Scheda Paese Marocco. A cura di. Nadia Harbouli Ufficio Marocco

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Scheda Paese Marocco. A cura di. Nadia Harbouli Ufficio Marocco"

Transcript

1 Scheda Paese Marocco A cura di Nadia Harbouli Ufficio Marocco

2 DESK ITALIA - MAROCCO MAROCCO

3 MAROCCO Mercato prioritario per stabilità economica e politica Posizione geografica strategica Indicatori macro-economici positivi Programmi di sviluppo, liberalizzazioni e privatizzazioni in atto Rete di telecomunicazioni funzionante Infrastrutture in rapido sviluppo Manodopera a basso costo Popolazione giovane con propensione al consumo

4 DATI PAESE Capitale: Rabat Forma di governo: Monarchia Costituzionale Lingua ufficiale: Arabo Lingue diffuse: francese, spagnolo, berbero Religione: Musulmani (98,7%), Cattolici ed Ebrei (1,3%) Principali centri di business: Casablanca, Rabat, Tangeri, Marrakech, Agadir Superficie: Km² ( incluso Sahara Occid.) Popolazione: 32,2 mln (tasso di crescita 1,5%) Popolazione urbana: 59%

5 INDICATORI MACROECONOMICI PIL: 74,723 mld di euro (2011) Tasso di crescita del PIL (%): 4,3 % (2011) 3.7 % (2010), 4.8 (2009), 5.6 (2008) Deficit pubblico/pil%: 3,5 ( 2011), 4.5 (2010) Previsione 2012: PIL 3,2 %; tasso di inflazione 1,1%, tasso di disoccupazione stabile 9,7%, deficit pubblico in aumento al 4%

6 BILANCIA COMMERCIALE (2011) Export: 15,412 mld di Import: mld di Deficit commerciale: mld di Principali prodotti esportati: fosfati, tessile-abbigliamento, prodotti ittici, prodotti alimentari e tabacco, prodotti chimici Principali prodotti importati: energia, semilavorati, prodotti finiti di consumo,macchine impiego generale e speciale

7 RAPPORTI COMMERCIALI (2011) Principali clienti del Regno (%): Francia (20,0), Spagna (18,2), USA (6,4), Arabia Saudita (5,5), Cina (4,8), Italia (4,2) Principali fornitori (%): Francia (13,5), Spagna (11,1), USA (8,4), Arabia Saudita ( 6,8), Cina (6,5), Italia (5,3), Germania (4,6), Russia (4,4), Turchia (2,07)

8 INTERSCAMBIO COMMERCIALE CON L ITALIA (mln di ) Esportazioni italiane Importazion i italiane Principali prodotti esportati Tessuti, macchine impiego speciale e generale, apparecchi elettrici Principali prodotti importati Abbigliamento, pesce conservati, fili e cavi, prodotti chimici e agricoli

9 SETTORI TRAINANTI E OPPORTUNITA Settori tradizionali: AGROALIMENTARE: impiega circa il 50% popolazione attiva con il 20% del PIL Plan Maroc Vert teso a modernizzare le tecniche di coltivazione (meccanizzazione, aggregazione dei produttori) Piano Halieutis teso a triplicare il PIL settore ittico entro il 2020 (esportazioni a 2 mld di ) TESSILE-CUOIO: <30% esportazioni per crisi internazionale

10 SETTORI TRAINANTI E OPPORTUNITA TURISMO: motore del settore dei servizi e oggetto di programmi nazionali di sviluppo. Previsti investimenti >9 mld di in 4 anni. Programma Vision 2010 teso a raggiungere 10 mln di turisti/anno, a creare 600 mila nuovi posti di lavoro. Programma Vision 2020 in fase di preparazione. Gli Investimenti Diretti Esteri (I.D.E.) sono ammontati di oltre 3 miliardi di euro nel periodo 2005/2010. L ammontare degli investimenti convenzionati nel settore alberghiero è passato da 370 milioni di euro nel 2001 a 870 milioni nel 2010.

11 SETTORI TRAINANTI E OPPORTUNITA Settori strategici: Energie Rinnovabili : ingenti investimenti in considerazione della forte dipendenza dall estero (97%). Il dato è ancora più preoccupante se si considera il tasso di crescita dell economia marocchina e dei consumi interni. Il progetto energetico è ambizioso e mira a coprire entro il 2020 il 42% del consumo nazionale grazie alla produzione di energie rinnovabili, di cui il 14% dal solare. ESTRAZIONE FOSFATI: 3 produttore e 1 esportatore mondiale di fosfati.

12 SETTORI TRAINANTI E OPPORTUNITA Settori in processo di modernizzazione e di sviluppo: INDUSTRIA: >20% del PIL Patto Nazionale per l Emergenza Industriale Obiettivi generali: 1. creazione di posti di lavoro 2. crescita del PIL industriale 3. sostegno agli investimenti

13 SETTORI TRAINANTI E OPPORTUNITA Gruppi tematici: 1.Offshoring: il Marocco é zona offshoring prediletta per i paesi europei, in particolare per i servizi (al 3 posto in Africa per ITC). 2. Automotive: sia per produzioni componenti che costruzione autoveicoli. Progetto stabilimento a Tangeri Gruppo Renault per >600 mln di

14 SETTORI TRAINANTI E OPPORTUNITA 3. Elettronica: ancora limitato; il governo offre un quadro di incentivi per gli investimenti in questo settore (sul costo di acquisto del terreno, delle infrastrutture, e formazione del personale) 4. Aerospace: con la presenza di 90 operatori, l industria aerospaziale marocchina si é consolidata e presenta un tessuto industriale diversificato (assemblaggio, cablaggio, riparazioni, meccanica etc.)

15 SETTORI TRAINANTI E OPPORTUNITA LOGISTICA E TRASPORTI: settore che impiega >300 mila persone e contribuisce al 5% del PIL. Già realizzati Tanger-Med I e II. Piano Nazionale della Logistica (2010) teso a ridurre gli alti costi della logistica e ad offrire una migliore organizzazione infrastrutturale. Prevede investimenti di circa 6,5 mld di entro il 2015 e 10,8 mld di tra il 2015 e il TELECOMUNICAZIONI e ITC: in fortissima espansione con crescente bisogno di informatizzazione della PA e PMI del settore.

16 SETTORI TRAINANTI E OPPORTUNITA AMBIENTE E SVILUPPO SOSTENIBILE: secondo stime governative, il degrado ambientale costerebbe il 3,5-3,7% del PIL. Carta Nazionale dell ambiente (2010) quadro di riferimento legislativo generale. Previsione di 110 mln di per la gestione dei rifiuti solidi (domestici ed industriali) e stanziamenti per la depurazione dei rifiuti liquidi.

17 MAPPATURA PRESENZA ITALIANA Sono già presenti in Marocco alcune centinaia di imprese a controllo o partecipazione italiana in diversi campi: circa 15% nell edilizia circa 15% nella fornitura di servizi turistici la parte restante si concentra nel settore tessile, agroalimentare, ittico, ed infrastrutturale.

18 OPPORTUNITÀ DI MERCATO PER L ITALIA I settori coinvolti in recenti programmi di investimento e che potrebbero interessare le imprese italiane: Trasporti: km di autostrade entro il Programma d investimenti dello Stato del 2009, per un costo globale di 38,1 milioni DH di cui 383 KM di autostrade nuove, alla cui realizzazione l ADM (Autoroutes du Maroc) destinerà 3 miliardi di entro il 2015.

19 OPPORTUNITÀ DI MERCATO PER L ITALIA Ferroviario: settore che prevede nuove linee. L ONCF (Office National des Chemins de Fer), destinerà 3 miliardi di per il piano per la realizzazione del raccordo del complesso portuario di Tanger-Med alla rete nazionale e la realizzazione della linea TGV tra Tangeri e Casablanca per un con costo di 20 milioni DH.

20 OPPORTUNITÀ DI MERCATO PER L ITALIA Nel settore portuale, per il nuovo porto di Casablanca saranno investiti oltre 100 milioni di (Agence Nationale des Ports) per la riqualificazione del vecchio porto di Tangeri sono previsti 560 milioni di. Realizzazione della seconda parte del complesso Tanger-Med per un costo globale di 12 milioni DH e l estensione del porto di Dakhla, Boujdour, e Mdiq.

21 OPPORTUNITÀ DI MERCATO PER L ITALIA Nel settore idrico-energetico é prevista la costruzione (entro il 2013) di 10 grandi dighe e 50 dighe medio - piccole. Il Secrétariat d Etat Chargé de l Eau et de l Environnement ha stanziato per il prossimo quinquennio 2 miliardi di. Quasi 1 miliardo di sono destinati a far fronte all aumento della domanda di energia a cura dell ONE Office National de l Energie.

22 OPPORTUNITÀ DI MERCATO PER L ITALIA Settore Aeroportuale: 320 milioni di sono stati assegnati per la realizzazione di aeroporti nelle principali città del Regno a cura dell ONDA (Office National des Aéroports)e ammodernamento, ampliamento di vecchi aereoporti (Casablanca Terminal 2,3). Creazione di una Tecnopoli area per la ricerca ad alto contenuto tecnologico per le imprese straniere.

23 OPPORTUNITÀ DI MERCATO PER L ITALIA Ambiente: rafforzamento delle infrastrutture per depurare i rifiuti liquidi, gestione e smaltimento dei rifiuti solidi (industriali e domestici), preservazione delle risorse idriche. Costituzione di discariche controllate. Recupero di materiali riciclabili. Lotta all inquinamento atmosferico.

24 OPPORTUNITÀ DI MERCATO PER L ITALIA Energie rinnovabili: Programma : circa 9 mld di Progetti con ingenti investimenti per la produzione di energia solare, eolica, termica e da biomasse Due agenzie governative : ADEREE, MASEN 5 stazioni solari in 10 anni, di una capacità di produzione elettrica pari a a 2.000MW per un totale di ettari nel Sud del Paese. Obiettivo: 42% energia domestica entro 2020

25 OPPORTUNITÀ DI MERCATO PER L ITALIA Edilizia residenziale: l impetuoso sviluppo delle costruzioni, sia per rispondere alla domanda di edilizia abitativa economica, che per processi di qualificazione di tutte le maggiori città del paese, fanno di questo settore un comparto dalle enormi potenzialità dove l Italia può giocare un ruolo di grande rilievo per quanto riguarda: Materiali da costruzioni, marmo, piastrelli di ceramica, serramenti di qualità, sanitari, rubinetteria, fornitura attrezzature e accessori per l arredamento, illuminazioni, ecc...

26 OPPORTUNITÀ DI MERCATO PER L ITALIA Edilizia Turistica: programma «Plan Azur», ovvero un piano di sviluppo che prevede un forte investimento per la creazione di 6 località balneari: 5 sulla costa atlantica e 1 su quella mediterranea

CONSORZIO CAMERALE PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE

CONSORZIO CAMERALE PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE CONSORZIO CAMERALE PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE A cura di Houda Hamama DATI PAESE Capitale: Rabat Forma di governo: Monarchia Costituzionale Lingua ufficiale: Arabo Lingue diffuse: francese, spagnolo,

Dettagli

Costa Rica Congiuntura Economica

Costa Rica Congiuntura Economica Costa Rica Congiuntura Economica Il PIL del Costa Rica è cresciuto del 3.8% durante il 2011, dato inferiore alla crescita del 4.2% registrato tra il 2009 ed il 2010. Per quanto riguarda il 2012 si prevede

Dettagli

TANGER MED UNA PIATTAFORMA LOGISTICA ED INDUSTRIALE DI LIVELLO INTERCONTINENTALE

TANGER MED UNA PIATTAFORMA LOGISTICA ED INDUSTRIALE DI LIVELLO INTERCONTINENTALE TANGER MED UNA PIATTAFORMA LOGISTICA ED INDUSTRIALE DI LIVELLO INTERCONTINENTALE Agenzia Italiana per il Commercio Estero Sezione per la Promozione degli Scambi dell Ambasciata d Italia in Marocco 21,

Dettagli

Operare con l estero: opportunità di business negli Emirati Arabi Uniti. Torino, 14 ottobre 2005 Centro Congressi Torino Incontra Sala Giolitti

Operare con l estero: opportunità di business negli Emirati Arabi Uniti. Torino, 14 ottobre 2005 Centro Congressi Torino Incontra Sala Giolitti Operare con l estero: opportunità di business negli Emirati Arabi Uniti Torino, 14 ottobre 2005 Centro Congressi Torino Incontra Sala Giolitti Opportunita di Business negli Emirati Arabi Uniti Visione

