Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 5 (ex n. 4) all O.d.G.: Mozione su. attivazione di studio assistito. Alberto Guerra, Assessore, prego.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 5 (ex n. 4) all O.d.G.: Mozione su. attivazione di studio assistito. Alberto Guerra, Assessore, prego."

Transcript

1 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 5 (ex n. 4) all O.d.G.: Mozione su attivazione di studio assistito. Alberto Guerra, Assessore, prego. (Voci confuse). Prima lasciamo leggere la mozione a uno dei presentatori, a loro scelta. Immagino sarà Sonia Aita perché lei è specializzata in queste Cons. AITA Sonia (Legge il testo della mozione) Sindaco BERGAGNA Stefano Assessore, prego, a lei la parola. Ass. GUERRA Alberto Allora, la mozione è stata presentata il 30 ottobre 2013 e ne abbiamo parlato a novembre del 2013, nella seduta del Consiglio del 28 novembre. A quel tempo c era stata una discussione, ricordo, abbastanza movimentata da cui era emersa la necessità da parte mia di richiedere tempo per una riflessione e anche una valutazione su quello che era il progetto presentato appunto dalla mozione, anche alla luce del fatto che a quel tempo non erano stati neanche aperti dei contatti con quello che era il mondo della scuola e con la dirigenza in particolare. Allora, sono passati alcuni mesi, ho visto, ho valutato, ho riflettuto sulla cosa e adesso mi ritrovo a dare un parere un pochettino più strutturato, più completo su quella che è la mozione. Ovviamente parlo da Assessore all Istruzione e alle Attività scolastiche. Premetto che non ho nessun tipo di barriera ideologica nei confronti di qualunque tipo di progetto o di proposta che possa in qualche modo agevolare o aumentare quella che è l offerta formativa per gli studenti delle scuole del nostro territorio comunale o dell Unione Buja-Treppo. Sinceramente, però, come avevo allora, e lo avevo anche espresso, ancora oggi ho delle perplessità su quella che potrebbe essere

2 2 l applicazione di questo tipo di progetto nella realtà scolastica bujese. Le perplessità nascono da tutta una serie di questioni. Una questione di tipo logistico, legata alla situazione contingente. Si parla nella mozione, fondamentalmente, di due strutture che potrebbero accogliere questo tipo di progetto: il nuovo Centro di Aggregazione Giovanile, che però dal mio punto di vista è appena stato aperto e dal punto di vista degli arredi, delle strutture e anche del suo utilizzo futuro e complessivo, non è ancora pienamente attivo; per quanto riguarda invece la Biblioteca, credo che il discorso sia esattamente il contrario in quanto la Biblioteca è già molto utilizzata e già ospita diversi tipi di progetti e, da ultimo, anche associazioni che operano proprio al suo interno. Per quanto riguarda invece un altro tipo di questione, che è la questione della tempistica, in questo momento io credo che, ad anno scolastico avviato e a questo punto quasi concluso, attivare un progetto del genere non sarebbe temporalmente appropriato in quanto andrebbe a sovrapporsi a tutta quella che è la programmazione già avviata e per molta parte già conclusa a livello scolastico. Personalmente ho anche delle perplessità legate a quella che è la questione delle competenze. Mi viene detto, ed è accennato anche in mozione, che è stato fatto da altri Comuni, Comuni che spesso hanno realtà scolastiche molto differenti. Vorrei ricordare che noi abbiamo qua, in Comune di Buja, ormai da quarant anni l esperienza del tempo pieno e, più recentemente, del tempo prolungato alle medie, che già coinvolge molto gli studenti della parte del nostro Istituto comprensivo rappresentata dal Comune di Buja. Parlavo di questioni di competenze. Io sono del parere che, sì, il Comune debba agevolare, debba supportare e debba permettere a tutti gli studenti e alla sua popolazione scolastica o di età scolare di studiare, imparare,

3 3 usufruire di un offerta formativa che deve essere di prima qualità. Sinceramente, ho difficoltà a vedere un Comune, con le sue strutture a volte anche pesanti e sicuramente non finalizzate a quello che è l insegnamento: all agevolazione dell insegnamento, sì, al sostenimento della struttura scuola all interno del suo territorio, sì, ma non, sicuramente, all insegnare direttamente o comunque a creare di per sé delle realtà o delle strutture atte a questo. Cioè, non vedo come il Comune possa intervenire in modo diretto e con quella performanza, con quella capacità di valutare e applicare nel miglior modo possibile questo tipo di soluzioni. Sì, io credo che queste sono cose che deve fare la scuola, devono nascere attorno alla scuola, che il Comune può finanziare, può sostenere, come in questo momento sta sostenendo altri progetti. Come ho detto, non sono chiuso a discutere o a portare avanti progetti che agevolino, sostengano o migliorino l offerta formativa, se i progetti sono portati avanti dagli enti di competenza. Io sono del parere che noi dobbiamo fare il Comune, l Amministrazione comunale: noi gestiamo l edilizia scolastica, il traporto pubblico, le mense adesso stiamo andando ad appalto. Non credo, insomma, che questo tipo di progetto sia di competenza del Comune, sia realizzabile al meglio in questo momento e che il Comune stesso abbia delle strutture, delle capacità e anche del personale adeguato in questo momento per portarlo avanti. Se invece mi si chiede se sono aperto a discutere di nuove soluzioni o altre cose o altri tipi di progetti, sì, io rispondo di sì, sono d accordo. Non ho cambiato idea sulle mie perplessità iniziali per quanto riguarda l applicazione di questo progetto di studio assistito. Sindaco BERGAGNA Stefano Prego, Sonia Aita.

