Struttura di mercato e sviluppo strategico

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Struttura di mercato e sviluppo strategico"

Transcript

1 Struttura di mercato e sviluppo strategico Q Page 1

2 I. Chi siamo II. III. IV. I servizi offerti dal Mercato EuroTLX Statistiche ed aggiornamenti Il tariffario Page 2

3 Chi siamo EuroTLX è un MTF che offre la possibilità di negoziare un estesa gamma di strumenti finanziari tra obbligazioni plain vanilla, strutturate, corporate, governativi e certificates. Il capitale sociale è così ripartito: 15% 70% 15% La nostra mission è l organizzazione e la gestione di un MTF europeo per la negoziazione di strumenti obbligazionari retail size e di prodotti di investimento con l obiettivo di rispondere alle esigenze degli operatori non professionali. Il nostro mercato si caratterizza per: Trasparenza Liquidità Facilità di accesso ad una vasta gamma di strumenti finanziari La nostra strategia di sviluppo si basa sullo sfruttamento delle opportunità offerte dalla MiFID II per affermarsi come piattaforma primaria a livello europeo di trading elettronico di obbligazioni e certificati. Page 3

4 Storia 2000 UniCredit Group lancia il Sistema di Scambi Organizzati, TLX TLX S.p.A. gestisce il mercato regolamentato TLX ed il SSO EuroTLX Banca IMI acquisisce il 50% del capitale sociale di TLX S.p.A La BCE riconosce EuroTLX come Non-regulated market acceptable by the ECB for collateral management purposes. Con la chiusura del mercato regolamentato TLX, l azienda cambia denominazione sociale in EuroTLX SIM S.p.A. e tutto il trading si concentra sull MTF EuroTLX. Entra in operatività il servizio di netting bilaterale per il segmento estero. Il Comitato Cassiopeia riconosce l unicità del mercato EuroTLX come base su cui poter far leva per realizzare un MTF separato. Introduzione della controparte centrale per il segmento domestico. UBS primo Broker estero. In occasione del BTP Day del 28 novembre, in una sola giornata di negoziazione si concludono contratti per un controvalore di 1,2 miliardi di euro Per la prima volta, l operatività annuale in conto terzi dei non-soci supera quella dei due azionisti. In ottobre viene stabilito il record di controvalori scambiati mensilmente (12,1 miliardi di euro) Il 24 settembre si perfeziona l acquisizione del 70% di EuroTLX da parte di Borsa Italiana. Banca IMI e Unicredit, che si ripartivano equamente il capitale sociale di EuroTLX, mantengono una quota del 15% ciascuna. Page 4

5 Gli aderenti al mercato Market Maker Market Maker A Market Maker B Specialist Intermediari Page 5

6 Come funziona il mercato EuroTLX Market Maker A Market Maker B Specialist Post Trading Market Data Broker 1 (conto terzi) Broker 2 (conto terzi) Broker (conto terzi) Sito web con prezzi ritardati di 15 Info Providers Informativa Titolo scaricabile dal sito Investitore non professionale Asset Manager Private Banker Page 6

7 Market players Liquidity Provider Market Maker A Supporta la liquidità su almeno 250 strumenti; Deve aderire anche in qualità di broker; Piano tariffario competitivo. Market Maker B Minimo strumenti contribuiti: 30; Non deve aderire anche in qualità di broker; Possibilità di scegliere due diversi piani commissionali (Linea 1 e Linea 2). Specialist Supporta la liquidità sulle proprie obbligazioni bancarie; Può operare in qualità di Specialist l intermediario emittente o uno degli intermediari intervenuti nel collocamento o l intermediario che abbia un accordo con l emittente. Broker Opera unicamente in conto terzi; Sistema delle tariffe strutturato per tipologia titolo. Page 7

8 IT partners: la Migrazione Attualmente la piattaforma di negoziazione denominata ClickXT è fornita da In seguito all acquisizione da parte di LSE Group, EuroTLX sta migrando la piattaforma di trading sulla tecnologia La go-live date è prevista entro Luglio 2014 Integrazione con i principali software di negoziazione e di raccolta ordini: Page 8

9 II. I servizi offerti dal Mercato EuroTLX Page 9

10 I servizi offerti dal mercato EuroTLX Trading o Modello misto order driven con la presenza di almeno un Liquidity Provider su ogni singolo strumento finanziario; o Ampia gamma di strumenti finanziari negoziabili; o Competitività dei prezzi costantemente misurata dall indice Post-trading Servizi di supporto alla Compliance o Soluzione in materia di titoli illiquidi ai sensi e per i fini della Comunicazione Consob del 2 marzo 2009 n ; o Soluzione in ottica di MiFID II; o Information-to-client sugli strumenti finanziari offerti agli investitori non professionali (Schede Prodotto per Intermediari) o Servizi finalizzati alla riduzione dei costi di post trading e al Netting Bilaterale sul bridge EuroClear/Clearstream; o Introduzione della CCP (Giugno 2011) Market Data Distribution o Distribuzione dell informativa di mercato real-time; o Servizi di anagrafica del mercato. Page 10

11 Page 11 a) Trading

12 La microstruttura di mercato Microstruttura order driven con la presenza di almeno un Liquidity Provider su ogni singolo strumento finanziario, contribuito in via continuativa per quantità minime; Book anonimo a 5 livelli; Prezzi applicabili in negoziazione continua con priorità di esecuzione secondo il criterio prezzo/tempo; Orari di negoziazione (9:00 18:00); Inserimento di ordini al meglio o con limite di prezzo; Regole di Mercato volte a preservare la liquidità in favore degli investitori non professionali: 1) divieto di negoziazione in conto proprio per i Broker; 2) regole anti-gaming; 3) i contratti conclusi tra due Liquidity Provider vengono automaticamente cancellati; Gli strumenti finanziari, emessi da un Liquidity Provider o da terzi, sono ammessi su richiesta dello stesso che ne supporterà la liquidità sul mercato; Trasparenza pre e post-trade; Invio automatico di tutte le istruzioni di settlement per gli aderenti diretti. Page 12

13 Strumenti negoziati al 31 Marzo 2014 Segmenti di mercato Strumenti finanziari Orari di negoziazione Depositaria Centrale Obbligazioni Bancarie non Eurobond (Emesse da una banca e collocate tramite una rete bancaria) Eurocl/Clear/ MT Altre obbligazioni - Corporate - Finanziarie - Mercati Emergenti (MSCI Barra) - Sovranazionali & Agency Titoli di Stato - UE - Sovereign - USA Totale strumenti del reddito fisso Eurocl/Clear/ MT Eurocl/Clear/ MT Azioni MT Cert-X Eurocl/Clear/ MT Page 13

14 Cross Ratio Il Cross Ratio indica la percentuale di contratti conclusi senza la controparte Liquidity Provider Il Cross Ratio globale è cresciuto dal 20,66% del mese di gennaio 2008 al 53,15% del mese di Marzo 2014; La tabella seguente indica il diverso Cross Ratio per categoria di strumenti nel primo trimestre 2014: Mese Segmenti di Mercato Titoli di Stato Obbl. Finanziarie Corporate Bond Obbl. Bancarie non Eurobond Azioni & Cert-X Gennaio % 63.40% 50.85% 72.43% 9.11% Febbraio % 63.24% 47.61% 70.21% 13.33% Marzo % 62.37% 46.28% 63.73% 13.25% Page 14

15 Page 15 b) Post - trading

16 I servizi di post-trading Per conto dei propri aderenti diretti EuroTLX invia automaticamente le istruzioni di regolamento alle Depositarie EuroClear/Clearstream e Monte Titoli FILTRI: il mercato offre un servizio facoltativo che consente al partecipante di non inviare a regolamento le istruzioni che il medesimo ha concluso con se stesso in conto (terzi contro terzi) oppure in conto proprio Express II istruzioni singole Pre-Settlement tramite X-TRM CCP Cassa di Compensazione e garanzia saldi multilaterali Netting Bilaterale istruzioni bilaterali CCP Cassa di Compensazione e garanzia saldi multilaterali Page 16

17 Funzionalità di post-trading CONTROPARTE CENTRALE segmento domestico: il servizio viene offerto da Cassa di Compensazione e Garanzia, la garanzia si applica su tutti i Titoli di Stato Italiani e su una selezione di Obbligazioni Bancarie e di Obbligazioni Corporate con regolamento sulla depositaria domestica Monte Titoli. CONTROPARTE CENTRALE segmento non domestico: il servizio viene offerto da Cassa di Compensazione e Garanzia, la garanzia si applica sulle obbligazioni denominate in Euro appartenenti ai segmenti Corporate e Finanziarie, Sovranazionali ed Agency, Mercati Emergenti, Obbligazioni Governative, Governativi Altri con regolamento sulle depositarie non domestiche EuroClear/Clearstream. NETTING BILATERALE: EuroTLX, in collaborazione con Monte Titoli, ha da tempo elaborato un algoritmo di Netting Bilaterale che, per tutte le operazioni sugli strumenti regolati su Euroclear/ Clearstream non interessati dalla CCP, permette di aggregare le istruzioni: per segno, per ISIN, per tipo conto di entrambi i partecipanti al contratto. Ciò consente agli aderenti di ridurre sensibilmente il numero di istruzioni di settlement inviate alle depositarie estere. Page 17

18 Page 18 c) Servizi integrati di compliance

19 Presidi organizzativi del mercato Controlli in sede di ammissione degli strumenti finanziari finalizzati ad accertare che gli Aderenti possano negoziare i medesimi strumenti con investitori non professionali sul mercato italiano, in conformità con la Direttiva Prospetto Vigilanza di mercato sul corretto comportamento di tutti gli operatori; Minimizzazione dei conflitti di interesse; Controlli di Market Abuse; Infrastruttura ridondata con procedure di Disaster Recovery e di Business Continuity. Page 19

20 La soluzione di EuroTLX per i titoli illiquidi Il servizio è partito il 1 luglio 2010, in seguito al riscontro di CONSOB sulle Linee Guida EuroTLX *, con l obiettivo di fornire: concreta sussistenza della possibilità di disinvestire in tempi ragionevoli ed a prezzi significativi; certezza in merito alle condizioni per cui gli strumenti ammessi alla negoziazione possano essere considerati sufficientemente liquidi; un valido supporto al fine di ridurre gli impatti organizzativi degli Aderenti al mercato. Report su base quindicinale messo a disposizione degli Aderenti e relativo alla verifica della Condizione di Sufficiente Liquidità (CSL) per singolo ISIN e per singola giornata di negoziazione, evidenziando: - nr. di giornate per cui è stata soddisfatta / non è stata soddisfatta la CSL; - massimo nr. di giornate consecutive per cui non è stata soddisfatta la CSL; - media giornaliera dell Indice di Performance (che considera l apporto di liquidità di tutte le PDN immesse sul lato BID a prezzi significativi nelle giornate in cui non è stata soddisfatta la CSL). *Le Linee Guida EuroTLX in materia di titoli illiquidi sono disponibili alla pagina: Page 20

21 MiFID II: perchè scegliere EuroTLX La proposta MiFID II ha come obiettivo principale quello di prevedere che tutte le negoziazioni organizzate avvengano in sedi regolamentate. In ottica di MiFID II gli Internalizzatori Sistematici non rientrano nella definizione di trading venue. OTC Field Internalizzatori sistematici Trading, non sistematico e irregolare Trading, se sistematico e regolare TRADING VENUES Mercati Regolamentati MTF OTF Page 21

22 MiFID II: perchè scegliere EuroTLX/2 Perché scegliere EuroTLX in ottica di MiFID II: la struttura di mercato multilaterale garantisce la formazione di prezzi significativi; solo la negoziazione su un MTF di un obbligazione non strutturata permette di qualificarla come non complessa; la negoziazione di un obbligazione strutturata permette di ridurne il grado di complessità; consente di evitare i costi di trasparenza che altrimenti un intermediario, emittente di obbligazioni bancarie dovrebbe sostenere. Execution Only Cosa succede ad un obbligazione non strutturata: Se negoziata su un MR o un MTF Prodotti semplici (riconosciuti da Consob) Strumenti Non Complessi Obblighi di informazione ai clienti Test di adeguatezza ed appropriatezza Reporting Periodico Se negoziata su un OTF o un IS Strumenti Complessi PRIPS Page 22

23 Schede Prodotto per Intermediari Testo Unico della Finanza Regolamento Intermediari Direttiva MiFID di I e II livello L informativa ai clienti sugli strumenti finanziari deve essere: Corretta Chiara Non fuorviante Comprensibile Aggiornata La Scheda Prodotto è: - un set di informazioni con elevati standard qualitativi; - frutto di un accurato processo di analisi dello strumento finanziario basato sui prospetti di emissione o su documenti equipollenti; - sintetica e non tecnica con un linguaggio mirato affinché sia comprensibile ad un investitore non professionale; - sufficientemente standardizzata al fine di consentire il confronto tra strumenti finanziari; - aggiornata quotidianamente. Page 23

24 Page 24 d) Market Data

25 Fornitura e distribuzione dati di mercato EuroTLX prevede due possibili accordi contrattuali: 1. Contratto di fornitura dati Aderenti Diretti al Mercato 2. Contratto di distribuzione dati Information Providers Tipologie di prodotto: Dati di Mercato REAL TIME Dati di Mercato STATICI Dati di Mercato RITARDATI Il servizio Market Data EuroTLX viene offerto: - per tutti i segmenti del mercato; - su 5 livelli del book; - in modalità push. GRATUITI Tutti i principali Information Provider distribuiscono i dati di mercato di EuroTLX Page 25

26 Page 26 III. Statistiche e aggiornamenti di mercato

27 EuroTLX: contratti e controvalori Anno Contratti Media giornaliera Controvalori Media giornaliera (+17% y-o-y) ,4 bl (+25% y-o-y) 416 ml (-12,33% y-o-y) ,05 bl (-12,6% y-o-y) 365 ml Q (-7,92% y-o-y) ,17bl (-10,7% y-o-y) 408 ml Page 27

28 Market share nel primo trimestre 2014: mercati italiani Page 28

29 Attività Q per segmenti di mercato Q Titoli Contratti Y-o-Y Controvalori (mln) Y-o-Y Ticket Medio Obbligazioni Governative ,2% ,9% Obb.Bancarie non Eurobond ,2% ,8% Altre Obb. & titoli di debito ,3% ,1% Azioni ,0% 75,7 54,3% Cert-X ,9% 837,2 70,4% Totale ,92% ,73% Page 29

30 Attività Q per segmenti di mercato Page 30

31 Valute negoziate al 31/03/2014 Page 31

32 Emittenti più rappresentati Emittente #stumenti Quota su EuroTLX INTESA SANPAOLO Group ,0% BNL-BNP ,1% UNICREDIT Group 332 6,7% BP Vicenza Group 258 5,2% EIB 221 4,5% BANCO DESIO E BRIANZA 115 2,3% MPS 106 2,2% REPUBBLICA ITALIANA 108 2,2% TESORO U.S. 97 2,0% DEUTSCHE BANK 108 2,2% RABOBANK 83 1,7% KFW 82 1,7% REP. DEUTSCH. 65 1,3% FRANCE TRESOR 61 1,2% MEDIOBANCA 51 1,0% Page 32

