Pizzi Marinella. Borgia Francesca (Arte ) Tamburini M.Pia (Musica ) Linguaggi non verbali

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Pizzi Marinella. Borgia Francesca (Arte ) Tamburini M.Pia (Musica ) Linguaggi non verbali"

Transcript

1 Insegnante Fabbri Franca Pizzi Marinella Morri Marco Pioppo Chiara Pagliarani Stefano Passalacqua Giampaolo Presepi Doria Borgia Francesca (Arte ) Tamburini M.Pia (Musica ) Castellucci Annarosa Urbinati Emanuela Cassetta M.Rosaria Materia Italiano - Storia Latino Matematica - Fisica Inglese Filosofia Scienze della Formazione Scienze Linguaggi non verbali Educazione Motoria Sostegno Educatrice 1

2 PROGRAMMI ITALIANO INSEGNANTE: FRANCA FABBRI PRIMO OTTOCENTO Profilo politico, sociale e ideologico del primo ottocento. Il Neoclassicismo Il Preromanticismo Il Romanticismo :caratteri della letteratura romantica,i precedenti europei, le idee portanti. Le riviste (Il Conciliatore ) La poesia romantica UGO FOSCOLO Vita ;le idee;la produzione letteraria dell autore inquadrati nella cultura del suo tempo. Opere principali: Odi e Sonetti :la bellezza e il ritorno alle origini Ultime lettere di Iacopo Ortis I Sepolcri. Brani Alla sera A Zacinto In morte del fratello Giovanni I sepolcri GIACOMO LEOPARDI Vita.,le idee: l Illuminismo come rinnovato strumento di conoscenza,la teoria del piacere, il pessimismo storico e,la poetica dell indefinito il primo ciclo dei canti, le canzoni e gli idilli, il pessimismo cosmico,lo Zibaldone di pensieri.le Operette Morali,il ciclo pisano- recanatese,gli ultimi canti, svolta dell ultimo pensiero del poeta., Brani Il passero solitario L infinito La sera del dì di festa Alla luna A Silvia Canto notturno di un pastore errante dell Asia La quiete dopo la tempesta Il sabato del villaggio A se stesso Dalle Operette morali : Dialogo della natura e di un Islandese 2

3 Il romanzo-:il romanzo storico ALESSANDRO MANZONI Vita, Le idee: il pessimismo cristiano,la concezione della storia, il romanticismo ragionevole, la poetica del vero. Le liriche, le tragedie il Conte di Carmagnola e Adelchi. I Promessi sposi: la concezione della storia nel romanzo, il ruolo degli umili nella storia, Manzoni e il problema del dolore, il ruolo della Provvidenza, il concetto della provvida sventura.la costruzione dell intreccio ;le tecniche narrative.lo stile, le tre redazioni del romanzo; la questione della lingua. Brani: Il cinque Maggio La Pentecoste Dall Adelchi Coro dell atto III Dagli atri muscosi Coro dell Atto IV la morte di Ermengarda Conoscenza approfondita e ragionata dei Promessi Sposi IL SECONDO OTTOCENTO Il pensiero : la scienza e l evoluzionismo, il positivismo,,la crisi della ragione.: la rivolta contro il positivismo, il pensiero di Nietsche e la teoria del superuomo. L industria editoriale e la letteratura di massa ;i letterati e la società borghese il disprezzo del borghese; la perdita dell aureola, i poeti maledetti Decadentismo ed estetismo Baudelaire e il Simbolismo: il poeta veggente. Il naturalismo, l impersonalità, Zola e il romanzo sperimentale, la reazione al naturalismo. La cultura letteraria in Italia La questione della lingua, manzoniani e antimanzoniani, La Scapigliatura milanese, la poesia provocatoria di Boito e Praga, la narrativa scapigliata, Il verismo, il regionalismo(capuana, Serao )la reazione al verismo (Fogazzaro), la letteratura per l infanzia (Collodi, De Amicis) Il teatro verista, il melodramma. GIOVANNI VERGA Vita, le prime opere, le Novelle, i romanzi I Malavoglia, Mastro Don Gesualdo. Le opere teatrali e il teatro verista. I temi del pensiero di Verga : la lotta per la sopravvivenza, il mito della roba, la morale dell ostrica, ecc.lo stile di Verga: la tecnica dell impersonalita, la coralità, il discorso indiretto libero Brani: da Vita dei campi 3

4 Fantasticheria La lupa Cavalleria Rusticana Da I Malavoglia La presentazione della famiglia Malavoglia Mena e Alfio Il funerale di Bastianazzo Da Mastro Don Gesualdo La morte di Mastro Don Gesualdo GIOVANNI PASCOLI Vita e opere. La poetica di Pascoli e più tipici temi pascoliani : il nido, la siepe, mistero il fanciullino la poesia come lirica i richiami al simbolismo e all impressionismo,la negazione della sintassi e della metrica, ricorso a figure retoriche nuove (analogia, sinestesia, metafora,onomatopee ) ;.il socialismo di Pascoli Brani Da Myricae Novembre Il tuono Il lampo X Agosto L assiuolo Da I Canti di Castelvecchio Nebbia Il gelsomino notturno GIOSUE CARDUCCI la vita, gli atteggiamenti politici, il classicismo,i temi e le forme tra poesia e innovazione Brani Pianto Antico S.Martino Traversando la Maremma toscana GABRIELE D ANNUNZIO La vita inimitabile L opera: Canto Novo, Terra Vergine, Le Novelle della Pescara, Il piacere, Giovanni Episcopo, I romanzi del superuomo :Il trionfo della morte, Le Vergini delle rocce, Il Fuoco Le poesie Laudi del cielo e della terra Maia, Elettra, Alcyone. Il Teatro. 4

5 Brani Da Alcyone La pioggia nel pineto La sera fiesolana IL PRIMO NOVECENTO Clima culturale e storico: la crisi degli intellettuali: le due culture. Filosofia e scienza: Declino del positivismo,, Le scienze umane e la psicanalisi. Le Avanguardie. Futurismo, espressionismo. surrealismo, dadaismo. La posizione politica delle avanguardie. La poesia del primo Novecento. :la poesia crepuscolare ( Corazzini, Gozzano)) Sergio Corazzini Desolazione del povero poeta sentimentale Guido Gozzano.La signorina Felicita La poesia futurista (Tommaso Marinetti, Aldo Palazzeschi ) Aldo Palazzeschi Lasciatemi divertire F.T.Marinetti All Automobile da corsa vv1-38 Correzione di bozze desiderio di felicità Manifesto del futurismo I vociani L ermetismo.salvatore Quasimodo Brani : Tindari Ed è subito sera Alle fronde dei salici. UMBERTO SABA Vita, poesia come tradizione e autobiografia., attaccamento alla triestinità Brani La capra Città vecchia Ritratto della mia bambina Il canto dell amore GIUSEPPE UNGARETTI Vita: lo sradicamento, la guerra, i rapporti con il fascismo, la fama contrastata, la conversione religiosa, il poeta- vate dell ultimo periodo. La poetica(:autobiografia, analogia, ricerca della tradizione, religiosità, missione della poesia,ecc) 5

