Confindustria Genova: Club Finanza d Impresa Incontro del 19 ottobre Studio Bolla Quaglia & Associati Genova Milano

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Confindustria Genova: Club Finanza d Impresa Incontro del 19 ottobre 2012. Studio Bolla Quaglia & Associati Genova Milano"

Transcript

1 - attuazione Direttiva UE 45/2010 Aspetti fiscali e amministrativi: spunti di discussione e approfondimento Dott.ssa Barbara Pollicina Confindustria Genova: Club Finanza d Impresa Incontro del 19 ottobre 2012 Studio Bolla Quaglia & Associati Genova Milano - Savona web site:www.studiocts.com

2 Quadro normativo di riferimento Direttiva Comunitaria 13 luglio 2010 n 45/2010 UE Note esplicative alla Direttiva UE 45/2010: «Norme sulla fatturazione dell IVA» Agenda Digitale Europea 26 agosto 2010 Decisione n 8467 della Commissione Europea del che istituisce il Forum Europeo multilaterale delle parti interessate alla fatturazione elettronica Comunicazione n 712 del della Commissio ne al Parlamento Europeo: «sfruttare i vantaggi della fatturazione elettronica in Europa» Art. 21 D.P.R 26 ottobre 1972 n 633 «fatturazione delle operazioni» Art. 39 D.P.R. 26 ottobre 1972 n 633 «tenuta e co nservazione dei registri» Schema di D.Lgs. di recepimento della Direttiva UE n 45/2010 ( vers )* Note illustrative allo schema di D.Lgs. di recepimento della Direttiva UE 45/2010 Decreto Legge 22 giugno 2012 n 831 recante: misure urgenti per l agenda digitale e la trasparenza nella Pubblica Amministrazione segue * Si è chiusa il 25 settembre scorso la consultazione aperta dal Ministero delle Finanze nell ambito del Forum italiano sulla fatturazione elettronica coordinato dal Ministero dell Economia e delle Finanze d intesa con l Agenzia delle Entrate, sulla bozza di Decreto Legislativo di recepimento della Direttiva UE 45/2010

3 Quadro normativo di riferimento segue Provvedimento Dir. Ag. Entrate del 25 ottobre 2010 comunicazione impronta dell archivio informatico Codice dell amministrazione digitale DL nr. 82 del 7 Marzo 2005 Deliberazione CNIPA n. 11 del 19 febbraio 2004 Decreto legislativo nr. 52 del 20 febbraio 2004 D.M. 23 gennaio Modalità di assolvimento degli obblighi fiscali relativi ai documenti informatici e alla loro riproduzione su diversi tipi di supporto

4 Principali Interventi ministeriali di prassi in tema Circ. Min. 5/E del 29 febbraio 2012 Ris. Min. Agenzia delle Entrate n 220/E 30 agosto 2009 Ris. Min. Agenzia delle Entrate n 195/E 30 luglio 2009 Ris. Min. Agenzia delle Entrate n 158/E 15 giugno 2009 Ris. Min. Agenzia delle Entrate n 14/E del 21 genn aio 2008 Ris. Min. Agenzia delle Entrate n 267/E del 27 set tembre 2007 Ris. Min. Agenzia delle Entrate n 161/E del 9 lugl io 2007 Circ. Min. Agenzia delle Entrate n. 36/E del 6 dicembre 2006 Risposta ad Interpello Prot. 2006/21161 Ag. delle Entrate 2 Marzo 2006 (Conservazione Sostitutiva Comunicazioni Ag. Entrate Esibizione scritture e documenti ai fini tributari) Circ. Min. Agenzia delle Entrate n. 45/E del 19 Ottobre 2005

5 Dal 1 gennaio 2013, in attuazione della Direttiva Comunitaria n 45/2010 UE. entrano in vigore le nuove disposizioni europee sulla fatturazione Cosa cambierà? Con riferimento al contenuto della «bozza» di Decreto Legislativo di recepimento saranno introdotte sensibili modifiche: alle modalità (regole di fatturazione) e ai mezzi di fatturazione (fatturazione elettronica) sia delle operazioni in ambito nazionale che di quelle internazionali

6 Regole di fatturazione - cenni L integrazione della fattura del cedente/prestatore comunitario con il meccanismo del «reverse charge» - diventerà la modalità ordinaria di assolvimento degli obblighi IVA nei rapporti INTRA-UE L autofattura sarà il meccanismo di assolvimento degli obblighi IVA utilizzabile per i soli acquisti effettuati presso operatori non stabiliti nell ambito dell Unione Europea

7 Regole di fatturazione - cenni Ampliamento delle operazioni per le quali sarà obbligatorio emettere fattura ed in particolare per le cessioni di beni e le prestazioni di servizi territorialmente non rilevanti ex artt. da 7 a 7-septies DPR 633/72: effettuate nei confronti dei soggetti passivi dell imposta in altro Stato UE con obbligo di indicare sulla fattura la dicitura: «INVERSIONE CONTABILE» e nei confronti dei soggetti NO UE con obbligo di indicare sulla fattura la dicitura: «OPERAZIONE NON SOGGETTA» Sulle autofatture emesse dal cessionario di un bene o dal committente di un servizio dovrà essere riportata la dicitura «autofatturazione»

8 Regole di fatturazione - cenni Modifiche al contenuto della fattura (sia essa cartacea o elettronica) Obbligo di indicare: il numero di identificazione IVA (VAT number) del Cessionario/Committente nazionale o UE anche se lo stesso non è debitore dell imposta ovvero il numero di codice fiscale del soggetto nazionale non soggetto passivo di imposta (privato consumatore) Nella bozza di testo modificato dell art. 21 del D.P.R. 633/72 non compare più l obbligo di progressività PER ANNO SOLARE della numerazione della fattura ma viene richiesta l attribuzione di un «numero progressivo che la identifichi in modo univoco».

9 Regole di fatturazione - cenni Modifiche ai termini di emissione della fattura (sia essa cartacea o elettronica) Possibilità di emettere una sola «fattura differita» entro il giorno 15 del mese successivo all effettuazione delle prestazioni di servizi e recante il dettaglio delle prestazioni effettuate nei confronti di un medesimo soggetto nell arco dello stesso mese solare purché le stesse prestazioni siano individuabili attraverso idonea documentazione segue

10 Regole di fatturazione - cenni Modifiche ai termini di emissione della fattura (sia essa cartacea o elettronica) segue Il termine di emissione delle fattura relativa a prestazioni di servizi ex art. 7-ter D.P.R. 633/72 (prestazioni di servizi «generici») passa dal giorno di effettuazione della prestazione al giorno 15 del mese successivo all effettuazione delle prestazioni stessa. Modifica al termine per l emissione della fattura relativa a cessioni intraue: sarà possibile emettere fattura entro il giorno 15 del mese successivo a quello di effettuazione dell operazione

11 Regole di fatturazione - cenni Introduzione della «fattura semplificata» Applicabile solo per certificare compensi/corrispettivi fino a 100 Euro. Possibilità di indicare, in sostituzione di tutti i dati identificativi del Cliente il solo numero di codice fiscale o di Partita IVA dello stesso Possibilità di indicare, in luogo di imponibile ed imposta, il corrispettivo complessivo e l imposta ovvero i dati necessari per calcolarla (es: totale corrispettivo ed aliquota applicata ai fini della determinazione dello scorporo)

12 Regole di fatturazione - cenni Estensione del principio di pagamento dell «IVA per cassa» Lo schema di D.Lgs. di recepimento della Direttiva UE 45/2010 introduce la facoltà, per i soggetti passivi con volume d affari non superiore a 2 milioni di Euro, di OPTARE per il differimento del momento di esigibilità dell imposta all atto della riscossione del corrispettivo. E in corso di pubblicazione in G.U. il Decreto di attuazione del nuovo «Regime IVA per cassa». Sul sito del MEF è disponibile il Decreto e la Relazione illustrativa Il nuovo regime, opzionale, si applica alle operazioni effettuate a decorrere dal 1 dicembre 2012 Le modalità di esercizio dell opzione saranno individuate da un Provvedimento dell Agenzia delle Entrate L opzione ha effetto a partire dal 1 gennaio dell anno in cui è esercitata

