L evoluzione del sistema sanitario. Overview di alcuni paesi europei.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L evoluzione del sistema sanitario. Overview di alcuni paesi europei."

Transcript

1 L evoluzione del sistema sanitario. Overview di alcuni paesi europei. Belgio Danimarca Francia Germania Norvegia Olanda Polonia Regno Unito Spagna Svezia Svizzera Ungheria WORKING PAPER NON PUBBLICATO 22 settembre 2008 di Veronica Scardigli e Claudia Secondi 1

2 INDICATORI DI SINTESI 2

3 Tab.1.1 Spesa pubblica e privata per il settore sanitario Fonte Who, 2005 Country Total expenditure on health as percentage of gross domestic product General government expenditure on health as % of total expenditure on health Private expenditure on health as percentage of total expenditure on health 1 (out of pocket + private prepaid plans) Belgium 9,6 71,4 28,6 Denmark 9,4 83,6 16,4 France 11,2 79,9 20,1 Germany 10,7 76,9 23,1 Hungary 7,8 70,8 29,2 Italy 8,9 76,6 23,4 Netherlands 9,2 64,9 35,1 Norway 9,1 83,5 16,5 Poland 6,2 69,3 30,7 Spain 8,2 71,4 28,6 Sweden 9,2 81,7 18,3 Switzerland 11,4 59,3 40,2 United Kingdom 8,2 87,1 12,9 Fig.1.1 Spesa pubblica e privata (rosso) per il settore sanitario come % del pil Fonte Who, Switzerland France Germany Belgium Denmark Netherlands Sweden Norway Italy Spain United Kingdom Hungary Poland 1 Private expenditure on health is the sum of outlays for health by private entities, non-profit institutions serving households, resident corporations and quasi-corporations not controlled by government with a health services delivery or financing, and direct household out-of-pocket payments. 3

4 Tab.1.2 Composizione della spesa privata per il settore sanitario Fonte Who, 2005 Country Out-of-pocket expenditure as percentage of private expenditure on health 2 Private prepaid plans as percentage of private expenditure on health 3 Belgium 78,7 18,7 Denmark 90,7 9,0 France 33,2 63,0 Germany 56,8 39,8 Hungary 86,8 4,1 Italy 86,6 3,9 Netherlands 21,9 55,5 Norway 95,2 - Poland 85,1 1,8 Spain 73,1 22,6 Sweden 88,5 1,6 Switzerland 75,9 22,0 United Kingdom 92,1 7,9 2 Out-of-pocket spending by private households (OOPs) is the direct outlay of households, including gratuities and payments in kind, made to health practitioners and suppliers of pharmaceuticals, therapeutic appliances and other goods and services. It includes household payments to public services, non-profit institutions and nongovernmental organizations. It includes non-reimbursable cost sharing, deductibles, co-payments and fee-for service, but excludes payments made by companies that deliver medical and paramedical benefits, whether required by law or not, to their employees. It excludes payments for overseas treatment. 3 Prepaid and risk-pooling plans are the expenditure on health by private insurance institutions. Private insurance enrolment may be contractual or voluntary, and conditions and benefits or basket of benefits are agreed on a voluntary basis between the insurance agent and the beneficiaries. They are thus not controlled by government units for the purpose of providing social benefits to members. 4

5 Tab.1.3 Spesa pubblica e privata per il settore sanitario Fonte Who, 2006 Country Total expenditure on health as percentage of gross domestic product General government expenditure on health as % of total expenditure on health Private expenditure on health as percentage of total expenditure on health (out of pocket + private prepaid plans) Belgium 9,5 71,1 28,9 Denmark 9,5 84,0 16,0 France 11,1 79,7 20,3 Germany 10,4 76,6 23,4 Hungary 7,6 70,8 29,2 Italy 9,0 77,1 22,9 Netherlands 9,3 81,8 18,2 Norway 8,7 83,6 16,4 Poland 6,2 69,9 30,1 Spain 8,1 72,5 27,5 Sweden 8,9 81,2 18,8 Switzerland 11,3 60,3 39,7 United Kingdom 8,4 87,4 12,6 Fig.1.2 Spesa pubblica e privata (rosso) per il settore sanitario come % del pil Fonte Who, Switzerland France Germany Denmark Belgium Netherlands Italy Sweden Norway United Kingdom Spain Hungary Poland 5

6 Tab.1.4 Composizione della spesa privata per il settore sanitario Fonte Who, 2006 Out-of-pocket expenditure as percentage of private expenditure on health Private prepaid plans as percentage of private expenditure on health Belgium 78,7 18,6 Denmark 90,1 9,5 France 33,2 63,0 Germany 56,7 39,9 Hungary 86,8 4,1 Italy 86,2 4,0 Netherlands 33,0 32,3 Norwey 95,2 - Poland 85,0 1,9 Spain 76,4 23,6 Sweden 87,9 1,6 Switzerland 76,2 21,5 United Kingdom 92,2 7,8 6

7 Tab.1.5 Spesa pubblica e privata per il settore sanitario Fonte Who, 2005 Country Per capita government expenditure on health at average exchange rate 4 (US$) Per capita private expenditure on health at average exchange rate (US$) Per capita total expenditure on health at average exchange rate (US$) Norway Switzerland Denmark France Sweden Germany Netherlands Belgium United Kingdom Italy Spain Hungary Poland Fig. 1.3 Spesa pro capite totale e privata (rosso) espressa in dollari - Fonte Who, Norway Switzerland Denmark France Sweden Germany Netherlands Belgium United Kingdom Italy Spain Hungary Poland 4 Exchange rate is the annual average or year-end number of units at which a currency is traded in the banking system. 7

8 Tab.1.6 Livello di gradimento per i servizi sanitari Fonte Euro Health Consumer Index Patient rights and information Waiting time for treatment Outcomes Generosity of public systems Pharmaceuticals Belgium Denmark France Germany Hungary Italy Netherlands Norway Poland Spain Sweden Switzerland United Kingdom Fig. 1.4 Livello di gradimento per i servizi sanitari Fonte EHCI Netherlands France Switzerland Germany Sweden Norway Denmark Belgium Spain United Kingdom Italy Hungary Poland 8

9 Fig. 1.5 Livello di gradimento per i servizi sanitari (EHCI 2007), % spesa sul Pil, % spesa privata sul Pil (Who, 2006) 12,0 Private expenditure GDP ,0 8,0 6,0 4,0 2,0 - Switzerland France Germany Denmark Belgium Netherlands Italy Sweden Total expenditur GDP Norway United Kingdom Spain Hungary Poland Consumer satisfaction - EHCI