6 Le opere: Porto sepolto,allegria, Sentimento del Tempo, le raccolte dell ultimo periodo. Brani Veglia Allegria di naufragi Soldati Fratelli In memoria Il porto sepolto Girovago I fiumi EUGENIO MONTALE Vita La poetica: rifiuto della missione, il male di vivere, la poetica degli oggetti, estraneità alla poesia analogica, il correlativo oggettivo. Le principali raccolte: Ossi di seppia, Le Occasioni, La Bufera. Temi che contraddistinguono le tre raccolte. Montale prosatore. La poesia degli ultimi tre libri. Brani Non chiederci la parola I limoni Meriggiare Spesso il male di vivere La casa dei doganieri Non recidere, forbice, quel volto A Liuba che parte. Piccolo testamento Ho sceso, dandoti il braccio LA PROSA TRA LE DUE GUERRE Le riviste: la Voce, La Ronda, Solaria. LUIGI PIRANDELLO Vita,opere, la poetica (la forma e la vita, la frantumazione dell Io, il sentimento del contrario,l ironia, ecc ) Opere narrative: le Novelle, Il fu Mattia Pascal,Uno, nessuno, centomila, Il Teatro:le commedie siciliane, Così è se vi pare, ;il teatro nel Teatro ; Sei personaggi..enrico IIV. Brani scelti da Sei personaggi in cerca d autore ITALO SVEVO Vita.Influenza di Joyce e della psicanalisi. I tre romanzi: Una vita, Senilità, La coscienza di Zeno Il concetto di malattia,l inconscio,.l ironia, i l protagonista anti-eroe.. 6

7 Brani L ultima sigaretta La morte del padre IL SECONDO NOVECENTO Cenni sulla cultura e letteratura contemporanea In Italia Cenni al Neorealismo, Elio Vittorini,Cesare Pavese, Vasco Pratolini, Beppe Fenoglio. Altri narratori ( Calvino,Pasolini ) STORIA Obiettivi e contenuti dell insegnamento dell anno scolastico Obiettivi Conoscere i principali fatti storici dal la fine dell 800 ai fatti contemporanei Saper leggere documenti e fonti Saper fare mappe concettuali Saper evidenziare nuclei tematici Saper fare percorsi interdisciplinari Saper comporre relazioni o saggi brevi su argomenti storici Riconoscere nel presente le conseguenze dei fatti e delle principali passato problematiche del Contenuti L età dell imperialismo: La prima Internazionale, l anarchismo di Bakunin, la Comune di Parigi, la Grande Depressione, La politica di Bismark, la seconda rivoluzione industriale, l imperialismo e le guerre di conquista in Africa,, l antisemitismo, Il pensiero di Comte de Darwin, il pensiero di Nietsche, Positivismo e socialismo, Bernestein e Sorel, La nascita della psicoanalisi e Freud, Einstein e la nuova fisica. L Italia dall Unità alla Prima guerra Mondiale Il governo della Destra e il governo della sinistra Depretis, Giolitti, Crispi, la conquista coloniale in Africa, la nascita del Partito socialista scioperi e rivendicazioni sociali. La prima guerra Mondiale, origini, dinamica militare del conflitto, L Italia dal 1914 al 1918 : il problema dell Intervento, l Italia in guerra, Conseguenze dell intervento. Il comunismo in Russia La rivoluzione d ottobre e conseguenze del nuovo sistema politico Il fascismo in Italia Cause : delusione dopo la vittoria, la figura di Mussolini, lo squadrismo, la marcia su Roma ecc la nazione durante il fascismo, la negazione della lotta di classe. Il nazionalsocialismo in Germania cause: delusione dopo la sconfitta e ascesa del partito nazista, ECONOMIA E POLITICA DEL Terzo Reich. Democrazia e liberalismo in Europa e negli Stati Uniti 7

8 La Seconda Guerra mondiale Lo sterminio degli Ebrei L ordine bipolare La Chiesa cattolica L Italia repubblicana Il mondo Islamico L Asia Orientale, La periferia del mondo Metodi Lezioni frontali, ricerche, percorsi interdisciplinari, visione di alcuni films di argomento storico alla Cineteca comunale con l aiuto di un esperto per approfondire tematiche storiche complesse L 8

9 PROGRAMMA DI LATINO Classe VDf Anno scolastico 2006/07. prof.ssa Pizzi Marinella Premessa didattica Poiché il latino, nel triennio del Liceo della Formazione, è diventato una materia prevalentemente orale, il programma svolto riguarda soprattutto la trattazione della Letteratura Latina, di cui sono stati presi in esame i principali autori, collocati nel periodo storico e culturale in cui vissero. Il disegno storico della Letteratura Latina è stato svolto dall Età Imperiale fino a quella cristiana, analizzando le opere dei principali autori, collocati nell ambito storico e letterario in cui vissero. Di ciascuno di essi sono stati letti molti passi in traduzione per comprendere il loro pensiero e la loro importanza nella continuità della nostra cultura e tradizione Contenuti Il programma iniziale è stato corredato da uno sguardo d insieme sugli ultimi argomenti del programma del IV anno, che sono stati ripresi e approfonditi.. Sono poi stati individuati i nuclei fondamentali del programma del V anno, da svolgere nel rispetto dei programmi ministeriali e in consonanza con i programmi delle altre materie, con cui sono stati effettuati tutti i possibili confronti e collegamenti interdisciplinari, durante lo svolgimento del programma. Panorama storico- culturale: gli imperatoridella dinastia Giulio- Claudia e i mutamenti istituzionali e culturali nell impero. Seneca e il suo tempo La vita e i suoi rapporti con l'imperatore Nerone. Le opere: -I Dialogi -I trattati -Le tragedie -L Apokolôkyntosis -Le Lettere a Lucilio. Lo stile della prosa senecana Lettura in traduzione: La Societas (dal De Beneficiis,IV; 18, 2/4). La noia (dal De tranquillitate animi,ii,7/15 passim Il tempo (dalle Epistulae morales ad Lucilium I, 1/5) 9

