Reti VoIp e security SICUREZZA. L introduzione in azienda della voce su Ip introduce nuovi elementi di instabilità nella re

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Reti VoIp e security SICUREZZA. L introduzione in azienda della voce su Ip introduce nuovi elementi di instabilità nella re"

Transcript

1 Reti VoIp e security L introduzione in azienda della voce su Ip introduce nuovi elementi di instabilità nella re La diffusione del Voice over Ip, la trasmissione della voce attraverso le reti Ip a commutazione di pacchetto, è stato uno dei fenomeni più importanti degli ultimi anni; la rapida diffusione di account di fascia consumer, valga per tutti l esempio di Skype, ha consentito a un gran numero di persone di conoscere e apprezzare i vantaggi della tecnologia e di permetterne con una dinamica tipicamente bottom-down, la rapida diffusione anche a livello aziendale 1. La sirena che ha attratto almeno all inizio le aziende è stata la promessa di risparmio sui costi delle telefonate. Via via che l offerta si è consolidata ed evoluta si sono aggiunti servizi sempre più sofisticati che hanno consentito l accumularsi di esperienze di implementazione. «L introduzione del VoIp in azienda porta con sé un innovazione culturale, che, se correttamente indirizzata, induce un ampliamento dell efficienza e della produttività, benefici sull immagine aziendale e un rapido ritorno sull investimento», ci dice a questo proposito Pierpaolo Alì, enterprise sales 138 DM aprile 2008

2 un binomio possibile te e possibili porte d ingresso per attacchi di malware. Come difendersi di Giuseppe Badalucco director di 3Com Italia (www.3com.it). Naturalmente non tutti i potenziali clienti partono con questo spirito: «Quando proponiamo sistemi telefonici VoIp ai nostri clienti, incontriamo frequentemente interlocutori scettici e diffidenti nei confronti di questa tecnologia», ammette Franco Cibrario, responsabile CSdomotica di Gruppo Consoft (www.csdomotica.it). In effetti a prima vista è facile pensare che poiché la voce viaggia all interno di pacchetti, si tratta solo di connettere i componenti VoIp alla rete esistente per ottenere una stabile e sicura infrastruttura di rete per le comunicazioni voice. Sfortunatamente però la maggior parte dei tool utilizzati oggi per salvaguardare le reti di computer, firewall, Nat e crittografia, non funzionano allo stesso modo su una rete dati e una VoIp. Poiché è elevato il livello di performance richiesto ai sistemi VoIp si rende necessario uno strato aggiuntivo di software e hardware specificatamente progettato; inoltre l integrazione di una infrastruttura VoIp in aprile 2008 DM 139