Dettagli

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE 8 luglio 2013 Anno 2012 OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE Nel 2012 gli operatori che hanno effettuato vendite di beni all estero sono 207.920, in lieve aumento (+0,3%) rispetto al 2011. Al netto dei

Dettagli

INTERNAZIONALIZZAZIONE: Opportunità di crescita per le PMI

INTERNAZIONALIZZAZIONE: Opportunità di crescita per le PMI INTERNAZIONALIZZAZIONE: Opportunità di crescita per le PMI Mercoledì 18 marzo 2015, ore 17.00 Camera di Commercio, Sala Arancio, Via Tonale 28/30 - Lecco Materiale a cura di: Direzione Studi e Ricerche,

Dettagli

Istituto nazionale per il Commercio Estero. Nota Congiunturale URUGUAY

Istituto nazionale per il Commercio Estero. Nota Congiunturale URUGUAY Istituto nazionale per il Commercio Estero Nota Congiunturale URUGUAY Maggio 2011 L'economia uruguaiana, nel 2010, ha registrato una significativa crescita del PIL dell 8,5% rispetto al 2009 e, nel primo

Dettagli

L internazionalizzazione delle PMI nella programmazione regionale 2014-2020

L internazionalizzazione delle PMI nella programmazione regionale 2014-2020 I Fondi Europei per la competitività e l innovazione delle PMI campane: strategie e opportunità di finanziamento L internazionalizzazione delle PMI nella programmazione regionale 2014-2020 Dr. Ennio Parisi

Dettagli

Internazionalizzazione delle imprese

Internazionalizzazione delle imprese Internazionalizzazione delle imprese italiane: contesto ed opportunità 3 Marzo 2015 Business Analysis Pio De Gregorio, Responsabile Anna Tugnolo, Senior Analyst Dopo un 2013 difficile, le esportazioni

Dettagli

Caratteristiche e Potenzialità

Caratteristiche e Potenzialità Le opportunità di investimento per le aziende italiane Dott. Enrico Perego Milano, 8 Marzo 2012 Caratteristiche e Potenzialità Valutazione Paese Forza lavoro giovane e a basso costo Forte stabilità politica

Dettagli

Scheda LE FONTI RINNOVABILI, IL RISPARMIO E L EFFICIENZA ENERGETICA

Scheda LE FONTI RINNOVABILI, IL RISPARMIO E L EFFICIENZA ENERGETICA ISTITUTO DI RICERCHE ECONOMICHE E SOCIALI Osservatorio Energia Scheda LE FONTI RINNOVABILI, IL RISPARMIO E L EFFICIENZA ENERGETICA PREMESSA Nel marzo 2007, l Unione europea ha varato il primo concreto

Dettagli

PAESE: MAROCCO. Arabo (lingue diffuse: Berbero, Francese, Spagnolo)

PAESE: MAROCCO. Arabo (lingue diffuse: Berbero, Francese, Spagnolo) PAESE: MAROCCO I. Analisi del contesto sociale ed economico di riferimento I.A. Quadro degli indici economici, demografici e sociali Indicatori socio-economici (**) 2009(*) 2008 2007 2006 2005 2004 2003

Dettagli

LA FILIERA AUTOMOTIVE IN MAROCCO

LA FILIERA AUTOMOTIVE IN MAROCCO Ufficio di Casablanca - Sezione per la Promozione degli Scambi dell Ambasciata d Italia in Marocco LA FILIERA AUTOMOTIVE IN MAROCCO (novembre 2014) In base ai dati diramati dal Governo marocchino, il settore

Dettagli

Un azione di sistema a sostegno del business delle imprese italiane in Serbia

Un azione di sistema a sostegno del business delle imprese italiane in Serbia Un azione di sistema a sostegno del business delle imprese italiane in Serbia Ing. Renato Pujatti Pordenone, 9 giugno 2011 Obiettivi del progetto Costituire una rete di attori economici e istituzionali

Dettagli

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA Hannover Messe 2014 Walking Press Conference, 8 Aprile 2014 L industria Elettrotecnica ed Elettronica in Italia ANIE rappresenta da sessant anni l industria

Dettagli

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia)

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia) L Italia in Russia I numeri della presenza italiana in Russia Esportazioni (2008): 10, miliardi (3% del totale export Italia) La Russia è il 7 paese cliente dell Italia (dopo Germania, Francia, Spagna,

Dettagli

L evoluzione italiana nel quadro internazionale e l integrazione nella politica energetica

L evoluzione italiana nel quadro internazionale e l integrazione nella politica energetica Irex Annual Report 2013 L evoluzione italiana nel quadro internazionale e l integrazione nella politica energetica Alessandro Marangoni Nuove energie, nuova strategia Roma, 18 aprile 2013 Copyright 2013

Dettagli

Il mercato spagnolo del riciclaggio

Il mercato spagnolo del riciclaggio Nota settoriale Il mercato spagnolo del riciclaggio Agenzia ICE Ufficio di Madrid Data di realizzazione: aprile 2013 Agenzia ICE ufficio di Madrid Il settore del riciclaggio 1 CENNI SUL MERCATO SPAGNOLO

Dettagli

L ENERGIA E IL FUTURO: IL FUTURO DELL ENERGIA

L ENERGIA E IL FUTURO: IL FUTURO DELL ENERGIA L ENERGIA E IL FUTURO: IL FUTURO DELL ENERGIA Prospettive di sviluppo delle energie rinnovabili per la produzione di energia elettrica. Opportunità per il sistema industriale nazionale. Intervento di Annalisa

Dettagli

L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI

L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI Ottobre 2012 1 L ATLANTE DEL MADE IN ITALY Le rotte dell export italiano prima e durante la crisi La crisi dell economia

Dettagli

Internazionalizzare in. Marocco. Casablanca 26-28 Novembre

Internazionalizzare in. Marocco. Casablanca 26-28 Novembre Internazionalizzare in Marocco Casablanca 26-28 Novembre 2014 1 Il Marocco e le nuove Opportunità Strategiche «( da un punto di vista strategico, i piani di sviluppo e i progetti già realizzati hanno permesso

Dettagli

Un Paese su cui scommettere

Un Paese su cui scommettere Un Paese su cui scommettere La Polonia è un Paese in cui investire è una garanzia; da anni ormai attrae l interesse di un numero crescente di imprese (Europee e non), che operano nei settori più svariati,

Dettagli

Elettrificazione rurale in Africa: opportunità di business per le aziende Italiane del comparto Energia

Elettrificazione rurale in Africa: opportunità di business per le aziende Italiane del comparto Energia Elettrificazione rurale in Africa: opportunità di business per le aziende Italiane del comparto Energia Workshop on the European Commission Electrification Financing Initiative (ElectriFI ) Rome, April

Dettagli

Progetto Integrato di Mercato PIM America Latina. Cile Presentazione del Paese Relatore : Stefania Turco Jones. Forum d Area America Latina

Progetto Integrato di Mercato PIM America Latina. Cile Presentazione del Paese Relatore : Stefania Turco Jones. Forum d Area America Latina Progetto Integrato di Mercato PIM America Latina Cile Presentazione del Paese Relatore : Stefania Turco Jones Forum d Area America Latina Dove siamo? Superficie: 756.626 km² (cui si aggiungono 1.250.000

Dettagli

Libia : opportunità settore industriale per le Imprese Italiane. Consulenza strategica all impresa

Libia : opportunità settore industriale per le Imprese Italiane. Consulenza strategica all impresa Libia : opportunità settore industriale per le Imprese Italiane PREMESSA L economia italiana attraversa una fase di acuta recessione. Conseguentemente, le attività industriali produttive, eccetto quelle

Dettagli

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014 FEDERAZIONE NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DEI PRODUTTORI DI BENI STRUMENTALI E LORO ACCESSORI DESTINATI ALLO SVOLGIMENTO DI PROCESSI MANIFATTURIERI DELL INDUSTRIA E DELL ARTIGIANATO IL SETTORE DEI BENI

Dettagli

Capitolo 24. Risultati economici delle imprese

Capitolo 24. Risultati economici delle imprese Capitolo 24 Risultati economici delle imprese 24. Risultati economici delle imprese Per saperne di più... Eurostat. http://europa. eu.int/comm/eurostat. Imf. World economic outlook. Washington: 2012.

Dettagli

RE start. La sfida possibile di un Italia più internazionale

RE start. La sfida possibile di un Italia più internazionale RE start. La sfida possibile di un Italia più internazionale Rapporto Export 2015/2018 Trasformare una geografia dei rischi in una geografia delle opportunità Il mondo ha mantenuto, nel suo complesso,

Dettagli

Dati generali e indici di rischio

Dati generali e indici di rischio ANGOLA Dati generali e indici di rischio Capitale Luanda Popolazione (milioni) 20,82 61/100 80/100 70/100 PIL nominale (miliardi USD PPP) 131,79 controparte sovrana Esproprio e violazioni contrattuali

Dettagli

L industria del Made in Italy e la route to market verso l internazionalizzazione. Spunti su come l Europa ci può aiutare

L industria del Made in Italy e la route to market verso l internazionalizzazione. Spunti su come l Europa ci può aiutare Milano, 28 aprile 2014 L industria del Made in Italy e la route to market verso l internazionalizzazione. Spunti su come l Europa ci può aiutare Paolo De Castro Presidente Commissione Agricoltura e Sviluppo

Dettagli

Saluto del Presidente. NAMIBIA, A Gem Worth Investing In 1

Saluto del Presidente. NAMIBIA, A Gem Worth Investing In 1 Saluto del Presidente NAMIBIA, A Gem Worth Investing In 1 LA NAMIBIA VI DA' IL BENVENUTO NAMIBIA, A Gem Worth Investing In 2 CONSOLATO DI NAMIBIA, MILANO La Namibia: presentazione di un paese L economia

Dettagli

Proposta di regolamento generale

Proposta di regolamento generale Analisi delle priorità e degli obiettivi della in relazione alla proposta di regolamento generale dei Fondi del QSC Fondi del Quadro Strategico Comune (QSC) Obiettivi Una crescita intelligente: sviluppare

Dettagli

Prospettive del settore farmaceutico: riflessi economici ed occupazionali

Prospettive del settore farmaceutico: riflessi economici ed occupazionali Prospettive del settore farmaceutico: riflessi economici ed occupazionali Massimo Scaccabarozzi, Presidente Farmindustria 52 Simposio AFI -1 giugno 2012 La farmaceutica è la prima industria hi-tech per

Dettagli

Focus Mercato: MAROCCO

Focus Mercato: MAROCCO Focus Mercato: MAROCCO { { CONGIUNTURA ECONOMICA 2011 2012 2013 PIL Nominale (mln ) 71.525 75.545 78.340 Variazione del PIL reale (%) 5 2,9 3,3 Popolazione (mln) 32,3 32,6 33 PIL pro-capite a parità di

Dettagli

Coordinamento Servizi di Promozione del Sistema Italia

Coordinamento Servizi di Promozione del Sistema Italia 2013 2014 Articolazione innovativa in progetti tematici modulati in chiave geografica, con focus sulla Potenziamento ed estensione del supporto a Rafforzamento della I CONTENUTI IN SINTESI: I PUNTI CHIAVE

Dettagli

PIANO PER L ENERGIA RINNOVABILE. Argentina 2016-2025

PIANO PER L ENERGIA RINNOVABILE. Argentina 2016-2025 PIANO PER L ENERGIA RINNOVABILE Argentina 2016-2025 LA LEGGE delle energie rinnovabili stabilisce una nuova fase in Argentina. Sucesso storico dell Argentina che intraprende come politica di Stato, lo

Dettagli

Indagine sui fabbisogni formativi in materia di Internazionalizzazione

Indagine sui fabbisogni formativi in materia di Internazionalizzazione Indagine sui fabbisogni formativi in materia di Internazionalizzazione Roma, 13 ottobre 2015 Focus internazionalizzazione Nei primi mesi del 2015 si rafforzano i primi segnali positivi per l economia italiana,

Dettagli

Uso della biomassa a fini energetici: stato dell arte

Uso della biomassa a fini energetici: stato dell arte Bienergy Expo Usi termici da fonti rinnovabili: Il ruolo della filiera legno-energia Uso della biomassa a fini energetici: stato dell arte Vito Pignatelli, Presidente ITABIA ITABIA - Italian Biomass Association

Dettagli

AEROPORTO DELLE MARCHE CARGO

AEROPORTO DELLE MARCHE CARGO AEROPORTO DELLE MARCHE CARGO POSIZIONE GEOGRAFICA DELL AEROPORTO MilanO 440 Km Venezia 380 Km Bologna 230 km Ancona Perugia 140 km Pescara 157 km Roma 300 km Bari 470 km DISTANZE Aeroporto - Porto 20 Km

Dettagli

Liguria Proposte per un modello di sviluppo Nearly Zero Emissions

Liguria Proposte per un modello di sviluppo Nearly Zero Emissions Liguria Proposte per un modello di sviluppo Nearly Zero Emissions Indice EXECUTIVE SUMMARY... 4 1. IL CONTESTO... 7 1.1 QUADRO INTERNAZIONALE DI RIFERIMENTO... 7 1.2 CONSIDERAZIONI SULLA TRANSIZIONE VERSO

Dettagli

LE INFRASTRUTTURE IN MAROCCO (novembre 2014)

LE INFRASTRUTTURE IN MAROCCO (novembre 2014) LE INFRASTRUTTURE IN MAROCCO (novembre 2014) Il settore ha registrato negli ultimi anni una crescita sostenuta e prosegue il suo sviluppo, dettato dall estensione della modernizzazione delle infrastrutture

Dettagli

FEDERLEGNOARREDO desiderio di fare impresa

FEDERLEGNOARREDO desiderio di fare impresa FEDERLEGNOARREDO desiderio di fare impresa FEDERLEGNOARREDO è il cuore della filiera italiana del legno-arredo. Dal 1945 difendiamo il nostro saper fare, sosteniamo lo sviluppo delle nostre imprese, siamo

Dettagli

INDONESIA: UNA OPPORTUNITA NUOVA INDONESIA NEW MARKET OPPORTUNITIES

INDONESIA: UNA OPPORTUNITA NUOVA INDONESIA NEW MARKET OPPORTUNITIES INDONESIA: UNA OPPORTUNITA NUOVA INDONESIA NEW MARKET OPPORTUNITIES 1 Asia Crescita: 2011: 7,8 % 2012: 7,7 % Entro 2050: Pil: $148.000 Miliardi (45% dell output globale) Reddito pro-capite: $38.000 (superiore

Dettagli

PROSPETTIVE DI SVILUPPO NEL SETTORE DELLE ENERGIE RINNOVABILI IN ALCUNI PAESI DELL EUROPA CENTRALE E SUD-ORIENTALE

PROSPETTIVE DI SVILUPPO NEL SETTORE DELLE ENERGIE RINNOVABILI IN ALCUNI PAESI DELL EUROPA CENTRALE E SUD-ORIENTALE PROSPETTIVE DI SVILUPPO NEL SETTORE DELLE ENERGIE RINNOVABILI IN ALCUNI PAESI DELL EUROPA CENTRALE E SUD-ORIENTALE SCHEDA PAESE: SLOVENIA Settembre 2009 INDICE Il bilancio energetico ed il ruolo delle

Dettagli

Tendenze in atto e prospettive per il futuro. Luca Zanderighi (Università di Milano)

Tendenze in atto e prospettive per il futuro. Luca Zanderighi (Università di Milano) Tendenze in atto e prospettive per il futuro Luca Zanderighi (Università di Milano) Milano, 6 giugno 2012 Schema dell intervento La situazione internazionale L Italia di fronte a una svolta: prospettive

Dettagli

Guadagnare, lavorare e innovare: il ruolo del riciclo nella green economy

Guadagnare, lavorare e innovare: il ruolo del riciclo nella green economy n. 022 - Martedì 31 Gennaio 2012 Guadagnare, lavorare e innovare: il ruolo del riciclo nella green economy Questo breve report dell Agenzia Europea per l'ambiente prende in esame il ruolo del riciclo nella

Dettagli

Cassa depositi e prestiti. Imprese e Infrastrutture. Finanziamenti per le infrastrutture. Fondi equity infrastrutturali

Cassa depositi e prestiti. Imprese e Infrastrutture. Finanziamenti per le infrastrutture. Fondi equity infrastrutturali CDP imprese B_cmyk:CDP imprese 04/01/12 14.13 Pagina 1 Finanziamenti per le infrastrutture CDP finanzia imprese private e interventi strutturati in Partenariato Pubblico Privato (PPP) per la realizzazione

Dettagli

Programma operativo regionale POR CreO FESR 2014-2020

Programma operativo regionale POR CreO FESR 2014-2020 Programma operativo regionale POR CreO FESR 2014-2020 Obiettivo Investimenti per la Crescita e l Occupazione Siena, 27 marzo 2015 Monica Bartolini, Ilaria Buselli Ufficio Autorità di Gestione POR FESR

Dettagli

COMMERCIO CON L ESTERO

COMMERCIO CON L ESTERO 17 novembre 014 Settembre 014 COMMERCIO CON L ESTERO Rispetto al mese precedente, a settembre 014 si rileva un aumento sia delle esportazioni (+1,5%) sia delle importazioni (+1,6%). L aumento congiunturale

Dettagli

ANALISI CONGIUNTURALE INTERSCAMBIO ITALIA RUSSIA

ANALISI CONGIUNTURALE INTERSCAMBIO ITALIA RUSSIA ANALISI CONGIUNTURALE INTERSCAMBIO ITALIA RUSSIA GIUGNO 2014 CONTENUTI E NOTE METODOLOGICHE Lo studio che segue, curato dall Agenzia ICE di Mosca, e di tipo congiunturale e analizza in dettaglio, per tavole

Dettagli

Il mercato internazionale dei prodotti biologici

Il mercato internazionale dei prodotti biologici Marzo 2014 Il mercato internazionale dei prodotti biologici In sintesi Il presente Report sintetizza i principali dati internazionali diffusi di recente in occasione della Fiera Biofach di Norimberga.

Dettagli

CHI. network founder. Gli accordi di libero interscambio garantiscono l accesso ad oltre un miliardo di consumatori

CHI. network founder. Gli accordi di libero interscambio garantiscono l accesso ad oltre un miliardo di consumatori Gli accordi di libero interscambio garantiscono l accesso ad oltre un miliardo di consumatori CHI SIAMO: Massimo Porrini Ceo & Founder Gruppo Porrini Direttore generale di PORRINI Srl Direttore generale

Dettagli

Turchia paese emergente dalle grandi prospettive

Turchia paese emergente dalle grandi prospettive Turchia paese emergente dalle grandi prospettive Questo rapporto è stato redatto da un gruppo di lavoro dell Area Studi, Ricerche e Statistiche dell Ex - ICE Coordinamento Gianpaolo Bruno Redazione Antonio

Dettagli

IL MERCATO BRASILIANO. Una visione generale, come primo approccio ad un economia in crescita.

IL MERCATO BRASILIANO. Una visione generale, come primo approccio ad un economia in crescita. IL MERCATO BRASILIANO 28/01/2011 Una visione generale, come primo approccio ad un economia in crescita. Il presente documento é destinato a organizzare informazioni per valutare al meglio le strategie

Dettagli

Come progettare un Programma Operativo Plurifondo per la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio

Come progettare un Programma Operativo Plurifondo per la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio Fondi strutturali 2014-2020 Guida pratica Come progettare un Programma Operativo Plurifondo per la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio State progettando i Programmi Operativi che plasmeranno

Dettagli

CUBA Congiuntura Economica

CUBA Congiuntura Economica CUBA Congiuntura Economica Durante il 2011 l economia cubana ha avviato graduali riforme del sistema economico. Il tasso annuale di crescita del prodotto interno lordo dovrebbe attestarsi al 2.7% nel 2011.

Dettagli

MATCHING Brasile. San Paolo, 24-25 giugno 2013

MATCHING Brasile. San Paolo, 24-25 giugno 2013 MATCHING Brasile San Paolo, 24-25 giugno 2013 LE INFORMAZIONI GENERALI I settori* coinvolti sono : Agricolo, agroalimentare (food & beverage), agroindustriale Edilizia e impiantistica: materiali e prodotti

Dettagli

Le opportunità di un mondo che cresce

Le opportunità di un mondo che cresce UNIONCAMERE EMILIA-ROMAGNA TEMPORARY EXPORT MANAGER 2014 Le opportunità di un mondo che cresce Camera di Commercio di Ravenna 26 marzo 2014 Dentro il tunnel Partire dai numeri nonostante quanto si dice

Dettagli

MISSIONE IN ROMANIA SETTORE LOGISTICA

MISSIONE IN ROMANIA SETTORE LOGISTICA MISSIONE IN ROMANIA SETTORE LOGISTICA OPPORTUNITÀ: Dato che il settore logistico in senso stretto (considerando cioè gli operatori di piattaforme o snodi di traffici merci dove vengono compiute operazioni

Dettagli

ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO

ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO AMBASCIATA D ITALIA BERLINO ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO PRINCIPALI DATI MACROECONOMICI (Fonti: Istat, Destatis, Ministero federale delle Finanze, Ministero Economia e Finanze, Ministero

Dettagli

Italia Rinnovabile verso l Europa 2020 situazione e prospettive. Pierluigi Adami, coord scientifico Esecutivo nazionale Ecodem

Italia Rinnovabile verso l Europa 2020 situazione e prospettive. Pierluigi Adami, coord scientifico Esecutivo nazionale Ecodem Italia Rinnovabile verso l Europa 2020 situazione e prospettive Pierluigi Adami, coord scientifico Esecutivo nazionale Ecodem Gli obiettivi della Direttiva RED La direttiva 2009/28/CE sulle Energie Rinnovabili

Dettagli

senza incentivi 9 maggio 2014 Solar Expo - Milano

senza incentivi 9 maggio 2014 Solar Expo - Milano La convenienza dl del Ft Fotovoltaico lti senza incentivi 9 maggio 2014 Solar Expo - Milano Ing. Giovanni Luca Giannuzzi La convenienza del fotovoltaico senza incentivi PRESENTAZIONE ATTIVITÀ PROFESSIONALE

Dettagli

Riccardo Monti. Presidente ICE

Riccardo Monti. Presidente ICE Riccardo Monti Presidente ICE Le reti lean per la promozione del Made in Italy L export italiano: importante traino per l economia del Paese I rapporti con l estero costituiscono una componente primaria

Dettagli

FONDI EUROPEI 2014-2020

FONDI EUROPEI 2014-2020 FONDI EUROPEI 2014-2020 UNGHERIA Redatto da ICE Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Ufficio di Budapest Desk Fondi Strutturali Budapest, marzo 2015 1

Dettagli

Benvenuti in Marocco

Benvenuti in Marocco : una nuova opportunità. IL FUTURO DELLE IMPRESE italiane non può prescindere dalla ricerca di sbocchi sui mercati emergenti; tra questi il MAROCCO ha caratteristiche uniche. È un grande paese (32 milioni

Dettagli

AUSTRALIA. TIM GAUCI Console Generale e Dirigente Affari Commerciali CONSOLATO GENERALE D AUSTRALIA E AUSTRADE

AUSTRALIA. TIM GAUCI Console Generale e Dirigente Affari Commerciali CONSOLATO GENERALE D AUSTRALIA E AUSTRADE AUSTRALIA TIM GAUCI Console Generale e Dirigente Affari Commerciali CONSOLATO GENERALE D AUSTRALIA E AUSTRADE AUSTRALIA:UN ECONOMIA PROSPERA Contesto sociale, politico ed economico molto stabile Uno dei

Dettagli

NUOVE LINEE PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE DEL SETTORE COMMERCIALE

NUOVE LINEE PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE DEL SETTORE COMMERCIALE Gruppo Consiliare NUOVE LINEE PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE DEL SETTORE COMMERCIALE INDICE Obiettivi... pag. 4 Per le imprese... pag. 5 Per i consumatori... pag. 8 Indirizzi generali per l insediamento

Dettagli

Ambasciata di Turchia Ufficio Commerciale. Fare Affari con la Turchia : Prospettive Economiche, Clima Commerciale, Opportunità di investimento

Ambasciata di Turchia Ufficio Commerciale. Fare Affari con la Turchia : Prospettive Economiche, Clima Commerciale, Opportunità di investimento Ambasciata di Turchia Ufficio Commerciale Fare Affari con la Turchia : Prospettive Economiche, Clima Commerciale, Opportunità di investimento Roma, 29 aprile 2015 1 Sviluppi Economici Investimenti Diretti

Dettagli

Progetto IMPORT STRATEGICO 2015. Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali

Progetto IMPORT STRATEGICO 2015. Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali Progetto IMPORT STRATEGICO 2015 Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali Milano, 10 febbraio 2015 IRAN - dati macroeconomici 2013 2014

Dettagli

La convenienza del fotovoltaico senza incentivi

La convenienza del fotovoltaico senza incentivi La convenienza del Fotovoltaico senza incentivi Milano, 9 maggio 2014 Ing. Giovanni Luca Giannuzzi PRESENTAZIONE ATTIVITÀ PROFESSIONALE Esperto in gestione dell energia accreditato SECEM, opero come progettista

Dettagli

COOPERAZIONE FINANZIARIA NEL MEDITERRANEO E NEI BALCANI

COOPERAZIONE FINANZIARIA NEL MEDITERRANEO E NEI BALCANI COOPERAZIONE FINANZIARIA NEL MEDITERRANEO E NEI BALCANI Linee di credito agevolato a sostegno delle PMI della Serbia, dell Albania, della Tunisia e della Siria (Sintesi) stefano.formenti@esteri.it 1 COOPERAZIONE

Dettagli

L interscambio commerciale tra Italia e India Anni 2000-2006

L interscambio commerciale tra Italia e India Anni 2000-2006 6 febbraio 2007 L interscambio commerciale tra Italia e India Anni 2000-2006 Ufficio della comunicazione Tel. +39 06 4673.2243-2244 Centro di informazione statistica Tel. + 39 06 4673.3106 Informazioni

Dettagli

INDUSTRIA INDIANA della TRASFORMAZIONE ALIMENTARE

INDUSTRIA INDIANA della TRASFORMAZIONE ALIMENTARE INDUSTRIA INDIANA della TRASFORMAZIONE ALIMENTARE Novembre 2010 Report realizzato dalla Indo-Italian Chamber of Commerce & Industry Introduzione L industria della trasformazione alimentare in India è una

Dettagli

GECA GLOBAL CONSULTING suarl 76, Avenue Habib Bourghiba App. A1-1 2080 Ariana - TUNISIA MF: 1260762R/A/M/000

GECA GLOBAL CONSULTING suarl 76, Avenue Habib Bourghiba App. A1-1 2080 Ariana - TUNISIA MF: 1260762R/A/M/000 GECA GLOBAL CONSULTING suarl 76, Avenue Habib Bourghiba App. A1-1 2080 Ariana - TUNISIA MF: 1260762R/A/M/000 Chi siamo La GECA Global Consulting è una società di consulenza internazionale, costituita a

Dettagli

DESK NORD AFRICA. Settore TIC: Tecnologia dell informazione e della comunicazione. BPO: Business Process Outsourcing:

DESK NORD AFRICA. Settore TIC: Tecnologia dell informazione e della comunicazione. BPO: Business Process Outsourcing: Settore TIC: Tecnologia dell informazione e della comunicazione BPO: Business Process Outsourcing: o Centri di contatto e call center o Ricerca marketing o Televendita o Supporto Tecnico o Assistenza o

Dettagli

14. Interscambio commerciale

14. Interscambio commerciale 14. Interscambio commerciale La crescita economica del Veneto è sempre stata sostenuta, anche se non in via esclusiva, dall andamento delle esportazioni. La quota del valore totale dei beni esportati in

Dettagli

Le politiche energetiche della Regione Emilia Romagna. Alberto Rossini Coordinatore ANCI Emilia-Romagna del PAES Valmarecchia

Le politiche energetiche della Regione Emilia Romagna. Alberto Rossini Coordinatore ANCI Emilia-Romagna del PAES Valmarecchia Le politiche energetiche della Regione Emilia Romagna Alberto Rossini Coordinatore ANCI Emilia-Romagna del PAES Valmarecchia Santarcangelo di Romagna 19 Febbraio 2015 Le politiche energetiche in Europa

Dettagli

Gli investimenti diretti esteri in entrata e in uscita

Gli investimenti diretti esteri in entrata e in uscita Gli investimenti diretti esteri in entrata e in uscita A cura del Centro Studi Confindustria Toscana Qualche dato generale Gli investimenti diretti dall estero in Italia Secondo i dati dell Ufficio Italiano

Dettagli

Partnership pubblico-privato per finanziare progetti energetici

Partnership pubblico-privato per finanziare progetti energetici Partnership pubblico-privato per finanziare progetti energetici Carla Patrizia Ferrari Amministratore Delegato EQUITER S.p.A. - Gruppo Intesa Sanpaolo WORKSHOP UNIAMO LE ENERGIE Torino, 23 maggio 2008

Dettagli

Business Plan Sostenibilità economico-finanziaria

Business Plan Sostenibilità economico-finanziaria Business Plan Sostenibilità economico-finanziaria Il presente piano è una previsione indicativa, effettuata prima del completarsi delle attività di ricerca. L aggiornamento sarà effettuata dopo le analisi

Dettagli

Le rinnovabili in cifre

Le rinnovabili in cifre Le rinnovabili in cifre (Febbraio 2004) Le energie rinnovabili - il vento, l acqua, la biomassa, il sole e l energia geotermica costituiscono un enorme potenziale per la tutela del clima. Il nuovo Jahrbuch

Dettagli

Doing Business in the BalKan Area and in Turkey

Doing Business in the BalKan Area and in Turkey Doing Business in the BalKan Area and in Turkey Newsletter n. 1, 2012/2013 Un progetto delle Camere di Commercio italiane all estero di: Atene, Belgrado, Bucarest, Istanbul, Salonicco, Sofia e delle Camere

Dettagli

L economia del Mediterraneo: rilevanza ed influenza per l Italia

L economia del Mediterraneo: rilevanza ed influenza per l Italia L economia del Mediterraneo: rilevanza ed influenza per l Italia Direttore Generale Massimo DEANDREIS Università Bocconi Milano, 25 Maggio 2015 L incremento del traffico nel Mediterraneo Sta crescendo

Dettagli

ANALISI DI CONTESTO: LE TENDENZE RECENTI ED I FATTORI CRITICI DI SUCCESSO NELLA FILIERA ORTOFRUTTICOLA ITALIANA

ANALISI DI CONTESTO: LE TENDENZE RECENTI ED I FATTORI CRITICI DI SUCCESSO NELLA FILIERA ORTOFRUTTICOLA ITALIANA ANALISI DI CONTESTO: LE TENDENZE RECENTI ED I FATTORI CRITICI DI SUCCESSO NELLA FILIERA ORTOFRUTTICOLA ITALIANA ISMEA Direzione Servizi di Mercato e Supporti Tecnologici Dr. Mario Schiano lo Moriello 1

Dettagli

Con il sostegno del Programma di Modernizzazione Industriale, finanziato dall Unione europea. Agenzia di Promozione dell Investimento Estero

Con il sostegno del Programma di Modernizzazione Industriale, finanziato dall Unione europea. Agenzia di Promozione dell Investimento Estero Con il sostegno del Programma di Modernizzazione Industriale, finanziato dall Unione europea Agenzia di Promozione dell Industria Agenzia di Promozione dell Investimento Estero Centro di Promozione delle

Dettagli

UFFICIO ROMA Via del Banco di S. Spirito, 3 00186 Tel. +39 0668891578, Fax +39 0668891146, segreteria@leonardobc.com UFFICIO MAPUTO - Av.

UFFICIO ROMA Via del Banco di S. Spirito, 3 00186 Tel. +39 0668891578, Fax +39 0668891146, segreteria@leonardobc.com UFFICIO MAPUTO - Av. Tasso di crescita medio degli ultimi 3 anni: 10% (traino del settore petrolifero) Primo produttore di petrolio in Africa Australe: ingenti risorse da reinvestire in processi interni di sviluppo Paese in

Dettagli

Approvazione dell Accordo di Partenariato tra Commissione Europea e Polonia

Approvazione dell Accordo di Partenariato tra Commissione Europea e Polonia Approvazione dell Accordo di Partenariato tra Commissione Europea e Polonia Il 23 Maggio la Commissione Europea ha adottato con la Polonia il terzo dei 28 «Accordi di Partenariato», dopo quello con la

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

L efficienza un driver strategico per il settore dell energia

L efficienza un driver strategico per il settore dell energia L efficienza un driver strategico per il settore dell energia Arturo Lorenzoni Università degli Studi di Padova Milano, 11 luglio 2013 DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA INDUSTRIALE Il potenziale di risparmio

Dettagli

L IMPATTO ECONOMICO POTENZIALE DI MATERA 2019. Direttore Generale SRM Massimo Deandreis

L IMPATTO ECONOMICO POTENZIALE DI MATERA 2019. Direttore Generale SRM Massimo Deandreis L IMPATTO ECONOMICO POTENZIALE DI MATERA 2019 Direttore Generale SRM Massimo Deandreis MATERA 2019: POSSIBILI RICADUTE SULL ECONOMIA LOCALE 30 Giugno 2015 Agenda La struttura e le dinamiche dell economia

Dettagli

Alla ricerca della crescita perduta:

Alla ricerca della crescita perduta: Alla ricerca della crescita perduta: Alla ricerca opportunità della crescita e ritorni perduta: di un Italia opportunità più internazionale. e ritorni di un Italia più internazionale. roma, 19 novembre

Dettagli

BOZZA BOLOGNA, 12 NOVEMBRE 2015. Comitato Paritetico Regione Emilia Romagna Confservizi Emilia Romagna

BOZZA BOLOGNA, 12 NOVEMBRE 2015. Comitato Paritetico Regione Emilia Romagna Confservizi Emilia Romagna Comitato Paritetico Regione Emilia Romagna Confservizi Emilia Romagna Contributo di CONFSERVIZI alla individuazione dei temi oggetto dell attività del Comitato Paritetico BOLOGNA, 12 NOVEMBRE 2015 BOZZA

Dettagli

INDIA: ASCESA DI UN GIGANTE DEMOCRATICO Convegno di studi. Interscambio commerciale e Programmi ICE in India

INDIA: ASCESA DI UN GIGANTE DEMOCRATICO Convegno di studi. Interscambio commerciale e Programmi ICE in India Istituto nazionale per il Commercio Estero INDIA: ASCESA DI UN GIGANTE DEMOCRATICO Convegno di studi * * * * * Interscambio commerciale e Programmi ICE in India Vigevano, 22 aprile 2008 Esportazioni indiane

Dettagli

RICICLO ECO EFFICIENTE

RICICLO ECO EFFICIENTE RICICLO ECO EFFICIENTE L industria italiana del riciclo tra globalizzazione e sfide della crisi Duccio Bianchi Istituto di ricerche Ambiente Italia I temi del rapporto L industria del riciclo e la green

Dettagli

TRASPORTI (MARITTIMO E TERRESTRE)

TRASPORTI (MARITTIMO E TERRESTRE) Section pour la Promotion des Echanges de l Ambassade d Italie Le Directeur NOTA DI MERCATO SUL SETTORE DEI TRASPORTI (MARITTIMO E TERRESTRE) IN TUNISIA Bureau de Tunis 3, rue De Russie 1000 tunis T +216

Dettagli

IL MERCATO DEL MELONE TENDENZE RECENTI. Ismea. a cura di Mario Schiano lo Moriello

IL MERCATO DEL MELONE TENDENZE RECENTI. Ismea. a cura di Mario Schiano lo Moriello IL MERCATO DEL MELONE TENDENZE RECENTI AGGIORNAMENTO PER LA RIUNIONE DEL COMITATO DI PRODOTTO DELL ORGANISMO INTERPROFESSIONALE «ORTOFRUTTA ITALIA» BRESCELLO, 7 SETTEMBRE 2015 a cura di Mario Schiano lo

Dettagli

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale Dossier Ottobre 2012 A cura di Panorama competitivo del turismo internazionale nel mondo

Dettagli

MANIFESTO della green economy per l'agroalimentare

MANIFESTO della green economy per l'agroalimentare MANIFESTO della green economy per l'agroalimentare Del Consiglio Nazionale della green economy Roma, 30 giugno 2015 In occasione di Expo 2015 Consiglio nazionale della green economy, formato da 66 organizzazioni

Dettagli

IL SETTORE DELL EDILIZIA IN MAROCCO ED ALGERIA

IL SETTORE DELL EDILIZIA IN MAROCCO ED ALGERIA IL SETTORE DELL EDILIZIA IN MAROCCO ED ALGERIA Il comparto dell edilizia e dei materiali da costruzione rappresenta una realtà economica importante nei paesi arabi del Mediterraneo. Assorbe una quota notevole

Dettagli

SIRIA IL MERCATO DEL TESSILE E DELL'ABBIGLIAMENTO

SIRIA IL MERCATO DEL TESSILE E DELL'ABBIGLIAMENTO SIRIA IL MERCATO DEL TESSILE E DELL'ABBIGLIAMENTO Maggio 2011 Premessa L importazione in Siria è in espansione, ma e ancora contenuta a causa dei dazi doganali elevati e le importazioni di prodotti tessili

Dettagli