Supervisione e controllo XML-based da Windows Vista a Windows CE. Alarm Dispatcher. Cod. DOCS 11 AD Build 1101

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Supervisione e controllo XML-based da Windows Vista a Windows CE. Alarm Dispatcher. Cod. DOCS 11 AD Build 1101"

Transcript

1 Supervisione e controllo XML-based da Windows Vista a Windows CE Alarm Dispatcher Cod. DOCS 11 AD Build 1101

2 Table Of Contents 1. ALARM DISPATCHER INTRODUZIONE COMANDI MENÙ GESTIONE LICENZA GESTIONE MULTILINGUA MESSAGGI IMPOSTAZIONI IMPOSTAZIONI GENERALI UTENTI MODULI PLUG-IN UTILIZZO DI ALARM DISPATCHER SU WINCE INVIO S VIA SMTP INVIO S VIA MAPI SMS VIA MODEM GSM SMS VIA SMPP INVIO FAX SMS VIA UCP-EMI INVIO MESSAGGI VOCALI ERRORI MODULI ERRORI RELATIVI AI PLUGINS DISPATCHERDOM DISPATCHERDOM OBJECT DISPATCHERDOM.ALDINIT DISPATCHERDOM.EMPTYQUEUE DISPATCHERDOM.GETDISPATCHERSTATE DISPATCHERDOM.GETMSGSTATUS DISPATCHERDOM.REMOVEMESSAGE DISPATCHERDOM.SETDISPATCHERSTATE DISPATCHERDOM.SENDMESSAGE DISPATCHERDOM.PUTLOG

3 1. Alarm Dispatcher 1.1. Introduzione Alarm Dispatcher è un programma software per la notifica (invio) di messaggi utilizzando vari mezzi di comunicazione (PlugIn), fra quelli configurati. Le tecnologie di comunicazione disponibili sono: 1. Messaggi SMS tramite protocollo SMPP 2. Messaggi SMS tramite GSM 3. Invio di Fax 4. Invio di Messaggi Vocali (Sintesi Vocale) 5. Invio di s tramite protocollo SMTP 6. Invio di tramite MAPI 7. Messaggi SMS tramite protocollo Ucp-Emi Il software è stato realizzato da Progea affinchè possa essere gestito da Movicon o da qualunque software in grado di gestire le funzioni, proprietà e metodi che il programma Alarm Dispatcher mette a disposizione. L'utilizzo tramite Movicon è totalmente trasparente nella notifica dei messaggi e nella gestione anagrafica. tuttavia l'utilizzo può essere personalizzato tramite gli script VBA oppure programmi di terze parti possono comandare ad Alarm Dispatcher la notifica dei messaggi secondo le tecniche di programmazione descritte in questa documentazione. Alarm Dispatcher mantiene, per ogni suo progetto di configurazione, un elenco di destinatari e la lista dei plugin da utilizzare per l'invio di messaggi. Alarm Dispatcher è pensato per funzionare come un server di smistamento messaggi. I messaggi provengono da Movicon o da qualsiasi applicazione Client che dovrà interfacciarsi utilizzando apposite funzioni. Tutta l'attività di presa in carico dei messaggi e loro distribuzione lascia una traccia nella finestra di log, oltre che nel relativo file di log. 3

4 A L A R M _ D I S P A T C H E R Utilizzo tramite Movicon Movicon utilizza le funzioni di Alarm Dispatcher in modo completamente trasparente. L'invio dei messaggi avviene tramite le proprietà degli allarmi del progetto di Movicon, ed i profili utenti (Recipients) sono quelli della gestione utenti del progetto di Movicon. Tuttavia è possibile utilizzare gli Script VBA di Movicon per personalizzare la gestione delle notifiche in base alle proprie necessità. Modalità di funzionamento. Alarm Dispatcher possiede due modalità di funzionamento: 1. Configurazione 2. Esecuzione (Run) Configurazione Il programma parte in modalità di progettazione (salvo l'avvio con opzione da riga di comando) dalla quale è possibile creare nuovi progetti di configurazione, aprirne di esistenti, modificarli e salvarli. L'avvio del programma provoca il caricamento dell'ultimo progetto salvato. Da questa modalità si ha accesso alle finestre di impostazione del progetto, per mezzo delle voci del menù "Settings" o dei pulsanti della barra degli strumenti. Il menù "File", e relativi pulsanti nella barra strumenti, consentono di gestire i progetti, che siano nuovi o esistenti. I comandi Run e Stop, presenti nel menù "File", consentono di passare da una modalità di funzionamento all'altra. Esecuzione (Run) In questa modalità avviene il vero e proprio smistamento ed invio dei messaggi. Quando possibile, secondo criteri appositi per ogni tipo di messaggio, i messaggi per uno stesso destinatario vengono raggruppati in uno solo, al fine di economizzare in tempo e risorse. Non è possibile modificare le impostazione di lavoro, ne chiudere il programma. Per fare queste cose è necessario ritornare alla modalità di Progettazione. Un'icona nella "tray area" segnala lo stato dell'applicazione e fornisce l'accesso alla finestra di log. Utilizzando il tasto desto del mouse si attiva un menù contestuale che fornisce alcuni comandi, utili se l'applicazione è stata avviata da un altro programma come applicazione nascosta. Windows 32/64 bit L'esecuzione diretta dell'alarm Dispatcher in modalità run è possibile usando l'opzione sulla riga di comando "/R". Sulla riga di comando si può anche inserire il file di progetto che deve essere caricato ed eseguito; altrimenti viene eseguito l'ultimo progetto che era stato caricato dall'alarm Dispatcher. Windows CE L'Alamr Dispatcher può essere eseguito solo nella modalità Run su WinCE. Quando nella riga di comando non viene specificato il percorso del progetto da eseguire, l'alarm Dispatcher cerca la presenza di un file di boot nella root della compact flash. Il file di boot deve avere il nome "Dispatcher.boot", e deve essere in formato XML con all'interno l'attributo "filename" in cui deve essere indicato il percorso e il nome del file che il Dispatcher deve eseguire. Se non c'è il file di boot, allora il Dispatcher esegue il progetto "AlarmDispatcher.Dspt" che, normalmente, si trova nella sua stessa cartella. Esempio di configurazione di un file di boot "Dispatcher.boot": <?xml version="1.0" encoding="iso "?> <boot> <filename>\ssd\projectfolder\projectname.dspt</filename> </boot> 1.2. Comandi Menù Menu File New Apre un nuovo progetto, impostando il valori di default per gli attributi. Attraverso la finestra di dialogo standard per la selezione di un file, si sceglie il percorso ed il nome del nuovo progetto. 4

5 A L A R M D I S P A T C H E R Open Apre un progetto esistente. L'estensione di default è <nome>.dspt Save Salva il progetto corrente. L'estensione di default è <nome>.dspt Save as Salva il progetto corrente in un nuovo progetto. Run Manda in esecuzione il processo di smistamento ed invio messaggi, utilizzando le impostazioni del progetto corrente. Stop Arresta l esecuzione dello smistamento ed invio messaggi. Il programma ritorna alla modalità di Progettazione. Exit Termina l esecuzione del programma Gestione Licenza Il prodotto Alarm Dispatcher, se utilizzato da Movicon, non richiede alcuna licenza in quanto utilizza la licenza di Movicon. Se è utilizzato invece da programmi di terze parti, il programma necessita di un codice di attivazione, che deve essere impostato tramite l'interfaccia COM. BOOL AlDInit(LPCTSTR lpszserialnumber) Argomento: LPCTSTR lpszserialnumber Codice di licenza per la disabilitazione della modalità Demo. Ritorna: TRUE (1) se il codice inserito è corretto. Permette di sbloccare la modalità di funzionamento demo. In modalità demo, le funzionalità sono complete, salvo che il messaggio inviato è un testo costante, non modificabile dall'utente. Il codice di licenza va richiesto agli uffici commerciali di Progea. Il codice di attivazione deve essere gestito come parametro di inizializzazione dal codice di utilizzo del programma. Contattare gli uffici commerciali Progea per maggiori informazioni Il codice acquistato è valido per l'utilizzo del programma su una sola postazione 1.4. Gestione Multilingua Messaggi Quando l'alarm Dispatcher viene utilizzato all'interno di Movicon è possibile gestire l'invio dei messaggi in multilingua. Nel progetto Movicon è infatti possibile associare una lingua di default ad ogni utente o gruppi di utenti consentendo di inviare il messaggio al Dispatcher nella lingua dell'utente (naturalmente nel progetto Movicon dovrà essere stata definita la Tabella Stringhe per gestire il multilingua). Questo significa, ad esempio, che se una mail viene inviata a tre differenti utenti, ognuno di questi utenti riceverà il testo nella propria lingua di default. Il meccanismo funziona per l'invio dei messaggi SMS, e FAX. Per quanto riguarda l'invio dei messaggi Vocali (Voice) attualmente non è supportata la possibilità di modificare il TTS Engine, ovvero la voce, con il quale il Dispatcher esegue lo speech del testo. Questo significa che indipendentemente dalla lingua con la quale viene passato il testo al Dispatcher lo speech verrà fatto sempre con il TTS Engine impostato nel plugin "Voice Message Sender" del Dispatcher (ad esempio, selezionando Sam come voce lo speech verrà fatto sempre utilizzando i fonemi in inglese, anche se il testo del messaggi è in italiano o tedesco, ecc.). 5

