Soluzione RIUSO136 progettoconsiglio proposta da Comune di Venezia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Soluzione RIUSO136 progettoconsiglio proposta da Comune di Venezia"

Transcript

1 Soluzione RIUSO136 progettoconsiglio proposta da Comune di Venezia Sezione 1 - Amministrazione proponente e soluzione proposta Tipologia di Amministrazione proponente: Comune Regione dell'amministrazione: Ambito/i amministrativo/i interessato/i: Nome: Cognome: Anna Cappelli Veneto Governo del territorio Posizione nell'ente: Responsabile Servizio Rapporti Istituzionali Telefono: Altre ammin. che utilizzano la soluzione: comune di Pavia; comune di Ferrara; comune di Latina Tipologie di amministrazioni più idonee a riutilizzare la soluzione: comuni piccoli comuni medi comuni grandi comunità montane province regioni Servizi Implementati Nome COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE ESTERNA Destinazione per i cittadini I cittadini sono informati su composizione, competenze, recapiti e calendario dei lavori del Consiglio, delle Commissioni consiliari e delle Consulte cittadine. Possono effettuare ricerche sugli atti ispettivi e sull'attività redazionale prodotti dai Consiglieri, nonché sui verbali delle sedute di Commissione. Hanno la possibilità/opportunità di intervenire nei forum di discussione lanciati dai Consiglieri e possono iscriversi alle mailing-list per essere informati direttamente sull'attività dei Gruppi consiliari. Nome COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE INTERNA Destinazione per l'amministrazione

2 Tutta l'attività istituzionale dell'assemblea elettiva e degli organismi che la costituiscono e precisamente: - calendario degli appuntamenti quotidiani - atti ispettivi di competenza del Consiglieri (interrogazioni, interpellanze, mozioni, ordini del giorno) - risposte di competenza dell esecutivo (risposte, rinvio dei termini, non competenza, delega) - attività e iniziative promosse dai Gruppi consiliari e dai singoli Consiglieri (appuntamenti, mailing list, proposte e progetti, il punto di vista di, forum) - attività delle Commissioni consiliari (convocazioni, resoconti, verbali, tabelle presenza) - attività delle Consulte cittadine (convocazioni, verbali, news, attività, associazioni) è gestita tramite applicativi che consentono la formazione, l eventuale comunicazione via ai destinatari e la pubblicazione in rete in tempo reale nelle pagine del sito dedicate. Sezione 2 - Descrizione testuale della soluzione Link alla soluzione: Secondo link alla soluzione: Documento di riferimento: Documento Secondo documento di riferimento: n.d Descrizione Il software progettoconsiglio, permette di realizzare e gestire in tempo reale le pagine istituzionali del Consiglio comunale. E costituito di numerosi applicativi, di semplice installazione, che consentono la formazione, l eventuale comunicazione via ai referenti e la pubblicazione in rete in tempo reale nelle pagine istituzionali del Consiglio comunale di: appuntamenti quotidiani del Consiglio (calendario dei lavori) atti ispettivi di competenza del Consiglieri (interrogazioni, interpellanze, mozioni, ordini del giorno) risposte di competenza dell esecutivo (risposte, rinvio dei termini, non competenza, delega) attività e iniziative promosse dai Gruppi consiliari e dai singoli Consiglieri (appuntamenti, mailing list, proposte e progetti, il punto di vista di, forum) attività delle Commissioni consiliari (convocazioni, resoconti, verbali, tabelle presenza) attività delle Consulte cittadine (convocazioni, verbali, news, attività, associazioni) Il software comprende altresì l applicativo gestionale che permette di realizzare e mantenere aggiornate le pagine informative del sito (informazioni generali, presidente, presidenza, consiglieri comunali, gruppi consiliari, commissioni, consulte cittadine, revisori dei conti, programma di governo, programmi di referato, normativa ), di verificare costantemente il funzionamento e i collegamenti tra i diversi applicativi che costituiscono il software, nonché di intervenire nei casi di difficoltà e/o errori da parte di tutti gli operatori che li utilizzano.

3 Per tutti gli applicativi, inoltre, è stato realizzato un manuale utente on line che descrive in modo semplice e dettagliato tutte le procedure. Sezione 3 - Aspetti legati all'uso della soluzione Avvio della soluzione: Gennaio 2001 N. di addetti operanti con la soluzione:: 100 circa Breve descrizione del contesto organizzativo Il software è stato realizzato prevedendo un suo utilizzo, sia in ambienti altamente informatizzati, dotati di una rete intranet e di personale di segreteria (dei Gruppi, delle Commissioni consiliari e degli Assessori) provvisti di PC in cui installare i diversi applicativi - questa formula è stata addotta nel Comune di Venezia -, sia in ambienti non particolarmente evoluti, dove è sufficiente un unico Ufficio, dotato di un solo PC dove installare il software, con la funzione di raccogliere atti e documentazione, meglio in formato file, e procedere alla pubblicazione. Caratteristiche del software sono: - immediatezza di pubblicazione: ogni Consigliere, Segretario o Assessore redige direttamente nel proprio PC gli atti che, in automatico, vengono pubblicati in internet in tempo reale ed inviati via e- mail ai rispettivi referenti; - semplicità di utilizzo: l utente non necessita di particolari conoscenze informatiche; - semplicità di gestione:il software, ispirandosi alla filosofia delle reti intranet, risiede su server riducendo drasticamente i costi di manutenzione e di aggiornamento; - positivo impatto con gli operatori: le maschere di interfaccia con l utenza rispettano l impostazione e le metodologie operative precedentemente in uso e, lungo tutto l iter, istruiscono l operatore con linguaggio semplice e sintetico; - mancanza di redazione: gli atti vengono pubblicati in rete direttamente da chi li genera; - semplicità di personalizzazione:essendo un software modulare, si presta facilmente a modifiche, aggiornamenti e personalizzazioni. L attività di formazione necessaria per utilizzare il software - per utenti che conoscano l uso elementare del computer (word, posta elettronica ) -, dipende dall applicativo che si deve utilizzare: oltre ad una parte informativa generale di circa 2 ore, si consigliano da 2 a 6 ore di corso, gestite da personale interno per gli aspetti giuridico-amministrativi e per l'organizzazione del lavoro, esterno per gli aspetti tecnico-informatici. N. di giornate di formazione: 10 Nota sulle giornate di formazione: n.d. N. di giornate per manutenzione evolutiva: 0 Nota sulle giornate per manutenzione evolutiva: Formazione specifica erogata da risorse: esterne n.d. Esiste un manuale d'uso della soluzione per gli addetti? La sua redazione è avvenuta a cura di risorse: esterne SI

