Corso di Estimo Rurale

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Corso di Estimo Rurale"

Transcript

1 Corso di Estimo Rurale C.so di Laurea SPMA (Cerignola) Lezione n.2: a)stima dei Fondi rustici; b) Stima dei fabbricati rurali Dott. PROSPERI Maurizio Universita' degli Studi di Foggia Facolta' di Agraria Dipart. PRIME Via Napoli 25 tel

2 Capitolo 2 Stima dei fondi rustici

3 2.2 Il mercato fondiario Elementi del contesto economico, politico e istituzionale che influenzano il mercato fondiario sviluppo economico sviluppo demografico tecnologia agricola inflazione mercati finanziari regolamentazione del diritto di proprietà della terra politica agraria (politiche comunitarie, nazionali e regionali) politiche fiscali rapporti tra proprietà fondiaria, lavoratori e loro sindacati

4 2.2 Il mercato fondiario Caratteristiche specifiche che influenzano il valore dei fondi rustici (1) topografiche altitudine inclinazione esposizione fisico-chimiche del terreno struttura ph sostanza organica elementi nutritivi (N,P,K, microelementi) idrologiche disponibilità di acqua profondità della falda franco di coltivazione

5 2.2 Il mercato fondiario Caratteristiche specifiche che influenzano il valore dei fondi rustici (2) strutturali accesso (più o meno agevole, da strada nazionale, provinciale, locale, vicinale) costituzione (in uno o più corpi) ampiezza conformazione (più o meno regolare) sistemazione dei terreni (rete di scolo, viabilità interna, dimensione dei campi) impianti arborei (alberi da frutto, da legno ed ornamentali) fabbricati altri manufatti (impianti di irrigazione, recinzioni, ecc.) forme di conduzione diretta del proprietario coltivatore in economia con salariati affitto forme di compartecipazione piani e vincoli territoriali piani paesaggistici piani urbanistici parchi nazionali

6 2.2 Il mercato fondiario La forma di mercato scarsa omogeneità dei beni oggetto di contrattazione ridotta trasparenza (riservatezza degli operatori) costo elevato (lunghi tempi di contrattazione, intervento di intermediari) ridotto grado di attività (la superficie compravenduta ogni anno risulta pari a circa l 1 2% della superficie totale) mercato locale (nella maggior parte interessa ambiti intraprovinciali: zone altimetriche e regioni agrarie)

7 2.3 Stima per comparazione con i prezzi di mercato Le fasi della stima 2. Individuazione del segmento di mercato 3. Rilevazione dei valori di mercato 4. Determinazione del valore di stima

8 2.4 Stima per capitalizzazione dei redditi V = Bf / r dove: V = valore del bene da stimare; Bf = beneficio fondiario; r = saggio di capitalizzazione

9 2.4 Stima per capitalizzazione dei redditi Determinazione del beneficio fondiario mediante bilancio preventivo ( Q + Sv + Sa + St + I Tr ) Bf = Plv + dove: B = fbeneficio fondiario; P = lproduzione v lorda vendibile; Q = quote di ammortamento, manutenzione ed assicurazione dei capitali fissi; S v= spese varie per l acquisto dei capitali circolanti; S a= salari; S = t stipendi; I = interessi sul capitale di esercizio; T = rtributi.

10 2.4 Stima per capitalizzazione dei redditi Determinazione del beneficio fondiario dal canone d affitto ( Q + Am + Tr + Ines I ) Bf = Rpl + dove: B = fbeneficio fondiario; R = preddito l padronale lordo, pari alla somma del canone d affitto, degli interessi sulle rate di affitto e sull eventuale cauzione; Q = quote di ammortamento, manutenzione ed assicurazione a carico del proprietario; A = mspese di amministrazione a carico del proprietario; T = rtributi a carico del proprietario; I n = inesigibilità; e s I = interessi annui di parte padronale sulle spese anticipate.

11 2.5 Stima del valore complementare Le fasi della stima 2. Descrizioni dei rapporti funzionali tra le parti del fondo 3. Valutazione del fondo intero 4. Valutazione della parte residua 5. Calcolo del valore complementare

12 Capitolo 4 Stima dei fabbricati rurali

13 4.1 Definizione di fabbricato rurale Per fabbricato rurale si intende una costruzione o un manufatto utilizzato per l esercizio dell attività agricola o di attività connesse: stalle, porcilaie, fienili, magazzini, cantine, abitazioni coloniche, pozzi, recinti ecc. Si distinguono fabbricati rurali: in esercizio; da ristrutturare.

14 4.2 Fabbricati per l esercizio dell attività agricola Il criterio di stima più appropriato è rappresentato dal costo di costruzione. Il procedimento di stima relativo al costo di costruzione è basato sul modello del computo metrico estimativo, che consiste in un analisi tecnica dei processi di costruzione necessari per realizzare il fabbricato che si deve stimare. Il valore a nuovo così trovato viene deprezzato utilizzando opportuni coefficienti di vetustà e di obsolescenza.

15 4.3 Fabbricati da ristrutturare comparazione con i prezzi di mercato valore di trasformazione

16 4.3 Fabbricati da ristrutturare Comparazione con i prezzi di mercato possibile destinazione d uso; superficie o volume utile ricavabile; condizioni strutturali dell edificio; facilità di comunicazione; amenità dei luoghi; pregio storico-architettonico del fabbricato.

17 4.3 Fabbricati da ristrutturare Valore di trasformazione V = Vt Kt dove: V = valore di trasformazione del fabbricato; Vt = valore del fabbricato ottenuto dalla trasformazione; Kt = costo della trasformazione. Il procedimento di valutazione si articola nelle seguenti fasi: redazione del progetto di ristrutturazione; stima del valore del fabbricato ristrutturato; stima del costo della ristrutturazione; calcolo del valore come differenza fra i due precedenti importi.

