Classe IASA Prof. Nicoletta Lanzani Anno scolastico 2011/2012 Materia: Fisica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Classe IASA Prof. Nicoletta Lanzani Anno scolastico 2011/2012 Materia: Fisica"

Transcript

1 Classe IASA Prof. Nicoletta Lanzani Anno scolastico 2011/2012 Materia: Fisica Per tutti gli studenti Un po di ripasso Ripassa gli argomenti svolti durante l anno. Per verificare la tua conoscenza all indirizzo trovi un test che contiene 100 (80) domande; ad ogni accesso te ne vengono proposte 10. Svolgi il test più volte in modo da poter visualizzare tutte quelle contenute nel database. Le domande presenti nel test saranno utilizzate come prova d ingresso per l anno scolastico 2012/2013 La fisica è una scienza sperimentale Ti è mai capitato di far oscillare una squadra da disegno infilandola su un dito? E forse ti sei chiesto se oscilla sempre allo stesso modo e da cosa dipendono le caratteristiche di questo strano pendolo. L esperimento che ti viene proposto prevede di studiare le oscillazioni dell oggetto che si ottiene semplificando molto la squadra riducendola ad un profilo di filo di ferro e facendolo dondolare appeso ad uno spillo. Se il profilo è proprio quello del perimetro di un triangolo equilatero il periodo dell oscillazione dipende solamente dalla lunghezza del lato. Quando avrai determinato la relazione fra periodo e lunghezza del lato sarai in grado di costruire un triangolo che batte il secondo. un rotolino di filo di ferro un paio di forbici robuste per tagliare il filo di ferro nastro adesivo un metro o una riga millimetrata una stecca di legno con uno spillo fissato ad una estremità o altro dispositivo per appendervi il triangolo oscillante cronometro Col filo di ferro costruirai diversi triangoli equilateri (almeno 5) il cui lato l avrà lunghezza compresa fra 10 cm e 70 cm. Per fare oscillare i triangoli fissa la stecca di legno al piano di un tavolo con il nastro adesivo facendo sporgere di una diecina di centimetri l estremità con lo spillo sul quale appenderai il profilo di filo di ferro e lo farai oscillare in maniera tale che l asse di oscillazione sia perpendicolare al piano del triangolo. Fissa l ampiezza di oscillazione e misura con cura il tempo di 10 oscillazione per ciascuno dei triangoli che hai costruito, ripetendo la misura 3 volte. Dell esperienza condotta fai una relazione secondo lo schema già visto, in particolare ricorda che l obiettivo è sintetizzato in queste domande: 2 - quale relazione esiste tra il lato l del triangolo e il periodo T di oscillazione: T = kl T = kl, 2 k k k l = kt, T =, T =, l = 2 2 l l T - Quanto vale la costante di proporzionalità k (miglior stima ed errore) - In base alle tue misure determina la lunghezza l del lato del triangolo equilatero di filo di ferro che, oscillando, batte il secondo. Costruiscilo e provalo. N.B. La relazione può essere svolta individualmente o in piccoli gruppi (due o tre persone)

2 Spiega cos è la fisica A gruppi di 4 o 5 persone date risposta alla domanda cos è la fisica?. Presentate la vostra risposta attraverso un powerpoint o un video (di circa 5 minuti). Nel vostro elaborato dovranno essere contenuti i seguenti aspetti: La fisica si occupa dello studio delle leggi che regolano i fenomeni naturali La fisica utilizza il metodo sperimentale La fisica utilizza il linguaggio della matematica, cioè è una scienza quantitativa. Cercate qualche suggerimento nel libro L evoluzione della fisica di Albert Einstein e Leopold Infeld ed. Universale Bollati Boringhieri, in particolare nei paragarafi: il romanzo giallo perfetto il primo indizio Vettori L enigma del moto Un indizio negletto (alla fine del documento scaricato a lezione trovate una scansione dei paragrafi sopra indicati) Gli studenti che alla fine dell anno non avranno raggiunto la sufficienza, oltre a svolgere i compiti assegnati a tutti, dovranno svolgere almeno 6 tra le verifiche assegnate durante l anno nelle classi prime dell istituto e già date in formato elettronico. I suddetti studenti dovranno consegnare tutti i lavori svolti in modo ordinato e preciso il giorno dell orale.

3 Classi IC/D Prof. Nicoletta Lanzani Anno scolastico 2011/2012 Materia: Matematica Svolgere gli esercizi raccolti nei file pdf dati dalla docente secondo le seguenti indicazioni: Alunni senza debito in matematica: solo gli esercizi di numero dispari in ciascun file Alunni con debito in matematica: tutti gli esercizi (da svolgere in modo ordinato e preciso su un quaderno che dovrà essere consegnato il giorno dell orale)

4 Classe IIIC/G Prof. Nicoletta Lanzani Anno scolastico 2011/2012 Materia: Fisica Per tutti gli studenti Un po di ripasso Ripassa il programma svolto e rivedi i test a risposta multipla alla fine di ogni capitolo in programma. Un po di storia Leggi il libro M. Guillen Le 5 equazioni che hanno cambiato il mondo (lettura consigliata) Qualche esercizio in più Svolgi problemi di unità del cap. I principi della dinamica (dal n 53 al n 79 da pag. 244). Per gli studenti con debito in fisica Svolgere con ordine e precisione su un quaderno che dovrà essere presentato il giorno dell orale gli esercizi assegnati a tutti gli studenti unitamente ai seguenti esercizi : 1. In un luogo in cui la costante g vale (9,812 ± 0,003) N/kg è presente un corpo di massa (523,25 ± 0,05) g. Determina il peso P del corpo esprimendo l incertezza assoluta con il metodo della propagazione delle incertezze. [P = 5,134 ± 0,002) N 2. All istante t 1 = 50 s un corpo si trova a 20 m dall origine di una traiettoria rettilinea e possiede la velocità di 5,0 m/s. All istante t 2 = 80 s il corpo si trova a -30 m dall origine e la sua velocità vale - 10 m/s. Sulla base dei valori ora indicati precisa dove si trova il punto rispetto all origine della traiettoria (a destra? a sinistra?) nei due istanti considerati e qual è il verso del suo movimento nei due istanti. Calcola poi la velocità media v m e l accelerazione media a m del corpo nell intervallo definito dagli istanti t 1 e t 2. [v M = -1,7 m/s; a M = -0,50 m/s 2 ] 3. Nel grafico di figura è rappresentata la dipendenza velocità-tempo per un punto in movimento. Calcola le accelerazioni medie a 1, a 2, a 3 relativamente agli intervalli di tempo (0 s; 2,0 s), (2,0 s; 8,0 s), ( 5,0 s; 8,0 s). Ritieni che dopo 10 s il punto si trovi nuovamente al punto di partenza? [a 1 = 1,0 m/s 2 ; a 2 = 0; a 3 = - 0,33 m/s 2 ; NO]

5 4. Ad un certo istante, che si assume come istante zero, un bambino lascia cadere una pietra in un pozzo profondo nel quale l acqua si trova a 30,0 m dalla sua imboccatura. Calcola dopo quanto tempo t il bambino sente il tonfo della pietra nell acqua (assumi che il suono si propaghi con moto rettilineo uniforme alla velocità di 340 m/s). [t = 2,56 s] 5. Due automobili A e B iniziano una corsa sulla distanza di 16 km partendo all istante zero dallo stesso punto. L automobile A viaggia alla velocità di 40 m/s, l automobile B alla velocità di 20 m/s. Dopo 200 s l automobile A ha un guasto meccanico che la blocca per 500 s; riparato il guasto, l automobile riparte sempre con la velocità di 40 m/s. Rappresenta la dipendenza spazio-tempo per entrambe le automobili fino a quando entrambe hanno percorso il tratto di 16 km. Stabilisci inoltre quale delle due automobili arriva per prima al traguardo. Quando la prima automobile giunge al traguardo, dove si trova l altra? [vince la gara l auto B, che compie i 16 km in 800 s; quando B è al traguardo, l automobile A ha percorso solo 12 km] 6. Un corpo cade da un altezza di 12,0 m partendo da fermo. Calcola il tempo t di caduta e la velocità v di impatto con il suolo. Traccia inoltre i grafici velocità-tempo e spazio-tempo relativi al movimento. [t = 1,56 s; v =15,3 m/s] 7. All istante t = 0 un corpo A, inizialmente in quiete in un punto P, viene lasciato cadere, da un altezza di 20,0 m rispetto a un piano orizzontale, lungo la verticale passante per P. Nello stesso istante, dal punto Q, definito dalla intersezione della verticale passante per P con il piano orizzontale viene lanciato verso l alto un secondo corpo B, con velocità iniziale di 20,0 m/s. Determina a quale altezze h, valutata rispetto al punto Q, i due corpi si incontrano e in quale istante t avviene l incontro. [h = 15,1 m; t = 1,00 s] 8. Un automobile A sta viaggiando alla velocità di 10 m/s. Ad un certo istante, che assumeremo come istante zero, essa inizia a decelerare uniformemente e raggiunge lo stato di quiete in un tempo pari a 10 s. Sempre all istante zero, un automobile B inizia ad accelerare uniformemente con accelerazione a. in un tempo di 20 s, essa percorre lo stesso spazio percorso dall automobile A prima di fermarsi. Determina l accelerazione a dell automobile B (suggerimento: utilizza la rappresentazione grafica velocità-tempo). [a = 0,25 m/s 2 ] 9. Svolgi i seguenti problemi che trovi sul libro di testo (anche se sono già stati svolti): da pag. 314 n. 13, 14, 58, 90, 98

6 Classe IASA Prof. Nicoletta Lanzani Anno scolastico 2011/2012 Materia: Informatica Per gli studenti che alla fine dell anno non hanno raggiunto la sufficienza Svolgere le verifiche date durante l anno scolastico e che trovate qui sotto elencate. Verifica 1 1. Descrivi brevemente cos è un computer. 2. Cosa si intende per programma? 3. Rappresenta graficamente il modello a blocchi dell elaboratore 4. Spiega cos è la memoria centrale, specificando in quali memorie è suddivisa e definendo poi le specificità e le funzioni di ciascuna di esse. 5. Cos è il BIOS e in quale memoria è collocato? 6. Cos è la C.P.U. e quali sono le sue funzioni? 7. Spiega da quali blocchi è composta la C.P.U. e definisci i rispettivi compiti. 8. Cosa rappresenta 1 hertz e quale grandezza possiede questa unità di misura? 9. Scrivi l esatto valore numerico delle seguenti misure: 1 MHz = 2GHz = 10. Spiega cosa sono le periferiche di input e fornisci due esempi. 11. Spiega cosa sono le periferiche di output e fornisci due esempi. 12. Stabilisci se le seguenti affermazioni sono vere o false: a. L hard disk è una porzione di memoria centrale b. L hard disk è una memoria di massa c. Il microprocessore risiede nell hard disk d. La webcam è una unità di output e. Il gigahertz è l unità di misura della velocità f. La ROM è una memoria temporanea g. La C.P.U è una componente software h. La RAM è una componente hardware i. Il bit è l unità minima di memoria e corrisponde a 1 carattere j. 1 bit corrisponde a 8 byte 13. Spiega come è definita l unità minima di memoria di un pc e fornisci poi i suoi principali multipli 14. Spiega cos è il codice ASCII. 15. Trasforma i seguenti numeri dalla base 2 alla base 10: ( ) 2 = ( ) 2 = 16. Trasforma i seguenti numeri dalla base 10 alla base 2: 427 = 99 = Verifica 2 1. Quando si intende salvare un documento per la prima volta: a. È necessario seguire il percorso File, Salva con nome b. È indifferente usare il comando Salva o il comando Salva con nome c. È necessario seguire il percorso File, Salva con nome d. È necessario fare clic sul pulsante

7 2. La procedura File, Salva con nome a. Deve essere eseguita solo al primo salvataggio b. Deve essere eseguita ad ogni salvataggio c. Deve essere eseguita solo ai salvataggi successivi al primo d. Può essere eseguita anche ai salvataggi successivi al primo 3. La procedura File, Salva a. Equivale alla procedura File, Salva con nome b. Permette di salvare un documento già salvato con un nuovo nome c. Sostituisce il file precedentemente salvato con il nuovo file modificato d. Permette di salvare un documento già salvato in una nuova destinazione 4. Per salvare con un altro nome un documento già aperto bisogna a. Fare clic su in qualsiasi momento b. Fare clic su dopo che il documento è stato salvato una prima volta c. Fare clic su e poi scegliere salva con nome d. Scegliere necessariamente Salva con nome dal menù File 5. Quale tra queste è la sequenza corretta per inserire nella finestra la Barra degli strumenti Disegno? a. File, Barre degli strumenti, Disegno b. Inserisci, Barre degli strumenti, Disegno c. Visualizza, Barre degli strumenti, Disegno d. Modifica, Barre degli strumenti, Disegno 6. Ordina i seguenti comandi in modo da ottenere la corretta procedura per inserire il pulsante apice nella barra degli strumenti Comandi Barre degli strumenti Formato Trascino sulla barra Apice Visualizza Personalizza 7. La tabella della domanda precedente è stata inserita seguendo la procedura a. Inserisci, Tabella, n colonne 2, n righe 7, OK b. Tabella, Inserisci tabella, n colonne 2, n righe 7, OK c. Inserisci, Tabella, n righe 2, n colonne 7, OK d. Tabella, Inserisci tabella, n righe 2, n colonne 7, OK 8. Il tasto Print sulla tastiera a. Incolla l immagine del desktop in un documento di word b. Incolla l immagine di una finestra aperta sul desktop in un documento di word c. Stampa l immagine del desktop d. Copia negli appunti l immagine del desktop 9. Per incollare l immagine copiata in un documento di word la procedura è: a. Inserisci, Immagine, Ok b. Modifica, incolla c. Modifica, copia, incolla d. Clic destro, incolla, Ok 10. I callout si trovano

8 a. Nel menù Forme della barra degli strumenti Disegno b. Nel menù Disegno della barra degli strumenti Disegno c. Nel menù Inserisci Callout della barra degli strumenti Disegno d. Nel menù Callout della barra degli strumenti Disegno 11. Scrivi nelle caselle i nomi delle parti della finestra: 12. Scrivi la procedura necessaria per visualizzare una presentazione nella forma in cui la si proietta utilizzando la barra dei menù:. 13. Ordina i seguenti comandi in modo da ottenere la corretta procedura per applicare un animazione personalizzata ad un immagine: Animazione personalizzata Entrata Seleziono l immagine Clic sull effetto Aggiungi effetto Presentazione 14. La procedura corretta per applicare alla diapositiva corrente uno sfondo a due colori è: a. Inserisci, sfondo, effetti di riempimento, due colori, ok, applica b. Formato, sfondo, effetti di riempimento, due colori, ok, applica c. Formato, layout, sfondo, effetti di riempimento, due colori, ok, applica d. Inserisci, layout, sfondo, effetti di riempimento, due colori, ok, applica 15. Quale voce della barra dei menù devi aprire per modificare il layout di una diapositiva? Scrivi la formula che devi inserire in nella cella B7 per ottenere come risultato il rapporto tra i valori inseriti nelle due celle immediatamente a sinistra della cella in cui stai scrivendo:

9 Verifica 3 In laboratorio di fisica hai svolto l esperienza della caduta dei gravi ed hai ottenuto le seguenti misure (sensibilità del metro = 1 cm, sensibilità del cronometro = 1 ms) h (cm) t (sec) 20 0, , , , , , , , , Crea un foglio elettronico excel che chiamerai verifica_cognome salvandolo nella cartella Verifiche Lanzani 2. usando le misure a fianco riportate, costruisci una tabella con le seguenti colonne h (m) h (m) t (s) t (s) h/t t^2 k=h/t^2 k 3. inserisci nelle prime 4 colonne le misure, facendo attenzione all unità di misura richiesta, e nelle ultime 4 colonne le opportune formule, facendo attenzione alle cifre significative 4. costruisci i grafici h-t e h-t 2, inserendo un opportuno titolo e i nomi degli assi. Inserisci entrambi i grafici in un nuovo foglio di lavoro 5. sotto alla colonna k inserisci il valore medio di k con una opportuna formula, e nella cella accanto al valore medio di k calcola il valore sperimentale di g, tenendo conto della relazione 1 h = gt dopo aver predisposto un opportuna tabella di valori, costruisci un nuovo grafico h-t 2 che riporti, oltre alle misure, la retta ottenuta con k medio e quella ottenuta con k teorico. Verifica 4 Nota: le domande in grassetto e sottolineate hanno più di una risposta esatta. 1. Quale delle seguenti affermazioni sul software è corretta? a. È costituito soltanto da programmi b. Comprende sia i programmi sia i sistemi operativi c. È la parte materiale del computer d. È la parte dell hard disk in cui vengono memorizzati i dati 2. Quale tra i seguenti software non è un sistema operativo? a. DOS b. Windows c. Internet d. Linux 3. Il sistema operativo a. È l insieme dei programmi che permettono di realizzare vari tipi di documenti b. Ha il compito di eseguire le operazioni aritmetiche e logiche del computer c. È un software che può essere eliminato se occupa troppo spazio e si ha necessità di installare nuovi programmi sul pc d. Permette l interazione dell utente col computer 4. Perché è utile ricorrere a supporti removibili quando si effettua il backup dei dati? a. Per velocizzare le operazioni di salvataggio b. Perché sono più economici c. Per poter conservare i dati in ambienti diversi da quelli in cui si trova il computer d. Perché i computer effettuano i backup solo su supporti removibili 5. La formattazione dell hard disk:

10 a. è buona norma eseguirla ogni volta che si installa un nuovo programma b. è l operazione con cui si prepara per l uso il disco fisso c. comporta la cancellazione di tutti i dati precedentemente salvati d. è la suddivisione dell hard disk in parti che si comportano come se fossero diverse unità di memoria 6. La partizione dell hard disk: a. è la suddivisione dell hard disk in parti che si comportano come se fossero diverse unità di memoria b. consiste nella suddivisione in blocchi della superficie del disco c. può essere utile quando si vogliono installare più sistemi operativi d. è la suddivisione dell hard disk in cartelle 7. Le proprietà di un file o di una cartella possono essere visualizzate: a. Utilizzando il tasto destro del mouse b. Dal menù File c. Posizionando il mouse sull icona del file e attendendo per qualche secondo d. Soltanto se ci si trova nella finestra di Risorse del computer 8. Quale tra i seguenti pathname è quello che identifica la sottocartella Mare della cartella Fotografie presente nell hard disk? a. C:\Mare\Fotografie b. C:/Mare/Fotografie c. A:\Fotografie\Mare d. C:\Fotografie\Mare 9. Una nuova cartella può essere creata: a. Con un doppio clic nella finestra di Risorse del Computer b. Dal menù File di Risorse del computer c. Con il tasto destro del mouse nella finestra Risorse del computer d. Soltanto all interno della cartella Documenti 10. Collega ogni tipo di file con l estensione corrispondente: a. Documento di Word 1.ppt b. Foglio elettronico Excel 2.avi c. Database Access 3.doc d. Presentazione Powerpoint 4.xls e. File immagine 5.mdb f. File video 6.jpg g. File audio 7.zip h. File compresso 8.htm i. File eseguibile 9.mp3 j. File html 10.exe 11. lo stato del file sola lettura: a. può essere applicato dalla finestra Proprietà b. può essere applicato dal menù Modifica c. dopo essere applicato non può essere tolto d. consente di vedere il file ma non di modificarlo 12. numera in ordine crescente i seguenti passaggi necessari per spostare un file dalla cartella Scuola alla cartella Musica a. Modifica b. Clic sul file c. Incolla d. Taglia e. Apro la cartella Musica

11 f. Apro la cartella Scuola g. Modifica 13. spiega cos è la deframmentazione e a cosa serve: quali sono le tre azioni che può compiere un programma antivirus quando scopre la presenza di un file infetto? 15. Spiega in cosa consiste l utilità di recupero dei file cancellati, specificando il suo nome ed indicando la procedura da seguire per recuperare un file erroneamente cancellato dall hard disk. Verifica 5 1. Nelle regole di estetica dattilografica i segni di interpunzione (punti, virgole, due punti, ecc.) devono essere scritti: a. Accanto al carattere che li precede e seguiti da uno spazio b. Accanto al carattere che li precede e accanto al carattere successivo senza uno spazio c. Preceduti da uno spazio e accanto al carattere successivo senza spazio d. Preceduti e seguiti da uno spazio 2. c è un solo segno che non segue una regola diversa da quella dei segni di interpunzione. Qual è il segno e quale la regola seguita? 3. Scrivi cosa indicano i seguenti simboli: e... f. g Osserva il seguente simbolo e scrivi: h. Dove si trova

12 i. Per quale tipo di operazione viene attivato j. Scrivi quale tipo di risultato ottieni agendo su ciascuno dei suoi elementi indicati dalle frecce: 5. Per modificare il formato numerico di una zona di celle devi: k. Attivare il menù Formato/Celle e all interno del menù scegliere la zona di celle l. Selezionare la zona di celle, attivare Formato/Celle/Numero e poi scegliere il formato voluto m. Attivare il menù Formato/Celle/Numero e poi selezionare la zona di celle n. Doppio clic sulla zona di celle 6. a cosa serve un riferimento assoluto? o. A fissare la riga o la colonna in una formula p. A fissare una costante in una formula q. A fissare la riga o la colonna durante la copia di una formula r. A fissare una costante durante la copia di una formula 7. Scrivi come appare la formula scritta nella cella C1 se la si copia in tutte le altre celle della tabella: A B C 1 =D1-B$3/$A nella cella A7 scrivi la formula che calcoli quanti valori nella zona A1:A6 sono minori o uguali a 100: A La cella B1 contiene la seguente formula: =SE(A1<0; gulp ;SE(A1>1; ciao ; miao )) Cosa appare in B1 quando si inserisce il valore 0 nella cella A1? s. Miao t. Ciao u. Gulp v Completa la seguente tabella inserendo opportune formule in modo che: w. Nelle celle D1, D2, D3 compaia la somma dei valori contenuti rispettivamente nella riga 1, nella riga 2, nella riga 3 x. Nelle celle E1, E2, E3 compaia la media dei valori contenuti rispettivamente nella riga 1, nella riga 2, nella riga 3