4 Disponibilità di personale dell'ente a fornire assistenza: SI Indicazione delle giornate che ci si impegna a rendere disponibili: 0 Nota sulle giornate disponibili n.d. La soluzione è di completa proprietà dell'amministrazione cedente: SI Indicare le componenti della soluzione Componente applicativo Proprietà amministrazione comune di Venezia Sezione 4 - Aspetti di costo della soluzione sostenuti dall'amministrazione Costi esterni (fornitori+consulenza) per la realizzazione della soluzione : ,00 Costi interni per la realizzazione della soluzione (mesi/uomo): 0,00 Costi esterni per la manutenzione della soluzione : 0,00 Costi interni per la manutenzione della soluzione (mesi/uomo): 0,00 Sezione 5 - Benefici ottenuti dall'uso della soluzione Benefici in termini di riduzione di costi conseguiti dall'amministrazione n.d. Benefici in termini di miglioramento del servizio reso a cittadini e imprese conseguiti dall'amministrazione I cittadini sono informati in tempo reale sulle attività dell'assemblea elettiva e dei singoli Consiglieri. Possono conoscere e verificare: - convocazione e ordine dei lavori degli impegni istituzionali; - presenza e interventi in commissione; - produzione e contenuti di atti ispettivi; - risposte dell'esecutivo agli atti ispettivi; - espressione di voto di ciascun Consigliere sugli Ordini del Giorno approvati nelle sedute di Consiglio; - produzione e contenuto di attività redazionali. Benefici derivanti all'amministrazione dall'elaborazione dei dati che la soluzione utilizza o genera La soluzione consente all'amministrazione di avere un quadro preciso e dettagliato (anche del pregresso):

5 - degli atti prodotti - delle attività - delle scadenze - delle presenze Elementi di semplificazione della procedura tradizionale introdotti dalla soluzione L'operatore che utilizza i diversi applicativi trova una serie di dati precompilati: - data - numero d'ordine - destinatari per competenza - destinatari per conoscenza - scadenze - luoghi di convocazione. Ogni operatore ha in tempo reale il quadro completo dello stato dei documenti prodotti. Inoltre la soluzione genera degli archivi che consentono di reperire atti e informazioni tramite motori di ricerca particolarmente efficaci. vedi: Altri benefici derivanti dall'utilizzo della soluzionenon ricompresi nelle tipologie prima indicate Il software è stato realizzato con l obiettivo di rispondere all esigenza di trasparenza, semplificazione e informatizzazione delle attività politico-istituzionali dell assemblea elettiva, di promuovere l informazione e la partecipazione dei cittadini alla vita delle istituzioni locali (edemocracy), nonché, dal punto di vista organizzativo, di razionalizzare il lavoro, riducendo le operazioni legate all uso del cartaceo. L utilizzo di questa soluzione ha inaugurato un vero e proprio nuovo sistema di comunicazione. Oltre alla pubblicazione in rete, gli applicativi prevedono l invio contestuale tramite posta elettronica di tutti gli atti (convocazioni e ordini dei lavori, interrogazioni, interpellanze, mozioni, ordini del giorno, risposte di competenza dell esecutivo ) ai destinatari. Ciò rende possibile ridurre ad un unica copia cartacea (giuridicamente valida con firma autografa da archiviare ), ciò che di norma viene distribuito in innumerevoli copie. Inoltre, per gli aspetti legati alla pubblicizzazione degli atti e delle attività, tutti i cittadini sono informati, così come gli organi di stampa ai quali non è più necessario mandare fax od altro. Complessivamente tale soluzione ha contribuito ad una notevole riduzione del cartaceo e delle attività connesse alla sua distribuzione oltre che un esemplare tempestività della comunicazione istituzionale. Sezione 6 - Aspetti legati alle tecnologie utilizzate

6 Caratteristiche della soluzione tecnologica APPLICATIVI WEB-BASED Prerequisiti di natura tecnica (hw e sw di base) per il funzionamento della soluzione Il software si basa sulla tecnologia ASP 3.0 con piattaforma MS Windows NT (testato per ora su NT 4.0 con service pack 6, windows 2000 e windows 2003). Per le comunicazioni via gestite dall applicativo si richiede sia installata la componente CDONT, contenuta nell option pack di NT o la componente CDOSYS per versioni superiori. Per il trasferimento di eventuali allegati o immagini, si è usato ASPSmartUpload (freeware - ) che viene inviata assieme al software. L applicativo è stato sviluppato in VBScript con base dati MS Access 2000 (upgradabile a SQL server). E quindi necessario che siano installati gli appositi driver ODBC. Per le funzionalità di ricerca sugli atti, viene usato MS Index server per NT 4.0 (compreso nell option pack) e MS Indexing services per le versioni superiori. Questa è l architettura del sistema necessaria al funzionamento del software. N.B.: una novità di rilievo è programmata per i prossimi mesi: la realizzazione di una nuova versione che risponda ai criteri di ACCESSIBILITA previsti dalla legge. Inoltre, nella nuova versione, gli applicativi verranno sviluppati in linguaggio PHP permettendo così la migrazione su piattaforma completamente open source (O.S. LINUX e DATABASE MYSQL). Partners coinvolti nella realizzazione della soluzione La soluzione è stata progettata, realizzata e sviluppata nell'arco di temporale di circa 6 anni grazie alla collaborazione tra l'ente e la ditta informatica Kaleidos Multimedia. Quanto tempo è durato il progetto (mesi) 72 Quali sono i volumi di servizio che la soluzione gestisce? Dal quando è stato introdotto l'uso dei primi applicativi che costituiscono il software - ad oggi è stato prodotto (formazione, trasferimento via e pubblicazione in tempo reale)il seguente volume di lavoro: 4128 atti ispettivi (interrogazioni, interpellanze, mozioni, ordini del giorno); 1678 risposte ad interrogazioni e interpellanze; 192 interventi redazionali dei Consiglieri (punti di vista e proposte e progetti); 889 convocazioni di Commissioni consiliari; 713 resoconti sintetici; 710 verbali; 710 tabelle presenza. Inoltre, grazie alla registrazione delle presenze dei Consiglieri in sede di Commissione consiliare, è possibile ottenere i tabulati mensili, utili per l'attribuzione dei gettoni, nonché al calcolo statistico delle presenze. La soluzione è integrata con altre applicazioni dell'amministrazione? NO

