press LIETE 04/08/2011 Qui Magazine

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "press LIETE 04/08/2011 Qui Magazine"

Transcript

1 press LIETE 04/08/2011 Qui Magazine Un numero verde a disposizione dei cittadini BASSA ROMAGNA- E' stato recentemente attivato un numero verde unico, per emergenze, segnalazioni (i n materia edilizia, sicurezza sul lavoro, polizia giudiziaria, educazione stradale, sicurezza pubblica) e richiesta dì informazioni, tramite il quale è possibile contattare direttament e ed in maniera gratuita la centrale operativa. Il numero verde è attivo dal lunedì al sabato dalle 7 alle 23, domenica dalle 7 alle 19. Rimane comunque attivo e a disposizione della cittadinanza il numero della centrale operativa Tel Sono anche stati ridefiniti gli orari di apertura degli sportelli nei presidi territoriali dei Comuni per il periodo estivo : Lugo (Tel, ) dal lunedì al sabato : e domenica e festivi: 9-12 per urgenze previo appuntamento telefonico ; Alfonsine (Tel ), dal lunedì al sabato : 11-13, martedì : 15-19; Bagnacavallo (Tel ), lunedì: giovedì: sabato (solo pratiche di Casa Comunale) : ; Conselice (Tel ), martedì : 18-19, mercoledì: 12-13, venerdì: 18-19, sabato: 12-13; Cotignola (Tel ), mercoledì :10-12, sabato : 10-12; Fusignano (Tel ), martedì: 9-11, venerdì : 9-12; Massa Lombarda, (Tel ), lunedì : 18-19, martedì : 11-13, giovedì: 18-19, venerdì: È in fase di implementazione anche un sito web della Polizia municipale della Bassa Romagna di cui è prevista la messa online in settembre che con - terrà tutte le informazioni relative al comando, ai presidi e a i servizi della pm, oltre alle informazioni utili e al servizio d i pagamento online delle multe, già attivo all'indirizzo : / wvvw.labassaromagna.it/sanzioni/ Pagina 29

2 press LIETE 04/08/2011 Qui Magazine Sociale Asp, un bilancio in prospettiva L'andamento dei servizi illustrato dal presidente Ravagli in, attesa della riorganizzazione gestionale BAGNACAVALLO- Sono stati presentati in Consiglio Gpmunale a l gnacavallo il bilan - cio sociale 2010 e l'andamento dei servizi déll 'Aziénda. di Servi alla Persona relativi ai Comuni de1i. Bassa Romagna. Alla relazione del presidente ierluigi Ravagli`è seguita una relazione tecnica del di - rettore Monica Tagliavini che ha il4srat9a, oltre al bilancio sociale relativo ai servizi erogati nel 2010, le principali voci economiche che hanno dèterminatg9 il risultato di esercizio dello scorso anno. Si è passati poi alle richieste di approfondimento dei consiglieri comunali e infine all'intervento del sindaco Laura Rossi. 'A tre anni dalla sua costituzione - ha commentato il presidente Ravagli -l'asp eroga servizi a circa 700 persone, anziani e disabili, dà lavoro:a circa 450 persone fra personale dipendente dell'ente o fornito dalle cooperative sociali attravers4àpposite convenzioni. Inoltre attraverso appalti esterni relativi alle forniture e servizi crea per numerose imprese operanti sul territorio un consistente indotto, che nel 2010 ha superato i 20 milioni di euro di fatturato annuo. In momenti come questi d i grave difficoltà economica - ha continuato Ravagli - riteniamo importante il ruolo di un'azienda com e l'asp che, oltre a garantire alle fasce deboli della comunità servizi di qualità a costi sicuramente competitivi, contribuisce a garantire reddito e ricchezza per i cittadini lavoratori e per le imprese collegate". Nel primo triennio di attività, nonostante il forte impegno istituzionale e gestionale richiesto dalla trasformazione delle vecchie Ipab, l'asp ha inaugurato e avviato nuovi servizi e promosso progetti speri - mentali. Nel 2010, in particolare, sono stati attivati un nuovo nucleo da 12 posti per persone affette da disabilità gravissime all'interno del San Domenico a Lugo e un nuovo servizio di centro diurno press o la casa protetta di Cotignola. "L'Asp dei Comuni della Bassa Romagna - ha proseguito Ravagli - è inoltre impegnata a rafforzare quel radicamento e quel senso di appartenenza nei territori che era proprio dell e ex Opere Pie ed ex Ipab". Per questo si sono riconosciute forme di rappresentanza costituite, quali il Co - mitato dei familiari, e le forme più o meno organizzate del volontariato e dell'associazionismo presenti nei diversi Comuni, "facendo sì che le case protette siano sempre di più per gli ospiti una famiglia allargata". In particolare l'apporto del volontariato consente di realizzare attività sia quotidiane sia straordinarie che difficilmente sarebbero possibili con le sole forze dell'azienda, ad esempio letture dei giornal i nelle strutture, uscite ai mercati settimanali, gite al mare o in collina. Anche le donazioni che vengono abitualmente erogate a favore delle singole case protette (e che nel 2010 sono state complessivament e pari a ,23 euro) rappresentano, secondo Ravagli, un segnale importante del radicamento sul territorio delle strutture gestite dall'asp. Pagina 30

3 press LIETE 04/08/2011 Qui Magazine Musica Si esibisce il coro degli under 10 0 CONSELICE-I128 luglio Piazza Foresti è stata il palcoscenico del debutt o stagionale del coro "Under 100" dell'asp dei Comuni della Bassa Romagna. Le migliori voci degli anziani ospiti delle case protette gestit e dall'asp hanno eseguito un concerto con medley di brani spaziando dai successi degli anni Trenta fino a quelli degli anni Settanta. Un'altra esibizione è in programma il 29 agosto a Massa Lombarda nell'ambit o della Sagra delle sfogline. Pagina 30

4 ,: r diario messaggero Un odgsulla crisi della frutticoltura Nella seduta del " luglio scorso il consiglio dell'unione dei Gomoni della Bassa Romagnaha approvato all'unanimità un ordine del giorno sulla crisi del settore ortofrutticolo della bassa romagna. Il documento, a firma di tutti i gruppi consigliari, è stato presentat o dal presidente del consiglio Lino Bacchileg a che ha evidenziato come la crisi della peschi - colturalocale, ripetutasi per ben 5 volte negli ultimi 8 anni, stia pregiudicando in modo drastico e definitivo il futuro delle nostre imprese agricole. «Questa gravissima situazione mette in pericolo il tessuto agricolo del no - stro territorio, la tenuta del sistema organizzato cooperativo, il futuro di innumerevol i realtà produttiveche operano nell'indotto del comparto ortofrutticolo, oltre che compro - mettere importanti livelli occupazionali impegnati nel comparto. Urge da parte delle isti - tuzioni regionali, nazionali ed europee, u n impegno straordinario per trovare soluzioni immediate e risolutive che aiutino concretamente i produttori ; è necessario un impegno congiunto di tutti i livelli istituzionali per ri - cercare gli strumenti più opportuni per sal - vaguardare la produzione agricola. E' questo ha dichiarato Bacchilega il significato profondo dell'appello lanciato dal Consiglio dell'unione». Sempre nella stessa seduta, su proposta del sindaco Linda Errani, è stata approvata l a convenzione tra l'unione dei Comuni ela Fe - derazione italiana scuole materne per il periodo2011/2015. Si tratta di un importante accordo che disciplina gli elementi fondanti dell'offerta educativa delle scuole dell'infan - zia pubbliche e private, attraverso specifich e attività progettuali volte al miglioramento e alla integrazione delle esperienze formative. La convenzione è. stata approvata all'unanimità dal consiglio con la sola astensione del capogruppo di Insieme per Sant'Agata. Pagina 33 Asp dcdlo &sw Raiwgna Pn~ontaro II blkuxlo,o«ile

5 ,: r diario messaggero CONSELIC E Al debutto il coro dell'asp Piazza Foresti di Conselice è stata il palcoscenic o del debutto stagionale del coro "Under 100" dell'asp dei Comuni della Bassa Romagna. Le migliori vo - ci degli anziani ospiti delle case protette gestite dal- 1'Asp hanno eseguito un concerto nella serata di gio - vedì 28 luglio. Il coro ha eseguito un medley di brani spaziando dai successi degli anni Trenta fino a quelli degli anni Settanta. Dopo la calorosa accoglienza riservata ai cantanti dal pubblico di Conselice, il coro "Under' 100 ha in programma un'altr a esibizione per lunedì 29 agosto a Massa Lombarda nell'ambito della Sagra delle sfogline. Pagina 33 Asp dcdlo &sw Raiwgna Pn~ontaro II blkuxlo,o«ile

