Un caso lampante è quello che i

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Un caso lampante è quello che i"

Transcript

1 PSICOLOGIA DEi consumi Le trappole I processi cognitivi che influenzano L insieme delle attività che mirano ad influenzare una scelta del consumatore : è questa la definizione di marketing che ha dato Russel Winer, professore alla Stern School of Business di New York (Winer, 2002). Affinché il marketing abbia successo deve necessariamente agire sulla nostra mente e sui nostri processi cognitivi. Come sosteneva Herbert Simon, psicologo e premio Nobel per l economia, il nostro comportamento è limitatamente razionale. Una prospettiva confermata dagli studi dei colleghi Amos Tversky e Daniel Kahneman (1974): durante la nostra vita ci affidiamo spesso a processi cognitivi attraverso cui rappresentiamo la realtà in maniera rapida e intuitiva, ma anche approssimativa e potenzialmente fuorviante (Tvesky e Kahneman, 1974). Viviamo nell incertezza, il nostro tempo per riflettere è limitato. Proviamo gioia, demotivazione, rabbia, eccitazione, speranza, stanchezza, emozioni di cui spesso non riusciamo ad essere padroni e che condizionano le nostre decisioni in modo imprevedibile. 10

2 Gabriele Giacomini del marketing le nostre scelte d acquisto Insomma: le nostre scelte nascono dall interazione fra due sistemi cognitivi di diversa natura. Non sempre ci affidiamo a quello riflessivo, controllato, meditato, deduttivo, lento, consapevole, ligio alle regole. Spesso a farla da padrone è un secondo sistema di pensiero: quello impulsivo, incontrollato, spontaneo, associativo, rapido, inconsapevole (Kahneman, 2002). Diceva bene il filosofo Pascal: il cuore ha le sue ragioni, che la ragione non conosce. Ed è proprio il cuore, con le sue impulsività e le sue emozioni, l elemento su cui fanno leva gli esperti di marketing per influenzare le nostre scelte d acquisto. Se fossimo perfetti calcolatori razionali, se riuscissimo in ogni situazione ad essere pienamente consapevoli delle nostre esigenze e delle nostre preferenze, allora saremmo al riparo anche dal più smaliziato esperto di marketing. Ma non è questa la realtà 11

3 Una buona strategia di marketing è concentrare i propri sforzi sul titolo di punta, cercando di innescare un effetto alone Effetto alone Un caso lampante è quello che i professionisti di marketing chiamano effetto alone. Se una persona ha una caratteristica eccezionale, sostiene lo psicologo Edward Thorndike, tendiamo ad assumere automaticamente che sia eccezionale anche in altri aspetti della sua personalità. Allo stesso modo, se un azienda possiede un pro- dotto di gran successo, i consumatori tendono ad assumere che siano molto buoni anche gli altri prodotti. È il caso dell iphone di Apple: le caratteristiche di successo di un prodotto si sono estese nell immaginario del consumatore a tutta l azienda, in una sorta di catena emotiva reputazionale. Una buona strategia di marketing, quindi, è concentrare i propri sforzi sul titolo di punta, cercando di innescare un effetto alone che induca gli individui a giudicare altrettanto buoni anche gli altri prodotti del marchio. È stato riscontrato, per esempio, che l emozione suscitata da una singola caratteristica di un vino, per esempio, il prezzo di vendita, può essere tanto potente da sovrastare anche la percezione del gusto (Box Vi piace il Cabernet Sauvignon? ). Le trappole dei supermercati Il supermercato è il luogo per eccellenza in cui si incontrano i desideri dei consumatori, i loro processi cognitivi, i prezzi, le marche e le trappole del marketing. Dobbiamo decidere Vi piace il Cabernet Sauvignon da 90 dollari? 12 John O Doherty, con i suoi colleghi del California Institute of Technology, ha sottoposto alcune persone a un curioso esperimento (O Doherty et al., 2008). Ai soggetti è stato spiegato che avrebbero assaggiato alcuni Cabernet Sauvignon, di qualità e prezzi differenti, e che avrebbero dovuto fare attenzione al piacere suscitato dal loro sapore. Mentre assaporavano il vino, ai soggetti veniva mostrato il prezzo della bottiglia corrispondente. In realtà, la stessa qualità di vino è stata offerta diverse volte, ma ogni volta è stata presentata con un prezzo diverso. Un vino il cui prezzo di commercio era di 90 dollari è stato presentato prima con il suo prezzo reale, poi al prezzo di 10 dollari. Un altro, dal valore commerciale di 5 dollari, è stato presentato prima con il suo prezzo reale, poi con quello gonfiato di 45 dollari. Ebbene, i partecipanti a questo esperimento hanno giudicato migliore il vino a cui gli sperimentatori avevano associato il prezzo maggiore. Non solo: i soggetti hanno dichiarato di provare minore piacere quando assaggiavano il prodotto da 5 dollari al suo prezzo reale rispetto a quando lo assaporavano al prezzo gonfiato di 45 dollari. Potenza delle rappresentazioni mentali.

4 Se fossimo in grado di discernere con chiarezza tutte le variabili in questione, allora ci faremmo influenzare solo dai nostri bisogni quale bibita acquistare al supermercato? Se fossimo in grado di discernere con chiarezza tutte le variabili in questione, se sapessimo dare con sicurezza ad ognuna di esse un valore in base alle nostre esigenze, allora ci faremmo influenzare solo dai nostri bisogni. Noi e il professionista di marketing giocheremmo alla pari. Ma nel momento in cui la psicologia cognitiva mette in dubbio la nostra razionalità, diventa evidente la nostra sensibilità al modo in cui le merci sono disposte o confezionate. A tal proposito Matteo Motterlini, professore di economia cognitiva al San Raffaele di Milano, suggerisce un esempio che può essere eloquente (Motterlini, 2006). Su uno scaffale di un supermercato ci sono due bibite: la prima costa 1 euro, la seconda 1,20. Il prezzo è equo e i clienti scelgono indifferentemente le due bibite, dividendosi al 50%. In un supermercato vicino, accanto alle due bibite ce n è una terza, che costa 1,50. Per quante persone optino per la bibita più cara, in questo supermercato la scelta di tutti i restanti clienti dovrebbe ripartirsi equamente sempre sulle prime due bibite. Invece non è così: si è scoperto che la presenza di una terza bibita sullo scaffale spinge la maggioranza dei soggetti a scegliere la bibita dal prezzo intermedio. Come mai? Il terzo prodotto, quello più costoso, fissa un punto di riferimento che il consumatore considera inconsapevolmente e che fa apparire gli altri due prodotti meno costosi di quanto sembrerebbero se quel riferimento non ci fosse e fossero considerati da soli. Insomma, la presenza del prodotto caro è una vera e propria esca, che porta i consumatori a preferire prodotti in media più costosi. Un esca a cui abbocchiamo spesso e volentieri In fondo, non è una novità che il modo in cui sono distribuite le merci possa influenzare il nostro comportamento d acquisto. Mettiamoci nei panni di un qualunque responsabile alle vendite che intenda favorire l acquisto di un prodotto piuttosto che di un altro. La presentazione dell assortimento delle merci è imprescindibile: alcune verran- 13

5 14 Con la semplice riorganizzazione della disposizione, è possibile aumentare o diminuire il consumo di molti alimenti no piazzate per prime, altre per ultime, altre ancora in uno scaffale speciale. Alcune saranno disposte in alto, altre in basso, altre ancora all altezza degli occhi. Secondo uno studio, con la semplice riorganizzazione della disposizione, è possibile aumentare o diminuire il consumo di molti alimenti addirittura del 25 per cento (Thaler e Sunstein 2008). In Italia, la frutta e la verdura non si consumano all inizio del pasto. Eppure, quando si entra in un supermercato, si incontrano sempre per prime. Ipotizziamo di incontrare per primi i dolci: saremmo in pochi ad avere la forza di volontà per acquistare prodotti meno golosi come frutta e verdura. Seguendo lo stesso ragionamento, non è un caso se i giocattoli o i dolciumi sono spesso a portata di mano dei bambini. Coppette di gelato traboccanti È stato già accennato che, oltre alla disposizione delle merci, anche il packaging, ovvero la scienza di confezionare i prodotti, può influenzare i nostri comportamenti. Ad esempio, quante volte avete comprato un gelato? E quante volte il gelato si è squagliato finendo per uscire dal contenitore? Oltre al caldo estivo, la responsabilità è anche di alcune regole del marketing che si adeguano ai nostri processi cognitivi. Immaginiamo di passeggiare in centro città e di incontrare due gelaterie. La prima ci offre due palline del nostro gusto preferito in una coppetta piccola: il gelato deborda dal suo contenitore. La seconda gelateria, invece, ci presenta una confezione con due palline di dimensioni più abbondanti: in questo caso la coppetta è grande e contiene il gelato comodamente. Se il gelato ci piace davvero, non avremmo esitazioni ad acquistare la seconda opzione: la quantità di gelato è più abbondante. Tuttavia, un interessante studio di Christopher Hsee (1998), docente di Scienza comportamentale presso l Università di Chicago, indica che le persone generalmente preferiscono la coppa piccola e traboccante a quella più grande ma mezza vuota. Per quale motivo? Evidentemente comprare una coppetta traboccante di gelato ci procura una sensazione positiva, mentre se ci viene offerta una coppetta mezza vuota la percezione immediata è negativa, anche se la quantità del nostro gelato preferito è maggiore. Nella valutazione ciò che conta non è la quantità di gelato, bensì la quantità in relazione alla capienza del contenitore. Questo esempio la dice lunga sull importanza che per un professionista di marketing riveste giocare con le proporzioni: nelle vesti di consumatori ci facciamo facilmente guidare dal loro potere.

6 Come difendersi dalle trappole del marketing Come possiamo difenderci dai professionisti del marketing e dai nostri processi cognitivi? L informazione e la conoscenza possono essere la base per un comportamento dei consumatori più consapevole. Ma c è di più: per la famosa legge del contrappasso, è possibile utilizzare a proprio vantaggio gli stessi meccanismi cognitivi che ci possono danneggiare. L obesità, per esempio, è un problema molto diffuso nella nostra società, è un disturbo che può portare problemi di salute anche gravi. Tutti sappiamo quanto sia psicologicamente faticoso portare a termine un percorso che risolva il disturbo. Ebbene, le persone obese possono utilizzare alcuni meccanismi cognitivi sfruttati dal marketing a proprio vantaggio. In che modo? L importanza che diamo alle proporzioni può spingerci, per esempio, ad adottare piatti non troppo grandi da utilizzare durante i pranzi: anche se cedessimo alla gola, mangiando piatti colmi di cibo, limiteremmo i danni. Anche le istituzioni pubbliche possono aiutarci a migliorare le nostre decisioni sulla salute. Pensiamo alla mensa di un sistema scolastico: il responsabile, senza cambiare in alcun modo il menu, può influire sulle scelte di bambini ed insegnanti modificando la maniera di distribuire e presentare gli alimenti. La frutta e la verdura possono essere situate nelle pri- Conoscendolo, il nostro sistema di pensiero spontaneo ed emotivo può trasformarsi in un prezioso alleato me posizioni, e al posto delle patatine fritte possono essere messe, ad altezza d occhi, i bastoncini di carote (Thaler e Sunstein, 2008). In questo modo l influenza del marketing viene essere esercitata per scopi positivi, inducendo gli individui a consumare più alimenti sani e meno alimenti nocivi. Insomma: non tutti i mali vengono per nuocere, compresi i limiti della nostra razionalità. Conoscendolo, il nostro sistema di pensiero spontaneo ed emotivo può trasformarsi in un prezioso alleato. Riferimenti bibliografici Hsee C. K. (1998), «Less is better: When low-value options are judged more highly than high-value options», Journal of Behavioural Decision Making, 11, Kahneman D. (2002), Maps of bounded rationality: A perspective on intuitive judgement and choice, Prize Lecture. Motterlini M. (2006), Economia emotiva, Rizzoli, Milano. Motterlini M. (2008), Trappole mentali, Rizzoli, Milano. Plassmann H., O Doherty J., Shiv B., Rangel A. (2008), «Marketing actions can modulate neural representation of experienced pleasantess», Proceedings of the National Academy of Science, 105 (3), Thaler R., Sunstein C. (2009), La spinta gentile, Feltrinelli, Milano. Tversky A., Kahneman D. (1974), «Judgement under uncertainty: Heuristics and biases», Science, 185, Winer R. (2000), Marketing management, Prentice Hall, New York. Gabriele Giacomini è specializzato in Filosofia della Mente, della Persona, della Città e della Storia presso l Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. Collabora con il CRESA, Centro di ricerca in epistemologia sperimentale e applicata di Milano. 15

Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali

Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali Agire per modificare la nostra autostima - Valori e regole personali Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre ma nell avere nuovi occhi M.Proust Per migliorare la propria autostima

Dettagli

Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo.

Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo. Il vuoto Una tazza di tè Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo. Il maestro servì il tè. Colmò la tazza del suo

Dettagli

ESPERIMENTO PSICOLOGIA E INVESTIMENTI ETICI

ESPERIMENTO PSICOLOGIA E INVESTIMENTI ETICI - DPSS - Università degli Studi di Padova http://decision.psy.unipd.it/ ESPERIMENTO PSICOLOGIA E INVESTIMENTI ETICI Corso di Psicologia Cognitiva (Prof. Lorella Lotto) Facoltà di Lettere e Filosofia Corso

Dettagli

Limitazioni cognitive e comportamento del consumatore (Frank, Capitolo 8)

Limitazioni cognitive e comportamento del consumatore (Frank, Capitolo 8) Limitazioni cognitive e comportamento del consumatore (Frank, Capitolo 8) RAZIONALITÀ LIMITATA Secondo Herbert Simon, gli individui non sono in grado di comportarsi come i soggetti perfettamente razionali

Dettagli

OLTRE LA CONSULENZA AGLI INVESTIMENTI

OLTRE LA CONSULENZA AGLI INVESTIMENTI OLTRE LA CONSULENZA AGLI INVESTIMENTI Immagine tratta da Freud, la finanza e la follia Economist 22 gennaio 2004 L intuizione umana è una pessima guida quando abbiamo a che fare con il rischio Ruggero

Dettagli

Io so cosa sto consumando

Io so cosa sto consumando LICEO ECONOMICO SOCIALE CASTELLI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CASTELLI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO IMMACOLATA Io so cosa sto consumando Noi ragazzi dell'istituto Immacolata della classe 3B abbiamo

Dettagli

MODULO II CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA

MODULO II CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA MODULO II I destinatari del diritto Materiali prodotti nell ambito del progetto I care dalla prof.ssa Giuseppa Vizzini con la collaborazione

Dettagli

Autostima Amica-Nemica

Autostima Amica-Nemica Autostima Amica-Nemica come influenza le nostre scelte Dott.ssa Gioia Negri Psicologa, Psicoterapeuta Dottore di Ricerca in Neuroscienze Cognitive cos è l Autostima? Definizione «psicologica» «il processo

Dettagli

Apprendimento. Dispositivo universale degli animali, supportato da una struttura nervosa.

Apprendimento. Dispositivo universale degli animali, supportato da una struttura nervosa. Apprendimento Dispositivo universale degli animali, supportato da una struttura nervosa. Esempio dell ameba: Risponde a stimoli nuovi (adattabilità) Identifica risposte adattive per prove ed errori (acquisizione

Dettagli

Il gabbiano Jonathan Livingston

Il gabbiano Jonathan Livingston Il gabbiano Jonathan Livingston Il gabbiano Jonathan Livingston è un gabbiano fuori dal comune: non segue mai lo stormo e va ad esercitarsi da solo per migliorare la tecnica del volo ad alta quota. Questo

Dettagli

DI APPRENDIMENTO: GLI STILI E LE MODALITA DI

DI APPRENDIMENTO: GLI STILI E LE MODALITA DI La progettazione formativa e didattica GLI STILI E LE MODALITA DI DI APPRENDIMENTO: dalle dalle conoscenze alla alla interiorizzazione dei dei comportamenti organizzativi 1 IL IL PERCORSO DELL APPRENDIMENTO

Dettagli

Cognitive biases and heuristics. Lumsa 18 maggio 2015

Cognitive biases and heuristics. Lumsa 18 maggio 2015 Cognitive biases and heuristics Lumsa 18 maggio 2015 Homo oeconomicus Razionalità delle decisioni: massimizzazione dell utilità attesa, updating bayesiano, aspettative razionali. Psicologi (ed economisti

Dettagli

Strategie per il benessere: emozione e relazione. Il rapporto tra pari Dott. Federica Biassoni

Strategie per il benessere: emozione e relazione. Il rapporto tra pari Dott. Federica Biassoni Università Cattolica del Sacro Cuore Strategie per il benessere: emozione e relazione Il rapporto tra pari Dott. Federica Biassoni Restituzione esercitazioni! Lettura dell espressione: centralità degli

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

Depressione e comportamento suicidario. Opuscolo informativo

Depressione e comportamento suicidario. Opuscolo informativo Depressione e comportamento suicidario Opuscolo informativo Depressione La vita a volte è difficile e sappiamo che fattori come problemi di reddito, la perdita del lavoro, problemi familiari, problemi

Dettagli

Il primo approccio: la fase dell ingaggio

Il primo approccio: la fase dell ingaggio FONDAZIONE IRCCS POLICLINICO Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico di Diritto Pubblico 27100 PAVIA Viale Golgi, 19 La relazione terapeutica col paziente sovrappeso obeso: Il

Dettagli

LAUDATIO PRONUNCIATA IN OCCASIONE DEL CONFERIMENTO DELLA LAUREA AD HONOREM A DANIEL KAHNEMANN Trento, 14 ottobre 2002

LAUDATIO PRONUNCIATA IN OCCASIONE DEL CONFERIMENTO DELLA LAUREA AD HONOREM A DANIEL KAHNEMANN Trento, 14 ottobre 2002 LAUDATIO PRONUNCIATA IN OCCASIONE DEL CONFERIMENTO DELLA LAUREA AD HONOREM A DANIEL KAHNEMANN Trento, 14 ottobre 2002 RINO RUMIATI Il Prof. Daniel Kahneman è nato a Tel Aviv e si è laureato in Psicologia

Dettagli

Progetto BABY ALCOOL

Progetto BABY ALCOOL COMUNE DI PAVIA Università degli Studi di Pavia Dipartimento di Psicologia CASA DEL GIOVANE PAVIA Progetto BABY ALCOOL RICERCA SUGLI STILI DI VITA e CONSUMO DI ALCOLICI DEGLI STUDENTI DELLE SCUOLE DI PAVIA

Dettagli

LE STRATEGIE DI COPING

LE STRATEGIE DI COPING Il concetto di coping, che può essere tradotto con fronteggiamento, gestione attiva, risposta efficace, capacità di risolvere i problemi, indica l insieme di strategie mentali e comportamentali che sono

Dettagli

Progetto Con Muu Muu a scuola di alimentazione. Classe 2 A Scuola Primaria di Serravalle Sesia

Progetto Con Muu Muu a scuola di alimentazione. Classe 2 A Scuola Primaria di Serravalle Sesia Progetto Con Muu Muu a scuola di alimentazione Classe 2 A Scuola Primaria di Serravalle Sesia Un viaggio veramente speciale La nostra amica Muu Muu, decide di andare in vacanza con i suoi amici, Quatto

Dettagli

Apprendimento Mediato dall Interazione Cognitiva con l Animale

Apprendimento Mediato dall Interazione Cognitiva con l Animale Apprendimento Mediato dall Interazione Cognitiva con l Animale Breve commento alla pet therapy Ad oggi, attraverso la preziosa attività comunemente definita pet therapy, vengono allestiti progetti che

Dettagli

Crea la Mappa per la tua autorealizzazione. di Anthony Robbins

Crea la Mappa per la tua autorealizzazione. di Anthony Robbins di Anthony Robbins Ti sei mai accorto che nella vita esistono cose che, non appena diventano rilevanti per noi, iniziano ad apparirci sempre più spesso? Pensa, ad esempio, all ultima volta che hai desiderato

Dettagli

Scuola Primaria I circolo didattico Marsciano a.s. 2010/2011. Percorso didattico tra educazione alla prosocialità e cooperative learning

Scuola Primaria I circolo didattico Marsciano a.s. 2010/2011. Percorso didattico tra educazione alla prosocialità e cooperative learning Scuola Primaria I circolo didattico Marsciano a.s. 2010/2011 Percorso didattico tra educazione alla prosocialità e cooperative learning Studio e riflessione sui distinguo teorici e analisi delle affinità

Dettagli

Durante una recente vacanza la vostra macchina fotografica

Durante una recente vacanza la vostra macchina fotografica Durante una recente vacanza la vostra macchina fotografica digitale si è rotta: ora dovete comprarne una nuova. Avevate quella vecchia da soli sei mesi e non avevate nemmeno imparato a usarne tutte le

Dettagli

ADM Associazione Didattica Museale. Progetto Educare alla Scienza con le mani e con il cuore

ADM Associazione Didattica Museale. Progetto Educare alla Scienza con le mani e con il cuore ADM Associazione Didattica Museale Progetto Educare alla Scienza con le mani e con il cuore EST a Scuola: mission impossible? Suddivisione degli insegnanti in 3 gruppi. Ogni gruppo deve affrontare 3 problemi

Dettagli

Variabili situazionali e differenze individuali nei processi decisionali

Variabili situazionali e differenze individuali nei processi decisionali Seconda Università di Napoli Facoltà di Economia - Dipartimento di Diritto ed Economia Facoltà di Psicologia - Dipartimento di Psicologia 20 e 21 maggio 2010 Economia cognitiva e sperimentale: decisioni

Dettagli

Oggi si parla di Autostima Sviluppare l efficacia personale

Oggi si parla di Autostima Sviluppare l efficacia personale Oggi si parla di Autostima Sviluppare l efficacia personale Firenze, 11 dicembre 2013 Nessuno può farvi sentire inferiore senza il vostro consenso. Eleanor Roosevelt Inversione di paradigma da persone

Dettagli

L autostima. A cura di Graziella Priulla

L autostima. A cura di Graziella Priulla L autostima A cura di Graziella Priulla E vero che in media le donne hanno meno autostima degli uomini? Che hanno debole percezione del proprio valore? Sono soprattutto le donne a soffrire di bassa autostima,

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

Le abitudini alimentari degli studenti in bovisa. Autore:Laura Scapini. mail: laura.scapini(at)alice.it

Le abitudini alimentari degli studenti in bovisa. Autore:Laura Scapini. mail: laura.scapini(at)alice.it Le abitudini alimentari degli studenti in bovisa Autore:Laura Scapini mail: laura.scapini(at)alice.it COSA MANGIAMO OGGI IN BOVISA?? sesso: femminile ANNI: 20-25 sesso: maschile ANNI: 20-25 sesso: m/f

Dettagli

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI UISP SEDE NAZIONALE Largo Nino Franchellucci, 73 00155 ROMA tel. 06/43984345 - fax 06/43984320 www.diamociunamossa.it www.ridiamociunamossa.it progetti@uisp.it ridiamociunamossa@uisp.it

Dettagli

Capitolo 17. Mercati con asimmetrie informative

Capitolo 17. Mercati con asimmetrie informative Capitolo 17 Mercati con asimmetrie informative Argomenti discussi Incertezza sulla qualità nel mercato dei bidoni Segnalazione Moral Hazard (azzardo morale) Micro F. Barigozzi 2 Perchè il mercato fallisce

Dettagli

TECNICHE DI DISTRAZIONE

TECNICHE DI DISTRAZIONE TECNICHE DI DISTRAZIONE Dobbiamo renderci conto che l ansia, la paura, la preoccupazione, sono sempre associati ad alcuni Pensieri Particolari per ogni persona, ed ognuno di noi Pensa, ha Immagini Particolari

Dettagli

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 3

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 3 PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... pazza! MODULO 3 Fino ad ora abbiamo lavorato sulla consapevolezza, identificando le 4 chiavi che ci servono per aver successo nel nostro

Dettagli

Non è un problema! Esperienze in atto per guardare senza timore il problema

Non è un problema! Esperienze in atto per guardare senza timore il problema Non è un problema! Esperienze in atto per guardare senza timore il problema Un po di storia Da sempre vi sono momenti in cui ciascun insegnante fa il punto sul percorso proposto ai suoi alunni e spesso

Dettagli

Tecniche di presenza Lightin. Tecniche di Presenza. Associazione Culturale Lightin

Tecniche di presenza Lightin. Tecniche di Presenza. Associazione Culturale Lightin Tecniche di Presenza Associazione Culturale Lightin 1 L energia della Natura Si dice che la Natura sia in perfetto equilibrio e di conseguenza anche noi che ne facciamo parte, dovremmo esserlo. L albero

Dettagli

Richiami di microeconomia

Richiami di microeconomia Capitolo 5 Richiami di microeconomia 5. Le preferenze e l utilità Nell analisi microeconomica si può decidere di descrivere ogni soggetto attraverso una funzione di utilità oppure attraverso le sue preferenze.

Dettagli

Capitolo 7 2 LE PRATICHE QUOTIDIANE DI VALUTAZIONE. Negli Stati Uniti si considera che ogni ragazzo abbia delle abilità diverse rispetto gli altri, e

Capitolo 7 2 LE PRATICHE QUOTIDIANE DI VALUTAZIONE. Negli Stati Uniti si considera che ogni ragazzo abbia delle abilità diverse rispetto gli altri, e Capitolo 7 2 LE PRATICHE QUOTIDIANE DI VALUTAZIONE. Negli Stati Uniti si considera che ogni ragazzo abbia delle abilità diverse rispetto gli altri, e siccome la valutazione si basa sulle abilità dimostrate

Dettagli

RELAZIONE dell Aula virtuale di Percezione

RELAZIONE dell Aula virtuale di Percezione PAOLO CANGIANO DISCIPLINE DELLA RICERCA PSICOLOGICO SOCIALE (Nettuno) Matricola nr 710756 RELAZIONE dell Aula virtuale di Percezione Aprile 2012 Indice 1. Introduzione p. 2 2. Procedura di raccolta dati

Dettagli

Le famiglie, il motore dell economia

Le famiglie, il motore dell economia Le famiglie, il motore dell economia Sommario 1. Le famiglie, protagoniste dell'economia... 2 1.1 Le attività delle famiglie... 2 2. Il lavoro e le fonti di reddito... 2 3. I consumi... 3 3.1 La propensione

Dettagli

Teoria del Prospetto: avversione alle perdita, framing e status quo

Teoria del Prospetto: avversione alle perdita, framing e status quo - DPSS - Università degli Studi di Padova http://decision.psy.unipd.it/ Teoria del Prospetto: avversione alle perdita, framing e status quo Corso di Psicologia del Rischio e della Decisione Facoltà di

Dettagli

PRINCIPI DI TERAPIA COGNITIVA

PRINCIPI DI TERAPIA COGNITIVA PRINCIPI DI TERAPIA COGNITIVA Secondo la terapia cognitiva, l uomo possiede la chiave della comprensione e soluzione del suo disturbo psicologico entro il campo della sua coscienza. I problemi dell individuo

Dettagli

Modesto Di Noia e il Potere della Mente nella Formazione Aziendale

Modesto Di Noia e il Potere della Mente nella Formazione Aziendale Modesto Di Noia e il Potere della Mente nella Formazione Aziendale Modesto Di Noia. Trainer in PNL e Psicologia Analogica. Titolare di Mentaltra, giovane azienda appena insediatosi nella Zona Industriale

Dettagli

Orientamenti pedagogico-didattici per una scuola di qualità Relazione a cura di Monica Barbolini

Orientamenti pedagogico-didattici per una scuola di qualità Relazione a cura di Monica Barbolini Orientamenti pedagogico-didattici per una scuola di qualità Relazione a cura di Monica Barbolini Il processo didattico è un processo di natura relazionale, nel senso che mira a sostenere lo studente nella

Dettagli

La cfs ovvero : la sindrome da stanchezza cronica

La cfs ovvero : la sindrome da stanchezza cronica La cfs ovvero : la sindrome da stanchezza cronica Tutti noi abbiamo dei periodi di stanchezza, solitamente transitoria, dovuti a cause conosciute come per esempio lo stress o il superlavoro, questa stanchezza

Dettagli

La comunicazione per il successo nella vita e nel lavoro. Corso a cura di Agape Consulting

La comunicazione per il successo nella vita e nel lavoro. Corso a cura di Agape Consulting La comunicazione per il successo nella vita e nel lavoro Corso a cura di Agape Consulting La comunicazione per il successo nella vita e nel lavoro La capacità di comunicare e di negoziare è il principale

Dettagli

Educare alle emozioni: il Ruolo dei genitori. 21 Novembre 2014 Comune di Villa Guardia Dott.ssa Valerie Moretti

Educare alle emozioni: il Ruolo dei genitori. 21 Novembre 2014 Comune di Villa Guardia Dott.ssa Valerie Moretti Educare alle emozioni: il Ruolo dei genitori 21 Novembre 2014 Comune di Villa Guardia Dott.ssa Valerie Moretti In passato non era necessario che i padri e le madri favorissero lo sviluppo emotivo dei bimbi.

Dettagli

1. Nome del corso. A TUTTO BENESSERE Il tuo benessere a 360 Mente Corpo Spirito. 2. Descrizione

1. Nome del corso. A TUTTO BENESSERE Il tuo benessere a 360 Mente Corpo Spirito. 2. Descrizione 1. Nome del corso A TUTTO BENESSERE Il tuo benessere a 360 Mente Corpo Spirito 2. Descrizione Cosa significa benessere a 360 gradi? Secondo la filosofia olistica, è necessario nutrire ed educare l'intero

Dettagli

La curva di offerta. La curva di offerta

La curva di offerta. La curva di offerta La curva di offerta La curva di offerta Un diagramma che mostra la quantità di un bene che i venditori desiderano vendere per un dato prezzo rapporto tra prezzo e quantità offerta Ha pendenza positiva

Dettagli

Tipologie di consumo Informazioni per il PD

Tipologie di consumo Informazioni per il PD Informazioni per il PD 1/5 Compito Gli alunni fanno un esperimento volto a illustrare le differenze tra un «consumo occasionale» e un «consumo problematico». Gli alunni riassumono le caratteristiche che

Dettagli

IL SIGNIFICATO DEI COMPITI A CASA: oltre la necessità di apprendimento

IL SIGNIFICATO DEI COMPITI A CASA: oltre la necessità di apprendimento IL SIGNIFICATO DEI COMPITI A CASA: oltre la necessità di apprendimento Riflessioni su tempo, sviluppo, regole, autonomia, fiducia, sostegno Dr.ssa Nadia Badioli IL SENSO DEI COMPITI STRUMENTO PER: incentivare

Dettagli

Il gruppo: un esperienza da condividere

Il gruppo: un esperienza da condividere Dipartimento Assistenziale Integrato Salute Mentale e Dipendenze Patologiche Unità Operativa SerT Sede Ser.T. di Ferrara Centro Psicosociale e Unità mobile di strada Il Direttore Prot. N. Ferrara, 14/10/2010

Dettagli

IL COMPUTER, COSA NE PENSANO GLI STUDENTI? 41 ATTO I: È ARRIVATO UN BASTIMENTO CARICO CARICO DI... COMPUTER!

IL COMPUTER, COSA NE PENSANO GLI STUDENTI? 41 ATTO I: È ARRIVATO UN BASTIMENTO CARICO CARICO DI... COMPUTER! IL COMPUTER, COSA NE PENSANO GLI STUDENTI? 41 AL COMPUTER, AL COMPUTER! S T R U M EN T O E 7 ATTO I: È ARRIVATO UN BASTIMENTO CARICO CARICO DI... COMPUTER! Atto I, scena I: La terra promessa (ovvero le

Dettagli

Marketing internazionale

Marketing internazionale A.A. 2007-2008 Marketing internazionale Dott.ssa Vania Vigolo Lezione 5 1 Comportamento del consumatore? STIMOLI - Ambientali - Di marketing RISPOSTE: - Prodotto -Brand -Distributore - Prezzo - Tempo d

Dettagli

Sovrappeso e obesità in età pediatrica

Sovrappeso e obesità in età pediatrica Sovrappeso e obesità in età pediatrica Caso clinico Gloria è una bambina di 10 anni e mezzo, apparentemente robusta che frequenta la V elementare. Non pratica attività sportiva extra scolastica, dopo che

Dettagli

Il Pediatra e la scuola per una corretta alimentazione: Dott. Alberto Ferrando

Il Pediatra e la scuola per una corretta alimentazione: Dott. Alberto Ferrando Il Pediatra e la scuola per una corretta alimentazione: Dott. Alberto Ferrando Pediatra di Famiglia Past Pres. SIP Liguria Vicepresidente APEL Pres. Fed. Reg. Ordini dei Medici della Liguria In un ambiente

Dettagli

I criteri della scelta e della riforma

I criteri della scelta e della riforma I criteri della scelta e della riforma La preghiera ha il fine di vincere se stessi, vincere la propria ignoranza, la propria pigrizia mentale per conoscere il Signore. Ogni preghiera deve essere mirata

Dettagli

Note sull allestimento per esporre : Il viaggio di Alicia. o se si preferisce : The trip of Alicia

Note sull allestimento per esporre : Il viaggio di Alicia. o se si preferisce : The trip of Alicia Note sull allestimento per esporre : Il viaggio di Alicia o se si preferisce : The trip of Alicia (Versione 4 del 25/nov/2008) La domanda fondamentale è : Is cyberspace really a place? Le relazioni, le

Dettagli

35 ANNI AGENZIA DI PUBBLICITÀ

35 ANNI AGENZIA DI PUBBLICITÀ 1977 2012 35 ANNI AGENZIA DI PUBBLICITÀ DIFFERENZIARSI PER SOPRAVVIVERE ALLA COMPETIZIONE E AVERE SUCCESSO Come un azienda può ritagliarsi un immagine che la distingua in un mercato sovraffollato. CHE

Dettagli

Classi 1 A 1B 1C Scuola Aurelio Saffi di Siena LA POSTA DEL CUORE

Classi 1 A 1B 1C Scuola Aurelio Saffi di Siena LA POSTA DEL CUORE Classi 1 A 1B 1C Scuola Aurelio Saffi di Siena LA POSTA DEL CUORE All inizio del mese di Febbraio abbiamo chiesto ai bambini di procurarsi delle buste da lettera nuove. Quando tutti le hanno portate a

Dettagli

Consulenza finanziaria 2.0: l importanza dell emotività nella gestione del cliente

Consulenza finanziaria 2.0: l importanza dell emotività nella gestione del cliente w w w. P F A c a d e m y. i t Pianificazione e contabilità mentale del cliente Consulenza finanziaria 2.0: l importanza dell emotività nella gestione del cliente R e l a t o r e : Giacomo Camisa H e a

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

Modalità Relazionali. Formazione 01/12/2007

Modalità Relazionali. Formazione 01/12/2007 Modalità Relazionali Formazione 01/12/2007 R. Magritte Le Therapeute Modalità di resistenza al contatto Introiezione Proiezione Retroflessione Deflessione Confluenza Polster E. Polster M. Psicologia della

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Testi del Syllabus. Docente INNOCENTI ALESSANDRO Matricola: 004615. Insegnamento: 101507 - ECONOMIA APPLICATA. Anno regolamento: 2011 CFU:

Testi del Syllabus. Docente INNOCENTI ALESSANDRO Matricola: 004615. Insegnamento: 101507 - ECONOMIA APPLICATA. Anno regolamento: 2011 CFU: Testi del Syllabus Docente INNOCENTI ALESSANDRO Matricola: 004615 Anno offerta: 2013/2014 Insegnamento: 101507 - ECONOMIA APPLICATA Corso di studio: PE002 - SCIENZE POLITICHE Anno regolamento: 2011 CFU:

Dettagli

Università degli studi di Padova OPTIMISM, HOPE AND SATISFACTION IN ADULTS WUTH AND WITHOUT INTELLECTUAL DISABILITY

Università degli studi di Padova OPTIMISM, HOPE AND SATISFACTION IN ADULTS WUTH AND WITHOUT INTELLECTUAL DISABILITY Università degli studi di Padova OPTIMISM, HOPE AND SATISFACTION IN ADULTS WUTH AND WITHOUT INTELLECTUAL DISABILITY Schirone Maria Giovanna 2011 La psicologia positiva la Psicologia Positiva non è niente

Dettagli

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe GIANLUIGI BALLARANI I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe Individuarli e correggerli VOLUME 3 1 GIANLUIGI BALLARANI Autore di Esami No Problem Esami No Problem Tecniche per

Dettagli

Teoria del Prospetto: avversione alle perdita, framing e status quo

Teoria del Prospetto: avversione alle perdita, framing e status quo - DPSS - Università degli Studi di Padova http://decision.psy.unipd.it/ Teoria del Prospetto: avversione alle perdita, framing e status quo Corso di Psicologia del Rischio e della Decisione Facoltà di

Dettagli

Ho imparato a fare le idee. Approfondimento: ruolo ed evoluzione delle grafiche progettuali. Strategie per progettisti consapevoli

Ho imparato a fare le idee. Approfondimento: ruolo ed evoluzione delle grafiche progettuali. Strategie per progettisti consapevoli Materiali di scarto industriale per una pedagogia sostenibile Ho imparato a fare le idee Strategie per progettisti consapevoli Tasca Ilaria, insegnante di scuola dell infanzia Approfondimento: ruolo ed

Dettagli

Quotidiano. www.ecostampa.it

Quotidiano. www.ecostampa.it Quotidiano 097156 www.ecostampa.it Quotidiano 097156 www.ecostampa.it Quotidiano 097156 www.ecostampa.it 24 novembre 2013 NUMERO 182 ANNO 7 Pharma kronos QUOTIDIANO D INFORMAZIONE FARMACEUTICA Aspirina

Dettagli

Editore: Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro - Sede Operativa: via San Vito 7, 20123 Milano, Tel. 02 7797.1, www.airc.

Editore: Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro - Sede Operativa: via San Vito 7, 20123 Milano, Tel. 02 7797.1, www.airc. Editore: Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro - Sede Operativa: via San Vito 7, 20123 Milano, Tel. 02 7797.1, www.airc.it Numero Verde 800.350.350 - Coordinamento redazionale: Patrizia Brovelli

Dettagli

WERNER GÜTH Max Planck Institute of Economics Jena, Germany INTERSEZIONI DI: INFORMAZIONI INCOMPLETE, RAZIONALITÀ LIMITATA E SUGGERIMENTI ESTERNI

WERNER GÜTH Max Planck Institute of Economics Jena, Germany INTERSEZIONI DI: INFORMAZIONI INCOMPLETE, RAZIONALITÀ LIMITATA E SUGGERIMENTI ESTERNI WERNER GÜTH Max Planck Institute of Economics Jena, Germany INTERSEZIONI DI: INFORMAZIONI INCOMPLETE, RAZIONALITÀ LIMITATA E SUGGERIMENTI ESTERNI 1. Problemi di informazione 2. Tipi di incertezza 3. Avere

Dettagli

Start-up. Vino75: e la app accompagna la scelta

Start-up. Vino75: e la app accompagna la scelta Mercoledì, 12 Marzo 2014 12:30 Start-up. Vino75: e la app accompagna la scelta A cura di Annalisa Zordan Scegliere il vino per la cena non sarà più così difficile. Genere, caratteristiche organolettiche,

Dettagli

Belowthebiz idee in rete

Belowthebiz idee in rete Strategia? La parola strategia è una di quelle che oggi si sentono più spesso sulla bocca di tutti, managers, consulenti, guru, ecc. Oggi è necessario avere una strategia, per essere più competitivi, per

Dettagli

grazie per la vostra lettera! E stato emozionante vedervi nella vostra bellissima natura!

grazie per la vostra lettera! E stato emozionante vedervi nella vostra bellissima natura! Carissimi amici, grazie per la vostra lettera! E stato emozionante vedervi nella vostra bellissima natura! Purtroppo per noi, però, è arrivato il momento di salutarvi, perché non solo siamo alla fine dell

Dettagli

Vipassana dipendenze e salute

Vipassana dipendenze e salute Vipassana dipendenze e salute Seminario promosso dal Vipassana Research Institute Dhamma Giri, Igatpuri, India, dicembre 1989 Conclusioni * di S.N. Goenka Il circolo vizioso - Tra schiavitù e autonomia

Dettagli

4 passi verso il BENESSERE

4 passi verso il BENESSERE 4 passi verso il BENESSERE Bene, hai fatto un altro passo verso il Benessere fisico. In questo libretto scoprirai quali sono i punti fondamentali sui quali porre attenzione per migliorare il tuo benessere

Dettagli

IL BAMBINO CON DSA IN CLASSE:

IL BAMBINO CON DSA IN CLASSE: IL BAMBINO CON DSA IN CLASSE: CHE FARE? XII Convegno «Imparare: questo è il problema» San Marino 19-20 settembre 2014 Dott.Ssa Daniela Gallo Dott. Ssa Chiara Tintoni Insegnanti: «non vuole usare la sintesi

Dettagli

NATI PER COMPRARE. (sogni e bisogni di piccoli e grandi consumatori) Dott.ssa Lisa De Simone TARANTO 12 febbraio 2011

NATI PER COMPRARE. (sogni e bisogni di piccoli e grandi consumatori) Dott.ssa Lisa De Simone TARANTO 12 febbraio 2011 NATI PER COMPRARE (sogni e bisogni di piccoli e grandi consumatori) Dott.ssa Lisa De Simone TARANTO 12 febbraio 2011 I bambini sono consumatori a pieno titolo il canale tra il mercato del consumo e la

Dettagli

Settimana del SAPERE

Settimana del SAPERE Settimana del SAPERE Fascicolo 1 Il sapere e la storia di due giovani uomini All interno: l originale in Inglese e la traduzione in Italiano di una delle più famose lettere di vendita di tutti i tempi

Dettagli

Teoria dei Giochi. In generale è possibile distinguere i giochi in due classi principali:

Teoria dei Giochi. In generale è possibile distinguere i giochi in due classi principali: Teoria dei Giochi Dr. Giuseppe Rose (Ph.D., M.Sc., London) Università degli Studi della Calabria Corso di Laurea Magistrale in Economia Applicata a.a 2011/2012 Handout 1 1 Nozioni introduttive La teoria

Dettagli

Favorire l autostima nel bambino. Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it

Favorire l autostima nel bambino. Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it Favorire l autostima nel bambino Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it 1 Un senso di impotenza si sviluppa in seguito all incapacità di influenzare positivamente le proprie

Dettagli

Istituto Comprensivo - CASTELBOLOGNESE - Scuola Primaria C. Bassi UN VIAGGIO TRA CIBO GLOBALE E CIBO LOCALE

Istituto Comprensivo - CASTELBOLOGNESE - Scuola Primaria C. Bassi UN VIAGGIO TRA CIBO GLOBALE E CIBO LOCALE UN VIAGGIO TRA CIBO GLOBALE E CIBO LOCALE Scuola Primaria C. Bassi : Classi V A e V B (lavori di gruppo) ISTITUTO COMPRENSIVO DI CASTELBOLOGNESE Docente Coordinatore: Claudia Cortecchia A proposito di...

Dettagli

Gli orari e i servizi

Gli orari e i servizi INfanzia IN fiore Le Scuole dell infanzia di Attraverso esperienze reali impariamo le norme e i comportamenti da adottare in caso di pericolo I progetti Gli esperti Sportello psicologico una psicologa

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO RENZO GASPARINI" NOVI DI MODENA

ISTITUTO COMPRENSIVO RENZO GASPARINI NOVI DI MODENA ISTITUTO COMPRENSIVO RENZO GASPARINI" NOVI DI MODENA E UNIONE DELLE TERRE D ARGINE I FATTORI DI PROTEZIONE SAPER VALORIZZARE E CREDERE NEI PROPRI FIGLI AUMENTARE LA FIDUCIA NEI FIGLI FAVORIRE LO DI RESILIENZA

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

BG Ingénieurs Conseil, Ginevra

BG Ingénieurs Conseil, Ginevra BG Ingénieurs Conseil, Ginevra Diego Salamon, datore di lavoro Su incarico dell AI la Cadschool, istituto di formazione per la pianificazione e l illustrazione informatica, ci ha chiesto se potevamo assumere

Dettagli

Acquisto di cibo : uno sguardo critico sui consumi

Acquisto di cibo : uno sguardo critico sui consumi Piste per l educazione allo sviluppo sostenibile (ESS) Manifesto 1024 Sguardi Acquisto di cibo : uno sguardo critico sui consumi Tema: Alimentazione e consumo Livello: 1 ciclo (1-4 HarmoS) (1-4 HarmoS)

Dettagli

Nausea e vomito da chemioterapia

Nausea e vomito da chemioterapia Nausea e vomito da chemioterapia La nausea e il vomito sono tra gli effetti collaterali più temuti dai soggetti che devono sottoporsi a una chemioterapia per un tumore perché hanno un grande impatto sulla

Dettagli

Le distorsioni cognitive nei processi decisionali e negoziali: una review e alcuni esperimenti (I parte)

Le distorsioni cognitive nei processi decisionali e negoziali: una review e alcuni esperimenti (I parte) No. 56/2005 Le distorsioni cognitive nei processi decisionali e negoziali: una review e alcuni esperimenti (I parte) A cura di Fabrizio Montanari UNIVERSITÀ DI MODENA E REGGIO EMILIA Le distorsioni cognitive

Dettagli

Giudizio Probabilistico

Giudizio Probabilistico Giudizio Probabilistico COME LE PERSONE NON ESPERTE VALUTANO GLI EVENTI INCERTI Fondamenti di Psicologia Generale Cap. 20 Dott.ssa Stefania Pighin - stefania.pighin@unitn.it Psicologia del Pensiero Come

Dettagli

LA PROPOSTA FORMATIVA

LA PROPOSTA FORMATIVA LA PROPOSTA FORMATIVA FORMIAMO PERSONE, PRIMA DI FORMARE MANAGER E UOMINI DI AZIENDA IL METODO VALORIZZAZIONE DELLE ESPERIENZE PROFESSIONALI E CULTURALI TRASFERIBILITÀ DI QUANTO APPRESO AL CONTESTO LAVORATIVO

Dettagli

AUTO-IPNOSI. Siamo quello che siamo e dove siamo perché prima lo abbiamo immaginato. (Donald Curtis) AUTO-IPNOSI

AUTO-IPNOSI. Siamo quello che siamo e dove siamo perché prima lo abbiamo immaginato. (Donald Curtis) AUTO-IPNOSI AUTO-IPNOSI Siamo quello che siamo e dove siamo perché prima lo abbiamo immaginato. (Donald Curtis) AUTO-IPNOSI E una tecnica terapeutica molto efficace, può essere applicata per risolvere alcuni disturbi

Dettagli

Programmazione neurolinguistica. La PNL non è un insieme di tecniche. È, piuttosto, lo studio e il modellamento delle strategie di successo.

Programmazione neurolinguistica. La PNL non è un insieme di tecniche. È, piuttosto, lo studio e il modellamento delle strategie di successo. Programmazione neurolinguistica La PNL non è un insieme di tecniche. È, piuttosto, lo studio e il modellamento delle strategie di successo. OBIETTIVI della PNL Obiettivi: - individuare nella struttura

Dettagli

1. perché per il bambino è un bene avere in casa un cane? Quali sinergie si sviluppano all interno del gruppo famigliare?

1. perché per il bambino è un bene avere in casa un cane? Quali sinergie si sviluppano all interno del gruppo famigliare? Intervista all educatore cinofilo E. Buoncristiani 1. perché per il bambino è un bene avere in casa un cane? Quali sinergie si sviluppano all interno del gruppo famigliare? Gli aspetti positivi di questa

Dettagli

di informazione asimmetrica:

di informazione asimmetrica: Informazione asimmetrica In tutti i modelli che abbiamo considerato finora abbiamo assunto (implicitamente) che tutti gli agenti condividessero la stessa informazione (completa o incompleta) a proposito

Dettagli

Proprietà letteraria riservata 2006 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 88-17-01185-1. Prima edizione: giugno 2006

Proprietà letteraria riservata 2006 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 88-17-01185-1. Prima edizione: giugno 2006 Proprietà letteraria riservata 2006 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 88-17-01185-1 Prima edizione: giugno 2006 Indice A chi è destinato questo libro? 13 1. La via tantrica: un viaggio verso l ignoto A cosa

Dettagli

STUDIARE, PERCHE? Trascrizione da parte degli studenti di Capri dell incontro con Marco Bersanelli, docente di astrofisica

STUDIARE, PERCHE? Trascrizione da parte degli studenti di Capri dell incontro con Marco Bersanelli, docente di astrofisica STUDIARE, PERCHE? Trascrizione da parte degli studenti di Capri dell incontro con Marco Bersanelli, docente di astrofisica 1) Com è possibile ridestare la voglia di studiare e cos ha risvegliato in te

Dettagli

Ciao Pizza, per chi ha il gusto del business.

Ciao Pizza, per chi ha il gusto del business. Ciao Pizza, per chi ha il gusto del business. La nostra storia. Ciao Pizza nasce nel 1996 dall idea di tre giovani imprenditori di creare un realtà stabile nel settore della piccola ristorazione. Non c

Dettagli

Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo

Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo B. Munari inside INSIDE è specializzata nella trasformazione organizzativa, nello sviluppo e nella valorizzazione del capitale umano

Dettagli