3 una rete dati, magari già congestionata, può avere effetti negativi sull infrastruttura dell azienda. Chiunque si appresti a valutare l implementazione di una rete VoIp dovrebbe quindi anzitutto valutare questi aspetti con grande attenzione. Pierpaolo Alì enterprise sales director di 3Com Italia SICUREZZA DELLE RETI VOIP E DATI Per meglio comprendere in che modo la sicurezza per le reti VoIp differisce da quella per le reti dati, partiamo dalle costrizioni alle quali si è soggetti quando si trasmette la voce attraverso un pacchetto. Le reti a commutazione di pacchetto dipendono dalla configurazione di molteplici parametri quali gli indirizzi Ip e Mac per i terminali voce, router e firewall; inoltre le comunicazioni VoIp necessitano di software specifico per la gestione delle chiamate (call managers) e il loro instradamento; ogni volta che un componente di rete o un apparecchio telefonico Ip viene avviato o aggiunto alla rete esistente occorre fissare i parametri di rete in maniera dinamica. Ciò è un vantaggio per i malintenzionati che dispongono di numerosi punti aperti alle vulnerabilità esattamente come avviene in una rete dati. I sistemi VoIp devono garantire livelli di performance, la cosiddetta qualità del servizio (QoS), che non sono richiesti in una rete dati e questo ha implicazioni notevoli in termini di sicurezza. Un applicazione VoIp è molto più sensibile al ritardo di quanto lo sia una rete dati. Se per il download di un file qualche secondo di rallentamento è trascurabile, un ritardo superiore ai 150 millisecondi può trasformare una chiamata in una sequenza di rumori senza alcun senso. La latenza introdotta dalle misure di sicurezza tradizionali rappresenta un ulteriore complicazione. Il prezzo da pagare per la protezione offerta da un firewall o da un meccanismo di crittografia è il ritardo più o meno accentuato nella trasmissione di pacchetti, causa prima tra l altro di vulnerabilità dei sistemi agli attacchi DoS. Nel trasporto Maurizio Tondi vice president Marketing Market unit Italia di Italtel I sistemi VoIp devono garantire livelli di performance più alti di una rete dati, ciò influisce sulla sicurezza della voce in pacchetti, un altro elemento da considerare è il cosiddetto jitter, vale a dire la differenza in termini di tempo impiegato da due pacchetti nel percorrere una certa distanza. Perché una comunicazione Ip avvenga regolarmente l invio dei pacchetti deve avvenire a intervalli regolari; in teoria perciò due pacchetti inviati a distanza di 20 ms l uno dall altro dovrebbero arrivare a destinazione mantenendo la stessa distanza temporale; quando si parla di traffico Ip però ciò non è sempre vero poiché questo protocollo non offre alcuna garanzia né sul tempo di consegna dei pacchetti né sul tragitto. Diventa quindi importante che la rete sia configurata in modo da ridurre il più possibile il jitter per evitare comunicazioni NOTE: 1 Il tema della diffusione della tecnologia VoIp presso le imprese italiane è stato affrontato da una ricerca realizzata dall Istituto di Organizzazione e Sistemi Informativi (Iosi) dell Università Bocconi in collaborazione con Italtel e Cisco Italia. Condotta su un campione di imprese con almeno 10 addetti, appartenenti a vari settori, la ricerca già nel 2007 ha evidenziato come il 16,8% delle imprese disponeva di una soluzione VoIp e che tra di loro le aziende con più di 500 addetti rappresentavano oltre il 40% dei casi. frammentate o distorte. La qualità del servizio è altresì correlata al problema della perdita di pacchetti. Come avviene nelle rete dati, infatti, anche i pacchetti VoIp possono diventare inservibili a causa del jitter e della latenza. Inoltre il VoIp dipende dal protocollo Rtp, Realtime transport protocol, che non garantisce la consegna dei pacchetti. Il protocollo Rtp utilizzato per il trasporto della voce si basa sull Udp (User datagram protocol) che non prevede il riordino e l assemblaggio dei pacchetti fuori sequenza a livello di trasporto ma solo a livello applicativo e quindi a patto di accettare un significativo utilizzo della banda disponibile. E vero però che i pacchetti VoIp sono di piccole dimensioni con un payload che varia da 10 a 50 bytes (approssimativamente 12,5-62,5 ms) e che dunque la perdita di una parte della trasmissione è impercettibile all orecchio umano; il problema è che di rado i pacchetti si perdono in maniera isolata. Così, se in teoria la perdita di un singolo pacchetto non ha effetti negativi, in pratica essa è il segnale che probabilmente altri pacchetti non arrivano a destinazione e quindi del sensibile degrado della QoS. Franco Cibrario responsabile CSdomotica di Gruppo Consoft CHI DIFENDE LA RETE VOIP Anche gli strumenti di difesa delle reti VoIp differiscono rispetto a quelli utilizzati nelle reti dati. Per configurare la maggior parte dei componenti VoIp si utilizzano server Web. Le interfacce Web possono essere facili da utilizzare e da realizzare anche grazie all ampia disponibilità di tool gratuiti di sviluppo. Sfortunatamente però la maggior parte di questi tool sono realizzati pensando più alla varietà di funzionalità e alla facilità d uso, riservando però minore attenzione alla sicurezza delle applicazioni. Ancora molti dispositivi VoIp non dispongono di funzionalità avanzate di controllo accessi (oppure i controlli sono blandi), sono soggetti a vulnerabilità degli script e hanno parametri di 140 DM aprile 2008

