Fornitori. > Sostenibilità > Stakeholders > Fornitori

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Fornitori. www.pirelli.com > Sostenibilità > Stakeholders > Fornitori"

Transcript

1 Fornitori Le politiche di gruppo La politica Salute, Sicurezza sul lavoro, Ambiente, Responsabilità Sociale esprime l impegno dell azienda nello stabilire e mantenere attive le procedure necessarie a valutare e selezionare fornitori e sub-fornitori sulla base del loro impegno nel campo della responsabilità sociale e ambientale. La sostenibilità è integrata sia nelle clausole contrattuali applicate dall azienda ai fornitori, sia nelle fasi di Omologazione e Vendor Rating, come più avanti descritto. > Sostenibilità > Stakeholders > Fornitori I processi di acquisto sono esplicitati nel Manuale Acquisti, documento che definisce linee guida e procedure volte a garantire sia la trasparenza dei processi interni che la correttezza negoziale, oltre all integrità e all equità contrattuale nei rapporti tra Azienda e fornitori. Le politiche d acquisto prevedono - per gli interlocutori più rilevanti - contratti di collaborazione di lungo periodo, contratti di partnership e in alcuni casi condivisione delle strategie di crescita. Le clausole contrattuali di sostenibilità Nel 2008 le clausole di sostenibilità, già applicate dal 2006 quale parte integrante delle Condizioni generali di acquisto di beni e servizi, sono state aggiornate al fine di consentirne l implementazione a prescindere dalla sottoscrizione delle Condizioni generali di acquisto da parte del fornitore. In tal modo si coprono tutte le possibili casistiche contrattuali che possano legare l Azienda a un Fornitore di beni/servizi. Più precisamente, le clausole di sostenibilità vengono introdotte in contratti e ordini di acquisto di beni e/o servizi e/o opere, incluse attività in rappresentanza e/o nell interesse della Società, sia con fornitori privati che nei confronti della Pubblica Amministrazione (o enti/società da essa controllati), e ciò indipendentemente dalla sottoscrizione del format Condizioni generali di acquisto. Le clausole prevedono l implementazione delle politiche adottate in tema di sostenibilità: Codice Etico, Linee di condotta, Politica Salute, Sicurezza sul lavoro, Ambiente, Responsabilità Sociale. La conclusione del contratto comporta il diritto di Pirelli a effettuare presso il fornitore audit di verifica del rispetto dei principi e degli impegni condivisi attraverso la sottoscrizione delle clausole medesime. Le clausole di sostenibilità sono tradotte in 22 lingue straniere: ciò al fine di garantire massima chiarezza e trasparenza nei confronti del fornitore in tema di obblighi contrattuali di sostenibilità, che lo stesso assume nei non solo nei rapporti con Pirelli medesima, ma presso la propria sede e nei rapporti con i fornitori. Al fine di garantire la sottoscrizione delle clausole da parte di tutti i fornitori del gruppo in modo accurato e tracciabile, nel segno della massima efficacia ed efficienza di gestione, nel 2008 è stato creato uno strumento IT dedicato esclusivamente alla sottoscrizione delle clausole di sostenibilità da parte dei fornitori. RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE AL 31/12/

2 parte straordinaria bilancio capogruppo BILANCIO consolidato BILANCIO di sostenibilità RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI NOTIZIE PRELIMINARI Tale strumento stato utilizzato in via sperimentale verso quanti prestano materie prime e servizi al Settore Tyre, invitati dal Direttore Acquisti di Settore alla sottoscrizione on-line mediante lettera spedita via ad ognuno, della quale riportiamo il seguente estratto: Gentile Fornitore, Pirelli Tyre, Leader mondiale nella produzione di pneumatici, integra pienamente la Sostenibilità nelle proprie strategie di crescita e competitività. Il nostro approccio sostenibile è formalmente riconosciuto ed apprezzato a livello internazionale, oltreché dai più prestigiosi Indici di Finanzia Etica a livello mondiale, tra cui Dow Jones e Financial Times. Uniformiamo la nostra condotta di business ai Valori e Princìpi enunciati nei documenti Pirelli sulla Sostenibilità, quali il Codice Etico del Gruppo Pirelli, le Linee di Condotta e la Politica di Gruppo Salute, Sicurezza sul Lavoro, Ambiente e Responsabilità Sociale. Siamo proattivamente impegnati nel supporto dei Diritti Umani e del Lavoro universalmente riconosciuti, così come nel miglioramento continuo degli impatti ambientali dei notri processi e prodotti, il tutto nell ambito di attività e relazioni che ogni giorno improntiamo alla massima trasparenza e correttezza. Ci aspettiamo che i nostri Fornitori, quali Partners di rilievo per lo sviluppo del business di Pirelli Tyre, conducano il proprio business rispettando i nostri stessi Principi e Valori, nell ottica di una crescita sostenibile comune. Sul sito web di pirelli Tyre troverà le clausole allegate nella lingua di preferenza, per sottoscrizione (http://sustainability.pirellityre.com). Per accedere al sito, per favore usare la seguente login (XXXXX): e la seguente password: XXXXX Specifichiamo che la mancata accettazione di quanto sopra giustificherà il diniego di rinnovo del/dei contratto/i di fornitura da parte di Pirelli nei cofronti della Sua Azienda. La Lettera così come le clausole sono state sottoposte ai fornitori in lingua locale. Il dialogo col fornitore in caso di dubbi è garantito da un contact a sistema. Nel corso del 2009 il sistema di gestione sarà progressivamente esteso ai fornitori di tutti i business del Gruppo, con operatività e controllo locale da parte dei Buyers e dei CSR Referents, supportati dalle funzioni competenti a livello centrale. La suddivisione degli acquisti per area geografica e tipologia La tabella seguente mostra la suddivisione geografica degli acquisti effettuati dal Gruppo, distinguendo tra Paesi OCSE e non, con il peso delle varie aree sul valore totale. 208 PIRELLI & C. S.p.A. MILANO Homepage del sito web "Suppliers' Sustainability" di Pirelli Tyre

3 SUDDIVISIONE DEGLI ACQUISTI DEL GRUPPO PER AREA GEOGRAFICA % sul numero totale dei Fornitori % sul valore totale degli acquisti Paesi OCSE Europa 51,6% 69,9% 73,1% 50,7% 67% 63% Nord America 1,4% 2,1% 4,0% 1,3% 3% 6% Altri (1) 0,4% 0,2% 0,2% 0,4% 1% 2% Paesi non OCSE America Latina 25,4% 19,0% 19,3% 25,0% 13% 15% Asia 19,4% 7,3% 1,6% 20,9% 15% 12% Africa 1,8% 1,5% 1,8% 1,8% 1% 2% 1 Australia, Nuova Zelanda, Giappone, Corea La tabella seguente mostra invece la suddivisione degli acquisti per tipo di bene acquistato, con il peso delle tipologie di fornitura sul numero totale dei fornitori e sul totale dello speso. SUDDIVISIONE PER TIPOLOGIA DEI BENI E SERVIZI ACQUISTATI DAL GRUPPO % sul numero totale di Fornitori % sul valore totale degli acquisti Materie prime 3% 6% 59% 48% Materiali di consumo 6% 7% 5% 5% Servizi 82% 80% 27% 39% Beni Patrimoniali 9% 7% 10% 8% Va sottolineato che beni e servizi acquistati dal Settore Tyre costituiscono più dell 80% di quanto acquistato dall intero Gruppo. Si è quindi ritenuto opportuno, quest anno come nel bilancio 2007, dedicare un approfondimento ai rapporti di Pirelli Tyre con i propri fornitori. Focus su Pirelli Tyre Di seguito è indicata la suddivisione per tipologia degli acquisti di beni e servizi effettuati da Pirelli Tyre nel , con indicazione del peso in percentuale di detti acquisti sul numero totale di fornitori e sul valore degli acquisti. > Company > Sustainable Development > Stakeholders > Suppliers SUDDIVISIONE ACQUISTI PER TIPOLOGIA DEI BENI E SERVIZI ACQUISTATI DAL SETTORE TYRE % sul numero di fornitori % sul valore totale degli acquisti Materie prime 3% 7% 7% 54% 53% 56% Materiali di consumo 5% 5% 5% 6% 6% 4% Servizi 83% 80% 80% 32% 32% 32% Beni Patrimoniali 9% 8% 8% 9% 9% 8% RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE AL 31/12/

4 parte straordinaria bilancio capogruppo BILANCIO consolidato BILANCIO di sostenibilità RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI NOTIZIE PRELIMINARI Con riferimento alla selezione delle materie prime, al fine di ridurre quanto più possibile l impiego di sostanze pericolose per l uomo e per l ambiente, Pirelli procede a una valutazione sistematica delle caratteristiche ecotossicologiche di qualunque nuovo chemical prima dell introduzione dello stesso nei cicli produttivi. In particolare, anche alla luce delle recenti indicazioni normative europee relative a classificazione, etichettatura e imballaggio delle sostanze e dei preparati pericolosi, Pirelli ha aggiornato la lista delle sostanze che non possono essere utilizzate nei processi produttivi, o per le quali sono stati avviati programmi di sostituzione. Segue una grafica che rappresenta la composizione percentuale del mix di materie prime acquistate da Pirelli Tyre nel 2008: RAW MATERIAL MIX 28% Natural Rubber 13% Steel 11% Textiles Interazione tra Pirelli Tyre e i propri fornitori Il rapporto con i fornitori è definito e vincolato da precisi processi aziendali. Si distinguono in tal senso due fasi fondamentali: omologazione di nuovi fornitori, ove il processo interfunzionale basato su specifiche Norme di qualità conduce all inserimento del materiale/fornitore omologato nell Albo Fornitori (Vendor List, ovvero l elenco dei fornitori omologati per ogni singolo prodotto). I vincoli di sostenibilità sono integrati in questa fase dal Nel 2008 ciò ha comportato la sottoscrizione, di un piano di sviluppo sostenibile da parte di un fornitore strategico. I piani di sviluppo sostenibile possono avere come obiettivi il miglioramento dell impatto ambientale delle attività e/o delle relazioni verso la comunità interna/esterna. In tali situazioni il know-how di Pirelli viene messo a disposizione del fornitore, in modo da creare un piano di crescita qualitativamente adeguato, frutto di dialogo e nell ottica di una crescita sostenibile pienamente condivisa sia nei valori che nelle modalità attuative; monitoraggio del fornitore (Vendor Rating), che viene valutato in base al livello qualitativo delle forniture (monitorato con il software specifico CARMAC), alla qualità del rapporto commerciale, alla collaborazione tecnico-scientifica, alla prestazione riguardo a sicurezza sul lavoro, ambiente e responsabilità sociale attraverso audit in loco e monitoraggio periodico dello stato di avanzamento delle azioni previste nell eventuale piano di miglioramento sottoscritto. 210 PIRELLI & C. S.p.A. MILANO 22% Synt. Rubber 12% Carbon black 14% Chemical

5 Yanzhou, Cina. Supplier Conference RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE AL 31/12/

6 parte straordinaria bilancio capogruppo BILANCIO consolidato BILANCIO di sostenibilità RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI NOTIZIE PRELIMINARI Il Vendor Rating copre oggi tutte le aree merceologiche e geografiche di acquisto ed è utilizzato quale parte integrante nelle negoziazioni commerciali. Le procedure sono seguite da tutto il settore e supportate da un apposito sito web comune, disponibile sul Portale Acquisti, che supporta le Norme (fra cui Manuale Acquisti, Condizioni Generali da applicare ai fornitori), l Albo Fornitori, le survey, il Vendor Rating con i relativi feedback e le conseguenti azioni di sostegno. Il portale permette uniformità di processo e garanzia di trasparenza, oltre a fungere da strumento di comunicazione, formazione continua e knowledge sharing. Dialogo Tanto il dialogo quanto l interazione con i fornitori sono soggetti a continui miglioramenti di processo in termini qualitativi e strumentali. In particolare, i risultati del Vendor Rating vengono periodicamente rivisti e commentati dalla Direzione Acquisti di Settore nell ambito di incontri organizzati con i fornitori stessi per individuare eventuali azioni correttive o migliorative della performance. Ogni contratto di acquisto riporta il nominativo del Buyer di riferimento, affinché l interlocutore abbia sempre a disposizione un canale aziendale per qualsiasi feedback. Nel Novembre 2008 si è tenuta presso Pirelli Tyre China, con sede a Yanzhou, la 1 Conferenza Fornitori Cina, con l obiettivo di far conoscere Pirelli Tyre nel Paese e condividere questioni, soluzioni, metodi e strategie in un ottica di sviluppo. Sono state coinvolte circa 200 società produttrici di materie prime, parti di ricambio, servizi e beni industriali, sia locali, sia grandi gruppi multinazionali, per un totale di oltre 400 partecipanti. Particolare enfasi è stata data alla sostenibilità quale leva competitiva di sviluppo: a seguito di una presentazione sulla Sostenibilità in Pirelli e nei rapporti tra Pirelli ed i propri fornitori, i partecipanti hanno ricevuto copia delle clausole di sostenibilità Pirelli (che includono Politica CSR e Codice Etico) da sottoscrivere, sia in lingua cinese sia in inglese. L iniziativa è stata accolta con successo e numerose sono state le sottoscrizioni di fornitori potenziali che erano presenti all evento. Progetti 2008 e obiettivi 2009 Nel 2008 è sono stati sviluppati e implementati alcuni nuovi progetti volti al miglioramento del processo d acquisto e a supporto del rapporto con i fornitori. In particolare: progetto di Business Intelligence sulle materie prime, che consente di monitorare e gestire in maniera più efficiente gli acquisti per singola categoria merceologica e per singolo fornitore; avvio del progetto di creazione di un Datawarehouse per gli Equipments; sviluppo del sistema di gestione IT per la sottoscrizione delle clausole di sostenibilità da parte dei fornitori, che consente di tracciare le adesioni e gestire le eccezioni in modo puntuale; 212 PIRELLI & C. S.p.A. MILANO

7 progetto One Supplier, volto ad ottenere la massima tracciabilità e separazione dei ruoli nel processo di acquisto, in ottica di Compliance (Legge 262 e 231). Il Progetto Rubber Network - sviluppato nel che consente l automatizzazione del flusso ordini/consegne/fatture tra Pirelli e il fornitore attraverso piattaforme WEB o HUB, il ricorso a documenti Electronic Data Interchange (EDI) e alla scannerizzazione documentale, è proseguito nel 2008 e ha raggiunto il Nord America con l estensione del progetto Order to Invoice. Nel 2009, con specifico riguardo alle forniture di materiali indiretti di produzione, si procederà con lo sviluppo di una piattaforma informatica per il monitoraggio e la gestione della spesa, in ottica di efficienza dei processi. Entro il 2009 si prevedono inoltre la chiusura del progetto One Supplier e l estensione della base fornitori cui si applica il sistema di gestione IT per la sottoscrizione delle clausole di sostenibilità, con coinvolgimento dei Buyers e dei CSR Referent locali. AUDIT di Sostenibilità sui Fornitori Con riferimento alla verifica del rispetto delle clausole di sostenibilità da parte dei fornitori, Pirelli Tyre intende, nel corso del 2009, procedere ad Audit di sostenibilità sui propri Fornitori al fine di coprire il seguente perimetro: 50% dei volumi di gomma naturale acquistata; 50% del fatturato relativo ai servizi acquistati nei cd. Countries of concern (in base alla classificazione EIRIS sono tali i paesi definiti ad alto rischio per corruzione e/o violazione dei diritti umani). RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE AL 31/12/

8 da una situazione di crisi che non ha precedenti nel dopoguerra, noi dobbiamo immaginare la Pirelli fra tre anni e oltre. Cambia il modo di fare industria, e noi Partendo abbiamo focalizzato tutto il nostro piano su una trasformazione dell azienda verso le tecnologie ecocompatibili che ci permettono di affrontare il mercato in modo competitivo. Questo vuol dire una focalizzazione maggiore della ricerca su quello che è la componente verde, vale per i pneumatici, vale per i filtri antiparticolato, vale per tutti i nostri business. Marco Tronchetti Provera

Perché una certificazione sociale di prodotto

Perché una certificazione sociale di prodotto Perché una certificazione sociale di prodotto L esigenza di comunicare in maniera efficace al consumatore il proprio effort in termini di sostenibilità, è un esigenza particolarmente sentita dalle aziende

Dettagli

BtoWeb QS Caratteristiche e funzionalità: BtoWeb QS

BtoWeb QS Caratteristiche e funzionalità: BtoWeb QS www.btoweb.it L unione tra il know-how gestionale e organizzativo maturato in oltre 12 anni di consulenza e l esperienza nell ambito dell informatizzazione dei processi ha consentito a Sinergest lo sviluppo

Dettagli

Ridurre i rischi. Ridurre i costi. Migliorare i risultati.

Ridurre i rischi. Ridurre i costi. Migliorare i risultati. Ridurre i rischi. Ridurre i costi. Migliorare i risultati. Servizi di approvvigionamento professionale. Essere più informati, fare scelte migliori. Achilles procurement toolkit Supporto per la selezione

Dettagli

La Gestione dei dati della Qualità e gli indicatori di Performance.

La Gestione dei dati della Qualità e gli indicatori di Performance. La Gestione dei dati della Qualità e gli indicatori di Performance. E-mail: pferrarini@blulink.com http://it.linkedin.com/in/pferrarini Paolo Ferrarini Sales Manager Blulink Chi è Blulink? una storia che

Dettagli

Gestire il settore dei Gas con SAP Business One

Gestire il settore dei Gas con SAP Business One Utengas Srl - Utilizzata con concessione dell autore. Gestire il settore dei Gas con SAP Business One Partner Nome dell azienda Utengas Industrie Srl Settore Gas tecnici industriali, medicali, alimentari,

Dettagli

Axioma Business Consultant Program

Axioma Business Consultant Program Axioma Business Consultant Program L esclusivo programma Axioma riservato a Consulenti di Direzione, Organizzazione e Gestione Aziendale Le nostre soluzioni, il tuo valore Axioma da 25 anni è partner di

Dettagli

Rendiconto. Il Board di Acquisti & Sostenibilità

Rendiconto. Il Board di Acquisti & Sostenibilità Rendiconto 2013 Rendiconto 2013 Care amiche e amici, Il 2013 è stato un altro anno di conferme e di crescita per Acquisti & Sostenibilità. Abbiamo superato le 50 adesioni da parte delle Imprese e, nonostante

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

L ECCELLENZA NEGLI ACQUISTI Sei moduli efficaci per migliorare il processo di acquisto e accrescere le competenze dei buyers

L ECCELLENZA NEGLI ACQUISTI Sei moduli efficaci per migliorare il processo di acquisto e accrescere le competenze dei buyers L ECCELLENZA NEGLI ACQUISTI Sei moduli efficaci per migliorare il processo di acquisto e accrescere le competenze dei buyers MODULO 2 MODULO 1 L'organizzazione degli acquisti e il ruolo del Buyer Firenze,

Dettagli

BILANCIARSI - Formazione e Consulenza per la legalità e la sostenibilità delle Organizzazioni

BILANCIARSI - Formazione e Consulenza per la legalità e la sostenibilità delle Organizzazioni INTRODUZIONE BilanciaRSI è una società di formazione e consulenza specializzata nei temi della Legalità, della Sostenibilità, della Responsabilità d Impresa e degli Asset Intangibili. Da più di 10 anni

Dettagli

LA GESTIONE DEGLI ACQUISTI. Carta d identità al 31 dicembre 2010. Italia 5.502 Regno Unito 1.534 Stati Uniti 2.276 Altri Paesi 2.874 Totale 12.

LA GESTIONE DEGLI ACQUISTI. Carta d identità al 31 dicembre 2010. Italia 5.502 Regno Unito 1.534 Stati Uniti 2.276 Altri Paesi 2.874 Totale 12. LA GESTIONE DEGLI ACQUISTI Trasferiamo valore economico nella catena di fornitura acquistando volumi consistenti di beni e servizi. Promuoviamo la collaborazione e l efficienza nella catena della fornitura;

Dettagli

2 PRINCIPI E VALORI CAP. 2.0 PRINCIPI E VALORI 2.1 SCOPO 2.2 PRINCIPI. 2.2.1 Inclusività

2 PRINCIPI E VALORI CAP. 2.0 PRINCIPI E VALORI 2.1 SCOPO 2.2 PRINCIPI. 2.2.1 Inclusività Pag. 24 / 69 2 2.1 SCOPO Formalizzare e rendere noti a tutte le parti interessate, i valori ed i principi che ispirano il modello EcoFesta Puglia a partire dalla sua ideazione. 2.2 PRINCIPI Il sistema

Dettagli

CHI SIAMO TALENT Tree,

CHI SIAMO TALENT Tree, CHI SIAMO TALENT Tree, società specializzata nella ricerca e selezione del personale, si propone quale operatore qualificato in grado di supportare i propri interlocutori, aziende e candidati, in un processo

Dettagli

Comunicare e Rendicontare la Corporate Social Responsibility

Comunicare e Rendicontare la Corporate Social Responsibility Comunicare e Rendicontare la Corporate Social Responsibility Il Caso Enel Università degli studi di Verona - Facoltà di Economia Verona, 15 dicembre 2006 Pierluigi Orati CSR Assistant, Enel Spa Le Basi

Dettagli

Progetto Crescita e Sviluppo

Progetto Crescita e Sviluppo Progetto Crescita e Sviluppo Presentazione Progetto O&M / Gennaio 2015 CONERGY.COM CONERGY.IT Conergy Services Conergy è una multinazionale americana con sede ad Amburgo (Germania) 20 anni di esperienza

Dettagli

Risultati 2012 e obiettivi futuri

Risultati 2012 e obiettivi futuri Strategia Risultati 2012 e obiettivi futuri Lo scenario economico mondiale vive ancora in un clima di incertezza. Ciò nonostante, nel 2012, il Gruppo Enel ha conseguito gli obiettivi indicati al mercato,

Dettagli

TOD S S.p.A. crescita dei ricavi dell 1,5% nel primo trimestre 2015.

TOD S S.p.A. crescita dei ricavi dell 1,5% nel primo trimestre 2015. Milano, 13 maggio TOD S S.p.A. crescita dei ricavi dell 1,5% nel primo trimestre. Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del Gruppo Tod s relativo ai primi tre

Dettagli

Politiche Gruppo Biesse. Qualità, Ambiente, Sicurezza e Etica

Politiche Gruppo Biesse. Qualità, Ambiente, Sicurezza e Etica Politiche Gruppo Biesse Qualità, Ambiente, Sicurezza e Etica 1 INDICE 1. INTRODUZIONE, PREMESSE E OBIETTIVI... 3 2. FINALITÀ DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO... 5 2.1 POLITICHE DELLA QUALITÀ... 6 2.3

Dettagli

Norme per l organizzazione - ISO serie 9000

Norme per l organizzazione - ISO serie 9000 Norme per l organizzazione - ISO serie 9000 Le norme cosiddette organizzative definiscono le caratteristiche ed i requisiti che sono stati definiti come necessari e qualificanti per le organizzazioni al

Dettagli

LEADERSCHIP,INNOVAZIONE E COMPETITIVITA : IL CASO PIRELLI

LEADERSCHIP,INNOVAZIONE E COMPETITIVITA : IL CASO PIRELLI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI URBINO CARLO BO FACOLTA DI ECONOMIA CORSO DI STRATEGIA D IMPRESA 2010-2011 LEADERSCHIP,INNOVAZIONE E COMPETITIVITA : IL CASO PIRELLI a cura di: Del Prete Alessandro Montoni Monia

Dettagli

vision CHI SIAMO MISSION Pagina 1

vision CHI SIAMO MISSION Pagina 1 company profile vision chi siamo mission back office rete distributiva struttura e modello organizzativo processi di certificazione collaboratori e accreditamento presso partner prestitosi governance e

Dettagli

RIGHT HUB LA START-UP INNOVATIVA A SUPPORTO DELL ECONOMIA SOCIALE NATA PER FACILITARE L INTERFUSIONE TRA PROFIT E NON PROFIT.

RIGHT HUB LA START-UP INNOVATIVA A SUPPORTO DELL ECONOMIA SOCIALE NATA PER FACILITARE L INTERFUSIONE TRA PROFIT E NON PROFIT. RIGHT HUB LA START-UP INNOVATIVA A SUPPORTO DELL ECONOMIA SOCIALE NATA PER FACILITARE L INTERFUSIONE TRA PROFIT E NON PROFIT. UN MONDO PIÙ GIUSTO È UN IMPRESA POSSIBILE. LE IMPRESE FOR PROFIT E L ECONOMIA

Dettagli

ROSSANA REVELLO CHIAPPE REVELLO RELATORE AGENZIA GENOVA, 16 SETTEMBRE 2014

ROSSANA REVELLO CHIAPPE REVELLO RELATORE AGENZIA GENOVA, 16 SETTEMBRE 2014 COMUNICARE LA SOSTENIBILITÀ STRUMENTI, STANDARD E MODELLI PER RENDICONTARE E VALORIZZARE L IMPEGNO DI UN ORGANIZZAZIONE IN MATERIA DI RESPONSABILITÀ AMBIENTALE, SOCIALE ED ECONOMICA. GENOVA, 16 SETTEMBRE

Dettagli

TecAlliance: il successo di essere indipendenti!

TecAlliance: il successo di essere indipendenti! TecAlliance: il successo di essere indipendenti! Soluzioni consolidate e standard per il libero mercato degli autoricambi Evoluzione Processi integrati Sviluppo Sfida del mercato Sostenibilità Esperienza

Dettagli

Sviluppo. Canali di comunicazione

Sviluppo. Canali di comunicazione DEVELOPING ManaGERIAL EXCELLENCE - DME Italia Germania Giappone Grecia Francia UK 2007 10 4 1 2 1 2 1 1 22 2006 13 1 1 1 2 18 2005 10 1 1 1 19 Romania China Turchia Brasile Russia Canada TOTALE Riepilogo

Dettagli

TOD S S.p.A. crescita dei ricavi del 6,2% nei primi nove mesi del 2015 con margine EBITDA del 20,3%

TOD S S.p.A. crescita dei ricavi del 6,2% nei primi nove mesi del 2015 con margine EBITDA del 20,3% Milano, 11 novembre 2015 TOD S S.p.A. crescita dei ricavi del 6,2% nei primi nove mesi del 2015 con margine EBITDA del 20,3% Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione

Dettagli

tessere buoni valori L applicazione web che permette di monitorare la sostenibilità della propria catena di fornitura.

tessere buoni valori L applicazione web che permette di monitorare la sostenibilità della propria catena di fornitura. tessere buoni valori L applicazione web che permette di monitorare la sostenibilità della propria catena di fornitura. La nostra mission Le aziende hanno bisogno di collaborare e comunicare con i propri

Dettagli

25/11/14 ORGANIZZAZIONE AZIENDALE. Tecnologie dell informazione e controllo

25/11/14 ORGANIZZAZIONE AZIENDALE. Tecnologie dell informazione e controllo ORGANIZZAZIONE AZIENDALE 1 Tecnologie dell informazione e controllo 2 Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale IT e coordinamento esterno IT e

Dettagli

LOGISAN S.p.A. Company Profile

LOGISAN S.p.A. Company Profile Company Profile tel.0552373019 - fax tel. 0552374069 - Pag. 1/7 Chi Siamo Nata nel 2004 dall'esigenza di un gruppo di strutture sanitarie Logisan è un azienda che aggrega il potere di acquisto e mette

Dettagli

Il Gruppo BF Forniture Ufficio srl: Prodotti Per Ufficio - Toshiba Sistemi Evoluti di Comunicazione - Alcatel Lucent Web Solutions - Faro Media

Il Gruppo BF Forniture Ufficio srl: Prodotti Per Ufficio - Toshiba Sistemi Evoluti di Comunicazione - Alcatel Lucent Web Solutions - Faro Media Company Profile Il Gruppo BF Forniture Ufficio srl: Prodotti Per Ufficio - Toshiba Sistemi Evoluti di Comunicazione - Alcatel Lucent Web Solutions - Faro Media BF Nomitel srl: Voce, Dati, Internet, Telefonia

Dettagli

Lettera di adesione all iniziativa Sportelli in Rete. considerato che

Lettera di adesione all iniziativa Sportelli in Rete. considerato che Lettera di adesione all iniziativa Sportelli in Rete considerato che - il Ministero dell Economia e delle Finanze, con il D.M. 24 febbraio 2000 e con il successivo D.M. 2 maggio 2001, ha deliberato di

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA

ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA Allegato 2 Offerta Tecnica Pag. 1 di 9 ALLEGATO 2 - OFFERTA TECNICA La busta B - Gara a procedura aperta ai sensi del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i per l affidamento dei servizi per

Dettagli

La sezione riconduce i temi trattati all interno del rapporto all esperienza internazionale del GRI G4 e del UN Global Compact.

La sezione riconduce i temi trattati all interno del rapporto all esperienza internazionale del GRI G4 e del UN Global Compact. Tavole riassuntive TAVOLE RIASSUNTIVE La sezione riconduce i temi trattati all interno del rapporto all esperienza internazionale del GRI G4 e del UN Global. ELEMENTI DI REPORTING Il Bilancio di Sostenibilità

Dettagli

ATS CONSORZIO ARTEMIDE. Consorzio Artemide. Finanzia e Servizi Srl. Innovazione Qualità e Servizi S.r.l. Servizi Avanzati Srl. DAISY-NET S. c. a r. l.

ATS CONSORZIO ARTEMIDE. Consorzio Artemide. Finanzia e Servizi Srl. Innovazione Qualità e Servizi S.r.l. Servizi Avanzati Srl. DAISY-NET S. c. a r. l. Aiuti a Sostegno dei Partenariati Regionali per l Innovazione Modello 14B Presentazione conclusiva del progetto Allegato n. 21 Consorzio Artemide Finanzia e Servizi Srl Innovazione Qualità e Servizi S.r.l.

Dettagli

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Accordi verticali e pratiche concordate SVILUPPO PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Il progetto nasce da una valutazione strategica circa l esigenza di approfondire la tematica

Dettagli

SUPPLY CHAIN MANAGEMENT

SUPPLY CHAIN MANAGEMENT Esperienza e Innovazione SUPPLY CHAIN MANAGEMENT L approccio proposto da M&IT per il miglioramento degli Acquisti e per l integrazione dei Fornitori Consulenza di Direzione Risorse Umane Sistemi Normati

Dettagli

Come passare dal budget tradizionale al piano d azione annuale: il caso GDO

Come passare dal budget tradizionale al piano d azione annuale: il caso GDO Come passare dal budget tradizionale al piano d azione annuale: il caso GDO di Massimo Lazzari e Davide Mondaini (*) L evoluzione rapida e irreversibile dei contesti di riferimento in cui le aziende si

Dettagli

Managed Print Services

Managed Print Services Managed Print Services Il servizio SmartPage di gestione dei dispositivi di stampa è un investimento sicuro e permette di ottenere vantaggi economici immediati Risparmiare con Errebian Un incontro con

Dettagli

GEPRIM Snc. Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio. www.geprim.it

GEPRIM Snc. Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio. www.geprim.it GEPRIM Snc Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio Geprim per il Settore Creditizio Il settore del credito e la figura del mediatore creditizio hanno subito notevoli cambiamenti nel

Dettagli

Il progetto: gli obiettivi

Il progetto: gli obiettivi Il progetto: gli obiettivi Creazione di una piattaforma sviluppata dalla Fondazione Global Compact Network Italia (Fondazione GCNI) per sostenere le imprese aderenti nella raccolta e condivisione di informazioni

Dettagli

Le misure ambientali più efficaci ed ecoinnovative per il miglioramento delle performance ambientali

Le misure ambientali più efficaci ed ecoinnovative per il miglioramento delle performance ambientali Premi EMAS 2014 Informazioni di base Le misure ambientali più efficaci ed ecoinnovative per il miglioramento delle performance ambientali Introduzione Il Premio Europeo EMAS è il riconoscimento più prestigioso

Dettagli

Comune di Ferrara. Progetto PRO-EE. Work Package 3 Joint Procurement Schemes

Comune di Ferrara. Progetto PRO-EE. Work Package 3 Joint Procurement Schemes Comune di Ferrara Progetto PRO-EE Work Package 3 Joint Procurement Schemes Sintesi delle principali tipologie di joint procurement e delle possibili forme di finanziamento Cremona, 10 ottobre 2008 Forum

Dettagli

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento APPROFONDIMENTO ICT Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Approfondimento OBIETTIVI, STRATEGIE E TATTICHE DI MARKETING ON-LINE: L INTERNET MARKETING PLAN ORGANISMO BILATERALE

Dettagli

FORMULARIO E GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PIANI DI POTENZIAMENTO

FORMULARIO E GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PIANI DI POTENZIAMENTO ALLEGATO 3 POR SARDEGNA 2000-2006 MISURA 4.2 P.A. PER L IMPRESA: ANIMAZIONE, SERVIZI REALI, SEMPLIFICAZIONE, INFRASTRUTTURAZIONE SELETTIVA AZIONE 4.2.B SERVIZI REALI ALLE PMI PROGRAMMA SERVIZI PER IL POTENZIAMENTO

Dettagli

I Sistemi di Gestione per la Sicurezza

I Sistemi di Gestione per la Sicurezza I Sistemi di Gestione per la Sicurezza OHSAS 18001, Rischi Rilevanti, Antincendio, Sistemi di Gestione Integrati Luca Fiorentini TECSA Sommario Presentazione... 9 1. INTRODUZIONE 15 2. SCOPO E CAMPO DI

Dettagli

Gli stakeholder Fornitori

Gli stakeholder Fornitori Gli stakeholder Fornitori Fornitori Trasparenza, imparzialità, correttezza e presidio dei principi di sostenibilità sono alla base delle attività di approvvigionamento dei beni e dei servizi aziendali.

Dettagli

Programma per le soluzioni dei Partner di Altair HyperWorks

Programma per le soluzioni dei Partner di Altair HyperWorks Programma per le soluzioni dei Partner di Altair HyperWorks Domande frequenti (FAQ) Introduzione ad Altair Altair Engineering, Inc. promuove processi di innovazione tecnologica e di decision-making proponendo

Dettagli

AZIONI MIRATE PER LA TRASPARENZA

AZIONI MIRATE PER LA TRASPARENZA ALLEGATO C PROVINCIA DI MANTOVA SETTORE RISORSE SVILUPPO ORGANIZZATIVO E AFFARI ISTITUZIONALI AZIONI MIRATE PER LA TRASPARENZA 1 Mattiamoci la faccia: customer sui L ente ha già attivato un sistema di

Dettagli

DICHIARAZIONE SULLA POLICY UNILEVER PER I DIRITTI UMANI

DICHIARAZIONE SULLA POLICY UNILEVER PER I DIRITTI UMANI DICHIARAZIONE SULLA POLICY UNILEVER PER I DIRITTI UMANI Crediamo che un business sano possa unicamente fiorire in società in cui i diritti umani sono protetti e rispettati. Riconosciamo che qualsiasi tipo

Dettagli

DCO 10/10 LINEE GUIDA PER L ORGANIZZAZIONE DI UN

DCO 10/10 LINEE GUIDA PER L ORGANIZZAZIONE DI UN DCO 10/10 LINEE GUIDA PER L ORGANIZZAZIONE DI UN SISTEMA DI MONITORAGGIO DEI MERCATI DELLA VENDITA AL DETTAGLIO DELL ENERGIA ELETTRICA E DEL GAS NATURALE Osservazioni e proposte ANIGAS Milano, 10 giugno

Dettagli

"Pure Performance" per i Partner. Una direzione chiara per una crescita comune

Pure Performance per i Partner. Una direzione chiara per una crescita comune "Pure Performance" per i Partner Una direzione chiara per una crescita comune 2 "Pure Performance" per i Partner "Pure Performance" per i Partner 3 Alfa Laval + Partner Valore per il Cliente Partner per

Dettagli

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business.

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. ACCREDITED PARTNER 2014 Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Gariboldi Alberto Group Srl è una realtà

Dettagli

Company Profile. L' idea. www.atelier98.com

Company Profile. L' idea. www.atelier98.com www.atelier98.com Company Profile L' idea I PRINCIPI FONDAMENTALI : L informatica può aiutare molto le aziende nella competizione globale ma i maggiori vantaggi si possono ottenere se le applicazioni risultano

Dettagli

Maggio 2014. Silvia Colombo, Jenny.Avvocati

Maggio 2014. Silvia Colombo, Jenny.Avvocati Maggio 2014 Prime riflessioni sul recepimento degli Orientamenti EIOPA, attuativi della direttiva Solvency II: l IVASS modifica il Regolamento n. 20/2008 Silvia Colombo, Jenny.Avvocati L iter delle modifiche

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA COMUNICATO STAMPA Siglato il quinto accordo tra il Gruppo bancario e Piccola Industria Confindustria DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE

Dettagli

FATTURAZIONE ELETTRONICA ARCHIVIAZIONE SOSTITUTIVA

FATTURAZIONE ELETTRONICA ARCHIVIAZIONE SOSTITUTIVA FATTURAZIONE ELETTRONICA ARCHIVIAZIONE SOSTITUTIVA 1) Fatturazione EDI 2) Fatturazione via PEC 3) Fatturazione via Mail ordinaria 4) Fatturazione tramite posta ordinaria EDI: Electronic Data Interchange

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO Sommario

ISTRUZIONI PER L USO Sommario ISTRUZIONI PER L USO Sommario PRESENTAZIONE... 2 DESCRIZIONE... 3 PROFILO UTENTE... 5 PAGINA AZIENDA... 6 PAGINA ASSOCIAZIONE... 9 DISCUSSIONI...12 GESTIONE AZIENDALE...13 DOMANDE...14 MERCATO DEL LAVORO...15

Dettagli

Sistema di Gestione Integrato ISTRUZIONE OPERATIVA CONSUNTIVAZIONE ON - LINE ISO 9001:2000 ISO 14001:2004

Sistema di Gestione Integrato ISTRUZIONE OPERATIVA CONSUNTIVAZIONE ON - LINE ISO 9001:2000 ISO 14001:2004 Pag. 1 di 8 1. OBBIETTIVI 2. DESTINATARI 3. CAMPI DI APPLICAZIONE 4. MODALITA OPERATIVE FORNITORE 4.1. Accesso al Sistema...2 4.2. Maschera Principale...3 4.3. Inserimento consuntivo...3 4.4. Non Approvazione

Dettagli

Professione Welfare. Gestione e sviluppo del welfare in azienda CORSO DI ALTA FORMAZIONE. Milano - II edizione

Professione Welfare. Gestione e sviluppo del welfare in azienda CORSO DI ALTA FORMAZIONE. Milano - II edizione CORSO DI ALTA FORMAZIONE Professione Welfare Gestione e sviluppo del welfare in azienda Milano - II edizione Università Cattolica del Sacro Cuore ALTIS - Alta Scuola Impresa e Società 6 giornate di lezione

Dettagli

Di seguito vengono sinteticamente illustrati alcuni esempi del sistema di eccellenza adottato:

Di seguito vengono sinteticamente illustrati alcuni esempi del sistema di eccellenza adottato: solo i pensionati ma non è legato alla crescita salariale) e nel Settore Tyre in Germania (piano chiuso ai nuovi assunti a partire dal 1982). Altri fondi a beneficio definito, le cui passività non sono

Dettagli

REPUTATION FORUM ITALIA

REPUTATION FORUM ITALIA Reputation Institute Barilla REPUTATION FORUM ITALIA Parma, 11 settembre 2012 La Reputazione è il #1 Driver di Valore Per quale motivo la Reputazione è il primo driver di valore per un azienda? Quali sono

Dettagli

Confindustria: le fondamenta etiche e valoriali La Riforma e il nuovo Codice Etico

Confindustria: le fondamenta etiche e valoriali La Riforma e il nuovo Codice Etico Vision Confindustria partecipa al processo di sviluppo della società italiana contribuendo all affermazione di un sistema imprenditoriale innovativo, internazionalizzato e sostenibile, capace di promuovere

Dettagli

TOD S S.p.A. crescita dei ricavi dell 1% circa nel terzo trimestre del 2014; margine EBITDA del 21,7% nei 9 mesi, a cambi costanti

TOD S S.p.A. crescita dei ricavi dell 1% circa nel terzo trimestre del 2014; margine EBITDA del 21,7% nei 9 mesi, a cambi costanti Milano, 12 novembre 2014 TOD S S.p.A. crescita dei ricavi dell 1% circa nel terzo trimestre del 2014; margine EBITDA del 21,7% nei 9 mesi, a cambi costanti Approvato dal Consiglio di Amministrazione il

Dettagli

La sicurezza degli appalti

La sicurezza degli appalti La sicurezza degli appalti Il Committente sicuro: Il caso Enel Lucia Zingaretti Unità Safety Enel Ancona, 12 giugno 2012 Agenda 1 Company Profile 2 La cultura della sicurezza di Enel 3 Il Progetto Nine

Dettagli

Principi Guida per i Fornitori

Principi Guida per i Fornitori Principi Guida per i Fornitori Coca-Cola HBC SA e le sue controllate e partecipate (qui di seguito Coca-Cola Hellenic o collettivamente la Società ), quale organizzazione molto attenta al rispetto dell

Dettagli

Essere leader nella Green Economy. Percorso formativo

Essere leader nella Green Economy. Percorso formativo Essere leader nella Green Economy Percorso formativo L urgenza di innovare il modello produttivo e di mercato che ha causato la crisi economica e ambientale che stiamo vivendo, sta aprendo spazi sempre

Dettagli

REGISTRO DEI DATORI DI LAVORO SOCIALMENTE RESPONSABILI ai sensi dell art. 15 della L. R. n. 30/2007

REGISTRO DEI DATORI DI LAVORO SOCIALMENTE RESPONSABILI ai sensi dell art. 15 della L. R. n. 30/2007 Dipartimento Istruzione, Formazione e Lavoro Settore Politiche del Lavoro e delle Migrazioni UO MONITORAGGIO E ANALISI REGISTRO DEI DATORI DI LAVORO SOCIALMENTE RESPONSABILI ai sensi dell art. 15 della

Dettagli

EXPO BANDO. entaree. per. 1 di 8

EXPO BANDO. entaree. per. 1 di 8 EXPO MILANO 201 5 BANDO Buone Pratiche di Sviluppo Sostenibile per la Sicurezza Alime entaree 1 di 8 1. PREMESSA Lo Sviluppo Sostenibile è un processo di cambiamento tale per cui lo sfruttamento delle

Dettagli

INNOVAZIONE E RICERCA AL SERVIZIO DELLE AZIENDE E DELLE PERSONE

INNOVAZIONE E RICERCA AL SERVIZIO DELLE AZIENDE E DELLE PERSONE INNOVAZIONE E RICERCA AL SERVIZIO DELLE AZIENDE E DELLE PERSONE OD&M Consulting è una società di consulenza specializzata nella gestione e valorizzazione delle persone e nella progettazione di sistemi

Dettagli

AUTOMOBILE CLUB D ITALIA. DIREZIONE CENTRALE AMMINISTRAZIONE E FINANZA Ufficio Contabilità Periferiche. Sigg. DIRETTORI UFFICI PROVINCIALI

AUTOMOBILE CLUB D ITALIA. DIREZIONE CENTRALE AMMINISTRAZIONE E FINANZA Ufficio Contabilità Periferiche. Sigg. DIRETTORI UFFICI PROVINCIALI AUTOMOBILE CLUB D ITALIA DIREZIONE CENTRALE AMMINISTRAZIONE E FINANZA Ufficio Contabilità Periferiche Sigg. DIRETTORI UFFICI PROVINCIALI e, p.c. Sigg. DIRETTORI REGIONALI E INTERREGIONALI Sigg. DIRETTORI

Dettagli

TENDENZE EVOLUTIVE NEL MERCATO DEGLI ACQUISTI DELLA PA: L OSSERVATORIO i-faber

TENDENZE EVOLUTIVE NEL MERCATO DEGLI ACQUISTI DELLA PA: L OSSERVATORIO i-faber TENDENZE EVOLUTIVE NEL MERCATO DEGLI ACQUISTI DELLA PA: L OSSERVATORIO i-faber FORUM PA 2010 20 maggio 2010 11 CHI SIAMO Tra i primi 6 operatori mondiali* nella fornitura di servizi e soluzioni per la

Dettagli

Rapporto sulla implementazione della Carta

Rapporto sulla implementazione della Carta Rapporto sulla implementazione della Carta Il Rapporto sul grado di implementazione degli impegni assunti con la sottoscrizione della Carta per le Pari Opportunità e l Uguaglianza sul lavoro è un rendiconto

Dettagli

ASSOCIAZIONE ANTICRISI NETWORK PROFESSIONALE CODICE ETICO

ASSOCIAZIONE ANTICRISI NETWORK PROFESSIONALE CODICE ETICO ASSOCIAZIONE ANTICRISI NETWORK PROFESSIONALE CODICE ETICO PREMESSA L Associazione "ANTICRISI NETWORK PROFESSIONALE o più brevemente ANTICRISI.NET, ha scelto di dotarsi di un Codice Etico. Adottare un Codice

Dettagli

UN SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE MODERNO, EQUO, SOSTENIBILE E UNIVERSALE

UN SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE MODERNO, EQUO, SOSTENIBILE E UNIVERSALE UN SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE MODERNO, EQUO, SOSTENIBILE E UNIVERSALE - 1 - Il SSN è un valore per tutti gli italiani. Concorrere a migliorarlo continuamente è un impegno di tutti: Medici, Pazienti,

Dettagli

Logistics Provider Service SPECIALIZZATA NEI SERVIZI LOGISTICI PERSONALIZZATI PER I SETTORI DELLA MECCANICA E AUTOMOTIVE

Logistics Provider Service SPECIALIZZATA NEI SERVIZI LOGISTICI PERSONALIZZATI PER I SETTORI DELLA MECCANICA E AUTOMOTIVE Logistics Provider Service SPECIALIZZATA NEI SERVIZI LOGISTICI PERSONALIZZATI PER I SETTORI DELLA MECCANICA E AUTOMOTIVE LA LOGISTICA E IL NOSTRO CORE BUSINESS LA COMPETENZA DEI GRANDI LA FLESSIBILITA

Dettagli

Fatturazione elettronica: nuovi obblighi, adempimenti ed opportunità per le imprese. Genova, 25 settembre 2014

Fatturazione elettronica: nuovi obblighi, adempimenti ed opportunità per le imprese. Genova, 25 settembre 2014 Fatturazione elettronica: nuovi obblighi, adempimenti ed opportunità per le imprese Genova, 25 settembre 2014 IL GRUPPO STADA Il gruppo STADA è una multinazionale operante nel settore farmaceutico, fondata

Dettagli

LA RESPONSABILITÀ SOCIALE DELLE IMPRESE CORPORATE SOCIAL RESPONSABILITY

LA RESPONSABILITÀ SOCIALE DELLE IMPRESE CORPORATE SOCIAL RESPONSABILITY Attenzione: la Guida che state stampando è aggiornata al 10/10/2007. I file allegati con estensione.doc,.xls,.pdf,.rtf, etc. non verranno stampati automaticamente; per averne copia cartacea è necessario

Dettagli

Responsabilità e competitività

Responsabilità e competitività Investire nella finanza sostenibile e responsabile Responsabilità e competitività R e l a t o r e : Irene Bengo P o s t D o c P o l i t e c n i c o d i M i l a n o Sommario: Responsabilità Sociale d'impresa

Dettagli

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking INFORMAZIONE FORMAZIONE E CONSULENZA benchmark ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking ACQUISTO DI SERVIZI DI TRASPORTO MERCI E DI LOGISTICA DI MAGAZZINO In collaborazione con Acquisto di

Dettagli

Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi

Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi 2 Pure Performance La nostra Cultura Alfa Laval è un azienda focalizzata sul cliente e quindi sul prodotto con una forte cultura

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA 2015-2017

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA 2015-2017 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA 2015-2017 (deliberato dal C. di A. nella seduta del 19 giugno 2015) 1 1 - Introduzione e normativa di riferimento Il Programma triennale per la trasparenza e l integrità

Dettagli

DARE VALORE ALLE IMPRESE

DARE VALORE ALLE IMPRESE DARE VALORE ALLE IMPRESE Estero, crescita, nuova imprenditoria Accordo Intesa Sanpaolo - Confindustria Piccola Industria indice 2 UN IMPEGNO COMUNE PER LA CRESCITA 3 I PUNTI CHIAVE DEL NUOVO ACCORDO 4

Dettagli

Gli scopi sono l eliminazione degli sprechi, il mantenimento di un ambiente pulito e lo stimolo a perseguire giorno per giorno l efficienza

Gli scopi sono l eliminazione degli sprechi, il mantenimento di un ambiente pulito e lo stimolo a perseguire giorno per giorno l efficienza l obiettivo di selezionare e sviluppare le migliori proposte di strategie innovative per approcciare i nuovi mercati internazionali e le nuove modalità di gestione dei rapporti tra clienti, partner e stakeholders.

Dettagli

L'architettura di un blended e-learning efficace (parte 2)

L'architettura di un blended e-learning efficace (parte 2) L'architettura di un blended e-learning efficace (parte 2) Nel precedente approfondimento è stata evidenziata l'importanza di definire un'architettura per un percorso di blended e-learning (bl-el): questo

Dettagli

LA RELAZIONE DI MISSIONE

LA RELAZIONE DI MISSIONE SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO SUL CODICE ETICO E SULLE LINEE GUIDA DI COMPORTAMENTO DELLA REGIONE PIEMONTE PER GLI ENTI ED ISTITUTI NON PROFIT LA RELAZIONE DI MISSIONE Torino, 22 aprile 2010 Dott. Giuseppe

Dettagli

QUALIFICAZIONE DEI FORNITORI E DEGLI APPALTI. Soluzioni, servizi di consulenza e business process outsourcing

QUALIFICAZIONE DEI FORNITORI E DEGLI APPALTI. Soluzioni, servizi di consulenza e business process outsourcing QUALIFICAZIONE DEI FORNITORI E DEGLI APPALTI Soluzioni, servizi di consulenza e business process outsourcing 0 La qualificazione dei Fornitori e degli Appalti Valutare attraverso la raccolta e l analisi

Dettagli

queste domande e l importanza delle loro risposte, per quanto concerne questo lavoro.

queste domande e l importanza delle loro risposte, per quanto concerne questo lavoro. ABSTRACT La presenti tesi affronterà i problemi legati ai diritti umani, focalizzandosi specificatamente sul trattamento e lo sviluppo di questi diritti in Cina e nelle sue due Regioni Amministrative Speciali,

Dettagli

Area Applicativa: Qualità

Area Applicativa: Qualità Il software progettato e sviluppato per gestire in modo del tutto informatizzato le attività relative al controllo qualità aziendale. Un applicazione specifica che consente di raccogliere dati, analizzarli

Dettagli

Supply Chain nell azienda estesa della conoscenza. L'E-Procurement nell'azienda estesa della conoscenza. Agenda. Il Gruppo Snaidero

Supply Chain nell azienda estesa della conoscenza. L'E-Procurement nell'azienda estesa della conoscenza. Agenda. Il Gruppo Snaidero BICOCCA PER LE IMPRESE seminario Tecnologie Informatiche e Supply Chain Management (SCM), Università di Milano Bicocca 18.09.2003 Milano, 18 Settembre 2003 Supply Chain nell azienda estesa della conoscenza

Dettagli

Il software paghe per professionisti e associazioni di categoria PROFESSIONISTI E ASSOCIAZIONI

Il software paghe per professionisti e associazioni di categoria PROFESSIONISTI E ASSOCIAZIONI PAGHE WEB Il software paghe per professionisti e associazioni di categoria PROFESSIONISTI E ASSOCIAZIONI AUTOMATICO Cedolino? Click. Fatto! Paghe Web Zucchetti è una soluzione che facilita l operatività

Dettagli

Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del Gruppo Tod s relativo ai primi tre mesi del 2013

Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del Gruppo Tod s relativo ai primi tre mesi del 2013 Sant Elpidio a Mare, 14 maggio TOD S S.p.A. Forte crescita dei ricavi all estero (Cina: +55,4%, Americhe: +31%). Italia: -26,7%. Solida crescita nei DOS (+16,8%). Confermata l ottima redditività del Gruppo,

Dettagli

CHIEF NETWORK & SALES OFFICE LINEE EVOLUTIVE ORGANIZZAZIONE UFFICIO POSTALE

CHIEF NETWORK & SALES OFFICE LINEE EVOLUTIVE ORGANIZZAZIONE UFFICIO POSTALE CHIEF NETWORK & SALES OFFICE LINEE EVOLUTIVE ORGANIZZAZIONE UFFICIO POSTALE Roma, 19 febbraio 2007 1 Contenuti del documento 1. Linee di contesto 2. Ipotesi organizzative e focus sperimentazione 3. Prossimi

Dettagli

Monitoraggio di primo livello di avvio del ciclo della performance per l anno 2015

Monitoraggio di primo livello di avvio del ciclo della performance per l anno 2015 Organismo Indipendente di Valutazione Sede, 03.04.2015 Pr. 88 PRESIDENTE Dott. Riccardo Maria Monti DIRETTORE GENERALE Dott. Roberto Luongo E,p.c.: Presidenza Direzione Generale Dott. Gianpaolo Bruno Dott.

Dettagli

Sintesi del Bilancio Preventivo di Sostenibilità 2013

Sintesi del Bilancio Preventivo di Sostenibilità 2013 Sintesi del Bilancio Preventivo di Sostenibilità 2013 Oltre al Bilancio Consuntivo di Sostenibilità, Unicoop Tirreno utilizza dal 2009 un altro strumento formalizzato di gestione della responsabilità sociale

Dettagli

STRATEGIE DI SOURCING E PROCUREMENT

STRATEGIE DI SOURCING E PROCUREMENT STRATEGIE DI SOURCING E PROCUREMENT CICLO BUYER Date e Sedi Milano, sede da definire 20/02/2014 dalle ore 10:30 alle ore 17:30 21/02/2014 dalle ore 09:30 alle ore 16:30 Roma, sede da definire 06/03/2014

Dettagli

Le attività generatrici di valore nelle e-company: dalla catena alla rete del valore nelle relazioni intersistemiche

Le attività generatrici di valore nelle e-company: dalla catena alla rete del valore nelle relazioni intersistemiche Le attività generatrici di valore nelle e-company: dalla catena alla rete del valore nelle relazioni intersistemiche 1. La e-company: definizione e caratteristiche 2. Le tre direttrici di sviluppo del

Dettagli

Scheda di partecipazione Quarta edizione

Scheda di partecipazione Quarta edizione Scheda di partecipazione Quarta edizione Per ogni progetto candidato occorre compilare la scheda di partecipazione, composta da tre sezioni: - sezione 1: descrizione sintetica del programma - sezione 2:

Dettagli

MIUR Regione Puglia Centro Servizi Volontariato Puglia net. Direzione Generale per gli Affari Internazionali PROTOCOLLO D INTESA 1/9

MIUR Regione Puglia Centro Servizi Volontariato Puglia net. Direzione Generale per gli Affari Internazionali PROTOCOLLO D INTESA 1/9 PROTOCOLLO D INTESA 1/9 PROTOCOLLO D INTESA tra Ministero dell Istruzione, Università, Ricerca Affari Internazionali dell Istruzione Scolastica, con sede a Roma, Viale Trastevere, 76, rappresentato da

Dettagli

ALLEGATO 2 MODELLO DI OFFERTA TECNICA

ALLEGATO 2 MODELLO DI OFFERTA TECNICA ALLEGATO 2 MODELLO DI OFFERTA TECNICA Allegato 2 Modello di offerta tecnica Pagina 1 di 23 Premessa Nella redazione dell Offerta tecnica il concorrente deve seguire lo schema del modello proposto in questo

Dettagli