LE PETROLIERE DELL ULTIMA GENERAZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LE PETROLIERE DELL ULTIMA GENERAZIONE"

Transcript

1

2

3

4 MEZZI PETROLIERE LE PETROLIERE DELL ULTIMA GENERAZIONE L evoluzione delle navi cisterna in termini di sicurezza contro i rischi di inquinamento ha subito negli ultimi anni una forte accelerazione che ha portato all obbligo di adottare strutture a doppio scafo e sviluppare sofisticati sistemi di navigazione e manovra Il problema dell inquinamento del mare e delle coste dovuto ai possibili incidenti alle navi cisterna che attraversano gli oceani, e la sempre maggiore sensibilità dell opinione pubblica circa questo tipo di inquinamento, accentuatasi a seguito di una serie di incidenti particolarmente gravi, ha dato una spinta notevole alla definizione di normative e progetti per la messa a punto di navi potenzialmente sicure. Sostanzialmente si basano sulla creazione di un doppio scafo, possibilmente completo, cioé con doppio fasciame e doppio fondo (di fatto una nave nella nave) che dovrebbe assicurare la protezione completa del carico ed evitare la sua fuoriuscita in caso di collisione o incaglio. Una spinta rilevante in questo senso si è avuta però solo all inizio degli anni Novanta, quando dopo alcuni gravi incidenti sono state varate una serie di leggi e norme antinquinamento sempre più severe, che impongono di fatto questa soluzione per tutte le nuove petroliere: l Oil Pollution Act del 1990 dispone l obbligo del doppio scafo per tutte le navi cisterna che accedono ai porti statunitensi; i nuovi regolamenti Imo (Inter- Governamental Maritime Organization) - la massima istituzione internazionale del mondo marittimo - prevedono l obbligo del doppio scafo per le cisterne ordinate dopo il giugno 1993 e consegnate dopo il giugno 1996, oltre a un calendario (molto elastico) di disarmo per quelle costruite negli anni precedenti. Va detto che una petroliera a doppio scafo ha un costo maggiore del per cento rispetto a una nave convenzionale, e si presume comporti oneri di manutenzione e riparazione superiori del per cento. Quindi si è trattato di un processo non facile, che non solo aumenterà il peso economico sugli armatori di nuove imbarcazioni ma metterà gradualmente fuori servizio numerose fra le grandi petroliere costruite nella prima metà degli anni FINCANTIERI Particolare del doppio scafo di una petroliera moderna in costruzione presso i cantieri navali di Monfalcone. KINEO

5 PETROLIERE MEZZI Sezione maestra e piante dell E3 Tanker, il progetto pilota sviluppato alcuni dei maggiori cantieri Cee per una nave cisterna europea, ecologica ed economica. Particolare del modello dello scafo virtualmente sicuro messo a punto nel progetto E3 Tanker. Settanta. Del resto non si tratta di tecnologie nuove (esistono da almeno venti anni), e solo il varo di normative severe ne ha imposto l uso a tutti. Oggi di fatto non possono più essere costruite navi cisterna con scafi di tipo tradizionale. Questo ha fatto sì che gli stessi cantieri navali assumessero in alcuni casi un ruolo attivo nel proporre soluzioni nuove tendenzialmente più sicure ed economiche. Uno dei progetti più significativi ha visto infatti come protagoniste cinque fra le più importanti aziende cantieristiche europee - Astilleros Espanoles (Spagna), Bremer Vulkan e Howaldtswerke- Deutsche Werft (Germania), Chantiers de l Atlantique (Francia) e Fincantieri - che si sono unite in un consorzio per la messa a punto di un progetto pilota - denominato E3 Tanker (petroliera Europea, Ecologica ed Economica) - per una superpetroliera del XXI secolo, capace di coniugare i più avanzati sistemi di sicurezza con la massima economicità di costruzione e gestione. Presentato nel settembre 1992 a Londra e all inizio del 1993 a Bruxelles, in sede comunitaria, e seguito con interesse da alcuni fra i più importanti Veduta della Eco Africa, una petroliera a doppio scafo realizzata recentemente da Fincantieri per la Snam. KINEO

6 MEZZI PETROLIERE Registri navali - Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia, Germania, Norvegia e Italia (che hanno chiesto di essere coinvolti direttamente fin dalla fase di impostazione) - il progetto consiste in una nave cisterna da due milioni di barili, pari a circa 280 mila tonnellate di portata lorda, dotata di sistemi di sicurezza passivi come il doppio scafo e la zavorra totalmente segregata (che aggiunge un ulteriore fattore di sicurezza in quanto le cisterne per il petrolio sono del tutto indipendenti da quelle per imbarcare l acqua di zavorra, per le quali si utilizzano proprio le intercapedini del doppio scafo) ma anche di tipo attivo. In particolare sono previsti sistemi per la navigazione integrata anticollisione, per la manovra automatizzata e per il primo intervento, accanto a impianti di travaso rapido del carico fra le cisterne della nave, di rilevazione dei gas e di ventilazione delle cisterne di zavorra. Attualmente una E3 Tanker è in costruzione presso i cantieri navali della Astilleros Espanoles SA, ma lo scopo primo che ha mosso le cinque aziende consociate è stato quello di acquisire informazioni ed esperienze che consentissero di migliorare il proprio know-how e quindi le capacità di realizzazione di simili navi, indipendentemente dalla loro stazza, considerando che il mercato richiede anche navi di capacità e dimensioni minori. In Italia, ad esempio, le due unità maggiori, da 150 mila tonnellate lorde, sono state ordinate dalla Snam alla Fincantieri, la Eco Africa e la Eco Europa, lunghe 276 metri, entrambe a doppio scafo completo e con zavorra totalmente segregata, mentre gli altri ordini per il cantiere italiano riguardano un gruppo di otto petroliere gemelle da tonnellate, due unità da e altre due da Con la collaborazione di Fincantieri Pianta e sezioni di una nave cisterna a doppio scafo da tonnellate prodotta da Fincantieri. Pianta e sezioni di una motocisterna tipo Eco Africa da 134/150 mila tonnellate con doppio fasciame e doppio fondo. KINEO

MOTOCISTERNA COSMO: IL TRASPORTO DI PRODOTTI PETROLIFERI VIA MARE SICURO E AFFIDABILE

MOTOCISTERNA COSMO: IL TRASPORTO DI PRODOTTI PETROLIFERI VIA MARE SICURO E AFFIDABILE MOTOCISTERNA COSMO: IL TRASPORTO DI PRODOTTI PETROLIFERI VIA MARE SICURO E AFFIDABILE anonima petroli italiana SICUREZZA DEL MARE: ELEMENTO DELLA COMPATIBILITÀ TERRITORIALE IL GRUPPO API E L AMBIENTE:

Dettagli

www.dirittoambiente.net

www.dirittoambiente.net A cura del Dott. Lorenzo Cristofaro E vietato il plagio e la copiatura integrale o parziale di testi e disegni a firma degli autori - 1 Pur rappresentando una piccola percentuale degli oltre 10.000 casi

Dettagli

I luoghi di rifugio nella tutela dell ambiente marino.

