REGIONE UMBRIA LEGGE REGIONALE DEL 20 MAGGIO 1986 N. 19. Disciplina per la programmazione e l' esecuzione delle opere pubbliche.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGIONE UMBRIA LEGGE REGIONALE DEL 20 MAGGIO 1986 N. 19. Disciplina per la programmazione e l' esecuzione delle opere pubbliche."

Transcript

1 REGIONE UMBRIA LEGGE REGIONALE DEL 20 MAGGIO 1986 N. 19 Disciplina per la prgrammazine e l' esecuzine delle pere pubbliche. (Bllettin Ufficiale della Regine Umbria N. 38 del 28 maggi 1986) [Ultima mdifica LR Umbria N. 31 del 13 aprile Fnte: BUR Umbria N. 22 del 21 aprile 1995] Art. 1 O biettivi. La presente legge, in cerenza cn gli biettivi del Pian reginale di svilupp e del Pian urbanistic territriale, disciplina la prgrammazine e la attuazine degli interventi in materia di pere pubbliche da realizzarsi nel territri reginale, regland le mdalità di ergazine dei finanziamenti e di esercizi della vigilanza. TITO LO I - PROGRAMMAZIO NE DELLE O PERE PUBBLICHE Art. 2 Prgrammazine pluriennale. 1. Gli biettivi indicati all'art. 1 vengn cnseguiti cn la redazine di Prgrammi pluriennali e Piani attuativi annuali delle pere pubbliche realizzate dalla Regine, dagli Enti lcali territriali, dagli Enti pubblici peranti nel territri reginale, ivi cmpresi i Cnsrzi pubblici e le Cmunità mntane nnché la Scietà a partecipazine pubblica. 2. I prgrammi pluriennali delle pere pubbliche sn predispsti dalla Giunta reginale cn il cncrs degli Enti interessati, tenut cnt delle relazine revisinali e prgrammatiche apprvati dai cmuni ai sensi dell' art. 1/ quater del DL 28 febbrai 1983, n. 35, cnvertit il legge cn mdificazini 26 aprile 1983, n I prgrammi pluriennali sn apprvati dal Cnsigli reginale in armnia cn il Pian reginale di svilupp, del quale recepiscn gli indirizzi e gli biettivi generali e cstituiscn integrazine, hann la validità di tre anni e sn aggirnabili gni ann in ccasine delle revisini del bilanci pluriennale. 4. Il prgramma pluriennale delle pere pubbliche stabilisce: a) gli indirizzi generali della prgrammazine nei diversi settri, gli biettivi e le relative prirità ; b) i fabbisgni per aree gegrafiche, distinti per ciascun settre d' intervent e determinati sulla base di criteri ggettivi fndati su standards di sddisfaciment; c) le fnti di finanziament prevedibili nel perid di validità del prgramma, tenut anche cnt dei prgrammi della Cassa depsiti e prestiti, dell' Istitut per il credit sprtiv e delle cndizini e pssibilità di access al credit nazinale ed internazinale; d) gli ambiti territriali di intervent; e) gli indirizzi per la scelta dei prgetti da finanziare in ciascun settre; f) i tempi e le mdalità di presentazine, da parte dei sggetti interessati, delle prpste di intervent crredate da prgetti di fattibilità pre-prgetti, al fine dell' inseriment nei piani annuali di cui al successiv art Il prgramma pluriennale stabilisce caratteristiche e dimensini di quei prgetti di fattibilità preprgetti da esaminare tenend cnt del criteri di valutazine csti - benefici. 6. Per interventi di rilevante interesse reginale per prgetti integrati di area, redatti dalla Regine anche di cncert cn altri Enti, il prgramma pluriennale può cntenere anche l' individuazine dei sggetti titlari degli interventi, i finanziamenti lr assegnati, nnchè le mdalità e le prcedure per la esecuzine delle pere. 7. Il prgramma pluriennale cstituisce strument di indirizz e crdinament per la redazine delle relazini previsini e prgrammatiche di cui al precedente secnd cmma. 1

2 Art. 3 Piani attuativi annuali d' intervent. 1. I prgrammi pluriennali sn attuati mediante piani annuali d' intervent, apprvati dalla Giunta reginale, di nrma in ccasine dell' apprvazine del bilanci annuale di previsine, sentita la cmpetente cmmissine cnsiliare. 2. I piani attuativi annuali sn redatti distintamente per ciascun dei settri d' intervent determinati dal Pian pluriennale e stabiliscn: a) i criteri di prirità adttati per la individuazine delle pere da finanziare; b) gli interventi ammessi a finanziament; c) la misura dei cntributi cncessi nelle frme di cui al successiv art. 9, cn l' indicazine della spesa massima ritenuta ammissibile e, nel cas di cntributi in annualità cstanti, della lr durata; d) i sggetti che realizzan gli interventi ed i necessari cllegamenti tra gli stessi; e) i tempi per la redazine dei prgetti esecutivi, per l' appalt dei lavri e per la lr esecuzine, nnchè le mdalità per il lr cntrll. 3. Il pian attuativ annuale ptrà individuare sggetti interessati all' attuazine degli interventi diversi da quelli indicati nel precedente art. 2, prim cmma, in relazine alle specifiche esigenze di settre. 4. La individuazine degli interventi ammessi a finanziament avviene sulla base: - dell'esame di rispndenza ai criteri fissati dal prgramma pluriennale dei prgetti di fattibilità presentati; - dell'analisi dei fabbisgni attuali e futuri; - della partecipazine del sggett attuatre al finanziament dell'pera. 5. Il prgramma pluriennale il pian attuativ annuale pssn prevedere l'accantnament di una quta massima del 15 per cent dei finanziamenti da destinare ad interventi urgenti ed imprevedibili, al cmpletament di pere già finanziate ed alla redazine, da parte della Regine, di prgetti per interventi di rilevante interesse reginale di prgetti integrati di area. Art. 4 Frmazine dei prgrammi pluriennali e dei Piani attuativi annuali. 1. La Giunta reginale, per predisprre la prpsta di prgramma pluriennale delle pere pubbliche da presentare al Cnsigli reginale, istituisce, ai sensi dell' art. 7 della legge reginale 17 agst 1984, n. 41, il Dipartiment delle pere pubbliche. 2. I piani attuativi annuali di intervent sn trasmessi all' apprvazine della Giunta reginale dall' assessre cmpetente. 3. Qualra la materia del pian sia di cmpetenza di più uffici viene cstituit, tra questi, un appsit grupp di lavr. 4. Entr il 31 marz di gni ann la Giunta reginale trasmette al Cnsigli una relazine illustrativa delle attività svlte in esecuzine ai piani attuativi annuali cn riferiment all' ann precedente. Art. 5 Apprvazine dei prgetti. I prgrammi pluriennali ed i piani attuativi annuali stabiliscn quali prgetti, la cui titlarità sia di altr Ente, devn essere apprvati dalla Giunta reginale prima dell' appalt dei lavri ai fini del finanziament. Art. 6 sservatri reginale delle pere pubbliche. 1. Per la frmazine dei prgrammi pluriennali e dei piani attuativi annuali la giunta reginale prmuve ricerche nelle aree gegrafiche d'intervent, studi di fattibilità su pere di interesse reginale ed istituisce l'osservatri delle pere pubbliche, unità perativa integrata ai sensi dell'art. 41 della legge reginale 17 agst 1984, n L'Osservatri è finalizzat: a) alla predispsizine di una banca dei dati relativi alle pere pubbliche ed alle infrastrutture sciali e civili esistenti e prgettate nel territri reginale, anche al fine di determinare indici di fabbisgn in relazine agli standards di sddisfaciment delle pplazini, fissati dai Prgrammi pluriennali; 2

3 b) alla racclta di dati statistici e cnscitivi sulle imprese peranti nella regine, sulle frme e sugli esiti degli appalti e sul rispett delle nrmative vigenti in materia di subappalt, di prevenzine infrtunistica e di cntrattazine cllettiva di lavr; c) alla predispsizine del ntiziari reginale degli appalti pubblici di imprt superire a 100 milini e delle cncessini, da pubblicare semestralmente sul B. U. R., in ssequi a quant stabilit dall'art. 8 della legge 17 febbrai 1987, n. 80, secnd le mdalità che sarann determinate dalla giunta reginale. 3. Gli enti, cntestualmente alla registrazine del cntratt di appalt e degli atti aggiuntivi ed all'apprvazine del certificat di cllaud di reglare esecuzine, invian alla giunta reginale, a mezz rete telematica, le infrmazini necessarie alla predispsizine di ntiziari reginale di cui al cmma secnd, lettera c), cn le frme e le prcedure definite dal disciplinare di cui all'art. 2, cmma secnd, della legge reginale istitutiva della rete telematica reginale sugli appalti. 4. I Cmitati reginali di cntrll trasmettn alla giunta reginale, gni trimestre, cpia dei mdelli di cui al precedente cmma relativi agli atti apprvati. 5. Gli altri Enti pubblici sn tenuti, ai sensi dell'art. 8 della legge 17 febbrai 1987, n. 80, a trasmettere trimestralmente alla giunta reginale i dati relativi agli appalti e alle cncessini secnd le mdalità stabilite dalla stessa giunta reginale. 6 (Cmma abrgat dall'art. 3, cmma 2, L. R. 13 aprile 1995, n. 31) Art. 7 O peratività. 1. La Giunta reginale può eseguire mediante appalt cncessine pere pubbliche di interesse reginale rilevanti ai fini dell' attuazine del Prgramma pluriennale delle pere pubbliche. 2. La Giunta reginale può inltre, per favrire l' attuazine dei Piani attuativi annuali su richiesta degli Enti attuatri, frnire la cnsulenza ed il supprt tecnic - amministrativ per la prgettazine, l' appalt e l' esecuzine delle pere. TITO LO II - NORME PER L' ATTUAZIO NE DEGLI INTERVENTI FINANZIATI DALLA REGIO NE Art. 8 Ambiti di applicazine. Le nrme del presente titl di applican alle pere pubbliche realizzate cn il cntribut della Regine daglienti lcali territriali e dagli Enti pubblici peranti nel territri reginale, ivi cmpresi i Cnsrzi pubblici e le Cmunità mntane. Art. 9 Finanziamenti. 1. Per la realizzazine delle pere pubbliche di cui al precedente articl, la Giunta reginale cncede cntributi in cnt capitale, cntributi cstanti in annualità e garanzie fidejussrie, nella misura massima del 100 per cent della spesa ritenuta ammissibile per la realizzazine delle pere, ivi cmpres l' eventuale nere per spese tecniche, revisine prezzi, acquisizine aree di sedime ed IVA. 2. I cntributi pssn, altresì, esse cncessi per la acquisizine al patrimni degli Enti immbili necessari per la realizzazine di pere pubbliche. 3. Il cntribut reginale, per quant riguarda le spese tecniche, nn può superare il limite stabilit dalle vigenti tariffe prfessinali e cmunque la misura massima del 7 per cent del cst dell' pera; ulteriri eventuali neri eccedenti sarann a caric dell' Ente titlare del prgett. Art. 10 Cncessine cntribut reginale. 1. Per i prgetti che, ai sensi del precedente art. 5, sn sttpsti al cntrll della Regine, la cncessine dei cntributi in cnt capitale in annualità e delle garanzie fidejussrie, nnchè l' assunzine dell' impegn di spesa, sn dispste dalla Giunta reginale cntestualmente all' apprvazine del prgett esecutiv. 3

4 2. Per gli altri prgetti la cncessine dei cntributi e delle garanzie fidejussrie e l' assunzine dell' impegn di spesa, sn dispste dalla Giunta reginale alla presentazine della deliberazine di apprvazine del prgett esecutiv e di una relazine tecnicillustrativa di cnfrmità dell stess al prgett di fattibilità per il quale l' epra è stata ammessa a finanziament. La relazine di cnfrmità deve cstituire parte integrante della deliberazine. Art. 11 Cntributi in cnt capitale. 1. I cntributi in cnt capitale vengn liquidati nel md seguente: a) 50 per cent, su dispsizine del dirigente dell'uffici cmpetente, alla presentazine della deliberazine di affidament e del verbale di cnsegna e di inizi di lavri; b) 40 per cent, su dispsizine del dirigente dell'uffici cmpetente, alla presentazine della deliberazine cn la quale l'ente, sulla base degli stati di avanzament e certificati di pagament emessi e di gni altra ulterire spesa sstenuta, rendicnta il prim 50 per cent anticipat; c) 10 per cent cn deliberazine della giunta reginale, alla cnclusine dei lavri a seguit della presentazine, da parte dell'ente interessat, della deliberazine di apprvazine del certificat di cllaud da eseguirsi nei termini fissati dal prim e secnd cmma dell'art. 5 della legge 10 dicembre 1981, n. 741 di reglare esecuzine nnché della relazine acclarante i rapprti ecnmici tra Ente e Regine. 2. Per le pere di imprt inferire a 60 milini i cntributi in cnt capitale vengn liquidati nel md seguente: a) 90 per cent, su dispsizine del dirigente dell'uffici cmpetente, alla presentazine della deliberazine di affidament e del verbale di cnsegna e di inizi dei lavri; b) 10 per cent, cn deliberazine della giunta reginale, alla cnclusine dei lavri a seguit della presentazine, da parte dell'ente interessat, della deliberazine di apprvazine del certificat di cllaud da eseguirsi nei termini fissati dal prim e secnd cmma dell'art. 5 della legge 10 dicembre 1981, n. 741 di reglare esecuzine nnché della relazine acclarante i rapprti ecnmici tra ente e Regine. 3. La giunta reginale può prevedere, in cas di urgenza, aperture di credit a favre degli Enti attuatri. 4. In cas di acquisizine di immbili al patrimni degli Enti ai fini di cui al secnd cmma del precedente art. 9, la liquidazine del cntribut può essere dispsta dalla giunta reginale in un'unica sluzine, su presentazine di idnea dcumentazine attestante l'acquisizine dei beni stessi. Art. 11-bis Qualra i lavri vengan eseguiti in ecnmia dalle Amministrazini interessate, la liquidazine dei cntributi in cnt capitale è effettuata secnd le mdalità di cui al precedente art. 11, ad eccezine della prima anticipazine che viene liquidata dalla giunta reginale cntestualmente alla frmale cncessine del cntribut. Art. 12 Reimpieg delle ecnmie. 1. La Giunta reginale destina le eventuali ecnmie ed integrazine del fnd di cui al quint cmma del precedente art Su mtivata richiesta dell' Ente, la Giunta reginale può autrizzare l' impieg delle ecnmie per lavri cmplementari a quelli eseguiti. Art. 13 Cntributi suppletivi. 1. La Giunta reginale, utilizzand le smme accantnate ai sensi del quint cmma del precedente artº 3, può cncedere cntributi suppletivi per maggiri neri derivanti dall' aggiudicazine dei lavri cn fferte in aument, lavri imprevisti, danni di frza maggire e tacitazine di riserve. 2. In cas di mancat rispett degli adempimenti amministrativi e dei termini cntrattuali, determinati da cmprtamenti d missini da parte degli Enti attuatri a questi addebitabili, i cnseguenti maggiri neri di qualsiasi natura restan cmunque a caric degli stessi. 4

5 Art. 14 Cntributi in annualità cstanti. 1. La giunta reginale cncede cntributi in annualità cstanti su mutui appsitamente cntratti dai sggetti titlari degli interventi. 2. I cntributi vengn ergati dalla Regine in annualità, sulla base di appsit att deliberativ dell'ente interessat che apprva il cntratt definitiv di mutu ed il pian di ammrtament del mutu cntratt cn un istitut bancari pubblic privat cn altr Ente pubblic. 3. L'ergazine dei cntributi di cui al presente articl è effettuata direttamente agli Enti interessati vver agli istituti mutuanti cn decrrenza dalla data di ammrtament dei mutui e per la durata degli stessi. 3-bis. La giunta reginale, a seguit della presentazine da parte degli Enti interessati della deliberazine di apprvazine del certificat di cllaud di reglare esecuzine, della relazine acclarante i rapprti ecnmici tra Regine e Ente, nnché del pian di ammrtament definitiv del mutu cntratt, verifica la spesa realmente sstenuta e prve della rideterminazine del cntribut sulle annualità residue di ammrtament del mutu. 3-ter. La giunta reginale assegna all'ente beneficiari, ai fini della presentazine della dcumentazine di cui al precedente cmma, un termine trascrs il quale dispne la sspensine del pagament delle residue rate di cntribut fin all'avvenuta presentazine dei dcumenti stessi. 3-quater. Gli eventuali interessi di mra da versare per effett dell'avvenuta sspensine del pagament delle rate residue, nnché le restanti rate di ammrtament sn a caric degli Enti interessati. Art. 15 Garanzia fidejussria. 1. La giunta reginale può cncedere, per la realizzazine delle pere inserite nel Prgramma pluriennale nei Piani attuativi annuali, garanzie fidejussrie ai sggetti carenti di cespiti delegabili di altra idnea garanzia. 2. Gli Enti interessati sn tenuti all'invi di appsit att deliberativ dal quale risulti la integrale parziale carenza di cespiti delegabili a garanzia dei mutui cntraendi; in cas di carenza parziale la garanzia reginale pere per la quta di ammrtament nn cperta dalle delegazini sui cespiti prpri dell'ente. 3. Per i mutui cntratti dagli Enti interessati cn la Cassa depsiti e prestiti e cn l'istitut del credit sprtiv la Regine può, inltre, ffrire la garanzia prevista dagli articli 5, cmma prim, lettera c) e 6 del decret ministeriale 1 febbrai All'nere per il rilasci delle garanzie di cui al cmma prim del presente articl si fa frnte cn l stanziament annuale del capitl 6045 dell stat di previsine della spesa del bilanci reginale. Art. 16 Revisine prezzi. 1. Per lavri di imprt a base d' asta superire a 700 milini, vver per quelli cn temp utile di realizzazine previst in prgett superire a trecent girni, l' Ente interessat deve predisprre, per la determinazine della revisine prezzi, il prgramma dei lavri di cui al prim cmma dell' art. 1 della legge 10 dicembre 1981, n Per lavri, di imprt a base d' asta superire a 200 milini, la Giunta reginale, in sede di cncessine del cntribut, può stabilire sulla base delle caratteristiche e della durata dei lavri che l' Ente beneficiari sia tenut alla presentazine alla Regine del prgramma dei lavri, determinat sulla base della durata prgettuale degli stessi e del prevedibile andament dei csti. In carenza di presentazine del prgramma dei lavri l' nere della revisine prezzi è a caric dell' Ente realizzatre. Art. 17 Adempimenti dei sggetti beneficiari. 1. Gli Enti ammessi ai cntributi di cui ai precedenti articli sn tenuti, per l' espletament di tutti gli adempimenti di lr cmpetenza, al rispett dei termini assegnati nei prvvedimenti reginali di ammissine al cntribut previsti all' art. 3, secnd cmma, lettera e.. 5

6 2. La decrrenza dei termini assegnati, senza che sia stata presentata alla Giunta reginale mtivata istanza di prrga, cmprta la decadenza dall' ammissine al cntribut. 3. La Giunta reginale, valutate le mtivazini addtte, può assegnare un ulterire termine, trascrs il quale destina il cntribut ad altr intervent. 4. Qualra l' Ente interessat nn prvveda ai singli adempimenti nei termini indicati nel prvvediment reginale di cncessine del cntribut, la Giunta reginale, previa diffida dell' Assessre cmpetente, revca il cntribut e le eventuali smme anticipate vann restituite alla Regine. Art. 18 Apprvazine prgetti. 1. I prgetti di cui all' art. 5, sn sttpsti all' apprvazine della Giunta reginale entr 60 girni dal lr riceviment. In cas di prgetti riguardanti materie di cmpetenza di più uffici, la Giunta reginale, per l' istruttria, si avvale di appsiti gruppi di lavr cstituiti da persnale appartenente agli uffici cmpetenti. 2. La Giunta reginale può altresì avvalersi del parere della Cmmissine tecnic - amministrativa di cui all' art. 9 della legge reginale 9 maggi 1977, n L' apprvazine della Giunta reginale, relativamente ai prgetti di cui al presente articl, interviene anche sugli atti di cllaud, sulle perizie di variante suppletive, sulla tacitazine delle riserve e sulla eventuale cnvenzine per l' affidament dei lavri in cncessine. Art. 19 Vigilanza sugli interventi. Gli uffici cmpetenti verifican peridicamente l stat di attuazine degli interventi nn sttpsti ad apprvazine della Giunta reginale, di nrma, sulla base delle ergazini effettuate ai sensi dei precedenti artt. 11 e 14 e del prgramma dei lavri di cui all' artº 16, relazinand semestralmente alla Giunta reginale. Art. 20 prnt intervent. 1. Gli interventi urgenti a seguit di calamità pubblica sn disciplinati dal Titl II della legge reginale 5 dicembre 1978, n L' art. 25 della legge reginale 5 dicembre 1978, n. 65, è sstituit dal seguente: << L' Ente prprietari dell' pera pubblica rileva la necessità degli interventi di cui al precedente articl mediante la redazine, da parte del tecnic incaricat, del verbale di smma urgenza ed assume gli eventuali prvvedimenti cnseguenti. La necessità di lavri di prnti intervent è segnalata cn la massima tempestività alla Giunta reginale inviand, cntestualmente alla segnalazine, il verbale di smma urgenza. L' Ente interessat può anche richiedere alla Giunta reginale il cncrs alla realizzazine dei lavri di prnt intervent. L' imprt del cntribut ammissibile viene cmunicat, anche telegraficamente dal Presidente della Giunta reginale dell' Assessre delegat, previa verifica della sussistenza dei presuppsti. Entr 30 girni dalla cmunicazine di cui al precedente cmma l' Ente trasmette il prgett esecutiv dell' intervent alla Giunta reginale e, decrs inutilmente tale termine, l' ammissibilità a cntribut si ritiene revcata. La cncessine del cntribut reginale avviene alla presentazine del prgett dell' intervent, della relativa deliberazine di apprvazine e del verbale di inizi lavri. Il cntribut viene liquidat nel md seguente: a) 90 per cent, cntestualmente all' apprvazine della deliberazine reginale di cncessine del cntribut; b) 10 per cent, previa deliberazine della Giunta reginale di liquidazine finale del cntribut, alla cnclusine dei lavri a seguit della presentazine, da parte dell' Ente interessat, della deliberazine di apprvazine del certificat di cllaud, da eseguirsi nei termini fissati dal prim e secnd cmma dell' art. 5 della legge 10 dicembre 1981, n. 741 di reglare esecuzine nnche0 della relazine acclarante i rapprti ecnmici tra Ente e Regine. I lavri di cui al presente titl sn affidati in via di urgenza a trattativa privata a imprese ritenute idnee>>. 6

7 Art. 21 Affidament dell' esecuzine di pere pubbliche alle Cmunità mntane. 1. Ferme restand le cmpetenze delegate alle Cmunità mntane ai sensi della legge reginale 16 dicembre 1983, n. 47, gli Enti lcali territriali, prima di esperire gare per l'appalt di pere pubbliche da realizzarsi cn i cntributi della Regine, sn tenuti a verificare la pssibilità che la Cmunità mntana cmpetente per territri realizzi gli interventi cn le prprie maestranze. 1-bis. La dichiarazine di dispnibilità ad eseguire le pere va resa entr girni 15 dal riceviment della richiesta. Trascrs inutilmente il predett termine la stessa si intende resa in sens negativ. 2. Nel cas in cui la Cmunità mntana sia in grad di prvvedere alla realizzazine delle pere i rapprti tra la stessa e l'ente lcale sn disciplinate da una appsita cnvenzine. TITO LO III - NO RME GENERALI Art. 22 Ambiti di applicazine. Ferm restand quant dispst da specifiche nrme statali alle pere pubbliche realizzate anche in assenza di cntribut reginale si applican le nrme del presente titl. Art. 23 Elenc reginale dei prezzi. 1. La Giunta reginale, al fine di crdinare l' attività tecnic - amministrativa degli Enti attuatri degli interventi, predispne l' elenc reginale dei prezzi delle pere pubbliche. 2. L' elenc reginale, aggirnat gni sei mesi, è pubblicat nel Bllettin Ufficiale della Regine e viene utilizzat per la frmazine degli elenchi prezzi negli appalti di pere pubbliche. L' adzine di prezzi superiri a quelli previsti nell' elenc reginale deve essere adeguatamente mtivata nella deliberazine di apprvazine del prgett, sulla base di specifiche analisi. 3. Per la frmazine e l' aggirnament dell' elenc reginale dei prezzi la Giunta reginale si avvale di una cmmissine tecnica, presieduta dall' Assessre dell' area ambiente e infrastrutture su delegat, cmpsta da: - quattr tecnici designati dalla Giunta reginale tra i dipendenti assegnati agli Uffici dell' area ambiente e infrastrutture; - un tecnic designat dal Prvveditrat reginale alle OOPP; - un tecnic designat dalla Prvincia di Perugia; - un tecnic designat dalla Prvincia di Terni; - un tecnic designat dall' ANCI in rappresentanza dei Cmuni; - un tecnic designat dalla Federazine reginale degli industriali; - un tecnic designat cngiuntamente dalla Cnfederazine nazinale delle piccle imprese delle Prvince di Perugia e Terni; - un tecnic designat cngiuntamente dagli IERP delle Prvince di Perugia e Terni; - un tecnic designat dall' Assciazine maggirmente rappresentativa del Mviment cperativ di prduzine e lavr, individuata dalla Giunta reginale; - un rappresentante degli ingegneri designat cngiuntamente dagli Ordini prfessinali delle Prvince di Perugia e Terni; - un rappresentante degli architetti designat cngiuntamente dagli Ordini prfessinali delle Prvince di Perugia e Terni; - un rappresentante dei gemetri designat cngiuntamente dai Cllegi prvinciali dei gemetri di Perugina e Terni; - un rappresentante dei gelgi designat dall' Ordine reginale dei gelgi. 4. Pssn essere invitati a far parte della cmmissine tecnica esperti in discipline tecniche per cui si richiede specifica prfessinalità. 5. La cmmissine tecnica è nminata cn decret del Presidente della Giunta reginale. 7

8 6. Qualra entr 30 girni dalle richieste avanzate dalla Giunta reginale nn sian pervenute alcune delle designazini di cui al terz cmma, la cmmissine è validamente cstituita cn la designazine dei 2/ 3 dei sui cmpnenti. 7. La Giunta reginale entr sei mesi dall' emanazine della presenta legge, individua cn prpri att le mdalità di funzinament della cmmissine tecnica che si avvale di una segreteria frmata da persnale dell' Uffici edilizia ed attrezzature per servizi. 8. L' Ente attuatre delle pere si avvale, ai fini revisinali, delle tabelle dei prezzi della mandpera, materiali, trasprti e nli elabrate dalla cmmissine reginale istituita dal Minister dei lavri pubblici, che verrann pubblicate peridicamente nel Bllettin Ufficiale della Regine. Art. 24 Avvisi di gara. 1. Ferme restand le frme di pubblicità previste dalle nrmative statali, gli avvisi di gara per l'esecuzine dei lavri di imprt a base d'asta superire a 100 milini sn pubblicati nel Bllettin Ufficiale della Regine e pubblicizzati tramite la rete telematica reginale sugli appalti. 2. La richiesta di pubblicazine degli avvisi di gara nel Bllettin Ufficiale della Regine avviene tramite la rete telematica reginale sugli appalti, vver, nel cas di impedimenti tecnici, a mezz raccmandata cn avvis di riceviment immediatamente dp la esecutività del prvvediment di apprvazine dei prgetti e la dispnibilità dei relativi finanziamenti. L'avvenut riceviment dell'avvis è certificat tempestivamente mediante la rete telematica reginale sugli appalti. 3. La pubblicazine nel Bllettin Ufficiale della Regine deve essere effettuata entr dieci girni dalla data di riceviment della richiesta di cui al cmma precedente. 4. Al fine di unifrmare i cmprtamenti delle Amministrazini appaltanti, la giunta reginale predispne un schema di dcumentazine tip per le diverse fasi di partecipazine alle gare e ne cura la diffusine mediante il Bllettin Ufficiale. Art. 25 Aggiudicazine lavri. 1. L'aggiudicazine dei lavri avviene, di nrma, cl metd della licitazine privata nei mdi indicati dalla legge 2 febbrai 1973, n. 14 e dalla legge 8 agst 1977, n. 584 e lr mdifiche ed integrazini. 2. I lavri a base d'asta il cui imprt superi un miline di ECU, I. V. A. esclusa, sn aggiudicati in base ai criteri previsti dall'art. 24 della legge 8 agst 1977, n. 584 csì cme mdificat dall'art. 2 della legge 8 ttbre 1984, n. 687 e successive mdifiche ed integrazini. 3. La Regine e gli altri Enti pubblici pssn prvvedere all'affidament dei lavri di lr cmpetenza di imprt nn superire a 100 milini di lire mediante il sistema della trattativa privata. Art. 26 Pubblica utilità. 1. L' apprvazine dei prgetti per l' esecuzine di pere pubbliche da parte degli rgani cmpetenti equivale a dichiarazine di pubblica utilità, indifferibilità ed urgenza delle pere stesse; gli effetti di tale dichiarazine cessazine qualra le pere nn abbian inizi entr tre anni dall' apprvazine del prgett. 2. Il prvvediment di apprvazine del prgett di cui al cmma precedente deve indicare i termini di inizi e cmpiment delle esprpriazini e dei lavri. Art. 27 Occupazine d urgenza. 1. Le funzini amministrative inerenti le ccupazini tempranee e d'urgenza, ivi cmprese quelle destinate all'edilizia ecnmica e pplare, d attinenti ad pere pubbliche di pubblica utilità da eseguire da parte di qualunque sggett sn delegate ai Cmuni. 2. Restan di cmpetenza della Regine le funzini amministrative cncernenti le ccupazini tempranee e d'urgenza attinenti ad pere pubbliche e di pubblica utilità la cui esecuzine è di spettanza della Regine stessa. Art. 28 Affidament in cncessine. 8

9 1. Le pere pubbliche di cui alla presente legge che rivestn particlare rilevanza tecnic - ecnmica pssn essere eseguite cn l' affidament in cncessine ad altri Enti, imprese, cnsrzi, assciazini tempranee di imprese. 2. La cncessine può cmprendere, ltre all' esecuzine dell' pera, anche la sua prgettazine. 3. La cnvenzine relativa disciplina i rapprti tra cncedente e cncessinari e deve prevedere: a) l' eventuale predispsizine a cura del cncessinari dei prgetti esecutivi secnd le nrme vigenti; b) l' acquisizine da parte del cncessinari dei necessari atti autrizzativi entr termini stabiliti; c) l' apprvazine del prgett esecutiv da parte del cncedente; d) l' espletament a cura del cncessinari, qualra nn sia esecutre dirett, delle gare di appalt per l' esecuzine dei lavri tra imprese aventi i requisiti di legge, cn le mdalità previste per l' aggiudicazine di appalti di pere pubbliche dalle nrme vigenti e dalle dispsizini di cui alla presente legge; e) le mdalità per la partecipazine del cncedente alla vigilanza sui lavri ed ai cllaudi in crs d' pera e definitivi; f) la mdalità e i termini per la cnsegna dell' pera al cncedente e le relative penalità in cas di ritard; g) le mdalità e i termini di pagament del crrispettiv della cncessine e la determinazine delle ritenute di garanzia; h) le mdalità e i termini per la manutenzine delle pere fin al cllaud; i) i cari di decadenza e di revca della cncessine e le mdalità per la relativa declaratria. 4. La scelta del cncessinari, qualra nn sia un ente pubblic, deve essere preceduta da una gara di qualificazine, sulla base dell schema di cnvenzine di cui al presente articl, al fine di assicurare l' affidabilità del cncessinari e la cnvenienza tecnicecnmica dell' affidament. 5. L' affidament in cncessine può prevedere altresì la sla cstruzine delle pere pubbliche la lr cstruzine e gestine. Art. 29 Cllaudi. 1. Per tutte le pere per le quali è previst l'att di cllaud la nmina del cllaudatre è dispsta, cn le mdalità previste dalla legge reginale 21 ttbre 1981, n. 70, dai sggetti medesimi che prvvedn all'apprvazine degli atti di cllaud. 1-bis. Per le pere realizzate cn il cntribut reginale la nmina del cllaudatre avviene cn le mdalità indicate nell'art. 44, cmma terz, della legge reginale 21 ttbre 1981, n L'att di cllaud è bbligatri ve vengan avanzate riserve da parte dell'appaltatre. 3. Per le pre di particlare rilevanza pssn essere nminate cmmissini cllaudatrici tecnic-amministrative, anche in crs d'pera. Art. 30 Cntratt di lavr. Gli enti appaltanti di pere pubbliche hann l' bblig di vigilare sull' applicazine, da parte dell' impresa esecutrice delle pere appaltate, del cntratt cllettiv di lavr ai prpri dipendenti. TITO LO IV - NO RME FINALI Art. 30 bis 1. Per quant nn espressamente previst nel titl terz della presente legge si applican le dispsizini statali vigenti in materia di pere pubbliche. 9

10 Art. 31 Abrgazine di nrme. Sn abrgate le nrme reginali relative a prcedure di prgrammazine, di ergazine del finanziament e di cntrll di pere pubbliche che cntrastan cn quelle stabilite dalla presente legge, ivi cmprese quelle di attribuzine di funzini in materia di prgrammazine delle strutture edilizie e degli impianti sprtivi alla Cnsulta dell sprt ai sensi dell' art. 13 della LR 23 aprile 1980, n. 32, nnche quelle di attribuzine di funzini, in materia di prgrammazine delle strutture edilizie destinate alla cultura, alla Cnsulta reginale per i beni e le attività culturali ai sensi degli artt. 7 e 9 della legge reginale 3 giugn 1975, n. 39. Art. 32 nrma transitria. 1. Restan valide le prcedure di liquidazine dei finanziamenti per le pere pubbliche per le quali, alla data di entrata in vigre della presente legge, è già intervenuta la deliberazine di ammissine al finanziament reginale. 2. Fin alla apprvazine del prim prgramma delle pere pubbliche pssn essere apprvati singli piani annuali per la lcalizzazine di finanziamenti dispsti da leggi nazinali da leggi reginali. 3. In tale cas i piani annuali sarann predispsti tenend cnt di quant stabilit dall' art. 3 dall' artº 2, sest cmma. 4. Per le pere finanziate cn i piani annuali valgn le mdalità di ergazine e di cntrll previste dalla presente legge. 10

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Prvincia di Csenza REGOLAMENTO CONSULTA PROVINCIALE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Settembre 2003 ART. 1 Istituzine e sede 1. E istituita, press la Prvincia di Csenza, la Cnsulta

Dettagli

SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO

SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO AP/ap Determinazine n. DD-2015-256 esecutiva dal 16/02/2015 Prtcll Generale n. PG-2015-16136 del 13/02/2015

Dettagli

CRITERI DI AMMISSIONE A FINANZIAMENTO DELLA QUOTA RISERVATA ALLA PROGRAMMAZIONE DEGLI INVESTIMENTI DELLE COMUNITA'

CRITERI DI AMMISSIONE A FINANZIAMENTO DELLA QUOTA RISERVATA ALLA PROGRAMMAZIONE DEGLI INVESTIMENTI DELLE COMUNITA' Allegat parte integrante Allegat n. 2 ALLEGATO N. 2 CRITERI DI AMMISSIONE A FINANZIAMENTO DELLA QUOTA RISERVATA ALLA PROGRAMMAZIONE DEGLI INVESTIMENTI DELLE COMUNITA' La quta di risrse riservata alle Cmunità

Dettagli

COMMISSIONE EUROPEA PROGRAMMA LIFE + NATURA & BIODIVERSITÀ. Allegato 2. Protocollo d intesa. tra. la Regione Puglia. (beneficiario coordinatore)

COMMISSIONE EUROPEA PROGRAMMA LIFE + NATURA & BIODIVERSITÀ. Allegato 2. Protocollo d intesa. tra. la Regione Puglia. (beneficiario coordinatore) COMMISSIONE EUROPEA PROGRAMMA LIFE + NATURA & BIODIVERSITÀ Allegat 2 Prtcll d intesa tra la Regine Puglia (beneficiari crdinatre) il Minister dell'ambiente DG per la Prtezine della Natura (autrità cmpetente

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ATTO N. 124 del 27/08/2015 DOCUMENTO FIRMATO DIGITALMENTE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ATTO N. 124 del 27/08/2015 OGGETTO: PROVVEDIMENTI IN MERITO ALLA DELIBERAZIONE DELL'ASSEMBLEA LEGISLATIVA

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Ambiente e Infrastrutture. Servizio Gare Lavori Pubblici

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Ambiente e Infrastrutture. Servizio Gare Lavori Pubblici Registr generale n. 1322 del 2012 Determina di liquidazine di spesa DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Ambiente e Infrastrutture Servizi Gare Lavri Pubblici Oggett SERVIZIO EDILIZIA PUBBLICA

Dettagli

Fondazione Patrimonio Comune. Le più rilevanti novità normative. sul tema delle PPP e della valorizzazione e. dismissione degli immobili pubblici

Fondazione Patrimonio Comune. Le più rilevanti novità normative. sul tema delle PPP e della valorizzazione e. dismissione degli immobili pubblici Le più rilevanti nvità nrmative sul tema delle PPP e della valrizzazine e dismissine degli immbili pubblici Aggirnat al 4 lugli 2012 Fndazine Patrimni Cmune Assciazine Nazinale dei Cmuni Italiani - Via

Dettagli

Bando per la concessione di agevolazioni alle imprese per favorire la registrazione di marchi comunitari e internazionali Nazionale

Bando per la concessione di agevolazioni alle imprese per favorire la registrazione di marchi comunitari e internazionali Nazionale Scheda 1. Band per la cncessine di agevlazini alle imprese per favrire la registrazine di marchi cmunitari e internazinali Nazinale Tempistiche e scadenze del band Le dmande ptrann essere presentate dal

Dettagli

D.G. Sanità Comunicato regionale 16 agosto 2011 - n. 90

D.G. Sanità Comunicato regionale 16 agosto 2011 - n. 90 Bllettin Ufficiale 25 Serie Ordinaria n. 34 - Lunedì 22 agst 2011 D.G. Sanità Cmunicat reginale 16 agst 2011 - n. 90 Prevenzine del randagism e tutela della salute degli animali dmestici. Regine Lmbardia

Dettagli

PROVINCIA DI BOLOGNA

PROVINCIA DI BOLOGNA 1 I.P. 3213/2009 Tit./Fasc./Ann 14.1.2.0.0.0/5/2009 PROVINCIA DI BOLOGNA Prt. n 245512/2009 del 03/07/2009 SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' DETERMINAZIONE SENZA IMPEGNO DI SPESA N. 17/2009

Dettagli

DECRETO DEL DIRETTORE DELLA U.O. GOVERNANCE E ISTITUZIONI nr. 980 del 5/6/2012

DECRETO DEL DIRETTORE DELLA U.O. GOVERNANCE E ISTITUZIONI nr. 980 del 5/6/2012 DECRETO DEL DIRETTORE DELLA U.O. GOVERNANCE E ISTITUZIONI nr. 980 del 5/6/2012 Determina a cntrarre cn Atahtels Executive l affidament dirett per l affitt e l utilizz dei servizi necessari alla realizzazine

Dettagli

Regione del Veneto AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA

Regione del Veneto AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA Regine del Venet AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA Accrd Cntrattuale ex art. 17 l.r. 16.8.2002, n. 22 ed art. 8 quinquies d.lgs. 30.12.1992, n. 502 tra L Azienda Ulss e gli ergatri privati accreditati per

Dettagli

COMUNE DI CIVATE Provincia di Lecco

COMUNE DI CIVATE Provincia di Lecco COPIA COMUNE DI CIVATE Prvincia di Lecc ZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 628 Reg. Pubblicazini N. 106 Registr Deliberazini del 24-09-2015 OGGETTO: APPROVAZIONE CONVENZIONE CON L'ALER DI LECCO PER LO SVOLGIMENTO

Dettagli

RIPARTO 5 PER MILLE 2015

RIPARTO 5 PER MILLE 2015 Direzine Reginale del Piemnte Settre Servizi e Cnsulenza Uffici Gestine Tributi RIPARTO 5 PER MILLE 2015 SEGNA LE SCADENZE 7 MAGGIO 2015 14 MAGGIO 2015 20 MAGGIO 2015 25 MAGGIO 2015 30 GIUGNO 2015 30 SETTEMBRE

Dettagli

PROVINCIA DI UDINE. Determinazione

PROVINCIA DI UDINE. Determinazione C O M U N E D I C E R V I G N A N O D E L F R I U L I PROVINCIA DI UDINE Determinazine Prpsta nr. 57 del 29/10/2015 Determinazine nr. 748 del 30/10/2015 Servizi Bibliteca, Cultura e Prmzine Sprt OGGETTO:

Dettagli

INIZIATIVE A SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DELLE PMI CASERTANE PER L ANNO 2011 (D.G. n. 93/2011) B A N D O

INIZIATIVE A SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DELLE PMI CASERTANE PER L ANNO 2011 (D.G. n. 93/2011) B A N D O INIZIATIVE A SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DELLE PMI CASERTANE PER L ANNO 2011 (D.G. n. 93/2011) B A N D O Art. 1 - Finalità Nel quadr delle prprie iniziative istituzinali, la Camera di Cmmerci di Caserta

Dettagli

Condizioni tecniche per la connessione alle reti di distribuzione dell energia elettrica a tensione nominale superiore ad 1 kv

Condizioni tecniche per la connessione alle reti di distribuzione dell energia elettrica a tensione nominale superiore ad 1 kv pubblicata sul sit www.autrita.energia.it in data 20 marz 2008 Delibera ARG/elt 33/08 Cndizini tecniche per la cnnessine alle reti di distribuzine dell energia elettrica a tensine nminale superire ad 1

Dettagli

SERVIZIO AUTONOMO RISORSE UMANE E FORMAZIONE PO PROGETTI SPECIALI PART TIME E ATTIVITA EXTRALAVORATIVE REG. DET. DIR. N.

SERVIZIO AUTONOMO RISORSE UMANE E FORMAZIONE PO PROGETTI SPECIALI PART TIME E ATTIVITA EXTRALAVORATIVE REG. DET. DIR. N. Pag. 1 / 7 cmune di trieste piazza Unità d Italia 4 34121 Trieste www.cmune.trieste.it partita iva 00210240321 SERVIZIO PO PROGETTI SPECIALI PART TIME E ATTIVITA EXTRALAVORATIVE REG. DET. DIR. N. 3927

Dettagli

Bando della CCIAA di Roma

Bando della CCIAA di Roma LHYRA srl ROMA Band della CCIAA di Rma La Camera di Cmmerci di Rma al fine di cntribuire alle spese sstenute dalle imprese della Capitale clpite dall'alluvine del 20 ttbre scrs, che ha causat al sistema

Dettagli

COMUNE DI VERGATO. Area3 - Lavori Pubblici, Manutenzione Determinazione n. 62 del 19/06/2015

COMUNE DI VERGATO. Area3 - Lavori Pubblici, Manutenzione Determinazione n. 62 del 19/06/2015 COMUNE DI VERGATO Prvincia di BOLOGNA C O P I A Area3 - Lavri Pubblici, Manutenzine Determinazine n. 62 del 19/06/2015 OGGETTO: SERVIZIO DI MANUTENZIONE IMPIANTI ANTIFURTO E RILEVAZIONE INCENDI PRESSO

Dettagli

Sistema di Gestione Ambientale

Sistema di Gestione Ambientale P.G. N. 107289/06 ambientale Pag. 1/5 Indice 1 Scp e camp di applicazine...2 2 Riferimenti...2 3 Definizini...2 4 Mdalità perative...2 4.1 Rilevazine dei fabbisgni frmativi...2 4.2 Redazine del Pian di

Dettagli

CITTA DI SAN SALVATORE MONFERRATO

CITTA DI SAN SALVATORE MONFERRATO CITTA DI SAN SALVATORE MONFERRATO PROVINCIA DI ALESSANDRIA R EGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA E L'ACCESSO AGLI INCENTIVI PER I LAVORI DI RIMOZIONE DEI MANUFATTI IN AMIANTO ANCORA PRESENTI NEL TERRITORIO DI

Dettagli

Documento n. 278/002. Fondo di solidarietà per i mutui per l acquisto della prima casa - sospensione delle rate dei mutui.

Documento n. 278/002. Fondo di solidarietà per i mutui per l acquisto della prima casa - sospensione delle rate dei mutui. Dcument n. 278/002. Fnd di slidarietà per i mutui per l acquist della prima casa - sspensine delle rate dei mutui. Fnd di slidarietà per i mutui per l acquist della prima casa ai sensi dell art. 2, cmma

Dettagli

C O M U N E D I M I R A Provincia di Venezia

C O M U N E D I M I R A Provincia di Venezia ORIGINALE C O M U N E D I M I R A Prvincia di Venezia Lavri Pubblici\\Edilizia pubblica e prgettazine realizzazine Infrastrutture, D. Lgs 81/2008 DETERMINAZIONE DI IMPEGNO N 1938 Del 12/10/2012 Oggett:

Dettagli

COMUNE DI BAGNACAVALLO (Provincia di Ravenna)

COMUNE DI BAGNACAVALLO (Provincia di Ravenna) REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI MUTUI AGEVOLATI FINALIZZATI ALL ACQUISIZIONE DELLA PRIMA CASA A BAGNACAVALLO Art. 1 - Premessa Il Cmune di Bagnacavall pne in essere azini finalizzate a favrire l increment

Dettagli

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI PERO E L ASSOCIAZIONE FOTOCLUB 82 PERO ANNO 2013-2016 RICHIAMATI

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI PERO E L ASSOCIAZIONE FOTOCLUB 82 PERO ANNO 2013-2016 RICHIAMATI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI PERO E L ASSOCIAZIONE FOTOCLUB 82 PERO ANNO 2013-2016 RICHIAMATI 1. la delibera di Cnsigli cmunale n. 45 del 25/07/2012 di apprvazine delle linee prgrammatiche 2012-2017, che

Dettagli

Il Commissario Unico delegato del Governo per Expo Milano 2015

Il Commissario Unico delegato del Governo per Expo Milano 2015 Il Cmmissari Unic delegat del Gvern per Exp Milan 2015 Milan, 15 maggi 2015 Prt. N. 74/U/2015 Ordinanza n. 2 del 15 maggi 2015 Oggett: Organizzazini di vlntariat di prtezine civile nelle attività cnnesse

Dettagli

COMUNE di IMPRUNETA Provincia di Firenze SERVIZIO GESTIONE DEL TERRITORIO UFFICIO EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA

COMUNE di IMPRUNETA Provincia di Firenze SERVIZIO GESTIONE DEL TERRITORIO UFFICIO EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA COMUNE di IMPRUNETA Prvincia di Firenze SERVIZIO GESTIONE DEL TERRITORIO UFFICIO EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA (spazi riservat all uffici Prtcll) (spazi riservat all uffici Edilizia Privata) Al Dirigente

Dettagli

Il Commissario Unico delegato del Governo per Expo Milano 2015

Il Commissario Unico delegato del Governo per Expo Milano 2015 Il Cmmissari Unic delegat del Gvern per Exp Milan 2015 Milan, 21 aprile 2015 Prt. N. 68/U/2015 Alla Presidenza del Cnsigli dei Ministri Alla c. a. Dtt.ssa Elisa Grande Via Mercede, 9 00187 - Rma AI Cmmissari

Dettagli

AREA UFFICIO TECNICO SETTORE LAVORI PUBBLICI

AREA UFFICIO TECNICO SETTORE LAVORI PUBBLICI C O M U N E D I SABBIO CHIESE P R O V I N C I A D I B R E S C I A via Caduti 1, 25070 SABBIO CHIESE (BS) AREA UFFICIO TECNICO SETTORE LAVORI PUBBLICI ----------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 2 - Venerdì 10 gennaio 2014

Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 2 - Venerdì 10 gennaio 2014 Bllettin Ufficiale 13 D.G. Sicurezza, prtezine civile e immigrazine D.d.u.. 24 dicembre 2013 - n. 12775 Prcedure e mdalità di access al finanziament reginale delle pere di prnt intervent attivate dai cmuni

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE BASILICATA. TENUTA DEL FASCICOLO DI OPERAZIONE A cura dell Ufficio Competente per l operazione

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE BASILICATA. TENUTA DEL FASCICOLO DI OPERAZIONE A cura dell Ufficio Competente per l operazione PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE BASILICATA FSE 2007-2013 CCI N 2007 IT 051 PO 004 Decisine della Cmmissine Eurpea C (2007) 6724 del 18 dicembre 2007 TENUTA DEL FASCICOLO DI OPERAZIONE A cura dell Uffici Cmpetente

Dettagli

Regione del Veneto AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA

Regione del Veneto AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA Regine del Venet AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA Accrd Cntrattuale ex art. 17 l.r. 16.8.2002, n. 22 ed art. 8 quinquies d.lgs. 30.12.1992, n. 502 tra L Azienda Ulss e gli ergatri privati accreditati per

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA IMPRENDITRAPANI TRA. Trapani, Via Mafalda di Savoia n. 26 - C.F.: 80002660811, rappresentata da: PREMESSO CHE

PROTOCOLLO DI INTESA IMPRENDITRAPANI TRA. Trapani, Via Mafalda di Savoia n. 26 - C.F.: 80002660811, rappresentata da: PREMESSO CHE PROTOCOLLO DI INTESA IMPRENDITRAPANI TRA - CONFINDUSTRIA TRAPANI Assciazine degli Industriali della Prvincia cn sede in Trapani, Via Mafalda di Savia n. 26 - C.F.: 80002660811, rappresentata da: FIORELLA

Dettagli

Codice Fiscale 91013990030 P. IVA 02224620035 AVVISO PUBBLICO

Codice Fiscale 91013990030 P. IVA 02224620035 AVVISO PUBBLICO Regine Piemnte Cmunità Mntana Due Laghi Cusi Mttarne e Val Strna (Istituita ai sensi della L.R. 16/99 e smi, cn Decret del Presidente della Giunta Reginale del Piemnte n. 86 del 28 agst 2009) Cmunità Mntana

Dettagli

PROVINCIA DI GENOVA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AFFARI GENERALI, SERVIZI INFORMATIVI, POLIZIA PROVINCIALE SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI

PROVINCIA DI GENOVA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AFFARI GENERALI, SERVIZI INFORMATIVI, POLIZIA PROVINCIALE SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI Determinazine n. 4821 del 29 ttbre 2013 PROVINCIA DI GENOVA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AFFARI GENERALI, SERVIZI INFORMATIVI, POLIZIA PROVINCIALE SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI Prt. Generale N.

Dettagli

AVVISO PUBBLICO MOBILITÀ TRANSNAZIONALE PER I LUCANI PORTATORI DI IDEE IMPRENDITORIALI PROMEMORIA DEGLI ADEMPIMENTI E DELLE ATTIVITÀ

AVVISO PUBBLICO MOBILITÀ TRANSNAZIONALE PER I LUCANI PORTATORI DI IDEE IMPRENDITORIALI PROMEMORIA DEGLI ADEMPIMENTI E DELLE ATTIVITÀ AVVISO PUBBLICO MOBILITÀ TRANSNAZIONALE PER I LUCANI PORTATORI DI IDEE IMPRENDITORIALI PROMEMORIA DEGLI ADEMPIMENTI E DELLE ATTIVITÀ Quest prmemria vule essere un strument di semplice cnsultazine, predispst

Dettagli

Notizie Lavoro Flash. Notiziario quindicinale a cura dell Ufficio Politiche Contrattuali e del Lavoro. Protocollo n. 467.

Notizie Lavoro Flash. Notiziario quindicinale a cura dell Ufficio Politiche Contrattuali e del Lavoro. Protocollo n. 467. Ntizie Lavr Flash Ntiziari quindicinale a cura dell Uffici Plitiche Cntrattuali e del Lavr Prtcll n. 467.11/15 EM/ac Rma, 6 febbrai 2015 Numer 3/2015 Smmari CIRCOLARE INPS N. 17 DEL 29 GENNAIO 2015 Oggett:

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 4/ 23 DEL 22.1.2008

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 4/ 23 DEL 22.1.2008 DELIBERAZIONE N. 4/ 23 Oggett: Interventi a favre delle assciazini di utenti e di familiari che prmuvn l autaiut (L.R. 21.4.2005, n. 7, art. 13, cmma 18). UPB S05.03.007, Cap. SC05.0678. 80.000. L Assessre

Dettagli

Settore Risorse economiche, finanziarie e patrimoniali. P. O. ECONOMATO-PROVVEDITORATO ********* DETERMINAZIONE

Settore Risorse economiche, finanziarie e patrimoniali. P. O. ECONOMATO-PROVVEDITORATO ********* DETERMINAZIONE PROVINCIA DI PIACENZA FIN. Settre Risrse ecnmiche, finanziarie e patrimniali. P. O. ECONOMATO-PROVVEDITORATO ********* DETERMINAZIONE Prpsta n. STRISORS 2423/2011 Determ. n. 1978 del 23/09/2011 Oggett:

Dettagli

Comune di Spoleto www.comune.spoleto.pg.it

Comune di Spoleto www.comune.spoleto.pg.it Cmune di Splet www.cmune.splet.pg.it 1/6 Unità prpnente: ICSSS - Dirigente ICSSS Oggett: Hme care premium 2012 accertament ed impegn trasferimenti INPS gestine pubblica 176000 Respnsabile del prcediment:

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI MONTANI DEL CASENTINO

UNIONE DEI COMUNI MONTANI DEL CASENTINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 1294/A del 30/09/2014 Dirigente: Istruttre: Area: Pal Grifagni Francesc Piantini Amministrativa OGGETTO: PROCEDURA NEGOZIATA, SVOLTA IN MODALITÀ TELEMATICA, PER LA PROGETTAZIONE,

Dettagli

ALOT - Agenzia della Lombardia Orientale per i Trasporti e la Logistica Società Consortile a Responsabilità Limitata AVVISO PUBBLICO

ALOT - Agenzia della Lombardia Orientale per i Trasporti e la Logistica Società Consortile a Responsabilità Limitata AVVISO PUBBLICO ALOT - Agenzia della Lmbardia Orientale per i Trasprti e la Lgistica Scietà Cnsrtile a Respnsabilità Limitata AVVISO PUBBLICO ALOT - Agenzia della Lmbardia Orientale per i Trasprti e la Lgistica è una

Dettagli

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI PERO E L ASSOCIAZIONE TANTIQUANTI ANNI 2013-2016 RICHIAMATI

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI PERO E L ASSOCIAZIONE TANTIQUANTI ANNI 2013-2016 RICHIAMATI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI PERO E L ASSOCIAZIONE TANTIQUANTI ANNI 2013-2016 RICHIAMATI 1. la delibera di Cnsigli cmunale n. 45 del 25/07/2012 di apprvazine delle linee prgrammatiche 2012-2017, che riprtan

Dettagli

Determinazione dirigenziale

Determinazione dirigenziale SETTORE SISTEMA INFORMATIVI ASSOCIATI --- SIA Determinazine dirigenziale Registr Generale N. 170 del 11/03/2015 Registr del Settre N. 30 del 09/03/2015 Oggett: Acquist del servizi di access ai dati del

Dettagli

Premesso che. 4. che un ulteriore trasferimento ad altro fondo sia autorizzato solo alle medesime condizioni di cui ai punti precedenti;

Premesso che. 4. che un ulteriore trasferimento ad altro fondo sia autorizzato solo alle medesime condizioni di cui ai punti precedenti; Cpia per l Aderente DOCUMENTO INTEGRATIVO PER EX FUNZIONARI ED EX AGENTI DELLE COMUNITA EUROPEE RELATIVO AL TRASFERIMENTO DELLE SOMME ACCUMULATE NEL REGIME PENSIONISTICO DELLE COMUNITA EUROPEE Premess

Dettagli

SCHEMA DI PROTOCOLLO D INTESA TRA

SCHEMA DI PROTOCOLLO D INTESA TRA ALLEGATO A) SCHEMA DI PROTOCOLLO D INTESA TRA [ ] C.F. 80017210727, cn sede in [ ], Via [ ], in persna del legale rappresentante pr tempre dtt. [ ] (di seguit, anche sl Operatre) E L Istitut di Servizi

Dettagli

PROVINCIA DI GENOVA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AFFARI GENERALI, SERVIZI INFORMATIVI, POLIZIA PROVINCIALE SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI

PROVINCIA DI GENOVA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AFFARI GENERALI, SERVIZI INFORMATIVI, POLIZIA PROVINCIALE SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI Determinazine n. 4704 del 24 nvembre 2014 PROVINCIA DI GENOVA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AFFARI GENERALI, SERVIZI INFORMATIVI, POLIZIA PROVINCIALE SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI Prt. Generale

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL VOLONTARIATO INDIVIDUALE IN ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL VOLONTARIATO INDIVIDUALE IN ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL VOLONTARIATO INDIVIDUALE IN ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA Apprvat cn Deliberazine C.C. nr. 48 del 28/11/2013 Smmari Art. 1 Oggett... 3 Art. 2 Stat giuridic dei vlntari...

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNALE. Settore LAVORI PUBBLICI - MANUTENZIONE

DETERMINAZIONE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNALE. Settore LAVORI PUBBLICI - MANUTENZIONE COP IA COMUNE DI SANTO STEFANO BELBO Prvincia di Cune DETERMINAZIONE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNALE Settre LAVORI PUBBLICI - MANUTENZIONE N. 33 del 30/05/2012 Il Respnsabile del Servizi: Gem. Luigi BIESTRO

Dettagli

DICHIARAZIONE POSSESSO REQUISITI DI PARTECIPAZIONE PROCEDURA IN ECONOMIA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SMALTIMENTO RIFIUTI CIG[ZF811840FE]

DICHIARAZIONE POSSESSO REQUISITI DI PARTECIPAZIONE PROCEDURA IN ECONOMIA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SMALTIMENTO RIFIUTI CIG[ZF811840FE] DICHIARAZIONE POSSESSO REQUISITI DI PARTECIPAZIONE PROCEDURA IN ECONOMIA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SMALTIMENTO RIFIUTI CIG[ZF811840FE] DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA REDATTA AI SENSI DEL D.P.R. N. 445

Dettagli

RISULTATI DIRITTO DI RECESSO OFFERTA IN OPZIONE E PRELAZIONE DELLE AZIONI OGGETTO DI RECESSO

RISULTATI DIRITTO DI RECESSO OFFERTA IN OPZIONE E PRELAZIONE DELLE AZIONI OGGETTO DI RECESSO COMUNICATO STAMPA Milan, 28 gennai 2016 RISULTATI DIRITTO DI RECESSO OFFERTA IN OPZIONE E PRELAZIONE DELLE AZIONI OGGETTO DI RECESSO Alba S.p.A. (Alba, la Scietà) infrma che, in data 13 gennai 2016, si

Dettagli

COMUNE DI MERONE REGIONE LOMBARDIA PROVINCIA DI COMO UFFICIO TECNICO COMUNALE

COMUNE DI MERONE REGIONE LOMBARDIA PROVINCIA DI COMO UFFICIO TECNICO COMUNALE 1 Lrenz Dmenic Parill: e-mail: urbanistica@cmune.merne.c.it COMUNE DI MERONE REGIONE LOMBARDIA PROVINCIA DI COMO UFFICIO TECNICO COMUNALE C.Fisc./ P. I.V.A.: 00549420131 Tel.: 031/650000 Fax: 031/651549

Dettagli

CITTÀ DI MONCALIERI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI MONCALIERI E LE SCUOLE DELL INFANZIA

CITTÀ DI MONCALIERI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI MONCALIERI E LE SCUOLE DELL INFANZIA CITTÀ DI MONCALIERI REGISTRO SCRITTURE PRIVATE N. 6 1 8 8 CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI MONCALIERI E LE SCUOLE DELL INFANZIA PARITARIE, GESTITE DA SOGGETTI GIURIDICI SENZA FINI DI LUCRO, ADERENTI FISM TRIENNIO

Dettagli

COMUNE DI COLONNA. Provincia di Roma REGOLAMENTO PER LA TRASFORMAZIONE DEL DIRITTO DI SUPERFICIE IN DIRITTO DI PROPRIETA NELLE AREE PEEP

COMUNE DI COLONNA. Provincia di Roma REGOLAMENTO PER LA TRASFORMAZIONE DEL DIRITTO DI SUPERFICIE IN DIRITTO DI PROPRIETA NELLE AREE PEEP COMUNE DI COLONNA Prvincia di Rma REGOLAMENTO PER LA TRASFORMAZIONE DEL DIRITTO DI SUPERFICIE IN DIRITTO DI PROPRIETA NELLE AREE PEEP (art. 31 cmma 45 e ss. Legge n. 448 del 23 dicembre 1998 e ss.mm.ii.)

Dettagli

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO PROPOSTA DI DELIBERAZIONE: Uffici: Urbanistica, Sit Ann: 2014 N. 1 OGGETTO: LEGGE REGIONALE n.11/2004. PIANO DI ASSETTO DEL TERRITORIO P.A.T. - ADOZIONE Premess

Dettagli

COMUNE DI VERBANIA. PROVINCIA DEL V.C.O 28900 VERBANIA Tel. 0323/5421 Fax 0323/557197

COMUNE DI VERBANIA. PROVINCIA DEL V.C.O 28900 VERBANIA Tel. 0323/5421 Fax 0323/557197 COMUNE DI VERBANIA PROVINCIA DEL V.C.O 28900 VERBANIA Tel. 0323/5421 Fax 0323/557197 Dipartiment Lavri Pubblici - Uffici Tecnic - Lavri Pubblici Determinazine n. 161 del 13/02/2014 Oggett: CIG. Z940D93ED2

Dettagli

Art. 1 OGGETTO. Art. 2 SOGGETTI BENEFICIARI

Art. 1 OGGETTO. Art. 2 SOGGETTI BENEFICIARI Cmune di Reggil Prvincia di Reggi Emilia Piazza Martiri, 38 (sede di Via IV Nvembre) 42046 Reggil Area Segreteria, Affari Generali, Attività Prduttive Tel. 0522-213799 Pec: cmunereggil@pstecert.it e.mail:

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE dell Azienda U.L.SS. n. 4 Alto Vicentino con sede in Thiene (VI), via Rasa 9

IL DIRETTORE GENERALE dell Azienda U.L.SS. n. 4 Alto Vicentino con sede in Thiene (VI), via Rasa 9 AVVISO PUBBLICO riservat ai sggetti di cui all art. 1 della Legge n. 68/1999 per la selezine mediante chiamata numerica a sensi dell art. 9, cmma 5, della Legge 12 marz 1999, n. 68 di n. 3 COADIUTORI AMMINISTRATIVI

Dettagli

Prot.3350/a10 Del 15/12/2015 Al Personale Docente e A.T.A. della scuola

Prot.3350/a10 Del 15/12/2015 Al Personale Docente e A.T.A. della scuola MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ORSA MAGGIORE 00144 Rma Via dell Orsa Maggire, 112 Municipi IX Sede Amministrativa

Dettagli

BANDO 2011 CONCORSO SPESE E BORSE DI STUDIO UNIVERSITARIE

BANDO 2011 CONCORSO SPESE E BORSE DI STUDIO UNIVERSITARIE BANDO 2011 CONCORSO SPESE E BORSE DI STUDIO UNIVERSITARIE 1. Premessa L ARCA, fra le sue attività istituzinali, persegue l biettiv di favrire la prmzine sciale e culturale dei Sci, anche attravers la destinazine

Dettagli

1. REQUISITI PER BENEFICIARE DEI VOUCHER 2. CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DEI VOUCHER SETTIMANALI

1. REQUISITI PER BENEFICIARE DEI VOUCHER 2. CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DEI VOUCHER SETTIMANALI Allegat C alla delibera di Giunta Cmunale n ----- del ------- CRITERI E MODALITA DI ASSEGNAZIONE ALLE FAMIGLIE DI 100 VOUCHER SETTIMANALI A PARZIALE COPERTURA DEL COSTO PER LA FREQUENZA AI CENTRI ESTIVI

Dettagli

Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale AREA ORGANIZZAZIONE E RIFORMA DELL AMMINISTRAZIONE

Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale AREA ORGANIZZAZIONE E RIFORMA DELL AMMINISTRAZIONE R E G I O N E P U G L I A Prpsta di Deliberazine della Giunta Reginale AREA ORGANIZZAZIONE E RIFORMA DELL AMMINISTRAZIONE Cdice CIFRA: A08/ DEL /2013 / 000 OGGETTO: Istituzine della figura di Tecnic Respnsabile

Dettagli

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA MODERN DANCE

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA MODERN DANCE STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA MODERN DANCE Denminazine - Sede TITOLO I Art. 1 Nell spirit della Cstituzine della Repubblica Italiana è cstituita l'assciazine sprtiva dilettantistica

Dettagli

A) DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE DI CERTIFICAZIONI (art.46, D.P.R. 28/12/2000 n.445) attestanti:

A) DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE DI CERTIFICAZIONI (art.46, D.P.R. 28/12/2000 n.445) attestanti: MARCA DA BOLLO DA 16,00 MOD. n.1 Impresa singla Busta A PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE ALL AVVISO PER L AFFIDAMENTO DI UN SERVIZIO DEDICATO ALLA PROMOZIONE

Dettagli

La comunicazione obbligatoria

La comunicazione obbligatoria La cmunicazine bbligatria Crs di Piani di Cmunicazine Lezine n. 5 Iacp Cavallini Piani di Cmunicazine 1 Le infrmazini bbligatrie: pr e cntr Mtivazini esistenza bblighi infrmativi: Minri csti prduzine infrmazini

Dettagli

Banca Popolare FriulAdria Spa

Banca Popolare FriulAdria Spa INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Pplare FriulAdria S.p.A. Sede legale: Piazza XX settembre 2, 33170 Prdenne Iscritta all Alb delle Banche al n. 5391 - Scietà sggetta all attività di direzine e crdinament

Dettagli

Determinazione dirigenziale

Determinazione dirigenziale SETTORE SISTEMA INFORMATIVI ASSOCIATI --- SIA Determinazine dirigenziale Registr Generale N. 531 del 13/08/2015 Registr del Settre N. 69 del 07/08/2015 Oggett: Acquist del servizi di assistenza e manutenzine

Dettagli

ANG Agenzia Nazionale per i Giovani PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ

ANG Agenzia Nazionale per i Giovani PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANG Agenzia Nazinale per i Givani PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2013 2015 1) DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI Il Pian Triennale per la trasparenza e l integrità per il perid 2013-2015

Dettagli

1.2 Redazione del Piano di Intervento Personalizzato (PIP) e costruzione del gruppo classe... 3

1.2 Redazione del Piano di Intervento Personalizzato (PIP) e costruzione del gruppo classe... 3 Allegat B PROCEDURE PER LA GESTIONE DELLA DOTE LOGISTICA 1. DOTE FORMAZIONE... 2 1.1 Prentazine della dte... 2 1.2 Redazine del Pian di Intervent Persnalizzat (PIP) e cstruzine del grupp classe... 3 1.3

Dettagli

REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA

REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA REGIONE CALABRIA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA (per l'attuazine del vigente Pian di rientr dai disavanzi del SSR calabrese, secnd i Prgrammi perativi di cui all'articl 2, cmma 88, della legge 30 dicembre

Dettagli

all interno del quale la sottoscritta svolge il ruolo di mandataria o responsabile del consorzio. D I C H I A R A

all interno del quale la sottoscritta svolge il ruolo di mandataria o responsabile del consorzio. D I C H I A R A ALLEGATO 1 DICHIARAZIONE ED ISTANZA DI PARTECIPAZIONE PER CONCORRENTI SINGOLI, SOCIETA MANDATARIE (IN CASO DI R.T.I.) O SOCIETA RESPONSABILI DEL CONSORZIO resa ai sensi degli articli 38, 46 e 47 D.P.R.

Dettagli

Convenzione fra il Comune di Fossa (AQ) ed Infratel Italia S.p.A.

Convenzione fra il Comune di Fossa (AQ) ed Infratel Italia S.p.A. ALLEGATO A Cnvenzine fra il Cmune di Fssa (AQ) ed Infratel Italia S.p.A. per la psa di infrastrutture in Fibra Ottica per telecmunicazini per la realizzazine di reti in fibra ttica per la Banda Ultra Larga.

Dettagli

Testo unico dell apprendistato (D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167)

Testo unico dell apprendistato (D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167) Test unic dell apprendistat (D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167) Cntratti cllettivi nazinali del lavr (CCNL) Accrd del 23 aprile 2012 tra Regine del Venet e Parti Sciali per la frmazine degli apprendisti

Dettagli

Università degli Studi di Messina Dipartimento di Scienze Veterinarie

Università degli Studi di Messina Dipartimento di Scienze Veterinarie Avvis di selezine pubblica di esperti di alta qualificazine in pssess di un significativ curriculum prfessinale per il cnferiment dirett, a titl gratuit, di incarichi di insegnament pratic mediante stipula

Dettagli

RAVVISATA la disponibilità di risorse assegnate dalla Regione Basilicata ai sensi dell art. 4 dell Avviso; PRESO ATTO che l art.

RAVVISATA la disponibilità di risorse assegnate dalla Regione Basilicata ai sensi dell art. 4 dell Avviso; PRESO ATTO che l art. Prvvediment di cncessine delle agevlazini per il sstegn all innvazine delle PMI relativ alla linea di intervent III.2.1.B dell biettiv specific III.2 dell Asse III Cmpetitività prduttiva del PO FESR 2007-2013

Dettagli

Interventi per l'università

Interventi per l'università http://www.camera.it/leg17/465?tema=interventi_per_luniversit Interventi per l'università Dp alcuni primi interventi dispsti cn il D.L. 69/2013 (L. 98/2013) e il D.L. 76/2013 (L. 99/2013), altri interventi

Dettagli

Convenzione tra la Provincia di Campobasso e il Comune di per l adesione alla RETE TELEMATICA DELLE ISTITUZIONI DELLA PROVINCIA DI CAMPOBASSO

Convenzione tra la Provincia di Campobasso e il Comune di per l adesione alla RETE TELEMATICA DELLE ISTITUZIONI DELLA PROVINCIA DI CAMPOBASSO Cnvenzine tra la Prvincia di Campbass e il Cmune di per l adesine alla RETE TELEMATICA DELLE ISTITUZIONI DELLA PROVINCIA DI CAMPOBASSO Oggi, nella sede della Prvincia di Campbass, si sn cstituiti i Sigg.,

Dettagli

LETTERA DI INVITO. Oggetto: Progetto di. Realizzazione di opere di urbanizzazione. Invito a gara d appalto. Richiesta di offerta.

LETTERA DI INVITO. Oggetto: Progetto di. Realizzazione di opere di urbanizzazione. Invito a gara d appalto. Richiesta di offerta. LETTERA DI INVITO ALLEGATO 6) Spett.le impresa Oggett: Prgett di. Realizzazine di pere di urbanizzazine. Invit a gara d appalt. Richiesta di fferta. Si invita cdesta spett.le ditta se interessata - a vler

Dettagli

CONVENZIONE DI ATTRIBUZIONE DEL CONTRIBUTO PUBBLICO PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO....(Acronimo).. (Codice)

CONVENZIONE DI ATTRIBUZIONE DEL CONTRIBUTO PUBBLICO PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO....(Acronimo).. (Codice) Obiettiv Cperazine Territriale Eurpea Italia Svizzera 2007-2013 CONVENZIONE DI ATTRIBUZIONE DEL CONTRIBUTO PUBBLICO PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO...(Acrnim).. (Cdice) P.O. Italia - Svizzera 2007-2013.

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E ATTO DI NOTORIETA (art. 46 e 47 D.P.R. 28/12/2000 n. 445)

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E ATTO DI NOTORIETA (art. 46 e 47 D.P.R. 28/12/2000 n. 445) MODELLO UNICO DI DICHIARAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E ATTO DI NOTORIETA (art. 46 e 47 D.P.R. 28/12/2000 n. 445) OGGETTO: AFFIDAMENTO DELLA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE

Dettagli

COMUNE DI POMPIANO AREA AMMINISTRATIVA - AFFARI GENERALI DETERMINAZIONE N. 6/2013

COMUNE DI POMPIANO AREA AMMINISTRATIVA - AFFARI GENERALI DETERMINAZIONE N. 6/2013 COMUNE DI POMPIANO Cpia DETERMINAZIONE REPERTORIO GENERALE N. 18 AREA AMMINISTRATIVA - AFFARI GENERALI DETERMINAZIONE N. 6/2013 OGGETTO: AFFIDAMENTO ALLA COOPERATIVA COLIBRÌ DI BRESCIA DELLA GESTIONE DELLA

Dettagli

COMUNE DI REGGIO NELL EMILIA PIANIFICAZIONE STRATEGICA POLITICHE PER L'INTEGRAZIONE, L'INCLUSIONE, LA CONVIVENZA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

COMUNE DI REGGIO NELL EMILIA PIANIFICAZIONE STRATEGICA POLITICHE PER L'INTEGRAZIONE, L'INCLUSIONE, LA CONVIVENZA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PG N 19198 Titlazine: del 04/06/2014 COMUNE DI REGGIO NELL EMILIA R.U.D. 624 del 26/06/2014 PIANIFICAZIONE STRATEGICA POLITICHE PER L'INTEGRAZIONE, L'INCLUSIONE, LA CONVIVENZA Dirigente: FANTINI Dr. Luca

Dettagli

COMUNE DI NOVARA. IL CONSIGLIO COMUNALE Su proposta della Giunta Comunale

COMUNE DI NOVARA. IL CONSIGLIO COMUNALE Su proposta della Giunta Comunale COMUNE DI NOVARA OGGETTO: I.U.C. ANNO 2014; Aliquta Tributi Servizi Indivisibili -TASI. IL CONSIGLIO COMUNALE Su prpsta della Giunta Cmunale Premess che: l art. 1 della Legge del 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

COPIA TRATTA DAL SITO WEB ASLBAT.IT

COPIA TRATTA DAL SITO WEB ASLBAT.IT SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE - REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE BT (Andria Barletta Bisceglie - Cansa di Puglia Margherita di Savia - Minervin Murge San Ferdinand di Puglia Spinazzla Trani - Trinitapli)

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Fnd Pensine Nazinale per il Persnale delle Banche di Credit Cperativ / Casse Rurali ed Artigiane Iscritt all Alb tenut dalla Cvip cn il n. 1386 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE PREMESSA Le infrmazini cntenute

Dettagli

Codice di autodisciplina e regolamentazione per l adesione al Progetto Qualità dei servizi turistici della Provincia di Palermo. Agriturismo.

Codice di autodisciplina e regolamentazione per l adesione al Progetto Qualità dei servizi turistici della Provincia di Palermo. Agriturismo. Cdice di autdisciplina e reglamentazine per l adesine al Prgett Qualità dei servizi turistici della Prvincia di Palerm Agriturism Premess Che l A.A.P.I.T di Palerm in cllabrazine cn l Università di Palerm,

Dettagli

Area Finanza di Assolombarda 0258370.309/704 e-mail fin@assolombarda.it 1

Area Finanza di Assolombarda 0258370.309/704 e-mail fin@assolombarda.it 1 Allegat 1 Indice Smbilizz crediti Pr Slvend pag. 1 Smbilizz crediti Pr Slut pag. 3 Maturity pag. 5 Tabella e cndizini di favre per gli assciati pag. 7 PRO SOLVENDO Caratteristiche del prdtt I servizi di

Dettagli

(SU CARTA INTESTATA DELL OFFERENTE IN COMPETENTE BOLLO)

(SU CARTA INTESTATA DELL OFFERENTE IN COMPETENTE BOLLO) ALLEGATO A) al band di gara (SU CARTA INTESTATA DELL OFFERENTE IN COMPETENTE BOLLO) Marca da bll da 16,00 ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO

Dettagli

Comunicazione di inizio lavori attività edilizia libera che non necessita di titolo abilitativo

Comunicazione di inizio lavori attività edilizia libera che non necessita di titolo abilitativo AL RESPONSABILE DEL SETTORE III Gestine del territri DEL COMUNE DI BRUSAPORTO Cmunicazine di inizi lavri attività edilizia libera che nn necessita di titl abilitativ ai sensi dell art. 6 cmma 2 del D.P.R.

Dettagli

REGOLAMENTO ECONOMALE PER L ACQUISTO DI BENI E SERVIZI

REGOLAMENTO ECONOMALE PER L ACQUISTO DI BENI E SERVIZI l.t CENTRO SERVIZI PER IL VOLONTARIATO REGOLAMENTO ECONOMALE PER L ACQUISTO DI BENI E SERVIZI Principi generali Il Centr Servizi VOL.TO al fine di imprntare la prpria gestine a principi di trasparenza

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNALE. Settore LAVORI PUBBLICI - MANUTENZIONE

DETERMINAZIONE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNALE. Settore LAVORI PUBBLICI - MANUTENZIONE COP IA COMUNE DI SANTO STEFANO BELBO Prvincia di Cune DETERMINAZIONE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNALE Settre LAVORI PUBBLICI - MANUTENZIONE N. 108 del 28/12/2012 Il Respnsabile del Servizi: Gem. Luigi BIESTRO

Dettagli

e-mail : tssd01000l@istruzione.it tssd01000l@pec.istruzione.it BANDO

e-mail : tssd01000l@istruzione.it tssd01000l@pec.istruzione.it BANDO LICEO ARTISTICO Enric e Umbert NORDIO Distrett sclastic n. XVII - 34143 TRIESTE Via Calvla, 2 - Tel. (040) 30.06.60 - Fax (040) 3798960 - Cd. fisc. 80019860321 Prt.n. 4782/C14a www.isanrdi.gv.it e-mail

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA

PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA CAPITOLATO TECNICO Relativ all affidament DEL SERVIZIO DI VERIFICA TECNICO/GIURIDICA, DI ACCATASTAMENTO PRESSO L AGENZIA DEL TERRITORIO, DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DELL ENTE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE SERVIZIO DI VIDEORIPRESA E TRASMISSIONE TELEVISIVA O A MEZZO WEB DELLE RIUNIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE SERVIZIO DI VIDEORIPRESA E TRASMISSIONE TELEVISIVA O A MEZZO WEB DELLE RIUNIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE REGOLAMENTO COMUNALE SERVIZIO DI VIDEORIPRESA E TRASMISSIONE TELEVISIVA O A MEZZO WEB DELLE RIUNIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE Apprvat cn deliberazine del Cnsigli cmunale n. 73 dd.28.09.2010 IL PRESIDENTE

Dettagli

POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Competitività BANDO PUBBLICO. Voucher Startup Incentivi per la competitività delle Startup innovative ALLEGATO 1

POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Competitività BANDO PUBBLICO. Voucher Startup Incentivi per la competitività delle Startup innovative ALLEGATO 1 POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Cmpetitività BANDO PUBBLICO Vucher Startup Incentivi per la cmpetitività delle Startup innvative ALLEGATO 1 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE DATI IMPRESA TRATTAMENTO DEI DATI

Dettagli

Agevolazioni previste

Agevolazioni previste Le agevlazini per l autimpieg di cui al Dgls 185/2000. Svilupp Italia Abruzz spa gestisce in Abruzz per cnt di Invitalia spa e del Minister del Lavr le Misure inerenti gli incentivi all Autimpieg di cui

Dettagli

CITTA DI PIOVE DI SACCO

CITTA DI PIOVE DI SACCO CITTA DI PIOVE DI SACCO Prvincia di Padva Piazza Mattetti, 4 35028 Pive di Sacc Allegat alla determinazine dirigenziale n. 1428 del 06/09/2012 Oggett: Band per l ergazine di cntributi per l smaltiment

Dettagli

IL DIRETTORE CENTRALE

IL DIRETTORE CENTRALE Decret 3 agst 2010 Mdalità relative alle certificazini cncernenti il rendicnt al bilanci 2009 delle amministrazini prvinciali, dei cmuni unine dei cmuni e delle cmunità mntane. * * * * * I sggetti interessati

Dettagli

A. Relazione illustrativa

A. Relazione illustrativa Cntrattintegrativecnmicperl utilizzazinedelfnddelpersnalenn dirigenzialeann2012sttscrittil24settembre2012.relazineillustrativae tecnicfinanziaria(articl 40, cmma 3 sexies, Decret Legislativ n.165/2001;

Dettagli