33 Tipologie di obbligazioni al Tipologie Obbligazioni 3,00% 3,95% 1,20% 0,76% 0,07% 0,93% 2,54% 1,12% 0,12% 2,17% 14,52% 6,44% 10,51% 52,67% Altre Strutture CMS Covered Bond CPI Credit protection Equity e Index Linked Fixed-Floater Forex Linked Fund Linked Step Up / Step Down Tasso Fisso Tasso Variabile Zero Coupon Titoli di Stato Page 33

34 Cert-X: il segmento dei certificati Segmento di EuroTLX dedicato agli investment certificates, in forte crescita nel 2013 Più di 700 certificates 14 diversi emittenti Sottostanti Azioni e panieri di azioni (basket energetico, farmaceutico, ) Indici (FTSE/MIB, EuroStoxx, DAX, Czech Traded Index, Nikkei, ) Tassi (Euribor) Valute (EUR/USD) Materie prime (oro, metalli preziosi, gas, petrolio, cereali, bestiame, ) 13 Liquidity Provider Page 34 Borsa Italiana 16 June 2014

35 Page 35 IV. Tariffario

36 La struttura del tariffario di mercato Pricing differenziato per i 5 servizi; Livello delle commissioni basato su logiche competitive. Membership Ammissione Negoziazione Informativa di mercato Schede prodotto Liquidity provider Market Maker A Si Si Si No Optional Market Maker B Linea 1 Market Maker B Linea 2 Si Si Si No Optional No Si Si No Optional Specialist Si Si Si No Optional Page 36

37 Il tariffario: Broker Titoli di Stato < ordini eseguiti fatturabili all anno > ordini eseguiti fatturabili all anno Titoli di Stato non Italia e Sovereign Obbligazioni Bancarie, Altri titoli di debito e Certificati Membership 15,000* Negoziazione 0,80 0,35 1,30 1,50 Market Data Canone di sottoscrizione (API) 600 Canone variabile Canone mensile utenti professionali Da 1 a 100 8,00 Da 101 a 500 6,50 Da 501 a ,00 Da a ,00 Da a ,50 Da a ,25 > ,75 Canone mensile utenti non professionali* Altre Obbligazioni e ABS 1,30 Da 1 a 200 0,32 Da 201 a 500 0,24 Da 501 a ,16 Azioni/D.R. 1,00 > ,10 Applicazioni Non-Display 500 (*) La commissione non è richiesta nel caso in cui l aderente sia anche Specialist ed operi esclusivamente sulle proprie obbligazioni bancarie. (*) Il numero di utenti non-professionali è stabilito sul numero di active login o il 65% dei codici identificativi e/o password emesse. Page 37

38 Gli obblighi dei Liquidity Provider Tutti i Liquidity Provider devono essere presenti sul book per tutta la giornata di negoziazione con quote applicabili per la quantità minima stabilita in sede di ammissione; Sono previsti ulteriori obblighi, differenti per le differenti figure di Liquidity Provider, relativi a: - interconnessione di un flusso di ordini in conto terzi; - numero minimo di strumenti contribuiti; - tipologia di strumenti contribuiti. Liquidity provider Market Maker A Market Maker B Linea 1 Market Maker B Linea 2 Rete Minimo Strumenti Obblighi di presenza continua e di quantità minima Titoli di Stato Altre obbligazioni Obbligazioni Bancarie e Certificati Azioni/ Si 250 Si Si N/A Si Optional 30 Si Si N/A Si Optional 30 Si Si N/A Si D.R. Specialist Optional No N/A N/A Si N/A Page 38

39 Il tariffario: Market Maker A Membership Ammissione** Execution * Titoli di Stato Italia ,40 Titoli di Stato non Italia <= ,00 > ,40 Altre Obbligazioni <= ,00 > ,50 Altri titoli di debito 180 1,00 ABS 600 1,00 Obbl. Bancarie non Eurobond & Certificates Azioni/D.R ,00 (*) E previsto uno sconto del 10% per il Market Maker che nel corso dell anno precedente abbia concluso almeno contratti; uno sconto del 20% per il Market Maker che abbia concluso almeno contratti. (**) Viene applicato un corrispettivo ridotto al MM A che porta uno strumento finanziario in prima ammissione (si applica anche per più MM A che richiedono lo stesso strumento nello stesso periodo di ammissione) pari a 120. La fee di Ammissione viene applicata ad ogni titolo per cui viene richiesta l ammissione sul mercato o per ogni titolo già presente sul mercato per cui viene richiesta l estensione degli obblighi di liquidità da un Liquidity Provider. Per le richieste di estensione degli obblighi di liquidità nel corso dell anno, il corrispettivo è determinato pro rata temporis su base trimestrale considerando la data di inizio dell operatività. Page 39

40 Il tariffario: Market Maker B Linea 1 Membership Ammissione Execution Titoli di Stato Italia 120 1,50 Titoli di Stato non Italia 250 2,50 Altre Obbligazioni e Altri titoli di debito 250 2,50 Obbl. Bancarie non Eurobond & Certificates ABS 850 2,50 Azioni/D.R ,50 Page 40

41 Il tariffario: Market Maker B Linea 2 Membership Ammissione Execution ---- Titoli di Stato Italia 120 0,4 bpts Titoli di Stato non Italia e Sovereign 250 0,5 bpts Altre Obbligazioni e Altri titoli di debito 250 0,5bpts Obbl. Bancarie non Eurobond & Certificates ABS 850 0,5 bpts Azioni/D.R bpts Page 41

42 Il tariffario: Specialist Admission Execution Membership Other Bonds 250* / 600** 2.00 Banking Bonds non Eurobond 250* / 600** 2.00 Certificates 400** ,000 Open-End Certificates * Diritti di quotazione una tantum applicabili come diritto di quotazione per gli strumenti con ammontare emesso inferiore a 10 milioni. ** Diritti di quotazione una tantum applicabili come diritto di quotazione per gli strumenti con ammontare emesso uguale o superiore a 10 milioni. Per lo Specalist che decida nel corso dell anno di estendere la propria operatività divenendo Market Maker A o Market Maker B linea 1, verrà stornato l importo già corrisposto relativo al periodo compreso dal momento dell estensione alla fine del periodo di competenza. Per lo Specialist che richiede l estensione degli obblighi di liquidità su almeno 100 strumenti finanziari con diritto di quotazione una tantum è previsto un cap della fee di ammissione pari a (per i primi 100 strumenti). Tale agevolazione è applicabile una sola volta a trimestre. Per domande di ammissione ed estensione degli obblighi di liquidità che rispettino i requisiti di seguito esposti, l aderente corrisponde diritti di quotazione ridotti pari a Affinché tale agevolazione possa essere applicata la domanda deve: essere presentata da uno Specialist che opera già su EuroTLX in qualità di Market Maker A; contenere almeno 300 obbligazioni Bancarie non Eurobond o Altre Obbligazioni già negoziate su un unica trading venue; contenere le informazioni anagrafiche dello strumento richieste e concordate con il mercato; essere accompagnata da un impegno scritto ad accettare tempistiche di ammissione degli strumenti concordate tra le parti; essere accompagnata da un impegno scritto a non richiedere su tali titoli l esclusione dell operatività per un periodo di 3 anni a partire dalla data di ammissione. Tale agevolazione è applicabile una sola volta nel corso del medesimo esercizio e per un massimo di 600 strumenti finanziari, la cui ammissione deve essere richiesta tramite un unica domanda. Page 42

43 Contatti Luca Bagato Head of Sales & Business Development Luigi Campa Head of Strategy & Bus.Development Francesca Carlomagno Sales & Marketing Erika Vallini Sales & Marketing Marco Bambace UK Sales & Marketing Page 43

44 Disclaimer The information contained in this document and in the attachments is confidential and is intended for the exclusive use of the beneficiary. As a result, the contents of the present document shall not be disclosed without the prior written approval of EuroTLX SIM S.p.A. The present document is the exclusive property of EuroTLX SIM S.p.A. and is protected by Italian and international intellectual property laws. As a result, the contents of this document or any attachments cannot be modified in anyway, nor published, retransmitted, copied, sold, distributed or exhibited, nor can abstracts be created without the written approval of EuroTLX SIM S.p.A. This document was drawn up by EuroTLX SIM S.p.A. exclusively for informational purposes. It can also contain advertising and promotional communications. Whoever uses it for other than purely information purposes or for commercial objectives assumes full responsibility for such use. This document should not be construed as an offer, an invitation to offer or a promotional message for the purpose of purchase, sale or subscription in financial instruments or products of any nature. Specifically, the present document does not represent consulting in investments, nor a recommendation, nor research into investment materials. Its purpose is not to recommend or suggest, explicitly or implicitly, an investment strategy as regards one or more financial instruments or issuers of such financial instruments. Copies of this document or parts thereof may not be transported, transmitted or distributed in the United States, Canada, Australia, and Japan or to any person resident in those countries or in other countries in which disclosure is only allowed subject to authorization by the competent authorities. Distribution of this document in other jurisdictions can be subject to restrictions and therefore, the persons who are meant to be beneficiaries of the document must be informed on the existence of these restrictions and abide by them. The information contained in the present document is based on sources considered credible, however, no independent verification was made as regards to its veracity or accuracy. As a result, no guarantee or declaration, explicit or implicit, is provided nor can any reliance be placed on the precision, completeness or correctness of the information and opinions contained in this document. As regards the references to the physical aspects contained herein, it should be noted that the levels and taxation bases on which the present document is based are subject to changes and can affect the value of the investment. Otherwise, the information contained in the present document represents opinions. EuroTLX SIM S.p.A. is not responsible for any damage to the user and/or third parties due to the use of the information contained in the present document, including the possibility that there are errors, omissions or inaccuracies. References made to the past performance of the financial instruments can in no way be construed as an indication of results promised by EuroTLX SIM S.p.A. or which may be expected, because investments in financial instruments are affected by multiple factors, related to the markets, issuers, and to regulatory, economic and political changes. The Trademarks EuroTLX and TLX MPI are the property of EuroTLX SIM S.p.A. Page 44

Cert-X, il mercato dei certificati. Page 1

Cert-X, il mercato dei certificati. Page 1 Cert-X, il mercato dei certificati Page 1 Cert-X Cert-X èil segmanto di EuroTLX dedicato ai certificati di investimento Permette di sfruttare la liquidità del mercato EuroTLX anche per I certificates Lanciato

Dettagli

PRICE LIST PER IL SERVIZIO DI NEGOZIAZIONE IN VIGORE DALLA DATA DI ENTRATA IN PRODUZIONE DELLA PIATTAFORMA MILLENNIUM IT

PRICE LIST PER IL SERVIZIO DI NEGOZIAZIONE IN VIGORE DALLA DATA DI ENTRATA IN PRODUZIONE DELLA PIATTAFORMA MILLENNIUM IT PRICE LIST PER IL SERVIZIO DI NEGOZIAZIONE IN VIGORE DALLA DATA DI ENTRATA IN PRODUZIONE DELLA PIATTAFORMA MILLENNIUM IT SEZIONE N.1: TARIFFARIO INTERMEDIARI 1. Membership Fee 1 Canone Annuale 2 15.000

Dettagli

La Best Execution nel Mercato Obbligazionario: un caso pratico per il segmento retail. 3 2 1 MiFID! Direttore Generale TLX S.p.A.

La Best Execution nel Mercato Obbligazionario: un caso pratico per il segmento retail. 3 2 1 MiFID! Direttore Generale TLX S.p.A. La Best Execution nel Mercato Obbligazionario: un caso pratico per il segmento retail Milano, 27 marzo 2007 Alessandro Zignani 3 2 1 MiFID! Direttore Generale TLX S.p.A. 1 Agenda 1. Il mercato obbligazionario

Dettagli

Gli impatti della MiFID sui mercati: il punto di vista di TLX. Head of Market Supervision

Gli impatti della MiFID sui mercati: il punto di vista di TLX. Head of Market Supervision Gli impatti della MiFID sui mercati: il punto di vista di TLX Milano, 18 dicembre 2006 Stefano Cuccia Head of Market Supervision 1 I normali ambiti di attività dei mercati 1.Listing (ammissione alla negoziazione

Dettagli

1 P a g e. Versione 1.0 del 2 aprile 2010

1 P a g e. Versione 1.0 del 2 aprile 2010 Linee Guida per l applicazione agli strumenti finanziari negoziati su EuroTLX delle misure Consob di Livello 3 in tema di prodotti finanziari illiquidi Versione 1.0 del 2 aprile 2010 1 P a g e Premessa

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE DI MPS CAPITAL SERVICES BANCA PER LE IMPRESE S.P.A. INFORMATIVA SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE DI MPS CAPITAL SERVICES BANCA PER LE IMPRESE S.P.A. INFORMATIVA SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE ORDINI INFORMATIVA SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE ORDINI 1. Definizioni Strategia di Esecuzione o anche semplicemente Strategia : le misure, i meccanismi e le procedure adottate da MPS Capital Services - Banca

Dettagli

MINIBOND: NUOVA FINANZA PER LE PMI

MINIBOND: NUOVA FINANZA PER LE PMI MINIBOND: NUOVA FINANZA PER LE PMI A cura della Dott.ssa Paola D'Angelo Manager, BP&A Finance and Business Consulting E-mail: paoladangelo@bpeassociati.it Ufficio: +39.0734.281411 Mobile: +39.393.1706394

Dettagli

MiFID LA BEST EXECUTION NELLA GESTIONE DEGLI ORDINI

MiFID LA BEST EXECUTION NELLA GESTIONE DEGLI ORDINI MiFID LA BEST EXECUTION NELLA GESTIONE DEGLI ORDINI Le soluzioni informative La direttiva MiFID ha segnato una svolta in tutti i mercati finanziari. Come rispettare gli adempimenti di legge previsti e

Dettagli

MiFID. La direttiva che rivoluziona i mercati finanziari europei. Tutti pronti?

MiFID. La direttiva che rivoluziona i mercati finanziari europei. Tutti pronti? MiFID La direttiva che rivoluziona i mercati finanziari europei. Tutti pronti? MiFID: la direttiva Negli ultimi anni il panorama finanziario europeo ha vissuto un importante riorganizzazione strutturale

Dettagli

Sedi di esecuzione per tipologia di strumento finanziario, canale di vendita filiale. Edizione Dicembre 2012

Sedi di esecuzione per tipologia di strumento finanziario, canale di vendita filiale. Edizione Dicembre 2012 Sedi di esecuzione per tipologia di strumento finanziario, canale di vendita filiale Edizione Dicembre 2012 DETTAGLIO DELLE VENUES E DEGLI INTERMEDIARI PER IL SERVIZIO DI RACCOLTA ORDINI E NEGOZIAZIONE

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1. INTRODUZIONE Come previsto dalla disciplina in materia di best execution della direttiva MiFID 2004/39/CE e della direttiva 2010/43/UE (recante modalità

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata

Dettagli

Politica di Valutazione Pricing per le obbligazioni emesse dalla Banca di Credito Cooperativo di Cernusco Sul Naviglio s.c.

Politica di Valutazione Pricing per le obbligazioni emesse dalla Banca di Credito Cooperativo di Cernusco Sul Naviglio s.c. Politica di Valutazione Pricing per le obbligazioni emesse dalla Banca di Credito Cooperativo di Cernusco Sul Naviglio s.c. (Adottata ai sensi delle Linee guida interassociative per l applicazione delle

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014 DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014 1. PRINCIPI GENERALI IN TEMA DI BEST EXECUTION Il presente documento descrive

Dettagli

Modalità operative di trasmissione degli ordini

Modalità operative di trasmissione degli ordini Modalità operative di trasmissione degli ordini 18/06/2012 INDICE 1. PREMESSA 3 1.1 Scopo 4 1.2 Riferimenti Normativi 4 1.3 Definizioni 4 2. QUALITÀ DELL ESECUZIONE 6 3. FATTORI DI ESECUZIONE 7 3.1 Eccezioni

Dettagli

Politica di valutazione e pricing di prodotti finanziari emessi dalla Banca del Crotonese Credito Cooperativo.

Politica di valutazione e pricing di prodotti finanziari emessi dalla Banca del Crotonese Credito Cooperativo. Politica di valutazione e pricing di prodotti finanziari emessi dalla Banca del Crotonese Credito Cooperativo. (adottata ai sensi delle Linee Guida interassociative per l applicazione delle misure CONSOB

Dettagli

Il recepimento in Italia della direttiva UCITS IV e la nuova disciplina della gestione collettiva del risparmio

Il recepimento in Italia della direttiva UCITS IV e la nuova disciplina della gestione collettiva del risparmio FINANCIAL INSTITUTIONS ENERGY INFRASTRUCTURE, MINING AND COMMODITIES TRANSPORT TECHNOLOGY AND INNOVATION PHARMACEUTICALS AND LIFE SCIENCES Il recepimento in Italia della direttiva UCITS IV e la nuova disciplina

Dettagli

Obiettivo Investimento

Obiettivo Investimento Obiettivo Investimento Express Coupon Certificates su FTSEMIB Index ISIN: DE000HV8AKB5 Sottostante: FTSEMIB Index Scadenza: 27.11.2014 Comunicazione pubblicitaria/promozionale. Prima dell adesione leggere

Dettagli

Documento di sintesi della

Documento di sintesi della Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del settembre 2015 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

Caratteristiche e vantaggi della distribuzione diretta su SeDeX di certificati di investimento

Caratteristiche e vantaggi della distribuzione diretta su SeDeX di certificati di investimento Caratteristiche e vantaggi della distribuzione diretta su SeDeX di certificati di investimento Al via la prima «OPV» per tre certificati di investimento di BNP Paribas Indice Introduzione Modello di mercato

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE N. 1971/08

COMUNICATO UFFICIALE N. 1971/08 COMUNICATO UFFICIALE N. 1971/08 Data: 04/08/2008 Ora: 15.20 Mittente: TLX S.p.A. Società oggetto del comunicato: / Oggetto del comunicato: Ammissione alla quotazione di 9 strumenti finanziari emessi nell

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI E DEI SISTEMI DI PRICING INTERNI

DOCUMENTO INFORMATIVO SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI E DEI SISTEMI DI PRICING INTERNI DOCUMENTO INFORMATIVO SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI E DEI SISTEMI DI PRICING INTERNI Edizione Luglio 2013 Il presente documento rappresenta la sintesi delle attività svolte

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 20079-2-2015

Informazione Regolamentata n. 20079-2-2015 Informazione Regolamentata n. 20079-2-2015 Data/Ora Ricezione 13 Novembre 2015 19:10:18 AIM -Italia/Mercato Alternativo del Capitale Societa' : H-FARM S.p.A. Identificativo Informazione Regolamentata :

Dettagli

comunica e dichiara quanto segue

comunica e dichiara quanto segue Stampare su carta intestata dell Operatore. Compilare gli spazi vuoti e barrare le caselle interessate; apporre la firma del Rappresentante Legale o del Rappresentante Contrattuale ed inviare in originale

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Febbraio 2014 1 STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI... 1 1 FINALITÀ... 3 2. INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI...

Dettagli

Politica di valutazione e Pricing di prodotti finanziari emessi dalla Banca di Credito Cooperativo Mediocrati

Politica di valutazione e Pricing di prodotti finanziari emessi dalla Banca di Credito Cooperativo Mediocrati Politica di valutazione e Pricing di prodotti finanziari emessi dalla Banca di Credito Cooperativo Mediocrati (adottata ai sensi delle Linee Guida interassociative per l applicazione delle misure CONSOB

Dettagli

IDEX. Italian Derivatives Energy Exchange: negozia l energia in trasparenza e sicurezza

IDEX. Italian Derivatives Energy Exchange: negozia l energia in trasparenza e sicurezza IDEX Italian Derivatives Energy Exchange: negozia l energia in trasparenza e sicurezza IDEX Introduzione IDEX è il segmento dei derivati energetici di IDEM, il mercato finanziario regolamentato dei derivati

Dettagli

Documento di Sintesi Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini BANCA DELLA BERGAMASCA - CREDITO COOPERATIVO - SOCIETA COOPERATIVA

Documento di Sintesi Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini BANCA DELLA BERGAMASCA - CREDITO COOPERATIVO - SOCIETA COOPERATIVA Documento di Sintesi Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini BANCA DELLA BERGAMASCA - CREDITO COOPERATIVO - SOCIETA COOPERATIVA Delibera C.d.A. del 23 dicembre 2010 LA NORMATIVA MIFID La Markets

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano (Ultimo aggiornamento:10.04.2013) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial

Dettagli

BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Società Cooperativa DOCUMENTO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Società Cooperativa DOCUMENTO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Società Cooperativa DOCUMENTO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Edizione novembre 2011 Aggiornamento marzo 2012 Aggiornamento luglio

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Introduzione Lo scopo di questo documento è fornire informazioni sulla strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini di Mediobanca - Banca di Credito

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Agg. gennaio 2014. INDICE 1. PREMESSA... 3 2. PRINCIPI GUIDA... 4 3. STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI... 4 3.1. SERVIZIO DI RICEZIONE

Dettagli

L offerta di Borsa Italiana per le PMI

L offerta di Borsa Italiana per le PMI L offerta di Borsa Italiana per le PMI Paola Fico Responsabile Regolamentazione Emittenti quotati Borsa Italiana London Stock Exchange Group Convegno di studi Università di Macerata 14 Novembre 2014 I

Dettagli

COMUNICAZIONE TECNICA N. 1

COMUNICAZIONE TECNICA N. 1 COMUNICAZIONE TECNICA N. 1 Data: 21/07/2014 Ora: 00.01 Oggetto: Comunicazioni in materia di compensazione, garanzia e liquidazione La presente Comunicazione Tecnica contiene indicazioni in merito: 1) alla

Dettagli

PRICE LIST PER IL SERVIZIO DI NEGOZIAZIONE IN VIGORE DALLA DATA DI ENTRATA IN PRODUZIONE DELLA PIATTAFORMA MILLENNIUM IT

PRICE LIST PER IL SERVIZIO DI NEGOZIAZIONE IN VIGORE DALLA DATA DI ENTRATA IN PRODUZIONE DELLA PIATTAFORMA MILLENNIUM IT PRICE LIST PER IL SERVIZIO DI NEGOZIAZIONE IN VIGORE DALLA DATA DI ENTRATA IN PRODUZIONE DELLA PIATTAFORMA MILLENNIUM IT 1 SEZIONE N.1: TARIFFARIO INTERMEDIARI 1. Membership Fee 1 Canone Annuale 2 15.000

Dettagli

Strategia. degli ordini

Strategia. degli ordini Strategia di Trasmissione degli ordini Edizione 05/2012 INDICE Premessa 2 Fattori e criteri di esecuzione 2 Strategia di trasmissione degli ordini 2 Trattamento di ordini disposti in particolari condizioni

Dettagli

POLICY STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

POLICY STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Data documento 19/11/2012 Pagina 1/13 POLICY STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA D ALBA CREDITO COOPERATIVO SC Redatto da In collaborazione con Servizio Compliance e Antiriciclaggio

Dettagli

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini -

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Unipol Banca S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: piazza della Costituzione, 2-40128 Bologna (Italia) tel. +39 051 3544111 - fax +39 051 3544100/101 Capitale sociale i.v. Euro 897.384.181 Registro

Dettagli

Gli impatti della MiFID II nell Asset Management: una prospettiva

Gli impatti della MiFID II nell Asset Management: una prospettiva Financial Services Gli impatti della MiFID II nell Asset Management: una prospettiva Crisi Finanziaria/ Impegni del G20 Impatti della tecnologia Integrazioni Comunitarie Nuovo schema di vigilanza EU www.pwc.com/it

Dettagli

ASSOSIM COMUNICATO STAMPA RAPPORTO ASSOSIM PRIMO SEMESTRE 2015. Il primo semestre del 2015 si conclude positivamente:

ASSOSIM COMUNICATO STAMPA RAPPORTO ASSOSIM PRIMO SEMESTRE 2015. Il primo semestre del 2015 si conclude positivamente: VIA ALBERTO DA GIUSSANO, 8 20145 - MILANO TEL. 02/86454996 FAX 02/867898 assosim@assosim.it www.assosim.it ASSOSIM ASSOCIAZIONE ITALIANA INTERMEDIARI MOBILIARI COMUNICATO STAMPA RAPPORTO ASSOSIM PRIMO

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento luglio 2015

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento luglio 2015 DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento luglio 2015 1. PRINCIPI GENERALI IN TEMA DI BEST EXECUTION Il presente documento descrive

Dettagli

Monte Titoli Test di Connettività. v1.0 - Febbraio 2015

Monte Titoli Test di Connettività. v1.0 - Febbraio 2015 Monte Titoli Test di Connettività v1.0 - Febbraio 2015 Page 1 Introduzione Per supportare la piattaforma T2S, Monte Titoli ha predisposto nuovi ambienti dedicati: - Produzione - Avviamento e DR che coesisteranno

Dettagli

Politica di pricing e regole interne per la negoziazione/emissione dei prestiti obbligazionari della Banca

Politica di pricing e regole interne per la negoziazione/emissione dei prestiti obbligazionari della Banca Banca di Credito Cooperativo Dell Alta Brianza Alzate Brianza Società Cooperativa Politica di pricing e regole interne per la negoziazione/emissione dei prestiti obbligazionari della Banca (Adottata ai

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

MiFID. Mercati finanziari europei integrati ed efficienti. La nuova direttiva è in partenza.

MiFID. Mercati finanziari europei integrati ed efficienti. La nuova direttiva è in partenza. MiFID Mercati finanziari europei integrati ed efficienti. La nuova direttiva è in partenza. MiFID: le soluzioni informative In risposta al nuovo scenario introdotto dalla direttiva MiFID, Borsa Italiana

Dettagli

Monte Titoli. L evoluzione dei protocolli di comunicazione. Milano, 24 Settembre 2012. Andrea Zenesini IT Manger

Monte Titoli. L evoluzione dei protocolli di comunicazione. Milano, 24 Settembre 2012. Andrea Zenesini IT Manger Monte Titoli L evoluzione dei protocolli di comunicazione Milano, 24 Settembre 2012 Andrea Zenesini IT Manger Evoluzione della connettività Perché l abbandono del protocollo LU6.2? Standard obsoleto Compatibilità

Dettagli

La realtà di Banca Aletti

La realtà di Banca Aletti CAPIRE CAPIRE E GESTIRE GESTIRE I RISCHI RISCHI FINANZIARI FINANZIARI Sistemi di risk management a confronto: La realtà di Banca Aletti Christian Donati Milano, 7 Novembre 2011 - Sala Convegni S.A.F. SCUOLA

Dettagli

Management mobilità aziendale Schindler Elettronica S.A. Marzio Corda, gruppo di lavoro «Mobilità sostenibile»

Management mobilità aziendale Schindler Elettronica S.A. Marzio Corda, gruppo di lavoro «Mobilità sostenibile» Management mobilità aziendale Schindler Elettronica S.A. Marzio Corda, gruppo di lavoro «Mobilità sostenibile» Situazione iniziale La sede di Locarno della Schindler Elettronica S.A. conta 450 collaboratori.

Dettagli

Regolamento Internalizzatore Sistematico RetLots Exchange. Data di entrata in vigore: 6 ottobre 2014

Regolamento Internalizzatore Sistematico RetLots Exchange. Data di entrata in vigore: 6 ottobre 2014 Internalizzatore Sistematico RetLots Exchange Data di entrata in vigore: 6 ottobre 2014 1 Indice 1. Introduzione... 3 2. Definizioni... 3 3. Categorie di clienti ammessi... 5 4. Regole e strutture organizzative...

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

Oggetto: Osservazioni al documento di Consob in merito alla revisione della Direttiva 2004/39/CE (MiFID) - La disciplina dei mercati.

Oggetto: Osservazioni al documento di Consob in merito alla revisione della Direttiva 2004/39/CE (MiFID) - La disciplina dei mercati. Milano, 25 marzo 2010 Spettabile CONSOB Divisione Mercati Via G. B. Martini, 3 00198 Roma Prot. N. 213/10 Anticipata a mezzo posta elettronica Oggetto: Osservazioni al documento di Consob in merito alla

Dettagli

Regolamento Internalizzatore Sistematico RetLots Exchange

Regolamento Internalizzatore Sistematico RetLots Exchange Regolamento Internalizzatore Sistematico RetLots Exchange Data di entrata in vigore: 6 ottobre 2014 Banca IMI 1 Regolamento Indice 1 INTRODUZIONE 2 DEFINIZIONI 3 CATEGORIE DI CLIENTI AMMESSI 4 REGOLE E

Dettagli

DATA INIZIO OPERATIVITÀ 22 MAGGIO 2009 ORGANIZZAZIONE DEL SISTEMA

DATA INIZIO OPERATIVITÀ 22 MAGGIO 2009 ORGANIZZAZIONE DEL SISTEMA REGOLAMENTO DELL ATTIVITA DI NEGOZIAZIONE PER CONTO PROPRIO SU TITOLI DI STATO ITALIANI E OBBLIGAZIONI DI PROPRIA EMISSIONE SVOLTA DALLA BANCA POPOLARE DELL EMILIA ROMAGNA Soc.Cooperativa DATA INIZIO OPERATIVITÀ

Dettagli

Metodologia di pricing e Regole interne per la emissione/negoziazione dei prestiti obbligazionari emessi dalla BCC

Metodologia di pricing e Regole interne per la emissione/negoziazione dei prestiti obbligazionari emessi dalla BCC Metodologia di pricing e Regole interne per la emissione/negoziazione dei prestiti obbligazionari emessi dalla BCC (assunte in attesa delle definitive Linee Guida Interassociative per l applicazione delle

Dettagli

MiFID POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

MiFID POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI MiFID POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento approvato dal C.d.A. del 19/12/2014 Sommario 1. PREMESSA...3 2. PRINCIPI GUIDA...3 3. STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI...4

Dettagli

Letture obbligatorie: M. Anolli Elementi di Economia del Mercato Mobiliare. Il Mulino, Bologna, 2001 (solo Capitolo 1)

Letture obbligatorie: M. Anolli Elementi di Economia del Mercato Mobiliare. Il Mulino, Bologna, 2001 (solo Capitolo 1) Cenni sulle principali caratteristiche di funzionamento dei mercati secondari Cenni sulla struttura competitiva dell exchange industry Letture obbligatorie: M. Anolli Elementi di Economia del Mercato Mobiliare.

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

Le nuove regole di Best Execution della Mifid

Le nuove regole di Best Execution della Mifid Le nuove regole di Best Execution della Mifid TLX s.p.a. Agosto 2006 Pag. 1 Mifid: le nuove regole di Best Execution (B.E.) Agenda: Principi e obiettivi della Mifid: la centralità delle nuove regole di

Dettagli

Documento di Sintesi della strategia di trasmissione ed esecuzione degli ordini

Documento di Sintesi della strategia di trasmissione ed esecuzione degli ordini Documento di Sintesi della strategia di trasmissione ed esecuzione degli ordini Delibera Cda del 27/10/2011 Ultima revisione Cda del 27/02/2014 Ultima revisione Cda dell 11/06/2015 1. LA NORMATIVA MiFID

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI 1. Premessa Ai sensi della Direttiva 2004/39/CE (MiFID Markets in Financial Instruments Directive), nonché delle relative disposizioni comunitarie di secondo livello e nazionali di attuazione, la Banca

Dettagli

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy 1. INTRODUZIONE Il presente documento definisce e formalizza le modalità ed i criteri adottati da Banca Popolare di Spoleto S.p.A. (di seguito, la Banca

Dettagli

COMUNICATO (30 DICEMBRE 2010)

COMUNICATO (30 DICEMBRE 2010) COMUNICATO (30 DICEMBRE 2010) AI PARTECIPANTI: AL SISTEMA DI GARANZIA A CONTROPARTE CENTRALE AI SISTEMI DI LIQUIDAZIONE E ATTIVITA ACCESSORIE Oggetto: Introduzione del sistema di compensazione e garanzia

Dettagli

Politica per la Negoziazione dei prodotti finanziari emessi dalla Banca della Bergamasca Credito Cooperativo S.c.

Politica per la Negoziazione dei prodotti finanziari emessi dalla Banca della Bergamasca Credito Cooperativo S.c. Politica per la Negoziazione dei prodotti finanziari emessi dalla Banca della Bergamasca Credito Cooperativo S.c. (Adottata ai sensi delle Linee guida interassociative per l applicazione delle misure Consob

Dettagli

Benchmark FTSE/MIB leva 3 e 5 di UniCredit.

Benchmark FTSE/MIB leva 3 e 5 di UniCredit. Codice ISIN: IT0006724766 Codice Negoziazione: UMIB3L Codice ISIN: IT0006724782 Codice Negoziazione: UMIB5L Benchmark FTSE/MIB leva 3 e 5 di UniCredit. Puoi replicare, moltiplicando x3 e x5 la performance

Dettagli

REGOLAMENTO aprile 2014 1

REGOLAMENTO aprile 2014 1 REGOLAMENTO 1 Sommario 1. Strumenti negoziabili... 3 2. Struttura del Sistema... 3 3. Unità Operative e personale addetto... 3 4. Criteri di formazione dei prezzi... 4 5. Regime di trasparenza pre-negoziazione...

Dettagli

Il sostegno finanziario dei progetti di efficienza energetica: le modalità di accesso al credito

Il sostegno finanziario dei progetti di efficienza energetica: le modalità di accesso al credito Il sostegno finanziario dei progetti di efficienza energetica: le modalità di accesso al credito Giuseppe Dasti Coordinatore desk Energia Mediocredito Italiano - Gruppo Intesa Sanpaolo Conferenza FIRE:

Dettagli

Politica di pricing e Regole interne per l emissione /negoziazione dei prestiti obbligazionari emessi dalla

Politica di pricing e Regole interne per l emissione /negoziazione dei prestiti obbligazionari emessi dalla Politica di pricing e Regole interne per l emissione /negoziazione dei prestiti obbligazionari emessi dalla Banca di Credito Cooperativo BERGAMASCA e OROBICA S.c. Deliberata dal C.d.A. del 9 settembre

Dettagli

Metodologia di valutazione e di pricing e Regole Interne per l emissione/negoziazione dei prestiti obbligazionari emessi dalla Cassa Rurale di Trento

Metodologia di valutazione e di pricing e Regole Interne per l emissione/negoziazione dei prestiti obbligazionari emessi dalla Cassa Rurale di Trento Metodologia di valutazione e di pricing e Regole Interne per l emissione/negoziazione dei prestiti obbligazionari emessi dalla Cassa Rurale di Trento 2014 PREMESSA Il presente documento definisce ed illustra

Dettagli

IDEX. Italian Derivatives Energy Exchange: negozia l energia in trasparenza e sicurezza

IDEX. Italian Derivatives Energy Exchange: negozia l energia in trasparenza e sicurezza IDEX Italian Derivatives Energy Exchange: negozia l energia in trasparenza e sicurezza IDEX Introduzione IDEX è il segmento dei derivati energetici di IDEM, il mercato dei derivati di Borsa Italiana, società

Dettagli

Indice. Capitolo 1 La securities industry in Italia: profili introduttivi

Indice. Capitolo 1 La securities industry in Italia: profili introduttivi Presentazione XI Capitolo 1 La securities industry in Italia: profili introduttivi 1.1. Articolazione del capitolo 1 1.2. Alcune definizioni preliminari 2 1.2.1. Premessa 2 1.2.2. Valori mobiliari, strumenti

Dettagli

Documento di sintesi Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini 1. PRINCIPI GENERALI IN TEMA DI BEST EXECUTION Il presente documento descrive le politiche, le procedure, le misure e i meccanismi

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA PADANA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO SOCIETA COOPERATIVA

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA PADANA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO SOCIETA COOPERATIVA DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID CASSA PADANA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO SOCIETA COOPERATIVA (08 giugno 2010) La Markets in Financial Instruments

Dettagli

SeDeX, MOT ed EuroMOT. Mauro Giangrande Borsa Italiana Divisione FI&CW Markets

SeDeX, MOT ed EuroMOT. Mauro Giangrande Borsa Italiana Divisione FI&CW Markets SeDeX, MOT ed EuroMOT Mauro Giangrande Borsa Italiana Contenuti SeDeX MOT EuroMOT 2 Contenuti SeDeX MOT EuroMOT 3 Mercato SeDeX SeDeX: il mercato telematico dei securitised derivatives SeDeX è il mercato

Dettagli

Sintesi Policy di valutazione pricing delle obbligazioni emesse dalla Banca di Credito Cooperativo di Impruneta

Sintesi Policy di valutazione pricing delle obbligazioni emesse dalla Banca di Credito Cooperativo di Impruneta Banca di Credito Cooperativo di Impruneta Sintesi Policy di valutazione pricing delle obbligazioni emesse dalla Banca di Credito Cooperativo di Impruneta Delibera CdA del 09/06/2015 1 INDICE 1. PREMESSA...

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

REGOLAMENTO di EuroTLX

REGOLAMENTO di EuroTLX REGOLAMENTO di EuroTLX APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 20 MAGGIO 2014 DATA DI ENTRATA IN VIGORE: 21 LUGLIO 2014 1 DEFINIZIONI 5 TITOLO 1. DISPOSIZIONI GENERALI... 11 CAPO 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID CASSA RURALE RURALE DI TRENTO Marzo 2014 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

REGOLAMENTO MERCATO OBBLIGAZIONI comunicato alla Consob in data 5 agosto 2011

REGOLAMENTO MERCATO OBBLIGAZIONI comunicato alla Consob in data 5 agosto 2011 REGOLAMENTO MERCATO OBBLIGAZIONI comunicato alla Consob in data 5 agosto 2011 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 2 agosto 2011 Data di entrata in vigore: 8 agosto 2011 Aggiornamento del

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA 1. PRINCIPI GENERALI IN TEMA DI BEST EXECUTION Il presente documento descrive le politiche, le procedure,

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE VAL DI FASSA E AGORDINO 21 dicembre 2012

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE VAL DI FASSA E AGORDINO 21 dicembre 2012 DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE VAL DI FASSA E AGORDINO 21 dicembre 2012 LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

Policy di pricing dei Prestiti Obbligazionari

Policy di pricing dei Prestiti Obbligazionari Policy di pricing dei Prestiti Obbligazionari Versione settembre 2012 La Comunicazione Consob 9019104 del 2 marzo 2009 ha imposto la necessità per le banche di definire un approccio che consenta di individuare

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

I Mercati Regolam entati Telematici e i Corporate Bonds : esperienze a confronto

I Mercati Regolam entati Telematici e i Corporate Bonds : esperienze a confronto I Mercati Regolam entati Telematici e i Corporate Bonds : esperienze a confronto Pietro Poletto Responsabile Fixed Income & Securitised Derivatives Markets Borsa Italiana SpA Verona 2 Luglio 2004 Mercati

Dettagli

ISTRUZIONI DI ATTUAZIONE DEL REGOLAMENTO DEL MERCATO BONDVISION MTF

ISTRUZIONI DI ATTUAZIONE DEL REGOLAMENTO DEL MERCATO BONDVISION MTF ISTRUZIONI DI ATTUAZIONE DEL REGOLAMENTO DEL MERCATO BONDVISION MTF ISTRUZIONI DI ATTUAZIONE DEL TITOLO I DEL REGOLAMENTO (DISPOSIZIONI GENERALI) Art.1. Definizioni (Art. 2 Reg.) 1. Le definizioni di cui

Dettagli

Cassa Rurale ed Artigiana di Boves Banca Di Credito Cooperativo

Cassa Rurale ed Artigiana di Boves Banca Di Credito Cooperativo DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID Cassa Rurale ed Artigiana di Boves Banca Di Credito Cooperativo La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione degli ordini della BANCA DI PESCIA CREDITO COOPERATIVO

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione degli ordini della BANCA DI PESCIA CREDITO COOPERATIVO Documento di sintesi della Strategia di esecuzione degli ordini della BANCA DI PESCIA CREDITO COOPERATIVO Agg. 01/20 /2014 ********** 1 1. PRINCIPI GENERALI IN TEMA DI BEST EXECUTION Il presente documento

Dettagli

Workshop sulle Misure di Livello

Workshop sulle Misure di Livello Workshop sulle Misure di Livello 2 della MiFID II/MiFIR La disciplina dei Mercati: Internalizzatori Sistematici Isadora Tarola Responsabile dell Ufficio Vigilanza Infrastrutture di Mercato CONSOB 22 luglio

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione degli ordini della Banca di Saturnia e Costa d Argento Credito Cooperativo

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione degli ordini della Banca di Saturnia e Costa d Argento Credito Cooperativo Documento di sintesi della Strategia di esecuzione degli ordini della Banca di Saturnia e Costa d Argento Credito Cooperativo ********** 1 1. PRINCIPI GENERALI IN TEMA DI BEST EXECUTION Il presente documento

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0035-83-2015

Informazione Regolamentata n. 0035-83-2015 Informazione Regolamentata n. 0035-83-2015 Data/Ora Ricezione 12 Giugno 2015 21:11:57 MTA Societa' : BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA Identificativo Informazione Regolamentata : 59704 Nome utilizzatore

Dettagli

GRAFICO 9 - ANDAMENTO DEL NUMERO DI COVERED WARRANT QUOTATI

GRAFICO 9 - ANDAMENTO DEL NUMERO DI COVERED WARRANT QUOTATI il mercato dei covered warrant Il Mercato dei Covered Warrant Il trend positivo che caratterizza il numero di covered warrant quotati fin dall ammissione di questi strumenti sul mercato italiano nel 1998

Dettagli

PRIMO SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE

PRIMO SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE Unione di Banche Italiane S.c.p.A. Sede Sociale e Direzione Generale: Bergamo, Piazza Vittorio Veneto, 8 Sedi operative: Brescia e Bergamo Codice Fiscale, Partita IVA ed Iscrizione al Registro delle Imprese

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE SSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE SSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE SSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA ********** CDA 09/11/2011 VALIDITA DAL 10/11/2011 Confermato cda 27/03/2012 DOCUMENTO SULLA STRATEGIA

Dettagli

REGOLAMENTO OPERATIVO. Regolamento interno di negoziazione

REGOLAMENTO OPERATIVO. Regolamento interno di negoziazione REGOLAMENTO OPERATIVO Regolamento interno di negoziazione Argomento: Area Finanziaria Responsabile: Capo Area Finanza Comitato competente: Compliance- und Gesamtbankrisiko-Komitee Autore: Gernot Häufler

Dettagli

Attività dello Specialista

Attività dello Specialista Attività dello Specialista Massimo Turcato Responsabile Equity Capital Markets e Advisory Banca Akros Palermo, 15 novembre 2007 MISSIONE E PRINCIPI COSTITUTIVI DEL MAC Missione Principi costitutivi 1 Forte

Dettagli

INDICE I SINTESI... 2 II PREMESSA... 2 III DISPOSIZIONI GENERALI... 2

INDICE I SINTESI... 2 II PREMESSA... 2 III DISPOSIZIONI GENERALI... 2 STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI IMPARTITI ALLA BANCA NAZIONALE DEL LAVORO S.P.A, GRUPPO BNP PARIBAS, DAI PROPRI CLIENTI AL DETTAGLIO E PROFESSIONALI INDICE I

Dettagli

ANALISI DELLA TRASPARENZA NEI MERCATI OBBLIGAZIONARI EUROPEI MATTEO CASSIANI, CFA

ANALISI DELLA TRASPARENZA NEI MERCATI OBBLIGAZIONARI EUROPEI MATTEO CASSIANI, CFA ANALISI DELLA TRASPARENZA NEI MERCATI OBBLIGAZIONARI EUROPEI MATTEO CASSIANI, CFA Rimini, 18 maggio 2012 Il Quadro Normativo: La Revisione della MiFID La Struttura del Mercato L Esperienza degli Stati

Dettagli

Determinazione della misura della contribuzione dovuta, ai sensi dell art. 40 della legge n. 724/1994, per l esercizio 2016

Determinazione della misura della contribuzione dovuta, ai sensi dell art. 40 della legge n. 724/1994, per l esercizio 2016 Delibera n. 19461 1 Determinazione della misura della contribuzione dovuta, ai sensi dell art. 40 della legge n. 724/1994, per l esercizio 2016 LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA VISTA

Dettagli