6 A L A R M _ D I S P A T C H E R 6

7 2. Impostazioni 2.1. Impostazioni Generali Le Impostazioni Generali permettono di definire alcune configurazioni di carattere generale per l'intero progetto. Vi troviamo tre sezioni: Log, Communication e Priority delays. Log Controlla l'abilitazione alla registrazione su file degli eventi, il percorso del file ed il numero massimo di righe, dopo il quale il file ricircola. Enable log to file: se abilitato provoca la generazione di un file contenente traccia degli eventi che accadono durante il funzionamento del programma, quali inizio e termine dell'esecuzione, invio di messaggi, errori sull'invio Max Number of row in log: è il massimo numero di righe che conterrà il file. Le registrazioni successive saranno sovrascritte sulle righe più vecchie (ricircolo) Log file name: qui si può specificare un nome da dare al file di log. Se il campo rimane vuoto, il file di log avrà lo stesso nome del progetto, con estensione ".dsplog" Communications Determina le modalità di notifica dei messaggi. 7

8 A L A R M _ D I S P A T C H E R # Messages: Determina il numero di tentativi consecutivi di notifica di un messaggio. Dopo il numero specificato di tentativi, il programma segnala l'errore nell'invio del messaggio # Modules retry: Determina il numero di errori consecutivi di notifica messaggi per un singolo modulo (Plug In). Dopo il numero specificato di tentativi, il programma segnala l'errore nel modulo specificato Voice Multiplex: Selezionando questa opzione, la notifica di un messaggio vocale verrà inviata comunque a tutti i destinatari di un gruppo, indipendentemente dal singolo riconoscimento eseguito da ogni utente destinatario Priority Delay Determina le modalità di notifica dei messaggi. Priority Thread - Dealy: parametri relativi alla priorità di notifica del messaggio. Ad ogni priorità corrisponde un tempo di ritardo (min.). Se il messaggio è notificato da Movicon, la priorità assegnata all'allarme identifica il corrispondente tempo di ritardo di notifica. In caso di richiesta di invio da programmi terzi, è necessario assegnare una priorità di invio (funzione SendMessage), il cui numero corrispondente determinerà il relativo tempo di ritardo Esempio: in caso di insorgenza di due o più allarmi da notificare, il programma verificherà il numero di priorità e di conseguenza il tempo eventuale di ritardo assegnato. Quindi procederà a inviare per primo il messaggio con il tempo di ritardo (Delay) minore, identificando il tempo in base al numero di priorità Utenti La finestra di impostazione utenti (Recipients) permette di inserire l'anagrafica utenti destinatari delle notifiche, disponibili per il progetto. Gli utenti inseriti saranno elencati nella lista sul bordo sinistro. Ogni utente potrà essere aggiunto con il pulsante "Add", modificato con il pulsante "Modify" oppure eliminato con il pulsante "Delete". Name Definisce il nome identificativo del destinatario. Può essere una qualunque stringa di caratteri. Mobile Number Definisce il numero di telefono cellulare (mobile) del destinatario, per la ricezione dei messaggi SMS notificati dal programma. Il numero è suddiviso in tre parti per il prefisso internazionale, il prefisso locale ed il numero di telefono. 8

9 I M P O S T A Z I O N I Voice Number Definisce il numero di telefono del destinatario, per la ricezione dei messaggi vocali (Voice) notificati dal programma. Il numero è suddiviso in tre parti per il prefisso internazionale, il prefisso locale ed il numero di telefono. Fax Number Definisce il numero dell'apparecchio telefax del destinatario, per la ricezione dei messaggi fax notificati dal programma. Il numero è suddiviso in tre parti per il prefisso internazionale, il prefisso locale ed il numero di telefono. Mail Address Definisce l'indirizzo di posta elettronica per la ricezione delle notificate dal programma. Messenger Definisce l'indirizzo identificativo dell'utente destinatario collegato in rete tramite il programma Microsoft Windows Messenger. Utilizzo tramite Movicon Movicon utilizza le funzioni di Alarm Dispatcher in modo completamente trasparente. L'invio dei messaggi avviene tramite le proprietà degli allarmi del progetto di Movicon, ed i profili utenti (Recipients) sono quelli della gestione utenti del progetto di Movicon. Tuttavia è possibile utilizzare gli Script VBA di Movicon per personalizzare la gestione delle notifiche in base alle proprie necessità Moduli Plug-In La finestra di impostazione PlugIn (Moduli di Notifica) permette di inserire le modalità di trasmissione dei messaggi di notifica, utilizzando i moduli plug-in disponibili per nel programma. Ogni modulo plug-in disponibile può essere liberamente inserito e configurato nel programma, a seconda delle proprie necessità. I plug-in disponibili sono elencati sulla lista a sinistra, quelli inseriti saranno elencati nella lista sulla destra. Ogni plug-in potrà essere selezionato e quindi aggiunto con il pulsante "->", oppure rimosso con il pulsante "<-". Ogni modulo plug-in inserito dovrà necessariamente essere configurato. Per attivare la finestra di configurazione del modulo, selezionarlo dalla lista dei moduli inseriti e quindi fare doppio clic oppure utilizzare il pulsante "Configure". Verrà visualizzata la finestra con le relative impostazioni. Il pulsante "Version" permette di verificare il numero di versione e di release di ogni singolo modulo, tra quelli inseriti. Il numero di versione è utile per verificare la disponibilità di eventuali versioni più aggiornate. 9

10 A L A R M _ D I S P A T C H E R Il pulsante "Test" permette di verificare le impostazioni del plug-in inviando un messaggio di prova. Premendo il pulsante si apre una finestra specifica per ogni plug-in; qui è possibile inserire i dati di un destinatario, digitare un messaggio di prova ed eseguire l'invio Utilizzo di Alarm Dispatcher su WinCE Alarm Dispatcher può essere utilizzato anche su sistemi Windows CE. In questo caso però è necessario fare attenzione ad alcuni accorgimenti da seguire. L'Alarm Dispatcher per WinCE carica sempre il progetto "AlarmDispatcher.Dspt". Questo progetto si deve trovare nella cartella di installazione di Movicon CE insieme anche agli altri file di configurazione dei plugin e SMS (non è supportato il plugin per l'invio di messaggi vocali). Tutti questi file sopra citati vengono installati con l'alarm Dispatcher ma potrebbero aver bisogno di essere modificati. Ad esempio si potrebbe dover modificare la porta COM in cui l'alarm Dispatcher cerca il modem GSM, oppure il Server SMTP da utilizzare per l'invio delle . Quindi per eseguire le modifiche a questi file di progetto installati dal setup, si possono copiare sul PC desktop, modificarli con l'editor dell'alarm Dispatchere e ricopiarli nella cartella di installazione di Movicon CE. Nel caso in cui l'applicazione sia parte integrante dell'immagine di WinCE, occorre fare una routine allo startup del progetto o del device per copiare da una compact flash i file del progetto dell'alarm Dispatcher nella cartella "\Windows" Invio s via SMTP Questa finestra di impostazione permette di configurare il sistema di notifica messaggi attraverso l'invio di (posta elettronica) utilizzando l'accesso diretto ad un Server con protocollo SMTP. Questo tipo di notifica permette l'invio di anche in assenza di un programma di posta (es. Ms Outlook) installato sul PC di impianto. Il sistema di notifica richiede comunque un modem per l'accesso ad internet. Server Address Questa impostazione permette di definire il nome del Server di posta (operatore gestore del servizio) presso il quale si dispone dell'account. Static From Address Questa impostazione permette di definire un indirizzo da specificare nel messaggio come indirizzo del mittente. Questa impostazione è utile per utilizzare i Server che consentono l'invio di posta solamente se il mittente appartiene al proprio dominio. 10

11 I M P O S T A Z I O N I Authentication Permette di specificare se l'accesso al Server richiede l'autenticazione all'accesso oppure no. Authentication Type Permette di selezionare il tipo di autenticazione richiesta dal Server di posta. Al momento, le modalità di autenticazione supportate sono "Plain" e "Login". UserName, Password In queste due caselle di editazione è necessario specificare il nome utente e la password richieste per l'accesso all'account di posta. RAS Settings Qualora l'accesso ad internet richieda la connessione RAS (modem), occorre specificare i relativi parametri per la chiamata e quindi la connessione ad internet. Enable: abilita l'utilizzo di una connessione RAS per accedere al Server via modem. In caso contrario, significa che l'accesso al Server (internet) sfrutta una connessione permanente (es. LAN) Show Dialog: abilitala visualizzazione della finestra di dialogo durante la connessione Retry Hold Time: Timeout per ritentare la connessione Retry Hold Time: Timeout per eseguire la disconnessione Retries: Numero di tentativi di connessione Dial Up: permette di utilizzare una connessione già disponibile nel sistema operativo (precedentemente inserita nelle connessioni di rete) Phone Number: nel caso in cui non si utilizzi un profilo di connessione esistente, specificare il numero di telefono di accesso al servizio UserName, Password: nel caso in cui non si utilizzi un profilo di connessione esistente, specificare i parametri di accesso al servizio 2.6. Invio s via MAPI Questa finestra di impostazione permette di configurare il sistema di notifica messaggi attraverso l'invio di (posta elettronica) utilizzando il programma per l'invio di posta configurato in Windows come "Programma di posta" (es. Ms Outlook). E' importante ricordare che questo tipo di notifica utilizza il programma di posta configurato, quindi è indispensabile che tale programma sia correttamente installato e configurato. 11