13 Regole di fatturazione - cenni Estensione del principio di pagamento dell «IVA per cassa» L opzione comporta, per il soggetto che se ne avvale, il differimento del diritto all esercizio della detrazione dell imposta sui proprio acquisti fino al momento del pagamento dei propri fornitori. Resta fermo, invece, il diritto alla detrazione dell imposta in capo al cessionario committente anche se il corrispettivo relativo non è stato ancora pagato

14 Modifiche ai mezzi di fatturazione Definizione di FATTURA ELETTRONICA: Lo schema di Decreto Legislativo di recepimento della Direttiva UE 45/2010 introduce, nell ambito del comma 1 del novellato testo dell art. 21 del DPR 633/72, la definizione di FATTURA ELETTRONICA (viene sancito il principio di parità, sul piano giuridico, della fattura elettronica con quella cartacea): «per fattura elettronica si intende la fattura che è stata emessa e ricevuta in un qualunque formato elettronico; il ricorso alla fattura elettronica è subordinato all accettazione da parte del destinatario La fattura, cartacea o elettronica, si ha per emessa all atto della sua consegna, spedizione, trasmissione o messa a disposizione del cessionario o committente»

15 Modifiche ai mezzi di fatturazione Definizione di FATTURA ELETTRONICA ( continua): Il soggetto passivo assicura l autenticità dell origine, l integrità del contenuto e la leggibilità della fattura dal momento della sua emissione fino al termine del suo periodo di conservazione; autenticità dell origine ed integrità del contenuto possono essere garantite mediante sistemi di controllo di gestione che assicurino un collegamento affidabile tra la fattura e la cessione di beni o la prestazione di servizi ad essa riferibile, ovvero mediante l apposizione della firma elettronica qualificata o digitale dell emittente o mediante sistemi EDI di trasmissione elettronica dei dati o altre tecnologie in grado di garantire l autenticità dell origine e l integrità dei dati.» novellato testo del comma 3 art. 21 del D.P.R. 633/72 così come previsto dallo Schema di Decreto Legislativo di attuazione della Direttiva UE 45/2010

16 Modifiche ai mezzi di fatturazione La fattura è ELETTRONICA solo se EMESSA e RICEVUTA in formato elettronico (qualunque esso sia: posta elettronica certificata, sistemi EDI, ecc.) e subordinatamente all ACCETTAZIONE a ricevere il documento elettronico da parte del destinatario (che dovrà attivarsi per conservare con modalità elettroniche i documenti ricevuti). La Circolare ministeriale 36/E del 6 dicembre 2006 ha chiarito che è possibile istituire, sia da parte dell emittente che del destinatario, un apposito registro sezionale con numerazione progressiva e distinta per le fatture elettroniche da conservare in modalità sostitutiva rispetto alle tradizionali fatture analogiche (cartacee o ricevute in modalità digitale ) da stampare e conservare con modalità tradizionali. La Risoluzione ministeriale n 267 del 27 settembre 2007 ha chiarito la possibilità di emettere e conservare - nei confronti del medesimo cliente - sia fatture in formato analogico (es: cartaceo) che fatture elettroniche quando queste siano emesse in modo differenziato in relazione a diversi ed omogenei settori di attività esercitati (e gestiti con contabilità separate) dal soggetto emittente.

17 DATA DI EMISSIONE DELLA FATTURA La fattura sia essa cartacea o elettronica, in base alla bozza del nuovo art. 21 del DPR 633/72, si considera emessa all atto della sua consegna, spedizione, trasmissione o messa a disposizione del cessionario o committente. La data di emissione della fattura è uno degli elementi obbligatori da riportare nella fattura. La firma elettronica qualificata o digitale che l emittente appone sulla fattura elettronica riporta un riferimento temporale non modificabile. Ricordiamo che la firma digitale costituisce uno dei possibili strumenti a disposizione dell emittente per assicurare l autenticità dell origine, l integrità del contenuto e la leggibilità della fattura dal momento della sua emissione fino al termine del suo periodo di conservazione.

18 DATA DI EMISSIONE DELLA FATTURA: Aspetti della normativa che restano da chiarire QUALE E LA DATA DI EMISSIONE FISCALMENTE RILEVANTE AL FINE DELL ESATTA INDIVIDUAZIONE DEL TERMINE PER L EFFETTUAZIONE DEGLI ADEMPIMENTI DI NATURA FISCALE? Un interpretazione letterale del testo della bozza di Decreto Legislativo porterebbe a concludere che la data di emissione (fiscalmente rilevante) sia quella della consegna, spedizione, trasmissione o messa a disposizione del cessionario o committente, indipendentemente dalla data di emissione riportata sul documento (cartaceo o elettronico) e della data in cui il documento elettronico è stato firmato digitalmente.

19 DATA DI EMISSIONE DELLA FATTURA Aspetti della normativa che restano da chiarire Impatti operativi e a rilevanza fiscale Attualmente : la fattura attiva «si ha per emessa all atto della sua consegna o spedizione all altra parte ovvero all atto della sua trasmissione per via elettronica» (art. 21 DPR 633/72)» La fattura attiva è annotata nei registri IVA entro 15 giorni dalla data della sua emissione. Le fatture differite devono essere registrate entro il termine di emissione e con riferimento (ai fini dell esigibilità e della liquidazione dell imposta) al mese di consegna o spedizione dei beni e riportata sui relativi Documenti di Trasporto (DDT).

20 DATA DI EMISSIONE DELLA FATTURA: Aspetti della normativa che restano da chiarire Attualmente: Impatti operativi e a rilevanza fiscale per data di emissione della fattura (cartacea) è da intendersi la data indicata nella fattura, ritenendola coincidente, in assenza di altra specifica indicazione, con la data di consegna o con quella di spedizione. (Circolare 134/E del ) la data di emissione della fattura elettronica si identifica con la data della sua trasmissione elettronica pertanto affinché la data riportata sul documento coincida con la data di emissione, occorre che il processo di emissione della fattura elettronica si concluda con la trasmissione del documento firmato e con applicazione della marca temporale entro le ore 24 del giorno indicato sul documento. (Circ. 45/E del e Ris. 161/E del ).

21 Emissione della fattura: Aspetti della normativa ancora da chiarire Impatti operativi e a rilevanza fiscale La data di emissione della fattura è elemento essenziale per la corretta individuazione dei termini di esecuzione di molti adempimenti a carattere fiscale (esigibilità e liquidazione dell IVA, annotazione dei documenti nei registri IVA, comunicazioni operazioni black list, presentazione dei modelli Intrastat, decorrenza del termine di quindici giorni per la conclusione del processo di conservazione sostitutiva, ecc.) E auspicabile che con il recepimento della Direttiva UE 45/2010 si attui una «semplificazione» ed un coordinamento del testo di Legge che consenta di individuare con certezza il momento di emissione della fattura elettronica anche al fine dei correlati adempimenti fiscali.

22 Tenuta e conservazione dei documenti informatici a rilevanza fiscale (Conservazione Sostitutiva) D.M modalità di assolvimento degli obblighi fiscali relativi ai documenti informatici Attualmente permane l obbligo di rispetto del termine di 15 giorni per il completamento e la chiusura del processo di conservazione sostitutiva della fattura elettronica (art. 3 DM ) La R.M. 161/E del 9 luglio 2007 ha chiarito che: per le fatture attive elettroniche il termine dei 15 giorni decorre dalla data di emissione che, attualmente, si identifica con la data di trasmissione telematica del documento; per le fatture passive elettroniche il termine dei 15 giorni decorre dalla data di ricevimento della fattura. Nell ambito del recepimento della Direttiva UE 45/2010 è attesa una revisione del DM che semplifichi il processo di Conservazione Sostitutiva ed elimini il termine quindicinale per il completamento del processo di conservazione delle fatture.

23 Alcune definizioni: EDI (Electronic Data Interchange): metodo alternativo allo scambio in modalità elettronica dei dati (ordini, fatture e avvisi di pagamento) che attraverso la Raccomandazione della Commissione del 1994/820/CE del 19 Ottobre 1994 ha redatto un modello contrattuale di base al fine di garantire un modello giuridico ed europeo alla trasmissione dei dati. L EDI si basa sull impiego di messaggi strutturati e codificati secondo una norma concordata: essi possono essere elaborati dal computer automaticamente e senza ambiguità. PEC (Posta Elettronica Certificata): strumento di trasmissione del documento informatico per via telematica, con modalità che assicura l avvenuta consegna che equivale alla notificazione per mezzo della posta nei casi consentiti dalla legge. Oltre alla ricevuta di avvenuta consegna alla casella di posta elettronica certificata del destinatario il gestore può anche inviare al mittente la copia completa del testo del messaggio, al fine di dimostrare che è effettivamente quello consegnato. Segue

24 Alcune definizioni: segue Riferimento temporale: informazione, contenente la data e l ora che viene associata a uno o più documenti informatici. L operazione di associazione deve rispettare le procedure di sicurezza definite e documentate dal responsabile della conservazione Spool di stampa (Simultaneous peripheral operations on-line): immagine informatica di lavori da svolgere o da trasmettere ad un altro dispositivo immagazzinata in un buffer (un area particolare della memoria o su un disco) dove rimane in attesa di essere smistata verso il dispositivo di stampa.- Ossia è una rappresentazione informatica di un documento. segue

25 segue Alcune definizioni: Responsabile del procedimento della conservazione: a)definisce le caratteristiche e i requisiti del sistema di conservazione in funzione della tipologia dei documenti (analogici o informatici) da conservare, della quale tiene evidenza. b)organizza conseguentemente il contenuto dei supporti ottici e gestisce le procedure di sicurezza e di tracciabilità che ne garantiscono la corretta conservazione, anche per consentire l esibizione di ciascun documento conservato; c)archivia e rende disponibili, con l impiego di procedure elaborative, relativamente ad ogni supporto di memorizzazione utilizzato, le seguenti informazioni: 1. descrizione del contenuto dell'insieme dei documenti; 2. estremi identificativi del responsabile della conservazione; 3. estremi identificativi delle persone eventualmente delegate dal responsabile della conservazione, con l indicazione dei compiti alle stesse assegnati; 4. indicazione delle copie di sicurezza; segue

26 Alcune definizioni: segue d)mantiene e rende accessibile un archivio del software dei programmi in gestione nelle eventuali diverse versioni; e) verifica la corretta funzionalità del sistema e dei programmi in gestione; f)adotta le misure necessarie per la sicurezza fisica e logica del sistema preposto al processo di conservazione sostitutiva e delle copie di sicurezza dei supporti di memorizzazione; g)richiede la presenza di un pubblico ufficiale nei casi in cui sia previsto il suo intervento, assicurando allo stesso l assistenza e le risorse necessarie per l espletamento delle attività al medesimo attribuite; h)definisce e documenta le procedure di sicurezza da rispettare per l'apposizione del riferimento temporale; i)verifica periodicamente, con cadenza non superiore a cinque anni, l effettiva leggibilità dei documenti conservati provvedendo, se necessario, al riversamento diretto o sostitutivo del contenuto dei supporti.

27 La fattura elettronica è possibile La fattura elettronica conviene La fattura elettronica conviene ancora di più se è un «progetto sistema» Vediamo come Fonte: Rapporto 2011 Osservatorio Fatturazione elettronica e dematerializzazione presso il Politecnico di Milano

28 La fattura elettronica è possibile Dal punto di vista tecnico gli strumenti informatici necessari ad implementare i processi sono da tempo disponibili, affidabili, ed «economicamente accessibili» (es: firma digitale, marca temporale, sistemi di scansione documenti, software di riconoscimento automatico (OCR), lettori di codici a barre, storage sicuri, sistemi di gestione massiva dei documenti, i molteplici canali di comunicazione utilizzabili (EDI, PEC, EXTRANET) ecc.. Dal punto di vista normativo: il quadro complessivo risulta completo e grazie anche all ormai prossimo recepimento della Direttiva UE 45/2010 tendente ad un grado di armonizzazione, a livello comunitario, crescente. E tuttavia opportuno, a livello nazionale, il chiarimento di alcuni dubbi interpretativi della norma o di coordinamento della stessa con le altre norme di carattere fiscale

29 La fattura elettronica conviene In termini di benefici e di maggiore redditività delle aziende coinvolte in progetti di fatturazione elettronica - vediamo alcuni esempi: L adozione di sistemi di conservazione sostitutiva del ciclo attivo consente un risparmio variabile da 1 a 3 euro a documento* e tale risparmio è principalmente legato alla dematerializzazione della carta riduzione dei costi dei materiali (toner, carta, consumabili) Riduzione dei costi di archiviazione dei documenti Maggiore rapidità di ricerca e consultazione dei documenti archiviati elettronicamente rispetto alle ricerche nei faldoni cartacei segue *Fonte: Rapporto 2011 Osservatorio Fatturazione elettronica e dematerializzazione presso il Politecnico di Milano

30 La fattura elettronica conviene segue Alcuni esempi: Progetti di fatturazione elettronica non strutturata: in questo caso la fattura è un file di immagine non direttamente elaborabile dai sistemi informativi aziendali (ad esempio ottenuto dalla stampa pdf di un file excel) che viene firmato digitalmente ed inviato al destinatario senza essere mai materializzato (con stampe) e, quindi viene archiviato in Conservazione Sostitutiva a norma di legge. I benefici, in termini di risparmio di costi di conservazione e di costi di trasmissione, sono stati calcolati nell ordine di 4-5 Euro a fattura*. segue *Fonte: Rapporto 2011 Osservatorio Fatturazione elettronica e dematerializzazione presso il Politecnico di Milano

31 La fattura elettronica conviene segue Alcuni esempi: Progetti di fatturazione elettronica strutturata: in questo caso la fattura è un file i cui dati possono essere direttamente letti ed elaborati dai sistemi informativi aziendali (ad esempio la fattura ottenuta dallo spool di stampa dei dati inseriti ed elaborati nel gestionale utilizzato per la tenuta della contabilità aziendale) che viene firmata digitalmente ed inviato al destinatario senza essere mai materializzato (con stampe) e, quindi viene archiviato in Conservazione Sostitutiva a norma di legge. I benefici, in termini di risparmio di costi in questo caso salgono da 8 a 12 Euro a documento*: infatti ai risparmi sui costi di conservazione e di trasmissione si aggiungono i risparmi del costo del personale (ciò grazie alla riduzione dei costi di DATA ENTRY per la registrazione dei dati nei gestionali aziendali. segue *Fonte: Rapporto 2011 Osservatorio Fatturazione elettronica e dematerializzazione presso il Politecnico di Milano

32 La fattura elettronica conviene

33 Progetti di fatturazione elettronica strutturata con integrazione del ciclo «ordine-pagamento» Principali vantaggi: Riduzione costi di gestione degli archivi Riduzione dei costi di trasmissione di ordini, fatture e presentazioni all incasso Riduzione dei costi dei materiali «consumabili» (carta, toner. ecc.) Riduzione dei costi di manodopera per l attività di «Data Entry» Riduzione dei costi di gestione dei processi di trasmissione flussi per presentazioni Ri.Ba, anticipo o sconto fatture agli Istituti di credito Riduzione degli errori e miglioramento dell efficienza (grazie alla riduzione delle inesattezze derivanti dal disallineamento delle informazioni scambiate nelle diverse fasi del ciclo dai diversi operatori coinvolti nei processi: acquisizione ordine, elaborazione dello stesso, fatturazione, e gestione dell incasso) Segue

34 Progetti di fatturazione elettronica strutturata con integrazione del ciclo «ordine-pagamento» Principali vantaggi: Supporto alla creazione della Financial Value Chain (FVC): ovvero quell insieme di servizi, prevalentemente di tipo finanziario, cui le imprese possono accedere offrendo maggiore visibilità sui propri scambi informativi relativi alle relazioni commerciali in essere la FVC permette quindi un aumento del grado di collaborazione tra imprese e sistema bancario nei processi di pagamento ed erogazione del credito. L attuale situazione di credit crunch che sta «bloccando» la ripresa del sistema economico-finanziario rende la tematica di estrema attualità ed interesse.

