Uno scandalo qualunque... uno scandalo italiano. Coop, camorra e servizi segreti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Uno scandalo qualunque... uno scandalo italiano. Coop, camorra e servizi segreti"

Transcript

1 lunedì 13 aprile 2015

2 Indice RASSEGNA STAMPA Associazione Generale Cooperative Italiane Credito nuovo accordo per moratoria imprese 01Net.It Uno scandalo qualunque... uno scandalo italiano. Coop camorra e servizi segreti Agoravox.It Reggio: Presentazione del Quaderno di Geopolitica Cinquantanni di Québec in Italia Cmnews.It Al via laccordo per il Credito 2015 Finanziamentinews.It Elezioni Presidente Camera Commercio Potenza Ilrestoquotidiano.It Imu sui terreni agricoli si apre uno spiraglio in Sicilia Ilsudonline.It Elezione Presidente CCIAA POTENZA Oltrefreepress.Com CONFINDUSTRIA SU ELEZIONE PRESIDENTE CCIAA PZ Regione.Basilicata.It Michele Somma eletto presidente Camera di Commercio di Potenza Sassilive.It Tematica «Soldi a politici importanti» Caso coop Simone farà i nomi Corriere Della Sera Cpl Simone ammette: E vero ho pagato angenti in nero Il Fatto Quotidiano La rete Cpl arrivava al pd Bonaccini Il Fatto Quotidiano Fanno quel che vogliono e chiamano informazione il circo mediatico-giudiziario Il Foglio Il prete delle coopfustiga tutti ma salva gli amic che lo finanziano Il Giornale Cpl «I fondi neri servivano alla coop» Il Messaggero Il manager della coop rossa Far? i nomi dei politici seguite la pista dei soldi La Repubblica Nella coop sapevamo dei fondi neri La Repubblica Dalla coop rossa favori a mia insaputa La Repubblica Simone : la Concordia aveva situazioni con politici importanti La Stampa «La gita coop per comprare i vini di DAlema» Libero Il peso della Supercoop Milano Finanza

3 RASSEGNA STAMPA

4 Associazione Generale Cooperative Italiane

5 Articolo pubblicato sul sito 01net.it Più : Estrazione : 09/04/ :54:23 Categoria : Informatica e Internet File : piwi pdf Audience : Credito nuovo accordo per moratoria imprese LAssociazione bancaria italiana (Abi) e le associazioni imprenditoriali (Agci Confcooperative Legacoop riunite in Alleanza delle Cooperative Italiane; Coldiretti; Ccia; Claai; Confagricoltura; Confapi; Confedilizia; Confetra; Confindustria; Cna Confartigianato Confersercenti Confcommercio Casartigiani) hanno siglato laccordo per il credito 2015 che prevede una nuova moratoria per le imprese. In vigore fino al 31 dicembre dicembre 2017 lintesa contempla tre iniziative. La prima Imprese in Ripresa prevede la possibilità per tutte le Pmi in bonis di sospendere la quota capitale delle rate di mutui e leasing anche agevolati o perfezionati con cambiali e di allungare il piano di ammortamento dei mutui e le scadenze del credito a breve termine e del credito agrario. a seconda iniziativa Imprese in Sviluppo prevede che le banche aderenti costituiscano dei plafond individuali - con un obiettivo di dotazione complessiva pari a 10 miliardi di euro - destinati al finanziamento dei progetti imprenditoriali delle Pmi. La nuova misura si estende anche al finanziamento dellincremento del capitale circolante necessario a rendere operativi investimenti realizzati o in corso come anche della capacità operativa necessaria a far fronte a nuovi ordinativi. La terza iniziativa Imprese e Pa riprende lo schema precedente per lo smobilizzo dei crediti delle imprese verso la Pa aggiornandone i contenuti alle recenti disposizioni legislative e in particolare al rafforzamento dellistituto della certificazione avvenuto con il DL 66/2015. LAbi e le associazioni dimpresa si sono anche accordate per alcuni impegni comuni. Copyright 01net.it - 1/2 Page 5

6 Articolo pubblicato sul sito 01net.it Più : Estrazione : 09/04/ :54:23 Categoria : Informatica e Internet File : piwi pdf Audience : Si attiveranno per sottoscrivere un accordo con lagenzia delle Entrate in base al quale le imprese che hanno richiesto il rimborso di un credito di natura fiscale possano ottenerne lanticipazione bancaria. È prevista la costituzione di un forum di dialogo per la promozione di un maggiore utilizzo da parte delle banche delle informazioni di natura qualitativa anche riferite agli attivi intangibili per la valutazione del merito di credito delle imprese oltre che un tavolo di confronto sul rapporto bancaconfidi con l obiettivo di promuoverne levoluzione e lo sviluppo. LAccordo consente di sospendere anche i finanziamenti che hanno già beneficiato di tale strumento negli anni passati con la sola esclusione di quelli per i quali la sospensione è stata richiesta nei 24 mesi precedenti. LAbi e le associazioni dimpresa si sono anche accordate per alcuni impegni comuni. Si attiveranno per sottoscrivere unintesa con lagenzia delle Entrate in base alla quale le imprese che hanno richiesto il rimborso di un credito di natura fiscale possano ottenerne lanticipazione bancaria. È poi prevista la costituzione di un forum di dialogo per la promozione di un maggiore utilizzo da parte delle banche delle informazioni di natura qualitativa anche riferite agli attivi intangibili per la valutazione del merito di credito delle imprese oltre che un tavolo di confronto sul rapporto bancaconfidi con lobiettivo di promuoverne levoluzione e lo sviluppo. Copyright 01net.it - 2/2 Page 6

7 Articolo pubblicato sul sito agoravox.it Più : Estrazione : 10/04/ :00:33 Categoria : Attualità File : piwi pdf Audience : Uno scandalo qualunque... uno scandalo italiano. Coop camorra e servizi segreti Lo scandalo della CPL Concordia investe il mondo delle cooperative italiane tra Corruzione Mafia e Servizi Segreti. Nelle intercettazioni pubblicate emergono gli inquietanti retroscena di unevoluzione del sistema mafioso di controllo degli appalti che non si basa più sulle tangenti ma sulle sovvenzioni alle fondazioni private e sulla costituzione di fondi neri allestero. La CPL di Concordia sulla Secchia è unimpresa modello del mondo della cooperazione emiliana e non si può non riconoscere che sia diventata in 116 anni di storia unazienda importante e di livello nazionale. Come si può leggere sul sito è un gruppo cooperativo multiutility fondato nel 1899 attivo in Italia e allestero con 1800 addetti 67 società 17 sedi e un fatturato consolidato nel 2013 di 415 milioni di Euro. La ditta vanta un volume daffari che nonostante la crisi si è più che raddoppiato dal 2007 quando lazienda chiuse con 200 milioni di euro di fatturato consolidato mentre il portafoglio lavori attuale dellazienda si aggira sui 900 milioni di euro grazie a contratti con centinaia di clienti sia pubblici che privati in Italia ed in diversi paesi esteri tra cui Grecia Romania Algeria Tunisia Polonia e paesi del Sud Est asiatico e del Medio Oriente. Poca roba in verità se messa a confronto con i dati dei colossi delle cooperative italiane di consumo come la Unicoop Firenze e Coop Adriatica che hanno avuto nel 2013 un fatturato netto di 112 miliardi di euro con un ricavo (sotto la voce proventi finanziari) di 431 milioni di euro. Nel campo sociale invece la Legacoop ha un fatturato complessivo di 37 miliardi di euro e può contare su 115mila addetti poco più della metà di Confcooperative la centrale a cui fa riferimento gran parte del mondo delle cooperative di ispirazione cattolica. Copyright agoravox.it - 1/5 Page 7

8 Articolo pubblicato sul sito agoravox.it Più : Estrazione : 10/04/ :00:33 Categoria : Attualità File : piwi pdf Audience : Le tre centrali cooperative Legacoop Confcooperative e AGCI (Associazione Generale Cooperative Italiane) hanno dato vita nel 2011 all Alleanza delle Cooperative italiane una specie di Confindustria del mondo delle cooperative che rappresenta circa il 90% delle imprese per un totale di 140 miliardi di euro di fatturato con lobiettivo di adeguare la cooperazione italiana alle normative europee sulla concorrenza. Sul totale complessivo delle tre centrali la Legacoop vale il 51% dei ricavi ed il 43% degli occupati. E un mondo quello della cooperazione da considerarsi uno dei motori anticiclici delleconomia del paese potendo contare anche su alcuni privilegi di settore come quelli sul costo del lavoro. In media u nimpresa cooperativa sopporta un costo del lavoro inferiore del 21% rispetto a una impresa non cooperativa potendo contare anche sulla non applicabilità dellart.18 dello Statuto dei lavoratori. Grazie ad una legge ad hoc infatti (lart. 2 della legge 142/2001) la reintegra del socio-lavoratore licenziato per ingiusta causa non si applica perché vale il vincolo associativo. Una norma che è stata rimessa in discussione solo negli ultimi mesi con lapplicazione del rito Forne come nel caso dellordinanza del Tribunale del Lavoro di Roma. (Fonte Dati: Lanomalia delle coop il 10% del Pil tra affari e politica di Paolo Bricco Corriere della Sera 1 aprile 2015) Altri vantaggi esclusivi che riguardano il mondo della cooperazione sono indiretti e riguardano la bassa conflittualità sindacale in quanto le cooperative nei fatti sono delle organizzazioni di rappresentanza dei lavoratori essendo loro stessi i propri datori di lavoro almeno in teoria. Anche la governance delle cooperative non sempre è tutta rose e fiori al punto che la legge che delegava al governo la riforma del diritto societario per cercare di contrastare il fenomeno delle cooperative spurie o letteralmente finte la L. 366/2001 allart. 5 comma 1 lettera d affidava al legislatore il compito di favorire la partecipazione dei soci cooperatori alle deliberazioni assembleari e rafforzare gli strumenti di controllo interno sulla gestione; al comma 2 lettera c prevedere norme che favoriscano lapertura della compagine sociale e la partecipazione dei soci alle deliberazioni assembleari anche attraverso la valorizzazione delle assemblee separate e un ampliamento della possibilità di delegare lesercizio del diritto di voto sia pure nei limiti imposti dalla struttura della società cooperativa e dallo scopo mutualistico. La governance di CPL Concordia raccoglie le caratteristiche di un sistema aziendale tipico di un sistema cooperativo diverso quindi da quello di una Società per Azioni quotata in borsa ed è suddiviso in diversi organi di governo dotati di funzioni e poteri diversificati: l Assemblea dei Soci il Consiglio di Amministrazione (CdA) il Comitato di Direzione il Collegio Sindacale l Organismo di Vigilanza e la Società di Revisione. AllAssemblea dei Soci partecipano di diritto tutti i Soci cooperatori e qualora previsto anche i Soci sovventori e quelli onorari. Copyright agoravox.it - 2/5 Page 8