4 4 Cons. AITA Sonia (interviene a microfono spento) Io ho dato lettura, però vanno aggiunti un po quelli che sono stati i vari passaggi. Non c è stata grande discussione l altra volta perché il Sindaco aveva definito questa proposta semplicistica, non adeguata Insomma, l aveva subito bocciata in partenza, dicendo che l Assessore Guerra Tra l altro a questa questione già da tempo l Assessore Guerra, come dirà dopo, stava lavorando su questa progettualità, su questo tema qui. Cioè, stava lavorando su questo, su questo progettualità, su questo tema. L Assessore ha fatto un elenco di difficoltà. Come sempre, se le cose si vogliono fare, si lavora per realizzarle. Molto più semplicemente di quello che ha evidenziato, questo progetto Tra l altro ho fatto una chiacchierata con il referente del Comune di Gemona che me l ha presentato, cioè chi lo segue in termini molto positivi, con entusiasmo, come un iniziativa che sta avendo un notevole successo, per cui tutte queste difficoltà di cui parlava l Ass. Guerra, che ci possono essere in una prima fase organizzativa, ma, evidentemente, se c è la volontà di realizzare le cose, si superano. Per una questione logistica, cioè, non si contano gli spazi del Comune che potrebbero essere utilizzati: ne abbiamo proposti un paio, ma, insomma, il Comune di Gemona li fa in Comune, nelle stanze del Comune. Quindi, volendo, lo spazio si trova. Per quanto riguarda i fruitori, questo è un progetto che molto semplicemente, e poi non mi dilungo sennò sembra che Cioè, se una cosa non interessa non interessa, potremmo stare qui a parlarne per ore. Però il progetto va in due direzioni: fornire una prima esperienza lavorativa, quindi anche con una piccola paga, a studenti, neo-laureati o laureandi, quindi una prima forma di esperienza lavorativa, quindi di impegno e di remunerazione, e dall altra parte un supporto non tanto alle

5 5 scuole elementari, a cui faceva riferimento, l esperienza del tempo pieno, ma a studenti delle scuole medie e a studenti delle scuole superiori. Molto semplicemente dal punto di vista organizzativo - ma, insomma, non credo che io debba fare lezioni ad un Assessore su come si organizzano i progetti - si fanno dei bandi, si creano delle procedure di reclutamento, diciamo, di nomina di eventuali docenti, si fa conoscere il progetto attraverso le scuole, attraverso le molteplici strutture comunicative che il Comune ha a disposizione, non da ultimo le foto sul giornale che si susseguono. Quindi si può finire sul giornale anche per promuovere questa cosa. E poi si dà inizio. È ovvio che ormai in questa fase dell anno Noi abbiamo presentato la mozione il 5 novembre, siamo a marzo, sono passati quattro mesi; quindi è ovvio che a questo punto dell anno è qualcosa che dovrebbe essere realizzato per il prossimo anno. Però, se l elenco delle difficoltà Cioè, se il lavoro dell Ass. Guerra è stato quello di fare l elenco delle difficoltà e non di cercare come realizzarlo, sì, non si va avanti. Penso che ci possano essere delle proposte. La mediatrice Io sono quella meno indicata per le mediazioni. Il Sindaco diceva: rinvio della mozione per una sua integrazione. Faccio i complimenti per l integrazione, per la mozione integrata che abbiamo letto stasera. Sindaco BERGAGNA Stefano No, no, io credo che l Assessore Non capisco la sua polemica, sinceramente. Non riesco veramente a capirla. L Assessore sta lavorando, come si è già detto, per valutare. Adesso, in questa fase, anche di difficoltà economiche, organizzative e quant altro Cioè, l Assessore ha elencato tutta una serie di cose che lui ha evidenziato, sulle quali devono essere prese le opportune misure. Per cui non capisco veramente questa sua

6 6 posizione. Ecco, non la capisco. La mozione così com è è inidonea, è evidente. Cioè, se doveva essere integrata quella volta, tanto più dovrà essere rivista tuttora. Prego, Santi. Cons. SANTI Stefano Io penso che la proposta - che tra l altro non abbiamo presentato noi, quindi non cavalco alcunché e non rivendico alcun merito - sia una proposta di utilità sociale che, in termini strettamente utilitaristici, chiede pochi soldi e dà molta resa, in termini proprio di ricaduta sociale, rispetto a un mondo, che è quello dei giovani, rispetto al quale questo Consiglio ha detto, e ha anche dimostrato con atti concreti, di voler prestate attenzione. Parliamo di un ambito che è legato alla scuola, ma che è extra scolastico: sono le attività di supporto, diciamo, di sostegno, di completamento, di integrazione a cui tanti studenti della fascia di età che viene illustrata da questa mozione ricorrono. Ecco, tanti studenti hanno questa necessità, hanno questo bisogno, e la mozione vuole andare incontro a questo bisogno in maniera regolamentata, diciamo, in maniera trasparente, in maniera anche di esaltare determinate competenze acquisite da giovani, che vengono utilizzate nei confronti di altri giovani. È un equazione semplice: uno spazio, un luogo, un tempo, delle persone giovani che aiutano altre persone giovani. Deve intervenire? Sindaco BERGAGNA Stefano E se fossero persone vecchie come me, o meno giovani? Cons. SANTI Stefano Va benissimo. Io non sono un giovanilista, non posso esserlo fisiologicamente. (Voci confuse). Lei, forse, non lo so, avrei qualche perplessità. No, questa è una battuta. Sicuramente

7 7 sì. Sicuramente sì, ci mancherebbe altro. Però (voci confuse). Come? A lezione no, ma forse neanche a fare altre cose. Neanche a fare altre cose. Comunque, al di là di questo, mi sembra che A parte che mi sarei aspettato dai colleghi di maggioranza, soprattutto da chi non siede nei banchi della Giunta, un intervento proprio: non ci piace così, però pensiamo che facendolo colà possa venire meglio. Perché non è che si chiede una cosa rivoluzionaria, si chiede una cosa che penso vada a vantaggio della collettività e anche dell immagine del Consiglio comunale, presentata il 5 novembre. Non serviva un grosso sforzo. E invece non capisco proprio la risposta. A parte che certe parti della risposta di Guerra non le ho capite, ma è un problema mio, non certamente dell Assessore, che ha spiegato bene. Ma quando lui parla di tempistiche, quando si è ritardato il tutto dai mesi in cui poteva avere più senso ad adesso, veramente non capisco, però non importa, approviamola, cominciamo con il nuovo anno scolastico. Non c è Sindaco BERGAGNA Stefano Voglio fare una proposta. L ora è anche (voci confuse) Cons. SANTI Stefano La questione degli spazi: veramente di spazi ce n è a iosa. Ce n è a iosa di spazi a disposizione. (Voci confuse). A casa mia? No, a casa mia non tanto. Comunque, con un congruo compenso, potrei anche mettere a disposizione uno spazio. E sulle competenze, penso che le competenze che sono illustrate lì possano andare benissimo per le esigenze della mozione. Ultima cosa: non c è l urgenza di approvarla, però io chiederei veramente ai colleghi Consiglieri, magari nell ambito di questa Commissione Scuola o in altri ambiti, troviamoci, scriviamo una cosa condivisa, che però non