7 Sezioni 7 - Altri aspetti vincolanti Esigenza di specifici modelli organizzativi Uno degli elementi fondamentali che ha reso possibile la realizzazione di questa soluzione informatica è senza dubbio il rapporto di reale sinergia che si è instaurato tra i soggetti che hanno condiviso il lavoro, ciascuno con le proprie competenze: giuridico-amministrative e organizzative, del personale dell ente, per effettuare un analisi attenta e dettagliata degli atti, delle attività e del loro iter e per mettere a punto un'organizzazione del lavoro idonea; tecnico-informatiche, della ditta che ha prodotto il software, per realizzarlo nel rispetto dei dati forniti e nella forma di minor impatto con l utenza. Questa capacità collaborativa, di dialogo e di condivisione dell obiettivo tra chi esercita funzioni tanto diverse, talora all interno dello stesso ente, è il vero prerequisito che può facilitare l adozione del software progettoconsiglio da parte di altri comuni o altri enti. In riferimento alle normative locali (statuto, regolamenti, consuetudini, ecc.), in base all esperienza maturata con altri Comuni, le differenze riscontrate non hanno un carattere strutturale, ma di dettaglio e, dal punto di vista tecnico-informatico, sono state risolte senza difficoltà. Necessità di accordi con Enti terzi n.d. Dipendenza da normative regionali n.d.

24/09/13 Soluzioni di Riuso

24/09/13 Soluzioni di Riuso Soluzione RIUSO364 MyPortal 2.0 proposta da Sezione 1 - Amministrazione proponente e soluzione proposta Tipologia di Amministrazione proponente: Regione Regione dell'amministrazione: Veneto Ambito/i amministrativo/i

Dettagli

23/09/13 Soluzioni di Riuso

23/09/13 Soluzioni di Riuso Soluzione RIUSO486 BIBLIOTECHE IN RETE proposta da PROVINCIA DI BERGAMO Sezione 1 - Amministrazione proponente e soluzione proposta Tipologia di Amministrazione proponente: Provincia Regione dell'amministrazione:

Dettagli

26/09/13 Soluzioni di Riuso

26/09/13 Soluzioni di Riuso Soluzione RIUSO194 SPORVIC_SUE proposta da Sezione 1 - Amministrazione proponente e soluzione proposta Tipologia di Amministrazione proponente: Comune Regione dell'amministrazione: Toscana Ambito/i amministrativo/i

Dettagli

24/09/13 Soluzioni di Riuso

24/09/13 Soluzioni di Riuso Soluzione RIUSO377 PEOPLE - Servizi alla Persona proposta da Comune di Firenze Tipologia di Amministrazione proponente: Comune Regione dell'amministrazione: Toscana Ambito/i amministrativo/i interessato/i:

Dettagli

26/09/13 Soluzioni di Riuso

26/09/13 Soluzioni di Riuso Soluzione RIUSO192 SPORVIC_cittadini proposta da Sezione 1 - Amministrazione proponente e soluzione proposta Tipologia di Amministrazione proponente: Comune Regione dell'amministrazione: Toscana Ambito/i

Dettagli

23/09/13 Soluzioni di Riuso

23/09/13 Soluzioni di Riuso Soluzione RIUSO204 Comunas proposta da Sezione 1 - Amministrazione proponente e soluzione proposta Tipologia di Amministrazione proponente: Regione Regione dell'amministrazione: Sardegna Ambito/i amministrativo/i

Dettagli

Progetto IRIDE Automazione Iter atti amministrativi. Geri Patrizio - Sistema Informativo

Progetto IRIDE Automazione Iter atti amministrativi. Geri Patrizio - Sistema Informativo Progetto IRIDE Automazione Iter atti amministrativi 1 Geri Patrizio - Sistema Informativo Programma Descrizione progetto Funzionalità dell applicativo in rete Gestione delle varie tipologie di atti Descrizione

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

26/09/13 Soluzioni di Riuso

26/09/13 Soluzioni di Riuso Soluzione RIUSO193 SPORVIC_SUAP proposta da Sezione 1 - Amministrazione proponente e soluzione proposta Tipologia di Amministrazione proponente: Comune Regione dell'amministrazione: Toscana Ambito/i amministrativo/i

Dettagli

La dematerializzazione nell attività di supporto al processo legislativo.

La dematerializzazione nell attività di supporto al processo legislativo. La dematerializzazione nell attività di supporto al processo legislativo. Silvia Bertini Direzione Processo Legislativo Elena Fenoglio Settore progettazione, sviluppo e gestione sistemi informativi e Banca

Dettagli

2) Entro Novembre. 6) Entro Marzo 2004

2) Entro Novembre. 6) Entro Marzo 2004 Documento di programmazione del progetto denominato: Realizzazione della seconda fase di sviluppo di intranet: Dall Intranet istituzionale all Intranet per la gestione e condivisione delle conoscenze.

Dettagli

26/09/13 Soluzioni di Riuso

26/09/13 Soluzioni di Riuso Soluzione RIUSO159 Sistema Informativo territoriale: Il Datawarehouse Geografico proposta da Provincia di Brescia Sezione 1 - Amministrazione proponente e soluzione proposta Tipologia di Amministrazione

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE META BRASIL

REGOLAMENTO INTERNO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE META BRASIL REGOLAMENTO INTERNO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE META BRASIL Il seguente regolamento contiene le norme attuative per la vita sociale dell ASSOCIAZIONE CULTURALE META BRASIL. Esso discende dallo statuto,

Dettagli

25/09/13 Soluzioni di Riuso

25/09/13 Soluzioni di Riuso Soluzione RIUSO457 Portale Partecipativo per la PA - P3A proposta da Sezione 1 - Amministrazione proponente e soluzione proposta Tipologia di Amministrazione proponente: Regione Regione dell'amministrazione:

Dettagli

ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMI 10 E 11, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN

ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMI 10 E 11, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMI 10 E 11, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN PORTALE WEB NELL AMBITO DELLA MISURA 2.6. DEL POI ENERGIA FESR 2007 2013

Dettagli

COMUNE DI BREMBILLA Provincia di Bergamo

COMUNE DI BREMBILLA Provincia di Bergamo Allegato alla deliberazione C.C. n. 39 del 19/9/2005 COMUNE DI BREMBILLA Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER LA COMUNICAZIONE ART. 1 - PRINCIPI GENERALI... 2 ART. 2 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO... 2 ART.

Dettagli

Presentazione del prodotto

Presentazione del prodotto Presentazione del prodotto Documentale (modulo base): archiviazione e gestione Documentale OCR integrato per il prelievo automatico delle chiavi di ricerca Funziona su rete windows o internet / intranet

Dettagli

Applicazione: Sedute Istituzionali - SEDIST

Applicazione: Sedute Istituzionali - SEDIST Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Amministrativo/Contabile Applicazione: Sedute Istituzionali - SEDIST Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione, Ricerca ed Università

Dettagli

hi-com software realizzato da Hi-Think

hi-com software realizzato da Hi-Think software realizzato da Hi-Think Pag 1 introduzione Hi-com è il programma di Hi-Think che soddisfa l'esigenza di chi, lavorando in ufficio o fuori ufficio, deve avere o scambiare con la propria azienda

Dettagli

Regolamento GESTIONE E AGGIORNAMENTO SITO WEB ISTITUZIONALE

Regolamento GESTIONE E AGGIORNAMENTO SITO WEB ISTITUZIONALE Regolamento GESTIONE E AGGIORNAMENTO SITO WEB ISTITUZIONALE Approvato con delibera di G.C. n. 10 del 31-12-2011 Indice Articolo 1 Istituzione sito internet comunale 2 Oggetto del regolamento comunale 3

Dettagli

REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE DEL COMUNE DI BORGO A MOZZANO

REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE DEL COMUNE DI BORGO A MOZZANO REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE DEL COMUNE DI BORGO A MOZZANO (Approvato con Delibera del C.C. n. 80 del 30/11/2005) 1 REGOLAMENTO SULLE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE... 1 DEL COMUNE DI BORGO A

Dettagli

PROTOS GESTIONE DELLA CORRISPONDENZA AZIENDALE IN AMBIENTE INTRANET. Open System s.r.l.

PROTOS GESTIONE DELLA CORRISPONDENZA AZIENDALE IN AMBIENTE INTRANET. Open System s.r.l. Open System s.r.l. P.IVA: 00905040895 C.C.I.A.A.: SR-7255 Sede Legale: 96016 Lentini Via Licata, 16 Sede Operativa: 96013 Carlentini Via Duca degli Abruzzi,51 Tel. 095-7846252 Fax. 095-7846521 e-mail:

Dettagli

Regolamento sull ordinamento e l organizzazione dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Lecce

Regolamento sull ordinamento e l organizzazione dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Lecce Regolamento sull ordinamento e l organizzazione dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Lecce (ai sensi dell art. 8 della legge 150/2000) Approvato con Delibera di Giunta n. 273 del 6

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PIANO DI MIGLIORAMENTO GESTIONALE COMUNE DI RIMINI / UO Gestione Pubblicità e Affissioni

Dettagli

SISTEMA BIBLIOSAN REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO

SISTEMA BIBLIOSAN REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO SISTEMA BIBLIOSAN REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO Premessa Il Sistema Bibliosan promosso dal Ministero della Salute si avvale della rete delle biblioteche degli Enti di ricerca biomedici italiani. A Bibliosan

Dettagli

I servizi di e-government

I servizi di e-government I servizi di e-government La Community regionale Net-SIRV 14 dicembre 2009 Andrea Boer Dirigente Servizio Progettazione e Sviluppo Reseaux della Società dell informazione Un RESEAU è una rete permanente

Dettagli

Progetto Suoni della Memoria. Buone Pratiche. Programma Enti Locali Innovazione di Sistema

Progetto Suoni della Memoria. Buone Pratiche. Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto Suoni della Memoria Scheda per la disseminazione e il riuso delle soluzioni tecnologiche e organizzative

Dettagli

SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI. Carta dei Servizi

SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI. Carta dei Servizi SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI Carta dei Servizi Sommario 1. Introduzione... 3 2. Obiettivi... 4 3. Attività e destinatari... 4 Le competenze specifiche dell Ufficio Toponomastica sono:... 4 Denominazione

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA Deliberato dalla Giunta Comunale con atto n. 177 del 11.05.2001 Modificato ed integrato

Dettagli

Applicazione: Comuni in Rete della Provincia di Asti

Applicazione: Comuni in Rete della Provincia di Asti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Programmazione/Controllo Applicazione: Comuni in Rete della Provincia di Asti Amministrazione: Provincia di Asti Referente/i di progetto Nome e cognome:

Dettagli

La struttura del desktop di Windows. Gli applicativi: cosa sono e a cosa servono

La struttura del desktop di Windows. Gli applicativi: cosa sono e a cosa servono IINTRODUZIIONE AL PC Fornire all utente i concetti e le caratteristiche di base per comprendere il funzionamento di un PC finalizzato alle operazioni comuni agli applicativi di Microsoft Office e saper

Dettagli

Conoscere Dittaweb per:

Conoscere Dittaweb per: IL GESTIONALE DI OGGI E DEL FUTURO Conoscere Dittaweb per: migliorare la gestione della tua azienda ottimizzare le risorse risparmiare denaro vivere meglio il proprio tempo IL MERCATO TRA OGGI E DOMANI

Dettagli

Archiviazione Documentale

Archiviazione Documentale Archiviazione Documentale Il Progetto OPEN SOURCE tutto Italiano per la Gestione Elettronica della documentazione, firma digitale, conservazione sostitutiva, fatturazione elettronica e protocollo informatico.

Dettagli

1.2.1 - REALIZZAZIONE LAN

1.2.1 - REALIZZAZIONE LAN 1 - CODICE PROGETTO 1.2.1 - REALIZZAZIONE LAN 2 - TIPOLOGIA DI INTERVENTO/AREA FUNZIONALE DEL PPL Il progetto è riconducibile a quella che il Piano Provinciale del Lavoro definisce quale Area 1: organizzazione

Dettagli

REGOLAMENTO DELL UFFICIO COMUNICAZIONE

REGOLAMENTO DELL UFFICIO COMUNICAZIONE COMUNE DI MESSINA REGOLAMENTO DELL UFFICIO COMUNICAZIONE Approvato con deliberazione commissariale n. 335/05 pubblicata all albo pretorio dal 10/4/05 al 26/4/05 Ripubblicato dal 4/5/05 al 19/5/05 CAPO

Dettagli

METODI E STRUMENTI SEMPLICI DA UTILIZZARE PER MISURARE LE PERFORMANCE, VALUTARE I RISULTATI E ACCRESCERE LA TRASPARENZA NEGLI ENTI LOCALI.

METODI E STRUMENTI SEMPLICI DA UTILIZZARE PER MISURARE LE PERFORMANCE, VALUTARE I RISULTATI E ACCRESCERE LA TRASPARENZA NEGLI ENTI LOCALI. METODI E STRUMENTI SEMPLICI DA UTILIZZARE PER MISURARE LE PERFORMANCE, VALUTARE I RISULTATI E ACCRESCERE LA TRASPARENZA NEGLI ENTI LOCALI. Sistema M.A.Ga. è un'applicazione cloud che integra un insieme

Dettagli

Specifiche Tecniche e Funzionali Applicativo DIAGNOS PLUS (09/2015)

Specifiche Tecniche e Funzionali Applicativo DIAGNOS PLUS (09/2015) Specifiche Tecniche e Funzionali Applicativo DIAGNOS PLUS (09/205) Circolarità Anagrafica in Comuni sino a 00.000 abitanti Indice Scopo del Documento 3 DIAGNOS PLUS, lo scenario 3 DIAGNOS PLUS, a cosa

Dettagli

Direzione Segreteria dell Assemblea regionale Settore Progettazione, Sviluppo e Gestione Sistemi Informativi e Banca dati Arianna

Direzione Segreteria dell Assemblea regionale Settore Progettazione, Sviluppo e Gestione Sistemi Informativi e Banca dati Arianna Direzione Segreteria dell Assemblea regionale Settore Progettazione, Sviluppo e Gestione Sistemi Informativi e Banca dati Arianna Attività 2004 1 SISTEMA INFORMATIVO CONSILIARE E BANCA DATI ARIANNA Sono

Dettagli

Programma Integrato Urbano PIU Europa CITTA di AVELLINO

Programma Integrato Urbano PIU Europa CITTA di AVELLINO Programma Integrato Urbano PIU Europa CITTA di AVELLINO Cabina di Regia del 26 gennaio 2009 Regolamento per l organizzazione ed il funzionamento della Cabina di Regia Città di Avellino Programma Integrato

Dettagli

Comune di San Giuliano Milanese

Comune di San Giuliano Milanese Comune di San Giuliano Milanese REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE E IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO (Art. 8 c.2 della Legge n 150/00) Approvato con Deliberazione di Giunta Comunale

Dettagli

COMMUNE DE QUART COMUNE DI QUART VALLE D AOSTA VALLÉE D AOSTE

COMMUNE DE QUART COMUNE DI QUART VALLE D AOSTA VALLÉE D AOSTE COMUNE DI QUART VALLE D AOSTA COMMUNE DE QUART VALLÉE D AOSTE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ONLINE Approvato con deliberazione della Giunta comunale n.16 del 2 marzo 2012 avente

Dettagli

CeBAS. Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009)

CeBAS. Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009) CeBAS Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009) Introduzione Il progetto CEBAS: la finalità è di migliorare l efficienza operativa interna dell Ente rispondere alle aspettative

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA COMUNALE PER L AMBIENTE DEL COMUNE DI MONTEGIORGIO. (approvato con atto del Consiglio Comunale n 6 dell 11.04.

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA COMUNALE PER L AMBIENTE DEL COMUNE DI MONTEGIORGIO. (approvato con atto del Consiglio Comunale n 6 dell 11.04. REGOLAMENTO DELLA CONSULTA COMUNALE PER L AMBIENTE DEL COMUNE DI MONTEGIORGIO. (approvato con atto del Consiglio Comunale n 6 dell 11.04.2014) Art. 1 - ISTITUZIONE Il Comune di Montegiorgio istituisce

Dettagli

Allegato 4 elementi inerenti l informatizzazione

Allegato 4 elementi inerenti l informatizzazione Allegato 4 elementi inerenti l informatizzazione SOFTWARE PER LA GESTIONE DEL MAGAZZINO DEGLI AUSILI TERAPEUTICI 1. INFRASTRUTTURA... 2 2. CARATTERISTICHE DEL SOFTWARE... 2 3. ELABORAZIONI... 3 4. TEMPI

Dettagli

PROVINCIA DI ASTI VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE N. 329 OGGETTO ISTITUZIONE DELL ALBO PRETORIO INFORMATICO DELLA PROVINCIA DI ASTI

PROVINCIA DI ASTI VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE N. 329 OGGETTO ISTITUZIONE DELL ALBO PRETORIO INFORMATICO DELLA PROVINCIA DI ASTI Proposta di deliberazione prot. N 111112 del 02/12/2010 IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE PROVINCIA DI ASTI VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE N. 329 OGGETTO ISTITUZIONE DELL ALBO PRETORIO INFORMATICO

Dettagli

PER GESTIRE IL TUO CLIENTE HAI MAI PENSATO ALL'OPEN SOURCE?

PER GESTIRE IL TUO CLIENTE HAI MAI PENSATO ALL'OPEN SOURCE? PER GESTIRE IL TUO CLIENTE HAI MAI PENSATO ALL'OPEN SOURCE? INDICE OPEN SOURCE PER IL CRM DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE 2. Lista dei bisogni 4. Modalità di utilizzo 5. La nostra proposta PREMESSA Cosa

Dettagli

Comune di Cattolica Direzione del Sistema Informativo

Comune di Cattolica Direzione del Sistema Informativo Comune di Cattolica Direzione del Sistema Informativo Relazione tecnica sulla scelta del fornitore per il software applicativo relativo alla gestione dei contratti e alla pubblicazione sull'albo pretorio

Dettagli

ALLEGATO L ELENCO PROGRAMMI IN USO DI CUI BRIANZACQUE E PROPRIETARIA DEL CODICE SORGENTE

ALLEGATO L ELENCO PROGRAMMI IN USO DI CUI BRIANZACQUE E PROPRIETARIA DEL CODICE SORGENTE ALLEGATO L ELENCO PROGRAMMI IN USO DI CUI BRIANZACQUE E PROPRIETARIA DEL CODICE SORGENTE 1 Come descritto nell allegato D nel corso degli ultimi 5 anni sono stati sviluppati ad hoc una serie di software

Dettagli

Premessa. Articolo 1 - Impegni dell Amministrazione Comunale

Premessa. Articolo 1 - Impegni dell Amministrazione Comunale Premessa L Amministrazione Comunale di Mariglianella, riconosciuta l importanza: - del coinvolgimento dei giovani, quale presenza attiva e propositiva, nell ambito delle iniziative di carattere sociale

Dettagli

COMUNE DI BARASSO (Provincia di Varese)

COMUNE DI BARASSO (Provincia di Varese) COMUNE DI BARASSO (Provincia di Varese) Approvate con delibera della Giunta Comunale n.30 del 18.05.2015 Linee guida per la disciplina di accesso e riutilizzo delle banche dati (open data) Redatte ai sensi

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLO SPORT E DEL TEMPO LIBERO REGOLAMENTO DELLA CONSULTA SPORTIVA. Art.1 Costituzione

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLO SPORT E DEL TEMPO LIBERO REGOLAMENTO DELLA CONSULTA SPORTIVA. Art.1 Costituzione REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLO SPORT E DEL TEMPO LIBERO REGOLAMENTO DELLA CONSULTA SPORTIVA Art.1 Costituzione Il Comune di Ozieri riconosce lo sport come servizio sociale e di volontariato e intende

