INVESTIRE ED OPERARE NEGLI USA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INVESTIRE ED OPERARE NEGLI USA"

Transcript

1 INVESTIRE ED OPERARE NEGLI USA 2007 Investire ed operare negli USA (2007) 1

2 Investire ed operare negli USA (2007) 2

3 SOMMARIO RAPPRESENTANZE DIPLOMATICHE, CONSOLARI E COMMERCIALI 5 INFORMAZIONI UTILI 7 Il Paese 7 Lingua ufficiale e commerciale 7 Festività ufficiali e orari 7 Passaporti, visti e regolamentazioni sanitarie 8 L ECONOMIA STATUNITENSE 9 Rischio Paese 9 Settori produttivi 9 Crescita economica 9 Trend regionali 10 Prospettive future 10 Interscambio 11 Principali trattati 12 NORMATIVA DOGANALE - APPENDICE 13 Premessa 13 Allegato: Il mercato USA: Affrontarlo conoscendone la complessità 14 Indice 15 Investire ed operare negli USA (2007) 3

4 FONTI: elaborazione Camera di commercio di Torino su dati The Economist, World Bank, ICE, Mondimpresa, Unioncamere, DHL NB: Le informazioni contenute in questo volume sono tratte da fonti ritenute attendibili. Tuttavia, non potendo garantirne l esattezza, si precisa che le stesse non hanno carattere di ufficialità, bensì valore meramente orientativo. Pertanto, il loro utilizzo da parte del lettore nello svolgimento della propria attività professionale richiede una puntuale verifica presso le Autorità e gli organismi istituzionalmente competenti nella/e materia/e cui le informazioni stesse ineriscono. Investire ed operare negli USA (2007) 4

5 RAPPRESENTANZE DIPLOMATICHE, CONSOLARI E COMMERCIALI ITALIA IN USA Ambasciata d Italia a Washington D.C Washington DC, NW 3000 Whitehaven Street Tel.: (001202) Fax: (001202) / 56 / 41 / 40 Web: USA IN ITALIA Ambasciata e Sezione Consolare Roma Via Vittorio Veneto, 121 Tel.: Fax: / 356 Web: Consolato Generale Onorario Genova Genova Via Dante, 43 Tel.: Fax: Consolato Generale Milano Milano Via Principe Amedeo, 2 Tel.: Fax: Consolato Generale Firenze Firenze Lungarno Amerigo Vespucci, 38 Tel.: Fax: Web: Consolato Generale Napoli Napoli Piazza della Repubblica Tel.: Fax: Web: American Chamber of Commerce in Italy Milano Via Cantù, 1 Tel.: Fax: Consolato Generale di Boston Boston, MA 100, Boylston Street, Suite 900 Tel.: / 4 Fax: Web: Consolato Generale di Chicago Chicago, IL 500, North Michigan Avenue, Suite 1850 Tel.: / 1 / 2 / 3 Fax: Web: Consolato di Detroit Detroit, MI 535 Griswold, Buhl Building, Suite 1840 Tel.: Fax: Web: Consolato Generale di Houston Houston, TX 1300, Post Oak Boulevard, Suite 660 Tel.: / 1 Fax: Web: Consolato Generale di Los Angeles Los Angeles, CA 12400, Wilshire Boulevard, Suite 300 Tel.: / 63832/ Fax: Web: Consolato Generale di Miami Coral Gables Miami, FL Ponce De Leon Boulevard, Suite 590 Tel.: Fax: Web: Consolato Generale di New York New York, NY 690, Park Avenue Tel.: / Fax: Web: Investire ed operare negli USA (2007) 5

6 Vice Consolato di Newark Newark, NJ 744, Broad Street, Suite 2800 Tel.: Fax: Web: Consolato Generale di Philadelphia Philadelphia, PA 1026, Public Ledger Building, 100 South 6th Street Tel.: Fax: Web: Consolato Generale di San Francisco San Francisco, CA 2590, Webster Street Tel.: / 5 / 6 Fax: Web: Ufficio ICE Atlanta Atlanta, GA 2301, Peachtree Center, Harris Tower 233, Peachtree Street N.E., P.O. Box Tel.: Fax: Ufficio ICE Chicago Chicago, IL 401, Michigan Avenue, Suite 3030 Tel.: / Fax: Ufficio ICE Los Angeles Los Angeles, CA 1801, Avenue of the Stars, Suite 700 Tel.: Fax: Ufficio ICE New York New York, NY 499, Park Avenue Tel.: Fax: Ufficio ICE Seattle Seattle, WA 1420, Fifth Avenue, Suite 2670 Tel.: ( ) Fax: ( ) Camera di Commercio Italo-Americana a Philadelphia Philadelphia, PA Mid-Atlantic Chapter, 200 South Borad Street, Suite 700 Tel.: (001215) Fax: (001215) Camera di Commercio Italo-Americana a Los Angeles Los Angeles, CA Santa Monica Boulevard, Suite 210 Tel.: (001310) Fax: (001310) Web: Camera di Commercio Italo-Americana a New York New York, NY 730 Fifth Avenue, Suite 600 Tel.: (001212) Fax: (001212) Web: Camera di Commercio Italo-Americana a Chicago Chicago, IL 30, South Michigan Avenue, Suite 504 Tel.: (001312) Fax: (001312) Web: Camera di Commercio Italo-Americana a Houston Houston, TX 4605, Post Oak Place Drive, Suite 226 Tel.: (001713) Fax: (001713) Web: Camera di Commercio Italo-Americana a Miami Miami, FL One SE 15 th Road, Suite 150 Tel.: (001305) Fax: (001305) Web: Investire ed operare negli USA (2007) 6

7 INFORMAZIONI UTILI Il Paese STATI UNITI ITALIA Superficie: kmq kmq Popolazione: 297,0 milioni di abitanti 57,3 milioni di abitanti Capitale: Washington Roma Lingua: Inglese Italiano Moneta: Dollaro Americano (USD) Euro Cambio (dicembre 2006): 1 Euro = 1,3265 Dollari 1 Euro = 1 Euro Sistema di governo: Repubblica Repubblica Fuso orario: - 5 h; - 11 h + 0 h Prodotto Interno Lordo, PIL (in miliardi di $): , ,0 Esportazioni (in miliardi di $): 819,0 354,0 Importazioni (in miliardi di $): 1.470,0 355,0 Diversificazione produttiva (% del PIL): Agricoltura (1,2) Agricoltura (2,2) Industria (18,2) Industria (28,7) Servizi (80,6) Servizi (69,1) Indice di libertà economica 1 : 1,84 2,50 Spesa per la sanità (% del PIL): 15,2 8,4 Spesa per l istruzione (% del PIL): 5,7 4,7 Abitanti sopra i 60 anni (valore %): 16,7 25,6 Abitanti sotto i 15 anni (valore %): 20,8 14,0 Età media (in anni): 36,1 42,3 Alfabetizzazione degli adulti (%): 99,0 98,4 Frequentazione universitaria (%): 83,0 57,0 Linee telefoniche e cellulari per abitanti: Host internet per abitanti: 830,8 195,9 Computer per 1000 abitanti: Lingua ufficiale e commerciale La lingua ufficiale negli Stati Uniti è l inglese, tuttavia, sono molto diffusi il francese e lo spagnolo (specie negli Stati del sud e dell ovest del Paese). Festività ufficiali e orari Principali festività: 01/01 Capodanno 15/01 Compleanno di Martin Luther King 3 lunedì di febbraio Giornata del Presidente - Pasqua 04/07 Festa dell Indipendenza 1 lunedì di settembre Festa del lavoro 2 lunedì di ottobre Columbus Day 11/11 Giornata dei veterani Ultimo giovedì di novembre Giornata del Ringraziamento 25/12 Natale 1 Riferito alla capacità del Governo di regolamentare i rapporti economici tra gli individui. Gli indicatori sono, tra gli altri, la politica commerciale e monetaria, il sistema di tassazione e bancario, le norme per gli investimenti esteri, i diritti di proprietà e i controlli su stipendi e prezzi. 1=max; 5=min. Investire ed operare negli USA (2007) 7

8 Orari: Solitamente la settimana si svolge dal lunedì al venerdì in orario continuato dalle 9.00 alle Comunque, a seguito di liberalizzazioni statali e locali e particolari disposizioni delle Autorità competenti, gli orari possono variare da Stato a Stato. Passaporti, visti e regolamentazioni sanitarie È sufficiente il passaporto per i primi tre mesi di soggiorno. Per ottenere permessi di soggiorno lavorativi, è possibile ottenere informazioni direttamente al Consolato USA in Italia. Nuove disposizioni per l ingresso negli Stati Uniti (Visa Waiver Programme, agg. 25/09/03) Le autorità stunitensi hanno confermato che i cittadini dei seguenti paesi in cui è prevista l eliminazione del visto USA hanno ottenuto un estensione ai requisiti per i passaporti a lettura ottica fino al 26/10/04: Australia, Austria, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Islanda, Irlanda, Italia, Giappone, Monaco, Paesi Bassi, Nuova Zelanda, Norvegia Portogallo, San Marino, Singapore, Spagna, Svezia, Svizzera, Regno Unito. Questo significa che i cittadini di questi paesi potranno continuare a viaggiare negli USA con il Programma di eliminazione del visto, utilizzando un documento non a lettura ottica fino al 26/10/04. Dopo tale data tutti i cittadini dei paesi in cui è prevista l eliminazione del visto USA dovranno presentare un passaporto a lettura ottica valido oppure dovranno ottenere un visto USA prima di viaggiare negli Stati Uniti. Paesi che non hanno ottenuto un estensione ai requisiti MRP: Andorra, Brunei, Liechtenstein, Lussemburgo e Slovenia non hanno richiesto un estensione alla scadenza MRP perché praticamente tutti i loro cittadini dispongono già di passaporti a lettura ottica. Se un cittadino di uno di tali cinque paesi fosse ancora in possesso di un passaporto tradizionale, a partire dal 01/10/03 dovrà ottenere un visto USA prima di viaggiare oppure dovrà richiedere un passaporto a lettura ottica. Altri requisiti per viaggiare ai sensi del VWP sono che: il motivo del viaggio sia per affari, turismo o solo transito e che il soggiorno negli Stati Uniti non superi i novanta giorni; il viaggiatore sia in possesso di biglietto di andata e ritorno o di prosecuzione del viaggio (o ricevuta di biglietto elettronico) e che presenti un modulo I-94W debitamente compilato alle autorità al suo arrivo negli Stati Uniti (questi moduli sono disponibili al check-in o a bordo). Modifiche al Programma Visa Waiver Programme a partire dal 26/10/04 Dal 26/10/04, tutti i passeggeri che desiderino recarsi negli Stati Uniti ai sensi del Programma Viaggio Senza Visto (Visa Waiver Programme, VWP) dovranno esibire un passaporto a lettura ottica valido. I passeggeri che desiderino recarsi negli Stati Uniti ai sensi del VWP con un passaporto vecchio modello, non a lettura ottica, o i bambini iscritti sul passaporto di un genitore dovranno richiedere un visto valido di ingresso negli Stati Uniti. Un passaporto a lettura ottica riporta i dati personali del titolare, come nome, data di nascita, nazionalità, e il numero del passaporto scritti su due righe nella parte inferiore della pagina dove compare la foto. Questo testo può essere letto otticamente dalla macchina. Passeggeri in transito: nuove regole sui visti per gli Stati Uniti dal 02/08/03 Anche i passeggeri in transito negli aeroporti americani per raggiungere altri paesi devono disporre del visto di ingresso negli Stati Uniti. Il Dipartimento per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti ha infatti annunciato che, a partire dal 02/08/03, gli accordi internazionali di transito Transit without Visa e International to International sono stati sospesi. Come ottenere il visto di ingresso I viaggiatori che necessitino del visto di ingresso negli Stati Uniti devono contattare l Ambasciata americana nel proprio Paese. I passeggeri che desiderino recarsi negli Stati Uniti e necessitino di un visto di ingresso, devono prendere un appuntamento per un colloquio presso l Ambasciata. Le procedure per la richiesta di un visto per l ingresso negli Stati Uniti può richiedere diverse settimane. Nota: non è possibile ottenere il visto lo stesso giorno. Investire ed operare negli USA (2007) 8

9 L ECONOMIA STATUNITENSE Rischio Paese Nella classifica Rischio Paese, aggiornata al maggio 2005, la SACE colloca gli Stati Uniti nella 1a categoria su 7(1 minor rischio, 7 maggior rischio): NESSUNA RESTRIZIONE SPECIFICA. L indicazione NESSUNA RESTRIZIONE SPECIFICA significa che non emergano fattori di rischio specifici. Va comunque tenuto conto che tutte le operazioni debbono essere valutate per definire il merito di credito delle controparti: qualora quest ultimo non fosse ritenuto adeguato possono essere applicate restrizioni da correlare alla singola operazione. Settori produttivi Gli Stati Uniti hanno una delle economie più avanzate del mondo e rivestono un ruolo di leader nel campo della rivoluzione delle tecnologie dell informazione ed in molte altre aree dell innovazione tecnica. La sua base manifatturiera costituiva il 12,7% del PIL nel 2003, contro il 17% di metà anni 90, mentre il settore agricolo è piccolo ma molto produttivo. Il PIL ha raggiunto gli miliardi di dollari nel 2004, che assumendo la parità del potere d acquisto, è pari al triplo del PIL del Giappone, a cinque volte il PIL della Germania ed a sei volte quello della Gran Bretagna. Sebbene il volume delle sue esportazioni ed importazioni superi quello di ogni altro Paese, il valore del settore esterno come percentuale del suo PIL è bassa: le esportazioni di beni e servizi rappresentavano il 6,88% del PIL nel Gli USA presentano un economia estremamente diversificata e fondamentalmente autosufficiente, con la consistente eccezione del petrolio. Le industrie principali sono quella automobilistica ed aerospaziale, delle telecomunicazioni, chimica, elettronica ed informatica. Durante gli anni 90, alcuni comparti tradizionali del manifatturiero hanno dimostrato molta adattabilità, riuscendo a crescere fortemente grazie alle nuove tecnologie ed al conseguente incremento della produttività del lavoro. Altri comparti, invece, hanno attraversato una forte crisi, dipendendo eccessivamente da componenti importati o persino da prodotti finiti: l industria dell acciaio, per esempio, ha registrato uno scarso rendimento tra il 1999 ed il 2002, dovendo lottare contro le importazioni a basso costo. Per la metà del 2003, più di 30 acciaierie sono state costrette a dichiarare bancarotta. Il settore dei servizi contribuisce alla formazione del PIL nazionale per la maggior parte: i comparti più vivaci sono stati quello della distribuzione, immobiliare, trasporti, servizi finanziari, sanitari e di consulenza alle imprese. Anche nel settore dei servizi l impatto delle nuove tecnologie è stato forte, specie se si considera l effettuazione di molti di essi su Internet. Nella cosiddetta new economy, sta diventando sempre più difficile distinguere tra i servizi ed il manifatturiero nel senso tradizionale. La lunga fase di espansione registrata durante gli anni 90 segnò una prima battuta d arresto nel marzo 2000, quando il valore delle azioni hightech subirono un collasso. La crisi della new economy frenò gli investimenti, mentre la debole crescita dei maggiori partner commerciali degli USA contribuì a deteriorare l equilibrio commerciale. La crescita ha registrato un ulteriore rallentamento durante il 2001, specie in seguito ai gravissimi eventi dell 11 settembre. Il 2001 è stato un anno negativo anche per i mercati finanziari, scossi da molti grossi scandali, incluso il collasso della Enron nel novembre 2001 e le rivelazioni di una frode alla WorldCom, un gigante delle telecomunicazioni, a giugno Molti di questi scandali possono farsi risalire al boom del mercato azionario degli anni 90, quando molte società hanno fatto ricorso a dubbie pratiche contabili per espandere i loro profitti. Sulla scia di una politica monetaria e fiscale espansiva, la crescita ha registrato sporadiche accelerazioni durante il 2002; l economia ha anche risposto allo stimolo fornito dai pacchetti fiscali del 2001 e Nel si registra una ripresa economica degli Stati Uniti, portando la Federal Reserve a considerare prime restrizioni in campo monetario. Tale ripresa, tuttavia, è stata accompagnata da un netto peggioramento dei deficit di bilancio e dei conti correnti. Investire ed operare negli USA (2007) 9

10 Serie preoccupazioni per l entità del disavanzo statunitense sono state espresse dal Fondo Monetario Internazionale, in un rapporto pubblicato ai primi di gennaio 2004, in cui evidenzia la serietà del deficit non solo per gli USA, ma anche per l economia globale. Il Fondo ha avvertito, con particolare riferimento alla serie di tagli d imposta promossi dall amministrazione Bush, che il deficit aumenterà la domanda statunitense di credito sui mercati internazionali di capitali, innescando pressioni al rialzo i tassi di interesse con pericoli di un rallentamento generale. Il rapporto ha stimato che le obbligazioni finanziarie USA verso il resto del mondo potrebbero raggiungere il 40% del PIL nei prossimi anni, descritto come un livello senza precedenti di debito esterno per una grande nazione industriale. Il Fondo, infine, ha segnalato la seria riduzione di fondi per i programmi sanitari e di previdenza sociale. Anche gli investimenti fissi lordi hanno registrato una prima ripresa nel 2003, in seguito alla riduzione della capacità in eccesso ed alla diminuzione dei tassi di interesse a livelli record. Trend regionali Sin dagli anni 70 si è registrata una migrazione dell industria dal nord agli Stati costieri dell ovest e del sud. I tipi di produzione intrapresi all ovest ed al sud differiscono da quelli del nord, privilegiando l alta tecnologia e l industria leggera. La California è lo Stato con la maggiore economia degli USA, rappresentando, con miliardi di dollari, il 13,4% del PIL totale nel 2001, circa la stessa entità dell economia francese. Seguono New York (8,1%), il Texas (7,5%), la Florida (4,8%) e l Illinois (4,7%). Nel nord-est, la perdita di lavoro nel settore manifatturiero è stata compensata dall aumento dell occupazione nel settore dei servizi finanziari, specie nell area di Boston. Il Connecticut ha il maggiore PIL pro-capite, con una media di 43,176 dollari nel 2003, a fronte di una media nazionale di 31,362 dollari, conseguenza del fatto che i residenti di questo Stato sono individui facoltosi che vivono in Connecticut, ma lavorano a New York City. Gli Stati occidentali e meridionali dominano la statistica relativa ai tassi di crescita del PIL reale nel Gli Stati con il tasso di crescita annua maggiore sono stati: Delaware (7,1%) New Mexico (4,9%) Wyoming (4,1%) Vermont (3,8%) Arizona (3,3%) Maryland (2,6%) Virginia (1,9%) Nevada (1,9%) Florida (1,8%) Texas (1,5%) Gli Stati con la crescita più lenta nel 2001 sono stati: Michigan (-2,9%) Mississippi (-1,2%) Indiana (-1,8%) Alaska (-1%) New Hampshire (-1,6%) Ohio (-0,9%) North Carolina (-1,4%) Minnesota (-0,8%) Idaho (-0,7%) Iowa (-0,6%) Arkansas (-0,5%) Facendo una media statistica su cinque anni, , gli Stati con il tasso di crescita maggiore sono: Arizona (6,4% annuo) Colorado (6,3% annuo) California (5,3% annuo) Prospettive future La seconda amministrazione Bush cercherà di portare avanti un programma attivo ed ambizioso, per cementare il dominio politico dei Repubblicani. La maggioranza repubblicana in entrambi i rami del Congresso favorirà la realizzazione del programmo legislativo di Bush, ma le politiche più controverse incontreranno una forte resistenza da parte dei Democratici, che ancora hanno un potere di blocco al Senato, e costituiranno un test dell unità all interno delle fila repubblicane. Nel biennio , si prevede un rallentamento della crescita economica al 3,2% e 2,8%, rispettivamente. Determinanti saranno l impatto della restrizione monetaria sulla salute finanziaria dei settori societario e personale, la fine dello stimolo fiscale degli anni precedenti e la crescita del debito personale, che richiederà una maggiore percentuale di risparmio da parte delle famiglie. Il settore societario è, comunque, in condizioni migliori di quello personale. Gli investimenti finanziari continuano a crescere ad un ritmo sostenuto, anche se la fine di un bonus fiscale per gli investimenti ha rallentato la crescita rispetto all anno scorso; la percentuale di utilizzazione della capacità produttiva è aumentata, incoraggiando le imprese ad una sua espansione, anche se in generale restano avverse al rischio. Investire ed operare negli USA (2007) 10