8 8 stravolta il senso della questione, troviamo una soluzione e presentiamola insieme. Perché sennò veramente mi sembra di buttare via un occasione che ci è stata gentilmente offerta dai colleghi di Vivere Buja e del gruppo Autonomia e Solidarietà. Sindaco BERGAGNA Stefano Lei non mi ha lasciato dire la cosa per cui la stavo interrompendo. Per una volta abbiamo avuto la stessa idea, che è appunto quella di rivedere questa mozione. Non c è l urgenza di approvarla. È anche un po colpa della minoranza perché, invece di essere propositiva (voci confuse). Invece di essere propositiva e di essere (voci confuse). Non si fa dibattito. Invece di essere propositiva e di voler parlare di questa cosa, no, si raccolgono le firme, così, per rimettere così come sta la stessa mozione. Perché l avete messa voi, l avete voluta portare voi così come sta. Quando era già stato detto quella volta che così non andava bene. Per cui adesso si ritorna allo stesso punto di partenza. Si fanno le cose così, nel solito modo, senza considerare anche il pensiero degli altri. È tipico. Un fatto comunque c è, ed è questo: che almeno in parte in questa attività l Amministrazione di Buja è stata un precursore perché con l inglese, la faccenda dell inglese come attività di formazione scolastica dentro le scuole, ma in orario extra scolastico, diciamo, che ormai è un esperimento che viene fatto da più anni, va in questa direzione. E molte Amministrazioni ancora non ci sono arrivate a quello che facciamo noi. Adesso si vuole fare un gradino, qualcosetta di diverso. Ripeto, non mi piace come è stato fatto, tanto per non fare nomi e cognomi, a Gemona, cioè senza un collegamento reale con la scuola. Io ripeto che, se deve essere fatto, deve essere fatto per persone che abbiano uno svantaggio, quindi un tipo di svantaggio, e in collegamento con la scuola, quindi

9 9 non in modo estemporaneo, così. Per cui così, come proposta buttata lì, eccetera, questa mozione è sicuramente da rivedere. In questo momento come sta è irricevibile. Quindi condivido quello che dice Santi che non c è urgenza di arrivare ad una conclusione. Mi aspettavo che da parte della minoranza ci fosse un minimo di presa di contatto con l Assessore. Non c è stata. L Assessore sta lavorando su queste cose qua da parecchio tempo per giungere ad una proposta. Tra l altro lui presiede la Commissione dell Edilizia scolastica, dove comunque si affrontano anche i temi della scuola: credo che magari in quella sede questi aspetti possano essere visti con più tranquillità, invece che in un tipo di mozione buttata lì come questa, raffazzonata e poco chiara nei suoi obiettivi e comunque anche nel suo collegamento organico con la scuola, ecco, che secondo me è basilare. Prego, Assessore. Ass. GUERRA Alberto Come ho detto, io non ho chiusure per progetti che aiutino la formazione scolastica. Io personalmente ritengo che in questo caso le strade da seguire sono altre. Io non avrei problemi ad aiutare o anche a dare un contributo a delle associazioni private esterne che volessero fare questo tipo di supporto alle scuole. Penso a tutti i contributi che noi diamo ad associazioni, come le bande cittadine o ai ballerini, che hanno anche uno scopo formativo, educativo, insegnano la musica, insegnano diverse attività, oppure come associazioni sportive aiutano le famiglie a gestire i doposcuola dei bambini. Oppure non avrei nessuna difficoltà ad aiutare la scuola stessa, se fosse l ente scuola a chiedere a me, Assessore, a me, Comune, a noi, Consiglio comunale, un aiuto economico o logistico Io non credo ci siano tutti questi spazi, come sostiene Santi, ci sono molti spazi, ma molti di loro sono già saturi e abbondantemente

10 10 utilizzati, oppure non sono per niente (voci confuse). Dove? Dimmene uno. (Voci confuse). Dove lo mettiamo? C è la banda, c è la Pro Loco, gli Scout. Abbiamo otto stanze, non ne abbiamo di più. Anche la Biblioteca è molto coperta da questo punto di vista. Nel locale del Centro Anziani abbiamo l UTE, abbiamo i Donatori di Sangue. Abbiamo molti spazi utilizzati. Altri sono invece totalmente inutilizzabili. (Voci confuse). Be, anche loro hanno le loro necessità logistiche. Come fai? Sindaco BERGAGNA Stefano Io faccio una proposta. Dopo l intervento di Rudi e dopo Giacomini. È quasi mezzanotte. Io direi di trattare ancora un punto e sospendere il resto. Cioè, scegliamo un punto e sospendiamo, di quello che rimane ne riparleremo una prossima volta. Se siete d accordo. Sempre se siete d accordo. Comunque questa mozione propongo di ritirarla, che venga ritirata assieme, in modo che non venga respinta - quindi è già un apertura quindi respinta e sepolta, ma si possa discutere nella Commissione Scuola, insomma, in modo da verificarla assieme all Assessore in modo più ponderato e fare eventualmente una cosa condivisa, ben calibrata, non una roba così. Prego, Cons. Fasiolo. Cons. FASIOLO Rudi Stasera non pensavamo assolutamente e non pretendevamo che questa mozione dovesse essere votata così come era stata presentata. Per cui anche noi, così come l Assessore, anche noi siamo aperti. Anch io sono convinto, visto che è un progetto che non può certamente partire a questo punto dell anno e dobbiamo pensarlo, se lo vogliamo, per il prossimo anno scolastico, abbiamo anche il tempo di approfondire e di riflettere, per cui sono d accordo. E quindi avremo modo di considerare. È chiaro che siamo nel campo della

11 11 sperimentazione, quindi noi non è che inventiamo qualcosa: possiamo considerare le esperienze, se ci sono, ce ne sono, e l approfondimento consisterà anche in questo, per capire come in altre realtà hanno fatto, per fare meglio. Se lo vogliamo. Io credo che l ostacolo più grande sia l argomento, al di là dei locali Secondo me sono tutte cose superabili, una volta che si decide di fare. Io mi sforzerò di convincere l Assessore di questo. Lui ha usato un argomento che è un ostacolo grosso alla realizzazione di questo tipo di Ha detto: non è compito del Comune. Ecco, io su questo vorrei discutere con l Assessore non è questo il momento per cercare di vedere se o io convinco lui o lui convince me, insomma. Nel senso che o non è un attività che il Comune deve accollarsi, però dobbiamo intenderci su che tipo di attività, oppure è un iniziativa di utilità sociale, e io ne sono convinto, visto che sono il presentatore, e naturalmente in quel luogo, nella Commissione, cercherò di convincere l Assessore di questa utilità sociale. Cons. GIACOMINI Maurizio Una battuta. Ho avuto modo di parlare con parecchi giovani universitari, neo-laureati di Buja e in effetti questo discorso della pratica sul campo come prima esperienza di lavoro è una cosa che prende moltissimo e io non la sottostimerei. Quindi, come diceva anche Sonia, ne terrei molto conto perché è una cosa che ha fatto presa. Praticamente sarebbe come fare, come si faceva una volta, il garzonato. Per loro è una cosa molto importante. Ascoltiamoli questi giovani anche per questa cosa. Ass. GUERRA Alberto Mi permetto di dire una cosa. Se c è questa necessità, se ci sono molti giovani, c è anche un bacino di utilizzo

12 12 delle loro capacità, perché non suggerire loro di costituirsi in cooperativa o in associazione e attivarsi, chiedere e attivare anche i canali di comunicazione con il Comune e con l Assessorato? Cons. GIACOMINI Maurizio Ma è un po più complicato. Se noi gli prepariamo lo spazio per poter lavorare come insegnanti, come prima esperienza, penso sia più facilitato il loro ingresso. Ass. GUERRA Alberto Secondo me è più difficile, invece. L associazione privata è sicuramente un entità più snella per lavorare su cose del genere, che non il mastodonte amministrativo. Cons. GIACOMINI Maurizio Però tu sei più giovane di me e sicuramente hai più sensibilità giovanile di me, ma io, parlando con loro, sento, ascolto e ci credo a quello che mi dicono. E quello che mi hanno detto, appunto, è che gli interesserebbe questo discorso. Ecco, tutto lì. Cons. AITA Sonia Il Sindaco ha detto che sarebbe stato opportuno - è ovvio che, insomma, quella con più acredine sono io - sarebbe stato opportuno che la minoranza o chi ha presentato avesse contattato o si fosse messa in contatto con l Assessore. Io ho pensato che mi sarebbe piaciuto che l Assessore, prendendo in mano, riprendendo in mano questa mozione, visto che c era un impegno di rivederla, avesse fatto il primo passo e che in qualche modo, se c è veramente interesse Poi le cose si possono vedere da diversi punti di vista. Quindi lei ha il suo, da parte mia o da parte nostra, ma, insomma, credo forse da parte mia, mi sarebbe piaciuto che, visto che non c era stata neanche la possibilità di approfondire, visto che arriviamo sempre a

13 13 ora tarda, ci fosse stato un incontro oppure una chiacchierata con la Commissione Scuola, nelle modalità a piacere dell Assessore, che ci fosse stato un interesse di rivederla. Comunque, insomma, mi sembra che adesso si sia arrivati a questa soluzione. Quindi, visto che c è anche la Consulta Giovani in mezzo, potrebbe essere un occasione anche questa per mettere insieme più esperienze di diverso tipo, che però hanno come filo conduttore l impegno e il coinvolgimento dei ragazzi. Sindaco BERGAGNA Stefano Bene. Allora mi pare che c è una convergenza di tutti nel ritirare la mozione, di ridefinirla, così come c era questa volontà la volta scorsa. E la ritiriamo. Ne riparleremo dopo un esame. Io non so, l ora è tarda. Stasera ho detto che sono, come avete sentito, super-democratico. Lascerei al Consiglio. Vogliamo chiudere qua? Vogliamo fare ancora un argomento? Cosa pensate, signori Consiglieri? Ancora un punto? C è un punto in particolare che si vuole trattare? La Casa di Riposo? Di cosa volete parlare? Cons. SANTI Stefano Si può anche chiudere qua, però con l impegno di non convocare il Consiglio fra tre anni. Cioè, se riusciamo a identificare, fra circa venti giorni, una data per la convocazione del Consiglio Sindaco BERGAGNA Stefano Allora, come diceva prima l Assessore Calligaro, la variante urbanistica per la strada di Campo di Sotto è pronta. Manca il parere geologico della Regione. E non credo che vadano via mesi, andranno via giorni. Non lo so. Appena arriva quello, portiamo in Consiglio comunale questa variante e qualche

14 14 altro punto. Comunque il bilancio sapete che ho intenzione di farlo verso maggio-giugno. Per il consuntivo non so a che punto siamo. Porteremo altri punti. Entro un mese, venti giorni o un mese ci riconvochiamo. Va bene? Intanto ci sarà il lavoro delle Commissioni, Scuola e quant altro, perché il governo preme su questo tema. Mi ha scritto una lettera anche Renzi. Quindi lì c è un lavoro da fare. (Voci confuse). Però non tirate troppo la corda perché, sapete, a tirare troppo la corda si rompe, e dopo (voci confuse). Allora, il prossimo mercoledì - so che l Assessore Pezzetta freme e vorrebbe dire anche due parole, e comunque gliele lascio anche dire il prossimo mercoledì ci troviamo con i tecnici della Regione, che ci illustrano finalmente la proposta. È chiaro che non era possibile bandire gare, che magari dopo sono sfasate rispetto alle indicazioni regionali legati a finanziamenti e quant altro. Per cui con mercoledì sapremo qualcosa di più e sarà nostro dovere magari rincontrarci e magari parlare. Assessore, vuole dire qualcosa? Velocemente. Ass. PEZZETTA Silvia Maria Allora, successivamente all atto di indirizzo della deliberazione del Consiglio comunale, abbiamo incontrato la dott.ssa Faggionato, che è un funzionario di settore dell Welfare, che segue appunto tutta questa parte, che ha dato incarico a cinque persone che fanno parte appunto di un gruppo che ha competenze diverse e a breve, ovvero mercoledì 19, verranno presentate delle proposte, che poi verranno portate appunto a conoscenza dei Consiglieri. E uno dei motivi per cui non si è proseguito appunto con gare e appalti, perché la situazione può essere completamente ribaltata: dipende appunto dalle proposte che verranno fatte. Perché altrimenti c è un influenza diretta

15 15 Sindaco BERGAGNA Stefano Bene, Silvia, non siamo in sede di interpellanza. Allora, buona sera a tutti e ci vediamo il prossimo Consiglio.