I luoghi di rifugio nella tutela dell ambiente marino. I luoghi di rifugio nella tutela dell ambiente marino. A cura di Cristian Rovito I più recenti disastri ecologici che hanno interessato le acque comunitarie come il naufragio della petroliera Erika nel

Dettagli

Ministero dei Trasporti - Direzione Marittima di Roma

Ministero dei Trasporti - Direzione Marittima di Roma DECRETO n 15/06 Ministero dei Trasporti - Direzione Marittima di Roma Il Contrammiraglio Direttore Marittimo di Roma; DECRETA Articolo 1 Le tariffe per il servizio di pilotaggio sono così determinate:

Dettagli

Trasporto Navale. I soggetti. Le interazioni. Veicoli di trasporto marittimo Vie di trasporto marittimo Terminali di trasporto marittimo

Trasporto Navale. I soggetti. Le interazioni. Veicoli di trasporto marittimo Vie di trasporto marittimo Terminali di trasporto marittimo Trasporto Navale E da sempre il modo più vantaggioso per gli scambi commerciali; riduce notevolmente i costi, soprattutto per le lunghe distanze permette di raggiungere aree geografiche altrimenti impossibili

Dettagli

Il riciclaggio delle navi nel nuovo quadro normativo comunitario

Il riciclaggio delle navi nel nuovo quadro normativo comunitario Un problema storico per la tutela dell ambiente marino Il riciclaggio delle navi nel nuovo quadro normativo comunitario A cura del Dott. Cristian Rovito Sulla GUUE n. 330/1 del 10.12.2013 è stato pubblicato

Dettagli

Avv. Alfonso Mignone

Avv. Alfonso Mignone Avv. Alfonso Mignone CONSIDERAZIONI INTORNO AL NUOVO REGOLAMENTO COMUNITARIO SULLA PROTEZIONE DEI PASSEGGERI NEL TRASPORTO VIA MARE E PER VIE NAVIGABILI INTERNE Il 18 dicembre 2012 è entrato in vigore

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA N. 3550 DISEGNO DI LEGGE presentato dal Ministro degli affari esteri (FINI) di concerto col Ministro per gli affari regionali (LA LOGGIA) col Ministro dell economia

Dettagli

La governance e la pratica del sistema duale di formazione

La governance e la pratica del sistema duale di formazione La governance e la pratica del sistema duale di formazione Eugenio Massolo Fondazione ITS per la Mobilità Sostenibile Settore Trasporti Marittimi Accademia Italiana della Marina Mercantile Nel sistema

Dettagli

CONFERENZA GNL 11-12 Giugno 2015

CONFERENZA GNL 11-12 Giugno 2015 CONFERENZA GNL 11-12 Giugno 2015 Progettazione, costruzione e installazione di impianti del carico per navi gasiere - Special Projects : Costa Concordia Wreck Removal G&H SHIPPING Nel 2004, è

Dettagli

COMMISSIONE EUROPEA. Aiuto di Stato N 751/2002 - Italia Proroga al periodo di tre anni stabilito per la consegna di una nave da crociera

COMMISSIONE EUROPEA. Aiuto di Stato N 751/2002 - Italia Proroga al periodo di tre anni stabilito per la consegna di una nave da crociera COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 19-03-2003 C (2003)789fin Oggetto: Aiuto di Stato N 751/2002 - Italia Proroga al periodo di tre anni stabilito per la consegna di una nave da crociera Signor Ministro, I.

Dettagli

Scenari petroliferi ed energetici

Scenari petroliferi ed energetici Confindustria Siracusa Scenari petroliferi ed energetici A cura dell Area comunicazione ed organizzazione Ufficio studi e statistiche Elaborazione su dati dell Unione Petrolifera IL MERCATO PETROLIFERO

Dettagli

Ministero delle infrastrutture e dei trasporti Direzione Marittima di Venezia. Decreto n 30 in data 28 dicembre 2012

Ministero delle infrastrutture e dei trasporti Direzione Marittima di Venezia. Decreto n 30 in data 28 dicembre 2012 Il sottoscritto Direttore Marittimo del Veneto: Ministero delle infrastrutture e dei trasporti Direzione Marittima di Venezia Decreto n 30 in data 28 dicembre 2012 Visto: l art 91 e seguenti del Codice

Dettagli

Sono quelle navi costruite ed adibite esclusivamente al trasporto delle merci.

Sono quelle navi costruite ed adibite esclusivamente al trasporto delle merci. NAVI DA CARICO Sono quelle navi costruite ed adibite esclusivamente al trasporto delle merci. Si caratterizzano per avere numerose stive per il trasporto delle merci solide e speciali attrezzature per

Dettagli

Tipi di nave da carico

Tipi di nave da carico Tipi di nave da carico Le navi da carico sono navi mercantili di qualsiasi forma e dimensione destinate al trasporto di merci di ogni genere tra i diversi porti. Navi per carico generale Le navi per carico

Dettagli

ECBA Project è una società specializzata nell analisi costibenefici di progetti e politiche di investimento, con una focalizzazione sulle componenti

ECBA Project è una società specializzata nell analisi costibenefici di progetti e politiche di investimento, con una focalizzazione sulle componenti ECBA Project è una società specializzata nell analisi costibenefici di progetti e politiche di investimento, con una focalizzazione sulle componenti economiche, sociali ed ambientali da qui il nome ECBA,

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIREZIONE GENERALE TERRITORIALE DEL NORD OVEST UFFICIO MOTORIZZAZIONE CIVILE DI MILANO

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIREZIONE GENERALE TERRITORIALE DEL NORD OVEST UFFICIO MOTORIZZAZIONE CIVILE DI MILANO Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIREZIONE GENERALE TERRITORIALE DEL NORD OVEST UFFICIO MOTORIZZAZIONE CIVILE DI MILANO Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIREZIONE GENERALE TERRITORIALE

Dettagli

IL MERCATO DELLE IMBARCAZIONI A VELA DEI NAVIGATORI.