35 Financial Value Chain (FVC) Principali benefici: Automazione dei processi di pagamento (mediante lo scambio di documenti in formato elettronico strutturato e la gestione delle principali informazioni di processo) Attivazione di nuovi modelli di erogazione del credito (per effetto di una maggiore visibilità, da parte del sistema bancario, dei processi e delle transazioni effettuate dalla singola impresa o da una «rete di imprese»: una maggiore trasparenza dei processi commerciali delle imprese consente al sistema bancario di ridurre il rischio di erogazione del credito e quindi può erogare più credito a migliori condizioni)

36 La fattura elettronica conviene ancora di più se è un «progetto sistema» I passi necessari per avviare un sistema «virtuoso» L adozione obbligatoria a livello comunitario di un formato standardizzato per la redazione delle fatture (come accaduto per il formato xbrl per il deposito del bilancio in formato CEE) Il supporto, da parte dell Unione Europea, alle imprese nel processo di cambiamento, mediante lo stanziamento di Fondi da destinare all erogazione di Contributi a sostegno dell innovazione dei processi amministrativi di gestione del ciclo ordine-pagamento La creazione e lo sviluppo all interno delle imprese di una cultura di automazione dei flussi informativi (es: adozione di sistemi EDI) con l integrazione dei gestionali sia a monte che e a valle del ciclo ordinepagamento segue

37 La fattura elettronica conviene ancora di più se è un «progetto sistema» segue I passi necessari per avviare un sistema «virtuoso» L adozione di provvedimenti da parte del Legislatore nazionale e dell Amministrazione Finanziaria volti alla «reale» semplificazione e riduzione degli adempimenti a carattere meramente «formale» in tema di fatturazione elettronica e conservazione sostitutiva dei documenti aventi rilevanza fiscale ( tra i 108 «adempimenti inutili» che lo scorso 1 ottobre l Agenzia delle Entrate ha sottoposto al parere delle varie Associazioni di categoria e dei Consumatori per un «taglio della burocrazia» è presente anche la comunicazione all Agenzia delle entrate dell impronta dei documenti informatici oggetto di Conservazione sostitutiva).

38 Grazie per l attenzione. Per approfondimenti: Studio Bolla Quaglia & Associati Genova Milano - Savona web site:www.studiocts.com

Studio Commercialisti Associati

Studio Commercialisti Associati Revisore Contabile AI SIGNORI CLIENTI LORO SEDI Circolare Studio N. 1 / 2013 del 10/01/2013 Oggetto: le novità inerenti l I.V.A. e la fatturazione a decorrere dal 01/01/2013 Numerose sono le novità in

Dettagli

OBBLIGHI FATTURAZIONE, CONTENUTO, MODALITA,TERMINI DELLA FATTURAZIONE

OBBLIGHI FATTURAZIONE, CONTENUTO, MODALITA,TERMINI DELLA FATTURAZIONE Circolare n. 14 - pagina 1 di 11 Circolare n. 14 del 20 dicembre 2012 A tutti i Clienti Loro sedi Nuove disposizioni in materia di fatturazione Riferimenti normativi: Decreto Legge n. 216 del 11 dicembre

Dettagli

Network for Value. A tutti i Sig.ri Clienti Loro Sedi. Informatore n 1 del 11 gennaio 2013. Oggetto: NOVITA IVA IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2013

Network for Value. A tutti i Sig.ri Clienti Loro Sedi. Informatore n 1 del 11 gennaio 2013. Oggetto: NOVITA IVA IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2013 A tutti i Sig.ri Clienti Loro Sedi Informatore n 1 del 11 gennaio 2013 Oggetto: NOVITA IVA IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2013 PREMESSA Al fine di recepire il contenuto della direttiva 2010/45/UE, la L. 24.12.2012

Dettagli

NOVITA IVA 2013 DL 179 del 20 ottobre 2012 Legge 288/2012 artt. 324-335. pagina 1 di 30

NOVITA IVA 2013 DL 179 del 20 ottobre 2012 Legge 288/2012 artt. 324-335. pagina 1 di 30 NOVITA IVA 2013 DL 179 del 20 ottobre 2012 Legge 288/2012 artt. 324-335 pagina 1 di 30 DPR 633/72 Art. 4 7 10 13 16 17 Argomento Enti pubblici e pubblica autorità (adeguamento sentenze Corte UE) D.L. 179/2012

Dettagli

LE NUOVE REGOLE PER LA FATTURAZIONE

LE NUOVE REGOLE PER LA FATTURAZIONE Periodico quindicinale FE n. 18 29 dicembre 2012 ABSTRACT LE NUOVE REGOLE PER LA FATTURAZIONE Con la Direttiva 2010/45/UE, la Commissione Europea ha inteso semplificare le procedure di fatturazione e conservazione

Dettagli

LA NUOVA FATTURA e le altre modifiche alla disciplina dell IVA

LA NUOVA FATTURA e le altre modifiche alla disciplina dell IVA e le altre modifiche alla disciplina dell IVA Art. 1, commi 324-335, Legge 24 dicembre 2012, n. 228 (recepimento direttiva 2010/45/Ue del 13 luglio 2010) a cura di Franco Ricca 1 Nazionalità della fattura

Dettagli

FATTURA ELETTRONICA. non solo verso la pubblica amministrazione

FATTURA ELETTRONICA. non solo verso la pubblica amministrazione FATTURA ELETTRONICA non solo verso la pubblica amministrazione Fattura Emissione documento IVA cartaceo prestampato personalizzato da tipografia Registrazione documento IVA registri IVA manuali registri

Dettagli

Fatturazione: dal 01.01.2013 cambiano le regole

Fatturazione: dal 01.01.2013 cambiano le regole Fatturazione: dal 01.01.2013 cambiano le regole Con la legge di stabilità per il 2013 (legge n. 228 del 24.12.2012) il legislatore ha recepito il contenuto della direttiva n. 2006/112/UE in materia di

Dettagli

La fattura elettronica per il dottore commercialista

La fattura elettronica per il dottore commercialista S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO IL PUNTO SULLA FATTURA ELETTRONICA La fattura elettronica per il dottore commercialista DANIELE TUMIETTO 8 Marzo 2013 - Ordine dei Dottori Commercialisti

Dettagli

Riunione Clienti. in programma presso lo Studio Corno, a Lissone, il giorno. lunedì 28 gennaio p.v. alle ore 17.

Riunione Clienti. in programma presso lo Studio Corno, a Lissone, il giorno. lunedì 28 gennaio p.v. alle ore 17. Lissone, 8 gennaio 2013 Circolare n 1 / 2013 Ai signori clienti loro sedi Oggetto: Legge di stabilità 2013 Gentile Cliente, il Parlamento ha approvato il testo della Legge di Stabilità 2013 con la Legge

Dettagli

Legge di stabilità 2013 Novità in materia di fatturazione

Legge di stabilità 2013 Novità in materia di fatturazione Legge di stabilità 2013 Novità in materia di fatturazione Al fine di recepire il contenuto della direttiva 2010/45/UE, la L. 24.12.2012 n. 228 (legge di stabilità 2013) introduce numerose novità in materia

Dettagli

Circolare n. 1. del 4 gennaio 2013 INDICE. Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di fatturazione

Circolare n. 1. del 4 gennaio 2013 INDICE. Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di fatturazione Circolare n. 1 del 4 gennaio 2013 Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di fatturazione INDICE 1 Premessa... 2 2 Nuovi obblighi di fatturazione... 2 2.1 Operazioni nei confronti di soggetti passivi

Dettagli

STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI

STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI Varese, 19 dicembre 2012 NOVITÀ IVA IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2013 DECRETO LEGGE 216/2012 ( SALVA INFRAZIONI ) Si segnalano le novità in materia di iva che entreranno

Dettagli

IVA: novità, con decorrenza 1 gennaio 2013, in materia di fatturazione e di operazioni intracomunitarie

IVA: novità, con decorrenza 1 gennaio 2013, in materia di fatturazione e di operazioni intracomunitarie ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 42 31 DICEMBRE 2012 IVA: novità, con decorrenza 1 gennaio 2013, in materia di fatturazione

Dettagli

La Fatturazione Elettronica verso la PA: profili giuridici, fiscali e applicativi

La Fatturazione Elettronica verso la PA: profili giuridici, fiscali e applicativi La Fatturazione Elettronica verso la PA: profili giuridici, fiscali e applicativi Lucia Pace - Raffaele Corso Credito e Finanza - Politiche Fiscali Confindustria Indice degli argomenti Normativa di riferimento

Dettagli

La Fattura Elettronica

La Fattura Elettronica La Fattura Elettronica 16 gennaio 2009 Gabriele Saraceno Agenzia delle Entrate Direzione Regionale Toscana Ufficio Controlli Fiscali Normativa e prassi di riferimento D.Lgs. 20 febbraio 2004 n. 52 D.P.R.