4 validazione inadeguati; tutte queste debolezze li rendono esposti in particolare agli attacchi DoS. In una rete VoIp i firewall semplificano la gestione della sicurezza mediante il consolidamento delle policy a livello gateway. Purtroppo l introduzione di un firewall rende complicato il controllo dinamico del traffico dati e le procedure di setup Andrea Scaietti country business manager di ProCurve Networking by HP delle chiamate; numerose soluzioni commerciali tuttavia possono mitigare questo problema e pertanto è sempre consigliabile prevedere l implementazione di tali dispositivi. Nat (Network address translation) è uno strumento molto potente per nascondere gli indirizzi interni della Lan, consentendo al contempo ai terminali locali di utilizzare lo stesso indirizzo Ip. Il Nat inoltre aggiunge uno strato di sicurezza supplementare alla Lan rendendo gli indirizzi Ip interni inaccessibili dalla rete pubblica. Il Nat dunque è un ottimo parafulmine dato che tutti gli attacchi verso una rete devono concentrarsi sul router Nat. Come per i firewall ciò aumenta il livello di sicurezza poiché concentra in un unico punto il bastione da difendere. Naturalmente questi vantaggi hanno un costo. Per esempio le chiamate verso la rete sono complesse da gestire e sono noti i problemi di incompatibilità tra Nat e IpSec. In ogni caso firewall e Nat benché efficaci per prevenire le intrusioni dall esterno nulla possono contro attacchi provenienti dall interno; e neppure possono proteggere i dati voce che attraversano la rete pubblica per i quali è richiesto uno strato di difesa a livello di protocollo, crittografando i pacchetti mediante IpSec; la suite di protocolli IpSec e gli algoritmi di sicurezza rappresentano altrettanti standard per rendere più sicura la trasmissione dei pacchetti. Tuttavia poiché router, proxy e altri componenti devono essere in grado di interpretare i pacchetti VoIp, questi sono spesso crittografati a livello di gateway del network; l ingrandirsi delle dimensioni dei pacchetti, la latenza introdotta Luigi Benocci solution strategist di CA La latenza introdotta dalle misure disicurezza tradizionali rappresenta una complicazione per un sistema VoIp Il software VoIp è del tutto simile a qualsiasi altro software. Come avviene per i driver di una fotocamera digitale o una stampante esso può essere scaricato da Internet e utilizzato per gli update, attività questa notoriamente fonte di non pochi problemi di sicurezza non fosse altro perché il software può essere disassemblato, manomesso e utilizzato per sferrare attacchi ai telefoni. Poiché spesso l integrità del software si basa su un check (controllo) della ridondanza ciclica (Crc) un intruso può compromettere la rete semplicemente costruendo un immagine eseguibile che soddisfi questi requisiti. Numerosi studi hanno confermato che è possibile sfruttare tutte le tecniche conosciute per le reti Tcp/Ip inserendo nel sistema codice binario manomesso. Così per esempio i telefoni Ip possono essere resettati in maniera fraudolenta, per esempio in seguito a un downtime della rete, e ricevere file di configurazione e software manomessi mediante il protocollo Tftp (Trivial file transfer protocol); oppure disponendo di un accesso fisico a una porzione del network è possibile sfruttare tecniche di cache poisoning del protocollo Arp per cambiare l indirizzo Mac associato a un certo indirizzo Ip. Ogni telefono Ip immagazzina informazioni relative alla ubicazione del server Tftp e molti utilizzano un controllo accessi rudimentale formato da una stringa di accesso che non cambia mai. Un malintenzionato può sostituire l ubicazione del server causando il download verso i telefoni da un server compromesso; allo stesso modo dato che i telefoni VoIp spesso si affidano ai server Dhcp (Dynamic host configuration protocol) per ottenere il loro indirizzo Ip, un server Dhcp manomesso può gettare nel caos una rete. Come qualsiasi altro, anche il software VoIp può contenere vulnerabilità sfruttabili per realizzare attacchi di tipo buffer overflow. Falle nel software sono altresì sfruttabili per sferrare attacchi DoS e rendere pubdai meccanismi di crittografia e la mancanza di Qos urgency nel motore (engine) che critta i pacchetti può causare un eccessiva latenza nella loro consegna, e di conseguenza una qualità della voce via via degradante. In effetti il processo di encrypting trasforma i dispositivi di crittografia in altrettanti colli di bottiglia in una rete VoIp, e ciò incide sensibilmente sulla qualità del servizio. LE VULNERABILITÀ DEL VOIP Con i telefoni tradizionali un intercettazione è possibile solo piazzando una cimice nel ricevitore o prendendo possesso di uno switch, attività queste non proprio alla portata di chiunque; inoltre i Pbx tradizionali utilizzano software e protocolli proprietari e hanno meno punti di accesso rispetto a un sistema VoIp che al contrario presenta numerose opportunità di intercettazione della comunicazione. Le unità VoIp condividono le connessioni fisiche di accesso alla rete dati e in molti casi entrambi i sistemi condividono la stessa porzione logica di rete. Molti protocolli sono open così come numerosi tool per controllare e monitorare i pacchetti (packet sniffer) pronti per essere utilizzati sul segmento di rete che si intende tenere sotto controllo. Umberto Pirovano systems engineer manager, divisione Enterprise, Juniper Networks Italia 142 DM aprile 2008

5 blici i parametri critici del sistema. Le comuni contromisure a questo tipo di attacchi possono a volte risultare insufficienti a garantire un adeguato livello di protezione dell infrastruttura di comunicazione; le tecniche di attacco mutano molto rapidamente tanto che spesso sono in grado di mettere in serie difficoltà apparati di sicurezza tradizionali. «Per porre una barriera efficace contro queste tipologie di rischio, di norma sono richieste soluzioni in grado di consentire, tramite un analisi del traffico, l intercettazione e la segnalazione di comportamenti che, anche se leciti nella natura e nel contenuto dei messaggi, possano risultare anomali e quindi potenzialmente dannosi», argomenta Maurizio Tondi, vice president Marketing Market unit Italia di Italtel (www.italtel.it). FATTORI DA CONSIDERARE Abbiamo visto che in ambito VoIp la qualità del servizio, fortemente influenzata da alcuni elementi (latenza, jitter, perdita di pacchetti) in grado di determinarne il livello, rappresenta un aspetto molto importante da considerare; sappiamo quali sono le differenze più rilevanti tra i tool di sicurezza impiegati nelle reti VoIp (firewall, Web server, Nat, crittografia) rispetto a quelli utilizzati nelle reti dati; e inoltre disponiamo di una casistica abbastanza esaustiva delle vulnerabilità che affliggono le reti VoIp; possediamo dunque di elementi sufficienti per determinare quali aspetti dovrebbero essere adeguatamente considerati da un azienda che voglia introdurre al proprio interno le tecnologie VoIp prima di procedere all effettiva implementazione. Gli aspetti più importanti da considerare riguardano il livello di conoscenza e addestramento sulle tecnologie; la maturità delle security practice, dei Marco Misitano business development manager security di Cisco Italy Luca Renzanigo product marketing manager unified communication di Microsoft L implementazione di una rete VoIp deve tener conto di tre parametri: prestazioni, affidabilità e sicurezza controlli e delle policy; la qualità delle architetture esistenti e la comprensione dei rischi di security. Come vedremo tutte le aziende interpellate hanno posto su ciascuno di questi elementi un enfasi differente che rende superflua qualsiasi classificazione che cerchi di determinare l importanza di ognuna in termini assoluti. «Perché sia efficiente ed efficace, l implementazione di una rete VoIp deve tener conto di tre parametri: le prestazioni, l affidabilità e la sicurezza», ci dice Andrea Scaietti, country business manager di ProCurve Networking by HP (www.hp.com/it/procurve); come sappiamo la qualità in termini di prestazioni, delle chiamate VoIp dipende dalla stabilità e dalla velocità della trasmissione dei pacchetti di dati. «L azienda deve quindi strutturare la rete in modo da eliminare tutte le possibili cause di ritardo o perdita dei dati, che potrebbero disturbare o interrompere le conversazioni telefoniche», afferma Scaietti. «L introduzione di tecnologie VoIp in azienda porta all implementazione di soluzioni e applicazioni quali call center e sistemi di comunicazione integrati, sottosistemi di multimedialità su Ip (Ims). Analizzando i punti critici per ciascuna soluzione si evince che sicurezza, qualità della voce e billing/accounting costituiscono la base di un buon progetto, concorda Umberto Pirovano, systems engineer manager, divisione Enterprise di Juniper Networks Italia (www.juniper.net). Fare convergere sulla medesima piattaforma di comunicazione voce e dati, significa gestire un unica infrastruttura, riducendo, almeno sulla carta, i costi e ottimizzando la gestione delle risorse. La condivisione dell infrastruttura dati espone, però, il servizio di fonia a tutti quei rischi tipici delle reti dati; «se i vantaggi della convergenza dei servizi voce/dati sono evidenti, è altrettanto facile constatare che, procedendo in questa direzione si contraddice uno dei principi fondamentali della sicurezza: avere sistemi eterogenei e ridondanti», avverte Luigi Benocci, solution strategist di CA (www.ca. com/it). Quando voce e dati transitano su infrastrutture indipendenti, un malfunzionamento legato a uno di essi non implica alcun danno al servizio dell altro; «unificando l in- 144 DM aprile 2008

6 frastruttura e i protocolli di voce e dati, invece, un guasto o un attacco a un singolo dispositivo di rete, può danneggiare e compromettere entrambi i servizi», aggiunge Benocci. La convergenza va vista pertanto considerando anche gli effetti che essa può avere in termini di gestione dell infrastruttura aziendale. «Un telefono Ip come un Pc può essere soggetto ad attacchi, virus, worm e quindi deve essere possibile intervenire rapidamente con patch di sicurezza per evitare ripercussioni sull azienda stessa», afferma Marco Misitano, business development manager security di Cisco Italy (www.cisco.com). Secondo Luca Renzanigo, product marketing manager unified communication di Microsoft Italia (www.microsoft.com) il passaggio da una soluzione voce tradizionale a una basata su protocollo Ip e integrata nell infrastruttura dati aziendale apporta dei miglioramenti anche sotto il punto di vista della sicurezza: «La rete voce tradizionale non era soggetta agli stessi requisiti di sicurezza tipici dell infrastruttura di rete aziendale; portando su questo canale la parte voce si rende necessaria l inclusione delle policy di sicurezza tipiche della rete dati». La sicurezza per quanto possibile andrebbe sempre misurata; a ricordarcelo è Franco Cibrario di CSdomotica: «Poter mostrare in maniera semplice, dinamica e interattiva tutto ciò che accade in rete è molto più convincente di qualsiasi promessa commerciale». L INTRUSIONE NON PAGA Come abbiamo dimostrato gli attacchi che riguardano i sistemi VoIp pur simili a quelli dei dati, hanno caratteristiche e dinamiche proprie; perciò le minacce che incombono sui sistemi VoIp sono numerose e in futuro potrebbero aumentare. Ma quasi nessuno al riguardo è esageratamente pessimista. Per alcuni osservatori tuttavia il rischio potenziale è alto anzitutto perché la protezione dei dispositivi VoIp è strettamente correlata alla sicurezza delle reti dati aziendali. Inoltre ci sono attacchi specifici la cui pericolosità è ampiamente documentata e di cui bisogna tenere conto. Per esempio due protocolli molto diffusi in ambito VoIp, H.323 e Inter Asterisk exchange si sono rivelati vulnerabili allo sniffing durante il processo di autenticazione; Sip un altro protocollo molto diffuso lascia le reti VoIp aperte al trasporto non autorizzato di dati. Numerosi tool che consentono di scoprire o testare vulnerabilità dei sistemi cominciano a essere facilmente accessibili; per fortuna non sono ancora molti gli exploit sfruttati in modo intensivo e utilizzabili su qualsiasi sistema e ciò si deve anche al fatto che i maggiori vendor VoIp utilizzano protocolli proprietari che rendono ancora difficoltoso ideare tool efficaci. In definitiva un attacco VoIp non è ancora abbastanza remunerativo: il tempo necessario per sfruttare un exploit è ancora troppo sproporzionato in termini di ritorno dell investimento per i potenziali intrusori. Naturalmente la situazione potrebbe cambiare in futuro, ma per ora la situazione induce a un cauto ottimismo. DM Symantec gestione del rischio quattro miti da sfatare Comprendere meglio la disciplina della gestione del rischio It consente alle organizzazioni di assumere rischi calcolati e utilizzare l It per trarre vantaggio competitivo. E questo in estrema sintesi il messaggio che emerge dalla seconda edizione del Symantec It Risk Management Report, uno studio basato sull analisi di oltre 400 interviste con professionisti It. Partendo da questo risultato Symantec (www.symantec.com) ha voluto contribuire a sfatare quattro miti comunemente associati al rischio It. In primo luogo nonostante la percezione comune tenda ad associare il rischio It a quello sicurezza, i risultati dello studio rivelano l emergere di una visione più ampia da parte dei professionisti It che individuano nel rischio di disponibilità il fattore più critico in grado di percorrere tutta la catena del valore e creare perdite per milioni di dollari. Il mito secondo cui la gestione del rischio It può essere affrontata come singolo progetto, o come una serie di esercizi distribuiti in diversi periodi di budget, non tiene conto della natura dinamica dell ambiente di rischio interno ed esterno. Al contrario poiché gli incidenti tecnologici in ambito di sicurezza, disponibilità, conformità e prestazioni possono avere un impatto devastante, un approccio di tipo olistico alla gestione del rischio It consente alle aziende di stare al passo con i mutevoli scenari di business. Se è vero che la tecnologia svolge un ruolo chiave nella mitigazione del rischio, è altrettanto vero, e lo studio lo dimostra, che le persone e i processi incidono fortemente sull efficacia di un programma di gestione del rischio It. Infine il quarto mito riguarda la tendenza a considerare la gestione del rischio It una disciplina formale. Senza dubbio, grazie alle esperienze maturate, molti dispongono di una solida base di conoscenze che consentono di comprendere meglio come la gestione del rischio It integra elementi di gestione operativa del rischio, di controllo della qualità e di governance sul piano business e It. Ma sarebbe un errore grave considerare la gestione del rischio It come un insieme di principi rigidi e di relazioni fisse applicabili universalmente in qualsiasi settore e area geografica. Symantec It Risk Management Report Volume II è disponibile all indirizzo aprile 2008 DM 145

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007 Security Governance Chief Security Advisor Microsoft Italia feliciano.intini@microsoft.com http://blogs.technet.com/feliciano_intini

Dettagli

Symbolic. Ambiti Operativi. Presente sul mercato da circa 10 anni Specializzata in Network Security Partner e distributore italiano di F-Secure Corp.

