lucaniazurigo per conoscere per ricordare per spiegare

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "lucaniazurigo per conoscere per ricordare per spiegare"

Transcript

1 A1, N Circolo Lucano di Zurigo lucaniazurigo 1 lucaniazurigo per conoscere per ricordare per spiegare Basilicata è... Basilicata è... essere meno di 600mila abitanti sparsi su un territorio di 10mila chilometri quadrati e 131 comuni, 97 dei quali contano meno di cinquemila residenti. Basilicata è... i ragazzi che tornano a partire, quelli che non riescono a costruire una famiglia, i giovani che la lavorano precariamente nonostante talenti e competenze (come i circa centro ricercatori precari dell'ateneo lucano). Basilicata è... gli anziani rimasti soli a presidiare paesi a rischio di futuro. Basilicata è... un territorio dove nel terzo millennio ci sono ancora città senza treno (Matera) e nel quale, come è accaduto all'uomo partito da Rionero, un viaggio può significare ritardo di tre giorni e aggravio di costi. Basilicata è... lo sforzo per tenere in equilibrio ambiente, paesaggi, petrolio, un'industria dall'incerto decollo, un'agricoltura in permanente emergenza per le avversità che vengono dal cielo e dai governi. Basilicata è... una regione che, da anni, ha deciso di giocarsi le carte di una possibile emancipazione; di perseguire uno sviluppo con Un anno di più quel che ha (che non è poco se si pensa alle risorse del territorio, storia, cultura, tradizioni). E nonostante quello che ha (gli svantaggi cronici da cui parte). Basilicata è... la consapevolezza di essersi conquistata, nel tempo, una buona reputazione che rende questa regione particolare e diversa rispetto ad altre realtà del Mezzogiorno. Non migliore per via dei geni, ma semplicemente differente. Da sempre refrattaria ai tentativi di attecchimento di mafie e simili. Senza santi e senza navigatori, ma piena di donne, uomini e giovani che credono in un futuro possibile. Ciò non esclude che qui, come altrove, possano determinarsi guasti. Ma riguardano eventualmente singole responsabilità, non certo la comunità nel suo insieme. Una comunità legata da forte spirito di identità: fra chi vive in Basilicata e fra i lucani dell'esodo sparsi per il mondo. Le comunità si possono capire o non capire. Ma nessuno ha titolo per denigrarle a prescindere. GdM all interno in questo numero Notizie dal Circolo 2 I borghi più belli d Italia 2 Miti e leggende 2 Notizie dalla Federazione 3 Personaggi famosi 3 Notizie dalla Regione 4, 5 Aree archeologiche lucane 4 Miti e leggende 5 Progetti 6 Eventi prossimi in Lucania 6 Cultura 7 Scritti da voi 7 Il Circolo informa 8 A sorpresa 8 Odori e sapori 8 Impressum, fonti 8 Via Melfi, 30 Via P. del Balzo, Venosa(PZ) (0039) E' stato difficile decidere di far rinascere il Circolo Lucano, perché quando una cosa muore, di solito, se ne va attorniata da tristi commenti e malumori, ma soprattutto quando una cosa muore è perché non interessa più a molti. Così rinnovare e riappassionare, per tornare ad incontrarci, sono stati gli o- biettivi principali, di questo anno di lavoro, per riuscire a creare una reale comunità di scambio, dove il Circolo non sia un'associazione marginale ed impositiva, ma un mezzo per stare insieme. Abbandonare il passato, dimenticarlo in pace, e ricominciare da un nuovo inizio. Di quest'anno trascorso restano tanti documenti e una piena consapevolezza di quello che significa essere associazione, quali sono gli oneri, quali sono i limiti e le collaborazioni a cui aspirare, ma soprattutto quali sono le potenzialità di un gruppo; abbiamo scoperto come ciascuno di noi avesse idee, progetti e soprattutto la capacità di realizzarli, abbiamo visto, giorno dopo giorno, come si iniziasse ad uscire dai propositi e tutto diventasse concreto. Abbiamo lavorato quasi un lungo anno, senza sapere se alla fine avreste risposto positivamente o meno. Con tanti dubbi, abbiamo preso tante decisioni, all'apparenza giuste. Il fatto che ci sono di nuovo una parte dei soci, ci incoraggia, ma dovete interagire con noi, farci sapere, partecipare, commentare, guidarci in una direzione o in un'altra. Un grazie, va a tutti coloro, che abbiamo incontrato, alle varie riunioni, su internet, negli uffici ed ovunque abbiamo parlato del Circolo, e hanno dato un'idea, un impulso, un aiuto, sempre consistente e vantaggioso. Un grazie va a chi, a casa, ha sopportato che molti weekend e serate fossero occupati dal Circolo e anche molte delle nostre frasi (chi vi scrive crede di aver pronunciato la parola "Circolo Lucano" con una media di centomila volte al giorno... per questo lungo anno). I doverosi ringraziamenti alla fine, vanno sempre a voi soci. Che quello che inizi, sia un anno positivo e ricco, come quello ancora trascorso, che si migliori ancora e che, aldilà delle scartoffie, possiamo trascorrere sul serio un po' di tempo insieme. si ringraziano i seguenti sponsor per il supporto Italia-Svizzera in BUS Per informazioni CH Zullino Stefania mi di sicurezza informatici per banche ed assicurazioni nell area di Zurigo. Autoreparaturen aller Marken / An und Verkauf Schaffhauserstr Zürich Enrico Langone )scip ag( dal 2002 si occupa dell analisi e revisione di sistehttp://www.scip.ch/

2 lucaniazurigo 2 Notizie dal Circolo Gli ultimi tre mesi del Direttivo Il Direttivo del Circolo si è incontrato il 13 gennaio ed il 9 febbraio. Il 17 marzo si è tenuto l'incontro dei Soci. Nella seduta del 13 febbraio sono state discusse le modalità di partecipazione alla proiezione del film "Lucania storia infinita". In quella del 9 febbraio è stato definito il programma degli eventi per il 2007, che è riportato a pagina 8. È stato, inoltre, fatto il punto sullo stato del tesseramento, per il quale vi rimandiamo all'articolo dedicato. Il Circolo in Internet Il Circolo Lucano di Zurigo diventa un approdo per internauti. A conclusione del progetto "Rinascita", iniziato nel marzo 2006, che ha portato ad una ristrutturazione del Circolo e all'offerta di nuovi servizi, il risultato di tutto il lavoro viene messo a disposizione della comunità lucana e non, zurighese e non. Questo sito raggiungibile all indirizzo ha principalmente lo scopo di abbattere i costi di comunicazione fra i membri del Circolo, fino ad ora limitata alla spedizione cartacea. D'ora in poi le notizie, da quelle più importanti a quelle meno importanti, saranno rintracciabili su questo portale. Contemporaneamente il lavoro del Direttivo sarà più trasparente. In una sezione dedicata, infatti, saranno riportati sommariamente i punti trattati durante le varie sedute e le decisioni prese. C'e', inoltre, una sezione di discussione. Questa è rivolta, principalmente, a coloro che vogliano interagire dicendo la loro sui vari temi proposti - o proporne di nuovi - senza necessariamente dover partecipare a riunioni. Il portale è là, è per noi tutti: usiamolo. Tesseramento: un po' di cifre Come tutti voi ben sapete, nel 2004 il Circolo fu "sospeso" a causa della scarsissima partecipazione dei soci. Nella primavera del 2006 alcuni di noi si sono ritrovati e hanno cercato di rimetterlo in moto. È trascorso un anno, l'obiettivo era di riavviare il tesseramento dei soci, sondare la presenza o meno di interesse per questo genere d'attività e programmare degli eventi che fossero interessanti, se non proprio utili, ai corregionali. Il nostro primo passo è stato quindi incentrato sui nostri soci. La lista dei Lucani zurighesi ricevuta agli atti, contava ca. 120 nominativi, non tutti interessati a ricevere nostre comunicazioni, tanto meno a partecipare. Ci siamo dunque armati di pazienza e abbiamo contattato telefonicamente, uno per uno, i componenti della lista. Come c'era da aspettarsi abbiamo riscontrato interessati e non che, chi con modi garbati chi meno, c'hanno chiesto di essere depennati dalla lista. A fine febbraio abbiamo riassunto i risultati del tesseramento e vi presentiamo le cifre: gli invitati alla Assemblea Generale 2006 sono stati 107, contatti telefonici: 80 di questi: interessati 21, tesserati 20, da cancellare 35. Degli in- teressati, che hanno ricevuto le comunicazioni spedite a Natale 2006, si sono tesserati fino ad ora in quattro. Ri sul t a t i di Kont a k t su 10 5 i ndi r i z z i non raggiunt o cancellato tesserato interessato Il totale dei soci tesserati per l'anno risulta, allo stato attuale, di 27 di cui 10 tessere famiglia e 17 singole. Uno degli scopi principali del prendere contatto con i nominativi sulla lista è stato quello di risparmiare sulle spedizioni; fra i nostri progetti c'è lucaniazurigo, ovvero ciò che avete per le mani in questo momento, che ricevete con cadenza trimestrale; con tutta la buona volontà, spedirlo a 100 persone costa, ogni trimestre, circa 120. CHF, ovvero 480. CHF all'anno. Non è compatibile con le nostre risorse. Spedendolo soltanto ai soci i costi sono perlomeno ammortizzati, abbiamo quindi deciso di raddoppiare lo spazio e portarlo a 8 pagine. Saremo lieti, in ogni caso, di sentire il vostro parere e i vostri suggerimenti sui contenuti. A fine anno pubblicheremo il bilancio del Circolo, nel frattempo un grazie di cuore per il vostro sostegno. Il portale della Federazione Dopo circa venti anni d esistenza la Federazione Lucana in Svizzera apre un portale internet per i Lucani in Svizzera e in Europa. Con questo la Federazione vuole aprire la porta a tutti i compaesani i borghi più belli d Italia Castelmezzano Presidio Turistico APT-Pro Loco Le dolomiti Lucane di Castelmezzano : tel Uff.Turismo: tel Siti utili: Castrum Medianum, cioè "castello di mezzo", si chiamava la fortezza normanna posizionata a metà strada tra i castelli di Pietrapertosa e di Brindisi Montagna. I primi reperti sono databili intorno al VI-V secolo a.c. quando i Greci si spinsero nella valle del Basento e fondarono Maudoro ("mondo d'oro"). Verso l'anno mille le scorrerie dei Saraceni spinse gli abitanti ad arroccarsi su rocce a strapiombo per potersi meglio difendere. I Normanni vi costruirono poi un castello facendo prosperare il borgo fino all'arrivo degli Angioini, con i quali inizia la decadenza. Dal 1300 in poi il feudo cambia proprietà (e diocesi) più volte fino all'estinzione del potere feudale, nel Nel XIX secolo il brigantaggio trovò nascondigli ideali in queste zone; verso la fine dello stesso secolo fu forte l emigrazione verso le americhe. Borgo suggestivo data la sua posizione, con un continuo affiorare della pietra nuda e spettacolari paesaggi che sbucano all'improvviso. Diverse Chiese antiche conservano altrettante opere; molti anche i palazzi gentilizi, dimore dei diversi proprietari. Infine da non perdere i resti del fortilizio normanno.