11 I margini di profitto sono aumentati in modo significativo, permettendo alle imprese di finanziare i propri investimenti con i profitti correnti; tuttavia, la situazione peggiorerà nel , a causa del previsto rallentamento della produttività e della crescita dell occupazione. Il debito societario resta alto ed i crescenti tassi di interesse costituiranno un grosso peso per le imprese. Tutti questi fattori suggeriscono una minore crescita della spesa in conto capitale nel Mentre sia le importazioni che le esportazioni si ridurranno in termini di volume, a causa del raffreddamento della domanda interna ed estera, le esportazioni rallenteranno ad un ritmo maggiore, influendo negativamente sulla crescita del PIL per almeno lo 0,7%. Nel 2006, l equilibrio esterno avrà un impatto minore sulla crescita, frenandone il ritmo per lo 0,3%, poiché le importazioni continueranno a decelerare e le esportazioni registreranno una leggera ripresa. La debolezza del dollaro contribuirà a migliorare la competitività delle merci USA in termini di prezzo, anche se l effetto non sarà ingente, poiché il crollo del dollaro si è registrato soprattutto verso l Euro. La domanda dell area Euro, infatti, è debole, mentre i mercati più dinamici sono quelli dell Asia, regione in cui molte valute sono ancorate al dollaro. L inflazione dei prezzi al consumo ha registrato una decisa accelerazione negli ultimi mesi e i prezzi del petrolio restano estremamente alti. La Federal Reserve sta raccogliendo dati che confermano che le imprese stanno riguadagnando il loro potere di fissare il prezzo e che i consumatori sono più disposti a tollerare prezzi più alti. Anche la debolezza del dollaro sta avendo un impatto sull inflazione, facendo aumentare i prezzi all importazione. Inoltre, si prevede anche un rallentamento della crescita della produttività, mentre il costo per unità di lavoro sta aumentando e si ritiene crescerà anche nel prossimo biennio, alimentando l inflazione dal lato dell offerta. Nel 2006, comunque, le pressioni legate ai prezzi del petrolio dovrebbero dissiparsi e l inflazione iniziare a ridursi. Il tasso medio di crescita dei prezzi è pari al 3,2% nel 2005 e 2,9% nel Interscambio Italia e Stati Uniti vantano rapporti commerciali tradizionalmente intensi. Gli USA rappresentano infatti per l Italia un fornitore importante, sebbene la bilancia commerciale degli Stati Uniti abbia registrato per anni un costante deficit nei confronti dell Italia, con un saldo passivo che ha registrato una crescita costante fino al Dal 2002, il disavanzo statunitense registra le prime battute d arresto (-0,72%), riducendosi nel 2003 dell 11,74%, arrivando a quasi 11,7 miliardi di dollari. Nel triennio , l avanzo italiano verso gli USA si è contratto in media del 12,38%. Invertendo la tendenza tradizionale, il 2003 è stato un anno negativo per l interscambio tra i due Paesi: il valore totale del commercio è crollato con un decremento del 15,93%, dovuto ad una contrazione sia delle importazioni italiane (-18,14%), sia delle esportazioni verso gli Stati Uniti (-4,85%). I dati relativi ai primi tre trimestri del 2005, confrontati con lo stesso periodo del 2004, mostrano un aumento del saldo positivo italiano, dovuto ad un incremento delle esportazioni, pari al 7,28%. Infatti, nonostante l aumento delle importazioni sia stato, in termini percentuali, molto maggiore (+13,19%), esse restano molto inferiori in valore assoluto. In merito alla composizione degli scambi, l Italia è presente negli Stati Uniti in maniera massiccia in diversi settori: beni di lusso, mobili, prodotti tessili, macchinari. Nel 2003, categorie come aeromobili e veicoli spaziali, che avevano registrato un picco nel 2002, hanno registrato un improvviso calo nel Analogo trend è seguito dal settore della gioielleria ed oreficeria. Rappresentano una quota consistente delle nostre esportazioni anche prodotti quali macchine per impieghi speciali ed i prodotti del settore tessile: le vendite di articoli di abbigliamento ed accessori (escluso quelli in pelle e pellicce) sono diminuite del 10% circa rispetto al 2002; quelle di calzature, sono scese del 15%. Per quanto riguarda, infine, le importazioni dell Italia, prevalgono prodotti altamente tecnologici, come aeromobili e veicoli spaziali, nonostante il declino del 45,85%, nonché macchinari ed apparecchi per la produzione e l impiego di energia meccanica, esclusi i motori per aeromobili, veicoli e motocicli, le cui importazioni, al contrario, sono cresciute del 10,67%. Quasi invariate restano le importazioni di prodotti farmaceutici, chimici e botanici per usi medicinali. Investire ed operare negli USA (2007) 11

12 Principali trattati Proprietà industriale: Tariffe doganali e pagamenti: Trattato di amicizia, commercio e navigazione: Concessione di compenso nel quadro GATT: Regolamenti Finanziari e Patrimoniali: Accordo sugli investimenti statunitensi in Italia: Società finanziarie: Cooperazione economica industriale: Dichiarazione per la reciproca protezione dei marchi di fabbrica e di commercio (R.D. 987 del 29/08/1882, G.U. 233 del 05/10/1882, durata indeterminata). Scambio di note per la ripresa delle relazioni commerciali (Reg. ONU 27/47, durata indeterminata). In vigore dal 26/07/49, durata indeterminata, rinnovo tacito, denuncia ad un anno. Scambio di note che stabilisce la concessione, per alcuni provvedimenti tariffari adottati dagli Stati Uniti d America. In vigore dal 07/03/62. Scambio di note relativo agli investimenti statunitensi in Italia nel quadro del Economic Cooperation ACT del 1948 come emendato. In vigore dal 28/12/51, durata indeterminata. Scambio di note recante emendamento Accordo del 28/11/51. In vigore dal 18/10/57, durata indeterminata. Scambio di note concernente l apertura di un ufficio della BNL nella sede dell Ambasciata USA a Roma. In vigore dal 25/01/82. Scambio di note sulle procedure per la certificazione all esportazione dall Italia verso gli USA di partite d acciai al nichel, con allegato accordo. In vigore dal 06/01/82. Accordo sulla certificazione all esportazione: Scambio di lettere, che modifica l accordo del 06/01/82. In vigore dal 08/08/83. Convenzione per evitare doppie imposizioni: Convenzione per evitare le doppie imposizioni: Accordo sull assistenza amministrativa: In materia di imposte sul reddito e per prevenire le evasioni fiscali, con protocollo e scambio di lettere. In vigore dal 30/12/85 durata indeterminata, denuncia a 6 mesi. G.U. 303 del 27/12/85. Legge 763 del 11/12/85. Scambio di note interpretativo della in materia di imposte sul reddito e per prevenire le evasioni fiscali del 17/04/84. In vigore dal 30/12/85, G.U. 32 del 08/2/86. Accordo di mutua assistenza per la prevenzione e la repressione delle violazioni doganali. In vigore dal 01/11/89. Accordo di cooperazione scientifica e tecnologica: Firmato il 01/04/88, emendato ed esteso il 04/10/98. Investire ed operare negli USA (2007) 12

13 NORMATIVA DOGANALE - APPENDICE Premessa I documenti che vengono presentati in questa sezione sono costituiti dalle presentazioni dei relatori che sono intervenuti al convegno Vendere negli Stati Uniti, tenutasi a Torino il 21 aprile 2005 e organizzato dalla Camera di commercio di Torino, in collaborazione con il Consorzio Piemontese di Formazione per il Commercio Estero e lo Sportello Sprint. La documentazione è stata inserita nella presente guida, allo scopo di fornire degli approfondimenti su tematiche specifiche, trattate nel corso delle iniziative organizzate dalla Camera di commercio di Torino. I testi vengono dunque riportati come essi sono stati presentati dai rispettivi autori indicati in calce. Allegato: Il mercato USA: Affrontarlo conoscendone la complessità A cura di Ornella Latini, Claudio Daltin, DHL Investire ed operare negli USA (2007) 13

14 Il mercato U.S.A. Affrontarlo conoscendone la complessità Camera di Commercio di Torino Torino, 21 aprile 2005 RELATORI: Ornella Latini, Claudio Daltin Investire ed operare negli USA (2007) 14

15 INDICE 1. Il mercato U.S.A.: affrontarlo conoscendone la complessità - Il Bioterrorism Act o Agent o Registrazione o Notifica anticipata - AMS (Automated Manifest System) - Classificazione delle merci o Classificazione o Valore o Paese di origine o Etichettatura - Power of Attorney e IRS Registration - Customs Bonds - Il ruolo delle Compagnie di Assicurazione rispetto ai Customs Bonds - Quote all importazione 2. La documentazione standard per le spedizioni dirette negli Stati Uniti - Fattura commerciale - Airway Bill e Bill of Lading 3. Normative ad hoc per l esportazione di particolari categorie di prodotti - Alimenti e bevande - Alcool - Pasta - Tessile e abbigliamento o Campioni mutilati o Campioni marchiati o Fabric Swatches o Merce integra destinata alla vendita o Effetti personali/regali o Filati (yarn) o Indumenti in pelle - Calzature - Occhiali e lenti - Prodotti elettronici - Veicoli a motore 4. Fonti e siti Internet di interesse Appendice: Glossario dei termini commerciali Italiano Inglese Inglese Italiano Investire ed operare negli USA (2007) 15

