Il software Open Source e la Pubblica Amministrazione: un alternativa reale. Vittorio Pagani Responsabile dell Osservatorio Open Source CNIPA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il software Open Source e la Pubblica Amministrazione: un alternativa reale. Vittorio Pagani Responsabile dell Osservatorio Open Source CNIPA"

Transcript

1 Il software Open Source e la Pubblica Amministrazione: un alternativa reale Vittorio Pagani Responsabile dell Osservatorio Open Source CNIPA CNIPA 28 giugno 2005 (1) Seminario: Il software Open Source per l e-learning Origini del software O.S. Premessa: senza avere a disposizione il codice sorgente di una qualsivoglia applicazione è praticamente impossibile apportare delle modifiche correttive/evolutive alla stessa. Quando Internet cominciò a svilupparsi divenne naturale scambiare e rendere disponibile il codice sorgente delle applicazioni che risolvevano le più diffuse esigenze ed inerenti proprio all uso di Internet stessa. CNIPA 28 giugno 2005 (2) Seminario: Il software Open Source per l e-learning

2 Origini del software O.S. Inizialmente furono interessati da questa modalità di sviluppare il software solamente gli enti di ricerca e le università. Ovvero i primi attori ad apparire su Internet, a renderla di fatto interoperabile (è una rete di reti ) e a contribuire in maniera sostanziale alla sua crescita. Da qui si comprende come l open source abbia sempre permesso e incoraggiato la diffusione della conoscenza in senso lato. CNIPA 28 giugno 2005 (3) Seminario: Il software Open Source per l e-learning Origini del software O.S. Le prime implementazioni dell insieme dei protocolli TCP/IP (che sono alla base del funzionamento di Internet) nacquero secondo modelli di sviluppo Open Source (anche se all epoca il termine Open Source non era ancora stato coniato). Questo portò ad avere dei protocolli molto performanti, stabili e sicuri (in riferimento alle esigenze dell epoca). CNIPA 28 giugno 2005 (4) Seminario: Il software Open Source per l e-learning

3 Origini del software O.S. Si noti che la modalità di sviluppo del TCP/IP è dipesa essenzialmente dall esigenza di innovare: Internet andava ancora sviluppata. Come può il modello OS portare a risultati qualitativamente rilevanti sui fronti: prestazioni, stabilità, e sicurezza? CNIPA 28 giugno 2005 (5) Seminario: Il software Open Source per l e-learning Origini del software O.S. Attraverso la partecipazione collettiva degli utenti interessati: Fornire il codice sorgente significa permettere a chiunque di studiarlo, criticarlo, apportare delle modifiche, farlo evolvere secondo esigenze diverse e/o emergenti. Questo induce l applicazione ad adattarsi meglio all ambiente in cui deve operare e quindi a rispondere meglio ai precedenti criteri di prestazioni, stabilità e sicurezza. CNIPA 28 giugno 2005 (6) Seminario: Il software Open Source per l e-learning

4 Caratteristiche del software O.S. Un ruolo particolare riveste la sicurezza: poter analizzare come è costruita un applicazione permette di controllare che non ci siano falle involontarie (bug) o volontarie (backdoor). Le applicazioni utilizzate nella PA trattano notevoli quantità di informazioni sensibili: in questo caso la sicurezza delle applicazioni è un requisito fondamentale! CNIPA 28 giugno 2005 (7) Seminario: Il software Open Source per l e-learning Caratteristiche del software O.S. Aspetti positivi autonomia tecnologica: la tecnologia utilizzata per sviluppare un applicazione non è proprietà esclusiva di un singolo soggetto; si ottiene l indipendenza dal fornitore. accesso alla tecnologia: non essendo appannaggio esclusivo di pochi soggetti, la tecnologia utilizzata è accessibile all intera collettività. CNIPA 28 giugno 2005 (8) Seminario: Il software Open Source per l e-learning

5 Caratteristiche del software O.S. Aspetti positivi sviluppo incrementale: avendo a disposizione il codice sorgente non si deve ogni volta sviluppare un applicazione ex novo, ma è possibile intervenire su quelle esistenti facendole evolvere secondo le proprie esigenze. valore sociale : la condivisione della conoscenza viene incentivata, e non resta appannaggio di pochi soggetti. CNIPA 28 giugno 2005 (9) Seminario: Il software Open Source per l e-learning Caratteristiche del software O.S. Aspetti positivi sviluppo professionale: il mercato del software si sta spostando verso i servizi; questo porta ad incentivare lo sviluppo professionale sul territorio. riduzione dei costi: generalmente l utilizzo e l evoluzione di un applicazione OS ha costi minori rispetto ad una analoga soluzione proprietaria. Inoltre, non ci sono costi legati alle licenze d uso. CNIPA 28 giugno 2005 (10) Seminario: Il software Open Source per l e-learning

6 Caratteristiche del software O.S. Aspetti negativi assenza di garanzia da parte delle comunità titolari di prodotti OS necessità di risorse qualificate nell ipotesi di interventi per modifiche del codice sorgente incertezza sugli sviluppi dei prodotti e su nuove versioni degli stessi scarsa offerta di servizi da parte del mercato CNIPA 28 giugno 2005 (11) Seminario: Il software Open Source per l e-learning Caratteristiche del software O.S. Relativamente al trend dei prodotti OS attualmente si assiste ad una continua crescita, in ogni settore. Generalmente tra i principali motivi che spingono alla scelta di soluzioni OS vengono citati (soprattutto negli ambienti aziendali): robustezza performance sicurezza CNIPA 28 giugno 2005 (12) Seminario: Il software Open Source per l e-learning

7 Il middleware e il software O.S. Il passaggio da sistemi informativi monolitici a sistemi distribuiti ed interoperabili è reso possibile grazie al middleware. Le esigenze alla base del middleware possono essere riassunte nei concetti di: condividere, interconnettere, distribuire, integrare. CNIPA 28 giugno 2005 (13) Seminario: Il software Open Source per l e-learning Il middleware e il software O.S. Questo porta alla nascita di sistemi aperti, ove ogni nodo può cooperare con gli altri (indipendentemente dalla tecnologia/implementazione utilizzata). E naturale che l OS abbia fornito terreno fertile allo sviluppo ed alla diffusione di prodotti nella fascia middleware. Quindi: il software OS convive con altri tipi di software, il suo uso non è una scelta di campo. CNIPA 28 giugno 2005 (14) Seminario: Il software Open Source per l e-learning

8 Lo stato attuale del software O.S. L interesse internazionale aumenta considerevolmente. I dati di market share dei prodotti più importanti dimostrano un grado di maturità ed affidabilità equivalente (e talvolta maggiore) degli analoghi prodotto proprietari. E possibile stilare una lista di prodotti OS da prendere in considerazione come valida alternativa al software proprietario. CNIPA 28 giugno 2005 (15) Seminario: Il software Open Source per l e-learning Lo stato attuale del software O.S. La crescente diffusione dei prodotti OS e l introduzione di recenti normative in ambiti nazionali ed europei prevede l adozione anche di soluzioni Open Source nelle Pubbliche Amministrazioni. Attualmente si trova software OS in ogni segmento di mercato: sistemi operativi, server applicativi, server web, DBMS, applicazioni per la produttività personale, etc. CNIPA 28 giugno 2005 (16) Seminario: Il software Open Source per l e-learning

9 I maggiori software O.S. Linux: è un sistema operativo della famiglia UNIX, accanto ad esso si trovano una miriade di tool per lo sviluppo ed il supporto al sistema operativo stesso. Attualmente è molto utilizzato in ambito server, ma sta crescendo (seppur lentamente) anche sul fronte desktop. Analoghi sistemi operativi sono FreeBSD, OpenBSD, NetBSD; proverbiali per la robustezza che offrono. CNIPA 28 giugno 2005 (17) Seminario: Il software Open Source per l e-learning I maggiori software O.S. Apache: è attualmente il web server più utilizzato in Internet Tra le principali caratteristiche si hanno: elevate velocità, scalabilità e robustezza solido supporto da parte di un attiva community di sviluppatori ed utilizzatori versioni esistenti per la stragrande maggioranza dei sistemi operativi Web Server 05/2005 % 06/2005 % Apache Microsoft Sun Zeus CNIPA 28 giugno 2005 (18) Seminario: Il software Open Source per l e-learning

10 I maggiori software O.S. La diffusione di Apache nel mercato globale CNIPA 28 giugno 2005 (19) Seminario: Il software Open Source per l e-learning I maggiori software O.S. OpenOffice: è la suite di produttività personale OS di rilievo. Nata nel 1986 da un intraprendente studente tedesco, in seguito fu sviluppata con il supporto della Sun per poi essere rilasciato come software OS. Vanta una comunità di sviluppatori ed utilizzatori sparsa in ogni Paese, infatti particolare attenzione viene posta alla localizzazione ed al supporto multilingua. CNIPA 28 giugno 2005 (20) Seminario: Il software Open Source per l e-learning

11 I maggiori software O.S. Una caratteristica degna di nota riguarda il formato aperto dei documenti (basato su XML): in tal modo chiunque può costruire la propria applicazione per processare i documenti in modo nativo. Si pongono, di fatto, le basi per una interoperabilità applicativa. Il fatto di avere un formato aperto per i documenti non obbliga nessuno ad utilizzare una determinata versione della suite per poter accedere ai documenti: viene lasciata la più ampia libertà. Un aspetto quest ultimo, non ancora contemplato negli analoghi prodotti proprietari. CNIPA 28 giugno 2005 (21) Seminario: Il software Open Source per l e-learning I maggiori software O.S. Mozilla Firefox: rappresenta il maggiore web browser OS utilizzato. Tra le principali caratteristiche vanta affidabilità e robustezza. Nell ultimo anno ha visto crescere in maniera significativa la propria quota di mercato, anche perché poco soggetto a virus. CNIPA 28 giugno 2005 (22) Seminario: Il software Open Source per l e-learning

12 Le community nel software O.S. Nei progetti OS il fatto di avere il codice sorgente condiviso porta alla creazione di community di sviluppo (e supporto): l intero processo avviene on line, tra soggetti spesso locati in differenti fusi orari la comunicazione ed il coordinamento risultano vitali e facilitati dall uso della rete si ha comunque un controllo gerarchico su cosa entra a far parte del codice viene posta una particolare attenzione alla qualità del codice prodotto (testing) ed alla sicurezza dello stesso le modifiche correttive vengono apportate in tempi brevissimi CNIPA 28 giugno 2005 (23) Seminario: Il software Open Source per l e-learning Uso del software O.S. nella P.A. In particolare per quel che riguarda l interoperabilità delle applicazioni all interno della PA, nonché tra diverse amministrazioni, l uso di standard aperti non solo porta dei vantaggi: rende di fatto possibile l interoperabilità (specie in ambito UE). In pratica si utilizzano formati/protocolli comuni ma con la possibilità di utilizzare implementazioni diverse per ciascuna PA. Tra gli esempi più evidenti di standard aperti si citano: HTML, SQL, TCP, PDF. Questo porta alla possibilità per ciascuna amministrazione di poter utilizzare le soluzioni software che ritiene più opportune, pur potendo continuare ad operare con le altre PA. CNIPA 28 giugno 2005 (24) Seminario: Il software Open Source per l e-learning

13 Uso del software O.S. nella P.A. Un aspetto di rilievo è quello legato alla riusabilità del software. E importante per un amministrazione poter riutilizzare delle applicazioni facendole evolvere, ma soprattutto riusare applicazioni in esercizio presso altre amministrazioni; condividendone così non solo il software, ma anche le procedure, gli aspetti logistici e organizzativi, etc. Si noti che le soluzioni software aderenti a standard aperti sono generalmente più longeve, e quindi più propense ad essere riutilizzate. Questo porta una PA a poter selezionare le applicazioni e le procedure che meglio si adattano alle proprie esigenze, testando sul campo i pro ed i contro delle soluzioni informatiche utilizzate presso le altre PA. CNIPA 28 giugno 2005 (25) Seminario: Il software Open Source per l e-learning Uso del software O.S. nella P.A. Si noti che relativamente alle applicazioni software OS, la PA acquisisce un servizio basato su uno o più prodotti OS. Quello che spende viene riversato in assistenza, supporto e personalizzazione, ma non in licenze d uso. Esiste quindi un potenziale risparmio. Inoltre riutilizzando soluzioni ben testate è possibile raggiungere anche una maggiore qualità. CNIPA 28 giugno 2005 (26) Seminario: Il software Open Source per l e-learning

14 Uso del software O.S. nella P.A. Generalmente si hanno due possibilità esclusive con il software proprietario: il fornitore lo sviluppa ad hoc (costi elevati) il fornitore effettua una manutenzione di applicazioni general purpose, alle quali la PA si adatta In ogni caso solamente il fornitore possiede il codice sorgente ed il know-how necessario per poter modificare l applicazione. CNIPA 28 giugno 2005 (27) Seminario: Il software Open Source per l e-learning Uso del software O.S. nella P.A. Nel caso di software OS: occorre comunque il know-how per poterlo modificare ma la personalizzazione/evoluzione è libera In questo caso si assiste ad una crescita della capacità professionale degli sviluppatori presso le PMI. Il che porta ad una ricchezza sul territorio Una ragionevole aspettativa è che ciò possa innescare un modello di business sostenibile, che porti ad un incremento della ricchezza per il Paese. CNIPA 28 giugno 2005 (28) Seminario: Il software Open Source per l e-learning

15 Licenze nel software O.S. Il software OS è reso tale dall utilizzo di particolari licenze d uso. La licenza dice chi può fare cosa con il software, e proprio per questo garantisce anche la continuità dell avere il codice sorgente libero (o comunque impedisce che chiunque possa appropriarsene). Fra le più importanti si possono citare: GPL: impone che un prodotto software contenente codice sorgente protetto da tale licenza venga anch esso rilasciato con la medesima licenza. LGPL: meno restrittiva della precedente in alcuni casi BSD: è la più permissiva CNIPA 28 giugno 2005 (29) Seminario: Il software Open Source per l e-learning Direttiva del Sviluppo ed utilizzazione dei programmi informatici da parte delle P.A. Finalità: le Pubbliche Amministrazioni devono tenere conto dell offerta sul mercato di una nuova modalità di sviluppo e diffusione di programmi informatici, definita open source in un quadro di equilibrio, di pluralismo e di aperta competizione. CNIPA 28 giugno 2005 (30) Seminario: Il software Open Source per l e-learning

16 Direttiva del Analisi comparativa delle soluzioni Le P.A. acquisiscono programmi informatici a seguito di una valutazione comparativa tra le diverse soluzioni disponibili sul mercato: sviluppo di programmi informatici ad hoc riuso acquisizione di programmi informatici di tipo proprietario acquisizione di programmi informatici a codice sorgente aperto (open source) acquisizione mediante combinazione delle precedenti modalità Le P.A. valutano quale soluzione risulta più adeguata mediante comparazioni di tipo tecnico ed economico, tenendo conto anche del costo totale di possesso delle singole soluzioni e del costo di uscita. CNIPA 28 giugno 2005 (31) Seminario: Il software Open Source per l e-learning Direttiva del Criteri tecnici di comparazione Particolare rilievo riveste l attività di valutazione comparativa tra diverse soluzioni software. Anzitutto si nota che i criteri utilizzati per i software proprietari non sempre si adattano ai software OS: occorre una metodologia specifica. In particolare si hanno le seguenti caratteristiche: età del prodotto motivazione degli sviluppi organizzazione della community di sviluppo penetrazione del mercato disponibilità di documentazione e qualità della stessa integrabilità del prodotto con altri software CNIPA 28 giugno 2005 (32) Seminario: Il software Open Source per l e-learning

17 Direttiva del Ad ognuna delle caratteristiche occorre assegnare un peso ottenuto tramite questionari, esperienze personali, percezione, etc. Nel quantificare ciascun peso entrano in gioco variabili legate alle specifiche del progetto, alle caratteristiche dell amministrazione ed al contesto generale Tale peso contribuisce alla determinazione del punteggio per ogni soluzione software presa in esame. La metodologia proposta verrà affinata sulla base dell esperienza CNIPA 28 giugno 2005 (33) Seminario: Il software Open Source per l e-learning Direttiva del Le P.A. privilegiano soluzioni informatiche che: a) basandosi su formati dei dati e interfacce aperte e standard, assicurino l interoperabilità e la cooperazione applicativa b) garantiscano la disponibilità del codice sorgente per ispezioni e tracciabilità (anche nel caso di codice proprietario) E compito del CNIPA promuovere l attuazione della direttiva, nonché fornire adeguato supporto alle amministrazioni. CNIPA 28 giugno 2005 (34) Seminario: Il software Open Source per l e-learning

18 Osservatorio sull Open Source In seno al CNIPA nasce l Osservatorio sull Open Source, finanziato dal Comitato dei Ministri per la società dell informazione (riunione del ). I principali obiettivi dell Osservatorio sono: La diffusione della conoscenza sul fenomeno OS, anche attraverso la raccolta e successiva pubblicazione on line delle esperienze avute in materia dalle PA locali e centrali. Fornire adeguato supporto tecnico e amministrativo alle PA per la scelta del software OS più adeguato alle proprie esigenze, in particolare nella fase di valutazione comparativa nelle fasi di acquisizione del software. Promuovere i processi di valutazione e comparazione dei prodotti OS da parte delle P.A. Diffondere il patrimonio di esperienze svolte presso le Università, la ricerca pubblica, le PMI del settore, etc. CNIPA 28 giugno 2005 (35) Seminario: Il software Open Source per l e-learning Osservatorio sull Open Source In ambito UE esistono diverse esperienze di costituzione di enti con finalità simili a quelle dell Osservatorio OS: Germania Francia Olanda etc. Il programma UE IDA (Interchange of Data between Administrations) promuove la nascita di centri di competenza sull OS a livello nazionale CNIPA 28 giugno 2005 (36) Seminario: Il software Open Source per l e-learning

19 Diffusione del software Open Source Molte iniziative a livello locale e nazionale sono nate intorno al software OS. In particolare si citano: Servizio di Osservatorio Tecnologico della Scuola (MIUR), volto a creare un collegamento stabile tra mondo accademico, ricerca, imprese del settore ICT e la Scuola. Una particolare enfasi è posta sull adozione del software OS negli ambienti didattici. Il comune di Udine ha utilizzato esclusivamente tecnologie OS per la realizzazione di un portale per i cittadini, nonché per la intranet interna all amministrazione locale. Quest ultimo caso è particolarmente significativo per il nostro Paese: dal momento che più del 90% dei comuni italiani hanno meno di abitanti, abbattere i costi utilizzando prodotti OS può essere un fattore determinante. CNIPA 28 giugno 2005 (37) Seminario: Il software Open Source per l e-learning Diffusione del software Open Source A livello EU si hanno diverse istituzioni in ciascun Paese membro che incoraggiano e promuovono l adozione di software OS nelle pubbliche amministrazioni. Di particolare rilievo sono anche le iniziative volte all introduzione e all uso di software OS nelle istituzioni rivolte all educazione (dalla scuola primaria fino alle università). Germania: l OSS-Kompetenzzentrum (http://www.kbst.bund.de/oss-cc) raccoglie studi ed esperienze delle amministrazioni tedesche con il software OS e ne cura il coordinamento Olanda: il programma Open Standards and Open Source Software (OSOSS è nato con l obiettivo di raccogliere e coordinare un catalogo di standard aperti e di software OS per l uso nelle amministrazioni pubbliche Austria: il Chief Information Office è l ufficio responsabile per tutto ciò che riguarda l e-government, ed ha istituito un gruppo di lavoro sull OS (http://www.cio.gv.at/alternativen) CNIPA 28 giugno 2005 (38) Seminario: Il software Open Source per l e-learning

20 Diffusione del software Open Source Molte amministrazioni pubbliche di diversi Paesi extra UE hanno accelerato il passaggio da sistemi proprietari a sistemi basati interamente o parzialmente su software OS. Brasile: molti stati e province hanno approvato leggi volte a promuovere l uso di software OS nelle PA Cina: il governo cinese ha sponsorizzato la nascita ed il supporto ad una distribuzione Linux localizzata per l enorme mercato cinese CNIPA 28 giugno 2005 (39) Seminario: Il software Open Source per l e-learning Diffusione del software Open Source India: oltre al crescente interesse verso il software OS, il governo indiano ha persuaso Microsoft a condividere parte del suo codice in alcuni progetti con l amministrazione centrale del Paese. Mozambico: il progetto GovNet (sviluppato anche grazie al supporto dell Italia) è nato per connettere le 15 PA principali del paese africano, permettendo un abbattimento dei costi ed una maggiore efficienza, il tutto utilizzando software OS. Albania: anche il paese balcanico è interessato al progetto GovNet. CNIPA 28 giugno 2005 (40) Seminario: Il software Open Source per l e-learning

21 Per maggiori informazioni CNIPA 28 giugno 2005 (41) Seminario: Il software Open Source per l e-learning

L Open Source nella Pubblica

L Open Source nella Pubblica L Open Source nella Pubblica Amministrazione Vittorio Pagani Responsabile Osservatorio Open Source - CNIPA 1 Riflessioni su alcune caratteristiche del software OS disponibilità del codice sorgente: possibilità

Dettagli

OS E PA. Open source e Pubblica Amministrazione a che punto siamo? Paolo Coppola Assessore all Innovazione ed e-government Comune di Udine

OS E PA. Open source e Pubblica Amministrazione a che punto siamo? Paolo Coppola Assessore all Innovazione ed e-government Comune di Udine OS E PA Open source e Pubblica Amministrazione a che punto siamo? Paolo Coppola Assessore all Innovazione ed e-government Comune di Udine CODICE DELL'AMMINISTRAZIONE DIGITALE Decreto legislativo 7 marzo

Dettagli

Gassino t.se, 16 dicembre 2014

Gassino t.se, 16 dicembre 2014 2014_12_mozione_open_sourceopensource - pagina 1 di 6 Gassino t.se, 16 dicembre 2014 Oggetto: Mozione Open Source a: Sindaco della Città di Gassino Torinese Sig. Paolo Cugini Assessore di competenza Il

Dettagli

La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source

La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source Dipartimento per l Innovazione e le Tecnologie Paola Tarquini Sommario Iniziative in atto Una possibile strategia per la diffusione del Software

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 1990 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori GRASSI, ALLOCCA e TECCE COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 30 GENNAIO 2008 Norme in materia di pluralismo informatico

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA IL RETTORE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA IL RETTORE Si trasmette esclusivamente a mezzo e-mail Verona, 23 Ottobre 2008 Prot. 49100 Tit. I/6 Ai signori Docenti e Ricercatori Ai signori Dirigenti e Personale Tecnico Amministrativo LORO SEDI Oggetto: Software

Dettagli

Il Software Open Source per la Statistica Ufficiale

Il Software Open Source per la Statistica Ufficiale Il Software Open Source per la Statistica Ufficiale OSS in Istat. Situazione attuale e prospettive future Istat, 17 Giugno 2004 Vincenzo Patruno OSS in Istat Situazione attuale e prospettive future Software

Dettagli

L o. Giulio Concas. Romolo Camplani Nicola Serra. Evento del TOSSAD Project. http://www.tossad.org. http://agile.diee.unica.it.

L o. Giulio Concas. Romolo Camplani Nicola Serra. Evento del TOSSAD Project. http://www.tossad.org. http://agile.diee.unica.it. FLOSS Opportunità per PPAA e PMI L o Evento del TOSSAD Project http://www.tossad.org Romolo Camplani Nicola Serra http://agile.diee.unica.it 1 Cosa è il FLOSS (o F/OSS) Free/Libre Open Source Software

Dettagli

La normativa sul riuso del software nella P. A. e l esperienza Toscana

La normativa sul riuso del software nella P. A. e l esperienza Toscana La normativa sul riuso del software nella P. A. e l esperienza Toscana Caterina Flick Linux Day Grosseto, 27 ottobre 2007 1/13 P.A. e acquisizione di software Secondo la normativa vigente le amministrazioni

Dettagli

"L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia"

L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia "L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia" Sintesi per la stampa Ricerca promossa da Microsoft e Confcommercio realizzata da NetConsulting Roma, 18 Marzo 2003 Aziende

Dettagli

Migrare all'open Source

Migrare all'open Source Migrare all'open Source Una scelta tecnica, economica e politica per le PMI e le PA Alessandro Ronchi Che cos'è l'open Source Un software è Open Source quando i clienti possono leggere, modificare, ridistribuire

Dettagli

Una comunità di utenti e sviluppatori, l esperienza di PAFlow PROVINCIA DI PRATO

Una comunità di utenti e sviluppatori, l esperienza di PAFlow PROVINCIA DI PRATO PROVINCIA DI PRATO STEFANO BARGIOTTI 1 Elementi specifici del progetto Sistema Integrato, Multiente, in tecnologia WEB per la gestione del protocollo informatico, gestione atti e flussi documentali Apertura

Dettagli

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Relazione Attività Di Progetto

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Relazione Attività Di Progetto CST Area di Taranto Assemblea dei Sindaci 19.09.2008 Relazione Attività Di Progetto Uno degli obiettivi del progetto CST Area di TARANTO è stato quello di garantire la diffusione dei servizi innovativi

Dettagli

Il tuo business si evolve. Fai evolvere il tuo gestionale. Costruiamo i motori di un pianeta più intelligente.

Il tuo business si evolve. Fai evolvere il tuo gestionale. Costruiamo i motori di un pianeta più intelligente. Il tuo business si evolve. Fai evolvere il tuo gestionale. Costruiamo i motori di un pianeta più intelligente. esperienza + innovazione affidabilità Da IBM, una soluzione completamente nuova: ACG Vision4,

Dettagli

proposta di legge n. 316

proposta di legge n. 316 REGIONE MARCHE 1 ASSEMBLEA LEGISLATIVA proposta di legge n. 316 a iniziativa dei Consiglieri ALTOMENI, BRANDONI, AMAGLIANI, BINCI, PETRINI, COMI, MOLLAROLI, ORTENZI, D ISIDORO, CAPPONI presentata in data

Dettagli

Trieste: efficienza digitale. buongiorno - pozdravljeni

Trieste: efficienza digitale. buongiorno - pozdravljeni Trieste: efficienza digitale buongiorno - pozdravljeni Spesso mi sono trovato nella situazione di dover ottimizare le risorse informatiche a disposizione, sia nell'ambito profit che non profit, per migliorare

Dettagli

Veronica Mobilio - CNIPA. Scegliere una piattaforma

Veronica Mobilio - CNIPA. Scegliere una piattaforma L Open Source per l elearningl ATutor vs Moodle Veronica Mobilio - CNIPA Scegliere una piattaforma Le PA che decidono di erogare progetti formativi in modalità elearning si trovano di fronte alla necessità

Dettagli

Tavolo di Sanità Elettronica. Riuso delle componenti realizzate nel progetto "Rete dei centri di prenotazione - Cup on line"

Tavolo di Sanità Elettronica. Riuso delle componenti realizzate nel progetto Rete dei centri di prenotazione - Cup on line Tavolo di Sanità Elettronica Riuso delle componenti realizzate nel progetto "Rete dei centri di prenotazione - Cup on line" Roma, 14 Dicembre 2011 IL RIUSO Mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme

Dettagli

Educando nella Provincia di Varese 2012

Educando nella Provincia di Varese 2012 Scheda progetto Educando nella Provincia di Varese 2012 ANCI Lombardia coordina e organizza le azioni degli enti associati in materia di servizio civile definendo una precisa strategia metodologica comune

Dettagli

Sviluppo, Acquisizione e Riuso

Sviluppo, Acquisizione e Riuso Bari, 24 Luglio 2006 Dati delle Pubbliche Amministrazioni e servizi in rete Sviluppo, Acquisizione e Riuso Codice dell Amministrazione Digitale Capo VI, artt. 67-70 1 Art. 67: Modalità di sviluppo e acquisizione

Dettagli

SIEL - Soluzioni Integrate Enti Locali

SIEL - Soluzioni Integrate Enti Locali SIEL - Soluzioni Integrate Enti Locali Filosofia di funzionamento del sistema SIEL Il pacchetto Integrato Enti Locali, realizzato in ambiente con linguaggi di ultima generazione, consente all Ente Locale

Dettagli

Valutazione tecnico economica dell acquisizione del software

Valutazione tecnico economica dell acquisizione del software Valutazione tecnico economica dell acquisizione del software un possibile approccio Pierluigi Mazzuca Direttore Customer & Partner experience Microsoft Italia Agenda La normativa corrente in materia di

Dettagli

Le risposte del rapporto SINTESI

Le risposte del rapporto SINTESI SINTESI Il rapporto Crescita digitale. Come Internet crea lavoro, come potrebbe crearne di più, curato da Marco Simoni e Sergio de Ferra (London School of Economics) per Italia Futura, in collaborazione

Dettagli

AFFILIARSI AL Consorzio Ingauno Energia Pulita. L unione fa la forza: unirsi per uno scopo comune

AFFILIARSI AL Consorzio Ingauno Energia Pulita. L unione fa la forza: unirsi per uno scopo comune AFFILIARSI AL Consorzio Ingauno Energia Pulita L unione fa la forza: unirsi per uno scopo comune Il Consorzio Ingauno Energia Pulita: scopi e principali attività Perché unirsi Diritti e doveri del Consorzio

Dettagli

1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale

1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale 1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale della RGS, del CNIPA e di ingegneri dell Ordine di

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER LA DIGITALIZZAZIONE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE

PROTOCOLLO DI INTESA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER LA DIGITALIZZAZIONE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE PROTOCOLLO DI INTESA TRA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER LA DIGITALIZZAZIONE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE TECNOLOGICA E ENGINEERING INGEGNERIA INFORMATICA S.p.A.

Dettagli

Introduzione al Software Libero

Introduzione al Software Libero Introduzione al Software Libero Linux Day 6 23 novembre 2002 Il software Programma (codice) scritto in un particolare linguaggio di programmazione esistono molti linguaggi di programmazione (Di solito)

Dettagli

Manuale di valutazione del personale non titolare di posizione organizzativa

Manuale di valutazione del personale non titolare di posizione organizzativa Manuale di valutazione del personale non titolare di posizione organizzativa 1 Premessa Il presente manuale è stato redatto al fine di fornire uno strumento, rapido e accessibile, per chiarire i presupposti

Dettagli

Azienda Sanitaria ULSS 3 Risultati dell indagine 2014 sul benessere del personale dipendente

Azienda Sanitaria ULSS 3 Risultati dell indagine 2014 sul benessere del personale dipendente Risultati dell indagine 2014 sul benessere del personale dipendente Sommario Premessa 1 L indagine e il questionario di rilevazione 1 La partecipazione e le caratteristiche dei rispondenti 2 I risultati

Dettagli

TEACHMOOD Laboratorio ICT Regione Piemonte l'ufficio Scolastico Regionale open source 30 corsi on-line la piattaforma moodle Teachmood,

TEACHMOOD Laboratorio ICT Regione Piemonte l'ufficio Scolastico Regionale open source 30 corsi on-line la piattaforma moodle Teachmood, TEACHMOOD è un iniziativa formativa che il Laboratorio ICT della Regione Piemonte, in collaborazione con l'ufficio Scolastico Regionale del Piemonte, propone a tutti gli insegnanti delle scuole piemontesi.

Dettagli

Educando nelle Province di Bergamo e Brescia

Educando nelle Province di Bergamo e Brescia Scheda progetto Educando nelle Province di Bergamo e Brescia Il progetto si sviluppa in otto comuni delle province di Bergamo e Brescia. OBIETTIVI GENERALI La realizzazione del progetto si pone i seguenti

Dettagli

Convegno "LE TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE IN ITALIA: ANALISI E PROSPETTIVE"

Convegno LE TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE IN ITALIA: ANALISI E PROSPETTIVE Convegno "LE TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE IN ITALIA: ANALISI E PROSPETTIVE" Alcune riflessioni sul tema della diffusione dell'ict nelle imprese Guido Mario Rey Facoltà di Economia

Dettagli

PHP e MySQL entrano a scuola. caso di adozione di software libero in un istituto tecnico commerciale programmatori

PHP e MySQL entrano a scuola. caso di adozione di software libero in un istituto tecnico commerciale programmatori PHP e MySQL entrano a scuola caso di adozione di software libero in un istituto tecnico commerciale programmatori Chi siamo Siamo un gruppo di insegnanti di informatica e di esercitazioni di informatica

Dettagli

Il welfare provinciale e il ruolo della cooperazione sociale

Il welfare provinciale e il ruolo della cooperazione sociale Il welfare provinciale e il ruolo della cooperazione sociale In questa periodo sono un fase di sottoscrizione gli Accordi di Programma nei diversi ambiti territoriali nella Provincia di Cuneo. La ricerca

Dettagli

PROFILO AZIENDALE 2011

PROFILO AZIENDALE 2011 PROFILO AZIENDALE 2011 NET STUDIO Net Studio è un azienda che ha sede in Toscana ma opera in tutta Italia e in altri paesi Europei per realizzare attività di Consulenza, System Integration, Application

Dettagli

Il processo di produzione dell informazione statistica e l opzione open source

Il processo di produzione dell informazione statistica e l opzione open source Il processo di produzione dell informazione statistica e l opzione Roma, 4 marzo 2008 Giulio Barcaroli 1 Il processo di produzione dell informazione statistica e l opzione All interno dell ISTAT da alcuni

Dettagli

OpenPsy: OpenSource nella Psicologia. Presentazione del progetto in occasione dell edizione 2004 del Webbit (Padova)

OpenPsy: OpenSource nella Psicologia. Presentazione del progetto in occasione dell edizione 2004 del Webbit (Padova) OpenPsy: OpenSource nella Psicologia Pag. 1 di 9 OpenPsy: OpenSource nella Psicologia Presentazione del progetto in occasione dell edizione 2004 del Webbit (Padova) PREMESSA Per prima cosa, appare ovvio

Dettagli

PRESENTAZIONE SINTETICA PROGETTO JOOMLA! UN SITO WEB OPEN SOURCE PER LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

PRESENTAZIONE SINTETICA PROGETTO JOOMLA! UN SITO WEB OPEN SOURCE PER LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI PRESENTAZIONE SINTETICA PROGETTO JOOMLA! UN SITO WEB OPEN SOURCE PER LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Premessa: Considerato che: 1. le attuali funzionalità e requisiti connessi alle piattaforme web della Pubblica

Dettagli

Provincia di Genova. Il ruolo degli Enti Locali nello sviluppo dello E-government, loro rapporto con lo Stato e le Regioni

Provincia di Genova. Il ruolo degli Enti Locali nello sviluppo dello E-government, loro rapporto con lo Stato e le Regioni Provincia di Genova Convegno: Le Province e il digital divide: un crocevia tra innovazione, sviluppo e territorio settembre 2006 Il ruolo degli Enti Locali nello sviluppo dello E-government, loro rapporto

Dettagli

Il mercato italiano Open Source: domanda e offerta 1

Il mercato italiano Open Source: domanda e offerta 1 Il mercato italiano Open Source: domanda e offerta 1 Oltre il 12% delle aziende italiane usa soluzioni Open Source.(Istat 2007). Sarebbero molte di più se ci fosse una sufficiente diffusione della conoscenza

Dettagli

Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010

Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010 Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010 L Osservatorio TCI sul Turismo Scolastico Perché? L idea di costituire un Osservatorio sul Turismo

Dettagli

Convegno di studio La biometria entra nell e-government. Le attività del CNIPA nel campo della biometria: le Linee guida

Convegno di studio La biometria entra nell e-government. Le attività del CNIPA nel campo della biometria: le Linee guida Convegno di studio La biometria entra nell e-government Le attività del CNIPA nel campo della biometria: le Linee guida Alessandro Alessandroni Cnipa alessandroni@cnipa.it Alessandro Alessandroni è Responsabile

Dettagli

II Convegno SiE-L Firenze, 9-11 novembre 2005 Villa del Poggio Imperiale

II Convegno SiE-L Firenze, 9-11 novembre 2005 Villa del Poggio Imperiale II Convegno SiE-L Firenze, 9-11 novembre 2005 Villa del Poggio Imperiale Antonio Cartelli cartan@unicas.it - Centro di Facoltà per le T.I.C. e la didattica on line - Laboratorio di Tecnologie dell istruzione

Dettagli

Investire in Cina, India, Brasile e Turchia Il costo e la normativa del lavoro

Investire in Cina, India, Brasile e Turchia Il costo e la normativa del lavoro Investire in Cina, India, Brasile e Turchia Il costo e la normativa del lavoro A cura di Centro Studi Assolombarda Ufficio Studi Unione Industriale di Torino Argomenti della Presentazione Condizioni alla

Dettagli

Open Source e business

Open Source e business Open Source e business I paradigmi attuali e l'esempio di Apache Software Foundation Andrea Pescetti pescetti@apache.org Presentazione Volontario di Free Software Foundation dal 2001 Volontario del progetto

Dettagli

Federfarma Napoli Associazione Sindacale dei Titolari di Farmacia della Provincia di Napoli. website: http://farpresa.ised.it

Federfarma Napoli Associazione Sindacale dei Titolari di Farmacia della Provincia di Napoli. website: http://farpresa.ised.it Federfarma Napoli Associazione Sindacale dei Titolari di Farmacia della Provincia di Napoli website: http://farpresa.ised.it IDEA L idea del presente Progetto nasce dall esperienza delle prenotazioni Cup

Dettagli

Quale futuro per le PMI di Spedizioni Internazionali del Lazio

Quale futuro per le PMI di Spedizioni Internazionali del Lazio CENTRO STUDI Logistica, Trasporto Merci e Spedizioni Progetto Confetra Lazio: Quale futuro per le PMI di Spedizioni Internazionali del Lazio Roma, maggio 2011 PROGETTO REALIZZATO CON IL CONTRIBUTO DELLA

Dettagli

I VANTAGGI. Flessibilità

I VANTAGGI. Flessibilità E-LEARNING E-LEARNING La proposta E-Learning della suite Agorà di Dedagroup A CHI SI RIVOLGE L OFFERTA fornisce al cliente un sistema complementare di formazione a distanza sui prodotti della suite Agorà

Dettagli

Obiettivo: EQUITY! Programma di assistenza per l accesso ai capitali di rischio da parte delle neo, piccole e medie imprese

Obiettivo: EQUITY! Programma di assistenza per l accesso ai capitali di rischio da parte delle neo, piccole e medie imprese Obiettivo: EQUITY! 0 Programma di assistenza per l accesso ai capitali di rischio da parte delle neo, piccole e medie imprese Settembre 2012 IL PROGRAMMA Il Consorzio Camerale per il credito e la finanza

Dettagli

Internet: Software Open Source e Sistemi operativi. conoscerlo al meglio per usarlo meglio. 2011 Gabriele Riva - Arci Barzanò

Internet: Software Open Source e Sistemi operativi. conoscerlo al meglio per usarlo meglio. 2011 Gabriele Riva - Arci Barzanò Internet: conoscerlo al meglio per usarlo meglio Software Open Source e Sistemi operativi Indice Cos'è un Software Open Source Perchè utilizzare Software Open Source Sistemi operativi Licenze software

Dettagli

SISTEMA E-LEARNING INeOUT

SISTEMA E-LEARNING INeOUT SISTEMA E-LEARNING INeOUT AMBIENTE OPERATIVO 1 Premesse metodologiche La complessità di un sistema informatico dipende dall aumento esponenziale degli stati possibili della sua architettura. Se è vero

Dettagli

Direttiva 19 dicembre 2003 Sviluppo ed utilizzazione dei programmi informatici da parte delle pubbliche amministrazioni. G.U. 7 febbraio 2004, n.

Direttiva 19 dicembre 2003 Sviluppo ed utilizzazione dei programmi informatici da parte delle pubbliche amministrazioni. G.U. 7 febbraio 2004, n. www.cnipa.gov.it 1/5 Sviluppo ed utilizzazione dei programmi informatici da parte delle pubbliche amministrazioni. IL MINISTRO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE - Visto il regio decreto 18 novembre 1923,

Dettagli

Il ciclo di vita della startup e gli attori della filiera del venture capital

Il ciclo di vita della startup e gli attori della filiera del venture capital Il ciclo di vita della startup e gli attori della filiera del venture capital Quando ricorrere al capitale di rischio Sostegno alla crescita Ricambio generazionale Internazionalizzazione Riorganizzazione

Dettagli

PROPOSTA DI MANDATO PER IL GRUPPO DI LAVORO TURISMO SOSTENIBILE per il periodo 2015-2016

PROPOSTA DI MANDATO PER IL GRUPPO DI LAVORO TURISMO SOSTENIBILE per il periodo 2015-2016 PROPOSTA DI MANDATO PER IL GRUPPO DI LAVORO TURISMO SOSTENIBILE per il periodo 2015-2016 1. Istituzione del gruppo di lavoro Decisione della Conferenza delle Alpi in merito all istituzione del Gruppo di

Dettagli

Preparare il futuro: finanziamenti pubblici per idee innovative basate su tecnologie Open Source. Stefano Penge steve@lynxlab.com

Preparare il futuro: finanziamenti pubblici per idee innovative basate su tecnologie Open Source. Stefano Penge steve@lynxlab.com Preparare il futuro: finanziamenti pubblici per idee innovative basate su tecnologie Open Source Stefano Penge steve@lynxlab.com L'opensource nella PA: perché funziona! 28 febbraio 2015 Una lunga esperienza

Dettagli

A probabilistic approach for choosing the best licence in the Eclipse community

A probabilistic approach for choosing the best licence in the Eclipse community A probabilistic approach for choosing the best licence in the Eclipse community Autori: Pierpaolo Di Bitonto Maria Laterza Paolo Maresca Teresa Roselli Veronica Rossano Lidia Stanganelli Seen Solution

Dettagli

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI PREMESSA L importanza crescente delle caratteristiche locali nello spiegare l andamento industriale ed economico del Paese

Dettagli

LA GESTIONE DELLE INFORMAZIONI IN AZIENDA: LA FUNZIONE SISTEMI INFORMATIVI 173 7/001.0

LA GESTIONE DELLE INFORMAZIONI IN AZIENDA: LA FUNZIONE SISTEMI INFORMATIVI 173 7/001.0 LA GESTIONE DELLE INFORMAZIONI IN AZIENDA: LA FUNZIONE SISTEMI INFORMATIVI 173 7/001.0 LA GESTIONE DELLE INFORMAZIONI IN AZIENDA: LA FUNZIONE SISTEMI INFORMATIVI PIANIFICAZIONE STRATEGICA NELL ELABORAZIONE

Dettagli

DOSSIER PER LA STAMPA

DOSSIER PER LA STAMPA DOSSIER PER LA STAMPA INDICE ERASMUS GIOVANI IMPRENDITORI : UN NUOVO PROGRAMMA DI SCAMBIO...3 CHI PUO' PARTECIPARE?... 5 QUALI BENEFICI E PER CHI?...6 COME FUNZIONA? STRUTTURA E IMPLEMENTAZIONE...7 CHI

Dettagli

COMUNE DI RICCIONE Provincia di Rimini

COMUNE DI RICCIONE Provincia di Rimini COMUNE DI RICCIONE Provincia di Rimini Sistema di valutazione della performance individuale del personale dipendente Allegato 2 1 di 9 Oggetto della valutazione Il sistema di valutazione della performance

Dettagli

REGOLAMENTO DI BIBLIOTECA

REGOLAMENTO DI BIBLIOTECA REGOLAMENTO DI BIBLIOTECA Emanato con D.R. n. 437 del 07/11/2012. Art.1 (La Biblioteca) 1. La Biblioteca è un sistema coordinato di Servizi, istituzionalmente preposto a garantire supporto alla ricerca,

Dettagli

ACCORDO QUADRO PER LA DIFFUSIONE E L IMPLEMENTAZIONE DI BUONE PRATICHE DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO. Tra UFFICIO SCOLASTICO TERRITORIALE DI NOVARA

ACCORDO QUADRO PER LA DIFFUSIONE E L IMPLEMENTAZIONE DI BUONE PRATICHE DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO. Tra UFFICIO SCOLASTICO TERRITORIALE DI NOVARA ACCORDO QUADRO PER LA DIFFUSIONE E L IMPLEMENTAZIONE DI BUONE PRATICHE DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO Tra UFFICIO SCOLASTICO TERRITORIALE DI NOVARA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Dettagli

Commissione Open Source 2007 - Analisi audizioni on line degli operatori del mercato

Commissione Open Source 2007 - Analisi audizioni on line degli operatori del mercato Commisone Open Source 2007 - Anali audizioni on line degli operatori del mercato Introduzione Al fine di stimolare lo scambio di idee e raccogliere i contributi provenienti dagli operatori del mercato,

Dettagli

Ottobre 2010. Progetto per un programma internazionale di formazione a distanza per l innovazione nel settore pubblico

Ottobre 2010. Progetto per un programma internazionale di formazione a distanza per l innovazione nel settore pubblico Ottobre 2010 Progetto per un programma internazionale di formazione a distanza per l innovazione nel settore pubblico Indice Slide 1 Il contesto Slide 2 Gli obiettivi Slide 3 Formazione orientata alla

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio

COMUNICATO STAMPA. ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio COMUNICATO STAMPA ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio Il nuovo organismo creato per sviluppare la cultura al risparmio e alla legalità economica in Italia è stato presentato

Dettagli

figure professionali software

figure professionali software Responsabilità del Program Manager Valuta la fattibilità tecnica delle opportunità di mercato connesse al programma; organizza la realizzazione del software in forma di progetti ed accorpa più progetti

Dettagli

MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO

MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO Intervento Roberto Albonetti direttore Attività Produttive Regione Lombardia Il mondo delle imprese ha subito negli ultimi anni un accelerazione impressionante:

Dettagli

STATUTO DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA MEYER INDICE SEZIONE

STATUTO DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA MEYER INDICE SEZIONE STATUTO DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA MEYER INDICE SEZIONE Titolo 8 POLITICHE DEL PERSONALE: VALORIZZAZIONE E TUTELA DEL CAPITALE UMANO Art. 68 - Salute organizzativa Art. 69 - Strumenti per la

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XVII LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XVII LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XVII LEGISLATURA BOZZA Doc. XVIII n. 104 RISOLUZIONE DELLA 8ª COMMISSIONE PERMANENTE (Lavori pubblici, comunicazioni) (Estensore FILIPPI) approvata nella seduta del 28 gennaio 2016

Dettagli

Content Management System

Content Management System Content Management System Docente: Prof. Roberto SALVATORI CARATTERISTICHE PRINCIPALI DI UN CMS In quest ultimo decennio abbiamo avuto modo di osservare una veloce e progressiva evoluzione del Web, portando

Dettagli

SOGEI E L AGENZIA DEL TERRITORIO

SOGEI E L AGENZIA DEL TERRITORIO SOGEI E L AGENZIA DEL TERRITORIO CHI SIAMO Sogei è la società di ICT, a capitale interamente pubblico, partner tecnologico del Ministero dell Economia e delle Finanze italiano. Progettiamo, realizziamo,

Dettagli

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration COSA FACCIAMO SEMPLIFICHIAMO I PROCESSI DEL TUO BUSINESS CON SOLUZIONI SU MISURA EXTRA supporta lo sviluppo

Dettagli

Indagine su: L approccio delle aziende e delle associazioni nei confronti dell accessibilità dei siti web

Indagine su: L approccio delle aziende e delle associazioni nei confronti dell accessibilità dei siti web Indagine su: L approccio delle aziende e delle associazioni nei confronti dell accessibilità dei siti web Gennaio 2005 Indice Introduzione Obiettivo e metodologia dell indagine Composizione e rappresentatività

Dettagli

PROGETTO AULA DIGITALE

PROGETTO AULA DIGITALE ) PROGETTO AULA DIGITALE Egregio Sig. Preside, La scuola italiana vive oggi un momento di grande trasformazione. Molte sono le voci che si levano e che ne chiedono un profondo ammodernamento, una ridefinizione

Dettagli

Pubblico e privato nelle strategie di e-government

Pubblico e privato nelle strategie di e-government Ruolo degli Enti Locali nel Piano di e-government La strategia del Comune per l e-government Gli strumenti attuativi della strategia Il necessario apporto del privato Ruolo degli Enti Locali nel Piano

Dettagli

La Dichiarazione di Verona sugli investimenti in salute (The Verona Declaration on Investment for Healt)

La Dichiarazione di Verona sugli investimenti in salute (The Verona Declaration on Investment for Healt) SCHEDA 8 La Dichiarazione di Verona sugli investimenti in salute (The Verona Declaration on Investment for Healt) Verona, Italia, 5-9 luglio 2000 LA SFIDA DI VERONA Investire in salute significa promuoverne

Dettagli

Un mestiere difficile

Un mestiere difficile Un mestiere difficile.forse troppo? a cura di Beatrice Chirivì INTRODUZIONE Sono in media 1.300 all anno le persone che inviano il proprio curriculum al COSV. In gran parte si tratta di candidature di

Dettagli

SACE BT realizza su tecnologia Microsoft la piattaforma di gestione delle polizze

SACE BT realizza su tecnologia Microsoft la piattaforma di gestione delle polizze Caso di successo Microsoft Integration SACE BT SACE BT realizza su tecnologia Microsoft la piattaforma di gestione delle polizze Informazioni generali Settore Istituzioni finanziarie Il Cliente Il Gruppo

Dettagli

the TECNICO GRAFICO-MULTIMEDIA

the TECNICO GRAFICO-MULTIMEDIA the TECNICO GRAFICO-MULTIMEDIA . Istruzione e Formazione Professionale (IeFP) Con la Legge n. 5/0, l Istruzione e Formazione Professionale (IeFP) entra a far parte del sistema educativo con pari dignità

Dettagli

I PRINCIPI DEL PROCESSO DI ARMONIZZAZIONE DEI SISTEMI DI VALUTAZIONE EUROPEI

I PRINCIPI DEL PROCESSO DI ARMONIZZAZIONE DEI SISTEMI DI VALUTAZIONE EUROPEI I PRINCIPI DEL PROCESSO DI ARMONIZZAZIONE DEI SISTEMI DI VALUTAZIONE EUROPEI ANDREA MORO VICE PRESIDENTE CESBA www.cesba.eu Più di 60 sistemi impiegati in Europa 2010 2005 NATURE 2000 1990 1995 www.cesba.eu

Dettagli

Le politiche e le strategie nazionali sugli ITS. Olga Landolfi Segretario Generale TTS Italia Cagliari, 26 Giugno 2013

Le politiche e le strategie nazionali sugli ITS. Olga Landolfi Segretario Generale TTS Italia Cagliari, 26 Giugno 2013 Le politiche e le strategie nazionali sugli ITS Olga Landolfi Segretario Generale TTS Italia Cagliari, 26 Giugno 2013 TTS Italia, l Associazione ITS Nazionale fondata nel 1999, rappresenta circa 80 Enti,

Dettagli

Oggetto: Osservazioni sul Progetto di regolamento generale di esenzione per categoria

Oggetto: Osservazioni sul Progetto di regolamento generale di esenzione per categoria European Commission Directorate General for Competition State aid Registry HT 364 B 1049 Brussels Prot. N. BLD/im 474/07 Milano, 1 giugno 2007 Oggetto: Osservazioni sul Progetto di regolamento generale

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. SAMMARCO AL SEMINARIO DAL TITOLO: Orientamento ai risultati: costruire la cultura della misurazione

INTERVENTO DEL DR. SAMMARCO AL SEMINARIO DAL TITOLO: Orientamento ai risultati: costruire la cultura della misurazione INTERVENTO DEL DR. SAMMARCO AL SEMINARIO DAL TITOLO: Orientamento ai risultati: costruire la cultura della misurazione Forum P.A. - ROMA, 6 Maggio 2003 Vorrei utilizzare questo tempo a mia disposizione

Dettagli

Art. 12: Reti di riferimento

Art. 12: Reti di riferimento Progetto Mattone Internazionale: Workshop Applicazione dei diritti dei pazienti relativi all assistenza sanitaria transfrontaliera Perugia, 10 maggio 2013 Approfondimenti su tematiche specifiche legate

Dettagli

Servizio on line per la costruzione, l elaborazione e la valutazione dei business plan per le misure di investimento previste nei Psr 2007-2013

Servizio on line per la costruzione, l elaborazione e la valutazione dei business plan per le misure di investimento previste nei Psr 2007-2013 Servizio on line per la costruzione, l elaborazione e la valutazione dei business plan per le misure di investimento previste nei Psr 2007-2013 BREVE INTRODUZIONE AL SERVIZIO (a cura di Roberto D Auria

Dettagli

Quel che ogni azienda deve sapere sul finanziamento*

Quel che ogni azienda deve sapere sul finanziamento* Quel che ogni azienda deve sapere sul finanziamento* *ma senza le note scritte in piccolo Allineare gli investimenti tecnologici con le esigenze in evoluzione dell attività Il finanziamento è una strategia

Dettagli

Linux@School. un progetto patrocinato da Fondazione IBM e MIUR

Linux@School. un progetto patrocinato da Fondazione IBM e MIUR Linux@School un progetto patrocinato da Fondazione IBM e MIUR Agenda Il progetto Linux@school Contenuti Ipotesi di lavoro Descrizione del progetto Descrizione del progetto 1/2 Obiettivi: diffondere la

Dettagli

InfoTecna ITCube Web

InfoTecna ITCube Web InfoTecna ITCubeWeb ITCubeWeb è un software avanzato per la consultazione tramite interfaccia Web di dati analitici organizzati in forma multidimensionale. L analisi multidimensionale è il sistema più

Dettagli

CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA.

CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA. CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA 18 Novembre, 2014 In occasione della Presidenza di turno del Consiglio dell Unione Europea,

Dettagli

Autore prof. Antonio Artiaco. prima dispensa

Autore prof. Antonio Artiaco. prima dispensa 1 Autore prof. Corso di formazione prima dispensa Comitato Tecnico Scientifico: Gruppo Operativo di Progetto CerticAcademy Learning Center, patrocinato dall assessorato al lavoro e alla formazione professionale

Dettagli

Il Ministero dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministero dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministero dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico L Associazione Bancaria Italiana (ABI) Il Presidente dell ABI La CONFINDUSTRIA Il Presidente di CONFINDUSTRIA La Conferenza dei

Dettagli

Conoscere Dittaweb per:

Conoscere Dittaweb per: IL GESTIONALE DI OGGI E DEL FUTURO Conoscere Dittaweb per: migliorare la gestione della tua azienda ottimizzare le risorse risparmiare denaro vivere meglio il proprio tempo IL MERCATO TRA OGGI E DOMANI

Dettagli

PloneGov.org Open source collaboration for the public sector

PloneGov.org Open source collaboration for the public sector PloneGov.org Open source collaboration for the public sector Assessora Fortunata Dini Navacchio, 04 Dicembre 2008 Quadro normativo Obiettivi strategici Conferenza di Lisbona del 2000 Il passaggio ad un

Dettagli

Software a supporto della Gestione amministrativa dello Sportello Unico versione 2.1. Piano d azione

Software a supporto della Gestione amministrativa dello Sportello Unico versione 2.1. Piano d azione Pag. 1 di 6 Software a supporto della Gestione amministrativa dello Sportello Unico versione 2.1 Piano d azione R EV. REDAZIONE VERIFICHE ED APPROVAZIONI CONTROLLO APPROVAZIONE AUTORIZZAZIONE EMISSIONE

Dettagli

Regolamento per l istituzione e l applicazione del sistema di misurazione e valutazione della performance (art.1-16 D.Lgs.150 del 2009) INDICE

Regolamento per l istituzione e l applicazione del sistema di misurazione e valutazione della performance (art.1-16 D.Lgs.150 del 2009) INDICE Regolamento per l istituzione e l applicazione del sistema di misurazione e valutazione della performance (art.1-16 D.Lgs.150 del 2009) (Approvato con deliberazione della Giunta della Federazione n.102

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA. IL MINISTRO per la Pubblica Amministrazione e l'innovazione. SUN MICROSYSTEMS ITALIA SpA

PROTOCOLLO D INTESA TRA. IL MINISTRO per la Pubblica Amministrazione e l'innovazione. SUN MICROSYSTEMS ITALIA SpA PROTOCOLLO D INTESA TRA IL MINISTRO per la Pubblica Amministrazione e l'innovazione E SUN MICROSYSTEMS ITALIA SpA PER LA REALIZZAZIONE DI UN PROGETTO DI DOTAZIONE DELLE POSTAZIONI DI LAVORO DELLA PUBBLICA

Dettagli

Evol-x è una soluzione per: DIALOGO APERTO CON IL CITTADINO

Evol-x è una soluzione per: DIALOGO APERTO CON IL CITTADINO Evol-x è una soluzione per: DIALOGO APERTO CON IL CITTADINO Soluzioni gestionali integrate per la Pubblica Amministrazione L evoluzione dall e-government all e-governance mira alla costruzione di una comunità

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Ottobre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Modena NetConsulting 2012 1

Dettagli

OPEN SOURCE. Concetti chiave e implicazioni per le scelte aziendali (fornitori e utenti)

OPEN SOURCE. Concetti chiave e implicazioni per le scelte aziendali (fornitori e utenti) OPEN SOURCE Concetti chiave e implicazioni per le scelte aziendali (fornitori e utenti) OBIETTIVI Cosa sono i sw open source? Cosa li distingue dai sofware non open? Quali implicazioni per: I professionisti

Dettagli