Symbolic. Ambiti Operativi. Presente sul mercato da circa 10 anni Specializzata in Network Security Partner e distributore italiano di F-Secure Corp. Symbolic Presente sul mercato da circa 10 anni Specializzata in Network Security Partner e distributore italiano di F-Secure Corp. La nostra mission è di rendere disponibili soluzioni avanzate per la sicurezza

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Microsoft Innovation Center Roma Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Il MIC Roma Cos è Uno dei risultati dei protocolli di intesa tra il Ministero della Pubblica Amministrazione e l

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese.

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione Promelit ipecs MG. Descrizione del Sistema: L azienda di oggi deve saper anche essere estesa : non confinata in

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento Reti Di cosa parleremo? - Definizione di Rete e Concetti di Base - Tipologie di reti - Tecnologie Wireless - Internet e WWW - Connessioni casalinghe a Internet - Posta elettronica, FTP e Internet Browser

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

LA PRIMA E UNICA SOLUZIONE UNIFICATA PER LA SICUREZZA DEI CONTENUTI

LA PRIMA E UNICA SOLUZIONE UNIFICATA PER LA SICUREZZA DEI CONTENUTI LA PRIMA E UNICA SOLUZIONE UNIFICATA PER LA SICUREZZA DEI CONTENUTI È ora di pensare ad una nuova soluzione. I contenuti sono la linfa vitale di ogni azienda. Il modo in cui li creiamo, li utiliziamo e

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY

GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY Con Kaspersky, adesso è possibile. www.kaspersky.it/business Be Ready for What's Next SOMMARIO Pagina 1. APERTI 24 ORE SU 24...2

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso White Paper In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso Executive Summary Una volta stabilito il notevole impatto positivo che la Unified Communication (UC) può avere sulle aziende,

Dettagli

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows Progettare network AirPort con Utility AirPort Mac OS X v10.5 + Windows 1 Indice Capitolo 1 3 Introduzione a AirPort 5 Configurare un dispositivo wireless Apple per l accesso a Internet tramite Utility

Dettagli

Mettere in sicurezza l infrastruttura dei desktop virtuali con Citrix NetScaler

Mettere in sicurezza l infrastruttura dei desktop virtuali con Citrix NetScaler Mettere in sicurezza l infrastruttura dei desktop virtuali con Citrix NetScaler 2 Le aziende attuali stanno adottando rapidamente la virtualizzazione desktop quale mezzo per ridurre i costi operativi,

Dettagli

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE Mediatrix 2102 ATA Guida all installazione EUTELIAVOIP Rev1-0 pag.2 INDICE SERVIZIO EUTELIAVOIP...3 COMPONENTI PRESENTI NELLA SCATOLA DEL MEDIATRIX 2102...3 COLLEGAMENTO

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

Progetto VirtualCED Clustered

Progetto VirtualCED Clustered Progetto VirtualCED Clustered Un passo indietro Il progetto VirtualCED, descritto in un precedente articolo 1, è ormai stato implementato con successo. Riassumendo brevemente, si tratta di un progetto

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Cisco SPA 122 ATA con router

Cisco SPA 122 ATA con router Data Sheet Cisco SPA 122 ATA con router Servizio VoIP (Voice over IP) conveniente e ricco di funzionalità Caratteristiche Qualità vocale e funzionalità telefoniche e fax associate al servizio VoIP (Voice

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 NB: alcune domande hanno risposta multipla: si richiede di identificare TUTTE le risposte corrette.

Dettagli

Proteggere le informazioni in tempo di crisi: si può essere sicuri con investimenti contenuti? Lino Fornaro Net1 sas Giovanni Giovannelli - Sophos

Proteggere le informazioni in tempo di crisi: si può essere sicuri con investimenti contenuti? Lino Fornaro Net1 sas Giovanni Giovannelli - Sophos Proteggere le informazioni in tempo di crisi: si può essere sicuri con investimenti contenuti? Lino Fornaro Net1 sas Giovanni Giovannelli - Sophos L Autore Lino Fornaro, Security Consultant Amministratore

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Grazie per il suo interesse alla nuova tecnologia voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Cristina Brambilla Telefono 348.9897.337,

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Procedure per la scansione di sicurezza Versione 1.1 Release: settembre 2006 Indice generale Finalità... 1 Introduzione... 1 Ambito di applicazione dei

Dettagli

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Data: Ottobre 2012 Firewall pfsense Mail Server Zimbra Centralino Telefonico Asterisk e FreePBX Fax Server centralizzato Hylafax ed Avantfax

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. IT Security. Syllabus

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. IT Security. Syllabus EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE IT Security Syllabus Scopo Questo documento presenta il syllabus di ECDL Standard IT Security. Il syllabus descrive, attraverso i risultati del processo di apprendimento,

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Tobia Castaldi Alessandro Amirante Lorenzo Miniero Simon Pietro Romano Giorgio Ventre 02/10/2009 GARR 2009 "Network

Dettagli

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione L Impresa Estesa come motore dell Innovazione VOIP e RFID Andrea Costa Responsabile Marketing Clienti Enterprise 0 1. Innovazione: un circolo virtuoso per l Impresa Profondità e latitudine (l azienda approfondisce

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa Cosa è MPLS MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa L idea di base consiste nell associare a ciascun pacchetto un breve identificativo

Dettagli

Funzioni nuove e modificate

Funzioni nuove e modificate Gigaset S675 IP, S685 IP, C470 IP, C475 IP: Funzioni nuove e modificate Questo documento integra il manuale di istruzioni dei telefoni VoIP Gigaset: Gigaset C470 IP, Gigaset C475 IP, Gigaset S675 IP e

Dettagli

V11. Release 1. New Devices. New Features. More Flexibility.

V11. Release 1. New Devices. New Features. More Flexibility. V11 Release 1 New Devices. New Features. Highlights dell innovaphone PBX Versione 11 Release 1 (11r1) Con il software Versione 11 dell innovaphone PBX la soluzione di telefonia IP e Unified Communications

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete.

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete. Premessa. La traccia di questo anno integra richieste che possono essere ricondotte a due tipi di prove, informatica sistemi, senza lasciare spazio ad opzioni facoltative. Alcuni quesiti vanno oltre le

Dettagli

DIFENDERSI DAI MODERNI ATTACCHI DI PHISHING MIRATI

DIFENDERSI DAI MODERNI ATTACCHI DI PHISHING MIRATI DIFENDERSI DAI MODERNI ATTACCHI DI PHISHING MIRATI DIFENDERSI DAI MODERNI ATTACCHI DI PHISHING MIRATI 2 Introduzione Questa email è una truffa o è legittima? È ciò che si chiedono con sempre maggiore frequenza

Dettagli

Adattatore telefonico Cisco SPA 112 a due porte

Adattatore telefonico Cisco SPA 112 a due porte Data Sheet Adattatore telefonico Cisco SPA 112 a due porte VoIP (Voice over IP) conveniente e ricco di funzionalità Caratteristiche Qualità vocale e funzionalità telefoniche e fax associate al servizio

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA 2ª PARTE NEL CAPITOLO PRECEDENTE NOTA METODOLOGICA LA PAROLA AI CIO I MIGLIORI HYPERVISOR AFFIDARSI AI VENDOR INVESTIRE PER IL CLOUD APPLICAZIONI

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

DNS cache poisoning e Bind

DNS cache poisoning e Bind ICT Security n. 19, Gennaio 2004 p. 1 di 5 DNS cache poisoning e Bind Il Domain Name System è fondamentale per l'accesso a internet in quanto risolve i nomi degli host nei corrispondenti numeri IP. Se

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Sicurezza delle reti wireless Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Concetti di base IEEE 802.11: famiglia di standard tra cui: 802.11a, b, g: physical e max data rate spec. 802.11e: QoS (traffic

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai Articolo Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai INDICE Introduzione 3 Dieci cose che il vostro fornitore

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

La gestione avanzata della forza vendita: mobile e off-line, ma integrata nei processi aziendali.

La gestione avanzata della forza vendita: mobile e off-line, ma integrata nei processi aziendali. La gestione avanzata della forza vendita: mobile e off-line, ma integrata nei processi aziendali. Gabriele Ottaviani product manager - mobile solutions - Capgemini BS Spa premesse...dovute soluzione off-line...ma

Dettagli

Intrusion Detection System

Intrusion Detection System Capitolo 12 Intrusion Detection System I meccanismi per la gestione degli attacchi si dividono fra: meccanismi di prevenzione; meccanismi di rilevazione; meccanismi di tolleranza (recovery). In questo

Dettagli

Privacy Policy del sito http://www.plastic-glass.com

Privacy Policy del sito http://www.plastic-glass.com Cos'è una PRIVACY POLICY Privacy Policy del sito http://www.plastic-glass.com Questo documento, concernente le politiche di riservatezza dei dati personali di chi gestisce il sito Internet http://www.plastic-glass.com

Dettagli

Modulo 11. Il livello trasporto ed il protocollo TCP Indice

Modulo 11. Il livello trasporto ed il protocollo TCP Indice Pagina 1 di 14 Il livello trasporto ed il protocollo TCP Indice servizi del livello trasporto multiplexing/demultiplexing trasporto senza connesione: UDP principi del trasferimento dati affidabile trasporto

Dettagli

Standard di Sicurezza sui Dati previsti dai Circuiti Internazionali. Payment Card Industry Data Security Standard

Standard di Sicurezza sui Dati previsti dai Circuiti Internazionali. Payment Card Industry Data Security Standard Standard di Sicurezza sui Dati previsti dai Circuiti Internazionali Payment Card Industry Data Security Standard STANDARD DI SICUREZZA SUI DATI PREVISTI DAI CIRCUITI INTERNAZIONALI (Payment Card Industry

Dettagli

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP Università degli Studi di Pisa Facoltà di Scienze Matematiche,Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica Michela Chiucini MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER

Dettagli

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi Il portafoglio VidyoConferencing Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi La qualità HD di Vidyo mi permette di vedere e ascoltare

Dettagli

Voice Over IP NAT Traversal

Voice Over IP NAT Traversal Voice Over IP Traversal Giorgio Zoppi zoppi@cli.di.unipi.it Tecnologie di Convergenza su IP a.a.2005/2006 VoIP Traversal 1 57 Tecnologie di Convergenza su IP Che cosa è il (Network Address Translation?

Dettagli

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software Siemens PLM Software Monitoraggio e reporting delle prestazioni di prodotti e programmi Sfruttare le funzionalità di reporting e analisi delle soluzioni PLM per gestire in modo più efficace i complessi

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

Architettura SPC e porta di dominio per le PA

Architettura SPC e porta di dominio per le PA Libro bianco sulla SOA v.1.0 Allegato 2_1 Architettura SPC e porta di dominio per le PA vs 02 marzo 2008 Gruppo di Lavoro SOA del ClubTI di Milano Premessa L architettura SPC e la relativa porta di dominio

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED L'ingegneria di Elocal Roberto Boccadoro / Luca Zucchelli OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED ELOCAL GROUP SRL Chi siamo Giorgio Dosi Lorenzo Gatti Luca Zucchelli Ha iniziato il suo percorso lavorativo in

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis 2 Intervento immediato con Bosch Intelligent Video Analysis Indipendentemente da quante telecamere il sistema utilizza, la sorveglianza

Dettagli

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito:

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito: Autore : Giulio Martino IT Security, Network and Voice Manager Technical Writer e Supporter di ISAServer.it www.isaserver.it www.ocsserver.it www.voipexperts.it - blogs.dotnethell.it/isacab giulio.martino@isaserver.it

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intel igente per control are i punti vendita: sorveglianza IP

DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intel igente per control are i punti vendita: sorveglianza IP DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intelligente per controllare i punti vendita: sorveglianza IP Guida descrittiva dei vantaggi dei sistemi di gestione e di sorveglianza IP per i responsabili dei punti vendita

Dettagli

minor costo delle chiamate, su nazionali e internazionali

minor costo delle chiamate, su nazionali e internazionali Il Voice Over IP è una tecnologia che permette di effettuare una conversazione telefonica sfruttando la connessione ad internet piuttosto che la rete telefonica tradizionale. Con le soluzioni VOIP potete

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

PRIVACY POLICY MARE Premessa Principi base della privacy policy di Mare Informativa ai sensi dell art. 13, d. lgs 196/2003

PRIVACY POLICY MARE Premessa Principi base della privacy policy di Mare Informativa ai sensi dell art. 13, d. lgs 196/2003 PRIVACY POLICY MARE Premessa Mare Srl I.S. (nel seguito, anche: Mare oppure la società ) è particolarmente attenta e sensibile alla tutela della riservatezza e dei diritti fondamentali delle persone e

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli