INFORMAZIONI ANAGRAFICHE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INFORMAZIONI ANAGRAFICHE"

Transcript

1 INFORMAZIONI ANAGRAFICHE IMPRENDITORE - cognome e nome - comune di nascita - data di nascita - comune di residenza - indirizzo - provincia - codice fiscale Azienda - ragione sociale - comune ABBADIA LARIANA 2 Provincia CT - indirizzo Telefono Per aiuto posiziona il puntatore sulle celle con il triangolino rosso Archivio Schema di bilancio.xls Pagina 1 di 25 Stampa del 22/6/24

2 A) CARATTERISTICHE GENERALI DELL' AZIENDA AGRICOLA 1. SUPERFICIE CATASTALE COMPLESSIVA (ETTARI) ATTIVITA' proprietà affitto ed altre forme da acquistare totale a. seminativo semplice, b. seminativo arborato, c. vigneto specializzato, d. oliveto specializzato, e. frutteto specializzato (kiwi), f. pascolo, Orto irriguo, impianto elicicolo, TOTALE SAU,,,, bosco, tare e fabbricati rurali, TOTALE SUP. CATASTALE,,,, 1.2. UBICAZIONE SUPERFICIE AZIENDALE Altitudine media aziendale: 1 m s.l.m. Regime fondiario vivace e in rialzo Commerciabilità del fondo gener. difficile 2. STRUTTURE ESISTENTI E LORO STATO D' USO Fabbricati - ubicazione e adeguatezza assenti condizioni assenti Disponibilità di servizi aziendali assenti 3. CONFIGURAZIONE, GIACITURA, CORPI FONDIARI, ACCESSO AL CENTRO AZIENDALE Forma e frazionamento regolare - unico corpo Accesso ottimo Distanza dall'abitato tra 5 e 1 Km Viabilità interna buona 4. NATURA DEI TERRENI E SISTEMAZIONI IDRAULICO AGRARIE ESISTENTI E LORO STATO Grado di fertilità ottimo Sistemazioni idraulico-agrarie buona 5. DISPONIBILITA' DI ACQUA PER USO IRRIGUO (FONTI DI APPROVVIGIONAMENTO, QUANTITA' DISPONIBILE, TIPO IMP. DISTRIBUZIONE, SUPERFICI MEDIAMENTE IRRIGUE) Archivio Schema di bilancio.xls Pagina 2 di 25 Stampa del 22/6/24

3 Disponibilità irrigue buone 6. CANALI DI COMMERCIALIZZAZIONE Presenza di impianti di trasformazione impianti per piu' prod. - vicini - con forte richiesta 7. COOPERATIVE ED ASSOCIAZIONI VARIE A CUI L' AZIENDA PARTECIPA 8. AGEVOLAZIONI OTTENUTE AZIENDA NEGLI ULTIMI 6 ANNI (INDICARE TIPO E VOL. AIUTI) 9. TIPO DI CONTABILITA' TENUTA 1. ALTRE NOTIZIE UTILI Servitù a carico dell'azienda nessuna Stabilità dei redditi per rischi/prezzi prodotti sup. alla media Condizioni economiche della zona ottime e in miglioramento Archivio Schema di bilancio.xls Pagina 3 di 25 Stampa del 22/6/24

4 B) PROGRAMMA D'INVESTIMENTI PREVISTI DAL P.M.M. DESCRIZIONE SOMMARIA DEGLI INVESTIMENTI IMPORTO CONTRIBUTO IMPORTO PREVISTO C/CAP. % CONTRIBUTO A) IMMOBILIARI,,,,,,, totale A),, B) MOBILIARI,,,,,,, totale B),, Totale investimenti previsti,,, 1. OBIETTIVI CHE SI INTENDONO CONSEGUIRE (indicare con "si") a. miglioramento economia azienda b. riduzione dei costi di produzione c. realizzazione risparmi di energia d. riconversione produzione per migl.to qualitativo prodotti in funzione esigenze di possibilità di cambiamento delle colture e. diversificazione attività aziendali (agriturismo e vendita diretta prodotti) f. miglioramento condizioni di vita e lavoro g. miglioramento condizioni igienico sanitarie allevamenti e benessere animali h. tutela e miglioramento dell'ambiente i. altro (specificare) parzialmente possibile suscettività buona 2. Breve relazione descrittiva del programma d'investimenti Parametri obbligatori da inserire Grado di fertilità Distanza dall'abitato Suscettività Possibilità irrigue Archivio Schema di bilancio.xls Pagina 4 di 25 Stampa del 22/6/24

5 Forma e frazionamento Disponibilità servizi Fabbricati Condizioni fabbricati Accesso all'azienda Viabilità interna Sistemazione del terreno Servitù passive Stabilità dei redditi Possibilità di cambiamento delle colture Commerciabilità del fondo Condizioni economiche Regime fondiario Presenza di impianti Archivio Schema di bilancio.xls Pagina 5 di 25 Stampa del 22/6/24

6 C) BILANCI AZIENDALI RIFERITI ALLA SITUAZIONE PRECEDENTE E SUCCESSIVA ALLA REALIZZAZIONE DEGLI INVESTIMENTI DI CUI ALLA LETTERA B) QUADRO 1 - DISPONIBILITA' MANODOPERA AZIENDALE - SITUAZIONE PRECEDENTE MANODOPERA FAMILIARE anno relazione titolo giornate Cognome e nome di codice fiscale parentela attività svolta di prestate nascita (solo titolare) titolare studio in azienda SALARIATI E IMPIEGATI Totale, anno titolo giornate di codice fiscale attività svolta di prestate nascita studio in azienda Totale, ULU AZIENDALI DICHIARATE: manodopera famigliare giorni:, /27 = ULU, manodopera extrafamigliare giorni:, /27 = ULU, totale giornate:, /27 = ULU, QUADRO 1 BIS - DISPONIBILITA' MANODOPERA AZIENDALE - SITUAZIONE SUCCESSIVA Archivio Schema di bilancio.xls Pagina 6 di 25 Stampa del 22/6/24

7 MANODOPERA FAMILIARE anno relazione titolo giornate Cognome e nome di codice fiscale parentela attività svolta di prestate nascita titolare studio in azienda SALARIATI E IMPIEGATI Totale, anno titolo giornate di codice fiscale attività svolta di prestate nascita studio in azienda Totale, ULU AZIENDALI DICHIARATE: manodopera famigliare giorni:, /27 = ULU, manodopera extrafamigliare giorni:, /27 = ULU, totale giornate:, /27 = ULU, Archivio Schema di bilancio.xls Pagina 7 di 25 Stampa del 22/6/24

8 QUADRO 2 - PRODUZIONE LORDA VENDIBILE DELLE COLTIVAZIONI - SITUAZIONE PRECEDENTE giorni lavoro produzione reimpieghi PLV Colture dei terreni preposseduti sup.ha gg / ha totali q / ha tot. Q q U.F./q U.F. tot. valore q (5-6) prezzo u. totale (6 x11) TOTALI,,, Differenza con quadro 1 NOTE: Archivio Schema di bilancio.xls Pagina 8 di 25 Stampa del 22/6/24

9 QUADRO 2 BIS - PRODUZIONE LORDA VENDIBILE DELLE COLTIVAZIONI - SITUAZIONE SUCCESSIVA giorni lavoro produzione reimpieghi PLV Colture dei terreni preposseduti sup.ha ha totali ql / ha tot. ql.i qli U.F./ql. U.F. tot. valore qli (5-6) prezzo u. totale (6 x11) Colture dei terreni in acquisto TOTALI,,, Differenza con Quadro 1 bis, NOTE: Archivio Schema di bilancio.xls Pagina 9 di 25 Stampa del 22/6/24

10 QUADRO 3 - PRODUZIONI ANIMALI - SITUAZIONE PRECEDENTE A) UTILE LORDO DI STALLA prezzo inventario iniziale acquisti e nascite (1) inventario finale vendite e morti (1) ULS UF capo consumi specie / categoria euro/q n capi q valore n capi q valore n capi q valore n capi q valore (1+13)-(4+7) anno totali UF (1 x 3) (1 x 6) (1 x 9) (1 x 12) Totali B) VENDITE ALTRI PRODOTTI ANIMALI C) TOTALE PRODUZIONI ANIMALI D) CALCOLO GIORNATE PER BESTIAME q euro/q valore Specie capi gg/capo gg/totali tipo di produzione valore,, euro,, utile lordo stalla-tot. A) col. 14,,, altri prod. anim.-tot B) col.18,,,,, totale C),, Totale, totale, Archivio Schema di bilancio.xls Pagina 1 di 25 Stampa del 22/6/24

11 QUADRO 3 BIS - PRODUZIONI ANIMALI - SITUAZIONE SUCCESSIVA A) UTILE LORDO DI STALLA prezzo inventario iniziale acquisti e nascite (1) inventario finale vendite e morti (1) ULS UF capo consumi specie / categoria euro/q n capi q valore n capi q valore. n capi q valore n capi q valore (1+13)-(4+7) anno totali UF (1 x 3) (1 x 6) (1 x 9) (1 x 12) Totali B) VENDITE ALTRI PRODOTTI ANIMALI C) TOTALE PRODUZIONI ANIMALI D) CALCOLO GIORNATE PER BESTIAME q euro/q valore Specie capi gg/capo gg/totali tipo di produzione valore,, euro,, utile lordo stalla-tot. A) col. 14,, altri prod. anim.-tot B) col.18,,,, totale C), Totale totale, Archivio Schema di bilancio.xls Pagina 11 di 25 Stampa del 22/6/24

12 QUADRO 4 - ALTRE ATTIVITA' AZIENDALI - SITUAZIONE PRECEDENTE tipo di attività gg. impiegate totale entrate agriturismo: (specificare volume e tipo attività) noleggi attivi indennità compensativa premi PAC ha/capi importo un. forestazione, coltivazioni: vite, kiwi, olivo, orto irriguo, set-aside, Reg.1257/99, bestiame: vacche nutrici, vitelli:, a) fino a 1 mesi, b) fino a 23 mesi, c) B.S.E., d) carni bianche macellazione, e), f), impianto elicicolo, QUADRO 4 BIS - ALTRE ATTIVITA' AZIENDALI - SITUAZIONE SUCCESSIVA tipo di attività gg. impiegate totale entrate noleggi attivi indennità compensativa premi PAC forestazione, vite, kiwi, olivo, orto irriguo, set-aside, Reg.1257/99 Reg.1257/99, vacche nutrici vitelli:, a) fino a 1 mesi, b) fino a 23 mesi, c) B.S.E., d) carni bianche macellazione, e), f), impianto elicicolo, ovini, Archivio Schema di bilancio.xls Pagina 12 di 25 Stampa del 22/6/24

13 QUADRO 5-P. L. V. TOTALE - SITUAZIONE PRECEDENTE tipo di produzione importo plv delle coltivazioni (totale Q. 2, colonna 12), produzioni animali (totale Q. 3, totale C)), altre attività aziendali (totale entrate Q. 4),, note: QUADRO 5 BIS - P. L. V. TOTALE - SITUAZIONE SUCCESSIVA tipo di produzione importo plv delle coltivazioni ( Q. 2 BIS, totale colonna 1), produzioni animali ( Q. 3 BIS, totale C)), altre attività aziendali (totale entrate Q. 4BIS),, note: Archivio Schema di bilancio.xls Pagina 13 di 25 Stampa del 22/6/24

14 QUADRO 6 - SPESE VARIE - SITUAZIONE PRECEDENTE tipo di spesa per coltura: ettari quantità quantità prezzo spesa (es:mais: sementi, concimi, ecc.) unitaria q totale q unit.medio totale Concimi BIO Antiparassitari BIO totale a), spese per le produzioni animali: numero quantità UF quantità prezzo spesa (specificare specie e razza) capi unitaria q acquistate totale q unitario totale, totale b), altre spese generali (carburanti, energia, acqua ecc.) q imp./q imp.tot. carburanti, lubrificanti, energia elettrica, acqua,, totale c) totale c), TOTALE SPESE VARIE [ tot. a) + tot.b) + tot.c)] =, BILANCIO UNITA' FORAGGERE prod.+acq. util.bestia. saldo Archivio Schema di bilancio.xls Pagina 14 di 25 Stampa del 22/6/24

15 QUADRO 6 BIS - SPESE VARIE - SITUAZIONE SUCCESSIVA tipo di spesa per coltura: ettari quantità quantità prezzo spesa (es:mais: sementi, concimi, ecc.) unitaria q totale q unitario totale, spese per le produzioni animali: numero quantità UF quantità prezzo spesa (specificare specie e razza) capi unitaria q acquistate totale q unitario totale, totale b), altre spese generali (carburanti, energia, acqua ecc.) q imp./q imp.tot. carburanti, lubrificanti, energia elettrica, acqua,, totale c) totale c), TOTALE SPESE VARIE [ tot. a) + tot.b) + tot.c)] =, BILANCIO UNITA' FORAGGERE prod.+acq. util.bestia. saldo Archivio Schema di bilancio.xls Pagina 15 di 25 Stampa del 22/6/24

16 QUADRO 7 - QUOTE FABBRICATI ED ALTRE STRUTTURE FONDIARIE- SITUAZIONE PRECEDENTE NB: per maggiori informazioni sulla compilazione del quadro posizionarsi sul triangolino rosso tipo di fabbricato o struttura anno anno anni mq valore deprez. valore valore valore quota quota quota rifer. costr. am.to mc unitario vetu.% deprezz. costruz. attuale amm.to man.ne ass.ne abitazione /i. 1 1,, altri F.R. 1 1,, F.R./stalla tradizionale 1 1,, stalle tradizionali: 1 1,, 1 1,, 1 1,, altro: Magazzino 1 1,, 1 1,, 1 1,, stalle 1 2,, rimesse e magazzini 1 2,, altro: 1 2,, 1 2,, 1 2,, silos e fienili e annessi leggeri 1 4,, invasi artificiali e imp.irrig.fissi 1 4,, drenaggi 1 4,, altro: 1 4,, 1 4,, 1 4,, recinzioni 1 1,,,,, altro: 1 1,,,,, 1 1,,,,, 1 1,,,,, TOTALI,,,,,, note: Archivio Schema di bilancio.xls Pagina 16 di 25 Stampa del 22/6/24

17 Numero anni per situazione successiva 5 QUADRO 7BIS - QUOTE FABBRICATI ED ALTRE STRUTTURE FONDIARIE- SITUAZIONE SUCCESSIVA tipo di fabbricato o struttura anno anno anni mq valore deprez. valore valore valore quota quota quota rifer. costr. am.to mc unitario vetu.% deprezz. costruz. attuale amm.to man.ne ass.ne abitazione /i. 1 1,, altri F.R. 1 1,, F.R./stalla tradizionale 1 1,, stalle tradizionali: 1 1,, 1 1,, 1 1,, altro: Magazzino 1 1,, 1 1,, 1 1,, stalle 1 2,, rimesse e magazzini 1 2,, altro: 1 2,, 1 2,, 1 2,, silos e fienili e annessi leggeri 1 4,, invasi artificiali e imp.irrig.fissi 1 4,, drenaggi 1 4,, altro: 1 4,, 1 4,, 1 4,, recinzioni 1 1,,,,, altro: 1 1,,,,, 1 1,,,,, 1 1,,,,, TOTALI,,,,,, note: Archivio Schema di bilancio.xls Pagina 17 di 25 Stampa del 22/6/24

18 QUADRO 8 - QUOTE MACCHINE ED ATTREZZATURE - SITUAZIONE PRECEDENTE tipo di macchina o attrezzatura anno anno anni valore valore quota quota quota rifer. acqu. am.to a nuovo attuale amm.to man.ne ass.ne macchine a motore:,,,,,,,,,,,,,,,,,, altre macchine ed attrezzature:,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,, TOTALI,,,,, TOTALE QUOTE, QUADRO 8 BIS-QUOTE MACCHINE ED ATTREZZATURE-SITUAZIONE SUCCESSIVA tipo di macchina o attrezzatura anno anno anni valore valore quota quota quota rifer. acqu. am.to a nuovo attuale amm.to man.ne ass.ne macchine a motore: trattrice,,,,,,,,,,,,,,,,,, altre macchine ed attrezzature: botte per trattamenti,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,, TOTALI,,,,, TOTALE QUOTE, Archivio Schema di bilancio.xls Pagina 18 di 25 Stampa del 22/6/24

19 QUADRO 9 - QUOTE COLTURE ARBOREE - SITUAZIONE PRECEDENTE Dati in tipo di coltura anno anno anni super. valore quota un. valore valore quota quota quota rifer. imp. am.to ha unit.cost. amm.to costruz. attuale amm.to man.ne ass.ne oliveto: 1, 1, vigneto: 1, 1, pescheti 1, altre drupacee: 1, 1, pomacee: 1, 1, altro: actinidieto 1, 1, 1, TOTALI,,,,, TOTALE QUOTE, QUADRO 9 BIS - QUOTE COLTURE ARBOREE - SITUAZIONE SUCCESSIVA Dati in tipo di coltura anno anno anni super. valore quota un. valore valore quota quota quota rifer. imp. am.to ha unit.cost. amm.to costruz. attuale amm.to man.ne ass.ne oliveto: 1, 1, vigneto: 1, 1, pescheti 1, altre drupacee: 1, 1, pomacee: 1, 1, altro: actinidieto 1, 1, 1, TOTALI,,,,, TOTALE QUOTE, Archivio Schema di bilancio.xls Pagina 19 di 25 Stampa del 22/6/24

20 QUADRO 1-QUOTE ASSIC.NE PRODOTTI AGRICOLI - SITUAZIONE PRECEDENTE quota tipo di prodotto valore ass.ne 2% prodotti agricoli vendibili (quadro 2, tot. colonna 12),, prodotti agricoli reimpiegati (quadro 2, tot. colonna 9),, bestiame (quadro 3, media tot.col.4+tot.col.2),, prodotti animali (quadro 3, tot. colonna 18),, totale, QUADRO 1 BIS-QUOTE ASSIC.NE PRODOTTI AGRICOLI-SITUAZIONE SUCCESSIVA quota tipo di prodotto valore ass.ne 2% prodotti agricoli vendibili (quadro 2 BIS, tot. colonna 12,, prodotti agricoli reimpiegati (quadro 2 BIS, tot. colonna,, bestiame (quadro 3 BIS, media tot.col.4+tot.col.2),, prodotti animali (quadro 3 BIS, tot.colonna 18),, totale, note: Archivio Schema di bilancio.xls Pagina 2 di 25 Stampa del 22/6/24

21 QUADRO 11 - VALORE FONDIARIO SITUAZIONE PRECEDENTE QUADRO 11 BIS-VALORE FONDIARIO SITUAZIONE SUCCESSIVA valore valore capitale fondiario attuale capitale fondiario attuale terreni agricoli terreni agricoli terreni forestali terreni forestali colture arboree, colture arboree, fabbricati e manufatti, fabbricati e manufatti, imp.invest.-contributo,, note: Archivio Schema di bilancio.xls Pagina 21 di 25 Stampa del 22/6/24

22 QUADRO 12 - ULTERIORI SPESE - SITUAZIONE PRECEDENTE A) MANODOPERA categoria num. unità n.gg. totale gg. retr.gio.lorda retr.totale. impiegati, salari lordi op.avventizi, salari lordi op.fissi, altro:, TOT. A), B) IMPOSTE E TASSE imposte e tasse contributi aziendali TOT. B), C) INTERESSI PASSIVI PAGATI categoria tasso in % importo anni dur.resid. annualità inter.si annui mutui miglioramento (> 5 anni) prestiti dotazione (2-5 anni) prestiti conduz. (annui) TOT. C), IMPORTO COMPLESSIVO ULTERIORI SPESE: TOT.A) + TOT.B)+TOT.C), QUADRO 12 BIS - ULTERIORI SPESE - SITUAZIONE SUCCESSIVA A) MANODOPERA categoria n. unità n.gg. totale gg. retr.gio.lorda retr.ne totale. impiegati, salari lordi op.avventizi, salari lordi op.fissi, altro:, TOT. A), B) IMPOSTE E TASSE imposte e tasse contributi aziendali TOT. B), C) INTERESSI PASSIVI categoria tasso in % importo anni dur.resid. annualità inter.si annui mutui miglioramento (> 5 anni) prestiti dotazione (2-5 anni) prestiti conduz. (annui) TOT. C), IMPORTO COMPLESSIVO ULTERIORI SPESE: TOT.A) + TOT.B)+TOT.C), Archivio Schema di bilancio.xls Pagina 22 di 25 Stampa del 22/6/24

23 QUADRO 13 - INTERESSI CALCOLATI - SITUAZIONE PRECEDENTE tipo di capitale val. attuale capit. n.mesi tasso imp.interessi capitale fondiario (totale q. 11), 12,2, bf val. cons.media bestiame (situaz. prec.q.3), 12,5, valore attuale macchine (tot. V.A.q.8), 12,5, spese varie (totale q. 6), 12,5, ulteriori spese (totale q. 12), 12,5, prodotti reimpiegati (q. 2, tot. colonna 9),,5 quote (totale q. 7, 8, 9), 12,5, canone di affitto 12,5,, int note: QUADRO 13 BIS - INTERESSI CALCOLATI - SITUAZIONE SUCCESSIVA tipo di capitale val. attuale capit. n.mesi tasso imp.interessi capitale fondiario (totale q. 11 BIS), 12,2, bf val.cons.media bestiame (situaz.succ.q.3 BIS), 12,5, valore attuale macchine (tot.v.a.q.8 BIS), 12,5, spese varie (q. 6 BIS), 12,5, ulteriori spese (tot. q.12 BIS), 12,5, prodotti reimpiegati (q. 2 BIS, tot. colonna 9),,5 quote (tot. q. 7 BIS, 8 BIS, 9 BIS), 12,5, canone di affitto 12,5,, int note: Archivio Schema di bilancio.xls Pagina 23 di 25 Stampa del 22/6/24

24 QUADRO 14 - DETERMINAZIONE DEL REDDITO DA LAVORO CALCOLO REDDITO LAVORO FAMIGLIARE SITUAZIONE SITUAZIONE PRECEDENTE SUCCESSIVA quadri quadri voci del bilancio aziendale rifer.to valori rifer.to valori a - produzione lorda vendibile totale + 5, 5 BIS, b - spese varie -- 6, 6 BIS, c - quote -- 7,8,9,1, 7,8,9, 1 /BIS, d - ulter.spese (sa+st+imp.e contr.+int.pas.pag.) -- 12, 12 BIS, e - affitti -- 13, 13 BIS, f - REDDITO NETTO AZIENDALE =,, g - beneficio fondiario bf, 13 BIS- bf, h - interessi passivi calcolati int., 13 BIS -int., A) REDDITO DA LAVORO COMPLESSIVO FAMIGLIARE,, FATTO A F.TO L'IMPRENDITORE TIMBRO E FIRMA DEL TECNICO Archivio Schema di bilancio.xls Pagina 24 di 25 Stampa del 22/6/24

25 ITALIA PROGETTO INIPA PER LA FORMAZIONE DI TECNICI DIVULGATORI/PROMOTORI IN AGRICOLTURA BIOLOGICA Piano di miglioramento aziendale - ABBADIA LARIANA (CT) Archivio Schema di bilancio.xls Stampa del 22/6/24

AL SETTORE LAVORI PUBBLICI UFFICIO AGRICOLTURA

AL SETTORE LAVORI PUBBLICI UFFICIO AGRICOLTURA COMUNE DI Prot. n. Data di presentazione AL SETTORE LAVORI PUBBLICI UFFICIO AGRICOLTURA OGGETTO: D. Legislativi n. 99 del 29/3/2004 e n. 101/05 Domanda di accertamento del possesso dei requisiti di Imprenditore

Dettagli

N. posizione INPS (ex SCAU)... Data Iscrizione... titolo di studio posseduto... attività agricola svolta dal...

N. posizione INPS (ex SCAU)... Data Iscrizione... titolo di studio posseduto... attività agricola svolta dal... MODELLO A Al Comune di. OGGETTO: D. Lgs. n. 60/98 - Domanda di accertamento del possesso dei requisiti di imprenditore agricolo a titolo principale al fine di ottenere una concessione edilizia in area

Dettagli

Allegato B) al Decreto dell Assessore dell Agricoltura n. 368/DecA/26 del 14.03.2012 -

Allegato B) al Decreto dell Assessore dell Agricoltura n. 368/DecA/26 del 14.03.2012 - Allegato B) al Decreto dell Assessore dell Agricoltura n. 368/DecA/26 del 14.03.2012 - PIANO DI SVILUPPO AZIENDALE E BUSINESS PLAN 1 PARTE DESCRITTIVA A DESCRIZIONE DELL IMPRESA Presentazione dell'impresa

Dettagli

Cognome Nome Sesso. Comune Provincia C.A.P.

Cognome Nome Sesso. Comune Provincia C.A.P. Allegato A Scheda aziendale (schema ) A ----------------------------------------------------------------------- (i quadri sottostanti sono da compilare sempre) - DATI DEL RICHIEDENTE Codice fiscale Cognome

Dettagli

ALLEGATO C BUSINESS PLAN SINTESI DEL PIANO AZIENDALE E OBIETTIVI PERSEGUITI

ALLEGATO C BUSINESS PLAN SINTESI DEL PIANO AZIENDALE E OBIETTIVI PERSEGUITI ALLEGATO C BUSINESS PLAN SINTESI DEL PIANO AZIENDALE E OBIETTIVI PERSEGUITI indicare: - gli obiettivi individuati per lo sviluppo delle attività aziendali; - l'eventuale programma degli investimenti previsti

Dettagli

IL BILANCIO AZIENDALE. come strumento strategico decisionale

IL BILANCIO AZIENDALE. come strumento strategico decisionale IL BILANCIO AZIENDALE come strumento strategico decisionale Il bilancio fornisce un quadro della situazione economica, finanziaria e patrimoniale dell'azienda È strumento di comunicazione, interna ed esterna,

Dettagli

Allegato A Scheda aziendale. Al Comune di Farigliano 12060 Farigliano (CN) - DATI DEL RICHIEDENTE Codice fiscale. DATI AZIENDA (barrare una casella)

Allegato A Scheda aziendale. Al Comune di Farigliano 12060 Farigliano (CN) - DATI DEL RICHIEDENTE Codice fiscale. DATI AZIENDA (barrare una casella) Allegato A Scheda aziendale Al Comune di Farigliano 12060 Farigliano (CN) N.B. compilare sempre i quadri sottostanti - DATI DEL RICHIEDENTE Codice fiscale Cognome Nome Sesso Data di nascita Comune Provincia

Dettagli

Il Centro Aziendale dell UTE n. 2 ricade in Zona Svantaggiata ai sensi della Dir. 75/268/CEE? (barrare la casella corrispondente alla risposta)

Il Centro Aziendale dell UTE n. 2 ricade in Zona Svantaggiata ai sensi della Dir. 75/268/CEE? (barrare la casella corrispondente alla risposta) RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA del Piano di Investimenti (PI) presentato ai sensi della Misura 121 del P.S.R. 2007-2013 della Regione Emilia-Romagna (Reg. CE 1698/2005) allegata alla DOMANDA DI AIUTO presentata

Dettagli

Tare pro- tare impro- Ripartizione SAU. produzione unitaria

Tare pro- tare impro- Ripartizione SAU. produzione unitaria La superficie catastale di un'azienda ad indirizzo cerealicolo-zootecnico con allevamento di bovini da latte, è pari a ettari 50.75.25 completamente destinati a seminativo e foraggere. Il candidato, descritta

Dettagli

Bilancio (PROVA) DESCRIZIONE AZIENDA

Bilancio (PROVA) DESCRIZIONE AZIENDA Bilancio (PROVA) L imprenditrice agricola professionale xxxxx possiede e gestisce un fondo di circa 45 ettari situato nel comune di xxxxx, provincia di xxx. L imprenditrice vuole valutare la convenienza

Dettagli

AL COMUNE DI. Il sottoscritto nato a il residente nel Comune di via / località n. tel.

AL COMUNE DI. Il sottoscritto nato a il residente nel Comune di via / località n. tel. Bollo nell originale spazio riservato al protocollo AL COMUNE DI OGGETTO: Programma aziendale pluriennale di miglioramento agricolo-ambientale (P.A.P.M.A.A.) art.43 L.R. 3/1/2005 n.1 e art. 9 Regolamento

Dettagli

STRUTTURA PIANO AGRICOLO AZIENDALE ENTE PARCO REGIONALE DEL CONERO. Via Peschiera 30a 60020 SIROLO (AN)

STRUTTURA PIANO AGRICOLO AZIENDALE ENTE PARCO REGIONALE DEL CONERO. Via Peschiera 30a 60020 SIROLO (AN) STRUTTURA PIANO AGRICOLO AZIENDALE ALLEGATO F ENTE PARCO REGIONALE DEL CONERO Via Peschiera 30a 60020 SIROLO (AN) TEL. 071.9331161 FAX. 071.9330376 Ufficio Urbanistico e Territoriale e-mail: urbanistica@parcodelconero.eu

Dettagli

Da allegare alla SCHEDA CONOSCITIVA DELL AZIENDA AGRICOLA

Da allegare alla SCHEDA CONOSCITIVA DELL AZIENDA AGRICOLA COMUNE DI CESENA SETTORE SVILUPPO PRODUTTIVO E RESIDENZIALE SPORTELLO UNICO - SERVIZIO TECNICO RICHIESTA APPROVAZIONE DI PIANO DI RICONVERSIONE AZIENDALE (PRA) PRG 2000 NdA, art. 77 Regolamento Edilizio

Dettagli

Allegati AL SINDACO DEL COMUNE DI

Allegati AL SINDACO DEL COMUNE DI AL SINDACO DEL COMUNE DI OGGETTO: -Legge Regionale n. 65 del 10.11.2014 Territorio Rurale - Titolo IV Capo III - Disposizioni sul territorio rurale -ex-regolamento di attuazione n. 5/R-2007 della ex-lr

Dettagli

AL COMUNE DI ORBETELLO Sportello Unico per le Attività Produttive Via Don Carlo Steeb, 1 58015 Orbetello (Gr) (spazio riservato al Protocollo)

AL COMUNE DI ORBETELLO Sportello Unico per le Attività Produttive Via Don Carlo Steeb, 1 58015 Orbetello (Gr) (spazio riservato al Protocollo) AL COMUNE DI ORBETELLO Sportello Unico per le Attività Produttive Via Don Carlo Steeb, 1 58015 Orbetello (Gr) (spazio riservato al Protocollo) OGGETTO: Programma Aziendale Pluriennale di Miglioramento

Dettagli

DESCRIZIONE DELLA SITUAZIONE AZIENDALE INIZIALE

DESCRIZIONE DELLA SITUAZIONE AZIENDALE INIZIALE DESCRIZIONE DELLA SITUAZIONE AZIENDALE INIZIALE Breve descrizione della situazione aziendale INIZIALE (con riferimento all'ordinamento colturale, all'allevamento, alle attività connesse e alla dotazione

Dettagli

Oggetto: Bando per la ristrutturazione e l ammodernamento del settore agricolo PIANO DI SVILUPPO AZIENDALE/BUSINESS PLAN

Oggetto: Bando per la ristrutturazione e l ammodernamento del settore agricolo PIANO DI SVILUPPO AZIENDALE/BUSINESS PLAN COMUNE DI VIGGIANO Provincia di Potenza ALL. 3 Piano di Sviluppo aziendale / Business Plan Oggetto: Bando per la ristrutturazione e l ammodernamento del settore agricolo PIANO DI SVILUPPO AZIENDALE/BUSINESS

Dettagli

CASO DI STUDIO. La AG ha finanziato gli acquisti suddetti ricorrendo ad un mutuo per complessive 550 mila e per il resto ad indebitamento bancario.

CASO DI STUDIO. La AG ha finanziato gli acquisti suddetti ricorrendo ad un mutuo per complessive 550 mila e per il resto ad indebitamento bancario. CASO DI STUDIO La società AG è stata costituita il 2 gennaio 2010, con capitale sociale di L. 400 mila euro interamente sottoscritto dalla holding del gruppo Aldegheri, operante nel settore agro-alimentare.

Dettagli

Esercitazione Bilancio Economico Consuntivo di un azienda agricola

Esercitazione Bilancio Economico Consuntivo di un azienda agricola Esercitazione Bilancio Economico Consuntivo di un azienda agricola Corso in Economia applicata alle risorse naturali. 2003-2004 A cura di: Roberto Fratini, Francesco Riccioli e Claudio Fagarazzi 1 1. DESCRIZIONE

Dettagli

Seconda prova. a) Descrizione dell azienda

Seconda prova. a) Descrizione dell azienda Seconda prova Il candidato, con dati verosimiglianti, elabori il bilancio di previsione di un'azienda agraria ad ordinamento foraggero-zootecnico di media estensione e condotta in economia con salariati.

Dettagli

PROGRAMMA AZIENDALE PLURIENNALE DI MIGLIORAMENTO AGRICOLO AMBIENTALE. (Legge Regionale n. 1/05 e regolamento di attuazione n.

PROGRAMMA AZIENDALE PLURIENNALE DI MIGLIORAMENTO AGRICOLO AMBIENTALE. (Legge Regionale n. 1/05 e regolamento di attuazione n. PROGRAMMA AZIENDALE PLURIENNALE DI MIGLIORAMENTO AGRICOLO AMBIENTALE (Legge Regionale n. 1/05 e regolamento di attuazione n. 7/R ) Il sottoscritto, nato il a ( ), residente a Via n. - tel. - nella sua

Dettagli

COMUNE DI GROSSETO RELAZIONE AZIENDALE

COMUNE DI GROSSETO RELAZIONE AZIENDALE COMUNE DI GROSSETO Provincia di Grosseto RELAZIONE AZIENDALE ALLEGATO ALLA PRATICA DI EDILIZIA IN TERRITORIO RURALE Art. 73 comma 5 della L.R.T. 10 novembre 2014 n. 65 DITTA IL TECNICO 1 DATI DEL CONDUTTORE

Dettagli

realizzazione Interventi su impianti produttivi aziendali Aziende agricole beneficiarie n. Investimenti nelle aziende agricole (piantagioni agricole)

realizzazione Interventi su impianti produttivi aziendali Aziende agricole beneficiarie n. Investimenti nelle aziende agricole (piantagioni agricole) Cod. misura Codice tipologia Misura FEOGA Tipologia di progetto Indicatore di realizzazione a a01 Interventi su impianti produttivi aziendali Investimenti nelle aziende agricole (piantagioni agricole)

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO. MISURA 6 Operazione 6.1.1 INSEDIAMENTO GIOVANI AGRICOLTORI. PIANO AZIENDALE di

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO. MISURA 6 Operazione 6.1.1 INSEDIAMENTO GIOVANI AGRICOLTORI. PIANO AZIENDALE di Allegato parte integrante Piano Aziendale Operazione 6.1.1 "Insediamento Giovani Agricoltori" PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-2020 MISURA 6 Operazione 6.1.1 INSEDIAMENTO

Dettagli

BILANCIO AZIENDALE. frumento. 6,5 ha frumento CALCOLO DEL FIENO NORMALE (FN) PRODOTTO IN AZIENDA E DELLA PLV-CEREALI. Produzione Totale (q)

BILANCIO AZIENDALE. frumento. 6,5 ha frumento CALCOLO DEL FIENO NORMALE (FN) PRODOTTO IN AZIENDA E DELLA PLV-CEREALI. Produzione Totale (q) BILANCIO AZIENDALE Calcolare il beneficio fondiario (Bf) di un azienda agraria cerealicola-zootecnica, ordinaria, avendo a disposizione i seguenti dati: - Superficie totale 40 ha; superficie improduttiva

Dettagli

ECONOMIA DEL BESTIAME

ECONOMIA DEL BESTIAME CORSO DI PREPARAZIONE AGLI ESAMI DI ABILITAZIONE PER AGROTECNICO E AGROTECNICO LAUREATO ECONOMIA DEL BESTIAME Docente: Dott. Agr. FRUCI ANTONIO Sezione 2011 Sede di BRIATICO (VV) ECONOMIA DEL BESTIAME

Dettagli

SOSTENIAMO LO SVILUPPO DELLE IMPRESE AGRICOLE

SOSTENIAMO LO SVILUPPO DELLE IMPRESE AGRICOLE SOSTENIAMO LO SVILUPPO DELLE IMPRESE AGRICOLE Il confidi nazionale dell Alleanza delle Cooperative Italiane ANTICIPO Anticipo crediti: Anticipare crediti per contributi vantati nei confronti di istituzioni

Dettagli

RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE AZIENDA AGRARIA ANNO 2016

RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE AZIENDA AGRARIA ANNO 2016 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO F.LLI AGOSTI Viale F.lli Agosti, 7 01022 BAGNOREGIO (VT) 0761/780877 vtta020006@istruzione.it-

Dettagli

Provincia di Torino Servizio Agricoltura. Domanda di adesione alla Misura A del Piano di Sviluppo Rurale 2000/2006

Provincia di Torino Servizio Agricoltura. Domanda di adesione alla Misura A del Piano di Sviluppo Rurale 2000/2006 Provincia di Torino Servizio Agricoltura Domanda di adesione alla Misura A del Piano di Sviluppo Rurale 2000/2006 SPAZIO RISERVATO AL PROTOCOLLO DOMANDA PRESENTATA PER TRAMITE DI Data presentazione N.

Dettagli

Prima parte del quesito :

Prima parte del quesito : Il candidato facendo riferimento ad un contesto aziendale di propria conoscenza, descriva un azienda agraria ad indirizzo cerealicolo-zootecnico condotto da un proprietario capitalista. Utilizzando poi

Dettagli

OGGETTO: Decreto legislativo 29 marzo 2004, n.102 e succ. modifiche con D.lgs. n.82/2008. Istanza di ammissione ai benefici di legge.

OGGETTO: Decreto legislativo 29 marzo 2004, n.102 e succ. modifiche con D.lgs. n.82/2008. Istanza di ammissione ai benefici di legge. Modello n. 4 Spett PROVINCIA DI BERGAMO SETTORE AGRICOLTURA ED EXPO VIA F.LLI CALVI 10 24100 BERGAMO OGGETTO: Decreto legislativo 29 marzo 2004, n.102 e succ. modifiche con D.lgs. n.82/2008. Istanza di

Dettagli

Società agricola Mercuri

Società agricola Mercuri Società agricola Mercuri dove la tradizione guarda al futuro 1 L azienda agricola L azienda biologica, le cui origini risalgono al 1920, si trova a Casperia in provincia di Rieti; la conduzione è familiare

Dettagli

Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 Programme de Développement Rural 2007 2013

Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 Programme de Développement Rural 2007 2013 Région Autonome Vallée d Aoste Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 Programme de Développement Rural 2007 2013 ALLEGATO 3: PIANO AZIENDALE (DA ALLEGARE ALLA DOMANDA DI PREMIO DI PRIMO INSEDIAMENTO MISURA

Dettagli

LINEE GUIDA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO AZIENDALE - BUSINESS PLAN

LINEE GUIDA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO AZIENDALE - BUSINESS PLAN LINEE GUIDA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO AZIENDALE - BUSINESS PLAN Sintesi dei requisiti e dei contenuti Il Piano Aziendale dovrà descrivere: la situazione iniziale dell azienda agricola e gli elementi cardine

Dettagli

Responsabile scientifico del Progetto: Prof. Leonardo Casini

Responsabile scientifico del Progetto: Prof. Leonardo Casini Progetto di ricerca: La multifunzionalità dell agricoltura nelle zone montane marginali: una valutazione qualitativa, quantitativa e monetaria degli impatti ambientali economici e sociali Responsabile

Dettagli

IL BILANCIO DI ESERCIZIO

IL BILANCIO DI ESERCIZIO IL BILANCIO DI ESERCIZIO Mette in evidenza il risultato della gestione annuale e deriva dal sistema contabile il cui scopo è la registrazione di tutti i fatti gestionali che hanno effetti sulle variazioni

Dettagli

ALLEGATO 1 PIANO DI SVILUPPO AZIENDALE / BUSINESS PLAN (FORMAT)

ALLEGATO 1 PIANO DI SVILUPPO AZIENDALE / BUSINESS PLAN (FORMAT) ALLEGATO 1 PIANO DI SVILUPPO AZIENDALE / BUSINESS PLAN (FORMAT) Sintesi dei requisiti e dei contenuti Il Piano Aziendale dovrà descrivere: la situazione iniziale dell azienda agricola e gli elementi cardine

Dettagli

SESSIONE 2007 SECONDA PROVA SCRITTA

SESSIONE 2007 SECONDA PROVA SCRITTA SESSIONE 2007 SECONDA PROVA SCRITTA Il candidato, dopo aver ipotizzato il bilancio di una azienda orticola ad alto reddito, condotta in economia diretta, valuti la convenienza all'introduzione di una nuova

Dettagli

! "#$%&%! '' ' * +,-..' ( & '" "( $' ( '' '' ' " # 5 +9023,*?& # >

! #$%&%! '' ' * +,-..' ( & ' ( $' ( '' '' '  # 5 +9023,*?& # > ! $%%! ) * +,- /01 * +-23, $ +*, * 6 07)18/+923,+ -318/, :3 ;$ 033)3 --) 18/$)2018/=> +9023,*? >? ):3+$,2:3+, - ;$ -3+=,073 +$,? 2 @ +, A-3 B @ +, +,>? C6!% 8 B! 3 0 A3 6 +073, D 23 E FEF+G, FF B! 6*6$

Dettagli

Provincia dell Ogliastra Gestione Commissariale (L.R. n. 15 /2013)

Provincia dell Ogliastra Gestione Commissariale (L.R. n. 15 /2013) BANDO PUBBLICO PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO SPERIMENTALE DI PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DELLA COLTIVAZIONE DEL CILIEGIO DOLCE E DEL MELO NELLA PROVINCIA DELL OGLIASTRA ALLEGATO A - PIANO DI SVILUPPO

Dettagli

!! " # $$%& ' & & && " +,$-./0 1$23" 4&1%53" & &6& &!+$$%9,./0 & + 193" # 4 + & 15,3" &%53 &+8$,$$$2($$$ % + # * # : + $$%# & 89, 8(9 +

!!  # $$%& ' & & &&  +,$-./0 1$23 4&1%53 & &6& &!+$$%9,./0 & + 193 # 4 + & 15,3 &%53 &+8$,$$$2($$$ % + # * # : + $$%# & 89, 8(9 + " ' $$( ' ",$-./0 1$23" 41%53" 6 1,%3"'78583" 9,./0 1993" 193" 4 $ 75-3" 7,53"47-(3" 15,3" %53 8$,$$$2($$$ % 523 89, 8(9 ; =>1 78(93" 723" ' ',83%5$$$2%/ %? 88,$$$ 2($$$ ( @9%/8$$0" $$5/$$, $$( > $$5/$,

Dettagli

AZIENDA AGRICOLA N 2 REP. SLOVACCA

AZIENDA AGRICOLA N 2 REP. SLOVACCA AZIENDA AGRICOLA N 2 REP. SLOVACCA Nazione : Slovacchia Regione : Banská Bystrica Provincia : Žiar nad Hronom Paese : L' Azienda agricola si trova su una zona collinare della Repubblica Slovacca vicino

Dettagli

PROGRAMMA AZIENDALE PLURIENNALE DI MIGLIORAMENTO AGRICOLO AMBIENTALE

PROGRAMMA AZIENDALE PLURIENNALE DI MIGLIORAMENTO AGRICOLO AMBIENTALE Comune di Fauglia Provincia di Pisa ============= PROGRAMMA AZIENDALE PLURIENNALE DI MIGLIORAMENTO AGRICOLO AMBIENTALE Legge Regionale del 03/01/05 n. 1 - Art. 42 DPGR 09/02/07 n 5/R Regolamento attuazione

Dettagli

All interno dei Progetti Integrati di Filiera (PIF) Settore Zootecnico: Carni Bovine

All interno dei Progetti Integrati di Filiera (PIF) Settore Zootecnico: Carni Bovine Programma di Sviluppo Rurale 2007/2013 Reg. (CE) 1698/2005 Regione Toscana Bando Misura 121 Ammodernamento aziende agricole All interno dei Progetti Integrati di Filiera (PIF) Settore Zootecnico: Carni

Dettagli

Misura 4.1 Sostegno ad investimenti nelle aziende agricole

Misura 4.1 Sostegno ad investimenti nelle aziende agricole SERVIZIO AMBIENTE E AGRICOLTURA PSR 2014-2020 Misura 4.1 Sostegno ad investimenti nelle aziende Responsabile regionale Dott. Andrea Scarponi Tel. 0733 2932288-071 8063649 mail: andrea.scarponi@regione.marche.it

Dettagli

CASI STUDIO PER LA COSTRUZIONE DEL BUSINESS PLAN PER L IMPRESA AGRICOLA CON L APPLICATIVO INFORMATICO DELLA REGIONE LAZIO

CASI STUDIO PER LA COSTRUZIONE DEL BUSINESS PLAN PER L IMPRESA AGRICOLA CON L APPLICATIVO INFORMATICO DELLA REGIONE LAZIO Facoltà di Agraria Dipartimento di Economia Agroforestale e dell Ambiente Rurale (DEAR) CASI STUDIO PER LA COSTRUZIONE DEL BUSINESS PLAN PER L IMPRESA AGRICOLA CON L APPLICATIVO INFORMATICO DELLA REGIONE

Dettagli

Allo Sportello Unico Attività Produttive del COMUNE DI CIVITAVECCHIA (provincia di Roma) PEC:

Allo Sportello Unico Attività Produttive del COMUNE DI CIVITAVECCHIA (provincia di Roma) PEC: Allo Sportello Unico Attività Produttive del COMUNE DI CIVITAVECCHIA (provincia di Roma) PEC: suap.pec@comunedicivitavecchia.legalmail.it MODELLO G-15 BILANCIO AZIENDALE (D.Lgs. 29 marzo 2004 n. 99, D.Lgs.

Dettagli

Conti economici delle principali colture in asciutto

Conti economici delle principali colture in asciutto Conti economici delle principali colture in asciutto Schema idrico del Flumineddu per l alimentazione irrigua della Marmilla Studio di dettaglio sulle aree oggetto dell intervento Distretto irriguo della

Dettagli

McGraw-Hill. Tutti i diritti riservati

McGraw-Hill. Tutti i diritti riservati Copyright 2004 The Companies srl Caso 2 Stima per capitalizzazione dei redditi di un fondo rustico di ha 40 ubicato nella pianura reggiana. L indirizzo produttivo è zootecnico. L allevamento è basato sui

Dettagli

CL Medicina Veterinaria

CL Medicina Veterinaria CL Medicina Veterinaria Anno Accademico 2014-15 il bilancio aziendale indice degli argomenti 1. bilancio economico: definizione e tipologie diapositive 2 2. equazione di bilancio diapositive 5 3. struttura

Dettagli

Capitolo 2. Stima dei fondi rustici

Capitolo 2. Stima dei fondi rustici Capitolo 2 Stima dei fondi rustici 2.1 L oggetto della valutazione Per fondi rustici si intendono aziende agricole o appezzamenti di varia dimensione. La valutazione può essere: a cancelli aperti (determina

Dettagli

SEGNALAZIONE DANNI da avversità atmosferiche o calamità naturali nel Comune di (prov. ) (1) EVENTO CALAMITOSO: del (2)

SEGNALAZIONE DANNI da avversità atmosferiche o calamità naturali nel Comune di (prov. ) (1) EVENTO CALAMITOSO: del (2) Si rende pubblico il modello segnalazione danni da evento calamitoso "cenere e lapilli vulcanici del Vulcano Etna da gennaio ad aprile 2013", pervenuto da ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Tabella A - Coltivazione ore standard/ettaro/anno. Cereali, oleaginose, favino (escluso mais) 25 +10% +20%

Tabella A - Coltivazione ore standard/ettaro/anno. Cereali, oleaginose, favino (escluso mais) 25 +10% +20% Allegato A PARTE I Determinazione delle ore lavoro per realizzare la condizione di principalità di cui all'articolo 6, comma 3, lettera a) della l.r.30/2003. (42) 1. PREMESSA L imprenditore agricolo che

Dettagli

Corso di Estimo Rurale

Corso di Estimo Rurale Corso di Estimo Rurale C.so di Laurea SPMA (Cerignola) Lezione n.2: a)stima dei Fondi rustici; b) Stima dei fabbricati rurali Dott. PROSPERI Maurizio Universita' degli Studi di Foggia Facolta' di Agraria

Dettagli

3 miliardi di euro l anno) per finanziare le misure del. mercato) di circa 4 miliardi di euro (per l OCM non vi

3 miliardi di euro l anno) per finanziare le misure del. mercato) di circa 4 miliardi di euro (per l OCM non vi PAC 2014-20202020 L agricoltura italiana verso il futuro I NUMERI La dotazione assegnata all Italia è di circa 52 miliardi di euro, in 7 anni. Circa 27 miliardi di euro totali (circa 4 miliardi di euro

Dettagli

Fanno reddito le stalle da latte?

Fanno reddito le stalle da latte? Gli scenari attuali e la realtà economica delle stalle lombarde Fanno reddito le stalle da latte? Analisi di 70 bilanci SATA: quale strada verso la competizione europea? Venerdì 25 ottobre 2013 Fiera Internazionale

Dettagli

compenso per il lavoro fornito dall imprenditore e dai familiari.

compenso per il lavoro fornito dall imprenditore e dai familiari. sapere per fare.zootecnia FATTORI AZIENDALI DI SUCCESSO Progetto di Ricerca EquiZooBio 1 Massimo Chiorri a, Francesco Ansaloni b, Francesco Galioto a, Francesco Pyszny b a Dipartimento di Scienze Economico-estimative

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA per il coordinamento dell indagine RICA con l indagine REA. Allegato D VARIABILI REA E TIPOLOGICHE

PROTOCOLLO D INTESA per il coordinamento dell indagine RICA con l indagine REA. Allegato D VARIABILI REA E TIPOLOGICHE PROTOCOLLO D INTESA per il coordinamento dell indagine RICA con l indagine REA Allegato D VARIABILI REA E TIPOLOGICHE codice descrizione 1. NOTIZIE IDENTIFICATIVE DELL AZIENDA CFISC PIVA Denom Indir Prov_cond

Dettagli

AZIENDA AGRITURISTICA LA FINESTRA SUL MARE

AZIENDA AGRITURISTICA LA FINESTRA SUL MARE AZIENDA AGRITURISTICA LA FINESTRA SUL MARE Diversificazione in un contesto di grande pregio naturalistico 1 L azienda L azienda agrituristica si trova a Caronia (ME) nell area del Parco dei Nebrodi; è

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE (PSR) MISURA 121 Ammodernamento delle aziende agricole

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE (PSR) MISURA 121 Ammodernamento delle aziende agricole PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE (PSR) MISURA 121 Ammodernamento delle aziende agricole OBIETTIVI DELL INIZIATIVA La misura introduce un regime di sostegno per le imprese agricole che realizzano investimenti

Dettagli

Le caratteristiche del software GAIA

Le caratteristiche del software GAIA Gestione Aziendale delle Imprese Agricole La presentazione del nuovo software INEA per la gestione economica dell azienda agricola Milano, 11 Settembre 2008 Le caratteristiche del software GAIA Antonio

Dettagli

SUPERFICIE AGRICOLA UTILIZZATA e PRODUZIONE LORDA VENDIBILE

SUPERFICIE AGRICOLA UTILIZZATA e PRODUZIONE LORDA VENDIBILE SUPERFICIE AGRICOLA UTILIZZATA e PRODUZIONE LORDA VENDIBILE SUPERFICIE AGRICOLA UTILIZZATA Azienda agricola: Anno di analisi: Ortaggio analizzato SEVERINO BOZZOLAN 2012 POMODORO DA SUGO DEFINIZIONE DELLA

Dettagli

PSR Veneto 2014-2020: arrivata l'approvazione definitiva della Commissione europea

PSR Veneto 2014-2020: arrivata l'approvazione definitiva della Commissione europea PSR Veneto 2014-2020: arrivata l'approvazione definitiva della Commissione europea 27/05/2015 Approvato il nuovo Psr Veneto. La Commissione europea ha dato il via libera al Programma di sviluppo rurale

Dettagli

COMUNI DI: _l_ sottoscritt. nat_ a il / /, residente in n. civico (via, fraz., loc.) (c.a.p.) (comune) (prov.) CHIEDE

COMUNI DI: _l_ sottoscritt. nat_ a il / /, residente in n. civico (via, fraz., loc.) (c.a.p.) (comune) (prov.) CHIEDE Alla Provincia di Lecco Servizio Agricoltura Piazza L. Lombarda 4 23900 Lecco PEC provincia.lecco@lc.legalmail.camcom.it All Istituto di Credito Filiale di OGGETTO: D. Lgs 29 marzo 2004, n. 102 Interventi

Dettagli

AVVERTENZE NELL USO DEI DATI

AVVERTENZE NELL USO DEI DATI AVVERTENZE NELL USO DEI DATI 1. L organizzazione generale dei dati I risultati delle rilevazioni sono organizzati in due serie: i costi di produzione veri e propri e le schede produttive. 1.1. I dati sui

Dettagli

(CARTA INTESTATA DEL RICHIEDENTE)

(CARTA INTESTATA DEL RICHIEDENTE) (CARTA INTESTATA DEL RICHIEDENTE) SPETT.LE COMUNE DI CINIGIANO P.le Bruchi, 3 58044 Cinigiano (Gr) DOMANDA DI CONTRIBUTO SULLA MISURA 6.3.3. SOSTEGNO PER LA CRESCITA DEL SISTEMA AGRICOLO, RURALE E FORESTALE

Dettagli

PROGRAMMA AZIENDALE PLURIENNALE DI MIGLIORAMENTO AGRICOLO AMBIENTALE

PROGRAMMA AZIENDALE PLURIENNALE DI MIGLIORAMENTO AGRICOLO AMBIENTALE PROGRAMMA AZIENDALE PLURIENNALE DI MIGLIORAMENTO AGRICOLO AMBIENTALE Legge Regionale 3 gennaio 2005, n 1 (Norme per il governo del territorio) - Art. 42 della L.R.1/2005 e D.P.G.R. 9 febbraio 2007 n 5/R

Dettagli

FAQ. La formazione è obbligatoria anche per il subentrante? Si.

FAQ. La formazione è obbligatoria anche per il subentrante? Si. FAQ Le risposte di seguito riportate hanno carattere indicativo e non vincolante. Eventuali approfondimenti specifici potranno essere richiesti agli uffici referenti delle singole misure. INFORMAZIONI

Dettagli

REGIONE/ LAZIO ~ ALLEGATO 2 REGIONE LAZIO DIREZIONE REGIONALE AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE, CACCIA E PESCA BILANCIO AZIENDALE ANNO ----

REGIONE/ LAZIO ~ ALLEGATO 2 REGIONE LAZIO DIREZIONE REGIONALE AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE, CACCIA E PESCA BILANCIO AZIENDALE ANNO ---- ALLEGATO 2 REGIONE LAZIO DIREZIONE REGIONALE AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE, CACCIA E PESCA BILANCIO AZIENDALE ANNO ---- 1.- DATI TITOLARE AZIENDA. Sig. nato a (Provincia di ) il -------------- ----------

Dettagli

La valutazione dell efficienza: indici tecnici ed economici

La valutazione dell efficienza: indici tecnici ed economici home >> approccio economico >> La valutazione dell efficienza: indici tecnici ed economici La valutazione dell efficienza: indici tecnici ed economici CONCETTO DI EFFICIENZA L'IMPRESA AGRARIA E' EFFICIENTE

Dettagli

DESCRIZIONE DELLA SITUAZIONE AZIENDALE INIZIALE

DESCRIZIONE DELLA SITUAZIONE AZIENDALE INIZIALE DESCRIZIONE DELLA SITUAZIONE AZIENDALE INIZIALE Breve descrizione della situazione aziendale INIZIALE (con riferimento all'ordinamento colturale, all'allevamento, alle attività connesse e alla dotazione

Dettagli

Riforma della PAC Aiuti Diretti. CIA di Treviso - Working Progress - Ultimo Aggiornamento Fine Ottobre Riproduzione Vietata

Riforma della PAC Aiuti Diretti. CIA di Treviso - Working Progress - Ultimo Aggiornamento Fine Ottobre Riproduzione Vietata Riforma della PAC Aiuti Diretti Europa 2020 Aiuti diretti Quadro finanziario Pluriennale (QFP) per l Italia 2014 2015 2016 2017 2018 2019 2020 TOTALE 3953,3 3902,0 3850,8 3799,5 3751,9 3704,3 3704,3 26.666,38

Dettagli

I pagamenti diretti 2015 2020 UN CANTIERE APERTO

I pagamenti diretti 2015 2020 UN CANTIERE APERTO I pagamenti diretti 2015 2020 2020 UN CANTIERE APERTO Gli Obiettivi della Nuova PAC Gli Obiettivi della Nuova PAC La strategia Europa 2020 ha indicato la mission generale della nuova Pac, che si propone

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA

MATEMATICA FINANZIARIA MATEMATICA FINANZIARIA INTERESSE SEMPLICE Calcolo dell interesse 1. Un capitale di 3.400 fu impiegato per 3 mesi al tasso del 5%. Qual è l interesse prodotto? 2. Un capitale di 1.725 venne impiegato per

Dettagli

"La condizionalità in agricoltura: principi, norme e applicazione

La condizionalità in agricoltura: principi, norme e applicazione "La condizionalità in agricoltura: principi, norme e applicazione Laboratorio di consulenza partecipata Regione Puglia Assessorato alle Risorse Agroalimentari Regione Puglia Servizi di Sviluppo Agricolo

Dettagli

FATTORIA LA SONNINA. quando la campagna coltiva valori. L'azienda agricola

FATTORIA LA SONNINA. quando la campagna coltiva valori. L'azienda agricola FATTORIA LA SONNINA quando la campagna coltiva valori 1 L'azienda agricola La Cooperativa La Sonnina nasce nel 1999 con i fondi del Piano di Sviluppo Rurale 2000/2006 per il Primo Insediamento grazie ai

Dettagli

Produzione agricola della canapa da fibra

Produzione agricola della canapa da fibra Produzione agricola della canapa da fibra aspetti economici e scenari produttivi Studio Paroli e Associati Tecnica ed Economia Agraria Via Fiorentina, 84 PONTEDERA (PI) Tel 0587-59016 La coltivazione della

Dettagli

ALLEGATO TECNICO AGRICOLTURA - SGFA

ALLEGATO TECNICO AGRICOLTURA - SGFA ALLEGATO TECNICO AGRICOLTURA - SGFA Allegato tecnico Agricoltura SGFA Dati azienda Ragione sociale Sede legale (via, n, prov, città, cap) Codice fiscale e p.iva C.F. P.IVA E.mail e recapito e.mail Tel./cell.

Dettagli

ALLEGATO 7 alla deliberazione della Giunta regionale n. 2030 dell 11 luglio 2008

ALLEGATO 7 alla deliberazione della Giunta regionale n. 2030 dell 11 luglio 2008 ALLEGATO 7 alla deliberazione della Giunta regionale n. 2030 dell 11 luglio 2008 MISURA 211 - INDENNITÀ COMPENSATIVE DEGLI SVANTAGGI NATURALI A FAVORE DEGLI AGRICOLTORI DELLE ZONE MONTANE 1) OBIETTIVI

Dettagli

INTRODUZIONE ALL ESTIMO CAP. 7

INTRODUZIONE ALL ESTIMO CAP. 7 INTRODUZIONE ALL ESTIMO CAP. 7 Appunti di estimo Di che cosa si occupa l estimo? L estimo si occupa della stima dei beni economici, ossia quelli presenti in natura in quantità limitata. Per questi beni

Dettagli

Business Plan Online 1.1 Misura 112 e 121. Guida per il compilatore

Business Plan Online 1.1 Misura 112 e 121. Guida per il compilatore Business Plan Online 1.1 Misura 112 e 121 Guida per il compilatore IL BUSINESS PLAN ON LINE -------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Allegato E (ritenuta acconto per società)

Allegato E (ritenuta acconto per società) Allegato E (ritenuta acconto per società) DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL'ATTO DI NOTORIETA' (artt. 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445) Il/La Sottoscritto/a Cognome nome, nato/a a il, in qualità

Dettagli

L.R. 53/97 art. 17 D.G.R. N. 16 DEL 02/02/2009 PRESTITO DI CONDUZIONE ANNO 2009 P R O C E D U R E

L.R. 53/97 art. 17 D.G.R. N. 16 DEL 02/02/2009 PRESTITO DI CONDUZIONE ANNO 2009 P R O C E D U R E L.R. 53/97 art. 17 D.G.R. N. 16 DEL 02/02/2009 PRESTITO DI CONDUZIONE ANNO 2009 P R O C E D U R E I prestiti di conduzione saranno assistiti dal concorso regionale sul pagamento degli interessi per un

Dettagli

RELAZIONE PROGRAMMA ANNUALE PER LA GESTIONE DELL AZIENDA AGRARIA DIDATTICA ESERCIZIO FINANZIARIO 2013

RELAZIONE PROGRAMMA ANNUALE PER LA GESTIONE DELL AZIENDA AGRARIA DIDATTICA ESERCIZIO FINANZIARIO 2013 ISTITUTO TECNICO AGRARIO STATALE A.TRENTIN Via San Giovanni 46-36045 LONIGO (VI) RELAZIONE PROGRAMMA ANNUALE PER LA GESTIONE DELL AZIENDA AGRARIA DIDATTICA ESERCIZIO FINANZIARIO 2013 1 PREMESSA L azienda

Dettagli

Stalle da latte del Centro Italia, alternative per non chiudere

Stalle da latte del Centro Italia, alternative per non chiudere SIMULAZIONE DI DUE SCENARI POSSIBILI Stalle da latte del Centro Italia, alternative per non chiudere di Danluigi Bertazzi, Angelo Frascarelli Il settore del latte oggi è diventato molto più competitivo

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE Ripartizione Agricoltura. Programma di Sviluppo Rurale della Provincia Autonoma di Bolzano 2014-2020

PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE Ripartizione Agricoltura. Programma di Sviluppo Rurale della Provincia Autonoma di Bolzano 2014-2020 PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE Ripartizione Agricoltura Programma di Sviluppo Rurale della Provincia Autonoma di Bolzano 2014-2020 Sottomisura 6.1 Aiuto all avviamento di imprese per giovani

Dettagli

PACCHETTO GIOVANI AIUTO ALL AVVIAMENTO DI IMPRESE PER GIOVANI AGRICOLTORI

PACCHETTO GIOVANI AIUTO ALL AVVIAMENTO DI IMPRESE PER GIOVANI AGRICOLTORI PACCHETTO GIOVANI AIUTO ALL AVVIAMENTO DI IMPRESE PER GIOVANI AGRICOLTORI Programma di Sviluppo Rurale 2014 2020 Roberto Pagni Regione Toscana Luglio 2015 Firenze 1 PACCHETTO GIOVANI: OBIETTIVI 1/2 Promuovere

Dettagli

Indice. Prefazione. Parte prima: Estimo generale. Parte seconda: Estimo civile

Indice. Prefazione. Parte prima: Estimo generale. Parte seconda: Estimo civile Indice Prefazione Parte prima: Estimo generale 1 I PRINCIPI DELL ESTIMO... 2 1.1 Il giudizio di stima... 2 1.2 Gli aspetti economici di stima... 2 1.3 Il metodo di stima... 3 1.4 I procedimenti di stima...

Dettagli

I quaderni dell apicoltore

I quaderni dell apicoltore PROGETTO DI INIZIATIVE DI ASSISTENZA TECNICA PER LA RAZIONALIZZAZIONE PRODUTTIVA NEL SETTORE APISTICO M.I.P.A.F. Ministero per le Politiche Agricole Forestali I quaderni dell apicoltore 3 ECONOMIA DELL

Dettagli

PSR CAMPANIA 2007-2013 MISURA 121 AMMODERNAMENTO DELLE AZIENDE AGRICOLE PIANO AZIENDALE CON INDICAZIONI PER LA CORRETTA COMPILAZIONE. ver 1.

PSR CAMPANIA 2007-2013 MISURA 121 AMMODERNAMENTO DELLE AZIENDE AGRICOLE PIANO AZIENDALE CON INDICAZIONI PER LA CORRETTA COMPILAZIONE. ver 1. PSR CAMPANIA 2007-2013 MISURA 121 AMMODERNAMENTO DELLE AZIENDE AGRICOLE PIANO AZIENDALE CON INDICAZIONI PER LA CORRETTA COMPILAZIONE 1 Eliminato: 5 IDEA PROGETTUALE 5 A. SITUAZIONE DI PARTENZA DELL AZIENDA

Dettagli

I quaderni dell apicoltore

I quaderni dell apicoltore PROGETTO DI INIZIATIVE DI ASSISTENZA TECNICA PER LA RAZIONALIZZAZIONE PRODUTTIVA NEL SETTORE APISTICO M.I.P.A.F. Ministero per le Politiche Agricole Forestali I quaderni dell apicoltore 3 ECONOMIA DELL

Dettagli

5.3.1.1.4 Utilizzo di servizi di consulenza

5.3.1.1.4 Utilizzo di servizi di consulenza 5.3.1.1.4 Utilizzo di servizi di Riferimenti normativi Codice di Misura Articoli 20 (a) (iv) e 24 del Reg. (CE) N 1698/2005 Articolo 15 e punto 5.3.1.1.4. dell Allegato II del Reg. (CE) 1974/06 1.1.4.

Dettagli

Diversificazione e bioenergia: analisi economica di un settore in rapida espansione

Diversificazione e bioenergia: analisi economica di un settore in rapida espansione Massimo Peri Roberto Pretolani Dipartimento di Economia e Politica Agraria, Agroalimentare e Ambientale Università degli Studi di Milano Diversificazione e bioenergia: analisi economica di un settore in

Dettagli

AL SETTORE LAVORI PUBBLICI UFFICIO AGRICOLTURA CHIEDE

AL SETTORE LAVORI PUBBLICI UFFICIO AGRICOLTURA CHIEDE COMUNE DI Prot. n. Data di presentazione AL SETTORE LAVORI PUBBLICI UFFICIO AGRICOLTURA OGGETTO: D. Legislativi n. 99 del 29/3/2004 e n. 101/05 Domanda di accertamento del possesso dei requisiti di Imprenditore

Dettagli

DICHIARA: (ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000)

DICHIARA: (ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000) AL COMUNE DI CUNEO Settore Attività Produttive Servizio Agricoltura OGGETTO : D. Lgs. n. 99/2004 e D. Lgs n. 101/20505. DGR n. 107-1659 del 28/11/2005. Accertamento del possesso dei requisiti di Imprenditore

Dettagli

Misure in favore dell autoimprenditorialità in agricoltura e del ricambio generazionale

Misure in favore dell autoimprenditorialità in agricoltura e del ricambio generazionale Misure in favore dell autoimprenditorialità in agricoltura e del ricambio generazionale Ambito di applicazione L obiettivo della misura è quello di favorire il turnover in agricoltura e sostenere i giovani

Dettagli

2. La stima dei fondi rustici

2. La stima dei fondi rustici 2. La stima dei fondi rustici Per fondi rustici si intendono appezzamenti od aziende di diversa dimensione. La valutazione, detta a cancelli aperti, ha lo scopo di determinare il solo valore del capitale

Dettagli

NOTE ESPLICATIVE PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO DI COMUNICAZIONE DI MUTAMENTO DI CONDUZIONE AZIENDA

NOTE ESPLICATIVE PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO DI COMUNICAZIONE DI MUTAMENTO DI CONDUZIONE AZIENDA NOTE ESPLICATIVE PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO DI COMUNICAZIONE DI MUTAMENTO DI CONDUZIONE AZIENDA I produttori contraenti devono compilare il modulo in ogni parte, in stampatello, allegando la relativa

Dettagli

Dott. Augusto Buldrini Responsabile Servizio Aiuti alle imprese e promozione Regione Umbria

Dott. Augusto Buldrini Responsabile Servizio Aiuti alle imprese e promozione Regione Umbria Dott. Augusto Buldrini Responsabile Servizio Aiuti alle imprese e promozione Regione Umbria INFO(PAC)K: LA PAC INFORMA. Progetto cofinanziato dal PSR Umbria 2007-2013 misura 111, azione a) Attività informative:

Dettagli

Valutazione di diversi atteggiamenti imprenditoriali agricoli. Analisi tecnico economica

Valutazione di diversi atteggiamenti imprenditoriali agricoli. Analisi tecnico economica Valutazione di diversi atteggiamenti imprenditoriali agricoli Analisi tecnico economica 1 Metodo di calcolo utilizzato Inserimento di tutti i dati tecnico-economici al 2006 Azienda 30 ha 3 percorsi: PSR,

Dettagli