Supervisione e controllo XML-based da Windows Vista a Windows CE. Alarm Dispatcher. Cod. DOCS 11 AD Build 1101

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Supervisione e controllo XML-based da Windows Vista a Windows CE. Alarm Dispatcher. Cod. DOCS 11 AD Build 1101"

Transcript

1 Supervisione e controllo XML-based da Windows Vista a Windows CE Alarm Dispatcher Cod. DOCS 11 AD Build 1101

2 Table Of Contents 1. ALARM DISPATCHER INTRODUZIONE COMANDI MENÙ GESTIONE LICENZA GESTIONE MULTILINGUA MESSAGGI IMPOSTAZIONI IMPOSTAZIONI GENERALI UTENTI MODULI PLUG-IN UTILIZZO DI ALARM DISPATCHER SU WINCE INVIO S VIA SMTP INVIO S VIA MAPI SMS VIA MODEM GSM SMS VIA SMPP INVIO FAX SMS VIA UCP-EMI INVIO MESSAGGI VOCALI ERRORI MODULI ERRORI RELATIVI AI PLUGINS DISPATCHERDOM DISPATCHERDOM OBJECT DISPATCHERDOM.ALDINIT DISPATCHERDOM.EMPTYQUEUE DISPATCHERDOM.GETDISPATCHERSTATE DISPATCHERDOM.GETMSGSTATUS DISPATCHERDOM.REMOVEMESSAGE DISPATCHERDOM.SETDISPATCHERSTATE DISPATCHERDOM.SENDMESSAGE DISPATCHERDOM.PUTLOG

3 1. Alarm Dispatcher 1.1. Introduzione Alarm Dispatcher è un programma software per la notifica (invio) di messaggi utilizzando vari mezzi di comunicazione (PlugIn), fra quelli configurati. Le tecnologie di comunicazione disponibili sono: 1. Messaggi SMS tramite protocollo SMPP 2. Messaggi SMS tramite GSM 3. Invio di Fax 4. Invio di Messaggi Vocali (Sintesi Vocale) 5. Invio di s tramite protocollo SMTP 6. Invio di tramite MAPI 7. Messaggi SMS tramite protocollo Ucp-Emi Il software è stato realizzato da Progea affinchè possa essere gestito da Movicon o da qualunque software in grado di gestire le funzioni, proprietà e metodi che il programma Alarm Dispatcher mette a disposizione. L'utilizzo tramite Movicon è totalmente trasparente nella notifica dei messaggi e nella gestione anagrafica. tuttavia l'utilizzo può essere personalizzato tramite gli script VBA oppure programmi di terze parti possono comandare ad Alarm Dispatcher la notifica dei messaggi secondo le tecniche di programmazione descritte in questa documentazione. Alarm Dispatcher mantiene, per ogni suo progetto di configurazione, un elenco di destinatari e la lista dei plugin da utilizzare per l'invio di messaggi. Alarm Dispatcher è pensato per funzionare come un server di smistamento messaggi. I messaggi provengono da Movicon o da qualsiasi applicazione Client che dovrà interfacciarsi utilizzando apposite funzioni. Tutta l'attività di presa in carico dei messaggi e loro distribuzione lascia una traccia nella finestra di log, oltre che nel relativo file di log. 3

4 A L A R M _ D I S P A T C H E R Utilizzo tramite Movicon Movicon utilizza le funzioni di Alarm Dispatcher in modo completamente trasparente. L'invio dei messaggi avviene tramite le proprietà degli allarmi del progetto di Movicon, ed i profili utenti (Recipients) sono quelli della gestione utenti del progetto di Movicon. Tuttavia è possibile utilizzare gli Script VBA di Movicon per personalizzare la gestione delle notifiche in base alle proprie necessità. Modalità di funzionamento. Alarm Dispatcher possiede due modalità di funzionamento: 1. Configurazione 2. Esecuzione (Run) Configurazione Il programma parte in modalità di progettazione (salvo l'avvio con opzione da riga di comando) dalla quale è possibile creare nuovi progetti di configurazione, aprirne di esistenti, modificarli e salvarli. L'avvio del programma provoca il caricamento dell'ultimo progetto salvato. Da questa modalità si ha accesso alle finestre di impostazione del progetto, per mezzo delle voci del menù "Settings" o dei pulsanti della barra degli strumenti. Il menù "File", e relativi pulsanti nella barra strumenti, consentono di gestire i progetti, che siano nuovi o esistenti. I comandi Run e Stop, presenti nel menù "File", consentono di passare da una modalità di funzionamento all'altra. Esecuzione (Run) In questa modalità avviene il vero e proprio smistamento ed invio dei messaggi. Quando possibile, secondo criteri appositi per ogni tipo di messaggio, i messaggi per uno stesso destinatario vengono raggruppati in uno solo, al fine di economizzare in tempo e risorse. Non è possibile modificare le impostazione di lavoro, ne chiudere il programma. Per fare queste cose è necessario ritornare alla modalità di Progettazione. Un'icona nella "tray area" segnala lo stato dell'applicazione e fornisce l'accesso alla finestra di log. Utilizzando il tasto desto del mouse si attiva un menù contestuale che fornisce alcuni comandi, utili se l'applicazione è stata avviata da un altro programma come applicazione nascosta. Windows 32/64 bit L'esecuzione diretta dell'alarm Dispatcher in modalità run è possibile usando l'opzione sulla riga di comando "/R". Sulla riga di comando si può anche inserire il file di progetto che deve essere caricato ed eseguito; altrimenti viene eseguito l'ultimo progetto che era stato caricato dall'alarm Dispatcher. Windows CE L'Alamr Dispatcher può essere eseguito solo nella modalità Run su WinCE. Quando nella riga di comando non viene specificato il percorso del progetto da eseguire, l'alarm Dispatcher cerca la presenza di un file di boot nella root della compact flash. Il file di boot deve avere il nome "Dispatcher.boot", e deve essere in formato XML con all'interno l'attributo "filename" in cui deve essere indicato il percorso e il nome del file che il Dispatcher deve eseguire. Se non c'è il file di boot, allora il Dispatcher esegue il progetto "AlarmDispatcher.Dspt" che, normalmente, si trova nella sua stessa cartella. Esempio di configurazione di un file di boot "Dispatcher.boot": <?xml version="1.0" encoding="iso "?> <boot> <filename>\ssd\projectfolder\projectname.dspt</filename> </boot> 1.2. Comandi Menù Menu File New Apre un nuovo progetto, impostando il valori di default per gli attributi. Attraverso la finestra di dialogo standard per la selezione di un file, si sceglie il percorso ed il nome del nuovo progetto. 4

5 A L A R M D I S P A T C H E R Open Apre un progetto esistente. L'estensione di default è <nome>.dspt Save Salva il progetto corrente. L'estensione di default è <nome>.dspt Save as Salva il progetto corrente in un nuovo progetto. Run Manda in esecuzione il processo di smistamento ed invio messaggi, utilizzando le impostazioni del progetto corrente. Stop Arresta l esecuzione dello smistamento ed invio messaggi. Il programma ritorna alla modalità di Progettazione. Exit Termina l esecuzione del programma Gestione Licenza Il prodotto Alarm Dispatcher, se utilizzato da Movicon, non richiede alcuna licenza in quanto utilizza la licenza di Movicon. Se è utilizzato invece da programmi di terze parti, il programma necessita di un codice di attivazione, che deve essere impostato tramite l'interfaccia COM. BOOL AlDInit(LPCTSTR lpszserialnumber) Argomento: LPCTSTR lpszserialnumber Codice di licenza per la disabilitazione della modalità Demo. Ritorna: TRUE (1) se il codice inserito è corretto. Permette di sbloccare la modalità di funzionamento demo. In modalità demo, le funzionalità sono complete, salvo che il messaggio inviato è un testo costante, non modificabile dall'utente. Il codice di licenza va richiesto agli uffici commerciali di Progea. Il codice di attivazione deve essere gestito come parametro di inizializzazione dal codice di utilizzo del programma. Contattare gli uffici commerciali Progea per maggiori informazioni Il codice acquistato è valido per l'utilizzo del programma su una sola postazione 1.4. Gestione Multilingua Messaggi Quando l'alarm Dispatcher viene utilizzato all'interno di Movicon è possibile gestire l'invio dei messaggi in multilingua. Nel progetto Movicon è infatti possibile associare una lingua di default ad ogni utente o gruppi di utenti consentendo di inviare il messaggio al Dispatcher nella lingua dell'utente (naturalmente nel progetto Movicon dovrà essere stata definita la Tabella Stringhe per gestire il multilingua). Questo significa, ad esempio, che se una mail viene inviata a tre differenti utenti, ognuno di questi utenti riceverà il testo nella propria lingua di default. Il meccanismo funziona per l'invio dei messaggi SMS, e FAX. Per quanto riguarda l'invio dei messaggi Vocali (Voice) attualmente non è supportata la possibilità di modificare il TTS Engine, ovvero la voce, con il quale il Dispatcher esegue lo speech del testo. Questo significa che indipendentemente dalla lingua con la quale viene passato il testo al Dispatcher lo speech verrà fatto sempre con il TTS Engine impostato nel plugin "Voice Message Sender" del Dispatcher (ad esempio, selezionando Sam come voce lo speech verrà fatto sempre utilizzando i fonemi in inglese, anche se il testo del messaggi è in italiano o tedesco, ecc.). 5

6 A L A R M _ D I S P A T C H E R 6

7 2. Impostazioni 2.1. Impostazioni Generali Le Impostazioni Generali permettono di definire alcune configurazioni di carattere generale per l'intero progetto. Vi troviamo tre sezioni: Log, Communication e Priority delays. Log Controlla l'abilitazione alla registrazione su file degli eventi, il percorso del file ed il numero massimo di righe, dopo il quale il file ricircola. Enable log to file: se abilitato provoca la generazione di un file contenente traccia degli eventi che accadono durante il funzionamento del programma, quali inizio e termine dell'esecuzione, invio di messaggi, errori sull'invio Max Number of row in log: è il massimo numero di righe che conterrà il file. Le registrazioni successive saranno sovrascritte sulle righe più vecchie (ricircolo) Log file name: qui si può specificare un nome da dare al file di log. Se il campo rimane vuoto, il file di log avrà lo stesso nome del progetto, con estensione ".dsplog" Communications Determina le modalità di notifica dei messaggi. 7

8 A L A R M _ D I S P A T C H E R # Messages: Determina il numero di tentativi consecutivi di notifica di un messaggio. Dopo il numero specificato di tentativi, il programma segnala l'errore nell'invio del messaggio # Modules retry: Determina il numero di errori consecutivi di notifica messaggi per un singolo modulo (Plug In). Dopo il numero specificato di tentativi, il programma segnala l'errore nel modulo specificato Voice Multiplex: Selezionando questa opzione, la notifica di un messaggio vocale verrà inviata comunque a tutti i destinatari di un gruppo, indipendentemente dal singolo riconoscimento eseguito da ogni utente destinatario Priority Delay Determina le modalità di notifica dei messaggi. Priority Thread - Dealy: parametri relativi alla priorità di notifica del messaggio. Ad ogni priorità corrisponde un tempo di ritardo (min.). Se il messaggio è notificato da Movicon, la priorità assegnata all'allarme identifica il corrispondente tempo di ritardo di notifica. In caso di richiesta di invio da programmi terzi, è necessario assegnare una priorità di invio (funzione SendMessage), il cui numero corrispondente determinerà il relativo tempo di ritardo Esempio: in caso di insorgenza di due o più allarmi da notificare, il programma verificherà il numero di priorità e di conseguenza il tempo eventuale di ritardo assegnato. Quindi procederà a inviare per primo il messaggio con il tempo di ritardo (Delay) minore, identificando il tempo in base al numero di priorità Utenti La finestra di impostazione utenti (Recipients) permette di inserire l'anagrafica utenti destinatari delle notifiche, disponibili per il progetto. Gli utenti inseriti saranno elencati nella lista sul bordo sinistro. Ogni utente potrà essere aggiunto con il pulsante "Add", modificato con il pulsante "Modify" oppure eliminato con il pulsante "Delete". Name Definisce il nome identificativo del destinatario. Può essere una qualunque stringa di caratteri. Mobile Number Definisce il numero di telefono cellulare (mobile) del destinatario, per la ricezione dei messaggi SMS notificati dal programma. Il numero è suddiviso in tre parti per il prefisso internazionale, il prefisso locale ed il numero di telefono. 8

9 I M P O S T A Z I O N I Voice Number Definisce il numero di telefono del destinatario, per la ricezione dei messaggi vocali (Voice) notificati dal programma. Il numero è suddiviso in tre parti per il prefisso internazionale, il prefisso locale ed il numero di telefono. Fax Number Definisce il numero dell'apparecchio telefax del destinatario, per la ricezione dei messaggi fax notificati dal programma. Il numero è suddiviso in tre parti per il prefisso internazionale, il prefisso locale ed il numero di telefono. Mail Address Definisce l'indirizzo di posta elettronica per la ricezione delle notificate dal programma. Messenger Definisce l'indirizzo identificativo dell'utente destinatario collegato in rete tramite il programma Microsoft Windows Messenger. Utilizzo tramite Movicon Movicon utilizza le funzioni di Alarm Dispatcher in modo completamente trasparente. L'invio dei messaggi avviene tramite le proprietà degli allarmi del progetto di Movicon, ed i profili utenti (Recipients) sono quelli della gestione utenti del progetto di Movicon. Tuttavia è possibile utilizzare gli Script VBA di Movicon per personalizzare la gestione delle notifiche in base alle proprie necessità Moduli Plug-In La finestra di impostazione PlugIn (Moduli di Notifica) permette di inserire le modalità di trasmissione dei messaggi di notifica, utilizzando i moduli plug-in disponibili per nel programma. Ogni modulo plug-in disponibile può essere liberamente inserito e configurato nel programma, a seconda delle proprie necessità. I plug-in disponibili sono elencati sulla lista a sinistra, quelli inseriti saranno elencati nella lista sulla destra. Ogni plug-in potrà essere selezionato e quindi aggiunto con il pulsante "->", oppure rimosso con il pulsante "<-". Ogni modulo plug-in inserito dovrà necessariamente essere configurato. Per attivare la finestra di configurazione del modulo, selezionarlo dalla lista dei moduli inseriti e quindi fare doppio clic oppure utilizzare il pulsante "Configure". Verrà visualizzata la finestra con le relative impostazioni. Il pulsante "Version" permette di verificare il numero di versione e di release di ogni singolo modulo, tra quelli inseriti. Il numero di versione è utile per verificare la disponibilità di eventuali versioni più aggiornate. 9

10 A L A R M _ D I S P A T C H E R Il pulsante "Test" permette di verificare le impostazioni del plug-in inviando un messaggio di prova. Premendo il pulsante si apre una finestra specifica per ogni plug-in; qui è possibile inserire i dati di un destinatario, digitare un messaggio di prova ed eseguire l'invio Utilizzo di Alarm Dispatcher su WinCE Alarm Dispatcher può essere utilizzato anche su sistemi Windows CE. In questo caso però è necessario fare attenzione ad alcuni accorgimenti da seguire. L'Alarm Dispatcher per WinCE carica sempre il progetto "AlarmDispatcher.Dspt". Questo progetto si deve trovare nella cartella di installazione di Movicon CE insieme anche agli altri file di configurazione dei plugin e SMS (non è supportato il plugin per l'invio di messaggi vocali). Tutti questi file sopra citati vengono installati con l'alarm Dispatcher ma potrebbero aver bisogno di essere modificati. Ad esempio si potrebbe dover modificare la porta COM in cui l'alarm Dispatcher cerca il modem GSM, oppure il Server SMTP da utilizzare per l'invio delle . Quindi per eseguire le modifiche a questi file di progetto installati dal setup, si possono copiare sul PC desktop, modificarli con l'editor dell'alarm Dispatchere e ricopiarli nella cartella di installazione di Movicon CE. Nel caso in cui l'applicazione sia parte integrante dell'immagine di WinCE, occorre fare una routine allo startup del progetto o del device per copiare da una compact flash i file del progetto dell'alarm Dispatcher nella cartella "\Windows" Invio s via SMTP Questa finestra di impostazione permette di configurare il sistema di notifica messaggi attraverso l'invio di (posta elettronica) utilizzando l'accesso diretto ad un Server con protocollo SMTP. Questo tipo di notifica permette l'invio di anche in assenza di un programma di posta (es. Ms Outlook) installato sul PC di impianto. Il sistema di notifica richiede comunque un modem per l'accesso ad internet. Server Address Questa impostazione permette di definire il nome del Server di posta (operatore gestore del servizio) presso il quale si dispone dell'account. Static From Address Questa impostazione permette di definire un indirizzo da specificare nel messaggio come indirizzo del mittente. Questa impostazione è utile per utilizzare i Server che consentono l'invio di posta solamente se il mittente appartiene al proprio dominio. 10

11 I M P O S T A Z I O N I Authentication Permette di specificare se l'accesso al Server richiede l'autenticazione all'accesso oppure no. Authentication Type Permette di selezionare il tipo di autenticazione richiesta dal Server di posta. Al momento, le modalità di autenticazione supportate sono "Plain" e "Login". UserName, Password In queste due caselle di editazione è necessario specificare il nome utente e la password richieste per l'accesso all'account di posta. RAS Settings Qualora l'accesso ad internet richieda la connessione RAS (modem), occorre specificare i relativi parametri per la chiamata e quindi la connessione ad internet. Enable: abilita l'utilizzo di una connessione RAS per accedere al Server via modem. In caso contrario, significa che l'accesso al Server (internet) sfrutta una connessione permanente (es. LAN) Show Dialog: abilitala visualizzazione della finestra di dialogo durante la connessione Retry Hold Time: Timeout per ritentare la connessione Retry Hold Time: Timeout per eseguire la disconnessione Retries: Numero di tentativi di connessione Dial Up: permette di utilizzare una connessione già disponibile nel sistema operativo (precedentemente inserita nelle connessioni di rete) Phone Number: nel caso in cui non si utilizzi un profilo di connessione esistente, specificare il numero di telefono di accesso al servizio UserName, Password: nel caso in cui non si utilizzi un profilo di connessione esistente, specificare i parametri di accesso al servizio 2.6. Invio s via MAPI Questa finestra di impostazione permette di configurare il sistema di notifica messaggi attraverso l'invio di (posta elettronica) utilizzando il programma per l'invio di posta configurato in Windows come "Programma di posta" (es. Ms Outlook). E' importante ricordare che questo tipo di notifica utilizza il programma di posta configurato, quindi è indispensabile che tale programma sia correttamente installato e configurato. 11

12 A L A R M _ D I S P A T C H E R Profile Name Permette di specificare il nome del profilo (account) presente tra i profili riconosciuti nel programma di posta installato. Tutti i parametri per l'accesso al Server di posta saranno pertanto da configurarsi nel profilo (account) di posta del programma (es. Ms Outlook). RAS Settings Qualora l'accesso ad internet richieda la connessione RAS (modem), occorre specificare i relativi parametri per la chiamata e quindi la connessione ad internet. Enable: abilita l'utilizzo di una connessione RAS per accedere al Server via modem. In caso contrario, significa che l'accesso al Server (internet) sfrutta una connessione permanente (es. LAN) Show Dialog: abilitala visualizzazione della finestra di dialogo durante la connessione Retry Hold Time: Timeout per ritentare la connessione Retry Hold Time: Timeout per eseguire la disconnessione Retries: Numero di tentativi di connessione Dial Up: permette di utilizzare una connessione già disponibile nel sistema operativo (precedentemente inserita nelle connessioni di rete) Phone Number: nel caso in cui non si utilizzi un profilo di connessione esistente, specificare il numero di telefono di accesso al servizio UserName, Password: nel caso in cui non si utilizzi un profilo di connessione esistente, specificare i parametri di accesso al servizio 2.7. SMS via Modem GSM Questa finestra di impostazione permette di configurare il sistema di notifica messaggi attraverso la tecnologia SMS basata su GSM, utilizzando qualsiasi modem GSM standard. 12

13 I M P O S T A Z I O N I Serial Port Settings In questo gruppo di impostazioni occorre specificare i parametri di utilizzo della porta seriale alla quale il modem GSM è collegato. Inizialization String Stringa di inizializzazione del modem. Normalmente utilizzare ATE0, ma è sempre preferibile attenersi alla documentazione del modem utilizzato. ServiceCenter Questo numero potrebbe essere richiesto dalla SIM Card utilizzata dal modem. Pin Numbers I numeri PIN devono essere introdotti in funzione della SIM Card utilizzata dal modem SMS via SMPP Questa finestra di impostazione permette di configurare il sistema di notifica messaggi attraverso la tecnologia SMS basata sul protocollo SMPP (Short Message Point-To-Point protocol). Grazie a questa tecnica di notifica, il sistema è in grado di inviare messaggi SMS sui telefoni dei destinatari accedendo direttamente ad un Server SMPP, senza quindi la necessità di un modem GSM. Naturalmente, occorre verificare la disponibilità di un operatore telefonico abilitato al servizio, quindi attivare il conseguente abbonamento. In base alla scelta dell'operatore (gestore del servizio), occorrerà impostare i parametri funzionali e di accesso relativi. Server Address Occorre specificare l'indirizzo del Server SMPP dell'operatore telefonico e gestore del servizio. Server Port Generalmente è richiesta la porta 9000, ma occorre sempre verificare la porta del Server richiesta del gestore del servizio. 13

14 A L A R M _ D I S P A T C H E R Source TON, NPI, Type Parametri di accesso richiesti dal gestore del servizio. Source ID, Password Parametri di accesso richiesti dal gestore del servizio. Si dell'abbonamento. ricevono dopo l'attivazione Timeout: Binding, Answer, Delivery Impostazione dei tempi (msec) relativi ai timeout di funzionamento. RAS Settings Qualora l'accesso ad internet richieda la connessione RAS (modem), occorre specificare i relativi parametri per la chiamata e quindi la connessione ad internet. Enable: abilita l'utilizzo di una connessione RAS per accedere al Server via modem. In caso contrario, significa che l'accesso al Server (internet) sfrutta una connessione permanente (es. LAN). Show Dialog: abilitala visualizzazione della finestra di dialogo durante la connessione Retry Hold Time: Timeout per ritentare la connessione Retry Hold Time: Timeout per eseguire la disconnessione Retries: Numero di tentativi di connessione Dial Up: permette di utilizzare una connessione già disponibile nel sistema operativo (precedentemente inserita nelle connessioni di rete) Phone Number: nel caso in cui non si utilizzi un profilo di connessione esistente, specificare il numero di telefono di accesso al servizio UserName, Password: nel caso in cui non si utilizzi un profilo di connessione esistente, specificare i parametri di accesso al servizio 2.9. Invio Fax Questa finestra di impostazione permette di configurare il sistema di notifica messaggi attraverso il gestore Fax di Windows. Il programma infatti consente la spedizione di fax utilizzando la stampante fax di Windows. L'unica proprietà da configurare nel programma è quindi il nome quale "Titolo Intestazione" del fax che verrà inviato. Prima di utilizzare il servizio di notifica via Fax, è necessario procedere alla corretta e completa configurazione del servizio in Windows. Per fare ciò, occorre utilizzare il Pannello di Controllo ed accedere alla voce "Stampanti e Fax". 14

15 I M P O S T A Z I O N I SMS via Ucp-Emi Questa finestra di impostazione permette di configurare il sistema di notifica messaggi attraverso la tecnologia SMS, utilizzando qualsiasi modem standard per collegarsi ad un server che supporti il protocollo Ucp. Serial Port Settings In questo gruppo di impostazioni occorre specificare i parametri di utilizzo della porta seriale alla quale il modem è collegato. Timeout Tempo di attesa (in ms.) per le operazioni di comunicazione sulla seriale. 15

16 A L A R M _ D I S P A T C H E R Pause Tempo di attesa (in ms.) fra l'invio di due messaggi successivi. E' sconsigliabile tenerlo basso, poichè i server Ucp, frequentemente, non supportano l'invio di messaggi in sequenze veloci. Default RTS/DTR Stato dei corrispondenti segnali della porta seriale. Per alcuni modelli di modem può essere richiesta questa impostazione. Di norma, con i dispositivi attualil, non è necessario modificare l'impostazione. Max Connection try Numero di tentativi di invio successivi, dopo i quali il messaggio viene eliminato. Inizialization String Stringa di inizializzazione del modem. Normalmente utilizzare ATE0, ma è sempre preferibile attenersi alla documentazione del modem utilizzato. ServiceCenter Questo è il numero da chiamare per il collegamento col server Ucp-Emi. Sender Address Questo è il numero che viene utilizzato come numero mittente del messaggio Invio Messaggi Vocali Questa finestra di impostazione permette di configurare il sistema di notifica messaggi attraverso la tecnologia Voice - Text-To-Speech. Grazie a questa tecnologia, il programma provvederà a sintetizzare vocalmente le stringhe di test dei messaggi, quindi a notificarli ai destinatari via telefono. E' necessario l'utilizzo di un Modem Voice compatibile 100% con le specifiche TAPI Modalità di invio dei messaggi vocali: 1. Il programma notifica i messaggi vocali al destinatario indicato. In caso di gruppo di destinatari, il programma invia i messaggi secondo due possibili modalità: Proprietà "Voice Multiplex" non selezionata (come default) nei General Settings: Il programma notifica i messaggi partendo dal primo destinatario del gruppo. Il primo che esegue il riconoscimento (Ack) determina il termine con buon fine della procedura di notifica Proprietà "Voice Multiplex" selezionata: il programma notifica i messaggi partendo dal primo destinatario del gruppo. Il programma notifica comunque a tutti i destinatari del gruppo i messaggi, indipendentemente dal singolo eventuale riconoscimento (Ack). Il riconoscimento comporta l'esito a buon fine della notifica, ma non interrompe la notifica stessa a tutti i destinatari 2. Quando un utente risponde alla chiamata, il programma fornisce il messaggio di benvenuto, quindi inizia a notificare il messaggio di allarme. L'allarme viene ripetuto fino al comando di tacitazione (Ack) oppure fino al timeout. La tacitazione può avvenire in due modi: Proprietà "Force message acknowledgement with key #" non selezionata (come default) nelle proprietà Voice: il programma notifica il messaggio fino alla pressione di un tasto qualsiasi del telefono, quindi considererà riconosciuto l'allarme e passerà all'eventuale successivo (se presente), precedendolo dal messaggio di "Nuovo Allarme". Anche il messaggio successivo verrà ripetuto fino alla pressione di un tasto qualsiasi. Con l'ultimo messaggio, il tasto qualsiasi premuto provvederà a chiudere la comunicazione, con esito positivo. Se non si preme un tasto qualsiasi, il sistema resterà a ripetere il singolo messaggio fino al timeout, quindi chiuderà la comunicazione con esito negativo nel Log Proprietà "Force message acknowledgement with key #" selezionata nelle proprietà Voice: il programma si comporterà come prima, salvo che il programma terminerà la comunicazione solo con la pressione del tasto "#" dal telefono. Quindi, premendo un tasto qualsiasi si passerà al messaggio successivo, ma al termine dei messaggi, il sistema ricomincerà a comunicare il primo messaggio considerando 16

17 I M P O S T A Z I O N I solo il tasto "#" quale tasto di conferma e riconoscimento degli allarmi. Se non si preme il tasto "#", il sistema ripeterà i messaggi fino al timeout. La pressione del tasto "#" comporterà il riconoscimento di tutti gli allarmi, anche quelli non ancora notificati Welcome Message Permette di definire una stringa di testo che verrà trasmessa come messaggio introduttivo, all'inzio della chiamata di notifica, precedendo i messaggi. Farewell Message Permette di definire una stringa di testo che verrà trasmessa come messaggio finale, al termine della notifica, per avvisare della chiusura della comunicazione. Next Message Permette di definire una stringa di testo che verrà trasmessa tra la notifica di un messaggio ed il successivo. TimeOut Definisce il tempo (sec.) oltre il quale, non ricevendo alcun segnale di riconoscimento, il sistema abbandonerà la comunicazione (ad esempio in presenza di segreterie telefoniche). Max Retry Definisce il numero massimo di tentativi nel recapito della notifica. Force message acknowledgement with key # Questa selezione permette di impostare il tipo di comportamento nella gestione del comando di riconoscimento (Ack) degli allarmi da parte dell'utente destinatario. Opzione non selezionata: alla notifica dei messaggi, il sistema si aspetterà la pressione di un qualsiasi tasto della tastiera telefonica per riconoscere (Ack) l' allarme in corso di notifica. 17

18 A L A R M _ D I S P A T C H E R Se presenti altri messaggi, la pressione di un tasto qualsiasi passerà a quello successivo, altrimenti chiuderà con successo la notifica Opzione selezionata: alla notifica dei messaggi, il sistema si aspetterà la pressione del tasto # per riconoscere (Ack) l' allarme in corso di notifica. La pressione del tasto # chiuderà con successo la notifica, anche in presenza di altri allarmi Modem Questa selezione permette di scegliere quale modem utilizzare. La lista dei modem viene compilata in base ai modem voice installati nel sistema operativo. Speech Voice Questa selezione permette di scegliere quale voce, e quindi quale fonema, utilizzare per lo speech dei messaggi. La lista verrà compilata in base ai fonemi installati nel sistema operativo (vedi "Fonemi (Voci)"). Test La pressione del pulsante "Test" eseguirà lo speech del testo inserito nella casella di editazione con le impostazioni di voce, volume, rate e pitch definite. Volume Tramite questa proprietà è possibile impostare la percentuale di volume con cui eseguire lo speech. Rate Tramite questa proprietà è possibile impostare la velocità di esecuzione dello speech. Dal valore 0 a 10 si aumenta la velocità di enunciazione, mentre da 0 a -10 si rallenta la velocità di enunciazione. Pitch Tramite questa proprietà è possibile impostare il tono (più acuto o più grave) della voce per lo speech. Acknowledge scada alarm Se si abilita questa proprietà, quando l'operatore eseguirà il riconoscimento del messaggio, l'allarme verrà anche riconosciuto e resettato nel progetto Movicon. Se pertanto l'allarme in questione era già nello stato di OFF, allora scomparirà anche dalla Finestra Allarmi. Utilizzo delle SAPI 5.1 Le SAPI (Speech Application Programming Interface) sono librerie di Microsoft che consentono di utilizzare le funzionalità di "Riconoscimento Vocale" e "Sintetizzazione Vocale" con applicazioni su Windows. Alarm Dispatcher utilizza le SAPI versione 5.1 per l'invio dei messaggi vocali. Le SAPI 5.1 fanno parte della famiglia delle SAPI 5 e sono installate di default in Windows 32/64 bit dal 2001 (vedi B4530&displaylang=en). Per il corretto utilizzo delle SAPI 5.1 per l'invio dei messaggi vocali con Alarm Dispather è necessario: 1. Installare lo Speech Recognition SAPI Installare almeno un fonema che supporti le SAPI Utilizzare la versione dell'alarm Dispatcher o successive 4. Nell'Alarm Dispatcher utilizzare il PlugIn Message Voice Sender (Voice.dll) versione o successive 5. Utilizzare un modem Voice compatibile al 100% con le TAPI di Windows Modem Voice Per un corretto invio dei messaggi vocali è necessario installare un Modem Voice pienamente compatibile con le TAPI di Windows. Si raccomanda inoltre di eseguire sempre l'installazione dei driver a corredo con il modem e di non far selezionare dal sistema operativo il driver più idoneo per quel modem. Ad esempio, se si installa il modem voice "US Robotics 56K Message Modem" è necessario installare i driver proprietari "US Robotics 56K Message V.92" altrimenti i driver di sistema (European) non riconoscono i toni del telefono per rispondere al messaggio. Fonemi (Voci) Per poter eseguire l'enunciazione dei testi è necessario utilizzare i fonemi che possono essere installati nel sistema operativo. Per verificare la lista dei fonemi già presenti è sufficiente aprire il 18

19 I M P O S T A Z I O N I gruppo "Sintesi e Riconoscimento Vocale" dal Pannello di Controllo di Windows. Selezionando la tab "Sintesi vocale" nella finestra di dialogo che verrà aperta è possibile verificare la lista dei fonemi, o voci, già presenti nel sistema (Seleziona voce). Normalmente sono già presenti alcune "voci" che installa Windows di default, Sam, Mary e Mike. Queste voci utilizzano tutte dei fonemi in lingua inglese ma sono fonemi SAPI 4 e quindi non utilizzabili col Plug-in Voice Message Sender. Sarà quindi necessario installare dei nuovi fonemi in base alla lingua che si vorrà utilizzare. I fonemi da installare dovranno essere compatibili con le SAPI 5.1. Si tenga anche conto del fatto che in commercio (su internet) sono disponibili numerosi fonemi rilasciati da differenti ditte, e la qualità di questi fonemi può essere anche notevolmente diversa a seconda della ditta che lo fornisce. E' consigliabile quindi eseguire una valutazione di alcuni fonemi prima di scegliere quello da utilizzare. Si consideri anche che alcuni fonemi potrebbero presentare maggiori limitazioni di utilizzo rispetto ad altri. Normalmente, per la sintesi vocale via telefono, sono migliori i fonemi di qualità "telefonica" (8KHz) rispetto a quelli a qualità più alta (22KHz o oltre). Utilizzando le SAPI 5.1 è possibile eseguire lo speech anche di caratteri accentati come "è", "ì" ecc. e di punteggiatura come "?" e "!" senza che il TTS Engine abbia problemi. Questo perchè non è più utilizzato il processo "vcmd.exe" che col SAPI 4 causava il blocco del TTS Engine. 19

20 A L A R M _ D I S P A T C H E R 20

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

G e s t i o n e U t e n z e C N R

G e s t i o n e U t e n z e C N R u t e n t i. c n r. i t G e s t i o n e U t e n z e C N R G U I D A U T E N T E Versione 1.1 Aurelio D Amico (Marzo 2013) Consiglio Nazionale delle Ricerche - Sistemi informativi - Roma utenti.cnr.it -

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Codici sorgenti di esempio per l'invio di email da pagine WEB per gli spazi hosting ospitati presso ITESYS SRL.

Codici sorgenti di esempio per l'invio di email da pagine WEB per gli spazi hosting ospitati presso ITESYS SRL. Data: 8 Ottobre 2013 Release: 1.0-15 Feb 2013 - Release: 2.0 - Aggiunta procedura per inviare email da Windows con php Release: 2.1-20 Mar 2013 Release: 2.2-8 Ottobre 2013 - Aggiunta procedura per inviare

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0)

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0) Indice generale PREMESSA... 2 ACCESSO... 2 GESTIONE DELLE UTENZE... 3 DATI DELLA SCUOLA... 6 UTENTI...7 LISTA UTENTI... 8 CREA NUOVO UTENTE...8 ABILITAZIONI UTENTE...9 ORARI D'ACCESSO... 11 DETTAGLIO UTENTE...

Dettagli

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY Interfaccia Full Ascii Con questa interfaccia è possibile inviare i dati al Server utilizzando solo caratteri Ascii rappresentabili e solo i valori che cambiano tra un sms e l altro, mantenendo la connessione

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

Invio di SMS con FOCUS 10

Invio di SMS con FOCUS 10 Sommario I Sommario 1 1 2 Attivazione del servizio 1 3 Server e-service 3 4 Scheda anagrafica 4 4.1 Occhiale... pronto 7 4.2 Fornitura... LAC pronta 9 4.3 Invio SMS... da Carico diretto 10 5 Videoscrittura

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

Cicli in Visual Basic for Application. For contatore = inizio To fine istruzioni Next contatore

Cicli in Visual Basic for Application. For contatore = inizio To fine istruzioni Next contatore Cicli in Visual Basic for Application Le strutture del programma che ripetono l'esecuzione di una o più istruzioni sono chiamate Cicli. Alcune strutture per i cicli sono costruite in modo da venire eseguite

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO

PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO Informazioni generali Il programma permette l'invio di SMS, usufruendo di un servizio, a pagamento, disponibile via internet. Gli SMS possono essere

Dettagli

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone è pronto per le aziende. Supporta Microsoft Exchange ActiveSync, così come servizi basati su standard, invio e ricezione di e-mail, calendari

Dettagli

Altre opzioni Optralmage

Altre opzioni Optralmage di Personalizzazione delle impostazioni............ 2 Impostazione manuale delle informazioni sul fax......... 5 Creazione di destinazioni fax permanenti................ 7 Modifica delle impostazioni di

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z. Progettata da Vodafone

Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z. Progettata da Vodafone Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z Progettata da Vodafone Benvenuti nel mondo della comunicazione in mobilità 1 Benvenuti 2 Impostazione della Vodafone Internet Key 4 Windows 7, Windows Vista,

Dettagli

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 Con questo aggiornamento sono state implementate una serie di funzionalità concernenti il tema della dematerializzazione e della gestione informatica dei documenti,

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

Documentazione tecnica

Documentazione tecnica Documentazione tecnica Come spedire via Post 1.1) Invio di Loghi operatore 1.2) Invio delle Suonerie (ringtone) 1.3) Invio di SMS con testo in formato UNICODE UCS-2 1.4) Invio di SMS multipli 1.5) Simulazione

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis Descrizione Generale Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis EOLO DAVIS rappresenta una soluzione wireless di stazione meteorologica, basata su sensoristica Davis Instruments, con possibilità di mettere

Dettagli

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma Guida Categoria alla registrazione StockPlan Connect Il sito web StockPlan Connect di Morgan Stanley consente di accedere e di gestire online i piani di investimento azionario. Questa guida offre istruzioni

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

Principali caratteristiche piattaforma web smsmobile.it

Principali caratteristiche piattaforma web smsmobile.it SmsMobile.it Principali caratteristiche piattaforma web smsmobile.it Istruzioni Backoffice Post get http VERSION 2.1 Smsmobile by Cinevision srl Via Paisiello 15/ a 70015 Noci ( Bari ) tel.080 497 30 66

Dettagli

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM 1 Stato del combinatore direttamente sul display della Consolle XM Interrogazione credito residuo tramite SMS e inoltro SMS ricevuti Messaggi di allarme pre-registrati Completa integrazione con centrali

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi.

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Guida all uso Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Legenda Singolo = Fax o SMS da inviare ad un singolo destinatario Multiplo = Fax o SMS da inviare a tanti destinatari

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica: WebMail Una Webmail è un'applicazione web che permette di gestire uno o più account di posta elettronica attraverso un Browser.

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

Manuale - TeamViewer 6.0

Manuale - TeamViewer 6.0 Manuale - TeamViewer 6.0 Revision TeamViewer 6.0 9947c Indice Indice 1 Ambito di applicazione... 1 1.1 Informazioni su TeamViewer... 1 1.2 Le nuove funzionalità della Versione 6.0... 1 1.3 Funzioni delle

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa

Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa di Ilaria Lorenzo e Alessandra Palma Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa Code::Blocks

Dettagli

GFI Product Manual. Manuale per il client fax

GFI Product Manual. Manuale per il client fax GFI Product Manual Manuale per il client fax http://www.gfi.com info@gfi.com Le informazioni contenute nel presente documento sono soggette a modifiche senza preavviso. Le società, i nomi e i dati utilizzati

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail Configurare un programma di posta con l account PEC di Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account ii nel programma di

Dettagli

Guida introduttiva. Installazione di Rosetta Stone

Guida introduttiva. Installazione di Rosetta Stone A Installazione di Rosetta Stone Windows: Inserire il CD-ROM dell'applicazione Rosetta Stone. Selezionare la lingua dell'interfaccia utente. 4 5 Seguire i suggerimenti per continuare l'installazione. Selezionare

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS

GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS Page 1 of 6 GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS 1) Impossibile inviare il messaggio. Uno dei destinatari non è stato accettato dal server. L'indirizzo di posta elettronica non accettato è "user@dominio altro

Dettagli

Interfaccia HTTP rivenditori Specifiche tecniche 03.10.2013

Interfaccia HTTP rivenditori Specifiche tecniche 03.10.2013 i-contact srl via Simonetti 48 32100 Belluno info@i-contact.it tel. 0437 1835 001 fax 0437 1900 125 p.i./c.f. 0101939025 Interfaccia HTTP rivenditori Specifiche tecniche 03.10.2013 1. Introduzione Il seguente

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

Guida alla WebMail Horde

Guida alla WebMail Horde Guida alla WebMail Horde La funzione principale di un sistema Webmail è quella di gestire la propria posta elettronica senza dover utilizzare un programma client installato sul computer. Il vantaggio è

Dettagli

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key.

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key. 1 Indice 1 Indice... 2 2 Informazioni sul documento... 3 2.1 Scopo del documento... 3 3 Caratteristiche del dispositivo... 3 3.1 Prerequisiti... 3 4 Installazione della smart card... 4 5 Avvio di Aruba

Dettagli

Guida dell amministratore

Guida dell amministratore Guida dell amministratore Maggiori informazioni su come poter gestire e personalizzare GFI FaxMaker. Modificare le impostazioni in base ai propri requisiti e risolvere eventuali problemi riscontrati. Le

Dettagli

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers La procedura di installazione è divisa in tre parti : Installazione dell archivio MySql, sul quale vengono salvati

Dettagli

Manuale installazione DiKe Util

Manuale installazione DiKe Util Manuale installazione DiKe Util Andare sul sito Internet: www.firma.infocert.it Cliccare su software nella sezione rossa INSTALLAZIONE: comparirà la seguente pagina 1 Selezionare, nel menu di sinistra,

Dettagli

Client PEC Quadra Guida Utente

Client PEC Quadra Guida Utente Client PEC Quadra Guida Utente Versione 3.2 Guida Utente all uso di Client PEC Quadra Sommario Premessa... 3 Cos è la Posta Elettronica Certificata... 4 1.1 Come funziona la PEC... 4 1.2 Ricevuta di Accettazione...

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account

Dettagli

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S.

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. All accensione del Tab e dopo l eventuale inserimento del codice PIN sarà visibile la schermata iniziale. Per configurare

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET Programmi Outlook Express Internet Explorer 72 DNS Poiché riferirsi a una risorsa (sia essa un host oppure l'indirizzo di posta elettronica di un utente) utilizzando un

Dettagli

Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa

Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa A cura del Centro Elaborazione Dati Amministrativi 1 INDICE 1. Accesso ed utilizzo della Webmail

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

WEB Conference, mini howto

WEB Conference, mini howto Prerequisiti: WEB Conference, mini howto Per potersi collegare o creare una web conference è necessario: 1) Avere un pc con sistema operativo Windows XP o vista (windows 7 non e' ancora certificato ma

Dettagli

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email.

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email. Mail da Web Caratteristiche generali di Virgilio Mail Funzionalità di Virgilio Mail Leggere la posta Come scrivere un email Giga Allegati Contatti Opzioni Caratteristiche generali di Virgilio Mail Virgilio

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE

GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE (Vers. 4.4.0) Installazione... 3 Prima esecuzione... 6 Login... 7 Funzionalità... 8 Protocollo... 9 Inserimento nuovo protocollo... 11 Invio SMS... 14 Ricerca... 18 Anagrafica...

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Microsoft Windows 30/10/2014 Questo manuale fornisce le istruzioni per l'utilizzo della Carta Provinciale dei Servizi e del lettore di smart card Smarty sui sistemi operativi

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

Porta di Accesso versione 5.0.12

Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 1 di 22 Controlli da effettuare in seguito al verificarsi di ERRORE 10 nell utilizzo di XML SAIA Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 2 di 22 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. VERIFICHE DA ESEGUIRE...3

Dettagli

Interfaccia HTTP enduser Specifiche tecniche 03.10.2013

Interfaccia HTTP enduser Specifiche tecniche 03.10.2013 i-contact srl via Simonetti 48 32100 Belluno info@i-contact.it tel. 0437 30419 fax 0437 1900 125 p.i./c.f. 0101939025 Interfaccia HTTP enduser Specifiche tecniche 03.10.2013 1. Introduzione Il seguente

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

Manuale d uso. Servizio Segreteria Telefonica Memotel. per Clienti con linea Fibra

Manuale d uso. Servizio Segreteria Telefonica Memotel. per Clienti con linea Fibra Manuale d uso Servizio Segreteria Telefonica Memotel per Clienti con linea Fibra 1 INDICE 1. GUIDA AL PRIMO UTILIZZO 2. CONFIGURAZIONE SEGRETERIA 3. CONSULTAZIONE SEGRETERIA 4. NOTIFICHE MESSAGGI 5. ASCOLTO

Dettagli

guida all'utilizzo del software

guida all'utilizzo del software guida all'utilizzo del software Il software Gestione Lido è un programma molto semplice e veloce che permette a gestori e proprietari di stabilimenti balneari di semplificare la gestione quotidiana dell?attività

Dettagli

Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser.

Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser. Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser. Se vogliamo accedere alla nostra casella di posta elettronica unipg.it senza usare un client di posta (eudora,

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Guida al sistema Bando GiovaniSì

Guida al sistema Bando GiovaniSì Guida al sistema Bando GiovaniSì 1di23 Sommario La pagina iniziale Richiesta account Accesso al sistema Richiesta nuova password Registrazione soggetto Accesso alla compilazione Compilazione progetto integrato

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server FileMaker Server 13 Guida di FileMaker Server 2010-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono

Dettagli