3 lucaniazurigo 3 Notizie dal Circolo Questo portale non t informerà soltanto su tutti gli eventi delle Associazioni Lucane in Svizzera, ma anche su notizie della tua terra natia. L indirizzo del portale è Congresso della Federazione Associazioni Lucane in Svizzera Il 28 gennaio 2007 si è tenuto a Winterthur il terzo Congresso della Federazione Associazioni Lucane in Svizzera. Scopo principale dei lavori è stata l'elezione del Consultore alla Regione Basilicata per il quadriennio La figura del Consultore è normata nella legge Costitutiva della Commissione dei Lucani all'estero (Legge 21 febbraio 199-0, n. 6) e modificata dalla Disciplina generale degli interventi in favore dei lucani all'estero (Legge Regionale 3 maggio 2002, n. 16) e ne definisce il ruolo come segue: "un rappresentante degli emigrati per ciascun Paese Europeo ed extra Europeo la cui federazione o associazione annoveri almeno trecento iscritti. Il rappresentante è eletto dal Congresso Nazionale dei Delegati nominati nelle Assemblee delle Associazioni Lucane iscritte all'albo Regionale" (art.5, 1, c). I lavori, grazie anche all'ottima organizzazione, si sono svolti puntualmente e sono stati suddivisi un due fasi principali: in mattinata si sono svolti gli interventi dei vari ospiti, fra cui il Vice Ministro degli Esteri Sen. Franco Danieli, e la presentazione dei due candidati: Donato Puntillo (Affoltern am Albis), Consultore uscente e Francesco Blumetti (Berna); la mattinata si è conclusa con la votazione. Dopo il pranzo, sono seguiti gli interventi dei rappresentanti delle varie associazioni e a conclusione la lettura dei risultati dello scrutinio che ha visto l'elezione a Consultore di Francesco Blumetti per 50 voti contro 19 attribuiti a Donato Puntillo. Le rivendicazioni rilevate nei vari interventi possono riassumersi in tre punti principali: a) richiesta di voto all'estero per le Elezioni Amministrative regionali e comunali entro il 2009; b) pagamento dall'estero delle varie tasse comunali; c) adeguamento delle aliquote ribassate per gli emigranti in tutti i Comuni della regione. Ci dispiace lamentare l'assenza di una controparte istituzionale regionale al più rappresentativo degli eventi per la comunità lucana in Svizzera. A rappresentare la Regione c'era, purtroppo, soltanto il gonfalone; la presenza del Sindaco di San Fele Donato Sperduto, rappresentare dell'anci, seppur lodevole non può sopperire alla latitanza dei membri della Commissione per i Lucani all'estero, recentemente insediatasi, tantomeno le dovute lettere di scuse. Gli ultimi tre mesi della Federazione Nel primo trimestre gli incontri della Federazione Associazioni Lucane in Svizzera sono stati due: il 28 gennaio 2007, a Winterthur si è tenuto il Congresso di Federazione con l'elezione del Consultore alla Regione, e il 10 febbraio 2007 alla Casa d'italia di Zurigo la riunione del Consiglio di Federazione. Circa il Congresso vi rimandiamo all'apposito articolo. La riunione del 10 febbraio è stata incentrata sulla elaborazione del Congresso; diverse associazioni hanno sottoposto varie questioni principalmente riguardo la mancanza di una rappresentanza politica che porterà ad una protesta formale presso la Commissione dei Lucani all'estero. Si sono definiti gli ultimi dettagli per la proiezione del film "Lucania storia infinita", organizzato e sovvenzionato dalla Federazione. Si è avviato uno studio di fattibilità per uno scambio culturale con la Regione al fine di portare in Svizzera un gruppo scolastico per una rappresentazione teatrale e contemporaneamente per una visita a Zurigo e dintorni. È stato presentato il progetto giovinelucania, per il quale vi rimandiamo all'articolo. Collaborazione Cerchiamo collaboratori per i vari progetti: portale-internet, lucaniazurigo, traduzioni italiano-tedesco. Non necessariamente a tempo indeterminato, si potrebbe collaborare anche a progetto. Chiunque sia interessato può contattare il Direttivo per maggiori informazioni. Grazie! Francis Ford Coppola Figlio di Carmine Coppola noto musicista jazz di Detroit. Francis studiò cinematografia alla UCLA, dove durante la sua permanenza realizzò numerosi cortometraggi e film brevi. Verso la fine degli anni '60, iniziò la sua carriera professionistica realizzando film a basso budget con Roger Corman e iniziò a scrivere sceneggiature. Regista ricordato soprattutto per la trilogia de "Il Padrino", ha firmato capolavori quali "Apocalypse Now", The Outsider, Cotton Club ed innumerevoli altri corto/lungo-metraggi. Con l'italia, e con la Basilicata in particolare, i rapporti di Coppola sono strettissimi: la famiglia del regista è originaria di Bernalda, un centro di 12 mila abitanti in provincia di Matera. Agostino, il nonno di Francis, emigrò da Bernalda all'inizio del Novecento e Coppola, che è nato a Detroit nel Michigan nel 1939, di Bernalda è cittadino onorario dalla fine degli anni Ottanta; ci viene spesso in vacanza approfittando anche delle spiagge della vicina Metaponto sullo Ionio. Il regista, in Basilicata e soprattutto nel metapontino, ha un progetto di rilancio della zona. Invitato da "Sensi Contemporanei", un'iniziativa che nasce dalla collaborazione tra ministeri dell'economia, Beni Culturali e Biennale di Venezia per promuovere la cultura del Sud, il cineasta americano annuncia: "A Bernalda, paese dei miei nonni, voglio ristrutturare un antico palazzo e trasformarlo in albergo esclusivo. Ma intendo anche dare impulso al centro di formazione per sceneggiatori, scrittori di teatro, musicisti e artisti che sorge a Torremare, nei pressi di Metaponto". Un grazie per quanto ci ha dato fino ad ora e buon lavoro! personaggi di origine lucana

4 lucaniazurigo 4 Notizie dalla Regione Finanziaria 2007 il 27 gennaio 2007 il Consiglio Regionale, dopo un dibattito durato due giorni (e due notti), causato dall'approvazione di un maxi-emendamento presentato dalla Giunta, ha approvato la Legge Finanziaria Regionale per il 2007 per un importo totale di 3 miliardi e 435 milioni di euro. Sedici i voti favorevoli e sei contrari, fra cui quelli di Rif.Comunista, partito di maggioranza. Il dispositivo si concentra principalmente sui seguenti temi: Sanità: Ricollocazione organizzativa di alcune strutture sanitarie. Nuove modalità per l'assunzione degli autisti soccorritori e l'inquadramento dei medici del 118. Composizione e funzionamento delle commissioni mediche per l'accertamento delle invalidità. Indebitamento: Il limite massimo di indebitamento per il 2007 è stato fissato in 98, 2 milioni di euro. Università: Rapporti con l'università per verificare la fattibilità e l'impatto presso l'ateneo, di una facoltà di medicina e chirurgia. Territorio: Fondo di coesione interna a favore dei piccoli comuni che passa da 1.5mio a 4.5mio. Riforma del trasporto pubblico locale. Sostegno finanziario al parco della Grancia. 43 mio di euro per un piano triennale di riforestazione. 76mio provenienti dal fondo per le aree sottosviluppate, vengono messe a disposizione per le politiche infrastrutturali. Scuola: Piano di sostegno triennale per le scuole materne: 300mila nel 2007, 500mila nel 2008 ed altrettanti nel Ciò permetterà a molte strutture comunali o religiose parificate statali di continuare nella loro opera. Sviluppo: 54.9 mio stanziati per l'imprenditoria, cifra destinata ad aumentare (lo scorso anno era di 161 mio ) appena si potrà contare sui fondi UE. Per le politiche del lavoro vengono stanziati 9.5mio, mentre per la formazione professionale 48, 1mio. Il fondo antiusura e antiracket passa da 20mila a 200mila, viene quindi aumentato di dieci volte, in cofinanziamento con il fondo nazionale che ha assegnato alla regione 1.2mio. Pisticci destinato a diventare il primo aeroporto lucano Voli di linea in Basilicata dal La pista verrà allungata di 200mt in modo da poter accettare aerei turboelica con capienza da 100 posti (ad. es. Atr7-2). Ulteriori interventi di contorno (sicurezza, parcheggio, segnaletica) completeranno l'opera nel corso del prossimo anno. La pista "E.Mattei" diventerà il primo aeroporto lucano, la cui mancanza lamentiamo da tempo. Al momento siamo costretti all'atterraggio a Capodichino e a raggiungere scomodamente i nostri paesi in tempi improponibili. L'esperienza insegna che un trasferimento Basilea-Potenza dura all'incirca 10 ore (porta-porta); da Zurigo le cose non cambiano di molto. Tutto questo necessitando di un appoggio familiare per "l'ultimo miglio", senza il quale la trasferta s'allungherebbe ulteriormente. Molto c'è da fare per rendere le persone libere di muoversi usando i mezzi pubblici. L'aeroporto va nella direzione auspicabile; c'è da sperare che non venga ostacolato da tariffe od orari fuori da ogni logica. Nuova disciplina del Difensore Civico Regionale. Legge Regionale N. 5 del Con questa nuova legge si dà alla figura del Difensore Civico, introdotta in Basilicata vent'anni fa, più precise funzioni e maggiore autonomia. Tra i passaggi più significativi della legge, la definizione del difensore civico quale "autorità monocratica, autonoma e indipendente", preposta alla tutela non giurisdizionale dei diritti e degli interessi delle persone e dei cittadini. Il Difensore Civico della Regione, Silvano Micele, ha affermato che "l'approvazione della legge è anche il modo più concreto e degno di celebrare il ventennale della difesa civica in Basilicata" e di come essa produca "importanti innovazioni e dimostri come la difesa civica sia entrata nella cultura istituzionale della nostra Regione". L'estratto dall'articolo 3 della legge definisce i compiti del Difensore civico: 1. Il Difensore Civico è promotore della buona amministrazione. 2. Il Difensore Civico interviene, per la tutela dei soggetti, individuati al precedente articolo 2, comma 1, che abbiano diretto interesse in riferimento a provvedimenti, atti, fatti, comportamenti ritardati, omessi o comunque irregolarmente compiuti da Uffici o servizi degli Enti, organi o soggetti di cui al seguente articolo Il Difensore Civico contribuisce a rafforzare la tutela dei soggetti deboli e svantaggiati intervenendo, in particolare, Area archeologica di Metaponto aree archeologiche lucane L'Area archeologica di Metaponto è un sito archeologico costituito dagli scavi dell'antica città di Metaponto, in Lucania, nel territorio del comune di Bernalda (MT). Il parco archeologico è alle spalle del Museo Archeologico Nazionale di Metaponto, dove sono custoditi molti dei reperti lì rinvenuti, a ridosso della Statale 106 Jonica. Le testimonianze di maggior rilievo del sito sono l' antiquarium (una struttura ottagonale), il teatro, il castro romano, l' agorà cittadina, la necropoli, i templi di Apollo Licio, Demetra, Afrodite e il monumento sicuramente più celebre sono le Tavole Palatine, tempio dedicato ad Hera. Nell'area sacra sono situati il tempio di Atena, il tempio di Apollo e il tempio di Hera, tutti in stile dorico costruiti intorno al 570 a.c.. Il tempio di Afrodite è stato invece edificato intorno al 470 a.c. in stile ionico. Davanti agli ingressi dei templi sono situati gli altari con vari elementi decorativi. A est si sviluppa il muro di protezione dell'area sacra che la separa dall'agorà dove è situato il teatro alle cui spalle si erge l'altare dedicato a Zeus. A sud è invece posto un ampio portico e un recinto trapezoidale con i resti di due imponenti strutture, identificato da alcuni storici come luogo dedicato alla predizione alla religiosità misterica e visitato anche dallo sciamano Aristeas. La città è protetta da una cinta muraria del VI secolo a.c. dotata di ingressi monumentali. Indirizzo: Località Metaponto, Strada Statale 106, Giorni e orario d'apertura: 9 - un'ora prima del tramonto per l'area archeologica. Chiusura settimanale: lunedì mattina. Costo del biglietto: 2, 50.

5 lucaniazurigo 5 Notizie dalla Regione nei settori e nelle strutture della Pubblica Amministrazione che svolgono compiti ed erogano servizi in favore di anziani, minori, adolescenti, ragazze madri, separati con prole, soggetti portatori di handicap, tossicodipendenti, stranieri residenti o con permesso di soggiorno. 4. Il Difensore Civico interviene per garantire il rispetto delle pari opportunità uomo-donna e la non discriminazione in base al sesso, alla razza, alla lingua, alla religione ed alle opinioni politiche. 5. Il Difensore Civico presta assistenza e consulenza, in base alla presente legge, alle Associazioni dei Lucani all Estero ed agli immigrati residenti in Basilicata. Questa figura è dunque preposta al controllo del funzionamento della Pubblica Amministrazione della nostra Regione; è particolarmente importante per noi all'estero in quanto direttamente raggiungibile per le nostre Associazioni. Fondi al Comune di Matera per recupero Sassi "Rimuovere le principali situazioni di degrado presenti all interno dei rioni Sassi di Matera. Nel tentativo di non vanificare quanto già speso nella valorizzazione dell'area dei Sassi, la Regione (Programma operativo regionale) stanzia 100'000 euro potenziando i servizi indispensabili e rendere più gradevole il soggiorno. A maggio torneranno in Basilicata le spoglie di Passannante La vicenda della traslazione dei resti anatomici di Giovanni Passannante, dal Museo Criminologico, dove sono conservati dal 1931, al Comune di Savoia di Lucania, inizia nei primi mesi del 1998, allorquando un comitato composto da cittadini del centro lucano, promuove delle iniziative per rientrare in possesso del cranio e dell'encefalo di Passannante per sottrarli ad un ingiusta collocazione che, secondo il comitato, "criminalizza la memoria dell anarchico. In seguito a questa iniziativa vengono presentate due interpellanze parlamentari che chiedono al Ministro della Giustizia di intervenire in favore della richiesta avanzata dal comitato e si registrano analoghe iniziative da parte di consiglieri regionali della Basilicata. Passannante era un cuoco, nato a Savoia di Lucania, di simpatie anarchiche. Il 17 novembre 1878 tentò di colpire con un coltello il re Umberto I in visita a Napoli. Fallito l'attentato, l'anarchico fu arrestato, processato e condannato a morte. Successivamente fu graziato e condannato all'ergastolo (per un breve periodo fu rinchiuso all'ergastolo di Santo Stefano) e poi inviato al manicomio criminale di Montelupo Fiorentino, dove rimase internato fino alla morte, verificatasi nel Le inumane condizioni di vita in cui fu tenuto Passannante determinarono una degenerazione psichica del soggetto il quale, durante l internamento, continuò a produrre scritti e memorie (alcuni documenti originali sono esposti al Museo Criminologico) con particolari contenuti. Alla sua morte il cadavere fu sottoposto ad autopsia. A quel tempo era prassi sottoporre ad autopsia i cadaveri di coloro che decedevano in carcere o nei manicomi, secondo una disposizione introdotta già dal 1874 dal direttore generale delle carceri Martino Beltrani Scalia, riproposta poi nel Regolamento carcerario del 1891, allo scopo di fornire alla scienza materiale per lo studio dell'uomo delinquente. Passannante, quindi, come centinaia di altri sventurati morti nelle carceri e nei manicomi, fu sottoposto ad autopsia e il cranio e l'encefalo sezionati per verificare la presenza di anomalie biologiche che, si presumeva, erano state la causa del reato, considerato tra i più gravi, se non il più, che un essere umano potesse compiere all epoca. A seguito dell'autopsia i resti di Passannante furono conservati, fino all'apertura del Museo Criminale (il museo assumerà la denominazione Criminologico nel 1975) presso l'istituto di medicina legale dell'università di Roma. Ceduti all Amministrazione penitenziaria, i resti del cuoco di Savoia furono esposti nella sezione dedicata al pensiero di Lombroso che, nell'allestimento degli Anni Trenta e fino al nuovo impianto del 1994, si limitava a presentare i reperti come una testimonianza, in positivo, degli studi di Antropologia criminale. Nel nuovo allestimento i reperti anatomici di Passannante sono esposti accompagnati da una didascalia, che illustra ai visitatori, non solo le note biografiche del cuoco lucano, ma anche le ragioni per cui l'encefalo e il cranio si trovano al Museo Criminologico, il clima culturale e scientifico dell'epoca. I resti di Giovanni Passannante rientreranno in Basilicata l 11 maggio Il Barbiere di Federico Barbarossa Federico I Barbarossa, in vecchiaia, si ritirò al Castello di Lagopesole e, siccome era afflitto da una deformità congenita che lo costringeva a nascondere delle orecchie allungate e puntute sotto una fluente capigliatura, per impedire la divulgazione della notizia della sua deformità, aveva ordinato che i barbieri da cui si faceva radere, al momento in cui lasciavano la dimora imperiale, venissero portati, attraverso un corridoio, in una torre dove era posto un trabocchetto, nel quale i malcapitati rimanevano sepolti. Un giorno un giovane barbiere riuscì a sfuggire evitando la mortale torre. L Imperatore lo graziò a condizione che non rivelasse mai il gravoso segreto. Il nostro barbiere era intenzionato a mantenere il segreto, ma la notizia era grossa; non volendo però mancare alla promessa fatta, temendo giustamente per la propria vita, andò nel luogo più nascosto della campagna di Lagopesole, vi scavò un buco profondo nel terreno e, parlandoci dentro, raccontò il segreto dell'imperatore. Dopo qualche tempo, sul posto, crebbero delle canne che, agitate dal vento, con il loro fruscio sempre più forte ed insistente, ripetono ancora oggi una canzone: "Federico Barbarossa téne l'orecchie all'asinà a a a a...". Di qui il ritornello è giunto fino ai tempi nostri ed è stato ripreso anche in canti popolari della zona. Non sarà sfuggito ai lettori la somiglianza fra quanto raccontato e il mito di Re Mida, punito da Apollo con delle orecchie d asino; tutto il mondo è paese. Lagopesole, Castello miti e leggende

6 lucaniazurigo 6 Progetti "giovinelucania" Ombre s addensano sul futuro dell associazionismo, sia quello delle grandi masse che quello delle forme particolari o di nicchia quale può essere l associazionismo regionale. Diversi organismi si stanno interrogando sui nuovi modi d essere (o non essere) ma, al momento, le risposte latitano. Nel frattempo, la rappresentatività degli organi preposti a parlare in nostra vece alle istituzioni regionali scema, come si nota dalla scarsa considerazione più volte dimostratagli e dal (non) dibattito pubblico sui vari temi proposti, e fa buon gioco a chi rinvia l equiparazione fra la figura semitrasparente, che è l emigrato, e i residenti, fidando nell adagio adda passà a nuttata. È costume pensare che il rientro sia obiettivo esclusivo degli emigrati di prima generazione; i figli di costoro, come si evince da diversi interventi su quotidiani regionali, si ritengono integrati nei rispettivi luoghi d approdo e considerati emigrati ferianti, in altre parole non aspiranti ad ulteriori diritti/ doveri esclusivi per i residenti. Questa visione, contestabile o meno, è quella con cui siamo confrontati. È dunque opportuno dibattere al nostro interno per cercare di capire come tracciare la strada dei prossimi 25 anni. L obiettivo deve essere questo!: immaginare come vogliamo le associazioni fra un quarto di secolo e cominciare a lavorare per plasmarle. A ciò s ispira il progetto giovinelucania che si propone di organizzare un gruppo di lavoro di giovani delle diverse Associazioni che si occupino di dialogare con amici coetanei dai quali raccogliere visioni, idee, interessi riguardo alla soggettiva visione di Associazione. Entro la fine del 2008 si ha intenzione di strutturare i temi raccolti ed organizzare una giornata di discussione sul cosa, come e quando fare in futuro. Corso informatica Il corso d informatica prende l avvio in questo trimestre. Creato per supplire ad assillanti richieste quotidiane sul come funziona internet, questo corso si rivolge a persone che non hanno alcuna conoscenza del computer e vogliono, comunque, navigare in rete o comunicare via e.mail. Il corso si articola in quattro incontri da tre ore ciascuno durante i quali impareremo ad usare un browser per cercare notizie in internet, apriremo un account di posta elettronica su gmail.com che useremo per scambiarci comunicazioni e daremo uno sguardo a cosa evitare -o cosa fare per usare queste risorse restando tranquilli. Il corso costa in totale 50. CHF, che andranno in larga parte a rimpinguare le casse del Circolo e per l altra ad ammortizzare i costi della sala. Le date sono state fissate come segue: sabato 21 e 28 aprile, 5 maggio; l ultima data verrà concordata con i partecipanti, da scegliere tra il 2 o il 9 giugno. Gli orari sono dettati dalla disponibilità della sala, quindi non molto flessibili: partiremo alle 13:30 e finiremo per le 16:30; la pausa si concorderà con i partecipanti. Il corso si terrà presso: GZ Seebach Gemeinschaftszentrum Seebach Hertensteinstrasse Zürich Contattateci per informazioni ed iscrizioni. lucaniazurigo raddoppia Con questo numero proviamo, per la prima volta, una pubblicazione in 8 pagine. Avendo definito il numero dei soci, potendo, al momento, definire il costo per copia e potendo sopportarlo, abbiamo deciso provare questo nuovo formato che, comunque, introduce nuove problematiche. Per noi restano necessari i vostri commenti e suggerimenti; se una cosa non serve, raddoppiandola serve due volte di meno. Per questo vorremmo sapere che tipo di notizie desiderate, se trovate utili ciò che già ora è pubblicato, se trovate interessante il tutto e, infine, se volete partecipare. Lucania Storia infinita Lo scorso 24 marzo è stato proiettato al Volkshaus di Zurigo, alla presenza del regista Carlo Fusco, il film denuncia Lucania storia infinita. Ringraziamo la Federazione Associazioni Lucane in Svizzera per la parte finanziaria ed l Assointerlucana di Enrico Langone per i contatti tenuti con il regista. Alla proiezione ha assistito un nutrito gruppo di corregionali provenienti da svariati angoli della Svizzera ed alcuni rappresentanti di istituzioni ed associazioni. L obiettivo era quello di interessare la nostra gente ai problemi che tutt ora affliggono la Regione; il dibattito appassionato seguito alla proiezione ci ha confermato da una parte l interesse per le tematiche trattate e dall altra la voglia di plasmare un futuro che sembra non dover cambiare mai. Con la speranza che le nostre voci riecheggino nei nostri paesi. Gli eventi pasquali in Basilicata eventi prossimi in lucania Spinosa: gli eventi della Settimana Santa Durante il Giovedì e il Venerdì Santo a Spinosa si svolgono due appuntamenti legati alla tradizione locale. Il giovedì si adorna il sepolcro con delle piantine di grano germogliate al buio e si distribuisce pane benedetto, vino e baccalà ai fedeli. Il venerdì hanno luogo due processioni che attraversano il paese: una reca in corteo la statua della Madonna dell'addolorata, l'altra porta le effige del Cristo morto. Le due processioni si incontreranno a metà strada. Maschito: S.Michele Arcangelo L'ultimo sabato di aprile sono di scena i Rethnes a Maschito. La parola è albanese, e significa cavalcata degli angeli. Quasi tutti i bambini e le bambine del paese vestono abitini bianchi o colorati a simboleggiare l'innocenza degli angeli e la castità delle madonne. Quando il fuochista spara il primo botto, i Rethnes si avviano all'entrata del paese e di qui, allo sparo del secondo botto, iniziano la cavalcata preceduti dalla banda e seguiti dai più anziani che intonano canti di devozione alla Madonna. I Rethnes invocano la figura di San Michele Arcangelo che, con la sua spada fiammante, li protegge dal diavolo delle tentazioni e dai predoni e banditi. La cavalcata procede lentamente fino alla secolare chiesa del Caroseno dinanzi alla quale i Rethnes fanno in tondo i rituali tre giri di devozione cantando e pregando. Qui il parroco, al termine della cavalcata, impartisce la benedizione.

7 lucaniazurigo 7 Cultura Un ulivo nodoso e secolare. Un ulivo nodoso e secolare. Ecco l'albero della Pasqua, che non è raro trovare in una campagna, frondoso e scosso un poco dal vento. E' una festa che porta l'odore di Primavera appena arrivata, che mescola sacro e profano, antichi riti liturgici e paraliturgici, che parte dalla morte e che celebra la vita, anche con solenni banchetti ricchi che mandano in sollucchero tutti. Come al solito, ogni paese ha le sue tradizioni che durante il Triduo Pasquale e l'antecedente Settimana Santa, esplodono... e allora ho deciso di raccontarvi di usi e costumi di un paese di cui non dirò il nome, ognuno può leggerci del suo, trovare somiglianze e differenze e sentire, spero, l'odore delle palme benedette, del grano cresciuto al buio e deposto nelle Chiese il Giovedì Santo, come omaggio al Cristo che prega nell'orto degli ulivi, o quello dei palloni riempiti di elio che si vendono durante la festa, insieme ai ceci tostati, alle noccioline e ai semi di zucca, o ancora l'odore delle uova, dell'agnello (quello da fare al forno!) e... Il sole caldo del giorno delle Palme, fa appena in tempo a tramontare sui giunchi intrecciati e i ramoscelli d'ulivo, che già si apre una settimana che passa attraverso Via Crucis, Cristi in ebano, processioni, canti e cioccolata, per culminare nella notte del Giovedì, lunga e tortuosa, a cui all'umile gesto della lavanda dei piedi, si accompagna la tradizione di "visitare le Chiese", ovvero girare le varie Chiese, addobbate a lutto, pregare un po' dentro e chiacchierare tanto fuori, tra l'odore residuo dell'incenso e luci tremule di candele e l'acciottolato del sagrato un po' umido e lucido... Il Venerdì Santo, il ligneo e snodato corpo di Cristo, così sofferente e ben conservato da qualche confraternita che indossa una tunica nera, viene portato al Calvario, alla croce di ogni città, a cui si sale arrancando un po' e si vedono tanti piccoletti in spalle ai genitori, che portano la loro "croce", fatta di bimbi, giocattoli, biscotti, urla e vestitini nuovi già sporchi e con le calze sfilate... Sale il Cristo tra la folla, tra la gente in costume, tra un Giuda e una Maddalena, più bella di quanto immaginassimo, tra una Madonna a lutto, con un pugnale d'argento sul cuore, tra i soldati romani e le fruste, sale per essere crocifisso e il cuore si stringe quando il coro intona "Ah si' versate lacrime", perchè sarà anche una finzione, ma a mezzogiorno, con il caldo e la sete, sotto le parole dell'arciprete e la banda che suona mesta, un po' il cuore si stringe. Il Sabato non suonano le campane, e si sente che manca qualcosa, ormai la quiete inizia a pervaderci, si preparano le ultime cose, si puliscono bene le case, e ci si prepara al domani, al luminoso giorno di Pasqua, dove Cristo risorge e noi risollevati ci sediamo davanti al ricco e festoso banchetto fatto di tradizionali paste e carni attorniati da torte dolci e salate. Ma siamo sinceri, alzarci rilassati e riposati, il Lunedì dell'angelo, con il solo pensiero di rimettersi a preparare delle squisitezze, di passeggiare nella campagna fiorita e di rilassarsi magari sull'amaca in fondo al giardino, o nel porticato, non fa di quest'ultimo, il più bel giorno della Pasqua? Progetto "Alba", Atlante Linguistico della Basilicata I 130 dialetti, che si contano in Basilicata, sono ora al centro di un progetto di studio di linguistica dell'università della Basilicata finanziato dalla Regione con 156mila euro. Un gruppo di studio visiterà tutti i Comuni lucani, raccogliendo registrazioni e realizzando questionari sui termini dialettali. Crocevia, per secoli, di diverse etnie, la Basilicata abbraccia molte particolarità fonetiche che vanno dall'albanese, area balcanica nell'alta val d'agri, fino al piemontese ed al ligure, ad es. nella zona d'avigliano o a richiami siciliani nella zona tirrenica. Obiettivo del progetto è la creazione di una mappa toponomastica delle espressioni rilevate nelle varie interviste. La storia della Basilicata. L opera, commissionata dalla Regione Basilicata è articolata in quattro volumi, ciascuno dedicato ad un periodo storico specifico. Il primo va dal paleolitico attraversando l'età del Bronzo e del Ferro, la colonizzazione della Sirtide e del Metapontino, delle vallate dell'agri e del Sinni, fino all'età romana. Il secondo si concentra su normanni, svevi fino agli aragonesi e alle immigrazioni albanesi. Il terzo tratta della feudalità e del rapporto con la Chiesa, mentre l'ultimo va dal risorgimento, alle migrazioni verso il nuovo mondo, al brigantaggio, al fascismo fino ai giorni nostri. La collana è stata presentata venerdì 16 marzo in un apposita cerimonia nel Teatro Stabile di Potenza, organizzata dalla Regione Basilicata e dall Associazione per la Storia Sociale del Mezzogiorno e dell Area Mediterranea. I volumi costano ca. 120, chi fosse interessato trova maggiori informazioni sul sito dell'editore. (http://www.laterza.it) Moralismo Un anziana signora cinese aveva due tini, ognuno ad un estremità di un palo che portava sulle spalle. Uno dei due aveva una crepa, mentre l altro era perfetto e arrivava sempre pieno al termine della lunga camminata tra il ruscello e la casa. Al contrario quello con la crepa arrivava mezzo vuoto. Da tempo la situazione era sempre la stessa: la vecchina arrivava a casa solo con un tino e mezzo d acqua. Naturalmente il tino intatto era orgoglioso del suo risultato, mentre il povero tino difettoso si vergognava del suo difetto e si crucciava del poter fare solo la metà di quello per la quale era stato creato. Dopo due anni fece un bilancio del suo a- maro insuccesso e un giorno, durante il cammino, parlò alla padrona: Mi vergogno di me stesso perché una crepa a un lato fa cadere l acqua che si consuma durante il cammino. L anziana signora sorrise e rispose: Ti sei accorto che al tuo lato del sentiero ci sono fiori e dall altro no? È perché io sempre ho conosciuto il tuo difetto, per questo ho seminato fiori dal tuo lato del sentiero e ogni giorno dell anno ho potuto raccogliere fiori molto belli per decorare la tavola. Se tu non fossi come sei non avrei avuto questa bellezza per decorare la mia casa. Ognuno di noi ha un proprio difetto; però la crepa e il difetto che ognuno ha, fa sì che la nostra convivenza sia interessante e gratificante. È essenziale prendere ognuno di noi per quello che è e vedere cosa c'è di buono in lui. Marianna Alonso scritti da voi

8 lucaniazurigo 8 impressum Concezione globale Rosa Harzenmoser-Liccione Rocco Gagliardi Coordinazione Rosa Harzenmoser-Liccione Rocco Gagliardi Circolo Lucano di Zurigo Erismannstrasse Zürich Contenuti licenziati sotto FSF-GFDL 1.2. Ambito di responsabilia Marketing: Rosa Harzenmoser-Liccione Comunicazione: Rocco Gagliardi Redazione Assunta d Alessi, Daniela Gagliardi lucaniazurigo // aprile 07 (19:31) // rev:1.0 Programma 2007 Abbiamo stabilito alcune date per i prossimi incontri dei Soci; due appuntamenti sono fondamentali e vi preghiamo di appuntarli già d ora per non mancare: il primo riguarda la cena per noi soci, che si terrà sabato 22 settembre 2007; il secondo appuntamento riguarda l Assemblea Generale che è stata fissata per sabato 17 novembre Abbiamo anche in programma di organizzare una festa aperta a tutti ma le modalità e date sono ancora da definire. Lucania Storia Infinita Chi desiderasse il DVD del film lucania storia infinita può rivolgersi al Circolo per richiederne una copia. Il costo è di 10. CHF più eventuali spese di spedizione. il Circolo informa Fonti Le notizie in riportate in questo numero sono, per la maggior parte, riassunti di articoli letti sulla Rassegna Stampa quotidiana messa a disposizione dalla Regione Basilicata. In alcuni casi non si è ritenuto sensato modificare l articolo in quanto lesivo del significato dello stesso, nel qual caso è stata citata la fonte. Si ringraziano la redazione per gli altri articoli. Fonti citate in questo numero: GdM: Gazzetta del Mezzogiorno Fonti utilizzate in questo numero: Gazzetta del Mezzogiorno, Ansa, Il quotidiano della Basilicata, La Nuova del Sud, Lucania, Il Sole 24 ore, Repubblica, Il corriere della sera, wikipedia. Gli emigrati italiani in Svizzera e i mezzi di comunicazione L Università di Zurigo svolge un sondaggio con lo scopo di comprendere meglio alcuni a- spetti della vita sociale degli immigrati italiani nella Svizzera tedesca. Viene analizzata la vita quotidiana, gli atteggiamenti, ed in particolar modo l utilizzo dei mezzi di comunicazione. È indirizzato agli immigrati italiani di prima e seconda generazione (a partire dai 16 anni) residenti nella Svizzera tedesca. Il sondaggio online in italiano: mentre la versione in tedesco è raggiungibile all indirizzo Vi invitiamo caldamente a partecipare compilando il formulario allegato! In Rete Il Direttivo coglie l occasione per porgervi i migliori auguri di Buona Pasqua. Bando regionale LA CONCESSIONE ED EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER L'INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI FINO A 20 kw La data di scadenza per la presentazione delle domande è il 30/04/2007. Il bando prevede contributi pubblici in conto capitale, nella misura massima del 75% del costo d investimento ammesso - IVA esclusa - per interventi di realizzazione di sistemi fotovoltaici di potenza fino a 20 kwp complessivi, collegati alla rete del distributore locale di energia elettrica o con sistema di accumulo.sono finanziabili i seguenti interventi (art. 4 del bando): - impianti da collegare alla rete di distribuzione - impianti che costituiscono elementi di arredo urbano - impianti con sistemi di accumulo Sono esclusi i pali fotovoltaici per l illuminazione. Gli interventi di integrazione architettonica otterranno un punteggio aggiuntivo pari al 30% dell indice di valutazione calcolato secondo quanto indicato all art. 9. Nei centri storici e nelle aree vincolate ai fini della tutela del paesaggio (ai sensi del D.Lgs n. 42 del ), sono consentiti i soli interventi di integrazione architettonica. Airone: nuova tratta Napoli-Zurigo Dal prossimo 1 maggio la compagnia Airone volerà quotidianamente sulla tratta Napoli-Zurigo a prezzi interessanti rispetto alla concorrente helvetic.com. Fino ad ora prezzi accessibili si trovano soltanto con destinazione Basilea, sconveniente per i residenti di Zurigo. Acqua pubblica, ci metto la firma Legge di Iniziativa Popolare per la ripublicizzazione dell'acqua. Inoltre: Un articolo del WWF sul mercato dell acqua: Il business dell acqua minerale Proposta di legge regionale a tutela delle risorse. Benvenuto Socio A termine del tesseramento 2007, si è svolto, sabato 17 marzo, l incontro con i nuovi soci del Circolo. Un occasione per conoscerci, dato che la maggior parte del Direttivo è alla sua prima esperienza, e per iniziare a stare qualche ora insieme, chiacchierando e piluccando cibarie varie e buon vino lucano. Alla serata ha partecipato insieme a 25 soci anche il Presidente della Federazione, Giuseppe Ticchio, che ha ripercorso brevemente la storia del Circolo, precursore -nel bene e nel male- delle varie Associazioni in Svizzera. Il Circolo di Zurigo è infatti la prima associazione nata in terra elvetica, la prima a chiudere e la prima a riaprire ; vedremo cosa ci riserva ancora il futuro. Ha inoltre presenziato la dott. Marianna Alonso, psicologa, impegnata nelle problematiche dell integrazione di diverse culture nella società ospite. La dottoressa organizza, insieme alla regista Milagros Campos, corsi di improvvisazione teatrale, tesi ad affrontare le comuni situazioni di stress derivanti da una scarsa o cattiva integrazione, che in molti casi possono provocare effetti psicosomatici anche gravi. Per informazioni tel Ringraziamo ancora una volta di cuore i presenti e gli organizzatori che hanno messo a disposizione un locale elegantemente addobbato, lavoro e tempo per rendere piacevole e saporita la serata. Con la speranza di rivederci tutti al più presto. a sorpresa Il Mischiglio È un piatto che risale a tempi antecedenti l'unità d'italia ed è tipico della zona di Chiaromonte, Fardella, Calvera, Teana. Pasta prelibata, riservata ai baroni, che compariva sulle tavole soltanto durante le feste comandate. La pasta veniva preparata con un misto di farina di legumi e cereali (fave, ceci, orzo, semola), condita con cacioricotta e scaglie di peperone secco. Per informazioni: Pastificio D'Addiego C.da Don Fabio, Chiaromonte (PZ) Tel A Zurigo abbiamo trovato, per caso, questo prodotto tipico presso il Top Market (Schaffhauserstr. 446, 8052 Zürich); pacco da 500gr per 3.95 CHF odori e sapori Questo tipo di preparato, ricco di legumi, costituiva un'alternativa alla solita pasta a base di semola. Il cacio e il peperone coprono però il sapore delle farine; quindi per esaltare il gusto della pasta suggeriamo un condimento a base di pomodorino fresco, cotto per 15 minuti circa, con l'aggiunta, a fine cottura, delle foglie di alloro fritte in olio di olive maiatiche delle calanche lucane.

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Tre minuti per Dio SHALOM

Tre minuti per Dio SHALOM Tre minuti per Dio SHALOM Tre minuti per Dio SHALOM Editrice Shalom - 22.05.2005 Santissima Trinità Libreria Editrice Vaticana (testi Sommi Pontefici), per gentile concessione Fondazione di Religione Santi

Dettagli

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la mamma di Gesù, tante preghiere; ogni preghiera ricorda

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

IL SERVIZIO DEI FOTOGRAFI E VIDEO-OPERATORI NELLE CELEBRAZIONI DEI SACRAMENTI

IL SERVIZIO DEI FOTOGRAFI E VIDEO-OPERATORI NELLE CELEBRAZIONI DEI SACRAMENTI DIOCESI DI CONCORDIA-PORDENONE UFFICIO LITURGICO ASCOFOTO CONFCOMMERCIO PORDENONE GRUPPO PROVINCIALE FOTOGRAFI IL SERVIZIO DEI FOTOGRAFI E VIDEO-OPERATORI NELLE CELEBRAZIONI DEI SACRAMENTI Regolamento

Dettagli

VIVERE LA PASQUA CON I BAMBINI

VIVERE LA PASQUA CON I BAMBINI VIVERE LA PASQUA CON I BAMBINI L educazione religiosa dei bambini piccoli (sesta puntata) La Pasqua è la più grande festa cristiana. In essa riviviamo il mistero centrale della nostra fede (morte e risurrezione

Dettagli

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA!

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! PREPARATIVI - Preparare un grande cerchio di cartoncino marrone (la torta ) e tanti spicchi di diversi colori vivaci (le fette ), in modo che ci sia uno spicchio

Dettagli

RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA

RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CLASSE PRIMA SCUOLA PRIMARIA 1 - IO NELLA CLASSE 1. Presentarsi nella propria particolarità 2. Capire che ognuno ha un posto 3. Comprendere che in classe non si è soli Presentazione degli insegnanti

Dettagli

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana G.Gatti - Evangelizzare il Battesimo - 199 ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana UNO SGUARDO ALL AVVENIRE L amore vero guarda lontano Chi ama, guarda sempre lontano, al futuro. L amore, infatti,

Dettagli

LIVELLO A2 LAAS SISTEMA DI VALUTAZIONE DI CONOSCENZA DELLE LINGUE ESAMI DI LINGUA ITALIANA MAGGIO 2008. Certificazione riconosciuta dall ICC

LIVELLO A2 LAAS SISTEMA DI VALUTAZIONE DI CONOSCENZA DELLE LINGUE ESAMI DI LINGUA ITALIANA MAGGIO 2008. Certificazione riconosciuta dall ICC Nome:... Cognome:... ESAMI DI LINGUA ITALIANA LAAS SISTEMA DI VALUTAZIONE DI CONOSCENZA DELLE LINGUE LIVELLO A2 Certificazione riconosciuta dall ICC ISTRUZIONI MAGGIO 2008 Scrivi il tuo nome e cognome

Dettagli

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito che la globalizzazione ha degli effetti positivi per il

Dettagli

RITI DI ACCOGLIENZA. Che nome date al vostro bambino?

RITI DI ACCOGLIENZA. Che nome date al vostro bambino? RITI DI ACCOGLIENZA DIALOGO CON I GENITORI E I PADRINI Celebrante: Genitori:... Che nome date al vostro bambino? Celebrante: Per... che cosa chiedete alla Chiesa di Dio? Genitori: Il Battesimo. Celebrante:

Dettagli

Uno sguardo che ti abbraccia - La Bellezza di Maria

Uno sguardo che ti abbraccia - La Bellezza di Maria Uno sguardo che ti abbraccia - La Bellezza di Maria La prima immagine che si vede, entrando nel nostro sito web, è quella di Maria dipinta da Giotto nella volta della Cappella degli Scrovegni. La pagina

Dettagli

Dom. 11à DEL TEMPO ORDINARIO Anno B - n. 36 14 giugno 2015. R. Terra tutta, dà lode a Dio, canta il tuo Signor!

Dom. 11à DEL TEMPO ORDINARIO Anno B - n. 36 14 giugno 2015. R. Terra tutta, dà lode a Dio, canta il tuo Signor! Dom. 11à DEL TEMPO ORDINARIO Anno B - n. 36 14 giugno 2015 Canto d'inizio: 1 TERRA TUTTA DÀ LODE A DIO R. Terra tutta, dà lode a Dio, canta il tuo Signor! 1. Servite Dio nell allegrezza, 2. Sì, il Signore

Dettagli

PROVE DI VERIFICA DI ITALIANO CLASSE III II QUADRIMESTRE DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI

PROVE DI VERIFICA DI ITALIANO CLASSE III II QUADRIMESTRE DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI PROVE DI VERIFICA DI ITALIANO CLASSE III ANNO SCOLASTICO II QUADRIMESTRE ALUNNO/A PROVE DI VERIFICA PERIODO: SECONDO

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Notiziario delle Parrocchie di Mandrio,Mandriolo e S.Martino Piccolo n 94 aprile-maggio 10. tel.0522/699134 - Stampato in proprio. parole in famiglia

Notiziario delle Parrocchie di Mandrio,Mandriolo e S.Martino Piccolo n 94 aprile-maggio 10. tel.0522/699134 - Stampato in proprio. parole in famiglia La Voce della Parrocchia Notiziario delle Parrocchie di Mandrio,Mandriolo e S.Martino Piccolo n 94 aprile-maggio 10 Tariffa Associazioni Senza Fini di Lucro: Poste Italiane s.p.a. Sped. in Abb. Postale

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

CENA PASQUALE EBRAICA

CENA PASQUALE EBRAICA PARROCCHIA B.V.M. IMMACOLATA CENA PASQUALE EBRAICA per i ragazzi della Prima Comunione Sabato 4 aprile 2009 - Ore 16,00 CAPPUCCINI ORISTANO 1 momento - La schiavitù del popolo d Israele (I ragazzi sono

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

Percorso didattico Cittadinanza e Costituzione Rosa Sergi

Percorso didattico Cittadinanza e Costituzione Rosa Sergi A SCUOLA DI COSTITUZIONE COLORA IL TITOLO BIANCO, ROSSO E VERDE. PER VIVERE BENE IN CLASSE ABBIAMO BISOGNO DELLE DIRITTI REGOLE DOVE VI SONO DEI DIRITTI E DEI DOVERI SENZA LEGGI e REGOLE DA RISPETTARE

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

MONASTERO INVISIBILE. CONSACRATI A DIO... In una donazione totale di sé in risposta ad una chiamata a vivere alla sequela di Cristo

MONASTERO INVISIBILE. CONSACRATI A DIO... In una donazione totale di sé in risposta ad una chiamata a vivere alla sequela di Cristo MONASTERO INVISIBILE Diocesi di Treviso Centro Diocesano Vocazioni Aprile 2015 CONSACRATI A DIO... In una donazione totale di sé in risposta ad una chiamata a vivere alla sequela di Cristo Introduzione

Dettagli

ASSOCIAZIONE dei GENITORI degli STUDENTI dell ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G. SOLARI Via Crespi, 4 24021 Albino (BG)

ASSOCIAZIONE dei GENITORI degli STUDENTI dell ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G. SOLARI Via Crespi, 4 24021 Albino (BG) ASSOCIAZIONE dei GENITORI degli STUDENTI dell ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G. SOLARI Via Crespi, 4 24021 Albino (BG) info.associazione@genitorialbino.it Tel 349/3398333 dal lunedì al venerdì dalle 20 alle

Dettagli

LeMOBYGuide. Sagre e feste Un anno di celebrazioni tra riti e musica. Volume 22

LeMOBYGuide. Sagre e feste Un anno di celebrazioni tra riti e musica. Volume 22 LeMOBYGuide Sagre e feste Un anno di celebrazioni tra riti e musica Volume 22 Un concentrato di culture Terra sincera seppur misteriosa, isola frequentata da millenni per via della favorevole posizione

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO A2 (Elementare 3)

TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO A2 (Elementare 3) Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO A2 (Elementare 3) 1. Completa il testo con gli articoli e le desinenze dei nomi e degli aggettivi. Le tendenze alimentari italiane. Quali sono le mode alimentari

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo adolescenti

Livello CILS A2 Modulo adolescenti Livello CILS A2 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

apertamente, scambiarsi idee, ragionare sui valori, allargare i propri orizzonti, raccontare la propria giornata e perché no? anche pregare tutti

apertamente, scambiarsi idee, ragionare sui valori, allargare i propri orizzonti, raccontare la propria giornata e perché no? anche pregare tutti Presentazione Diventare genitori è sicuramente un immenso dono di Dio, da accogliere con partecipazione e buona volontà. Purtroppo nessuno insegna ad una coppia di neo-genitori come educare i propri figli;

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

Il processo di partecipazione si articola in 4 momenti

Il processo di partecipazione si articola in 4 momenti Questa che andrete a leggere è una simulazione di un bellissimo progetto realizzato a Canegrate, 12000 abitanti, nel milanese. Abbiamo sostituito date, nomi, cifre e progetti per renderlo aderente alla

Dettagli

Istituto Comprensivo Perugia 9

Istituto Comprensivo Perugia 9 Istituto Comprensivo Perugia 9 Anno scolastico 2015/2016 Programmazione delle attività educativo didattiche SCUOLA PRIMARIA Disciplina RELIGIONE CLASSE: PRIMA L'alunno: - Riflette sul significato dell

Dettagli

Il servizio fotografico e le videoriprese nella celebrazione dei Sacramenti

Il servizio fotografico e le videoriprese nella celebrazione dei Sacramenti ARCIDIOCESI di TRENTO Ufficio per le Comunicazioni Sociali ASSOCIAZIONE ARTIGIANI E PICCOLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI TRENTO Categoria Fotografi e Cineoperatori Il servizio fotografico e le videoriprese

Dettagli

La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada

La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada Che cos è la Lectio divina La Lectio Divina è l esercizio ordinato dell ascolto personale della Parola. ESERCIZIO: è qualcosa di attivo e, per questo, è importante.

Dettagli

La voce de "Gli Amici"

La voce de Gli Amici Gli Amici La voce de "Gli Amici" domenica 11 agosto 2002 La domenica con Gesù Tempo ordinario Domenica 11 agosto 2002 Gesù si ritira a pregare L'artista della settimana Carmela Parente La scuola della

Dettagli

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse Dt 8, 2-3. 14-16 Dal libro del Deuteronòmio Mosè parlò al popolo dicendo: «Ricòrdati di tutto il cammino che il Signore, tuo Dio, ti ha fatto percorrere in questi quarant'anni nel deserto, per umiliarti

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ORZINUOVI ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO ORZINUOVI ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA 1 QUADRIMESTRE COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO ATTIVITÀ 1. L alunno riflette su Dio creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Genus Bononiae per le Scuole. - Servizi educativi - Genus Bononiae. Musei nella Città

Genus Bononiae per le Scuole. - Servizi educativi - Genus Bononiae. Musei nella Città Genus Bononiae per le Scuole - Servizi educativi - Genus Bononiae. Musei nella Città I Sevizi educativi di Genus Bononiae. Musei nella Città hanno elaborato per l anno scolastico 2015-2016 una nuova offerta

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

Come ti immagini gi insegnanti?

Come ti immagini gi insegnanti? a Come ti immagini gi insegnanti? Quello dell insegnante è un ruolo complesso, in cui entrano in gioco diverse caratteristiche della persona che lo esercita e della posizione che l insegnante occupa nella

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Oleggio, 21/12/2014. IV Domenica di Avvento - Anno B

Oleggio, 21/12/2014. IV Domenica di Avvento - Anno B 1 Letture: 2 Samuele 7, 1-5.8.12.14.16 Salmo 89 (88) Romani 16, 25-27 Vangelo: Luca 1, 26-38 Oleggio, 21/12/2014 IV Domenica di Avvento - Anno B NEL NOME DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO SANTO. AMEN!

Dettagli

Consegna del Catechismo

Consegna del Catechismo .II C 1.. L albero dove i piccoli trovano il nido Fase II Consegna del Catechismo Lasciate che i bambini vengano a me Parrocchia..... Domenica. LA TUA PAROLA, SIGNORE, È LUCE AI NOSTRI PASSI Se è possibile,

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015 RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015 Ottavo punto all O.d.G. O.d.G. del Consigliere Musa sulle celebrazioni matrimoniali in luoghi diversi della casa comunale Illustra il Consigliere

Dettagli

Cari genitori e cari ragazzi, auguri da tutti i catechisti per un Santo Natale.

Cari genitori e cari ragazzi, auguri da tutti i catechisti per un Santo Natale. I PRESEPI DEL MONDO Non temete, ecco vi annunzio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo: oggi vi è nato nella città di Davide un salvatore, che è il Cristo Signore. Questo per voi il segno: troverete

Dettagli

ti scrivo... padrino Ma,

ti scrivo... padrino Ma, Caro padrino ti scrivo... Se Ti I N T R O D U Z I O N E hai tra le mani questo opuscolo è perché qualcuno ti ha chiesto di fargli da madrina o da padrino... forse una coppia di amici che ti vogliono padrino

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi. In quale luogo puoi ascoltare i dialoghi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. DEVI SCRIVERE LE TUE

Dettagli

www.scuolaitalianatehran.com

www.scuolaitalianatehran.com щ1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHRAN Corso Settembre - Dicembre 2006 ESAME FINALE LIVELLO 2 щ Nome: Cognome: Numero tessera: щ1 щ2 Leggi il testo e completa il riassunto (15 punti) Italiani in

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

Parrocchia S. Maria Nuova

Parrocchia S. Maria Nuova Parrocchia S. Maria Nuova Piazza Santa Maria Nuova, 4 01100 Viterbo Tel/Fax 0761.340700 - c/c postale n. 79886701 www.santamarianuova-viterbo.it - info@santamarianuova-viterbo.it Recapiti telefonici dei

Dettagli

PIANO DI ETTURA Dai 9 anni

PIANO DI ETTURA Dai 9 anni PIANO DI ETTURA Dai 9 anni Le arance di Michele Vichi De Marchi Illustrazioni di Vanna Vinci Grandi Storie Pagine: 208 Codice: 566-3270-5 Anno di pubblicazione: 2013 l autrice Vichi De Marchi è giornalista

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Diocesi di Caserta Santuario di San Michele Arcangelo e Santa Maria del Monte Programma invernale del Santuario 25 Anniversario della Madonna del Monte Anno Mariano 1987-2012 novembre-aprile 2011-2012

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Esercizi il condizionale

Esercizi il condizionale Esercizi il condizionale 1. Completare secondo il modello: Io andare in montagna. Andrei in montagna. 1. Io fare quattro passi. 2. Loro venire da noi. 3. Lui prendere un caffè 4. Tu dare una mano 5. Noi

Dettagli

Livello A2. Unità 10. La costituzione. Chiavi. Lavoriamo sulla comprensione. Testo 1 1. Ascolta il dialogo. Vero o falso?

Livello A2. Unità 10. La costituzione. Chiavi. Lavoriamo sulla comprensione. Testo 1 1. Ascolta il dialogo. Vero o falso? Livello A2 Unità 10 La costituzione Chiavi Lavoriamo sulla comprensione Testo 1 1. Ascolta il dialogo. Vero o falso? - Ciao Carlo, in questi giorni l Italia festeggia i 150 anni di unità e naturalmente

Dettagli

LA VOCE DEGLI ANTA. Autunno

LA VOCE DEGLI ANTA. Autunno È lieta di presentarvi LA VOCE DEGLI ANTA Numero 10, Ottobre 2015 Autunno La terra si veste del giallo delle foglie in autunno. Il vento raccoglie i sussurri dei trepidi uccelli e gioca coi rami avvizziti

Dettagli

DOMENICA 18 APRILE 2010 - SEMINARIO MEIC ERO STRANIERO E MI AVETE ACCOLTO (MT 25,35)

DOMENICA 18 APRILE 2010 - SEMINARIO MEIC ERO STRANIERO E MI AVETE ACCOLTO (MT 25,35) DOMENICA 18 APRILE 2010 - SEMINARIO MEIC ERO STRANIERO E MI AVETE ACCOLTO (MT 25,35) Prima parte: La figura dello straniero nell Antico Testamento Collocazione geografica Israele terra di Spostamenti.

Dettagli

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato.

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Traccia Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Per la preghiera: impariamo il canto per la celebrazione del perdono recitiamo insieme il Confesso e l Atto di dolore

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

Scuola dell infanzia S. Gregorio Magno

Scuola dell infanzia S. Gregorio Magno Parrocchia di S. Gregorio Magno Scuola dell infanzia S. Gregorio Magno via Boccaccio, 91-35128 Padova, P. IVA 03386430288, C.F. 80041130289 Tel.e Fax 049-8071565, E mail: scuolamaterna@sangregoriomagnopadova.it,

Dettagli

Persone coinvolte: tutti i bambini e le insegnanti Tempi: febbraio-marzo Spazi: cappella, sezioni e laboratorio

Persone coinvolte: tutti i bambini e le insegnanti Tempi: febbraio-marzo Spazi: cappella, sezioni e laboratorio Motivazioni Dopo aver scoperto come Gesù cresceva, aiutava la sua mamma e Giuseppe imparando il mestiere del falegname, ora vogliamo conoscerlo quando, da grande, lasciò la sua casa per andare tra la gente

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Non è necessario stampare questo file, puoi anche solo scrivere le risposte in maniera chiara e ordinata su un foglio a parte

Non è necessario stampare questo file, puoi anche solo scrivere le risposte in maniera chiara e ordinata su un foglio a parte Compiti delle vacanze estive per chi in agosto sarà al livello 3 Non è necessario stampare questo file, puoi anche solo scrivere le risposte in maniera chiara e ordinata su un foglio a parte Questi compiti

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

1. PREGHIERA, INVOCAZIONE. 1. Richiesta di salvezza salmo 3 8 Alzati, Iavè, salvami, mio Dio.

1. PREGHIERA, INVOCAZIONE. 1. Richiesta di salvezza salmo 3 8 Alzati, Iavè, salvami, mio Dio. I - RICHIESTA A DIO La preghiera è la relazione fondamentale dell anima che riconosce, ascolta e dialoga con Dio. Preghiera è superamento dell angoscia della propria solitudine; è liberarsi dal terrore

Dettagli

MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE quarto anno all estero

MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE quarto anno all estero MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE quarto anno all estero PREMESSA La creazione di un ambiente sempre più favorevole allo scambio interculturale è uno degli obiettivi primari della scuola ed i programmi

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria

RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare i contenuti

Dettagli

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Signor Presidente della Repubblica, Gentili Autorità, Cari amici della comunità ebraica,

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

Giovanna - Quali sono gli argomenti che si trattano all interno di questi colloqui?

Giovanna - Quali sono gli argomenti che si trattano all interno di questi colloqui? A PROPOSITO DI COACHING Giovanna Combatti intervista Giacomo Mosca Abbiamo chiesto a Giacomo Mosca, Formatore e Coach, Counsellor in Analisi Transazionale associato al CNCP (Coordinamento Nazionale Counsellor

Dettagli

quaresima, cammino verso la pasqua.

quaresima, cammino verso la pasqua. quaresima, cammino verso la pasqua. Siamo in cammino verso la Pasqua. Nelle nostre comunità accoglieremo, con la fatica di una umanissima e trepidante attesa, la gioia della resurrezione: Cristo, nostra

Dettagli

SANTO NATALE 2015 (Omelia all ospedale

SANTO NATALE 2015 (Omelia all ospedale SANTO NATALE 2015 (Omelia all ospedale) E nato per noi un bambino, un figlio ci è stato donato (antifona). Pochi giorni dopo l'apertura della porta Santa che ci ha visti accorrere numerosi per vivere la

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

VOLONTARIATO & SERVIZIO

VOLONTARIATO & SERVIZIO www.tolentini.it GRUPPO VOLONTARIATO & SERVIZIO Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date. (Matteo 10, 8) Il Gruppo Volontariato e Servizio della Pastorale Universitaria è formato da studenti di

Dettagli

Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia. Festa del Perdono. CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE. 21 novembre 2015

Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia. Festa del Perdono. CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE. 21 novembre 2015 Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia Festa del Perdono CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE 21 novembre 2015 Parrocchia di Madonna in campagna e Santi Nazaro e Celso di Arnate in Gallarate (VA)

Dettagli

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero:

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero: in Kosovo Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini Numero 01, Gennaio 2009 In questo numero: Benvenuto caro sostenitore! Un regalo per me! I bambini dimostrano quello che sanno sull

Dettagli

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio Intervistato: Angelo Cotugno, Segretario Generale della CGIL della Provincia di Matera Soggetto: Matera (sviluppo urbanistico, condizioni di vita fino agli anni 50, sua storia personale di vita nei Sassi,

Dettagli

La rivelazione della Parola di Dio

La rivelazione della Parola di Dio Domenica, 26 settembre 2010 La rivelazione della Parola di Dio Salmo 119:130- La rivelazione delle tue parole illumina; rende intelligenti i semplici. Apro la bocca e sospiro, per il desiderio dei tuoi

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

L angelo disse: Non temete! Io vi porto una bella notizia che procurerà una grande gioia a tutto il popolo: oggi, nella città di Davide, è nato il

L angelo disse: Non temete! Io vi porto una bella notizia che procurerà una grande gioia a tutto il popolo: oggi, nella città di Davide, è nato il NATALE E LITURGIA L angelo disse: Non temete! Io vi porto una bella notizia che procurerà una grande gioia a tutto il popolo: oggi, nella città di Davide, è nato il vostro Salvatore, il Cristo, il Signore.

Dettagli