IL GIORNALE DEL LAZIO LAZIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL GIORNALE DEL LAZIO LAZIO"

Transcript

1 IL GIORNALE DEL LAZIO LAZIO QUINDICINALE DI ATTUALITÀ - POLITICA - SCIENZA - ECOLOGIA - CULTURA - SPORT - SPETTACOLO Fondato nel 1984 da Ben Jorillo Redazione: Via Fermi, Aprilia (LT) - Tel sito Aut. Tribunale di Latina n. 284 del 20/01/ Direttore Bruno Jorillo DALLA REGIONE di BRUNO JORILLO a pag NETTUNO Grande successo per la Festa dello Sport di LINDA SILVIA a pag. 45 ANZIO Canoni di locazione: termine di presentazione istanza 29 giugno di CONSUELO NOVIELLO POMEZIA Denuncia del consigliere comunale Fucci: Siamo sotto attacco! di FOSCA COLLI a pag. 48 a pag.44 CISTERNA Un consiglio dietro l altro, e scoppia il terremoto politico di FRANCESCO DE ANGELIS a pag.48 ARDEA Presentata la nuova squadra di Governo di LUIGI CENTORE a pag COPIA OMAGGIO Anno XXVIII - N GIUGNO 2012 Il servizio è aperto al pubblico soltanto tre giorni a settimana per un totale di 12 ore APRILIA, GIORNATE PERSE ALL UFFICIO TRIBUTI Gli utenti esasperati: I giornalisti facciano una staffetta per essere sempre presenti Ufficio postale centrale di Aprilia è sempre più caos LA MUSICA NON CAMBIA! Si spera che cambino i suonatori Servizio a pag.5 di Riccardo Toffoli e Gianfranco Compagno Parlare dell ufficio tributi è come sparare sulla Croce Rossa. L amministrazione Terra pensa di risolvere il problema delle file dell ufficio postale centrale e invia persino delle lettere dicendo che la situazione è insopportabile, ma non riesce a risolvere il problema delle code all ufficio tributi dove diversi giorni fa i cittadini esasperati, hanno chiamato persino i Carabinieri. Così giovedì 31maggio, muniti di tanta pazienza, siamo andati a vedere come funziona l ufficio tributi. Alle ore 8.10 la situazione era stata organizzata autonomamente dai cittadini. Gli uffici aprono al pubblico alle ore a pagina3

2 pagina 2 ROMA - MUSEO CROCETTI on.antonio Tancredi di Gianfranco Compagno Deputato teramano della Democrazia Cristiana dal 1979 al 1994 E morto il 17 maggio il nostro presidente On. Antonio Tancredi poche parole giunte tramite posta elettronica martedì 22 maggio , a esequie funebri avvenute. Una notizia inaspettata quella della morte del presidente della Fondazione Venanzo Crocetti. Se ne è andato vero un gentiluomo, un mecenate, un politico di vecchio stampo. Si è spento al Policlinico Agostino Gemelli vicinissimo a quella che era la sua casa di Roma, il Museo Crocetti, sede della Fondazione, in via Cassia Nuova. I funerali si sono svolti sabato 19 maggio alle 15,30 nella Cattedrale di Teramo, sua città natale, con una grande partecipazione. Ha officiato il rito funebre il Vescovo di Teramo- Atri, monsignor Michele Seccia. L on.tancredi avrebbe compiuto 80 anni il primo giugno. Dal 2004, l anno successivo alla morte del Maestro Venanzo Crocetti il 3 febbraio era diventato un appuntamento fisso ci si ritrovava presso il Museo di via cassia per la commemorazione. Quest anno il 3 febbraio a Roma è nevicato, la commemorazione non si è tenuta nella forma tradizionale, è stata l ultima volta che l ho sentito, mi ha inviato a non affrontare il viaggio da Aprilia a Roma, la città era bloccata dalla neve. Egli era lì, era comunque venuto da suo Abruzzo Giugno 2012 E morto l onorevole Antonio Tancredi Era il presidente della Fondazione Venanzo Crocetti Tra di noi era nata una stima reciproca. Mi rimane il piacevole ricordo degli innumerevoli incontri avuti a Roma presso la Fondazione, in occasione di allestimento di mostre o presentazione di libri. L incontro a Teramo dove all esterno della Banca, della quale era presidente, aveva allestito un esposizione permanente delle opere di Crocetti. L incontro a Giulianova presso la casa nativa del Maestro. a Tortoreto dove ebbi l onore di essere ospite nella sua casa estiva. Ed infine ad Aprilia, dove venne su mio invito, dove mi confessò che era la prima volta che vedeva il San Michele Arcangelo, opera giovanile di Venanzo Crocetti, realizzata a soli 23 anni. Dell onorevole Antonio Tancredi a ricordo mi rimangono alcune foto. IL GIORNALE DEL LAZIO LAZIO Editore D.P.R. di Bruno Iorillo Iscritto al R.O.C. (Registro degli Operatori della Comunicazione) Registrazione Tribunale di Latina 20/1/1977 n. 284 REDAZIONE : Via Fermi n Aprilia (Latina) Tel. e Fax DIRETTORE RESPONSABILE: Bruno Jorillo DIRETTORE EDITORIALE: Ben Jorillo - VICE DIRETTORE: Piergiuseppe Jorillo Impaginazione e grafica a cura della C.S.T. La riproduzione di testi e immagini deve essere autorizzata dall editore. La collaborazione ad articoli o servizi è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. Manoscritti e fotografie anche se non pubblicati non si restituiscono. PUBBLICITA : Via E. Fermi n Aprilia (Latina) - Tel STAMPA: Pignani Printing s.r.l TERAMO on.antonio Tancredi APRILIA - On. Antonio Tancredi ASSOCIATO ALL UNIONE STAMPA PERIODICA ITALIANA

3 7-21 Giugno 2012 pagina 3 Il servizio è aperto al pubblico soltanto tre giorni a settimana per un totale di 12 ore APRILIA, GIORNATE PERSE ALL UFFICIO TRIBUTI Gli utenti esasperati: I giornalisti facciano una staffetta per essere sempre presenti di Riccardo Toffoli e Gianfranco Compagno Parlare dell ufficio tributi è come sparare sulla Croce che succede ci spiega una signora- se non sono le 9 non fanno entrare nessuno. Per favore, sappiamo che il merito è vostro. Venite più spesso. I Guardi sono tre volte che vengo ci dice un signore- il problema è che non basta venire qui una volta per risolvere il problema. E quindi devi perdere Rossa. L amministrazione cittadini hanno pensato che un intera mattinata. Anche Terra pensa di risolvere il problema delle file dell ufficio postale centrale e invia persino delle lettere dicendo che la situazione è insopportabile, ma non riesce a risolvere il problema delle code all ufficio tributi dove diversi giorni fa i cittadini esasperati, hanno chiamato persino i Carabinieri. Così giovedì 31maggio, muniti di tanta pazienza, siamo andati a vedere come funziona l ufficio tributi. Alle ore 8.10 la situazione era stata organizzata autonomamente dai cittadini. Gli uffici aprono al pubblico alle ore Un cittadino ha scritto su dei pezzi di carta dei numeri, di modo che non sarebbe servito rimanere tutto il tempo lì ad aspettare che le porte di piazza dei essendo venuta la stampa a verificare la situazione per un servizio giornalistico, gli uffici hanno pensato bene di smaltire quanto più possibile le code aprendo addirittura prima dell orario previsto. Comunque da aggiungere a questo, è anche vero che dopo l articolo sull Imu, il Comune ha pensato bene di far usare il programma perché gli orari di apertura al pubblico dell ufficio tributi sono limitati. L ufficio è aperto al pubblico soltanto tre giorni a settimana, lunedì, martedì e giovedì, per un totale di 12 ore: il lunedì dalle 9 alle 12, il martedì dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle e il giovedì dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle Non Bersaglieri aprissero. Insomma i cittadini si sono organizzati da soli. Alle ore 8.10 abbiamo notato soltanto due impiegati all interno dell ufficio Ufficio Tributi: Lʼassessore Chiusolo al servizio dei cittadini tributi. E gli altri dov erano. A compensare l assenza c era l assessore alle finanze Antonio Chiusolo. Ma cosa ci fa all ufficio tributi? Il suo posto di lavoro è presso l assessorato di piazza Roma. Per questa continua presenza nell ufficio è stata criticata anche in consiglio comunale. Per questo era stato richiamato dal dirigente responsabile. Le porte sono state aperte alle ore 8.30 e con una mezzora di anticipo hanno fatto entrare gli utenti. Questa è la prima volta per il calcolo della nuova imposta direttamente dai cittadini su internet. Quindi tutti i cittadini che vogliono farsi fare il calcolo di quanto andranno a pagare per l Imu lo possono fare sul sito internet del Comune alla voce: calcolo Imu. Noi lanciamo l appello a tutti i colleghi: facciamo una staffetta, ogni giornalista si prende l impegno di essere presente alle ore 8 all ufficio tributi un giorno a settimana. Se questi sono i presupposti, i disagi non ci saranno forse più. si servono più di un tot di numeri, circa cinquanta, le bollette che arrivano a casa del contribuente spesso sono sbagliate a causa della banca dati e pertanto i cittadini sono infuriati. Ma c è il numero verde? Non ne parliamo proprio del numero verde ci dice un altra signora- ho chiamato personalmente il numero verde più volte. Il problema è che possono dare delle indicazioni generali per il resto, ti invitano a venire nell ufficio tributi. In pratica il numero verde ci dà gli orari di apertura e chiusura dell ufficio tributi. Non c è un commesso per chiedere un informazione rapida. In compenso è presente del personale non dipendente comunale, che entra nel sistema e vede dati sensibili dei contribuenti. La situazione alle ore 9 e mezzo sembrava più o meno normalizzata. Per sapere anche solo che cos è l Imu un signore ha dovuto prendere il numero e fare la fila, quando per questo tipo di informazioni si potrebbe fare per telefono oppure tramite un impiegato, una sorta di ufficio informazioni a disposizione dell utenza come avviene in qualsiasi ufficio, e come avviene nelle banche. Sono tre volte che vengo qui ci dice una donna anziana- io abito a Roccasecca. Nonostante siano diversi anni che la casa di Aprilia è intestata a mia figlia, ogni volta mi arrivano le bollette. Ho scritto più volte di cambiare l indirizzo, ma non c è nulla da fare. Non si riesce a cambiare questo indirizzo. La situazione è letteralmente impazzita dopo le 9 e 30. Infatti il distributore del numero per la Tarsu era ko. Non c erano più numeri. La gente arrivava e nessuno ha pensato di sostituirlo. Così alcuni hanno pensato di buttarla in caciara, altri hanno iniziato a chiedere chi fosse l ultimo per mettersi in coda. Una delle situazioni poco piacevoli che sta in fila, è l impossibilità di avere una visione trasparente degli uffici. Infatti il posto dell attesa è collocato in una stanza chiusa sulla sinistra dell ufficio, di modo che nessuno può vedere cosa si fa all interno dell ufficio. Però gli ingressi sono due: uno per chi si mette in coda, e l altro di accesso diretto all ufficio. Così abbiamo visto dipendenti comunali, dipendenti della Multiservizi e politici entrare direttamente dalla porta dell ufficio e recarsi negli sportelli in orario di apertura al pubblico. Ma dalla porta diretta abbiamo visto entrare anche altre persone. Che dovevano fare? Hanno usato la scorciatoia? Mistero.

4 pagina 4 Il convegno dell Associazione Nazionale Donne Operate al Seno Alimentazione e tumore della mammella di Veronica Alessandrini A.N.D.O.S. (Associazione Nazionale Donne Operate al Seno) è una onlus che si occupa di sostenere ed informare tutte quelle donne che hanno affrontato un operazione per rimuovere un tumore al seno e che si trovano di fronte alla difficile fase post-intervento. La sezione di Latina ha organizzato sabato 26 maggio, presso la sala Enzo De Pasquale del comune di Latina, un convegno intitolato Alimentazione e tumore della mammella: essere in forma... Ti con gusto. L evento è stato organizzato (una coincidenza) a pochi giorni dalla riattivazione del servizio di mammografia presso il Poliambulatorio di Aprilia, che ha ripreso a funzionare il 17 maggio. Le motivazioni che hanno spinto l Associazione ad organizzarlo ce le ha spiegate Paola Bellardini, Coordinatrice dei programmi di screening aziendali (prevedono inviti per mammografie, pap test e test per il sangue occulto per la prevenzione del tumore del colon retto) e Presidente della sezione: Il convegno è nato dall esigenza di voler instaurare un discorso con la popolazione in merito all importanza dell alimentazione e dello stile di vita che, se curati nel modo adeguato, contribuiscono (nei limiti del possibile) a rendere più tranquilla la nostra esistenza. Sul territorio laziale Dal 17 marzo Aprilia ha di nuovo la Mammografia Per essere inseriti nel programma Chiamare il numero verde A.N.D.O.S. è molto attiva ed ha sezioni in diverse città, oltre che a Latina: Fondi (in cui c è la vicepresidente nazionale dell Andos Caterina De Filippis), Aprilia, Velletri, Albano, Pomezia e ovviamente Roma. Il convegno ha goduto della presenza di molti relatori tra cui il dottor Carlo De Masi, radiologo e responsabile dello screening mammografico della Ausl di Latina. Il dottor De Masi ha voluto, con l occasione, lanciare un appello a tutte le donne: Vi invito ad aderire ai programmi di screening, perché sono gli unici che consentono di salvarsi la vita. Il test è un po sottovalutato, magari perché viene somministrato in modo gratuito. Però c è dietro uno sforzo organizzativo importantissimo, la qualità è sempre adeguata ed il test è semplice ed innocuo. Questo 54% di donne che aderisce al programma di screening è troppo basso. Questi convegni sono fondamentali per lanciare l appello ad aderire a questi programmi, la donna deve sapere che c è qualcuno che si preoccupa per la sua salute. In questo caso gratuitamente. Alcune volte può succedere che l anagrafica non sia aggiornata, così qualche donna che per età rientrerebbe nella fasciatarget dello Screening (50-69 anni) non riceve a casa alcuna lettera. Cosa deve fare chi non riceve la lettera? Chiamare il numero verde per venire subito inseriti nel programma spiega De Masi, facendo poi la distinzione tra screening e mammografia clinica: La mammografia clinica va dai 30 ai 49 anni, comprende anche la visita, l ecografia e il colloquio. Lo Screening invece consiste solo nel test. Le donne più giovani hanno un seno molto denso quindi devono avvalersi della mammografia clinica, con cadenza annuale. Spesso, però, le pazienti sono disorientate e non sanno a quali esami sottoporsi: L operatore in questo deve collaborare- dice il dottor De Masi- deve saper indirizzare le donne al trattamento a loro più consono, in base alla fascia d età. Inoltre bisogna informare le pazienti stesse, in modo che sappiano a chi rivolgersi in caso di problemi. Ciò serve anche a tenere basse le liste d attesa. Al convegno hanno partecipato anche i giovani della scuola infermieri di Latina Giugno 2012 Izzo (Udc) interviene sul pulmino MGG ITALIA a seguito della nostra inchiesta L ASSESSORE BONADONNA FACCIA CHIAREZZA Nei prossimi giorni verrà presentata un interrogazione Il Consigliere Giustino Izzo di Gianfranco Compagno e Riccardo Toffoli L amministrazione faccia chiarezza. E quanto dichiara il capogruppo dell Udc Giustino Izzo che presenterà un interrogazione al sindaco e all assessore agli affari generali Luigi Bonadonna sulla vicenda connessa al pulmino per il trasporto per idiversamente abili targato MGG ITALIA, fornito al Comune di Aprilia e che ha portato all arresto di alcuni esponenti della famiglia Balzarini legata indirettamente alla società. Sui fatti di cronaca abbiamo scritto lo scorso numero. La notizia è stata ripresa dal quotidiano locale Latina Oggi, che per primo ha raccolto la denuncia del consigliere Izzo. Giustino Izzo non ci pensa due volte ed è pronto a presentare un interrogazione al sindaco per chiedere chiarezza sulla vicenda. Perché vuole presentare un interrogazione? L amministrazione, in particolare l assessore agli affari generali Luigi Bonadonna deve fare chiarezza ed esternare la sua posizione nei Lʼassessore Luigi Bonadonna confronti di questa vicenda e di questa società. Quest amministrazione si dice trasparente, un regolamento sul suo utilizzo. Si è parlato dei costi del ma nei fatti non lo è. pulmino, voi all epoca Per questo presenterò una interrogazione al sindaco per sapere innanzitutto come il pullmino in questi anni è stato gestito. In che senso? Mi risulta che questo pulmino sia stato visto davanti a avete espresso forti perplessità proprio per questo? Esattamente. I costi ci hanno fatto avere delle perplessità. E tra i motivi, è evidente che i costi per il Comune ci sono. Oltre ad essere piazza dei Bersaglieri, munito di pubblicità, il davanti al Comune di piazza Roma, all autoparco e persino è stato visto davanti alla procura di Latina. Vorremo capire come è utilizzato, quali sono le priorità, chi pensa alle chiamate, se c è Comune deve pagare la benzina, la manutenzione e l autista. Vorrei capire ad esempio, se l autista è fisso, se c è un sostituito in caso questo si ammali e quanto costa tutto questo alle casse comunali.

5 7-21 Giugno 2012 pagina 5 Ufficio postale centrale di Aprilia è sempre più caos LA MUSICA NON CAMBIA! Si spera che cambino i suonatori di Luca Bertacchini e Gianfranco Compagno L ufficio postale di piazza Marconi in discesa libera, in funzione della lettera del cognome. Ci presentiamo alle 8.07, a pochi minuti dall apertura dell ufficio, così come facciamo da mesi, la fila è indescrivibile, tanto da bloccare l accesso ai disabili e al postamat, che comunque è guasto da diversi giorni, per cui inservibile. Ancora una volta l Amministrazione comunale è assente, non è stato inviato nemmeno un vigile urbano per verificare la situazione, gli utenti-cittadini-elettori sono abbandonati a se stessi. Manca proprio la volontà di affrontare il problema. Anche i sindacati dei pensionati abbandonano il campo, dopo la manifestazione del mese scorso. Scorgiamo Giorgio Magrin, della Lega dello Spi CGIL, sindacato dei pensionati, a pochi minuti dall apertura, per monitorare la situazione. Ore 8.26 si apre la porta scorrevole, la ressa è indescrivibile, nuovo ingresso. Ripristinata la situazione per così dire registriamo quanto segue. Colui che è arrivato alle 6.30 ha prelevato il biglietto numero 64. Chi è arrivato alle 6.45 ha prelevato il numero 91. Alle 8.50 ci sono soltanto 4 casse aperte per la lettera A, 2 casse per la lettera P e due casse per la lettera E. Alle 9.06 vengono aperte ore ore ore ore ore ore 8, ore 8, ore 9.35 verso un graduale e costante peggioramento. Ormai le speranze di vedere un sistema efficiente stanno abbandonando gli utenti. Il 25 maggio scorso l ufficio è stato chiuso per una sistemazione alle apparecchiature, servizio sospeso. Il 31 maggio, ultimo giorno del mese, alle 8.00 registriamo la presenza di sole 4 persone in attesa dell apertura. Il primo giugno, come tutti i mesi, scoppia è il caos. La situazione è peggiorata con l accredito della pensione nei libretti postali, son saltati i pagamenti a giorni programmati urla spinte, e parolacce contro i soliti furbetti che aggirano la fila. È letteralmente un assalto alla macchina distributrice de biglietti, tanta è la concitazione, che tutti premono i pulsanti e il distributore si blocca, la situazione ritorna alla normalità, grazie alla buona volontà del solito impiegato dell ufficio postale. All interno dell ufficio non c è lo spazio fisico per ospitare le persone che non possono uscire per il tappo umano che si crea all ingresso. Qualcuno apre la porta di emergenza per uscire, allora tutti entrano dal altre due casse per la lettera A. Alle 8.53 prendiamo il numero P17 (raccomandate e pacchi), il numero E64 (titolari bancoposta) e il numero A187 (servizi finanziari, ovvero la massa). Per quanto riguarda il numero A187 è stato alle 13.15, quasi 5 ore di attesa, abbiamo verificato personalmente. Nel frattempo registriamo che un utente ha prelevato il numero A223 alle 9.06, alle 9.35 viene prelevato il numero il numero A287, alle viene prelevato il numero A390. Alle viene prelevato il numero 473 mentre viene servito il 144. In tutto questo marasma avviene che il nuovo postamat appena installato deve entrare in servizio. Quindi anche coloro che devono fare prelievi o ricariche vanno ad ingolfare la fila già satura. Arriva una pattuglia dei carabinieri, non per un problema di ordine pubblico, ma per un problema di sicurezza, un tecnico stava ripristinando il postamat. La situazione è peggiorata rispetto ai mesi precedenti in quanto oggi coloro che devono riscuotere la pensione non devono solo presentare il libretto ma devono anche compilare un modulo di richiesta aumentando i tempi di risposta del servizio. Nonostante i tanti articoli i problemi non sono stati risolti, ne si vedono iniziative atte a rimuovere le inefficienze. Ipotizzando che gli addetti ai lavori non sappiano leggere oppure siano troppo pigri per farlo, abbiamo deciso di far parlare le immagini, molto più semplici da sfogliare.

6 pagina Giugno 2012 L architetto Giovanni Brilli parla del trasferimento di cubatura del lotto di via Mozart APRILIA - UN OPERAZIONE PER FAR CASSA Il sindaco Terra: non si poteva costruire a ridosso del fosso di Riccardo Toffoli Il trasferimento di cubatura in via Mascagni? Un operazione per fare cassa. Ad affermarlo è l architetto Giovanni Brilli, noto per essere stato dirigente al Comune di Aprilia e per essere tra i tecnici più storici di questa città. Brilli dà da sua visione dei fatti sul trasferimento di cubatura di via Mascagni spiegando che per non far sembrare una speculazione per il Comune, con i proventi della vendita si potrebbero sistemare una serie di problemi relativi alla viabilità e agli allagamenti. Invece, quel milione di euro servirà per ripianare parte dei debiti della Multiservizi. La lottizzazione che è andata a finire nuovamente in Consiglio comunale per il trasferimento di cubatura risale al In quell anno il Consiglio comunale aveva approvato la lottizzazione di via Mascagni, lasciando delle aree a verde. Vicino al fosso Leschione però, il Comune di Aprilia aveva mantenuto un area con indice di cubatura pari a circa 5 mila mc, tutti commerciali, che sarebbero serviti ad uffici. I problemi che si sono posti a distanza di sei anni, sono due. Il primo riguarda l impossibilità per il Comune di Aprilia di avere disponibilità finanziaria per costruire, mentre la vendita dell indice di cubatura permetterebbe al Comune di incassare ben un milione di euro. Sul posto probabilmente sorgerà un nuovo centro commerciale, essendo la cubatura che si andrà a vendere commerciale. Il secondo problema riguarda invece la collocazione. In base alla legge vigente, infatti, non si potrebbe costruire in prossimità di un fosso. E così è stato necessario lo spostamento dell indice di cubatura, sempre all interno della stessa lottizzazione, come prevede la legge. Spostamento portato nella massima assise proprio dall attuale sindaco Antonio Terra, assessore all urbanistica. Su questo punto ci sono una serie di osservazioni. Alcuni pensano che sia possibile costruire con l attuale situazione delle carte, altri ritengono che può costruire solo se il proprietario è il pubblico, altri ancora ritengono che non si possa costruire. Praticamente un parere discorde dall altro. Fatto sta che è il primo cittadino Antonio Terra a volerci dichiarare la sua versione: su quell area c è il vincolo del fosso. Una parte di quel fosso è stato declassificato e si può costruire tra un linea che varia dai 150 ai 50 metri di distanza. Non oltre. Posso assicurare che mi sono recato personalmente presso gli uffici preposti e mi hanno detto che non ci avrebbero concesso il nullaosta a costruire proprio per il vincolo del fosso. A parte questo, l architetto Brilli è pronto a dare la sua visione dei fatti. L operazione del trasferimento di cubatura di proprietà del comune afferma- su un altra area all interno della zona commerciale di via Mascagni si configura sicuramente come un operazione per far cassa. In questa ottica tale spostamento di cubature è sicuramente interessante ed efficiente, in quanto la cubatura, in termini di valutazione economica, potrà avere un netto surplus di ricavi, e sarà più appetibile ed interessante da parte dei privati; ciò, in quanto si attesta proprio sul fronte di via Mascagni che rappresenta una viabilità di grande traffico in entrata uscita dal centro urbano. L operazione risulterà corretta anche dal punto di vista L architetto Giovanni Brilli in via Mascagni dove sarà trasferita la cubatura urbanistico se contemporaneamente allo spostamento rimarranno invariate le quantità di verde residuo, cioè saranno rispettati gli standard previsti dall originario piano particolareggiato. Anche dal punto di vista procedurale mi sembra che la cosa sia anche veloce e facile, raffigurandosi come ristrutturazione urbanistica che potrebbe essere attuata con una semplice, rimanendo invariati gli standard originali, delibera di Giunta Comunale, come stabilito dalle recenti leggi in vigore. E poi dice: Tutto ciò premesso, al fine di non risultare una operazione puramente speculativa da parte del comune, e non cogliere invece l occasione per dare una sistemazione definitiva urbanistica adeguata alla zone, è necessario approfondire quali saranno le conseguenze sul piano della viabilità. Sicuramente Il lotto incolto di via Mozart su Via Mascagni il traffico si incrementerà soprattutto nelle intersezioni creando problematiche nuove, già ad oggi precarie. Sarà quindi opportuno e necessario quindi prevedere il collegamento tra Via Mascagni e Via Cagliari. Tale collegamento risulta molto semplice perché ci sarà da espropriare un fazzoletto minuscolo di terreno e le opere da eseguire da un punto di vista economico sono quasi insignificanti. Il collegamento, così come ipotizzato, apporterà un notevole miglioramento della viabilità, prioritariamente perché collegherà tutta la zona di via Cagliari al complesso commerciale. Secondariamente, ma non certo meno significativamente, il traffico in entrata ed uscita dal centro urbano risulterà migliorato; in caso di ingorgo od incidente, ma anche in casi di normale traffico, rappresenterà una via di fuga alternativa alle due viabilità. Per migliorare ulteriormente la viabilità su via Mascagni sarà necessario prevedere una ulteriore rotatoria proprio nell intersezione del nuovo insediamento trasferito; una rotatoria, che smisti il traffico e ne agevoli l accesso. Altri nodi potrebbero essere risolti con questo trasferimento, ad esempio la soluzione agli annosi allagamenti di via Guido Rossa, che interessano la fognatura su via Mascagni e che a suo tempo analizzai e di cui feci un progetto. Pertanto, a mio avviso, una parte del surplus di introiti potrebbero essere finalizzati al raggiungimento di questi obiettivi che razionalizzerebbero una zona importante della città. Un altra via per raggiungere questi importanti obiettivi, potrebbe essere quella d inserire nel bando questi oneri a carico del compratore. Al minimo si potrebbe richiedere che a carico del compratore siano la sistemazione a verde l area residua oggetto di trasferimento ed il collegamento tra via Cagliari e via Mascagni, nonché la nuova rotatoria.

7 7-21 Giugno 2012 pagina 7 Progetto promosso dalla Legambiente in collaborazione con L Abbott SCUOLE SOSTENIBILI La presentazione martedì 29 maggio in aula consiliare di Nicola Gilardi Il Progetto Educazione ambientale Scuole Sostenibili Ambientalismo scientifico, volontariato, solidarietà: una passione lunga trent anni Tutti insieme con lo stesso obiettivo: costruire un mondo migliore è stato presentato martedì 29 maggio nell aula consiliare di Aprilia ha ospitato la presentazione del progetto Scuole Sostenibili. Promosso dal circolo Legambiente Aprilia Mela Verde, la campagna ha lo scopo di stimolare «un impegno alla lotta ai cambiamenti climatici attraverso la cura della sostenibilità dell edificio scolastico». Due gli obiettivi principali: costruire nelle nuove generazioni una sempre maggiore consapevolezza sulle tematiche ambientali e incoraggiare l assunzione di uno stile di vita ecosostenibile. All incontro hanno partecipato: il sindaco f.f. Antonio Terra, l assessore all ambiente Alessandra Lombardi, l amministratore delegato Abbott in Italia Fabrizio Greco, il direttore dello stabilimento Abbott di Aprilia (Campoverde) Daniela Ottini, il dirigente scolastico IC G. Pascoli Giorgio Giusfredi e il presidente Circolo Legambiente Aprilia Mela Verde Monica Laurenzi. «Un iniziativa che abbiamo supportato sin da subito. Siamo molto contenti delle vostre attività» ha detto Antonio Terra che ha concesso il patrocinio del comune di Aprilia. Un tassello importante è rappresentato dall Abbott, che sta attuando una politica di sostenibilità ambientale. Fabrizio Greco amministratore Abbott Italia ha detto: «Siamo felici di collaborare con Legambiente in questa opera di sensibilizzazione nelle scuole. Continueremo anche per il futuro». Impegno che ha permesso di ottenere risultati concreti presso lo stabilimento di Campoverde: «In questi 5 anni abbiamo raggiunto risultati significativi ha detto Monica Laurenzi Daniela Ottini -. È stato ridotto l impatto ambientale e l utilizzo delle energie rinnovabili è stato migliorato». Un contributo diretto dalle scuole è stato portato, invece, da Giorgio Giusfredi: «Quando la scuola viene aiutata con iniziative come queste dall amministrazione, dalle imprese e dalle organizzazioni come Legambiente si crea una sinergia importante che permette di I 150 salmi raccolti nell apposito libro della Bibbia terminano tutti glorificando la Santissima Trinità. Detto che viene usato quando si vuole indicare qualcosa che è andata bene. Il riferimento è al convegno sulle Scuole sostenibili, anzi finito meglio, con una colazione di lavoro al ristorante Il Focarile dei Fratelli Lunghi. Il raffinato menù: Aperitivo di benvenuto - Passatina di piselli con gamberoni, avvolti nel rigatino toscano-macedonia di frutta e verdura con salmone - tagliolini con filetti di triglie e fiori di zucca - filetti di rombo con raggiungere risultati molto importanti». Iniziative, infatti, che permettono ai ragazzi di vedere con i propri occhi come si tutela l ambiente e come comportarsi nella quotidianità. «Il nostro slogan è pensare globalmente e agire localmente. Questo è il nostro credo» ha detto la presidente del circolo Legambiente Aprilia Mela Verde, Monica Laurenzi. «Uno dei temi in questa città è quello di creare una comunità consapevole della necessità di una maggiore attenzione al tema della sostenibilità ambientale». L incontro è stato concluso da Alessandra Lombardi che ha detto: L assessore ha espresso soddisfazione per i risultati raggiunti, augurandosi che a settembre il nuovo ciclo sia proficuo tanto TUTTI I SALMI FINISCONO IN GLORIA Il Focarile:Teresa Sist Lunghi seppioline e zucchine romanesche -sorbetto alla malvasia con frutti di busco-caffè. Non è proprio il caso di commentare. Giudizio: tre forchette. gfc Alessandra Lombardi, Antonio Terra, Monica Laurenzi, Fabrizio Greco, Daniela Ottini, Giorgio Giusfredi quanto questo che volge al termine. Durante tutto l anno sono stati, e saranno, tanti i momenti di aggregazione con una forte sensibilizzazione sui temi ambientali. A Novembre ci sarà la Festa dell albero sulla «conservazione e lo Fabrizio Greco, amministratore delegato Abbott in sviluppo soste- Italia, Daniela Ottini, direttore di Stabilmento Abbott nibile delle foreste», a Marzo Nontiscordardimé - Operazione Scuole Pulite, la giornata nazionale di volontariato dedicata alla qualità e alla vivibilità degli edifici scolastici. A maggio, invece, ci sarà l iniziativa 100 Strade per Giocare, per dire che per chiunque la sicurezza è poter attraversare una strada senza rischiare di essere investiti, camminare su un marciapiede senza essere ostacolati dalle automobili in sosta selvaggia, respirare senza pericoli per la salute derivanti da traffico e smog. Tutta estiva l iniziativa Spiagge e fondali puliti che avverrà in collaborazione con il Circolo Larus Sabaudia per ripulire le spiagge e i fondali dai rifiuti abbandonati. Infine a settembre ci sarà Puliamo il Mondo, versione italiana di Clean Up the World. Queste iniziative proseguiranno anche il prossimo anno e ci si augura possano creare tante occasioni di sensibilizzazione in modo da ottenere una città più sostenibile.

8 pagina Giugno 2012 Il 5 giugno il sindaco incontrerà i vertici regionali sulla sanità APRILIA - VERTICE IN REGIONE PER LA CLINICA Moscardelli (Pd): la Asl di Latina è virtuosa e deve spendere di Riccardo Toffoli e Gianfranco Compagno Il 5 giugno si terrà il vertice in Regione per affrontare il tema della clinica apriliana. La situazione è drammatica. Si è costituito un comitato di lavoratori della clinica che sta incontrando istituzioni e cittadini per informare dello stato Casa di cura Città di Aprilia della situazione. La clinica sostiene con documentazione inviata a tutte le autorità competenti, che il budget che gli assegna la Regione non è sufficiente a coprire il numero dei ricoveri provenienti dal pronto soccorso, che le strutture ospedaliere pubbliche non si fanno carico dei pazienti che hanno bisogno del ricovero per completamento delle disponibilità dei posti letto e che pertanto la clinica si deve fare carico di ricoveri fuori dal budget. Ovviamente questo discorso non riguarda il pronto soccorso che è pagato extra budget. In base ai calcoli effettuati dalla clinica questo ha comportato una perdita di bilancio l anno scorso per un milione e 600 mila euro circa. I rappresentanti legali della clinica hanno più volte scritto alle autorità per far presente la situazione. La Asl di Latina ha risposto: si ritiene precisare che alla casa di Cura Città di Aprilia dotata di pronto soccorso inserito nell emergenza regionale, corre l obbligo, ai sensi delle disposizioni di legge in materia, prestare e garantire l assistenza sanitaria ai pazienti che si rivolgono al pronto soccorso in relazione alle loro condizioni sanitarie in atto, tale obbligo all assistenza sanitaria è previsto dalle norme costituzionali che garantiscono il diritto assoluto alla salute che è prioritario ai conseguenti rapporti economici. La casa di cura ufficialmente non ha mai dichiarato di chiudere, anzi il 20 febbraio ha assicurato: relativamente al primo punto e cioè l erogazione delle prestazioni di pronto soccorso, le stesse non sono in discussione e continueranno sempre ad essere assicurate dalla scrivente casa di cura anche perché non soggette a limiti di budget. Altre comunicazioni ufficiali non sono al momento note. Nel frattempo si è creato un comitato di lavoratori della clinica che in un comunicato stampa (28 maggio) ha detto: Alla luce di alcuni, fortunatamente pochi, articoli apparsi sui giornali in questi giorni in cui erroneamente è passata per buona la notizia che l attività di Pronto Soccorso sarebbe stata comunque assicurata all utenza, torniamo a precisare, come Comitato dei lavoratori, che così invece non sarà. La linea intrapresa dagli investitori è ormai chiara e definitiva: se non dovessero prendersi urgenti provvedimenti in Regione mettendo nero su bianco il loro impegno, la chiusura delle attività riguarderebbe non solo i Reparti della Casa di Cura, ma anche lo stesso Pronto Soccorso; non è infatti possibile immaginare di valutare un paziente giunto con urgenza in Pronto Soccorso e non poterlo ricoverare per raggiunti limiti di budget!. Un imprenditore privato ha tutto il diritto di chiudere se vede che non c è alcun guadagno nella sua attività. Per questo motivo, riteniamo che alcuni settori delicati per la comunità debbano rimanere pubblici. Ovviamente trattandosi di un servizio pubblico importante, la chiusura deve essere comunicata, almeno per senso deontologico e morale, in tempo di modo che la Regione possa mettere in piedi un piano alternativo. Quindi rimanendo alle comunicazioni ufficiali, questa chiusura non è scritta. Il comitato dei lavoratori non rappresenta il vertice dell azienda. Anzi di solito, si è dimostrato che ciò che gli interessi dei lavoratori sono spesso contrari a quelli delle proprietà. Di norma abbiamo assistito infatti, negli anni in cui facciamo questo mestiere, a vedere lavoratori mobilitarsi e protestare in piazza, contro le scelte della proprietà magari di licenziare o di trasferire altrove la struttura produttiva. Quindi aspettiamo una nota ufficiale Dott. Stefano Falpo, dott. Giancarlo De Santis rappresentanti della Clinica e il dr. Massimo Giannantonio da parte dell azienda. La Regione Lazio d altro canto, per salvaguardare la salute di tutti i cittadini del Lazio e non permettere che imprenditori del genere possano abbandonare questo territorio con gravi ripercussioni sul servizio sanitario, dovrebbe accelerare il più possibile per far rientrare i problemi della clinica e rivedere il piano di rientro del debito in modo da non affossare le Asl virtuose come quella di Latina. L INTERVISTA AL CONSI- GLIERE REGIONALE DEL PD CLAUDIO MOSCARDELLI Abbiamo intervistato sull argomento il consigliere regionale del Pd Claudio Moscardelli che spiega a chiare lettere la situazione. La presenza della cinica, -spiega Moscardelli- è fondamentale per un territorio che serve dal punto di vista sanitario Cisterna e Aprilia. Per questo territorio è l unica struttura ospedaliera esistente, è accreditata e quindi fa parte del sistema sanitario pubblico pur essendo privato. Ora ciascuna struttura privata accreditata, ha un budget ed entro questo budget deve svolgere questa attività. Essendo una struttura ospedaliera che ha un pronto soccorso, rappresenta un punto dei riferimento fondamentale per la salute dei cittadini. Il pronto soccorso ha bisogno di alcuni servizi essenziali come cardiologia, dignostica, analisi e molti altri. E evidente che dove c è un pronto soccorso significa che per legge ci devono essere anche una serie di servizi che garantiscano che le prestazioni che si effettuano al pronto soccorso siano adeguati al servizio previsto dalla legge. Questo tipo di servizio mangia un budget importante assegnato alla clinica. Risulta anche vero che sia difficile che la clinica possa trovare un posto letto in altre strutture ospedaliere con il taglio dei posti letto annuale imposto dalla Regione. Basti pensare che sui Monti Lepini non c è più una struttura ospedaliera e Latina è ingolfata, così come succede per altre province del nord. In tutta la provincia di Latina ci sono appena mille 300 posti letto. Se facciamo un passo indietro, nel 2000, mille posti letto c erano solo nell ospedale di Latina. La provincia di Latina è

9 7-21 Giugno 2012 pagina 9 ridotta all osso. La clinica di Aprilia, di conseguenza, è costretta a ricoverare nella propria struttura chi si è rivolto al pronto soccorso non trovando altri posti letto disponibili. In questo senso il pronto soccorso mangia le risorse del budget della clinica. Essendo una struttura privata accreditata ci deve essere un margine di guadagno per l imprenditore. Se tutto il mio budget se ne va perché il mio pronto soccorso mi crea un flusso di ricoveri che Lʼassessore regionale del PD Claudio Moscardelli riguardano tutta l emergenza, il mio investimento imprenditoriale va in sofferenza. A questo va aggiunto che la Asl di Latina l anno scorso ha chiuso in attivo di milioni di euro. Ciò significa che la Asl di Latina può spendere e a nostro avviso, nella situazione in cui siamo, deve spendere. Di fronte a questa situazione noi dobbiamo tener presente che se la nostra Asl non produce deficit, come succede invece per le Asl di Roma, perché deve essere penalizzata rispetto a chi continua a perdere quattrini? Le esigenze della clinica devono essere riesaminate, tenendo conto del servizio che offre ai cittadini. La regione, invece, continua a trattare la Asl di Latina come una Asl romana che produce deficit con conseguenti risultati: l spedale di Latina declassato, blocco delle assunzioni, ridimensionamento e non investimento. LA MOZIONE Il Consiglio comunale di Aprilia il 31 maggio ha approvato all unanimità una mozione presentata dal capogruppo dell Udc Giustino Izzo nella quale si chiede: Alla Presidente della Regione Lazio Renata Polverini di aprire con urgenza un tavolo di confronto con la proprietà della casa di cura Città di Aprilia e le istituzioni cittadine, allo scopo di superare gli attuali problemi emersi con l adeguamento delle risorse economiche necessarie al fine di assicurare la fondamentale e primaria assistenza sanitaria e il diritto alla salute per tutti i cittadini della nostra comunità. Intanto il sindaco Antonio Terra avrà un incontro in Regione per il 5 giugno. Il senso della mozione ce la spiega il segretario dell Udc Giorgio Nardin: la sanità è un impegno del nostro partito. Sulla clinica i nostri rappresentanti, compreso l assessore regionale Aldo Forte, stanno facendo sentire la propria voce. Noi continua Izzo- abbiamo voluto portare una mozione che coinvolgesse tutto il consiglio comunale con l obiettivo istituzionale di aprire un tavolo con la Polverini per riportare le giuste risorse economiche sulla sanità apriliana e quindi, alla clinica di Aprilia. L assessore Forte ha visitato la clinica due mesi fa circa, ed è a conoscenza di tutto. Si sta impegnando per questo obiettivo. Sette comuni tra cui Aprilia decidono di chiedere alla Regione la creazione di un sub-ambito APRILIA - NO AD UN ACQUALATINA SUI RIFIUTI Il sindaco Terra: non ci sarà una nuova discarica di Riccardo Toffoli Non vogliamo un Acqualatina sui rifiuti. Così tuona il sindaco Antonio Terra in un intervista rilasciataci sulla nuova proposta della Regione di creare degli ambiti allargati ai comuni per la gestione dei rifiuti. La legge regionale del 24 marzo 2012 n.27 suddivide il territorio regionale in ambiti territoriali che dovranno essere autonomi sul piano della gestione dei rifiuti. Gli ambiti territoriali che ovviamente uniscono diversi Comuni, dovranno individuare uno o più soggetti privati o creare una società mista pubblico/privato o totalmente pubblica che svolgeranno il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti all interno del proprio Ato. Insomma un po come è successo per l acqua, così succederà per i rifiuti. L ambito territoriale in cui è stata collocata Aprilia è il solito, quello di Latina. Soltanto che la legge dà la possibilità di creare sub-ambiti territoriali (che hanno le stesse prerogative degli ambiti) con numeri stimati di 250 mila residenti circa, e che tale richiesta di sub-ambito debba pervenire entro il 31 maggio. Così un nucleo di ben sette Comuni con un numero di residenti di circa 250 mila persone ha deciso di protocollare la richiesta di un sub-ambito per la gestione dei rifiuti. Questi comuni sono: Aprilia, Cisterna, Anzio, Cori, Sermoneta, Rocca Massima e Ardea. Perché questa richiesta? Questa richiesta nasce dall esigenza di creare una nostra gestione dei rifiuti. Il motivo è semplice, questi territori hanno già dei potenziali per la gestione del servizio rifiuti, penso alla Rida Ambiente, alla Kiklos per Aprilia. Noi sindaci pensiamo che possiamo fare da soli, con un nostro gestore. Quindi la preoccupazione sarebbe quella di veder penalizzate le società che già operano qui? Non è esattamente così. La nostra preoccupazione è che un ambito di 35 comuni che vanno da Castelforte ad Anzio non riuscirebbe a garantire un buon servizio proprio perché stiamo parlando di territori distanti e diversi fra loro. Inoltre non vogliamo che si crei una nuova Acqualatina sui rifiuti. Lei parla di chiudere il ciclo rifiuti all interno dell Ato. Questo significa che in questo nuovo subambito, se la Regione ve lo dovesse concedere, ci dovrà essere una nuova discarica? Assolutamente no. Innanzitutto la legge impone che si deve arrivare al 65% della differenziata. Alcuni di questi Comuni già sono arrivati e l hanno superata, penso a Sermoneta ad esempio. Noi stiamo avviando i progetti per coprire nuovi quartieri della città. Il problema della discarica non esiste. Noi adesso affidiamo alla Rida Ambiente molti rifiuti, alcuni vengono recuperati, altri vanno a finire nell inceneritore di Colleferro/San Vittore. Nella discarica di Borgo Montello attualmente confluiscono pochi rifiuti di Aprilia, e il numero tenderà a diminuire. Quindi non si farà alcuna discarica, né ad Aprilia né in alcuno di questi Comuni. Vorrei capire meglio. Voi parlate di un unico gestore per l ambito. Attualmente ogni Comune ha una sua azienda che gestisce il servizio. Avete parlato di quale sarà a gestione? Questo vostro gestore sarà privato? O sarà pubblico? Guardi i sindaci di questi Comuni hanno fatto quattro incontri. Abbiamo parlato della possibilità di una nostra unione in materia, ma non siamo entrati nel merito della gestione. Come mai non fanno parte di questo Ato i comuni di Nettuno, di Lanuvio e di Pomezia? Nettuno è stato più volte invitato, il sindaco Chiavetta ha dimostrato la volontà di aderire ma non ha firmato il documento. Lanuvio ha un amministrazione nuova che non ha avuto il tempo di valutare le carte. Per Pomezia non le saprei dire. Credo che non sia stata invitata a partecipare agli incontri. Vorrei dire per esemplificare, che il Comune di Ardea ha aderito subito. Infatti Ardea era stata inserita nell ambito di Roma che ha ben 122 Comuni tra i quali il capoluogo. Lei pensi come quell ambito si possa occupare delle problematiche di Ardea. Ritornando alle aziende attualmente operanti sul territorio. Aprilia ha la Progetto Ambiente che è attualmente pubblica. Le quote del privato sono state acquistate sotto la giunta Santangelo. Ora vorrei capire cosa succederà con l individuazione del nuovo gestore. Che fine farà la Progetto ambiente? I lavoratori? Abbiamo da poco acquistato delle quote che non varranno più? Guardi, la Progetto Ambiente confluirà nel nuovo gestore, quindi di conseguenza, tra i primi punti ci sarà quello di salvaguardare l occupazione. I lavoratori della Progetto Ambiente andranno a lavorare all interno del nuovo gestore. Vorrei anche dire che si tratta di un progetto a lungo raggio e che tra tre anni verrà realizzato. Quindi la Progetto Ambiente per altri anni servirà il territorio di Aprilia. Ha avuto delle interlocuzioni con la Regione? Verrà concesso un sub-ambito? La Regione con questa legge ha dato delle indicazioni, i Comuni potevano decidere altrimenti. Io sinceramente non capisco perché c è stato un lassismo da parte dei Comuni che non mi spiego e sul quale vorrei approfondire. Ho parlato con la Regione, terranno in considerazione le nostre proposte. Non c è alcun ostacolo alla creazione di questo sub-ambito.

10 pagina 10 Si è parlato delle problematiche della zona e di compensazioni Il Comitato La Gogna 2011 incontra gli amministratori Ha coinvolto sia la maggioranza che l opposizione di Nicola Gilardi Incontro dibattito con amministrazione e opposizione in località La Gogna. Il sindaco f.f. Antonio Terra, insieme agli assessori Bonadonna, Biolcati Rinaldi, Fioratti- Spallacci e Lombardi, lunedì 28 maggio hanno incontrato i membri del direttivo del Comitato La Gogna 2011, insieme ai cittadini del territorio. Presenti anche i consiglieri di opposizione: Vincenzo Giovannini per il Partito Democratico e Ilaria Bencivenni per il Popolo delle Libertà. Un quadro a tinte fosche quello disegnato dal presidente Francesco Locicero che ha parlato dei tanti problemi che affliggono il territorio di La Gogna. «La nostra intenzione era di portare i problemi del quartiere evitando di parlare di buche, ma facendo un discorso generale». Problemi che sono piuttosto evidenti, come quello delle malattie tiroidali che affliggono i cittadini della zona: «A La Gogna ne soffrono 3 persone su 5 e molti, come me, l hanno dovuta asportare» ha detto Locicero. Origine del problema, secondo il presidente del comitato, sarebbe la presenza della discarica di Santa Apollonia, chiusa perché non conforme alle normative per il rispetto dell ambiente. Ma i problemi sono tanti: residui di feci nell acqua a causa delle fosse biologiche, ritrovamenti di fusti di diossina solo parzialmente bonificati, continui roghi ai secchioni dell immondizia sempre pieni e la mancanza di acqua potabile. Una situazione ad altissimo rischio per la salute dei cittadini che non può proseguire oltre. «Quello che abbiamo chiesto se era possibile iniziare l inchiesta epidemiologica, già finanziata con 5mila euro dall amministrazione» ha detto Locicero. Ma le richieste sono state anche altre, a partire dall avvio di un «discorso serio sulle compensazioni» relative all impianto fotovoltaico di Via Savuto. Per legge la compensazione dovrebbe essere di circa 160mila euro annuali, che il comitato vorrebbe fossero destinate alla realizzazione dell impianto idrico. L offerta che è stata fatta, però, è solo di 60mila euro, lontana da quanto la legge dice. Le altre richieste sono state di più immediata realizzazione. Come quella di una bacheca informativa sulle comunicazioni del Comune, soprattutto per quanto riguarda l albo pretorio. Poi la richiesta di acquisizione di un edificio appartenente ad un anziano deceduto e senza eredi che potrebbe essere destinato ad un uso per la comunità. Infine il presidente Locicero ha voluto lanciare l iniziativa, se non di cambiare, o perlomeno aggiungere, il nome di San Potito alla chiesa esistente e oggi intitolata a Sant Antonio (vandalizzata pochi giorni dopo ndr). Il signor Lanza, infatti, donò il terreno e pretese che venisse intitolata così perché era il nome di suo padre. «Questa iniziativa ha detto il presidente - darebbe l innesco per un rilancio della cultura del posto. Abbiamo un origine da difendere». L amministrazione ha risposto, secondo i membri del direttivo del Comitato La Gogna 2011, in modo evasivo, richiedendo una lista dettagliata degli interventi proposti. A questo si aggiungono i dubbi Da sx: Sergio Ricci, Nello Borghesi, Franco Dimasi, Francesco Locicero, Mauro e Angela Sciancalepore, Davide Carpino, Raymond Simminger sulla realizzazione dell impianto fognario di Via Crati: «Ci stiamo rendendo conto che l intervento non verrà completato per mancanza di fondi Se pensiamo che il finanziamento per la realizzazione della rete fognaria di Via Crati è stato concesso in lire, sono molto preoccupato per la realizzazione di questa opera» ha detto Locicero. Non positiva è stata anche la risposta alla richiesta di acquisire le strade come strade pubbliche per risolvere l impossibilità dei cittadini di asfaltarle. La risposta è stata che è impossibile per l amministrazione intervenire su tutte le strade del territorio. Giusto, ma certo «le strade di La Gogna richiederebbero una sistemata». Gli interventi, insomma, sarebbero tantissimi. La soluzione di La Gogna è un rebus di difficile soluzione: da un lato una periferia da bonificare completamente, dall altra le casse del Comune sempre più povere. Servirebbe un piano di interventi spalmati nel tempo che dia speranza al territorio Giugno 2012 Rete Solidale Antirazzista, Comitato Acqua Pubblica, Libera e Legambiente Aprilia, una notte per la Repubblica Una veglia in piazza Roma, aspettando il 2 Giugno, per sottolineare principi fondamentali della nostra Costituzione di Luigi Cirillo La Rete Solidale Antirazzista insieme al Comitato Acqua Pubblica, Libera e Legambiente di Aprilia sono scesi in piazza Roma per una veglia la sera del 1 giugno, alla vigilia della festa della Repubblica e della manifestazione romana La Repubblica siamo noi, per sottolineare i principi fondamentali e democratici della nostra Repubblica Italiana che troppo spesso, specialmente negli ultimi tempi, vengono messi in discussione. Una notte per la Repubblica, dove al centro dell attenzione è stata posta la modifica dell articolo 81 della Costituzione, con l inserimento dell obbligo del pareggio di bilancio, e dell articolo 18 dello statuto dei lavoratori, che mettono in discussione il patto sociale su cui la Repubblica è stata costituita dopo la Resistenza e ne modifica la natura. Inoltre, il referendum sulla privatizzazione dell acqua del 2011 che testimonia del progressivo svuotamento della democrazia costituzionale. Giusy La Marca esponente della Rete Solidale Antirazzista di Aprilia ci sottolinea il senso positivo di questa manifestazione ad Aprilia in piazza Roma, che ha voluto essere un momento per ricordare il vero significato della Repubblica e della nostra Costituzione, alla luce delle continue minacce alla democrazia. La Marca ha espresso la sua soddisfazione nell esser riusciti a portare ad Aprilia, malgrado i tempi strettissimi, una manifestazione del genere che si è svolta anche a Roma e si sta espandendo in tutta Italia. A tal proposito, alla veglia in piazza Roma sono intervenuti i ragazzi del liceo Meucci di Aprilia, sensibilizzati dal professor Filippo Fasano che hanno letto i 12 principi fondamentali della Costituzione Italiana e quelle che sono le leggi più importanti come l articolo 33 e 34 sulla scuola, il 32 sulla salute e il 37 sull uguaglianza delle donne sul lavoro. A dare un forte contributo alla manifestazione in piazza Roma è stato l intervento del 90enne Primo Stella il candidato di Rifondazione Comunista, in assoluto il più anziano alle scorse elezioni comunali di Aprilia, il quale ha sottolineato l importanza di lottare affinché lo Stato sia il più democratico possibile.

11 7-21 Giugno 2012 pagina 11 La compagnia A Livella lo ha portato in scena venerdì 25 maggio Un successone per Gennaro Belvedere, testimone cieco Spettacolo dedicato ai 5 apriliani morti sull A13 di Luigi Cirillo E stata un grande successo la rappresentazione teatrale della compagnia A Livella della scuola Garibaldi di Aprilia che ha portato in scena, venerdì 25 maggio scorso, nel teatro dell istituto comprensivo apriliano, la commedia napoletana Gennaro Belvedere testimone cieco, scritta da Gaetano e Olimpia Di Maio. La sala teatro era stracolma, molti gli incontrato dopo la rappresentazione al teatro della scuola media Garibaldi, venerdì 25 maggio, ci sottolinea la sua piena soddisfazione nell aver visto calorosi applausi da parte di una grande platea partecipe e nell aver portato in scena un tema molto scottante specialmente di questi tempi. Ad aver rappresentato Gennaro, il protagonista della commedia napoletana, è stato Francesco Carillo. Come ci sottolinea il regista Mario Grande successo per la nona edizione Latina, Libri da Scoprire Presentata l opera di Massimiliano Drisaldi allegata al libro di Renato Mammucari spettatori in piedi. Il regista Mario Sibilla ha voluto dedicare il loro impegno in questa commedia alle 5 vittime dell Associazione Nazionale Carabinieri di Aprilia morti nel drammatico incidente sull A13 il 5 maggio è stato ricordato anche il sindaco Domenico D Alessio, scomparso nel febbraio scorso. L idea di una compagnia teatrale all interno dell istituto Garibaldi nasce proprio da Sibilla, ex professore di educazione tecnica di origini napoletane come la maggior parte dei 15 componenti della compagnia e delle commedie, che dagli anni 80 con i suoi alunni della terza media di allora porta in scena ogni anno uno spettacolo nuovo sotto i riflettori. L anno scorso è stata la volta di Miseria e Nobiltà, quest anno Gennaro Belvedere testimone cieco. E stata una rappresentazione questa della compagnia A Livella di quest anno che ben si è incastrata nell attuale contesto sociale in cui il denaro fa tornare la vista ai ciechi. Così i falsi invalidi che rubano allo Stato soldi che altrimenti non gli spetterebbero. Mario Sibilla che abbiamo Sibilla, nella sua compagnia non esiste un personaggio più importante dell altro, ma tutti giocano allo stesso modo un ruolo importante e principale per la commedia. Gli altri interpreti sono stati Patrizia De Falco che interpreta la moglie Carmela, Raffaella Caiazza nei panni della nipote Pupetta, Francesco Vassallo in N Zerillo, marito di Pupetta, Piero De Rosa è Tommaso, un amico di casa, Maria De Falco è Titina, la vicina di casa, Mario Serpillo il guappo assassino Rafele o sciocco, Mariella Esposito rappresenta sua moglie Elvira, Francesco Grande nei panni dell altro guappo Leopoldo o francese, Gabriele Serpillo,Stefania Pisani e Menita Carozza sono i rispettivi assistenti sociali Orazio Rachele ed Elisa, Riccardo Mango è il giornalaio, Paolo Cascone il metronotte Luigino amico di famiglia, Franco Petrone è il vicino di casa Alberto, Maria Rosaria Melillo è Lucia la moglie dell arrestato, mentre Sara Levi e Roberta De Falco interpretano le rispettive figlie Patrizia e Lilliana. Massimiliano Drisaldi, Renato Mammucari, Lidia Palumbo Scalzi, Massimiliano Vittori Grande successo per la nona edizione di Libri da scoprire-rassegna dell editoria che si è tenuta a Latina nei giorni 25,26 e 27 maggio. Piazza del Popolo ha avuto l onore in questi giorni di ospitare grandi personaggi come Marcello Simoni che ha presentato il suo libro Il mercante di Libri Maledetti, Biagio Proietti con il suo Chiunque io sia, fino ad arrivare a Cizia Tani che ha presentato Il bacio della Dionea. Sono stati ben 33 gli incontri con tanti altri personaggi del momento come il giornalista Michele Cucuzza che ha parlato del suo libro Il male curabile. Un evento organizzato per riscoprire una città a dimensione civile e vivibile attraverso grandi eventi culturali. Tra gli autori è stato presente Renato Mammucari con il suo libro Roma Viaggio dentro la città, casa editrice Edimond, che come ormai tradizione inserisce nei suoi libri una preziosa incisione a tema a tiratura limitata dell artista apriliano Massimiliamo Drisaldi dal titolo: Roma da Monte Mario, un acquaforte-acquatinta. Il Libro è stato curato dall art manager Lidia Palumbo Scalzi e presentato da Massimiliano Vittori, sabato 26 maggio. Mammucari nasce a Velletri dove esercita la professione di avvocato. È stato docente di italiano e storia ed è tutt ora un grande appassionato e collezionista dell Ottocento. Da anni si dedica alla riscoperta di pittori che hanno ritratto Roma e la sua Campagna, riproponendone le opere in pubblicazione e mostre che gli hanno valso il premio per la Cultura dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Non sorprende dunque il suo libro paragonabile ad una guida di Roma dove fa riferimento agli studi letterari che ospita. Lo scrittore racconta che si ritrova più nei libri che ha letto piuttosto che in quelli che ha scritto lui stesso; per questo deve ringraziare gli autori che hanno scritto tali libri e sua madre che glieli ha fatti leggere. Massimiliano Drisaldi, anche in quella sede è stato definito come uno dei migliori incisori italiani, che ricordiamo per le sue acqueforti dominate dalla preponderante presenza dell Agro Pontino - Romano. Il fatto che egli sia cresciuto artisticamente a Roma aiuta a comprendere quanto forte sia la valenza simbolica dei suoi trascorsi. Questo permette a tutti di cogliere la sua arte. A concludere queste tre giornate è stato l incontro con Vittorio Sgarbi. Quest ultimo ha presentato il suo libro L arte è contemporanea e si è dimostrato anche molto disponibile nel visitare le tre gallerie d arte della città. Di certo è stato un grande successo per l AssoeditoriLatina, l Assessorato alla cultura della Provincia di Latina e lo stesso Comune di Latina che hanno organizzato e sostenuto la manifestazione: 65 casi editrici e 18 big internazionali presenti che si alternavano con altri scrittori del territorio. Un evento riuscito anche per l Assessore alla cultura provinciale Fabio Bianchi: La cultura deve andare incontro alla gente, stare in piazza, la cultura significa libro. Noemi Reali

12 pagina Giugno 2012

13 7-21 Giugno 2012 pagina 13 Sabato 7 e domenica 8 Luglio l ingresso e giochi sono gratuiti per tutti Aprilia, il parco comunale di via dei mille diventa Il Mondo delle favole L evento è organizzato dall Associazione C.S.T. in collaborazione con il Giornale del Lazio OSPITE CON UN MAGICO SPETTACOLO DA ITALIA S GOT TALENT MAGICO BABBALEO mana entusiasmante, dove l Associazione ha pensato di allestire una vera e propria area divertimenti all aperto con piattaforme ad hoc per giochi sportivi per bambini e ragazzi, con un grandissimo e bellissimo parco giochi gonfiabili. Si tratta di un bellissimo parco giochi gonfiabili, dove i più piccoli potranno divertirsi serenamente, in compagnia di animatori qualificati, alla presenza dei loro genitori. Il Parco, Il mondo delle favole, dedicato all animazione dai 2 ai 10 anni, dove i bambini potranno trascorrere un fine settimana diverso, in compagnia dei loro coetanei, dedicandosi a tante attività. All interno del Parco giochi Il mondo delle favole, sarà organizzato un incontro con professionisti del settore che illustreranno il rapporto genitori / bambini nell età evolutiva. Cosa importantissima grazie alla collaborazione del nostro giornale, l ingresso è gratuito per tutti, grandi e piccoli, compreso l uso di tutti i giochi. L Associazione culturale C.S.T. presieduta da Bruno Jorillo in collaborazione con il Giornale del Lazio, organizza la manifestazione Il mondo delle favole che si svolgerà nei giorni Sabato 7 e Domenica 8 LUGLIO 2012 presso il Parco Comunale di via dei Mille - Aprilia. Un evento che accende i riflettori e trasformerà in un grande luogo di incontro e di aggregazione, pieno di curiosità e di grandi attrazioni per chi vuole divertirsi, con giochi, musica e tante attività dinamiche. Un modo innovativo ed efficiente per vivere davvero un fine setti-

14 pagina 14 IL PD DI APRILIA RACCOGLIE LE FIRME CONTRO LA CHIUSURA DELLA CLINICA, E PARTITA LA PETIZIONE POPOLARE di Lorella Iaci E partita la petizione popolare contro la riduzione delle risorse destinate alla Clinica Città di Aprilia organizzata dal Partito Democratico di Aprilia. Il primo banchetta per la raccolta delle firme, si è posizionato proprio davanti alla Clinica stessa già nel pomeriggio del 29 maggio e si susseguirà per vengano assicurate le risorse affinchè le strutture sanitarie pubbliche di Aprilia non subiscano tagli sui servizi erogati alla cittadinanza, in particolare il Pronto Soccorso della Clinica che è a rischio a causa proprio dei limiti di budget assegnati, mettendo a rischio il mantenimento del servizio. Aprilia e tutto il comprensorio Nord della Provincia di Latina, in cui vivo- L esperienza diretta della collega Veronica Alessandrini 7-21 Giugno 2012 IL TERREMOTO IN EMILIA ROMAGNA Domenica 20 maggio stava a Modena a pochi chilometri dall epicentro di Veronica Alessandrini Il 19 maggio sono partita per andare a passare il fine settimana a Modena. Il viaggio è filato liscio e la giornata è trascorsa nella tranquillità più totale, anche se il tempo non era dei migliori. Non mi aspettavo certo di passare una notte agitata ed insonne, come poi è effettivamente avvenuto. Alle 4,04 dormivo profondamente nella mia camera d albergo al centro della città e, quando la prima scossa è iniziata, ho aperto gli occhi e mi sono subito alzata dal letto di soprassalto. Non essendomi accorta subito di cosa stesse succedendo, il primo pensiero è andato al sonno ormai rovinato. Poi ho percepito il pavimento che tremava sotto ai oltre due settimane, affinchè un numero considerevole di firme, l obiettivo è quello di raccoglierne 5000, ci spiega Giovannini Vincenzo, Consigliere comunale, possano essere recapitate direttamente sul tavolo della Presidente della Regione Lazio e al Direttore Generale della AUSL di Latina. Questo è quanto si propone il PD locale, ritenendo impensabile la sola idea che l unico presidio ospedaliero di una città di quasi 80 mila abitanti possa smettere di funzionare. Una petizione in cui il Pd chiede che no circa 120 mila persone, sono privi di strutture ospedaliere ad eccezione di questa Clinica che ha accreditato tra i vari servizi, quello del Pronto Soccorso che assorbe la maggior parte delle risorse.poiche la AUSL, dice ancora il PD di Aprilia, ha i conti in ordine addirittura nel 2011 arriva ad un avanzo di amministrazione di oltre 20 milioni di euro, si chiede il potenziamento dei servizi compreso quello di diagnostica di cui è carente il poliambulatorio e la garanzia del mantenimento del Pronto Soccorso. piedi e l edificio che oscillava in modo spaventoso, quindi sono andata immediatamente nel corridoio e lì ho trovato altre persone che, spaventate e assonnate, abbandonavano le proprie camere in pigiama senza sapere bene cosa fare. La scossa è sembrata lunghissima e i secondi interminabili: abitando in una cittadina sismicamente abbastanza tranquilla come Aprilia, mai avevo vissuto un esperienza del genere. Quando finalmente tutto si è calmato mi sono vestita, ho afferrato il cellulare e sono corsa giù dalle scale per raggiungere le altre persone che, nel frattempo, erano scese in strada. La prima reazione è stata quella di cercare notizie sul web, anche se le fonti erano ovviamente ancora pochissime. Qui c è scritto Veronica Alessandrini 5.9 della scala Richter ha esclamato qualcuno, e subito la mente è tornata indietro nel tempo alla tragedia dell Aquila. Allarmati ci siamo rivolti al personale dell albergo ma la situazione era molto confusa e gli addetti alla reception ne sapevano quanto noi ospiti. Alcuni (pochi) sono risaliti subito in camera mentre altri si sono affrettati a preparare le valige ed effettuare il check-out. La maggior parte è rimasta per strada, infreddolita e spaesata, dalle 4.15 fino alle 6.30 passate. Come avviene spesso in queste situazioni, per alleviare un po la tensione sono iniziate a fioccare le battute e persino qualche risata ma i cani del quartiere continuavano ad ululare e le scosse, anche se meno intense di quella iniziale, sono continuate per gran parte del tempo. Sono tornata a dormire intorno alle 7 meno venti, poco più di un ora prima che suonasse la sveglia: nella nostra zona era tutto tranquillo e di danni, fortunatamente, nemmeno l ombra. Quando sono scesa a fare colazione la tv dell albergo era accesa e le immagini del Tg hanno lasciato me e gli altri ospiti ammutoliti: si parlava di morti, edifici crollati e monumenti mezzo distrutti. Solo in quel momento abbiamo tutti realizzato la gravità della situazione e, dopo lo stupore iniziale, ci siamo sentiti un po miracolati. A Modena città, infatti, i danni sono stati lievissimi e, passata la brutta nottata, sono rimaste addosso solo tanta paura e tristezza.

15 7-21 Giugno 2012 pagina 15 Entro il 2013 si dovranno adeguare gli edifici pubblici, ma i soldi non ci sono APRILIA, SIAMO A RISCHIO TERREMOTO? Dal 2009 è in categoria 2, ossia con rischio sismico medio. di Riccardo Toffoli Dobbiamo adeguare tutti gli edifici alla normativa sulla sismicità entro il Questa è già una proroga e molto probabilmente il termine ultimo verrà notevolmente prorogato. Anche perché significherebbe nella pratica ricostruire tutti gli edifici pubblici e ovviamente i soldi non ci sono. Questo quanto ci riferisce il dirigente del settore lavori pubblici Aristodemo Pellico sull attuale normativa sismica che da due anni ha collocato il territorio di Aprilia a medio rischio sisma. Con gli studi e i calcoli alla mano, molti esperti sono arrivati a paragonare i coefficienti di rischio apriliani, a quelli di Modena. E il risultato è uscito grosso modo lo stesso. Non che ad Aprilia possa verificarsi un terremoto di quelle proporzioni da un giorno all altro, ma la posizione del nostro Comune posta tra il fascio ormai tristemente noto di faglie Anzio-Ancona, la vicinanza all Appennino con i Monti Lepini che comunque sono stabili e la vicinanza, molto più importante, con l area vulcanica dei Castelli, ha fatto inserire il territorio di Aprilia già nel 2009 a categoria 2 ossia con rischio sismico medio. Lo scrivemmo quando esattamente un anno fa, si paventava il terremoto a Roma e dopo che la giunta aveva immediatamente dato incarico all allora dirigente dei lavori pubblici Pasquale Scappatura di: avviare le procedure di verifica dell idoneità sismica degli edifici comunali ai fini di individuare quelli che necessitano di adeguamenti secondo quanto previsto dalle normative. Ma come si è arrivati a questo? Tutto parte nel 2003, con un ordinanza della presidenza del Consiglio dei Ministri per classificare i Comuni d Italia sul rischio sismico. Questo consente di limitare i danni di un eventuale terremoto. La metodologia di calcolo della sismicità, è stata poi cambiata nel La Regione Lazio nel 2003, dopo gli studi di rito, aveva inserito il territorio del Comune di Aprilia in zona 3, quindi a sismicità bassa. Con i nuovi studi e i nuovi calcoli, tutto il territorio è stato negativamente promosso. Ora è in zona 2, con sismicità media. La superano solo quei Comuni in zona 1, circa 700 in Italia, con sismicità alta dove possono verificarsi eventi molto forti, anche catastrofici come L Aquila. Aprilia è ad esempio classificata come il Comune di Enna ed in compagnia di altri circa 2 mila 300 comuni italiani. Quasi tutti i Comuni della provincia di Latina, compreso il capoluogo, sono invece passati in zona 3, ossia a sismicità bassa. Gli unici comuni della provincia in zona 2 sono oltre Aprilia, Cori e Rocca Massima. Questo perché fanno parte di un altra zona sismica. In zona 2 ci sono Comuni come Albano Laziale, Ardea (anche questo comune vicino Aprilia è passato da zona 3 a zona 2), Ariccia o Genzano. Ora la legge impone che nel 2013 gli edifici pubblici dovranno essere messi a norma. Infatti prima non era necessario costruire tenendo conto delle norme sismiche. Ora tutti questi edifici dovranno essere messi a norma. Tra gli edifici verificati e catalogati con relativa scheda tecnica comprensiva dell eventuale intervento di messa in sicurezza: tutte le scuole elementari, medie e materne, le sedi del Comune di piazza Roma e di piazza dei Bersaglieri, l edificio dell area fiere di Campoverde, la tensostruttura di via Respighi, l autoparco comunale e la palazzina dei vigili urbani nonché l edificio di proprietà comunale sulla Nettunense che prima era utilizzato come sede dei Carabinieri e ora, della Asl. Ma da dove arriveranno questi soldi? Mettere a norma sismica un edificio spiega Aristodemo Pellicosignifica praticamente tornare alla struttura che è appena un 30% dei costi generali dell edificio. Quindi significa che il Comune dovrebbe pagare per ogni edificio, il 70% di quello che vale. E ovviamente i soldi non ci sono. Funzionerà così che i lavori pubblici faranno la scheda degli interventi e comunicheranno gli importi agli uffici finanze i quali, a sua volta, comunicheranno che le casse sono vuote. E si andrà avanti così, con nessuno che ha responsabilità e con la speranza che ad Aprilia non arrivi davvero il terremoto. Questo per gli edifici pubblici. Per quelli privati invece, non c è alcun obbligo di adeguamento. Per le nuove costruzioni continua Pellico- è necessario chiedere le autorizzazioni del Genio Civile e ovviamente la costruzione deve tenere conto dei parametri previsti per il rischio sismicità. Per le vecchie costruzioni, invece, non c è obbligo di adeguamento. Chi vuole adeguare la propria casa Foto di Gianfranco Compagno alla normativa sismica, può comunque farlo e avrà delle agevolazioni. Il piano casa, ad esempio spiega Pellico- prevede la possibilità di un aumento di cubatura del 50% nel caso in cui il proprietario adegui la costruzione alla normativa sismica o a quella energetica. Ovviamente questo bonus consistente, non può essere concesso per il centro. Essendo le case del centro vincolate dal piano paesaggistico, queste non potranno aumentare la cubatura precisa Pellico. E ovviamente i proprietari del centro abitato non avranno alcun vantaggio ad adeguare le loro case. E quasi certamente nessuno lo farà.

16 pagina 16 di Luigi Cirillo Si è conclusa nella giornata di sabato 19 maggio scorso, presso lo stabilimento di riciclaggio e compostaggio dei rifiuti Kyklos di Campoverde, la seconda edizione del progetto Differenzio anche io!, organizzata dalla Virtus Basket Aprilia, presieduta da Roberto Lupelli in collaborazione con il Comune di Aprilia, la Progetto Ambiente, la Loas Italia, la RIDA Ambiente, la SelfGarden e la stessa Kyklos del gruppo ACEA. Quest anno hanno partecipato al progetto anche altre aziende locali che svolgono sempre lavori di riciclaggio e compostaggio dei rifiuti, come riferito la Rida Ambiente, la SelfGarden e la Loas Italia. I protagonisti di quest iniziativa sono stati i 675 studenti delle classi quarte e quinte dei 7 plessi della scuola primaria di Aprilia, insieme alle loro famiglie e i La giornata finale sabato 19 maggio alla Kyklos di Campoverde Differenzio anche io! Coinvolti 675 studenti delle classi quarte e quinte di 7 plessi scolastici Self Garden tifosi della Virtus Basket. Il compito della squadra di basket apriliana di Roberto Lupelli è stato proprio quello di stimolare il bambino e sensibilizzarlo dal punto di vista umano in merito alla raccolta differenziata attraverso il gioco della pallacanestro, mettendo a disposizione i propri istruttori e il proprio campo da gioco. I 10 incontri svolti nelle diverse aziende partecipanti, iniziati il 15 febbraio di quest anno e conclusisi con la festa del 19 maggio scorso alla Kyklos, sono stati caratterizzati inoltre dalla diffusione di documenti, foto, video e mostre dedicate, con materiale informativo, locandine, t- shirt, stendardi, giochi e gadget. Alla manifestazione finale svoltasi nel pomeriggio all impianto di Campoverde, oltre ai ragazzi delle scuole primarie di Aprilia, le loro famiglie e insegnanti, hanno preso parte anche l assessore all ambiente Alessandra Lombardi, agli affari generali Luigi Bonadonna e alla pubblica istruzione Fabio Malecchi, in rappresentanza dell amministrazione comunale di Aprilia. Presenti inoltre il direttore della Progetto Ambiente Sergio Santini, l ingegner Alessandro Filippi per ACEA Kyklos, i rappresentanti delle altre aziende partner del progetto, e ovviamente gli istruttori della Virtus Basket Aprilia con il presidente Lupelli. La giornata si è svolta all insegna dei giochi e l intrattenimento all aria Rida Ambiente aperta, con dimostrazioni pratiche di una corretta gestione dei rifiuti casalinghi. Inoltre è stato possibile effettuare visite guidate all interno dell impianto Kyklos da parte dei genitori e degli insegnanti, per un ulteriore approfondimento sulla raccolta differenziata e la possibilità di poter recuperare il cosiddetto rifiuto umido e le potature del verde pubblico e privato. Nel corso della giornata di festa si è tenuta Loas Italia anche la premiazione dei video realizzati dagli alunni delle classi quinte che hanno partecipato al progetto, premiati con buoni acquisto presso La Casa del Libro e la Libreria Snidaro. Un premio speciale per l esemplare comportamento tenuto dagli studenti sia durante gli incontri che durante le visite agli impianti è stato consegnato alla Grazia Deledda del 3 circolo didattico. Nel seguire da vicino questa giornata di festa a conclusione del progetto Differenzio anche io! abbiamo ascoltato il presidente Roberto Lupelli della Virtus Basket Aprilia che ha 7-21 Giugno 2012 giocato in questa manifestazione un ruolo importantissimo. Lupelli, nell annoverare l eccellenza dei diversi impianti di riciclaggio e trattamento dei rifiuti sul territorio di Aprilia e zone limitrofe, sottolinea quanto ad Aprilia stessa la raccolta differenziata sia ancora un miraggio, presente in fase di rodaggio solo in alcuni quartieri come Montarelli. Da qui l idea e la necessità di trasmettere alle generazioni future l educazione al riciclaggio dei rifiuti ad Aprilia, sperando che quanto prima possa essere estesa a tutto il territorio. Nel progetto Differenzio anche io!, pertanto, ci spiega il presidente, è rientrata anche un altra iniziativa, quella del Giornalista per un giorno che ha portato gli alunni delle scuole partecipanti a indagare sulla gestione dei rifiuti nelle proprie case e nella propria famiglia, portando alla luce difficoltà di gestione e punti critici della differenziata. Al di là di tutto, il progetto Differenzio anche io! ha portato le aziende partecipanti ad aprire i propri cancelli, per illustrare e far comprendere alla cittadinanza interessata come vengono trattati i rifiuti e cosa potenzialmente si potrebbe ottenere se tutti ci impegnassimo a differenziare.

17 7-21 Giugno 2012 pagina 17 Silenzio per le vittime del terremoto APRILIA - CONSIGLIO COMUNALE Approvato il bilancio di previsione 2012 di Nicola Gilardi e Veronica Alessandrini Nuove nomine nel Consiglio Comunale del 31 maggio. Assenti i consiglieri: Roberto Boi, Carmelo Antonio Terzo e Carlo Federici. Primo consiglio da neo assessore per Michela Biolcati Rinaldi che ha ricoperto la carica vacante da circa un anno. Al suo posto in Consiglio è (ri)entrato Luca Sorbera in virtù del fatto che è il primo dei non eletti nella lista Aprilia futura. Il primo atto dell assemblea è stato proprio la surrogazione, approvata all unanimità con 25 voti favorevoli (assente alla votazione Maria Di Carlo). «Voglio ricordare il sindaco D Alessio ha detto Sorbera continuerò con il suo insegnamento». Ad inizio assemblea sono state presentate due mozioni. La prima da Vittorio Marchitti per promuovere iniziative solidali in soccorso della popolazione dell Emilia Romagna colpita dal sisma. La seconda, invece, è stata promossa da Giustino Izzo per avviare una discussione in relazione al rischio di chiusura della Casa di Cura Città di Aprilia. Nel secondo punto all ordine del giorno le comunicazioni del Sindaco. Dopo il benvenuto di rito al neo consigliere, Antonio Terra, ha chiarito alcuni punti. Il primo relativo proprio al rischio chiusura della clinica: «Stiamo discutendo con la Regione, stanno monitorando e speriamo in una risposta positiva e veloce sulla questione» ha detto. Un invito è stato poi rivolto a tutte le forze politiche affinché il territorio di Aprilia non resti privo dell unico presidio sanitario presente. Presentato il progetto Plus, finanziato dalla regione Lazio con 9.8 milioni di Euro, che prevede, fra le tante cose, la ristrutturazione del Palazzo di vetro, del Giardino dei sorrisi, realizzazione di piste ciclabili e un asilo nido. Un totale di circa 20 opere che dovranno essere concluse entro il Il Sindaco, inoltre, ha annunciato la creazione di un Ato per la raccolta dei rifiuti. Insieme ai sindaci di Anzio, Ardea, Cisterna di Latina, Cori, Sermoneta e Rocca Massima, Aprilia ha firmato un documento di intesa inviato il 30 maggio alla presidente della regione Lazio Renata Polverini. L obiettivo è quello di perseguire obiettivi comuni e mettere insieme le risorse formando un unica società che si occupi della raccolta dei rifiuti in maniera più controllata e gestibile. Questa decisione ha incontrato l approvazione di Vincenzo Giovannini del Pd che ha proposto anche l organizzazione di un pullman di manifestanti per far sentire la pressione dei cittadini di Aprilia in Regione. Il terzo punto all ordine del giorno, esposto dall assessore Antonio Chiusolo, è stato riservato al Bilancio di previsione. Punto criticato da più parti per la mancanza del dirigente del settore bilancio che avrebbe potuto esplicare i punti più tecnici. Sia Giustino Izzo dell Udc, che Ilaria Bencivenni e Alfonso Longobardi di Pdl e Pd hanno criticato la sua assenza. L Assessore ha detto che il dirigente ha dichiarato problemi personali, assicurando però che il 1 luglio sarà sostituito da un nuovo dirigente che rimarrà fino a fine mandato a tempo pieno. «Faremo i conti con tagli a dir poco disastrosi ha detto l Assessore. Nel 2010 ricevemmo dallo stato 13.6 milioni di euro, nel , mentre quest anno ne arriveranno solo 6.8». L assessore ha presentato il quadro, con al primo punto i dati relativi all Imu. «Il Comune di Aprilia incasserà 12.5 milioni di euro. 3 relativi alla prima casa e 9.5 relativi a seconde o terze case» ha detto Chiusolo. Una discussione con l opposizione è stata proposta per quanto riguarda le alienazioni di edifici di particolare importanza storica. Il Comune, comunque, ha proposto l alienazione all Ater degli appartamenti di Via Lussemburgo che saranno destinati a case popolari. Il bilancio entrate per il 2012 è di circa 89 milioni di euro, con un decremento di 18 milioni rispetto al Il comune ha tagliato circa il 25% dei costi di gestione come la cancelleria. Con la creazione dell Ato sui rifiuti verrà risparmiato un milione di euro. Nessun taglio, invece, per quanto riguarda i servizi sociali. Un milione di euro verrà destinato alla sicurezza degli impianti scolastici ed un altro milione per la manutenzione delle strade. Per ovviare allo spreco degli affitti dell ufficio tributi inutilizzato, verrà acquistata la struttura della ex-wyeth che ospiterà gli uffici. La presentazione dell assessore Chiusolo non è piaciuta a Michelino Telesca del Pdl: «Manca un indirizzo politico nella gestione delle risorse» ha detto, criticando la lentezza dell attuazione della raccolta differenziata. Alfonso Longobardi del Pd, invece, ha chiesto maggiore chiarezza sul programma triennale delle opere pubbliche. Ilaria Bencivenni è rimasta insoddisfatta dalla relazione dei revisori dei conti: «Quest anno è davvero scarna, un copia e incolla. Lavoro superficiale realizzato con una conoscenza superficiale di ciò che è il bilancio nella sua complessità». Sono quindi seguiti degli interventi su un problema già citato in diverse altre sedute del Consiglio: il mancato coinvolgimento dell opposizione in questioni di rilevante importanza per la città. Dice il consigliere Nello Romualdi: «Credo che il risanamento della città sia stato iniziato da noi tutti, insieme. È partito dalla questione dell Aser, abbiamo svincolato la città dal suo giogo. Noi dell opposizione non ci sentiamo coinvolti, non sappiamo nulla». A rincarare la dose il consigliere Izzo: «Il confronto con l opposizione si evita sempre, ciò penalizza la nostra città». Dichiarazione di voto contraria per il gruppo consiliare del Pd poiché, come spiega il consigliere Longobardi: «Avremmo voluto qualcosa di diverso rispetto a quanto stanziato dalla maggioranza per quanto riguarda l Imu: avremmo diversificato le aliquote abbassandole per gli immobili ad uso artigianale e alzandole per gli istituti di credito e la grande distribuzione». A rispondere alle critiche fatte al bilancio il Sindaco che, Per una spesa superiore a euro 20,00 in omaggio un regalo frizzante!! Servizio catering Consegna a domicilio gratuita nelle sue considerazioni finali, ha affermato: «Quest amministrazione è capitata in un periodo particolare e ha avuto a che fare con questioni straordinarie (Acqualatina, tributi ecc.), abbiamo fatto comunque delle cose eccellenti per questo paese e sappiamo quale filo logico mantenere. Tale filo logico è riportato in questo bilancio, un documento reale e vero - poi aggiunge sull Imu - Forse siamo uno dei pochi comuni che sta mantenendo basse le attribuzioni delle aliquote». CELL Fisso, quindi, lo schema delle votazioni per i restanti 8 punti: favorevole la maggioranza e contraria l opposizione, con i voti negativi di Bencivenni, Telesca, Romualdi, Izzo, Nardin, Longobardi e Giovannini (tranne che per il punto 9, che ha visto l astensione del Pd). Approvate all unanimità le mozioni presentate all inizio della seduta, che è terminata nel completo disinteresse della popolazione in un aula consiliare ormai vuota.

18 pagina Giugno 2012 Autovelox di Aprilia - Siamo al solito pasticciaccio all Italiana Spostato l autovelox sulla Pontina con senso di marcia Napoil-Roma ora è di poco più vicino a Latina ed esattamente al km proprio adiacente il cavalcavia di per via delle Valli via della Riserva Nuova, per intenderci proprio davanti il Centro Commerciale Aprilia 2, pertanto chi vuole evitare questo autovelox basta che utilizzi lo svincolo come appunto per andare al Centro Commerciale (sic!). Come diceva un vecchio saggio della politica Italiana a pensar male si fa peccato ma spesso ci si indovina, non è per caso che tutto questo sia stato fatto in vista della costruzione di altro centro commerciale in prossimità di via del Genio Civile?, vi direte cosa centra tutto questo? Semplice cercare di far rallentare i veicoli proprio davanti al centro commerciale per dargli più visibilità e se addirittura come già detto, si prende lo svincolo per via delle Valli- Via della riserva Nuova proprio come se si dovesse andare al C.C., si eviterebbe l autovelox e si potrebbe essere tentati nell andare a tale centro commerciale. Perché il solito pasticciaccio all Italiana? Perché detto apparato come al solito, oltre a non essere omologato cosa diversa da approvato (fonte di è posizionato in difformità della legge coma da < Il Ministero dell Interno (Dipartimento della pubblica sicurezza, Direzione centrale per la polizia stradale, ferroviaria delle comunicazioni e per i reparti speciali della polizia di Stato), con la Circolare n. 300/A/2289/12/101/3/3/9 (Legge 29 luglio 2010, n. 120 recante Disposizioni in materia di sicurezza stradale. Distanza minima degli apparecchi di misura rispetto ai cartelli indicanti i limiti massimi di velocità > che appunto è di almeno un chilometro dalla postazione di controllo. la predetta distanza viene calcolata dal segnale con il quale viene ripetuto il limite di velocità dopo l intersezione, e considerando che lo svincolo precedente (via Nettunense) è al km e la postazione al km , ecco che la postazione è a 700 metri e non a 1000 (1 km) come dalla legge previsto, sancito anche dalla SUPREMA CORTE DI CASSAZIONE SEZIONE VI CIVILE Ordinanza 13 gennaio 2011, n. 680 Inoltre cosa molto ma molto grave, e dimostra che a nessuno interessi veramente la sicurezza stradale è il fatto come visibile dalle foto, che il guardaraill vicinissimo la postazione dell autovelox sia in pessime condizione quasi a raso del piano stradale, inoltre il pilastro del ponte dal momento che non è protetto da guardaraill non è neppure segnalato con i pannelli di segnalazione ingombro della sede stradale cosa invece che è stato fatto dove non ce era bisogno basti vedere le foto di raffronto. La Polizia Provinciale di Latina le vede queste cose oppure..

19 7-21 Giugno 2012 pagina 19 NON SOLO MARE GLI SCAVI DI OSTIA ANTICA Lo stesso Galeno fu probabilmente in contatto con i medici di Ostia. Ostia Antica, il più grande complesso archeologico del Lazio, meno noto, ma secondo per importanza, solo a Pompei. Secondo la leggenda fu fondata da Anco Marzio, quarto re di Roma, fra il 640 e il 616 a.c., ma il più antico nucleo che gli scavi fino a oggi realizzati hanno portato alla luce è il Castrum, la cittadella militare, risalente al IV secolo a.c. Attorno a questo nucleo, nato per controllare il corso del Tevere e le saline, si sviluppò una vera e propria città. Ostia, che in latino significa porta, era una cittadina di circa abitanti, il porto militare e commerciale di Roma, molto attiva, grazie al fatto che la maggior parte dei traffici mercantili della Roma repubblicana e imperiale si svolgevano via mare. A Ostia giungevano gli approvvigionamenti da ogni regione dell'impero che venivano sistemati in grandi magazzini. Le merci prendevano poi la via della capitale su leggere chiatte attraverso il fiume, la via più sicura, o via terra attraverso la via Ostiense. A protezione della città, che nel tempo aveva subito distruzioni e saccheggi, Silla fece costruire la cinta muraria della città, mentre Augusto dette inizio a un vasto programma di edilizia pubblica, che comprendeva il Foro, rivestito da marmi molto pregiati, come quello bianco di Carrara, quello giallo e quello africano, e l'attuale versione del Teatro, il quale fu costruito da Agrippa nel I secolo a.c., ma subì successivamente vari rifacimenti e trasformazioni; l' ampliamento voluto da Commodo gli consentì di contenere fino a persone e ancora oggi è utilizzato nel periodo estivo per gli spettacoli. Nel Piazzale delle Corporazioni si sistemarono, invece, gli uffici di rappresentanza delle corporazioni che rappresentavano i settori commerciali della città, con le prestigiose Domus: la "Fortuna Annonaria", quella dei Pesci o dei Dioscuri, quella di Amore e Psiche. Tipiche dello stile di vita dell'epoca sono le Terme, imitazione di quelle romane, e le Insulae, caseggiati che raggiungevano anche i sette e gli otto piani, e si affacciavano sulla strada. Augusto ne limitò l'altezza a 20 m. A Ostia morì e fu sepolta anche Santa Monica, madre di Sant'Agostino. La decadenza di Ostia cominciò nel IV sec. d.c., durante il regno di Claudio, il quale fece costruire un nuovo porto che venne successivamente ampliato da Traiano, ma anche questo bacino perse di importanza e fu abbandonato a causa dell'insabbiamento. La fine dei commerci marittimi provocò lo spopolamento e l'abbandono del territorio. Altre testimonianze del porto di Roma si trovano presso il Museo delle Navi, su via Alessandro Guidoni, la strada che conduce all'aeroporto di Fiumicino (tel ). In questo museo sono custodite le imbarcazioni ed altri oggetti rinvenuti durante i lavori di costruzione dell'aeroporto internazionale. Vi si trovano barche in leccio di varia lunghezza fra i 5 e i 13 metri, oltre a statue in bronzo, scatole, lucerne, monete. L'ingresso agli Scavi è situato in via dei Romagnoli, 717 ad Ostia Antica. Tel Fax L'apertura è dalle ore 9.00 fino a un' ora prima del tramonto. Gli scavi restano chiusi il lunedì e il 1 gennaio, il 1 maggio e il 25 dicembre. Nella bella stagione è possibile approdare agli scavi con il battello fluviale Tiber che parte da Lungotevere Flaminio. Altrimenti si può prendere il Bus 04 o la metro Roma Lido, scendendo alla stazione Ostia Antica e proseguendo con il soprapasso pedonale. L'ingresso costa La Rocca invece risale al pontefice Martino V, che fece costruire un torrione per controllare l'accesso a Roma dal Tevere. Successivamente, il papa Giulio II, nel 1483, lo trasformò in una vera fortezza - la Rocca - considerata a quei tempi inespugnabile, dotata anche di un fossato. Nel 1557 un'alluvione cambiò il corso del Tevere rendendo inutile la fortezza. La Rocca si trova nella omonima piazza, all'interno del graziosissimo e bucolico Borgo di Ostia Antica. È possibile prenotare le visite, del tutto gratuite, della Rocca, telefonando al n oppure allo Il lunedì è chiuso.

20 pagina Giugno 2012 LA PROVINCIA DI LATINA: UN TERRITORIO MULTIFORME TRA ANTICO E MODERNO La provincia di Latina, nel sud del Lazio, istituita nel 1934, potrebbe essere definita come un territorio multiforme e provvisto di tutto. Infatti, comprende aree collinari e montane, con i Monti Lepini, gli Musoni e gli Aurunci e pianure costiere. Tutto ciò, tradotto in bellezze naturali e turistiche, vuol dire monti e isole, stazioni termali, parchi nazionali e regionali, monumenti archeologici e medioevali. Le oasi cosiddette avifaunistiche punteggiano l'intero territorio. Uno dei gioielli "ecologici", a nord di Latina è l'oasi di Ninfa, con ben 800 ettari, la "Pompei del Medioevo", abbandonata alla fine del XIV secolo; oggi si presenta come un unico giardino all'inglese ricco di essenze che provengono da luoghi lontanissimi; fu progettato nel 1922 per volontà degli ultimi discendenti della nobile famiglia Castani; attualmente sono sopravvissuti al passato resti di chiese, di abitazioni, del castello e il municipio restaurato. Una diga, costruita sul finire del 1200 raccoglie le acque in un laghetto. Più a sud, al centro del litorale si aprono i parchi nazionali Sperlonga - Villa Tiberio del Circeo e quello regionale di Monte Orlando, vicino Gaeta, esteso ben 53 ettari, che comprende anche la cosiddetta Montagna Spaccata con il Santuario e la Grotta del Turco; solitarie, nel mare antistante San Felice Circeo, le isole di Palmarola e Zannone. La costa è chiamata anche la Riviera di Ulisse perché i reduci dalla guerra di Troia raggiunsero queste terre e vi sostarono per vari motivi: da Enea che prima di raggiungere Lavinio, si fermò a Gaeta dove perse la nutrice Cajeta; a Ulisse che dopo aver ormeggiato le sue navi sempre nell'odierna Gaeta, seppellì a Terracina l'amico Elpenore e visse poi una "storia d'amore" con la maga Circe. Un figlio avuto da lei, Anteios, avrebbe dato il nome ad Anzio. Se non furono i personaggi omerici a popolare queste terre, di certo l'uomo della preistoria le ha elette a sua dimora, come dimostra il cranio di un "neandertaliano" e oggetti della stessa epoca esposti nella mostra Homo sapiens e habitat a San Felice Circeo. Dei Volsci e degli Aurunci, che dettero molto filo da torcere a Roma, restano segni visibili: le mura ciclopiche di varia epoca a Cori, Formia, Sezze, Fondi; i templi e gli edifici termali a Cori, Minturno, Suio; nelle residenze estive marittime e di campagna di imperatori e ricche famiglie, a Formia, Gaeta, Sabaudia. Il Medio Evo invece ha lasciato testimonianze di sé nei castelli e nei palazzi che si ammirano ancora a Sermoneta, Itri, Roccasecca dei Volsci. Un cenno a parte meritano le terme di Suio, nel comune di Castelforte, note fin dall'età romana, con acque prevalentemente sulfuree, da 15 a ben 64 gradi centigradi. Nell'interno collinare della provincia un esempio di architettura medioevale è l'abbazia di Fossanova, nel comune di Priverno. Fondata dai Benedettini, fu concessa nel XII secolo ai Cistercensi che per risanare la zona scavarono un canale, la "Fossa Nova". Con la Chiesa penetrò in Italia lo stile gotico. Al piano superiore della foresteria si trova anche la camera, trasformata in cappella, nella quale secondo la tradizione, morì S. Tommaso D'Aquino. Infine, anche le cosiddette città nuove Latina, Sabaudia, Pontinia ed Aprilia, costruite tra il 1932 e il '37 sono oggetto, attualmente, di studi perché conservano i segni della concezione urbanistica del tempo, ponendosi allora come modelli di una edificazione del tutto inconsueta rispetto ai centri antichi che le circondano.

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

DISCORSO DEL PRESIDENTE MINA GIANNANDREA IN OCCASIONE DEL PRIMO CONVEGNO DI FEDERstrade Le proposte dei commercianti di vicinato

DISCORSO DEL PRESIDENTE MINA GIANNANDREA IN OCCASIONE DEL PRIMO CONVEGNO DI FEDERstrade Le proposte dei commercianti di vicinato DISCORSO DEL PRESIDENTE MINA GIANNANDREA IN OCCASIONE DEL PRIMO CONVEGNO DI FEDERstrade Le proposte dei commercianti di vicinato Cari amici, illustri ospiti, Voglio innanzitutto ringraziarvi tutti per

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è?

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è? 5CHIACCIERE5 Anno 2014 2015 Quartiere, dove è? Non è sparito, c è e lavora, anche se avrebbe bisogno di più persone che diano il loro contributo. Partiamo da qua per affermare che spesso confondiamo un

Dettagli

E quindi un emorragia di cervelli

E quindi un emorragia di cervelli Intervistato: Angelo Colaiacovo, Sindaco di Aliano Soggetto: prospettive per i giovani, Parco Letterario Carlo Levi, vivibilità di Aliano Luogo e data dell intervista: Aliano, agosto 2007 Audio file: Colaiacovo_2

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Giovedì 08 gennaio 2015. Sommario: Rassegna Associativa. Rassegna Sangue e Emoderivati

RASSEGNA STAMPA. Giovedì 08 gennaio 2015. Sommario: Rassegna Associativa. Rassegna Sangue e Emoderivati RASSEGNA STAMPA Giovedì 08 gennaio 2015 Sommario: Rassegna Associativa 2 Rassegna Sangue e Emoderivati 6 Rassegna Medico-scientifica, politica sanitaria e terzo settore 8 Prime Pagine 11 Rassegna associativa

Dettagli

consiglio Regionale della Campania

consiglio Regionale della Campania consiglio Regionale della Campania IV Commissione Consiiare Permanente (Trasporti, Urbanistica, Lavori Pubblici) RESOCONTO INTEGRALE N. 62 SEDUTA IV COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE DEL 21 DICEMBRE 2011

Dettagli

Adrano, Fabio Mancuso. Bilancio comunale falso e Ferrante

Adrano, Fabio Mancuso. Bilancio comunale falso e Ferrante Adrano, Fabio Mancuso. Bilancio comunale falso e Ferrante di Alice Vaccaro - 25, giu, 2015 http://www.siciliajournal.it/adrano-fabio-mancuso-bilancio-comunale-falso-e-ferrante/ 1 / 6 ADRANO Ex sindaco

Dettagli

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI Convegno Regionale FISM Toscana 2014 LE SCUOLE PARITARIE E IL MODELLO TOSCANO. LAVORI IN CORSO! Novità, impegni e progetti per un sistema scolastico realmente integrato e paritario Firenze, Convitto della

Dettagli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Allegato 1 PUNTO N. 6 all'o.d.g.: Progetto di Riqualificazione urbana Lidi di Comacchio in sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Scacchi Prestito obbligazionario "Comune di Comacchio

Dettagli

PROVINCIA DI BERGAMO SEDUTA DEL 25 MAGGIO 2015 R E S O C O N T O D E L L A S E D U T A

PROVINCIA DI BERGAMO SEDUTA DEL 25 MAGGIO 2015 R E S O C O N T O D E L L A S E D U T A PROVINCIA DI BERGAMO C O N S I G L I O P R O V I N C I A L E R E S O C O N T O D E L L A S E D U T A CONSIGLIO PROVINCIALE RESOCONTO L'anno DUEMILAQUINDICI, il giorno 25 del mese di MAGGIO alle ore 9:00,

Dettagli

Non riflette la qualità dell insegnamento Ma tornando adesso allora a chi sono i Contadini di adesso

Non riflette la qualità dell insegnamento Ma tornando adesso allora a chi sono i Contadini di adesso Intervistato: Sebastiano Villani, Dirigente Scolastico di Stigliano e Aliano Soggetto: «Luigini» e «Contadini» oggi Luogo e data dell intervista: Stigliano, agosto 2007 Audio file: Villani Il problema

Dettagli

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo.

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo. Sintesi del discorso di presentazione della mozione per la candidatura a segretario provinciale di Renato Veronesi, espressosi liberamente, senza l ausilio di una traccia scritta, durante i lavori della

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 13 Novembre 2015

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 13 Novembre 2015 Pagina 1 di 5 rassegna stampa 13 Novembre 2015 IL CITTADINO Lodi Pronto soccorso radiologico all ospedale Domani mattina si inaugurerà il Pulmino alao per gli ammalati Faremo gli esami Dna ai pazienti

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 Oggetto: Quarto Punto all OdG: Modifica Elenco Annuale LL.PP. Anno 2013 e Piano Triennale OO.PP. 2013-2015. PRESIDENTE: Quarto Punto all OdG: Modifica

Dettagli

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Quali strade per il futuro? Il ruolo della regione nell ottica della devolution (*) Guido Della Frera Assessore

Dettagli

Tenersi per mano nella società dell incertezza.

Tenersi per mano nella società dell incertezza. Tenersi per mano nella società dell incertezza. Ricerca Spi Cgil Lombardia-AASter, settembre 2004 Discorsi sugli anziani. Viviamo, anziani e non anziani, nel postmoderno. Che in prima approssimazione si

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri).

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno urgente presentato dal gruppo consiliare Lega Nord Lega Lombarda avente per oggetto: Accesso al contributo regionale per l installazione di pannelli

Dettagli

COMUNE DI BITONTO. Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE. N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO

COMUNE DI BITONTO. Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE. N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO Si trasmette in copia l esecuzione a... Il Segretario Generale COMUNE DI BITONTO Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO INSEDIAMENTO INTERVENTI VARI. L anno

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 16.45.

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 16.45. 1/6 MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 16.45. PRESIDENTE. Vi ringrazio della vostra presenza, voi sapete naturalmente, anche per l impegno

Dettagli

Dott. Maurizio Melucci Vice Sindaco del Comune di Rimini Assessore al Turismo

Dott. Maurizio Melucci Vice Sindaco del Comune di Rimini Assessore al Turismo Dott. Maurizio Melucci Vice Sindaco del Comune di Rimini Assessore al Turismo Il vostro convegno è sicuramente interessante, perché al di là delle valutazioni di merito che possono essere anche diverse,

Dettagli

RASSEGNA STAMPA OLTRE IL DIRITTO Lunedì, 26 gennaio 2015

RASSEGNA STAMPA OLTRE IL DIRITTO Lunedì, 26 gennaio 2015 RASSEGNA STAMPA OLTRE IL DIRITTO Lunedì, 26 gennaio 2015 26/01/2015 L'Adige Pagina 12 Bruno occupato, conto da 467 mila euro 1 25/01/2015 ladige.it Il Centro Sociale Bruno deve pagare l' occupazione La

Dettagli

(Durante la discussione esce dall aula il consigliere Amati; sono presenti n. 35 consiglieri).

(Durante la discussione esce dall aula il consigliere Amati; sono presenti n. 35 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno n. 53 avente per oggetto: Approvazione del progetto comportante variante agli strumenti urbanistici, relativo alla riqualificazione e potenziamento

Dettagli

UBICAZIONE DEL LICEO MUSICALE G. VERDI IN VIA SAN MARCO E COMPATIBILITÀ CON IL PIANO DI STUDIO DEGLI ALLIEVI: PROBLEMI RILEVATI

UBICAZIONE DEL LICEO MUSICALE G. VERDI IN VIA SAN MARCO E COMPATIBILITÀ CON IL PIANO DI STUDIO DEGLI ALLIEVI: PROBLEMI RILEVATI Milano, 3 Novembre 2014 UBICAZIONE DEL LICEO MUSICALE G. VERDI IN VIA SAN MARCO E COMPATIBILITÀ CON IL PIANO DI STUDIO DEGLI ALLIEVI: PROBLEMI RILEVATI Uno dei più grandi punti di forza del Liceo Musicale

Dettagli

TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012

TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012 TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012 Odg Fondi contrattuali, varie ed eventuali. Per l'azienda sono presenti: dott.ssa Valori, dott.ssa Biancheri, dott.ssa Battistoni, dott.ssa Pellegrini, dott. Orlando Valori

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

CATEGORIA DATA ARTICOLO TITOLO PAGINA

CATEGORIA DATA ARTICOLO TITOLO PAGINA INDICE CATEGORIA DATA ARTICOLO TITOLO PAGINA Il Messaggero Terni Il Messaggero Terni 08/01/2015 Il dicembre nero del commercio «Mai così male» Il Messaggero Terni 29/12/2014 Acqua e rifiuti Confesercenti

Dettagli

ALMANACCO 2015 800.995988. Volontariato Città di Treviglio Onlus. Solidarietà e Sicurezza. Per non essere soli chiama il n.

ALMANACCO 2015 800.995988. Volontariato Città di Treviglio Onlus. Solidarietà e Sicurezza. Per non essere soli chiama il n. Volontariato Città di Treviglio Onlus Solidarietà e Sicurezza Tieni la borsetta verso il muro Per non essere soli chiama il n. 800.995988 con la collaborazione di: UNIONE BERGAMASCA CONSUMATORI Via T.

Dettagli

L ISTITUTO DELL AFFIDAMENTO AL SERVIZIO SOCIALE. ESPERIENZE E RAPPRESENTAZIONI DEGLI ATTORI UNA RIFLESSIONE DALL ESPERIENZA TOSCANA

L ISTITUTO DELL AFFIDAMENTO AL SERVIZIO SOCIALE. ESPERIENZE E RAPPRESENTAZIONI DEGLI ATTORI UNA RIFLESSIONE DALL ESPERIENZA TOSCANA L ISTITUTO DELL AFFIDAMENTO AL SERVIZIO SOCIALE. ESPERIENZE E RAPPRESENTAZIONI DEGLI ATTORI UNA RIFLESSIONE DALL ESPERIENZA TOSCANA DONATA BIANCHI, SILVIA MAMMINI, ROSA DI GIOIA ...FINALITÀ verificare

Dettagli

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio Intervistato: Angelo Cotugno, Segretario Generale della CGIL della Provincia di Matera Soggetto: Matera (sviluppo urbanistico, condizioni di vita fino agli anni 50, sua storia personale di vita nei Sassi,

Dettagli

COMUNE DI FANO Provincia di Pesaro e Urbino AMMINISTRATORI

COMUNE DI FANO Provincia di Pesaro e Urbino AMMINISTRATORI COMUNE DI FANO Provincia di Pesaro e Urbino AMMINISTRATORI COPIA ESTRATTO DEL VERBALE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: Nr. 314 Del 14/11/2011 INTERROGAZIONE " PARTECIPAZIONE ALLA CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE

Dettagli

[...] *Latina, Aprilia ed Anzio* si confermano i comuni con l ammontare di scaduto

[...] *Latina, Aprilia ed Anzio* si confermano i comuni con l ammontare di scaduto A questo link http://www.acquabenecomune.org/aprilia/article.php3?id_article=2635 è possibile vedere la trasmissione di ieri "Cominciamo Bene" andata in onda su Rai3 In studio era presente quel VOLPONE

Dettagli

RESOCONTO STENOGRAFICO n. 1

RESOCONTO STENOGRAFICO n. 1 XVI LEGISLATURA Giunte e Commissioni RESOCONTO STENOGRAFICO n. 1 N.B. I resoconti stenografici delle sedute di ciascuna indagine conoscitiva seguono una numerazione indipendente. 11ª COMMISSIONE PERMANENTE

Dettagli

relazione a quanto pubblicato a pg. 8 nell edizione odierna del Il Nuovo Molise (Malasanità al Cardarelli, un paziente) il dott.

relazione a quanto pubblicato a pg. 8 nell edizione odierna del Il Nuovo Molise (Malasanità al Cardarelli, un paziente) il dott. 10 Venerdì 2 settembre 2011 CAMPOBASSO LA REPLICA Malasanità, l Asrem si difende Lʼospedale Cardarelli di Campobasso CAMPOBASSO. In relazione a quanto pubblicato a pg. 8 nell edizione odierna del Il Nuovo

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

DEL CONSIGLIO COMUNALE

DEL CONSIGLIO COMUNALE COPIA COMUNE DI MONTECATINI VAL DI CECINA PROVINCIA DI PISA -------------- DELIBERAZIONE N. 71 in data: 27.11.2008 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: COMUNICAZIONI DEL SINDACO L anno

Dettagli

Risonanza magnetica nucleare, nuovo apparecchio al Medical Center

Risonanza magnetica nucleare, nuovo apparecchio al Medical Center Sabato 3 settembre 2011 15 TERMOLI Risonanza magnetica nucleare, nuovo apparecchio al Medical Center Tra le autorità presenti per lʼinaugurazione il governatore Iorio, il vescovo De Luca e il sindaco di

Dettagli

Sulle prospettive del servizio idrico in Italia. Intervista del Gruppo 183 all Onorevole Mariani

Sulle prospettive del servizio idrico in Italia. Intervista del Gruppo 183 all Onorevole Mariani Sulle prospettive del servizio idrico in Italia. Intervista del Gruppo 183 all Onorevole Mariani 11 novembre 2011 Gruppo 183: onorevole Mariani, come giudica la fase che attraversa l organizzazione dei

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO Danilo Toneguzzi Psichiatra, psicoterapeuta direttore dell Istituto Gestalt di Pordenone "INformazione Psicologia Psicoterapia Psichiatria", n 41-42, settembre - dicembre

Dettagli

COMUNE DI ASOLO Provincia di Treviso DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

COMUNE DI ASOLO Provincia di Treviso DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 11 Reg. Del. COMUNE DI ASOLO Provincia di Treviso DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione ordinaria seduta pubblica in prima convocazione del giorno 25/05/2006 OGGETTO: D.L. n. 444 del 27.10.1995,

Dettagli

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI MENGHI E MUNAFO DEL COMITATO ANNA MENGHI IN MERITO AL PROGETTO DEL PERCORSO PEDONALE MECCANIZZATO NELLA GALLERIA DEL COMMERCIO.

Dettagli

VERBALE DELL INCONTRO FORUM SCUOLA DEL 26 MAGGIO 2015

VERBALE DELL INCONTRO FORUM SCUOLA DEL 26 MAGGIO 2015 VERBALE DELL INCONTRO FORUM SCUOLA DEL 26 MAGGIO 2015 Il giorno 26 maggio 2015 alle ore 18.30, presso la Sede del Comune di Cavriago, si riunisce il Forum scuola,con il seguente ordine del giorno 1) aggiornamento

Dettagli

(Durante la discussione entrano in aula il sindaco e i consiglieri Bonomo, Cagnoni, Cattaneo, Ferraro; sono presenti n. 33 consiglieri).

(Durante la discussione entrano in aula il sindaco e i consiglieri Bonomo, Cagnoni, Cattaneo, Ferraro; sono presenti n. 33 consiglieri). Il presidente propone la trattazione dell ordine del giorno n. 16 avente per oggetto: Sostegno al disegno di legge per il finanziamento statale della manutenzione delle Mura Venete e trasferimento della

Dettagli

UIL Camera Sindacale Provinciale Cesena

UIL Camera Sindacale Provinciale Cesena UIL Camera Sindacale Provinciale Cesena Via Natale Dell Amore 42\a Cesena - tel. 0547\21572 - fax 0547\21907 - e.mail cspcesena@uil.it Nell introdurre i lavori di questa importante iniziativa, mi sia consentito

Dettagli

Risposta del Sindaco Buono al manifesto del Cons. Aspriello

Risposta del Sindaco Buono al manifesto del Cons. Aspriello In relazione alle informazioni riportate nella interrogazione del Cons. ASPRIELLO e al conseguente manifesto da lui pubblicato con la presente si specifica quanto segue: 1. Le essenziali informazioni riportate

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7 1/7 CAMERA DEI DEPUTATI SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECIRE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE MARTEDÌ 14 LUGLIO 2009 PRESIDENZA

Dettagli

A proposito di sussidiarietà. Una nuova alleanza fra cittadini e amministrazioni

A proposito di sussidiarietà. Una nuova alleanza fra cittadini e amministrazioni Intervista a Gregorio Arena A proposito di sussidiarietà. Una nuova alleanza fra cittadini e amministrazioni a cura di Francesca Amadori e Federica Frioni L art. 118 u.c. della Costituzione recita Stato,

Dettagli

ELEZIONI REGIONALI 28-29 MARZO 2010 CON RENATA POLVERINI PRESIDENTE

ELEZIONI REGIONALI 28-29 MARZO 2010 CON RENATA POLVERINI PRESIDENTE ELEZIONI REGIONALI 28-29 MARZO 2010 CON RENATA POLVERINI PRESIDENTE IL FUTURO È ADESSO Con le elezioni regionali del prossimo marzo abbiamo la possibilità di portare la nostra regione e il nostro territorio

Dettagli

NONA LEZIONE L AUTOSTOP

NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE 96 L autostop Scendi pure tu dalla macchina? Devo spingere anch io? Sì, se vuoi. Ma scusa, quanto è distante il distributore di benzina? Non lo so qualche chilometro.

Dettagli

LUCA CHIANCA Perché non avete accettato il finanziamento pubblico?

LUCA CHIANCA Perché non avete accettato il finanziamento pubblico? Perché non avete accettato il finanziamento pubblico? Si è deciso di completamente essere liberi innanzitutto nei confronti di qualsiasi partito politico. E anche di non avere l atteggiamento classico

Dettagli

Rifiuti, nuovi calendari

Rifiuti, nuovi calendari ilcentro Extra - Il giornale in edicola http://quotidianiespresso.extra.kataweb.it/finegil/ilcentro/checksecurity.chk?action=... Page 1 of 1 04/01/2012 Elenco Titoli Stampa questo articolo MERCOLEDÌ, 04

Dettagli

L'esperienza di giovani fotografi ugandesi raccontata alle scuole italiane

L'esperienza di giovani fotografi ugandesi raccontata alle scuole italiane Nuovi sviluppi Un percorso didattico per cambiare il proprio punto di vista L'esperienza di giovani fotografi ugandesi raccontata alle scuole italiane Ottobre 2009 Premessa Cesvi lavora in Uganda dal 2001

Dettagli

1 di 5 11/01/2012 0.26

1 di 5 11/01/2012 0.26 1 di 5 11/01/2012 0.26 HOME S.O.S. CORRIERE S.O.S. AVVOCATO GALLERIA NUMERI UTILI JOB CONTATTI PUBBLICITÀ ATTUALITÀ CONCORSI COMMERCIO ANIMALI VINO SCUOLA INCHIESTE SANITÀ ITALIA SALUTE SOCIALE EVENTI

Dettagli

Intervento di Natascia Astolfi Responsabile Area Fund Raising MBS

Intervento di Natascia Astolfi Responsabile Area Fund Raising MBS Intervento di Natascia Astolfi Responsabile Area Fund Raising MBS Mi permetto di cominciare la mia relazione con una provocazione: una frase di Einstein Follia è fare sempre la stessa cosa e aspettarsi

Dettagli

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA CONVERSAZIONE CLINICA Classe VA 1) Che cosa ti fa venire in mente la parola ''volontariato''? -Una persona che aiuta qualcuno in difficoltà. (Vittoria) -Una persona che si offre per aiutare e stare con

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA VII COMMISSIONE CONSILIARE CULTURA, ISTRUZIONE, FORMAZIONE PROFESSIONALE, SPORT E INFORMAZIONE

CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA VII COMMISSIONE CONSILIARE CULTURA, ISTRUZIONE, FORMAZIONE PROFESSIONALE, SPORT E INFORMAZIONE CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA IX LEGISLATURA VII COMMISSIONE CONSILIARE CULTURA, ISTRUZIONE, FORMAZIONE PROFESSIONALE, SPORT E INFORMAZIONE Seduta del 3 febbraio 2011 Processo verbale n. 3 Il giorno

Dettagli

VERSO LE REGIONALI 2015

VERSO LE REGIONALI 2015 VERSO LE REGIONALI 2015 COMMITTENTE SOGGETTO CHE HA EFFETTUATO IL SONDAGGIO NUMEROSITÀ DEL CAMPIONE METODOLOGIA DATE IN CUI È STATO EFFETTUATO IL SONDAGGIO LIGURIA CIVICA DIGIS SRL 1.000 CASI CATI 13-14

Dettagli

Provincia di Siena Area Affari Generali G.A. REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

Provincia di Siena Area Affari Generali G.A. REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI SINALUNGA Provincia di Siena Area Affari Generali G.A. REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con Deliberazione del Commissario Straordinario n. 41 del 7/10/2013 Modificato

Dettagli

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona?

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Nel Western Australia, la legge permette di redigere una dichiarazione anticipata di trattamento per stabilire quali cure si vogliono

Dettagli

presenta: By: Centro Informazioni

presenta: By: Centro Informazioni presenta: By: Centro Informazioni Sito Internet: http://www.centroinformazioni.net Portale: http://www.serviziebay.com Blog: http://www.guadagnare-da-casa.blogspot.com/ Email: supporto@centroinformazioni.net

Dettagli

Introduzione: Piero Donnola

Introduzione: Piero Donnola Introduzione: Piero Donnola Segretario Generale FILCA Piemonte Torino, 23 Giugno 2015 Sala Polivalente ATC Scaletta Saluti di Benvenuto e di ringraziamenti Convegno Abitare, Lavorare, Migliorare l Ambiente

Dettagli

Nel prossimo esercizio se non vi sarà l introduzione di nuovi tributi come tutti auspicano la previsione di incasso potrà essere ovviamente più

Nel prossimo esercizio se non vi sarà l introduzione di nuovi tributi come tutti auspicano la previsione di incasso potrà essere ovviamente più Interventi dei Sigg. consiglieri Bilancio 2014 Ricognizione dello stato di attuazione dei programmi e salvaguardia degli equilibri (art. 193 d.lgs n. 267/00 e degli art. 82 del regolamento di contabilità.

Dettagli

Verbale III^ Commissione Consiliare n. 18 del 11/03/2015. L anno duemilaquindici, il giorno 11 del mese di Marzo, presso la

Verbale III^ Commissione Consiliare n. 18 del 11/03/2015. L anno duemilaquindici, il giorno 11 del mese di Marzo, presso la Verbale III^ Commissione Consiliare n. 18 del 11/03/2015 L anno duemilaquindici, il giorno 11 del mese di Marzo, presso la sede Comunale di Palazzo Butera, si è riunita la III^ Commissione Consiliare:

Dettagli

ARES, la "risposta" marchigiana al problema delle maxiemergenze sanitarie

ARES, la risposta marchigiana al problema delle maxiemergenze sanitarie REGIONE MARCHE ARES, la "risposta" marchigiana al problema delle maxiemergenze sanitarie Ripercorriamo la storia dell Associazione creata dal dottor Marco Esposito nel 1999. Da una precisa idea di sanità

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 10/11/12 Ottobre 2015

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 10/11/12 Ottobre 2015 Pagina 1 di 5 rassegna stampa 10/11/12 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Indagini sul concorsone, i carabinieri anche al Ced (10/10/2015) Ospedali, Rossi venga in audizione in consiglio (10/10/2015) Lettere

Dettagli

Intervento a Ecomondo Oroblu 2013 su Tariffazione, regolazione, ruolo di pubblico e privato

Intervento a Ecomondo Oroblu 2013 su Tariffazione, regolazione, ruolo di pubblico e privato Intervento a Ecomondo Oroblu 2013 su Marisa Abbondanzieri, Presidente A.N.E.A. Pagina 1 di 4 Il compito che mi è stato assegnato è quello di fare una riflessione sul futuro degli ATO nel nuovo contesto

Dettagli

SCUOLA PARITARIA MARIA AUSILIATRICE

SCUOLA PARITARIA MARIA AUSILIATRICE 2015/2016 2015/2016 2015/2016 CALENDARIO SCUOLA PARITARIA MARIA AUSILIATRICE VIA DALMAZIA ROMA SCUOLA PARITARIA MARIA AUSILIATRICE SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

Dettagli

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA GENNAIO 1 17 2 3 18 19 4 20 5 6 21 22 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Vedo davanti a me tante facce, vedo dei neri,...dei bianchi, dei gialli, dei mezzi neri come me, ma tutti insieme,

Dettagli

AGENDA DIGITALE: DECRETO DEL FARE

AGENDA DIGITALE: DECRETO DEL FARE AGENDA DIGITALE: DECRETO DEL FARE di Emanuele Bellano CONFERENZA STAMPA PALAZZO CHIGI 15/06/2013 ENRICO LETTA PRESIDENTE DEL CONSIGLIO Buonasera, questo decreto rilancia l'agenda Digitale. È un intervento

Dettagli

PIATTAFORMA DEI SINDACATI PENSIONATI SPI-CGIL, FNP-CISL, UILP-UIL DELLA LOMBARDIA SULLA NON AUTOSUFFICIENZA

PIATTAFORMA DEI SINDACATI PENSIONATI SPI-CGIL, FNP-CISL, UILP-UIL DELLA LOMBARDIA SULLA NON AUTOSUFFICIENZA PIATTAFORMA DEI SINDACATI PENSIONATI SPI-CGIL, FNP-CISL, UILP-UIL DELLA LOMBARDIA SULLA NON AUTOSUFFICIENZA Con l allungamento della vita, l età media e le condizioni fisiche e psichiche le caratteristiche

Dettagli

1930 ECCO IL PRATO SUL QUALE NEGLI ANNI 70 STATA COSTRUITA LA NOSTRA SCUOLA!!!!!!

1930 ECCO IL PRATO SUL QUALE NEGLI ANNI 70 STATA COSTRUITA LA NOSTRA SCUOLA!!!!!! 1930 ECCO IL PRATO SUL QUALE NEGLI ANNI 70 STATA COSTRUITA LA NOSTRA SCUOLA!!!!!! Dalla testimonianza di Alessandro: ho 15 anni, abito a Milano dove frequento il liceo. Vivo con i miei genitori ed una

Dettagli

Christian, Riccardo, Camilla, Andrea

Christian, Riccardo, Camilla, Andrea Giovedì pomeriggio ci siamo recati in biblioteca per fare una ricerca sull'illuminismo. Cercavamo un libro abbastanza antico, non trovandolo la bibliotecaria ci ha portati nell'archivio e ci ha dato un

Dettagli

COME PARLARE DI CULTURA ONLINE

COME PARLARE DI CULTURA ONLINE Registro 6 COME PARLARE DI CULTURA ONLINE Consigli per gestire contenuti e pubblico creando un magazine di successo TIPS&TRICKS DI SIMONE SBARBATI INDEX 3 5 8 13 15 Introduzione Senza nome resta (sempre)

Dettagli

Come creare un business plan

Come creare un business plan Come creare un business plan Se vi siete recati in banca per chiedere un finanziamento o se avete dovuto presentare un progetto a un partner o potenziale investitore o se semplicemente avete avuto l idea

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi.

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. LA CENTRALE RISCHI Di Emanuele Bellano MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. Noi volevamo avere qualche informazione per un mutuo. Allora

Dettagli

numero 43 dicembre 2014

numero 43 dicembre 2014 EDITORIALE Care Donatrici e cari Donatori, anche quest anno ci accingiamo a celebrare il Santo Natale e a chiudere un altro anno che abbiamo vissuto con qualche difficoltà ma anche mi auguro con tante

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A BARI 26 gennaio 2010 PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE VINCENZO DE LUCA. La seduta inizia alle 18.29.

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A BARI 26 gennaio 2010 PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE VINCENZO DE LUCA. La seduta inizia alle 18.29. MISSIONE A BARI 26 gennaio 2010 PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE VINCENZO DE LUCA 1/6 La seduta inizia alle 18.29. PRESIDENTE. Siamo in audizione durante la seconda missione in Puglia come Commissione parlamentare

Dettagli

Assiste il Vice Segretario Generale Dott. Mauro Donini.

Assiste il Vice Segretario Generale Dott. Mauro Donini. C I T T À DI B I E L L A ORIGINALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 068 DEL 21 LUGLIO 2015 OGGETTO: MOZIONE SU GIOCO D AZZARDO L anno duemilaquindici il giorno ventuno del mese di luglio alle ore

Dettagli

ISTRUZIONI PER L EVACUAZIONE IN CASO DI INCENDIO o TERREMOTO

ISTRUZIONI PER L EVACUAZIONE IN CASO DI INCENDIO o TERREMOTO ISTRUZIONI PER L EVACUAZIONE IN CASO DI INCENDIO o TERREMOTO SEGNALAZIONI DI EMERGENZA ALLARME: Serie di almeno 10 suoni intermittenti ttenti EVACUAZIONE: Un suono continuo e prolungato CESSATO ALLARME:

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 4/5/6/7 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 4/5/6/7 Aprile 2015 Pagina 1 di 6 rassegna stampa 4/5/6/7 Aprile 2015 IL CITTADINO Lodi In ospedale cantieri avanti tutta (04/04/2015) Foroni respinge il matrimonio con pavia: «lodi autonoma» (04/04/2015) Lettere & opinioni

Dettagli

I PENSIONATI VOGLIONO DELLE RISPOSTE

I PENSIONATI VOGLIONO DELLE RISPOSTE CGIL SPI TORINO TORINO TORINO I PENSIONATI VOGLIONO DELLE RISPOSTE Nel corso degli ultimi anni la fase di contrattazione con i Comuni sulle loro politiche di bilancio, è andata incontro a molte difficoltà.

Dettagli

CONSIGLIO D ISTITUTO VERBALE N. 10 ottobre 2011

CONSIGLIO D ISTITUTO VERBALE N. 10 ottobre 2011 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Via Collegio Manzoni, n 43-23807 MERATE (LC) Tel. n 0399902016 - Fax n 0395981007 cod.mecc. LCIC81800E - C.F. 94018900137 email LCIC81800E@istruzione.it icsmerate@email.it

Dettagli

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE.

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PUNTO N. 6 DEL 27/06/2011 OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PRESIDENTE: Prima di passare al punto successivo, volevo dire che probabilmente per quanto

Dettagli

7ª COMMISSIONE PERMANENTE

7ª COMMISSIONE PERMANENTE SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA 7ª COMMISSIONE PERMANENTE (Istruzione pubblica, beni culturali, ricerca scientifica, spettacolo e sport) Seduta n. 461 INTERROGAZIONI 91º Resoconto stenografico

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

SANITA. Il MIO IMPEGNO PER UNA SANITA ACCESSIBILE A TUTTI

SANITA. Il MIO IMPEGNO PER UNA SANITA ACCESSIBILE A TUTTI Il mio programma elettorale è frutto della voce delle persone che ho incontrato lungo il mio cammino e che sto incontrando nel corso della mia campagna elettorale SANITA Il MIO IMPEGNO PER UNA SANITA ACCESSIBILE

Dettagli

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Signor Presidente della Repubblica, gentili Autorità, cari dirigenti scolastici, cari insegnanti,

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

Relazione sintetica seduta del Consiglio Comunale dei Ragazzi di Nerviano del 27 febbraio 2012 ore 9.30.

Relazione sintetica seduta del Consiglio Comunale dei Ragazzi di Nerviano del 27 febbraio 2012 ore 9.30. COMUNE DI NERVIANO (Provincia di Milano) Relazione sintetica seduta del Consiglio Comunale dei Ragazzi di Nerviano del 27 febbraio 2012 ore 9.30. Il giorno 27 febbraio 2012, alle ore 9.30, presso la sala

Dettagli

Città di Melfi PROVINCIA DI POTENZA DELIBERAZIONE ORIGINALE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 58 DEL 31/10/2014

Città di Melfi PROVINCIA DI POTENZA DELIBERAZIONE ORIGINALE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 58 DEL 31/10/2014 Città di Melfi PROVINCIA DI POTENZA DELIBERAZIONE ORIGINALE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 58 DEL 31/10/2014 OGGETTO: ISTITUZIONE DIRITTI SUED - APPROVAZIONE L anno duemilaquattordi, il giorno trentuno, del

Dettagli

Atti consiliari del Comune di Barletta SEDUTA DEL 13 SETTEMBRE 2012 Verbale allegato alla delibera consiliare n. 44 avente all oggetto: Mozione relativa a Abbandono dei minori, adozione internazionale

Dettagli

Occhi aperti sul territorio A scuola di cittadinanza anno scolastico 2012-13

Occhi aperti sul territorio A scuola di cittadinanza anno scolastico 2012-13 In caso di mancato recapito ritornare all'ufficio Postale Roma Romanina per la restituzione previo addebito. Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. In L. 27/02/2004

Dettagli

ALLEGATO ALLA CARTA DEI SERVIZI ANPAS EMILIA ROMAGNA

ALLEGATO ALLA CARTA DEI SERVIZI ANPAS EMILIA ROMAGNA DENOMINAZIONE: ASSISTENZA PUBBLICA PARMA (onlus) INDIRIZZO: PARMA 43125 V.LE GORIZIA 2/A TELEFONO E FAX: 0521/224922 0521/224920 MAIL: amministrazione@apparma.org ANNO DI FONDAZIONE: 1902 CARTA DEI SERVIZI

Dettagli

CAPITOLO DUE GESTIRE IL DENARO

CAPITOLO DUE GESTIRE IL DENARO CAPITOLO DUE GESTIRE IL DENARO Sommario In questo capitolo scoprirà alcune cose su come - gestire il suo denaro - identificare alcune questioni economiche collegate al gioco - cominciare ad operare dei

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI CASTIGLIONE DEL LAGO PROVINCIA DI PERUGIA REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con Delibera di Consiglio n... del.. Indice Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento

Dettagli