Capitolo 2. Stima dei fondi rustici

Capitolo 2. Stima dei fondi rustici Capitolo 2 Stima dei fondi rustici 2.1 L oggetto della valutazione Per fondi rustici si intendono aziende agricole o appezzamenti di varia dimensione. La valutazione può essere: a cancelli aperti (determina

Dettagli

2. La stima dei fondi rustici

2. La stima dei fondi rustici 2. La stima dei fondi rustici Per fondi rustici si intendono appezzamenti od aziende di diversa dimensione. La valutazione, detta a cancelli aperti, ha lo scopo di determinare il solo valore del capitale

Dettagli

Capitolo 1. Contenuti, scopi e metodi dell Estimo. Manuale di Estimo Vittorio Gallerani, Giacomo Zanni, Davide Viaggi

Capitolo 1. Contenuti, scopi e metodi dell Estimo. Manuale di Estimo Vittorio Gallerani, Giacomo Zanni, Davide Viaggi Capitolo 1 Contenuti, scopi e metodi dell Estimo Estimo e pianificazione territoriale a.a. 2005-2006 Corsi di laurea in STAGR (ind. sostenibile) STAS 6 CFU Programma Materiale didattico 1.1 Contenuti e

Dettagli

STIMA DEI FABBRICATI

STIMA DEI FABBRICATI STIMA DEI FABBRICATI CRITERI DI STIMA COSTO DI COSTRUZIONE STIMA PER COMPARAZIONE CON I PREZZI DI MERCATO STIMA PER CAPITALIZZAZIONE VALORE DI TRASFORMAZIONE Stima fabbricati 1 PROCEDIMENTO ANALITICO:

Dettagli

C.so di Laurea STAG O (S.Severo)

C.so di Laurea STAG O (S.Severo) Corso di Economia Aziendale ed Estimo Rurale C.so di Laurea STAG O (S.Severo) Lezione n.7: a) Risoluzione di controversie: consulenza e arbitrato; b) Cenni sul Nuovo Catasto Terreni Dott. PROSPERI Maurizio

Dettagli

IL BILANCIO AZIENDALE. come strumento strategico decisionale

IL BILANCIO AZIENDALE. come strumento strategico decisionale IL BILANCIO AZIENDALE come strumento strategico decisionale Il bilancio fornisce un quadro della situazione economica, finanziaria e patrimoniale dell'azienda È strumento di comunicazione, interna ed esterna,

Dettagli

Corso di Estimo Stima dei Fabbricati Rurali

Corso di Estimo Stima dei Fabbricati Rurali Corso di Estimo Stima dei Fabbricati Rurali Corso di Scienze e Tecnologie Agrarie Stime Metodo diretto Metodo indiretto Il valore del costo Stime Metodo diretto Metodo indiretto Il valore del costo Stime

Dettagli

INTRODUZIONE ALL ESTIMO CAP. 7

INTRODUZIONE ALL ESTIMO CAP. 7 INTRODUZIONE ALL ESTIMO CAP. 7 Appunti di estimo Di che cosa si occupa l estimo? L estimo si occupa della stima dei beni economici, ossia quelli presenti in natura in quantità limitata. Per questi beni

Dettagli

Gli aspetti economici di stima

Gli aspetti economici di stima Gli aspetti economici di stima Generalità Per aspetto economico o criterio di stima si intende il tipo di valore che si intende attribuire a un bene economico. Per tipo di valore si intende uno schema

Dettagli

LA PRODUZIONE CAP. 4 SISTEMA PRODUTTIVO

LA PRODUZIONE CAP. 4 SISTEMA PRODUTTIVO LA PRODUZIONE CAP. 4 Produzione: si intende l impiego di beni materiali e servizi quali fattori della produzione per ottenere altri beni e servizi di maggiore utilità. INPUT Fattori della produzione SISTEMA

Dettagli

ESTIMO GENERALE. 1) Che cos è l estimo?

ESTIMO GENERALE. 1) Che cos è l estimo? ESTIMO GENERALE 1) Che cos è l estimo? L estimo è una disciplina che ha la finalità di fornire gli strumenti metodologici per la valutazione di beni economici, privati o pubblici. Stimare infatti significa

Dettagli

I MIGLIORAMENTI FONDIARI Cap. 9, pagg. 236-247

I MIGLIORAMENTI FONDIARI Cap. 9, pagg. 236-247 I MIGLIORAMENTI FONDIARI Cap. 9, pagg. 236-247 Sono investimenti che vengono fatti in agricoltura e che riguardano il Capitale Fondiario Un investimento è un impiego di denaro in un attività produttiva

Dettagli

ISTITUTO TECNICO STATALE PER GEOMETRI G. GENGA PESARO

ISTITUTO TECNICO STATALE PER GEOMETRI G. GENGA PESARO ISTITUTO TECNICO STATALE PER GEOMETRI G. GENGA PESARO PROGRAMMA DI ESTIMO SVOLTO NELLA CLASSE V SEZIONE D A.S. 2012/2013 Testo in adozione: ELEMENTI DI ECONOMIA ED ESTIMO SCIENZA DELLE VALUTAZIONI IN AMBITO

Dettagli

BILANCIO AZIENDALE. frumento. 6,5 ha frumento CALCOLO DEL FIENO NORMALE (FN) PRODOTTO IN AZIENDA E DELLA PLV-CEREALI. Produzione Totale (q)

BILANCIO AZIENDALE. frumento. 6,5 ha frumento CALCOLO DEL FIENO NORMALE (FN) PRODOTTO IN AZIENDA E DELLA PLV-CEREALI. Produzione Totale (q) BILANCIO AZIENDALE Calcolare il beneficio fondiario (Bf) di un azienda agraria cerealicola-zootecnica, ordinaria, avendo a disposizione i seguenti dati: - Superficie totale 40 ha; superficie improduttiva

Dettagli

ESERCIZIO DI ESTIMO SVOLTO

ESERCIZIO DI ESTIMO SVOLTO ESERCIZIO DI ESTIMO SVOLTO QUESITO ASSEGNATO ALL ESAME DI STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA LIBERA PROFESSIONE DI GEOMETRA SESSIONE 2008 TESTO MODIFICATO Un alloggio è gravato da un diritto

Dettagli

CITTÀ DI RAGUSA www.comune.ragusa.it

CITTÀ DI RAGUSA www.comune.ragusa.it CITTÀ DI RAGUSA www.comune.ragusa.it SETTORE VII Decoro urbano Manutenzione e Gestione Infrastrutture- Programmazione Opere Pubbliche P.zza San Giovanni - Tel.- cell.348/7352418 E-mail f.civello@comune.ragusa.it

Dettagli

PERIZIA DI STIMA. di unità immobiliare adibita a civile abitazione, sita in Ragusa, Via delle Finanze

PERIZIA DI STIMA. di unità immobiliare adibita a civile abitazione, sita in Ragusa, Via delle Finanze PERIZIA DI STIMA di unità immobiliare adibita a civile abitazione, sita in Ragusa, Via delle Finanze n 7 e 9. Il sottoscritto tecnico ha ricevuto incarico dai proprietari di procedere alla stima dell immobile

Dettagli

Esercitazione Bilancio Economico Consuntivo di un azienda agricola

Esercitazione Bilancio Economico Consuntivo di un azienda agricola Esercitazione Bilancio Economico Consuntivo di un azienda agricola Corso in Economia applicata alle risorse naturali. 2003-2004 A cura di: Roberto Fratini, Francesco Riccioli e Claudio Fagarazzi 1 1. DESCRIZIONE

Dettagli

Terra nuda. Opere di miglioramento fondiario ESEMPI DI MIGLIORAMENTI FONDIARI

Terra nuda. Opere di miglioramento fondiario ESEMPI DI MIGLIORAMENTI FONDIARI STIMA DEI MIGLIORAMENTI FONDIARI (CAP. 12) Cosa sono i miglioramenti fondiari Un miglioramento fondiario è dato da qualsiasi investimento stabile e duraturo di capitale e lavoro effettuato su un terreno

Dettagli

Allegato B) al Decreto dell Assessore dell Agricoltura n. 368/DecA/26 del 14.03.2012 -

Allegato B) al Decreto dell Assessore dell Agricoltura n. 368/DecA/26 del 14.03.2012 - Allegato B) al Decreto dell Assessore dell Agricoltura n. 368/DecA/26 del 14.03.2012 - PIANO DI SVILUPPO AZIENDALE E BUSINESS PLAN 1 PARTE DESCRITTIVA A DESCRIZIONE DELL IMPRESA Presentazione dell'impresa

Dettagli

Capitolo 8. Stima dei fabbricati a destinazione residenziale

Capitolo 8. Stima dei fabbricati a destinazione residenziale Capitolo 8 Stima dei fabbricati a destinazione residenziale 8.1 L oggetto della valutazione Per fabbricato si intende qualsiasi costruzione coperta, infissa al suolo, isolata da vie, spazi vuoti, oppure

Dettagli

ESTIMO LAVORO ESTIVO IV ITG

ESTIMO LAVORO ESTIVO IV ITG ESTIMO LAVORO ESTIVO IV ITG 1 Sono debitore di 12.800, da pagarsi tra 5 mesi, e creditore, nei confronti della stessa persona, dei seguenti importi: - 3.500 da pagarsi tra 2 mesi; - 2.500 da pagarsi tra

Dettagli

ITG A. POZZO CORSO DI ESTIMO CLASSE 4^LB NOZIONI DI MATEMATICA FINANZIARIA

ITG A. POZZO CORSO DI ESTIMO CLASSE 4^LB NOZIONI DI MATEMATICA FINANZIARIA ITG A. POZZO CORSO DI ESTIMO CLASSE 4^LB NOZIONI DI MATEMATICA FINANZIARIA Anno scolastico 2008/09 Prof. Romano Oss Matematica finanziaria è uno strumento di calcolo basato sulla teoria dell interesse,

Dettagli

Il Centro Aziendale dell UTE n. 2 ricade in Zona Svantaggiata ai sensi della Dir. 75/268/CEE? (barrare la casella corrispondente alla risposta)

Il Centro Aziendale dell UTE n. 2 ricade in Zona Svantaggiata ai sensi della Dir. 75/268/CEE? (barrare la casella corrispondente alla risposta) RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA del Piano di Investimenti (PI) presentato ai sensi della Misura 121 del P.S.R. 2007-2013 della Regione Emilia-Romagna (Reg. CE 1698/2005) allegata alla DOMANDA DI AIUTO presentata

Dettagli

DI BARTOLO AMBRA Onofrio Frenda ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

DI BARTOLO AMBRA Onofrio Frenda ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ 2^ SIMULAZIONE DELLA PROVA DI ESAME DI ESTIMO Anno scolastico 2009-10 ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ SVOLTA DA DI BARTOLO AMBRA ( alunna della 5^C - ITG Ettore Majorana di Gela ) Docente: prof. Onofrio

Dettagli

Stima di un vecchio fabbricato da ristrutturare, a uso residenziale, ubicato in zona storica nella città di Mantova

Stima di un vecchio fabbricato da ristrutturare, a uso residenziale, ubicato in zona storica nella città di Mantova Caso 0 Copyright 2004 The Companies srl Stima di un vecchio fabbricato da ristrutturare, a uso residenziale, ubicato in zona storica nella città di Mantova Indice Conferimento dell incarico e quesito di

Dettagli

ESTIMO FORESTALE. Davide Pettenella. Introduzione. Il mercato Mercato internazionale Il sistema foresta-legno italiano. Valutazione degli investimenti

ESTIMO FORESTALE. Davide Pettenella. Introduzione. Il mercato Mercato internazionale Il sistema foresta-legno italiano. Valutazione degli investimenti Immagination is more important than knowledge (A.Einstein) Introduzione ESTIMO FORESTALE Davide Pettenella Molte persone sanno il prezzo delle cose, pochi ne conoscono il valore (Oscar Wilde) 17 dicembre

Dettagli

Capitolo 2. Stima dei fondi rustici

Capitolo 2. Stima dei fondi rustici Capitolo 2 Stima dei fondi rustici 2.1 L oggetto della valutazione Per fondi rustici si intendono aziende agricole o appezzamenti di varia dimensione. La valutazione può essere: a cancelli aperti (determina

Dettagli

LA PRODUZIONE. Le imprese si classificano in base ai beni prodotti e alla figura dell imprenditore:

LA PRODUZIONE. Le imprese si classificano in base ai beni prodotti e alla figura dell imprenditore: LA PRODUZIONE La produzione è l attività umana che crea o aumenta l utilità dei beni. Si attua mediante trasformazione, trasporto, conservazione. I mezzi tecnici della produzione sono combinati nell azienda

Dettagli

PROGRAMMA AZIENDALE PLURIENNALE DI MIGLIORAMENTO AGRICOLO AMBIENTALE. (Legge Regionale n. 1/05 e regolamento di attuazione n.