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a Buja. Prego. Cons. FASIOLO Rudi (senza microfono) Un altra interrogazione

Dettagli

Livello A2 Unità 7 Istruzione

Livello A2 Unità 7 Istruzione Livello A2 Unità 7 Istruzione Chiavi Lavoriamo sulla comprensione 1. Ascolta il testo. Vero o Falso? Testo 1 - Ciao Marta. - Ciao Habiba, come stai? - Bene grazie. - E Aziz? Lo hai già iscritto scuola?

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per

PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per finanziamento lavori realizzazione sezione asilo nido rione Borgo, chi illustra? Romani, assessore Romani per

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Brand Il primo corso per gli imprenditori che vogliono imparare l arma segreta del Brand Positioning Introduzione

Brand Il primo corso per gli imprenditori che vogliono imparare l arma segreta del Brand Positioning Introduzione Il primo corso per gli imprenditori che vogliono imparare l arma segreta del Brand Positioning Un corso di Marco De Veglia Brand Positioning: la chiave segreta del marketing Mi occupo di Brand Positioning

Dettagli

TANDEM Köln www.tandem-koeln.de info@tandem-koeln.de

TANDEM Köln www.tandem-koeln.de info@tandem-koeln.de Nome: Telefono: Data: Kurs- und Zeitwunsch: 1. Ugo è a. italiano b. da Italia c. di Italia d. della Italia 3. Finiamo esercizio. a. il b. lo c. gli d. l 5. Ugo e Pia molto. a. non parlano b. non parlare

Dettagli

Reference 1-0,73% Coverage

Reference 1-0,73% Coverage - 1 reference coded [0,73% Coverage] Reference 1-0,73% Coverage Dove ti piacerebbe andare ma anche vivere sì, sì. All interno dell Europa, sicuramente. Però mi piacerebbe vedere anche

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Attraversando il deserto un cammino di speranza

Attraversando il deserto un cammino di speranza Attraversando il deserto un cammino di speranza Kusi Evans e Albert Kwabena mi colpiscono da subito in una burrascosa giornata di febbraio lungo le rive di un canale che stanno disboscando con la loro

Dettagli

pubblicitario on-line sul sito del Comune di Santa Lucia del

pubblicitario on-line sul sito del Comune di Santa Lucia del PRESIDENTE: Passiamo adesso al terzo punto all'ordine del Giorno, avente ad oggetto: " Approvazione Regolamento sponsorizzazione per la disciplina e la gestione dello spazio pubblicitario on-line sul sito

Dettagli

Buongiorno vi ringrazio nuovamente per avermi invitato sono molto lieto di assistervi nella vendita della vostra casa

Buongiorno vi ringrazio nuovamente per avermi invitato sono molto lieto di assistervi nella vendita della vostra casa A ACQUISIZIONE INCARICO PRESENTAZIONE DA 1 MINUTO Buongiorno vi ringrazio nuovamente per avermi invitato sono molto lieto di assistervi nella vendita della vostra casa Posso dare un occhiata veloce alla

Dettagli

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Comune di Agrigento Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Ordine del Giorno 1. Designazione scrutatori; 2. Relazione previsionale e programmatica 2013 2015. Bilancio di Previsione 2013. Bilancio

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe GIANLUIGI BALLARANI I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe Individuarli e correggerli VOLUME 3 1 GIANLUIGI BALLARANI Autore di Esami No Problem Esami No Problem Tecniche per

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [1,15% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [1,15% Coverage] - 1 reference coded [1,15% Coverage] Reference 1-1,15% Coverage ok, quindi tu non l hai mai assaggiato? poi magari i giovani sono più attratti sono più attratti perché

Dettagli

Biografia linguistica

Biografia linguistica EAQUALS-ALTE Biografia linguistica (Parte del Portfolio Europeo delle Lingue di EAQUALS-ALTE) I 1 BIOGRAFIA LINGUISTICA La Biografia linguistica è un documento da aggiornare nel tempo che attesta perché,

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

IL MIO CARO AMICO ROBERTO

IL MIO CARO AMICO ROBERTO IL MIO CARO AMICO ROBERTO Roberto è un mio caro amico, lo conosco da circa 16 anni, è un ragazzo sempre allegro, vive la vita alla giornata e anche ora che ha 25 anni il suo carattere non tende a cambiare,

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20.

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20. 1/5 MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 11.20. PRESIDENTE. Buongiorno. Innanzitutto la ringraziamo e ci scusiamo del ritardo, ma stiamo finendo

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo.

In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo. In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo. Vi consiglio di seguire l intervista senza le didascalie 1

Dettagli

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE.

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE. IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE Istituto ROSMINI DOMANDA 1 Che cosa ti ha portato a scegliere la scuola superiore

Dettagli

La nostra biografia. Chi era Arturo Varaia?

La nostra biografia. Chi era Arturo Varaia? La nostra biografia Ecco la rielaborazione degli alunni di 5^ dell anno scolastico 2006/2007 delle notizie acquisite dalla lettura della sua biografia e dall incontro con il prof. Paolo Storti, ex allievo

Dettagli

Carissimi, desidero ringraziarvi tutti ancora una volta per averci dato l occasione di vivere un esperienza positiva sotto ogni punto di vista.

Carissimi, desidero ringraziarvi tutti ancora una volta per averci dato l occasione di vivere un esperienza positiva sotto ogni punto di vista. Al Comitato organizzatore Robocup Jr 2010 ITIS A.ROSSI VICENZA Carissimi, desidero ringraziarvi tutti ancora una volta per averci dato l occasione di vivere un esperienza positiva sotto ogni punto di vista.

Dettagli

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Un incontro dai toni piuttosto accesi è quello che si è svolto presso la sala consiliare del comune di Santa Croce. Da una parte genitori

Dettagli

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio L incontro con padre Fabrizio è stato molto importante per capire che noi siamo fortunatissimi rispetto a tante altre persone e l anno prossimo

Dettagli

Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo.

Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo. Il vuoto Una tazza di tè Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo. Il maestro servì il tè. Colmò la tazza del suo

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea

Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea Enzo De Maio, datore di lavoro Nella mia funzione di case manager e consulente HR della Direzione generale delle dogane, ho ricevuto una comunicazione

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

Dai, domanda! 6. Vita romana

Dai, domanda! 6. Vita romana Italiano per Sek I e Sek II Dai, domanda! 6. Vita romana 9:46 minuti Olivia: Edward: Margherita Un vecchio proverbio dice che tutte le strade portano a Roma. E finalmente sono venuto qua, giusto in tempo

Dettagli

Terzo punto all O.d.G.: Approvazione Regolamento Premio Internazionale d Arte e Cascella. Città di Ortona per le arti figurative, visive e digitali

Terzo punto all O.d.G.: Approvazione Regolamento Premio Internazionale d Arte e Cascella. Città di Ortona per le arti figurative, visive e digitali RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 33 DEL 12.06.2014 Terzo punto all O.d.G.: Approvazione Regolamento Premio Internazionale d Arte e Cascella. Città di Ortona per le arti figurative, visive e

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

L anno scolastico era cominciato tra mille difficoltà, al punto che, a causa delle

L anno scolastico era cominciato tra mille difficoltà, al punto che, a causa delle L anno scolastico era cominciato tra mille difficoltà, al punto che, a causa delle proteste dei docenti contro le ultime disposizioni del governo, avevamo deciso di non offrire nessuna attività extra-

Dettagli

Siamo Terapisti Occupazionali non siamo politici

Siamo Terapisti Occupazionali non siamo politici Siamo Terapisti Occupazionali non siamo politici I nostri focus sono la persona, l occupazione, l ambiente, la partecipazione alle attività della nostra vita quotidiana: essi rappresentano gli ambiti nel

Dettagli

LA BIOGRAFIA LINGUISTICA

LA BIOGRAFIA LINGUISTICA LA BIOGRAFIA LINGUISTICA Lavoro di gruppo: Casapollo, Frezza, Perrone e Rossi Classi coinvolte: 5 classi di scuola primaria e 5 classi di scuola secondaria di primo grado Docenti coinvolti: 3 della scuola

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria Università di Genova MATEMATICA Il

Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria Università di Genova MATEMATICA Il Lezione 5:10 Marzo 2003 SPAZIO E GEOMETRIA VERBALE (a cura di Elisabetta Contardo e Elisabetta Pronsati) Esercitazione su F5.1 P: sarebbe ottimale a livello di scuola dell obbligo, fornire dei concetti

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N. 3 LA SCUOLA CORSI DI ITALIANO PER STRANIERI A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa - 2011 DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno, sono

Dettagli

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI

L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Mi figura dla rujenedes Meine Sprachenfigur La mia figura delle lingue Silvia Goller Scuola dell infanzia Santa Cristina/Val Gardena Le bambine e i bambini

Dettagli

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 Indice Introduzione pag. 9 Ringraziamenti» 13 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 1. I contenuti curati, interessanti e utili aiutano il business» 15 2. Le aziende

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 4 GLI UFFICI COMUNALI A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa - 2011 GLI UFFICI COMUNALI DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno. A- Scusi

Dettagli

Perché affrontare il tema dell inquinamento?

Perché affrontare il tema dell inquinamento? Perché affrontare il tema dell inquinamento? Il problema dell'inquinamento dell'aria a Piacenza è serio e grave. Naturalmente sappiamo che non è grave solo nella nostra città, ma in tutta l Emilia Romagna

Dettagli

Modifiche al Regolamento per l individuazione delle. modalità di assegnazione degli alloggi E.R.P. e per la

Modifiche al Regolamento per l individuazione delle. modalità di assegnazione degli alloggi E.R.P. e per la Allegato 1) PUNTO N. 2 all O.d.G.: Modifiche al Regolamento per l individuazione delle modalità di assegnazione degli alloggi E.R.P. e per la gestione della mobilità dell utenza. Legge regionale n. 24/2001

Dettagli

Camera dei Deputati 449 Senato della Repubblica. xiv legislatura disegni di legge e relazioni documenti

Camera dei Deputati 449 Senato della Repubblica. xiv legislatura disegni di legge e relazioni documenti Camera dei Deputati 449 Senato della Repubblica Camera dei Deputati 450 Senato della Repubblica Camera dei Deputati 451 Senato della Repubblica Camera dei Deputati 452 Senato della Repubblica Camera dei

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. SAMMARCO AL SEMINARIO DAL TITOLO: Orientamento ai risultati: costruire la cultura della misurazione

INTERVENTO DEL DR. SAMMARCO AL SEMINARIO DAL TITOLO: Orientamento ai risultati: costruire la cultura della misurazione INTERVENTO DEL DR. SAMMARCO AL SEMINARIO DAL TITOLO: Orientamento ai risultati: costruire la cultura della misurazione Forum P.A. - ROMA, 6 Maggio 2003 Vorrei utilizzare questo tempo a mia disposizione

Dettagli

Intervista a Gabriela Stellutti, studentessa di italiano presso la Facoltà di Lettere dell Università di São Paulo (FFLCH USP).

Intervista a Gabriela Stellutti, studentessa di italiano presso la Facoltà di Lettere dell Università di São Paulo (FFLCH USP). In questa lezione abbiamo ricevuto Gabriella Stellutti che ci ha parlato delle difficoltà di uno studente brasiliano che studia l italiano in Brasile. Vi consiglio di seguire l intervista senza le didascalie

Dettagli

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No.

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No. Intervista 1 Studente 1 Nome: Dimitri Età: 17 anni (classe III Liceo) Luogo di residenza: città (Patrasso) 1. Quali fattori ti hanno convinto ad abbandonare la scuola? Io volevo andare a lavorare ed essere

Dettagli

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe GIANLUIGI BALLARANI I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe Individuarli e correggerli 1 di 6 Autore di Esami No Problem 1 Titolo I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli

Dettagli

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni In una riunione del Comitato di direzione, la nostra direzione

Dettagli

ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE. Questionario Utenti Input

ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE. Questionario Utenti Input ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE Questionario Utenti Input Finalità 1. Promuovere lo sviluppo personale durante il percorso scolastico Per cominciare, abbiamo bisogno di alcuni tuoi dati personali e dell

Dettagli

QUESTIONARIO PER LA RILEVAZIONE DELLE OPINIONI DEI GENITORI DEI BAMBINI CHE HANNO PARTECIPATO AL CENTRO ESTIVO A. ANALISI DI SFONDO: STRUTTURA FAMILIARE a) Da quante persone è composta la sua famiglia?

Dettagli

Intervento Raffaella Crinelli Liberare la fantasia e dare accesso al futuro

Intervento Raffaella Crinelli Liberare la fantasia e dare accesso al futuro Intervento Raffaella Crinelli Liberare la fantasia e dare accesso al futuro Grazie mille. sono io la violenza, scusatemi tanto, spero che sia una bella violenza in realtà. Mi piaceva molto il titolo della

Dettagli

Scuola media di Giornico. tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio. Progetto sostenuto dal GLES 2

Scuola media di Giornico. tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio. Progetto sostenuto dal GLES 2 Scuola media di Giornico L affettività e la sessualità, tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio Progetto sostenuto dal GLES 2 Dai sensi all azione Sensi Sensazioni Emozioni Sentimenti

Dettagli

www.internetbusinessvincente.com

www.internetbusinessvincente.com Come trovare nuovi clienti anche per prodotti poco ricercati (o che necessitano di essere spiegati per essere venduti). Raddoppiando il numero di contatti e dimezzando i costi per contatto. Caso studio

Dettagli

Casa di cura e di riposo per anziani di Gundeldingen, Basilea (BS)

Casa di cura e di riposo per anziani di Gundeldingen, Basilea (BS) Casa di cura e di riposo per anziani di Gundeldingen, Basilea (BS) Werner Wassermann, datore di lavoro La signora L. lavora da noi da tanto tempo. È stata capo reparto e noi, ma anche gli altri collaboratori

Dettagli

COMUNE DI NUORO CONSIGLIO COMUNALE DEL 17 NOVEMBRE

COMUNE DI NUORO CONSIGLIO COMUNALE DEL 17 NOVEMBRE COMUNE DI NUORO CONSIGLIO COMUNALE DEL 17 NOVEMBRE 2011 I. D. N. S.n.c. Istituto Dattilografico Nuorese di Uscidda Agostina & Co. Sede legale: Via Mannironi, 125 /FAX 0784/203726 Sede operativa: Via Nonnis,

Dettagli

VADEMECUM 2012-2013. Pagina 1 di 19

VADEMECUM 2012-2013. Pagina 1 di 19 VADEMECUM 2012-2013 Pagina 1 di 19 Da compilare e inviare alla Federazione BDS (Annuali) Iscrizione federazione BDS nuovo / rinnovo ( validità anno solare); Modulo adesione Donacibo (Convenzione) Modulo

Dettagli

Attività a Tema in Branca L/C

Attività a Tema in Branca L/C in Branca L/C Queste note fanno seguito al laboratorio sulle del 13 marzo 2013 a Roma e riprendono il sussidio, ormai introvabile, concepito nel 1973 e rivisto nel 1982. Le nascono nella Branca Lupetti

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 14 Incontrare degli amici A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 Incontrare degli amici DIALOGO PRINCIPALE B- Ciao. A- Ehi, ciao, è tanto

Dettagli

GRUPPO TELECOM ITALIA. Tel@com srl. La gioia di vendere. Colloquio di vendita

GRUPPO TELECOM ITALIA. Tel@com srl. La gioia di vendere. Colloquio di vendita Tel@com srl GRUPPO TELECOM ITALIA La gioia di vendere Colloquio di vendita Il nostro processo comunicativo 1 Presentazione personale 2 Feeling 3Motivo dell'incontro 4 Presentazione Aziendale 5 Conferma

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM Biblioteca Interculturale Mobile Nei libri il mondo Classe I - II A docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti

Dettagli

Verona Innovazione 19/06/2015. Giovani e Imprese Valorizziamo i saperi. Chiara Remundos Responsabile Servizio Orientamento Verona Innovazione CCIAA Vr

Verona Innovazione 19/06/2015. Giovani e Imprese Valorizziamo i saperi. Chiara Remundos Responsabile Servizio Orientamento Verona Innovazione CCIAA Vr Verona Innovazione Chiara Remundos Responsabile Servizio Orientamento Verona Innovazione CCIAA Vr 19/06/2015 Giovani e Imprese Valorizziamo i saperi La parola ai nostri protagonisti Diario descrittivo

Dettagli

VERBALE N. 94 del 22.12.2014

VERBALE N. 94 del 22.12.2014 VERBALE N. 94 del 22.12.2014 . Prego Assessore Mauro Scroccaro. Ancora grazie. Anche questo

Dettagli

Professione Educatore Domiciliare Storia delle iscritte all Elenco Provinciale Pistoiese di Educatrici Domiciliari

Professione Educatore Domiciliare Storia delle iscritte all Elenco Provinciale Pistoiese di Educatrici Domiciliari Professione Educatore Domiciliare Storia delle iscritte all Elenco Provinciale Pistoiese di Educatrici Domiciliari La Regione Toscana aveva previsto nel PEZ (Piano Educativo Zonale) 2013/ 2014 al Punto

Dettagli

BG Ingénieurs Conseil, Ginevra

BG Ingénieurs Conseil, Ginevra BG Ingénieurs Conseil, Ginevra Diego Salamon, datore di lavoro Su incarico dell AI la Cadschool, istituto di formazione per la pianificazione e l illustrazione informatica, ci ha chiesto se potevamo assumere

Dettagli

www.saveriotommasi.it Silvio Berlusconi e la Mafia

www.saveriotommasi.it Silvio Berlusconi e la Mafia www.saveriotommasi.it Silvio Berlusconi e la Mafia 66 Silvio Berlusconi e la mafia LA BOMBA DI MANGANO Trascrizione della telefonata intercettata dalla Polizia, nella quale Berlusconi e Dell Utri parlano

Dettagli

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19.

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19. Insegnante intervistata: 12 anni di insegnamento; al momento dell intervista insegna nelle classi II di una scuola primaria Durata intervista: 30 minuti 1. Ti chiederei gentilmente di pensare ad un bambino

Dettagli

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Cognome : Nome : Data : Istruzioni Non si tratta di una valutazione. Si tratta di individuare le proprie competenze

Dettagli

CORSO VENDITE LIVELLO BASE ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI

CORSO VENDITE LIVELLO BASE ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI CORSO VENDITE LIVELLO BASE ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI 1. Vai a visitare un cliente ma non lo chiudi nonostante tu gli abbia fatto una buona offerta. Che cosa fai? Ti consideri causa e guardi

Dettagli

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole fare l intervento?. Ha chiesto la parola la consigliera Bosso, ne ha facoltà:

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole fare l intervento?. Ha chiesto la parola la consigliera Bosso, ne ha facoltà: CONSIGLIO COMUNALE DEL 18.12.2015 Interventi dei sigg. consiglieri Armonizzazione dei sistemi e degli schemi contabili di cui al D.Lgs. n.118/2011, rinvio al 2016 dell adozione del principio della contabilità

Dettagli

<Documents\bo_min_13_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [2,49% Coverage]