12 A L A R M _ D I S P A T C H E R Profile Name Permette di specificare il nome del profilo (account) presente tra i profili riconosciuti nel programma di posta installato. Tutti i parametri per l'accesso al Server di posta saranno pertanto da configurarsi nel profilo (account) di posta del programma (es. Ms Outlook). RAS Settings Qualora l'accesso ad internet richieda la connessione RAS (modem), occorre specificare i relativi parametri per la chiamata e quindi la connessione ad internet. Enable: abilita l'utilizzo di una connessione RAS per accedere al Server via modem. In caso contrario, significa che l'accesso al Server (internet) sfrutta una connessione permanente (es. LAN) Show Dialog: abilitala visualizzazione della finestra di dialogo durante la connessione Retry Hold Time: Timeout per ritentare la connessione Retry Hold Time: Timeout per eseguire la disconnessione Retries: Numero di tentativi di connessione Dial Up: permette di utilizzare una connessione già disponibile nel sistema operativo (precedentemente inserita nelle connessioni di rete) Phone Number: nel caso in cui non si utilizzi un profilo di connessione esistente, specificare il numero di telefono di accesso al servizio UserName, Password: nel caso in cui non si utilizzi un profilo di connessione esistente, specificare i parametri di accesso al servizio 2.7. SMS via Modem GSM Questa finestra di impostazione permette di configurare il sistema di notifica messaggi attraverso la tecnologia SMS basata su GSM, utilizzando qualsiasi modem GSM standard. 12

13 I M P O S T A Z I O N I Serial Port Settings In questo gruppo di impostazioni occorre specificare i parametri di utilizzo della porta seriale alla quale il modem GSM è collegato. Inizialization String Stringa di inizializzazione del modem. Normalmente utilizzare ATE0, ma è sempre preferibile attenersi alla documentazione del modem utilizzato. ServiceCenter Questo numero potrebbe essere richiesto dalla SIM Card utilizzata dal modem. Pin Numbers I numeri PIN devono essere introdotti in funzione della SIM Card utilizzata dal modem SMS via SMPP Questa finestra di impostazione permette di configurare il sistema di notifica messaggi attraverso la tecnologia SMS basata sul protocollo SMPP (Short Message Point-To-Point protocol). Grazie a questa tecnica di notifica, il sistema è in grado di inviare messaggi SMS sui telefoni dei destinatari accedendo direttamente ad un Server SMPP, senza quindi la necessità di un modem GSM. Naturalmente, occorre verificare la disponibilità di un operatore telefonico abilitato al servizio, quindi attivare il conseguente abbonamento. In base alla scelta dell'operatore (gestore del servizio), occorrerà impostare i parametri funzionali e di accesso relativi. Server Address Occorre specificare l'indirizzo del Server SMPP dell'operatore telefonico e gestore del servizio. Server Port Generalmente è richiesta la porta 9000, ma occorre sempre verificare la porta del Server richiesta del gestore del servizio. 13

14 A L A R M _ D I S P A T C H E R Source TON, NPI, Type Parametri di accesso richiesti dal gestore del servizio. Source ID, Password Parametri di accesso richiesti dal gestore del servizio. Si dell'abbonamento. ricevono dopo l'attivazione Timeout: Binding, Answer, Delivery Impostazione dei tempi (msec) relativi ai timeout di funzionamento. RAS Settings Qualora l'accesso ad internet richieda la connessione RAS (modem), occorre specificare i relativi parametri per la chiamata e quindi la connessione ad internet. Enable: abilita l'utilizzo di una connessione RAS per accedere al Server via modem. In caso contrario, significa che l'accesso al Server (internet) sfrutta una connessione permanente (es. LAN). Show Dialog: abilitala visualizzazione della finestra di dialogo durante la connessione Retry Hold Time: Timeout per ritentare la connessione Retry Hold Time: Timeout per eseguire la disconnessione Retries: Numero di tentativi di connessione Dial Up: permette di utilizzare una connessione già disponibile nel sistema operativo (precedentemente inserita nelle connessioni di rete) Phone Number: nel caso in cui non si utilizzi un profilo di connessione esistente, specificare il numero di telefono di accesso al servizio UserName, Password: nel caso in cui non si utilizzi un profilo di connessione esistente, specificare i parametri di accesso al servizio 2.9. Invio Fax Questa finestra di impostazione permette di configurare il sistema di notifica messaggi attraverso il gestore Fax di Windows. Il programma infatti consente la spedizione di fax utilizzando la stampante fax di Windows. L'unica proprietà da configurare nel programma è quindi il nome quale "Titolo Intestazione" del fax che verrà inviato. Prima di utilizzare il servizio di notifica via Fax, è necessario procedere alla corretta e completa configurazione del servizio in Windows. Per fare ciò, occorre utilizzare il Pannello di Controllo ed accedere alla voce "Stampanti e Fax". 14

15 I M P O S T A Z I O N I SMS via Ucp-Emi Questa finestra di impostazione permette di configurare il sistema di notifica messaggi attraverso la tecnologia SMS, utilizzando qualsiasi modem standard per collegarsi ad un server che supporti il protocollo Ucp. Serial Port Settings In questo gruppo di impostazioni occorre specificare i parametri di utilizzo della porta seriale alla quale il modem è collegato. Timeout Tempo di attesa (in ms.) per le operazioni di comunicazione sulla seriale. 15

16 A L A R M _ D I S P A T C H E R Pause Tempo di attesa (in ms.) fra l'invio di due messaggi successivi. E' sconsigliabile tenerlo basso, poichè i server Ucp, frequentemente, non supportano l'invio di messaggi in sequenze veloci. Default RTS/DTR Stato dei corrispondenti segnali della porta seriale. Per alcuni modelli di modem può essere richiesta questa impostazione. Di norma, con i dispositivi attualil, non è necessario modificare l'impostazione. Max Connection try Numero di tentativi di invio successivi, dopo i quali il messaggio viene eliminato. Inizialization String Stringa di inizializzazione del modem. Normalmente utilizzare ATE0, ma è sempre preferibile attenersi alla documentazione del modem utilizzato. ServiceCenter Questo è il numero da chiamare per il collegamento col server Ucp-Emi. Sender Address Questo è il numero che viene utilizzato come numero mittente del messaggio Invio Messaggi Vocali Questa finestra di impostazione permette di configurare il sistema di notifica messaggi attraverso la tecnologia Voice - Text-To-Speech. Grazie a questa tecnologia, il programma provvederà a sintetizzare vocalmente le stringhe di test dei messaggi, quindi a notificarli ai destinatari via telefono. E' necessario l'utilizzo di un Modem Voice compatibile 100% con le specifiche TAPI Modalità di invio dei messaggi vocali: 1. Il programma notifica i messaggi vocali al destinatario indicato. In caso di gruppo di destinatari, il programma invia i messaggi secondo due possibili modalità: Proprietà "Voice Multiplex" non selezionata (come default) nei General Settings: Il programma notifica i messaggi partendo dal primo destinatario del gruppo. Il primo che esegue il riconoscimento (Ack) determina il termine con buon fine della procedura di notifica Proprietà "Voice Multiplex" selezionata: il programma notifica i messaggi partendo dal primo destinatario del gruppo. Il programma notifica comunque a tutti i destinatari del gruppo i messaggi, indipendentemente dal singolo eventuale riconoscimento (Ack). Il riconoscimento comporta l'esito a buon fine della notifica, ma non interrompe la notifica stessa a tutti i destinatari 2. Quando un utente risponde alla chiamata, il programma fornisce il messaggio di benvenuto, quindi inizia a notificare il messaggio di allarme. L'allarme viene ripetuto fino al comando di tacitazione (Ack) oppure fino al timeout. La tacitazione può avvenire in due modi: Proprietà "Force message acknowledgement with key #" non selezionata (come default) nelle proprietà Voice: il programma notifica il messaggio fino alla pressione di un tasto qualsiasi del telefono, quindi considererà riconosciuto l'allarme e passerà all'eventuale successivo (se presente), precedendolo dal messaggio di "Nuovo Allarme". Anche il messaggio successivo verrà ripetuto fino alla pressione di un tasto qualsiasi. Con l'ultimo messaggio, il tasto qualsiasi premuto provvederà a chiudere la comunicazione, con esito positivo. Se non si preme un tasto qualsiasi, il sistema resterà a ripetere il singolo messaggio fino al timeout, quindi chiuderà la comunicazione con esito negativo nel Log Proprietà "Force message acknowledgement with key #" selezionata nelle proprietà Voice: il programma si comporterà come prima, salvo che il programma terminerà la comunicazione solo con la pressione del tasto "#" dal telefono. Quindi, premendo un tasto qualsiasi si passerà al messaggio successivo, ma al termine dei messaggi, il sistema ricomincerà a comunicare il primo messaggio considerando 16

17 I M P O S T A Z I O N I solo il tasto "#" quale tasto di conferma e riconoscimento degli allarmi. Se non si preme il tasto "#", il sistema ripeterà i messaggi fino al timeout. La pressione del tasto "#" comporterà il riconoscimento di tutti gli allarmi, anche quelli non ancora notificati Welcome Message Permette di definire una stringa di testo che verrà trasmessa come messaggio introduttivo, all'inzio della chiamata di notifica, precedendo i messaggi. Farewell Message Permette di definire una stringa di testo che verrà trasmessa come messaggio finale, al termine della notifica, per avvisare della chiusura della comunicazione. Next Message Permette di definire una stringa di testo che verrà trasmessa tra la notifica di un messaggio ed il successivo. TimeOut Definisce il tempo (sec.) oltre il quale, non ricevendo alcun segnale di riconoscimento, il sistema abbandonerà la comunicazione (ad esempio in presenza di segreterie telefoniche). Max Retry Definisce il numero massimo di tentativi nel recapito della notifica. Force message acknowledgement with key # Questa selezione permette di impostare il tipo di comportamento nella gestione del comando di riconoscimento (Ack) degli allarmi da parte dell'utente destinatario. Opzione non selezionata: alla notifica dei messaggi, il sistema si aspetterà la pressione di un qualsiasi tasto della tastiera telefonica per riconoscere (Ack) l' allarme in corso di notifica. 17

18 A L A R M _ D I S P A T C H E R Se presenti altri messaggi, la pressione di un tasto qualsiasi passerà a quello successivo, altrimenti chiuderà con successo la notifica Opzione selezionata: alla notifica dei messaggi, il sistema si aspetterà la pressione del tasto # per riconoscere (Ack) l' allarme in corso di notifica. La pressione del tasto # chiuderà con successo la notifica, anche in presenza di altri allarmi Modem Questa selezione permette di scegliere quale modem utilizzare. La lista dei modem viene compilata in base ai modem voice installati nel sistema operativo. Speech Voice Questa selezione permette di scegliere quale voce, e quindi quale fonema, utilizzare per lo speech dei messaggi. La lista verrà compilata in base ai fonemi installati nel sistema operativo (vedi "Fonemi (Voci)"). Test La pressione del pulsante "Test" eseguirà lo speech del testo inserito nella casella di editazione con le impostazioni di voce, volume, rate e pitch definite. Volume Tramite questa proprietà è possibile impostare la percentuale di volume con cui eseguire lo speech. Rate Tramite questa proprietà è possibile impostare la velocità di esecuzione dello speech. Dal valore 0 a 10 si aumenta la velocità di enunciazione, mentre da 0 a -10 si rallenta la velocità di enunciazione. Pitch Tramite questa proprietà è possibile impostare il tono (più acuto o più grave) della voce per lo speech. Acknowledge scada alarm Se si abilita questa proprietà, quando l'operatore eseguirà il riconoscimento del messaggio, l'allarme verrà anche riconosciuto e resettato nel progetto Movicon. Se pertanto l'allarme in questione era già nello stato di OFF, allora scomparirà anche dalla Finestra Allarmi. Utilizzo delle SAPI 5.1 Le SAPI (Speech Application Programming Interface) sono librerie di Microsoft che consentono di utilizzare le funzionalità di "Riconoscimento Vocale" e "Sintetizzazione Vocale" con applicazioni su Windows. Alarm Dispatcher utilizza le SAPI versione 5.1 per l'invio dei messaggi vocali. Le SAPI 5.1 fanno parte della famiglia delle SAPI 5 e sono installate di default in Windows 32/64 bit dal 2001 (vedi B4530&displaylang=en). Per il corretto utilizzo delle SAPI 5.1 per l'invio dei messaggi vocali con Alarm Dispather è necessario: 1. Installare lo Speech Recognition SAPI Installare almeno un fonema che supporti le SAPI Utilizzare la versione dell'alarm Dispatcher o successive 4. Nell'Alarm Dispatcher utilizzare il PlugIn Message Voice Sender (Voice.dll) versione o successive 5. Utilizzare un modem Voice compatibile al 100% con le TAPI di Windows Modem Voice Per un corretto invio dei messaggi vocali è necessario installare un Modem Voice pienamente compatibile con le TAPI di Windows. Si raccomanda inoltre di eseguire sempre l'installazione dei driver a corredo con il modem e di non far selezionare dal sistema operativo il driver più idoneo per quel modem. Ad esempio, se si installa il modem voice "US Robotics 56K Message Modem" è necessario installare i driver proprietari "US Robotics 56K Message V.92" altrimenti i driver di sistema (European) non riconoscono i toni del telefono per rispondere al messaggio. Fonemi (Voci) Per poter eseguire l'enunciazione dei testi è necessario utilizzare i fonemi che possono essere installati nel sistema operativo. Per verificare la lista dei fonemi già presenti è sufficiente aprire il 18

19 I M P O S T A Z I O N I gruppo "Sintesi e Riconoscimento Vocale" dal Pannello di Controllo di Windows. Selezionando la tab "Sintesi vocale" nella finestra di dialogo che verrà aperta è possibile verificare la lista dei fonemi, o voci, già presenti nel sistema (Seleziona voce). Normalmente sono già presenti alcune "voci" che installa Windows di default, Sam, Mary e Mike. Queste voci utilizzano tutte dei fonemi in lingua inglese ma sono fonemi SAPI 4 e quindi non utilizzabili col Plug-in Voice Message Sender. Sarà quindi necessario installare dei nuovi fonemi in base alla lingua che si vorrà utilizzare. I fonemi da installare dovranno essere compatibili con le SAPI 5.1. Si tenga anche conto del fatto che in commercio (su internet) sono disponibili numerosi fonemi rilasciati da differenti ditte, e la qualità di questi fonemi può essere anche notevolmente diversa a seconda della ditta che lo fornisce. E' consigliabile quindi eseguire una valutazione di alcuni fonemi prima di scegliere quello da utilizzare. Si consideri anche che alcuni fonemi potrebbero presentare maggiori limitazioni di utilizzo rispetto ad altri. Normalmente, per la sintesi vocale via telefono, sono migliori i fonemi di qualità "telefonica" (8KHz) rispetto a quelli a qualità più alta (22KHz o oltre). Utilizzando le SAPI 5.1 è possibile eseguire lo speech anche di caratteri accentati come "è", "ì" ecc. e di punteggiatura come "?" e "!" senza che il TTS Engine abbia problemi. Questo perchè non è più utilizzato il processo "vcmd.exe" che col SAPI 4 causava il blocco del TTS Engine. 19

20 A L A R M _ D I S P A T C H E R 20

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni UltraSMS Introduzione 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni 2. Gestire Contatti 2.1 Inserire/modificare/cancellare un contatto 2.2 Importare i contatti da Outlook 2.3 Creare una lista di numeri

Dettagli

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni UltraSMS Introduzione 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni 2. Gestire Contatti 2.1 Inserire/modificare/cancellare un contatto 2.2 Importare i contatti da Outlook 2.3 Creare una lista di numeri

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

A L ERT. Per iniziare rapidamente con

A L ERT. Per iniziare rapidamente con A L ERT Per iniziare rapidamente con I NSTAL L A ZIONE Per lanciare l installazione di Micromedia Solution, inserire il DVD- ROM di installazione nel lettore DVD. Se il programma d installazione non parte

Dettagli

Table of Contents Webmail (RoundCube)...1

Table of Contents Webmail (RoundCube)...1 Table of Contents Webmail (RoundCube)...1 Informazioni preliminari...1 Eliminazione dei messaggi...1 Indirizzo della pagina web...1 Primo collegamento e certificato del server...1 Login...2 La pagina principale...2

Dettagli

Client Avaya Modular Messaging per Microsoft Outlook versione 5.0

Client Avaya Modular Messaging per Microsoft Outlook versione 5.0 Client Avaya Modular Messaging per Microsoft Outlook versione 5.0 Importante: le istruzioni all'interno di questa guida sono applicabili solamente nel caso in cui l'archivio di messaggi sia Avaya Message

Dettagli

Installation Guide. Pagina 1

Installation Guide. Pagina 1 Installation Guide Pagina 1 Introduzione Questo manuale illustra la procedura di Set up e prima installazione dell ambiente Tempest e del configuratore IVR. Questo manuale si riferisce alla sola procedura

Dettagli

SIEMENS GIGASET S450 IP GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE EUTELIAVOIP

SIEMENS GIGASET S450 IP GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE EUTELIAVOIP SIEMENS GIGASET S450 IP GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE EUTELIAVOIP Gigaset S450 IP Guida alla configurazione EUTELIAVOIP Rev1-0 pag.2 INDICE SCOPO...3 TELEFONARE CON EUTELIAVOIP...3 CONNESSIONE DEL TELEFONO

Dettagli

Configurazione email RE/MAX

Configurazione email RE/MAX Page 1 of 8 Email RE/MAX: configurazione Outlook 2003 e Outlook Express Configurazione del programma Microsoft Outlook 2003 di Microsoft Office e de programma Outlook Express. Le stesse istruzioni possono

Dettagli

Posta Elettronica Certificata elettronica per il servizio PEC di TI Trust Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 Scopo del documento... 3 2 Primo accesso e cambio password... 4

Dettagli

SMS Gateway interfaccia HTTP

SMS Gateway interfaccia HTTP SMS Gateway interfaccia HTTP Versione 2.3.0 2001, 2002, 2003, 2004 GlobalSms.it www.globalsms.it 1 1 Introduzione 1.1 Sommario Solo gli utenti autorizzati hanno accesso al nostro SMS Gateway e possono

Dettagli

Sistema di voice mail Cisco Unity Express 3.2 Manuale dell'utente per funzioni avanzate

Sistema di voice mail Cisco Unity Express 3.2 Manuale dell'utente per funzioni avanzate Sistema di voice mail Cisco Unity Express 3.2 Manuale dell'utente per funzioni avanzate Revisione: 18.03.08, Prima pubblicazione: 05.11.07 Ultimo aggiornamento: 18.03.08 In questo manuale vengono fornite

Dettagli

GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0)

GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0) GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0) GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0)...1 Installazione e configurazione...2 Installazione ICM Server...3 Primo avvio e configurazione di ICM

Dettagli

SMS-Bulk Gateway interfaccia HTTP

SMS-Bulk Gateway interfaccia HTTP SMS-Bulk Gateway interfaccia HTTP Versione 2.3.1 2001-2014 SmsItaly.Com 1 1 Introduzione 1.1 Sommario Solo gli utenti autorizzati hanno accesso al nostro SMS Gateway e possono trasmettere messaggi SMS

Dettagli

> P o w e r D R E A M < Catalogazione Sogni

> P o w e r D R E A M < Catalogazione Sogni > P o w e r D R E A M < Catalogazione Sogni Guida rapida all utilizzo del software (rev. 1.4 - lunedì 29 ottobre 2012) INSTALLAZIONE, ATTIVAZIONE E CONFIGURAZIONE INIZIALE ESECUZIONE DEL SOFTWARE DATI

Dettagli

Gestire le PEC MANUALE OPERATIVO. Versione 1

Gestire le PEC MANUALE OPERATIVO. Versione 1 Gestire le PEC MANUALE OPERATIVO Versione 1 Marzo 2014 1 INDICE GENERALE 1.0 Panoramica della sequenza dei lavori... 3 2.0 Spiegazione dei pulsanti operativi della pagina iniziale (cruscotto)... 8 3.0

Dettagli

Manuale Utente FAX SERVER

Manuale Utente FAX SERVER Manuale Utente FAX SERVER Manuale Utente FAX Server - Evolution 2015 Indice 1. Servizio Fax Server... 3 2. Tool Print and Fax... 4 2.1. Download Tool Print&Fax... 4 2.2. Setup e configurazione tool Print&Fax...

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Guida all amministrazione del servizio MINIMANU.IT.DMPS1400 002 Posta Elettronica Certificata Manuale di amministrazione del servizio PEC di Telecom Italia Trust Technologies

Dettagli

WebFax- manuale utente

WebFax- manuale utente WebFax- manuale utente Release 1.3 1 INTRODUZIONE... 2 1.1 Funzionamento del WebFax... 2 1.2 Caratteristiche del WebFax... 2 2 INSTALLAZIONE DEL WEBFAX... 3 2.1 Configurazione parametri di rete... 3 2.2

Dettagli

Teorema New. Teorema New & Next. Gestione aziendale e dello studio. Come fare per... Office Data System. Office Data System

Teorema New. Teorema New & Next. Gestione aziendale e dello studio. Come fare per... Office Data System. Office Data System Teorema New & Next Gestione aziendale e dello studio Come fare per... 1 Come fare per... Gestire la tabella delle licenze software Attivare Teorema 3 8 Gestire le licenze dei contratti di assistenza Teorema

Dettagli

SIEMENS GIGASET S450 IP GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE EUTELIAVOIP

SIEMENS GIGASET S450 IP GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE EUTELIAVOIP SIEMENS GIGASET S450 IP GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE EUTELIAVOIP Gigaset S450 IP Guida alla configurazione EUTELIAVOIP Rev2-0 pag.2 INDICE SCOPO...3 TELEFONARE CON EUTELIAVOIP...3 CONNESSIONE DEL TELEFONO

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Stato: Rilasciato Posta Elettronica Certificata elettronica per il servizio PEC di IT Telecom Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 30 Stato: Rilasciato REGISTRO DELLE MODIFICHE REVISIONE DESCRIZIONE EMISSIONE

Dettagli

Il tuo manuale d'uso. NOKIA INTERNET STICK CS-10 http://it.yourpdfguides.com/dref/2737876

Il tuo manuale d'uso. NOKIA INTERNET STICK CS-10 http://it.yourpdfguides.com/dref/2737876 Può anche leggere le raccomandazioni fatte nel manuale d uso, nel manuale tecnico o nella guida di installazione di NOKIA INTERNET STICK CS-10. Troverà le risposte a tutte sue domande sul manuale d'uso

Dettagli

VIPA 900-2E651 GSM/GPRS VPN

VIPA 900-2E651 GSM/GPRS VPN COME CONFIGURARE IL DISPOSITIVO DI TELEASSISTENZA VIPA 900-2E651 GSM/GPRS VPN Requisiti hardware: Dispositivo VIPA 900-2E651 GSM/GPRS VPN con versione di firmware almeno 6_1_s2. SIM Card abilitata al traffico

Dettagli

CONFIGURAZIONE DELLA PENNA

CONFIGURAZIONE DELLA PENNA DIGITAL NOTES QUICK START Prima di iniziare le procedure di attivazione, apri la scatola della Penna Nokia SU 1B e metti da parte il seguente materiale che non ti servirà per le operazioni richieste: -

Dettagli

Gestione connessioni Manuale d'uso

Gestione connessioni Manuale d'uso Gestione connessioni Manuale d'uso Edizione 1.0 IT 2010 Nokia. Tutti i diritti sono riservati. Nokia, Nokia Connecting People e il logo Nokia Original Accessories sono marchi o marchi registrati di Nokia

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

maildocpro Manuale Installazione

maildocpro Manuale Installazione maildocpro Manuale Installazione versione 3.4 maildocpro Manuale Installazione - Versione 3.4 1 Indice Indice... 2 Creazione database... 3 Database: MAILDOCPRO... 3 Database: SILOGONWEB... 5 Configurazione

Dettagli

SIEMENS GIGASET C450 IP GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE EUTELIAVOIP

SIEMENS GIGASET C450 IP GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE EUTELIAVOIP SIEMENS GIGASET C450 IP GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE EUTELIAVOIP Gigaset C450 IP Guida alla configurazione EUTELIAVOIP Rev1-0 pag.2 INDICE SCOPO...3 TELEFONARE CON EUTELIAVOIP...3 CONNESSIONE DEL TELEFONO

Dettagli

Logo Microsoft Outlook 2003

Logo Microsoft Outlook 2003 Tecnologie informatiche CONFIGURARE MICROSOFT OUTLOOK 2003 Introduzione Logo Microsoft Outlook 2003 Microsoft Office Outlook 2003 è l'applicazione di Microsoft Office per la comunicazione e per la gestione

Dettagli

INSTALLAZIONE E UTILIZZO CONVERTITORE PDF WSO2PDF 1.00

INSTALLAZIONE E UTILIZZO CONVERTITORE PDF WSO2PDF 1.00 Pagina 1 di 16 INSTALLAZIONE E UTILIZZO CONVERTITORE PDF WSO2PDF 1.00 1 SCOPO Lo scopo di questo documento è di fornire supporto tecnico per l installazione e la configurazione del prodotto Convertitore

Dettagli

HP Capture and Route (HP CR) Guida utente

HP Capture and Route (HP CR) Guida utente HP Capture and Route (HP CR) Guida utente HP Capture and Route (HP CR) Guida utente Numero riferimento: 20120101 Edizione: marzo 2012 2 Avvisi legali Copyright 2012 Hewlett-Packard Development Company,

Dettagli

Piattaforma Applicativa Gestionale. Controllo flussi. Release 7.0

Piattaforma Applicativa Gestionale. Controllo flussi. Release 7.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Controllo flussi Release 7.0 COPYRIGHT 2000-2012 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright.

Dettagli

EUTELIAF@X GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE E ALL UTILIZZO

EUTELIAF@X GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE E ALL UTILIZZO pag.1 EUTELIAF@X GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE E ALL UTILIZZO pag.2 INDICE SCOPO...3 COME ATTIVARE EUTELIAF@X...3 COME CONFIGURARE EUTELIAF@X...4 COME UTILIZZARE LA RUBRICA EUTELIAF@X...7 COME UTILIZZARE LA

Dettagli

Posta Elettronica Certificata Manuale di amministrazione semplificata del servizio PEC di TI Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argoment nti 1 Introduzione... 3 2 Caratteristiche

Dettagli

SIEMENS GIGASET S685 IP GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE EUTELIAVOIP

SIEMENS GIGASET S685 IP GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE EUTELIAVOIP SIEMENS GIGASET S685 IP GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE EUTELIAVOIP Gigaset S685 IP Guida alla configurazione EUTELIAVOIP Rev2-0 pag.2 INDICE SCOPO... 3 TELEFONARE CON EUTELIAVOIP... 3 CONNESSIONE DEL TELEFONO

Dettagli

Installazione di GFI MailArchiver

Installazione di GFI MailArchiver Installazione di GFI MailArchiver Requisiti di sistema di GFI MailArchiver Windows 2000/2003 Server oppure Advanced Server. Microsoft Exchange Server 2000/2003 (il prodotto è installato sulla macchina

Dettagli

GUIDA AL FUNZIONAMENTO DEL PROGRAMMA "UDVPANEL" PER PC

GUIDA AL FUNZIONAMENTO DEL PROGRAMMA UDVPANEL PER PC GUIDA AL FUNZIONAMENTO DEL PROGRAMMA "UDVPANEL" PER PC Questa guida presenta la configurazione e le indicazioni di funzionamento principali relative al programma "UDVPanel" necessario per ricevere su PC

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata .10.20 Configurazione Client di posta Il presente documento è stato redatto in coerenza con il Codice Etico e i Principi Generali del Controllo Interno IT Telecom S.r.l. Uso interno - Tutti i diritti riservati

Dettagli

Posta Elettronica PERSOCIV. WEBMAIL - manuale utente -

Posta Elettronica PERSOCIV. WEBMAIL - manuale utente - Posta Elettronica PERSOCIV WEBMAIL - manuale utente - versione 1.1 25 Novembre 2008 Pagina 1 di 30 Elenco delle Modifiche: Num. Data Pag. Contenuto 1 07/11/2008 4 Aggiornamento della premessa. 2 07/11/2008

Dettagli

COMBY GSM BUS. Combinatore GSM su BUS 485. Manuale di installazione ed uso. Made in Italy 13.07-M1.0-H1.0F0.0S1.2

COMBY GSM BUS. Combinatore GSM su BUS 485. Manuale di installazione ed uso. Made in Italy 13.07-M1.0-H1.0F0.0S1.2 COMBY GSM BUS Combinatore GSM su BUS 485 13.07-M1.0-H1.0F0.0S1.2 Manuale di installazione ed uso Made in Italy 1 PRIMA DI INSTALLARE IL SISTEMA LEGGERE CON ATTENZIONE TUTTE LE PARTI DEL PRESENTE MANUALE.

Dettagli

SMS-GPS MANAGER. Software per la gestione remota ed automatizzata dei telecontrolli gsm con e senza gps

SMS-GPS MANAGER. Software per la gestione remota ed automatizzata dei telecontrolli gsm con e senza gps SOFTWARE PER LA GESTIONE DEI TELECONTROLLI SMS-GPS MANAGER Software per la gestione remota ed automatizzata dei telecontrolli gsm con e senza gps Rev.0911 Pag.1 di 8 www.carrideo.it INDICE 1. DESCRIZIONE

Dettagli

Guida per l'amministratore. CORPORATE & ENTERPRISE EDITION Versione 7.6

Guida per l'amministratore. CORPORATE & ENTERPRISE EDITION Versione 7.6 Guida per l'amministratore CORPORATE & ENTERPRISE EDITION Versione 7.6 Guida per l'amministratore CORPORATE & ENTERPRISE EDITION Versione 7.6 Objectif Lune Inc. 2030 Pie-IX, Suite 500 Montréal, QC, Canada,

Dettagli

Che cos'è un modulo? pulsanti di opzione caselle di controllo caselle di riepilogo

Che cos'è un modulo? pulsanti di opzione caselle di controllo caselle di riepilogo Creazione di moduli Creazione di moduli Che cos'è un modulo? Un elenco di domande accompagnato da aree in cui è possibile scrivere le risposte, selezionare opzioni. Il modulo di un sito Web viene utilizzato

Dettagli

GFI Product Manual. ReportPack

GFI Product Manual. ReportPack GFI Product Manual ReportPack http://www.gfi.com info@gfi.com Le informazioni contenute nel presente documento sono soggette a modifiche senza preavviso. Salvo se indicato diversamente, le società, i nomi

Dettagli

Manuale Utente. Linux Fedora, Debian e Ubuntu

Manuale Utente. Linux Fedora, Debian e Ubuntu Manuale Utente Linux Fedora, Debian e Ubuntu Chiavet ta Internet MDC525UPA Via Del Lavoro 9 1 1 Sommario Introduzione... 3 Requisiti minimi... 3 Contenuto del CD-ROM... 3 1. Installazione Driver e Software

Dettagli

Guida Informativa Licenze Cod. DOCS 11 LC Build 1101

Guida Informativa Licenze Cod. DOCS 11 LC Build 1101 Supervisione e controllo XML-based da Windows Vista a Windows CE Guida Informativa Licenze Cod. DOCS 11 LC Build 1101 Sommario 1. PROTEZIONE DEL SISTEMA... 3 1.1. PROTEZIONE DEL SISTEMA... 3 1.1.1. Installazione

Dettagli

1. Introduzione. 2. Installazione di WinEMTLite. 3. Descrizione generale del programma

1. Introduzione. 2. Installazione di WinEMTLite. 3. Descrizione generale del programma Indice 1. Introduzione...3 2. Installazione di WinEMTLite...3 3. Descrizione generale del programma...3 4. Impostazione dei parametri di connessione...4 5. Interrogazione tramite protocollo nativo...6

Dettagli

Guida di installazione ed uso per IntellyGate PASSI DA SEGUIRE PER L'INSTALLAZIONE. IntellyGate Guida di installazione ed uso

Guida di installazione ed uso per IntellyGate PASSI DA SEGUIRE PER L'INSTALLAZIONE. IntellyGate Guida di installazione ed uso Guida di installazione ed uso per IntellyGate PASSI DA SEGUIRE PER L'INSTALLAZIONE Di seguito vengono riassunti i passi da seguire per installare l'intellygate. 1. Accedere alle pagine web di configurazione

Dettagli

Manuale. Print And Fax

Manuale. Print And Fax Manuale Print And Fax Print And Fax è l'applicativo che consente ai Clienti FastWeb che hanno sottoscritto il servizio Fax, di spedire fax dall interno di qualsiasi programma che preveda un operazione

Dettagli

hottimo procedura di installazione

hottimo procedura di installazione hottimo procedura di installazione LATO SERVER Per un corretto funzionamento di hottimo è necessario in primis installare all interno del server, Microsoft Sql Server 2008 (Versione minima Express Edition)

Dettagli

Pannello controllo Web www.smsdaweb.com. Il Manuale

Pannello controllo Web www.smsdaweb.com. Il Manuale Pannello controllo Web www.smsdaweb.com Il Manuale Accesso alla piattaforma Accesso all area di spedizione del programma smsdaweb.com avviene tramite ingresso nel sistema via web come se una qualsiasi

Dettagli

Introduzione all'uso di

Introduzione all'uso di Introduzione all'uso di Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica.

Dettagli

Manuale di installazione per i dispositivi fax

Manuale di installazione per i dispositivi fax GFI FAXmaker 14 per Exchange/Lotus/SMTP Manuale di installazione per i dispositivi fax GFI Software Ltd http://www.gfi.com Posta elettronica: info@gfi.com Le informazioni contenute nel presente documento

Dettagli

> Gestione Invalidi Civili <

> Gestione Invalidi Civili < > Gestione Invalidi Civili < GUIDA RAPIDA ALL'UTILIZZO DEL PRODOTTO (rev. 1.3) INSTALLAZIONE, ATTIVAZIONE E CONFIGURAZIONE INIZIALE ESECUZIONE DEL SOFTWARE INSERIMENTO ANAGRAFICA RICERCA ANAGRAFICA INSERIMENTO

Dettagli

Guida all'amministrazione. BlackBerry Professional Software per Microsoft Exchange. Versione: 4.1 Service Pack: 4

Guida all'amministrazione. BlackBerry Professional Software per Microsoft Exchange. Versione: 4.1 Service Pack: 4 BlackBerry Professional Software per Microsoft Exchange Versione: 4.1 Service Pack: 4 SWD-313211-0911044452-004 Indice 1 Gestione degli account utente... 7 Aggiunta di un account utente... 7 Aggiunta manuale

Dettagli

Servizio di Posta elettronica Certificata. Procedura di configurazione dei client di posta elettronica

Servizio di Posta elettronica Certificata. Procedura di configurazione dei client di posta elettronica Pag. 1 di 42 Servizio di Posta elettronica Certificata Procedura di configurazione dei client di posta elettronica Funzione 1 7-2-08 Firma 1)Direzione Sistemi 2)Direzione Tecnologie e Governo Elettronico

Dettagli

604 wifi. FUNZIONI WIFI e Internet

604 wifi. FUNZIONI WIFI e Internet 604 wifi FUNZIONI WIFI e Internet Supplemento al manuale dell'utente di ARCHOS 504/604 Versione 1.0 Visitare il sito www.archos.com/manuals per scaricare l'ultima versione di questo manuale. Questo manuale

Dettagli

L adesione al servizio telematico

L adesione al servizio telematico L adesione al servizio telematico effettuate le operazioni di generazione dell'ambiente di sicurezza l'utente deve collegarsi via internet, al sito Servizio Telematico doganale Ambiente di Prova e selezionare

Dettagli

Mon Ami 3000 Touch Interfaccia di vendita semplificata per monitor touchscreen

Mon Ami 3000 Touch Interfaccia di vendita semplificata per monitor touchscreen Prerequisiti Mon Ami 3000 Touch Interfaccia di vendita semplificata per monitor touchscreen L opzione Touch è disponibile per le versioni Vendite, Azienda Light e Azienda Pro; per sfruttarne al meglio

Dettagli

STAMPE LASER: TIME_CHECKER.EXE

STAMPE LASER: TIME_CHECKER.EXE STAMPE LASER: TIME_CHECKER.EXE Sommario Cosa è...2 Cosa fa...3 Protezione del software:...3 Protezione delle stampe laser:...3 Modalità di attivazione chiave laser e ricarica contatori dichiarazioni da

Dettagli

Manuale Print and fax

Manuale Print and fax Manuale Print and fax Print And Fax è l applicativo che consente ai Clienti FastWeb che hanno sottoscritto il servizio Fax, di spedire fax dall interno di qualsiasi programma che preveda un operazione

Dettagli

Conferencing. Novell. Conferencing 1.0. novdocx (it) 6 April 2007 AVVIARE IL CLIENT CONFERENCING: ACCESSO. Luglio 2007

Conferencing. Novell. Conferencing 1.0. novdocx (it) 6 April 2007 AVVIARE IL CLIENT CONFERENCING: ACCESSO. Luglio 2007 Guida di riferimento rapido per Conferencing Novell Conferencing novdocx (it) 6 April 2007 1.0 Luglio 2007 GUIDA RAPIDA www.novell.com Conferencing Novell Conferencing si basa sulla tecnologia Conferencing.

Dettagli

www.aylook.com MANUALE UTENTE VMS (versione 1.0) pag. 1 di 25

www.aylook.com MANUALE UTENTE VMS (versione 1.0) pag. 1 di 25 MANUALE UTENTE VMS (versione 1.0) pag. 1 di 25 INDICE 1. PRESENTAZIONE SOFTWARE VMS... 3 2. PRIMO COLLEGAMENTO AL VMS... 3 3. LAYOUT DEL PROGRAMMA... 5 3.1 Tabs... 5 3.2 Toolbar... 6 3.3 Status bar...

Dettagli

Configurazione Modem ROBUSTEL M1000 SMS Direct

Configurazione Modem ROBUSTEL M1000 SMS Direct Configurazione Modem ROBUSTEL M1000 SMS Direct Invio SMS in Normal Mode (Cursore MODE in Normal) Nella modalità NORMAL (selettore in posizione Normal) è possibile inviare e ricevere SMS attraverso comandi

Dettagli

SMS-GPS MANAGER. Software per la gestione remota ed automatizzata dei telecontrolli gsm con e senza gps

SMS-GPS MANAGER. Software per la gestione remota ed automatizzata dei telecontrolli gsm con e senza gps SOFTWARE PER LA GESTIONE DEI TELECONTROLLI SMS-GPS MANAGER Software per la gestione remota ed automatizzata dei telecontrolli gsm con e senza gps Rev.1009 Pag.1 di 10 www.carrideo.it INDICE 1. DESCRIZIONE

Dettagli

Guida a Gmail UNITO v 02 2

Guida a Gmail UNITO v 02 2 MANUALE D USO GOOGLE APPS EDU versione 1.0 10/12/2014 Guida a Gmail UNITO v 02 2 1. COME ACCEDERE AL SERVIZIO DI POSTA SU GOOGLE APPS EDU... 3 1.1. 1.2. 1.3. Operazioni preliminari all utilizzo della casella

Dettagli

RECUPERO CREDENZIALI PER L ACCESSO AI SERVIZI SAL REGIONALI... 8. B informazioni Generali...11 Medico selezionato...11

RECUPERO CREDENZIALI PER L ACCESSO AI SERVIZI SAL REGIONALI... 8. B informazioni Generali...11 Medico selezionato...11 Sommario ASSISTENZA TECNICA AL PROGETTO... 2 PREREQUISITI SOFTWARE PER L INSTALLAZIONE... 3 INSTALLAZIONE SULLA POSTAZIONE DI LAVORO... 3 INSERIMENTO LICENZA ADD ON PER L ATTIVAZIONE DEL PROGETTO... 4

Dettagli

Xpress MANUALE OPERATIVO. Software di configurazione e controllo remoto I440I04_15

Xpress MANUALE OPERATIVO. Software di configurazione e controllo remoto I440I04_15 Xpress I440I04_15 Software di configurazione e controllo remoto MANUALE OPERATIVO INDICE 1 INTRODUZIONE... 3 2 REQUISITI HARDWARE E SOFTWARE... 3 3 SETUP... 3 4 PASSWORD... 4 5 HOME PAGE... 4 6 CANALE...

Dettagli

Università di Firenze Gestione Presenze Interfaccia grafica

Università di Firenze Gestione Presenze Interfaccia grafica Università di Firenze Gestione Presenze Interfaccia grafica Pagina 1 di 29 Versione Emissione Approvazione Modifiche Apportate Autore Data Autore Data 1 Maggini 01/03/06 - - Prima emissione. Pagina 2 di

Dettagli

ALICE. Manuale d uso

ALICE. Manuale d uso ALICE Manuale d uso Indice 1 INTRODUZIONE INDICE 2 1 INTRODUZIONE 3 2 REQUISITI DI SISTEMA 3 3 INSTALLAZIONE 4 3.1 Operazioni preliminari 4 3.2 Installazione di Alice 4 4 6 4.1 Avvio di Alice 6 4.2 Connessione

Dettagli

Getting started. Creare una applicazione in Modbus Rtu con moduli IOlog SS3000

Getting started. Creare una applicazione in Modbus Rtu con moduli IOlog SS3000 Getting started Creare una applicazione in Modbus Rtu con moduli IOlog SS3000 Revisioni del documento Data Edizione Commenti 22/06/2010 1.0 - Sielco Sistemi srl via Roma, 24 I-22070 Guanzate (CO) http://www.sielcosistemi.com

Dettagli

createsession existssession alivesession deletesession deleteallsession getcredit getcreditsubaccount addtransactionsubaccount addsubaccount

createsession existssession alivesession deletesession deleteallsession getcredit getcreditsubaccount addtransactionsubaccount addsubaccount PROTOCOLLO DI INVIO SOAP SOAP è un protocollo per lo scambio di messaggi basato su protocollo HTTP e scambio dei dati in XML, quindi disponibile per qualsiasi piattaforma/linguaggio di programmazione,

Dettagli

WEBGATE400 ACTIVEX CONTROL. Manuale Programmatore

WEBGATE400 ACTIVEX CONTROL. Manuale Programmatore WEBGATE400 ACTIVEX CONTROL Manuale Programmatore Pagina 1 SOMMARIO Webgate400 ActiveX Control... 3 1 A Chi è destinato... 3 2 Pre requisiti... 3 3 Introduzione... 3 3.1 Requisiti di sistema... 3 3.2 Distribuzione

Dettagli

6. Applicazione: gestione del centro sportivo Olympic

6. Applicazione: gestione del centro sportivo Olympic LIBRERIA WEB 6. Applicazione: gestione del centro sportivo Olympic PROGETTO Il centro sportivo Olympic organizza corsi di tipo diverso: nuoto, danza, karate, ecc. Ogni corso ha un unico istruttore prevalente,

Dettagli

LUCA VACCARO. Politecnico di Milano. S2MS Guida di Riferimento

LUCA VACCARO. Politecnico di Milano. S2MS Guida di Riferimento LUCA VACCARO Politecnico di Milano S2MS Guida di Riferimento L U C A V A C C A R O S2MS Guida di Riferimento Software sviluppato da Luca Vaccaro luck87@gmail.com Progetto del corso Internetworking TCP/IP

Dettagli

Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC

Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC 1 Introduzione Indice Accesso all applicazione 3 Installazione di Vodafone Applicazione Centralino 3 Utilizzo dell Applicazione Centralino con accessi ad internet

Dettagli

Robomail 2V. 2010 Multi Consult Milano

Robomail 2V. 2010 Multi Consult Milano Robomail 2V Contents 3 Table of Contents Foreword 0 Part I Introduzione 6 1 Requisiti di... Installazione 6 2 Installazione... 7 Part II Console di Configurazione 10 1 Invio... 10 Messaggi in Invio...

Dettagli

SOFTWARE DI GESTIONE PSS

SOFTWARE DI GESTIONE PSS Rev. 1.0 SOFTWARE DI GESTIONE PSS Prima di utilizzare questo dispositivo, si prega di leggere attentamente questo manuale e di conservarlo per future consultazioni. Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta S.

Dettagli

SMSPortal. SMS-Gateway interfaccia SMTP. Versione 1.0.0. 2004, 2005, 2006 SMSPortal. Digitel Mobile Srl Via Raffaello, 77 65124 Pescara (Italy)

SMSPortal. SMS-Gateway interfaccia SMTP. Versione 1.0.0. 2004, 2005, 2006 SMSPortal. Digitel Mobile Srl Via Raffaello, 77 65124 Pescara (Italy) SMS-Gateway interfaccia SMTP Versione 1.0.0 2004, 2005, 2006 SMSPortal 1 1 Introduzione 1.1 Sommario Solo gli utenti autorizzati hanno accesso al nostro SMS Gateway e possono trasmettere messaggi SMS attraverso

Dettagli

EUTELIAF@X - MANUALE OPERATIVO Rev1-0 MANUALE OPERATIVO

EUTELIAF@X - MANUALE OPERATIVO Rev1-0 MANUALE OPERATIVO MANUALE OPERATIVO pag.2 INDICE IL SERVIZIO EUTELIAF@X...3 Ricezione Fax con EuteliaF@x...3 Trasmissione Fax con EuteliaF@x...3 ATTIVAZIONE SERVIZIO...5 Registrazione Gratuita Utente...5 Il modulo di Registrazione...6

Dettagli

GEODROP APPLICATIONS. Developer. Public. Private. Reseller

GEODROP APPLICATIONS. Developer. Public. Private. Reseller GEODROP APPLICATIONS Public Developer Reseller Private Le Applicazioni di Geodrop Guida per Developer alle Applicazioni Guida alle applicazioni v1.1-it, 21 Dicembre 2012 Indice Indice...2 Cronologia delle

Dettagli

GO!NotifySync per BlackBerry

GO!NotifySync per BlackBerry GO!NotifySync per BlackBerry Guida rapida Per GO!NotifySync per BlackBerry vers. 4.11.x GO!NotifySync per BlackBerry GO!NotifySync per BlackBerry 1 Requisiti Requisiti operativi Il tuo dispositivo avrà

Dettagli

www.informarsi.net MODULO 6 ECDL - EIPASS STRUMENTI DI PRESENTAZIONE - PRESENTATIONS Microsoft PowerPoint http://www.informarsi.net/ecdl/powerpoint/

www.informarsi.net MODULO 6 ECDL - EIPASS STRUMENTI DI PRESENTAZIONE - PRESENTATIONS Microsoft PowerPoint http://www.informarsi.net/ecdl/powerpoint/ MODULO 6 ECDL - EIPASS STRUMENTI DI PRESENTAZIONE - PRESENTATIONS Microsoft PowerPoint http:///ecdl/powerpoint/ INTERFACCIA UTENTE TIPICA DI UN SOFTWARE DI PRESENTAZIONE APERTURA E SALVATAGGIO DI UNA PRESENTAZIONE

Dettagli

Manuale per la configurazione della posta elettronica E.R.WEB s.r.l.

Manuale per la configurazione della posta elettronica E.R.WEB s.r.l. Pagina: 1 di 84 Manuale per la configurazione della posta elettronica E.R.WEB s.r.l. Pagina: 2 di 84 Indice generale WebMail...3 Outlook Express...9 Outlook 2000/XP...21 Outlook 2002/2003...31 Outlook

Dettagli

Manuale dell'amministratore di Fax2Mail

Manuale dell'amministratore di Fax2Mail Manuale dell'amministratore di Fax2Mail Pagina 1 di 21 Contents 1 Introduzione... 3 2 Accederortale e agli account utente... 3 3 Visualizzazione dei numeri di fax assegnati... 5 4 Creazione di un account

Dettagli

PageScope Data Administrator Ver.1.0 Manuale d uso

PageScope Data Administrator Ver.1.0 Manuale d uso PageScope Data Administrator Ver.1.0 Manuale d uso Data Administrator Sommario 1 Operazioni preliminari 1.1 Requisiti di sistema... 1-1 1.2 Panoramica delle funzioni... 1-2 Strumenti per l'amministratore...

Dettagli

www.renatopatrignani.it 1

www.renatopatrignani.it 1 APRIRE UN PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA MODIFICARE IL TIPO DI VISUALIZZAZIONE LEGGERE UN CHIUDERE IL PROGRAMMA ESERCITAZIONI Outlook Express, il programma più diffuso per la gestione della posta elettronica,

Dettagli

LEGGERE MAIL DA INTERNET TRAMITE WEBMAIL

LEGGERE MAIL DA INTERNET TRAMITE WEBMAIL LEGGERE MAIL DA INTERNET TRAMITE WEBMAIL Per accedere alla WEBMAIL della UILTRASPORTI aprite il vostro browser e digitate il seguente indirizzo: webmail.uiltrasporti.it Come potrete notare la connessione

Dettagli

Istruzioni per il cambio della password della casella di posta

Istruzioni per il cambio della password della casella di posta Istruzioni per il cambio della password della casella di posta La password generata e fornita al cliente in fase di creazione della casella di posta è una password temporanea, il cliente è tenuto a modificarla.

Dettagli

Programma per la gestione associativa Versione 5.3.x. Gestione SMS

Programma per la gestione associativa Versione 5.3.x. Gestione SMS Associazione Volontari Italiani del Sangue Viale E. Forlanini, 23 20134 Milano Tel. 02/70006786 Fax. 02/70006643 Sito Internet: www.avis.it - Email: avis.nazionale@avis.it Programma per la gestione associativa

Dettagli

Guida per l'amministratore BUSINESS EDITION. Versione 7.6

Guida per l'amministratore BUSINESS EDITION. Versione 7.6 Guida per l'amministratore BUSINESS EDITION Versione 7.6 Guida per l'amministratore BUSINESS EDITION Versione 7.6 Objectif Lune Inc. 2030 Pie-IX, Suite 500 Montréal, QC, Canada, H1V 2C8 +1 (514) 875-5863

Dettagli

PROGRAMMA FORMAZIONE SCADA/HMI MOVICON

PROGRAMMA FORMAZIONE SCADA/HMI MOVICON PROGRAMMA FORMAZIONE SCADA/HMI MOVICON Il programma di formazione Movicon prevede la disponibilità dei seguenti corsi: Corso base : Nr. 1 gg. Presso sede Progea o centro autorizzato. Su accordo, presso

Dettagli

POSTA ELETTRONICA Per ricevere ed inviare posta occorrono:

POSTA ELETTRONICA Per ricevere ed inviare posta occorrono: Outlook parte 1 POSTA ELETTRONICA La posta elettronica è un innovazione utilissima offerta da Internet. E possibile infatti al costo di una telefonata urbana (cioè del collegamento telefonico al nostro

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Datalogger Grafico Aiuto Software

Datalogger Grafico Aiuto Software Datalogger Grafico Aiuto Software Versione 2.0, 7 Agosto 2007 Per ulteriori informazioni consultare il manuale d'uso incluso nel disco programma in dotazione. INDICE Installazione del software grafico.

Dettagli

Installazione di GFI FAXmaker

Installazione di GFI FAXmaker Installazione di GFI FAXmaker Requisiti di sistema Prima di installare GFI FAXmaker, assicurarsi di soddisfare tutti i requisiti che seguono. Server FAX GFI FAXmaker: Una macchina server Windows 2000 o

Dettagli

7.16 Funzioni ed FB gestione modem

7.16 Funzioni ed FB gestione modem 7.16 Funzioni ed FB gestione modem Le funzioni ed i blocchi funzione per la gestione del modem utilizzano un modem GSM connesso ad un terminale di I/O del sistema (Tipicamente è utilizzata una porta seriale).

Dettagli

Introduzione Il programma di formazione base di Movicon prevede la disponibilità di nr. 10 moduli, così suddivisibili:

Introduzione Il programma di formazione base di Movicon prevede la disponibilità di nr. 10 moduli, così suddivisibili: Introduzione Il programma di formazione base di Movicon prevede la disponibilità di nr. 10 moduli, così suddivisibili: Corso base 1 = nr. 5 moduli, 1 gg. presso sede Progea o centro autorizzato Corso base

Dettagli

CIT.00.M.DI.01#9.1.0# CRS-FORM-MES#346

CIT.00.M.DI.01#9.1.0# CRS-FORM-MES#346 Carta Regionale dei Servizi Sistema Informativo Socio Sanitario Installazione e Configurazione PDL Cittadino CRS-FORM-MES#346 INDICE DEI CONTENUTI 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE...

Dettagli