IL MERCATO DELLE IMBARCAZIONI A VELA DEI NAVIGATORI. IL MERCATO DELLE IMBARCAZIONI A VELA DEI NAVIGATORI. CHI SONO I NAVIGATORI E QUANTE CATEGORIE NE ESISTONO. I TIPI DI BARCHE: dimensioni, caratteristiche e attrezzatura. LE ATTIVITA DI BORDO: navigazione,

Dettagli

I NOSTRI SERVIZI. Gestione sicurezza di una nave (Ship Security Management)

I NOSTRI SERVIZI. Gestione sicurezza di una nave (Ship Security Management) L AGENZIA SEAWAYS RISK SOLUTIONS è una agenzia operante nel campo della security in grado di fornire consulenze e servizi altamente professionali rivolti allo sviluppo e mantenimento dei più alti standard

Dettagli

Siracusa 28 Marzo 2011. Seminario di studi. Coordinamento della sicurezza nella realizzazione di opere complesse

Siracusa 28 Marzo 2011. Seminario di studi. Coordinamento della sicurezza nella realizzazione di opere complesse Siracusa 28 Marzo 2011 Seminario di studi Coordinamento della sicurezza nella realizzazione di opere complesse Presentazione dell opera: Realizzazione ed installazione del Primo Terminale GNL Off Shore

Dettagli

Protocollo della Convenzione internazionale del 1969 sulla responsabilità civile per i danni derivanti da inquinamento da idrocarburi 2

Protocollo della Convenzione internazionale del 1969 sulla responsabilità civile per i danni derivanti da inquinamento da idrocarburi 2 Traduzione 1 Protocollo della Convenzione internazionale del 1969 sulla responsabilità civile per i danni derivanti da inquinamento da idrocarburi 2 0.814.291.1 Concluso a Londra il 19 novembre 1976 Approvato

Dettagli

C a p i t a n e r i a d i P o r t o V T S T R I E S T E

C a p i t a n e r i a d i P o r t o V T S T R I E S T E C a p i t a n e r i a d i P o r t o V T S T R I E S T E MANUALE UTENTE Edizione n.001 Ottobre 2012 ELENCO VARIANTI Nr. Variante Nome, cognome e firma di chi esegue la variante Data 1 SERVIZI EROGATI E

Dettagli

CAPITANERIA DI PORTO DI. VERBALE di ISPEZIONE (N. / ) (eseguita ai sensi dell art. 11 del Decreto legislativo 182/2003) 1. Dati Generali della Nave

CAPITANERIA DI PORTO DI. VERBALE di ISPEZIONE (N. / ) (eseguita ai sensi dell art. 11 del Decreto legislativo 182/2003) 1. Dati Generali della Nave VERBALE di ISPEZIONE (N. / ) (eseguita ai sensi dell art. 11 del Decreto legislativo 182/2003) 1. Dati Generali della Nave Tipo e Nome Nave Numero IMO Bandiera Data Impostazione Chiglia Stazza Lorda Persone

Dettagli

Impianti navali B. Parte II. II semestre 2013. giulio.barabino@unige.it. danilo.tigano@unige.it

Impianti navali B. Parte II. II semestre 2013. giulio.barabino@unige.it. danilo.tigano@unige.it Impianti navali B Parte II II semestre 2013 giulio.barabino@unige.it danilo.tigano@unige.it 1 Sistema elettrico per l'energia isolato Def: un sistema elettrico per l'energia si definisce isolato quando

Dettagli

Prezzi del GNL per uso marittimo e sua convenienza economica rispetto ai carburanti marini petroliferi

Prezzi del GNL per uso marittimo e sua convenienza economica rispetto ai carburanti marini petroliferi Prezzi del GNL per uso marittimo e sua convenienza economica rispetto ai carburanti marini petroliferi Andrea Molocchi ECBA Project srl www.ecbaproject.eu Environmental Cost-Benefit Analysis to assess

Dettagli

Incolore; Inodore; Non tossico; Liquido a pressione atmosferica ed a - 161.5 C. Curva di stato

Incolore; Inodore; Non tossico; Liquido a pressione atmosferica ed a - 161.5 C. Curva di stato Componenti Formula Chimica Quantità tipiche Metano CH4 94.70 % Etano C2H6 4.80 % Incolore; Inodore; Non tossico; Liquido a pressione atmosferica ed a - 161.5 C. Curva di stato Propano C3H8 0.40 % Butano

Dettagli

Classificazione delle navi moderne José González Alvarez

Classificazione delle navi moderne José González Alvarez Tradotto da: Delle volte incontriamo dei colleghi che di fronte alla foto di una nave nasce il dubbio di che tipo di nave si tratta. Molte navi sono realmente parenti, differenziandosi ben poco, invece

Dettagli

L era delle superpetroliere e del doppio scafo

L era delle superpetroliere e del doppio scafo L era delle superpetroliere e del doppio scafo La chiusura del Canale di Suez rappresentò un evento dall impatto prorompente nel settore del trasporto marittimo e in particolare di quello petrolifero.