PROGRAMMA AZIENDALE PLURIENNALE DI MIGLIORAMENTO AGRICOLO AMBIENTALE. (Legge Regionale n. 1/05 e regolamento di attuazione n. PROGRAMMA AZIENDALE PLURIENNALE DI MIGLIORAMENTO AGRICOLO AMBIENTALE (Legge Regionale n. 1/05 e regolamento di attuazione n. 7/R ) Il sottoscritto, nato il a ( ), residente a Via n. - tel. - nella sua

Dettagli

STRUTTURA PIANO AGRICOLO AZIENDALE ENTE PARCO REGIONALE DEL CONERO. Via Peschiera 30a 60020 SIROLO (AN)

STRUTTURA PIANO AGRICOLO AZIENDALE ENTE PARCO REGIONALE DEL CONERO. Via Peschiera 30a 60020 SIROLO (AN) STRUTTURA PIANO AGRICOLO AZIENDALE ALLEGATO F ENTE PARCO REGIONALE DEL CONERO Via Peschiera 30a 60020 SIROLO (AN) TEL. 071.9331161 FAX. 071.9330376 Ufficio Urbanistico e Territoriale e-mail: urbanistica@parcodelconero.eu

Dettagli

COMPETENZE ED AMBITI PROFESSIONALI DELLA FIGURA DEL PERITO AGRARIO

COMPETENZE ED AMBITI PROFESSIONALI DELLA FIGURA DEL PERITO AGRARIO ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE "A. ZANELLI" COMPETENZE ED AMBITI PROFESSIONALI DELLA FIGURA DEL PERITO AGRARIO Il perito agrario è un tecnico con competenze sulla gestione del territorio, sulla gestione

Dettagli

I costi del progetto 02.XI.2009. Valutazione economica del progetto Clasarch - Prof. E. Micelli - Aa 2009.10

I costi del progetto 02.XI.2009. Valutazione economica del progetto Clasarch - Prof. E. Micelli - Aa 2009.10 I costi del progetto 02.XI.2009 I costi del progetto Due sono i casi con produzioni di beni per progetto: un primo caso riguarda la produzione di beni intesa come promozione immobiliare un secondo caso

Dettagli

Bilancio (PROVA) DESCRIZIONE AZIENDA

Bilancio (PROVA) DESCRIZIONE AZIENDA Bilancio (PROVA) L imprenditrice agricola professionale xxxxx possiede e gestisce un fondo di circa 45 ettari situato nel comune di xxxxx, provincia di xxx. L imprenditrice vuole valutare la convenienza

Dettagli

Il catasto. Corso di Estimo - CLA - Prof. E. Micelli

Il catasto. Corso di Estimo - CLA - Prof. E. Micelli Il catasto Cos è il catasto Il Catasto rappresenta l inventario dei beni immobili esistenti sul territorio nazionale è la base per le imposizioni fiscali conserva le informazioni relative a: individuazione

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE anno scolastico 2015/2016. monte orario annuale: 132

PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE anno scolastico 2015/2016. monte orario annuale: 132 PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE anno scolastico 2015/2016 Prof. Apollonio Sergio MATERIA Geopedologia Economia classe e indirizzo IV B Corso CAT n. ore settimanali: 4 CONOSCENZE 1 monte orario annuale: 132

Dettagli

Premiati gli iscritti

Premiati gli iscritti iltriangolo R i v i s t a T r i m e s t r a l e D i n f o r m a z i o n e T e c n i c o P r o f e s s i o n a l e D e l C o l l e g i o D e i G e o m e t r i E D e i G e o m e t r i L a u r e a t i D e

Dettagli

CATASTO. Come si classifica il catasto? a) probatorio e particellare. b) rustico e urbano. c) probatorio fondato sulla denuncia dei possessori.

CATASTO. Come si classifica il catasto? a) probatorio e particellare. b) rustico e urbano. c) probatorio fondato sulla denuncia dei possessori. CATASTO Che cosa è il catasto? a) è l inventario dei beni immobili esistenti in un determinato territorio. b) è l archiviazione presso l U.T.E. di tutti i fogli di mappa di un comprensorio. c) è l archiviazione

Dettagli

fondamenta al tetto, che disponga di uno o più liberi accessi sulla via e abbia, una o piu scale autonome

fondamenta al tetto, che disponga di uno o più liberi accessi sulla via e abbia, una o piu scale autonome ESTIMO CIVILE Legge n. 47/1985 sul condono edilizio Qualsiasi costruzione coperta, infissa al suolo, isolata da vie e spazi vuoti, oppure separata da altre costruzioni mediante muri maestri che si elevano,

Dettagli

Vittorio Gallerani IL METODO DI VALUTAZIONE DEI BENI IMMOBILI 1. SPECIFICAZIONI DEFINITORIE

Vittorio Gallerani IL METODO DI VALUTAZIONE DEI BENI IMMOBILI 1. SPECIFICAZIONI DEFINITORIE Vittorio Gallerani IL METODO DI VALUTAZIONE DEI BENI IMMOBILI 1. SPECIFICAZIONI DEFINITORIE Estimo - Estimo immobiliare Storicamente, l estimo nasce come tecnica di valutazione dei beni immobili a fini

Dettagli

ESPROPRIAZIONE PER PUBBLICA UTILITA

ESPROPRIAZIONE PER PUBBLICA UTILITA ESPROPRIAZIONE PER PUBBLICA UTILITA RIFERIMENTI NORMATIVI GENERALI ART. 42 COSTITUZIONE (1948) La proprietà è riconosciuta e garantita dalla legge, che ne determina i modi di acquisto, di godimento ed

Dettagli

REGOLAMENTO URBANISTICO EDILIZIO. Censim ento degli edifici di recente costruzione in am bito rurale

REGOLAMENTO URBANISTICO EDILIZIO. Censim ento degli edifici di recente costruzione in am bito rurale COMUNE DI Provincia di Forlì-Cesena REGOLAMENTO URBANISTICO EDILIZIO Censim ento degli edifici di recente costruzione in am bito rurale Legge regionale 24 marzo 2000, n. 20 Disciplina generale sulla tutela

Dettagli

Capitolo 2. Stima dei fondi rustici

Capitolo 2. Stima dei fondi rustici Capitolo 2 Stima dei fondi rustici 2.1 L oggetto della valutazione Per fondi rustici si intendono aziende agricole o appezzamenti di varia dimensione. La valutazione può essere: a cancelli aperti (determina

Dettagli

Lezione 18 1. Introduzione

Lezione 18 1. Introduzione Lezione 18 1 Introduzione In questa lezione vediamo come si misura il PIL, l indicatore principale del livello di attività economica. La definizione ed i metodi di misura servono a comprendere a quali

Dettagli

Capitolo 2. Stima dei fondi rustici

Capitolo 2. Stima dei fondi rustici Capitolo 2 Stima dei fondi rustici 2.1 L oggetto della valutazione Per fondi rustici si intendono aziende agricole o appezzamenti di varia dimensione. La valutazione può essere: a cancelli aperti (determina

Dettagli

La stima del valore di mercato degli immobili

La stima del valore di mercato degli immobili La stima del valore di mercato degli immobili 1. I suoli agrari 2. Gli immobili civili 3. Le aree edificabili 4. La valutazione degli immobili industriali Prof. Paolo Rosato 1 La valutazione dei suoli

Dettagli

Capitolo 8. Stima dei fabbricati a destinazione residenziale

Capitolo 8. Stima dei fabbricati a destinazione residenziale Capitolo 8 Stima dei fabbricati a destinazione residenziale 8.1 L oggetto della valutazione Per fabbricato si intende qualsiasi costruzione coperta, infissa al suolo, isolata da vie, spazi vuoti, oppure

Dettagli

La valutazione dell efficienza: indici tecnici ed economici

La valutazione dell efficienza: indici tecnici ed economici home >> approccio economico >> La valutazione dell efficienza: indici tecnici ed economici La valutazione dell efficienza: indici tecnici ed economici CONCETTO DI EFFICIENZA L'IMPRESA AGRARIA E' EFFICIENTE

Dettagli

Indice. Prefazione. Parte prima: Estimo generale. Parte seconda: Estimo civile

Indice. Prefazione. Parte prima: Estimo generale. Parte seconda: Estimo civile Indice Prefazione Parte prima: Estimo generale 1 I PRINCIPI DELL ESTIMO... 2 1.1 Il giudizio di stima... 2 1.2 Gli aspetti economici di stima... 2 1.3 Il metodo di stima... 3 1.4 I procedimenti di stima...

Dettagli

MATERIALI E PROGRAMMA PER ESAMI SETTEMBRE ALLIEVI CON GIUDIZIO SOSPESO

MATERIALI E PROGRAMMA PER ESAMI SETTEMBRE ALLIEVI CON GIUDIZIO SOSPESO CLASSE IV B CAT MATERIALI E PROGRAMMA PER ESAMI SETTEMBRE ALLIEVI CON GIUDIZIO SOSPESO A.S. 2013/2014 Insegnante : prof. SGANDURRA Emanuele A) PROGRAMMA SVOLTO DI ESTIMO ED ECONOMIA Il trasporto dei capitali

Dettagli

Estimo UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PALERMO FACOLTA DI INGEGNERIA. Income approach. M. Ciuna, M. Simonotti

Estimo UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PALERMO FACOLTA DI INGEGNERIA. Income approach. M. Ciuna, M. Simonotti UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PALERMO FACOLTA DI INGEGNERIA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE, AEROSPAZIALE E DEI MATERIALI Estimo Anno accademico 2011-2012 Income approach M. Ciuna, M. Simonotti

Dettagli

McGraw-Hill. Tutti i diritti riservati. Caso 7

McGraw-Hill. Tutti i diritti riservati. Caso 7 Caso 7 Stima del mercato rurale mediante il criterio del valore di trasformazione: valore di trasformazione di una corte colonica ubicata in un podere nella pianura Bolognese Indice 1. Conferimento dell

Dettagli

Oggetto: Bando per la ristrutturazione e l ammodernamento del settore agricolo PIANO DI SVILUPPO AZIENDALE/BUSINESS PLAN

Oggetto: Bando per la ristrutturazione e l ammodernamento del settore agricolo PIANO DI SVILUPPO AZIENDALE/BUSINESS PLAN COMUNE DI VIGGIANO Provincia di Potenza ALL. 3 Piano di Sviluppo aziendale / Business Plan Oggetto: Bando per la ristrutturazione e l ammodernamento del settore agricolo PIANO DI SVILUPPO AZIENDALE/BUSINESS

Dettagli

FRANCHISING DI: commercializzazione prodotti Erogazione di servizi produzione. Licenza commerciale o esercizio di vicinato

FRANCHISING DI: commercializzazione prodotti Erogazione di servizi produzione. Licenza commerciale o esercizio di vicinato SCHEDA PROGETTO E PROFILO RICHIESTO PER L AVVIO DELL INIZIATIVA Le informazioni riportate in questo documento sono fornite dal franchisor e costruite sull analisi storica dell andamento dei punti vendita.

Dettagli

Stima del valore di un asse ereditario e determinazione delle quote di diritto e delle quote di fatto

Stima del valore di un asse ereditario e determinazione delle quote di diritto e delle quote di fatto Stima del valore di un asse ereditario e determinazione delle quote di diritto e delle quote di fatto Sessione anno 1999 Seconda prova scritto-grafica Una persona coniugata con due figli F 1 e F 2 titolare

Dettagli

COMUNE DI BORGHI PIANO STRUTTURALE COMUNALE - Art. 21 L.R. 20/2000

COMUNE DI BORGHI PIANO STRUTTURALE COMUNALE - Art. 21 L.R. 20/2000 PROVINCIA DI FORLI'-CESENA PIANO TERRITORIALE DI COORDINAMENTO PROVINCIALE COMUNE DI PIANO STRUTTURALE COMUNALE - Art. 21 L.R. 20/2000 DISCIPLINA PARTICOLAREGGIATA DEGLI INSEDIAMENTI E INFRASTRUTTURE STORICI

Dettagli

Manuale di Estimo Vittorio Gallerani, Giacomo Zanni, Davide Viaggi Copyright 2005 The McGraw-Hill Companies srl

Manuale di Estimo Vittorio Gallerani, Giacomo Zanni, Davide Viaggi Copyright 2005 The McGraw-Hill Companies srl Copyright 2005 The Companies srl Caso 17 Stima dell indennità spettante all affittuario per l esecuzione di un drenaggio sotterraneo Indice 1. Conferimento dell incarico e quesito di stima... 2 2. Descrizione

Dettagli

Gli aspetti procedurali ed estimativi

Gli aspetti procedurali ed estimativi L espropriazione per pubblica utilità. Gli aspetti procedurali ed estimativi 10.XII.2013 La definizione dell espropriazione Lo scopo dell'espropriazione è quello di trasferire coattivamente la proprietà

Dettagli

ITG E. MAJORANA 2^ simulazione della 2^ prova scritta di ESTIMO effettuata il 18 marzo 2014 prof. Onofrio Frenda

ITG E. MAJORANA 2^ simulazione della 2^ prova scritta di ESTIMO effettuata il 18 marzo 2014 prof. Onofrio Frenda 2^ SIMULAZIONE DELLA 2^ PROVA SCRITTA DI ESTIMO Anno scolastico 2013-14 Svolta il 18 marzo 2014 ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ SVOLTA DAGLI ALUNNI GRIMA SARA E BONVISSUTO FILIPPO (alunni della 5^A

Dettagli

Contributo per l attuazione dei programmi in campo agricolo e per lo sviluppo rurale Contributo spese di investimento

Contributo per l attuazione dei programmi in campo agricolo e per lo sviluppo rurale Contributo spese di investimento BILANCIO DI PREVISIONE 2013/2015 NOTA ILLUSTRATIVA Con nota prot. n. 2714 del 05.04.2013 l Assessorato della Programmazione, Bilancio, Credito e Assetto del Territorio ha comunicato gli stanziamenti dei

Dettagli

N. posizione INPS (ex SCAU)... Data Iscrizione... titolo di studio posseduto... attività agricola svolta dal...

N. posizione INPS (ex SCAU)... Data Iscrizione... titolo di studio posseduto... attività agricola svolta dal... MODELLO A Al Comune di. OGGETTO: D. Lgs. n. 60/98 - Domanda di accertamento del possesso dei requisiti di imprenditore agricolo a titolo principale al fine di ottenere una concessione edilizia in area

Dettagli

AL SETTORE LAVORI PUBBLICI UFFICIO AGRICOLTURA

AL SETTORE LAVORI PUBBLICI UFFICIO AGRICOLTURA COMUNE DI Prot. n. Data di presentazione AL SETTORE LAVORI PUBBLICI UFFICIO AGRICOLTURA OGGETTO: D. Legislativi n. 99 del 29/3/2004 e n. 101/05 Domanda di accertamento del possesso dei requisiti di Imprenditore

Dettagli

PIANO COMUNE DI CHIANCIANO TERME. V Fascicolo Schede BSA: Schede dalla 300 alla 350 STRUTTURALE QUADRO CONOSCITIVO

PIANO COMUNE DI CHIANCIANO TERME. V Fascicolo Schede BSA: Schede dalla 300 alla 350 STRUTTURALE QUADRO CONOSCITIVO Regione Toscana Provincia di Siena PIANO STRUTTURALE COMUNE DI CHIANCIANO TERME Ufficio comunale di Piano per la redazione del Piano Strutturale e del Regolamento Urbanistico istituito con Delibera di

Dettagli

Redditi fondiari, redditi di lavoro dipendente e redditi di lavoro autonomo

Redditi fondiari, redditi di lavoro dipendente e redditi di lavoro autonomo Redditi fondiari, redditi di lavoro dipendente e redditi di lavoro autonomo Università Carlo Cattaneo - Liuc anno accademico 2014/2015 corso di diritto tributario prof. Giuseppe Zizzo 1 oggetto della lezione

Dettagli

Il catasto 13.XII.2005. Corso di Estimo CLA - Prof. E. Micelli - Aa 2005.06. Cos è il Catasto

Il catasto 13.XII.2005. Corso di Estimo CLA - Prof. E. Micelli - Aa 2005.06. Cos è il Catasto Il catasto 13.XII.2005 Cos è il Catasto Il Catasto rappresenta l inventario dei beni immobili esistenti sul territorio nazionale; è la base per le imposizioni fiscali; conserva le informazioni relative

Dettagli

IMU DAL 2012 AL 2014 Art. 13 D.L. 6.12.2011, n. 201, conv. in L. 22.12.2011, n. 214

IMU DAL 2012 AL 2014 Art. 13 D.L. 6.12.2011, n. 201, conv. in L. 22.12.2011, n. 214 SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI APPROFONDIMENTI CONFRONTO IMU E ICI ESEMPI DI CALCOLO IMU DAL 2012 AL 2014 Art. 13 D.L. 6.12.2011, n. 201, conv. in L. 22.12.2011, n. 214 L istituzione dell IMU è anticipata,

Dettagli

IL BILANCIO DELL IMPRESA FORESTALE

IL BILANCIO DELL IMPRESA FORESTALE Economics is the only field in which two people can share a Nobel Prize for saying the opposite thing Introduzione IL BILANCIO DELL IMPRESA FORESTALE Davide Pettenella (Roberto Alazar) 21 ottobre 2012

Dettagli

ECONOMIA POLITICA. Modulo 1. Modulo 3. Modulo 4. Modulo 2. Il sistema economico. Il mercato. La moneta, le banche e i titoli di credito

ECONOMIA POLITICA. Modulo 1. Modulo 3. Modulo 4. Modulo 2. Il sistema economico. Il mercato. La moneta, le banche e i titoli di credito Indice IV ECONOMIA POLITICA Il sistema economico Le basi dell economia 1 La scienza economica 3 2 Evoluzione del pensiero economico 4 U.D. 2 Gli elementi del sistema economico 1 Lo scambio 11 2 I beni

Dettagli

Tare pro- tare impro- Ripartizione SAU. produzione unitaria

Tare pro- tare impro- Ripartizione SAU. produzione unitaria La superficie catastale di un'azienda ad indirizzo cerealicolo-zootecnico con allevamento di bovini da latte, è pari a ettari 50.75.25 completamente destinati a seminativo e foraggere. Il candidato, descritta

Dettagli

Interesse semplice (I)

Interesse semplice (I) 1^ Parte: INTERESSE SEMPLICE E INTERESSE COMPOSTO Glossario: Capitale (C): è una somma di denaro che viene concessa in uso per un determinato tempo. Interesse (I): è il prezzo d'uso del capitale. Saggio

Dettagli

CL Medicina Veterinaria

CL Medicina Veterinaria CL Medicina Veterinaria Anno Accademico 2014-15 il bilancio aziendale indice degli argomenti 1. bilancio economico: definizione e tipologie diapositive 2 2. equazione di bilancio diapositive 5 3. struttura

Dettagli

INFORMAZIONI ANAGRAFICHE

INFORMAZIONI ANAGRAFICHE INFORMAZIONI ANAGRAFICHE IMPRENDITORE - cognome e nome - comune di nascita - data di nascita - comune di residenza - indirizzo - provincia - codice fiscale Azienda - ragione sociale - comune ABBADIA LARIANA

Dettagli

Albero delle strutture

Albero delle strutture Albero delle strutture Ispettorato provinciale dell'agricoltura di Trento, 1925-1982 Ispettorato provinciale dell'agricoltura di Trento (dall'istituzione dell'ente al suo passaggio alla Provincia autonoma

Dettagli

Corso di estimo e di valutazione immobiliare

Corso di estimo e di valutazione immobiliare Corso di estimo e di valutazione immobiliare PREMESSA L ipotesi di corso nasce dall esigenza di fornire una proposta formativa agli ingegneri che esercitano la loro professione nell ambito delle valutazioni

Dettagli

Bollettino. Fiscalità & Tributi. Errata corrige: niente agevolazioni con il comodato

Bollettino. Fiscalità & Tributi. Errata corrige: niente agevolazioni con il comodato www.anutel.it Bollettino Errata corrige: IMU: niente agevolazioni con il comodato Anno 2012 N 1 SEDE NAZIONALE: Via Comunale della Marina, 1-88060 MONTEPAONE (CZ) Tel. 0967.486494 - Fax 0967.486143 - E-mail:

Dettagli

McGraw-Hill. Tutti i diritti riservati

McGraw-Hill. Tutti i diritti riservati Copyright 2004 The Companies srl Caso 2 Stima per capitalizzazione dei redditi di un fondo rustico di ha 40 ubicato nella pianura reggiana. L indirizzo produttivo è zootecnico. L allevamento è basato sui

Dettagli

STIMA DEL VALORE DI UN'AREA FABBRICABILE Maturità tecnica per geometri 1967 - testo modificato -

STIMA DEL VALORE DI UN'AREA FABBRICABILE Maturità tecnica per geometri 1967 - testo modificato - SIMULAZIONEDELLA PROVA DI ESAME DI ESTIMO Anno Scolastico 2009-10 ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ STIMA DEL VALORE DI UN'AREA FABBRICABILE Maturità tecnica per geometri 1967 - testo modificato

Dettagli

dei redditi 21.IV.2009 Corso di Estimo - CLAPE - Prof. E. Micelli - Aa 2008.09

dei redditi 21.IV.2009 Corso di Estimo - CLAPE - Prof. E. Micelli - Aa 2008.09 La stima per capitalizzazione dei redditi 21.IV.2009 La stima per capitalizzazione i La capitalizzazione dei redditi è l operazione matematico-finanziaria che determina l ammontare del capitale - il valore

Dettagli

Parte zero. COSTO ANALITICO DI RISTRUTTURAZIONE: simulare opere di ristrutturazione e relativi. costi:

Parte zero. COSTO ANALITICO DI RISTRUTTURAZIONE: simulare opere di ristrutturazione e relativi. costi: Parte zero COSTO ANALITICO DI RISTRUTTURAZIONE: simulare opere di ristrutturazione e relativi costi: - rifacimento imp elettrico :9.000 - sostituzione infissi : 10.000 - sostituzione sanitari in bagno

Dettagli

Responsabile scientifico del Progetto: Prof. Leonardo Casini

Responsabile scientifico del Progetto: Prof. Leonardo Casini Progetto di ricerca: La multifunzionalità dell agricoltura nelle zone montane marginali: una valutazione qualitativa, quantitativa e monetaria degli impatti ambientali economici e sociali Responsabile

Dettagli

IL CATASTO URBANO N.C.E.U. SCOPI DEL N.C.E.U. NUOVA DEFINIZIONE DI U.I.U. NORME FONDAMENTALI DEL N.C.E.U. IL NUOVO CATASTO EDILIZIO URBANO

IL CATASTO URBANO N.C.E.U. SCOPI DEL N.C.E.U. NUOVA DEFINIZIONE DI U.I.U. NORME FONDAMENTALI DEL N.C.E.U. IL NUOVO CATASTO EDILIZIO URBANO N.C.E.U. IL CATASTO URBANO CREATO CON LEGGE 13.04.1939 N. 652; ENTRATO IN VIGORE IL 01.09.1962. CREATO CON R.D. N. 267 DEL 05.06.1871 ING. GIOVANNI MINGOZZI N.C.E.U. NORME FONDAMENTALI DEL N.C.E.U. LE

Dettagli

Una guida all analisi di mercato Le fonti per la stima dei valori

Una guida all analisi di mercato Le fonti per la stima dei valori Una guida all analisi di mercato Le fonti per la stima dei valori Lo scopo delle slide Lo scopo della slide che seguono è quello presentare in modo critico alcune delle fonti attualmente disponibili per:

Dettagli

Provincia dell Ogliastra Gestione Commissariale (L.R. n. 15 /2013)

Provincia dell Ogliastra Gestione Commissariale (L.R. n. 15 /2013) BANDO PUBBLICO PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO SPERIMENTALE DI PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DELLA COLTIVAZIONE DEL CILIEGIO DOLCE E DEL MELO NELLA PROVINCIA DELL OGLIASTRA ALLEGATO A - PIANO DI SVILUPPO

Dettagli

Elementi di estimo di base per la fattibilità dei progetti

Elementi di estimo di base per la fattibilità dei progetti Elementi di estimo di base per la fattibilità dei progetti 30.X.2013 La metodologia estimativa La metodologia estimativa rappresenta l insieme delle tecniche e degli strumenti attraverso cui si formula

Dettagli

RELAZIONE DI STIMA RELATIVA AL POSSIBILE VALORE DI CESSIONE DELLE QUOTE DI SOCIETA DA COSTITUIRE

RELAZIONE DI STIMA RELATIVA AL POSSIBILE VALORE DI CESSIONE DELLE QUOTE DI SOCIETA DA COSTITUIRE RELAZIONE DI STIMA RELATIVA AL POSSIBILE VALORE DI CESSIONE DELLE QUOTE DI SOCIETA DA COSTITUIRE Il sottoscritto Vladimiro BOLDI COTTI, Dottore Commercialista con Studio in Mantova (MN), Via Cremona n.

Dettagli

TRIBUNALE DI MACERATA. Banca Antoniana Veneta C/ Ercoli Angelo ******

TRIBUNALE DI MACERATA. Banca Antoniana Veneta C/ Ercoli Angelo ****** TRIBUNALE DI MACERATA Espropriazione Immobiliare n.10/04 G. D. - dott. Semeraro Banca Antoniana Veneta C/ Ercoli Angelo ****** Il sottoscritto geometra, inscritto all Albo professionale e nell Elenco dei

Dettagli

Conti economici delle principali colture in asciutto

Conti economici delle principali colture in asciutto Conti economici delle principali colture in asciutto Schema idrico del Flumineddu per l alimentazione irrigua della Marmilla Studio di dettaglio sulle aree oggetto dell intervento Distretto irriguo della

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI CAGLIARI CORSO DI ESTIMO - Prof- G. Marchi

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI CAGLIARI CORSO DI ESTIMO - Prof- G. Marchi UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI CAGLIARI CORSO DI ESTIMO Prof G. Marchi http://www.unica.it/~armic/estimo/index.htm Allievo Matricola Anno Accademico 2004/2005.G Caratteristiche dell'immobile oggetto di stima

Dettagli

IMU (Imposta Municipale Propria) 2012

IMU (Imposta Municipale Propria) 2012 Comune di Cisliano IMU (Imposta Municipale Propria) 2012 Dal 1 gennaio 2012 è in vigore l Imposta Municipale Propria (IMU), la cui istituzione è stata anticipata in via sperimentale dal decreto legge n.

Dettagli

730/2015 quadro E: novità per la detrazione delle spese elededuzionidalreddito Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista

730/2015 quadro E: novità per la detrazione delle spese elededuzionidalreddito Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista 730/2015 quadro E: novità per la detrazione delle spese elededuzionidalreddito Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista ADEMPIMENTO " NOVITA " FISCO Il Quadro E del Mod. 730 deve essere utilizzato

Dettagli

Le fonti per la stima. del valore di costo

Le fonti per la stima. del valore di costo Le fonti per la stima del valore di mercato e del valore di costo 03.XI.2010 Le fonti del mercato immobiliare Le fonti per la stima del valore di mercato sono di due tipologie: indirette tali fonti forniscono

Dettagli

Circolare n. 6/2012 Determinazione della rendita catastale delle unità immobiliari a destinazione speciale e particolare: profili tecnico-estimativi

Circolare n. 6/2012 Determinazione della rendita catastale delle unità immobiliari a destinazione speciale e particolare: profili tecnico-estimativi Circolare n. 6/2012 Determinazione della rendita catastale delle unità immobiliari a destinazione speciale e particolare: profili tecnico-estimativi Milano - 20 febbraio 2013 Direzione Regionale Lombardia

Dettagli

ITG A. POZZO LEZIONI DI ESTIMO. Stima dei danni a fabbricati civili. Classi 5^ LB-LC-SA Anno scolastico 2009/10. Prof. Romano Oss

ITG A. POZZO LEZIONI DI ESTIMO. Stima dei danni a fabbricati civili. Classi 5^ LB-LC-SA Anno scolastico 2009/10. Prof. Romano Oss ITG A. POZZO LEZIONI DI ESTIMO Stima dei danni a fabbricati civili Classi 5^ LB-LC-SA Anno scolastico 2009/10 Prof. Romano Oss Nozione di danno economico: Stima dei danni a fabbricati diminuzione di valore

Dettagli

SOSTENIAMO LO SVILUPPO DELLE IMPRESE AGRICOLE

SOSTENIAMO LO SVILUPPO DELLE IMPRESE AGRICOLE SOSTENIAMO LO SVILUPPO DELLE IMPRESE AGRICOLE Il confidi nazionale dell Alleanza delle Cooperative Italiane ANTICIPO Anticipo crediti: Anticipare crediti per contributi vantati nei confronti di istituzioni

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Federico II. Facoltà di Ingegneria

Università degli Studi di Napoli Federico II. Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Tesi di laurea PROGETTAZIONE DI UN ACQUEDOTTO ESTERNO E RELATIVO SERBATOIO

Dettagli

Stima del valore di mercato

Stima del valore di mercato Stima del valore di mercato Docente: Prof. Stefano Stanghellini Collaboratore: Arch. Alessandro Mascarello Il valore di mercato Il valore di mercato è il valore che il bene da stimare riuscirebbe a realizzare

Dettagli

Giudizi di convenienza sull esecuzione di un miglioramento fondiario

Giudizi di convenienza sull esecuzione di un miglioramento fondiario DIPARTIMENTO di AGRARIA Corso di Laurea in SCIENZE E TECNOLOGIE AGRARIE Classe L-25: Classe delle lauree in Scienze e Tecnologie Agrarie e Forestali Anno accademico 2012-2013 Corso integrato Economia e

Dettagli

LINEE GUIDA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO AZIENDALE - BUSINESS PLAN

LINEE GUIDA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO AZIENDALE - BUSINESS PLAN LINEE GUIDA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO AZIENDALE - BUSINESS PLAN Sintesi dei requisiti e dei contenuti Il Piano Aziendale dovrà descrivere: la situazione iniziale dell azienda agricola e gli elementi cardine

Dettagli

ALLEGATO 1 PIANO DI SVILUPPO AZIENDALE / BUSINESS PLAN (FORMAT)

ALLEGATO 1 PIANO DI SVILUPPO AZIENDALE / BUSINESS PLAN (FORMAT) ALLEGATO 1 PIANO DI SVILUPPO AZIENDALE / BUSINESS PLAN (FORMAT) Sintesi dei requisiti e dei contenuti Il Piano Aziendale dovrà descrivere: la situazione iniziale dell azienda agricola e gli elementi cardine

Dettagli

Seconda prova. a) Descrizione dell azienda

Seconda prova. a) Descrizione dell azienda Seconda prova Il candidato, con dati verosimiglianti, elabori il bilancio di previsione di un'azienda agraria ad ordinamento foraggero-zootecnico di media estensione e condotta in economia con salariati.

Dettagli