6 i i i Sale al 56,4% la raccolta differenìiata dei primi sei mesi del 2011 nei 12 co - muni serviti da Nera Sot Ravenna, con un incremento rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso di circa 1,5 punti. Un dato che conferma ul - teriormente quanto rilevato anche dal Rapporto Ispra 2011 che, a fronte di una media nazionale pari al 33,6% nel 2009, vede Ravenna ala posto tra. le città con più di 150 mila abitanti, per i risultati raggiunti nella raccolta differenziata. Un trond in continua crescita Il 56,4% del primo semestre conferma una crescita nella raccolta differenziata non solo rispetto aiprimi sei mesi dell'anno scorso, ma anche a fronte del dato annuale che aveva attestato la raccolta differenziata di Ravenna al 54,5%. La performance di Ravenna si inserisce nell'ambito dell'ottimo risultato di raccolta differenziata messo a segn o dall'intero gruppo Hera. Nei 181 Co - muni sentiti dal Gruppo, questa sale al 50,5% (rispetto al 47,7% dei prim i sei mesi del 2010 e al 48,8% di fine 2010). Dal monitoraggio compiuto annualmenteda Hera, risultapoi che la percentuale complessiva di mate - ria effettivamente recuperata dalle varie filiere di raccolta differenziata (carta e cartone, sfalci e potature, organico, vetro, plastica, metalli), a seguito anche delle lavorazioni di ulteriore.selezione post raccolta, supera i l 91%, uno dei valori più alti. nel settore a livello nazionale: come dire che circa il 45% dei rifiuti urbani complessivamente raccolti viene recuperato come materia. Per documentare la situazione della raccolta differenta dei sit Boli comuni delterritorio ocesano,, riportiamo i quantitativi (espressi in tonnellate) dei materiali raccolti in modo differenziato al, 30 - giugno, con il dato percentuale cal - colato sul totale dei rifiuti solidi urbani prodotti. Bagnacavallo totale raccolte diffe - renziate ; totale rifiuti raccolti 4.847, percentuale di raccolta differenziata 51,42% Bagnata totale raccolte differenziate 499; totale rifiuti raccolti 824, percentuale di raccolta differenziata 60,22% Conselice totale raccolte differenziate ; totale rifiuti raccolti 4.343, percentuale di raccolta differenziata 64,17% Cotignola totale raccolte differenziate ; totale rifiuti raccolti 2.859, percentuale di raccolta differenziata 61,27% Lugo totale raccolte differenziate 6.563; totale rifiuti raccolti , percentuale di raccolta differenziat a 59,44%. MassaLombarda totale raccolte differenziate 2.278; totale rifiuti raccolti 3.487, percentuale di raccolta differenziata 64,11 % lbtale Sot Ravenna totale raccolte differenziate ; totale rifiutiraccolti , percentuale di raccolta differenziata 56,40% Pagina 33 Asp dcdlo &sw Raiwgna Pn~ontaro II blkuxlo,o«ile

7 pressl.ife 06/08/201 1,: diario messaggero Il presidente Ravagli fa il punto <la'andamento dal 2008 a oggi L'ente dà lavoro a 450 persona ed eroa servizi per 700 Cittadini Asp della Bassa Romagna Presentato il bilancio sociale A tre anni dalla sua istituzione, l'asp della Bassa Romagna ha fatto il punto sull'andamento dei servizi. L o ha fatto nella seduta consiliare del Comune di Bagnacavallo, presentando anche il suo bilancio sociale «A tre anni dalla sua costituzione - ha commentato il presidente Ravagli - 1'Asp eroga servizi a circa 70 0 persone, anziani e disabili, dà lavoro a circa 450 perso - ne fra personale dipendente dell'ente o fornito dalle cooperative sociali attraverso apposite convenzioni. Inoltre attraverso appalti esterni relativi alle forniture e servizi crea per numerose imprese operant i sul territorio un consistente indotto, che riel 2010 ha superato i 20 milioni di euro di fatturato annuo. In momenti come questi di diurno presso la casa protetta di Cotignola. «L'Asp della Bassa Romagna - ha proseguito Ravagli - è inoltre impegnata a rafforzare quel radicamento e quel senso di appartenenza nei territori che era proprio delle ex Opere Pie ed ex Ipab». Per questo si sono riconosciute forme di rappresentanza costituite, quali il Comitato dei familiari, e le forme più o men o organizzate del volontariato ; e dell'associazionism o presenti nei diversi Comuni, «facendo sì che le case protette siano sempre di più per gli ospiti una famiglia allargata». In particola - re l 'apporto del volontariato consente di realizzare attività sia quotidiane, sia straordinarie che difficilmente sarebbero possibili con le sole forze dell'azien - Per questo 1'Asp ha attivato nel triennio una serie di percorsi e speciali protocol - li con l'obiettivo di verificare il grado di soddisfazione degli utenti e dei loro familiari sull 'andamento dei servizi e il monitoraggio di particolari problematiche presenti nelle diverse strutture. «La trasformazione dell' I pab in Asp avvenuta nel 2008, come si evince dalle considerazioni e dagli elementi qui riferiti - ha commentato il sindaco Laura Rossi - ha segnato in mod o forte la gestione di questi tre anni, operando una vera e radicale riforma che ha segnato il passaggio da un ente pubblico di assistenza a un'azienda plrbblica di servizi alla persona. Qui c'è l'eccellenza regionale: un unico territorio dove il li - vello di programmazione e governo delle politiche è coincidente con lo strumento che i Comuni si so - no dati per governare il ter - ritorio. I Comuni della Bas - sa Romagna hanno compiuto un percorso innovati - vo optando per una gestione, programmazione e pianificazione associata. Le scelte effettuate negli ulti - mi anni nel settore del wel -, fare ci hanno consentito di dare vita a una semplificazione positiva. Il territori o si è così dotato di uno strumento di governo unitari o per la programmazione, la pianificazione e il controllo ( l 'Unione dei Comuni della Bassa Romagna) e di un o strumento di gestione (l'a - sp) che consente di affidare l'operatività dell'erogazione a un'azienda emanata e controllata dai Comuni». grave difficoltà economic a ha continuato Ravagli - ri - teniamo importante il ruolo di un'azienda come 1'Asp che, oltre a garantire alle fa - sce deboli della comunità servizi di qualità a costi sicuramente competitivi, contribuisce a garantire reddito e ricchezza per i cit - tadini lavoratori e per l e imprese collegate». Nel primo triennio di attività, nonostante il forte impegno istituzionale e gestionale richiesto dalla trasformazione delle vecchie Ipab, l'asp ha inaugurato e avviato nuovi servizi e pro - mosso progetti sperimentali. Nel 2010; in particolare, sono stati attivati un nuovo nucleo da 12 posti per persone affette da disabilità gravissime all 'interno de l San Domenico a Lugo e un nuovo servizio di centro da, ad esempio letture dei giornali nelle strutture, uscite ai mercati settimana - li, gite almare o in collina. Anche le donazioni che vengono abitualmente erogate a favore delle singole case protette (e che nel 2010 sono state complessivamente pari a ,2 3 euro) rappresentano, secondo Bavagli, un segnale importante del radicamento sul territorio delle strutture gestite dall'asp. Il presidente dell'asp ha continuato il proprio inter - vento con una riflessione sull'importanza della valu - tazione dell'indice di qualità dei servizi erogati, che non è più sufficiente misurare «soltanto attraverso gli standard abitativi e i para - metri relativi alla quantità di ore di assistenza prestate all'interno delle strutture».

8 6 agosto 2011

9 press L.IfE 06/08/2011 sette sere CONSELICE ( Il coro «Under 100 conquista piazza Foresti e punta alle sfoglin e Piazza Foresti di Conselice nei giorni scorsi è stata il pal,,: : coscenico del debutto stagionale del coro «Under 100» dell'asp della Bassa Romagna. Le migliori voci degl i anziani ospiti delle case protette gestite dall Asp hanno eseguito un concerto nella serata di giovedì 28 luglio. Il coro ha eseguito un medley di brani spaziando dai successi degli anni `30 fino a quelli degli anni ` 70. Dopo l a calorosa accoglienza riservata ai cantanti dal pubblico di Conselice, il coro «Under 100» ha in programma un'altr a esibizione per lunedì 29 agosto a Massa Lombarda nel - l'ambito della Sagra delle sfogline.