Dettagli

Trasporto marittimo. Veicoli di trasporto marittimo. Vie e terminali di trasporto marittimo

Trasporto marittimo. Veicoli di trasporto marittimo. Vie e terminali di trasporto marittimo Trasporto marittimo Veicoli di trasporto marittimo Vie e terminali di trasporto marittimo 1 Trasporto marittimo Natanti (Veicoli) 2 natanti - classificazione per trasporto merci o passeggeri lenti o mezzi

Dettagli

4 national geographic dicembre 2009

4 national geographic dicembre 2009 Un elicottero della Guardia costiera in perlustrazione al largo dell Isola del Giglio intercetta una petroliera sospettata di aver versato idrocarburi. MARE Goccia a goccia, ecco come il Mediterraneo NERO

Dettagli

Amoco Milford Haven. Cronaca di un disastro annunciato

Amoco Milford Haven. Cronaca di un disastro annunciato Amoco Milford Haven Cronaca di un disastro annunciato Una superpetroliera capace di trasportare più di 250.000 tonellate di greggio. È questa la Haven, costruita nel 1973 e affondata il 14 aprile del 1991:

Dettagli

CAPITOLO III TIPI DI VELA

CAPITOLO III TIPI DI VELA CAPITOLO III TIPI DI VELA La vela è la superficie formata da ferzi o pannelli di tessuto, utilizzata per trasformare la pressione del vento in forza propulsiva a muovere l imbarcazione. L insieme delle

Dettagli

Il Consiglio federale svizzero, visto l articolo 35 capoversi 2 e 3 della legge del 23 settembre 1953 2 sulla navigazione marittima, 3 decreta:

Il Consiglio federale svizzero, visto l articolo 35 capoversi 2 e 3 della legge del 23 settembre 1953 2 sulla navigazione marittima, 3 decreta: Ordinanza sugli yacht marittimi svizzeri (Ordinanza sugli yacht) 1 747.321.7 del 15 marzo 1971 (Stato 1 luglio 2009) Il Consiglio federale svizzero, visto l articolo 35 capoversi 2 e 3 della legge del

Dettagli

IL SETTORE DELLA NAUTICA IN FRIULI VENEZIA GIULIA Giugno 2014

IL SETTORE DELLA NAUTICA IN FRIULI VENEZIA GIULIA Giugno 2014 IL SETTORE DELLA NAUTICA IN FRIULI VENEZIA GIULIA Giugno 2014 Via Morpurgo 4-33100 Udine - Tel. +39 0432 273200 273219 - fax +39 0432 509469 - email: statistica@ud.camcom.it Indicatori sulle unità da diporto

Dettagli

IL MARE CHE VORREI..UN SOGNO DIVENUTO REALTA

IL MARE CHE VORREI..UN SOGNO DIVENUTO REALTA Progetto di educazione ambientale finanziato dalla Provincia Regionale di Palermo IL MARE CHE VORREI..UN SOGNO DIVENUTO REALTA I.T.C. FRANCESCO FERRARA ANNO SCOLASTICO 2008/ 2009 Provincia Regionale di

Dettagli

DISCIPLINARE TECNICO E D ONERI

DISCIPLINARE TECNICO E D ONERI Oggetto: D.G.R. N. 38/51 del 3.8.2009 Rilascio autorizzazioni per l esercizio dei servizi di trasporto marittimo pubblico residuali. AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE. DISCIPLINARE TECNICO E D ONERI PROCEDURA

Dettagli

Scania V8 1969-2009 I ruggenti 40 anni di un motore leggendario

Scania V8 1969-2009 I ruggenti 40 anni di un motore leggendario PRESS info P09301IT / Per-Erik Nordström 31 marzo 2009 Scania V8 1969-2009 I ruggenti 40 anni di un motore leggendario Quella potenza, quella sensazione e quel rombo inconfondibile queste sono solo alcune

Dettagli

Gazzetta ufficiale n. L 247 del 05/10/1993 pag. 0019-0027

Gazzetta ufficiale n. L 247 del 05/10/1993 pag. 0019-0027 DIRETTIVA DEL CONSIGLIO del 13 settembre 1993 n. 93/75/CEE relativa alle condizioni minime necessarie per le navi dirette a porti marittimi della Comunità o che ne escono e che trasportano merci pericolose

Dettagli

REGOLAMENTO (UE) N. 428/2010 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (UE) N. 428/2010 DELLA COMMISSIONE L 125/2 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 21.5.2010 REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 428/2010 DELLA COMMISSIONE del 20 maggio 2010 recante attuazione dell articolo 14 della direttiva 2009/16/CE del

Dettagli

Efficienza è ricchezza. Senza efficienza non c è ricchezza

Efficienza è ricchezza. Senza efficienza non c è ricchezza Efficienza è ricchezza Senza efficienza non c è ricchezza Roma, 21 novembre 2012 Massimo Medugno Direttore Generale Assocarta 1 Il settore cartario italiano nel 2011 Produzione: 9,13 milioni di tonnellate

Dettagli

IL CENTRO PROVVEDITORI DI BORDO DEL PORTO DI GENOVA

IL CENTRO PROVVEDITORI DI BORDO DEL PORTO DI GENOVA IL CENTRO PROVVEDITORI DI BORDO DEL PORTO DI GENOVA Il complesso del porto ligure, uno dei maggiori e più significativi in Europa, rappresenta il cuore dell attività svolta dai cosiddetti provveditori,

Dettagli

MODELLISMO NAVALE. Fig. 1: la struttura dello scafo del leudo Santa Lucia è pronta per essere rivestita dal fasciame

MODELLISMO NAVALE. Fig. 1: la struttura dello scafo del leudo Santa Lucia è pronta per essere rivestita dal fasciame POLO TECNOLOGICO IMPERIESE Istituto Tecnico Nautico A.Doria - Imperia PIANO OFFERTA FORMATIVA 2008/2009 Si è concluso con successo il primo corso di: MODELLISMO NAVALE Il prof. Mazzi Marco e il Sig. Antonucci

Dettagli

PROTOCOLLO DI MISURA DELLE VIBRAZIONI TRASMESSE AL CORPO INTERO (WBV) AI FINI DELL INSERIMENTO DEI DATI NELLA BANCA DATI VIBRAZIONI

PROTOCOLLO DI MISURA DELLE VIBRAZIONI TRASMESSE AL CORPO INTERO (WBV) AI FINI DELL INSERIMENTO DEI DATI NELLA BANCA DATI VIBRAZIONI PROTOCOLLO DI MISURA DELLE VIBRAZIONI TRASMESSE AL CORPO INTERO (WBV) AI FINI DELL INSERIMENTO DEI DATI NELLA BANCA DATI VIBRAZIONI Proposta corretta di modello di resoconto di per le vibrazioni trasmesse

Dettagli

DOVE MUOIONO LE NAVI (e a chi conviene)

DOVE MUOIONO LE NAVI (e a chi conviene) DOVE MUOIONO LE NAVI (e a chi conviene) Alcune riflessioni sul destino della Costa Concordia Marzo 2014 1 1. La legislazione europea. Un favore agli armatori? Nel 2006, il Commissario all Ambiente Stavros

Dettagli

Aiuto di Stato N 696/2006 Italia (Regione Molise) Arresto definitivo delle attività di pesca e ammodernamento dei pescherecci

Aiuto di Stato N 696/2006 Italia (Regione Molise) Arresto definitivo delle attività di pesca e ammodernamento dei pescherecci COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 24-I-2008 C (2007) 349 Oggetto: Aiuto di Stato N 696/2006 Italia (Regione Molise) Arresto definitivo delle attività di pesca e ammodernamento dei pescherecci Signor Ministro,

Dettagli

Trasporto di greggio via mare

Trasporto di greggio via mare 7.2 Trasporto di greggio via mare 7.2.1 Introduzione Nell ambito delle attività di esplorazione, sviluppo e produzione (upstream) le fasi di produzione e trasporto non possono essere divise poiché sono

Dettagli

DOSSIER: WWF / LEGAMBIENTE I TRAFFICI MARITTIMI PETROLIFERI: REGOLE, STRUMENTI, SOLUZIONI. Riflessioni a dieci anni dall incidente Haven

DOSSIER: WWF / LEGAMBIENTE I TRAFFICI MARITTIMI PETROLIFERI: REGOLE, STRUMENTI, SOLUZIONI. Riflessioni a dieci anni dall incidente Haven DOSSIER: WWF / LEGAMBIENTE I TRAFFICI MARITTIMI PETROLIFERI: REGOLE, STRUMENTI, SOLUZIONI Riflessioni a dieci anni dall incidente Haven GENOVA: 26 MARZO 2001 Si ringraziano per la realizzazione del dossier:

Dettagli

Le aree di specializzazione della Regione Friuli Venezia Giulia. Traccia di discussione Sistema istituzionale

Le aree di specializzazione della Regione Friuli Venezia Giulia. Traccia di discussione Sistema istituzionale Le aree di specializzazione della Regione Friuli Venezia Giulia Traccia di discussione Sistema istituzionale (compilare un documento per ciascuna area di specializzazione individuata) Area di specializzazione

Dettagli

IL MINISTRO DEL TESORO, DEL BILANCIO E DELLA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA di concerto con IL MINISTRO DEI TRASPORTI E DELLA NAVIGAZIONE

IL MINISTRO DEL TESORO, DEL BILANCIO E DELLA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA di concerto con IL MINISTRO DEI TRASPORTI E DELLA NAVIGAZIONE DECRETO 17 dicembre 1999, n. 539 (pubblicato nella G.U.R.I. dell 8 febbraio 2000 serie generale n. 31) Regolamento recante condizioni e modalità dell intervento del Fondo centrale di garanzia per il credito

Dettagli

MARPOL. Fig. 2 Amoco Cadiz (1978). Ma. 05/99, 03/03, 02/05, 02/07, 11/07 Versione del: 21/11/07 1

MARPOL. Fig. 2 Amoco Cadiz (1978). Ma. 05/99, 03/03, 02/05, 02/07, 11/07 Versione del: 21/11/07 1 Quadro normativo internazionale Per la natura transnazionale del trasporto marittimo, soprattutto del trasporto da idrocarburi, una normativa efficace non può che essere elaborata a livello internazionale.

Dettagli

LE NAVI DA CROCIERA: EVOLUZIONE E PARTICOLARI ASPETTI DI SICUREZZA

LE NAVI DA CROCIERA: EVOLUZIONE E PARTICOLARI ASPETTI DI SICUREZZA LE NAVI DA CROCIERA: EVOLUZIONE E PARTICOLARI ASPETTI DI SICUREZZA Castellammare di Stabia 14/12/2012 Evoluzione delle Navi da Crociera: il transatlantico Le Navi da crociera moderne: il mercato? Elementi

Dettagli

Tecnologie,sistemi e nuovi prodotti ecosostenibili nel mondo dello shipping

Tecnologie,sistemi e nuovi prodotti ecosostenibili nel mondo dello shipping Tecnologie,sistemi e nuovi prodotti ecosostenibili nel mondo dello shipping Dall evoluzione della normativa ambientale nel settore marittimo alle problematiche della gestione dell esistente Ing. PIERCIPRIANO

Dettagli

IX. APPROFONDIMENTI DOCUMENTO DI PROGRAMMAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA 2008-2011 EQUITÀ SOCIALE

IX. APPROFONDIMENTI DOCUMENTO DI PROGRAMMAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA 2008-2011 EQUITÀ SOCIALE IX. APPROFONDIMENTI IX.1 EQUITÀ SOCIALE L equità sociale continua ad essere un obiettivo prioritario della strategia politica del Governo. Le trasformazioni di carattere economico e sociale che hanno interessato

Dettagli

ECONOMIA DEL MARE - BLUE ECONOMY

ECONOMIA DEL MARE - BLUE ECONOMY Camera Italiana di Commercio e Industria di Santa Catarina (Organo riconosciuto dal Governo Italiano Decreto Mise29/7/2009) Tel.: +55 48 3027 2710 www.brasileitalia.com.br ECONOMIA DEL MARE - BLUE ECONOMY

Dettagli

Andar per mare di Ciro Paoletti e Loredana Vannacci

Andar per mare di Ciro Paoletti e Loredana Vannacci Andar per mare di Ciro Paoletti e Loredana Vannacci La rappresentazione delle navi nella pubblicità delle Compagnie di navigazione italiane 1919-1939 costruzione galleggiante di NAVE: grandi dimensioni,

Dettagli

4 Gli impianti di servizio scafo

4 Gli impianti di servizio scafo Il progetto idraulico 4 Gli impianti di servizio scafo 4.1 Introduzione, 4.2 Il rifornimento ed il trasferimento di olio combustibile, 4.3 I servizi di esaurimento grandi masse e di sentina, 4.4 I servizi

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato CAPEZZONE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato CAPEZZONE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2397 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato CAPEZZONE Riforma della disciplina delle tasse automobilistiche e altre disposizioni concernenti

Dettagli

Regolamento del porticciolo di Vernazza e sue aree.

Regolamento del porticciolo di Vernazza e sue aree. COMUNE DI VERNAZZA Provincia della Spezia PARCO NAZIONALE DELLE CINQUE TERRE Area Marina Protetta Cinque Terre Patrimonio dell'u.n.e.s.c.o. Regolamento del porticciolo di Vernazza e sue aree. Articolo

Dettagli

Fiat Powertrain Technologies

Fiat Powertrain Technologies Sunseeker Sales Group costituisce una partnership strategica con Fiat Powertrain Technologies per portare le gare dei motoscafi da competizione al livello della Formula uno Il Gruppo Sunseeker ha mosso

Dettagli

IL RINA E LA NAVIGAZIONE INTERNA

IL RINA E LA NAVIGAZIONE INTERNA IL RINA E LA NAVIGAZIONE INTERNA (Confronto normativo tra Reg. Rina in forza e Direttive Comunitarie) Ing.. Luigi Scarpati Rina Technical Function Venezia 25 maggio 2007 ART 72 CAPO II REGOLAMENTO PER

Dettagli

Antonio Bellesi, Renato Roffi La sicurezza della navigazione nei suoi aspetti normativi, ambientali ed applicativi

Antonio Bellesi, Renato Roffi La sicurezza della navigazione nei suoi aspetti normativi, ambientali ed applicativi A12 394 Antonio Bellesi, Renato Roffi La sicurezza della navigazione nei suoi aspetti normativi, ambientali ed applicativi La disciplina della safety e della security nonché il ruolo del R.I.Na. S.p.A.

Dettagli

configurazione in un sistema) Grandezza fisica connessa al movimento reale o potenziale, macro o microscopico, di un sistema

configurazione in un sistema) Grandezza fisica connessa al movimento reale o potenziale, macro o microscopico, di un sistema ENERGIA Capacità di un sistema di compiere lavoro (Lavoro: atto di produrre un cambiamento di configurazione in un sistema) Grandezza fisica connessa al movimento reale o potenziale, macro o microscopico,

Dettagli

CURRICULUM VITÆ. ESPERIENZA PROFESSIONALE: Marzo - Aprile 1992: (in attesa della chiamata alle armi) consulente per il CETENA S.p.A. di Genova.

CURRICULUM VITÆ. ESPERIENZA PROFESSIONALE: Marzo - Aprile 1992: (in attesa della chiamata alle armi) consulente per il CETENA S.p.A. di Genova. CURRICULUM VITÆ NOME: Stefano Garbarino LUOGO & DATA NASCITA: Genova 20 Novembre 1965 INDIRIZZO: Via Forzano 10/5-17012 - Albissola Marina (SV) TELEFONO MOBILE: +39 348 733 05 38 WEB PAGE: www.studiogarbarino.com

Dettagli

Rilascio/rinnovo della licenza di pesca

Rilascio/rinnovo della licenza di pesca Rilascio/rinnovo della licenza di pesca Per nuove licenze: Ai fini del rilascio della licenza di pesca, l interessato (proprietario o armatore) presenta direttamente ovvero a mezzo raccomandata con avviso

Dettagli

Università degli Studi di Firenze. Energetica: obiettivi, norme e gas climalteranti. Prof. Ing. GIORGIO RAFFELLINI

Università degli Studi di Firenze. Energetica: obiettivi, norme e gas climalteranti. Prof. Ing. GIORGIO RAFFELLINI Università degli Studi di Firenze Facoltà di Architettura Dipartimento di Tecnologia e Design Pierluigi Spadolini Energetica: obiettivi, norme e gas climalteranti. Prof. Ing. GIORGIO RAFFELLINI Programma

Dettagli

L'INDIRIZZO NAUTICO (TRASPORTI E LOGISTICA) A RODI GARGANICO

L'INDIRIZZO NAUTICO (TRASPORTI E LOGISTICA) A RODI GARGANICO ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE RODI GARGANICO VIA G. ALTOMARE, 10 71012 RODI GARGANICO (FG) cod. mecc. FGIS01300A C.F. 84004640714 Albo Pretorio www.iisdelgiudice.it con sezioni associate I.T.C.

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER IL TRASPORTO MARITTIMO E PER VIE D ACQUA INTERNE

DIREZIONE GENERALE PER IL TRASPORTO MARITTIMO E PER VIE D ACQUA INTERNE SCHEMA DI DECRETO MINISTERIALE RECANTE ISTITUZIONE DEI TITOLI PROFESSIONALI PER GLI ISCRITTI ALLA GENTE DI MARE IMPIEGATI A BORDO DI NAVI ABILITATE ALLA PESCA E AL TRAFFICO COSTIERO IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE

Dettagli

IN CALO LE PRINCIPALI TARIFFE PUBBLICHE. COSA MAI AVVENUTA DA 20 ANNI A QUESTA PARTE I prezzi di luce e gas, però, sono tra i più alti d Europa.

IN CALO LE PRINCIPALI TARIFFE PUBBLICHE. COSA MAI AVVENUTA DA 20 ANNI A QUESTA PARTE I prezzi di luce e gas, però, sono tra i più alti d Europa. IN CALO LE PRINCIPALI TARIFFE PUBBLICHE. COSA MAI AVVENUTA DA 20 ANNI A QUESTA PARTE I prezzi di luce e gas, però, sono tra i più alti d Europa. =========== Le tariffe pubbliche cominciano a scendere:

Dettagli

Corso di Laurea. Progetto di Impianti di Propulsione Navale. Università di Trieste

Corso di Laurea. Progetto di Impianti di Propulsione Navale. Università di Trieste Corso di Laurea Progetto di Impianti di Propulsione Navale Università di Trieste DESCRIZIONE E TIPI DI APPARATO MOTORE Apparato Motore. E definito apparato motore l insieme dei componenti atti a consentire

Dettagli

Le Tre Gemelle Fabio Oss

Le Tre Gemelle Fabio Oss Curiosità LE TRE GEMELLE Quando il 10 aprile 1912, quella che venne definita la più grande nave del mondo, per di più inaffondabile, salpò da Southampton, per il viaggio inaugurale, nello stesso porto

Dettagli

Superyacht Normativa di riferimento

Superyacht Normativa di riferimento Superyacht Normativa di riferimento Venezia 14 marzo 2008 Superyacht: Normativa di riferimento Indice Il mercato dei SY: order book, charter, costi di gestione, indotto La normativa europea La normativa

Dettagli

TERMINAL CONTAINER A VOLTRI

TERMINAL CONTAINER A VOLTRI TERMINAL CONTAINER A VOLTRI Il terminal Voltri Terminal Europa di Genova-Voltri, entrato recentemente nel pieno della sua operatività, rappresenta il classico esempio di terminale marittimo creato ex novo,

Dettagli

La sicurezza attiva e passiva del lavoro a bordo. Confronti con ISM

La sicurezza attiva e passiva del lavoro a bordo. Confronti con ISM La sicurezza attiva e passiva del lavoro a bordo Confronti con ISM Cap. Cosimo Sforza D.P.A. & C.S.O. Motia Compagnia di Navigazione SPA Cos è la Sicurezza La scienza della sicurezza è la disciplina che

Dettagli

SINISTRI MARITTIMI. Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto

SINISTRI MARITTIMI. Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto SINISTRI MARITTIMI Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto 1 L istituto dei sinistri marittimi è regolato dagli artt. 578 e seguenti del Codice della Navigazione e artt. 465 e seguenti del

Dettagli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI COMANDO GENERALE DEL CORPO DELLE CAPITANERIE DI PORTO VTS DELLO STRETTO DI MESSINA MANUALE UTENTE EDIZIONE Marzo 2015 PREMESSA SCOPO DEL PRESENTE MANUALE

Dettagli

FONTI DI ENERGIA. Fonti energetiche primarie. Fonti energetiche secondarie. sostanza o fenomeno capace di dar luogo ad una liberazione di energia

FONTI DI ENERGIA. Fonti energetiche primarie. Fonti energetiche secondarie. sostanza o fenomeno capace di dar luogo ad una liberazione di energia FONTI DI ENERGIA sostanza o fenomeno capace di dar luogo ad una liberazione di energia Fonti energetiche primarie quelle che si trovano disponibili in natura si possono classificare in: Fonti energetiche

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

11. SERVIZI E IMPRESE PORTUALI

11. SERVIZI E IMPRESE PORTUALI 11. SERVIZI E IMPRESE PORTUALI TAV. 11a Area territoriale PA - Individuazione dei servizi e delle imprese portuali TAV. 11b Area territoriale S - Individuazione dei servizi e delle imprese portuali TAV.

Dettagli

Regolamento sul trattamento di missione del personale dipendente dell INFN sul territorio nazionale

Regolamento sul trattamento di missione del personale dipendente dell INFN sul territorio nazionale Regolamento sul trattamento di missione del personale dipendente dell INFN sul territorio nazionale Allegato alla delibera del Consiglio Direttivo n. 9941 del 20 dicembre 2006 Regolamento missioni sul

Dettagli

Fabio Ferrone, Vincenzo Losito, Luca Cesaretti, Cesare Cesaretti IL 470. Conduzione, regolazioni e messa a punto

Fabio Ferrone, Vincenzo Losito, Luca Cesaretti, Cesare Cesaretti IL 470. Conduzione, regolazioni e messa a punto Fabio Ferrone, Vincenzo Losito, Luca Cesaretti, Cesare Cesaretti IL 470 Conduzione, regolazioni e messa a punto Indice Introduzione pag. 9 2013 Nutrimenti srl Prima edizione novembre 2013 www.nutrimenti.net

Dettagli

LINEE GUIDA PER LE STRUTTURE DI RIPARAZIONE E REFITTING SULLE PROBLEMATICHE RELATIVE AL FINE VITA DELLE IMBARCAZIONI DA DIPORTO

LINEE GUIDA PER LE STRUTTURE DI RIPARAZIONE E REFITTING SULLE PROBLEMATICHE RELATIVE AL FINE VITA DELLE IMBARCAZIONI DA DIPORTO LINEE GUIDA PER LE STRUTTURE DI RIPARAZIONE E REFITTING SULLE PROBLEMATICHE RELATIVE AL FINE VITA DELLE IMBARCAZIONI DA DIPORTO TUTTI I DIRITTI RISERVATI Questo documento non può essere copiato, riprodotto

Dettagli

Eletec S.n.c Via G. Agnelli, 12/14 25086 Rezzato (BS) www.eletec.com

Eletec S.n.c Via G. Agnelli, 12/14 25086 Rezzato (BS) www.eletec.com Mercati altrimenti impossibili La flessibilità e la convenienza di LOGO! hanno consentito ad Eletec di affrontare con successo mercati altrimenti restii ad accettare soluzioni di automazione avanzate La

Dettagli

S E R V I Z I. MEM Nautica S.p.A. Via Dessanay, 27 00195 Roma - Italia www.flottanavale.it

S E R V I Z I. MEM Nautica S.p.A. Via Dessanay, 27 00195 Roma - Italia www.flottanavale.it MEM Nautica S.p.A. Via Dessanay, 27 00195 Roma - Italia www.flottanavale.it S E R V I Z I Sigla Ap Nave o altra unità per servizio di appoggio per lo svolgimento di operazioni di ricerca sottomarino o

Dettagli

I DATI SIGNIFICATIVI IL CONTO TECNICO

I DATI SIGNIFICATIVI IL CONTO TECNICO L ASSICURAZIONE ITALIANA Continua a crescere ad un tasso elevato la raccolta premi complessiva, in particolare nelle assicurazioni vita. L esercizio si chiude in utile soprattutto grazie alla gestione

Dettagli

Provvedimento n. 9552 ( A298 ) O.N.I.+ALTRI/CANTIERI DEL MEDITERRANEO L'AUTORITA' GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO

Provvedimento n. 9552 ( A298 ) O.N.I.+ALTRI/CANTIERI DEL MEDITERRANEO L'AUTORITA' GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO Provvedimento n. 9552 ( A298 ) O.N.I.+ALTRI/CANTIERI DEL MEDITERRANEO L'AUTORITA' GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 24 maggio 2001; SENTITO il Relatore Professor Michele Grillo;

Dettagli

SHIP AND MACHINERY DATA

SHIP AND MACHINERY DATA SINTESI PIANO OFFERTA FORMATIVA A.S. 2013/2014 SINTESI PROGETTO / ATTIVITA SHIP AND MACHINERY DATA Manuale della Macchina della Nave Organization of the machine documentation (monographs). Organizzazione

Dettagli

5,00 L IRRINUNCIABILE NAUTICO. Amerigo Vespucci un estate Al mare

5,00 L IRRINUNCIABILE NAUTICO. Amerigo Vespucci un estate Al mare 5,00 NUMERO DOPPIO agosto/ottobre 2012 notiziario della GUardia CoStiera L IRRINUNCIABILE NAUTICO Amerigo Vespucci un estate Al mare l onda emotiva della parola MEDITERRANEO UN MARE DA SALVAGUARDARE 24

Dettagli

Allievo Maestro d ascia

Allievo Maestro d ascia URBAN ITALIA > apriamo i muri Asse 1 Misura 1 Azione 3 CONSORZIO CANTIERISTICA MINORE VENEZIANA CONSORZIO CANTIERISTICA MINORE VENEZIANA Corso per Allievo Maestro d ascia Responsabile del progetto: Aldo

Dettagli

Commissione Finanze della Camera dei deputati. Audizione Assogasliquidi/Federchimica

Commissione Finanze della Camera dei deputati. Audizione Assogasliquidi/Federchimica Commissione Finanze della Camera dei deputati Riforma della disciplina delle tasse automobilistiche e altre disposizioni concernenti l'imposizione tributaria sui veicoli (AC 2397) Audizione Assogasliquidi/Federchimica

Dettagli

Corso di Implicazioni economico finanziarie delle scelte armatoriali. Il nolo. Genova, Ottobre 2011

Corso di Implicazioni economico finanziarie delle scelte armatoriali. Il nolo. Genova, Ottobre 2011 Corso di Implicazioni economico finanziarie delle scelte armatoriali Il nolo Genova, Ottobre 2011 Il nolo In una impresa armatoriale, nella norma, il principale flusso di ricavi derivante dall attività

Dettagli

REPUBBLICA DI SAN MARINO

REPUBBLICA DI SAN MARINO REPUBBLICA DI SAN MARINO DECRETO DELEGATO 6 agosto 2009 n.116 Noi Capitani Reggenti la Serenissima Repubblica di San Marino Visto l articolo 1, comma 5, e l articolo 27, comma 1, della Legge 30 novembre

Dettagli

Presentazione. del Forum Assonime delle Imprese Regolate (F.A.I.R.)

Presentazione. del Forum Assonime delle Imprese Regolate (F.A.I.R.) Presentazione del Forum Assonime delle Imprese Regolate (F.A.I.R.) Roma, 18 luglio 2002 Il Forum delle imprese regolate, che oggi viene inaugurato, vuole essere un luogo permanente di consultazione e scambio

Dettagli

Ricordi, esperienze, emozioni

Ricordi, esperienze, emozioni Ricordi, esperienze, emozioni Luigi Mor (Amm.re Delegato CETENA) Genova 6 marzo 2006 26 GENNAIO 1974 2 LO SCHEMA RICORDI ESPERIENZE EMOZIONI GLI OBIETTIVI AZIENDALI I METODI DI LAVORO CONSIDERAZIONI SU

Dettagli

XVII Master in Marketing Management Project Work

XVII Master in Marketing Management Project Work XVII Master in Marketing Management Project Work GREEN MARKETING Baveno 14/02/2014 Letizia Marzulli Roberta Pazienza Serena Zammartini Vito Macaddino COS È IL GREEN MARKETING? Un APPROCCIO DEL MARKETING

Dettagli

PROGRAMMA INDUSTRIA 2015

PROGRAMMA INDUSTRIA 2015 Piattaforma Tecnologica Nazionale Marittima PROGRAMMA INDUSTRIA 2015 PROPOSTA DI Azioni Connesse sulle Tecnologie Marine {1} 4/09 L Italia e il Mare L Italia ha oltre 8.000 chilometri di coste ed una innata

Dettagli

Guida al settore navale

Guida al settore navale Sommario 1. ASPETTI GENERALI DEL SETTORE NAVALE...2 1.1 GLOBALITÀ...2 1.2 CICLICITÀ...3 1.3 INTENSITÀ DI CAPITALE...4 2. LA CANTIERISTICA COMMERCIALE...5 3. I TRASPORTI MARITTIMI...6 3.1 TRASPORTO DI PRODOTTI

Dettagli

GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE CE DELLE UNITÀ DA DIPORTO E DEI RELATIVI COMPONENTI. ESAME CE DEL TIPO - MODULO B

GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE CE DELLE UNITÀ DA DIPORTO E DEI RELATIVI COMPONENTI. ESAME CE DEL TIPO - MODULO B GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE CE DELLE UNITÀ DA DIPORTO E DEI RELATIVI COMPONENTI. ESAME CE DEL TIPO - MODULO B REGISTRO ITALIANO NAVALE INDICE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE CE DELLE UNITÀ DA DIPORTO E DEI RELATIVI

Dettagli

CORTE DEI CONTI. Sezione centrale di controllo sulla gestione. delle Amministrazioni dello Stato *****

CORTE DEI CONTI. Sezione centrale di controllo sulla gestione. delle Amministrazioni dello Stato ***** CORTE DEI CONTI Sezione centrale di controllo sulla gestione delle Amministrazioni dello Stato ***** Ufficio di controllo sui Ministeri delle attività produttive GESTIONE DEL SERVIZIO DI PROTEZIONE DELL

Dettagli

Nuove rotte per la crescita del Mezzogiorno:

Nuove rotte per la crescita del Mezzogiorno: Nuove rotte per la crescita del Mezzogiorno: Presentazione del 2 Rapporto Annuale Italian Maritime Economy Napoli, 5 giugno 2015 Sala delle Assemblee del Banco di Napoli SINTESI DELLA RICERCA UN MEDITERRANEO

Dettagli