13 y. Nelle celle F1, F2, F3 compaia la scritta bene! se la somma è maggiore di 20, la scritta aiuto! se la somma è minore di 10, la scritta boh nei restanti casi z. Dove comparirà la scritta boh? A B C D E F Nella cella A2 è indicato un numero. Quale formula, inserita nella cella A3, ci dice se tale numero è negativo? aa. =SE(A2<0; negativo ; non negativo ) bb. =SE(A2<=0; negativo ; non negativo ) cc. =SE(A2<=0; non negativo ; negativo ) dd. =SE(A2<=0; negativo ; non negativo ) 12. Scrivi accanto ad ogni operazione un numero da 1 a 6 in modo da ordinare i procedimenti necessari per costruire un grafico (senza aver selezionato prima l area che contiene i dati da rappresentare: ee. Si indica dove va inserito il grafico ff. Si sceglie l tipo di grafico gg. Si attiva il menù Inserisci/Grafico hh. Si seleziona l area che contiene i dati ii. Si inserisce il titolo del grafico e degli assi Si indica se le serie vanno messe in righe o in colonne

Excel 2010 Base I edizione

Excel 2010 Base I edizione Excel 2010 Base I edizione Fondazione IRCCS - Policlinico San Matteo - Pavia Anno formativo 2015 Luigi Santangelo luigi.santangelo@gmail.com Concetti di base Hardware: componenti tangibili Unità centrale

Dettagli

Foglio elettronico (StarOffice)

Foglio elettronico (StarOffice) Modulo Foglio elettronico (StarOffice) Modulo - Foglio elettronico, richiede che il candidato comprenda il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma corrispondente. Deve comprendere

Dettagli

Modulo 2 - ECDL. Uso del computer e gestione dei file. Fortino Luigi

Modulo 2 - ECDL. Uso del computer e gestione dei file. Fortino Luigi 1 Modulo 2 - ECDL Uso del computer e gestione dei file 2 Chiudere la sessione di lavoro 1.Fare Clic sul pulsante START 2.Cliccare sul comando SPEGNI COMPUTER 3.Selezionare una delle opzioni STANDBY: Serve

Dettagli

MICROSOFT WORD INTRODUZIONE

MICROSOFT WORD INTRODUZIONE 1 MICROSOFT WORD INTRODUZIONE Word è il programma più diffuso per elaborazione di testi, il cui scopo fondamentale è assistere l utente nelle operazioni di digitazione, revisione e formattazione di testi.

Dettagli

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php MODULO 3 Microsoft Excel TEST ED ESERCIZI SU: http:///ecdl/excel/index.php Foglio Elettronico - SpreadSheet Un foglio elettronico (in inglese spreadsheet) è un programma applicativo usato per memorizzare

Dettagli

TEST: Word & Excel. 2014 Tutti i diritti riservati. Computer Facile - www.computerfacile.webnode.it

TEST: Word & Excel. 2014 Tutti i diritti riservati. Computer Facile - www.computerfacile.webnode.it TEST: Word & Excel 1. Come viene detta la barra contenente il nome del documento? A. barra del titolo B. barra di stato C. barra del nome D. barra dei menu 2. A cosa serve la barra degli strumenti? A.

Dettagli

INTRODUZIONE A WINDOWS

INTRODUZIONE A WINDOWS INTRODUZIONE A WINDOWS Introduzione a Windows Il Desktop Desktop, icone e finestre Il desktop è una scrivania virtuale in cui si trovano: Icone: piccole immagini su cui cliccare per eseguire comandi o

Dettagli

il foglio elettronico

il foglio elettronico 1 il foglio elettronico ecdl - modulo 4 toniorollo 2013 il modulo richiede 1/2 comprendere il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma di foglio elettronico per produrre dei

Dettagli

Il mago delle presentazioni: PowerPoint

Il mago delle presentazioni: PowerPoint Informatica 2 livello/2ªb 21-02-2006 10:46 Pagina 48 Il mago delle presentazioni: è un programma di Microsoft che ti permette di creare presentazioni multimediali per mostrare, a chi vuoi, un tuo lavoro,

Dettagli

Appunti Modulo 2 - Microsoft Windows

Appunti Modulo 2 - Microsoft Windows www.informarsi.net Appunti Modulo 2 - Microsoft Windows Sistema operativo Il sistema operativo, abbreviato in SO (in inglese OS, "operating system") è un particolare software, installato su un sistema

Dettagli

Esame di Informatica CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO. Facoltà di Scienze Motorie

Esame di Informatica CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO. Facoltà di Scienze Motorie Facoltà di Scienze Motorie CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO Una tabella che contiene parole e numeri che possono essere elaborati applicando formule matematiche e funzioni statistiche. Esame di Informatica

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER

PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER Architettura dei calcolatori (hardware e software base )

Dettagli

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE 4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE Il foglio elettronico (definito anche spreadsheet) è uno strumento formidabile. Possiamo considerarlo come una specie di enorme tabellone a griglia il cui utilizzo si estende

Dettagli

STRUMENTI DI PRESENTAZIONE POWERPOINT 2003

STRUMENTI DI PRESENTAZIONE POWERPOINT 2003 STRUMENTI DI PRESENTAZIONE POWERPOINT 2003 INDICE 1 Strumenti di Presentazione... 4 2 Concetti generali di PowerPoint... 5 2.1 APRIRE POWERPOINT... 5 2.2 SELEZIONE DEL LAYOUT... 6 2.3 SALVARE LA PRESENTAZIONE...

Dettagli

Foglio Elettronico. Creare un nuovo foglio elettronico Menu File Nuovo 1 clic su Cartella di lavoro vuota nel riquadro attività

Foglio Elettronico. Creare un nuovo foglio elettronico Menu File Nuovo 1 clic su Cartella di lavoro vuota nel riquadro attività Foglio Elettronico Avviare il Programma Menu Start Tutti i programmi Microsoft Excel Pulsanti 2 clic sull icona presente sul Desktop Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti Tasto dx 1 clic sul pulsante

Dettagli

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR UTILIZZO DI WORD PROCESSOR (ELABORAZIONE TESTI) Laboratorio Informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it)

Dettagli

Laboratorio informatico di base

Laboratorio informatico di base Laboratorio informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche (DISCAG) Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it) Sito Web del corso: www.griadlearn.unical.it/labinf

Dettagli

Foglio elettronico. OpenOffice.org Calc 1.1.3

Foglio elettronico. OpenOffice.org Calc 1.1.3 Foglio elettronico OpenOffice.org Calc 1.1.3 PRIMI PASSI CON IL FOGLIO ELETTRONICO Aprire il programma Menu Avvio applicazioni Office OpenOffice.org Calc. Chiudere il programma Menu File Esci. Pulsanti

Dettagli

2.1.3 Uso di un editor di testi

2.1.3 Uso di un editor di testi MODULO 2 Il Sistema Operativo è l insieme dei programmi che eseguono le funzioni di base per la gestione di un computer. Windows è il sistema operativo più diffuso per la gestione dei personal computer

Dettagli

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico 1 Finestra principale di Excel 2 Finestra principale di Excel Questi pulsanti servono per ridurre ad icona, ripristinare e chiudere la finestra dell applicazione.

Dettagli

Note operative per Windows XP

Note operative per Windows XP Note operative per Windows XP AVVIO E ARRESTO DEL SISTEMA All avvio del computer, quando l utente preme l interruttore di accensione, vengono attivati i processi di inizializzazione con i quali si effettua

Dettagli

MODULO 3 Foglio elettronico

MODULO 3 Foglio elettronico MODULO 3 Foglio elettronico I contenuti del modulo: Questo modulo verifica la comprensione da parte del corsista dei concetti fondamentali del foglio elettronico e la sua capacità di applicare praticamente

Dettagli

Fogli Elettronici: MS Excel. Foglio Elettronico

Fogli Elettronici: MS Excel. Foglio Elettronico Parte 6 Fogli Elettronici: MS Excel Elementi di Informatica - AA. 2008/2009 - MS Excel 0 di 54 Foglio Elettronico Un foglio elettronico (o spreadsheet) è un software applicativo nato dall esigenza di:

Dettagli

2.2 Gestione dei file

2.2 Gestione dei file 2.2 Gestione dei file Concetti fondamentali Il file system Figura 2.2.1: Rappresentazione del file system L organizzazione fisica e logica dei documenti e dei programmi nelle memorie del computer, detta

Dettagli

1) Come si crea una cartella? Menù File/Nuovo/Cartella Menù File/ Nuova cartella Menù Visualizza/Cartella

1) Come si crea una cartella? Menù File/Nuovo/Cartella Menù File/ Nuova cartella Menù Visualizza/Cartella Esercizi Domande Riassuntive Prima degli esercizi veri e propri, sono proposte una serie di domande riassuntive. Alla fine delle domande ci sono le soluzioni. 1) Come si crea una cartella? Menù File/Nuovo/Cartella

Dettagli

Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti 1 clic sul pulsante Tasto dx 1 clic sulla barra del titolo Chiudi Tastiera Alt+F4

Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti 1 clic sul pulsante Tasto dx 1 clic sulla barra del titolo Chiudi Tastiera Alt+F4 Foglio Elettronico PRIMI PASSI CON IL FOGLIO ELETTRONICO Avviare il Programma Menu Start Tutti i programmi Microsoft Excel Pulsanti 2 clic sull icona presente sul Desktop Chiudere il Programma Menu File

Dettagli

Programma Didattico Completo

Programma Didattico Completo Programma Didattico Completo Modulo 1: CONCETTI DI BASE DELL' INFORMATION TECHNOLOGY Il personal computer e i suoi componenti Unità di informazione e misura: bit byte L'architettura di un elaboratore L'unità

Dettagli

Classe prima sezione e-f Indirizzo Turismo

Classe prima sezione e-f Indirizzo Turismo PROGRAMMA DI INFORMATICA Classe prima sezione e-f Indirizzo Turismo Anno Scolastico 2014-2015 Testo: Flavia Lughezzani-Daniela Princivalle CLIPPY START 1 Corso di informatica per il biennio Edizione HOEPLY

Dettagli

Esercitazione. Fig. B.1 L ambiente di lavoro Exel

Esercitazione. Fig. B.1 L ambiente di lavoro Exel Esercitazione Exel: il foglio di lavoro B.1 Introduzione Exel è un applicazione che serve per la gestione dei fogli di calcolo. Questo programma fa parte del pacchetto OFFICE. Le applicazioni di Office

Dettagli

CORSO DI INFORMATICA. Docente. Stefania Melillo

CORSO DI INFORMATICA. Docente. Stefania Melillo CORSO DI INFORMATICA Docente Stefania Melillo Cosa significa informatica? Il termine nasce dalla fusione di due parole, INFORMazione e automatica le informazioni vengono immesse, in un calcolatore capace

Dettagli

Il Personal Computer. Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2

Il Personal Computer. Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2 Il Personal Computer Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2 1 accendere il Computer Per accendere il Computer effettuare le seguenti operazioni: accertarsi che le prese di corrente siano tutte

Dettagli

Esercizi mirati Esercizio 1. Utilizzare una maschera per scrivere una lettera, una domanda, un curriculum,

Esercizi mirati Esercizio 1. Utilizzare una maschera per scrivere una lettera, una domanda, un curriculum, Esercizi mirati Esercizio 1. Utilizzare una maschera per scrivere una lettera, una domanda, un curriculum, Scegliere una maschera adatta ad una specifica applicazione.: scrivere un fax Lavorare con una

Dettagli

Corso di Introduzione all Informatica (corso A) MS-WINDOWS. Esercitatore: Francesco Folino

Corso di Introduzione all Informatica (corso A) MS-WINDOWS. Esercitatore: Francesco Folino Corso di Introduzione all Informatica (corso A) MS-WINDOWS Esercitatore: Francesco Folino IL SISTEMA OPERATIVO Il Sistema Operativo è il software che permette l interazione tra uomo e macchina (hardware).

Dettagli

Guida all uso del foglio elettronico Excel Lezioni ed esercizi

Guida all uso del foglio elettronico Excel Lezioni ed esercizi Lezioni di EXCEL Guida all uso del foglio elettronico Excel Lezioni ed esercizi 1 Il foglio elettronico Excel Excel è un foglio elettronico che consente di effettuare svariate operazioni nel campo matematico,

Dettagli

3.3 Formattazione. Formattare un testo. Copyright 2008 Apogeo. Formattazione del carattere

3.3 Formattazione. Formattare un testo. Copyright 2008 Apogeo. Formattazione del carattere 3.3 Formattazione Formattare un testo Modificare la formattazione del carattere Cambiare il font di un testo selezionato Modificare la dimensione e il tipo di carattere Formattazione del carattere In Word,

Dettagli

Gestione File e Cartelle

Gestione File e Cartelle Gestione File e Cartelle Gestione File e Cartelle 1 Formattare il floppy disk Attualmente, tutti i floppy in commercio sono già formattati, ma può capitare di dover eseguire questa operazione sia su un

Dettagli

Word Elaborazione testi

Word Elaborazione testi I seguenti appunti sono tratti da : Consiglio Nazionale delle ricerche ECDL Test Center modulo 3 Syllabus 5.0 Roberto Albiero Dispense di MS Word 2003 a cura di Paolo PAVAN - pavan@netlink.it Word Elaborazione

Dettagli

L interfaccia. La barra delle applicazioni. MS Windows Barra delle Applicazioni

L interfaccia. La barra delle applicazioni. MS Windows Barra delle Applicazioni Windows XP In questa sezione, si desidero evidenziare le caratteristiche principali di Windows cercando possibilmente di suggerire, per quanto possibile, le strategie migliori per lavorare velocemente

Dettagli

Note operative per Windows 7

Note operative per Windows 7 Note operative per Windows 7 AVVIO E ARRESTO DEL SISTEMA All avvio del computer, quando l utente preme l interruttore di accensione, vengono attivati i processi di inizializzazione con i quali si effettua

Dettagli

1. Individuare il tipo di microprocessore del tuo computer, la memoria RAM installata e il sistema operativo utilizzato

1. Individuare il tipo di microprocessore del tuo computer, la memoria RAM installata e il sistema operativo utilizzato SIMULAZIONE ESAME E.C.D.L. - MODULO 2 (Parte 1) 1. Individuare il tipo di microprocessore del tuo computer, la memoria RAM installata e il sistema operativo utilizzato 2. Modificare lo sfondo del desktop

Dettagli

Introduzione a PowerPoint

Introduzione a PowerPoint Office automation - Dispensa su PowerPoint Pagina 1 di 11 Introduzione a PowerPoint Premessa Uno strumento di presentazione abbastanza noto è la lavagna luminosa. Questo strumento, piuttosto semplice,

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Cigna Baruffi Garelli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Cigna Baruffi Garelli Attività svolta 1. UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1: CONCETTI DI BASE DELLA TECNOLOGIA INFORMATICA 1.1. Concetti elementari di informatica Algoritmo, Dato, Informazione Campi di applicazione e classificazione

Dettagli

Patente Europea del Computer ECDL. Modulo 2 Gestione dei file. Prof. Alfredo Pulvirenti apulvirenti@dmi.unict.it

Patente Europea del Computer ECDL. Modulo 2 Gestione dei file. Prof. Alfredo Pulvirenti apulvirenti@dmi.unict.it Patente Europea del Computer ECDL Modulo 2 Gestione dei file Prof. Alfredo Pulvirenti apulvirenti@dmi.unict.it Unità didattiche Prime conoscenze ed impostazioni Icone, finestre e strutture dati Operare

Dettagli

PROGRAMMA FINALE SVOLTO CLASSE 1 BT A.S. 2014/15

PROGRAMMA FINALE SVOLTO CLASSE 1 BT A.S. 2014/15 Istituto di Istruzione Superiore V. Bachelet Istituto Tecnico Commerciale - Liceo Linguistico Liceo Scientifico Liceo Scienze Umane Via Stignani, 63/65 20081 Abbiategrasso Mi PROGRAMMA FINALE SVOLTO CLASSE

Dettagli

Programma Corso Office ECDL

Programma Corso Office ECDL Programma Corso Office ECDL FASE DI AULA PRIMA LEZIONE MICROSOFT WORD Concetti generali: Primi passi Aprire (e chiudere) Microsoft Word. Aprire uno o più documenti. Creare un nuovo documento (predefinito

Dettagli

Operazioni fondamentali

Operazioni fondamentali Elaborazione testi Le seguenti indicazioni valgono per Word 2007, ma le procedure per Word 2010 sono molto simile. In alcuni casi (per esempio, Pulsante Office /File) ci sono indicazioni entrambe le versioni.

Dettagli

g. Ferrari m. cerini d. giallongo Piattaforma matematica Informatica Aritmetica 1 trevisini EDITORE

g. Ferrari m. cerini d. giallongo Piattaforma matematica Informatica Aritmetica 1 trevisini EDITORE g. Ferrari m. cerini d. giallongo Piattaforma matematica Aritmetica 1 trevisini EDITORE 2 Excel: la matematica con i fogli di calcolo Excel è il programma di fogli di calcolo, o fogli elettronici, più

Dettagli

Foglio elettronico. Foglio elettronico EXCEL. Utilizzo. Contenuto della cella. Vantaggi EXCEL. Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.

Foglio elettronico. Foglio elettronico EXCEL. Utilizzo. Contenuto della cella. Vantaggi EXCEL. Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio. Foglio elettronico Foglio elettronico EXCEL Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.it Il foglio elettronico è un programma interattivo, che mette a disposizione dell utente una matrice di righe

Dettagli

Modulo 4 Elaborazione dati con il foglio elettronico Microsoft Excel. Modulo 5 La presentazione di un elaborato con Microsoft PowerPoint

Modulo 4 Elaborazione dati con il foglio elettronico Microsoft Excel. Modulo 5 La presentazione di un elaborato con Microsoft PowerPoint Programma del corso di: Laboratorio di Informatica Docente: Dott. Paolo Porto N CFU: 3 Anno Accademico: 2009-2010 Propedeuticità: nessuna Frequenza: consigliata Modalità di svolgimento dell esame: orale

Dettagli

Corsi di Informatica per Anziane e Anziani. Excel V1.0, 09/11/2012. Bruno Boni Castagnetti, Nicoletta Giorda, Franco Marra

Corsi di Informatica per Anziane e Anziani. Excel V1.0, 09/11/2012. Bruno Boni Castagnetti, Nicoletta Giorda, Franco Marra Sindacato Pensionati Corsi di Informatica per Anziane e Anziani Excel V1.0, 09/11/2012 Bruno Boni Castagnetti, Nicoletta Giorda, Franco Marra EXCEL Premessa Due parole su EXCEL Applicazioni di EXCEL Imparare

Dettagli

[Tutoriale] Realizzare un cruciverba con Excel

[Tutoriale] Realizzare un cruciverba con Excel [Tutoriale] Realizzare un cruciverba con Excel Aperta in Excel una nuova cartella (un nuovo file), salviamo con nome in una precisa nostra cartella. Cominciamo con la Formattazione del foglio di lavoro.

Dettagli

INFORMATICA CORSI DELL'INDIRIZZO TECNICO CLASSI PRIME AMMINISTRAZIONE - FINANZA E MARKETING

INFORMATICA CORSI DELL'INDIRIZZO TECNICO CLASSI PRIME AMMINISTRAZIONE - FINANZA E MARKETING INFORMATICA CORSI DELL'INDIRIZZO TECNICO CLASSI PRIME AMMINISTRAZIONE - FINANZA E MARKETING Modulo propedeutico Le lezioni teoriche sono sviluppate sui seguenti argomenti: Struttura dell elaboratore: CPU,

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Infermieristica

Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Infermieristica Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Infermieristica Corso di Sistemi di Elaborazione delle Informazioni A.A. 2011/2012 Prof. Ing. Ivan Giammona

Dettagli

Operazioni di base per l inserimento del testo

Operazioni di base per l inserimento del testo Office automation dispensa n.2 su Word Pagina 1 di 13 Operazioni di base per l inserimento del testo Usando un elaboratore di testi è consigliabile seguire alcune regole di scrittura che permettono di

Dettagli

Tabelle 3.4. Unità didattica. Copyright 2009 Apogeo. Obiettivi. Prerequisiti

Tabelle 3.4. Unità didattica. Copyright 2009 Apogeo. Obiettivi. Prerequisiti Unità didattica 3.4 In questa unità realizzerai un annuncio da appendere in una bacheca per la vendita del tuo lettore MP3. Il tuo annuncio deve essere gradevole e armonioso in modo che, tra tanti altri

Dettagli

Corso di Informatica di Base

Corso di Informatica di Base Corso di Informatica di Base LEZIONE N 5 Cortina d Ampezzo, 8 gennaio 2009 FOGLIO ELETTRONICO Il foglio elettronico può essere considerato come una specie di enorme tabellone a griglia il cui utilizzo

Dettagli

Lezione 4 Introduzione a Microsoft Excel Parte Prima

Lezione 4 Introduzione a Microsoft Excel Parte Prima Lezione 4 Introduzione a Microsoft Excel Parte Prima Cenni preliminari... 1 Elementi sullo schermo... 2 Creazione di una cartella di lavoro... 3 Utilizzo di celle e intervalli... 3 Gestione della cartella

Dettagli

Disciplina informatica Uso di Excel

Disciplina informatica Uso di Excel Disciplina informatica Uso di Excel Mario Gentili Definizione Il foglio elettronico, conosciuto anche come foglio di calcolo, è una griglia di caselle all interno delle quali possono essere inseriti non

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL USO DI EXCEL

GUIDA RAPIDA ALL USO DI EXCEL GUIDA RAPIDA ALL USO DI EXCEL I fogli elettronici vengono utilizzati in moltissimi settori, per applicazioni di tipo economico, finanziario, scientifico, ingegneristico e sono chiamati in vari modi : fogli

Dettagli

APPUNTI WORD PER WINDOWS

APPUNTI WORD PER WINDOWS COBASLID Accedemia Ligustica di Belle Arti Laboratorio d informatica a.a 2005/06 prof Spaccini Gianfranco APPUNTI WORD PER WINDOWS 1. COSA È 2. NOZIONI DI BASE 2.1 COME AVVIARE WORD 2.2 LA FINESTRA DI

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO A.S. 2013/2014 CLASSE 1^ A AFM DISCIPLINA INFORMATICA. DOCENTE PATANÈ RITA S. N. 65 ore svolte sul totale delle ore previste 66

PROGRAMMA SVOLTO A.S. 2013/2014 CLASSE 1^ A AFM DISCIPLINA INFORMATICA. DOCENTE PATANÈ RITA S. N. 65 ore svolte sul totale delle ore previste 66 PROGRAMMA SVOLTO A.S. 2013/2014 CLASSE 1^ A AFM DISCIPLINA INFORMATICA DOCENTE PATANÈ RITA S. N. 65 ore svolte sul totale delle ore previste 66 MODULO E/O UNITA DIDATTICA CONTENUTI OBIETTIVI TIPOLOGIE

Dettagli

I simboli Nel menu sono proposti i simboli più comuni. Se il simbolo che vuoi inserire non è visualizzato nell'elenco, fai clic su Altri simboli.

I simboli Nel menu sono proposti i simboli più comuni. Se il simbolo che vuoi inserire non è visualizzato nell'elenco, fai clic su Altri simboli. G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 21 I simboli Nel menu sono proposti i simboli più comuni. Se il simbolo che vuoi inserire non è visualizzato nell'elenco, fai clic su Altri simboli. Altri simboli In questa

Dettagli

PROGRAMMA DI INFORMATICA CLASSE: 1 C Indirizzo: AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING Anno Scolastico 2014-2015

PROGRAMMA DI INFORMATICA CLASSE: 1 C Indirizzo: AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING Anno Scolastico 2014-2015 CLASSE: 1 C Indirizzo: AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING MODULO HARDWARE 1. Che cos è il PC - Gli elementi del computer- Unità centrale:uc-alu- RAM - La memorizzazione delle informazioni:bit-byte. Sistemi

Dettagli

11.2 Uso di strumenti informatici nella didattica di tecnologia e informatica

11.2 Uso di strumenti informatici nella didattica di tecnologia e informatica 11.2 Uso di strumenti informatici nella didattica di tecnologia e informatica a cura di Gian Piero Benente Le competenze necessarie al docente di tecnologia e informatica della scuola elementare e della

Dettagli

Creare e formattare i documenti

Creare e formattare i documenti Università di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Esame di INFORMATICA Elaborazione di testi Creare e formattare i documenti 1 IL WORD PROCESSOR I programmi per l elaborazione di testi ( detti anche di videoscrittura

Dettagli

ISTITUTO d IstruzIone Superiore A. righi

ISTITUTO d IstruzIone Superiore A. righi I.T.S. A. Righi M. I. U. R. Unione Europea ISTITUTO d IstruzIone Superiore A. righi Istituto Tecnico Statale Attività Sociali M.Guerrisi PROGRAMMA SVOLTO TECNOLOGIE INFORMATICHE CLASSI: PRIMA SEZ: B PROF:

Dettagli

MODULO 5 Basi di dati (database)

MODULO 5 Basi di dati (database) MODULO 5 Basi di dati (database) I contenuti del modulo: questo modulo riguarda la conoscenza da parte del candidato dei concetti fondamentali sulle basi di dati e la sua capacità di utilizzarli. Il modulo

Dettagli

Word per iniziare: aprire il programma

Word per iniziare: aprire il programma Word Lezione 1 Word per iniziare: aprire il programma Per creare un nuovo documento oppure per lavorare su uno già esistente occorre avviare il programma di gestione testi. In ambiente Windows, esistono

Dettagli

SOMMARIO IL SISTEMA OPERATIVO WINDOWS... 1 LE FINESTRE... 3

SOMMARIO IL SISTEMA OPERATIVO WINDOWS... 1 LE FINESTRE... 3 Corso per iill conseguiimento delllla ECDL ((Paatteenttee Eurropeeaa dii Guiidaa deell Computteerr)) Modullo 2 Geessttiionee ffiillee ee ccaarrtteellllee Diisspenssa diidattttiica A curra dell ssiig..

Dettagli

Corso di Introduzione all Informatica MS-WINDOWS. Esercitatore: Fabio Palopoli

Corso di Introduzione all Informatica MS-WINDOWS. Esercitatore: Fabio Palopoli Corso di Introduzione all Informatica MS-WINDOWS Esercitatore: Fabio Palopoli IL SISTEMA OPERATIVO Il Sistema Operativo è il software che permette l interazione tra uomo e macchina (hardware). Il S.O.

Dettagli

Avviare il computer e collegarsi in modo sicuro utilizzando un nome utente e una password.

Avviare il computer e collegarsi in modo sicuro utilizzando un nome utente e una password. Uso del computer e gestione dei file Primi passi col computer Avviare il computer e collegarsi in modo sicuro utilizzando un nome utente e una password. Spegnere il computer impiegando la procedura corretta.

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

Cos è ACCESS? E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un ambiente user frendly da usare (ambiente grafico)

Cos è ACCESS? E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un ambiente user frendly da usare (ambiente grafico) Cos è ACCESS? E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un ambiente user frendly da usare (ambiente grafico) 1 Aprire Access Appare una finestra di dialogo Microsoft Access 2 Aprire un

Dettagli

TEST: Hardware e Software

TEST: Hardware e Software TEST: Hardware e Software 1. Che tipo di computer è il notebook? A. da tavolo B. generico C. non è un computer D. Portatile 2. Come è composto il computer? A. Software e Freeware B. Freeware e Antivirus

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO A.S. 2013/2014 CLASSI 1^ D 1^E AFM DISCIPLINA INFORMATICA

PROGRAMMA SVOLTO A.S. 2013/2014 CLASSI 1^ D 1^E AFM DISCIPLINA INFORMATICA PROGRAMMA SVOLTO A.S. 2013/2014 CLASSI 1^ D 1^E AFM DISCIPLINA INFORMATICA DOCENTE Massaro Alfonsina N. 63 ore svolte sul totale delle ore previste 66 MODULO E/O UNITA DIDATTICA CONTENUTI OBIETTIVI TIPOLOGIE

Dettagli

Software: di base ed applicativo

Software: di base ed applicativo Consulente del Lavoro A.A 2003/2004 I Semestre Software: di base ed applicativo prof. Monica Palmirani Hardware e Software Hardware: parte fisica del computer costituita da parti elettroniche e meccaniche

Dettagli

progetti guidati EXCEL Dalla tabella statistica al relativo grafico

progetti guidati EXCEL Dalla tabella statistica al relativo grafico EXCEL progetti guidati Dalla tabella statistica al relativo grafico L interpretazione di dati relativi all andamento di un particolare fenomeno risulta più agevole se tali dati sono rappresentati in forma

Dettagli

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto Applicare bordi e sfondi ai paragrafi Word permette di creare un bordo attorno ad un intera pagina o solo attorno a paragrafi selezionati. Il testo risulta incorniciato in un rettangolo completo dei quattro

Dettagli

Modulo 1 Esercitazione n 1

Modulo 1 Esercitazione n 1 Modulo 1 Esercitazione n 1 Apri il programma di elaborazione testi WordPad e ricopia il testo che segue (immagini escluse), rispettando la formattazione. Per allineare il testo in colonne occorre spostarsi

Dettagli

Realizzare una presentazione con PowerPoint

Realizzare una presentazione con PowerPoint Realizzare una presentazione con PowerPoint Indice Interfaccia di PowerPoint... 1 Avvio di PowerPoint e creazione di una nuova presentazione... 2 Inserimento di titoli e immagini... 4 Inserimento di altre

Dettagli

Università degli studi di Brescia Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Infermieristica. Corso propedeutico di Matematica e Informatica

Università degli studi di Brescia Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Infermieristica. Corso propedeutico di Matematica e Informatica Università degli studi di Brescia Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Infermieristica a.a. 2008/2009 Docente Ing. Andrea Ghedi IL DESKTOP Lezione 2 Il Desktop Tipi di icone Cartelle. Una

Dettagli

SCRIVERE TESTI CON WORD

SCRIVERE TESTI CON WORD SCRIVERE TESTI CON WORD Per scrivere una lettera, un libro, una tesi, o un semplice cartello occorre un programma di elaborazione testo. Queste lezioni fanno riferimento al programma più conosciuto: Microsoft

Dettagli

Programma di INFORMATICA

Programma di INFORMATICA Classe 1 a D Indirizzo AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING MODULO 1: Architettura e componenti di un computer 1.1 Terminologia base e definizioni 1.2 Struttura di un PC 1.3 Componenti Hardware 1.4 Unità

Dettagli

Lezione 6 Introduzione a Microsoft Excel Parte Terza

Lezione 6 Introduzione a Microsoft Excel Parte Terza Lezione 6 Introduzione a Microsoft Excel Parte Terza I grafici in Excel... 1 Creazione di grafici con i dati di un foglio di lavoro... 1 Ricerca del tipo di grafico più adatto... 3 Modifica del grafico...

Dettagli

1. Aprire Microsoft Word

1. Aprire Microsoft Word Guida n 3 Realizzare, impaginare e stampare un documento (volantino) con Microsoft Word 1. Avviare Word e Creare un nuovo documento 2. Digitare un testo 3. Il comando annulla 4. Salvare un documento 5.

Dettagli

PRESENTAZIONI MULTIMEDIALI

PRESENTAZIONI MULTIMEDIALI PRESENTAZIONI MULTIMEDIALI Che cos è una presentazione Una presentazione è la narrazione di un tema complesso svolta con l aiuto del computer attraverso unità di contenuto più semplice, le slide o diapositive.

Dettagli

Esercizio 1. Nella Tabella A sono riportati i tempi di percorrenza, in minuti, di un tratto autostradale da parte di 40 autoveicoli.

Esercizio 1. Nella Tabella A sono riportati i tempi di percorrenza, in minuti, di un tratto autostradale da parte di 40 autoveicoli. Esercizio 1 Nella Tabella A sono riportati i tempi di percorrenza, in minuti, di un tratto autostradale da parte di 40 autoveicoli. Tabella A 138 150 144 149 164 132 125 157 161 135 150 145 145 142 156

Dettagli

Esercitazione n. 7: Presentazioni

Esercitazione n. 7: Presentazioni + Strumenti digitali per la comunicazione A.A 2013/14 Esercitazione n. 7: Presentazioni Scopo: Creare una presentazione con Microsoft PowerPoint 2010. Scegliere uno sfondo, uno stile per i caratteri, diversi

Dettagli

Prova di informatica & Laboratorio di Informatica di Base

Prova di informatica & Laboratorio di Informatica di Base Prova di informatica & Laboratorio di Informatica di Base Prof. Orlando De Pietro Programma L' hardware Computer multiutente e personal computer Architettura convenzionale di un calcolatore L unità centrale

Dettagli

Capitolo3. Si apre la seguente finestra. Figura 29. Proprietà immagine di sfondo. - Università degli Studi della Repubblica di San Marino -

Capitolo3. Si apre la seguente finestra. Figura 29. Proprietà immagine di sfondo. - Università degli Studi della Repubblica di San Marino - Capitolo3 LAVORARE CON LE IMMAGINI E certo che l impatto visivo in un sito internet è molto importante ma è bene tenere presente che immagini e fotografie, pur arricchendo la struttura grafica di un web,

Dettagli

Qualche parola da imparare

Qualche parola da imparare Qualche parola da imparare Le informazioni del computer sono registrate sui dischi (dischi fissi, CD, DVD, chiavetta, dischi esterni, ecc.): compito dei dischi è di conservare una copia (quasi) permanente

Dettagli

CORSO 01: INFORMATICA DI BASE

CORSO 01: INFORMATICA DI BASE CORSO 01: INFORMATICA DI BASE PARTIRE DA ZERO 1.01 Hardware e Software 1.02 Conoscere l'hardware USARE IL PC con WINDOWS VISTA e 7(Seven) 1.03 Usare il sistema operativo Windows 7 e Vista 1.04 Controllare

Dettagli

Introduzione al foglio elettronico

Introduzione al foglio elettronico Introduzione al foglio elettronico 1. Che cos'è un foglio elettronico? Un foglio elettronico è un programma che permette di inserire dei dati, di calcolare automaticamente i risultati, di ricalcolarli

Dettagli

3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software

3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software Pagina 29 di 47 3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software Come abbiamo già detto in precedenza, l informatica si divide in due grandi mondi : l hardware

Dettagli

MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE PRIMI PASSI

MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE PRIMI PASSI MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE Si tratta di un software appartenente alla categoria dei fogli di calcolo: con essi si intendono veri e propri fogli elettronici, ciascuno dei quali è diviso in righe e colonne,

Dettagli

PROVA DI CONOSCENZA CORSO DI ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA 21 dicembre 2001 tema A

PROVA DI CONOSCENZA CORSO DI ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA 21 dicembre 2001 tema A PROVA DI CONOSCENZA CORSO DI ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA 21 dicembre 2001 tema A 1) Le funzioni dell'unità di controllo di un processore sono: A) Verificare che le periferiche funzionino correttamente.

Dettagli