Dettagli

Consorzio SIR Umbria - Centro di Competenza sull'open Source

Consorzio SIR Umbria - Centro di Competenza sull'open Source Regolamento per l organizzazione e il funzionamento del Centro di Competenza sull Open Source. Art. 1 - Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina l organizzazione e il funzionamento del Centro di competenza

Dettagli

COMUNE DI FANO Provincia di Pesaro e Urbino Segreteria Generale. Servizio di Regolarità Amministrativa e Contabile

COMUNE DI FANO Provincia di Pesaro e Urbino Segreteria Generale. Servizio di Regolarità Amministrativa e Contabile COMUNE DI FANO Provincia di Pesaro e Urbino Segreteria Generale Servizio di Regolarità Amministrativa e Contabile 2 referto semestrale attività svolta- anno 2014 Prot.n. 500 del 07 gennaio 2015 Al Presidente

Dettagli

Ministerial NEtwoRk for Valorising Activities in digitisation. Museo & Web CMS Una piattaforma open source per la gestione di siti web accessibili

Ministerial NEtwoRk for Valorising Activities in digitisation. Museo & Web CMS Una piattaforma open source per la gestione di siti web accessibili Ministerial NEtwoRk for Valorising Activities in digitisation Museo & Web CMS Una piattaforma open source per la gestione di siti web accessibili Il passo successivo: Museo & Web CMS Piattaforma opensource

Dettagli

STATUTO CON SEDE IN VENEZIA. Carattere, scopo, sede e mezzi della Deputazione. Art. 2. La Deputazione ha personalità giuridica e sede in Venezia.

STATUTO CON SEDE IN VENEZIA. Carattere, scopo, sede e mezzi della Deputazione. Art. 2. La Deputazione ha personalità giuridica e sede in Venezia. STATUTO DELLA DEPUTAZIONE DI STORIA PATRIA PER LE VENEZIE CON SEDE IN VENEZIA Carattere, scopo, sede e mezzi della Deputazione Art. 1. La Deputazione di storia patria per le Venezie è un associazione che

Dettagli

Allegato A REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E AL RIUTILIZZO DEI DATI PUBBLICI (OPEN DATA)

Allegato A REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E AL RIUTILIZZO DEI DATI PUBBLICI (OPEN DATA) Allegato A REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E AL RIUTILIZZO DEI DATI PUBBLICI (OPEN DATA) REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO

Dettagli

MCA nasce per ottimizzare i tempi ed aumentare la produttività.

MCA nasce per ottimizzare i tempi ed aumentare la produttività. MCA, ossia Multimedia Collaboration APP, è la soluzione di web collaboration contributiva e interattiva realizzata da HRC per apportare nuove funzionalità nella gestione di meeting e per poter condividere

Dettagli

COMUNE DI ROTTOFRENO PROVINCIA DI PIACENZA PIANO DELLA PERFORMANCE SEGRETERIA E AFFARI ISTITUZIONALI III QUADRIMESTRE 2013

COMUNE DI ROTTOFRENO PROVINCIA DI PIACENZA PIANO DELLA PERFORMANCE SEGRETERIA E AFFARI ISTITUZIONALI III QUADRIMESTRE 2013 COMUNE DI ROTTOFRENO PROVINCIA DI PIACENZA PIANO DELLA PERFORMANCE SEGRETERIA E AFFARI ISTITUZIONALI III QUADRIMESTRE 2013 ATTIVITA ORDINARIA Attività di supporto amministrativo e istituzionale finalizzate

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI IMPERIA

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI IMPERIA AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI IMPERIA Regolamento provinciale per la disciplina degli strumenti e delle metodologie per i controlli interni, ai sensi dell art. 3, comma 2, del d.l. 174/2012, convertito

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA CITTA DI ORBASSANO PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2012 2014 Indice Premessa pag. 3 1. Riferimenti normativi pag. 3 2. Finalità del Programma pag. 3 3 Il sito istituzionale del

Dettagli

GESTIONE COMUNICAZIONE E RELAZIONI CON IL PUBBLICO

GESTIONE COMUNICAZIONE E RELAZIONI CON IL PUBBLICO rev. 03 Data: 04-12-2012 pag. 1 11 SOMMARIO 1. PIANIFICAZIONE... 2 1.1. SCOPO DELLA PROCEDURA GESTIONALE... 2 1.2. OBIETTIVI E STANDARD DEL PROCESSO... 2 1.3. RESPONSABILITÀ E RISORSE COINVOLTE... 2 2.

Dettagli

Il software per il fund raising delle organizzazioni NON PROFIT

Il software per il fund raising delle organizzazioni NON PROFIT Il software per il fund raising delle organizzazioni NON PROFIT Cosa è: NP@Help nasce dall esperienza di AeB Solutions che mette a disposizione di associazioni e organizzazioni senza scopo di lucro uno

Dettagli

FORUM PROVINCIALE DELLA GIOVENTÙ

FORUM PROVINCIALE DELLA GIOVENTÙ FORUM PROVINCIALE DELLA GIOVENTÙ DI BENEVENTO REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO Titolo I Principi generali Art. 1 Il Forum della Gioventù della Provincia di Benevento è un organismo di partecipazione, rappresentanza

Dettagli

MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO

MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO Allegato A alla deliberazione n. 11 dell 08/06/2012 MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO 1. COMPITI E FINALITA

Dettagli

STATUTO CONSULTA GIOVANILE DI SAMUGHEO

STATUTO CONSULTA GIOVANILE DI SAMUGHEO STATUTO CONSULTA GIOVANILE DI SAMUGHEO FONTI NORMATIVE Le disposizioni contenute nel presente Statuto trovano il loro fondamento giuridico nell'art. 8 del D.Lgs. n. 267 del 18.08.2000 T.U. sull' Ordinamento

Dettagli

Area Amministrativa Emissione titoli di spesa Basso Emissione lasciapassare incasso denaro

Area Amministrativa Emissione titoli di spesa Basso Emissione lasciapassare incasso denaro CT SERVIZI SRL CON SOCIO UNICO IL COMUNE DI CAVALLINO TREPORTI Piano triennale di prevenzione della corruzione 2014 2015 2016 Art. 1 Oggetto e finalità Ai sensi della Legge 190/2012 Disposizioni per la

Dettagli

Applicazione: SOLDI Servizi Online per i Dipendenti

Applicazione: SOLDI Servizi Online per i Dipendenti Riusabilità del software Catalogo delle applicazioni Gestione Personale Applicazione: SOLDI Servizi Online per i Dipendenti Amministrazione: Università della Calabria Responsabile dei sistemi informativi

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2012-2013-2014

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2012-2013-2014 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2012-2013-2014 1 PREMESSA Con la redazione del presente Programma Triennale per la trasparenza e l integrità, di seguito denominato Programma,

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE PER LE PARI OPPORTUNITA' TRA UOMO E DONNA

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE PER LE PARI OPPORTUNITA' TRA UOMO E DONNA COMUNE DI CASALEONE Provincia di Verona REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE PER LE PARI OPPORTUNITA' TRA UOMO E DONNA Approvato con deliberazione di C.C. n. 46 del 16/11/2011 Modificato con: Delibera

Dettagli

p.geri@comune.pisa.it Telefono 050-910385 Direzione Sistemi Informativi UO automazione flusso documentale Personale e Sistemi informativi

p.geri@comune.pisa.it Telefono 050-910385 Direzione Sistemi Informativi UO automazione flusso documentale Personale e Sistemi informativi Titolo Dematerializzazione documentale Amministrazione Comune di Pisa Provincia Pisa Regione Toscana Sito Internet http://www.comune.pisa.it PEC comune.pisa@postacert.toscana.it Referente Geri Patrizio

Dettagli

PROTOCOLLO ELETTRONICO GESTIONE ELETTRONICA DEI DOCUMENTI GESTIONE ELETTRONICA DELL ARCHIVIO PROTOCOLLO ELETTRONICO

PROTOCOLLO ELETTRONICO GESTIONE ELETTRONICA DEI DOCUMENTI GESTIONE ELETTRONICA DELL ARCHIVIO PROTOCOLLO ELETTRONICO PROTOCOLLO ELETTRONICO GESTIONE ELETTRONICA DEI DOCUMENTI GESTIONE ELETTRONICA DELL ARCHIVIO PROTOCOLLO ELETTRONICO Lettere, fax, messaggi di posta elettronica, documenti tecnici e fiscali, pile e pile

Dettagli

Cresci quando hai bisogno con. Cosa si può fare con + FACILE. La Gestione Elettronica dei Documenti oggi è... Files elettronici. Documenti cartacei

Cresci quando hai bisogno con. Cosa si può fare con + FACILE. La Gestione Elettronica dei Documenti oggi è... Files elettronici. Documenti cartacei Cresci quando hai bisogno con + FACILE il software frutto della pluriennale esperienza nel campo dell archiviazione documentale, rappresenta la soluzione ideale per le aziende che necessitano di gestire

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE SUI CONTROLLI INTERNI

REGOLAMENTO COMUNALE SUI CONTROLLI INTERNI REGOLAMENTO COMUNALE SUI CONTROLLI INTERNI Articolo 1 OGGETTO 1. Il presente regolamento ha ad oggetto il sistema dei controlli interni come previsti dagli articoli 147 e seguenti del decreto legislativo

Dettagli

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni COMUNE DI SANTA GIUSTINA IN COLLE (PD) * * * Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni 1 CONTESTO La realizzazione del Piano di informatizzazione

Dettagli

Farmacie su internet. CONVEGNO U.F.I. 22 Novembre 2004. Mister Web S.r.l. 2004 1

Farmacie su internet. CONVEGNO U.F.I. 22 Novembre 2004. Mister Web S.r.l. 2004 1 Farmacie su internet CONVEGNO U.F.I. 22 Novembre 2004 Mister Web S.r.l. 2004 1 Benvenuti nella Web Agency di Mister Web Seguiamo l azienda in ogni fase, dalla progettazione alla segnalazione sui principali

Dettagli

DA-TE + controlli: l applicativo per il controllo successivo di regolarità amministrativa e contabile gli atti

DA-TE + controlli: l applicativo per il controllo successivo di regolarità amministrativa e contabile gli atti DirezionePA è un nuovo portale web di strumenti e servizi per la Pubblica Amministrazione (PA). Il suo scopo primario è quello di supportare la direzione degli Enti Locali (Segretari, Direttori Generali,

Dettagli

COMUNE DI MONTJOVET REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ONLINE

COMUNE DI MONTJOVET REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ONLINE COMUNE DI MONTJOVET REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ONLINE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 16 del 24 marzo 2014 1 INDICE Art. 1 Oggetto del Regolamento... 3 Art. 2

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2012-13-14

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2012-13-14 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2012-13-14 Le modifiche normative intervenute, nell ambito dell ampio programma di riforma della Pubblica Amministrazione, impongono agli Enti Locali

Dettagli

Città di Portogruaro Provincia di Venezia REGOLAMENTO REGISTRO COMUNALE DELLE LIBERE FORME ASSOCIATIVE

Città di Portogruaro Provincia di Venezia REGOLAMENTO REGISTRO COMUNALE DELLE LIBERE FORME ASSOCIATIVE Città di Portogruaro Provincia di Venezia REGOLAMENTO REGISTRO COMUNALE DELLE LIBERE FORME ASSOCIATIVE Approvato con deliberazione del C.C. n. 120 del 28.11.2005 1 INDICE Titolo I - Registro delle associazioni

Dettagli

Comune di Montagnareale Provincia di Messina

Comune di Montagnareale Provincia di Messina REGOLAMENTO PER LA NOMINA ED IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE PER L ESAME DELLE NORME REGOLAMENTARI DELL ENTE INDICE Art. 1 - Oggetto del regolamento- definizioni. Art. 2 - Composizione,

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2015-2017. (Ai sensi del decreto legislativo n. 33/2013) Prot. n. 521/U/2014

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2015-2017. (Ai sensi del decreto legislativo n. 33/2013) Prot. n. 521/U/2014 Prot. n. 521/U/2014 Ferrara, 18 dicembre 2014 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2015-2017 (Ai sensi del decreto legislativo n. 33/2013) Documento approvato con delibera del Consiglio

Dettagli

REGOLAMENTO. PER L ISTITUZIONE E FUNZIONAMENTO DEL FORUM DELLE ASSOCIAZIONI e FONDAZIONI (APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N.

REGOLAMENTO. PER L ISTITUZIONE E FUNZIONAMENTO DEL FORUM DELLE ASSOCIAZIONI e FONDAZIONI (APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N. REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E FUNZIONAMENTO DEL FORUM DELLE ASSOCIAZIONI e FONDAZIONI (APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N. 21 DEL 02/08/07) INDICE ARTICOLO 1 - FORUM DELLE ASSOCIAZIONI FINALITA ARTICOLO

Dettagli

COMUNE DI CASTROCARO TERME E TERRA DEL SOLE Provincia di Forlì Cesena

COMUNE DI CASTROCARO TERME E TERRA DEL SOLE Provincia di Forlì Cesena Originale COMUNE DI CASTROCARO TERME E TERRA DEL SOLE Provincia di Forlì Cesena DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE Numero: 116 Data: 11/12/2012 OGGETTO: PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA COMMUNE DE GRESSAN REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA Approvazione deliberazione del Consiglio comunale n. 10 del 13/01/2012 del Consiglio comunale n. del Art.

Dettagli

COMUNE DI MOLVENA PROVINCIA DI VICENZA

COMUNE DI MOLVENA PROVINCIA DI VICENZA COMUNE DI MOLVENA PROVINCIA DI VICENZA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012/2014 Approvato con delibera di G.C. n. 40 del 03/08/2012 SOMMARIO ART. 1 INTRODUZIONE: ORGANIZZAZIONE E

Dettagli

26/09/13 Soluzioni di Riuso

26/09/13 Soluzioni di Riuso Soluzione RIUSO378 Sistema Informativo della Formazione Professionale e del Lavoro (SIFPL) proposta da Regione Piemonte Sezione 1 - Amministrazione proponente e soluzione proposta Tipologia di Amministrazione

Dettagli

Mettiamoci la Faccia DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA UFFICIO PER LA MODERNIZZAZIONE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

Mettiamoci la Faccia DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA UFFICIO PER LA MODERNIZZAZIONE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Mettiamoci la Faccia DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA UFFICIO PER LA MODERNIZZAZIONE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI 1 PARTE I CARATTERISTICHE E OBIETTIVI DI METTIAMOCI LA FACCIA 2 OBIETTIVI DELL INIZIATIVA

Dettagli

REGOLAMENTO DEL GNU/LINUX USER GROUP PERUGIA

REGOLAMENTO DEL GNU/LINUX USER GROUP PERUGIA REGOLAMENTO DEL GNU/LINUX USER GROUP PERUGIA Il seguente regolamento contiene le norme attuative per la vita sociale dell'associazione di promozione sociale "GNU/Linux User Group Perugia". Esso discende

Dettagli

CLS Citiemme Lotus Suite

CLS Citiemme Lotus Suite CLS Il pacchetto CLS v1.0 () è stato sviluppato da CITIEMME Informatica con tecnologia Lotus Notes 6.5 per andare incontro ad una serie di fabbisogni aziendali. E' composto da una serie di moduli alcuni

Dettagli

STATUTO DEL FORUM PER LE POLITICHE GIOVANILI DELLA CITTA DI GROSSETO

STATUTO DEL FORUM PER LE POLITICHE GIOVANILI DELLA CITTA DI GROSSETO STATUTO DEL FORUM PER LE POLITICHE GIOVANILI DELLA CITTA DI GROSSETO Art. 1 Istituzione ed impegni dell Amministrazione Comunale Il Consiglio Comunale di Grosseto, riconosciuta l importanza di coinvolgere

Dettagli

CON LA CARTA DEI SERVIZI, I NOSTRI UTENTI SONO SEMPRE AL CENTRO DELLE NOSTRE ATTENZIONI.

CON LA CARTA DEI SERVIZI, I NOSTRI UTENTI SONO SEMPRE AL CENTRO DELLE NOSTRE ATTENZIONI. CARTA DEI SERVIZI La qualità del servizio nei confronti dell Utente e la soddisfazione per l utilizzo delle soluzioni sono obiettivi strategici per Sistemi. Le soluzioni software Sistemi, siano esse installate

Dettagli

www.ic16verona.gov.it Relazione A.S. 2012-2013

www.ic16verona.gov.it Relazione A.S. 2012-2013 www.ic16verona.gov.it Relazione A.S. 2012-2013 Statistiche, linee di lavoro, considerazioni finali circa la gestione 2012-2013 del sito web dell IC 16 Valpantena. Mariacristina Filippin 14 giugno 2013

Dettagli

La piattaforma per la gestione elettronica documentale integrata

La piattaforma per la gestione elettronica documentale integrata Tutti noi prendiamo decisioni, facciamo valutazioni, pianifichiamo strategie basandoci sulle informazioni in nostro possesso. Il tempo è una risorsa preziosa, ottimizzarlo rappresenta un obiettivo prioritario.

Dettagli

Soluzione RIUSO199. CiTel proposta da Comune di Pisa

Soluzione RIUSO199. CiTel proposta da Comune di Pisa Soluzione RIUSO199 CiTel proposta da Comune di Pisa Sezione 1 - Amministrazione proponente e soluzione proposta Tipologia di Amministrazione proponente: Comune Regione dell'amministrazione: Toscana Ambito/i

Dettagli

OLIDALMINE SISTEMI S.N.C. - via Buttaro 4/e - 24044 Dalmine BG - Tel. 035.56.12.01 - Fax 035.56.61.84 - info@olidalmine.it

OLIDALMINE SISTEMI S.N.C. - via Buttaro 4/e - 24044 Dalmine BG - Tel. 035.56.12.01 - Fax 035.56.61.84 - info@olidalmine.it OLIDALMINE SISTEMI s.n.c. è lieta di presentare un software di essenziale importanza per la gestione della attività eseguite dai tecnici dei Comitati Paritetici Territoriali durante le visite per il controllo

Dettagli

24/09/13 Soluzioni di Riuso

24/09/13 Soluzioni di Riuso Soluzione RIUSO330 Il sapere on-line proposta da Servizi Implementati Nome Servizi automatizzati Destinazione per l'amministrazione Sezione 1 - Amministrazione proponente e soluzione proposta Tipologia

Dettagli

ALLEGATO "A" al REPERTORIO NUMERO 181361/50199 STATUTO DELLA "FONDAZIONE PER IL LIBRO, LA MUSICA E LA CULTURA" Art. 1 - DENOMINAZIONE Esiste una

ALLEGATO A al REPERTORIO NUMERO 181361/50199 STATUTO DELLA FONDAZIONE PER IL LIBRO, LA MUSICA E LA CULTURA Art. 1 - DENOMINAZIONE Esiste una ALLEGATO "A" al REPERTORIO NUMERO 181361/50199 STATUTO DELLA "FONDAZIONE PER IL LIBRO, LA MUSICA E LA CULTURA" Art. 1 - DENOMINAZIONE Esiste una fondazione denominata "FONDAZIONE PER IL LIBRO, LA MUSICA

Dettagli

PROVINCIA DI BARLETTA-ANDRIA-TRANI REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI

PROVINCIA DI BARLETTA-ANDRIA-TRANI REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI PROVINCIA DI BARLETTA-ANDRIA-TRANI REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 3 del 11 Marzo 2013 Sommario TITOLO I PRINCIPI E FINALITÀ...1 ART. 1 (Finalità)...1

Dettagli

Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione. Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione. Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE -1- PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli