Il titolo uniforme è il titolo con cui un opera, o una sua parte, viene identificata ai fini catalografici identificare un opera

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il titolo uniforme è il titolo con cui un opera, o una sua parte, viene identificata ai fini catalografici identificare un opera"

Transcript

1 Titolo uniforme Il titolo uniforme è il titolo con cui un opera, o una sua parte, viene identificata ai fini catalografici Le funzioni del titolo uniforme sono: identificare un opera distinguendola da eventuali opere diverse con lo stesso titolo raggruppare le edizioni di un opera pubblicate con titoli differenti o varianti, nella stessa lingua o in lingue diverse, o in diversi mezzi o forme di realizzazione consentire una presentazione ordinata e strutturata delle opere di un autore e delle edizioni di ciascuna opera consentire la segnalazione di relazioni tra opere distinte ma connesse tra di loro

2 OPERA, ESPRESIONE, MANIFESTAZIONE, ITEM 2

3 Scelta del titolo uniforme Un opera deve essere rappresentata da un solo titolo e ciascun titolo uniforme deve riferirsi ad una sola opera Se un opera è conosciuta con più titoli si deve scegliere un solo titolo da utilizzare come titolo uniforme. Gli altri titoli o le varianti del titolo si utilizzano come rinvii al titolo scelto Si utilizza il titolo con cui l opera è comunemente conosciuta. Può essere il titolo originale o un titolo adottato nelle versioni successive così come il titolo tradizionale Ci si basa sul titolo che compare nelle pubblicazioni dell opera stessa nella lingua originale e si sceglie il titolo usato più di frequente

4 Titolo uniforme: impiego in SBN L impiego del titolo uniforme, secondo REICAT, sarebbe obbligatorio per tutte le opere, sia per quelle che hanno l intestazione principale a un autore sia per quelle intestate al titolo L applicazione del titolo uniforme a tutte le registrazioni bibliografiche presenti in Indice richiederebbe un lavoro troppo oneroso. QUINDI Si stabilisce per il momento un applicazione a partire dalle notizie M nei seguenti casi:

5 Titolo uniforme: impiego in SBN a)traduzioni Sarà sempre stabilito il collegamento tra la registrazione bibliografica e il titolo originale (titolo di natura A). Lo status del titolo A sarà espresso dal livello di catalogazione (MIN, MED, MAX, SUP). *Sogno di una notte di mezza estate / William Shakespeare t.u. A *midsummer night s dream L unificazione delle due nature (A e B) attualmente attive in Indice potrà avvenire con la progressiva trasformazione dei titoli di natura B in titoli di natura A. Il significato delle due nature titolo di raggruppamento controllato e titolo di raggruppamento non controllato sarà espresso dallo status del titolo A da MIN a SUP con l obiettivo di giungere ad un archivio controllato del titolo uniforme. Non si crea più il titolo di natura B ma si crea/utilizza il titolo di natura A con diversi livelli: SUP/MAX - controllato MED/MIN - non controllato

6 In pratica: Titolo uniforme: impiego in SBN prima di creare il titolo di natura A, controllare in polo e in indice se esiste già il titolo di natura B relativo al titolo in oggetto; se questi è già presente, legarlo alla notizia principale (M6B) poi, prima di procedere al cambio della natura (da B in A), controllare che questi abbia il legame con l autore e, nel caso non ci fosse, creare il legame (sempre che il livello della notizia lo consenta). A questo punto la notizia risulterà congelata e quindi non è più possibile procedere al cambio di natura; se il titolo di natura B è corretto e completo dei legami, e se il livello della notizia lo consente, procedere al cambio di natura

7 b)edizioni IN LINGUA ORIGINALE per le edizioni in lingua originale il titolo uniforme non è obbligatorio. Se ne raccomanda l uso, però, per le opere pubblicate nella stessa lingua ma con titoli diversi. Il coraggio di sfidare la mafia t.u. Il coraggio di sfidare la mafia < Faccia a faccia con la mafia (titolo usato nella prima edizione dell opera di Gigi Moncalvo, sostituito dall altro nella successiva edizione dello stesso anno)

8 c)raccolte DI OPERE PREESISTENTI Per le opere preesistenti contenute all interno di una raccolta verranno creati i titoli uniformi: in questo caso non si creano più titoli di natura N o T (con e senza titolo collettivo). E obbligatoria la nota di contenuto per le raccolte con titolo collettivo. Il titolo uniforme è obbligatorio in questi casi se le raccolte contengono fino a tre opere; se le opere contenute sono di più, è facoltativo. Quanto previsto dalla guida SBN per la descrizione rimane invariato; cambiano i legami con le opere contenute: prima erano facoltativi e si usavano nature T o N, ora sono obbligatori per le pubblicazioni che contengono fino a 3 opere e facoltativi se ne contengono un numero maggiore. La natura da attribuire a questi titoli sarà sempre di tipo A, anche per i titoli italiani. Per ciascuno di questi titoli uniformi si farà anche il legame con l autore (se presente); nel caso di opere tradotte si farà il legame con la forma variante di natura D al titolo presente sulla pubblicazione.

9 RACCOLTA DI OPERE NON PREESISTENTI Se la raccolta contiene opere che non hanno avuto precedentemente una vita editoriale autonoma, qualora lo si ritenga opportuno, si potrà creare il legame M51N tra il titolo della raccolta e il titolo del testo contenuto. Il titolo di natura N (spoglio) sarà visibile solo a livello locale.

10 ESEMPI: *Trilogia del ritorno / Fred Uhlman. - Milano : Mondolibri, stampa p. ; 20 cm. ((Contiene: L'amico ritrovato, Un'anima non vile, Niente resurrezioni, per favore. - Traduzione di Bruno Armando ed Elena Bona t.u.: *Reunion (M9A) t.u.: *No coward soul (M9A) t.u.:*no resurrection, please (M9A) legame A8D con L *amico ritrovato legame A8D con Un anima non vile legame A8D con *Niente resurrezioni, per favore La *principessa di Cleves / Marie-Madeleine Pioche de la Vergne de la Fayette. Fedra / Jean Racine - (Milano) : Fabbri, c1997 (stampa 1998) p. ; 20 cm. t.u.: La *princesse de Clèves (M9A) t.u.: Phèdre (M9A) legame A8D con La *principessa di Clèves legame A8D con *Fedra Storia di Tonle ; L'anno della vittoria / Mario Rigoni Stern. - Torino : Einaudi, [1993] p. ; 20 cm. t.u.: *Storia di Tonle (M9A) t.u.: L *anno della vittoria (M9A) N.B.: Ciascun titolo uniforme avrà il legame con l autore principale

11 d)parti DELLA BIBBIA E ALTRI TESTI SACRI Per le parti della Bibbia si adotta come titolo uniforme il titolo complessivo, seguito da Antico Testamento o Nuovo Testamento e dal titolo della parte (cfr. app. G). Bibbia. Nuovo Testamento. Epistole a Timoteo Bibbia. Nuovo Testamento. Vangeli. Vangelo secondo Matteo Bibbia. Vecchio Testamento. Isaia, 38, Corano Corano. Sūrah al-kahf

12 e)opere MUSICALI Per il titolo uniforme relativo alle opere musicali si rimanda alla Guida alla catalogazione in SBN : Musica a stampa, Libretti a stampa, Registrazioni sonore musicali, Video musicali / a cura del Gruppo di studio sul materiale musicale, edita dall ICCU nel luglio 2011 [ _SBN_musica_luglio_2011.pdf]

13 Titoli collettivi uniformi I titoli collettivi uniformi, o titoli uniformi convenzionali, sono titoli di raggruppamento formulati dal catalogatore in maniera normalizzata per registrare e organizzare nel catalogo raccolte di opere di uno stesso autore oppure più opere o pubblicazioni indipendenti che sia opportuno trattare collettivamente o collegare tra loro. Es.:Poesie / Giacomo Leopardi. - [Firenze] : Salani, legato al titolo collettivo uniforme (M9A): [Opere. Poesia] legato a Leopardi, Giacomo< > IN SBN NON E ANCORA POSSIBILE L IMPIEGO DEL TITOLO COLLETTIVO UNIFORME!

14 Opere nuove connesse a opere preesistenti a) Rifacimenti o rielaborazioni (parafrasi, compendi, etc.) che si presentano formalmente come opere nuove, con un titolo differente o con diversa responsabilità; b) Testi ufficiali connessi o derivati da altri; c) Modificazioni che comportano un cambiamento di carattere o genere dell opera (adattamenti, trasposizioni ); d) Supplementi di un opera preesistente, se contraddistinti da titolo proprio; Le REICAT per questi casi stabiliscono richiami reciproci fra l opera originale e quella ad essa connessa.

15 Opere nuove connesse a opere preesistenti APPLICAZIONE IN SBN: Il richiamo reciproco tra titoli uniformi di opere connesse tra loro non è attualmente possibile. Nei casi previsti ai punti a), b), c), la connessione continuerà ad essere stabilita attraverso il collegamento tra la pubblicazione e l autore dell opera preesistente e connessa (intestazione secondaria), se presente sul frontespizio; nel caso previsto dal punto e) la connessione continuerà ad essere stabilita attraverso il legame con codice di collegamento 2 (supplemento di) o 4 (continuazione di) tra le due opere.

16 Esempi Omero, Iliade / Alessandro Baricco. - Milano : Feltrinelli, p. ; 22 cm. I.P. Baricco, Alessandro Piccole donne crescono / [testo originale di Louisa May Alcott ; liberamente adattato da] Geronimo Stilton. - Milano : Piemme junior, p. : ill. ; 20 cm. I.P. Stilton, Geronimo I.S. Alcott, Louisa May

17 esempi Supplemento al Bollettino statistico / Banca d'italia. - A. 39, n. 20 (9 giu. 1986)-a. 44, n. 11 (15 mag. 1991). - Roma : Banca d'italia, cm. ((Numerato a. 38, invece di a.39; dal 1987 numerato a Ogni fascicolo tratta argomenti diversi che si ripetono senza una periodicita fissa: Istituti di credito speciale, Base monetaria, Bilancia dei pagamenti, Conti finanziari, Indicatori statistici, Mercato finanziario. supplemento di:bollettino statistico / Banca d'italia. - A. 38, n. 3/4 (lug.-dic. 1983)-a. 43 (gen.-dic. 1988). Legame: S2S

Linee guida sull'applicazione REICAT e nuove Regole SBN

Linee guida sull'applicazione REICAT e nuove Regole SBN CENTRO DI ATENEO PER I SERVIZI BIBLIOTECARI / casb Linee guida sull'applicazione REICAT e nuove Regole SBN La presente guida, concepita come uno strumento di lavoro in divenire e dunque destinata ad un

Dettagli

Regole italiane di catalogazione

Regole italiane di catalogazione Regole italiane di catalogazione (REICAT) BOZZA COMPLESSIVA Versione riveduta e aggiornata Gennaio 2009 Sommario 0. INTRODUZIONE... 14 0.1. Oggetto delle norme... 14 0.1.1. Scopo e struttura delle norme...

Dettagli

AGGIORNAMENTO AREA SEMANTICA GESTIONE SOGGETTARI

AGGIORNAMENTO AREA SEMANTICA GESTIONE SOGGETTARI Pag. 1 di 9 Manuale Utente Aprile 2013 -MUT-01--Gestione_Soggetto Pag. 2 di 9 INDICE 1. SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 2. DESCRIZIONE... 3 3. GESTIONE DI EDIZIONI DIVERSE DEL SOGGETTARIO DI FIRENZE... 3 3.1

Dettagli

IL CATALOGO E LA CATALOGAZIONE EMILIO BERTOCCI IL CATALOGO E LA CATALOGAZIONE

IL CATALOGO E LA CATALOGAZIONE EMILIO BERTOCCI IL CATALOGO E LA CATALOGAZIONE EMILIO BERTOCCI IL CATALOGO E LA CATALOGAZIONE 1 INDICE 1...3 La biblioteca e il catalogo...3 2...4 Tipi di cataloghi...4 3...6 Cenno sulle fonti d informazione...6 4...7 Catalogo e bibliografia...7 5...8

Dettagli

INTRODUZIONE A SBNWEB

INTRODUZIONE A SBNWEB Dal 2004: apertura dell'indice SBN (INDICE 2) a sistemi di gestione non SBN-nativi che utilizzino i più diffusi formati bibliografici (UNIMARC, MARC21) per dotare altri applicativi del colloquio con l'indice

Dettagli

Sebina OpenLibrary OPAC

Sebina OpenLibrary OPAC Pag.1 di 9 Sebina OpenLibrary OPAC Bollettino di Release v.2.5 Applicabile a rel. 2.4 Pag.2 di 9 Indice 1. Nuovi canali di ricerca per la Musica...3 2. Composizione musicale: presentazione dei dati...3

Dettagli

STAMPA DI CATALOGO, BOLLETTINO NUOVE ACCESSIONI, BIBLIOGRAFIA IN ALEPH500 (versione 20.2)

STAMPA DI CATALOGO, BOLLETTINO NUOVE ACCESSIONI, BIBLIOGRAFIA IN ALEPH500 (versione 20.2) Università degli Studi di Siena Servizio Automazione Biblioteche Sistema Bibliotecario di Ateneo STAMPA DI CATALOGO, BOLLETTINO NUOVE ACCESSIONI, BIBLIOGRAFIA IN ALEPH500 (versione 20.2) MANUALE a cura

Dettagli

Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle Biblioteche Italiane. e per le Informazioni bibliografiche. Manuali utente per SBN WEB. Versione 1.

Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle Biblioteche Italiane. e per le Informazioni bibliografiche. Manuali utente per SBN WEB. Versione 1. Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle Biblioteche Italiane e per le Informazioni bibliografiche Manuali utente per SBN WEB Versione 1.0 Produzione editoriale Vers. 1.0 27/09/2013 Pagina 1 Sommario

Dettagli

Le regole italiane di catalogazione REICAT

Le regole italiane di catalogazione REICAT PROVINCIA DI PADOVA Assessorato alla cultura Le regole italiane di catalogazione REICAT CORSO DI CATALOGAZIONE Biblioteca di Abano Terme - 11 dicembre 2009 Presentazione di Antonio Zanon, Cristiana Lighezzolo,

Dettagli

REICAT e MARC21. Un matrimonio possibile? Agnese Galeffi

REICAT e MARC21. Un matrimonio possibile? Agnese Galeffi REICAT e MARC21. Un matrimonio possibile? Agnese Galeffi Presentiamo gli sposi La sposa REICAT (2009) REgole Italiane di CATalogazione I suoi antenati sono le RICA (1979) Regole Italiane di Catalogazione

Dettagli

Scheda operativa Versione rif. 13.01.3c00. Libro Inventari

Scheda operativa Versione rif. 13.01.3c00. Libro Inventari 1 Inventario... 2 Prepara tabelle Inventario... 2 Gestione Inventario... 3 Tabella esistente... 3 Nuova tabella... 4 Stampa Inventario... 8 Procedure collegate... 11 Anagrafiche Archivi ditta Progressivi

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE. Corsi di formazione in cui l Istituto ha curato l organizzazione e/o ha partecipato svolgendo attività di docenza.

CORSI DI FORMAZIONE. Corsi di formazione in cui l Istituto ha curato l organizzazione e/o ha partecipato svolgendo attività di docenza. CORSI DI FORMAZIONE Corsi di formazione in cui l Istituto ha curato l organizzazione e/o ha partecipato svolgendo attività di docenza. 2012 Aprile Biblioteca dell Università del Foro Italico. Libro moderno

Dettagli

Gruppo Utenti MARC 21

Gruppo Utenti MARC 21 Gruppo Utenti MARC 21 Un caloroso benvenuto a tutti! Grazie della vostra presenza! Buon lavoro! Milano - 2008, Università Cattolica del Sacro Cuore Roma - 2009, URBS, Unione Romana Biblioteche Scientifiche

Dettagli

di Mirko Branni Alessio Limongelli Bruno Marotta IV E

di Mirko Branni Alessio Limongelli Bruno Marotta IV E di Mirko Branni Alessio Limongelli Bruno Marotta IV E L istruzione occupa gran parte d ella vita dei ragazzi e la scuola è il luogo dove essi trascorrono molte ore della loro giornata, l aula è il loro

Dettagli

Linee guida per la compilazione dell'authority Control- Autore personale in SBN

Linee guida per la compilazione dell'authority Control- Autore personale in SBN Linee guida per la compilazione dell'authority Control- Autore personale in SBN Questo documento ha lo scopo di dare delle indicazioni metodologiche e delle regole che permettano di implementare l archivio

Dettagli

Il ruolo delle banche per lo sviluppo delle imprese agricole e delle loro cooperative

Il ruolo delle banche per lo sviluppo delle imprese agricole e delle loro cooperative Il ruolo delle banche per lo sviluppo delle imprese agricole e delle loro cooperative Raffaele Rinaldi Responsabile Ufficio Crediti ABI CREDITO E COOPERAZIONE Roma, 18 PRESTITI DELLE BANCHE PER SETTORI

Dettagli

Allegato C alla Delibera n. 711/11/CONS

Allegato C alla Delibera n. 711/11/CONS Allegato C alla Delibera n. 711/11/CONS Documento per la consultazione pubblica in materia di Nuove disposizioni in materia di carte dei servizi e qualità dei servizi di televisione a pagamento ai sensi

Dettagli

Come archiviare i dati per le scienze sociali

Come archiviare i dati per le scienze sociali Come archiviare i dati per le scienze sociali ADPSS-SOCIODATA Archivio Dati e Programmi per le Scienze Sociali www.sociologiadip.unimib.it/sociodata E-mail: adpss.sociologia@unimib.it Tel.: 02 64487513

Dettagli

Gestione dei servizi all utenza. 3. Autorizzazioni

Gestione dei servizi all utenza. 3. Autorizzazioni Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle Biblioteche Italiane e per le Informazioni bibliografiche Manuali utente per SBN WEB Gestione dei servizi all utenza 3. Autorizzazioni 1 2 1. Introduzione

Dettagli

Condizione occupazionale dei laureati ad un anno dalla laurea

Condizione occupazionale dei laureati ad un anno dalla laurea AA 2013-2014 Corso di Laurea in Ottica e Optometria Condizione occupazionale dei laureati ad un anno dalla laurea http://almalaurea.it Premessa L indagine di Almalaurea si riferisce ai laureati dell anno

Dettagli

Dall Archivio al Polo tecnologico dell audiovisivo didattico e documentale per l Alto Lazio

Dall Archivio al Polo tecnologico dell audiovisivo didattico e documentale per l Alto Lazio POLO TECNOLOGICO DIDATTICO E DOCUMENTALE DELL ALTO LAZIO Dall Archivio al Polo tecnologico dell audiovisivo didattico e documentale per l Alto Lazio ELISA ANGELONE Che cos è un Archivio E un insieme ordinato

Dettagli

Nuova segnalazione sugli organi sociali (Or.So.). Istruzioni per gli intermediari.

Nuova segnalazione sugli organi sociali (Or.So.). Istruzioni per gli intermediari. SEDE DI MILANO (135) DIVISIONE SUPERVISIONE BANCHE Rifer. a nota n. del Banche accentrate e decentrate della Sede Classificazione VII 5 6 Oggetto Nuova segnalazione sugli organi sociali (Or.So.). Istruzioni

Dettagli

CONVENZIONE SULLE CLAUSOLE DI LAVORO NEI CONTRATTI STIPULATI DA UN AUTORITÀ PUBBLICA, 1949 1

CONVENZIONE SULLE CLAUSOLE DI LAVORO NEI CONTRATTI STIPULATI DA UN AUTORITÀ PUBBLICA, 1949 1 Convenzione 94 CONVENZIONE SULLE CLAUSOLE DI LAVORO NEI CONTRATTI STIPULATI DA UN AUTORITÀ PUBBLICA, 1949 1 La Conferenza generale dell Organizzazione Internazionale del Lavoro, Convocata a Ginevra dal

Dettagli

COMUNICATO STAMPA PUBBLICAZIONE DELLE NUOVE STATISTICHE SUI TASSI DI INTERESSE BANCARI PER L AREA DELL EURO 1

COMUNICATO STAMPA PUBBLICAZIONE DELLE NUOVE STATISTICHE SUI TASSI DI INTERESSE BANCARI PER L AREA DELL EURO 1 10 dicembre COMUNICATO STAMPA PUBBLICAZIONE DELLE NUOVE STATISTICHE SUI TASSI DI INTERESSE BANCARI PER L AREA DELL EURO 1 In data odierna la Banca centrale europea (BCE) pubblica per la prima volta un

Dettagli

CIRCOLARE PER L APPLICAZIONE DELLE REICAT IN SBN

CIRCOLARE PER L APPLICAZIONE DELLE REICAT IN SBN Parte I: Descrizione bibliografica e dell esemplare CIRCOLARE PER L APPLICAZIONE DELLE REICAT IN SBN La maggior parte delle regole presenti nelle REICAT possono essere applicate e va sottolineato anzi

Dettagli

Il Catalogo del Polo bolognese del Servizio Bibliotecario Nazionale

Il Catalogo del Polo bolognese del Servizio Bibliotecario Nazionale Il Catalogo del Polo bolognese del Servizio Bibliotecario Nazionale Corso di formazione sulle ricerche bibliografiche Laboratorio Informatico, Facoltà di Medicina Veterinaria BIBLIOTECA ERCOLANI, UNIVERSITA

Dettagli

Ricerca del nome dell Autore nell Indice SBN

Ricerca del nome dell Autore nell Indice SBN Linee guida per la compilazione dell'authority Control Autore personale in SBN Questo documento ha lo scopo di dare delle indicazioni metodologiche e delle regole che permettano di implementare l archivio

Dettagli

ILL-SBN come strumento di cooperazione nazionale

ILL-SBN come strumento di cooperazione nazionale ILL-SBN come strumento di cooperazione nazionale Antonella Cossu a.cossu@iccu.sbn.it Il colloquio tra ILL-SBN e Sebina OpenLibrary nell ottica di una rete nazionale di servizi Roma, ICCU, 5-11-2014 ILL-SBN

Dettagli

Osservatorio. progetto cofinanziato dal Ministero delle Attività Produttive

Osservatorio. progetto cofinanziato dal Ministero delle Attività Produttive Osservatorio progetto cofinanziato dal Ministero delle Attività Produttive ARCOCONSUMATORI Via Forti 27, Pescara Tel. 085 28212 www.arcoconsumatori.com In collaborazione con www.finanzeuropa.com Osservatorio

Dettagli

TECNICA DI CATALOGAZIONE BIBLIOGRAFICA IN SBN II. I collegamenti

TECNICA DI CATALOGAZIONE BIBLIOGRAFICA IN SBN II. I collegamenti EMILIO BERTOCCI TECNICA DI CATALOGAZIONE BIBLIOGRAFICA IN SBN II. I collegamenti CPFP L. DURAND DE LA PENNE 2 EMILIO BERTOCCI TECNICA DI CATALOGAZIONE BIBLIOGRAFICA IN SBN II. I COLLEGAMENTI CPFP L. DURAND

Dettagli

Airone Gestione Rifiuti Funzioni di Esportazione e Importazione

Airone Gestione Rifiuti Funzioni di Esportazione e Importazione Airone Gestione Rifiuti Funzioni di Esportazione e Importazione Airone Funzioni di Esportazione Importazione 1 Indice AIRONE GESTIONE RIFIUTI... 1 FUNZIONI DI ESPORTAZIONE E IMPORTAZIONE... 1 INDICE...

Dettagli

Progettazione di un Database

Progettazione di un Database Progettazione di un Database Per comprendere il processo di progettazione di un Database deve essere chiaro il modo con cui vengono organizzati e quindi memorizzati i dati in un sistema di gestione di

Dettagli

Sistema Bibliotecario di Ateneo

Sistema Bibliotecario di Ateneo Sistema Bibliotecario di Ateneo Servizi agli studenti Biblioteca Facoltà di Lettere e Filosofia Paola Iannucci Responsabile Biblioteche Macoarea di Scienze della società e dell uomo 14 febbraio 2012 La

Dettagli

PROVINCIA DI PADOVA Assessorato alla cultura. Corso di catalogazione

PROVINCIA DI PADOVA Assessorato alla cultura. Corso di catalogazione PROVINCIA DI PADOVA Assessorato alla cultura Corso di catalogazione Biblioteca civica di Abano Terme 9 dicembre 2009 Presentazione di Antonio Zanon, Cristiana Lighezzolo, Chiara Masut (Consorzio Biblioteche

Dettagli

LA NUOVA NOTIFICAZIONE - ISTRUZIONI

LA NUOVA NOTIFICAZIONE - ISTRUZIONI LA NUOVA NOTIFICAZIONE - ISTRUZIONI Le norme richiamate nel testo, ove non diversamente specificato, si riferiscono al decreto legislativo n. 196/2003. (Codice in materia di protezione dei dati personali).

Dettagli

REGOLAMENTO - TESI DI LAUREA Valido per: CDL QUINQUENNALE IN ARCHITETTURA (VECCHIO ORDINAMENTO) Articolo 1

REGOLAMENTO - TESI DI LAUREA Valido per: CDL QUINQUENNALE IN ARCHITETTURA (VECCHIO ORDINAMENTO) Articolo 1 REGOLAMENTO - TESI DI LAUREA Valido per: CDL QUINQUENNALE IN ARCHITETTURA (VECCHIO ORDINAMENTO) INTRODUZIONE Articolo 1 Il Corso di laurea si conclude con la presentazione e discussione di una tesi progettuale,

Dettagli

Premio OAB architettura 2012. Architettura e Paesaggio

Premio OAB architettura 2012. Architettura e Paesaggio Premio OAB architettura 2012 Architettura e Paesaggio L Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori della Provincia di Bergamo d intesa con l Ordine degli Ingegneri, con l Amministrazione

Dettagli

SDIAF FORMAZIONE INTRODUZIONE AL PROTOCOLLO-SBNMARC

SDIAF FORMAZIONE INTRODUZIONE AL PROTOCOLLO-SBNMARC SDIAF FORMAZIONE INTRODUZIONE AL PROTOCOLLO-SBNMARC Firenze Gabinetto Vieusseux, 24 Aprile 2013 Gabriella Mercurio, Coopculture Introduzione: SBN, un po' di storia 1985 Si costituiscono i primi due Poli:

Dettagli

OPPORTUNITA PER LE IMPRESE NEL FOTOVOLTAICO (Contributi, agevolazioni e politiche a sostegno degli investimenti) Fabrizio Tomada Direttore

OPPORTUNITA PER LE IMPRESE NEL FOTOVOLTAICO (Contributi, agevolazioni e politiche a sostegno degli investimenti) Fabrizio Tomada Direttore OPPORTUNITA PER LE IMPRESE NEL FOTOVOLTAICO (Contributi, agevolazioni e politiche a sostegno degli investimenti) Fabrizio Tomada Direttore Relazioni Istituzionali, Comunicazione e Strategie Workshop Anima

Dettagli

Elementi di Statistica descrittiva Parte I

Elementi di Statistica descrittiva Parte I Elementi di Statistica descrittiva Parte I Che cos è la statistica Metodo di studio di caratteri variabili, rilevabili su collettività. La statistica si occupa di caratteri (ossia aspetti osservabili)

Dettagli

Indicizzazione semantica della narrativa L esperienza bresciana

Indicizzazione semantica della narrativa L esperienza bresciana Indicizzazione semantica della narrativa L esperienza bresciana Milano 27 gennaio 2011 Alessandra Cicoli Premessa L Ufficio Biblioteche, su sollecitazione dei bibliotecari, ritiene utile creare accessi

Dettagli

Compravendite immobiliari e mutui IV trimestre 2009

Compravendite immobiliari e mutui IV trimestre 2009 8 giugno 2010 Compravendite immobiliari e mutui IV trimestre 2009 L Istat diffonde i dati, relativi al quarto trimestre 2009, delle convenzioni contenute negli atti notarili inerenti sia la compravendita

Dettagli

ASPETTI PARTICOLARI: LE LIMITAZIONI ALL USO DEI CONTANTI E DEI TITOLI AL PORTATORE

ASPETTI PARTICOLARI: LE LIMITAZIONI ALL USO DEI CONTANTI E DEI TITOLI AL PORTATORE ASPETTI PARTICOLARI: LE LIMITAZIONI ALL USO DEI CONTANTI E DEI TITOLI AL PORTATORE L art. 49 del DLGS n. 231/07 vieta il trasferimento di denaro contante, libretti e/o titoli al portatore fra soggetti

Dettagli

MetaMAG METAMAG 1 IL PRODOTTO

MetaMAG METAMAG 1 IL PRODOTTO METAMAG 1 IL PRODOTTO Metamag è un prodotto che permette l acquisizione, l importazione, l analisi e la catalogazione di oggetti digitali per materiale documentale (quali immagini oppure file di testo

Dettagli

COMPRAVENDITE IMMOBILIARI E MUTUI

COMPRAVENDITE IMMOBILIARI E MUTUI 2 dicembre 2011 II trimestre 2011 COMPRAVENDITE IMMOBILIARI E MUTUI Nel secondo trimestre 2011 le compravendite di unità immobiliari (219.905 in totale) sono diminuite del 3,2% rispetto allo stesso periodo

Dettagli

Che cos'è la tesina? un testo scritto di tipo saggistico (argomento, documenti, lunghezza a discrezione dello studente)

Che cos'è la tesina? un testo scritto di tipo saggistico (argomento, documenti, lunghezza a discrezione dello studente) OBIETTIVI Migliorare le capacitàdi svolgimento di un progetto autonomo di scrittura documentata. Consolidare le abilità di ricerca delle fonti. Rafforzare le abilitàdi organizzazione dei contenuti. Che

Dettagli

Capitale & Ricchezza

Capitale & Ricchezza 1 Capitale & Ricchezza Problema di fondo Valutazione del capitale come elemento del patrimonio o come fattore della produzione Conto o Stato Patrimoniale ATTIVO PASSIVO Attività Reali A Passività Finanziarie

Dettagli

Partenze IRAN 2013 CONFERMATE CON 2 PARTECIPANTI Iran Le Rose di Persia

Partenze IRAN 2013 CONFERMATE CON 2 PARTECIPANTI Iran Le Rose di Persia Partenze IRAN 2013 CONFERMATE CON 2 PARTECIPANTI Iran Le Rose di Persia 8 giorni/7 notti da Milano, Roma, Venezia, Bologna, Torino Itinerario: Teheran, Shiraz, Persepoli, Pasargade, Isfahan 6 e 20 Luglio,

Dettagli

UNIVERSITÀ DI ROMA LA SAPIENZA GUIDA PRATICA FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE. Facoltà di Scienze Politiche Sapienza Università di Roma

UNIVERSITÀ DI ROMA LA SAPIENZA GUIDA PRATICA FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE. Facoltà di Scienze Politiche Sapienza Università di Roma UNIVERSITÀ DI ROMA LA SAPIENZA FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE DIPARTIMENTO DI TEORIA ECONOMICA E METODI QUANTITATIVI PER LE SCELTE POLITICHE Facoltà di Scienze Politiche Sapienza Università di Roma GUIDA

Dettagli

O L L A T V I D I M A Z I O N E. Normativa di riferimento. Ufficio competente. Tasse di concessione governativa

O L L A T V I D I M A Z I O N E. Normativa di riferimento. Ufficio competente. Tasse di concessione governativa BOLLATURAB DI LIBRI E REGISTRI O L L A T D.P.R. 26/10/1972, n. 641 art. 23 d.lgs. 18/08/2000, n. 267 U Circ. Min. 03/05/1996, n. 108/E R Risoluzione del Ministero delle Finanze 31/05/1975, n. 402149 A

Dettagli

STATISTICHE PRESTITI PMV IN SOL

STATISTICHE PRESTITI PMV IN SOL STATISTICHE PRESTITI PMV IN SOL PRESTITI INTERNI A cura del Coordinamento del Polo regionale del Veneto Vicenza, 12 ottobre 2011 LEGENDA PMV SOL PRESTITI INTERNI: All'interno della biblioteca PRESTITI

Dettagli

Bisanzio Software Srl AMICA IMPORTA. Come importare dati nella famiglia di prodotti AMICA GESTIONALE (www.amicagestionale.it)

Bisanzio Software Srl AMICA IMPORTA. Come importare dati nella famiglia di prodotti AMICA GESTIONALE (www.amicagestionale.it) Bisanzio Software Srl AMICA IMPORTA Come importare dati nella famiglia di prodotti AMICA GESTIONALE (www.amicagestionale.it) Nicola Iarocci 10/05/2010 AMICA IMPORTA Stato del documento: BOZZA Stato del

Dettagli

istruzioni per l inserimento dati sul sito web del Dipartimento per la Funzione Pubblica.

istruzioni per l inserimento dati sul sito web del Dipartimento per la Funzione Pubblica. INCARICHI CONFERITI A COLLABORATORI ESTERNI: istruzioni per l inserimento dati sul sito web del Dipartimento per la Funzione Pubblica. Indice: 1) ACCESSO 2) VERIFICA DELLA PRESENZA DEL COLLABORATORE ESTERNO

Dettagli

Uso di base delle funzioni in Microsoft Excel

Uso di base delle funzioni in Microsoft Excel Uso di base delle funzioni in Microsoft Excel Le funzioni Una funzione è un operatore che applicato a uno o più argomenti (valori, siano essi numeri con virgola, numeri interi, stringhe di caratteri) restituisce

Dettagli

LA BIBLIOTECA SCOLASTICA DIGITALE

LA BIBLIOTECA SCOLASTICA DIGITALE LA BIBLIOTECA SCOLASTICA DIGITALE La misura #24 del PNSD e i problemi del servizio bibliotecario scolastico in Italia (Giulio Blasi, MLOL) blasi@horizons.it Per iniziare: le fonti Associazione Italiana

Dettagli

L adesione al progetto CEI-Bib: obiettivi, strumenti e prime esperienze di Francesca Maria D Agnelli e Giovanni Silvestri

L adesione al progetto CEI-Bib: obiettivi, strumenti e prime esperienze di Francesca Maria D Agnelli e Giovanni Silvestri L adesione al progetto CEI-Bib: obiettivi, strumenti e prime esperienze di Francesca Maria D Agnelli e Giovanni Silvestri Il contributo presentato in occasione del Convegno dedicato al Progetto per le

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO L alunno riflette su Dio Padre e si confronta con l esperienza religiosa. Cogliere nel proprio nome un mondo di potenzialità, dono di Dio Padre. Prendere coscienza

Dettagli

NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO

NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO Servizio circolari per la clientela Circolari specialistiche sui temi giuridici. tributari e finanziari. Circolare Gennaio 2008 n 3 Milano, 25 gennaio 2008 NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO Dal 30/04/2008 cambiano

Dettagli

VQR 2011-2014 Istruzioni per la presentazione dei prodotti alla valutazione GEV 10 Scienze dell Antichità, Filosofico- Letterarie e

VQR 2011-2014 Istruzioni per la presentazione dei prodotti alla valutazione GEV 10 Scienze dell Antichità, Filosofico- Letterarie e VQR 2011-2014 Istruzioni per la presentazione dei prodotti alla valutazione GEV 10 Scienze dell Antichità, Filosofico- Letterarie e Storico-Artistiche Versione 1.0 10/12/2015 Sommario Obiettivi del documento...

Dettagli

MANUALE DELLE SEGNALAZIONI STATISTICHE E DI VIGILANZA DEI FONDI PENSIONE

MANUALE DELLE SEGNALAZIONI STATISTICHE E DI VIGILANZA DEI FONDI PENSIONE MANUALE DELLE SEGNALAZIONI STATISTICHE E DI VIGILANZA DEI FONDI PENSIONE Istruzioni operative per la trasmissione delle informazioni strutturali (23 marzo 205) SOMMARIO PREMESSA... 2 CONCETTI PRELIMINARI...

Dettagli

THE INTERNATIONAL ASSOCIATION OF LIONS CLUBS DISTRETTO MULTIPLO 108 I.T.A.L.Y. Piazza Buenos Aires, 5 00187 ROMA CF: 96218900585

THE INTERNATIONAL ASSOCIATION OF LIONS CLUBS DISTRETTO MULTIPLO 108 I.T.A.L.Y. Piazza Buenos Aires, 5 00187 ROMA CF: 96218900585 THE INTERNATIONAL ASSOCIATION OF LIONS CLUBS DISTRETTO MULTIPLO 108 I.T.A.L.Y. Piazza Buenos Aires, 5 00187 ROMA CF: 96218900585 Gruppo di lavoro per le problematiche giuridico fiscali CENSIMENTO ISTAT

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE N 1

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE N 1 Prot. n. 2884 / C25 Casarano, 5 maggio 2014 Ai Docenti dell Istituto Comprensivo Polo 1 Al D.S.G.A. All Albo della Scuola Al Sito Web http://www.polo1casarano.it/docenti /Circolari Oggetto: Indicazioni

Dettagli

Francesca Vitale Agenzia delle Entrate DC Normativa. Milano, 5 dicembre 2012

Francesca Vitale Agenzia delle Entrate DC Normativa. Milano, 5 dicembre 2012 Elementi normativi della S.O. ai fini dell IVA Francesca Vitale Agenzia delle Entrate DC Normativa Milano, 5 dicembre 2012 Agenda Elementi normativi o Nozione di stabile organizzazione o SO e territorialità

Dettagli

DDC DECOR DESIGN COMPETITION

DDC DECOR DESIGN COMPETITION DDC DECOR DESIGN COMPETITION cos è DDC? Sei stanco di progettare oggetti e vederli solamente esposti nel tuo portfolio o nel database di qualche datore di lavoro? Vuoi realmente iniziare a trarre profitto

Dettagli

UN INVITO PER I 120 ANNI DELLA MATHESIS. Gabriele Lucchini 1

UN INVITO PER I 120 ANNI DELLA MATHESIS. Gabriele Lucchini 1 Lettera al Presidente della Mathesis UN INVITO PER I 120 ANNI DELLA MATHESIS Gabriele Lucchini 1 I 120 anni della Mathesis sono una occasione di festa e di soddisfazione per Dirigenti, Iscritti, Amici

Dettagli

PEC Art. 4 del regolamento

PEC Art. 4 del regolamento Rete UnipolSai Commissione COMPLIANCE NORMATIVE Informativa FIAP n 28 Informativa MAGAP n 371 05.10.2015 Oggetto : COMUNICAZIONE INDIRIZZO PEC ALL IVASS Care Colleghe e cari Colleghi, facciamo seguito

Dettagli

Premesse alla statistica

Premesse alla statistica Premesse alla statistica Versione 22.10.08 Premesse alla statistica 1 Insiemi e successioni I dati di origine sperimentale si presentano spesso non come singoli valori, ma come insiemi di valori. Richiamiamo

Dettagli

OSSIF WEB. Manuale query builder

OSSIF WEB. Manuale query builder OSSIF WEB Manuale query builder - Maggio 2010 1) Sommario 1) SOMMARIO... 2 INTRODUZIONE... 3 Scopo del documento... 3 Struttura del documento... 3 Descrizione dell interfaccia grafica... 3 SELEZIONE DI

Dettagli

L applicazione del Nuovo Soggettario in SBN

L applicazione del Nuovo Soggettario in SBN L applicazione del Nuovo Soggettario in SBN Introduzione L obiettivo del Gruppo è stato quello di individuare le modalità per rendere possibile la più ampia diffusione ed applicazione nella rete SBN del

Dettagli

ABCD. Rendiconto annuale della gestione del Fondo interno assicurativo F.U.L.2 2004-2021 per l esercizio dal 1 gennaio 2014 al 31 dicembre 2014

ABCD. Rendiconto annuale della gestione del Fondo interno assicurativo F.U.L.2 2004-2021 per l esercizio dal 1 gennaio 2014 al 31 dicembre 2014 ABCD FIDEURAM Vita S.p.A. Rendiconto annuale della gestione del Fondo interno assicurativo F.U.L.2 2004-2021 per l esercizio dal 1 gennaio 2014 al 31 dicembre 2014 (con relativa relazione della società

Dettagli

LINEE GUIDA PER LO SCARICO PEC IN P.I.Tre

LINEE GUIDA PER LO SCARICO PEC IN P.I.Tre LINEE GUIDA PER LO SCARICO PEC IN P.I.Tre SOMMARIO Il protocollo in arrivo a mezzo Interoperabilita PEC 2 Controllo dello scarico PEC 4 Miglioramento delle prestazioni dello scarico PEC in P.I.Tre 5 Introduzione

Dettagli

CITTÀ DI SAN DONÀ DI PIAVE (Decorata con Croce al Merito di Guerra e con medaglia d Argento al Valor Militare) ------------------ Biblioteca Civica

CITTÀ DI SAN DONÀ DI PIAVE (Decorata con Croce al Merito di Guerra e con medaglia d Argento al Valor Militare) ------------------ Biblioteca Civica CITTÀ DI SAN DONÀ DI PIAVE (Decorata con Croce al Merito di Guerra e con medaglia d Argento al Valor Militare) ------------------ Biblioteca Civica Disciplinare sul Prestito interbibliotecario e fornitura

Dettagli

Il mercato degli appartamenti nel Comune di Milano Presentazione dei prezzi degli Immobili di Milano e Provincia II semestre 2015

Il mercato degli appartamenti nel Comune di Milano Presentazione dei prezzi degli Immobili di Milano e Provincia II semestre 2015 Collegio Agenti d Affari in Mediazione delle Province di Milano Monza & Brianza dal 1945 Il mercato degli appartamenti nel Comune di Milano Presentazione dei prezzi degli Immobili di Milano e Provincia

Dettagli

LINEE GUIDA IN MERITO ALL ACQUISTO E ALL USO DI MACCHINE E/O APPARECCHI ELETTRICI SOMMARIO

LINEE GUIDA IN MERITO ALL ACQUISTO E ALL USO DI MACCHINE E/O APPARECCHI ELETTRICI SOMMARIO Pag. 1 / 6 1 MODIFICHE 2 PREMESSA 3 DEFINIZIONI SOMMARIO 4 PRINCPALI NORMATIVE DI RIFERIMENTO 5 MESSA IN SERVIZIO E UTILIZZO 6 INDICAZIONI PER UN CORRETTO ACQUISTO 7 SICUREZZA E MARCATURA CE 8 PROTOTIPI

Dettagli

Catalogazioni minimali CLAVIS NG

Catalogazioni minimali CLAVIS NG Catalogazioni minimali CLAVIS NG Provincia di Brescia. Ufficio Biblioteche -Gennaio 2015-1 INTRODUZIONE Le catalogazioni minimali sono registrazioni catalografiche di materiale escluso dalla catalogazione

Dettagli

TITOLI UNIFORMI DELLA BIBBIA

TITOLI UNIFORMI DELLA BIBBIA TITOLI UNIFORMI DELLA BIBBIA INTERVENTI DI RIORDINO EFFETTUATI...2 RACCOMANDAZIONI...3 SPECCHIETTO RIASSUNTIVO DEI T.U. DELLA BIBBIA...5 Redazione di Giuliana Bassi Versione 1.0 del 12/09/2011 1 INTERVENTI

Dettagli

Struttura del formato MARC21 Bibliografico per la catalogazione delle risorse elettroniche. Griglia consigliata dei campi a lunghezza variabile.

Struttura del formato MARC21 Bibliografico per la catalogazione delle risorse elettroniche. Griglia consigliata dei campi a lunghezza variabile. Struttura del formato per la catalogazione delle risorse elettroniche. Griglia consigliata dei campi a lunghezza variabile. A cura di Florica Campeanu e Paola Manoni. Campo Nome Note Esempi 000 LEADER

Dettagli

SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA ANNO SCOLASTICO 0-0 Nota informativa dell utente per l accesso e la fruizione del servizio - ISCRIZIONE: Tutti i soggetti che frequenteranno una delle scuole dell infanzia,

Dettagli

Immagine di Joyce Bonafini BANDO DI CONCORSO

Immagine di Joyce Bonafini BANDO DI CONCORSO Immagine di Joyce Bonafini BANDO DI CONCORSO Premessa Parma, rispondendo a un esigenza fortemente sentita, si avvia finalmente a dotarsi di una Storia in più volumi aderente, nei metodi e nella concezione,

Dettagli

Il laboratorio. Fonti: repertori e altri strumenti. Tiziana Calvitti. Giornata di presentazione del Nuovo soggettario Firenze, 8 Febbraio 2007

Il laboratorio. Fonti: repertori e altri strumenti. Tiziana Calvitti. Giornata di presentazione del Nuovo soggettario Firenze, 8 Febbraio 2007 Il laboratorio Fonti: repertori e altri strumenti Tiziana Calvitti Giornata di presentazione del Nuovo soggettario Firenze, 8 Febbraio 2007 Repertori in uso nel Nuovo Soggettario: 1. strumenti catalografici

Dettagli

La traduzione, per quanto attività linguistica, riguarda più propriamente la semiotica.

La traduzione, per quanto attività linguistica, riguarda più propriamente la semiotica. La traduzione, per quanto attività linguistica, riguarda più propriamente la semiotica. La semiotica è quella scienza che studia il sistema di segni o strutture e le sue funzioni. Il processo traduttivo

Dettagli

Facoltà di Scienze Corso di Laurea in Informatica ADEMPIMENTI PER LAUREANDI. Scadenze da rispettare per potersi laureare:

Facoltà di Scienze Corso di Laurea in Informatica ADEMPIMENTI PER LAUREANDI. Scadenze da rispettare per potersi laureare: ADEMPIMENTI PER LAUREANDI Scadenze da rispettare per potersi laureare: 1) Prima della consegna della domanda di laurea il laureando dovrà accedere al sito di AlmaLaurea (http://www.unica.it/almalaurea),

Dettagli

Note metodologiche. 1. Fonti e universi di riferimento

Note metodologiche. 1. Fonti e universi di riferimento Note metodologiche Il Profilo dei Diplomati AlmaDiploma 2014 utilizza in modo integrato i dati amministrativi forniti dagli Istituti coinvolti nel Progetto AlmaDiploma e le informazioni ricavate dai questionari

Dettagli

MAPPING UNIMARC PERIODICI - MAG 2.01, SEZIONE BIB. PER I PARTNER DI INTERNET CULTURALE. VERSIONE 1.8

MAPPING UNIMARC PERIODICI - MAG 2.01, SEZIONE BIB. PER I PARTNER DI INTERNET CULTURALE. VERSIONE 1.8 MAPPING UNIMARC PERIODICI - 2.01, SEZIONE BIB. PER I PARTNER DI INTERNET CULTURALE. VERSIONE 1.8 Title/Titolo Mapping UNIMARC Periodici 2.01, sezione BIB Creator/Creatore ICCU, Istituto centrale per il