9 Articolo pubblicato sul sito agoravox.it Più : Estrazione : 10/04/ :00:33 Categoria : Attualità File : piwi pdf Audience : Come previsto dallo statuto lassemblea approva il bilancio e lelezione per il rinnovo parziale dei membri del CdA inoltre procede alla nomina delle altre cariche sociali adotta i regolamenti statutari interni di funzionamento della Cooperativa delibera in merito alla costituzione di fondi per lo sviluppo dellattività mutualistica e su ogni oggetto sottoposto al suo esame dal CdA. AllAssemblea dei Soci si affianca l Assemblea speciale degli Azionisti di Partecipazione Cooperativa il cui Rappresentante comune può partecipare alle sedute dellassemblea dei Soci. Il CdA è lorgano che di fatto amministra CPL rappresentando lassemblea dei Soci da cui viene eletto in seduta ordinaria. E composto da 13 membri e al fine di garantire trasparenza e condivisione al mondo cooperativo alle sedute del CdA sono invitati in maniera permanente senza diritto di voto i rappresentanti territoriali delle principali associazioni cooperative. In Italia le imprese cooperative collegate alla Legacoop valgono complessivamente il 25% del PIL che sale al 5% se si considera lindotto indiretto che generano. Un valore importante se messo a confronto con il peso che aveva la Fiat negli anni sessanta il 3% del PIL. Negli ultimi anni soprattutto a partire dal dal 2008 la cooperazione italiana ha dimostrato di avere delle doti di resilienza maggiori di altri settori del sistema produttivo nazionale e la CPL ne è una dimostrazione. La governance della cooperazione ha sempre tratto vantaggio dalla maggiore informalità e dalla prossimità uomo a uomo che contraddistingue il mondo delle cooperative che a seconda dei casi non disdegnano di avvalersi di forme societarie più snelle costituite allo scopo e se necessario per un tempo limitato. Un approccio quello sociale come è stato descritto dal presidente della CPL Casariin un intervista di un anno fa che è particolarmente attento a tenere nella debita considerazione i soggetti che governano un territorio dove la cooperativa accede agli appalti. Tra le tante iniziative meritevoli di menzione la CPL Concordia risulta essere tra le promotrici dell Agenzia Cooperare con Libera Terra uno strumento attivo per accedere alla rete cooperativa rendendo disponibili tutte le conoscenze necessarie alla crescita di uneconomia che pone letica al suo centro per dimostrare con i fatti che solo lagire legittimo è fonte di sviluppo. ( Luso sociale dei beni confiscati Cap. 9 pag ) Un procacciatore daffari in terre di mafia Dallinizio degli anni 60 CPL Concordia si occupa per conto terzi di reti di distribuzione approvigionamento e distribuzione alla vendita e contabilizzazione di gas metano GPL ed elettricità mediante sistemi tradizionali o impianti rinnovabili. Distribuisce gas metano biogas e GPL in Italia e allestero in 150 comuni attraverso reti canalizzate seguendo tutte le fasi dellattività: dalla costruzione ispezione e manutenzione degli impianti alla gestione dei rapporti con le società di vendita e con i clienti finali. Copyright agoravox.it - 3/5 Page 9

10 Articolo pubblicato sul sito agoravox.it Più : Estrazione : 10/04/ :00:33 Categoria : Attualità File : piwi pdf Audience : Lazienda opera in Campania e nel resto del sud Italia fin dagli anni 80 dagli anni della ricostruzione dopo il terremoto dellirpinia. Francesco Simone il personaggio chiave su cui ruota lindagine dei carabinieri del NOE e dai PM Henry John Woodcock Giuseppina Loreto e Celeste Carrano non è però un dirigente della CPL Concordia non risulta in nessuna carica sociale è un imprenditore che gestisce una Società a Responsabilità Limitata la CPL Distribuzioni srl una costola della cooperativa CPL ed era di fatto il responsabile relazioni esterne della ditta in quanto la sua società è delegata a gestire gli impianti di distribuzione in Campania Calabria e Sicilia per un totale di 120 Comuni e oltre utenti attivi. A raccontare ai Pm la storia di Francesco Simone è Diego Solari responsabile commerciale della CPL Concordia: Sono stato io a presentare Francesco Simone al presidente Roberto Casari; tra i due si è stabilito un rapporto strettissimo dal quale io in qualche modo sono rimasto fuori. (...) Simone mi fu presentato da Saro Munafò ex segretario del ministro Claudio Martelli (...); nasce come segretario di Bobo Craxi. Solari ha raccontato di aver presentato Francesco Simone a Casari quando la CPL voleva inserirsi nel mercato tunisino paese nel quale sempre secondo Solari la CPL accumulerebbe dei fondi neri. La CPL Distribuzione srl opera in Italia in aree difficili come il bacino Campania 30 con sede a San Cipriano daversa ; i bacini Sicilia 12 e 17 con sedi a Capaci nel palermitano e Corleone ; i bacini Calabria e Polistena nei comuni di Rosarno Villa San Giovanni ; aree ad alta densità mafiosa in cui è praticamente quasi impossibile non aver rapporti con gli interessi delle imprese locali. La società ha realizzato la condotta sottomarina che collega Bacoli a Ischia Porto per una lunghezza di 12 km e per una rete terrestre di 45 km sullisola per conto della Ischiagas un Project Financing del valore di 24 milioni di euro completato nel Il 23 aprile 2007 per realizzare la metanizzazione dellisola di Procida la CPL ha costituito la società di scopo Progas Metano srl. La società con capitale sociale di euro era per il 70% delle quote di proprietà di CPL (che li ha avuti in prestito dalla Banca della Campania) e per il 30% della Naturgas ( euro). La società di scopo è finita poi nellinchiesta che ha coinvolto lex parlamentare di AN Luigi Muro poi passato alla formazione finiana di Futuro e Libertà (FLI) dopo che nel 2013 sono iniziate le opere di metanizzazione per un investimento di euro. Il 22 dicembre 2014 il capitale sociale della Progas Metano srl risultava avere un valore di euro con il 100% delle quote in possesso di CPL Concordia. La CPL Distribuzione è titolare inoltre della gestione della rete di distribuzione di gas metano nel comune di Marigliano (Na) per conto della Mariglianogas la rete di distribuzione del metano nel comune di San Giuseppe Vesuviano per conto della Naturgas srl e gestisce la rete di trasporto e distribuzione del gas nei comuni pugliesi coperti dalla Grecanicagas. A descrivere le difficoltà delle aziende che operano nelle zone difficili del sud è stato Antonio Iovine Copyright agoravox.it - 4/5 Page 10

11 Articolo pubblicato sul sito agoravox.it Più : Estrazione : 10/04/ :00:33 Categoria : Attualità File : piwi pdf Audience : in persona uno dei boss apicali del cartello dei Casalesi divenuto un collaboratore di giustizia. Il 7 giugno del 2014 durante ludienza di un processo pubblico contro il consigliere regionale del PD Enrico Fabozzi ex sindaco di Villa Literno a proposito dei rapporti tra CPL Concordia e aziende subappaltatrici Antonio Iovine ha così riferito: Copyright agoravox.it - 5/5 Page 11

12 Articolo pubblicato sul sito cmnews.it cmnews.it Più : Estrazione : 10/04/ :16:06 Categoria : Attualità File : piwi pdf Audience : Reggio: Presentazione del Quaderno di Geopolitica Cinquantanni di Québec in Italia Modera Franco Arcidiaco Direttore Il 2015 segna una tappa importante nella storia delle relazioni istituzionali tra Italia e Québec. È infatti passato un cinquantennio da quando il Ministro dellistruzione del Québec Paul Gérin-Lajoie siglò le prime intese formali con la Francia e litalia che hanno rappresentato unautorevole svolta sul piano delle relazioni internazionali del Paese. Rimase celebre il suo discorso pronunciato davanti al corpo consolare di Montréal due mesi dopo avere incontrato il Sottosegretario italiano agli Affari esteri: per la prima volta espose la sua visione poi divenuta il pilastro della politica internazionale del Québec e che oggi viene ricordata come Dottrina Gérin-Lajoie secondo cui le competenze interne di una provincia canadese vanno applicate a livello internazionale. Su questa scia lallora Primo ministro Jean Lesage inaugurò a Milano nellottobre dello stesso anno un Uf?cio del Québec segnando linizio di un rapporto istituzionale fra il suo Governo e quello italiano. Nel corso di questi cinquantanni i legami tra litalia e il Québec sono cresciuti e si sono diversificati sotto vari profili: relazioni politiche e parlamentari cultura economia turismo relazioni universitarie e scambi scientifici. LIsAG (Istituto Alti Studi in Geopolitica e Scienze Ausiliarie) ha inteso celebrare questo momento dedicando un intero numero dei QdG (Quaderni di Geopolitica). Lidea di presentare a Reggio Calabria il lavoro di ricerca relativo ai rapporti tra Italia e Quebéc nasce nellambito del partenariato instaurato tra IsAG e CE.F.R.I.S (Centro per la Formazione la Copyright cmnews.it - 1/2 Page 12

13 Articolo pubblicato sul sito cmnews.it cmnews.it Più : Estrazione : 10/04/ :16:06 Categoria : Attualità File : piwi pdf Audience : Ricerca linnovazione tecnologica e lo Sviluppo). In particolare levento che si realizzerà anche grazie alla disponibilità e alla collaborazione dellassessorato alla Cultura Pubblica Istruzione e Rapporti con luniversità diretto dalla Dott.ssa Patrizia Nardi rappresenta per IsAG e CEFRIS unulteriore occasione di analisi approfondimento e ricerca già intrapreso in altri ambiti che si prefigge di offrire ai decisori politici valide soluzioni alle sfide che la Calabria si trova a giocare anche in ambito internazionale. La finalità dellevento è rinsaldare i rapporti tra due realtà quella calabrese e quella quebecchese unite dal fenomeno migratorio che nel corso degli anni ha spinto molti calabresi a dirigersi verso quei territori per come dimostra il dato che nella sola città di Montréal lattuale comunità calabrese è composta da ben persone. Tale comunità seppur stanziata ormai da anni in Quebéc rimane fortemente ancorata alle proprie radici mantenendo vivo il legame con la terra natia; ciò fa senzaltro di essi dei veri e propri ambasciatori della Calabria in terra canadese e pertanto una preziosa risorsa umana che potrebbe essere adoperata sia per il rilancio dellimmagine calabrese vituperata a livello internazionale dagli episodi di criminalità che attanagliano anche questa regione ditalia che per linternazionalizzazione del sistema Calabria e dei suoi prodotti. Levento si terrà a Reggio Calabria presso la sala conferenze della Pinacoteca del Teatro Comunale F.Cilea in Corso Garibaldi il giorno 11 aprile 2015 alle ore 15:30. Levento sarà preceduto da una visita al Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria. Saluti? Giuseppe Falcomatà (Sindaco di Reggio Calabria)? Nicola Irto (Consigliere Regionale Presidente commissione ambiente)? Pasquale Monea (Presidente CEFRIS)? Amalia Daniela Renosto (Delegato Québec a Roma) Ne discutono? Patrizia Nardi (Assessore alla cultura del comune di Reggio Calabria)? Domenico Napoli (Direttore CEFRIS)? Tiberio Graziani (Presidente Istituto Alti Studi in Geopolitica e Scienze Ausiliarie)? Antonio Alvaro (Presidente Galbatir)? Rosario Altieri (Presidente AGCI)? Paolo Quattrocchi (NCTM Studio Legale Associato)? Modera Franco Arcidiaco (Direttore casa editrice Città del Sole) Copyright cmnews.it - 2/2 Page 13

14 Articolo pubblicato sul sito finanziamentinews.it finanziamentinews.it Più : Estrazione : 09/04/ :01:20 Categoria : Attualità File : piwi pdf Audience : Al via laccordo per il Credito 2015 Rimarrà in vigore fino al 31 dicembre 2017 il nuovo accordo per sostenere il credito delle piccole e medie imprese. Non solo sospensione e allungamento dei finanziamenti la nuova intesa è diretta anche ad agganciare la ripresa e sostenere lo smobilizzo dei crediti verso la Pubblica amministrazione. E stato sottoscritto lo scorso 31 marzo 2015 il nuovo Accordo per il Credito 2015 tra lassociazione bancaria italiana (ABI) e le associazioni dimpresa in particolare: Agci Confcooperative Legacoop riunite in Alleanza delle Cooperative Italiane; Cia Claai; Coldiretti; Confagricoltura; Confapi; Confedilizia; Confetra; Confindustria; Cna Confartigianato Confersercenti Confcommercio Casartigiani riunite in Rete Imprese Italia. La nuova intesa sostituisce il precedente accordo riprendendone in parte i contenuti in parte avviando nuovi progetti: non solo sospensione e allungamento dei finanziamenti lintesa è diretta anche ad agganciare la ripresa e a sostenere lo smobilizzo dei crediti verso la Pubblica amministrazione. Tre le iniziative in favore delle Pmi: Imprese in ripresa in tema di sospensione e allungamento dei finanziamenti; Imprese in sviluppo per il finanziamento dei progetti imprenditoriali di investimento ed il rafforzamento della struttura patrimoniale delle imprese; Imprese e PA per lo smobilizzo dei crediti vantati dalle imprese nei confronti della Pubblica amministrazione. Le nuove misure proposte agiscono in sinergia con quanto già offerto da altri strumenti finanziari attivi presso il Ministero delleconomia Copyright finanziamentinews.it - 1/1 Page 14

15 Articolo pubblicato sul sito ilrestoquotidiano.it ilrestoquotidiano.it Più : Estrazione : 10/04/ :00:52 Categoria : Attualità File : piwi pdf Audience : Elezioni Presidente Camera Commercio Potenza I rappresentanti delle sigle CONFINDUSTRIA CONFAPI COLDIRETTI CONFEDERAZIONE ITALIANA AGRICOLTORI CONFAGRICOLTURA ALLEANZA DELLE COOPERATIVE ITALIANE (A.g.c.i.- Confcooperative Legacoop) TUTOR DEI CONSUMATORI alla luce delle dichiarazioni rilasciate alla stampa da rappresentanti di altre sigle in merito alla elezione del presidente della Camera di Commercio di Potenza sottoscrivono la presente dichiarazione. In un momento delicato come quello attuale riteniamo che i rappresentanti del mondo imprenditoriale nelle sue varie articolazioni siano chiamati ad interpretare le responsabilità del ruolo in modo rigoroso evitando di imitare alcuni riti desueti della politica che utilizza strumentalmente la logica del rimandare per evitare di fatto di assumere scelte importanti ed improrogabili. Le dichiarazioni rilasciate alla stampa da Rete Imprese in merito alla elezione del presidente della Camera di Commercio di Potenza tentano di modificare forzatamente e strumentalmente un percorso democratico e costruttivo che è stato condiviso da una maggioranza evidente e palese: CONFINDUSTRIA CONFAPI COLDIRETTI CONFEDERAZIONE ITALIANI AGRICOLTORI CONFAGRICOLTURA ALLEANZA DELLE COOPERATIVE ITALIANE (A.g.c.i.- Confcooperative Legacoop) TUTOR DEI CONSUMATORI hanno da tempo avviato un percorso per strutturare un programma di governo per la Camera di Commercio di Potenza condividendo gli obiettivi gli strumenti ed il metodo per il raggiungimento degli scopi prefissati. Da non trascurare in proposito il ripetuto invito rivolto a Rete Imprese perchè partecipasse al processo di condivisione del progetto e del percorso ricambiato sempre con un diniego che alla prova dei fatti ha portato Rete Imprese a collocarsi autonomamente in una condizione di evidente minoranza. La designazione di Michele Somma quale candidato alla Presidenza dellente Camerale pertanto è il frutto naturale di questo percorso e non già una autocandidatura come offensivamente è stata apostrofata da Rete Imprese. Evidentemente sono ancora numerosi i seguaci del pensiero unico e del governo allunanimità negazione dei principi e dei valori della democrazia. 17 voti a favore 10 astenuti 1 scheda bianca: se la matematica ha ancora un senso è palese che la Camera di Commercio di Potenza attraverso lazione responsabile e condivisa del suo prossimo presidente e delle articolazioni di governo potrà contare su una maggioranza coesa non solo da un punto di vista numerico ma anche e soprattutto in relazione agli obiettivi da realizzare per offrire davvero servizi utili alloperosità quotidiana di chi fa impresa e sicurezza a quanti allinterno dellente camerale operano. In questa dinamica proprio in virtù del riconoscimento del valore della diversità auspichiamo che Copyright ilrestoquotidiano.it - 1/2 Page 15

16 Articolo pubblicato sul sito ilrestoquotidiano.it ilrestoquotidiano.it Più : Estrazione : 10/04/ :00:52 Categoria : Attualità File : piwi pdf Audience : ciascuno possa svolgere al meglio il proprio ruolo costruttivo in seno agli organi camerali evitando una retorica inutile e vacua dal retrogusto dietrologico. Copyright ilrestoquotidiano.it - 2/2 Page 16

17 Articolo pubblicato sul sito ilsudonline.it ilsudonline.it Più : Estrazione : 09/04/ :07:00 Categoria : Attualità File : piwi pdf Audience : Imu sui terreni agricoli si apre uno spiraglio in Sicilia Si è svolta presso lassessorato dellagricoltura la riunione del tavolo tecnico per mettere a punto alcuni interventi di sostegno da inserire nella nuova finanziaria regionale. Lincontro era stato previsto lo scorso 31 marzo a conclusione del sit-in tenutosi a Palermo con la partecipazione di un migliaio di imprenditori agricoli provenienti da tutte le provincie dellisola organizzato da Agrinsieme Sicilia il coordinamento che rappresenta le aziende associate a Confagricoltura CIA ed Alleanza delle Cooperative (AGCI Agrital Fedagri Confcooperative e Legacoop Agroalimentare). Si è trovato un accordo di massima sulle misure da adottare (bonus energia) ma tutto resta legato al fatto che non esistono concreti riferimenti sullentità della somma che la Regione intende mettere sul piatto. Nel passato esercizio finanziario al settore agricolo nel suo complesso sono stati tolti circa 49 milioni di euro di cui 25 milioni di euro dal fondo IRCAC e 19 milioni dal fondo CRIAS. Lidea che lentourage dellassessore Caleca intende prospettare ai funzionari del Bilancio è quella di ottenere una disponibilità pari a quella prelevata dal fondo CRIAS. Larticolo da inserire in finanziaria ovvero listituzione di un bonus energia a favore delle aziende agricole siciliane demanderebbe ad uno specifico decreto assessoriale le procedure attuative di erogazione del contributo rientrante nellambito del regime de minimis. LAssessore Caleca ha invece confermato a seguito delle numerose manifestazioni sullimu Copyright ilsudonline.it - 1/2 Page 17

18 Articolo pubblicato sul sito ilsudonline.it ilsudonline.it Più : Estrazione : 09/04/ :07:00 Categoria : Attualità File : piwi pdf Audience : tenutesi in tutta la Sicilia su iniziativa di Agrinsieme che per il prossimo 16 aprile è stato convocato a Roma il Comitato nazionale degli assessori allagricoltura con allordine del giorno la tassa sui terreni agricoli. In un primo momento ha precisato lassessore aveva concordato un incontro dei soli assessori del centro-sudper affrontare il tema nellottica della questione meridionale. Ha portato lesempio di una importante azienda vitivinicola che nelle tenute del nord Italia non paga limu mentre nella svantaggiata Sicilia paga il tributo. Successivamente si è fatta strada lidea di riunire tutti gli assessori per allagare il fronte comune contro la tassa. Per tale motivo lincontro con il presidente Crocetta previsto per il pomeriggio è stato fatto slittare al prossimo 21 aprile data in cui dovrebbero essere anche disponibili gli approfondimenti legislativi sulla costituzionalità della norma sullimu. Copyright ilsudonline.it - 2/2 Page 18

19 Articolo pubblicato sul sito oltrefreepress.com oltrefreepress.com Più : Estrazione : 09/04/ :26:53 Categoria : Attualità File : piwi pdf Audience : Elezione Presidente CCIAA POTENZA Nessun Commento I rappresentanti delle sigle CONFINDUSTRIA CONFAPI COLDIRETTI CONFEDERAZIONE ITALIANA AGRICOLTORI CONFAGRICOLTURA ALLEANZA DELLE COOPERATIVE ITALIANE (A.g.c.i.- Confcooperative Legacoop) TUTOR DEI CONSUMATORI alla luce delle dichiarazioni rilasciate alla stampa da rappresentanti di altre sigle in merito alla elezione del presidente della Camera di Commercio di Potenza sottoscrivono la presente dichiarazione. In un momento delicato come quello attuale riteniamo che i rappresentanti del mondo imprenditoriale nelle sue varie articolazioni siano chiamati ad interpretare le responsabilità del ruolo in modo rigoroso evitando di imitare alcuni riti desueti della politica che utilizza strumentalmente la logica del rimandare per evitare di fatto di assumere scelte importanti ed improrogabili. Le dichiarazioni rilasciate alla stampa da Rete Imprese in merito alla elezione del presidente della Camera di Commercio di Potenza tentano di modificare forzatamente e strumentalmente un percorso democratico e costruttivo che è stato condiviso da una maggioranza evidente e palese: CONFINDUSTRIA CONFAPI COLDIRETTI CONFEDERAZIONE ITALIANI AGRICOLTORI CONFAGRICOLTURA ALLEANZA DELLE COOPERATIVE ITALIANE (A.g.c.i.- Confcooperative Legacoop) TUTOR DEI CONSUMATORI hanno da tempo avviato un percorso per strutturare un programma di governo per la Camera di Commercio di Potenza condividendo gli obiettivi gli strumenti ed il metodo per il raggiungimento degli scopi prefissati. Da non trascurare in proposito il ripetuto invito rivolto a Rete Imprese perchè partecipasse al processo di condivisione del progetto e del percorso ricambiato sempre con un diniego che alla prova dei fatti ha portato Rete Imprese a collocarsi autonomamente in una condizione di evidente minoranza. La designazione di Michele Somma quale candidato alla Presidenza dellente Camerale pertanto è il frutto naturale di questo percorso e non già una autocandidatura come offensivamente è stata apostrofata da Rete Imprese. Evidentemente sono ancora numerosi i seguaci del pensiero unico e del governo allunanimità negazione dei principi e dei valori della democrazia. 17 voti a favore 10 astenuti 1 scheda bianca: se la matematica ha ancora un senso è palese che la Camera di Commercio di Potenza attraverso lazione responsabile e condivisa del suo prossimo presidente e delle articolazioni di governo potrà contare su una maggioranza coesa non solo da un punto di vista numerico ma anche e soprattutto in relazione agli obiettivi da realizzare per offrire davvero servizi utili alloperosità quotidiana di chi fa impresa e sicurezza a quanti allinterno dellente camerale operano. In questa dinamica proprio in virtù del riconoscimento del valore della diversità auspichiamo che Copyright oltrefreepress.com - 1/2 Page 19

20 Articolo pubblicato sul sito oltrefreepress.com oltrefreepress.com Più : Estrazione : 09/04/ :26:53 Categoria : Attualità File : piwi pdf Audience : ciascuno possa svolgere al meglio il proprio ruolo costruttivo in seno agli organi camerali evitando una retorica inutile e vacua dal retrogusto dietrologico. Copyright oltrefreepress.com - 2/2 Page 20