10 press LinE 06/08/2011 sette sere Samuele Staffa Mentre i tecnici di Edison Stoccaggio sono alle prese con i lavori di interramento del nuovo metàno - dotto, altri esperti di Padana Energia spa ed Enel Longanesi Developments srl hanno messo gli occhi sull'enorme giacimento rinvenuto nel sottosuolo bagnacavallese e non solo, ricco di prezioso idrocarburo. Ma prima di passare dalla concessione all'esplorazione a quella di coltivazione, ovvero dalle parole ai fatti, c'è chi punta i piedi e vuol vederci chiaro: il Comune di Bagnacavallo, infatti, frena. Chiede tempo e soprattutto analisi più approfondite da approfondire alla Conferenza dei Servizi convocata dalla Regione. In gioco c'è il nostro territorio: il rischio è quello di accentuare, prelevando metano dal sottosuolo, il fenomeno della subsidenza, ovvero l'abbassamento del terreno, con possibili ricadute sull'assetto idrogeologico di fogne, fiumi e costruzioni. IL PROGETTO Padana Energia spa (sede a Marina di Ravenna) ed Enel Longanesi Developments srl (sede a Roma) nei mesi scorsi hanno presentato congiuntamente alla Regione Emilia Romagna domanda di attivazione della procedura di Valutazione di Impatto Ambientale (Via), relativa al progetto di sviluppo unitario del giacimento di metano «Longanesi» concentrato sotto Bagnacavallo e Lugo. Il progetto consiste nella messa in produzione dei pozzi esistenti denominati «Abbadesse 1 dir» (scavato nel 2005 dalla canadese Groove energy su via Pieve Ma- BAGNACAVALLO I Pericolo subsidenza, il Comune frena il progetto Parte la caccia al gas negli abissi della Bassa siera) e «Longanesi 1» e (scavato da Eni un paio di anni più tardi su via Crocetta), oltre alla perforazione e messa in produzione di ulteriori 3 pozzi di sviluppo (di cui due nel Comune di Bagnacavallo affiancati ai pozzi esistenti e uno nel Comune di Lugo «Longanesi 3»). I cinque pozzi verrebbero poi collegati alla centrale San Potito, che dopo i lavori di ammodernamento portati da Edison Stoccaggio, verrebbe ampliata e potenziata per trattare A SINISTRA: IL POZZO «LONGANESI» SOPRA: LA CENTRALE «SAN PC TITO» anche il metano proveniente dal nuovo giacimento. Un'intervento che necessiterebbe almeno 13 mesi di lavori. I cinque pozzi potrebbero così raggiungere una profondità tra i 2500 e i 2830 metri per pescare, secondo le stime dell'azienda miliardi di metri cubi di metano (al 99,7%) in 8 anni. IL PERICOLO SUBSIDENZA Il Comune di Bagnacavallo, negli anni scorsi quando Paolo Graziani ricopriva l'incarico di assessore all'ambiente, aveva manifestato le proprie perplessità proprio in merito al pericolo di subsidenza, ovvero l'abbassamento del terreno dovuto a cause naturali e umane. In questa seconda categoria rientrano proprio le attività estrattive come questa. Di acqua ne è passata sotto i NTRAL GAS SAN P TITO ponti e le facce, sia quelle degli imprenditori che quelle degli amministratori, sono cambiate. I dubbi, invece, sono rimasti. Nelle scorse settimane, in sede di Conferenza di Servizi, il Comune di Bagnacavallo ha chiesto nuovi materiali da parte dell'azienda e nuove verifiche da parte di organi terzi non coinvolti nell'affare. «L'aspetto che ci preoccupa maggiormente è l'impatto sull'assetto idrogeologico legato al fenomeno della subsidenza - spiega il vicesindaco Matteo Giacomoni -. In altre parole, le possibili ricadute dell'abbassamento del suolo sul sistema delle rete scolante delle acque, sui fiumi, sulle infrastrutture e sulle costruzioni. Vogliamo vederci chiaro, dal momento che il nostro territorio di pianura è già soggetto a questo fenomeno ed un Parte la caccia al gas negli abissi della Bassa n gita col laborato.«

11 press LinE 06/08/2011 sette sere abbassamento del terreno, anche piccolo, potrebbe portare grossi problemi. E' presto per parlare di numeri e fare previsioni certe. Esiste un'ampia letteratura a riguardo e l'azienda ci ha presentato uno studio dell'università di Padova e Bologna, ma vogliamo confortare questi pareri con altre perizie, come abbiamo chiesto alla Regione». SOLUZIONI E INDENNIZZI Anche i tecnici del Consorzio di Bonifica della Romagna occidentale che partecipano alla Conferenza dei Servizi hanno sottolineato come la perdita di efficienza della rete scolante potrebbe essere compensata da diverse casse di espansione, ovvero aree verdi che in caso di precipitazioni o piene dei corsi cosi d'acqua potrebbero accogliere le acque in eccesso fino allo smaltimento. «Ci prenderemo tutto il tempo necessario a compiere le dovute verifiche - aggiunge Giacomoni - ed evitare qualsiasi danno al nostro teritorio. Valuteremo tutte le proposte e le soluzioni possibili assieme agli altri attori, dal Consorzio all'autorità di Bacino. Ma non possiamo accontentarci di una misura 'tampone': con loro vogliamo rivedere l'intero assetto idrogeologico del nostro territorio, valutando progetti vecchi e nuovi». Un intervento del genere, qualora andasse in porto, prevederebbe misure compensative (cifre sborsate una tantum dall'azienda prima della messa in opera) e royalties (percentuali sul ricavo che segue all'attività estrattiva) a vantaggio del Comune per mitigare l'impatto delle strutture, del traffico, delle emissioni e la stessa subsidenza. «Ma è troppo presto per ragionare su questo - conclude Giacomoni Prima pensiamo alla sostenibilità dell'intervento e alla sicurezza del territorio». Parte la caccia al gas negli abissi della Bassa n gita col laborato.«

12 press L.IfE 06/08/2011 sette sere BAGNACAVALLO L'assessore Dessy : ((Proposte di ottimo livello» Più di 400 bimbi per i Cr e Si sono chiusi nei giorni scorsi i Centri ricreativi educativi estiv i promossi dal Comune a Bagnacavallo e Villanova presso le scuole primarie (Cree), le scuole dell'in-. fanzia (Creem) e i nidi (Creen). Attivi dal 4 luglio, i Centri estivi han - no visto la partecipazione di 41 9 bambini : 233 ai Cree, 119 ai Cree m e 67 ai Creen, con l'accoglimento d i tutte le domande d 'iscrizione ricevute. «Per quanto riguarda Creem e Creen - sottolinea l'assessore ai Servizi per la Prima infanzia, Angel a Rossetti - l'amministrazione comunale ha operato affinché a tutel a della fascia 0/6 anni fosse garantit a la continuità del personale in ogni sezione grazie alla partecipazione di un educatore già presente durante l'anno scolastico, affiancato d a operatori della cooperativa Zero - cento. Più in generale, siamo molto soddisfatti sia per la partecipazione che per l'andamento dei Centri estivi». Fino al 12 agosto sarà attiva un a sezione mista di Creen e Creem, presso la scuola dell'infanzia di Bagnacavallo, completamente gestit a dalla cooperativa Zerocento. Per quanto riguarda poi i Cree, v a sottolineato che quest 'anno per l a prima volta i Centri estivi per i ragazzi della scuola primaria si sono tenuti anche a Villanova oltre che a Bagnacavallo. A gestirli era presente personale della cooperativ a sociale Zerocento. «Quest'anno siamo riusciti, relativamente al Cre e - specifica l'assessore alle Politich e formative e scolastiche, Giuseppin a Dessy - a garantire anche a Villanova lo stesso servizio offerto a Bagnacavallo. La partecipazione è stata assolutamente soddisfacente in entrambi i contesti e la qualità delle attività proposte sicuramente di ottimo livello»

13 press L.IfE 06/08/201 1 sette sere BAGNACAVALLO I Le iscrizioni alle visite guidate a partire dal 16 agost o In gita col laboratorio «Qui c'entro» Proseguóiio anche in estate, con gite fuori porta vers o le mete segnalate dagli stessi cittadini, le iniziative de l laboratorio urbano «Qui c'entro», il percorso partecipato che l'amministrazione comunale di Bagnacavallo h a promosso per coinvolgere l a comunità nella valorizzazione del centro e degli edifici di maggior pregio. Come emerso nel corso delle interviste individuali e in seguito deciso durante la prim a giornata aperta di laboratorio, svoltasi al convento di Sa n Francesco giovedì 23 giugno (resoconto consultabile sul sito web del comune), saranno organizzate alcune visite guidate a realtà del territorio regionale e non solo che si son o contraddistinte per interventi particolarmente interes-. santi in relazione al progetto di recupero dell'ex convent o di San Francesco a Bagnacavallo. I primi luoghi segnalat i dai partecipanti del laboratorio per possibili visite sono l a Biblioteca Classense di Ravenna, il Museo San Domenic o di Forlì, la Nuova Manica Lunga (braccio del compless o della Fondazione Cini) di Venezia e il Centro iniziative culturali San Giovanni Battista di Pesaro. Le visite saran - no programmate in base alle iscrizioni degli interessati nel periodo che va dal 16 agosto al 25 settembre, preferi - bilmente nel fine settimana. I partecipanti (massimo 8-10 per gruppo) saranno guidati da due referenti che, con l'aiuto della coordinatrice del progett o Monia Guarino, avranno il com - pito di fissare con immagini e video i punti salienti della visita, per poi presentarli in occasion e dei laboratori di settembre e ot - tobre. Ogni visita avrà inoltre il supporto di cittadini, amministratori o tecnici del luogo, ch e aiuteranno i bagnacavallesi a conoscere le realtà oggett o di analisi per poi trarne ispirazioni e spunti utili per affrontare i lavori sul centro storico di Bagnacavallo. Si st a inoltre pensando di organizzare passeggiate ad hoc per i più piccoli, partendo dal «Giardino dei semplici». Per iscriversi alle visite guidate e segnalare il periodo di preferenza è possibile scrivere una mail a oppure rivolgersi all ' Urp del Comune (tel. 0545/280889).