Dettagli

Help Passwords Manager

Help Passwords Manager Help Passwords Manager INFO2000.biz Contenuto Passwords Manager 1 Introduzione...1 Interfaccia grafica di PM...1 Come creare un Database (.Pm)...2 Aprire un database esistente...4 Chiudere un database...5

Dettagli

Foglio informativo relativo al contratto di deposito a risparmio

Foglio informativo relativo al contratto di deposito a risparmio Foglio informativo relativo al contratto di deposito a risparmio Pagina 1 di 7 Foglio informativo relativo al contratto di deposito a risparmio Informazioni sulla banca Banca di Credito Cooperativo di

Dettagli

DIREZIONE SVILUPPO ECONOMICO E DEL TURISMO Servizio Pianificazione e Controllo Politiche Turistiche Ufficio Statistica e CED

DIREZIONE SVILUPPO ECONOMICO E DEL TURISMO Servizio Pianificazione e Controllo Politiche Turistiche Ufficio Statistica e CED REGIONE ABRUZZO GIUNTA REGIONALE DIREZIONE SVILUPPO ECONOMICO E DEL TURISMO Servizio Pianificazione e Controllo Politiche Turistiche Ufficio Statistica e CED Prot. RA/224063/2012 Alle Strutture Ricettive

Dettagli

REGOLAMENTO DI BIBLIOTECA

REGOLAMENTO DI BIBLIOTECA REGOLAMENTO DI BIBLIOTECA Emanato con D.R. n. 437 del 07/11/2012. Art.1 (La Biblioteca) 1. La Biblioteca è un sistema coordinato di Servizi, istituzionalmente preposto a garantire supporto alla ricerca,

Dettagli

L autonomia scolastica

L autonomia scolastica L autonomia scolastica di Giacomo D Alterio La Legge 7 agosto 1990 n. 241, che detta le nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto d accesso ai documenti amministrativi, meglio

Dettagli

Sotto trovi gli aggiornamenti al programma d indicizzazione in relazione al processo di accesso a FamilySearch e al conto LDS.

Sotto trovi gli aggiornamenti al programma d indicizzazione in relazione al processo di accesso a FamilySearch e al conto LDS. NOVITÀ DI INDEXING FAMILYSEARCH INDEXING VERSIONE 3.4 PROGRAMMA FAMILYSEARCH INDEXING NUOVE FUNZIONI CONTO FAMILY SEARCH Apprezza la convenienza di avere soltanto una registrazione per diversi siti Internet

Dettagli

Scoprilo su: www.festedicompleanno.net. Eventi per Bambini Eventi per Adulti Location e Catering

Scoprilo su: www.festedicompleanno.net. Eventi per Bambini Eventi per Adulti Location e Catering Home Chi siamo per Bambini per Adulti Location Comunicazione Contatti Eventi per Bambini Eventi per Adulti Location e Catering Grafica, Foto e Video Arte e Design Temporary Show-room Scoprilo su: www.festedicompleanno.net

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo alla CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE DI STRUMENTI FINANZIARI

FOGLIO INFORMATIVO relativo alla CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE DI STRUMENTI FINANZIARI FOGLIO INFORMATIVO relativo alla CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE DI STRUMENTI FINANZIARI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Cassano delle Murge e Tolve S.C. Via Vittorio Veneto n. 9, -

Dettagli

Recupero delle banche dati bibliografiche nel Polo SBN di Biblioteche Ecclesiastiche. Lo strumento

Recupero delle banche dati bibliografiche nel Polo SBN di Biblioteche Ecclesiastiche. Lo strumento Recupero delle banche dati bibliografiche nel Polo SBN di Biblioteche Ecclesiastiche Lo strumento Il CEI-Importersupporta le biblioteche ecclesiastiche aderenti al PBE nel recupero i cataloghi elettronici

Dettagli

Le scritture contabili per la rilevazione del TFR al 31 dicembre 2007

Le scritture contabili per la rilevazione del TFR al 31 dicembre 2007 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 12 17 MARZO 2008 Le scritture contabili per la rilevazione del TFR al 31 dicembre 2007 Copyright

Dettagli

Logistica Magazzino: Distinta base

Logistica Magazzino: Distinta base Logistica Magazzino: Distinta base Premessa 2 Centri di lavoro 2 Cicli di lavorazione 3 Fasi cicli di lavorazione 4 Dettaglio costi 4 Distinta base 5 Archivio distinta base 5 Dettaglio distinta 5 Duplicazione

Dettagli

GUIDA UTENTE. Sistema per la Gestione degli Indicatori (SGI) Guida utente FONDAZIONE P. ALBERTO MILENO ONLUS

GUIDA UTENTE. Sistema per la Gestione degli Indicatori (SGI) Guida utente FONDAZIONE P. ALBERTO MILENO ONLUS Sistema per la Gestione degli Indicatori (SGI) GUIDA UTENTE A cura di Alessandro D Alessandro info@adacom.it Revisione del 20/04/2010 Pag. 1 di 23 1. Introduzione Il Sistema di Gestione degli Indicatori

Dettagli

Le operazioni d indebitamento strutturate con derivati

Le operazioni d indebitamento strutturate con derivati Le operazioni d indebitamento strutturate con derivati Allegato al Bilancio di Previsione per l esercizio finanziario 2013 Adottato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 67 del 26 27 luglio 2013

Dettagli

Surap2.0 - PROGETTO DI CONSOLIDAMENTO DEL SISTEMA REGIONALE TUTORIAL OPERATORE SUAP SUAP

Surap2.0 - PROGETTO DI CONSOLIDAMENTO DEL SISTEMA REGIONALE TUTORIAL OPERATORE SUAP SUAP Surap2.0 - PROGETTO DI CONSOLIDAMENTO DEL SISTEMA REGIONALE SUAP TUTORIAL OPERATORE SUAP Calabriasuap Tutorial_SuapCalabria_v3 Settembre 2015 Pagina 1 di 40 Contatti Assistenza CalabriaSUAP Tel. 0961/774394

Dettagli

Rete biblioteche inbook Regolamento applicativo produzione, protocollo di scambio e promozione inbook

Rete biblioteche inbook Regolamento applicativo produzione, protocollo di scambio e promozione inbook Rete biblioteche inbook Regolamento applicativo produzione, protocollo di scambio e promozione inbook Rete biblioteche inbook Regolamento applicativo 1 febbraio 2016 1 l presente regolamento applicativo

Dettagli

1. Oggetto e struttura del disegno di legge

1. Oggetto e struttura del disegno di legge Delega al Governo per l attuazione dell articolo 117, secondo comma, lettera p) della Costituzione, per l istituzione delle Città metropolitane e per l ordinamento di Roma Capitale della Repubblica. Disposizioni

Dettagli