21 Articolo pubblicato sul sito regione.basilicata.it regione.basilicata.it Più : Estrazione : 09/04/ :16:54 Categoria : Attualità File : piwi pdf Audience : CONFINDUSTRIA SU ELEZIONE PRESIDENTE CCIAA PZ AGR I rappresentanti delle sigle CONFINDUSTRIA CONFAPI COLDIRETTI CONFEDERAZIONE ITALIANA AGRICOLTORI CONFAGRICOLTURA ALLEANZA DELLE COOPERATIVE ITALIANE (A.g.c.i.- Confcooperative Legacoop) TUTOR DEI CONSUMATORI alla luce delle dichiarazioni rilasciate alla stampa da rappresentanti di altre sigle in merito alla elezione del presidente della Camera di Commercio di Potenza sottoscrivono la presente dichiarazione. E quanto si legge in una nota diffusa da Confindustria Basilicata. In un momento delicato come quello attuale riteniamo che i rappresentanti del mondo imprenditoriale nelle sue varie articolazioni siano chiamati ad interpretare le responsabilità del ruolo in modo rigoroso evitando di imitare alcuni riti desueti della politica che utilizza strumentalmente la logica del rimandare per evitare di fatto di assumere scelte importanti ed improrogabili. Le dichiarazioni rilasciate alla stampa da Rete Imprese in merito alla elezione del presidente della Camera di Commercio di Potenza tentano di modificare forzatamente e strumentalmente un percorso democratico e costruttivo che è stato condiviso da una maggioranza evidente e palese: CONFINDUSTRIA CONFAPI COLDIRETTI CONFEDERAZIONE ITALIANI AGRICOLTORI CONFAGRICOLTURA ALLEANZA DELLE COOPERATIVE ITALIANE (A.g.c.i.- Confcooperative Legacoop) TUTOR DEI CONSUMATORI hanno da tempo avviato un percorso per strutturare un programma di governo per la Camera di Commercio di Potenza condividendo gli obiettivi gli strumenti ed il metodo per il raggiungimento degli scopi prefissati. Da non trascurare in proposito il ripetuto invito rivolto a Rete Imprese perchè partecipasse al processo di condivisione del progetto e del percorso ricambiato sempre con un diniego che alla prova dei fatti ha portato Rete Imprese a collocarsi autonomamente in una condizione di evidente minoranza. La designazione di Michele Somma quale candidato alla Presidenza dellente Camerale pertanto è il frutto naturale di questo percorso e non già una autocandidatura come offensivamente è stata apostrofata da Rete Imprese. Evidentemente sono ancora numerosi i seguaci del pensiero unico e del governo allunanimità negazione dei principi e dei valori della democrazia. 17 voti a favore 10 astenuti 1 scheda bianca: se la matematica ha ancora un senso è palese che la Camera di Commercio di Potenza attraverso lazione responsabile e condivisa del suo prossimo presidente e delle articolazioni di governo potrà contare su una maggioranza coesa non solo da un punto di vista numerico ma anche e soprattutto in relazione agli obiettivi da realizzare per offrire davvero servizi utili alloperosità quotidiana di chi fa impresa e sicurezza a quanti allinterno dellente camerale operano. Copyright regione.basilicata.it - 1/2 Page 21

22 Articolo pubblicato sul sito regione.basilicata.it regione.basilicata.it Più : Estrazione : 09/04/ :16:54 Categoria : Attualità File : piwi pdf Audience : In questa dinamica proprio in virtù del riconoscimento del valore della diversità auspichiamo che ciascuno possa svolgere al meglio il proprio ruolo costruttivo in seno agli organi camerali evitando una retorica inutile e vacua dal retrogusto dietrologico. Copyright regione.basilicata.it - 2/2 Page 22

23 Articolo pubblicato sul sito sassilive.it sassilive.it Più : Estrazione : 09/04/ :07:00 Categoria : Attualità File : piwi pdf Audience : Michele Somma eletto presidente Camera di Commercio di Potenza I rappresentanti delle sigle CONFINDUSTRIA CONFAPI COLDIRETTI CONFEDERAZIONE ITALIANA AGRICOLTORI CONFAGRICOLTURA ALLEANZA DELLE COOPERATIVE ITALIANE (A.g.c.i.- Confcooperative Legacoop) TUTOR DEI CONSUMATORI alla luce delle dichiarazioni rilasciate alla stampa da rappresentanti di altre sigle in merito alla elezione del presidente della Camera di Commercio di Potenza sottoscrivono la presente dichiarazione. In un momento delicato come quello attuale riteniamo che i rappresentanti del mondo imprenditoriale nelle sue varie articolazioni siano chiamati ad interpretare le responsabilità del ruolo in modo rigoroso evitando di imitare alcuni riti desueti della politica che utilizza strumentalmente la logica del rimandare per evitare di fatto di assumere scelte importanti ed improrogabili. Le dichiarazioni rilasciate alla stampa da Rete Imprese in merito alla elezione del presidente della Camera di Commercio di Potenza tentano di modificare forzatamente e strumentalmente un percorso democratico e costruttivo che è stato condiviso da una maggioranza evidente e palese: CONFINDUSTRIA CONFAPI COLDIRETTI CONFEDERAZIONE ITALIANI AGRICOLTORI CONFAGRICOLTURA ALLEANZA DELLE COOPERATIVE ITALIANE (A.g.c.i.- Confcooperative Legacoop) TUTOR DEI CONSUMATORI hanno da tempo avviato un percorso per strutturare un programma di governo per la Camera di Commercio di Potenza condividendo gli obiettivi gli strumenti ed il metodo per il raggiungimento degli scopi prefissati. Da non trascurare in proposito il ripetuto invito rivolto a Rete Imprese perchè partecipasse al processo di condivisione del progetto e del percorso ricambiato sempre con un diniego che alla prova dei fatti ha portato Rete Imprese a collocarsi autonomamente in una condizione di evidente Copyright sassilive.it - 1/2 Page 23

24 Articolo pubblicato sul sito sassilive.it sassilive.it Più : Estrazione : 09/04/ :07:00 Categoria : Attualità File : piwi pdf Audience : minoranza. La designazione di Michele Somma quale candidato alla Presidenza dellente Camerale pertanto è il frutto naturale di questo percorso e non già una autocandidatura come offensivamente è stata apostrofata da Rete Imprese. Evidentemente sono ancora numerosi i seguaci del pensiero unico e del governo allunanimità negazione dei principi e dei valori della democrazia. 17 voti a favore 10 astenuti 1 scheda bianca: se la matematica ha ancora un senso è palese che la Camera di Commercio di Potenza attraverso lazione responsabile e condivisa del suo prossimo presidente e delle articolazioni di governo potrà contare su una maggioranza coesa non solo da un punto di vista numerico ma anche e soprattutto in relazione agli obiettivi da realizzare per offrire davvero servizi utili alloperosità quotidiana di chi fa impresa e sicurezza a quanti allinterno dellente camerale operano. In questa dinamica proprio in virtù del riconoscimento del valore della diversità auspichiamo che ciascuno possa svolgere al meglio il proprio ruolo costruttivo in seno agli organi camerali evitando una retorica inutile e vacua dal retrogusto dietrologico. Copyright sassilive.it - 2/2 Page 24

25 Tematica

26 Non Cerchiamo inchiesta necessariamente sono autonomamente azienda esponente N e data : /04/2015 Diffusione : Pagina 24 : Periodicità : Quotidiano Dimens : % CorrieredellaSera_150411_24_5.pdf 270 cm2 Sito web: «Soldia politici importanti» Caso coop Simone farà i nomi Casari ex capo di Cpl : il vino di D Alema? Nei pacchi di Natale agli operai NAPOLIPrima di cominciare a collaborare con i pm che ne hanno chiesto e ottenuto l arresto il consulente per le relazioni istituzionali della Cpl Concordia Francesco Simone aveva annunciato già al gip di essere pronto a fare rivelazioni sul sistema che la cooperativa modenese seguiva per ottenere gli appalti. solo quello per la metanizzazione di Ischia ( al centro dell della Procura di Napoli ) ma molti di più. Perché anche «altri rapporti della Concordia sono stati gestiti allo stesso modo. Ce ne sono parecchi». E se a Ischia l interlocutore era il sindaco Giuseppe Ferrandino altrove potrebbero saltare fuori nomi più famosi : «Ci sono situazioni anche con politici non dico di primo livello ma politici. importanti come dire cerchiamo i soldi e sono assolutamente felice di essere a vostra completa disposizione». Quando Francesco Simone pronuncia queste parole sono passate poco più di 48 ore dal suo arresto. 11 giudice per le indagini preliminari Amalia Primavera va a incontrarlo in carcere per l interrogatorio di garanzia e sono presenti anche i pubblici ministeri Henry John Woodcock Celeste Carrano e Giuseppina Loreto. Simone è chiaramente sotto choc ai magistrati dice di stare «malissimo» di avere «scarsa lucidità» e di essere «molto provato». Quindi spiega che più che rispondere alle domande del gip preferirebbe fare solo una lunga dichiarazione.ed è in quel momento che di fatto comincia la collaborazione che poi approfondirà con i pm. «Mi assumo tutte le responsabilità delle cose fatte contestate» esordisce. E rivela che la sua società in Tunisia la Tuni La parola UTILIT? All interno ll interno di un sistema corruttivo per utilità si intende il flusso di denaro che transita tra soggetti interessati non sotto forma di tangenti bensì attraverso molteplici forme di compensazione come ad esempio consulenze assunzioni studi di progettazione ta aveva stipulato con Cpl «un contratto da 18o mila euro l anno in quattro rate da 45». Glielo propone il presidente Roberto Casari «dicendo che avevano delle necessità di liquidità diciamo non ufficiali». 11 meccanismo funziona così : «Loro mi garantivano in questa operazione un riconoscimento per le spese che era il i5 per cento e quindi su 45 mila euro gli dovevo riportare euro e tenermi la differenza». I magistrati lo interrompono per chiedergli cosa ne facesse la Cpl dei soldi che rientravano. «Pagamenti in nero» risponde Simone E quando. il pm Woodcock gli chiede se intenda dire tangenti lui spiega che è vero che «bisogna seguire i soldi ma i soldi non sotto forma di mazzetta o busta sono sotto forma di varie situazioni che possono essere studio di progettazione subappaltatori... Spesso non si parla di bustarella ma si parla di consulenze di assunzioni...». «Qualche altra volta anche di qualche bottiglia di vino qualche libro» lo interrompe uno dei pm facendo riferimento all acquisto da parte della Cpl emerso durante le indagini di circa duemila bottiglie di vino prodotte dall di famiglia di Massimo D Alema e di cinquecento copie di un suo libro. «Sui libri e sulle bottiglie di vino è la risposta di Simone pu? darsi che sia stata una captatio benevolentia». Dell acquisto del vino di D Alema ha parlato sempre nell interrogatorio di garanzia anche il presidente della Concordia Roberto Casari sostenendo che non fu l del Pd a proporgli la vendita ma che decise lui : «Perché quel vino è senza Ifavori Il consulente ai pm : il denaro non arriva solo con mazzette ma con progetti e assunzioni solfiti e a me i solfiti fanno male E. noi facciamo i pacchi di Natale l uovo di Pasqua... Siamo in mille e ottocento... Allora ho preso mille e ottocento bottiglie da mettere nei pacchi di Natale degli operai.». Fulvio Bufi Fiorenza Sarzanini Page 26 1 / 1 Copyright (Corriere della Sera) Riproduzione vietata

27 Ho Rivela Dal? Per dicendo Una N e data : /04/2015 Diffusione : Pagina 8: Periodicità : Quotidiano Dimens : % FattoQuo_150411_8_7.pdf 480 cm2 Sito web: CPL SIMONE AMMETTE :?VERO HO PAGATO TANGENTI IN NERO ILRESPONSABILE RELAZIONI ESTERNE : AVESSA ( EXPDL ) ALTRA FORMA DI MAZZETTA divincenzo lurillo Simone il lobbista di Cpl Concordia Francesco la coop rossa dello scandalo delle tangenti sulla metanizzazione di Ischia crolla sotto il peso del rimorso.confessa. Tira in ballo i complici. il sistema. : provato Mi mancano le mie bambine... vergogna. E fa i nomi e i cognomi. deposito dell interrogatorio di garanzia del 2 aprile nel penitenziario di Poggioreale agli atti del Tribunale del Riesame che nei prossimi giorni si pronuncerà sull istanza di scarcerazione emergono i dettagli del modus operandi. INTERROGATO dal Gip di Napoli Amelia Primavera alla presenza del pm Henry John Woodcock Simone ammette che il denaro in contante che trasportava Mia Tunisia all Italia serviva ai vertici della cooperativa per pagamenti in nero. Aggiunge Mi : assumo tutte le responsabilità delle cose fatte contestate... A questo punto Woodcock gli fa presente che ci sono stati coindagati come il signor Maurizio Rinaldi il quale ha ammesso pacificamente questo sistema di fatturazione...di questi soldi che rientravano in Italia e che occorrevano alla Cpl diciamo pure a Casari per delle spese diciamo così da fare in nero.e Simone glielo conferma : Voglio anch io ammettere pacificamente. Nell interrogatorio Simone riferisce come Casari ( presidente per 40 anni di Cpl ndr ) e Maurizio Rinaldi ( presidente del consiglio di amministrazione di Cpl Distribuzione ) gli abbiano chiesto la disponibilità a sottoscrivere un contratto tra Cpl e Tunita la sua società in Tunisia : Un contratto da euro l anno in 4 rate da che avevano delle necessità di liquidità diciamo non ufficiali. Loro mi garantivano in questa operazione diciamo così un riconoscimento per le spese che era il 15 per cento e quindi su euro gli dovevo riportare euro e tenermi la differenza. Mi hanno pagato tre rate da euro Quei soldi poi venivano girati per i pagamenti in nero. volta euro in contanti nelle mani di Maurizio Rinaldi a Monza durante una gara e poi altri a Casari a Roma negli uffici della Cpl Concordia e a Nicola Verrini responsabile commerciale di area. arrivare alla cifra addirittura andai a prelevare 5 mila euro dal mio conto corrente. A cosa servivano? Pagamenti in nero diceva lui ( Casari ndr ). Ma il sistema non si fondava so Page 27 1 / 2 Copyright (Il Fatto Quotidiano) Riproduzione vietata

28 D Noi N e data : /04/2015 Diffusione : Pagina 8: Periodicità : Quotidiano Dimens : % FattoQuo_150411_8_7.pdf 480 cm2 Sito web: losui fondi neri precisa Il responsabile Simone : Bisogna seguire i soldi e i delle relazioni soldi non necessariamente esterne della sono sotto forma di mazzetta o Cpl Concordia busta sono sotto forma di varie Francesco situazioni. Il pm Woodcock lo Simone ferma : Studio di progettazione Ansa nel caso di Vessa ad esempio? Simone : Esattamente lo presentai io Vessa ma poi sparì dalla mia vista inizi? a dialogare direttamente A VERBALE con loro. : Vessa è un ex Casari Prepariamo parlamentare i pacchi di Natale. Pdl di Salerno. Vessa è Ho preso il vino un altra forma di di tangente? D Alema perché mi ha La risposta è detto che è senza solfiti secca : Assolutamente allora mi ha incuriosito sì!.? un passaggio investigativo su una delle ipotesi contenute nell ordinanza del : Gip la Cpl Concordia avrebbe così ringraziato Vessa del suo intervento per l aggiudicazione di alcuni appalti in provincia di Salerno. La posizione dell ex parlamentare è stata stralciata e inviata alla Procura di Salerno. Poi Simone accenna anche alla convenzione con l albergo della famiglia del sindaco di Ischia Giosi Ferrandino anche lui in carcere. Pu? essere anche quella una tangente mascherata come ritiene la Procura perché appunto spesso non si parla di bustarella ma si parla di consulenze di assunzioni ci sono varie.... NEL SUO interrogatorio di garanzia invece Casari ha spiegato perché acquist? 2 mila bottiglie di vino prodotte da D Alema e fece incetta di volumi dell ex premier Ds. Alema dice Casari non gli chiese esplicitamente di acquistare i vini ma gli parl? della nuova attività vinicola della moglie in questi termini : Ho venduto la barca ho presi una cantina se ne occupa mia moglie e faccio vino speriamo sia buono provalo!. E gli è piaciuto perché era senza solfiti. Il vino rosso mi dà dei problemi mi hanno detto che è colpadei solfiti.e i libri? Noi abbiamo preso i libri da tutti da Sergio Zavoli a Biagi è venuto per il nostro centenario Tremonti è venuto all assemblea del 2012 mi ha detto Io sono venuto perché avete preso il libro (... ) Tremonti ha detto : `tutto il ricavato del libro lo do in beneficenza quindi prendetene molti!.quindi per me è venuto Saccone è venuto Orlando è venuto D Alema... Quelli che l avevano scritti li abbiamo. presi siamo in mille e ottocento (i dipendenti della coop ndr ) io ho un albergo glieli metto sul comodino come la Bibbia. Page 28 2 / 2 Copyright (Il Fatto Quotidiano) Riproduzione vietata

29 chiedendogli Il Lo Li Io Non Dopo Aveva Poi N e data : /04/2015 Diffusione : Pagina 13 : Periodicità : Quotidiano Dimens : % FattoQuo_150412_13_9.pdf 326 cm2 Sito web: %%VERBALE La rete Cpl arrivava al pd Bonaccini dimarco Lillo e Valeria Pacelli Tcoop rossa modenese Cpl Concordia sarebbe intervenuta sul conterraneo Stefano Bonaccini ( ora presidente dell Emilia Romagna e allora responsabile enti locali del Pd ) di aiutare il sindaco di Ischia Giuseppe Ferrandino per le elezioni. racconta ai pm Stefano Verrini. Fatto ha visionato il verbale dell interrogatorio dell ex responsabile commerciale dell area Lazio-Campania-Sardegna di Cpl Concordia arrestato all inizio della scorsa settimana e difeso dagli avvocati Massimo e Michele Jasonni. VERRINI HA DECISO DI COLLABORARE con i pm Henry John Woodcock Celestina Carrano e Giuseppina Loreto e ha raccontato : Roberto Casari ( presidente Cpl Concordia fino a gennaio ndr ) Francesco Simone ( responsabile relazioni istituzionali ndr ) e Ferrandino Giuseppe mi chiesero espressamente di parlare con Stefano Bonaccini responsabile enti locali Pd e di chiedergli quindi di incontrare Ferrandino per un aiuto per l elezione al Parlamento Europeo. ho fatti incontrare. Se non ricordo male Ferrandino fu il primo dei non eletti. Al Fatto Bonaccini replica così : Io conosco Verrini e i vertici della Cpl Concordia ma non ricordo che Verrini mi abbia mai parlato di questo Ferrandino che non ho mai incontrato. non sono mai stato a Ischia non avevo alcun ruolo nella scelta delle candidature in Campania. ho mai preso un euro di contributo da Cpl Concordia. Il sindaco di Ischia è stato arrestato anche per i 330 mila euro pagati da Cpl per la convenzione con l hotel della sua famiglia e per le consulenze pagate al fratello avvocato Massimo Ferrandino. Nel suo interrogatorio Verrini : spiega Per Casari laconvezione con Le Querce era un modo per superare gli ostacoli burocratici e poi aggiunge particolari nuovi : Cpl ha stipulato un contratto con un garage di Roma in via Veneto dal valore di 30 mila euro all anno e Massimo Ferrandino ci teneva le sue auto. Chissà quante auto ci teneva per 2 mila 600 euro al mese. Verrini racconta : Quando D Alema venne a Ischia in occasione di una convention alle Querce per il suo libro notai che si appartarono con lui Giuseppe Ferrandino Casari Simone. Cesari mi disse che si era lamentato con D Alema per il fatto che Cpl avesse perso un grosso appalto al Sant Orsola di Bologna per soli 4. punti vinto Manutencoop.Su quell appalto perso ci fu uno scontro epocale davanti ai giudici tra le due coop rosse emiliane. E Concordia se ne lamentava non solo con D Alema : Non so perchè si lamentava con D Alema. Si lament? anche con Vasco Erreni I pm napoletani hanno sentito nei giorni scorsi anche il nuovo presidente della Cpl Concordia NON SOLO D ALEMA Solo per Massimo decideva Casari per il vino acquistato dal cantautore Albano e dell Associazione Amo ( ricerca midollo oseeo ) furono scelte di altri Stefano Bonaccini Pd tirato in ballo da Stefano Verrini Page 29 1 / 2 Copyright (Il Fatto Quotidiano) Riproduzione vietata

30 Per N e data : /04/2015 Diffusione : Pagina 13 : Periodicità : Quotidiano Dimens : % FattoQuo_150412_13_9.pdf 326 cm2 Sito web: Mario Guarnieri. Anche a lui hanno chiesto del vino di Massimo D Alema. Cpl - ha verbalizzato Guarnieri - ha acquistato vino anche dal cantautore Al Bano dall Amo ( associazione di ricerca midollo osseo ) e da cantine locali delle cooperative. Quando i pm per? gli chiedono : Chi prendeva le decisioni per i vini? il presidente di Cpl : spiega Per il vino dell Amo l ho presa io. Al Bano me ne ha parlato Tondelli. D Alema Casari. UN ALTRO POLITICO TIRATO IN BALLO è il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca : Un anno fa Vessa ( ex parlamentare del Pdl ndr ) mi disse che voleva portare Casari da De Luca di cui Vessa disse di essere amico per proporre a De Luca la concessione alla Cpl del servizio illuminazione di Salerno. Non so se ci sono andati. Page 30 2 / 2 Copyright (Il Fatto Quotidiano) Riproduzione vietata

NOTA PER LA STAMPA. Banche: ABI, siglato accordo Nuove misure per il credito alle pmi

NOTA PER LA STAMPA. Banche: ABI, siglato accordo Nuove misure per il credito alle pmi NOTA PER LA STAMPA Banche: ABI, siglato accordo Nuove misure per il credito alle pmi Hanno firmato la nuova moratoria il Ministro Corrado Passera, il Vice Ministro Vittorio Grilli, l ABI e le altre associazioni

Dettagli

NOTA PER LA STAMPA. Banche: ABI, siglato accordo Nuove misure per il credito alle pmi

NOTA PER LA STAMPA. Banche: ABI, siglato accordo Nuove misure per il credito alle pmi NOTA PER LA STAMPA Banche: ABI, siglato accordo Nuove misure per il credito alle pmi Hanno firmato la nuova moratoria il Ministro Corrado Passera, il Vice Ministro Vittorio Grilli, l ABI e le altre associazioni

Dettagli

NOTA PER LA STAMPA. Banche: ABI, siglato accordo Nuove misure per il credito alle pmi

NOTA PER LA STAMPA. Banche: ABI, siglato accordo Nuove misure per il credito alle pmi NOTA PER LA STAMPA Banche: ABI, siglato accordo Nuove misure per il credito alle pmi Hanno firmato la nuova moratoria il Ministro Corrado Passera, il Vice Ministro Vittorio Grilli, l ABI e le altre associazioni

Dettagli

La Rassegna Stampa è consultabile nel sito: www.ancesicilia.it

La Rassegna Stampa è consultabile nel sito: www.ancesicilia.it Collegio Regionale dei Costruttori Edili Siciliani 90133 Palermo, Via A. Volta, 44 Tel.: 091/333114/324724 Fax: 091/6112913 C.F. 80029280825 - info@ancesicilia.it www.ancesicilia.it La Rassegna Stampa

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO E LA CRESCITA DELLE IMPRESE A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE E DELLE LAVORATRICI AUTONOME PREMESSO CHE

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO E LA CRESCITA DELLE IMPRESE A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE E DELLE LAVORATRICI AUTONOME PREMESSO CHE PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO E LA CRESCITA DELLE IMPRESE A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE E DELLE LAVORATRICI AUTONOME PREMESSO CHE l Unione Europea incoraggia la partecipazione delle donne

Dettagli

NUOVE MISURE PER IL CREDITO ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE (PMI)

NUOVE MISURE PER IL CREDITO ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE (PMI) NUOVE MISURE PER IL CREDITO ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE (PMI) Si avvisa la gentile Clientela che la Banca ha aderito, in data 04/05/2015, al nuovo Accordo per il Credito 2015, limitatamente all iniziativa

Dettagli

STATUTO DELL ANCD ASSOCIAZIONE NAZIONALE COOPERATIVE FRA DETTAGLIANTI

STATUTO DELL ANCD ASSOCIAZIONE NAZIONALE COOPERATIVE FRA DETTAGLIANTI STATUTO DELL ANCD ASSOCIAZIONE NAZIONALE COOPERATIVE FRA DETTAGLIANTI Capo I: COSTITUZIONE, SCOPO E ATTIVITA Art. 1: Costituzione e scopi E costituita con sede in Roma ai sensi e per gli effetti di cui

Dettagli

Oggetto: Finanziamenti PMI Mutui Sospensione pagamento quote capitale Accordo ABI/PMI.

Oggetto: Finanziamenti PMI Mutui Sospensione pagamento quote capitale Accordo ABI/PMI. Confederazione Generale Italiana dei Trasporti e della Logistica 00198 Roma - via Panama 62 tel.068559151-3337909556 - fax 068415576 e-mail: confetra@confetra.com - http://www.confetra.com Roma, 6 agosto

Dettagli

Statuto del Coordinamento delle Associazioni di Volontariato della provincia di Treviso

Statuto del Coordinamento delle Associazioni di Volontariato della provincia di Treviso Statuto del Coordinamento delle Associazioni di Volontariato della provincia di Treviso Art. 1 - Costituzione e Scopi E costituito, con sede legale nel comune di Treviso, ai sensi della Legge 266/91 e

Dettagli

L ESPERIENZA DEL LABORATORIO SUD DELLA FONDAZIONE TERTIO MILLENNIO ONLUS JOB CREATION, RETE, TERRITORIO.

L ESPERIENZA DEL LABORATORIO SUD DELLA FONDAZIONE TERTIO MILLENNIO ONLUS JOB CREATION, RETE, TERRITORIO. L ESPERIENZA DEL LABORATORIO SUD DELLA FONDAZIONE TERTIO MILLENNIO ONLUS JOB CREATION, RETE, TERRITORIO. Marco Reggio - Faenza, 26 febbraio 2010 COS È LA FONDAZIONE TERTIO MILLENNIO La Fondazione Tertio

Dettagli

Carige prepara l'aumento In campo investitori esteri Il titolo è salito in Borsa

Carige prepara l'aumento In campo investitori esteri Il titolo è salito in Borsa APPROVATO IL BILANCIO Carige prepara l'aumento In campo investitori esteri Il titolo è salito in Borsa Banca Carige prepara l'aumento di capitale da 800 milioni e se l'obiettivo è fare in modo che resti

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 11 15/06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 5 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 9 DOSSIER CONFCOMMERCIO

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DELL'ASSOCIAZIONE senza scopo di lucro GLI AMICI DI LUCA

ATTO COSTITUTIVO DELL'ASSOCIAZIONE senza scopo di lucro GLI AMICI DI LUCA ATTO COSTITUTIVO DELL'ASSOCIAZIONE senza scopo di lucro GLI AMICI DI LUCA In Arquà Polesine (RO) Via Provinciale Ovest n. 191, si sono riuniti il giorno 16/04/2012 per Costituire una associazione senza

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra

PROTOCOLLO D INTESA. tra PROTOCOLLO D INTESA tra L AUTORITÀ DI GESTIONE DEL PROGRAMMA OPERATIVO INTERREGIONALE ATTRATTORI CULTURALI, NATURALI E TURISMO (POIN) e LE PARTI ECONOMICHE E SOCIALI ED IL PARTENARIATO ISTITUZIONALE 1

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

STATUTO DENOMINAZIONE SEDE SCOPO

STATUTO DENOMINAZIONE SEDE SCOPO Art. 1 STATUTO DENOMINAZIONE SEDE SCOPO E' costituita l'associazione culturale (o anche ) di seguito denominata Associazione. La

Dettagli

Il giorno 20 aprile 2012, alle ore 11,00 in Spoleto presso la sala. di rappresentanza della presidenza della Cassa di Risparmio di

Il giorno 20 aprile 2012, alle ore 11,00 in Spoleto presso la sala. di rappresentanza della presidenza della Cassa di Risparmio di VERBALE DELL'ASSEMBLEA ORDINARIA DEL 20 APRILE 2012 Il giorno 20 aprile 2012, alle ore 11,00 in Spoleto presso la sala di rappresentanza della presidenza della Cassa di Risparmio di Spoleto Spa in via

Dettagli

L esperienza del Laboratorio Sud della Fondazione Tertio Millennio - Onlus JOB CREATION, RETE, TERRITORIO

L esperienza del Laboratorio Sud della Fondazione Tertio Millennio - Onlus JOB CREATION, RETE, TERRITORIO L esperienza del Laboratorio Sud della Fondazione Tertio Millennio - Onlus JOB CREATION, RETE, TERRITORIO Cinzia Ministeri Palermo 11 maggio 2011 Cos è la Fondazione Tertio Millennio La Fondazione Tertio

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Mutui: raggiunta intesa nuova moratoria imprese

COMUNICATO STAMPA. Mutui: raggiunta intesa nuova moratoria imprese COMUNICATO STAMPA Mutui: raggiunta intesa nuova moratoria imprese Al via l Accordo per il Credito 2015. Non solo sospensione, la nuova intesa diretta anche ad agganciare la ripresa e a sostenere lo smobilizzo

Dettagli

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 Inaugurazione dell anno scolastico 2015-2016 a Napoli Qualche attento lettore di ANPInews (in particolare del n. 174 della scorsa

Dettagli

GUIDA ALL AVVISO COMUNE

GUIDA ALL AVVISO COMUNE GUIDA ALL AVVISO COMUNE PER LA SOSPENSIONE DEI DEBITI DELLE PMI Tutto quello che è utile sapere L AVVISO È STATO SIGLATO DA ABI, CASARTIGIANI, CIA, CLAAI, CNA, COLDIRETTI, CONFAGRICOLTURA, CONFAPI, CONFARTIGIANATO,

Dettagli

COMUNE DI POLISTENA. Provincia di Reggio Calabria REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLA SOLIDARIETA E VOLONTARIATO

COMUNE DI POLISTENA. Provincia di Reggio Calabria REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLA SOLIDARIETA E VOLONTARIATO Provincia di Reggio Calabria REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLA SOLIDARIETA E VOLONTARIATO Approvato con delibera C.C. n. 36 del 29-07-2005 Modifiche: delibera C.C. n. 10 del 09-05-2008 P a g i n a 2 Sommario

Dettagli

Se il rapporto banca - agricoltori è consolidato anche dal formaggio

Se il rapporto banca - agricoltori è consolidato anche dal formaggio Credito agrario Se il rapporto banca - agricoltori è consolidato anche dal formaggio di Giorgio Setti Tavola rotonda organizzata a Modena da Bper Banca su agricoltura e prodotti tipici, con la partecipazione

Dettagli

TITOLO PRIMO: COSTITUZIONE TITOLO SECONDO: FINALITA

TITOLO PRIMO: COSTITUZIONE TITOLO SECONDO: FINALITA STATUTO Coordinamento Nazionale per la tutela dai campi elettromagnetici CO.NA.CEM. ONLUS TITOLO PRIMO: COSTITUZIONE Art. 1 - Costituzione e denominazione. 1 E costituita l Associazione denominata «Coordinamento

Dettagli

Associazione Vittorino Chizzolini Cooperazione Internazionale - ONLUS

Associazione Vittorino Chizzolini Cooperazione Internazionale - ONLUS Associazione Vittorino Chizzolini Cooperazione Internazionale - ONLUS STATUTO Art. 1 - COSTITUZIONE E' costituita l'associazione denominata "VITTORINO CHIZZOLINI - Cooperazione Internazionale - Associazione

Dettagli

Nuove misure per il credito alle PMI

Nuove misure per il credito alle PMI Nuove misure per il credito alle PMI 1. Premessa e obiettivi L'economia italiana è entrata in una nuova fase recessiva. La domanda di consumi e di investimenti è in calo. Tale situazione si rileva particolarmente

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE IN LOMBARDIA 8 febbraio 2011 PRESIDENZA PROVVISORIA DEL SENATORE GENNARO CORONELLA. La seduta inizia alle 18.06.

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE IN LOMBARDIA 8 febbraio 2011 PRESIDENZA PROVVISORIA DEL SENATORE GENNARO CORONELLA. La seduta inizia alle 18.06. 1/5 MISSIONE IN LOMBARDIA 8 febbraio 2011 PRESIDENZA PROVVISORIA DEL SENATORE GENNARO CORONELLA La seduta inizia alle 18.06. PRESIDENTE. Buonasera. Ringrazio il presidente di Confindustria della provincia

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE VITTORIO TISON CULTURA E SOLIDARIETÀ ONLUS

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE VITTORIO TISON CULTURA E SOLIDARIETÀ ONLUS STATUTO DELL ASSOCIAZIONE VITTORIO TISON CULTURA E SOLIDARIETÀ ONLUS TITOLO I Disposizioni generali Art. 1 E costituita una Organizzazione di Volontariato denominata ASSOCIAZIONE VITTORIO TISON CULTURA

Dettagli

CREDITO ALLE INDUSTRIE

CREDITO ALLE INDUSTRIE CREDITO ALLE INDUSTRIE COFIRE: CONSORZIO FIDI DELL INDUSTRIA DI REGGIO EMILIA ASSEMBLEA DI BILANCIO 2015. OLTRE 36 MILIONI DI EURO EROGATI NELL ESERCIZIO NETTA CRESCITA SU ANNO PASSATO. RIPRESI GLI INVESTIMENTI

Dettagli

GLI STRUMENTI DI ACCESSO AL CREDITO DI RILIEVO NAZIONALE FONDO DI GARANZIA PER LE PMI

GLI STRUMENTI DI ACCESSO AL CREDITO DI RILIEVO NAZIONALE FONDO DI GARANZIA PER LE PMI GLI STRUMENTI DI ACCESSO AL CREDITO DI RILIEVO NAZIONALE FONDO DI GARANZIA PER LE PMI Il Fondo di garanzia per le PMI, gestito dal Medio Credito Centrale-Unicredit e istituito con la L. 662/96 ha conosciuto

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 3975 Seduta del 31/07/2015

DELIBERAZIONE N X / 3975 Seduta del 31/07/2015 DELIBERAZIONE N X / 3975 Seduta del 31/07/2015 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI MARIA CRISTINA CANTU' CRISTINA

Dettagli

STATUTO SOCIETÀ ITALIANA PER L ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE SIOI PALAZZETTO DI VENEZIA PIAZZA DI SAN MARCO 51 00186 ROMA

STATUTO SOCIETÀ ITALIANA PER L ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE SIOI PALAZZETTO DI VENEZIA PIAZZA DI SAN MARCO 51 00186 ROMA SOCIETÀ ITALIANA PER L ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE STATUTO SIOI PALAZZETTO DI VENEZIA PIAZZA DI SAN MARCO 51 00186 ROMA TEL. 06-6920781 FAX 06-6789102 sioi@sioi.org - WWW.SIOI.ORG STATUTO STATUTO DELLA

Dettagli

STATUTO FORUM DELLE ASSOCIAZIONI FINALITA' ED AMBITO DI APPLICAZIONE (Approvato dal Consiglio Comunale con atto n.

STATUTO FORUM DELLE ASSOCIAZIONI FINALITA' ED AMBITO DI APPLICAZIONE (Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. STATUTO FORUM DELLE ASSOCIAZIONI FINALITA' ED AMBITO DI APPLICAZIONE (Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 156 del 29/11/08) ART. 1 Ai sensi di quanto previsto dall art. 40 dello Statuto è istituito

Dettagli

Statuto Art. 1 Art. 2. Art. 3.

Statuto Art. 1 Art. 2. Art. 3. Statuto Art. 1. - È costituita in Napoli l associazione politico-culturale denominata CAMPO LIBERO PER I DIRITTI E LE LIBERTA, con sede in Napoli. Trattasi di libera associazione senza scopo di lucro,

Dettagli

I soci finanziatori nelle cooperative sociali

I soci finanziatori nelle cooperative sociali Cooperative sociali I soci finanziatori nelle cooperative sociali Modello 1 Clausola statutaria che disciplina l emissione delle azioni di sovvenzione Requisiti, conferimento e azioni dei soci sovventori

Dettagli

30/07/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 61 - Supplemento n. 1. Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori

30/07/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 61 - Supplemento n. 1. Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori Regione Lazio Atti della Giunta Regionale e degli Assessori Deliberazione 21 luglio 2015, n. 364 Applicazione dei benefici previsti nell'"accordo per il credito 2015, Allegato 1" agli strumenti di agevolazione

Dettagli

Roberto Ciompi VUOI FARE LA RISTRUTTURAZIONE FINANZIARIA DELLA TUA IMPRESA?

