Classe IASA Prof. Nicoletta Lanzani Anno scolastico 2011/2012 Materia: Fisica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Classe IASA Prof. Nicoletta Lanzani Anno scolastico 2011/2012 Materia: Fisica"

Transcript

1 Classe IASA Prof. Nicoletta Lanzani Anno scolastico 2011/2012 Materia: Fisica Per tutti gli studenti Un po di ripasso Ripassa gli argomenti svolti durante l anno. Per verificare la tua conoscenza all indirizzo trovi un test che contiene 100 (80) domande; ad ogni accesso te ne vengono proposte 10. Svolgi il test più volte in modo da poter visualizzare tutte quelle contenute nel database. Le domande presenti nel test saranno utilizzate come prova d ingresso per l anno scolastico 2012/2013 La fisica è una scienza sperimentale Ti è mai capitato di far oscillare una squadra da disegno infilandola su un dito? E forse ti sei chiesto se oscilla sempre allo stesso modo e da cosa dipendono le caratteristiche di questo strano pendolo. L esperimento che ti viene proposto prevede di studiare le oscillazioni dell oggetto che si ottiene semplificando molto la squadra riducendola ad un profilo di filo di ferro e facendolo dondolare appeso ad uno spillo. Se il profilo è proprio quello del perimetro di un triangolo equilatero il periodo dell oscillazione dipende solamente dalla lunghezza del lato. Quando avrai determinato la relazione fra periodo e lunghezza del lato sarai in grado di costruire un triangolo che batte il secondo. un rotolino di filo di ferro un paio di forbici robuste per tagliare il filo di ferro nastro adesivo un metro o una riga millimetrata una stecca di legno con uno spillo fissato ad una estremità o altro dispositivo per appendervi il triangolo oscillante cronometro Col filo di ferro costruirai diversi triangoli equilateri (almeno 5) il cui lato l avrà lunghezza compresa fra 10 cm e 70 cm. Per fare oscillare i triangoli fissa la stecca di legno al piano di un tavolo con il nastro adesivo facendo sporgere di una diecina di centimetri l estremità con lo spillo sul quale appenderai il profilo di filo di ferro e lo farai oscillare in maniera tale che l asse di oscillazione sia perpendicolare al piano del triangolo. Fissa l ampiezza di oscillazione e misura con cura il tempo di 10 oscillazione per ciascuno dei triangoli che hai costruito, ripetendo la misura 3 volte. Dell esperienza condotta fai una relazione secondo lo schema già visto, in particolare ricorda che l obiettivo è sintetizzato in queste domande: 2 - quale relazione esiste tra il lato l del triangolo e il periodo T di oscillazione: T = kl T = kl, 2 k k k l = kt, T =, T =, l = 2 2 l l T - Quanto vale la costante di proporzionalità k (miglior stima ed errore) - In base alle tue misure determina la lunghezza l del lato del triangolo equilatero di filo di ferro che, oscillando, batte il secondo. Costruiscilo e provalo. N.B. La relazione può essere svolta individualmente o in piccoli gruppi (due o tre persone)

2 Spiega cos è la fisica A gruppi di 4 o 5 persone date risposta alla domanda cos è la fisica?. Presentate la vostra risposta attraverso un powerpoint o un video (di circa 5 minuti). Nel vostro elaborato dovranno essere contenuti i seguenti aspetti: La fisica si occupa dello studio delle leggi che regolano i fenomeni naturali La fisica utilizza il metodo sperimentale La fisica utilizza il linguaggio della matematica, cioè è una scienza quantitativa. Cercate qualche suggerimento nel libro L evoluzione della fisica di Albert Einstein e Leopold Infeld ed. Universale Bollati Boringhieri, in particolare nei paragarafi: il romanzo giallo perfetto il primo indizio Vettori L enigma del moto Un indizio negletto (alla fine del documento scaricato a lezione trovate una scansione dei paragrafi sopra indicati) Gli studenti che alla fine dell anno non avranno raggiunto la sufficienza, oltre a svolgere i compiti assegnati a tutti, dovranno svolgere almeno 6 tra le verifiche assegnate durante l anno nelle classi prime dell istituto e già date in formato elettronico. I suddetti studenti dovranno consegnare tutti i lavori svolti in modo ordinato e preciso il giorno dell orale.

3 Classi IC/D Prof. Nicoletta Lanzani Anno scolastico 2011/2012 Materia: Matematica Svolgere gli esercizi raccolti nei file pdf dati dalla docente secondo le seguenti indicazioni: Alunni senza debito in matematica: solo gli esercizi di numero dispari in ciascun file Alunni con debito in matematica: tutti gli esercizi (da svolgere in modo ordinato e preciso su un quaderno che dovrà essere consegnato il giorno dell orale)

4 Classe IIIC/G Prof. Nicoletta Lanzani Anno scolastico 2011/2012 Materia: Fisica Per tutti gli studenti Un po di ripasso Ripassa il programma svolto e rivedi i test a risposta multipla alla fine di ogni capitolo in programma. Un po di storia Leggi il libro M. Guillen Le 5 equazioni che hanno cambiato il mondo (lettura consigliata) Qualche esercizio in più Svolgi problemi di unità del cap. I principi della dinamica (dal n 53 al n 79 da pag. 244). Per gli studenti con debito in fisica Svolgere con ordine e precisione su un quaderno che dovrà essere presentato il giorno dell orale gli esercizi assegnati a tutti gli studenti unitamente ai seguenti esercizi : 1. In un luogo in cui la costante g vale (9,812 ± 0,003) N/kg è presente un corpo di massa (523,25 ± 0,05) g. Determina il peso P del corpo esprimendo l incertezza assoluta con il metodo della propagazione delle incertezze. [P = 5,134 ± 0,002) N 2. All istante t 1 = 50 s un corpo si trova a 20 m dall origine di una traiettoria rettilinea e possiede la velocità di 5,0 m/s. All istante t 2 = 80 s il corpo si trova a -30 m dall origine e la sua velocità vale - 10 m/s. Sulla base dei valori ora indicati precisa dove si trova il punto rispetto all origine della traiettoria (a destra? a sinistra?) nei due istanti considerati e qual è il verso del suo movimento nei due istanti. Calcola poi la velocità media v m e l accelerazione media a m del corpo nell intervallo definito dagli istanti t 1 e t 2. [v M = -1,7 m/s; a M = -0,50 m/s 2 ] 3. Nel grafico di figura è rappresentata la dipendenza velocità-tempo per un punto in movimento. Calcola le accelerazioni medie a 1, a 2, a 3 relativamente agli intervalli di tempo (0 s; 2,0 s), (2,0 s; 8,0 s), ( 5,0 s; 8,0 s). Ritieni che dopo 10 s il punto si trovi nuovamente al punto di partenza? [a 1 = 1,0 m/s 2 ; a 2 = 0; a 3 = - 0,33 m/s 2 ; NO]

5 4. Ad un certo istante, che si assume come istante zero, un bambino lascia cadere una pietra in un pozzo profondo nel quale l acqua si trova a 30,0 m dalla sua imboccatura. Calcola dopo quanto tempo t il bambino sente il tonfo della pietra nell acqua (assumi che il suono si propaghi con moto rettilineo uniforme alla velocità di 340 m/s). [t = 2,56 s] 5. Due automobili A e B iniziano una corsa sulla distanza di 16 km partendo all istante zero dallo stesso punto. L automobile A viaggia alla velocità di 40 m/s, l automobile B alla velocità di 20 m/s. Dopo 200 s l automobile A ha un guasto meccanico che la blocca per 500 s; riparato il guasto, l automobile riparte sempre con la velocità di 40 m/s. Rappresenta la dipendenza spazio-tempo per entrambe le automobili fino a quando entrambe hanno percorso il tratto di 16 km. Stabilisci inoltre quale delle due automobili arriva per prima al traguardo. Quando la prima automobile giunge al traguardo, dove si trova l altra? [vince la gara l auto B, che compie i 16 km in 800 s; quando B è al traguardo, l automobile A ha percorso solo 12 km] 6. Un corpo cade da un altezza di 12,0 m partendo da fermo. Calcola il tempo t di caduta e la velocità v di impatto con il suolo. Traccia inoltre i grafici velocità-tempo e spazio-tempo relativi al movimento. [t = 1,56 s; v =15,3 m/s] 7. All istante t = 0 un corpo A, inizialmente in quiete in un punto P, viene lasciato cadere, da un altezza di 20,0 m rispetto a un piano orizzontale, lungo la verticale passante per P. Nello stesso istante, dal punto Q, definito dalla intersezione della verticale passante per P con il piano orizzontale viene lanciato verso l alto un secondo corpo B, con velocità iniziale di 20,0 m/s. Determina a quale altezze h, valutata rispetto al punto Q, i due corpi si incontrano e in quale istante t avviene l incontro. [h = 15,1 m; t = 1,00 s] 8. Un automobile A sta viaggiando alla velocità di 10 m/s. Ad un certo istante, che assumeremo come istante zero, essa inizia a decelerare uniformemente e raggiunge lo stato di quiete in un tempo pari a 10 s. Sempre all istante zero, un automobile B inizia ad accelerare uniformemente con accelerazione a. in un tempo di 20 s, essa percorre lo stesso spazio percorso dall automobile A prima di fermarsi. Determina l accelerazione a dell automobile B (suggerimento: utilizza la rappresentazione grafica velocità-tempo). [a = 0,25 m/s 2 ] 9. Svolgi i seguenti problemi che trovi sul libro di testo (anche se sono già stati svolti): da pag. 314 n. 13, 14, 58, 90, 98

6 Classe IASA Prof. Nicoletta Lanzani Anno scolastico 2011/2012 Materia: Informatica Per gli studenti che alla fine dell anno non hanno raggiunto la sufficienza Svolgere le verifiche date durante l anno scolastico e che trovate qui sotto elencate. Verifica 1 1. Descrivi brevemente cos è un computer. 2. Cosa si intende per programma? 3. Rappresenta graficamente il modello a blocchi dell elaboratore 4. Spiega cos è la memoria centrale, specificando in quali memorie è suddivisa e definendo poi le specificità e le funzioni di ciascuna di esse. 5. Cos è il BIOS e in quale memoria è collocato? 6. Cos è la C.P.U. e quali sono le sue funzioni? 7. Spiega da quali blocchi è composta la C.P.U. e definisci i rispettivi compiti. 8. Cosa rappresenta 1 hertz e quale grandezza possiede questa unità di misura? 9. Scrivi l esatto valore numerico delle seguenti misure: 1 MHz = 2GHz = 10. Spiega cosa sono le periferiche di input e fornisci due esempi. 11. Spiega cosa sono le periferiche di output e fornisci due esempi. 12. Stabilisci se le seguenti affermazioni sono vere o false: a. L hard disk è una porzione di memoria centrale b. L hard disk è una memoria di massa c. Il microprocessore risiede nell hard disk d. La webcam è una unità di output e. Il gigahertz è l unità di misura della velocità f. La ROM è una memoria temporanea g. La C.P.U è una componente software h. La RAM è una componente hardware i. Il bit è l unità minima di memoria e corrisponde a 1 carattere j. 1 bit corrisponde a 8 byte 13. Spiega come è definita l unità minima di memoria di un pc e fornisci poi i suoi principali multipli 14. Spiega cos è il codice ASCII. 15. Trasforma i seguenti numeri dalla base 2 alla base 10: ( ) 2 = ( ) 2 = 16. Trasforma i seguenti numeri dalla base 10 alla base 2: 427 = 99 = Verifica 2 1. Quando si intende salvare un documento per la prima volta: a. È necessario seguire il percorso File, Salva con nome b. È indifferente usare il comando Salva o il comando Salva con nome c. È necessario seguire il percorso File, Salva con nome d. È necessario fare clic sul pulsante

7 2. La procedura File, Salva con nome a. Deve essere eseguita solo al primo salvataggio b. Deve essere eseguita ad ogni salvataggio c. Deve essere eseguita solo ai salvataggi successivi al primo d. Può essere eseguita anche ai salvataggi successivi al primo 3. La procedura File, Salva a. Equivale alla procedura File, Salva con nome b. Permette di salvare un documento già salvato con un nuovo nome c. Sostituisce il file precedentemente salvato con il nuovo file modificato d. Permette di salvare un documento già salvato in una nuova destinazione 4. Per salvare con un altro nome un documento già aperto bisogna a. Fare clic su in qualsiasi momento b. Fare clic su dopo che il documento è stato salvato una prima volta c. Fare clic su e poi scegliere salva con nome d. Scegliere necessariamente Salva con nome dal menù File 5. Quale tra queste è la sequenza corretta per inserire nella finestra la Barra degli strumenti Disegno? a. File, Barre degli strumenti, Disegno b. Inserisci, Barre degli strumenti, Disegno c. Visualizza, Barre degli strumenti, Disegno d. Modifica, Barre degli strumenti, Disegno 6. Ordina i seguenti comandi in modo da ottenere la corretta procedura per inserire il pulsante apice nella barra degli strumenti Comandi Barre degli strumenti Formato Trascino sulla barra Apice Visualizza Personalizza 7. La tabella della domanda precedente è stata inserita seguendo la procedura a. Inserisci, Tabella, n colonne 2, n righe 7, OK b. Tabella, Inserisci tabella, n colonne 2, n righe 7, OK c. Inserisci, Tabella, n righe 2, n colonne 7, OK d. Tabella, Inserisci tabella, n righe 2, n colonne 7, OK 8. Il tasto Print sulla tastiera a. Incolla l immagine del desktop in un documento di word b. Incolla l immagine di una finestra aperta sul desktop in un documento di word c. Stampa l immagine del desktop d. Copia negli appunti l immagine del desktop 9. Per incollare l immagine copiata in un documento di word la procedura è: a. Inserisci, Immagine, Ok b. Modifica, incolla c. Modifica, copia, incolla d. Clic destro, incolla, Ok 10. I callout si trovano

8 a. Nel menù Forme della barra degli strumenti Disegno b. Nel menù Disegno della barra degli strumenti Disegno c. Nel menù Inserisci Callout della barra degli strumenti Disegno d. Nel menù Callout della barra degli strumenti Disegno 11. Scrivi nelle caselle i nomi delle parti della finestra: 12. Scrivi la procedura necessaria per visualizzare una presentazione nella forma in cui la si proietta utilizzando la barra dei menù:. 13. Ordina i seguenti comandi in modo da ottenere la corretta procedura per applicare un animazione personalizzata ad un immagine: Animazione personalizzata Entrata Seleziono l immagine Clic sull effetto Aggiungi effetto Presentazione 14. La procedura corretta per applicare alla diapositiva corrente uno sfondo a due colori è: a. Inserisci, sfondo, effetti di riempimento, due colori, ok, applica b. Formato, sfondo, effetti di riempimento, due colori, ok, applica c. Formato, layout, sfondo, effetti di riempimento, due colori, ok, applica d. Inserisci, layout, sfondo, effetti di riempimento, due colori, ok, applica 15. Quale voce della barra dei menù devi aprire per modificare il layout di una diapositiva? Scrivi la formula che devi inserire in nella cella B7 per ottenere come risultato il rapporto tra i valori inseriti nelle due celle immediatamente a sinistra della cella in cui stai scrivendo:

9 Verifica 3 In laboratorio di fisica hai svolto l esperienza della caduta dei gravi ed hai ottenuto le seguenti misure (sensibilità del metro = 1 cm, sensibilità del cronometro = 1 ms) h (cm) t (sec) 20 0, , , , , , , , , Crea un foglio elettronico excel che chiamerai verifica_cognome salvandolo nella cartella Verifiche Lanzani 2. usando le misure a fianco riportate, costruisci una tabella con le seguenti colonne h (m) h (m) t (s) t (s) h/t t^2 k=h/t^2 k 3. inserisci nelle prime 4 colonne le misure, facendo attenzione all unità di misura richiesta, e nelle ultime 4 colonne le opportune formule, facendo attenzione alle cifre significative 4. costruisci i grafici h-t e h-t 2, inserendo un opportuno titolo e i nomi degli assi. Inserisci entrambi i grafici in un nuovo foglio di lavoro 5. sotto alla colonna k inserisci il valore medio di k con una opportuna formula, e nella cella accanto al valore medio di k calcola il valore sperimentale di g, tenendo conto della relazione 1 h = gt dopo aver predisposto un opportuna tabella di valori, costruisci un nuovo grafico h-t 2 che riporti, oltre alle misure, la retta ottenuta con k medio e quella ottenuta con k teorico. Verifica 4 Nota: le domande in grassetto e sottolineate hanno più di una risposta esatta. 1. Quale delle seguenti affermazioni sul software è corretta? a. È costituito soltanto da programmi b. Comprende sia i programmi sia i sistemi operativi c. È la parte materiale del computer d. È la parte dell hard disk in cui vengono memorizzati i dati 2. Quale tra i seguenti software non è un sistema operativo? a. DOS b. Windows c. Internet d. Linux 3. Il sistema operativo a. È l insieme dei programmi che permettono di realizzare vari tipi di documenti b. Ha il compito di eseguire le operazioni aritmetiche e logiche del computer c. È un software che può essere eliminato se occupa troppo spazio e si ha necessità di installare nuovi programmi sul pc d. Permette l interazione dell utente col computer 4. Perché è utile ricorrere a supporti removibili quando si effettua il backup dei dati? a. Per velocizzare le operazioni di salvataggio b. Perché sono più economici c. Per poter conservare i dati in ambienti diversi da quelli in cui si trova il computer d. Perché i computer effettuano i backup solo su supporti removibili 5. La formattazione dell hard disk:

10 a. è buona norma eseguirla ogni volta che si installa un nuovo programma b. è l operazione con cui si prepara per l uso il disco fisso c. comporta la cancellazione di tutti i dati precedentemente salvati d. è la suddivisione dell hard disk in parti che si comportano come se fossero diverse unità di memoria 6. La partizione dell hard disk: a. è la suddivisione dell hard disk in parti che si comportano come se fossero diverse unità di memoria b. consiste nella suddivisione in blocchi della superficie del disco c. può essere utile quando si vogliono installare più sistemi operativi d. è la suddivisione dell hard disk in cartelle 7. Le proprietà di un file o di una cartella possono essere visualizzate: a. Utilizzando il tasto destro del mouse b. Dal menù File c. Posizionando il mouse sull icona del file e attendendo per qualche secondo d. Soltanto se ci si trova nella finestra di Risorse del computer 8. Quale tra i seguenti pathname è quello che identifica la sottocartella Mare della cartella Fotografie presente nell hard disk? a. C:\Mare\Fotografie b. C:/Mare/Fotografie c. A:\Fotografie\Mare d. C:\Fotografie\Mare 9. Una nuova cartella può essere creata: a. Con un doppio clic nella finestra di Risorse del Computer b. Dal menù File di Risorse del computer c. Con il tasto destro del mouse nella finestra Risorse del computer d. Soltanto all interno della cartella Documenti 10. Collega ogni tipo di file con l estensione corrispondente: a. Documento di Word 1.ppt b. Foglio elettronico Excel 2.avi c. Database Access 3.doc d. Presentazione Powerpoint 4.xls e. File immagine 5.mdb f. File video 6.jpg g. File audio 7.zip h. File compresso 8.htm i. File eseguibile 9.mp3 j. File html 10.exe 11. lo stato del file sola lettura: a. può essere applicato dalla finestra Proprietà b. può essere applicato dal menù Modifica c. dopo essere applicato non può essere tolto d. consente di vedere il file ma non di modificarlo 12. numera in ordine crescente i seguenti passaggi necessari per spostare un file dalla cartella Scuola alla cartella Musica a. Modifica b. Clic sul file c. Incolla d. Taglia e. Apro la cartella Musica

11 f. Apro la cartella Scuola g. Modifica 13. spiega cos è la deframmentazione e a cosa serve: quali sono le tre azioni che può compiere un programma antivirus quando scopre la presenza di un file infetto? 15. Spiega in cosa consiste l utilità di recupero dei file cancellati, specificando il suo nome ed indicando la procedura da seguire per recuperare un file erroneamente cancellato dall hard disk. Verifica 5 1. Nelle regole di estetica dattilografica i segni di interpunzione (punti, virgole, due punti, ecc.) devono essere scritti: a. Accanto al carattere che li precede e seguiti da uno spazio b. Accanto al carattere che li precede e accanto al carattere successivo senza uno spazio c. Preceduti da uno spazio e accanto al carattere successivo senza spazio d. Preceduti e seguiti da uno spazio 2. c è un solo segno che non segue una regola diversa da quella dei segni di interpunzione. Qual è il segno e quale la regola seguita? 3. Scrivi cosa indicano i seguenti simboli: e... f. g Osserva il seguente simbolo e scrivi: h. Dove si trova

12 i. Per quale tipo di operazione viene attivato j. Scrivi quale tipo di risultato ottieni agendo su ciascuno dei suoi elementi indicati dalle frecce: 5. Per modificare il formato numerico di una zona di celle devi: k. Attivare il menù Formato/Celle e all interno del menù scegliere la zona di celle l. Selezionare la zona di celle, attivare Formato/Celle/Numero e poi scegliere il formato voluto m. Attivare il menù Formato/Celle/Numero e poi selezionare la zona di celle n. Doppio clic sulla zona di celle 6. a cosa serve un riferimento assoluto? o. A fissare la riga o la colonna in una formula p. A fissare una costante in una formula q. A fissare la riga o la colonna durante la copia di una formula r. A fissare una costante durante la copia di una formula 7. Scrivi come appare la formula scritta nella cella C1 se la si copia in tutte le altre celle della tabella: A B C 1 =D1-B$3/$A nella cella A7 scrivi la formula che calcoli quanti valori nella zona A1:A6 sono minori o uguali a 100: A La cella B1 contiene la seguente formula: =SE(A1<0; gulp ;SE(A1>1; ciao ; miao )) Cosa appare in B1 quando si inserisce il valore 0 nella cella A1? s. Miao t. Ciao u. Gulp v Completa la seguente tabella inserendo opportune formule in modo che: w. Nelle celle D1, D2, D3 compaia la somma dei valori contenuti rispettivamente nella riga 1, nella riga 2, nella riga 3 x. Nelle celle E1, E2, E3 compaia la media dei valori contenuti rispettivamente nella riga 1, nella riga 2, nella riga 3

13 y. Nelle celle F1, F2, F3 compaia la scritta bene! se la somma è maggiore di 20, la scritta aiuto! se la somma è minore di 10, la scritta boh nei restanti casi z. Dove comparirà la scritta boh? A B C D E F Nella cella A2 è indicato un numero. Quale formula, inserita nella cella A3, ci dice se tale numero è negativo? aa. =SE(A2<0; negativo ; non negativo ) bb. =SE(A2<=0; negativo ; non negativo ) cc. =SE(A2<=0; non negativo ; negativo ) dd. =SE(A2<=0; negativo ; non negativo ) 12. Scrivi accanto ad ogni operazione un numero da 1 a 6 in modo da ordinare i procedimenti necessari per costruire un grafico (senza aver selezionato prima l area che contiene i dati da rappresentare: ee. Si indica dove va inserito il grafico ff. Si sceglie l tipo di grafico gg. Si attiva il menù Inserisci/Grafico hh. Si seleziona l area che contiene i dati ii. Si inserisce il titolo del grafico e degli assi Si indica se le serie vanno messe in righe o in colonne

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE Access permette di specificare una maschera che deve essere visualizzata automaticamente all'apertura di un file. Vediamo come creare una maschera di

Dettagli

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT 1 1 Introduzione al programma 3 2 La prima volta con Powerpoint 3 3 Visualizzazione

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

I Grafici. La creazione di un grafico

I Grafici. La creazione di un grafico I Grafici I grafici servono per illustrare meglio un concetto o per visualizzare una situazione di fatto e pertanto la scelta del tipo di grafico assume notevole importanza. Creare grafici con Excel è

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Dipartimento del Tesoro

Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro POWER POINT AVANZATO Indice 1 PROGETTAZIONE DELL ASPETTO...3 1.2 VISUALIZZARE GLI SCHEMI...4 1.3 CONTROLLARE L ASPETTO DELLE DIAPOSITIVE CON GLI SCHEMI...5 1.4 SALVARE UN MODELLO...6

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento.

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. Excel: le funzioni Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. DEFINIZIONE: Le funzioni sono dei procedimenti

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL Inserire una funzione dalla barra dei menu Clicca sulla scheda "Formule" e clicca su "Fx" (Inserisci Funzione). Dalla finestra di dialogo "Inserisci Funzione" clicca sulla categoria

Dettagli

AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO

AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO Con questa esercitazione guidata imparerai a realizzare una macro. Una macro è costituita da una serie di istruzioni pre-registrate che possono essere

Dettagli

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005 Appunti sugli Elaboratori di Testo D. Gubiani Università degli Studi G.D Annunzio di Chieti-Pescara 19 Luglio 2005 1 Cos è un elaboratore di testo? 2 3 Cos è un elaboratore di testo? Cos è un elaboratore

Dettagli

Guida pratica di base

Guida pratica di base Adolfo Catelli Guida pratica di base Windows XP Professional Dicembre 2008 Sommario Accedere a Windows XP 4 Avviare Windows XP 4 Uscire da Windows XP 5 L interfaccia utente di Windows XP 6 Il desktop di

Dettagli

ITCG Cattaneo via Matilde di canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (RE) SEZIONE I.T.I. - Corso di Fisica - prof. Massimo Manvilli

ITCG Cattaneo via Matilde di canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (RE) SEZIONE I.T.I. - Corso di Fisica - prof. Massimo Manvilli ITCG C. CATTANEO via Matilde di Canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (Reggio Emilia) Costruzione del grafico di una funzione con Microsoft Excel Supponiamo di aver costruito la tabella riportata in figura

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Alex Gotev 1 Contenuti Che cos'è Puppy Linux? Come posso averlo? Come si avvia? Che programmi include? Installazione su Chiavetta USB Domande

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD WORD SOMMARIO 1. Muoversi nel testo... 1 2. Taglia, copia e incolla... 2 3. Aprire, salvare e chiudere... 3 4. Trovare e sostituire... 4 5. Visualizzare in modi diversi... 6 6. Formattare e incolonnare...

Dettagli

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC Barra di Formattazione Barra Standard Barra del Menu Intestazione di colonna Barra di Calcolo Contenuto della cella attiva Indirizzo della cella attiva Cella attiva Intestazione

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole Guida rapida Cos è GeoGebra? Un pacchetto completo di software di matematica dinamica Dedicato all apprendimento e all insegnamento a qualsiasi livello scolastico Riunisce geometria, algebra, tabelle,

Dettagli

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 G. Pettarin ECDL Modulo 2: Sistema Operativo 2 Modulo 2 Il sistema operativo Windows

Dettagli

REGEL - Registro Docenti

REGEL - Registro Docenti REGEL - Registro Docenti INFORMAZIONI GENERALI Con il Registro Docenti online vengono compiute dai Docenti tutte le operazioni di registrazione delle attività quotidiane, le medesime che si eseguono sul

Dettagli

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi.

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Guida all uso Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Legenda Singolo = Fax o SMS da inviare ad un singolo destinatario Multiplo = Fax o SMS da inviare a tanti destinatari

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Che cos è la LIM? L utilizzo didattico della LIM La LIM consente di andare incontro a diversi stili

Che cos è la LIM? L utilizzo didattico della LIM La LIM consente di andare incontro a diversi stili Che cos è la LIM? La LIM, Lavagna Interattiva Multimediale, è una lavagna arricchita da potenzialità digitali e multimediali. Si tratta di una periferica collegata al computer, che rende possibile visualizzare

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

Lezione 1. 1 All inizio di ogni capitolo vengono indicati gli obiettivi della lezione sotto forma di domande la cui risposta è lo scopo

Lezione 1. 1 All inizio di ogni capitolo vengono indicati gli obiettivi della lezione sotto forma di domande la cui risposta è lo scopo Lezione 1 Obiettivi della lezione: 1 Cos è un calcolatore? Cosa c è dentro un calcolatore? Come funziona un calcolatore? Quanti tipi di calcolatori esistono? Il calcolatore nella accezione più generale

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

guida all'utilizzo del software

guida all'utilizzo del software guida all'utilizzo del software Il software Gestione Lido è un programma molto semplice e veloce che permette a gestori e proprietari di stabilimenti balneari di semplificare la gestione quotidiana dell?attività

Dettagli

Cos è Excel. Uno spreadsheet : un foglio elettronico. è una lavagna di lavoro, suddivisa in celle, cosciente del contenuto delle celle stesse

Cos è Excel. Uno spreadsheet : un foglio elettronico. è una lavagna di lavoro, suddivisa in celle, cosciente del contenuto delle celle stesse Cos è Excel Uno spreadsheet : un foglio elettronico è una lavagna di lavoro, suddivisa in celle, cosciente del contenuto delle celle stesse I dati contenuti nelle celle possono essere elaborati ponendo

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

Mini manuale di Audacity.

Mini manuale di Audacity. Mini manuale di Audacity. Questo mini manuale è parte del corso on-line Usare il software libero di Altrascuola. Il corso è erogato all'interno del portale per l'e-learning Altrascuola con la piattaforma

Dettagli

Client PEC Quadra Guida Utente

Client PEC Quadra Guida Utente Client PEC Quadra Guida Utente Versione 3.2 Guida Utente all uso di Client PEC Quadra Sommario Premessa... 3 Cos è la Posta Elettronica Certificata... 4 1.1 Come funziona la PEC... 4 1.2 Ricevuta di Accettazione...

Dettagli

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Guida all Uso L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Cos è la Business Key La Business Key è una chiavetta USB portatile, facile da usare, inseribile

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

MANUALE DOS INTRODUZIONE

MANUALE DOS INTRODUZIONE MANUALE DOS INTRODUZIONE Il DOS è il vecchio sistema operativo, che fino a qualche anno fa era il più diffuso sui PC, prima dell avvento di Windows 95 e successori. Le caratteristiche principali di questo

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file

Uso del computer e gestione dei file 1 di 1 Uso del computer e gestione dei file Argomenti trattati: Sistema operativo Microsoft Windows: interfaccia grafica e suoi elementi di base Avvio e chiusura di Windows Le FINESTRE e la loro gestione:

Dettagli

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Lezione 1 Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Definizione di utente e di programmatore L utente è qualsiasi persona che usa il computer anche se non è in grado di programmarlo

Dettagli

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM SPOSTARE un file o una sottodirectory da una directory ad un altra COPIARE un file o una directory da una directory all altra RINOMINARE un file o una directory CANCELLARE un file o una directory CREARE

Dettagli

Procedura corretta per mappare con ECM Titanium

Procedura corretta per mappare con ECM Titanium Procedura corretta per mappare con ECM Titanium Introduzione: In questo documento troverete tutte le informazioni utili per mappare correttamente con il software ECM Titanium, partendo dalla lettura del

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso Parte 5 Adv WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso 1 di 30 Struttura di un Documento Complesso La realizzazione di un libro, di un documento tecnico o scientifico complesso, presenta

Dettagli

Esercitazioni di Excel

Esercitazioni di Excel Esercitazioni di Excel A cura dei proff. A. Khaleghi ed A. Piergiovanni. Queste esercitazioni hanno lo scopo di permettere agli studenti di familiarizzare con alcuni comandi specifici di Excel, che sono

Dettagli

Esempio di utilizzo di Excel per la gestione delle liste - Predisposizione ed allineamento -

Esempio di utilizzo di Excel per la gestione delle liste - Predisposizione ed allineamento - Esempio di utilizzo di Excel per la gestione delle liste - Predisposizione ed allineamento - Nota preliminare La presente guida, da considerarsi quale mera indicazione di massima fornita a titolo esemplificativo,

Dettagli

Guida agli strumenti etwinning

Guida agli strumenti etwinning Guida agli strumenti etwinning Registrarsi in etwinning Prima tappa: Dati di chi effettua la registrazione Seconda tappa: Preferenze di gemellaggio Terza tappa: Dati della scuola Quarta tappa: Profilo

Dettagli

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop...

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop... Kobo Desktop Manuale Utente INDICE Informazioni Generali... 4 Installare Kobo Desktop su Windows... 5 Installare Kobo Desktop su Mac... 6 Comprare ebook con Kobo Desktop... 8 Usare la Libreria di Kobo

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

con software libero Modulo 4 Spreadsheets (Fogli elettronici) Pag. 1

con software libero Modulo 4 Spreadsheets (Fogli elettronici) Pag. 1 con software libero Modulo 4 Spreadsheets (Fogli elettronici) Pag. 1 Indice generale GUIDA A CALC 3.5... 3 1 Utilizzo dell'applicazione... 3 1.1 LAVORARE CON IL FOGLIO ELETTRONICO...3 1.2 MIGLIORARE LA

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA SEDE: ORDINE DEI MEDICI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI LECCE Via Nazario Sauro, n. 31 LECCE Presentazione Progetto: Dal 9 Novembre 2013

Dettagli

Introduzione alla Teoria degli Errori

Introduzione alla Teoria degli Errori Introduzione alla Teoria degli Errori 1 Gli errori di misura sono inevitabili Una misura non ha significato se non viene accompagnata da una ragionevole stima dell errore ( Una scienza si dice esatta non

Dettagli

Soluzione degli esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato

Soluzione degli esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato Liceo Carducci Volterra - Classe 3 a B Scientifico - Francesco Daddi - 8 novembre 00 Soluzione degli esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato Esercizio. Un corpo parte da fermo con accelerazione

Dettagli

QuestBase. Crea, gestisci, analizza questionari, test, esami e sondaggi. Guida introduttiva

QuestBase. Crea, gestisci, analizza questionari, test, esami e sondaggi. Guida introduttiva QuestBase Crea, gestisci, analizza questionari, test, esami e sondaggi Guida introduttiva Hai poco tempo a disposizione? Allora leggi soltanto i capitoli evidenziati in giallo, sono il tuo bignami! Stai

Dettagli

Dati importati/esportati

Dati importati/esportati Dati importati/esportati Dati importati Al workspace MATLAB script Dati esportati file 1 File di testo (.txt) Spreadsheet Database Altro Elaborazione dati Grafici File di testo Relazioni Codice Database

Dettagli

Esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato

Esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato Liceo Carducci Volterra - Classe 3 a B Scientifico - Francesco Daddi - 8 novembre 010 Esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato Esercizio 1. Un corpo parte da fermo con accelerazione pari a

Dettagli

Manuale d uso. Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto!

Manuale d uso. Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto! Manuale d uso Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto! Giacchè noi costantemente aggiorniamo e miglioriamo il Tuo e-tab, potrebbero

Dettagli

Manuale Utente IMPORT IATROS XP

Manuale Utente IMPORT IATROS XP Manuale Utente IMPORT IATROS XP Sommario Prerequisiti per l installazione... 2 Installazione del software IMPORT IATROS XP... 2 Utilizzo dell importatore... 3 Report della procedura di importazione da

Dettagli

La finestra di Avvio di Excel

La finestra di Avvio di Excel Con Excel si possono fare molte cose, ma alla base di tutto c è il foglio di lavoro. Lavorare con Excel significa essenzialmente immettere numeri in un foglio di lavoro ed eseguire calcoli sui numeri immessi.

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali Manuale d uso Gestione Aziendale Software per l azienda Software per librerie Software per agenti editoriali 1997-2008 Bazzacco Maurizio Tutti i diritti riservati. Prima edizione: settembre 2003. Finito

Dettagli

Cos è. un programma di presentazione. Strumenti di presentazione. Che cos è. una presentazione. Diapositive

Cos è. un programma di presentazione. Strumenti di presentazione. Che cos è. una presentazione. Diapositive Cos è un programma di presentazione Strumenti di presentazione Impostare e creare una presentazione Le applicazioni software per organizzare e presentare in pubblico informazioni multimediali Organizzazione

Dettagli

Non tutto, ma un po di tutto

Non tutto, ma un po di tutto ALFREDO MANGIA Non tutto, ma un po di tutto Nozioni fondamentali per conoscere e usare un foglio di calcolo. Corso di alfabetizzazione all informatica Settembre 2004 SCUOLA MEDIA GARIBALDI Genzano di Roma

Dettagli

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1 Manuale dell'utente Registrazione del prodotto Se si registra il prodotto SMART, si verrà informati delle nuove funzionalità e aggiornamenti software disponibili. Registrazione

Dettagli

WEB Conference, mini howto

WEB Conference, mini howto Prerequisiti: WEB Conference, mini howto Per potersi collegare o creare una web conference è necessario: 1) Avere un pc con sistema operativo Windows XP o vista (windows 7 non e' ancora certificato ma

Dettagli

Accuratezza di uno strumento

Accuratezza di uno strumento Accuratezza di uno strumento Come abbiamo già accennato la volta scora, il risultato della misurazione di una grandezza fisica, qualsiasi sia lo strumento utilizzato, non è mai un valore numerico X univocamente

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 Download Si può scaricare gratuitamente la versione per il proprio sistema operativo (Windows, MacOS, Linux) dal sito: http://www.codeblocks.org

Dettagli

Equilibrio Termico tra Due Corpi

Equilibrio Termico tra Due Corpi Equilibrio Termico tra Due Corpi www.lepla.eu OBIETTIVO L attività ha l obiettivo di fare acquisire allo sperimentatore la consapevolezza che: 1 il raggiungimento dell'equilibrio termico non è istantaneo

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

Legge del Raffreddamento di Newton

Legge del Raffreddamento di Newton Legge del Raffreddamento di Newton www.lepla.eu Obiettivo L'obiettivo di questo esperimento è studiare l'andamento temporale della temperatura di un oggetto che si raffredda e trovare un modello matematico

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Svolgimento della prova

Svolgimento della prova Svolgimento della prova D1. Il seguente grafico rappresenta la distribuzione dei lavoratori precari in Italia suddivisi per età nell anno 2012. a. Quanti sono in totale i precari? A. Circa due milioni

Dettagli

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:...

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:... Ministero della Pubblica Istruzione Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA Scuola Secondaria di II grado Classe Terza Tipo A Codici Scuola:..... Classe:.. Studente:.

Dettagli

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:...

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:... Ministero della Pubblica Istruzione Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA Scuola Secondaria di II grado Classe Terza Tipo A Codici Scuola:..... Classe:.. Studente:.

Dettagli

1^A - Esercitazione recupero n 4

1^A - Esercitazione recupero n 4 1^A - Esercitazione recupero n 4 1 In un cartone animato, un gatto scocca una freccia per colpire un topo, mentre questi cerca di raggiungere la sua tana che si trova a 5,0 m di distanza Il topo corre

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

IL MOTO. 1 - Il moto dipende dal riferimento.

IL MOTO. 1 - Il moto dipende dal riferimento. 1 IL MOTO. 1 - Il moto dipende dal riferimento. Quando un corpo è in movimento? Osservando la figura precedente appare chiaro che ELISA è ferma rispetto a DAVIDE, che è insieme a lei sul treno; mentre

Dettagli

Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero

Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero Giacomo Pagina Giovanna Patri Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero 1 per la Scuola secondaria di secondo grado UNITÀ CMPIONE Edizioni del Quadrifoglio à t i n U 1 Insiemi La teoria degli

Dettagli

A. 5 m / s 2. B. 3 m / s 2. C. 9 m / s 2. D. 2 m / s 2. E. 1 m / s 2. Soluzione: equazione oraria: s = s0 + v0

A. 5 m / s 2. B. 3 m / s 2. C. 9 m / s 2. D. 2 m / s 2. E. 1 m / s 2. Soluzione: equazione oraria: s = s0 + v0 1 ) Un veicolo che viaggia inizialmente alla velocità di 1 Km / h frena con decelerazione costante sino a fermarsi nello spazio di m. La sua decelerazione è di circa: A. 5 m / s. B. 3 m / s. C. 9 m / s.

Dettagli

PROBLEMI SUL MOTO RETTILINEO UNIFORMEMENTE ACCELERATO

PROBLEMI SUL MOTO RETTILINEO UNIFORMEMENTE ACCELERATO PROBLEMI SUL MOTO RETTILINEO UNIFORMEMENTE ACCELERATO 1. Un auto lanciata alla velocità di 108 Km/h inizia a frenare. Supposto che durante la frenata il moto sia uniformemente ritardato con decelerazione

Dettagli

Giovanna Mayer. Ordinamento dei numeri e retta numerica. Nucleo: Numeri

Giovanna Mayer. Ordinamento dei numeri e retta numerica. Nucleo: Numeri Giovanna Mayer Nucleo: Numeri Introduzione Tematica: Si propongono attività e giochi per sviluppare in modo più consapevole la capacità di confrontare frazioni, confrontare numeri decimali e successivamente

Dettagli