14 press L.IfE 06/08/2011 sette sere BAGNACAVALLO i La stilista Valentina Marangoni ricevuta in municipi o Valentina Marangoni, la giovane stilista bagnacavallese classe 1983, reduce dal successo ottenuto a luglio al concorso «Moda d 'Autore» di Lignano Sabbiadoro, dove si è classificata seconda, è stata ricevuta nella mattinata di mercoledì 3 in municipio dal sindaco Laura Rossi. Valentina, che ha studiato all 'Ipsia-tecnico della moda di Lugo, al Callegari di Rimini e all 'Istituto della Moda Burgo di Ferrara, dopo alcuni anni trascorsi lavorando presso aziende del settor e dapprima a Faenza poi a Ravenna, dal 2010 si dedica esclusivamente a disegnare abiti e a produrli in proprio. Dopo la prima, a Milan o lo scorso anno, Valentina ha partecipato a molte altre sfilate, anch e tramite l'agenzia della Moda di Isabella Martini, sempre di Bagna - cavallo. Nel frattempo ha cominciato a proporre le sue creazioni a chi si occupa di vendita al dettaglio. Il sogno di Valentina per ora è di riuscire ad aprire una boutique con le creazioni da lei disegnate. «Una e magari in futuro anche altre, perché no...», anticipa. Nel frattempo gli appuntamenti di agosto sono due sfilate a Marina di Ravenna, la prima al bagno Bbk il 20, la seconda al Singita il 26.

15 press LinE 06/08/2011 sette sere CRISI ORTOFRUTTA Bassa: «Valorizzeremo i mercatini» E' stato approvato all'unanimità un ordine del giorno sulla crisi del settore ortofrutticolo della Bassa Romagna. Il documento, a firma di tutti i gruppi consiliari, ha evidenziato «come la crisi della peschicoltura locale, ripetutasi per ben 5 volte negli ultimi 8 anni, stia pregiudicando in modo drastico e definitivo il futuro delle nostre imprese agricole». Oltre alle richieste a Regione e Governo, i consiglieri hanno chiesto all'unione dei Comuni della Bassa Romagna di agevolare e favorire i mercatini per la vendita diretta dal produttore al consumatore. «Questa gravissima situazione mette in pericolo il tessuto agricolo del nostro territorio - ha dichiarato il presidente del consiglio dell'unione Lino Bacchilega -, la tenuta del sistema organizzato cooperativo, il futuro di innumerevoli realtà produttive che operano nell'indotto del comparto ortofrutticolo, oltre che compromettere importanti livelli occupazionali impegnati nel comparto. Urge da parte delle istituzioni regionali, nazionali ed europee, un impegno straordinario per trovare soluzioni immediate e risolutive che aiutino concretamente i produttori; è necessario un impegno congiunto di tutti i livelli istituzionali per ricercare gli strumenti più opportuni per salvaguardare la produzione agricola. E' questo il significato profondo dell'appello lanciato dal Consiglio dell'unione». Il Mercato del Contadino di Lugo, invece, rimarrà «aperto per ferie». Nei sabati mattina di agosto, dalle ore 8.30 alle 13.30, la piazza l Maggio sarà animata dalle otto bancarelle delle aziende agricole che per tutto il 2011 hanno deciso di aderire all'iniziativa promossa dal Comune di Lugo. Infatti, il Mercato del Contadino proseguirà poi in settembre, ottobre, novembre e dicembre, con l'obiettivo di divenire un appuntamento ricorrente anche negli anni a seguire. Le aziende agricole presenti al mercato sono: Baroncini Mirco e Fabio di San Bernardino, Baldini Bruno di San Potito, Martoni Lauro di Voltana, Zanoni Mauro di Fusignano, Graziani Roberto di Solarolo, Lanzoni Mauro di Massa Lombarda, Zaganelli Emilio di Alfonsine, cui si aggiunge l'apicoltura Faentina di Morigi Bruno di Faenza. 9 Pagina 24 «Basta caccia alle stregh servono soluzioni condii,

LE UNIONI DI COMUNI E IL RIFORMISMO MUNICIPALE: L ESPERIENZA DELL UNIONE BASSA ROMAGNA

LE UNIONI DI COMUNI E IL RIFORMISMO MUNICIPALE: L ESPERIENZA DELL UNIONE BASSA ROMAGNA Un nuovo modello di sviluppo e di governo del territorio per uscire dalla crisi Proposte di Laboratorio urbano Bologna, 13 gennaio 2012 LE UNIONI DI COMUNI E IL RIFORMISMO MUNICIPALE: L ESPERIENZA DELL

Dettagli

Eni ed Enel pronte ad aprire 5 pozzi L intervento riguarda i territori di Lugo, Bagnacavallo, Cotignola e Faenza

Eni ed Enel pronte ad aprire 5 pozzi L intervento riguarda i territori di Lugo, Bagnacavallo, Cotignola e Faenza CACCIA AGLI IDROCARBURI PROCEDURA DI VIA IN REGIONE LA CONFERENZA DEI SERVIZI E AL LAVORO DA ALCUNI MESI PER ESAMINARE E VALUTARE IL PROGETTO SOTTO IL PROFILO DELL IMPATTO AMBIENTALE Eni ed Enel pronte

Dettagli

Mercoledì 24 luglio 2013. www.europa.marche.it

Mercoledì 24 luglio 2013. www.europa.marche.it Mercoledì 24 luglio 2013 1 2 Data: 18 /07/2013 Diffusione: PROGRAMMA OPERATIVO FESR, VIA ALLE CONSULTAZIONI Spacca: Innovazione e Macroregione, le strade da seguire per recuperare le risorse - Ancona -

Dettagli

PROGETTO HOME CARE PREMIUM 2014 ASSISTENZA DOMICILIARE (DAL 1 MARZO 2015 AL 30 NOVEMBRE 2015)

PROGETTO HOME CARE PREMIUM 2014 ASSISTENZA DOMICILIARE (DAL 1 MARZO 2015 AL 30 NOVEMBRE 2015) PROGETTO HOME CARE PREMIUM 2014 ASSISTENZA DOMICILIARE (DAL 1 MARZO 2015 AL 30 NOVEMBRE 2015) L Unione dei Comuni della Bassa Romagna ha aderito, anche per l'anno 2015, all iniziativa Home Care Premium

Dettagli

Disponibile on line il depliant per informare sui centri estivi per ragazzi

Disponibile on line il depliant per informare sui centri estivi per ragazzi C orriere di Ravenna Faenza-Logo e Imol a BASSA ROMAGNA Disponibile on line il depliant per informare sui centri estivi per ragazzi LUGO. Sul territori o dell'unione dei Comun i della Bassa Romagna è attivo

Dettagli

Assessorato Politiche Sociali e Salute Servizio Politiche Sociali. ESTATE Solidale in CITTA

Assessorato Politiche Sociali e Salute Servizio Politiche Sociali. ESTATE Solidale in CITTA Assessorato Politiche Sociali e Salute Servizio Politiche Sociali ESTATE Solidale in CITTA L Assessorato Politiche Sociali e Salute propone, per il periodo estivo, una pluralità di iniziative di sostegno

Dettagli

Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami. Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00

Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami. Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00 Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00 Gentili ospiti Signore e Signori, Autorità e colleghi Costruttori, vi ringrazio della vostra presenza oggi alla

Dettagli

Trasporto scolastico, iscrizioni fino x130 Scuola primaria e secondaria dell'istituto comprensivo di Bagnacavallo e Villanov a

Trasporto scolastico, iscrizioni fino x130 Scuola primaria e secondaria dell'istituto comprensivo di Bagnacavallo e Villanov a press LIf1E CrM'ere di Ravenn a Trasporto scolastico, iscrizioni fino x130 Scuola primaria e secondaria dell'istituto comprensivo di Bagnacavallo e Villanov a BAGNACAVALLO. Sono apert e fino al 30 aprile

Dettagli

Comune di Quattro Castella

Comune di Quattro Castella Comune di Quattro Castella Quattro Castella batte la crisi Il Comune di Quattro Castella intende reagire con forza alla situazione di grave difficoltà in cui si trovano oggi le famiglie le imprese. E nostra

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

Comune di Castiglione d Adda Provincia di Lodi PIANO DI DIRITTO ALLO STUDIO 2014/2015

Comune di Castiglione d Adda Provincia di Lodi PIANO DI DIRITTO ALLO STUDIO 2014/2015 Comune di Castiglione d Adda Provincia di Lodi PIANO DI DIRITTO ALLO STUDIO 2014/2015 La facciata ristrutturata Comune di Castiglione d Adda Via Roma 130, 26823 - Castiglione d Adda Tel. 0377/900403 Fax.