16 1. IL MERCATO U.S.A.: AFFRONTARLO CONOSCENDONE LA COMPLESSITÀ Le importazioni di merce negli Stati Uniti sono sottoposte ad una serie di regole, alcune valide a livello Federale, altre in vigore nei singoli stati. Gli attentati dell 11 settembre 2001 hanno inoltre provocato un ulteriore irrigidimento delle normative che regolano l entrata di beni provenienti dall estero in territorio statunitense. Ne è una dimostrazione concreta la scelta del Governo di trasferire la competenza amministrativa della politica doganale, prima esercitata dal Ministero del Commercio, alla National Security. La manifestazione più immediata della nuova politica americana incentrata sulla sicurezza sono comunque il Bioterrorism Act - e le conseguenti norme emanate dalla Food and Drug Administration, che approfondiscono ed implementano l atto -, e la trasmissione anticipata dei dati delle spedizioni in arrivo su territorio statunitense (AMS, Automated Manifest System). Oltre a queste normative, la Dogana americana esige l adeguamento a particolari procedure per la classificazione e l etichettatura delle merci; regole molto rigide riguardano inoltre la determinazione del Paese di origine dei beni in entrata. IL BIOTERRORISM ACT Il Public Health Security and Bioterrorism Preparedness and Response Act, noto come Bioterrorism Act o BTA 2, è stato approvato il 23 gennaio 2002 dal Congresso degli Stati Uniti d America. Si tratta di una serie di norme volte a migliorare la capacità delle Autorità americane di prevenire emergenze per la salute pubblica e di intervenire qualora esse si manifestino, mediante la richiesta anticipata di informazioni sugli arrivi di alimenti in territorio statunitense. La Food and Drug Administration (FDA) ha successivamente emanato alcuni regolamenti attuativi ad interim che hanno specificato i contenuti del BTA. Il provvedimento è entrato in vigore il 12 dicembre I prodotti alimentari che rientrano nel Bioterrorism Act sono tutti i prodotti solidi o liquidi destinati al consumo da parte dell uomo o de gli animali. Ne sono esclusi: prodotti a base di carne o pollame, che ricadono sotto la giurisdizione dello U.S. Department of Agriculture; pesticidi; sostanze utilizzate per lavare, sterilizzare, lavorare gli alimenti. Il Bioterrorism Act prevede per gli esportatori di prodotti alimentari in territorio statunitense 3 i seguenti obblighi: Agent: necessità per gli stabilimenti esteri di essere rappresentati da un referente, residente o avente attività commerciale in territorio statunitense; Registration: registrazione obbligatoria presso il FDA di tutti gli stabilimenti di produzione, trasformazione, stoccaggio di prodotti alimentari destinati al consumo umano o animale nel mercato americano; Prior Notice: notifica anticipata al FDA di tutte le spedizioni di prodotti alimentari destinati al consumo umano o animale nel mercato americano. AGENT Il Bioterrorism Act impone che ogni stabilimento straniero che rientra nella sua fattispecie sia rappresentato negli Stati Uniti da un referente (inteso come persona giuridica, associazione o società). Egli deve risiedere o possedere un ufficio in territorio statunitense, e deve essere fisicamente presente su territorio americano. L agente rappresenta il legame tra FDA e stabilimento straniero, sia per le comunicazioni di routine che per le emergenze. 2 Il testo completo della legge può essere scaricato dal sito della Food and Drug Administration, al link 3 Per territorio statunitense si intendono i cinquanta stati, il Columbia District e Puerto Rico. Investire ed operare negli USA (2007) 16

17 REGISTRAZIONE È la prassi attraverso la quale si forniscono alla FDA informazioni e dati relativi agli stabilimenti di produzione, trasformazione e stoccaggio degli alimenti destinati al mercato statunitense. Tali informazioni potranno essere utilizzate dalla FDA nel momento in cui si verifichino minacce alla salute pubblica. Devono registrarsi tutti gli stabilimenti, industrie, laboratori con i quali il cibo destinato agli Stati Uniti sia entrato in contatto, e dunque le strutture che producono, trasformano, sintetizzano, preparano, trattano, modificano o manipolano gli alimenti. Sono compresi anche gli stabilimenti che confezionano i prodotti, i magazzini (doganali e non), i silos ed i serbatoi di stoccaggio, le aziende che etichettano, impacchettano, sbucciano, imbottigliano, tagliano, marchiano. Se una stessa azienda possiede più stabilimenti, dovrà registrare tutti quelli che trattano alimenti destinati agli Stati Uniti, a meno che essi non abbiano un unico indirizzo. Al contrario, più stabilimenti che producono alimenti diversi concentrati in un unico edificio devono essere registrati autonomamente. Non occorre la registrazione per quelle aziende che prima dell esportazione negli Stati Uniti inviino gli alimenti ad un secondo stabilimento per ulteriori lavorazioni; in questo caso, solo il secondo stabilimento dovrà essere registrato, a meno che non si occupi di attività del tutto marginali (ad esempio, l etichettatura), nel qual caso entrambi gli stabilimenti saranno soggetti a registrazione. L obbligo di registrazione non vale per abitazioni private, stabilimenti di raccolta/distribuzione di acqua potabile non imbottigliata, aziende agricole (qualora tutti gli alimenti trattati siano stati coltivati e raccolti nella stessa azienda agricola o in un azienda agricola dello stesso proprietario), pescherecci, ristoranti, stabilimenti che si occupano di vendita al dettaglio (se questa è la loro funzione primaria), stabilimenti alimentari noprofit, stabilimenti sottoposti interamente alla giurisdizione dello U.S. Department of Agricolture. Stabilimenti le cui attività sono di carattere misto devono in ogni caso essere registrati. La registrazione deve essere presentata da proprietari, operatori o agenti responsabili dello stabilimento. È tuttavia possibile delegare a terzi la registrazione. Gli stabilimenti stranieri (non statunitensi) devono obbligatoriamente registrarsi tramite il proprio referente negli Stati Uniti. La registrazione va effettuata preferibilmente in forma elettronica 4, accedendo al sito della FDA e compilando il Form 3537 disponibile al link La procedura è accessibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Alcuni dati sono obbligatori, altri facoltativi. Tuttavia, non si potrà procedere alla registrazione finché tutti i campi obbligatori non saranno completati 5. Quando la FDA riceve la registrazione, inoltra una notifica automatica che riporta il numero di registrazione assegnato allo stabilimento. Se una stessa società deve registrare più stabilimenti, è possibile la registrazione a mezzo CD-ROM. Le istruzioni, insieme ai moduli da compilare e salvare in CD-rom, si trovano all indirizzo Nel caso di cambiamenti relativi ai dati obbligatori, l aggiornamento della registrazione deve avvenire entro 60 giorni dalla data di variazione, attraverso il Form 3537a. Allo stesso modo, la cancellazione di uno stabilimento dovrà essere effettuata entro 60 giorni dal sopravvenuto motivo di cancellazione (chiusura, vendita,...). La richiesta di cancellazione deve includere il numero di registrazione dello stabilimento, la località in cui esso opera, il nome e l indirizzo dello stabilimento e il nome e l indirizzo della persona che inoltra la cancellazione. Va infine allegata una dichiarazione di veridicità delle informazioni e l autorizzazione a procedere alla cancellazione, se essa avviene per mano di terzi. Il modulo da compilare è sempre il Form 3537a. 4 Le registrazioni cartacee sono accettate nel caso in cui Internet non sia accessibile per motivate ragioni, ma comportano una tempistica più lenta. In questo caso è possibile richiedere il modulo 3537 telefonicamente al numero (001) o per posta al seguente indirizzo: U.S. Food and Drug Administration HFS Fishers Lane Rockville, MD USA Il modulo, compilato in ogni sua parte, dovrà essere spedito all indirizzo sopra citato o inviato via fax al numero (001) I campi obbligatori sono: - nome stabilimento, indirizzo, numero di telefono, secondo numero di telefono per emergenze; - denominazione società controllante, suo indirizzo e numero di telefono; - nome, indirizzo e numero di telefono del proprietario, dell operatore o dell agente incaricato; - tutti i nomi commerciali utilizzati dallo stabilimento; - categorie di prodotti alimentari trattati (elencati nel modulo); - nome, indirizzo e numero di telefono dell agente statunitense dello stabilimento; - nome, indirizzo e numero di telefono del contatto di emergenza negli U.S.A., se diverso dall agente; - dichiarazione che attesti veridicità e accuratezza delle informazioni registrate, nonché autorizzazione della persona che ha eseguito la registrazione. Investire ed operare negli USA (2007) 17

18 Ogni omissione nella registrazione dello stabilimento, nell aggiornamento dei dati o nella cancellazione della registrazione è considerata un illecito federale, che può portare ad azioni civili e penali. Inoltre, gli alimenti provenienti da un azienda non registrata, nel momento in cui giungano in territorio americano, verranno rifiutati o trattenuti al porto di entrata, a spese e sotto la responsabilità del mittente. FDA e CBP (Customs and Border Protection) hanno inoltre la facoltà di dirottare la merce verso altra destinazione. NOTIFICA ANTICIPATA Dal 12 dicembre 2003, tutti gli esportatori di generi alimentari devono notificare in anticipo al FDA ogni spedizione di alimenti destinati al mercato statunitense. La notifica deve avvenire indipendentemente da quantità importata (ad esempio, campioni), motivo dell importazione (controllo di qualità), tipo di transazione (regali). La notifica non è invece richiesta per alimenti trasportati da singoli per consumo personale, alimenti preparati in casa da privati ed inviati in dono a privati, prodotti che saranno riesportati senza lasciare il porto statunitense prima dell esportazione, alimenti che rientrano nella giurisdizione del USDA. La notifica anticipata deve essere inviata elettronicamente al FDA prima dell effettivo arrivo della merce nel primo porto degli Stati Uniti ( porto d arrivo ). Può essere compilata e trasmessa per via elettronica attraverso: l Automated Broker Interface (ABI) dell Automated Commercial System (ACS); il Prior Notice System Interface (PNSI) della FDA all indirizzo Investire ed operare negli USA (2007) 18