Roberto Ciompi VUOI FARE LA RISTRUTTURAZIONE FINANZIARIA DELLA TUA IMPRESA? Roberto Ciompi VUOI FARE LA RISTRUTTURAZIONE FINANZIARIA DELLA TUA IMPRESA? 7+1 suggerimenti per preparare una richiesta di ristrutturazione finanziaria dell impresa. 1 CIOMPI ROBERTO VUOI FARE LA RISTRUTTURAZIONE

Dettagli

Assemblea dei soci 29 gennaio 2011

Assemblea dei soci 29 gennaio 2011 Assemblea dei soci 29 gennaio 2011 Iniziamo ricordando che il 27 scorso è stata la giornata della memoria; quest anno non abbiamo fatto in tempo a organizzare qualche iniziativa come lo scorso anno ma

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

Verbale di assemblea- REPUBBLICA ITALIANA. L'anno duemilaquindici, il giorno dodici del mese di maggio in

Verbale di assemblea- REPUBBLICA ITALIANA. L'anno duemilaquindici, il giorno dodici del mese di maggio in Repertorio n.1161 Raccolta n.756 - Verbale di assemblea- - REPUBBLICA ITALIANA - L'anno duemilaquindici, il giorno dodici del mese di maggio in Cagliari, alla via dei Giornalisti civico 6,, alle ore nove

Dettagli

Firma del protocollo di intesa per il miglioramento della comunicazione banca-impresa in provincia di Torino

Firma del protocollo di intesa per il miglioramento della comunicazione banca-impresa in provincia di Torino Firma del protocollo di intesa per il miglioramento della comunicazione banca-impresa in provincia di Torino Torino Palazzo Cisterna 05 luglio 2011 PROTOCOLLO D INTESA PER IL MIGLIORAMENTO DELLA COMUNICAZIONE

Dettagli

AS.SO.DIP. STATUTO SOCIALE

AS.SO.DIP. STATUTO SOCIALE STATUTO SOCIALE ART. 1 E' costituita l'«associazione dei soci ed obbligazionisti dipendenti della Banca Popolare di Puglia e Basilicata», in sigla «AS.SO.DIP.» con sede in Altamura Possono farne parte

Dettagli

Adesione alla XX Giornata della Memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

Adesione alla XX Giornata della Memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 28 18 febbraio 2015 Oggetto : Adesione alla XX Giornata della Memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti

Dettagli

Accordo Investiagricoltura Periodo 2014-2020 (aggiornamento del maggio 2015)

Accordo Investiagricoltura Periodo 2014-2020 (aggiornamento del maggio 2015) Accordo Investiagricoltura Periodo 2014-2020 (aggiornamento del maggio 2015) Premesso che - il mercato, soprattutto estero, mostra significativi segnali di ripresa economica, che possono rappresentare

Dettagli

Convocazione di Assemblea Generale Free Hardware Foundation

Convocazione di Assemblea Generale Free Hardware Foundation Cari membri della fondazione, dopo un'ampia discussione sia all'interno del Consiglio che all'interno dell'esecutivo, siamo giunti alla conclusione, pacifica e condivisa, che la Fondazione abbia raggiunto

Dettagli

VIANINI LAVORI S.p.A. Sede legale in Roma - Via Montello n. 10. Registro Imprese di Roma e codice fiscale n. 03873930584, R.E.A. n.

VIANINI LAVORI S.p.A. Sede legale in Roma - Via Montello n. 10. Registro Imprese di Roma e codice fiscale n. 03873930584, R.E.A. n. VIANINI LAVORI S.p.A. Sede legale in Roma - Via Montello n. 10 Registro Imprese di Roma e codice fiscale n. 03873930584, R.E.A. n. 461019 Capitale Sociale di Euro 43.797.505 i.v. RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Dettagli

Edilizia. Riunito oggi il tavolo regionale con le forze economiche e sindacali. Siglato...

Edilizia. Riunito oggi il tavolo regionale con le forze economiche e sindacali. Siglato... martedì 7 aprile 2015 Indice RASSEGNA STAMPA Dicono di noi Raggiunta intesa nuova moratoria imprese Abi.It - 2015-04-02 Quote latte Parmigiano Reggiano: adesione in massa degli allevatori Agronotizie.Imagelinenetwork.Com

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi.

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. LA CENTRALE RISCHI Di Emanuele Bellano MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. Noi volevamo avere qualche informazione per un mutuo. Allora

Dettagli

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Comunicato stampa EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Le imprese associate a Eurogroup sono quasi 37 mila (+8,6% rispetto al 2006) L avanzo di gestione ante imposte è di 6,3

Dettagli

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA CONVOCAZIONE ASSEMBLEA Con la presente si convoca l assemblea generale dei lavoratori per il giorno / / alle ore : presso la sede legale dell azienda sita in Via n a ( ) per discutere e re in merito ai

Dettagli

(Approvato con atto del 12 ottobre 2001 e modificato dall Assemblea dei soci in data 1 ottobre 2010 e 14 dicembre 2015)

(Approvato con atto del 12 ottobre 2001 e modificato dall Assemblea dei soci in data 1 ottobre 2010 e 14 dicembre 2015) ASSOCIAZIONE CULTURALE AMICI DEL MACHIAVELLI STATUTO SOCIALE (Approvato con atto del 12 ottobre 2001 e modificato dall Assemblea dei soci in data 1 ottobre 2010 e 14 dicembre 2015) Articolo 1. Finalità

Dettagli

Istituto Tecnico Tecnologico M. Buonarroti - Trento Consulta dei Genitori a.s. 2014/2015 ---------------------------------------

Istituto Tecnico Tecnologico M. Buonarroti - Trento Consulta dei Genitori a.s. 2014/2015 --------------------------------------- VERBALE del 07/11/2014 In seguito a regolare convocazione da parte della Presidente con lettera del 18/11/2014, il giorno 05/12/2014 alle ore 18:00, nell Aula magna dell I.T.T. Michelangelo Buonarroti

Dettagli

STATUTO. Centro Siciliano di Studi sulla Giustizia. Art. 4) La fondazione si propone di promuovere studi ed analisi sui temi

STATUTO. Centro Siciliano di Studi sulla Giustizia. Art. 4) La fondazione si propone di promuovere studi ed analisi sui temi STATUTO Art. 1) E costituita una fondazione denominata Centro Siciliano di Studi sulla Giustizia Art. 2) La fondazione ha sede in Palermo, in Via Messina n. 15 Art. 3) La fondazione ha durata illimitata.

Dettagli

Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione

Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione Via Arenula 69/70-00186 ROMA - tel. 06 68852036 - fax 06 6869555 www.uidag.it - giustizia@uilpa.it AUDIZIONE PARLAMENTARE DISEGNO DI LEGGE C. 1248 Innanzitutto

Dettagli

Il Gruppo Banca Popolare di Vicenza

Il Gruppo Banca Popolare di Vicenza Il Gruppo Banca Popolare di Vicenza a sostegno delle PMI Costante Turco Responsabile Direzione Regionale Centro Sud Italia di Banca Popolare di Vicenza Prato, 9 maggio 2013 La Storia e le caratteristiche

Dettagli

Esame delle proposte di legge C.5 ed abb. (Disposizioni in materia di rappresentanza e rappresentatività sindacale)

Esame delle proposte di legge C.5 ed abb. (Disposizioni in materia di rappresentanza e rappresentatività sindacale) CAMERA DEI DEPUTATI XI Commissione (Lavoro pubblico e privato) (Disposizioni in materia di rappresentanza e rappresentatività sindacale) 27 novembre 2013 AUDIZIONI ABI 2013 AUDIZIONI ABI - 2013 Le proposte

Dettagli

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio:

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio: allegato 1) PUNTO N. 3 all O.d.G.: Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina meccanica. Cedo la parola al Sindaco. MARCO FABBRI Sindaco: Sì, grazie

Dettagli

STATUTO. progetto Sulla SOGLIA. RETE FAMIGLIE APERTE COOPERATIVA SOCIALE TANGRAM COOPERATIVA SOCIALE INSIEME danno vita al

STATUTO. progetto Sulla SOGLIA. RETE FAMIGLIE APERTE COOPERATIVA SOCIALE TANGRAM COOPERATIVA SOCIALE INSIEME danno vita al STATUTO RETE FAMIGLIE APERTE DENOMINAZIONE - OGGETTO - SEDE - DURATA Art. 1 E' costituita in forma di associazione, anche ai sensi del Decreto Legislativo 04 dicembre 1997, n. 460, un'organizzazione non

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE OPTION PLAYER. Titolo I Costituzione e scopi

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE OPTION PLAYER. Titolo I Costituzione e scopi STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE OPTION PLAYER Titolo I Costituzione e scopi Art. 1 - E' costituita un'associazione culturale denominata OPTION PLAYER. L Associazione ha sede in Massa, Via Beatrice

Dettagli

REGIONE PUGLIA. Programma Operativo Regionale 2007-2013 Fondo Sociale Europeo. Comitato di sorveglianza del 8 luglio 2008

REGIONE PUGLIA. Programma Operativo Regionale 2007-2013 Fondo Sociale Europeo. Comitato di sorveglianza del 8 luglio 2008 REGIONE PUGLIA Programma Operativo Regionale 2007-2013 Fondo Sociale Europeo Comitato di sorveglianza del 8 luglio 2008 REGOLAMENTO INTERNO DEL COMITATO DI SORVEGLIANZA DEL PROGRAMMA OPERATIVO FSE Obiettivo

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 4 09.01.2015 Legge di Stabilità 2015: moratoria dei mutui e finanziamenti La quota capitale della rata può essere sospesa fino al 2017 Categoria:

Dettagli

PRENDI E LEGGI. Vademecum. Socio. Vantaggi e convenienza

PRENDI E LEGGI. Vademecum. Socio. Vantaggi e convenienza PRENDI E LEGGI Vademecum Socio Vantaggi e convenienza Vademecum Soci LA MIA BANCA È DIFFERENTE. DAL 1893. Perchè la BCC è una banca differente? Perchè è una banca cooperativa, mutualistica, locale. Società

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Campagna: Il credito. Se lo conosci lo ottieni. 14 Maggio 2012. A cura dell Ufficio Comunicazione Relazioni esterne e Immagine

RASSEGNA STAMPA. Campagna: Il credito. Se lo conosci lo ottieni. 14 Maggio 2012. A cura dell Ufficio Comunicazione Relazioni esterne e Immagine RASSEGNA STAMPA Campagna: Il credito. Se lo conosci lo ottieni 14 Maggio 2012 A cura dell Ufficio Comunicazione Relazioni esterne e Immagine di CNA Forlì Cesena febbraio 2012 CNA Associazione Provinciale

Dettagli

STATUTO DI ASSOCIAZIONE NON RICONOSCIUTA DENOMINAZIONE - SEDE - SCOPO. ART. 1 - Nello spirito della Costituzione della Repubblica Italiana ed in

STATUTO DI ASSOCIAZIONE NON RICONOSCIUTA DENOMINAZIONE - SEDE - SCOPO. ART. 1 - Nello spirito della Costituzione della Repubblica Italiana ed in STATUTO DI ASSOCIAZIONE NON RICONOSCIUTA DENOMINAZIONE - SEDE - SCOPO ART. 1 - Nello spirito della Costituzione della Repubblica Italiana ed in ossequio a quanto previsto dall'articolo 36 e seguenti del

Dettagli

Centro Associazioni Culturali Fiorentine

Centro Associazioni Culturali Fiorentine Centro Associazioni Culturali Fiorentine STATUTO Titolo I DENOMINAZIONE - SEDE - DURATA - SCOPI Art.1) E ' costituita con sede in Firenze la associazione "Centro Associazioni Culturali Fiorentine". Essa

Dettagli

L'associazione ha sede in Via della Salute 81, 40132 Bologna e ha durata illimitata.

L'associazione ha sede in Via della Salute 81, 40132 Bologna e ha durata illimitata. STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE JANE AUSTEN SOCIETY OF ITALY (JASIT) TITOLO I - DENOMINAZIONE - SEDE Art. 1 A norma dell'art. 36 e seguenti del codice Civile, è costituita un'associazione culturale

Dettagli

Traduzione dal romeno

Traduzione dal romeno Traduzione dal romeno Ziua pag. 3 Il Presidente della Commissione per Problemi d Immigrazione del Parlamento italiano, Sandro Gozi, ammonisce che, se la situazione continua, l Italia adottera misure dure

Dettagli

\ CENTRO INTERNAZIONALE SERVIZI EDITORIALI

\ CENTRO INTERNAZIONALE SERVIZI EDITORIALI \ CENTRO INTERNAZIONALE SERVIZI EDITORIALI Il Centro Internazionale Servizi Editoriali (CISE) è una società che nasce con lo scopo di riunire le case editrici e fornire loro tutti i servizi necessari,

Dettagli

PROPOSTA DI INCHIESTA PARLAMENTARE

PROPOSTA DI INCHIESTA PARLAMENTARE SENATO DELLA REPUBBLICA XVII LEGISLATURA Doc. XXII n. 12 PROPOSTA DI INCHIESTA PARLAMENTARE d iniziativa del senatore MICHELONI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 23 OTTOBRE 2013 Istituzione di una Commissione

Dettagli

Roma, 26 novembre 2012

Roma, 26 novembre 2012 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 26 novembre 2012 Direzione Centrale Servizi ai contribuenti OGGETTO: Sisma maggio 2012 Finanziamento per il pagamento di tributi, contributi previdenziali e premi assicurativi obbligatori

Dettagli

STATUTO DELLA FEDERCONSUMATORI DI PAVIA

STATUTO DELLA FEDERCONSUMATORI DI PAVIA 1 STATUTO DELLA FEDERCONSUMATORI DI PAVIA COSTITUZIONE E SCOPI Art. 1 La Federconsumatori di Pavia ha sede a Pavia in via G.Cavallini 9 Art. 2 La Federconsumatori di Pavia è una Associazione senza fini

Dettagli

Al Responsabile del sito Internet. Al Sig. Sindaco Al Sig. Segretario Generale Loro Sedi. E p.c. Oggetto: Gene al, Il RonijI

Al Responsabile del sito Internet. Al Sig. Sindaco Al Sig. Segretario Generale Loro Sedi. E p.c. Oggetto: Gene al, Il RonijI zal'n,. '50965 le1 V LUI. Al Responsabile del sito Internet E p.c. Al Sig. Sindaco Al Sig. Segretario Generale Loro Sedi Oggetto: Trasmissione dati per la pubblicazione. In ottemperanza a quanto previsto

Dettagli

MEDIAZIONE TRA PARI PRESENTA. www.mediazionetrapari.wordpress.com

MEDIAZIONE TRA PARI PRESENTA. www.mediazionetrapari.wordpress.com MEDIAZIONE TRA PARI PRESENTA LE CONTROVERSIE IN MATERIA DI CONTRATTI BANCARI E FINANZIARI GRAZIE PER AVER SCARICATO LA MIA GUIDA ALLA GESTIONE DELLE CONTROVERSIE IN MATERIA DI CONTRATTI BANCARI E FINANZIARI

Dettagli

L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa

L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa La situazione dell accesso al credito per le piccole e medie imprese che costituiscono

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ANZIANI E PENSIONATI DI PEIA

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ANZIANI E PENSIONATI DI PEIA STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ANZIANI E PENSIONATI DI PEIA ARTICOLO 1 - E costituita l Associazione denominata PRO SENECTUTE. Ai sensi e per gli effetti di cui agli art. 10 e segg. del D.L. 4 dicembre 1997,

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO ART. 1 ART. 2

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO ART. 1 ART. 2 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO A.V.G. FANCONI ART. 1 1. È costituita ai sensi della legge n. 266 del 1991 l organizzazione di volontariato, denominata: «A.V.G. Fanconi» 2. L organizzazione ha

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Approvato dall Assemblea Straordinaria dei Soci del 17 maggio 2008

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Approvato dall Assemblea Straordinaria dei Soci del 17 maggio 2008 STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE COOPERAZIONE INTERNAZIONALE Approvato dall Assemblea Straordinaria dei Soci del 17 maggio 2008 DENOMINAZIONE SEDE DURATA Art. 1 E' costituita l'associazione "COOPERAZIONE INTERNAZIONALE",

Dettagli

Città di Pomezia Provincia di Roma REGOLAMENTO COMUNALE DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI

Città di Pomezia Provincia di Roma REGOLAMENTO COMUNALE DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI Città di Pomezia Provincia di Roma REGOLAMENTO COMUNALE DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI ADOTTATO CON DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N.72 DEL 30DICEMBRE2014 REGOLAMENTO COMUNALE DELLA CONSULTA DELLE

Dettagli

STATUTO Della Associazione ANTIGONE ONLUS

STATUTO Della Associazione ANTIGONE ONLUS STATUTO Della Associazione ANTIGONE ONLUS Art.1 Denominazione E' costituita a Roma l'associazione nazionale "ANTIGONE ONLUS". L'Associazione non ha fini di lucro, è indipendente e non collegata ad alcun

Dettagli

Accordo per il credito 2015 Premesso che 1) in data 30 dicembre 2014, l ABI e le Associazioni imprenditoriali (di seguito, le Parti) hanno sottoscritto un intesa che prevede: i) l estensione del periodo

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEL FORUM DEI GIOVANI

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEL FORUM DEI GIOVANI REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEL FORUM DEI GIOVANI Approvato con deliberazione consiliare n. 34 del 10.10.2008 Art. 1- Istituzione 1. Il Consiglio Comunale di Pontecagnano Faiano aderendo

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA FSE 2007-2013 CCI N 2007 IT 051 PO 002 Decisione della Commissione Europea C (2007) 6711 del 17 dicembre 2007 PROPOSTA

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE LA VOCE DELLE DONNE. Art. 1 Costituzione Denominazione Sede. Art. 2 Durata. Art. 3 Scopi

STATUTO ASSOCIAZIONE LA VOCE DELLE DONNE. Art. 1 Costituzione Denominazione Sede. Art. 2 Durata. Art. 3 Scopi STATUTO ASSOCIAZIONE LA VOCE DELLE DONNE Art. 1 Costituzione Denominazione Sede Ai sensi della legge 7 dicembre 2000, n. 383, e delle norme del codice civile in tema di associazioni è costituita l Associazione

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO. I Sig.ri, le cui firme compaiono nell'allegato A del presente atto costitutivo. dichiarano

ATTO COSTITUTIVO. I Sig.ri, le cui firme compaiono nell'allegato A del presente atto costitutivo. dichiarano ATTO COSTITUTIVO I Sig.ri, le cui firme compaiono nell'allegato A del presente atto costitutivo dichiarano di voler costituire un associazione politico-culturale denominata «PALOMAR» che avrà la sua sede

Dettagli

Accordo per il credito 2013

Accordo per il credito 2013 Accordo per il credito 2013 1. Premessa e obiettivi Il 21 dicembre 2012, l ABI e le altre associazioni imprenditoriali hanno sottoscritto un accordo per la proroga al 31 marzo 2013 del periodo di validità

Dettagli

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI MENGHI E MUNAFO DEL COMITATO ANNA MENGHI IN MERITO AL PROGETTO DEL PERCORSO PEDONALE MECCANIZZATO NELLA GALLERIA DEL COMMERCIO.

Dettagli

SONO DAVVERO APPETIBILI PER GLI INVESTITORI GLI STRUMENTI FINANZIARI DI TIPO PARTECIPATIVO?

SONO DAVVERO APPETIBILI PER GLI INVESTITORI GLI STRUMENTI FINANZIARI DI TIPO PARTECIPATIVO? regolazione SONO DAVVERO APPETIBILI PER GLI INVESTITORI GLI STRUMENTI FINANZIARI DI TIPO PARTECIPATIVO? Raffaele Lener * Gli strumenti finanziari di tipo partecipativo, che il diritto societario ha consentito

Dettagli

COMUNE DI SINALUNGA PROVINCIA DI SIENA REGOLAMENTO DELL'ASSOCIAZIONISMO DEL COMUNE DI SINALUNGA

COMUNE DI SINALUNGA PROVINCIA DI SIENA REGOLAMENTO DELL'ASSOCIAZIONISMO DEL COMUNE DI SINALUNGA COMUNE DI SINALUNGA PROVINCIA DI SIENA REGOLAMENTO DELL'ASSOCIAZIONISMO DEL COMUNE DI SINALUNGA approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n.31 del 30.04.2015 1 Sommario TITOLO I ALBO COMUNALE

Dettagli

Accordo per il credito 2015

Accordo per il credito 2015 Accordo per il credito 2015 Premesso che 1) in data 30 dicembre 2014, l ABI e le Associazioni imprenditoriali (di seguito, le Parti) hanno sottoscritto un intesa che prevede: i) l estensione del periodo

Dettagli

STATUTO I. NOME, SEDE, FINI, STRUMENTI

STATUTO I. NOME, SEDE, FINI, STRUMENTI STATUTO I. NOME, SEDE, FINI, STRUMENTI Art. 1 - E costituita, ai sensi degli artt. 36 e ss. c.c., l'associazione culturale AEQUA Associazione per l Efficienza e la QUalità nell Amministrazione). Art. 2

Dettagli

SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito

SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito Vediamo adesso i conti di due operazioni immobiliari che ho fatto con la strategia degli immobili gratis a reddito. Via Nevio Via Nevio è stata la

Dettagli

La costituzione degli Organismi della Partecipazione della SdS di Firenze

La costituzione degli Organismi della Partecipazione della SdS di Firenze SOCIETA DELLA SALUTE DI FIRENZE La costituzione degli Organismi della Partecipazione della SdS di Firenze Gruppo di lavoro: Andrea Aleardi Assessorato alla Partecipazione Comune di Firenze Roberto Bocchieri

Dettagli

STATUTO. ART. 1 (Denominazione e sede) ART. 2 (Finalità)

STATUTO. ART. 1 (Denominazione e sede) ART. 2 (Finalità) STATUTO ART. 1 (Denominazione e sede) 1. E costituita, nel rispetto del Codice Civile, l associazione denominata: Irfoss Istituto di Ricerca e Formazione nelle Scienze Sociali con sede in via Santa Maria

Dettagli

Seduta n. 08/2015 del Consiglio di Amministrazione Verbale n. 08 del 10/06/2015

Seduta n. 08/2015 del Consiglio di Amministrazione Verbale n. 08 del 10/06/2015 AZIENDA SPECIALE CONSORTILE PER I SERVIZI ALLA PERSONA AMBITO DISTRETTUALE N. 3 - BRESCIA EST Sede Legale: Rezzato p.zza Vantini 21 - C.A.P. 25086 Sede Amministrativa: Rezzato, via Zanelli n. 30 Casella

Dettagli

L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO

L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO Cagliari, 22 luglio 2010 ore 10.00 Intervento di apertura dei lavori del Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori Edili Simona Pellegrini Vi

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE AMICI DELLE SCUOLE IN RETE ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE

STATUTO ASSOCIAZIONE AMICI DELLE SCUOLE IN RETE ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE STATUTO ASSOCIAZIONE AMICI DELLE SCUOLE IN RETE ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE 1 ART. 1 Denominazione e sede 1. E costituita, nel rispetto del Codice Civile, della Legge 383/2000 e della normativa

Dettagli

Gruppo Banca Sella, un finanziamento ad hoc per pagare la tredicesima delle Pmi

Gruppo Banca Sella, un finanziamento ad hoc per pagare la tredicesima delle Pmi COMUNICATO STAMPA Gruppo Banca Sella, un finanziamento ad hoc per pagare la tredicesima delle Pmi Un finanziamento per le piccole e medie imprese, per aiutarle a pagare la tredicesima ai propri dipendenti.

Dettagli

STATUTO FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA

STATUTO FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA STATUTO FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA NELLE IMPRESE COOPERATIVE. Testo approvato dall Assemblea ordinaria del 9 giugno 2005 ART. 1 COSTITUZIONE Al fine di promuovere

Dettagli