10 SCHEDE PAESE 10

11 BELGIO Dati di contesto Descrizione sintetica del sistema Modello istituzionale Aspetti caratterizzanti del sistema Popolazione (in migliaia) (2006) Età media popolazione (2006) 41 anni Aspettativa di vita alla nascita (2006) 79 anni Tasso di mortalità adulta (ogni 1000) (2006) 86 Tasso di mortalità infantile (ogni 1000) (2006) 4 Totale spesa per la sanità come percentuale del PIL 9,5% (2006) Spesa pubblica come percentuale della spesa 71,1% complessiva per la sanità (2006) Spesa privata come percentuale della spesa 28,9% complessiva per la sanità (2006) Sistema sicurezza sociale (Bismark) Il sistema sanitario belga è di tipo Bismarckiano e prevede dunque che i cittadini sottoscrivano un assicurazione sanitaria obbligatoria. Esistono due schemi assicurativi: lo schema generale, che copre l 85% della popolazione, e quello dei liberi professionisti, che assicura la copertura al 15% della popolazione. Sino al 2004 il fondo per i liberi professionisti copriva solo i rischi maggiori, a partire dal 2004 la copertura è stata ampliata anche ai rischi minori. I contributi sono legati al reddito, le quote sono fissate per legge, e indipendenti dal rischio. Oltre l assicurazione sanitaria obbligatoria, esistono anche fondi di assicurazione complementare di natura sia pubblica sia privata. Il sistema sanitario è principalmente organizzato su due livelli: federale e regionale. Il governo federale è responsabile della regolamentazione e del sistema di finanziamento dell assicurazione sanitaria obbligatoria, della determinazione dei criteri di accreditamento, del finanziamento delle strutture ospedaliere, della determinazione del budget complessivo per i servizi sanitari, della registrazione dei farmaci e del controllo del loro prezzo. I governi regionali sono responsabili della promozione dell educazione sanitaria, dei servizi dedicati alla maternità e ai bambini, di diversi aspetti legati alla popolazione anziana, dell implementazione degli standard di accreditamento degli ospedali e del finanziamento di questi. A livello nazionale il National Institute for Sickness and Disability Insurance (RIZIV-INAMI) si occupa dell organizzazione generale e della gestione finanziaria dell assicurazione sanitaria obbligatoria, nonché del controllo delle spese sanitarie, della corretta implementazione della legislazione vigente da parte dei fornitori di servizi sanitari e dei fondi assicurativi, e di organizzare la consulenza tra gli attori coinvolti nell assicurazione sanitaria obbligatoria. L assicurazione sanitaria obbligatoria è organizzata attraverso sei fondi malattia privati non profit ed un fondo pubblico. Tutti gli individui devono associarsi o registrarsi ad un fondo malattia: o ad uno dei 6 fondi malattia, o ad un servizio regionale del Auxiliary Fund for Sickness and Disability Insurance. 11

12 Sistema finanziamento Il compito principale dei fondi malattia è quello di rimborsare i servizi sanitari e di rappresentare i membri al National Institute for Sickness and Disability Insurance (RIZIV-INAMI). I fondi malattia competono tra loro principalmente in base ai servizi destinati ai membri e alle attività e servizi complementari a questi offerti. Legalmente, i membri possono cambiare fondo malattia dopo un anno, ma la mobilità è piuttosto bassa (1%, 2003). Le compagnie di assicurazione sanitarie private for profit costituiscono solo una piccola parte del mercato delle assicurazioni sanitarie. Il Sistema sanitario è finanziato da un sistema di contributi (54,5%), sussidi governativi (32%), compartecipazione degli utenti (13,5%). I contributi sono versati da lavoratori e datori di lavoro secondo aliquote differenziate, sulla base del reddito. Alcuni gruppi sociali (vedove, orfani, invalidi e pensionati con basso reddito) sono esentati ed è lo Stato a pagare per loro. Il Belgio ha un sistema piuttosto esteso di compartecipazione. Le cure di un Mmg o di un dentista richiedono il pagamento di un ticket del 30% circa, per le cure specialistiche la percentuale sale al 40%; i farmaci hanno un sistema di compartecipazione differenziato sulla base dell importanza terapeutica e anche l assistenza ospedaliera prevede un sistema di ticket. I gruppi sociali a basso reddito pagano il ticket sino a un tetto massimo annuo. Dal 1995 i fondi malattia ricevono un budget previsionale, aggiustato al rischio, dal National Institute for Sickness and Disability Insurance (RIZIV-INAMI) per finanziare i costi sanitari dei membri associati e ricevono inoltre dei sussidi per coprire i costi amministrativi basati sul numero e sulle caratteristiche sociali dei loro membri. Ai fondi malattia è inoltre data la possibilità di sviluppare servizi e attività al di fuori di quanto prescritto dal programma di sicurezza sociale; in questo ambito delle assicurazioni sanitarie volontarie, i fondi competono con le compagnie assicurative private dalle quali si differenziano in quanto non operano una selezione basata sul rischio. Il rimborso dei servizi forniti dipende dal tipo di servizio erogato, dalla somma accumulata già pagata dall utente, e alcuni servizi per essere rimborsati necessitano di un approvazione a priori da parte del cosiddetto medico consulente (advisory physicians) del fondo malattia. I servizi che sono coperti dall assicurazione sanitaria obbligatoria sono descritti in un elenco dettagliato, stabilito a livello nazionale, e contenente più di 8000 servizi. Per ciascun servizio sono specificati l onorario contrattuale e la quota di rimborso. I servizi che non sono inclusi nell elenco non sono rimborsabili. Tale elenco viene negoziato annualmente tra i rappresentanti dei fondi malattia e i rappresentanti dei professionisti sanitari. Dall elenco sono esclusi alcuni servizi sanitari come le terapie alternative (agopuntura, omeopatia, osteopatia). Gli interventi di chirurgia plastica, gli occhiali e le cure odontotecniche sono rimborsabili solo sotto certe condizioni. Il sistema prevede una compatertecipazione alla spesa da parte dei pazienti; esistono due sistemi di pagamento: 1. Un sistema di rimborso per le cure ambulatoriali, secondo cui i pazienti pagano l intero costo dei servizi usufruiti e ottengono poi il rimborso di una parte delle spese dal fondo malattia; 12

13 Sistema negoziale 2. Un sistema di pagamento da parte del terzo pagante (third-party payer), secondo cui il fondo malattia paga direttamente il fornitore delle prestazioni sanitarie mentre il paziente paga soltanto la parte di co-pagamento e co-assicurazione (i ricoveri e i farmaci). Molti Mmg sono pagati sulla base dell onorario per il servizio prestato: il paziente paga la parcella per il consulto direttamente al medico e poi viene rimborsato dal fondo malattia; la maggior parte dei servizi sono rimborsati per il 75%, così che il paziente partecipa al 25% del costo. All incirca 2500 farmaci sono in parte o totalmente rimborsabili; la percentuale del rimborso è variabile e dipende dall importanza terapeutica del farmaco. I fondi malattia agiscono collettivamente nelle negoziazioni con i fornitori di prestazioni sanitarie. Le tariffe e le parcelle per i servizi erogati dai professionisti sanitari sono stabilite collettivamente all interno del RIZIV-INAMI tra i fondi malattia e le organizzazioni rappresentative dei professionisti sanitari (medici, dentisti, infermieri, ospedali ecc.). I prezzi decisi sono considerati all interno del processo di budget. Gli accordi presi regolano le relazioni finanziarie ed amministrative tra gli assicurati, rappresentati dai rispettivi fondi malattia, e i professionisti sanitari. Oltre ai costi e alle tariffe di rimborso, le convenzioni e gli accordi contengono anche un vasto spettro di condizioni relativamente al contenuto, alla quantità e alla qualità delle cure. Sistema dei controlli Dal 1980 parte della responsabilità per la politica sanitaria è stata trasferita dal governo federale ai governi regionali; le responsabilità relative al sistema sanitario delle province e delle municipalità sono limitate. A livello nazionale il National Institute for Sickness and Disability Insurance (RIZIV-INAMI) si occupa dell organizzazione generale e della gestione finanziaria dell assicurazione sanitaria obbligatoria, nonché del controllo delle spese sanitarie, della corretta implementazione della legislazione vigente da parte dei fornitori di servizi sanitari e dei fondi assicurativi. La responsabilità per la sicurezza sociale, l assicurazione sanitaria obbligatoria, la politica farmaceutica e la legislazione ospedaliera è comunque affidata principalmente al livello federale. Universalismo Libertà di scelta utenti Commenti Il sistema sanitario belga è basato sul principio di parità di accesso alle strutture sanitarie e alle cure mediche; l assicurazione sanitaria obbligatoria copre l intera popolazione ed offre un pacchetto costituito da un ampio spettro di benefici. Il sistema sanitario belga è basato sul principio della libertà di scelta del fornitore di servizi sanitari. L aspettativa di vita alla nascita è in linea con la media europea. Circa il 65,1% della popolazione belga si dichiara soddisfatta del sistema sanitario (2002), anche se il livello di gradimento EHCI è appena superiore alla media; il livello di soddisfazione per i tempi di attesa è invece il migliore riscontrato. La spesa privata, come percentuale della spesa totale per la sanità, è superiore alla media rilevata tra i paesi analizzati. 13

14 DANIMARCA Dati di contesto Descrizione sintetica del sistema Modello istituzionale Aspetti caratterizzanti del sistema Popolazione (in migliaia) (2006) Età media popolazione (2006) 40 anni Aspettativa di vita alla nascita (2006) 79 anni Tasso di mortalità adulta (ogni 1000) (2006) 88 Tasso di mortalità infantile (ogni 1000) (2006) 3 Totale spesa per la sanità come percentuale del PIL (2006) 9,5% Spesa pubblica come percentuale della spesa complessiva per la sanità (2006) 84,0% Spesa privata come percentuale della spesa complessiva per la sanità (2006) 16,0% Sistema sanitario nazionale (Beveridge) Il sistema sanitario danese ha un carattere essenzialmente pubblico: quasi tutte le cure sanitarie sono finanziate, programmate ed erogate da soggetti pubblici. Il finanziamento deriva nella quasi totalità dalla tassazione e tutti i residenti hanno eguali possibilità d accesso alla maggior parte dei servizi sanitari. L uguaglianza e la solidarietà sono valori fondamentali nel sistema danese e diverse inchieste mostrano un alto livello di soddisfazione da parte dei cittadini. Il sistema si caratterizza per un ampio decentramento di responsabilità a livello regionale e locale. Le autorità regionali sono responsabili dell assistenza ospedaliera e delle cure primarie, oltre che delle iniziative a carattere preventivo. Le autorità locali hanno il compito di occuparsi dell assistenza domiciliare e di alcuni programmi di prevenzione; inoltre, al livello municipale spetta la responsabilità di alcuni servizi sociosanitari, come l assistenza agli anziani. Il livello nazionale deve coordinare e supervisionare il sistema fissando obiettivi comuni di politica sanitaria. La Danimarca è caratterizzata da una forte tradizione basata sulla copertura totale delle prestazioni sanitarie; l accesso al sistema sanitario è gratuito per tutti i cittadini, con l eccezione di alcuni servizi come le cure dentali, la fisioterapia e i farmaci, che richiedono una compartecipazione al costo da parte degli utenti. Sono esclusi dalla compartecipazione (sulla base di un sistema di rimborso) i soggetti a basso reddito. Esistono due differenti pacchetti assicurativi nel sistema sanitario: 1. Nel Gruppo 1 (99% della popolazione) esiste la libertà di scelta del Mmg 2. nell ambito territoriale; il Mmg agisce come filtro per l accesso alle cure di II livello. I membri di questo gruppo hanno libero accesso ai servizi di prevenzione, di diagnostica e di cura; per le visite specialistiche è necessario l invio da parte del Mmg. 3. Nel Gruppo 2 le prestazioni non sono completamente finanziate dal pubblico. I pazienti hanno ampia libertà di scelta del Mmg, ma hanno libertà d accesso allo specialista pagando un ticket pari al 25% del costo della prestazione. Negli ultimi anni un numero sempre maggiore di danesi ricorre alle 14

15 Sistema finanziamento Sistema negoziale assicurazioni private per coprire la forma di contribuzione, per ottenere l accesso ad ospedali e cliniche private e per avere un extra copertura finanziaria in caso di malattia; questo anche perché diversi datori di lavoro offrono assicurazioni private ai loro dipendenti. Il sistema sanitario è finanziato dalla tassazione generale per l 80% (con le imposte definite su diversi livelli: nazionale, regionale e locale) e dalla compartecipazione sotto forma di ticket per il 20%. Dal 2007 la maggior parte delle entrate (80%) viene distribuita alle regioni e una parte (20%) viene distribuita alle municipalità che utilizzano questi fondi per cofinanziare i servizi ospedalieri regionali per i loro rispettivi cittadini. Il sistema è basato sulla solidarietà, con un sistema di ridistribuzione. I Mmg sono remunerati in parte con il sistema della quota capitaria, in parte in base alle prestazioni erogate. Gli specialisti che erogano le prestazioni al di fuori dell ospedale sono invece remunerati esclusivamente su base capitaria. Gli ospedali sono gestiti dalle province secondo un sistema di budgeting globale. I budget vengono definiti sulla base della spesa storica, anche se possono verificarsi incrementi nel finanziamento legati al miglioramento della qualità. Una parte del finanziamento è basato sul sistema DRG. Il Ministry of Finance negozia il livello di tassazione con le municipalità, così che definisce la struttura finanziaria delle attività. Inoltre, partecipa alle negoziazioni tra le organizzazioni professionali e le unioni a proposito dei salari, delle condizioni lavorative, delle parcelle e del numero di medici con contratto regionale. Sistema dei controlli Il livello nazionale deve coordinare e supervisionare il sistema fissando obiettivi comuni di politica sanitaria. La National Board of Health ha il compito di supervisionare gli impianti sanitari e di assegnare le licenze ai medici e, in caso di comportamenti indesiderabili o di negligenze professionali, ha l autorità per ritirarle. Universalismo Libertà di scelta utenti Commenti Il sistema corrente è basato sul principio dell universalità, del libero e dell uguale accesso alle prestazioni sanitarie. I residenti con più di 16 anni hanno la facoltà di scegliere tra la copertura di Gruppo 1 e quella di Gruppo 2. Coloro che scelgono il Gruppo 1 hanno la possibilità di scegliere il proprio Mmg (nell ambito territoriale), ma la gratuità dell accesso a cure specialistiche di secondo livello dipende dalla richiesta del Mmg. Coloro che aderiscono al Gruppo 2 possono decidere di consultare gratuitamente qualunque Mmg e di rivolgersi a qualunque specialista, a fronte però del pagamento di un ticket del 25% del costo della prestazione. Dal 1993 esiste la libertà di scelta dell ospedale e con la riforma del 2007 è stato stabilito il tempo di 1 mese come tempo d attesa garantito e l accesso in ospedale entro 48 ore dalla diagnosi di tumore. Qualora l ospedale non sia in grado di accettare il paziente entro 1 mese, questo può rivolgersi ad un ospedale privato, a carico della regione di residenza, a patto che esista un accordo tra l ospedale e la regione. Il livello di soddisfazione è superiore alla media, così come la percentuale di spesa per la sanità sul PIL e la spesa pro capite. La spesa è prevalentemente pubblica e il 90% della spesa privata è a carico degli utenti. In particolare, il livello di gradimento inerente i diritti dei pazienti è il più alto tra i paesi analizzati; buono il livello di soddisfazione anche per quanto riguarda i farmaci. 15

16 FRANCIA Dati di contesto Descrizione sintetica del sistema Modello Istituzionale Aspetti caratterizzanti del sistema Popolazione (in migliaia) (2006) Età media popolazione (2006) 39 anni Aspettativa di vita alla nascita (2006) 81 anni Tasso di mortalità adulta (ogni 1000) (2006) 91 Tasso di mortalità infantile (ogni 1000) (2006) 4 Totale spesa per la sanità come percentuale del PIL 11,1% (2006) Spesa pubblica come percentuale della spesa 79,7% complessiva per la sanità (2006) Spesa privata come percentuale della spesa 20,3% complessiva per la sanità (2006) Sistema sicurezza sociale (Bismark) Il Sistema Sanitario francese è ispirato al modello bismarkiano tedesco. Esso riassume in sé le caratteristiche tipiche dei servizi sanitari nazionali e dei sistemi assicurativi: le regole di funzionamento e le decisioni rilevanti vengono assunte centralmente da parlamento e Governo, mentre la traduzione sul territorio avviene mediante strutture di controllo e programmazione decentrate anch esse pubbliche. La maggior parte delle strutture erogatrici di servizi, in particolare quelle ospedaliere, sono pubbliche o afferenti al settore pubblico. Il rapporto finanziario tra utenti e strutture è gestito dal sistema assicurativo, la cui adesione è obbligatoria. Le organizzazioni assicurative private sono diventate prevalentemente a scopo integrativo. L assistenza è prevalentemente indiretta, infatti i cittadini pagano direttamente, secondo certe regole, gran parte dei servizi sanitari e sono successivamente rimborsati. Il sistema assicurativo è regolato da leggi, controllato dallo Stato e tradizionalmente basato sull appartenenza professionale. Organizzazione del sistema di tipo piramidale: Ministero della Sanità, Ministero degli Affari Sociali e cassa malattia articolate per livelli territoriali. Compiti dell amministrazione centrale: determinazione dei livelli dei contributi obbligatori; programmazione ospedaliera, attraverso un modello di pianificazione; determinazione ex ante del numero di medici; regolamentazione sui budget ospedalieri; fissazione remunerazione del personale; controllo amministrativo dei prezzi delle specialità medicinali; finanziamento e programmazione attività di prevenzione. Il sistema assicurativo può essere distinto in 3 parti: sistema assicurativo obbligatorio su base professionale, copertura malattia universale (CMU) e assicurazione integrativa privata. Il sistema assicurativo obbligatorio su base professionale è il tradizionale sistema di copertura sanitaria ed è svolto da una serie di Casse Malattia, alle quali afferiscono gli occupati e le famiglie; questo 16

17 sistema ricopre la quasi totalità della popolazione. Le 3 Casse Malattie principali sono: 1. Regime General, copre i lavoratori del settore del commercio e dell industria e le loro famiglia (84% della popolazione); 2. Mutualità Sociale agricole (MSA), copre i contadini e gli impiegati nel settore agricolo e i loro famigliari (7,2% della popolazione); 3. Caisse Nationale d Assurance Maladie des Professions Indépendantes (CANAM), copre gli artigiani e i lavoratori liberi professionisti (5% della popolazione). È iscritto a questo regime assicurativo obbligatorio chi ha un lavoro di almeno 120 ore al mese o 600 ore nel semestre; i contributi obbligatori sono fissati per legge sia per i lavoratori che per i datori di lavoro e questo modello di contribuzione alimenta il sistema. Il sistema assicurativo obbligatorio copre una gamma abbastanza ampia di servizi sanitari lasciandone però scoperti alcuni e il ticket moderateur, cioè la compartecipazione alla spesa prevista per vari servizi sanitari, quali farmaci, degenza ospedaliera e visite mediche. La regola generale prevede che i pazienti paghino direttamente l erogatore per le cure ricevute e richiedano successivamente il rimborso (totale o parziale) al proprio fondo assicurativo. La quota rimborsata viene definita singolarmente per ciascun bene/servizio sulla base di una percentuale del prezzo negoziato. Questa regola non è applicata in caso di ricovero (l ospedale viene pagato direttamente dal fondo assicurativo) e in caso di assicurati sulla base del CMU (al di sotto di una certa soglia di reddito). I servizi rimborsati dal sistema assicurativo obbligatorio : costi delle cure e trattamenti ospedalieri erogati da strutture pubbliche e private, compresa riabilitazione e fisioterapia; costi per prestazioni ambulatoriale (outpatient) effettuate da medici (Mmg), specialisti, dentisti, ostetriche; servizi e cure diagnostiche prescritte da medici ed erogati da laboratori e professionisti quali infermiere, fisioterapisti, logopedisti etc costi dei prodotti farmaceutici, dispositivi medici e protesi prescritti e inclusi in una lista dei prodotti rimborsabili; costi relativi al trasporto finalizzato ad effettuare prestazioni prescritte. Per essere rimborsati i servizi diagnostici, i trattamenti, farmaci, protesi devono: essere forniti o prescritti da medici, dentisti, ostetriche e distribuiti da professionisti o istituzioni registrate presso lo statutory health insurance system ; essere contenuti nella lista ufficiale delle procedure erogabili dai professionisti e nella lista dei farmaci e dei materiali rimborsabili. Sebbene all inizio i fondi erano pensati solo per rimborsare le prestazioni erogate in seguito a malattia/incidente, nella pratica vengono rimborsate anche prestazioni di prevenzione (quali ad esempio mammografie, pap test, etc.), vaccini raccomandati e obbligatori, mentre le cure per le donne gravide e i neonati sono gratuite. Infatti le prestazioni per la maternità, per le malattie e gli 17

18 incidenti sul lavoro, e le pensioni di disabilità sono finanziate con un fondo specifico (che pesa circa il 15% sul totale del statutory health insurance). Sono escluse dal rimborso operazioni di chirurgia estetica, la maggior parte delle cure termali e i servizi di non certa efficacia. Alcune prestazioni come la fisioterapia e le cure termali per essere rimborsate necessitano di un ulteriore autorizzazione, oltre alla prescrizione del medico. Sono inoltre previsti 3 casi di esenzione per i pazienti: esenzione per lo stato di salute (malattie inabilitanti e 30 patologie croniche: diabete, hiv, cancro etc.); esenzioni legate alla natura del trattamento, come ad esempio alcuni ricoveri e il trattamento per l infertilità; esenzioni individuali, quali, ad esempio, per lo stato di gravidanza, incidenti sul lavoro, bambini disabili. Non esistono esenzioni legate alla capacità economica, sebbene il CMU provvede alla copertura assicurativa per le persone a basso reddito. La differenza tra il costo sostenuto dal paziente e quanto rimborsato dal fondo assicurativo (in media il 25%) è a carico del paziente oppure dell assicurazione complementare volontaria (VHI). Sistema La spesa relativa ai beni e servizi sanitari per i cittadini è finanziata per finanziamento il 75% dal sistema assicurativo obbligatorio, dallo Stato per l 1% e per il restante 24% dai cittadini, direttamente o indirettamente, tramite le assicurazioni integrative. Il pagamento indiretto prevede l adesione del cittadino ad una forme assicurativa complementare Volontary health insurance (VHI). I piani assicurativi complementari sono stipulati con le mutue (Mutuelle, che copre quasi il 60 % del mercato) o con agenzie di assicurazione private (che gestiscono il restante 40 %). Il sistema assicurativo obbligatorio copre l intera popolazione per un ampio numero di beni e servizi sanitari, il sistema si basa sul rimborso di circa il 75% delle spese sostenute. Le regole per il rimborso considerano diversi principi generali: I piani assicurativi consentono ai cittadini di scegliere di accedere ai health care professional tra quelli registrati; In generale non ci sono limiti ai volumi di beni e servizi rimborsati; I medici hanno ampia libertà di prescrizione, sebbene devono attenersi alle linee guida (Outpatient care). Sistema negoziale Non vi sono meccanismi di contrattazione tra i diversi operatori a livello di gestione. Le tariffe mediche (assistenza medica generica e specialistica) sono regolamentate in accordo tra associazioni mediche e sistema assicurativo. Sistema dei controlli Il sistema di controllo complessivo, come quello di programmazione e regolazione, è affidato agli organi centrali e decentrati dello Stato. Universalismo Sistema di copertura universale di tipo assicurativo obbligatorio. Il sistema assicurativo tradizionale è obbligatorio e legato all appartenenza professionale. A partire dal 2000 è stata introdotta la Couverture Medicale Universelle (CMU) con lo scopo di fornire copertura sanitaria ai cittadini senza lavoro stabile oppure con basso reddito. Questa copertura è gratuita per coloro che hanno un reddito inferiore a

19 Libertà di scelta utenti Relativamente alla copertura sanitaria, il cittadino non ha molta libertà di scelta in quanto il sistema è tradizionalmente basato sull appartenenza professionale. Tuttavia gode di ampia scelta per le forme di assicurazione integrativa orientate ad assicurare i servizi non coperti dal sistema assicurativo obbligatorio. Il cittadino ha libertà di scegliere il soggetto erogatore di servizi sanitari con alcuni vincoli in termini di rimborsi ottenibili. Commenti Considerato il miglior sistema sanitario al mondo da WHO (2000). È tra i paesi che spende di più per la sanità ed ha il miglior punteggio EHCI; buono il livello di gradimento da parte degli utenti soprattutto in relazione ai tempi di attesa e ai diritti dei pazienti. La spesa pro capite pubblica è superiore alla media e soltanto il 33% della spesa privata è totalmente a carico degli utenti. 19

20 GERMANIA Dati di contesto Descrizione sintetica del sistema Modello Istituzionale Aspetti caratterizzanti del sistema Popolazione (in migliaia) (2006) Età media popolazione (2006) 42 anni Aspettativa di vita alla nascita (2006) 80 anni Tasso di mortalità adulta (ogni 1000) (2006) 81 Tasso di mortalità infantile (ogni 1000) (2006) 4 Totale spesa per la sanità come percentuale del PIL 10,4% (2006) Spesa pubblica come percentuale della spesa 76,6% complessiva per la sanità (2006) Spesa privata come percentuale della spesa 23,4% complessiva per la sanità (2006) Sistema sicurezza sociale (Bismark) Il sistema sanitario tedesco (introdotto di Bismark 1883) si basa su un sistema di assicurazioni obbligatorie alle quali i cittadini, con poche eccezioni, devono essere iscritti. Le assicurazioni/casse malattia, finanziate dai contributi dei lavoratori e delle imprese con aliquote stabilite per legge e correlate al reddito, acquistano dai produttori di servizi le prestazioni sanitarie per i propri iscritti. Questo sistema può essere definito a scelta centrale e a gestione vincolata, nel senso che sono assenti meccanismi di quasi mercato/concorrenza. Le competenze in materia sanitaria sono spartite tra lo Stato Federale e i singoli Stati (Laender): il primo ha un ruolo di controllo e di fissazione delle regole generali, i secondi si occupano della programmazione e hanno una forte responsabilità della sanità nel territorio. Inoltre, l ufficio federale per le assicurazioni ha un ruolo di controllo e di verifica delle gestioni assicurative. Il cuore del sistema sanitario tedesco è costituito dall assicurazione sanitaria obbligatoria (GKW), cioè Casse Malattie. L assetto istituzionale del sistema è così sintetizzabile: Lo Stato federale definisce i principi, le regole ed il sistema dei controlli entro cui si muovono i diversi attori; I Länder (i singoli stati) programmano e finanziano gli investimenti e le infrastrutture (ospedali, reparti, PL, attrezzature, accessi alle convenzioni e formazione specialistica), accreditano i volumi di produzione ed effettuano il controllo di legittimità; Le assicurazioni definiscono e negoziano con i medici convenzionati e con gli ospedali le attività sanitarie correnti per gli assistiti (volumi e case mix); Le associazioni mediche governano l attività specialistica e ambulatoriale e gli ospedali gestiscono la degenza. Il sistema si basa sulle Casse Malattie alle quali i cittadini sono obbligati ad iscriversi. Le Casse Malattie sono enti indipendenti di diritto pubblico, non profit, gestiti dai rappresentanti dei lavoratori e dei datori di lavoro. Esse riscuotono direttamente i premi, ma sono obbligate ad effettuare una reciproca perequazione finanziaria per compensare la diversa capacità contributiva degli iscritti e le variabili 20

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO. MGM BROKER Investement and advisor. www.mgmbroker.com

MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO. MGM BROKER Investement and advisor. www.mgmbroker.com www.mgmbroker.com MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO Le Casse di MGM WELFARE nascono con l obiettivo di offrire le migliori prestazioni assicurative presenti sul mercato, insieme

Dettagli

Informazione per persone che soggiornano temporaneamente in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS.

Informazione per persone che soggiornano temporaneamente in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Informazione per persone che soggiornano temporaneamente in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Gettiamo dei ponti Istituzione comune LAMal Gibelinstrasse 25 casella

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere 2.09 Contributi Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Questo promemoria fornisce informazioni sui contributi che i lavoratori indipendenti

Dettagli

Informazione per persone che hanno la loro dimora abituale in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS.

Informazione per persone che hanno la loro dimora abituale in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Informazione per persone che hanno la loro dimora abituale in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Gettiamo dei ponti Istituzione comune LAMal Gibelinstrasse 25 casella

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

Risposte alle domande più frequenti concernenti la partecipazione ai costi «Frequently Asked Questions» (FAQ)

Risposte alle domande più frequenti concernenti la partecipazione ai costi «Frequently Asked Questions» (FAQ) Dipartimento federale dell interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Unità di direzione assicurazione malattia e infortunio Risposte alle domande più frequenti concernenti la partecipazione

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP)

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) Riscatto anni di studio e servizio militare ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) ENPAM Riscatto di Laurea, Specializzazione, Servizio militare o civile Requisiti generali Età inferiore a quella di pensionamento di vecchiaia

Dettagli

Elenco provvidenze nuova mutualità

Elenco provvidenze nuova mutualità Elenco provvidenze nuova mutualità Tipologia sussidio Importo erogato Periodicità del sussidio Documentazione da allegare Ricovero 15,00 al giorno (per massimo 20 giorni all anno) Ogni anno Certificato

Dettagli

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee La riforma delle pensioni Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee Obiettivi Strumenti 2 Obiettivi e strumenti della riforma sostenibilità I REQUISITI DI PENSIONAMENTO SONO LEGATI ALLA LONGEVITA'

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INAIL, IL DATORE DI LAVORO, IL LAVORATORE, COSA DEVONO FARE COSA DEVE SAPERE IL LAVORATORE QUANDO SUBISCE UN INFORTUNIO O

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI)

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) 4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Tutte le persone che abitano o esercitano un attività lucrativa in Svizzera sono per principio

Dettagli

Qual è la mia copertura assicurativa? Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti

Qual è la mia copertura assicurativa? Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti 2 Questo opuscolo La informa sulla Sua situazione assicurativa spiegandole se e in che misura Lei è coperto

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

IL BUDGET DEGLI INVESTIMENTI E IL BUDGET ECONOMICO. dott.ssa Annaluisa Palma 1

IL BUDGET DEGLI INVESTIMENTI E IL BUDGET ECONOMICO. dott.ssa Annaluisa Palma 1 IL BUDGET DEGLI INVESTIMENTI E IL BUDGET ECONOMICO dott.ssa Annaluisa Palma 1 Indice Il budget: documenti amministrativi in cui si estrinseca; Forma e contenuti del budget degli investimenti; Gli scopi

Dettagli

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa Silvia Morelli Unità Statistiche silvia.morelli@gse.it Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Il problema energetico: stato e prospettive Indice

Dettagli

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA Il settore dell assistenza e dell aiuto domiciliare in Italia L assistenza domiciliare. Che cos è In Italia l assistenza domiciliare (A.D.)

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

CONTRIBUTI FIGURATIVI

CONTRIBUTI FIGURATIVI I CONTRIBUTI COSA SONO: I contributi determinano il diritto e l'importo della pensione. SI SUDDIVIDONO IN: - mensili - settimanali - giornalieri Un anno, composto di 12 mesi, comporterà 12 contributi mensili

Dettagli

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento del lavoro occasionale accessorio, cioè di quelle prestazioni di lavoro svolte

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale di giustizia UFG Ambito direzionale Diritto pubblico Settore di competenza Progetti e metodologia legislativi 1 gennaio 2015 Aiuto alle

Dettagli

NOTA INFORMATIVA E CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE delle Polizze Collettive n. 5008/01 e n. 5250/02 (ed. Ottobre 2008)

NOTA INFORMATIVA E CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE delle Polizze Collettive n. 5008/01 e n. 5250/02 (ed. Ottobre 2008) NOTA INFORMATIVA E CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE delle Polizze Collettive n. 5008/01 e n. 5250/02 (ed. Ottobre 2008) N O T A I N F O R M A T I V A INFORMAZIONI RELATIVE ALLE IMPRESE Cardif Assurance Vie

Dettagli

DRG e SDO. Prof. Mistretta

DRG e SDO. Prof. Mistretta DRG e SDO Prof. Mistretta Il sistema è stato creato dal Prof. Fetter dell'università Yale ed introdotto dalla Medicare nel 1983; oggi è diffuso anche in Italia. Il sistema DRG viene applicato a tutte le

Dettagli

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta a cura di Enzo Mologni e dell Uffi cio Comunicazione CGIL di Bergamo 4 Ottobre 2013 IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta Presentiamo in questo numero alcune informazioni

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale obbligatoria (LPP) in Svizzera Stato gennaio 2015 Sommario Il 2 pilastro nel sistema previdenziale svizzero 3 Obbligo

Dettagli

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA Esenzione dalla spesa farmaceutica Tabella Riepilogativa - Modalità di compilazione della a partire dal 1 luglio 2011 ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA a carico Esenzione Totale e quota E03 E04

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI 4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) gli assicurati cui un danno alla salute di lunga

Dettagli

Invalido dal 33% al 73%

Invalido dal 33% al 73% Invalido dal 33% al 73% Definizione presente nel verbale: "Invalido con riduzione permanente della capacità lavorativa in misura superiore ad 1/3 (art. 2, L. 118/1971)". Nel certificato può essere precisata

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

Un anno di Open AIFA

Un anno di Open AIFA Il dialogo con i pazienti. Bilancio dell Agenzia Un anno di Open AIFA Un anno di Open AIFA. 85 colloqui, 250 persone incontrate, oltre un centinaio tra documenti e dossier presentati e consultati in undici

Dettagli

ERASMUS PLUS. KA1 School education staff mobility/ Adult education staff mobility

ERASMUS PLUS. KA1 School education staff mobility/ Adult education staff mobility ERASMUS PLUS Disposizioni nazionali allegate alla Guida al Programma 2015 Settore Istruzione Scolastica, Educazione degli Adulti e Istruzione Superiore KA1 School education staff mobility/ Adult education

Dettagli

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi 1 FRANCIA Le Scuole sous contrat d association In Francia il sistema è centralistico con un Ministero forte che regola ogni aspetto. Ci sono tre tipologie

Dettagli

Paghe. La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro

Paghe. La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro Il luogo della prestazione lavorativa è un elemento fondamentale del contratto di lavoro subordinato. Per quanto nella maggior

Dettagli

MATERNITA E CONGEDI PARENTALI. Indice

MATERNITA E CONGEDI PARENTALI. Indice MATERNITA E CONGEDI PARENTALI Indice Interdizione.pag. 2 Interruzione della gravidanza.pag. 3 Astensione obbligatoria..pag. 4 Astensione obbligatoria della madre....pag. 4 Astensione obbligatoria del padre....pag.

Dettagli

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR Le risposte alle domande più frequenti Scelta sulla 1. destinazione del Tfr Linee di investimento 2. dedicate al Tfr 3. Prestazioni Regime fiscale delle 4. prestazioni previdenziali

Dettagli

GUIDA PER L UTENTE. Direttiva 2005/36/CE. Tutto quello che vorreste sapere sul riconoscimento delle qualifiche professionali 66 DOMANDE 66 RISPOSTE

GUIDA PER L UTENTE. Direttiva 2005/36/CE. Tutto quello che vorreste sapere sul riconoscimento delle qualifiche professionali 66 DOMANDE 66 RISPOSTE GUIDA PER L UTENTE Direttiva 2005/36/CE Tutto quello che vorreste sapere sul riconoscimento delle qualifiche professionali 66 DOMANDE 66 RISPOSTE Il presente documento è stato elaborato a fini informativi.

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

Voucher: il sistema dei buoni lavoro

Voucher: il sistema dei buoni lavoro Voucher: il sistema dei buoni lavoro Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento che i datori di lavoro (committenti) possono utilizzare per remunerare prestazioni di lavoro

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati?

Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati? Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati? Patrizia Carletti, Osservatorio sulle Diseguaglianze nella Salute / ARS Marche Giovanna Valentina De Giacomi, Ares 118 Lazio Norma Barbini,

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

Cuneo contributivo e contrattazione rigida del lavoro: Quanto ci son costate e quanto peseranno sulla ripresa?

Cuneo contributivo e contrattazione rigida del lavoro: Quanto ci son costate e quanto peseranno sulla ripresa? Editoriale n. 6 del 18/5/2009 Fabio Pammolli e Nicola C. Salerno Cuneo contributivo e contrattazione rigida del lavoro: Quanto ci son costate e quanto peseranno sulla ripresa? Dai dati del Taxing wages

Dettagli

MODULARE. Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman.

MODULARE. Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman. La nuova PENSIONE MODULARE per gli Avvocati Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman Edizione 2012 1 LA NUOVA PENSIONE MODULARE PER

Dettagli

Questa pubblicazione presenta

Questa pubblicazione presenta Un Quadro Un Quadro Questa pubblicazione presenta un quadro delle più importanti caratteristiche dei programmi Social Security, Supplemental Security Income (SSI) e Medicare. Potrete trovare informazioni

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013 STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA Aggiornamento dicembre 2013 1 ASPETTI DI SISTEMA 2 PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Romagna L ASSEGNO

Dettagli

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVORO 01 Tendenze generali riguardanti l orario

Dettagli

Next MMG Semplicità per il mondo della medicina

Next MMG Semplicità per il mondo della medicina 2014 Next MMG Semplicità per il mondo della medicina Documento che illustra le principali caratteristiche di Next MMG EvoluS Srl Corso Unione Sovietica 612/15B 10135 Torino tel: 011.1966 5793/4 info@evolu-s.it

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

TEMI SPECIALI DI BILANCIO MODULO II

TEMI SPECIALI DI BILANCIO MODULO II TEMI SPECIALI DI BILANCIO MODULO II Lezione 6 IAS 19: Benefici per i dipendenti Marco Rossi Senior Manager Deloitte & Touche S.p.A. marrossi@deloitte.it Facoltà di Economia anno 2011 2012 24 aprile 2012

Dettagli

6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità

6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità 6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Le donne che esercitano un attività lucrativa hanno diritto all indennità di maternità

Dettagli

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda)

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) LE DOMANDE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) 1. LA NUOVA MODALITÀ 1.1 Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione ticket in base al reddito? 1.2 Da quando, per

Dettagli

Misurazione e monitoraggio della complessità assistenziale Monitoraggio dei livelli ottimali di staffing Strumenti disponibili e tendenze

Misurazione e monitoraggio della complessità assistenziale Monitoraggio dei livelli ottimali di staffing Strumenti disponibili e tendenze Misurazione e monitoraggio della complessità assistenziale Monitoraggio dei livelli ottimali di staffing Strumenti disponibili e tendenze Filippo Festini Università di Firenze, Dipartimento di Pediatria,

Dettagli

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI Tratto dalla rivista IPSOA Pratica Fiscale e Professionale n. 8 del 25 febbraio 2008 A cura di Marco Peirolo Gruppo di studio Eutekne L

Dettagli

l inabilità temporanea, l invalidità permanente

l inabilità temporanea, l invalidità permanente Inabilità temporanea e invalidità permanente Quali sono le tutele che intervengono in questi casi? Ecco il primo articolo di approfondimento sul tema degli eventi da esorcizzare Con questo primo articolo

Dettagli

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO A. LA NUOVA MODALITA 3 B. RILASCIO DELL ATTESTATO DI ESENZIONE 5 C. REQUISITI PER L ESENZIONE

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna PREVIDENZA COMPLEMENTARE E TFR Guida al Lavoro Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna 14 Confronto di convenienza, anche fiscale,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA PREMESSA Il ricovero in ambiente ospedaliero rappresenta per la persona e la sua

Dettagli

www.integration.zh.ch

www.integration.zh.ch Cantone di Zurigo Dipartimento della giustizia e degli interni Ufficio cantonale per l integrazione Informazioni per i nuovi arrivati dall estero www.integration.zh.ch Indice 03 Immigrazione e diritto

Dettagli

CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? Fabio Pammolli (Direttore CeRM)

CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? Fabio Pammolli (Direttore CeRM) Fabio Pammolli (Direttore CeRM) CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? 1 CeRM Competitività, Regole, Mercati Dopo anni di dibattito e anche qualche tentativo non riuscito,

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale SERVIZIO SANITARIO REGIONALE BASILICATA Azienda Sanitaria Locale di Potenza INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP Relazione Generale A cura degli Uffici URP

Dettagli

RISOLUZIONE N. 10/E. OGGETTO: Interpello Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Attività consultoriale a pagamento - Qualificazione ONLUS.

RISOLUZIONE N. 10/E. OGGETTO: Interpello Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Attività consultoriale a pagamento - Qualificazione ONLUS. RISOLUZIONE N. 10/E Direzione Centrale Normativa Roma, 23 gennaio 2015 OGGETTO: Interpello Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Attività consultoriale a pagamento - Qualificazione ONLUS. Con l interpello

Dettagli

b) dati di base: dati elementari utilizzati in forma aggregata per la costruzione degli indicatori. Comprendono dati correnti già parte dei vigenti

b) dati di base: dati elementari utilizzati in forma aggregata per la costruzione degli indicatori. Comprendono dati correnti già parte dei vigenti D.M. 12-12-2001 Sistema di garanzie per il monitoraggio dell'assistenza sanitaria. Pubblicato nella Gazz. Uff. 9 febbraio 2002, n. 34, S.O. IL MINISTRO DELLA SALUTE di concerto con IL MINISTRO DELL'ECONOMIA

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

Tirocini: uno sguardo all Europa

Tirocini: uno sguardo all Europa www.adapt.it, 18 luglio 2011 Tirocini: uno sguardo all Europa di Roberta Scolastici SCHEDA TIROCINI IN EUROPA Francia Spagna Lo stage consiste in una esperienza pratica all interno dell impresa, destinata

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, in assenza di provvedimenti sul punto da parte della L.

Dettagli

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità COMMISSIONE AMMINISTRATIVA PER LA SICUREZZA SOCIALE DEI LAVORATORI MIGRANTI E 104 CH (1) CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA Malattia maternità

Dettagli

Gli indicatori socio-sanitari. sanitari

Gli indicatori socio-sanitari. sanitari Gli indicatori socio-sanitari sanitari 1 1 INDICATORI SOCIO-SANITARI Misurare: EFFICACIA (rispetto degli obiettivi prefissati) EFFICIENZA (rispetto delle azioni e risorse impegnate) del sistema ospedaliero

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni. Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1

Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni. Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1 Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1 AGENDA Introduzione Valutazione dei prodotti Valutazione dell organizzazione per la sicurezza

Dettagli

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015)

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015) Procedura relativa alla gestione delle adesioni contrattuali e delle contribuzioni contrattuali a Prevedi ex art. 97 del CCNL edili-industria del 1 luglio 2014 e ex art. 92 del CCNL edili-artigianato del

Dettagli

ECC-Net: Travel App2.0

ECC-Net: Travel App2.0 ECC-Net: Travel App2.0 In occasione del 10 anniversario dell ECC- Net, la rete dei centri europei per i consumatori lancia la nuova versione dell ECC- Net Travel App. Quando utilizzare questa applicazione?

Dettagli

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia Nel corso degli ultimi trent anni il sistema previdenziale italiano è stato interessato da riforme strutturali finalizzate: al progressivo controllo della spesa pubblica per pensioni, che stava assumendo

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI)

LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI) LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI) La pensione di reversibilità (introdotta in Italia nel 1939 con il Rdl. n. 636) spetta ai: Superstiti del pensionato per invalidità, vecchiaia o anzianità,

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

Riscatto degli anni di laurea

Riscatto degli anni di laurea Riscatto degli anni di laurea Riscatto degli anni di laurea scuola Chi è giovane e fresco di laurea, di regola, non vede l ora di mettersi a lavorare e, certamente, per prima cosa non pensa alla pensione.

Dettagli

1.2015 Generalità Cambiamenti a partire dal 1 gennaio 2015

1.2015 Generalità Cambiamenti a partire dal 1 gennaio 2015 1.2015 Generalità Cambiamenti a partire dal 1 gennaio 2015 Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Il presente promemoria informa su quanto cambia in merito a contributi e prestazioni a partire dal 1 gennaio

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI Riconoscendo che i diritti sessuali sono essenziali per l ottenimento del miglior standard di salute sessuale raggiungibile, la World Association for Sexual Health (WAS):

Dettagli