19 La notifica può anche essere inoltrata via o fax, ma solo nel caso in cui i sistemi precedenti non fossero disponibili al momento della notifica. I tempi per l invio della notifica anticipata sono diversi a seconda del modo di trasporto utilizzato per la spedizione: MODALITA' di SPEDIZIONE Via terra su strada Via terra su ferrovia Via aerea Via mare Via posta internazionale Trasporto individuale TEMPI PER L'INOLTRO DELLA NOTIFICA Almeno 2 ore prima dell'arrivo Almeno 4 ore prima dell'arrivo Almeno 4 ore prima dell'arrivo Almeno 8 ore prima dell'arrivo Prima che sia spedita la merce Valgono i tempi sopra riportati a seconda del modo di trasporto La notifica non può comunque essere inoltrata con un anticipo superiore ai 5 giorni dall arrivo previsto della merce. La notifica può essere redatta da chiunque sia a conoscenza delle informazioni necessarie (proprietario/esportatore). Essa deve essere tuttavia compilata nel Paese di origine della merce, inteso come l ultimo Paese in cui la merce è stata trasformata o confezionata. Le informazioni richieste nel form di notifica sono: nome, indirizzo commerciale, telefono, fax, del soggetto che compila la notifica; ragione sociale ed indirizzo della società che esporta; nome, ragione sociale della società e indirizzo, telefono, fax, del soggetto che trasmette la notifica anticipata (se diverso dal soggetto che l ha compilata); tipo di registrazione CBP; identificazione di ogni articolo spedito attraverso: a) codice prodotto del FDA b) nome comune o di mercato che identifica il prodotto c) quantità stimata d) numero di lotto o codice (se richiesto dalle regolamentazioni del Federal Food, Drug and Cosmetic Act o del FDA) se l alimento non è più al suo stato naturale, numero di registrazione, nome e indirizzo del trasformatore; se il cibo non è stato trasformato, nome del produttore (se conosciuto) e luogo di produzione; numero di registrazione, nome e indirizzo dello spedizioniere; Paese dal quale viene spedita la merce; se la merce viene importata negli Stati Uniti via posta internazionale, data di spedizione e Paese dal quale la merce è spedita; informazioni circa l arrivo della merce (luogo, data e ora); se la merce viene importata negli Stati Uniti via posta internazionale, nome e indirizzo del destinatario; nome ed indirizzo dell importatore, nome e indirizzo del proprietario (se diverso dall importatore o dall ultimo consegnatario) e nome del destinatario finale; modalità di trasporto e vettore (con codice abbreviato standard o codice IATA), codice HTS (Harmonized Tariff Schedule), numero di polizza di carico oppure lettera di trasporto aereo e numero del container se si tratta di un carico containerizzato. Se dopo l invio della notifica si verificano cambiamenti relativi a quantità e informazioni sull arrivo, non è necessaria alcuna comunicazione. Se invece variano le altre informazioni, occorre cancellare la precedente notifica ed inoltrarne una seconda. Il FDA invia un messaggio di conferma dell avvenuta notifica, nel quale è contenuto un numero di riferimento. Questo numero dovrà accompagnare ogni articolo alimentare che arriva via posta internazionale, ogni alimento introdotto da singoli per uso non personale, ed ogni articolo alimentare per cui viene richiesta notifica anticipata. Il messaggio di conferma non implica tuttavia che la notifica sia stata accettata. Se la notifica non viene accettata, la merce è rifiutata al porto d entrata; occorre quindi presentare una nuova notifica, indicando anche destinatario negli Stati Uniti e luogo di stoccaggio. Se la notifica anticipata è errata (e dunque manca il messaggio di conferma della FDA) o non è stata presentata, la merce viene rifiutata. Se è stata presentata in ritardo rispetto alle tempistiche sopra indicate, la merce può essere rifiutata, a meno che il FDA non abbia comunque già esaminato la notifica ed allertato il CPB. Investire ed operare negli USA (2007) 19

20 Se la merce è rifiutata, viene trattenuta al porto di entrata, a meno che non si ottenga dalla CBP il consenso all esportazione sotto la sua supervisione; altrimenti, essa viene diretta verso altra destinazione. Le spese di stoccaggio e di trasporto sono a carico dell esportatore. Gli alimenti rifiutati vengono considerati General Order Merchandise ossia merce importata e tenuta in un magazzino approvato dalla dogana a rischio e a spese del consegnatario. La merce potrà essere rilasciata dalla dogana solo dopo che essa avrà ricevuto i documenti necessari; se essi non vengono presentati entro 6 mesi dalla data di importazione, la merce viene devoluta in beneficenza o trattenuta dal governo per usi ufficiali. Gli alimenti trattenuti non possono essere consegnati al destinatario o al proprietario finché non venga inviata la corretta notifica anticipata. Il FDA può inoltre intraprendere azioni civili e penali contro gli esportatori che non rispettino le regole previste dal Bioterrorism Act, fino ad interdire al soggetto l esportazione verso gli Stati Uniti. AMS (AUTOMATED MANIFEST SYSTEM) Dal 2 dicembre 2002, la Customs and Border Protection (CBP) statunitense ha emesso nuove regole per la presentazione anticipata delle informazioni sulle spedizioni in entrata negli Stati Uniti. In origine le norme erano applicate esclusivamente alle merci in arrivo via mare, mentre dal 13 agosto 2004 la CBP ne ha esteso la validità anche alle spedizioni via aerea. Lo spedizioniere deve provvedere informazioni dettagliate e specifiche sul mittente, sul destinatario, e sulla spedizione in sé. Nello specifico, i dati richiesti sono: Mittente: ragione sociale, indirizzo COMPLETO e CORRETTO, città, nazione. Facoltativa (ma consigliata) l indicazione del CAP e della provincia di origine. Destinatario: ragione sociale, indirizzo COMPLETO e CORRETTO (le spedizioni indirizzate a P.O. Box vengono rigettate), città, codice dello Stato 6, ZIP code. Nel caso in cui la merce sia soltanto in transito in territorio americano e il destinatario abbia sede in un Paese terzo, occorre indicare gli stessi dati richiesti per il mittente. Descrizione della merce: la Dogana statunitense richiede una descrizione precisa, accurata e in lingua inglese. Di conseguenza, descrizioni come machinery, furniture, textile non sono accettate, mentre vengono richieste diciture come metal working machinery, wooden chairs, men s jacket. È sempre consigliabile fornire una descrizione il più possibile accurata, al fine di evitare problemi all arrivo della merce in territorio americano. È possibile integrare la descrizione facendo riferimento all Harmonized Tariff Schedule 7. Quantità: la Dogana richiede di conoscere la minima (più piccola) unità d imballo esterno (SLAC, Shipper Load and Count). Questo significa che, se due pallet contengono cinquanta cartoni ciascuno, sulla Airway Bill andranno indicati, oltre ai due pallet, i cento cartoni. Per quanto concerne le spedizioni via aerea, i dettagli devono pervenire tramite AMS al massimo quattro ore prima dell arrivo dei voli intercontinentali, ma non prima di dodici ore. Per le spedizioni via mare, invece, le informazioni devono essere inviate 24 ore prima dell arrivo della nave al porto americano (e si parla infatti di 24-hour rule ). Questo periodo di tempo permette alle Dogana americana di decidere se la spedizione verrà lasciata entrare, se sarà sottoposta a ispezione o se verrà rigettata. L inadempienza delle norme AMS (ritardo o mancata trasmissione dei dati, comunicazione di dati incompleti o errati) può causare ritardi nella consegna della merce e l imposizione di sanzioni amministrative da parte dell Autorità Doganale americana. LA CLASSIFICAZIONE DELLE MERCI La corretta classificazione delle merci è determinante per l applicazione dei dazi. La classificazione americana si basa sullo Harmonized Tariff Schedule of the United States, che fu stilato negli anni Settanta tentando di armonizzare il sistema di classificazione vigente in Europa e quello americano. La determinazione della classe di appartenenza delle merci è un processo piuttosto complesso e non intuitivo; per questo, la CBP pubblica i Regolamenti Attuativi e le decisioni. 6 Si tratta di codici alfabetici composti da due lettere (come FL per la Florida, CA per la California, ecc.). 7 L Harmonized Tariff Schedule è consultabile sul sito della U.S. International Trade Commission, al link Investire ed operare negli USA (2007) 20

Implicazioni del Bioterrorist Act sulle esportazioni italiane negli USA

Implicazioni del Bioterrorist Act sulle esportazioni italiane negli USA Implicazioni del Bioterrorist Act sulle esportazioni italiane negli USA Con l emanazione del Bioterrorist Act in materia di salute pubblica e bioterrorismo, il Congresso degli Stati Uniti ha imposto significative

Dettagli

Viaggiare negli USA. Il programma Viaggio

Viaggiare negli USA. Il programma Viaggio Viaggiare negli USA Il programma Viaggio Senza Visto (Visa Waiver Program) Quando serve il visto Come richiedere il visto Ulteriori informazioni / Contatti Viaggio Senza Visto Chi può viaggiare senza visto?

Dettagli

A. INTRODUZIONE B. REGISTRAZIONE

A. INTRODUZIONE B. REGISTRAZIONE CONSULTAZIONE DOCUMENTAZIONE ESTERA La nuova legge anti-bioterrorismo in U.S.A. Public Health Security and Bioterrorism Preparedness and Response Act of 2002 A. INTRODUZIONE 1. Il 23 gennaio 2002 il Congresso

Dettagli

Programmi di verifica dei fornitori stranieri per gli importatori di alimenti per l uomo e gli animali

Programmi di verifica dei fornitori stranieri per gli importatori di alimenti per l uomo e gli animali Informazioni sulla FSMA (Legge per la modernizzazione della sicurezza alimentare) Programmi di verifica dei fornitori stranieri per gli importatori di alimenti per l uomo e gli animali Riepilogo/sommario

Dettagli

Febbraio 2016. market monitor. Analisi del settore edile: performance e previsioni

Febbraio 2016. market monitor. Analisi del settore edile: performance e previsioni Febbraio 2016 market monitor Analisi del settore edile: performance e previsioni Esonero di responsabilità I contenuti del presente documento sono forniti ad esclusivo scopo informativo. Ogni informazione

Dettagli

IMPORTARE NEGLI STATI UNITI

IMPORTARE NEGLI STATI UNITI IMPORTARE NEGLI STATI UNITI Introduzione Enti Preposti Le Dogane Classificazione Merci Valorizzazione Merce Disposizioni in Generale Valorizzazione Società affiliate e transfer price Distributore o Agente

Dettagli

Il mercato elvetico, il Made in Italy e la CCIS

Il mercato elvetico, il Made in Italy e la CCIS Quadro di riferimento Il mercato elvetico, il Made in Italy e la CCIS Tendenze primo semestre 2012 L economia svizzera è una delle più ricche e solide dell Occidente, fortemente orientata ai servizi ed

Dettagli

il mercato dei prodotti agroalimentari negli S T A T I U N I T I

il mercato dei prodotti agroalimentari negli S T A T I U N I T I (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) il mercato dei prodotti agroalimentari negli S T A T I U N I T I 1 R e g n o U n i t o G i a p p o n e G e r m a n i a S t a t i U n i t i S v i z z e r a F

Dettagli

INFORMAZIONI RIGUARDANTI IL PREAVVISO DI SPEDIZIONI DI PRODOTTI ALIMENTARI IMPORTATI

INFORMAZIONI RIGUARDANTI IL PREAVVISO DI SPEDIZIONI DI PRODOTTI ALIMENTARI IMPORTATI PROTEZIONE DELLE FORNITURE DI PRODOTTI ALIMENTARI NEGLI STATI UNITI FDA U.S. Food and Drug Administration Ministero della Sanita e dei Servizi Sociali degli Stati Uniti INFORMAZIONI RIGUARDANTI IL PREAVVISO

Dettagli

Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane

Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane Roberto Cassanelli - Responsabile Commerciale Corporate Nord Est Verona, 8 aprile 2013 INDICE IL QUADRO

Dettagli

L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI

L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI Ottobre 2012 1 L ATLANTE DEL MADE IN ITALY Le rotte dell export italiano prima e durante la crisi La crisi dell economia

Dettagli

LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI

LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI Aggiornamento del 29 maggio 2015 I CONTENUTI IL SISTEMA ECONOMICO LA FINANZA PUBBLICA LA SANITA IL SISTEMA ECONOMICO LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI IL PIL PIL: DINAMICA E PREVISIONI NEI PRINCIPALI PAESI UE

Dettagli

Il mercato internazionale dei prodotti biologici

Il mercato internazionale dei prodotti biologici Marzo 2014 Il mercato internazionale dei prodotti biologici In sintesi Il presente Report sintetizza i principali dati internazionali diffusi di recente in occasione della Fiera Biofach di Norimberga.

Dettagli

GLOSSARIO UTILE PER L ATTIVITA COMMERCIALE

GLOSSARIO UTILE PER L ATTIVITA COMMERCIALE GLOSSARIO UTILE PER L ATTIVITA COMMERCIALE Norme e regolamenti Contratti Diritto e Giurisdizione Termini di consegna Termini di pagamento, finanziamenti, assicurazioni Documentazione Confezionamento NORME

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013 1. IL QUADRO MACROECONOMICO I primi dati delle indagini congiunturali indicano una ripresa della crescita economica mondiale ancora modesta e disomogenea

Dettagli

i dossier USA, GIAPPONE E EUROPA: POLITICHE ECONOMICHE A CONFRONTO www.freefoundation.com www.freenewsonline.it 6 marzo 2013 a cura di Renato Brunetta

i dossier USA, GIAPPONE E EUROPA: POLITICHE ECONOMICHE A CONFRONTO www.freefoundation.com www.freenewsonline.it 6 marzo 2013 a cura di Renato Brunetta 357 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com USA, GIAPPONE E EUROPA: POLITICHE ECONOMICHE A CONFRONTO 6 marzo 2013 a cura di Renato Brunetta INDICE 2 Usa: il «sequestro» Cosa è successo negli

Dettagli

Introduzione 10 INTRODUZIONE

Introduzione 10 INTRODUZIONE Introduzione Il Rapporto 2002 sull Economia romana consente di trarre qualche considerazione positiva sull andamento del sistema produttivo e del tessuto sociale dell area romana. Come si vedrà, da questa

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2397-A PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato CAPEZZONE Riforma della disciplina delle tasse automobilistiche e altre disposizioni concernenti

Dettagli

Istruzioni di compilazione

Istruzioni di compilazione Modulo Z : Domanda di verifica della sussistenza di una quota per lavoro autonomo e di certificazione attestante il possesso di requisiti per lavoro autonomo ai sensi dell'art. 26 T.U. Immigrazione e art.

Dettagli

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale Dossier Ottobre 2012 A cura di Panorama competitivo del turismo internazionale nel mondo

Dettagli

Capitolo 2. Commercio. uno sguardo. adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania) [a.a.

Capitolo 2. Commercio. uno sguardo. adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania) [a.a. Capitolo 2 Commercio internazionale: uno sguardo d insieme [a.a. 2012/13 ] adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania) Struttura della Presentazione Il commercio

Dettagli

SIRIA IL MERCATO DEL TESSILE E DELL'ABBIGLIAMENTO

SIRIA IL MERCATO DEL TESSILE E DELL'ABBIGLIAMENTO SIRIA IL MERCATO DEL TESSILE E DELL'ABBIGLIAMENTO Maggio 2011 Premessa L importazione in Siria è in espansione, ma e ancora contenuta a causa dei dazi doganali elevati e le importazioni di prodotti tessili

Dettagli

Operare con l estero: opportunità di business negli Emirati Arabi Uniti. Torino, 14 ottobre 2005 Centro Congressi Torino Incontra Sala Giolitti

Operare con l estero: opportunità di business negli Emirati Arabi Uniti. Torino, 14 ottobre 2005 Centro Congressi Torino Incontra Sala Giolitti Operare con l estero: opportunità di business negli Emirati Arabi Uniti Torino, 14 ottobre 2005 Centro Congressi Torino Incontra Sala Giolitti Opportunita di Business negli Emirati Arabi Uniti Visione

Dettagli

Fondo Monetario Internazionale e Italia

Fondo Monetario Internazionale e Italia Fondo Monetario Internazionale e Italia (analisi della Public Information Notice del 13/11/2003) Antonio Forte Tutti i diritti sono riservati INTRODUZIONE Nell ambito della funzione di sorveglianza svolta

Dettagli

Ritardi di pagamento in Cina: nel 2014, l 80% delle imprese ne è colpito

Ritardi di pagamento in Cina: nel 2014, l 80% delle imprese ne è colpito Hong Kong / Parigi, 12 marzo 2015 Ritardi di pagamento in Cina: nel 2014, l 80% delle imprese ne è colpito Nel 2015 prevista una crescita più lenta e un aumento dei prestiti in sofferenza Un nuovo studio

Dettagli

ESERCITAZIONI per il corso di ECONOMIA DELL ARTE E DELLA CULTURA 1 1 MODULO (prof. Bianchi) a.a. 2007-2008

ESERCITAZIONI per il corso di ECONOMIA DELL ARTE E DELLA CULTURA 1 1 MODULO (prof. Bianchi) a.a. 2007-2008 ESERCITAZIONI per il corso di ECONOMIA DELL ARTE E DELLA CULTURA 1 1 MODULO (prof. Bianchi) a.a. 2007-2008 A. Il modello macroeconomico in economia chiusa e senza settore pubblico. A.1. Un sistema economico

Dettagli

Nota di sintesi POLITICHE AGRICOLE NEI PAESI OCSE: MONITORAGGIO E VALUTAZIONE 2003

Nota di sintesi POLITICHE AGRICOLE NEI PAESI OCSE: MONITORAGGIO E VALUTAZIONE 2003 Nota di sintesi POLITICHE AGRICOLE NEI PAESI OCSE: MONITORAGGIO E VALUTAZIONE 2003 Overview Agricultural Policies in OECD Countries: Monitoring and Evaluation 2003 Politiche agricole nei paesi Ocse : Monitoraggio

Dettagli

ESPORTAZIONE VERSO L UE DI PRODOTTI A BASE DI CARNE DESTINATI AL CONSUMO UMANO

ESPORTAZIONE VERSO L UE DI PRODOTTI A BASE DI CARNE DESTINATI AL CONSUMO UMANO ESPORTAZIONE VERSO L UE DI PRODOTTI A BASE DI CARNE DESTINATI AL CONSUMO UMANO ACCORDO BILATERALE SVIZZERA/UE SUI PRODOTTI AGRICOLI L'accordo del 21 giugno 1999, fra la Confederazione Svizzera e la Comunità

Dettagli

USA SCHEDA DI MERCATO CALZATURE Maggio 2016 Agenzia ICE New York

USA SCHEDA DI MERCATO CALZATURE Maggio 2016 Agenzia ICE New York USA SCHEDA DI MERCATO CALZATURE Maggio 2016 Agenzia ICE New York CALZATURE Andamento Mercato Il mercato americano ha rappresentato nella storia un grande sbocco per il made in Italy, e rimane sempre una

Dettagli

L economia australiana brilla sulle altre

L economia australiana brilla sulle altre L economia australiana brilla sulle altre 28 marzo 2011 Le stime sulla crescita per molti paesi sviluppati hanno subito una flessione a causa della tragedia che continua a investire il Gippone, uno dei

Dettagli

Direzione generale dei dispositivi medici, del servizio farmaceutico e della sicurezza delle cure. Cosmetici e contraffazione

Direzione generale dei dispositivi medici, del servizio farmaceutico e della sicurezza delle cure. Cosmetici e contraffazione Direzione generale dei dispositivi medici, del servizio farmaceutico e della sicurezza delle cure Cosmetici e contraffazione 20 dicembre 2013 Cosmetici e contraffazione Definizione Per cosmetico contraffatto

Dettagli

L apertura di una economia ha 3 dimensioni

L apertura di una economia ha 3 dimensioni Lezione 19 (BAG cap. 6.1 e 6.3 e 18.1-18.4) Il mercato dei beni in economia aperta: moltiplicatore politica fiscale e deprezzamento Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia Economia

Dettagli

IL Mercato Statunitense

IL Mercato Statunitense IL Mercato Statunitense Aggiornamento giugno 2013 Avv. Charles Bernardini Ungaretti & Harris LLP Chicago, Illinois cbernardini@uhlaw.com 312.977.4377 1 A.T. Kearney 2013 Foreign Direct Investment Confidence

Dettagli

Informazioni generali

Informazioni generali Modulo Z2 : Domanda di certificazione attestante il possesso di requisiti per lavoro autonomo ai sensi dell'art. 26 T.U. Immigrazione e dell'art. 39, comma 9, del D.P.R. n. 394/99 e successive modifiche

Dettagli

OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA. Stati Uniti d America

OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA. Stati Uniti d America DATI GENERALI Capitale: Washington Lingua ufficiale: inglese Valuta: dollaro statunitense (US Dollar) Fuso orario: UTC da -5 a -10 Prefisso telefonico: + 1 Codice paese: USA Festività: 1 e 20 gennaio;

Dettagli

S t ud io M a rt el li Ulissi & Partners

S t ud io M a rt el li Ulissi & Partners Studio Martelli Ulissi & Partners Il Kazakhstan conseguita l indipendenza dall'unione Sovietica e terminato il periodo di transizione con la ristrutturazione organizzativa, economica e legislativa ha dato

Dettagli

Direttiva di primo livello, 2004/39/CE, (MiFID) relativa ai mercati degli strumenti finanziari.

Direttiva di primo livello, 2004/39/CE, (MiFID) relativa ai mercati degli strumenti finanziari. Torniamo ai nostri lettori con una edizione del nostro Bollettino Informativo interamente dedicata alla nuova disciplina comunitaria che riguarda i mercati, gli strumenti finanziari ed i servizi di investimento:

Dettagli

La crisi iniziata nel 2007

La crisi iniziata nel 2007 La crisi iniziata nel 2007 In questa lezione: Analizziamo lo scoppio della crisi finanziaria. Studiamo l effetto della crisi finanziaria sull economia reale. 300 L origine della Crisi Nell autunno del

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE VANNUCCI, BERSANI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE VANNUCCI, BERSANI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2113 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI VANNUCCI, BERSANI Agevolazioni per l arredo della prima casa di abitazione e dell ufficio,

Dettagli

2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro

2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro 2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro Nel 2004 (dopo 3 anni di crescita stagnante dovuta principalmente agli effetti degli attacchi terroristici dell 11 settembre e all

Dettagli

1 Introduzione. 1.1 La Mobilé Inc in breve. 1.2 Storia. 1.3 Ai giorni nostri. 1.4 Prospettive future

1 Introduzione. 1.1 La Mobilé Inc in breve. 1.2 Storia. 1.3 Ai giorni nostri. 1.4 Prospettive future 1 Introduzione 1.1 La Mobilé Inc in breve Mobilé Inc è un azienda produttrice di telefonini, con sede negli Stati Uniti, che si è concentrata sulla produzione di telefonini di nuova generazione a partire

Dettagli

Moneta e Tasso di cambio

Moneta e Tasso di cambio Moneta e Tasso di cambio Come si forma il tasso di cambio? Determinanti del tasso di cambio nel breve periodo Determinanti del tasso di cambio nel lungo periodo Che cos è la moneta? Il controllo dell offerta

Dettagli

Domande Frequenti Foglio informativo

Domande Frequenti Foglio informativo Domande Frequenti Foglio informativo Informazioni importanti per i pensionati dell Istituto Nazionale della Previdenza Sociale (Inps) che ricevono il pagamento delle prestazioni pensionistiche all estero

Dettagli

IL RAPPORTO ISTAT 2014. UN ITALIA ALLO STREMO

IL RAPPORTO ISTAT 2014. UN ITALIA ALLO STREMO 869 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com IL RAPPORTO ISTAT 2014. UN ITALIA ALLO STREMO 29 maggio 2014 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE SUMMARY 2 Lo scorso 28 maggio l Istat ha rilasciato

Dettagli

Capitolo Contabilità. nazionale

Capitolo Contabilità. nazionale 12 Capitolo Contabilità nazionale 12. Contabilità nazionale Per saperne di più... Istat. I.stat: il tuo accesso diretto alla statistica italiana. Roma. http://dati.istat.it. Istat. Pil e indebitamento

Dettagli

RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO

RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO OTTOBRE 2010 a cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi e dell Ufficio Lavori all Estero e Relazioni Internazionali

Dettagli

Investimenti fissi lordi per branca proprietaria, stock di capitale e ammortamenti Anni 1970-2005

Investimenti fissi lordi per branca proprietaria, stock di capitale e ammortamenti Anni 1970-2005 25 Ottobre 2006 Investimenti fissi lordi per branca proprietaria, stock di capitale e ammortamenti Anni 1970-2005 L Istat rende disponibili le serie storiche degli investimenti per branca proprietaria

Dettagli

OPERAZIONI TRIANGOLARI E PROVA DELL USCITA DEI BENI DAL TERRITORIO DELLO STATO

OPERAZIONI TRIANGOLARI E PROVA DELL USCITA DEI BENI DAL TERRITORIO DELLO STATO OPERAZIONI TRIANGOLARI E PROVA DELL USCITA DEI BENI DAL TERRITORIO DELLO STATO Stefano Battaglia Stefano Carpaneto Umberto Terzuolo Torino, martedì 29 aprile 2014 Triangolazioni intracomunitarie Operazioni

Dettagli

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia)

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia) L Italia in Russia I numeri della presenza italiana in Russia Esportazioni (2008): 10, miliardi (3% del totale export Italia) La Russia è il 7 paese cliente dell Italia (dopo Germania, Francia, Spagna,

Dettagli

La Stampa in Italia (2009 2011)

La Stampa in Italia (2009 2011) FEDERAZIONE ITALIANA EDITORI GIORNALI La Stampa in Italia (2009 2011) Roma 18 aprile 2012 Quadro generale L andamento recessivo del Paese nella seconda metà del 2011 e le prospettive di accentuazione di

Dettagli

CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO

CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO Art. 1 PREMESSE L Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza per i Biologi, in ottemperanza alle finalità di cui all art. 3,

Dettagli

CONTO ECONOMICO TRIMESTRALE DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE

CONTO ECONOMICO TRIMESTRALE DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE 9 gennaio 2014 III trimestre 2013 CONTO ECONOMICO TRIMESTRALE DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE Indebitamento, saldo primario, saldo corrente, entrate totali, uscite totali Nel terzo trimestre 2013 l indebitamento

Dettagli

DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE AGEVOLAZIONI PER FAVORIRE L OCCUPAZIONE GIOVANILE ANCHE CON IL SOSTEGNO DI NUOVE INIZIATIVE IMPRENDITORIALI

DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE AGEVOLAZIONI PER FAVORIRE L OCCUPAZIONE GIOVANILE ANCHE CON IL SOSTEGNO DI NUOVE INIZIATIVE IMPRENDITORIALI Marca da Bollo 16,00 DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE AGEVOLAZIONI PER FAVORIRE L OCCUPAZIONE GIOVANILE ANCHE CON IL SOSTEGNO DI NUOVE INIZIATIVE IMPRENDITORIALI Legge regionale 23 marzo 1995, n 12 e s.m.i.

Dettagli

Come convivere: cambia tu!...lei non può. (dall etichetta di pericolo all esposizione)

Come convivere: cambia tu!...lei non può. (dall etichetta di pericolo all esposizione) CONCORSO DOCENTI Premio nazionale per docenti Didattica del REACH e del CLP Seconda edizione Come convivere: cambia tu!...lei non può. (dall etichetta di pericolo all esposizione) Concorso nazionale per

Dettagli

MOVIMPRESE NATALITA E MORTALITA DELLE IMPRESE ITALIANE REGISTRATE PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA - 2 TRIMESTRE 2015 -

MOVIMPRESE NATALITA E MORTALITA DELLE IMPRESE ITALIANE REGISTRATE PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA - 2 TRIMESTRE 2015 - MOVIMPRESE NATALITA E MORTALITA DELLE IMPRESE ITALIANE REGISTRATE PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA - 2 TRIMESTRE 2015 - Sono 96.369 le imprese registrate alla Camera di commercio al 30 giugno 2015,

Dettagli

Il REGIME FISCALE DEGLI STATI UNITI

Il REGIME FISCALE DEGLI STATI UNITI Il REGIME FISCALE DEGLI STATI UNITI Introduzione L imposta sul reddito delle persone fisiche Residenza Fiscale Aliquote 2004 L imposta sul reddito delle persone giuridiche (corporate tax) Aliquote 2004

Dettagli

BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A

BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A L economia del Veneto Venezia, 17 giugno 2014 Le imprese L'eredità della crisi Indice del PIL (2007=100) Nel Nord Est la riduzione cumulata del PIL è di 8 punti percentuali.

Dettagli

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE I dati utilizzati per le elaborazioni sono aggiornati al 30/04/201 Pagina 1 Questa

Dettagli

NORMATIVA SULLA PRIVACY

NORMATIVA SULLA PRIVACY NORMATIVA SULLA PRIVACY Il presente codice si applica a tutti i siti internet della società YOUR SECRET GARDEN che abbiano un indirizzo URL. Il documento deve intendersi come espressione dei criteri e

Dettagli

Accordo concernente i servizi aerei tra la Svizzera e l Italia

Accordo concernente i servizi aerei tra la Svizzera e l Italia Traduzione 1 Accordo concernente i servizi aerei tra la Svizzera e l Italia 0.748.127.194.541 Conchiuso a Roma il 4 giugno 1956 Approvato dall Assemblea federale il 4 marzo 1957 2 Entrato in vigore il

Dettagli

Autorità per l energia elettrica e il gas

Autorità per l energia elettrica e il gas Il Codice di condotta commerciale per la vendita di energia elettrica Cosa riguarda Quando si applica Ulteriori obblighi Con la liberalizzazione del mercato dell energia elettrica, tutti i clienti hanno

Dettagli

Moneta, tassi di interesse e tassi di cambio

Moneta, tassi di interesse e tassi di cambio Moneta, tassi di interesse e tassi di cambio La definizione di moneta: un breve riassunto L offerta di moneta La domanda individuale di moneta La domanda aggregata di moneta Il tasso di interesse d equilibrio:

Dettagli

La nuova Unione Doganale

La nuova Unione Doganale SCHEDA CORCIULO La nuova Unione Doganale L Unione Doganale di Russia, Bielorussia e Kazakistan è uno spazio economico comune, creato nel 2010 ispirandosi all Unione Europea. Andamento export Italia verso

Dettagli

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013 Sintesi per la stampa Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013 Industria: caduta del fatturato nel biennio 2012-13 (-8,3% pari a 56,5 miliardi di euro a prezzi costanti), causata dal previsto

Dettagli

6.10 Compensazione import/export

6.10 Compensazione import/export 6.10 Compensazione import/export Da inviare a: CONAI Consorzio Nazionale Imballaggi Via posta (raccomandata A.R.): Via P. Litta 5, 20122 Milano Via fax: 02.54122656 / 02.54122680 On line: https://dichiarazioni.conai.org

Dettagli

Domande sulla parte monetaria date nei precedenti compiti scritti di Economia Internazionale e riportate qui un po alla rinfusa

Domande sulla parte monetaria date nei precedenti compiti scritti di Economia Internazionale e riportate qui un po alla rinfusa Domande sulla parte monetaria date nei precedenti compiti scritti di Economia Internazionale e riportate qui un po alla rinfusa 1. Il surplus persistente della bilancia dei pagamenti correnti giapponese

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI BANDO PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTI PER MISSIONI ARCHEOLOGICHE, ANTROPOLOGICHE, ETNOLOGICHE ITALIANE ALL ESTERO - ANNO 2013 - Articolo

Dettagli

Regolamento recante norme concernenti le modalità di prestazione della garanzia finanziaria per il trasporto transfrontaliero di rifiuti

Regolamento recante norme concernenti le modalità di prestazione della garanzia finanziaria per il trasporto transfrontaliero di rifiuti Decreto Ministeriale n. 370/1998 (garanzia finanziaria per trasporto transfrontaliero rifiuti) Decreto 3 settembre 1998, n. 370 (Gazzetta ufficiale 26 ottobre 1998 n. 250) Regolamento recante norme concernenti

Dettagli

MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso

MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso Moda e lusso nell attuale contesto macroeconomico Intervento di Gregorio De Felice Chief Economist, Intesa Sanpaolo 8 Novembre 2013 (Sintesi)

Dettagli

La Ricerca e Sviluppo in Italia nel periodo 2003-2005

La Ricerca e Sviluppo in Italia nel periodo 2003-2005 7 ottobre 2005 La Ricerca e Sviluppo in Italia nel periodo 2003-2005 L Istat presenta i principali risultati delle rilevazioni sulla Ricerca e Sviluppo intra-muros 1 (R&S) in Italia, riferiti alle imprese,

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 1 GIUGNO 2015 Il primo trimestre del 2015 ha portato con sé alcuni cambiamenti nelle dinamiche di crescita delle maggiori economie: alla moderata ripresa nell Area euro

