TELECOM ITALIA 1 - Introduzione La presente Carta dei Servizi è rivolta alla clientela che fruisce del servizio di comunicazione elettronica

Dettagli

La qualità dell accesso ad Internet in Italia: realtà e prospettive

La qualità dell accesso ad Internet in Italia: realtà e prospettive La qualità dell accesso ad Internet in Italia: realtà e prospettive 12 Giugno 2013 Prof. Maurizio Dècina Qualità dell accesso ad Internet - Attori e prospettive di interesse nel mercato italiano Associazione

Dettagli

Camera dei Deputati 625 Senato della Repubblica. xiv legislatura disegni di legge e relazioni documenti

Camera dei Deputati 625 Senato della Repubblica. xiv legislatura disegni di legge e relazioni documenti Camera dei Deputati 625 Senato della Repubblica Camera dei Deputati 626 Senato della Repubblica Camera dei Deputati 627 Senato della Repubblica Camera dei Deputati 628 Senato della Repubblica Camera dei

Dettagli

Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche

Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Milano, 10 febbraio 2016 Turismo incoming in crescita progressiva Arrivi di turisti negli esercizi ricettivi

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Osservatorio trimestrale sulle unicazioni (*) - Aggiornamento al 31 marzo 2014 - (*) - I valori indicati nelle figure che seguono rappresentano elaborazioni

Dettagli

Quanto donano le imprese. Dati e proiezioni

Quanto donano le imprese. Dati e proiezioni Istituto per la Ricerca Sociale Quanto donano le imprese. Dati e proiezioni La ricerca presentata oggi è stata realizzata dall Istituto per la Ricerca Sociale per conto del Summit della Solidarietà, nell

Dettagli

1. La velocità dell ADSL in Italia: evoluzione dal 2010 ad oggi

1. La velocità dell ADSL in Italia: evoluzione dal 2010 ad oggi Velocità ADSL: analisi della velocità media delle connessioni internet in Italia. Aumenta molto lentamente la velocità media delle connessioni ADSL italiane: secondo le rilevazioni di SosTariffe.it, che

Dettagli

OECD Communications Outlook 2005. Prospettive OCSE sulle Comunicazioni 2005 SOMMARIO ESECUTIVO. Summary in Italian. Riassunto in italiano

OECD Communications Outlook 2005. Prospettive OCSE sulle Comunicazioni 2005 SOMMARIO ESECUTIVO. Summary in Italian. Riassunto in italiano OECD Communications Outlook 2005 Summary in Italian Prospettive OCSE sulle Comunicazioni 2005 Riassunto in italiano SOMMARIO ESECUTIVO A seguito dello scoppio della bolla di Internet (la cosiddetta dot-com

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Osservatorio trimestrale sulle Telecomunicazioni (*) -Aggiornamento al 31 marzo 2013 - (*) - I valori indicati nelle figure che seguono rappresentano elaborazioni

Dettagli

La qualità dell accesso ad Internet in Italia: realtà e prospettive

La qualità dell accesso ad Internet in Italia: realtà e prospettive La qualità dell accesso ad Internet in Italia: realtà e prospettive 12 Giugno 2013 Prof. Maurizio Dècina Qualità dell accesso ad Internet - Attori e prospettive di interesse nel mercato italiano Associazione

Dettagli

Le radio e le tv sul web: F.A.Q.

Le radio e le tv sul web: F.A.Q. Le radio e le tv sul web: FAQ L Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, sulla base delle competenze ad essa assegnate dal decreto legislativo n. 44 del 2010 (cosiddetto decreto Romani, di seguito

Dettagli

IL FUTURO DELLA RETE LA DOMANDA DI INTERNET LE RETI E LE INIZIATIVE PUBBLICHE PER LA BANDA LARGA KEY FIGURES. Roma, 20 aprile 2010

IL FUTURO DELLA RETE LA DOMANDA DI INTERNET LE RETI E LE INIZIATIVE PUBBLICHE PER LA BANDA LARGA KEY FIGURES. Roma, 20 aprile 2010 OSSERVATORIO SULLA DIFFUSIONE DELLE RETI TELEMATICHE E DEI SERVIZI ON LINE IL FUTURO DELLA RETE LA DOMANDA DI INTERNET LE RETI E LE INIZIATIVE PUBBLICHE PER LA BANDA LARGA KEY FIGURES Roma, 20 aprile 2010

Dettagli

La tv digitale: innovazione ed economia

La tv digitale: innovazione ed economia La tv digitale: innovazione ed economia Giuseppe Richeri Università della Svizzera Italiana, Lugano Il processo d innovazione in atto L applicazione delle tecniche digitali ai mezzi di comunicazione oggi

Dettagli

I risultati in lettura prove in formato cartaceo e digitale

I risultati in lettura prove in formato cartaceo e digitale I risultati in lettura prove in formato cartaceo e digitale Presentazione Rapporto Nazionale PISA 2012 Margherita Emiletti - INVALSI PISA 2012 definisce la literacy in lettura come la capacità di comprendere

Dettagli

NIELSEN ECONOMIC AND MEDIA OUTLOOK

NIELSEN ECONOMIC AND MEDIA OUTLOOK NIELSEN ECONOMIC AND MEDIA OUTLOOK Ottobre 2012 Press briefing 5 ottobre 2012 Scenario macro economico Focus Internet Andamento dell advertising in Italia e nel mondo La linea del tempo degli investimenti

Dettagli

DELIBERA n. 602/13/CONS

DELIBERA n. 602/13/CONS DELIBERA n. 602/13/CONS REALIZZAZIONE DEL SISTEMA INFORMATIVO NAZIONALE SULLA COPERTURA DEL TERRITORIO ITALIANO DI SERVIZI DI CONNETTIVITÀ IN BANDA LARGA WIRED-WIRELESS-MOBILE DEGLI OPERATORI DI COMUNICAZIONE

Dettagli

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni)

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni) ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Gli immobili in Italia - 2015 ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Nel presente capitolo è analizzata la distribuzione territoriale

Dettagli

L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA TERRITORIALE NEL 2013

L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA TERRITORIALE NEL 2013 CONVEGNO LABORATORIO FARMACIA LA GESTIONE DELLA CRISI D IMPRESA NEL SETTORE DELLA DISTRIBUZIONE DEL FARMACO: STRATEGIE E STRUMENTI DI RISANAMENTO Pisa, 9 ottobre 2014 L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA

Dettagli

Cittadini e Innovazione Tecnologica: un mercato in continua crescita

Cittadini e Innovazione Tecnologica: un mercato in continua crescita 1 Cittadini e Innovazione Tecnologica: un mercato in continua crescita L Osservatorio semestrale della Società dell Informazione, realizzato da Federcomin, analizza semestralmente lo stato e le dinamiche

Dettagli

ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 4/06/CONS. a. ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE

ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 4/06/CONS. a. ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 4/06/CONS a. ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE b. ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE L analisi dell impatto regolamentare richiede di valutare: 1. l ambito di

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Osservatorio trimestrale sulle Telecomunicazioni (*) - Aggiornamento al 30 settembre 2013 - (*) - I valori indicati nelle figure che seguono rappresentano elaborazioni

Dettagli

La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015

La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015 Turismo & Toscana La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015 Il turismo nell economia Toscana Nel 2014 oltre 43,5 milioni di presenze ufficiali (+ 3 milioni

Dettagli

Audizione del Presidente dell Autorità garante della concorrenza e del mercato. Professor Giovanni Pitruzzella

Audizione del Presidente dell Autorità garante della concorrenza e del mercato. Professor Giovanni Pitruzzella DISEGNI DI LEGGE N. 1880 E CONNESSI SULLA RIFORMA DELLA RAI (Commissione 8ª - Lavori pubblici, comunicazioni) Audizione del Presidente dell Autorità garante della concorrenza e del mercato Professor Giovanni

Dettagli

Certificazione di affidabilità doganale e di sicurezza: L Operatore Economico Autorizzato (A.E.O.)

Certificazione di affidabilità doganale e di sicurezza: L Operatore Economico Autorizzato (A.E.O.) Certificazione di affidabilità doganale e di sicurezza: L Operatore Economico Autorizzato (A.E.O.) dott.ssa Cinzia Bricca Direttore Centrale Accertamenti e Controlli Agenzia delle Dogane Milano 25 marzo

Dettagli

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3 IL QUADRO AGGREGATO Come già avvenuto nel primo trimestre dell anno, anche nel secondo il prodotto interno lordo ha conosciuto una accelerazione sia congiunturale che tendenziale. Tra aprile e giugno dell

Dettagli

SISTEMA INTEGRATO DELLE COMUNICAZIONI: RISULTANZE DEL PROCESSO DI VALUTAZIONE DELLE DIMENSIONI ECONOMICHE PER L ANNO 2009

SISTEMA INTEGRATO DELLE COMUNICAZIONI: RISULTANZE DEL PROCESSO DI VALUTAZIONE DELLE DIMENSIONI ECONOMICHE PER L ANNO 2009 Allegato A alla Delibera n. 126/11/CONS SISTEMA INTEGRATO DELLE COMUNICAZIONI: RISULTANZE DEL PROCESSO DI VALUTAZIONE DELLE DIMENSIONI ECONOMICHE PER L ANNO 2009 Premessa Il presente documento illustra

Dettagli

Offerta Televisiva. Generalità

Offerta Televisiva. Generalità Offerta Televisiva Generalità Quadro Generale Cambiamenti a livello delle filiera televisiva Accanto alla tradizionale modalità di diffusione terrestre (satellitare, TV via cavo,...) l offerta di contenuti

Dettagli

Relazione annuale 2014

Relazione annuale 2014 Relazione annuale 2014 sull attività svolta e sui programmi di lavoro www.agcom.it Relazione annuale 2014 sull attività svolta e sui programmi di lavoro www.agcom.it Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Dettagli

Caratteristiche degli operatori

Caratteristiche degli operatori RÉPUBLIQUE FRANÇAISE Luglio 2013 Le cifre chiave delle comunicazioni elettroniche e postali in Francia Dati 2012 Caratteristiche degli operatori Salvo ulteriori precisazioni, i dati contenuti in questo

Dettagli

A.P.T. della Provincia di Venezia - Ufficio Studi & Statistica

A.P.T. della Provincia di Venezia - Ufficio Studi & Statistica RELAZIONE flussi turistici /2012 STL JESOLO ED ERACLEA 1. ARRIVI / PRESENZE 2. COMPARTO alberghiero ed extraalberghiero 3. PROVENIENZE 4. RICETTIVO 5. FOCUS: SETTEMBRE 2013 1. ARRIVI / PRESENZE Nel periodo

Dettagli

LA PUBBLICITA IN SICILIA

LA PUBBLICITA IN SICILIA LA PUBBLICITA IN SICILIA Quadro produttivo, articolazione della spesa e strategie di sviluppo Paolo Cortese Responsabile Osservatori Economici Istituto G. Tagliacarne Settembr e 2014 Gli obiettivi del

Dettagli

III Edizione. Si spegne in: Liguria, Toscana, Umbria e Marche. la Tv Analogica DIGITALE CHIARO

III Edizione. Si spegne in: Liguria, Toscana, Umbria e Marche. la Tv Analogica DIGITALE CHIARO III Edizione Si spegne in: Liguria, Toscana, Umbria e Marche la Tv Analogica DIGITALE CHIARO L Adiconsum spiega come prepararsi alla transizione verso la tv digitale 2011: LIGURIA, TOSCANA, UMBRIA e MARCHE

Dettagli

Prospettive dell emittenza locale: la sfida di internet. Augusto Preta ITMedia Consulting

Prospettive dell emittenza locale: la sfida di internet. Augusto Preta ITMedia Consulting Prospettive dell emittenza locale: la sfida di internet ITMedia Consulting Roma - 27 maggio 2014 Struttura della presentazione Principali tendenze nel mondo internet Radio, televisione, internet: una prospettiva

Dettagli

ALLEGATO B2 ALLA DELIBERA N. 34/06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE

ALLEGATO B2 ALLA DELIBERA N. 34/06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE ALLEGATO B2 ALLA DELIBERA N. 34/06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE 1 ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE L analisi dell impatto regolamentare richiede di valutare: a. l ambito dell

Dettagli

La televisione digitale terrestre

La televisione digitale terrestre Introduzione Siamo giunti alla quinta edizione del Radiotv Forum di Aeranti-Corallo. L evento rappresenta, oggi, il punto di riferimento annuale, nel quale gli operatori radiofonici e televisivi possono

Dettagli

ALLEGATO 3 OFFERTA ECONOMICA

ALLEGATO 3 OFFERTA ECONOMICA ALLEGATO 3 OFFERTA ECONOMICA Allegato 3 Offerta Economica Pag. 1 di 8 ALLEGATO 3 OFFERTA ECONOMICA La busta Gara per l affidamento di servizi di telecomunicazione Offerta Economica dovrà contenere al suo

Dettagli

IPTV. Video Services. Fondazione Ugo Bordoni 2007 Tutti i diritti riservati http:// www.fub.it email: redazioneweb@fub.it

IPTV. Video Services. Fondazione Ugo Bordoni 2007 Tutti i diritti riservati http:// www.fub.it email: redazioneweb@fub.it IPTV IPTV, o Internet Protocol Television è il generico acronimo per una serie di sistemi con i quali i segnali televisivi, o genericamente i contenuti video, sono distribuiti agli utenti utilizzando tecnologie

Dettagli

OSSERVATORIO SULLE COMUNICAZIONI. Dicembre 2014. Servizio Economico Statistico

OSSERVATORIO SULLE COMUNICAZIONI. Dicembre 2014. Servizio Economico Statistico OSSERVATORIO SULLE COMUNICAZIONI Dicembre 214 Indice 1. Comunicazioni elettroniche 1.1 Rete fissa: accessi diretti complessivi 1.2 Rete fissa: accessi diretti (esclusa Telecom Italia) 1.3 Rete fissa: accessi

Dettagli

Pubblicata su questo Sito in data 02/03/07 Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 53 del 5 marzo 2007

Pubblicata su questo Sito in data 02/03/07 Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 53 del 5 marzo 2007 Delibera n. 96/07/CONS Modalità attuative delle disposizioni di cui all articolo 1, comma 2, del decreto-legge 31 gennaio 2007, n. 7 Pubblicata su questo Sito in data 02/03/07 Gazzetta Ufficiale della

Dettagli

STUDIO ECONOMICO DEL SETTORE TELEVISIVO PRIVATO ITALIANO

STUDIO ECONOMICO DEL SETTORE TELEVISIVO PRIVATO ITALIANO STUDIO ECONOMICO DEL SETTORE TELEVISIVO PRIVATO ITALIANO Il presente studio fa parte delle pubblicazioni effettuate ogni anno, sin dal 1994, a cura della FRT - Federazione Radio Televisioni e SLC-CGIL,

Dettagli

Il mercato francese dei prodotti audiovisivi e digitali

Il mercato francese dei prodotti audiovisivi e digitali ICE - AGENZIA Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Ufficio di Parigi Il mercato francese dei prodotti audiovisivi e digitali 2014 ICE Parigi Fonte : CSA

Dettagli

Documento di consultazione per l indagine conoscitiva sulla Televisione 2.0 nell era della convergenza.

Documento di consultazione per l indagine conoscitiva sulla Televisione 2.0 nell era della convergenza. Allegato B alla delibera n. 93/13/CONS Documento di consultazione per l indagine conoscitiva sulla Televisione 2.0 nell era della convergenza. Premessa In Italia, con il recente switch-off della televisione

Dettagli

La Stampa in Italia (2010 2012)

La Stampa in Italia (2010 2012) (2010 2012) Roma 5 giugno 2013 La crisi dell editoria quotidiana e periodica: la negativa congiuntura economica, l evoluzione tecnologica e i fattori di criticità strutturali L editoria quotidiana e periodica

Dettagli

CONTI ECONOMICI REGIONALI

CONTI ECONOMICI REGIONALI 23 novembre 2012 Anni 1995-2011 CONTI ECONOMICI REGIONALI In occasione della diffusione delle stime provvisorie per l anno 2011, l Istat pubblica le serie dei Conti economici regionali nella nuova classificazione

Dettagli

Lo switch over da broadcast a ultra broadband

Lo switch over da broadcast a ultra broadband Lo switch over da broadcast a ultra broadband Gli autori e i produttori audiovisivi sono stakeholder interessati al successo del Strategia italiana per la banda ultralarga e della Strategia per la crescita

Dettagli

LA SVOLTA DIGITALE XII Rapporto Annuale

LA SVOLTA DIGITALE XII Rapporto Annuale LA SVOLTA DIGITALE XII Rapporto Annuale Welcome to the new TV Augusto Preta, Senior Partner FNSI, Roma, 30 ottobre 2014 Introduzione Turning Digital, giunto alla dodicesima edizione, è un analisi globale

Dettagli

OBIETTIVO CRESCITA. Le sfide delle PMI nel contesto macroeconomico

OBIETTIVO CRESCITA. Le sfide delle PMI nel contesto macroeconomico OBIETTIVO CRESCITA Impresa, banca, territorio Le sfide delle PMI nel contesto macroeconomico I principali temi Crescita dimensionale Reti d impresa e altre forme di alleanza Innovazione e ricerca Capitale

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Osservatorio trimestrale sulle unicazioni (*) -Aggiornamento al 30 giugno 2013 - (*) - I valori indicati nelle figure che seguono rappresentano elaborazioni

Dettagli

Cultura e Tempo Libero

Cultura e Tempo Libero Cultura e Tempo Libero Corso in Statistica Sociale Anno Accademico 2012-13 Anna Freni Sterrantino Sommario Definizione e introduzione Le indagini multiscopo Spesa in attività culturali Confronti con i

Dettagli

Lucia Pasetti Vice Presidente CISIS

Lucia Pasetti Vice Presidente CISIS Il Costo dell Impreparazione Informatica nella Pubblica Amministrazione Locale e le sfide dell Agenda Digitale Milano, 17 Maggio 2011 Lucia Pasetti Vice Presidente CISIS La governance interregionale Le

Dettagli

Il settore dell edilizia tra forte crisi e deboli segnali di ripresa

Il settore dell edilizia tra forte crisi e deboli segnali di ripresa Confartigianato Imprese Mantova CONVEGNO RILANCIO DELL EDILIZIA COME USCIRE DAL TUNNEL Proposte per cittadini e imprese Il settore dell edilizia tra forte crisi e deboli segnali di ripresa A cura di Licia

Dettagli

DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC

DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC INCONTRO 31 GENNAIO 2012 TRA ASSTEL E SLC-CGIL, FISTEL-CISL E UILCOM-UIL SUL RINNOVO DEL CONTRATTO COLLETTIVO DI LAVORO Sviluppo e

Dettagli

I MODELLI DI BUSINESS DEL MERCATO TELEVISIVO

I MODELLI DI BUSINESS DEL MERCATO TELEVISIVO I MODELLI DI BUSINESS DEL MERCATO TELEVISIVO I modelli di business nel sistema televisivo vengono definiti in base ai soggetti che finanziano le azioni di produzione e ed erogazione del servizio offerto.

Dettagli

Italia: la spesa sociale e la spesa per disabilità

Italia: la spesa sociale e la spesa per disabilità Italia: la spesa sociale e la spesa per disabilità La spesa sociale dei Comuni Nel 2012 (ultimo dato disponibile) i Comuni italiani, singoli o associati, hanno speso per interventi e servizi sociali sui

Dettagli

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007)

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) CRS PO-MDL 1 GLI SCENARI ECONOMICI Prima di affrontare una qualsiasi analisi del mercato del lavoro giovanile, è opportuno soffermarsi sulle caratteristiche

Dettagli

Management Team. Delegato. p Stefano Salbe Chief Financial Officer

Management Team. Delegato. p Stefano Salbe Chief Financial Officer Management Team p Abramo Galante Presidente & Amministratore Delegato p Raffaele Galante Amministratore Delegato p Stefano Salbe Chief Financial Officer 1 La catena del valore del videogioco Sviluppatore

Dettagli

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica:

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica: VERSIONE PROVVISORIA Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano Audizione dell Istituto nazionale di statistica: Dott. Roberto Monducci Direttore

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Osservatorio trimestrale sulle Telecomunicazioni (*) - Aggiornamento al 31 Dicembre 2011 - (*) - I valori indicati nelle figure che seguono rappresentano elaborazioni

Dettagli

Sistemi tecnologici e modelli della Connected tv

Sistemi tecnologici e modelli della Connected tv Sistemi tecnologici e modelli della Connected tv Alberto Marinelli Teoria e tecniche della comunicazione e dei nuovi media A.A. 2013/ 2014 Parte terza UN NUOVO AMBIENTE DI SINTESI: LA CONNECTED TELEVISION

Dettagli