10 Letture critiche: - La morte di Seneca secondo Tacito Fedro e la tradizione favolistica La poesia nell età di Nerone L epica: Lucano Vita e opere Il Bellum Civile Il linguaggio poetico di Lucano La ricerca del sublime Letture in traduzione dal Bellum Civile - Il Proemio(dalla Farsalia I,1-66) Petronio, autore del Satyricon Il ritratto di Petronio, secondo Tacito (Annales XVI, 18) Il Satyricon e il realismo di Petronio Letture in traduzione del Satyricon: La Cena Trimalchionis 31/34.) La novella: "La matrona d Efeso ( ) L Età dei Flavi: avvenimenti storici e panorama letterario. Lettura critica: la morte di Plinio il Vecchio raccontata d a Plinio il Giovane. Quintiliano e l oratoria del suo tempo Quintiliano e i suoi rapporti con l imperatore Istituzione dell insegnamento finanziato dallo stato L Institutio oratoria La formazione dell oratore La decadenza dell oratoria Lo stile di Quintiliano Letture: Dall Institutio Oratoria: Scuola pubblica e scuola privata(dall Institutio Oratoria I,2,17-31) Il perfetto oratore (XII;1,1/18). Marziale e la satira di costume 10

11 Letture dagli Epigrammi : Ritratto di un ubriacona ( I, 81) Ritratto di lussuriosa (I,34) L Epitaffio per Erotion (V, 34) L Epitaffio per Fileni (IX, 29) Contro la poesia epica (X, 4) Parcere personis, dicere de vitiis (X,33) Lasciva est pagina, vita proba (i,4) Tacito La vita e la carriera politica Le sue opere: L Agricola La Germania Il Dialogus de oratoribus Le Historiae e gli Annales La prassi storiografica di Tacito Lingua e stile Letture L Età di Traiano e Adriano L assassinio di Agrippina ( dagli Annales XIV, 7,8) La morte di Seneca (Annales XV 62-64) i L età degli Antonimi Apuleio Il De Magia Le Metamorfosi Letture in traduzione: Dalle Metamorfosi: Il panorama letterario (I,1) La trasformazione in asino (III,24/25) La fiaba d Amore e Psiche (IV ; V 21-23) La letteratura cristiana (Accenni) 11

12 Sant Agostino L I tinerarium in Deum Le Confessioni SCIENZE DELLA FORMAZIONE PROF. GIAMPAOLO PASSALACQUA Programma svolto nell'anno CONTENUTI: MODULO 1 Origini storiche della psicologia. Principali teorie ed approcci U.D. 1 La nascita della psicologia dinamica: Gassner e Messmer La scoperta dell'inconscio e le teorie di Freud La psicologia sperimentale: Wundt. H comportamentismo, Pavlov; la scuola della gestalt; Piaget; il cognitivismo. MODULO 2 mente ed ambiente U.D. 1 caratteristiche innate apprendimento i neuroni rapporto mente/corpo MODULO 3 i processi mentali fondamentali i U.D. 1 il linguaggio U.D. 2 l'intelligenza e processi cognitivi, Piaget e la sua teoria dello sviluppo U.D. 3 le emozioni MODULO 4 socializzazione U.D. 1 l'importanza dei primi legami sociali; la teoria dell'attaccamento MODULO 5 storia della pedagogia U.D. 1 Psicoanalisi e pedagogia, : JFreud, A. Freud, Klein U.D. 2 Le "scuole nuove": Tolstoj, B.-Powell, scuole nuove in Germania, le sorelle Agazzi U.D. 3 Attivismo: Dewey, Decroly, Montessori, Claparède, Ferriere U.D. 4 Attivismo e fiolosofia: Maritain, Makarenko, Radice, U.D. 5 Psicopedagodia europea: iajgestalt, Piaget U.D. 6 Psicopedagogia americana: il comportamentismo, Bruner 12

13 U.D. 7 Critica della scuola: Freire, Ulich, Don Milani MODULO 6 problemi pedagogici U.D. 1 U.D. 2 U.D. 3 educazione alla mondialità handicap e svantaggio socio-culturale mass media ed educazione MODULO 7 la pedagogia della lumaca U.D.1 teoria e tecnica: l'ozio, la necessità di rallentare, la natura come aula scolastica U.D. 2 l'ansia da prestazione, apprendere attraverso le mani U.D.3 risvolti della legge 626 sulla sicurezza nelle scuoi, pluriclasse e piccole scuole, U.D.4 didattica per laboratori ARGOMENTO D' APPROFONDIMENTO: esperienze contemporanee di pedagogia attiva ( "La pedagogia della lumaca" di Zavalloni) METODOLOGIE: lezioni frontali, lezioni in cerchio, apprendimento cooperativo PROGRAMMA DI FILOSOFIA PROF. STEFANO PAGLIARANI A.S. 2008/2009 CL.5DF - L'illuminismo e la filosofia del 700 La critica della ragione Che cos'è Pilluminismo? L'illumismo come clima culturale II deismo Riforme o rivoluzioni L ' anticlericalismo L ' enciclopedismo -Voltaire La vita La critica all'assolutismo politico -Immanuel Kant La vita La critica a Wolff La critica della ragion pura L'estetica trascendentale La dialettica trascendentale La critica della ragion pratica La legge morale 13

14 La libertà come condizione della moralità II rapporto di Kant con la religione La concezione della storia II diritto -Georg Wilhelm Hegel La vita Gli scritti teologici giovanili La fenomenologia dello spirito La filosofia dello spirito oggettivo e la storia Diritto,moralità ed eticità La filosofia della storia -Arthur Schopenhauer La vita La visione pessimistica della storia e dell'uomo Le vie della catarsi:arte,moralità e ascesi -Karl Marx La vita e opere La concezione materialistica della storia II programma politico dei comunisti -Soeren Kierkegaard Vita e opere Gli stadi della vita Le categorie filosofiche -Caratteri generali del positivismo -August Comte La vita La legge dei tre stadi La sociologia come "fisica sociale" -Friedrich Nietzsche Vita e opere L'interpretazione della grecita e la decadenza della civiltà occidentale La critica della morale e del cristianesimo La volontà di potenza e l'oltreuomo -Sigmund Freud e la psicoanalisi La scoperta dell'inconscio La vita psichica:es,io,super-io 14

15 Programma anno scolastico 2008/2009 classe V sezione D Materia : Storia dell'arte Docente Francesca Borgia Obiettivi: Condurre l'alunno verso una conoscenza degli argomenti proposti e dei termini specifici attraverso Una seria applicazione e una visione specifica delle opere e delle testimonianaze artistiche. Strumenti: Libri di testo, riviste culturali, monografie. Attraverso la realizzazione di disegni l'alunno potrà Ripercorrere le tappe della carriera artistica di un dato autore. Argomenti: Caravaggio: La vita e le opere: La natura morta, il Bacco, la Morte della Vergine, la Resurrezione di Lazzaro, la Sepoltura di Santa Lucia, la Caduta si San Paolo. Gian Lorenzo Bernini: La vita e le opere: Apollo e Dame, il Ratto di Proserpina, l'estasi di Santa Teresa, la Fontana dei Quattro fiumi, il Colonnato di San Pietro, il Baldacchino. Il secolo dei Lumi: Luigi Vanvitelli La reggia di Caserta. Scultura del '700 Antonio Canova Amore e psiche Pittura del '700 Pietro Longhi il pittore degli interni veneziani. A.D.Ingres Architettura neoclassica caratteristiche Pittura romantica: Thèodore Gèricault Alienata mentale, la Zattera della Medusa Eugène Delacroix la Libertà che guida il popolo Francesco Hayez Pensiero malinconico, il Bacio 15

16 Programma di MATEMATICA Docente: Prof. Morri Marco Funzioni esponenziali e logaritmiche: funzione ed equazione esponenziale; logaritmi numerici e proprietà dei logaritmi; funzione logaritmica. Trigonometria: cerchio goniometrico e formule relative; definizioni fondamentali di trigonometria; relazioni trigonometriche in un triangolo rettangolo; formule di addizione e sottrazione; formule di duplicazione, di bisezione, di prostaferesi. Analisi matematica: classificazioni delle funzioni matematiche; grafici delle funzioni; le funzioni continue e il calcolo dei limiti; limiti:forme indeterminate / e 0/0 la derivata di una funzione: definizione e significato geometrico tecniche di calcolo delle derivate: derivata della somma, del prodotto, del rapporto, della potenza, di una funzione composta. Programma di FISICA Docente: Prof. Morri Marco Fisica delle onde: parametri delle onde e eleggi relative; onde trasversali e longitudinali, onde periodiche e stazionarie; il suono: caratteristiche distintive e velocità; l effetto Doppler; le proprietà della luce: propagazione rettilinea, la velocità della luce nel vuoto; ottica geometrica: riflessione e rifrazione; le lenti: legge dei punti coniugati, costruzione grafica di una immagine; gli specchi sferici e parabolici: la legge dei punti coniugati, costruzione grafica di una immagine. Termologia: temperatura e scale termometriche (scala Celsius e assoluta) dilatazione termica lineare e volumica; il gas perfetto: caratteristiche peculiari; leggi sui gas: legge di Boyle, 1 a e 2 a legge di Gay-Lussac; equazione di stato dei gas perfetti; capacità termica, calore specifico, legge fondamentale della calorimetria. 16

17 Elettrologia: la carica elettrica e la legge di Coulomb; il campo elettrico; caso dell atomo di idrogeno; la corrente elettrica continua; la legge di Ohm; resistenze in serie e parallelo; la potenza elettrica. PROGRAMMA DI LINGUA e CIVILTA INGLESE Classe V Df a. s Docente: Prof. Mariachiara Pioppo Libri di testo: Graeme Thompson, Silvia Maglioni, Literary Links, From Victorian Britain to Contemporary Times, Cideb OBIETTIVI DIDATTICI: Lo studente deve essere in grado di: comprendere in senso globale messaggi di argomento generale e di argomento relativo all indirizzo di studi; comunicare in modo appropriato su argomenti di carattere generale; comunicare in modo appropriato su argomenti relativi all indirizzo; produrre testi scritti di carattere generale e/o specifico all indirizzo con sufficiente chiarezza e coesione; possedere una conoscenza della letteratura del paese straniero di cui si studia la lingua; usare la lingua straniera con adeguata consapevolezza dei significati che essa trasmette. CONTENUTI DISCIPLINARI: Module 1: Victorian society and its contradictions Economy and society (p. 13); the transformation of labour (p. 17), the industrialization and its consequences; the Victorian compromise (p.23); the condition of women (p. 24); the British empire: from its rise in the 16th century to its end in the 20th century; Charles Darwin and the theory of evolution (pp. 26-8). Victorian literature The Victorian novel (p. 30); Early Victorian novelists (p. 31); Late Victorian novelists (p. 33) Charles Dickens Hard Times: Extract 1: A Man of Realities (pp ); Extract 2: Coketown (p. 54) Thomas Hardy 17

18 Tess of the D Urbervilles: Tess, an unconventional fallen woman; determinism; Extract 1: A Silent Accord (pp ) Victorian poetry (p. 124) Alfred Tennyson Ulysses (pp ) Module 2: The 20th century - the age of anxiety The last days of Victorian optimism and the Suffragettes (p. 183); World War I: a total war (p. 185); consequences of the war (p. 186). Modern literature Modernism in Europe (pp ); Modernism and the novel (p. 200); the influence of Freud s theory of the unconscious (p. 201); the influence of Bergson s theory of duration (p. 202); William James and the idea of consciousness (p. 204); the interior monologue: the direct and the indirect one (p. 204) James Joyce Epiphanies (p. 231) Dubliners (pp ): Eveline (the complete short story) Ulysses (p. 240): Leopold Bloom, a modern anti-hero (p. 240); Extract 1: The Funeral (Ulysses, part III, episode 6, photocopy); Extract 2: I was thinking of so many things (pp ) Virginia Woolf Interior time (pp ); moments of being (p.249) Mrs. Dalloway: features and themes (p. 250); Extract 1: Out for Flowers (photocopy); Extract 2: A Very Sad Case (p. 251) George Orwell * The historical, political and social context of the 1930s Nineteen Eighty-Four: the plot (pp ); features and themes (p. 297); Newspeak and Doublethink (pp ) Extract 1: Big Brother is Watching you (pp ) Modernist poetry (p. 305) and its difficulty (p. 306) T.S. Eliot The complexity of modern civilisation (pp ) The Waste Land: Extract 1: The Burial of the Dead (p. 322); Extract 2: What the Thunder said (pp ) The Hollow Men (pp ) Old Possum s Book of Practical Cats: Extract 1: The Naming of Cats (photocopy) [l autore contrassegnato da * sarà svolto nel periodo compreso tra il 15 maggio 2009 e la fine dell anno scolastico] 18

19 Corso di Scienze Naturali V D Prof. Doria Presepi Anno scolastico 2008/2009 Testo : Immagini della biologia,autori-campbell, Reece, Taylor, Simon ed.zanichelli Vol. A+B Cap.13-Come agisce l evoluzione- -L evoluzione biologica e la teoria di Darwin.Le teorie evolutive prima di Darwin. La selezione naturale alla base de meccanismi dell evoluzione. -Le prove a favore dell evoluzione. -Da Darwin alla sintesi moderna. -Variabilità e selezione naturale. Parg.1,2,3,4,5,7,11,12,15. Letture dei parg.13,14,15,17,18. Cap.14-L origine della specie- -Dalla microevoluzione alla macroevoluzione : il concetto di specie.parg 1,2,3(lettura) -I meccanismi della speciazione (a grandi linee).parg.4,5. Vol.E (fotocopie fornite dall insegnante). Cap.31-Sulle tracce dell evoluzione- -Biologia sistematica e filogenetica (concetto di sistematica,di filogenesi e di tassonomia).parg.6,7. -Nomenclatura binomia di Linneo (genere e specie). Cap.37-L evoluzione umana- -Una panoramica sui primati: loro comparsa cronologica nella storia evolutiva dei viventi sulla Terra; loro caratteristiche anatomiche, morfologiche e funzionali; loro classificazione. -L evoluzione degli ominidi : gen.australopithecus, gen. Homo.Parg.1,2,3,4,5,6. Vol.D+C -Cap.15-Strutture e funzioni degli animali- -Organizzazione strutturale e gerarchica del corpo degli animali: tessuti, organi,sistemi. -Il tessuto epiteliale,il tessuto connettivo,il tessuto muscolare,il tessuto nervoso,gli organi,i sistemi,nuove tecniche di indagine diagnostica-lettura (TAC,RM,RX,RMM,PET). Parg.1,2,3,4,5,6,7,8,9,10. -La pelle : la sua struttura istologica e le sue funzioni (appunti e fotocopie forniti dall insegnante) -Gli scambi con l ambiente esterno e l omeostasi. Gli adattamenti strutturali favoriscono gli scambi chimici tra animali e l ambiente ; gli animali regolano il proprio ambiente interno;l omeostasi è regolata da meccanismi di feedback negativo; il feedback positivo. Parg.11,12,13. -Cap.16- L alimentazione e la digestione- 19

20 -Alimentazione ed elaborazione del cibo : gli animali possono alimentarsi in vari modi; la trasformazione del cibo avviene in quattro fasi; la digestione avviene in comparti specializzati nelle diverse classi di animali (lettura). -Il sistema digerente umano : anatomia, istologia e fisiologia degli organi; costituzione del sistema digerente umano; la digestione chimica e meccanica della cavità orale; la faringe, struttura e funzione; l esofago,struttura e funzione; lo stomaco,struttura,funzione e fisiologia ; l intestino tenue,struttura e funzione; ormoni ed enzimi prodotti dal fegato e dal pancreas nella prima parte dell intestino tenue ; la digestione chimica degli alimenti nel duodeno; il pancreas e il fegato,morfologia,istologia, funzione e fisiologia; l assorbimento delle sostanze nutritive digerite nella seconda parte dell intestino tenue,sua struttura morfologica ed istologica; struttura e funzione dell intestino crasso; le principali patologie del sistema digerente umano e le loro cause. Parg. 1,2,3,4,5,6,7,8,9,10,11,12,13,14,16.. -Alimentazione bilanciata e salute ( a grandi linee- letture). Parg.17,18,19. -Cap.17-La respirazione gli scambi gassosi- -I meccanismi alla base degli scambi gassosi nelle diverse classi animali ( vermi,insetti,pesci, vertebrati terrestri) e le strutture adatte a compiere tali funzioni (pelle,trachee,branchie,polmoni). -Il sistema respiratorio umano: anatomia, istologia, fisiologia dei polmoni e delle vie respiratorie. I meccanismi della ventilazione polmonare;il controllo della respirazione polmonare e le modalità di attuazione. Gli scambi gassosi tra sangue e tessuti e i gradienti di pressione parziale di anidride carbonica e di ossigeno. La struttura dell emoglobina,il suo ruolo nel trasporto dei gas(anidride carbonica e ossigeno) e nella regolazione del ph del sangue. Alcune patologie ( le infezioni delle vie aere, la polmonite, il cancro,asma). Parg.1,2,3,4,5,6,7,8,9,10,11,12. Cap.18-Il sangue e la circolazione- -Il trasporto interno negli animali:il sistema circolatorio e i tessuti del corpo; il sistema circ. aperto degli insetti e chiuso dei vertebrati; il sistema cardiovascolare dal punto di vista evolutivo nei pesci, negli anfibi,nei rettili, negli uccelli,nei mammiferi. -Il sistema cardiovascolare umano: anatomia, istologia, fisiologia del cuore, struttura dei vasi sanguigni (arterie, vene,capillari), loro controllo e loro funzioni; il ciclo cardiaco e il controllo nervoso del ritmo cardiaco. Alcune patologie del sistema cardocircolatorio( l infarto miocardio,l ictus,l aterosclerosi) e le eventuali cause. La pressione sanguigna e i suoi valori di normalità. Il ruolo della pressione sanguigna e della pressione osmotica negli scambi tra sangue e tessuti e viceversa.parg. 1,2,3,4,5,6,7,8,9,10,11,12. -Composizione, proprietà e funzioni del sangue: composizione del plasma e sua funzione;gli elementi corpuscolari del sangue (globuli rossi, leucociti, piastrine), la loro morfologia, il loro ruolo ed la loro quantità/mm³. La coagulazione del sangue.l emocromo e la formula leucocitaria (a grandi linee) Alcune patologie del sangue : le diverse anemie, le leucemie, difetti di coagulazione. Le cellule staminali,la loro origine e la loro importanza in campo terapeutico per la cura delle malattie. Parg.13,14,15,16,17. Cap.19-Il sistema immunitario- -Le difese innate aspecifiche dell organismo umano (pelle,cellule fagocitarie,proteine antimicrobiche); la risposta infiammatoria. 20

21 -Il sistema linfatico:struttura, funzione e collocazione nel corpo umano dei vasi linfatici e dei linfonodi. -La risposta immunitaria acquisita : immunità attiva ( compresa la vaccinoprofilassi) e passiva(sieroprofilassi). Antigeni,anticorpi (loro struttura e produzione, classi anticorpali), plasmacellule,linfociti B e T ( helper, citotossici), le cellule della memoria. -L immunità mediata da cellule ( modalità d azione dei linfociti T helper e T citotossici e loro ruolo) e l immunità umorale ( i linfociti B,il loro ruolo nella produzione di anticorpi, la risposta immunitaria primaria e la risposta immunitaria secondaria); l inattivazione degli antigeni mediante gli anticorpi ( neutralizzazione,agglutinazione,precipitazione di antigeni in soluzione,attivazione del sistema complemento). Il complesso maggiore di istocompatibilità o MHC, le proteine MHC di classe I e le proteine MHC di classe II. Gli anticorpi monoclonali (lettura). Alcune patologie del sistema immunitario:l AIDS,le allergie,le malattie autoimmuni. Parg.1,2,3,4,5,6,7,8,9,10,11,12,13,14,15,16. Cap.20-Il controllo dell ambiente interno -La termoregolazione:le quattro modalità di dispersione o di immagazzinamento del calore (conduzione,irraggiamento,convezione,evaporazione). Le modalità di adattamento negli animali per effettuare la termoregolazione dell organismo. -La regolazione dei liquidi interni e l escrezione : animali isosmotici e animali osmoregolatori; animali ammoniotelici,ureotelici, uricotelici. Il ruolo del fegato nella produzione di sostanze azotate quali l urea. -Il sistema escretore umano: anatomia, istologia, fisiologia e funzione dei reni, degli ureteri, della vescica e dell uretra. L unità funzionale del rene :il nefrone (struttura,fisiologia e funzione).le funzioni di base del sistema escretore: la filtrazione,il riassorbimento, la secrezione e l escrezione. Le fasi del processo di trasformazione del filtrato in urina; composizione chimica dell urina. Il controllo ormonale dell attività renale: l ADH (ormone antidiuretico e l aldosterone. Alcune patologie dell apparato escretore : la litiasi,la nefrite, la cistite, l insufficienza renale e il trattamento di dialisi.parg.1,2,3,4,5,6,7,8,9,10,11. Cap.21-Il sistema endocrino (programma svolto dopo il 15/05/09, di cui non viene garantito il completo svolgimento). -I messaggeri chimici del sistema endocrino e del sistema nervoso a confronto. Il meccanismo d azione degli ormoni idrosolubili e di quelli liposolubili, la loro diversa costituzione chimica. -Il sistema endocrino umano : l epifisi, il timo,l ipofisi,la tiroide,le paratiroidi,il pancreas,le gonadi,le surrenali,la loro struttura (a grandi linee), le loro secrezioni,la loro collocazione nel corpo umano. Il ruolo di controllo dell ipotalamo del sistema endocrino. -Ormonieomeostasi : ADH,ossitocina,TSH,GH,PRL,endorfine,ACTH,FSH,LH,T3,T4,calcitonina,paratiroi deo,insulina,glucagone,estrogeni,progestinici,androgeni,mineralcorticoidi(aldosterone),glicocorti coidi,adrenalina,noradrenalina,loro natura,loro funzione,meccanismi di regolazione. Alcune patologie legate al sistema endocrino: nanismo,gigantismo,ipotiroidismo,ipertiroidismo,diabete (mellito, di tipo I, di tipo II).Parg.1,2,3,4,5,6,7,8,9,10. 21

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1 Indice Presentazione... 1 Livelli di realtà... 5 1. Realtà fisica e realtà fenomenica... 5 2. Annullamento dell identità numerica tra oggetto fisico e oggetto fenomenico... 8 3. Individualità degli oggetti

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

Esempi di utilizzazione dell ADVP

Esempi di utilizzazione dell ADVP Esempi di utilizzazione dell ADVP G. Cappuccio Ipssar P. Borsellino ESERCIZIO DI REALIZZAZIONE IL VIAGGIO Guida per l insegnante Questo esercizio è un modo pratico per coinvolgere l alunno nel progetto

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 MATERIA: Scienze Motorie classe : V A SIA dell'istituto Superiore D'istruzione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM Tra differenza e identità. Percorso di formazione sulla storia e la cultura delle donne Costituito con Decreto del Rettore il 22 gennaio 2003, «al fine di avviare

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA DEI LICEI

GUIDA ALLA RIFORMA DEI LICEI GUIDA ALLA RIFORMA DEI LICEI Profili d uscita, obiettivi specifici di apprendimento e quadri orari dei nuovi licei, con le indicazioni dei cambiamenti rispetto al vecchio ordinamento Il futuro è la nostra

Dettagli

La teoria storico culturale di Vygotskij

La teoria storico culturale di Vygotskij La teoria storico culturale di Vygotskij IN ACCORDO CON LA TEORIA MARXISTA VEDEVA LA NATURA UMANA COME UN PRODOTTO SOCIOCULTURALE. SAGGEZZA ACCUMULATA DALLE GENERAZIONI Mappa Notizie bibliografiche Concetto

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

unità B3. Le teorie sull evoluzione

unità B3. Le teorie sull evoluzione documentazione fossile è provata da embriologia comparata anatomia comparata biologia molecolare L evoluzione avviene per selezione naturale microevoluzione può essere macroevoluzione speciazione allopatrica

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014)

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) Le grandezze fisiche. Metodo sperimentale di Galilei. Concetto di grandezza fisica e della sua misura. Il Sistema internazionale di Unità

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Istituto Istruzione Superiore Liceo Scientifico Ghilarza Anno Scolastico 2013/2014 PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA

Istituto Istruzione Superiore Liceo Scientifico Ghilarza Anno Scolastico 2013/2014 PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA Classe VA scientifico MATEMATICA MODULO 1 ESPONENZIALI E LOGARITMI 1. Potenze con esponente reale; 2. La funzione esponenziale: proprietà e grafico; 3. Definizione di logaritmo;

Dettagli

Allegato IV simulazione della Terza Prova, TIP. B+C. del 27/05/2015

Allegato IV simulazione della Terza Prova, TIP. B+C. del 27/05/2015 Allegato IV simulazione della Terza Prova, TIP. B+C del 27/05/2015 Istituto d Istruzione Superiore Liceo Classico Statale G. Garibaldi Via Roma, 164 87012 Castrovillari ( CS ) Tel. e fax 0981.209049 Anno

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE La Sala consultazione della Biblioteca Provinciale P. Albino è organizzata secondo il principio dell accesso diretto da parte dell utenza al materiale

Dettagli

PROGRAMMAZIONE. Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA

PROGRAMMAZIONE. Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA PROGRAMMAZIONE Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA Classe: 4^ LTS/A - SALUTE Insegnante: Claudio Furioso Ore preventivo: 132 SCANSIONE MODULI N TITOLO MODULO set ott nov dic gen feb

Dettagli

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO Classe V F Liceo Internazionale Spagnolo Discipline: Francese/Inglese, Filosofia, Matematica, Scienze, Storia dell'arte Data 12 dicembre 2013 Tipologia A Durata ore

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti Giovanni Fusetti racconta il ruolo del Clown nella sua pedagogia teatrale Articolo apparso sulla rivista del Piccolo Teatro Sperimentale della Versilia Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO:

Dettagli

IL SISTEMA NERVOSO. Organizzazione e struttura

IL SISTEMA NERVOSO. Organizzazione e struttura IL SISTEMA NERVOSO Organizzazione e struttura IL SISTEMA NERVOSO. è costituito due tipi cellulari: il neurone (cellula nervosa vera e propria) e le cellule gliali (di supporto, di riempimento: astrociti,

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE)

MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE) MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE) Contenuti Michelene Chi Livello ottimale di sviluppo L. S. Vygotskij Jerome Bruner Human Information Processing Teorie della Mente Contrapposizione

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue e Letterature:

Dettagli

ILTESTO NARRATIVO LIVELLO DELLA STORIA

ILTESTO NARRATIVO LIVELLO DELLA STORIA ILTESTO NARRATIVO Testi narrativi sono definiti tutti quelli che hanno per oggetto la narrazione di una storia: racconti, romanzi, fiabe ecc. Gli elementi fondamentali del testo narrativo sono: storia,

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 B Corso: SERVIZI COMMERCIALI (TRIENNIO)

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 B Corso: SERVIZI COMMERCIALI (TRIENNIO) Classe: 3 B ITALIANO LETTERATURA 9788822168191 SAMBUGAR MARTA / SALA' GABRIELLA LETTERATURA + / VOLUME 1 + GUIDA ESAME 1 + ANTOLOGIA DIVINA COMMEDIA + ESPANSIONE WEB 1 LA NUOVA ITALIA EDITRICE 32,80 No

Dettagli

English as a Second Language

English as a Second Language 1. sviluppo della capacità di usare l inglese per comunicare 2. fornire le competenze di base richieste per gli studi successivi 3. sviluppo della consapevolezza della natura del linguaggio e dei mezzi

Dettagli

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Ruolo biologico: Messaggero del segnale cellulare Molecola regolatoria nel sistema cardiovascolare Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Componente

Dettagli

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) 1 LA LUCE NELLA STORIA Nell antica Grecia c era chi (i pitagorici) pensavano che ci fossero dei fili sottili che partono dagli

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015 NUMERI. SPAZIO E FIGURE. RELAZIONI, FUNZIONI, MISURE, DATI E PREVISIONI Le sociali e ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA procedure

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue

Dettagli

Che cos è un emozione?

Che cos è un emozione? Che cos è un emozione? Definizione Emozione: Stato psichico affettivo e momentaneo che consiste nella reazione opposta all organismo a percezioni o rappresentazioni che ne turbano l equilibrio (Devoto

Dettagli

Q.tà ISBN Cod. Titolo Autore Prezzo. EM2013-G Esp. Manomix "Il sapere dal cielo" - 70 pz. (35 titoli) Novità 483,00

Q.tà ISBN Cod. Titolo Autore Prezzo. EM2013-G Esp. Manomix Il sapere dal cielo - 70 pz. (35 titoli) Novità 483,00 Cedola di prenotazione - Febbraio 2013 C.da Tamarete - Zona Artigianale 66026 ORTONA (CH) P. Iva 02224300695 info@vestigium.it www.vestigium.it tel. 085 9062581 fax 085 9059483 Q.tà ISBN Cod. Titolo Autore

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA - BIENNIO COMUNE

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA - BIENNIO COMUNE Classe: 1 A LINGUA E LETTERATURA ITALIANA 9788839511980 MANZONI A. / PERISSINOTTO PROMESSI SPOSI U PARAVIA 22,65 No Si No LINGUA E LETTERATURA ITALIANA 9788842443155 FERRALASCO ANNA / MOISO ANNA MARIA

Dettagli

PROFESSORI DELLO STAT

PROFESSORI DELLO STAT PROFESSORI STABILI ORDINARI > Giuliani p. Matteo, ofm Dottorato in Scienze dell Educazione con indirizzo catechetica Catechetica e Didattica della religione Responsabile del Servizio Formazione Permanente

Dettagli

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto Provincia di Ravenna Album fotografico UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto CONSIGLI/CONSULTE DEI COMUNI PARTECIPANTI SCUOLA Consulta ragazzi di Alfonsine Michelacci Andrea Scuola Primaria "Matteotti

Dettagli

attività motorie per i senior euro 22,00

attività motorie per i senior euro 22,00 Le attività motorie Chi è il senior? Quali elementi di specificità deve contenere la programmazione delle attività motorie destinate a questa tipologia di utenti? Quali sono le capacità motorie che necessitano

Dettagli

Ogni giorno dopo i pasti

Ogni giorno dopo i pasti Ogni giorno dopo i pasti Se si facesse un sondaggio su che cosa la gente porti, abitualmente, nella borsa, uno degli oggetti più quotati sarebbe: medicinali. Non dico gli anziani, ma sapete quanti adolescenti

Dettagli

Prova di ammissione dell Indirizzo Linguistico-Letterario Classe A043 1 ottobre 2007

Prova di ammissione dell Indirizzo Linguistico-Letterario Classe A043 1 ottobre 2007 Prova di ammissione dell Indirizzo Linguistico-Letterario Classe A043 1 ottobre 2007 1. La Commedia è un testo poligenere perché: 1) utilizza termini provenienti da lingue diverse 2) ha aspetti del poema,

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: I.F.P.OPERATORE MECCANICO (ACCORDO DEL 29.4.10)

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: I.F.P.OPERATORE MECCANICO (ACCORDO DEL 29.4.10) Classe: 1 A Corso: I.F.P.OPERATORE MECCANICO (ACCORDO DEL 29.4.10) RELIGIONE 9788805070985 SOLINAS LUIGI TUTTI I COLORI DELLA VITA + DVD - EDIZIONE MISTA / IN ALLEGATO GIORDA, DIRITTI DI CARTA U SEI 16,35

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 S Corso: AGRARIA, AGROLIMENTARE AGROINDUSTRIA - BIENNIO

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 S Corso: AGRARIA, AGROLIMENTARE AGROINDUSTRIA - BIENNIO Classe: 1 S RELIGIONE 9788805070725 TRENTI ZELINDO / MAURIZIO LUCILLO / ROMIO ROBERTO OSPITE INATTESO (L') / CON NULLA OSTA CEI U SEI 15,00 Si Si No ITALIANO GRAMMATICA 9788805073542 DEGANI ANNA / MANDELLI

Dettagli

STORIA DELL USO DELL ENERGIA IN ITALIA Cesare Silvi Presidente GSES

STORIA DELL USO DELL ENERGIA IN ITALIA Cesare Silvi Presidente GSES STORIA DELL USO DELL ENERGIA IN ITALIA Cesare Silvi Presidente GSES NEW LIGHT ON ROME, ROMA, MERCATI DI TRAIANO, 2000 ARTISTA PETER ERSKINE Gruppo per la storia dell'energia solare (GSES) www.gses.it

Dettagli

Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni

Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni Classi di concorso tabella A 1/A Aerotecnica e costruzioni aeronautiche 2/A Anatomia, fisiopatologia oculare e laboratorio di misure oftalmiche 3/A Arte del

Dettagli

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni )

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni ) ORARIO LEZIONI 2 semestre - Anno accademico 2014/2015 2 semestre 1 ANNO GIORNI ORE LUNEDÌ Teologia morale fondamentale Teologia morale fondamentale Psicologia dello sviluppo I Psicologia dello sviluppo

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento

IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento Scritture di movimenti Autori bambine e bambini dai 5 ai 6 anni IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento IL CORPO E LA SUA DANZA Incontri di studio per la formazione

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri MPI - USP di Padova Comune di Padova Settore Servizi Scolastici Centro D.A.R.I. Una scuola per tutti Percorso di formazione per docenti Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri I parte a cura

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia 3) Heidegger: dall esistenza all ontologia Vita e opere Martin Heidegger (1889-1976) frequentò la facoltà di teologia dell Università di Friburgo. Nel 1919 divenne assistente e in seguito successore di

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

Il coro ha cominciato la sua attiv ità con 15 bambini ed attualmente ne conta 35, prov enienti dalle div erse scuole primarie del circolo.

Il coro ha cominciato la sua attiv ità con 15 bambini ed attualmente ne conta 35, prov enienti dalle div erse scuole primarie del circolo. Il coro ha cominciato la sua attiv ità con 15 bambini ed attualmente ne conta 35, prov enienti dalle div erse scuole primarie del circolo. Tutti i bambini che ne fanno richiesta v engono ammessi al Coro,

Dettagli

Guai a me se non predicassi il Vangelo

Guai a me se non predicassi il Vangelo Guai a me se non predicassi il Vangelo (1 Cor 9,16) Io dunque corro 1 Cor 9,26 La missione del catechista come passione per il Vangelo Viaggio Esperienza L esperienza di Paolo è stata accompagnata da un

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale Quant è difficile rilassarsi veramente e profondamente anche quando siamo sdraiati e apparentemente immobili e distesi, le tensioni mentali, le preoccupazioni della giornata e le impressioni psichiche

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Il documento va compilato in forma digitale per poter ampliare gli spazi dello schema (ove necessario) e togliere

Dettagli

Programmazione Modulare

Programmazione Modulare Indirizzo: BIENNIO Programmazione Modulare Disciplina: FISICA Classe: 2 a D Ore settimanali previste: (2 ore Teoria 1 ora Laboratorio) Prerequisiti per l'accesso alla PARTE D: Effetti delle forze. Scomposizione

Dettagli

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015 Con la collaborazione di: EDUCAZIONE ATTRAVERSO IL MOVIMENTO Le abilità di movimento sono conquiste tangibili che contribuiscono alla formazione di un immagine di sé positiva. Progetto di collaborazione

Dettagli

-uno o più IONI INORGANICI

-uno o più IONI INORGANICI Coenzimi e vitamine Alcuni enzimi, per svolgere la loro funzione, hanno bisogno di componenti chimici addizionali, i COFATTORI APOENZIMA + COFATTORE = OLOENZIMA = enzima cataliticamente attivo Il cofattore

Dettagli

Humana comoedia. Una riflessione sulla condizione umana oggi

Humana comoedia. Una riflessione sulla condizione umana oggi Humana comoedia Una riflessione sulla condizione umana oggi Biagio Pittaro HUMANA COMOEDIA Una riflessione sulla condizione umana oggi saggio www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Biagio Pittaro Tutti

Dettagli

ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE

ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE O B I E T T I V I M I N I M I P E R L A S C U O L A P R I M A R I A E S E C O N D A R I A D I P R I M O G R A D O ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE Ascoltare e comprendere semplici consegne operative Comprendere

Dettagli

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda ANDREA FONTANA Storyselling Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda Impostazione grafica di Matteo Bologna Design, NY Fotocomposizione e redazione: Studio Norma,

Dettagli

Cosa è la sociologia? Studio scientifico della società

Cosa è la sociologia? Studio scientifico della società Cosa è la sociologia? Studio scientifico della società Cosa è la sociologia? Rispetto alle altre scienze sociali Soluzione gerarchica Soluzione residuale Soluzione formale Soluzione gerarchica A. Comte

Dettagli

1. Manifestano la loro azione negativa solo in età adulta avanzata

1. Manifestano la loro azione negativa solo in età adulta avanzata Perché invecchiamo? La selezione naturale opera in maniera da consentire agli organismi con i migliori assetti genotipici di tramandare i propri geni alla prole attraverso la riproduzione. Come si intuisce

Dettagli

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA CORO VALCAVASIA Cavaso del Tomba (TV) CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA chi siamo Il progetto sulla grande guerra repertorio discografia recapiti, contatti Chi siamo Il coro Valcavasia

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA RELIGIONE 9788839302229 MARINONI GIANMARIO / CASSINOTTI DOMANDA DELL'UOMO (LA) - VOLUME UNICO - EDIZIONE AZZURRA / CORSO DI RELIGIONE

Dettagli

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Che cos è il Bisogno Educativo Speciale? Il Bisogno Educativo Speciale rappresenta

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

Scuola secondaria di primo grado: Educazione fisica

Scuola secondaria di primo grado: Educazione fisica Ufficio XVI - Ambito territoriale per la provincia di Reggio Emilia Ufficio Educazione Fisica e Sportiva Scuola secondaria di primo grado: Educazione fisica Prof. CRONISTORIA DELLA DISCIPLINA DAL 1979

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2010/2011 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 1 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 2 INDICE Sezione 1 Le scuole... 5 IL SISTEMA SCOLASTICO LOMBARDO...

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti. Contratto Formativo. Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA

Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti. Contratto Formativo. Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti Contratto Formativo Corso I.T.I.S. Classe I sez.a CH Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Docenti : DITURI LUIGI e INGELIDO

Dettagli

Come verifico l acquisizione dei contenuti essenziali della mia disciplina

Come verifico l acquisizione dei contenuti essenziali della mia disciplina Riflessione didattica e valutazione Il questionario è stato somministrato a 187 docenti di italiano e matematica delle classi prime e seconde e docenti di alcuni Consigli di Classe delle 37 scuole che

Dettagli

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA 1. OBIETTIVI SPECIFICI DELLA DISCIPLINA PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Le prime due/tre settimane sono state dedicate allo sviluppo di un modulo di allineamento per

Dettagli

Indice. Nota introduttiva alle Indicazioni nazionali p. 2. Profilo educativo, culturale e professionale dello studente liceale p.

Indice. Nota introduttiva alle Indicazioni nazionali p. 2. Profilo educativo, culturale e professionale dello studente liceale p. LICEO SCIENTIFICO Indice Nota introduttiva alle Indicazioni nazionali p. 2 Profilo educativo, culturale e professionale dello studente liceale p. 10 Piano degli studi p. 14 Indicazioni nazionali riguardanti

Dettagli

A CHE COSA SERVE LA PROVA DI AMMISSIONE

A CHE COSA SERVE LA PROVA DI AMMISSIONE INDICE A che cosa serve la prova di ammissione pag. I Come è strutturata la prova III Come rispondere al questionario V Indicazioni sulle principali conoscenze richieste XII Testo della prova del 4 settembre

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

ED.FISICA Il doping. STORIA Gli anni 20 negli Usa

ED.FISICA Il doping. STORIA Gli anni 20 negli Usa SCIENZE La genetica ED.FISICA Il doping TECNOLOGIA L automobile e la Ford ED.ARTIST. Il cubismo e Braque STORIA Gli anni 20 negli Usa GEOGRAFIA Gli Usa ITALIANO Il Decadentis mo e Svevo INGLESE ED.MUSICA

Dettagli