Dettagli

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015)

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) La Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) 1 ECONOMIA IN ITALIA In Italia, dopo tre cali annuali consecutivi (2012-2,8%, 2013-1,7%, 2014-0,4%), il CSC prevede una crescita del PIL dell 1%. quest

Dettagli

LE VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA FOCUS SULL INDUSTRIA FARMACEUTICA

LE VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA FOCUS SULL INDUSTRIA FARMACEUTICA LE VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA FOCUS SULL INDUSTRIA FARMACEUTICA Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare, diceva Seneca. Oggi l Italia, con la crisi quasi alle spalle

Dettagli

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza Report trimestrale sull andamento dell economia Perché un report trimestrale? A partire dal mese di dicembre SEI provvederà a mettere a disposizione delle imprese, con cadenza trimestrale, un report finalizzato

Dettagli

REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI

REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI Art. 1 - Aspetti generali Al fine di adempiere agli obblighi assunti nei confronti del Contraente in base alle Condizioni di Polizza, la Compagnia ha costituito quattro Fondi

Dettagli

LA SPESA DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE

LA SPESA DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI LA SPESA DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE PER INVESTIMENTI FISSI: CONFRONTO EUROPEO ESTRATTO DALL OSSERVATORIO CONGIUNTURALE SULL INDUSTRIA DELLE COSTRUZIONI GIUGNO

Dettagli

www.sviluppoeconomico.gov.it PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy

www.sviluppoeconomico.gov.it PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy INTRODUZIONE Un economia sempre più internazionalizzata: l export è il principale volano per la crescita dell economia italiana,

Dettagli

Domande frequenti sulla trasmissione dei dati dei passeggeri di voli tra l Unione Europea e gli Stati Uniti d America alle autorità statunitensi

Domande frequenti sulla trasmissione dei dati dei passeggeri di voli tra l Unione Europea e gli Stati Uniti d America alle autorità statunitensi ALLEGATO 2 Domande frequenti sulla trasmissione dei dati dei passeggeri di voli tra l Unione Europea e gli Stati Uniti d America alle autorità statunitensi 1. Quali informazioni sui passeggeri vengono

Dettagli

IL QUADRO DEL CREDITO IN UMBRIA

IL QUADRO DEL CREDITO IN UMBRIA IL QUADRO DEL CREDITO IN UMBRIA Perugia, 24 ottobre 2014 In collaborazione con Impieghi: il quadro al 30/06/2014 (dati in mln di e composizione %) IMPIEGHI (in milioni di euro) 1 - IMPRESE 2 - FAMIGLIE

Dettagli

visto il trattato che istituisce la Comunità europea, in particolare l articolo 93, vista la proposta della Commissione,

visto il trattato che istituisce la Comunità europea, in particolare l articolo 93, vista la proposta della Commissione, IL CONSIGLIO DELL UNIONE EUROPEA, visto il trattato che istituisce la Comunità europea, in particolare l articolo 93, vista la proposta della Commissione, (2) Per assicurare la corretta applicazione dell

Dettagli

GRUPPO DASSAULT SYSTEMES POLITICA DI TUTELA DEI DATI PERSONALI RELATIVI ALLE RISORSE UMANE

GRUPPO DASSAULT SYSTEMES POLITICA DI TUTELA DEI DATI PERSONALI RELATIVI ALLE RISORSE UMANE GRUPPO DASSAULT SYSTEMES POLITICA DI TUTELA DEI DATI PERSONALI RELATIVI ALLE RISORSE UMANE Le seguenti disposizioni compongono la Politica di Tutela dei Dati relativi alle Risorse Umane del Gruppo Dassault

Dettagli

Management Game 2011

Management Game 2011 Management Game 2011 La Mobilé Inc 1 Introduzione 1.1 La Mobilé Inc in breve Mobilé Inc è un azienda produttrice di telefonini che ha sede negli Stati Uniti che si è concentrata sulla produzione di telefonini

Dettagli

Autorità per l energia elettrica e il gas

Autorità per l energia elettrica e il gas Autorità per l energia elettrica e il gas COMUNICATO Per caro petrolio, elettricità + 3,8 % e gas + 3,4% nel 1 trimestre 2008 Scatta ulteriore riduzione tariffe trasporto e distribuzione- In arrivo le

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI BANDO PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTI PER MISSIONI ARCHEOLOGICHE, ANTROPOLOGICHE, ETNOLOGICHE ITALIANE ALL ESTERO - ANNO 2014 - Articolo

Dettagli

Promozione della proprietà d abitazioni

Promozione della proprietà d abitazioni Promozione della proprietà d abitazioni Chi vuole realizzare il sogno di una casa propria, può utilizzare per il relativo finanziamento anche i fondi risparmiati con la previdenza professionale. Di seguito

Dettagli

5. PROCEDURE. 5.1 Presentazione della domanda

5. PROCEDURE. 5.1 Presentazione della domanda 5. PROCEDURE 5.1 Presentazione della domanda Le domande di contributo dovranno essere predisposte e presentate esclusivamente utilizzando gli appositi servizi on-line ad accesso riservato, integrati nel

Dettagli

art. 1 prova d esame d idoneità art. 2 requisiti per l ammissione

art. 1 prova d esame d idoneità art. 2 requisiti per l ammissione Bando per la partecipazione alla prova d esame di idoneità per il conseguimento dell abilitazione all esercizio dell attività professionale di Direttore tecnico di agenzia di viaggio e turismo - anno 2012.

Dettagli

Lezione 12. L equilibrio del mercato valutario

Lezione 12. L equilibrio del mercato valutario Lezione 12. L equilibrio del mercato valutario Relazioni monetarie e finanziarie si stabiliscono anche tra i residenti di un paese e i non-residenti. Le transazioni internazionali necessitano di istituzioni

Dettagli

ATTENZIONE. Allo Sportello Unico per l Immigrazione competente

ATTENZIONE. Allo Sportello Unico per l Immigrazione competente Domanda di verifica della sussistenza di una quota per lavoro autonomo e di certificazione attestante il possesso di requisiti per lavoro autonomo ai sensi dell'art. 39, comma 9, del DPR. n. 39499 e successive

Dettagli

CONDIZIONI PARTICOLARI

CONDIZIONI PARTICOLARI CONDIZIONI PARTICOLARI Iscrizione al viaggio e conferma della prenotazione La conferma della prenotazione verrà data solo dopo che il partecipante avrà compilato, firmato e inviato il Modulo d iscrizione

Dettagli

2014/2015: Retrospettiva e prospettive future. Risparmio in titoli per conti Risparmio 3 e di libero passaggio

2014/2015: Retrospettiva e prospettive future. Risparmio in titoli per conti Risparmio 3 e di libero passaggio 2014/2015: Retrospettiva e prospettive future Risparmio in titoli per conti Risparmio 3 e di libero passaggio Retrospettiva 2014 La comunicazione relativa a una riduzione solo graduale degli acquisti di

Dettagli

PRODOTTI ALIMENTARI. Return on Investment (ROI) (%) 5,6 3,7 Return on Sales (ROS) (%) 4,6 3,2 Return on Equity (ROE) (%) 6,0 1,4

PRODOTTI ALIMENTARI. Return on Investment (ROI) (%) 5,6 3,7 Return on Sales (ROS) (%) 4,6 3,2 Return on Equity (ROE) (%) 6,0 1,4 L INDUSTRIA ALIMENTARE E IL COMMERCIO CON L ESTERO DEI PRODOTTI ALIMENTARI 1. L Industria alimentare (Indagine sui bilanci delle imprese) Gli ultimi anni sono stati caratterizzati da un aumentato interesse

Dettagli

IL MODELLO IS-LM IN ECONOMIA APERTA

IL MODELLO IS-LM IN ECONOMIA APERTA IL MODELLO IS-LM IN ECONOMIA APERTA 1 I MERCATI DEI BENI IN ECONOMIA APERTA Economia aperta applicata a mercati dei beni: l opportunità per i consumatori e le imprese di scegliere tra beni nazionali e

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica Bilaterale e Multilaterale.

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica Bilaterale e Multilaterale. DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica Bilaterale e Multilaterale d intesa con MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

Dettagli

Export manager per il settore della nautica da diporto

Export manager per il settore della nautica da diporto PROGETTO COFINANZIATO DALL UNIONE EUROPEA Progetto formativo per Export manager per il settore della nautica da diporto FORMAZIONE SUPERIORE Progetto formativo per Export manager per il settore della nautica

Dettagli

Il commercio internazionale. I vantaggi del libero scambio

Il commercio internazionale. I vantaggi del libero scambio Il commercio I vantaggi del libero scambio Gli argomenti pro e contro il libero scambio Elementi di storia delle relazioni commerciali dagli anni trenta ad oggi I diversi tipi di accordi commerciali Vi

Dettagli

Assemblea Nazionale di Antigone Bologna 17 maggio 2014 DROGHE. OLTRE IL PROIBIZIONISMO

Assemblea Nazionale di Antigone Bologna 17 maggio 2014 DROGHE. OLTRE IL PROIBIZIONISMO Assemblea Nazionale di Antigone Bologna 17 maggio 2014 DROGHE. OLTRE IL PROIBIZIONISMO Le politiche in controtendenza: Uruguay l Uruguay è il primo Paese al mondo a legalizzare la cannabis per scopi medici,

Dettagli

Autorità per l energia elettrica e il gas

Autorità per l energia elettrica e il gas Il Codice di condotta commerciale per la vendita di gas naturale Cosa riguarda Quando si applica Con la liberalizzazione del mercato del gas naturale, tutti i clienti del servizio gas hanno la possibilità

Dettagli

Cantieri d Arte 2006 Restauro e tutela del patrimonio monumentale religioso in Piemonte e in Liguria

Cantieri d Arte 2006 Restauro e tutela del patrimonio monumentale religioso in Piemonte e in Liguria La Compagnia di San Paolo è una Fondazione italiana di diritto privato con sede a Torino. Essa persegue finalità di utilità sociale, allo scopo di favorire lo sviluppo civile, culturale ed economico. Informazioni

Dettagli

Documento sulla politica di investimento. Redatto ai sensi della Deliberazione COVIP del 16 marzo 2012

Documento sulla politica di investimento. Redatto ai sensi della Deliberazione COVIP del 16 marzo 2012 Documento sulla politica di investimento Redatto ai sensi della Deliberazione COVIP del 16 marzo 2012 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 28 Marzo 2013 Sommario 1 PREMESSA...3 2 OBIETTIVI

Dettagli