Università Commerciale. Graduate School. Luigi Bocconi MAAC. Master in Accounting, Auditing & Control II Edizione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Università Commerciale. Graduate School. Luigi Bocconi MAAC. Master in Accounting, Auditing & Control II Edizione 2011-2012"

Transcript

1 Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MAAC Master in Accounting, Auditing & Control II Edizione

2 Gli scandali finanziari degli ultimi anni hanno posto in luce l assoluta necessità di un rafforzamento della professionalità amministrativa, troppo spesso, a torto, intesa come la semplice padronanza di tecniche. Gli strumenti operativi di gestione e organizzazione delle aziende sono divenuti oggi più complessi e sofisticati, anche alla luce dei cambiamenti guidati dal crescente utilizzo delle tecnologie. Tale maggiore complessità è ben riflessa dal mercato del lavoro, che chiede alle università e alle scuole di formazione corsi vicini alle proprie esigenze. Bocconi, da sempre attenta a tali fabbisogni, ha colto l opportunità di una formazione post-experience immediatamente spendibile sul mercato professionale sui temi dell accounting, auditing e control, bacino di sbocco della maggior parte dei propri laureati/diplomati. Dopo il successo delle sei edizioni consecutive del Master in Accounting & Control, si è ritenuto necessario proporre per il secondo anno il Master universitario in Accounting, Auditing & Control con l obiettivo di rispondere ancora meglio alle esigenze delle imprese. In esso maggior enfasi è dedicata ai temi più caldi, quali l approccio risk-based alla gestione aziendale e gli interrelati aspetti di decision making e problem solving, l etica professionale e le modalità di gestione e soddisfacimento delle aspettative dei vari stakeholders in relazione alla trasparenza e alla qualità dell informativa economico-finanziaria diffusa dalle imprese. Inoltre, la sempre più accentuata internazionalizzazione dei mercati ha fatto emergere la necessità di introdurre corsi elective in cui approfondire il gergo tecnico inglese e di ampliare lo spazio dedicato ai principi contabili internazionali (IAS/IFRS), ormai non più solo appannaggio di poche società. 1 Questo master rappresenta senza dubbio una risposta di qualità per tutti coloro che desiderano il meglio per il proprio futuro professionale in campo amministrativo. Mara Cameran Direttore MAAC

3 MAAC Obiettivi formativi Il Master universitario in Accounting, Auditing & Control è progettato per rispondere alla domanda delle imprese industriali, commerciali, di servizi e delle società di revisione e di consulenza di figure professionali esperte nelle aree della contabilità e bilancio, del controllo di gestione e dell internal ed external auditing. Il percorso formativo è disegnato per acquisire competenze allineate con le più recenti proposte metodologiche relative all impostazione dei sistemi contabili e di bilancio, di controllo di gestione e di valutazione e gestione dei rischi aziendali. Figure che abbiano un profilo all avanguardia anche sul fronte delle conoscenze delle tecnologie informatiche di supporto. 2 L obiettivo del master è di sviluppare con i partecipanti, attraverso un intenso percorso di studio e lavoro, un profilo professionale completo, attuale e allineato con le richieste provenienti dal mondo del lavoro, incrementando le capacità di analisi e problem solving. Tutto ciò al fine di permettere l acquisizione delle conoscenze e l accrescimento delle competenze e delle capacità necessarie per assumere posizioni di responsabilità all interno delle direzioni amministrazione, finanza, controllo e auditing di imprese di medie e grandi dimensioni e per operare con successo in società di revisione, nonché in imprese di consulenza direzionale e amministrativa. Il positivo completamento del percorso formativo comporta il conseguimento complessivo di 70 crediti formativi, di cui 14 ottenuti mediante un esperienza di stage o field project presso aziende di primaria importanza, congiuntamente al rilascio del diploma di Master universitario di primo livello in Accounting, Auditing & Control. Destinatari Il rafforzamento della professionalità amministrativa, troppo spesso intesa come la semplice padronanza di tecniche, richiede l inserimento di laureati con background differenti. A titolo esemplificativo si pensi come laureati in ingegneria, giurisprudenza e scienze politiche possano inserirsi proficuamente in contesti marcatamente internazionali, nei quali gli strumenti operativi di gestione e organizzazione delle aziende sono divenuti più complessi e sofisticati, anche alla luce dei cambiamenti guidati dal crescente utilizzo delle tecnologie. Il MAAC è dunque indirizzato primariamente a giovani laureati o laureandi (entro la sessione di marzo 2012), provenienti da ogni facoltà, italiana o straniera equipollente. In particolare, si rivolge a: laureati in discipline economiche, giuridiche, scientifiche o umanistiche, con una laurea triennale o superiore, rilasciata da un università italiana; laureati con un titolo universitario equipollente (triennale o superiore), conseguito presso un università estera; laureandi, italiani o stranieri, che al più tardi conseguiranno il titolo entro due mesi dalla data di avvio del master (sessione di laurea di marzo 2012); laureati con una breve esperienza lavorativa.

4 Sbocchi professionali Il MAAC prepara i partecipanti a ricoprire efficacemente e proattivamente i seguenti ruoli: financial accountant, controller, business controller e internal auditor nelle diverse tipologie di imprese; operatori delle funzioni Amministrazione, Pianificazione & Controllo di imprese moderne ed evolute, connotate dall utilizzo esteso delle più avanzate tecnologie di produzione ed impiego delle informazioni; revisore esterno in primarie società di revisione; esperti di sistemi amministrativi e di metodologie di analisi economica applicata alle problematiche di business (società di consulenza direzionale e amministrativa). La collaborazione al programma, offerta in varie forme da imprese di primaria importanza, permette ai partecipanti un confronto continuo e stimolante con la realtà aziendale e costituisce un opportunità per conoscere il mercato di sbocco e per orientare le proprie scelte professionali. Numerose sono le occasioni offerte dal master per sviluppare il rapporto tra partecipanti e imprese: presentazioni di casi aziendali, lezioni e simulazioni, testimonianze. Inoltre, con l intento di offrire alle aziende una visione completa e obiettiva dei singoli partecipanti, il MAAC provvederà a inviare il CV Book dei diplomati a tutte le aziende interessate. 3 Occupati 91% Non occupati 9% Inserimento entro 3 mesi 60% Oltre 3 mesi 40% Fonte: survey effettuata nel periodo ottobre-novembre 2010 sui diplomati della V edizione del MiAC Anche il servizio Career Service Bocconi assiste i partecipanti al master nell ingresso nel mondo del lavoro organizzando iniziative di recruiting e di orientamento professionale. In particolare, gli studenti potranno usufruire dei seguenti servizi: presentazioni aziendali e career event Bocconi&Jobs; JobGate, piattaforma virtuale contenente offerte di stage e lavoro e informazioni su iniziative di recruitment; seminari di formazione su mercato, settori, professioni e competenze trasversali; incontri di orientamento su candidatura e processo di selezione; Placement Library specializzata dove reperire informazioni sul mercato del lavoro italiano ed estero.

5 La struttura e gli obiettivi didattici Il master avrà inizio a gennaio 2012 e si concluderà a novembre L impegno previsto è a tempo pieno, dal lunedì al venerdì, con frequenza obbligatoria. Conseguentemente, non è conciliabile lo svolgimento in parallelo di qualsiasi attività professionale significativa. Gennaio Febbraio Maggio Luglio Agosto/Settembre Novembre Precorsi opzionali Corsi Core Corsi Elective Stage / Field Project Esame finale 4 2 corsi: Economia aziendale e organizzazione d impresa Contabilità e bilancio 14 corsi 4 corsi 3 mesi per stage o field project Costruzione delle fondamenta della professionalità di riferimento Approfondimento e ampliamento delle conoscenze e delle competenze rispetto al profilo professionale di riferimento Avvicinamento al mondo del lavoro 70 crediti Diploma

6 Obiettivi didattici Il programma è stato progettato in modo da consentire il perseguimento dei seguenti obiettivi didattici: ampliare e approfondire le conoscenze attraverso il trasferimento di principi, modelli di analisi, metodologie, strumenti e tecniche atti ad affrontare e risolvere le principali problematiche di amministrazione e controllo (sapere); sviluppare le capacità e le abilità progettuali ed operative attraverso l utilizzo di metodologie didattiche attive ed il continuo confronto con la realtà aziendale (saper fare); favorire il miglioramento di atteggiamenti e comportamenti, soprattutto sul versante relazionale, attraverso il team working e la relazione con le imprese (essere). Per raggiungere tali obiettivi, accanto alla modalità tradizionale della didattica d aula (lezione) si utilizzeranno casi aziendali, esercitazioni, simulazioni, attività in piccoli gruppi e testimonianze aziendali. 5

7 6

8 I contenuti del programma Il percorso formativo si articola mediante i corsi core ed elective lungo le seguenti aree tematiche: ETICA PROFESSIONALE e processi di management Misurazione delle performance, strategie Valutazione e gestione dei rischi aziendali Comunicazione agli stakeholder TECNOLOGIE INFORMATICHE 7 Tali aree tematiche sono affrontate nel programma secondo una prospettiva integrata, che consente di sviluppare nel partecipante capacità di analisi e diagnosi delle diverse situazioni in ottica trasversale e sistemica, coerentemente con le caratteristiche del profilo di competenze oggi sempre più richiesto dalle imprese. Comunicazione agli stakeholder Quest area affronta, secondo una prospettiva ampia e articolata, i più recenti approcci relativi alla misurazione delle performance aziendali per la comunicazione alle diverse categorie di stakeholder esterni, in ipotesi di gestione corrente dell impresa e dei gruppi di imprese, nonché in caso di operazioni straordinarie. I corsi riconducibili a tale area sono i seguenti: Insegnamenti n. sessioni tipo corsi Bilancio secondo i principi contabili nazionali e gli IAS/IFRS 20 Core Comunicazione economica dei gruppi di imprese: il bilancio consolidato 12 Core Valutazioni di azienda e accounting nelle Business combination 12 Elective Advanced accounting & IFRS 12 Elective

9 Bilancio secondo i principi contabili nazionali e gli IAS/IFRS Docente responsabile: Daniela Travella Il corso presenta e analizza le problematiche di valutazione delle poste di bilancio alla luce delle attuali disposizioni che regolamentano la materia. In particolare, si enfatizzano le norme giuridiche che disciplinano la redazione del bilancio di esercizio, opportunamente integrate e interpretate dai principi contabili nazionali e internazionali (IAS/IFRS). I principali temi trattati sono i seguenti: gli schemi di bilancio secondo il Codice civile e gli IAS/IFRS; i criteri di valutazione delle principali poste di bilancio secondo i principi contabili nazionali e gli IAS/IFRS; la nota integrativa e la relazione sulla gestione. 8 Comunicazione economica dei gruppi di imprese: il bilancio consolidato Docente responsabile: Mara Cameran Il corso, dopo aver analizzato le principali caratteristiche dei gruppi di imprese, delinea le finalità e i contenuti del bilancio consolidato, illustrandone in particolare le metodologie di redazione e presentando le diverse opzioni relative al processo di consolidamento. Le principali tematiche trattate fanno riferimento a: le tipologie di gruppo d imprese; il processo di costruzione del bilancio consolidato; il bilancio consolidato alla luce delle innovazioni introdotte dagli IAS/IFRS. Valutazioni di azienda e accounting nelle Business combination Docente responsabile: Lorenzo Pozza Il corso esamina alcuni temi avanzati di finanza e di accounting, relativi alle operazioni di crescita esterna (business combination), in una prospettiva teorica e pratica. Il quadro di riferimento è costituito sia dalle norme e dai principi contabili nazionali sia dagli standard internazionali (IAS/IFRS). Gli argomenti oggetto di specifica trattazione sono: i principali criteri utilizzabili per la valutazione di complessi aziendali; le applicazioni pratiche in tema di valutazione aziendale; le problematiche connesse alla formazione dei bilanci in occasione di operazioni straordinarie. Advanced accounting & IFRS Docente responsabile: Angela Pettinicchio Il corso consente l acquisizione del linguaggio tecnico indispensabile per operare in imprese presenti sui mercati internazionali. In particolare, si approfondiscono alcuni temi avanzati di accounting in ottica IAS/IFRS, analizzando, inoltre, l impatto delle diverse scelte valutative sull analisi delle performance di impresa. In dettaglio, il corso tratta i seguenti temi: la valutazione di alcune poste critiche in ottica IAS/IFRS e gli impatti dal punto di vista dell analisi di bilancio (immobilizzazioni materiali e immateriali, leasing, employee benefits); la contabilizzazione e la valutazione degli strumenti finanziari; temi avanzati di bilancio consolidato.

10 Misurazione delle performance, strategie e processi di management Nell area in oggetto confluiscono le tematiche relative alla progettazione dei sistemi di misurazione delle performance dell impresa indirizzati al management, con l obiettivo primario di supportare i processi decisionali e favorire la realizzazione della strategia aziendale. I corsi riconducibili a tale area sono i seguenti: Insegnamenti n. sessioni tipo corsi KPI e analisi di bilancio 16 Core Corporate finance 12 Core Analisi e contabilità dei costi 16 Core Cost management 12 Core Sistemi di programmazione, controllo e misurazione delle performance 16 Core Misurazione e controllo dei processi aziendali 12 Core Creazione di valore per gli stakeholders e sistemi di reporting 12 Elective Recording, measuring & managing intangibles 12 Elective 9 Key Performance Indicators (KPI) e analisi di bilancio Docente responsabile: Gianluca Lombardi Stocchetti L obiettivo del corso è quello di fornire le conoscenze, la strumentazione e le capacità interpretative utili per comprendere gli assetti e gli equilibri patrimoniali, reddituali e finanziari delle imprese, partendo dalle informazioni disponibili all interno del bilancio di esercizio. Inoltre, le metodologie e gli strumenti citati vengono analizzati nella prospettiva dell utilizzo ai fini del governo della gestione aziendale. Più in particolare, i principali temi trattati nel corso sono: l utilizzo del bilancio d esercizio a supporto del governo dell impresa; le logiche di riclassificazione del conto economico e dello stato patrimoniale e la determinazione degli indicatori di performance chiave per l analisi della liquidità, solidità, redditività e sviluppo; la costruzione del rendiconto finanziario; le logiche di progettazione dei sistemi contabili. Corporate finance Docente responsabile: Stefano Salvatori Il corso analizza gli strumenti per il controllo del profilo finanziario della gestione ai fini della determinazione anticipata dei fabbisogni e dei rischi finanziari, evidenziando le relazioni con l andamento economico e l andamento patrimoniale dell impresa. In particolare, sono oggetto di insegnamento: la dinamica finanziaria di impresa: strumenti di analisi e di valutazione; gli strumenti di pianificazione del fabbisogno finanziario; le scelte di struttura finanziaria e i rischi connessi. Analisi e contabilità dei costi Docente responsabile: Anna Pistoni Il corso affronta in modo organico e completo i temi della progettazione, del funzionamento e dell utilizzo dei sistemi di contabilità analitica e di determinazione

11 del costo dei prodotti e dei servizi. Il percorso didattico porta a trattare tali tematiche enfatizzandone gli utilizzi nei processi decisionali manageriali. In particolare, tra i principali contenuti del corso figurano: il ruolo dell informazione di costo di produzione nei processi decisionali e di governo dell impresa; i diversi orientamenti nella progettazione dei sistemi di determinazione dei costi di prodotto/servizio; l approccio activity based nella determinazione e nell interpretazione dei costi aziendali; le caratteristiche di funzionamento dei sistemi di misurazione dei costi di prodotto/servizio; il ruolo dei costi standard e dell analisi delle varianze nel governo delle attività operative. 10 Cost management Docente responsabile: Giovanni Tomasi Il corso presenta in dettaglio le tecniche di determinazione e di analisi dei costi a supporto dei processi decisionali aziendali sia di breve sia di lungo periodo. L obiettivo di fondo è quello di identificare correttamente le informazioni economiche utili per consentire la gestione dei costi ed il loro governo in via anticipata. I contenuti fanno riferimento alle seguenti tematiche: le analisi economiche a supporto dei processi decisionali di breve periodo in condizioni di incertezza e di rischio; gli strumenti e i metodi di analisi strategica dei costi; l Activity Based Management; le tecniche di gestione anticipata dei costi (life-cycle costing e target costing). Sistemi di programmazione, controllo e misurazione delle performance Docente responsabile: Franco Amigoni L obiettivo del corso è quello di presentare e discutere i principali criteri di progettazione e di funzionamento dei sistemi di pianificazione e controllo e di misurazione delle prestazioni aziendali e manageriali, coerentemente con l evoluzione dei contesti competitivi e tecnologici e delle forme organizzative di impresa. Tra i principali temi trattati figurano: gli elementi di struttura e di processo relativi alla pianificazione strategica; il sistema di budget (la dimensione razionale, gli effetti comportamentali e le implicazioni organizzative); la responsabilizzazione economica e la misurazione delle prestazioni economicofinanziarie; la valutazione delle prestazioni manageriali e i legami con il sistema di incentivazione. Misurazione e controllo dei processi aziendali Docente responsabile: Sergio Beretta Il corso si prefigge l obiettivo di approfondire le tecniche e le metodologie di analisi, gestione e controllo dei processi di aziendali di business, dedicando particolare attenzione al ruolo che le misure di processo svolgono all interno del più ampio sistema di governo della gestione.

12 In particolare, i temi trattati nel corso sono i seguenti: la Business Process Organization gli elementi critici, l identificazione e la mappatura dei processi critici; la misurazione delle prestazioni dei processi aziendali e l identificazione dei performance driver; l analisi dei processi a fini di dimensionamento delle risorse e il benchmarking; le metodologie di ridisegno dei processi e il change management (finalità, fasi e attori). Creazione di valore per gli stakeholder e sistemi di reporting Docente responsabile: Anna Pistoni Il corso affronta il tema della misurazione del valore generato dall impresa per i diversi portatori di interessi, sia a fini di comunicazione esterna sia per il supporto al governo dell impresa. In particolare, il concetto di stakeholder viene declinato alla luce delle più recenti evoluzioni che stanno portando ad affiancare alla tipica funzione economica dell impresa la sua funzione sociale e che richiamano il tema della Corporate Social Responsibility. Tra le tematiche oggetto del corso vi sono: le misure globali orientate alla creazione del valore per l azionista; l individuazione delle determinanti del valore; dallo shareholder value allo stakeholder value: l impatto sui sistemi di misurazione delle performance; Corporate Social Responsibility e sistema di misurazione delle performance. 11 Recording, measuring e managing intangibles Docente responsabile: Angelo Ditillo Il corso si occupa degli intangibles che rappresentano sempre più la fonte primaria del vantaggio competitivo e del successo duraturo per le imprese. Poiché le informazioni sulle risorse immateriali risultano ancora limitate e di scarsa qualità, sia nella comunicazione esterna sia nei canali di comunicazione interna, a supporto dei processi decisionali e di governo dell impresa, il corso si propone di chiarire i principali modelli di rappresentazione, misurazione e controllo di questa particolare tipologia di risorse. Affronta, inoltre, le specificità di gestione delle imprese knowledge-intensive. I principali temi trattati sono: la definizione di intangible e delle sue principali caratteristiche; la rappresentazione degli intangibles in bilancio; i sistemi di misurazione e di controllo delle imprese knowledge-intensive. Valutazione e gestione dei rischi aziendali Tale area tematica è volta ad affrontare i contenuti tipici delle attività che fanno capo alla revisione contabile, ossia al complesso di verifiche che hanno come obiettivo l espressione di un giudizio in merito all attendibilità dei sistemi di rilevazione contabile. L approccio privilegiato per l analisi di tali tematiche è di tipo risk-based e focalizza l attenzione sui numerosi e interrelati aspetti di decision-making e problem solving che coinvolgono il processo di revisione. I corsi proposti sono i seguenti:

13 Insegnamenti n. sessioni tipo corsi Principi e metodologie di Auditing 16 Core Risk assesment 12 Core 12 Principi e metodologie di Auditing Docente responsabile: Giorgio Venturini Il corso tratta della metodologia di audit dei sistemi informativi aziendali, adottando un approccio per cicli operativi e utilizzando un modello fondato sull apprezzamento del rischio e significatività (risk assessment) dei possibili errori nelle informazioni economico-finanziarie. In particolare, sono oggetto di studio: i requisiti di attendibilità dei sistemi informativi e degli strumenti di reporting; la valutazione di rischio e significatività degli errori nei singoli processi operativi; la strumentazione per la valutazione delle procedure amministrativo-contabili (flow chart, internal control questionnaire ecc.); i controlli di attendibilità dei principali cicli operativi aziendali (vendite, acquisti di beni e servizi, lavoro, trasformazione, monetario, finanziamenti e patrimonio netto). Risk assessment Docente responsabile: Massimo Livatino Il corso approfondisce le metodologie di risk assessment e risk management finalizzate alla riduzione/eliminazione dei rischi di errori nei processi operativi aziendali, mediante soluzioni basate sia sul miglioramento dei sistemi di controllo interno sia su processi manageriali (riallocazione delle risorse, reengineering dei processi, forme assicurative e di copertura ecc.). L approccio proposto mira alla valutazione del corretto bilanciamento tra costi ed efficacia dei sistemi di controllo interno, secondo una metodologia innovativa per la quale l investimento nei controlli si giustifica in relazione ai benefici che da essi derivano. I temi trattati sono: le metodologie e le tecniche di risk assessment; le principali soluzioni di risk management per la riduzione/eliminazione dei rischi di errori; la funzione di internal audit quale organo preposto istituzionalmente al monitoraggio dei rischi e delle risk responses.

14 Tecnologie informatiche e processi amministrativi Questa area tematica, relativa alle infrastrutture tecniche che supportano la gestione delle attività amministrative, è stata progettata con un duplice obiettivo: da un lato, analizzare le configurazioni caratteristiche dei principali processi attraverso cui si aggregano le attività amministrative tipiche, dall altro presentare e discutere le principali soluzioni informatiche oggi disponibili sul mercato per la gestione delle attività di rilevazione, elaborazione e rappresentazione delle informazioni rilevanti in ambito amministrativo e di controllo di gestione. I corsi in programma sono: Insegnamenti n. sessioni tipo corsi Analisi dei processi amministrativi 8 Core Modelli di reporting per la direzione 8 Core 13 Analisi dei processi amministrativi Docente responsabile: Franco Miroglio Il corso si occupa della progettazione dei processi amministrativi quale componente chiave dell architettura del più ampio sistema amministrativo. In particolare, vengono analizzati i criteri progettuali dei principali processi amministrativi, trasferendo altresì gli schemi cognitivi utili per una valutazione critica del ruolo delle tecnologie informatiche di supporto. Tra i principali contenuti del corso figurano: il sistema di amministrazione e controllo (confini, componenti, scelte progettuali chiave, la vista per cicli e processi); i principali processi amministrativi (confini, contenuti di attività, ottiche di analisi, variabili progettuali); il ridisegno dei processi amministrativi (modelli di riferimento e strumenti operativi). Modelli di reporting per la direzione Docente responsabile: Alberto Pogna Il corso ha l obiettivo di presentare e discutere le principali caratteristiche di struttura e di funzionamento delle soluzioni informatiche più moderne ed evolute, che supportano le attività di rilevazione, elaborazione e rappresentazione delle informazioni contabili, nonché le precondizioni organizzative sottostanti l introduzione di tali sistemi. In particolare, vengono prese in esame le principali soluzioni integrate per la gestione dei processi transazionali sistemi ERP (Enterprise Resource Planning) nonché i package più evoluti per la predisposizione del reporting direzionale, quali i sistemi di Business Intelligence. Nello specifico, sono sviluppati i seguenti temi: i sistemi Enterprise Resource Planning (ERP) principi di base, modalità di funzionamento, criticità di implementazione; i sistemi di Business Intelligence (criteri di progettazione, modalità di funzionamento, criticità di implementazione); la gestione dei progetti di introduzione di sistemi informativi ERP (le fasi tipiche, gli impatti organizzativi).

15 Etica professionale Questa area tematica affronta le caratteristiche di assetto e ruolo relative alle risorse che fanno capo alle direzioni amministrazione, finanza e controllo delle imprese moderne ed evolute. Oltre a presentare le più recenti soluzioni organizzative e di governance introdotte dalle imprese, viene affrontato il tema dell etica professionale, declinato in ambito amministrativo. I corsi in programma sono: Insegnamenti n. sessioni tipo corsi Corporate governante ed etica professionale 8 Core Accounting ethics 8 Core 14 Corporate governance ed etica professionale Docente responsabile: Giuseppe Airoldi Il corso affronta, da un lato, la configurazione degli assetti istituzionali atti a porre le basi per le condizioni di vita duratura dell impresa, coerentemente con il proprio finalismo, dall altro, le caratteristiche degli organi di governo e di controllo che presidiano il corretto svolgimento dei processi di gestione. In particolare si affrontano i seguenti temi: i contenuti e l estensione del concetto di corporate governance; gli aspetti critici relativi al funzionamento e alla progettazione degli assetti proprietari e delle strutture di governance; i codici etici. Accounting ethics Docente responsabile: Mara Cameran I recenti scandali finanziari hanno richiamato l attenzione dell opinione pubblica sulla capacità dei professionisti dell amministrazione di tutelare e servire il pubblico interesse. Il corso, in lingua italiana, illustra il ruolo dell etica nell orientare i processi decisionali di coloro che operano all interno della professione amministrativa, offrendo gli strumenti per individuare e gestire in modo adeguato le questioni rilevanti da un punto di vista etico. In particolare, si affrontano i seguenti temi: la gestione della funzione amministrazione e controllo e le caratteristiche dei tipici ruoli di responsabilità in ambito amministrativo; la rilevanza della dimensione etica nella contabilità e nell audit; come distinguere i dilemmi etici sul posto di lavoro: interesse individuale e mission aziendale; come affrontare i dilemmi etici sul posto di lavoro: tecniche operative e casi aziendali.

16 Metodologie didattiche e processo di valutazione Il metodo didattico costituisce un elemento qualificante dell intero programma. Per una formazione completa dei partecipanti si alternano momenti di impegno individuale a momenti di interazione di gruppo, mentre la didattica prevede, oltre alle lezioni tradizionali, sessioni dedicate all analisi di casi tratti dalla realtà aziendale e di incident specifici, erogati in forma tradizionale e multimediale. Vengono inoltre impiegate tecniche di simulazione, role playing e business game. Materiale didattico Il materiale didattico lucidi, articoli, note didattiche, casi, esercizi, simulazioni elaborato appositamente per il MAAC in collaborazione con diverse aziende, è prevalentemente fornito dall Università. È preferibile che i partecipanti dispongano di un pc portatile. 15 Frequenza Per il rilascio del titolo di master è richiesta una frequenza pari almeno all 80% delle sessioni d aula inserite nel piano di studi del partecipante, che è comunque tenuto a essere presente e a partecipare attivamente a tutte le attività curriculari ed extracurriculari proposte nel programma. Stage e field project Al termine dell attività didattica d aula i partecipanti svolgeranno un progetto di stage o un field project presso aziende di primaria importanza. Il contenuto dei progetti sarà allineato con quanto affrontato durante le sessioni didattiche. Valutazione e diploma Ogni corso prevede una specifica prova di verifica, il cui esito positivo costituisce una precondizione essenziale per continuare il programma. La prova di verifica, la partecipazione in aula e il contributo alle attività di gruppo sono elementi essenziali del processo di valutazione di ciascun partecipante. A conclusione del master è previsto un esame finale avente per oggetto la discussione dell esperienza di stage o del field project. Al termine del programma, ai partecipanti che avranno adempiuto agli obblighi di frequenza e completato il percorso formativo con profitto, verrà rilasciato il diploma di Master universitario in Accounting, Auditing & Control.

17 16

18 Rapporti con le imprese Numerose sono le occasioni offerte dal programma per sviluppare, anche durante il periodo di didattica d aula, il rapporto tra partecipanti e imprese: presentazioni di casi aziendali, svolgimento di lezioni e simulazioni, testimonianze. La collaborazione al programma, offerta in varie forme da imprese di primaria importanza, permette ai partecipanti al MAAC un confronto continuo e stimolante con la realtà aziendale e costituisce un opportunità per conoscere il mercato di sbocco e per orientare le proprie scelte professionali. Infine, gli stage/field project sono condotti in impresa per un totale di almeno 3 mesi di attività e offrono la possibilità di tradurre operativamente le conoscenze e le competenze acquisite durante l intero percorso di studi e facilitare l inserimento nel mondo del lavoro. Oltre a Telecom, in qualità di azienda sostenitrice del master, durante le ultime edizioni hanno collaborato con noi: 17 ABB Italia Accenture Arnoldo Mondadori ATA Ali Barilla Beiersdorf BGP Management Consulting Bosch CAAM Campari Carrefour Casa Vinicola Zonin Credité Agricolé Darty Italia DVE Deloitte DGM Consulting Edison Eni Servizi Ernst & Young Feltrinelli Ferrari Ferrero Ferring Farmaceutici Ge Healthcare Geodis Zust Spa Heineken Italia Spa Johnson Wax Spa KPMG Kraft Laboratoires Boiron Lutech M-Dis Mazars Spa Metro Italia spa Mondadori Nestlé Novenergia Italia PriceWaterhouseCoopers Redaelli Tecna Saiwa SICAD Sky Tiffany & Co. Tupperware Unicredit Business Vittoria Spa Whirlpool Yapi Kredi Bank Nederland

19 Selezione e partecipazione Procedura di ammissione e selezione L ammissione al master è subordinata a un processo di selezione che è stato progettato da professionisti della selezione, in collaborazione con le aziende partner del corso, al fine di garantirne il rigore metodologico e di definire parametri di valutazione coerenti con i fabbisogni del mercato del lavoro. Possono presentare domanda di ammissione online: laureati in ogni disciplina, con laurea triennale o superiore, rilasciata da un università italiana; laureati in ogni disciplina, con titolo universitario equipollente (triennale o superiore), conseguito presso un università estera; laureandi, presso un università italiana o straniera, che al più tardi conseguiranno il titolo entro la sessione di laurea di marzo Il processo di selezione prevede tre fasi: valutazione dei requisiti formali, del curriculum di studi e della lettera di motivazione; test di selezione psicoattitudinale in lingua italiana da svolgersi presso l Università Bocconi. A discrezione del candidato, il test può essere sostituito dalla certificazione GMAT o GRE; colloquio motivazionale individuale, da svolgersi presso l Università Bocconi. La procedura completa di selezione e iscrizione e la quota di partecipazione sono consultabili sul sito: Finanziamenti Per coprire i costi del master, i partecipanti hanno la possibilità di richiedere la concessione di prestiti bancari a tasso agevolato con banche convenzionate con l Università Bocconi. Gli interessati devono seguire personalmente l intera procedura di finanziamento, illustrata in dettaglio sul sito Borse di studio Saranno messe a disposizione alcune borse di studio per la copertura totale o parziale della quota di partecipazione. Per presentare la propria candidatura per l ottenimento di una borsa di studio è necessario compilare la relativa domanda, allegata alla domanda di ammissione online. Oltre alla valutazione dei requisiti di ammissione al programma e della motivazione dei candidati, saranno presi in considerazione i seguenti criteri: reddito lordo del candidato; reddito familiare; posizione finanziaria complessiva del candidato e della famiglia; età anagrafica. Al fine di favorire la frequenza di corsi post-universitari, alcune Regioni bandiscono annualmente un concorso per l assegnazione di borse di studio ai propri residenti. Per queste borse, si invitano gli interessati a contattare direttamente gli uffici regionali preposti.

20 Struttura organizzativa e informazioni Direzione Mara Cameran Coordinamento e rapporti con le imprese Anna Pistoni Segreteria Elena Parricchi Corpo docente Oltre ai docenti responsabili dei diversi corsi, al programma collaborano altri docenti dell Università Bocconi, della SDA Bocconi e di altre prestigiose istituzioni italiane e straniere. Alle docenze si aggiungono interventi e testimonianze di manager, professionisti ed esperti provenienti dal mondo aziendale. 19 Incontra la direzione del master Per tutti coloro che desiderano ricevere maggiori informazioni sul programma, sulle modalità di partecipazione e che ritengono utile un colloquio di orientamento, la direzione del master è disponibile a incontrare i potenziali candidati. Per ragioni organizzative si prega di prendere appuntamento, telefonando alla Segreteria MAAC oppure inviando una . L Università Bocconi si riserva il diritto di modificare programmi, tempi e docenti indicati nella presente brochure.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management Il Master universitario di 1 livello Banking and Financial Services Management è nato dall accordo tra la Scuola di Amministrazione Aziendale

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

La Valutazione degli Asset Intangibili

La Valutazione degli Asset Intangibili La Valutazione degli Asset Intangibili Chiara Fratini Gli asset intangibili rappresentano il patrimonio di conoscenza di un organizzazione. In un accezione ampia del concetto di conoscenza, questo patrimonio

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

CISITA. Executive TOOLS PARMA IMPRESE. sviluppo risorse per l azienda STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014

CISITA. Executive TOOLS PARMA IMPRESE. sviluppo risorse per l azienda STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014 sviluppo risorse per l azienda CISITA PARMA IMPRESE Executive TOOLS STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014 IN COLLABORAZIONE CON Executive TOOLS Executive Tools - Strumenti

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

Fabio Ciarapica Director PRAXI ALLIANCE Ltd

Fabio Ciarapica Director PRAXI ALLIANCE Ltd Workshop Career Management: essere protagonisti della propria storia professionale Torino, 27 febbraio 2013 L evoluzione del mercato del lavoro L evoluzione del ruolo del CFO e le competenze del futuro

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia I mercati di Borsa Italiana AIM Italia si aggiunge all offerta di mercati regolamentati di Borsa Italiana MTA MTF 3 Perché

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Partner Nome dell azienda SAIPEM Settore

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Parthenope

Università degli Studi di Napoli Parthenope Università degli Studi di Napoli Parthenope Pos. A.G Decreto n.211 IL RETTORE Visto il D.M. 270/04; Visto Visto Vista Preso atto Vista Attesa Visto il Regolamento dei corsi di perfezionamento, di aggiornamento

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI COMMISSIONE PARITETICA PER I PRINCIPI DI REVISIONE LA COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Presidio di Qualità Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Introduzione Al fine di uniformare e facilitare la compilazione delle schede SUA-CdS, il Presidio ha ritenuto utile pubblicare queste note

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT Presentazione Obiettivo Il master Project Manager nasce con un duplice intento: fornire, a manager e imprenditori, un concreto contributo e strumenti per migliorare le capacità di gestione di progetti;

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE

SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE (ex art. 7 del Decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150) Definito dal Nucleo di Valutazione nella seduta del 06

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

Parma, 23 settembre 2011. Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale

Parma, 23 settembre 2011. Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale Parma, 23 settembre 2011 Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale Dopo il meeting europeo svoltosi a Granada e partendo dal percorso formativo l

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto Urban Farming: Second Use of Public Spaces Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking Scheda progetto CSAVRI - Centro Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e Incubatore

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP www.formazione.ilsole24ore.com PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP ROMA, DAL 19 NOVEMBRE 2012-1 a edizione MASTER DI SPECIALIZZAZIONE In collaborazione con: PER PROFESSIONISTI

Dettagli

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO?

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO? Percorso B. Modulo 4 Ambienti di Apprendimento e TIC Guida sintetica agli Elementi Essenziali e Approfondimenti (di Antonio Ecca), e slide per i formatori. A cura di Alberto Pian (alberto.pian@fastwebnet.it)

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone pag. 1 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Introduzione alla Business Intelligence Un fattore critico per la competitività è trasformare la massa di dati prodotti

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT MASTER Istituto Studi Direzionali Management Academy EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT SEDI E CONTATTI Management Academy Sida Group master@sidagroup.com www.mastersida.com

Dettagli

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

Gli Standard hanno lo scopo di:

Gli Standard hanno lo scopo di: STANDARD INTERNAZIONALI PER LA PRATICA PROFESSIONALE DELL INTERNAL AUDITING (STANDARD) Introduzione agli Standard L attività di Internal audit è svolta in contesti giuridici e culturali diversi, all interno

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme.

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme. Sme.UP ERP Retail BI & CPM Dynamic IT Mgt Web & Mobile Business Performance & Transformation 5% SCEGLIERE PER COMPETERE BI e CPM, una necessità per le aziende i modelli funzionali sviluppati da Sme.UP

Dettagli

I laureati magistrali in Scienze Statistiche

I laureati magistrali in Scienze Statistiche http://www.safs.unifi.it I laureati magistrali in Scienze Statistiche I nostri testimonial Nota: la Laurea Magistrale in Statistica, Scienze Attuariali e Finanziarie è stata attivata nell a.a. 2012/2013

Dettagli