Dettagli

PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE. www.istvap.it

PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE. www.istvap.it PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE www.istvap.it 1 ISTVAP ha quattro anni di vita ISTVAP sta per compiere quattro anni di vita. Anni di attività che hanno portato alla scoperta dell importanza del concetto di

Dettagli

Rassegna Stampa. Martedì 19 febbraio 2013 TREVISO

Rassegna Stampa. Martedì 19 febbraio 2013 TREVISO Rassegna Stampa Martedì 19 febbraio 2013 TREVISO Martedì 19 febbraio 2013, pag. 16 L'Europa "sdogana" il Programma rurale VENEZIA - L'Europa formalmente sdogana il Programma di sviluppo rurale proposto

Dettagli

SERVIZIO DI CONSULENZA E ORIENTAMENTO ALLO STAGE

SERVIZIO DI CONSULENZA E ORIENTAMENTO ALLO STAGE SERVIZIO DI CONSULENZA E ORIENTAMENTO ALLO STAGE Lo stage in cooperativa. Un esperienza di lavoro per crescere assieme. FUTURA SOCIETA' COOPERATIVA SOCIALE ONLUS Sede Legale e operativa: Via Pescopagano,

Dettagli

ALLEGATO A CONVENZIONE TRA LA PROVINCIA DI RAVENNA ED I COMUNI DEL TERRITORIO PROVINCIALE PER LA GESTIONE DELLA RETE PROVINCIALE DEGLI SPORTELLI UNICI

ALLEGATO A CONVENZIONE TRA LA PROVINCIA DI RAVENNA ED I COMUNI DEL TERRITORIO PROVINCIALE PER LA GESTIONE DELLA RETE PROVINCIALE DEGLI SPORTELLI UNICI ALLEGATO A Parte integrante delibera C.C. n. 114 del 30/03/2006 CONVENZIONE TRA LA PROVINCIA DI RAVENNA ED I COMUNI DEL TERRITORIO PROVINCIALE PER LA GESTIONE DELLA RETE PROVINCIALE DEGLI SPORTELLI UNICI

Dettagli

LA SCUOLA MEDIA DI PAINA

LA SCUOLA MEDIA DI PAINA 1 Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto comprensivo don Rinaldo Beretta" Scuola secondaria di primo grado Salvo D Acquisto 20030 PAINA DI GIUSSANO - VIA A. MANZONI, 50 TEL.

Dettagli

PROGETTO INIZIATIVE ESTIVE

PROGETTO INIZIATIVE ESTIVE PROGETTO INIZIATIVE ESTIVE OBIETTIVI GENERALI Le attività estive dell Ufficio Pio prevedono l erogazione di servizi ricreativi/educativi destinati ai minori nella fascia d età 6/14 anni durante la stagione

Dettagli

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi In occasione del Convegno sull affido Genitori di scorta si nasce o si diventa? - Strade e percorsi

Dettagli

o da potenziali Sponsor, con conseguente possibilità di attuare economie di scala e di esperienza e di diminuire i costi dei servizi offerti, pur

o da potenziali Sponsor, con conseguente possibilità di attuare economie di scala e di esperienza e di diminuire i costi dei servizi offerti, pur Accademia Perduta/Romagna Teatri è stata annoverata, nell ambito di una ricerca realizzata per conto della Fondazione Cariplo, fra i casi più significativi, a livello nazionale, di valorizzazione del patrimonio

Dettagli

FIRMATO L ACCORDO TRA PROVINCIA DI MILANO E COMUNE DI CORMANO PER IL PROGETTO PILOTA SOCIALCITY

FIRMATO L ACCORDO TRA PROVINCIA DI MILANO E COMUNE DI CORMANO PER IL PROGETTO PILOTA SOCIALCITY Comunicato Stampa FIRMATO L ACCORDO TRA PROVINCIA DI MILANO E COMUNE DI CORMANO PER IL PROGETTO PILOTA SOCIALCITY Ieri sera l incontro con i cittadini cormanesi per parlare di territorio e residenza Cormano,

Dettagli

SI CERCANO VOLONTARI PER ACCOGLIERE GRUPPI DEL TURISMO SOCIALE DESTINATI, A RAVENNA E PROVINCIA

SI CERCANO VOLONTARI PER ACCOGLIERE GRUPPI DEL TURISMO SOCIALE DESTINATI, A RAVENNA E PROVINCIA ASSOCIAZIONE VOLONTARI ACLISTI PER LA FRUIZIONE, PROMOZIONE E DIVULGAZIONE DI BENI CULTURALI, AMBIENTALI, DEGLI EVENTI DEL PATRIMONIO TURISTICO I - 48121 RAVENNA - VIA ORIANI, 44 (Casa del Volontariato

Dettagli

SERVIZIO DI CONSULENZA E ORIENTAMENTO ALLO STAGE

SERVIZIO DI CONSULENZA E ORIENTAMENTO ALLO STAGE SERVIZIO DI CONSULENZA E ORIENTAMENTO ALLO STAGE Lo stage in cooperativa. Un esperienza di lavoro per crescere assieme. IL GRANELLO COOPERATIVA SOCIALE ONLUS Via Amalteo, 74-33078 San Vito al Tagliamento

Dettagli

CONSORZIO DI BONIFICA ACQUE RISORGIVE RASSEGNA STAMPA

CONSORZIO DI BONIFICA ACQUE RISORGIVE RASSEGNA STAMPA CONSORZIO DI BONIFICA ACQUE RISORGIVE RASSEGNA STAMPA 8 MAGGIO 2014 Ufficio Segreteria E-mail: consorzio@acquerisorgive.it Sede legale: VIA ROVERETO, 12-30174 VENEZIA - COD. FISC. 94072730271 Web: www.acquerisorgive.it

Dettagli

CONGIUNTURA FLASH Inizio anno scolastico 2012 ASCOM del Emilia - Romagna

CONGIUNTURA FLASH Inizio anno scolastico 2012 ASCOM del Emilia - Romagna CONGIUNTURA FLASH Inizio anno scolastico 2012 Report documento per ASCOM dell Emilia - Romagna ottobre 2012 SOMMARIO 1. PREMESSA... 1 1.1 La descrizione del campione... 1 2. L INDAGINE SULLE VENDITE PER

Dettagli

Campagne di comunicazione

Campagne di comunicazione Campagne di comunicazione Di seguito i principali progetti di comunicazione curati da Atlantide, suddivisi per provincia di riferimento e per cliente. Provincia di Ravenna AREA Azienda Ravennate Energia

Dettagli

Azioni sul settore idrico, tra urgenza e opportunità per le imprese

Azioni sul settore idrico, tra urgenza e opportunità per le imprese Azioni sul settore idrico, tra urgenza e opportunità per le imprese Lorenzo Frattini Presidente Legambiente Emilia Romagna Giorgio Zampetti - Responsabile scientifico nazionale Legambiente Quali urgenze?

Dettagli

VI Giornata Mondiale per la consapevolezza dell autismo. Le iniziative a Parma

VI Giornata Mondiale per la consapevolezza dell autismo. Le iniziative a Parma Conferenza stampa VI Giornata Mondiale per la consapevolezza dell autismo. Le iniziative a Parma Parma, 2 aprile 2013 Via La Spezia n. 147, ore 11,30 Intervengono Laura Rossi, Assessore al Welfare Comune

Dettagli

ACCORDO PIANI TRIENNALI DI AMBITO TERRITORIALE SOCIALE 2010-2012

ACCORDO PIANI TRIENNALI DI AMBITO TERRITORIALE SOCIALE 2010-2012 ACCORDO PIANI TRIENNALI DI AMBITO TERRITORIALE SOCIALE 2010-2012 In vista della predisposizione e dell approvazione dei Piani triennali di Ambito territoriale sociale 2010-2012, le Segreterie provinciali

Dettagli

ORGANIZZAZIONE MERCATI COMUNALI COPERTI

ORGANIZZAZIONE MERCATI COMUNALI COPERTI ORGANIZZAZIONE MERCATI COMUNALI COPERTI Il Comune di Milano costruisce ed esercita nel proprio territorio Mercati comunali coperti per la vendita al minuto di derrate alimentari e di altri generi di largo

Dettagli

NOTIZIE DA ADOTTANDO N. 16 25 GENNAIO 2014

NOTIZIE DA ADOTTANDO N. 16 25 GENNAIO 2014 Adozioni a Distanza e Progetti di Solidarietà NOTIZIE DA ADOTTANDO N. 16 25 GENNAIO 2014 Progetti Un successo in più. Il progetto di recupero scolastico e socializzazione riservato agli ospiti del Dom

Dettagli

16-02- 04 ENI E SAIPEM. ACQUE AGITATE Resto del Carlino. 16-02- 04 VERSALIS. SCIOPERO BIS ALL'ENI Corriere Ravenna

16-02- 04 ENI E SAIPEM. ACQUE AGITATE Resto del Carlino. 16-02- 04 VERSALIS. SCIOPERO BIS ALL'ENI Corriere Ravenna 16-02- 04 RASSEGNA STAMPA 16-02- 04 LA CGIL, PORTO, INACCETTABILE LO SCONTRO TRA AUTORITA' E ISTITUZIONI Resto del Carlino 16-02- 04 ENI E SAIPEM. ACQUE AGITATE Resto del Carlino 16-02- 04 VERSALIS. SCIOPERO

Dettagli

"RoadTO2020": siglato l'accordo tra Bari e Torino per lo scambio di buone pratiche per la rigenerazione urbana

RoadTO2020: siglato l'accordo tra Bari e Torino per lo scambio di buone pratiche per la rigenerazione urbana "RoadTO2020": siglato l'accordo tra Bari e Torino per lo scambio di buone pratiche per la rigenerazione urbana È stato sottoscritto questa mattina un protocollo d intesa tra le città di Bari e Torino nell

Dettagli

Edizioni L Informatore Agrario

Edizioni L Informatore Agrario www.vitaincampagna.it Edizioni L Informatore Agrario Tutti i diritti riservati, a norma della Legge sul Diritto d Autore e le sue sucessive modificazioni. Ogni utilizzo di quest opera per usi diversi da

Dettagli

PROFESSIONE OSS REALIZZATA DA: DESANTIS GIADA ABATE MARTINA BUZI VALENTINA

PROFESSIONE OSS REALIZZATA DA: DESANTIS GIADA ABATE MARTINA BUZI VALENTINA PROFESSIONE OSS REALIZZATA DA: DESANTIS GIADA ABATE MARTINA BUZI VALENTINA GLI ANZIANI STRUTTURE SPECIFICHE: Centri Diurni Case di Risposo Centri Sociali Case Albergo INTERVISTE ALLE STRUTTURE 1) Quanti

Dettagli

VERTh Q~~6 Co. Corriere. Pagina 13. press L.IfE

VERTh Q~~6 Co. Corriere. Pagina 13. press L.IfE press L.IfE 04/08/2011 Corriere di Ravenna Faenza-Lugo e Imola VERTh Q~~6 Co g hos~~\~ ì 6Uam: ~\\iw~ah UU \h Lih ~oa a «Servizi più efficienti e sostegni alle imprese» Richieste all'unione dei Comuni

Dettagli

PROGETTO ORTO SOLIDALE. Orto del Sorriso

PROGETTO ORTO SOLIDALE. Orto del Sorriso PROGETTO ORTO SOLIDALE Orto del Sorriso INDICAZIONI GENERALI DEL PROGETTO: Il progetto di Orto Solidale Orto del Sorriso nasce dal desiderio di riscattare il termine LAVORO dandogli una valenza positiva.

Dettagli

I TAGLI AI FONDI PER LE POLITICHE SOCIALI E AI SERVIZI DI WELFARE LOCALE

I TAGLI AI FONDI PER LE POLITICHE SOCIALI E AI SERVIZI DI WELFARE LOCALE I TAGLI AI FONDI PER LE POLITICHE SOCIALI E AI SERVIZI DI WELFARE LOCALE La politica di riduzione delle risorse per il welfare e per i servizi sociali locali si sta realizzando attraverso la combinazione

Dettagli

CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI

CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI All. B10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO SICUREZZA E SOLIDARIETA SOCIALE R.Gio/CPA AMBITO ZONALE ALTO AGRI CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI Art.1 Definizione Il centro di aggregazione giovanile

Dettagli

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini Nota Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca On. Stefania Giannini Roma, 28 maggio 2014 Premessa Come è noto le Province si occupano del funzionamento, della manutenzione

Dettagli

Disponibile on line il depliant per informare sui centri estivi per ragazzi

Disponibile on line il depliant per informare sui centri estivi per ragazzi C orriere di Ravenna Faenza-Logo e Imol a BASSA ROMAGNA Disponibile on line il depliant per informare sui centri estivi per ragazzi LUGO. Sul territori o dell'unione dei Comun i della Bassa Romagna è attivo

Dettagli

Comuni ricicloni Emilia- Romagna Carpi, 13 dicembre 2012

Comuni ricicloni Emilia- Romagna Carpi, 13 dicembre 2012 La prospettiva dei servizi pubblici ambientali in Emilia- Romagna Vito Belladonna Atersir Comuni ricicloni Emilia- Romagna Carpi, 13 dicembre 2012 R.E.R Osservatorio regionale dei servizi pubblici. AEEG

Dettagli

Il Consiglio d'amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2009. Risultati industriali in crescita e dividendo confermato a 8 centesimi di Euro

Il Consiglio d'amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2009. Risultati industriali in crescita e dividendo confermato a 8 centesimi di Euro comunicato stampa Bologna, 29 marzo 2010 Il Consiglio d'amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2009 Risultati industriali in crescita e dividendo confermato a 8 centesimi di Euro Ricavi a 4.204,2

Dettagli

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Comunicato stampa RISULTATI DEL 1 SEMESTRE DEL GRUPPO CARIPARMA FRIULADRIA Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Utile Netto

Dettagli

Prefettura Ufficio territoriale del Governo di Ascoli Piceno

Prefettura Ufficio territoriale del Governo di Ascoli Piceno PATTO PER LA SICUREZZA TRA LA PREFETTURA - UFFICIO TERRITORIALE DEL GOVERNO DI ASCOLI PICENO E IL COMUNE DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO finalizzato alla realizzazione di iniziative per un governo complessivo

Dettagli

CONFPROFESSIONI: ACCORDO CON POP.VICENZA, POS A COSTO ZERO PER PROFESSIONISTI

CONFPROFESSIONI: ACCORDO CON POP.VICENZA, POS A COSTO ZERO PER PROFESSIONISTI 23 Luglio 2014 CONFPROFESSIONI: ACCORDO CON POP.VICENZA, POS A COSTO ZERO PER PROFESSIONISTI (Il Sole 24 Ore Radiocor) - Roma, 23 lug - Banca Popolare di Vicenza, Confprofessioni, Fidiprof Nord e Fidiprof

Dettagli

GESTIONE EMERGENZA NEVE 31 GENNAIO 13 FEBBRAIO 2012

GESTIONE EMERGENZA NEVE 31 GENNAIO 13 FEBBRAIO 2012 GESTIONE EMERGENZA NEVE 31 GENNAIO 13 FEBBRAIO 2012 L EVENTO Complessivamente dal 31 gennaio al 13 febbraio sono stati registrati i seguenti spessori del manto nevoso Parte orientale della Regione: fascia

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Le attività delle Regioni per implementare il progetto nel territorio

COMUNICATO STAMPA. Le attività delle Regioni per implementare il progetto nel territorio COMUNICATO STAMPA Garanzia Giovani, i nuovi dati: sono 169.076 i giovani che si sono registrati, 36.566 sono stati già convocati dai servizi per il lavoro e 23.469 hanno già ricevuto il primo colloquio

Dettagli

MOdena e REggio Emilia Città Amiche degli Studenti

MOdena e REggio Emilia Città Amiche degli Studenti MOdena e REggio Emilia Città Amiche degli Studenti L 1 r C d P p S i d M m I m S n L ATENEO DI MODENA E REGGIO EMILIA 12 Facoltà, 31 Dipartimenti, quasi 19.000 iscritti ai soli corsi di studio, un numero

Dettagli

Bilancio dei Bambini

Bilancio dei Bambini Asili nido comunali: n iscritti 2009 2010 2011 Var. % anno 2011-2010 Numero di strutture Asili nido Capienza dei posti disponibili Numero posti attivati Numero iscritti 27 28 28-1.214 1.254 1.258 0,32%

Dettagli

L.R. 25 SETTEMBRE 1996 ART. 5 CO. 2 E ART. 21 CO. 3 D.P.R. N. 022/PRES.

L.R. 25 SETTEMBRE 1996 ART. 5 CO. 2 E ART. 21 CO. 3 D.P.R. N. 022/PRES. PROGRAMMA PROVINCIALE FINALIZZATO ALLA SPERIMENTAZIONE DI MODELLI ORGANIZZATIVI INNOVATIVI DEGLI INTERVENTI E DEI SERVIZI DI RETE RIVOLTI ALLE PERSONE DISABILI L.R. 25 SETTEMBRE 1996 ART. 5 CO. 2 E ART.

Dettagli

In collaborazione con: STAGE PER RAGAZZI/E DAI 15 AI 17 ANNI RESIDENTI A PARMA

In collaborazione con: STAGE PER RAGAZZI/E DAI 15 AI 17 ANNI RESIDENTI A PARMA In collaborazione con: STAGE PER RAGAZZI/E DAI 15 AI 17 ANNI RESIDENTI A PARMA COMUNE DI PARMA Cari ragazzi e ragazze, ancora una volta ci rivolgiamo a voi per proporvi le attività che faranno piacevole

Dettagli

ASKANEWS Articolo e Video http://www.askanews.it/economia/confindustria-intesa-sp-innovazione-export-per-far-crescerepmi_711636241.htm Confindustria-Intesa Sp: innovazione-export per far crescere Pmi A

Dettagli

bilancio partecipato del Comune di Monte Porzio Catone

bilancio partecipato del Comune di Monte Porzio Catone bilancio partecipato del Comune di Monte Porzio Catone BP 2009 non solo parole Sbilanciamoci è un invito a partecipare alla scelta su come investire soldi pubblici, tramite il Bilancio Partecipato. Il

Dettagli

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 11 15/06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 5 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 9 DOSSIER CONFCOMMERCIO

Dettagli

Rifiuti, nuovi calendari

Rifiuti, nuovi calendari ilcentro Extra - Il giornale in edicola http://quotidianiespresso.extra.kataweb.it/finegil/ilcentro/checksecurity.chk?action=... Page 1 of 1 04/01/2012 Elenco Titoli Stampa questo articolo MERCOLEDÌ, 04

Dettagli

Pagina 1 di 7 CARTA DEL SERVIZIO CAD VIA PIO VII, 61 TORINO

Pagina 1 di 7 CARTA DEL SERVIZIO CAD VIA PIO VII, 61 TORINO Pagina 1 di 7 CARTA DEL SERVIZIO CAD VIA PIO VII, 61 TORINO Pagina 2 di 7 Denominazione del presidio: CAD Laboratori via Pio Ubicazione/Indirizzo: via PIO VII, 61 (zona lingotto) Come si raggiunge: linee

Dettagli

di cucina, estetica, maglia e cucito, ginnastica dolce, musicoterapia);

di cucina, estetica, maglia e cucito, ginnastica dolce, musicoterapia); ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: PERUGIA - DADI: disabili anziani diritti inclusione SETTORE e Area di Intervento: Settore: Assistenza Area d intervento: Disabilità (prevalente)

Dettagli

CEA: Parco Costiero Piani d Invrea -Varazze

CEA: Parco Costiero Piani d Invrea -Varazze CEA: Parco Costiero Piani d Invrea -Varazze Proposta educativa 2015/2016 Ente di riferimento: comune di Varazze Data d inizio attività: 2015 Sede: Viale Nazioni Unite, 5 17019 Varazze (SV) Tel. : +39 019.9390231

Dettagli

servizio civile volontario

servizio civile volontario c r i s t i n a Mi chiamo Cristina e ho svolto servizio presso una cooperativa SERVIZIO CIVILE NAZIONALE che ha sede a Ivrea, che mi ha selezionato per un progetto di supporto educativo ai minori per evitare

Dettagli

CRITERI PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA

CRITERI PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA CRITERI PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA Approvato con deliberazione Giunta Comunale n 97 del 23.04.2013 Sommario: PREMESSA Art. 1 DEFINIZIONE DI VOLONTARIO Art. 2- DEFINIZIONE

Dettagli

Progetto Raccogliamo Miglia Verdi. Andiamo a Kyoto, prendiamo il Protocollo e riportiamolo nella nostra città!

Progetto Raccogliamo Miglia Verdi. Andiamo a Kyoto, prendiamo il Protocollo e riportiamolo nella nostra città! Progetto Raccogliamo Miglia Verdi Andiamo a Kyoto, prendiamo il Protocollo e riportiamolo nella nostra città! PREMESSA Nel 2003, in concomitanza alla Nona Conferenza Mondiale sul Clima (COP 9), l associazione

Dettagli

IL PIANO DI SVILUPPO LOCALE SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE. Uno strumento per lo sviluppo delle imprese e del territorio

IL PIANO DI SVILUPPO LOCALE SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE. Uno strumento per lo sviluppo delle imprese e del territorio IL PIANO DI SVILUPPO LOCALE DELLA FONDAZIONE PER LO SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE Uno strumento per lo sviluppo delle imprese e del territorio LA FONDAZIONE PER LO SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE La Fondazione

Dettagli

Caso studio. Ottimizzazione di una landing page B2B ... www.lucagentile.eu. Copyright 2015

Caso studio. Ottimizzazione di una landing page B2B ... www.lucagentile.eu. Copyright 2015 0 1 Premessa del test In questo caso studio ti mostro come ho condotto una serie di 2 test per una campagna AdWords di lead generation. Il report si concentrerà sui risultati e le conseguenze del test,

Dettagli

Banca Dati Rete Consortile. Questionario raccolta dati cooperative di tipo A

Banca Dati Rete Consortile. Questionario raccolta dati cooperative di tipo A Pagina 1 di 14 Questionario raccolta dati cooperative di tipo A Il presente questionario intende promuovere un indagine finalizzata a rilevare le informazioni necessarie per la redazione del bilancio sociale

Dettagli

Accordo Investiagricoltura Periodo 2014-2020 (aggiornamento del maggio 2015)

Accordo Investiagricoltura Periodo 2014-2020 (aggiornamento del maggio 2015) Accordo Investiagricoltura Periodo 2014-2020 (aggiornamento del maggio 2015) Premesso che - il mercato, soprattutto estero, mostra significativi segnali di ripresa economica, che possono rappresentare

Dettagli

Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio

Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio C E N S I S Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio III Quadrimestre 2008 Monitor Lazio è promosso dall Unione Regionale delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura

Dettagli

IV Commissione consiliare (Trasporti)

IV Commissione consiliare (Trasporti) IV Commissione consiliare (Trasporti) Lavori settima dal 7 all 11 gennaio 2008 In commissione Trasporti l audizione dei rappresentanti dell autotrasporto. I problemi dell autotrasporto sardo sono stati

Dettagli

Piano Comunale di Protezione Civile Presentazione

Piano Comunale di Protezione Civile Presentazione Piano Comunale di Protezione Civile Presentazione Aprile 2012 Comune di Piacenza Il Piano Comunale di Protezione Civile, nella sua edizione aggiornata, è stato elaborato con lo scopo di fornire al Comune,

Dettagli

Conferenza internazionale Global Connectivity with the Mediterranean Basin

Conferenza internazionale Global Connectivity with the Mediterranean Basin Comunicato stampa Conferenza internazionale Global Connectivity with the Mediterranean Basin La sfida del regime di free zone per i punti franchi di Trieste lanciata dal presidente Marina Monassi. Il messaggio

Dettagli

Settore Segreteria Generale. Settore Servizi Amministrativi. Settore Polizia Provinciale. Settore Risorse Umane e Finanziarie. Settore Servizi Tecnici

Settore Segreteria Generale. Settore Servizi Amministrativi. Settore Polizia Provinciale. Settore Risorse Umane e Finanziarie. Settore Servizi Tecnici Settore Segreteria Generale Segretario Generale: Giulio Nardi e-mail: giulio.nardi@provincia.siena.it Telefono: 0577 241360 Fax: 0577 241321 Orario di ricevimento: su appuntamento Settore Servizi Amministrativi

Dettagli

X Datore di lavoro pubblico

X Datore di lavoro pubblico AZIONE 3 - attivazione di accordi sugli orari e sull organizzazione del lavoro, volti a favorire forme di flessibilità finalizzate alla conciliazione dei tempi di vita familiare e di lavoro dei lavoratori

Dettagli

i vostri reclami e l ombudsman

i vostri reclami e l ombudsman i vostri reclami e l ombudsman Cos è l ombudsman Il Financial Ombudsman Service può intervenire qualora abbiate presentato un reclamo nei confronti di un ente finanziario e non siate soddisfatti degli

Dettagli

AGENZIA DI AMBITO PER I SERVIZI PUBBLICI DI RAVENNA

AGENZIA DI AMBITO PER I SERVIZI PUBBLICI DI RAVENNA AGENZIA DI AMBITO PER I SERVIZI PUBBLICI DI RAVENNA N. 6 delle deliberazioni N. 462 di protocollo del 27/05/2008 DELIBERAZIONE DELLA ASSEMBLEA DELLA AGENZIA L'anno 2008 il giorno 16 del mese di aprile

Dettagli

Montecassiano Bene Comune

Montecassiano Bene Comune Montecassiano Bene Comune Programma per l amministrazione comunale 2014-2019 non abbiamo bisogno di chissà quali grandi cose o chissà quali grandi uomini; abbiamo solo bisogno di più gente onesta (b.c.)

Dettagli

ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DEL MIRANESE

ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DEL MIRANESE ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DEL MIRANESE PER IL COORDINAMENTO DELLE POLITICHE GIOVANILI CONVENZIONE 2015 2017 Testo approvato con deliberazioni consiliari di Martellago del, n., Mirano del, n., Noale del,

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PROGETTO CITTA SOSTENIBILI E AMICHE DEI BAMBINI E DEGLI ADOLESCENTI

PROTOCOLLO D INTESA PROGETTO CITTA SOSTENIBILI E AMICHE DEI BAMBINI E DEGLI ADOLESCENTI Inserire il Logo del Comune PROTOCOLLO D INTESA PROGETTO CITTA SOSTENIBILI E AMICHE DEI BAMBINI E DEGLI ADOLESCENTI Seconda annualità 2014/15 Premesso che i diritti dell Infanzia e dell Adolescenza sono

Dettagli

La Rassegna stampa di !" #$! # %& ' #( # $ ) # *+,-.,# /*,0 1 +# 22# 342 5*+,67*#222 8# & 9 :;+7 42+* *4-#*/ +*#222 + #+*. # 5 6 # $!! ;# $#" ; 1! 1 4-#222 ;# 3+#222 1 3 2 422 #(! 1# Ultimo aggiornamento

Dettagli

- CARATTERISTICHE SOCIO-DEMOGRAFICHE DELL INTERVISTATO - (PER TUTTI)

- CARATTERISTICHE SOCIO-DEMOGRAFICHE DELL INTERVISTATO - (PER TUTTI) Soddisfazione per il servizio di distribuzione del GAS e del Teleriscaldamento (AES) Proposta di questionario telefonico Buongiorno. Sono un intervistatore/trice della XXXX. Stiamo effettuando una ricerca

Dettagli

Delibera n. 11/2011 Carta dei Servizi Reparto Ambiente - Corpo Polizia Municipale Anno 2011

Delibera n. 11/2011 Carta dei Servizi Reparto Ambiente - Corpo Polizia Municipale Anno 2011 Delibera n. 11/2011 Carta dei Servizi Reparto Ambiente - Corpo Polizia Municipale Anno 2011 PREMESSE GENERALI Reparto Ambiente Polizia Municipale Viale Brigate Partigiane 19 16129 GENOVA Comune di Genova

Dettagli

Carige prepara l'aumento In campo investitori esteri Il titolo è salito in Borsa

Carige prepara l'aumento In campo investitori esteri Il titolo è salito in Borsa APPROVATO IL BILANCIO Carige prepara l'aumento In campo investitori esteri Il titolo è salito in Borsa Banca Carige prepara l'aumento di capitale da 800 milioni e se l'obiettivo è fare in modo che resti

Dettagli

LA PICCOLA BASILICATA GIOCA LA CARTA DELL INNOVAZIONE

LA PICCOLA BASILICATA GIOCA LA CARTA DELL INNOVAZIONE L intervista LA PICCOLA BASILICATA GIOCA LA CARTA DELL INNOVAZIONE IL PRESIDENTE DELLA REGIONE, VITO DE FILIPPO, SPIEGA LE RAGIONI CHE HANNO SPINTO IL GOVERNO REGIONALE A PROMUOVERE UNA LEGGE PER IL SOSTEGNO

Dettagli

COMUNI SPRECONI? SERVONO CIRCA 120 MILIONI DI EURO PER IL RISPARMIO ENERGETICO

COMUNI SPRECONI? SERVONO CIRCA 120 MILIONI DI EURO PER IL RISPARMIO ENERGETICO Comunicato stampa COMUNI SPRECONI? SERVONO CIRCA 120 MILIONI DI EURO PER IL RISPARMIO ENERGETICO Servono tra i 110 e i 120 milioni di euro per ridurre gli sprechi in campo energetico dei Comuni con meno

Dettagli

Proponente: Provincia Titolo dell'intervento:

Proponente: Provincia Titolo dell'intervento: Allegato 1 Spett.le COMUNE DI FORLI' Servizio Ambiente e Protezione Civile Unità Ambiente Via delle Torri 3 47121 Forlì Oggetto: BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI CONTRIBUTI PER AZIONI DI SOSTEGNO ALLA TUTELA

Dettagli

PROGRAMMA ESTATE SOLIDALE IN CITTÀ 2016

PROGRAMMA ESTATE SOLIDALE IN CITTÀ 2016 Assessorato Politiche Sociali e Salute Servizio Politiche Sociali PROGRAMMA ESTATE SOLIDALE IN CITTÀ 2016 L Assessorato Politiche Sociali e Salute propone, per il periodo estivo, una pluralità di iniziative

Dettagli

LINEE D INDIRIZZO REGIONALE PROGETTO ETA LIBERA INVECCHIAMENTO ATTIVO - EDIZIONE 2011 -

LINEE D INDIRIZZO REGIONALE PROGETTO ETA LIBERA INVECCHIAMENTO ATTIVO - EDIZIONE 2011 - LINEE D INDIRIZZO REGIONALE PROGETTO ETA LIBERA INVECCHIAMENTO ATTIVO - EDIZIONE 2011 - 1. AZIONI DI PROTEZIONE delle persone anziane con fragilità fisiche e sociali: Azione 1.1 Consolidamento del Call

Dettagli

RIFORMA DELLA SCUOLA LE NOVITA DELLA LEGGE 107/2015

RIFORMA DELLA SCUOLA LE NOVITA DELLA LEGGE 107/2015 RIFORMA DELLA SCUOLA LE NOVITA DELLA LEGGE 107/2015 A cura di Alessandro Giuliani 1 1 AGOSTO 2015 TECNICA DELLA SCUOLA IL PROVVEDIMENTO IN SINTESI Un offerta formativa più ricca e flessibile per gli studenti

Dettagli

COMMISSIONE CONSILIARE III. Sanità e Assistenza. Seduta del 28 settembre 2011 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE MARGHERITA PERONI

COMMISSIONE CONSILIARE III. Sanità e Assistenza. Seduta del 28 settembre 2011 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE MARGHERITA PERONI COMMISSIONE CONSILIARE III Sanità e Assistenza Seduta del 28 settembre 2011 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE MARGHERITA PERONI Argomento n. 4 all ordine del giorno: ITR N. 3113 Bando per l'accesso alla "Dote

Dettagli

Media Tutorial 17 Aprile 2013

Media Tutorial 17 Aprile 2013 RASSEGNA STAMPA aggiornata al 2 Maggio 2013 Rassegna stampa Media Tutorial 17 Aprile 2013 Milano, 17 Aprile 2013 Web Testata Lettori Ascoltatori Utenti unici Visitatorri Titolo Data Giornalista Mondopressing

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Pasquale Sottocorno Via Monte Popera, 12-20138 Milano C.F. 97504710159 Tel. 0288446556

Istituto Comprensivo Statale Pasquale Sottocorno Via Monte Popera, 12-20138 Milano C.F. 97504710159 Tel. 0288446556 Istituto Comprensivo Statale Pasquale Sottocorno Via Monte Popera, 12-20138 Milano C.F. 97504710159 Tel. 0288446556 VERBALE DEL CONSIGLIO D ISTITUTO DEL 18 OTTOBRE 2012 L anno 2012 il giorno 18 del mese

Dettagli

Newsletter dell Assessorato alle politiche sociali. Carissimi,

Newsletter dell Assessorato alle politiche sociali. Carissimi, Newsletter dell Assessorato alle politiche sociali 16 Febbraio Newsletter Numero 1 /2015 Carissimi, Dopo una breve interruzione, riprende l invio delle notizie dal nostro Municipio, con una newsletter

Dettagli

L Italia non è un Paese per giovani

L Italia non è un Paese per giovani L Italia non è un Paese per giovani su ogni giovane italiano oggi gravano 80.000 euro di debito pubblico e 250.000 euro di debito pensionistico. ASSEMBLEA DELL ASSOCIAZIONE GIOVANI COOPERATORI TRENTINI

Dettagli

Dopo 30 anni una nuova legge resiliente

Dopo 30 anni una nuova legge resiliente Dopo 30 anni una nuova legge resiliente In Regione Lazio arrivano l'agenzia, la Consulta del volontariato e nuovi obiettivi sul fronte della formazione. Ne abbiamo parlato con Carlo Rosa, responsabile

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD/2012-1593 DEL 20/12/2012. Comune di Parma

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD/2012-1593 DEL 20/12/2012. Comune di Parma DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD/2012-1593 DEL 20/12/2012 Comune di Parma Centro di Responsabilità: 13050 - S.O. ECONOMATO E LAYOUT Centro di Costo: Vari Servizi vari Determinazione n. proposta PD\2012-3305

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Roma, 15 gennaio 2009 REPLAT ANALIZZA IL MERCATO IMMOBILIARE ITALIANO DEL II SEMESTRE 2008

COMUNICATO STAMPA Roma, 15 gennaio 2009 REPLAT ANALIZZA IL MERCATO IMMOBILIARE ITALIANO DEL II SEMESTRE 2008 COMUNICATO STAMPA Roma, 15 gennaio 2009 REPLAT ANALIZZA IL MERCATO IMMOBILIARE ITALIANO DEL II SEMESTRE 2008 INDICE REPLAT: TRA GIUGNO E DICEMBRE LA DOMANDA RECUPERA IL +5,27% MA IL SETTORE CONTINUA A

Dettagli

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO 2007

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO 2007 UFFICIO SERVIZIO CIVILE SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO 2007 Titolo progetto Attività Integrative all Assistenza Domiciliare Integrata Tipologia destinatari A06 Disabili Giorni /ore di servizio 5 giorni

Dettagli

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto Provincia di Ravenna Album fotografico UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto CONSIGLI/CONSULTE DEI COMUNI PARTECIPANTI SCUOLA Consulta ragazzi di Alfonsine Michelacci Andrea Scuola Primaria "Matteotti

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

Guida sui servizi che le Associazioni di Volontariato offrono ai cittadini, ai Medici di Medicina Generale e agli operatori sanitari

Guida sui servizi che le Associazioni di Volontariato offrono ai cittadini, ai Medici di Medicina Generale e agli operatori sanitari Comitato Consultivo Misto di Lugo Ufficio Relazioni con il Pubblico di Lugo Distretto di Lugo LE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO OPERANTI NEI SERVIZI SOCIO-SANITARI DELLA BASSA ROMAGNA PER UNA MIGLIORE QUALITA

Dettagli