<Documents\bo_min_13_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [2,49% Coverage] - 1 reference coded [2,49% Coverage] Reference 1-2,49% Coverage sicuramente è cambiato il mondo. Perché è una cosa che si vede anche nei grandi fabbricati dove vivono

Dettagli

Consiglio Comunale Montelupo F.no del 30/03/2015 Intervento insediamento CCR Anno Scolastico 2014/2015

Consiglio Comunale Montelupo F.no del 30/03/2015 Intervento insediamento CCR Anno Scolastico 2014/2015 Consiglio Comunale Montelupo F.no del 30/03/2015 Intervento insediamento CCR Anno Scolastico 2014/2015 Buonasera a tutti, in particolare a tutti i componenti della Giunta comunale, ai professori presenti,

Dettagli

Cartella: L esperienza del contare. Attività: CONTIAMO I FAGIOLI

Cartella: L esperienza del contare. Attività: CONTIAMO I FAGIOLI Cartella: L esperienza del contare Attività: CONTIAMO I FAGIOLI www.quadernoaquadretti.it Attività testata da Martina Carola (Gruppo di ricerca sulla scuola primaria del Seminario di Didattica della Matematica

Dettagli

Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile

Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile Pagina 2 Contenuto Il progetto TIDE...4 Il manifesto TIDE...6 La nostra Dichiarazione...8 Conclusioni...12 Pagina 3 Il progetto TIDE Verso un

Dettagli

Sondaggio sulla modalità di redazione e valutazione delle Tesi di Laurea Triennali

Sondaggio sulla modalità di redazione e valutazione delle Tesi di Laurea Triennali Sondaggio sulla modalità di redazione e valutazione delle Tesi di Laurea Triennali Le opinioni degli studenti raccolte tramite i gruppi Facebook Sondaggio promosso dai Rappresentati degli Studenti nel

Dettagli

Obiettivo Principale: Aiutare gli studenti a capire cos è la programmazione

Obiettivo Principale: Aiutare gli studenti a capire cos è la programmazione 4 LEZIONE: Programmazione su Carta a Quadretti Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10 Minuti Obiettivo Principale: Aiutare gli studenti a capire cos è la programmazione SOMMARIO:

Dettagli

GAMBA: Oggi noi ci troviamo ad approvare come stanno facendo in. moltissimi Comuni, visto che c è la scadenza prevista dalla

GAMBA: Oggi noi ci troviamo ad approvare come stanno facendo in. moltissimi Comuni, visto che c è la scadenza prevista dalla GAMBA: Oggi noi ci troviamo ad approvare come stanno facendo in moltissimi Comuni, visto che c è la scadenza prevista dalla legge al 30 di novembre, questi assestamenti al bilancio previsionale che abbiamo

Dettagli

CONVEGNO NAZIONALE Infanzia - Diritti - Istruzione

CONVEGNO NAZIONALE Infanzia - Diritti - Istruzione CONVEGNO NAZIONALE Infanzia - Diritti - Istruzione Le nostre proposte per un percorso educativo di qualità Roma, 10 Aprile 2015 sala Da Feltre Intervento Claudia Lichene, insegnante di scuola dell infanzia

Dettagli

Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali

Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali Autore: Fabio Bocci Insegnamento di Pedagogia Speciale, Università degli Studi Roma Tre 1. Quando l insegnante parla alla classe, di solito io :

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

Introduzione. Gentile lettore,

Introduzione. Gentile lettore, Le 5 regole del credito 1 Introduzione Gentile lettore, nel ringraziarti per aver deciso di consultare questo e-book vorrei regalarti alcune indicazioni sullo scopo e sulle modalità di lettura di questo

Dettagli

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1)

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Cos è il virtu@le? Un giorno entrai di fretta e molto affamato in un ristorante. Scelsi un tavolo lontano da tutti,

Dettagli

I libri di testo. Carlo Tarsitani

I libri di testo. Carlo Tarsitani I libri di testo Carlo Tarsitani Premessa Per accedere ai contenuti del sapere scientifico, ai vari livelli di istruzione, si usa comunemente anche un libro di testo. A partire dalla scuola primaria, tutti

Dettagli

LA NORMATIVA ITALIANA PER L EDILIZIA SOCIALE a cura degli architetti Roberta Prampolini Daniela Rimondi

LA NORMATIVA ITALIANA PER L EDILIZIA SOCIALE a cura degli architetti Roberta Prampolini Daniela Rimondi LA NORMATIVA ITALIANA PER L EDILIZIA SOCIALE a cura degli architetti Roberta Prampolini Daniela Rimondi Protocollo di intervista semi- strutturata Dati intervista Intervista n. 2 Data intervista: 16 maggio

Dettagli

...sprint. Il tedesco, in tre settimane

...sprint. Il tedesco, in tre settimane ...sprint. Il tedesco, in tre settimane A1 - Grundstufe Deutsch 1 e A2 - Grundstufe Deutsch 2 T.+39-06-32 13 483, E: roma@oei.org www.oesterreichinstitut.it pronti, via! Imparare il tedesco a tempo di

Dettagli

progettiamoci Progetto Educativo Gruppo AGESCI Trento 4

progettiamoci Progetto Educativo Gruppo AGESCI Trento 4 progettiamoci Progetto Educativo Gruppo AGESCI Trento 4 Triennio 2009/2012 IL GRUPPO Trento 4 Il gruppo Tn4, nato nel 1947 nella parrocchia di Santa Maria, e lì cresciuto fino a che sono iniziati i lavori

Dettagli

Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore

Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore Articolo 1 Nell'ambito del programma amministrativo rivolto alla formazione civica delle bambine e dei bambini, delle ragazze e dei ragazzi e al

Dettagli

AUTOREGOLAZIONE PER IL COMPITO

AUTOREGOLAZIONE PER IL COMPITO B5 queste schede ti aiuteranno a scoprire quanto sia utile autointerrogarsi e autovalutarsi potrai renderti conto di quanto sia utile porsi domande per verificare la propria preparazione se ti eserciterai

Dettagli

"Gli Elementi del Successo" non sono per Tutti. Sono per te?

Gli Elementi del Successo non sono per Tutti. Sono per te? "Gli Elementi del Successo" non sono per Tutti. Sono per te? Stiamo cercando persone che possano avere successo nel MLM. Come abbiamo fatto noi. E come vogliamo fare ancora quando c'è il "business perfetto

Dettagli