Dettagli

IVA MODIFICA DEI TERMINI DI FATTURAZIONE

IVA MODIFICA DEI TERMINI DI FATTURAZIONE OGGETTO: Circolare 3.2013 Seregno, 8 gennaio 2013 IVA MODIFICA DEI TERMINI DI FATTURAZIONE Alle operazioni (cessioni di beni e/o prestazione di servizi) effettuate a partire dal primo gennaio 2013 risulteranno

Dettagli

LA NUOVA FATTURA DAL 01 GENNAIO 2013. Esemplificando, le novità possono essere ricondotte alle seguenti fattispecie: Contenuto.

LA NUOVA FATTURA DAL 01 GENNAIO 2013. Esemplificando, le novità possono essere ricondotte alle seguenti fattispecie: Contenuto. LA NUOVA FATTURA DAL 01 GENNAIO 2013 La legge 24/12/2012 n. 228, pubblicata nella G.U. 29/12/2012 N. 312, supplemento ordinario n. 212 (legge di stabilità), ha recepito nell ordinamento nazionale le misure

Dettagli

Fatturazione: dal 01.01.2013 cambiano le regole

Fatturazione: dal 01.01.2013 cambiano le regole COMITATO REGIONALE TOSCANO GEOMETRI Via Volturno 10/12/C - 50019 Osmannoro Sesto Fiorentino - FIRENZE Tel. 055/5002380 - Fax 055/5522399 Cod. Fiscale 80011550482 E-mail - comtoscanogeometri@libero.it Informativa

Dettagli

La fattura elettronica. Modena, 6/5/2014

La fattura elettronica. Modena, 6/5/2014 La fattura elettronica Modena, 6/5/2014 Riferimenti normativi e di prassi Normativa Legge numero 244 del 24 dicembre 2007, disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato

Dettagli

LA FATTURA ELETTRONICA DIVENTA OBBLIGATORIA NEI RAPPORTI CON LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LA FATTURA ELETTRONICA DIVENTA OBBLIGATORIA NEI RAPPORTI CON LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LA FATTURA ELETTRONICA DIVENTA OBBLIGATORIA NEI RAPPORTI CON LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Decreto ministeriale n. 55 del 3 aprile 2013 pubblicato sulla G.U. n. 118 del 22 maggio 2013 1. PREMESSA La Legge

Dettagli

Circolare n. 7/2013 del 06 febbraio 2013 Ai gentili Clienti loro sedi

Circolare n. 7/2013 del 06 febbraio 2013 Ai gentili Clienti loro sedi Circolare n. 7/2013 del 06 febbraio 2013 Ai gentili Clienti loro sedi OGGETTO: Novità 2013 nei rapporti internazionali Gentile cliente, Il decreto salva-infrazioni che ha recepito la Direttiva 2010/45/

Dettagli

FATTURA ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

FATTURA ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FATTURA ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 28/10/2014 Relatore: Dott. Fabrizio Scossa Lodovico OPEN Dot Com Spa Fattura P.A. Facile Pag. 1 FONTI NORMATIVE E DI PRASSI Art. 1, commi da 209 a 214,

Dettagli

Nuove regole di fatturazione

Nuove regole di fatturazione Ufficio Studi Nuove regole di fatturazione Dal 1 gennaio 2013 sono in vigore in Italia le nuove regole di fatturazione previste nella Direttiva 2010/45/UE del Consiglio UE del 13/7/2010, così come introdotte

Dettagli

La fatturazione elettronica: attualità e prospettive delle documentazione digitale in azienda. Gea Arcella Notaio garcella@notariato.

La fatturazione elettronica: attualità e prospettive delle documentazione digitale in azienda. Gea Arcella Notaio garcella@notariato. La fatturazione elettronica: attualità e prospettive delle documentazione digitale in azienda Gea Arcella Notaio garcella@notariato.it La fatturazione elettronica e le scritture contabili informatiche

Dettagli

FATTURAZIONE DELLE OPERAZIONI ATTIVE

FATTURAZIONE DELLE OPERAZIONI ATTIVE Ravenna, 3 Gennaio 2013 Circolare n. 1/13 OGGETTO: NOVITA IVA DAL 1 GENNAIO 2013 Nella Gazzetta Ufficiale n. 302 del 29/12/2012 è stata pubblicata la Finanziaria 2013 (Legge n. 228 del 24/12/2012), c.d.

Dettagli

Guida alla FATTURAZIONE ELETTRONICA

Guida alla FATTURAZIONE ELETTRONICA Guida alla FATTURAZIONE ELETTRONICA 1) Normativa Le disposizioni della Legge finanziaria 2008 prevedono che l emissione, la trasmissione, la conservazione e l archiviazione delle fatture emesse nei rapporti

Dettagli

LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012)

LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012) LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012) Condividere la conoscenza è un modo per raggiungere l immortalità (Tensin

Dettagli

IL CONTENUTO DELLA NUOVA FATTURA

IL CONTENUTO DELLA NUOVA FATTURA PREMESSA La Legge di stabilità 2013 (L. 228 del 24/12/2012, pubblicata in G. U. il 29/12/2012) ha modificato la disciplina IVA introducendo nuove regole in merito al contenuto della nuova fattura, alla

Dettagli

Milano, 21 novembre 2012

Milano, 21 novembre 2012 Fare Fatturazione Elettronica: da obbligo a opportunità Fatturazione Elettronica: da obbligo a opportunità IVA Recepimento della direttiva 2010/45/UE A partire dal 1 gennaio 2013 dovranno entrare in vigore

Dettagli

SOMMARIO. Capitolo I DAL DOCUMENTO CARTACEO AL DOCUMENTO ELETTRONICO. Capitolo II DISCIPLINA GENERALE: LA FATTURA COMUNITARIA

SOMMARIO. Capitolo I DAL DOCUMENTO CARTACEO AL DOCUMENTO ELETTRONICO. Capitolo II DISCIPLINA GENERALE: LA FATTURA COMUNITARIA SOMMARIO Capitolo I DAL DOCUMENTO CARTACEO AL DOCUMENTO ELETTRONICO 1. Evoluzione del quadro normativo e situazione attuale... 3 1.1. Premessa... 3 1.2. Un po di storia: primi tentativi di abbandono della

Dettagli

La nuova disciplina in materia di fatturazione elettronica.

La nuova disciplina in materia di fatturazione elettronica. La nuova disciplina in materia di fatturazione elettronica. di Leda Rita Corrado (*) Riferimenti: Direttiva 2010/45/UE del Consiglio del 13 luglio 2010, recante modifica della direttiva 2006/112/CE relativa

Dettagli

Di seguito in sintesi le novità introdotte in materia di fatturazione e relativi adempimenti:

Di seguito in sintesi le novità introdotte in materia di fatturazione e relativi adempimenti: Consulenza aziendale consulenza settore turismo elaborazione dati contabili formazione del personale Roma, 12 Gennaio 2013 CIRCOLARE INFORMATIVA N 2 /2013 OGGETTO: LEGGE DI STABILITÀ 2013 NOVITÀ IN MATERIA

Dettagli

La conservazione sostitutiva dei documenti

La conservazione sostitutiva dei documenti Conservazione dei documenti 1/3 La conservazione sostitutiva dei documenti Corso di Informatica giuridica a.a. 2005-2006 I documenti degli archivi, le scritture contabili, la corrispondenza e gli atti,

Dettagli

BONELLI BERNARDI AGOSTINO E ASSOCIATI. Ai signori Clienti Loro indirizzi LEGGE DI STABILITÀ 2013 - NOVITÀ IN MATERIA DI FATTURAZIONE

BONELLI BERNARDI AGOSTINO E ASSOCIATI. Ai signori Clienti Loro indirizzi LEGGE DI STABILITÀ 2013 - NOVITÀ IN MATERIA DI FATTURAZIONE Fulvio Bonelli Lucia Bernardi Rosetta Agostino Rossana Cirigliano Anna Quai Torino, lì 9 gennaio 2013 Ai signori Clienti Loro indirizzi Circolare n. 1/2013 LEGGE DI STABILITÀ 2013 - NOVITÀ IN MATERIA DI

Dettagli

Ballarè Sponghini e Associati

Ballarè Sponghini e Associati Ballarè Sponghini e Associati STUDIO COMMERCIALISTI E CONSULENTI TRIBUTARI Dott. Andrea Ballarè Dott. Fabio Sponghini Dott.ssa Claudia Balestra Rag. Enzo Manfredi Dott.ssa Emanuela Tarulli Dott. Marco

Dettagli

2. Forma, contenuto, emissione, trasmissione, archiviazione e conservazione

2. Forma, contenuto, emissione, trasmissione, archiviazione e conservazione SOMMARIO Parte I La fattura elettronica 1. L emissione della fattura elettronica da parte del fornitore 1.1. Le disposizioni contenute nel decreto legislativo n. 52 del 20 aprile 2004... 5 1.2. Le disposizioni

Dettagli

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA ASL 2 LIGURIA Savona, 23 Settembre 2008 CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA prof. avv. Benedetto Santacroce Santacroce-Procida-Fruscione 1 CM 45/E/2005 Delibera CNIPA 11/2004 MEMORIZZAZIONE ARCHIVIAZIONE ELETTRONICA

Dettagli

OGGETTO: Conservazione elettronica. Istanza di interpello 2007 Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212.

OGGETTO: Conservazione elettronica. Istanza di interpello 2007 Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso RISOLUZIONE N. 14/E Roma, 21 gennaio 2008 OGGETTO: Conservazione elettronica. Istanza di interpello 2007 Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Con l interpello

Dettagli

Informativa per la clientela di studio

Informativa per la clientela di studio Informativa per la clientela di studio N. 01 del 08.01.2013 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Le nuove regole IVA dal 2013 Gentile Cliente, la presente per comunicarle che la Legge di stabilità 2013

Dettagli

RIPRODUZIONE VIETATA

RIPRODUZIONE VIETATA AVVOCATI E COMMERCIALISTI ASSOCIATI Bari Bologna Brescia Cagliari Firenze Lecco Milano Padova Roma Torino http://www.lslex.com Circolare Monotematica Novità fatturazione 2013 Data: 11 gennaio 2013 Indice

Dettagli

STUDIO PICCINELLI DEL PICO PARDI & PARTNERS DOTTORI COMMERCIALISTI

STUDIO PICCINELLI DEL PICO PARDI & PARTNERS DOTTORI COMMERCIALISTI Circolare n.1/2013 Milano e Roma, Gennaio 2013 LEGGE DI STABILITA 2013 A) Principali novità in materia I.V.A. - operazioni intracomunitarie e con l estero; B) Rivalutazione delle partecipazioni in società

Dettagli

Fattura Elettronica e Conservazione: regole definite e prospettive future

Fattura Elettronica e Conservazione: regole definite e prospettive future Fattura Elettronica e Conservazione: regole definite e prospettive future A cura di Mario Carmelo Piancaldini (Coordinatore Forum italiano sulla fatturazione elettronica) Agenzia delle entrate - Direzione

Dettagli

A seguito della modifica dell art. 21 c.2 del DPR 633/1972, dal 1 gennaio 2013 sarà obbligatorio indicare sempre in fattura:

A seguito della modifica dell art. 21 c.2 del DPR 633/1972, dal 1 gennaio 2013 sarà obbligatorio indicare sempre in fattura: Trento, 08/01/2013 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: fatturazione, novità dal 1 gennaio 2013 - AGGIORNATO Gentile Cliente, dal 1 gennaio 2013 ci saranno importanti novità sul fronte della fatturazione,

Dettagli

La fatturazione elettronica verso la PA. Roma, 3 e 5 marzo 2015

La fatturazione elettronica verso la PA. Roma, 3 e 5 marzo 2015 La fatturazione elettronica verso la PA 1 Roma, 3 e 5 marzo 2015 Fonti normative e di prassi Legge n. 244/2007 (articolo 1, commi 209-214) DM 3 aprile 2013 n. 55 Regolamento in materia di emissione, trasmissione

Dettagli

CIRCOLARE N 1 DEL 18.01.2013

CIRCOLARE N 1 DEL 18.01.2013 S T U D I O B U R L O N E C R I S A D o t t o r i C o m m e r c i a l i s t i e R e v i s o r i c o n t a b i l i CIRCOLARE N 1 DEL 18.01.2013 RITARDI NEI PAGAMENTI - TRANSAZIONI COMMERCIALI D.LGS. N.

Dettagli

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. Dott. Andrea Distrotti

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. Dott. Andrea Distrotti LA FATTURAZIONE ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE I NUMERI 21.000 Enti Pubblici, pari a circa 36.880 uffici, tra PA centrale e locale coinvolti dall adozione (ricezione) della Fatturazione Elettronica

Dettagli

Gli elementi comunemente contenuti nella fattura, sia cartacea che elettronica, sono:

Gli elementi comunemente contenuti nella fattura, sia cartacea che elettronica, sono: Fattura elettronica: caratteristiche e vantaggi La legge per tutti.it Stefano Veltri Il recente decreto sviluppo ha modificato la disciplina sulla fattura elettronica, allo scopo di favorirne la diffusione.

Dettagli

In collaborazione con L A.GI.FOR.

In collaborazione con L A.GI.FOR. MARCO DI STEFANO DOTTORE COMMERCIALISTA - REVISORE CONTABILE Email: mdistefano.studio@gmail.com In collaborazione con L A.GI.FOR. Nota n. 3 del 5 maggio 2009 Versamento dell IVA dopo la riscossione del

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

La fattura elettronica e la pubblica amministrazione. 27 maggio 2014

La fattura elettronica e la pubblica amministrazione. 27 maggio 2014 La fattura elettronica e la pubblica amministrazione 27 maggio 2014 Riferimenti normativi e di prassi Art.21 DPR 633/72 (Testo iva) Per fattura elettronica si intende la fattura che è stata emessa e ricevuta

Dettagli

DAMIANO ADRIANI Dottore Commercialista

DAMIANO ADRIANI Dottore Commercialista 1/5 OGGETTO CONSERVAZIONE DELLE FATTURE ELETTRONICHE (DOCUMENTI INFORMATICI) CLASSIFICAZIONE DT IVA FATTURAZIONE ELETTRONICA 20.020.021 RIFERIMENTI NORMATIVI ART. 1 CO. 209-214 L. 24.12.2007 N. 244 (LEGGE

Dettagli

DOCUMENTI INFORMATICI CONSERVAZIONE e RIPRODUZIONE ai FINI degli OBBLIGHI FISCALI

DOCUMENTI INFORMATICI CONSERVAZIONE e RIPRODUZIONE ai FINI degli OBBLIGHI FISCALI Circolare informativa per la clientela Settembre Nr. 2 DOCUMENTI INFORMATICI CONSERVAZIONE e RIPRODUZIONE ai FINI degli OBBLIGHI FISCALI In questa Circolare 1. Codice dell amministrazione digitale 2. Modifiche

Dettagli

ASPETTI LEGALI PER LA TRASMISSIONE E CONSERVAZIONE DELLA FATTURA ELETTRONICA

ASPETTI LEGALI PER LA TRASMISSIONE E CONSERVAZIONE DELLA FATTURA ELETTRONICA ROMA, 14 OTTOBRE 2005 ASPETTI LEGALI PER LA TRASMISSIONE E CONSERVAZIONE DELLA FATTURA ELETTRONICA Prof. Avv. Benedetto Santacroce IL PUNTO NORMATIVO FATTURAZIONE ELETTRONICA Direttiva 2001/115/CE Stabilisce

Dettagli

Vantaggi della conservazione sostitutiva dei documenti rilevanti ai fini fiscali

Vantaggi della conservazione sostitutiva dei documenti rilevanti ai fini fiscali Vantaggi della conservazione sostitutiva dei documenti rilevanti ai fini fiscali 1 Libri contabili tenuti in forma cartacea Libri contabili tenuti con sistemi meccanografici Libri contabili elettronici

Dettagli

Il Presidente della Repubblica

Il Presidente della Repubblica Il Presidente della Repubblica Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione; Vista la direttiva 2006/112/CE del Consiglio, del 28 novembre 2006, relativa al sistema comune d imposta sul valore aggiunto;

Dettagli

di Maurizio Lamperti Amministrazione e Finanza >> Gestione amministrativa www.intesasanpaoloimprese.com

di Maurizio Lamperti Amministrazione e Finanza >> Gestione amministrativa www.intesasanpaoloimprese.com LE MODALITÀ DI CONSERVAZIONE DELLE FATTURE di Maurizio Lamperti Amministrazione e Finanza >> Gestione amministrativa Sommario Introduzione...3 Generazione ed invio delle fatture...4 Conservazione delle

Dettagli

Novità in tema di fatturazione dall 1.01.2013

Novità in tema di fatturazione dall 1.01.2013 Ai Gentili Clienti Novità in tema di fatturazione dall 1.01.2013 1 La L. 24.12.2012, n. 228 (legge di Stabilità 2013) ha introdotto novità in materia di fatturazione da applicare su tutte le operazioni

Dettagli

ASSOCIAZIONE ICT DOTT. COM I L R A P P R E S E N T A N T E F I S C A L E D E L S O G G E T T O N O N R E S I D E N T E.

ASSOCIAZIONE ICT DOTT. COM I L R A P P R E S E N T A N T E F I S C A L E D E L S O G G E T T O N O N R E S I D E N T E. ASSOCIAZIONE ICT DOTT. COM I L R A P P R E S E N T A N T E F I S C A L E D E L S O G G E T T O N O N R E S I D E N T E A c u r a d i : Giovanni Scagnelli Dottore Commercialista Associazione IC T Dott.C

Dettagli

Documento. n. 6. La fatturazione elettronica

Documento. n. 6. La fatturazione elettronica Documento n. 6 La fatturazione elettronica Gennaio 2010 LA FATTURAZIONE ELETTRONICA LA FATTURAZIONE ELETTRONICA Sommario: 1. La fattura elettronica. 2. La conservazione sostitutiva dei documenti a rilevanza

Dettagli

La fatturazione elettronica verso la PA. Roma, 28 marzo 2015

La fatturazione elettronica verso la PA. Roma, 28 marzo 2015 La fatturazione elettronica verso la PA 1 Roma, 28 marzo 2015 Fonti normative e di prassi Legge n. 244/2007 (articolo 1, commi 209-214) DM 3 aprile 2013 n. 55 Regolamento in materia di emissione, trasmissione

Dettagli

La fatturazione elettronica

La fatturazione elettronica La fatturazione elettronica Corso Nuove tecnologie e diritto a.a. 2007/2008 Claudia Cevenini claudia.cevenini@unibo.it D.Lgs. 20 febbraio 2004, n. 52 Attuazione della direttiva 2001/115/CE che semplifica

Dettagli

La conservazione della fattura elettronica e della pec

La conservazione della fattura elettronica e della pec Confindustria Firenze 17 luglio 2014 La conservazione della fattura elettronica e della pec Relatore Avv. Chiara Fantini Of Counsel Studio Legale Frediani - Partner DI & P Srl Indice Quadro normativo in

Dettagli

La fatturazione elettronica workshop

La fatturazione elettronica workshop . La fatturazione elettronica workshop A cura di Vincenzo Tiby Presidente Commissione di Studio ICT ODCEC Napoli Evoluzione della normativa Le caratteristiche di un documento informatico è disciplinato

Dettagli

Aspetti fiscali del commercio elettronico o e-commerce

Aspetti fiscali del commercio elettronico o e-commerce Aspetti fiscali del commercio elettronico o e-commerce 2014-01-02 19:54:35 Il presente lavoro è tratto dalle guide: Imprese ed e-commerce. Marketing, aspetti legali e fiscali. e Il commercio elettronico

Dettagli

cnappcrm aoo generale Circolare n. 29 Prot.: 0001324 Data: 09/03/2015

cnappcrm aoo generale Circolare n. 29 Prot.: 0001324 Data: 09/03/2015 Cod. H30/B6/P2 Protocollo Generale (Uscita) Cod.OR/or cnappcrm aoo generale Circolare n. 29 Prot.: 0001324 Data: 09/03/2015 Ai Consigli degli Ordini degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori

Dettagli

di Antonio Mastroberti

di Antonio Mastroberti GUIDA ALLA FATTURA ELETTRONICA di Antonio Mastroberti Amministrazione e finanza >> Fisco Le modalità di fatturazione previste in materia di IVA risentono in misura tangibile delle evoluzioni della tecnica

Dettagli

FATTURAZIONE e REGISTRAZIONE delle OPERAZIONI EFFETTUATE dal 1 GENNAIO 2013 NOVITÀ

FATTURAZIONE e REGISTRAZIONE delle OPERAZIONI EFFETTUATE dal 1 GENNAIO 2013 NOVITÀ Circolare informativa per la clientela n. 3/2013 del 31 gennaio 2013 FATTURAZIONE e REGISTRAZIONE delle OPERAZIONI EFFETTUATE dal 1 GENNAIO 2013 NOVITÀ In questa Circolare 1. Normativa Iva nazionale Novità

Dettagli

Tempistica della fatturazione delle operazioni transfrontaliere

Tempistica della fatturazione delle operazioni transfrontaliere Gentile Lettore, La ringraziamo per aver utilizzato i nostri servizi per il Suo aggiornamento professionale. Quando abbiamo pensato a strutturare ed organizzare gli strumenti di cui Lei oggi è fruitore,

Dettagli

FATTURAZIONE ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

FATTURAZIONE ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Studio Fabrizio Mariani Viale Brigata Bisagno 12/1 16129 Genova Tel. e. fax. 010.59.58.294 f.mariani@studio-mariani.it Circolare n. 19/2015 Del 11 giugno 2015 FATTURAZIONE ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Dettagli

FATTURAZIONE ELETTRONICA. Qualificazione dei prodotti di back-office Ambito Prodotti di back-office Percorsi di qualificazione

FATTURAZIONE ELETTRONICA. Qualificazione dei prodotti di back-office Ambito Prodotti di back-office Percorsi di qualificazione FATTURAZIONE ELETTRONICA Qualificazione dei prodotti di back-office Ambito Prodotti di back-office Percorsi di qualificazione 1 Cliente Redatto da Verificato da Approvato da Regione Emilia-Romagna CCD

Dettagli

FATTURAZIONE ELETTRONICA

FATTURAZIONE ELETTRONICA FATTURAZIONE ELETTRONICA PREMESSA Le ultime disposizioni. La conservazione sostitutiva. La fatturazione nei confronti della P.A. PREMESSA La Legge di Stabilità è entrata in vigore il 1 gennaio del corrente

Dettagli

L ABC DELLA FATTURA ELETTRONICA

L ABC DELLA FATTURA ELETTRONICA L ABC DELLA FATTURA ELETTRONICA Nonostante il notevole sviluppo tecnologico in campo amministrativo, che offre modalità sempre più innovative nell'emissione, gestione e conservazione dei documenti, ancora

Dettagli

STUDIO VENTURATO Commercialisti e Consulenti per le imprese e gli enti locali

STUDIO VENTURATO Commercialisti e Consulenti per le imprese e gli enti locali STUDIO VENTURATO Commercialisti e Consulenti per le imprese e gli enti locali Circolare n. 1/13 Legnago, 15.01.2013 A TUTTI I CLIENTI - LORO SEDI - FATTURAZIONE NUOVE REGOLE DAL 2013 Dal 1 gennaio 2013

Dettagli

La fatturazione elettronica nei confronti della Pubblica Amministrazione

La fatturazione elettronica nei confronti della Pubblica Amministrazione La fatturazione elettronica nei confronti della Pubblica Amministrazione GAETANO MESIANO DIRIGENTE SETTORE IMPOSTE INDIRETTE ASSONIME 1 Il nuovo obbligo dei soggetti IVA Dal 6 giugno scorso l emissione,

Dettagli

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI Gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: NUOVE MODALITA DI FATTURAZIONE 1. Premesse, riferimenti normativi e decorrenza Il cosiddetto Decreto Salva infrazioni (D.L. 216/2012),

Dettagli

Novità più rilevanti (1) parità di trattamento tra fattura cartacea e fattura elettronica libera scelta sull autenticità dell origine, l integrità del contenuto e la leggibilità della fatture (facilita

Dettagli

La Conservazione Sostitutiva dei Libri Contabili alla luce delle novità normative. Relatore Avv. Valentina Frediani

La Conservazione Sostitutiva dei Libri Contabili alla luce delle novità normative. Relatore Avv. Valentina Frediani La Conservazione Sostitutiva dei Libri Contabili alla luce delle novità normative Relatore Avv. Valentina Frediani 2 La conservazione elettronica dei documenti e le formalità da rispettare L argomento

Dettagli

Fondazione Luca Pacioli

Fondazione Luca Pacioli Fondazione Luca Pacioli TENUTA E CONSERVAZIONE DELLE SCRITTURE CONTABILI CON MODALITA INFORMATICHE Documento n. 27 del 24 ottobre 2005 CIRCOLARE Via G. Paisiello, 24 00198 Roma tel.: 06/85.440.1 (fax 06/85.440.223)

Dettagli

FATTURA ELETTRONICA B2B D.LGS. 127/2015. prof. avv. Benedetto Santacroce

FATTURA ELETTRONICA B2B D.LGS. 127/2015. prof. avv. Benedetto Santacroce FATTURA ELETTRONICA B2B D.LGS. 127/2015 prof. avv. Benedetto Santacroce 1 FATTURA ELETTRONICA: scenario nazionale FATTURAZIONE ELETTRONICA B2B DAL 1.1.2013 RECEPIMENTO DIRETTIVA 2010/45/UE artt. 21 e 39

Dettagli

programma di informatica e sistemi informativi

programma di informatica e sistemi informativi programma di informatica e sistemi informativi Catania, 18 giugno 2008 1 Programma per gli esami di abilitazione nozioni di base di informatica: bit, Byte, Ram, Rom, linguaggi di programmazione, funzionamento

Dettagli

21 DPR 633/72 ELETTRONICA

21 DPR 633/72 ELETTRONICA Gli obiettivi Semplificare e riorganizzare i processi attraverso la digitalizzazione (Riduzione degli errori umani tipici, possibilità di implementare procedure, interoperabili fra la fatturapa ed altri

Dettagli

FATTURAZIONE ELETTRONICA E CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA MODULO III

FATTURAZIONE ELETTRONICA E CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA MODULO III prof. avv. Benedetto Santacroce FATTURAZIONE ELETTRONICA E CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA MODULO III 1 FATTURAZIONE ELETTRONICA 2 L. 244/2007 (L.F. 2008) - art. 1, co. 209-214 FATTURAZIONE ELETTRONICA FACOLTÀ

Dettagli

Fatturazione elettronica adempimento degli obblighi fiscali e tenuta delle scritture contabili mediante strumenti digitali

Fatturazione elettronica adempimento degli obblighi fiscali e tenuta delle scritture contabili mediante strumenti digitali Fatturazione elettronica adempimento degli obblighi fiscali e tenuta delle scritture contabili mediante strumenti digitali Milano, 4 giugno 2004 Avv. Luigi Neirotti Studio Legale Tributario - EYLaw 1 Normativa

Dettagli

C i r c o l a r e d e l 14 g e n n a i o 2 0 1 3 P a g. 1 di 12

C i r c o l a r e d e l 14 g e n n a i o 2 0 1 3 P a g. 1 di 12 C i r c o l a r e d e l 14 g e n n a i o 2 0 1 3 P a g. 1 di 12 Circolare Numero 5/2013 Oggetto NOVITA IN MATERIA DI IVA - LEGGE DI STABILITA 2013 (LEGGE N. 228 DEL 24 DICEMBRE 2012 c.d. Finanziaria 2013

Dettagli

Roma, 24 giugno 2014. CIRCOLARE. 18/E OGGETTO: IVA. Ulteriori istruzioni in tema di fatturazione.

Roma, 24 giugno 2014. CIRCOLARE. 18/E OGGETTO: IVA. Ulteriori istruzioni in tema di fatturazione. Roma, 24 giugno 2014 CIRCOLARE. 18/E OGGETTO: IVA. Ulteriori istruzioni in tema di fatturazione. INDICE PARTE I PREMESSA... 2 1 LA FATTURA ELETTRONICA... 2 1.1 DEFINIZIONE... 2 1.2 REQUISITI DELLA FATTURA

Dettagli

PER ENTRAMBE LE TIPOLOGIE

PER ENTRAMBE LE TIPOLOGIE PER ENTRAMBE LE TIPOLOGIE RESI LEGGIBILI NEL TEMPO IN ORDINE CRONOLOGICO NON CRITTOGRAFATI RICERCABILI OMOGENEITA PER PERIODO D IMPOSTA ESIBIZIONE & MEMORIZZAZIONE CONSERVAZIONE RESPONSABILE DELLA CONSERVAZIONE

Dettagli

Recenti novità in materia di IVA

Recenti novità in materia di IVA S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Recenti novità in materia di IVA Legge di stabilità: le novità introdotte a seguito del recepimento della Direttiva 13 luglio 2010 n. 2010/45/UE Stefano Maffi

Dettagli

Novità in materia di Iva

Novità in materia di Iva Dr. Anton Pichler Dr. Walter Steinmair Dr. Helmuth Knoll Sparkassenstraße 18 Via Cassa di Risparmio I-39100 Bozen Bolzano T 0471.306.411 F 0471.976.462 E info@interconsult.bz.it I www.interconsult.bz.it

Dettagli

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA LA FATTURAZIONE ELETTRONICA CONVEGNO DEL 18 LUGLIO 2014 Via Litteri, 88, 95021 Aci Castello Catania President Park Hotel Dott. Enrico Patti COMMERCIALISTA IN CATANIA CENNI SU LA FATTURAZIONE La normativa

Dettagli

CIRCOLARE. 18/E INDICE

CIRCOLARE. 18/E INDICE CIRCOLARE. 18/E Direzione Centrale Normativa Roma, 24 giugno 2014 OGGETTO: IVA. Ulteriori istruzioni in tema di fatturazione. INDICE PARTE I PREMESSA... 2 1 LA FATTURA ELETTRONICA... 2 1.1 DEFINIZIONE...

Dettagli

NOVITA 2013 - IVA Legge di stabilità 2013 (L. n. 228 del 24.12.12, GU 29.12.12), in cui è stato trasfuso l art. 1 del DL 216/2012

NOVITA 2013 - IVA Legge di stabilità 2013 (L. n. 228 del 24.12.12, GU 29.12.12), in cui è stato trasfuso l art. 1 del DL 216/2012 Milano, 2 gennaio 2013 NOVITA 2013 - IVA Legge di stabilità 2013 (L. n. 228 del 24.12.12, GU 29.12.12), in cui è stato trasfuso l art. 1 del DL 216/2012 EMISSIONE FATTURE La legge di stabilità ha modificato

Dettagli

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: IL NUOVO OBBLIGO CON DECORRENZA DAL 31 MARZO 2015

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: IL NUOVO OBBLIGO CON DECORRENZA DAL 31 MARZO 2015 Segnalazioni Novità Prassi Interpretative LA FATTURAZIONE ELETTRONICA NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: IL NUOVO OBBLIGO CON DECORRENZA DAL 31 MARZO 2015 A partire dal 31 marzo 2015 scatterà

Dettagli

Provvedimenti fiscali autunno inverno 2012

Provvedimenti fiscali autunno inverno 2012 Circolare n. 01/2013 Provvedimenti fiscali autunno inverno 2012 Legge 17.12.2012 n. 221: Conversione, con modifiche del D.L. n. 179 del 18.10.2012. Si tratta del provvedimento sulla crescita economica.

Dettagli

L OBBLIGO DI FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

L OBBLIGO DI FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE SI surl L OBBLIGO DI FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Adempimenti per le imprese pzanatta@uive.it Dott. Paolo Zanatta 1 Normativa e Prassi Legge n. 244 del 24.12.2007, articolo

Dettagli

Appare evidente come l innovazione tecnologica

Appare evidente come l innovazione tecnologica ICT E DIRITTO Rubrica a cura di Antonio Piva, David D Agostini Scopo di questa rubrica è di illustrare al lettore, in brevi articoli, le tematiche giuridiche più significative del settore ICT: dalla tutela

Dettagli

Informativa Clienti. del 1 marzo 2010

Informativa Clienti. del 1 marzo 2010 S T U D I O C O M M E R C I A L I S T A dott. sa Ausilia RUBIANO Commercialista Revisore Contabile Consulente Tecnico del Giudice Informativa Clienti. del 1 marzo 2010 MODELLI INTRASTAT: NOVITA. Con il

Dettagli

CIRCOLARE N. 44/E. Roma, 26 novembre 2012

CIRCOLARE N. 44/E. Roma, 26 novembre 2012 CIRCOLARE N. 44/E Direzione Centrale Normativa Roma, 26 novembre 2012 OGGETTO: Liquidazione dell IVA secondo la contabilità di cassa, cd. Cash accounting Articolo 32-bis del d.l. 22 giugno 2012, n. 83,

Dettagli